Corea pronta al satellite su telefonino

Il paese sarà probabilmente il primo a lanciare i servizi commerciali di TV mobile satellitare. Gli operatori locali prevedono, entro pochi anni, ricavi a sei zeri. Si parte la prossima estate


Seoul (Corea del Sud) – Gli operatori in Corea del Sud si sono detti quasi pronti a lanciare i primi servizi di TV satellitare per gli utenti di telefoni cellulari. Gli ultimi test sul campo sono stati avviati questa settimana e termineranno entro la fine della primavera.

Il sistema utilizzato in Corea, sviluppato dalla giapponese Toshiba , si basa sullo standard Digital Multimedia Broadcasting (DMB), frutto del lavoro congiunto di alcuni fra i più grandi operatori di telefonia mobile asiatici. Fra questi vi sono la coreana SK Telecom e la giapponese Mobile Broadcasting: insieme, lo scorso anno, le due società hanno lanciato il primo satellite al mondo dedicato alla trasmissione di contenuti televisi verso i dispositivi mobili.

La TV satellitare mobile, affermano i loro promotori, consentirà agli utenti di cellulari, PDA e altri dispositivi compatibili, di guardare la televisione anche in auto e in treno e, più in generale, ovunque il segnale satellitare possa essere ricevuto con una sufficiente intensità. Questa tecnologia, rispetto allo streaming di programmi TV effettuato attraverso le reti 3G, promette una maggiore definizione delle immagini e una più vasta copertura del segnale, specie nelle zone rurali.

La TV sul telefonino promette di diventare la nuova killer application del mercato mobile: entro il 2010 l’operatore coreano TU Media prevede di attrarre circa 8 milioni di abbonati e di generare introiti per oltre 1 miliardo di dollari. TU Media ha già programmato il lancio, per questa estate, di un servizio basato su 14 canali video e 24 canali audio: il prossimo anno varerà anche un canale dati che permetterà di scaricare sul telefonino suonerie, sfondi, loghi, programmi e giochi.

Samsung è stato il primo produttore, all’inizio dello scorso anno, a mostrare un system-on-a-chip per cellulari che, in poche decine di millimetri quadrati, contiene un ricevitore satellitare DMB in grado di ricevere i contenuti digitali trasmessi dal satellite e convertirli in immagini ad alta definizione. Il produttore, che proprio di recente ha presentato il primo cellulare con questo chip, afferma che uno dei vantaggi offerti dai servizi di TV mobile via satellite, rispetto a quelli che utilizzano le reti 3G (come UMTS), è dato dai costi più bassi e dall’affidabilità più elevata, indipendente dalla qualità della connessione alla rete cellulare.

In Europa è in via di definizione uno standard, il DVB-H, per la trasmissione di contenuti multimediali sui cellulari. A differenza del DMB, il DVB-H è una tecnologia di radiodiffusione terrestre pensata per espandere al mondo dei dispositivi mobili i contenuti trasmessi attraverso DVB-T, lo standard europeo per la TV digitale terrestre. La sperimentazione di DVB-H è già partita lo scorso anno in USA e in diversi paesi europei.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Io uso cellulare con vivavoce
    I cellulari dotati di vivavoce si possono usare lontani dalla testa e ti permettono anche di usarli in macchina senza multe in quanto se li tieni in basso sono invisibili ai vigili.Quindi fanno bene alla testa e al portafoglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il cellulare fa male!
    Hai perfettamente ragione!In molti casi vengono installate poche antenne, tutte concentrate in un solo posto che determinano un valore di volt/metro di gran lunga superiore al valore consentito dalla legge (che, se non ricordo male, è di 6 V/m, correggetemi se sbaglio)Vorrei tuttavia fare anche una precisazione alla notizia: i cellulari emettono grande quantità di radiazioni elettromagnetiche solo durante le conversazioni (quindi dipende dal tempo di chiamata) e durante il cambio di cella, cosa che avviene soprattutto durante gli spostamenti ma che è di durata di pochi secondi alla volta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il cellulare fa male!
    - Scritto da: JackMauro
    Soprattutto al portafogli!!!

    Con certe tariffe la prudenza è
    d'obbligo...

    cmq... a parte le battute... io penso che il
    cellulare sarebbe meno "irradiante" e
    quindi, se dimostrato, meno dannoso se ci
    fossero più antenne a bassa potenza
    sparse invece di poche grandi antenne...

    ma la gente ha la fobia delle antenne
    ormai...

