Corea del Sud, ultimatum a Facebook

Il gigante social avrebbe violato una legge locale sulla protezione dei dati personali. Le autorità hanno dato ai suoi vertici trenta giorni di tempo per rispondere. Intanto, è stato lanciato un tool dedicato alla privacy mobile

Roma – Avranno un mese di tempo per rispondere in maniera dettagliata, nel tentativo di convincere le autorità della Corea del Sud a lasciar cadere le accuse. I vertici di Facebook dovranno in sostanza dimostrare che le informazioni condivise di poco più di 2 milioni di netizen del paese asiatico non correranno alcun rischio.

Trenta giorni per fugare ogni dubbio da parte della commissione per le comunicazioni in Corea del Sud, che ha infatti annunciato il possibile avvio di un’inchiesta su certe pratiche di raccolta dei dati messe in atto dal sito in blu. Facebook avrebbe violato l’articolo 22 della legge locale sulla protezione delle informazioni e l’utilizzo di una rete di comunicazione.

In sostanza , il gigante social non prevederebbe l’esplicito consenso da parte dei suoi utenti alla raccolta e conseguente trattamento dei dati personali . Un’evidente violazione della legge locale che obbliga qualsiasi fornitore di servizi a chiedere l’autorizzazione prima di proseguire con lo sfruttamento delle informazioni.

L’allarme è stato solo ora lanciato dalle autorità del paese asiatico, data una tardiva popolarità di Facebook tra gli utenti del paese. I 2,3 milioni di iscritti rappresentano attualmente il 5 per cento della popolazione. Un numero pare sufficiente per scatenare le preoccupazioni della commissione.

Restando in tema di privacy, Facebook ha annunciato un significativo aggiornamento di quella privacy dashboard lanciata nello scorso ottobre. Ovvero di uno specifico tool per guadagnare il controllo sulle modalità di sfruttamento dei dati da parte delle applicazioni terze .

Il sito in blu ha dunque reso disponibile la dashboard anche per i circa 200 milioni di utenti mobile , permettendo loro di scegliere con chi condividere cosa, ma soprattutto di tenersi informati circa i dati personali inviati a terze parti. Un’iniziativa che dimostrerebbe ancora una volta come il futuro del sito in blu sia la mobilità.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AllYourBase AreBelongT oUs scrive:
    Infrastruttura STATALE.
    Per come la vedo io, le infrastrutture chiave (rete elettrica, acquedotti, telefonia/dati, strade) dovrebbero essere pubbliche e lo Stato dovrebbe offrire la connettività base gratuitamente a tutti i cittadini che ne fanno richiesta.Se un cittadino desidera dei servizi più "articolati" (banda larga, ipTV ecc.), ecco il libero mercato. Le telco, appoggiandosi alla rete pubblica, offrono tutti gli extra che vogliono.Il problema dell'infrastruttura è risolto, il servizio base è garantito a tutti a costo zero e lo Stato, con la sua offerta minima, non entra in concorrenza con le telco, ma anzi fa da volano alla vendita di connettività extra.Liberal-statalismo!
    • Ubunto scrive:
      Re: Infrastruttura STATALE.
      Il problema è che noi (italiani) siamo, anche a causa di una pessima gestione della cosa pubblica, caduti con entrambi i piedi in un vortice anti-statalista. Sentimento che in realtà si è rivelato completamente idiota, perché uno stato che non ha potere su quelle risorse considerate "stategiche", non è in grado di garantire alcun servizio materiale se non tramite la tassazione dei beni e del reddito. In tempi di vacche grasse può anche andare, ma in momenti di crisi economica ci si ritrova con le chiappe all'aria: come noi ora. Alla fine della fiera siamo passati in TROPPI casi da un monopolio di stato (su cui comuqnue si poteva esercitare un controllo) ad un monopolio privato, dove il "privato" fa il bello ed il cattivo tempo: a spese nostre.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 dicembre 2010 02.03-----------------------------------------------------------
      • gnugnolo scrive:
        Re: Infrastruttura STATALE.
        Infatti... con la solita tiritera "eh ma nel pubblico non funziona nulla ci sono sprechi vedi invece come col privato si riga dritti"... seeeeeeeee e le marmotte....Il privato se ne sbatte anche piu' del pubblico e dal pubblico attinge come una zanzara. Senza contare poi che le privatizzazioni per come sono state fatte sono stati dei regaloni spaventosi ai privati... prezzi da mercatino cinese... Quindi ce lo siamo presi in quel posto da mille direzioni e ripetutamente...
      • AllYourBase AreBelongT oUs scrive:
        Re: Infrastruttura STATALE.
        Aggiungo anche sono passati ai privati i soli servizi redditivi. Quelli in perdita sono rimasti allo Stato. E tutti, destra e sinistra, hanno promosso le privatizzazioni come se fossero la panacea ai mali dell'Italia. Così siamo passati dal monopolio statale al mono-oligopolio privato. Vale a dire, dalla padella alla brace, quando il nocciolo della questione non è il dilemma pubblico-privato (liberalismo vs statalismo), ma è l'etica, la qualità della governance e la social responsibility, tanto dei privati quanto degli amministratori pubblici. Le variabili che decidono la qualità di un servizio sono sempre due: le politiche e le persone. E la variabile più importante è sempre quella umana.
    • pippuz scrive:
      Re: Infrastruttura STATALE.

