Copyright, aziende punite insieme ai dipendenti

Con l'approvazione in Senato del DDL Sviluppo enti e aziende saranno sanzionati per le violazioni commesse dai propri impiegati
Con l'approvazione in Senato del DDL Sviluppo enti e aziende saranno sanzionati per le violazioni commesse dai propri impiegati

La responsabilità del dipendente che violi il diritto d’autore si riverserà anche sulle spalle dell’azienda o dell’ente presso cui è impiegato: questa la sostanza dell’articolo 15 comma 7 lettera c del DDL Sviluppo così come approvato dal Senato.

La disposizione aggiunge al decreto legislativo 8 giugno 2001 n. 231 l’articolo 25-octies dedicato alla contraffazione e alla violazione del diritto d’autore, con il quale si stabilisce che all’azienda verranno inflitte sanzioni qualora si verifichi la “commissione dei delitti previsti dagli articoli 171, primo comma, lettera a-bis), e terzo comma, 171-bis, 171-ter, 171-septies e 171-octies della legge 22 aprile 1941, n. 633”.

Con questa previsione si invitano implicitamente le aziende a vigilare sulle proprie strutture: qualora un dipendente abusi dell’infrastruttura aziendale per condividere in maniera illecita dei contenuti protetti dal diritto d’autore, anche l’azienda stessa dovrebbe rispondere delle violazioni.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 07 2009
Link copiato negli appunti