    --
    Jack
    jack.logicalsystems.it/homepage Grande jack :D
  • Anonimo scrive:
    Tutte le onde elettromagnetic fanno male
    Tutte le onde elettromagnetiche fanno male, ovviamente se l'intensità è alta fanno ancora più male!!!!!!!!!!
    • arseniolupin scrive:
      Re: Tutte le onde elettromagnetic fanno male
      - Scritto da: Anonimo
      Tutte le onde elettromagnetiche fanno male,
      ovviamente se l'intensità è
      alta fanno ancora più male!!!!!!!!!!Devo assolutamente contraddirti!La luce, per esempio, è un'onda elettromagnetica, ma non fa male! La luce UV ha una energia maggiore, ed infatti inizia a creare un po' di danni (es al DNA), e così via, salendo lungo la scala energetica passando per i raggi X (che fanno male anche se permettono di fare le radiografie), i raggi gamma e le radiazioni cosmiche.Se partiamo invece dal visibile e scendiamo lungo la scala dell'energia associata incontriamo l'infrarosso (che ha energia sufficiente solo a scaldare e che fa male nel solo senso che produce calore e può "scottare"), passando per le microonde (che agitano solo le molecole cariche come l'acqua, scaldandole ecco perchè funziona il microonde "non va bene mettere il gatto nel microonde" ;-) ) fino ad arrivare alle onde radio, che sono le meno energetiche dello spettro.Anche la parte delle onde radio, tuttavia, si sottodistingue in varie parti a seconda delle frequenze dell'onda. Per esempio le onde AM, tra le onde radio, sono una classe di onde radio ad alta lunghezza d'onda. Esse possono trasmettere quindi con facilità in tutto il mondo con pochi ponti radio, che, tuttavia, devono essere molto potenti. Le onde FM hanno una lunghezza donda molto più bassa e, quindi, una maggiore energia, ma non vanno lontano, quindi servono molti ponti radio a minore potenza. Ecco perchè era scoppiato lo scandalo lo scandalo di radio vaticana a Roma che trasmetteva in tutto il mondo in AM con potenze esagerate!Le onde dei cellulari sono posizionate al valore dei Mhz, compreso tra le onde AM e le FM, quindi con un valore intermedio di tutto.Il fatto che possano fare male oppure no, dipende dalla poteza delle emissioni delle antenne e/o dei cellulari stessi! Molto meglio molte antenne poco potenti che poche antenne molto potenti in quanto per le radiazioni elettromagnetiche vale sempre la regola del valore soglia. Se per esempio poche microonde colpiscono un corpo, non riescono a scldarti anche se proseguono per molto tempo, mentre molte microonde per poco tempo scaldano velocemente un corpo!
      • Anonimo scrive:
        Sei poco informato
        Le onde elettromagnetiche alterano i meccanismi di scambio intracellulari, provocando leucemie e quanto altro.Questa scoperta è di una scienziata americana, che ha fatto una strana morte, tipo incidente d'auto (improbabile), è stata la prima a fare una seria ricerca sulle leucemie e i suoi studi hanno fatto partire la ricerca.Quindi non scriviamo cose impreciseLE ONDE ELETTROMAGNETICHE SONO DANNOSE
        • arseniolupin scrive:
          Re: Sei poco informato
          - Scritto da: Anonimo
          Le onde elettromagnetiche alterano i
          meccanismi di scambio intracellulari,
          provocando leucemie e quanto altro.
          Questa scoperta è di una scienziata
          americana, che ha fatto una strana morte,
          tipo incidente d'auto (improbabile),
          è stata la prima a fare una seria
          ricerca sulle leucemie e i suoi studi hanno
          fatto partire la ricerca.
          Quindi non scriviamo cose imprecise
          LE ONDE ELETTROMAGNETICHE SONO DANNOSEMi dispiace, non ho assolutamente detto che le onde elettromagnetiche non fanno male, tuttavia solo parte di esse possono fare male, NON TUTTE!Se hai letto il mio post, specifico che anche la luce visibile è un?onda elettromagnetica, ma per questo non fa assolutamente male!Solo alcune onde elettromagnetiche possono fare male e questo dipende da alcuni fattori come per esempio l?energia associata (nel caso delle onde ad alta energia come i raggi X ecc?) oppure la potenza ad esse associata per generarle, come nel caso di antene per trasmissione molto potenti.Sono un biologo e lavoro in un laboratorio di genetica umana e sono a conoscenza degli studi effettuati e sono anche conscio del fatto che le onde elettromagnetiche POSSANO fare male, ma da qui a dire che fanno SEMPRE e TUTTE male è una affermazione troppo generalizzata.Dipende dalla potenza (altrimenti ci farebbe male anche il campo magnetico terrestre, mentre invece senza di esso non ci sarebbe potuta essere la vita sulla terra?)
  • Alessandrox scrive:
    Re: Per la redazione
    - Scritto da: Skin Bracer
    Quello a cui si fa riferimento per i
    cellulari è il S.A.R. cioè
    Specific Absorption Rate e non SARS.Ecco... cosi' fa meno impressione e non ricorda la nota malattia asiatica.
  • Anonimo scrive:
    Re: SARS?
    Il SAR (non SARS) lo trovi nelle recensioni dei telefonini di www.telefonino.net.....poi quanto debba essere alta o bassa per non nuocere non lo so, però almeno si ha qalce riferimento.PS: probailmente usando l'auricolare si risolve già qualcosa....
    • arseniolupin scrive:
      Re: SARS?
      - Scritto da: Anonimo
      Il SAR (non SARS) lo trovi nelle recensioni
      dei telefonini di www.telefonino.net.....poi
      quanto debba essere alta o bassa per non
      nuocere non lo so, però almeno si ha
      qalce riferimento.