      il servizio base è garantito a tutti a costo zeroMa prima o dopo che le marmotte hanno finito di incartare la cioccolata?
      • gnugnolo scrive:
        Re: Infrastruttura STATALE.
        No perche' gli tremano le mani di continuo e non finiscono mai!:)))
      • AllYourBase AreBelongT oUs scrive:
        Re: Infrastruttura STATALE.
        - Scritto da: pippuz

        il servizio base è garantito a tutti a costo
        zero

        Ma prima o dopo che le marmotte hanno finito di
        incartare la
        cioccolata?Io credo che avverrà dopo. Mi spiego. Un possibile scenario è quello della differenziazione degli investimenti, perché il mono/oligopolio paga finché il settore tira. Alla minima crisi di un settore il mono/oligopolista resta in braghe di tela. Ergo, i mono/oligopolisti stanno (lentamente e faticosamente) realizzando che è meno rischioso avere il 5% in 20 settori diversi, piuttosto che il 100% in uno solo. Quindi prevedo nel medio-lugo periodo un ridimensionamento delle società mono/oligopoliste nel primitivo settore di appartenenza e un moltiplicarsi degli operatori di quel settore. A quel punto, quando nessun operatore sarà in grado di sostenere da solo gli investimenti per le infrastrutture, le strade saranno due: joint venture private (o miste pubblico-privato) oppure la cessione dell'intera infrastruttura al settore pubblico.
        • gnugnolo scrive:
          Re: Infrastruttura STATALE.
          E nel secondo caso da te illustrato... ovviamente rivendono a prezzi UFO!;)
        • Guybrush Fuorisede scrive:
          Re: Infrastruttura STATALE.
          - Scritto da: AllYourBase AreBelongT oUs
          - Scritto da: pippuz


          il servizio base è garantito a tutti a costo

          zero



          Ma prima o dopo che le marmotte hanno finito di

          incartare la

          cioccolata?

          Io credo che avverrà dopo. Mi spiego. Un
          possibile scenario è quello della
          differenziazione degli investimenti, perché il
          mono/oligopolio paga finché il settore tira.?In che senso? Quale parte di risorsa strategica non ti è chiara?Gli oligopolisti, al massimo, tenteranno di abbattersi a vicenda per tenersi quello che rimane del mercato perché nell'ottica della massimizzazione del profitto (cioè quella di un monopolista) la parola investimento equivale a perdita secca.
          Alla
          minima crisi di un settore il mono/oligopolista
          resta in braghe di tela. Ergo, i
          mono/oligopolisti stanno (lentamente e
          faticosamente) realizzando che è meno rischioso
          avere il 5% in 20 settori diversi, piuttosto che
          il 100% in uno solo.Ma anche no e nel caso delle TLC possono "dare il contentino" alle città più grosse e lasciare in braghe di tela il resto del paese.
          Quindi prevedo nel
          medio-lugo periodo un ridimensionamento delle
          società mono/oligopoliste nel primitivo settore
          di appartenenza e un moltiplicarsi degli
          operatori di quel settore.Sara' un periodo bello lungo, prima dovremo liberarci di tutte quelle leggi e leggine che pongono pesanti barriere all'ingresso di altri operatori nel mercato TLC.
          A quel punto, quando
          nessun operatore sarà in grado di sostenere da
          solo gli investimenti per le infrastrutture,ne sei sicuro?Chi e' che ha nominato FON prima?
          le
          strade saranno due: joint venture private (o
          miste pubblico-privato) oppure la cessione
          dell'intera infrastruttura al settore
          pubblico.Secondo me invece saranno rafforzate le misure "protezionistiche" a difesa dell'oligopolio, le tariffe aumenteranno mascherate da miglioramenti del servizio come il passaggio da alice 7mega a alice 20mega e tutto continuerà ad andare allegramente a rotoli.GTFS
  • M.R. scrive:
    Prima spingono sull' innovazione...
    ... e su servizi a valore aggiunto (e a PAGAMENTO) per attirare potenziali clienti CONSAPEVOLI del fatto che l' attuale infrastruttura non poteva reggere l' enorme mole di traffico dati che si stava generando e adesso piangono miseria?Se di libero mercato si tratta allora facciano pagare di più a chi utilizza questi servizi in modo più intensivo così il mercato stesso si autoregolamenterà su livelli sostenibili.
  • ullala scrive:
    abuso gratuito?
    l'abuso gratuito dei network "una tragedia" che "non può continuare"Quale abuso e quale gratuito?L'utenza paga (e profumatamente) le connessioni wireless dati e con tariffe a parte e neppure FLAT!In cosa consiste "l'abuso"? nell'adempimento da parte dei carrier dei loro obblighi contrattuali?Ma che cavolo vogliono questi già gli si lascia lucrare in modo vergognoso sul "traffico SMS" che fanno pagare in modo scandaloso rispetto a quello normale!ebbasta!!
    • pietro scrive:
      Re: abuso gratuito?
      per loro skype, watsapp e viber sono abuso
      • Ubunto scrive:
        Re: abuso gratuito?
        - Scritto da: pietro
        per loro skype, watsapp e viber sono abusoAhhh... giusto, se usi Skype e altri programmi di messaggeria web non ti possono spennare con le tariffe da ladri della loro rete!
      • AllYourBase AreBelongT oUs scrive:
        Re: abuso gratuito?
        - Scritto da: pietro
        per loro skype, watsapp e viber sono abusoMa va' là... Non sanno nemmeno che cosa sono. Anzi, meglio non parlarne proprio, così non se ne accorgono e noi possiamo continuare a risparmiare sulle chiamate.
  • mario scrive:
    FON
    Passiamo tutti a Fon e il mobile ce lo facciamo noi con il WiFi, poi vedi come abbassano le pretese
  • il solito bene informato scrive:
    Più che giusto...
    ... però se fossi Apple, Google e Facebook chiederei anche una parte dei loro profitti.
    • formichiere scrive:
      Re: Più che giusto...
      si infatti, che senso ha?si e' creato un mercato nuovo grazie a queste aziende che creano servizi online, i gestori telefonici ci guadagnano sopra grazie alla richiesta di connettivita' che prima non esisteva, e si lamentano pure.. (perche' dubito fortemente che vadano in perdita)ora, non e' che spendendo soldi per gli spot di totti e compagnia bella il mio acXXXXX ad internet mobile vada piu' veloce eh.. anzi.. invogliano ancora piu' persone ad abbonarsi a qualche offerta internet, quindi teoricamente vanno ad aggravare una situazione che a parer loro non e' piu' sostenibile.non capisco con che coraggio avanzino queste pretese (e noi paghiamo..)si stava meglio quando si stava peggio e non ci sono piu' le mezze stagioni
  • Andy scrive:
    sì certo...
    E perchè non far pagare agli hotel, ai gestori delle strutture invernali ed estivi un contributo che possa finire nelle tasche della società autostrade?
  • antonio scrive:
    Ma poi abuso de che?!?
    Se stipulo un contratto da 3GB/mese, sono libero di guardarmi 3GB di video su youtube o dove meglio credo, STOP. Sono stati già pagati per quel servizio.
  • SIGLAZY scrive:
    Facciamo a cambio