      PS: probailmente usando l'auricolare si
      risolve già qualcosa....L'auricolare non risolve il problema, lo sposta!Le radiazioni arriveranno meno al cervello, ma se lo tieni in tasca ti arrivano nella zona "dei gioielli" (per i maschietti)... ;-)
  • Skin Bracer scrive:
    Per la redazione
    Quello a cui si fa riferimento per i cellulari è il S.A.R. cioè Specific Absorption Rate e non SARS.http://www.mobiledia.com/glossary/231.htmlSaluti==================================Modificato dall'autore il 13/01/2005 8.47.58
  • JackMauro scrive:
    Re: SARS?
    Spero anche io che tu abbia sparato castronerie...SE venisse dimostrato questo mutamento... cazz... potrei avere dei figli berlusconiani...scusa ma mi è venuta spontanea... certo che se fosse veramente mutageno... beh... sarebbe inquietante davvero!--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
  • JackMauro scrive:
    Il cellulare fa male!
    Soprattutto al portafogli!!!Con certe tariffe la prudenza è d'obbligo...cmq... a parte le battute... io penso che il cellulare sarebbe meno "irradiante" e quindi, se dimostrato, meno dannoso se ci fossero più antenne a bassa potenza sparse invece di poche grandi antenne...ma la gente ha la fobia delle antenne ormai...--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
  • Alessandrox scrive:
    SARS?
    "...raccomanda quindi un uso il più possibile limitato dei cellulari da parte loro nonché l'adozione di telefonini col più basso valore SARS disponibile sul mercato..."E dove e' scritto? Ma soprattutto... e' scritto da qualche parte?Comunque viste le freq. in gioco (900, 1800 e + mhz) siamo nel campo delle microonde:UHF (Ultra Hight Frequencies) da 300 a 3000 MHz Lungh. d' onda da 100 a 10 cm dette onde decimetriche... Ora se non erro mi pare che le mo agiscano sui legami dell'H2O e in particolare sullo stretching (allungamento) del legame -O-H e piu' in generale agisce sul momeno di dipolo di una molecola (se ne possiede uno) causando agitazione e quindi riscaldamento ma nulla di piu' (sono usate anche in spettroscopia per determinazioni strutturali)...invece dall' articolo parrebbe che inducano anche cambiamenti strutturali e funzionali di altre molecole... addirittura del DNA.Ora e' chiaro che nel nostro corpo potrebbero esserci altre classi di molecole dotate di dipolo o polarizzabili, se si allora gli effetti delle MO dovrebbero incidere anche su di esse... infatti....le MO hanno anche un' altro effetto:siccome il momento di dipolo ha la tendenza a generare un moto attorno all'asse di rotazione (o piu' assi di rotazione) le MO agiscono anche sui modi rotazionali delle molecole, o meglio delle parti polarizzabili di esse; quindi non solo sull'acqua (anche se maggiormente su questa in virtu' della sua grande polarita' ): per esempio potrebbero far ruotare certi gruppi di atomi (il legame prima si allunga e poi ruota) e far diventare una molecola da Destrogira a Levogira... non si tratterebbe di una modificazione strutturale ma solo conformazionale, tuttavia questo basta a creare situazioni potenzialmente molto pericolose. A parziale conferma di questo un articolo pubblicato il 9/12/89 sul Lancet, giornale dimedicina britannico, indica che le microonde trasformano l'aminoacido L-proline in D-proline.Quindi piccole potenze irradiate a bassa intensita' ma altissima frequenza potrebbero non avere un grande effetto di riscaldamento ma effetti di mutamento...Un mutamento geometrico quindi e non di struttura ma basti pensare che una stessa molecola (quindi a parita' di struttura) nella sua variante geometrica puo' diventare da ***indispensabile alla vita*** a ***estremamente dannosa*** ...Bah, spero di aver sparato delle castronerieperche' la cosa e' ASSAI inquietante.Bisogna pero' vedere quali erano le potenze in gioco nell' esperimento descritto su Lancet... magari sono occorse intensita' maggiori di quelle emesse dai cellulari... ma forse paragonabili a quelle emesse dai ripetitori.