    Google, Youtube, Amazon eccetera pagano un contributo ai provider telefonici TIM, Vodafone e Tre, in proporzione alla qualità di servizio.Tre, Vodafone e TIM pagano invece un contributo a Google, Youtube, Amazon eccetera, in proporzione alla qualità di servizio.... vediamo chi prende di più ... :-)
  • Guybrush scrive:
    Non capisco...
    ...si tratta di aziende private, loro è l'infrastruttura, loro decidono il prezzo, punto. Se i costi di gestione aumentano perché aumenta la domanda di banda e la risorsa rimane quella che è il prezzo deve aumentare, è una legge di mercato e non si può cambiare.Altro che tassa.Per inciso: l'attuale modello di business, quello con banda illimitata e "fino a" tot mb/s, si è rivelato essere troppo oneroso per le tariffe proposte. Insomma si paga troppo poco a fronte dei costi (mah! NdR).Si puo' eliminare il problema alla radice usando il primo wifi che si becca aperto, ma a questo punto si scopre che vuol dire gestire in sicurezza la connessione.Potrebbe essere un'esperienza interessante, per alcuni.GT-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 dicembre 2010 06.31-----------------------------------------------------------
    • pippuz scrive:
      Re: Non capisco...
      - Scritto da: Guybrush
      ...si tratta di aziende private, loro è
      l'infrastruttura, loro decidono il prezzo, punto.
      Se i costi di gestione aumentano perché aumenta
      la domanda di banda e la risorsa rimane quella
      che è il prezzo deve aumentare, è una legge di
      mercato e non si può cambiare.Non che tu abbia torto, ma se consideriamo i prezzi, restati inarrivabili per molto tempo e solo recentemente resi più umani, il fatto che l'infrastruttura sia stata già in parte ammortizzata, se pure i servizi peggiorano (a causa dell'aumento dei clienti a parità di banda disponibile), un aumento dei prezzi sarà pure logica conseguenza delle leggi di mercato, ma mi sembrerebbe quantomeno fuori luogo. Vorrebbe dire, fra l'altro, che finora le compagnie telefoniche hanno venduto un acXXXXX a internet con una banda al di sopra delle proprie capacità, sapendo che non sarebbero riuscite a mantenere una certa qualità del servizio (che già ora non mi sembra faccia faville, almeno personalmente parlando). In sintesi, quindi, hanno pompato un servizio che sapevano di non potersi permettere per fare un sacco di soldi, ora arriviamo al dunque e vorrebbero che qualcun altro pagasse per loro?
      • Ubunto scrive:
        Re: Non capisco...
        Non solo, ma viene da domandarsi se attualmente lavorino in pareggio.Ogni volta che gente di questa risma ha da lamentarsi sembra che siano dei benefattori e che investire capitali per lo sviluppo del proprio business sia la concessione di un extra.Se poi riescono a prendere qualche contributo statale è meglio, ovviamente non devono garantire alcun tipo di trasparenza dato che sono imprese private e i soldi li spendono come gli pare.Hanno proprio rotto le scatole.
  • ilbioss scrive:
    italia
    Che vodafon e telecom italia si impegnino prima di tutto a PORTARE internet in tutte le case degli italiani E DI NON FARE USO DI PRATICHE DI VENDITA SCORRETTE !. Io sono costretto alla internet key dato che a casa mia a padova non arriva, pago 15 euro al mese a vodafon e 19 a tim per avere internet, un servizio considerato a livello mondiale essenziale. VERGOGNA !
  • Star scrive:
    Tanti vi obbligheranno tutti...
    ...a pagare così come la SIAE vi ha già obbligati a pagare per lei ogni volta che comprate un HD, una scheda di memoria o un DVD vergine......e voi non potrete farci nulla perché tanto siete solo polli da spennare.
    • Uno qualunque scrive:
      Re: Tanti vi obbligheranno tutti...
      Fossero questi i problemi ci andrei a nozze, un po di serietà, per favore!!!Volendo essere realisti il sistema, come lo conosciamo oggi, è prossimo al dimenticatoio, figuriamoci se poi staremo ad impazzire con umts, adsl e altre menate sul naso... il problema sarà quello di trovare cibo!I pugnettari di testa vanno accontentati, peccato abbiano i gg contati.
    • 01234 scrive:
      Re: Tanti vi obbligheranno tutti...
      ehm...la siae obbliga, ma la scappatoja c'è ;-)qui la vedo più dure, c'è il cartello...
      • gnugnolo scrive:
        Re: Tanti vi obbligheranno tutti...
        FAnculizzeremo gli abbonamenti e le connessioni Internet via cell che useremo solo x telefonare con prepagata e via. Vedi che dopo solo un anno di profitti calati, abbassano le alucce...
  • Ubunto scrive:
    Ma sti pagliacci...
    non sono quelli degli SMS a 15 cents?Investimenti sulla rete? E tutti i quattrini che si sbafano?
    • 01234 scrive:
      Re: Ma sti pagliacci...
      bravo, giusto ricordarlo, che gli sms li strapaghiamo...che m***e....
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Ma sti pagliacci...
        - Scritto da: 01234
        bravo, giusto ricordarlo, che gli sms li
        strapaghiamo...
        che m***e....sugli SMS ho letto una cosa divertentissima, su Wikipedia: in pratica il costo del SMS serve a coprire... il costo di fatturazione del SMS sulla tua scheda! http://it.wikipedia.org/wiki/SMS#Tariffazione_e_costiA meno che non abbia capito male...
        • Skywalker scrive:
          Re: Ma sti pagliacci...
          - Scritto da: il solito bene informato
          - Scritto da: 01234

          bravo, giusto ricordarlo, che gli sms li

          strapaghiamo...

          che m***e....

          sugli SMS ho letto una cosa divertentissima, su
          Wikipedia: in pratica il costo del SMS serve a
          coprire... il costo di fatturazione del SMS
          sulla tua
          scheda!
          http://it.wikipedia.org/wiki/SMS#Tariffazione_e_co
          A meno che non abbia capito male...Infatti quella parte ha l'indicazione "Senza Fonte", che dovrebbe far scattare un alert al cervello. La tariffazione di un SMS è automatica, come la sua fatturazione. Quello che costa è sviluppare e mantenere un sistema di tariffazione e fatturazione, cioè il costo IT.Connetti il cervello: CoopVoce dall'8 Dicembre al 6 Gennaio offre SMS gratis tra i suoi utenti, CartAuguri Tim offre 1100 SMS a 6 Euro, Christmas Card Messaggi Vodafone ti offre 500 SMS senza alcun costo basta che ricarichi prima di Natale.Dato che Infinito/0 ma anche 500/0 è difficile da calcolare, limitiamoci a CartAuguri TIM: 600 cent/1100=0,55 cent/SMS. E anche questi vanno tariffati uno ad uno per verificare la soglia...
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Ma sti pagliacci...
            - Scritto da: Skywalker
            - Scritto da: il solito bene informato

            - Scritto da: 01234


            bravo, giusto ricordarlo, che gli sms li


            strapaghiamo...


            che m***e....



            sugli SMS ho letto una cosa divertentissima, su

            Wikipedia: in pratica il costo del SMS serve a

            coprire... il costo di fatturazione del SMS

            sulla tua

            scheda!


            http://it.wikipedia.org/wiki/SMS#Tariffazione_e_co

            A meno che non abbia capito male...
            Infatti quella parte ha l'indicazione "Senza
            Fonte", che dovrebbe far scattare un alert al
            cervello. La tariffazione di un SMS è automatica,
            come la sua fatturazione. Quello che costa è
            sviluppare e mantenere un sistema di tariffazione
            e fatturazione, cioè il costo
            IT.
            Connetti il cervello: CoopVoce dall'8 Dicembre al
            6 Gennaio offre SMS gratis tra i suoi utenti,
            CartAuguri Tim offre 1100 SMS a 6 Euro, Christmas
            Card Messaggi Vodafone ti offre 500 SMS senza
            alcun costo basta che ricarichi prima di
            Natale.
            Dato che Infinito/0 ma anche 500/0 è difficile da
            calcolare, limitiamoci a CartAuguri TIM: 600
            cent/1100=0,55 cent/SMS. E anche questi vanno
            tariffati uno ad uno per verificare la
            soglia...hai ragione, non ho connesso il cervello.
    • Mettiuz scrive:
      Re: Ma sti pagliacci...
      Basta pensare che costa meno mandare un sms a un altro paese europeo piuttosto che in italia (11 cent per legge tra i paesi UE)
  • embe scrive:
    Perchè invece non tassiamo...
    ...chi usa Facebook? Così becchiamo due piccioni con una fava! :D
    • gnugnolo scrive:
      Re: Perchè invece non tassiamo...
      Sai dove sarebbe da mettergli la fava a quelli che usano FB? ;-)
      • embe scrive:
        Re: Perchè invece non tassiamo...
        - Scritto da: gnugnolo
        Sai dove sarebbe da mettergli la fava a quelli
        che usano FB?
        ;-)Solo a "quelle" che usano FB, però! (rotfl)
        • gnugnolo scrive:
          Re: Perchè invece non tassiamo...
          E non tutte ma solo un'attenta selezione;-)
          • Ubunto scrive:
            Re: Perchè invece non tassiamo...
            - Scritto da: gnugnolo
            E non tutte ma solo un'attenta selezione;-)Proporrei questo criterio di selezione:[yt]dUWzOUJxiIw[/yt]
          • embe scrive:
            Re: Perchè invece non tassiamo...
            Ma che film è? Non me lo ricordo mica! Comunque ottimo video! (rotfl)(rotfl)
          • MegaJock scrive:
            Re: Perchè invece non tassiamo...
            - Scritto da: embe
            Ma che film è? Non me lo ricordo mica! Comunque
            ottimo video!
            (rotfl)(rotfl)"La Casa Stregata" (1982).Probabilmente tuo nonno non era ancora nato.
  • Alex del Viero scrive:
    forse in francia
    forse il ragionamento puo andare per la franciadove hanno tariffe molto ragionevoli a banda illimitata (come le adsl flat)In Italia si paga il consumo, quindi piu consumo piu loroguadagnano! e di che si lamentano???mah
    • pippo75 scrive:
      Re: forse in francia