==================================Modificato dall'autore il 13/01/2005 14.11.34
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed i telefoni DECT?
    beh considera che un telefonino trasmette anche a kilometri di distanza... un dect stenta a superare i 100 metri...
    • JackMauro scrive:
      Re: Ed i telefoni DECT?
      Un cellulare a 900 MHz non può superare i 40 Km (per motivi di ritardo). A 1800 MHz non supera invece i 4-5 Km. Dect è sempre a 1800 MHz... solo che la potenza diminuisce col quadrato della distanza...Se qualcuno ha voglia di fare i conti (a quest'ora io no...) si potrebbe anche calcolare di QUANTO è minore la potenza di un dect....--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
      • BiGAlex scrive:
        Re: Ed i telefoni DECT?
        Non dimentichiamo qualcosa?? Un cellulare normale emette 2W in modalità 900mhz (gsm tradizionale), 1W a 1800 (con la banda aggiuntiva del dual band), 0,5 con la banda UMTS (della quale non ricordo la frequenza); 1mW (m = milli!) per bluetooth. I dect arrivano al massimo a 100mW, fate un pò voi... e per chi ha detto che un celulare è uguale ad un microonde aperto... vorrei ricordare che un microonde aperto emana 500W che ti cuociono un pollo. E' vero che sembra che il tuo cervello sia stato cotto dal cellulare, ma credo sia solo l'eccezione che conferma la regola :P Documentiamoci un pò prima di dire str...upidate! I cell non vanno bene per la cottura!! :DCiauz :PBiGAlex
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed i telefoni DECT?
    Il rischio con i dect è uguale al rischio che si ha ponendo vicino al proprio corpo un emettitore radio ad alta frequenza.Che sia esso un cellulare, un telefono cordless, una ricetrasmittente o un forno a microonde in funzione con lo sportello aperto :pOcchi aperti, quà ci stiamo rimettendo tutti la salute, e paghiamo pure...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ed i telefoni DECT?
      - Scritto da:
      Il rischio con i dect è uguale al rischio che si
      ha ponendo vicino al proprio corpo un emettitore
      radio ad alta
      frequenza.
      Che sia esso un cellulare, un telefono cordless,
      una ricetrasmittente o un forno a microonde in
      funzione con lo sportello aperto
      :p

      Occhi aperti, quà ci stiamo rimettendo tutti la
      salute, e paghiamo
      pure...Cavolo, allora, per induzione, la luce visibile con i suoi 700 THz (TeraHertz,ovvero migiaia di GHz) dev'essere dannosissima! E poi siamo circondati damigliaia di pericolosissime LAMPADINE che emettono decine e centinaia di Watts,ovvero 500-1000 volte piu' potenti di un trasmettitore DECT.Spegnete le luci! Siete circondati da campi elettromagnetici!
  • Anonimo scrive:
    Ed i telefoni DECT?
    Ma i telefoni DECT cordless che ci teniamo per ore al cervello mentre parliamo agli amici od alla fidanzata - non possono essere altrettanto dannosi? o le potenze emesse di segnale sono inferiori?Saluti,pak
Chiudi i commenti