      (come le adsl flat)
      In Italia si paga il consumo, quindi piu consumo
      piu loroMa allora io sono in Padania :) , ho la tariffa Adsl Flat.E Bossi zitto zitto non dice niente della secessione :)Non dico un muro, ma almeno un cordolo nella sponda sud del Po lo hanno messo, al limite una corda ( giusto come simbolo ).:) :)
      • gnugnolo scrive:
        Re: forse in francia
        Hai l'adsl flat sul cellulare... ma guarda... l'unico al mondo...
        • pippo75 scrive:
          Re: forse in francia
          - Scritto da: gnugnolo
          Hai l'adsl flat sul cellulare... ma guarda...
          l'unico al
          mondo...sorry, avevo capito che parlava in generale non solo per il mobile.
          • gnugnolo scrive:
            Re: forse in francia
            il discorso delle ns. proteste e indignazioni potrebbe valere anche x il fisso x carità ma... si parlava di mobile
        • lroby scrive:
          Re: forse in francia
          - Scritto da: gnugnolo
          Hai l'adsl flat sul cellulare... ma guarda...
          l'unico al
          mondo...io ho la tariffa Flat sul cellulare.. Wind 9 euro al mese, 1Gbyte alla massima velocità permessa dall'apparecchio, oltre viaggi a 32kbit, ma sempre 9 euro al mese..
          • gnugnolo scrive:
            Re: forse in francia
            era scritto "adsl flat" non flat e basta... capisci la differenza?
          • Mettiuz scrive:
            Re: forse in francia
            Se vuoi considerarla flat fai pure, ma di fatto navighi fino a 1 Gb poi a 32kbit puoi anche evitare di navigare, fai prima a tornare a casa accendere il pc e usare quello, nel frattempo il telefono deve ancora caricare la home di google
          • lroby scrive:
            Re: forse in francia
            - Scritto da: Mettiuz
            Se vuoi considerarla flat fai pure, ma di fatto
            navighi fino a 1 Gb poi a 32kbit puoi anche
            evitare di navigare, fai prima a tornare a casa
            accendere il pc e usare quello, nel frattempo il
            telefono deve ancora caricare la home di
            googlepunti di vista, 1GB possono anche essere tantissimi nelle situazioni in cui :1) quando sono a casa navigo con Fastweb in Wifi dal telefono stesso o dai pc di casa (notebook/fisso)2) quando sono in giro, spesso sono a casa (o negli uffici) dei clienti e se mi devo collegare posso usare i loro pc o il mio portatile che mi porto sempre appresso, (oppure sempre il mio Galaxy Tab connesso via wifi alla rete del cliente)3) quando nessuna delle opzioni di cui sopra è fattibile, allora userò la 3G del mio Galaxy e a questo punto 1GB sono davvero taaaantti... :)l'importante è che sia flat nel prezzo, non mi piace avere sorprese a livello economico :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 dicembre 2010 16.19-----------------------------------------------------------
          • Mettiuz scrive:
            Re: forse in francia
            Ok ma se wind ti vende 1GB a 9 al mese le possibilità sono 2:1- le infrastrutture le bastano e vogliono solo avere più soldi2- le infrastrutture non le bastano e ti vendono un servizio che in realtà non sono in grado di offrirti (il che è più probabile)
  • Dave scrive:
    Ma fatemi capire...
    li hanno inondati di clienti, gli hanno regalato un modello di business... e gli chiedono una tassa? quando pensi che le compagnie telefoniche abbiano raggiunto il limite, sanno sempre come sorprenderti
  • Nome e cognome scrive:
    Io non pago un XXXXX ok??
    Non vedo perchè debba ingrassare la tasche di questi ladri e di chi gli sta intorno.
    • Star scrive:
      Re: Io non pago un XXXXX ok??
      Tanto sarai obbligato a farlo... fattene già una ragione.
      • 01234 scrive:
        Re: Io non pago un XXXXX ok??
        il tono non è simpatico (sarai mica emulo/clone di get real?) ma temo che tu abbia ragione :-(anche perché l'antitrust dorme (e i componenti si prendono l'ennesimo stipendio a carico nostro)
  • gnugnolo scrive:
    Ma per favore!!!
    Ma se ci guadagnano come ricci questi col fatto che appunto la gente si collega più che in passato e scarica come pazza!! Si sono dimenticati le tariffe che praticano per il traffico dati su 3G??? Mi fai pagare a bit e poi non ti basta? Tagliati lo stipendio da re, l'autona e l'autista, le XXXXXXXtte e le festine, le pubblicità del piffero e metti su una rete coi fiocchi! Altrimenti, chiudi baracca e lascia il campo a chi è in grado di fare business sì ma senza gettare i soldi al vento e spennare i polli!
    • Ubunto scrive:
      Re: Ma per favore!!!
      Credo che si ricordino di quando ladravano 350.000 Lire / Anno per fornire il semplice acXXXXX a internet. A quello andava aggiunto il consumo telefonico - che avveniva ovviamente sulle loro reti monopoliste.Ma vadano in malora, farabutti.
      • gnugnolo scrive:
        Re: Ma per favore!!!
        Sì infatti anche... insomma di ladrate ne hanno fatte... vogliamo parlare dei costi degli SMS... del roaming? Coi soldi che incassano ci cabli l'Europa! Mi ricordano alcuni tizi dei commenti sull'articolo di Captain Crunch... vagonate di soldi x menate e poi per le cose essenziali 2 euretti messi male.. idem qua... sedi fantasmagoriche, luccichii e frizzi e lazzi ma poi... tagli al personale e reti col colabrodo... mettimi piuttosto la confezione in cartone riclicato con una scritta in Arial per telefonini e menate varie se devi proprio risparmiare ma pensa alle infrastrutture VERE! È con quelle che dai i servizi non con la patata della bonazza di turno!IN MINIERA!!!
  • Tasslehoff Burrfoot scrive:
    Ma l'antitrust?
    Questi signori (concorrenti che non dovrebbero nemmeno guardarsi, se non in cagnesco...) si riuniscono in pompa magna in barba anche ai più banali principi di antitrust e decidono di far voce comune...Domanda, dove diavolo è l'authority antitrust dell'UE? Dorme?
    • 01234 scrive:
      Re: Ma l'antitrust?
      COME SEMPRE
    • pippuz scrive:
      Re: Ma l'antitrust?

      Domanda, dove diavolo è l'authority antitrust dell'UE?
      Dorme?Hanno messo in atto politiche atte a mantenere il mercato così com'è? Non mi sembra, o almeno non ancora (nel caso specifico almeno). Quindi che parli a fa?Guarda che è perfettamente legittimo avere interessi comuni, esistono associazioni di categoria per ogni settore commerciale (e non), non vedo in questo caso nulla di diverso. Altro caso è creare un cartello, alterare in maniera fraudolenta il mercato, cosa che mi pare non sia avvenuta.Il tutto senza entrare nel merito del discorso.
      • 01234 scrive:
        Re: Ma l'antitrust?
        a me pare sia avvenuta. E non solo stavolta
        • pippuz scrive:
          Re: Ma l'antitrust?
          - Scritto da: 01234
          a me pare sia avvenuta. E non solo stavoltaInfatti si contano in banca i soldoni avuti da Google, FB o chi per loro. Avvenuto cosa, quindi?
      • AllYourBase AreBelongT oUs scrive:
        Re: Ma l'antitrust?
        - Scritto da: pippuz

        Domanda, dove diavolo è l'authority antitrust
        dell'UE?

        Dorme?

        Hanno messo in atto politiche atte a mantenere il
        mercato così com'è? Non mi sembra, o almeno non
        ancora (nel caso specifico almeno). Quindi che
        parli a
        fa?

        Guarda che è perfettamente legittimo avere
        interessi comuni, esistono associazioni di
        categoria per ogni settore commerciale (e non),
        non vedo in questo caso nulla di diverso. Altro
        caso è creare un cartello, alterare in maniera
        fraudolenta il mercato, cosa che mi pare non sia
        avvenuta.Stai scherzando o sei nel CdA di Telecom?In Italia fanno tutti cartello: banche, assicurazioni, telco... Negli Usa, i CEO sarebbero già a Guantanamo a fare la corsa dei sacchi (arancioni).
        • pippuz scrive:
          Re: Ma l'antitrust?

          Stai scherzando o sei nel CdA di Telecom?Dimostra che nel caso specifico c'è stato un cartello, poi parla. Su altre cose è verosimile, ma di questo si sta parlando, non di altro. O non sei capace di concentrarti su un argomento e devi fare il qualunquista a tutti i costi?
          • AllYourBase AreBelongT oUs scrive:
            Re: Ma l'antitrust?
            - Scritto da: pippuz

            Stai scherzando o sei nel CdA di Telecom?

            Dimostra che nel caso specifico c'è stato un
            cartello, poi parla. Su altre cose è verosimile,
            ma di questo si sta parlando, non di altro. O non
            sei capace di concentrarti su un argomento e devi
            fare il qualunquista a tutti i
            costi?TUTTI POCO CHIARI!http://archivio-radiocor.ilsole24ore.com/articolo-652185/tlc-antitrust-multa-570mila-18/TUTTI LADRONI!http://archivio-radiocor.ilsole24ore.com/articolo-641889/tlc-antitrust-multa-1-16mln/TUTTI DOMINANTI!http://archivio-radiocor.ilsole24ore.com/articolo-453322/tlc-autorita-wind-h3g-dominanti/TUTTI OSTEGGIATORI (E NIENTE TRASPARENZA)!http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Economia%20e%20Lavoro/2007/05/cellulari-portabilita-numero.shtml?uuid=29eeac7a-0a8d-11dc-acb7-00000e25108c&DocRulesView=LiberoLa fonte è Radiocor/Sole24Ore. Se non ti basta, te ne trovo ancora da altre fonti.Poi ci sono anche i segmenti in cui le Telco si fanno concorrenza: le telefonate all'estero per gli stranieri, la iptv (prima del flop), la connettività internet... Ma è vera concorrenza? Gira e rigira, nell'oceano di offerte e controfferte, l'utente spende sostanzialmente lo stesso.Non occorre sottoscrivere un accordo per fare cartello (anche perché sarebbe cosa illecita), è sufficiente adeguarsi tacitamente gli uni agli altri.Sei ingenuo a darmi del qualunquista e ancor più a non accorgerti che, da oltre 10 anni i potentati economici si sono spartiti il mondo. Come gli squali, mentre si avventano sulla preda, si tirano anche qualche azzannata tra loro. Ma sempre squali sono. E della stessa razza.
          • pippuz scrive:
            Re: Ma l'antitrust?
            Ma sai leggere? Cosa non capisci dei termini "caso specifico"? Nessuno dei link che hai riportato è relativo al caso specifico. Nel caso non te ne fossi accorto, si sta parlando di un trust per tassare le corporation internet che generano più traffico, a cui si riferiva tale Tasslehoff Burrfoot nel primo post. Nessuno dice che le telecom non abbiano accordi sottobanco, ma è da qualunquisti chiedere *ora* l'intervento dell'antitrust per *questo* caso specifico. Tu, accodandoti, non fai altro che accodarti ai qualunquisti.
          • AllYourBase AreBelongT oUs scrive:
            Re: Ma l'antitrust?
            - Scritto da: pippuz
            Ma sai leggere? Cosa non capisci dei termini
            "caso specifico"? Nessuno dei link che hai
            riportato è relativo al caso specifico. Nel caso
            non te ne fossi accorto, si sta parlando di un
            trust per tassare le corporation internet che
            generano più traffico, a cui si riferiva tale
            Tasslehoff Burrfoot nel primo post. Nessuno dice
            che le telecom non abbiano accordi sottobanco, ma
            è da qualunquisti chiedere *ora* l'intervento
            dell'antitrust per *questo* caso specifico. Tu,
            accodandoti, non fai altro che accodarti ai
            qualunquisti.Ok, ho capito. Nel caso specifico non è ancora accaduto nulla, quindi... Come darti torto?
  • Sgabbio scrive:
    MORTI DI FAME!
    Sono dei morti di fame! Perchè non usano i soldi che pigliano con il mio abbonamento è lo investano in infrastrutture ?Troppo comoda cosi, chiedere i soldi a grosse realta o peggio limitare l'uso della rete.... Se sei uno straccione che non sa ampliare la banda, chiudi bottega...
Chiudi i commenti