Corea: una cura per i videogiochi

Seul vuole una legge ad hoc per imporre un coprifuoco più severo e per creare un fondo per curare i dipendenti dal gioco. L'industria videoludica non ci sta e promette battaglia

Roma – I videogame provocano dipendenza e devono quindi essere equiparati a stupefacenti, alcol e gioco d’azzardo. Videogiocare è una libera scelta e nessuno può regolarla, anche perché in tal modo l’industria ludica sarebbe azzoppata. Visioni che si contrappongono nella società civile iperconnessa coreana, con polemiche a bizzeffe e l’eco delle proteste che oltrepassano i confini nazionali e arrivano in Europa e USA riproponendo l’annosa questione relativa al pericolo dipendenza causata da prolungate e quotidiane sessioni davanti al monitor.

Certo è che, per quanto insidiosa, la deriva europea/statunitense è ancora ben lontana dagli standard toccati nel sud-est asiatico, dove la questione è diventata ormai di pubblico dominio. La situazione più bollente si vive appunto in Corea del Sud, uno dei paesi più all’avanguardia nelle infrastrutture dedicate al web, dove lo sfrenato ricorso ai giochi online e i relativi, orridi, misfatti compiuti da giovanissimi e adulti hanno costretto il governo a varare una singolare legge per vietare ai minori di 16 anni di giocare in rete durante le ore notturne (dalle 24 alle 6). Un provvedimento che non ha dato i frutti sperati, tanto che lo stesso governo è propenso ad estendere il coprifuoco, portandolo dalle 22 alle 7 del mattino, ma soprattutto a far passare la legge sulle quattro grandi dipendenze: droga, alcol, gioco d’azzardo e videogame.

Se genitori, gruppi religiosi e medici sono concordi nel sostenere la necessità di regolamentare il settore, a far aumentare la rabbia dei giocatori e dei produttori è il progetto mirato a creare cliniche per disintossicarsi dal gioco, che sarebbero finanziate con il versamento dell’1 per cento sul totale delle entrate di ogni società videoludica. Una percentuale irrisoria, che in un paese dove l’industria del gioco guadagna dalle royalty di oltre 680 milioni di dollari ogni anno, si trasforma in una discreta somma.

Soldi a parte, il nocciolo della questione riguarda la posizione del governo, chiamato all’intervento da genitori incapaci spesso di controllare i figli. Necessità rilanciata dai costanti episodi di cronaca nera causati dall’abuso di giochi: dalla coppia che ha lasciato morire la propria figlia di due anni, ai giovani che per giocare trascurano famiglia, scuola, amici e interessi finendo spesso in pessime condizioni psicologiche. Un fenomeno diffuso e pericoloso che secondo l’ultimo studio annuale realizzato dal governo di Seul riguarda il 2 per cento dei giovani sudcoreani compresi nella fascia 10-19 anni, cioè oltre 125mila adolescenti che avrebbero bisogno di un soccorso per curare la dipendenza.

A parte le critiche, feroci e sarcastiche, che pullulano sui forum dei giocatori, a osteggiare le mosse governative ci sono tutte le più grandi società, convinte che l’altro inasprimento delle norme già in vigore metterebbe in ginocchio una delle più fiorenti industrie nazionali. “I nostri deputati sembrano non capire l’importanza del gioco per il paese e non si accorgono che aziende e sviluppatori hanno iniziato a chiudere per trasferirsi in altri paesi”, si legge in una nota della Digital Entertainment Association, che ha aperto una petizione online, firmata da oltre 253mila persone, per bloccare il disegno di legge.

Alessio Caprodossi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • relix scrive:
    Agcom viola i diritti umani...
    http://www.lidis.it/agcom_contestazione_commissione_europea.htmBon dai.. sara' per la prossima volta.Il testo sara' bloccato dal parlamento ed e' stato impugnato al Tar.
  • gio scrive:
    basta non compro piu' nulla di digitale
    Mi vendo tutte ste cagate digitali e mi iscrivo al CAI.Ciao!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: basta non compro piu' nulla di digitale
      - Scritto da: gio
      Mi vendo tutte ste cagate digitali e mi iscrivo
      al
      CAI.
      Ciao!Perchè proprio al CAI? Magari poi te li trovi anche in alta montagna a gridare "viva l'AGCOM"... :D
  • cicciobello scrive:
    Come sproteggere materiale protetto?
    Lo chiedono qui:http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=31502&pid=680064&st=0entry680064Qualcuno è in grado di dare una mano? I DRM stanno creando problemi anche lì...
    • Joe Tornado scrive:
      Re: Come sproteggere materiale protetto?
      Ahah! Sistemi anticopia nel "materiale artigianale" ... ma a chi vuole darla a bere quello là ? Saranno come minimo XXXXX introvabili :D
    • bubba scrive:
      Re: Come sproteggere materiale protetto?
      - Scritto da: cicciobello
      Lo chiedono qui:

      http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=

      Qualcuno è in grado di dare una mano? I DRM
      stanno creando problemi anche
      lì...coi crassi introiti fatti col kebab, potrebbero pure comprarsi un time base corrector, no?
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Come sproteggere materiale protetto?
      - Scritto da: cicciobello
      Lo chiedono qui:

      http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=

      Qualcuno è in grado di dare una mano? I DRM
      stanno creando problemi anche
      lì...L'utente "Marnic" sotto l'avatar ha scritto: "Dal VANGELO secondo AGCOM !!!" (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • antiparassi ti scrive:
    antiparassiti
    [img]http://ttb.thetechblock.netdna-cdn.com/wp-content/uploads/2013/11/blockbuster-store-closing.jpg[/img]
    • Nome e cognome scrive:
      Re: antiparassiti
      - Scritto da: antiparassi ti
      [img]
      http://ttb.thetechblock.netdna-cdn.com/wp-content/Non sparare sulla croce rossa. :D
  • bubba scrive:
    che faccio, Legu, applaudo ?
    http://www.ilpost.it/massimomantellini/2013/12/13/il-problema-del-pd-col-digitale/anche scritte sui giornali, le verita' (e non "strani strologamenti" come spesso vengono bollate) sui portaborse parlamentari delle Major, non fanno molto effetto... ma fanno piacere.
    • Leguleio scrive:
      Re: che faccio, Legu, applaudo ?
      Perché lo dici a me?
    • Thepassenge r scrive:
      Re: che faccio, Legu, applaudo ?
      - Scritto da: bubba
      http://www.ilpost.it/massimomantellini/2013/12/13/

      anche scritte sui giornali, le verita' (e non
      "strani strologamenti" come spesso vengono
      bollate) sui portaborse parlamentari delle Major,
      non fanno molto effetto... ma fanno
      piacere.""Io spero che il regolamento Agcom, che prevedibilmente sarò bloccato dal TAR del Lazio, sia lultimo colpo di coda di un berlusconismo strisciante che ha in questi ultimi 15 anni invaso ed intossicato ogni centro di potere.""Mantellini sembra fiducioso nel TAR, lo voglio essere pure io.Qualche dubbio mi rimane sopratutto se penso chi è a capo di certe lobby che hanno premuto per questo obbrobrio, un certo delinquente decaduto da poco, potrebbero comprarsi pure il TAR, i soldi non gli mancano nonostante come scusa ridicola dicano che internet li ha fatti andare in perdita.Comunque è la via giusta, dopo questo è poi alquanto ovvio che pdpdl sono sempre stati un unico partito. Felice di aver votato il *****.
    • XwSaSrhfPiz sBEkqCB scrive:
      Re: che faccio, Legu, applaudo ?
      http://drugabilify.pw/#8105 abilify drug,
    • hDnIYvyP scrive:
      Re: che faccio, Legu, applaudo ?
      http://motrin-ib.cf/#9921 generic motrin,
  • ... scrive:
    Ufo - La verità
    [yt]0Cmi_cLaS2c[/yt]
    • Guarda che cazzate scrive:
      Re: Ufo - La verità
      "La verità"? Ma allora questo video svela finalmente come stanno le cose! Vediamocelo allora!Beh... beh ma... ma sbaglio o sembra dica un po' di XXXXXXX?Ma nooooo XXXXX, ma questo video dice una caterva di XXXXXXX !!!!
      • centro ufologico nazionale scrive:
        Re: Ufo - La verità
        No, no, no! E' tutto vero! :)
        • Guarda che cazzate scrive:
          Re: Ufo - La verità
          - Scritto da: centro ufologico nazionale
          No, no, no! E' tutto vero! :) :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :o :| :o :| :o :| :o :@ :@ :| :o :| :o :| :o :| :@ :@ :o :| :o :| :o :| :o :@ :@ :| :o :| :o :| :o :| :@ :@ :o :| :o :| :o :| :o :@ :@ :| :o :| :o :| :o :| :@ :@ :o :| :o :| :o :| :o :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: Guarda che XXXXXXX
            - Scritto da: centro ufologico nazionale

            No, no, no! E' tutto vero! :)


            :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
            :@ :o :| :o :| :o :| :o :@
            :@ :| :o :| :o :| :o :| :@
            :@ :o :| :o :| :o :| :o :@
            :@ :| :o :| :o :| :o :| :@
            :@ :o :| :o :| :o :| :o :@
            :@ :| :o :| :o :| :o :| :@
            :@ :o :| :o :| :o :| :o :@
            :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :|
          • bubba scrive:
            Re: Ufo - La verità
            [code] ___ / /:: /:/: /:/ :__ /:/__/ :|__| : /:/ / : /:/ / :/:/ / ::/__/ ~~ [/code][code] ___ / /:: /:/: /:/ : /:/__/ :__ : /:/ / : /:/ / :/:/ / ::/ / /__/ [/code][code] ___ /__ /:/ / /:/__/ /:: ___ /:/: /__ /__:/:/ / ::/ / /:/ / /:/ / /__/ [/code]
          • sgabbio senza contegno scrive:
            Re: Ufo - La verità
            [img]http://fc05.deviantart.net/fs38/f/2008/356/a/6/Cylon_Awesome_Face___Animated_by_mseliga1138.gif[/img][img]http://fc05.deviantart.net/fs38/f/2008/356/a/6/Cylon_Awesome_Face___Animated_by_mseliga1138.gif[/img][img]http://fc05.deviantart.net/fs38/f/2008/356/a/6/Cylon_Awesome_Face___Animated_by_mseliga1138.gif[/img]
          • sgabbivendo lo scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: sgabbio senza contegno
            [img]http://fc05.deviantart.net/fs38/f/2008/356/a/(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(troll) (troll) (rotfl) (rotfl) (troll) (troll)(troll) (rotfl) (troll) (troll) (rotfl) (troll)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)
          • sgabbio senza ritegno scrive:
            Re: Ufo - La verità
            Pere per mele.
          • sgabbivendo lo scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: sgabbio senza ritegno
            Pere per mele.E pere per XXXXX
          • 44 sgabbi in fila per 6 scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: sgabbio senza ritegno
            Pere per mele.(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)(troll)Ne restano 2(troll)(troll1)
          • sgabbio senza ritegno scrive:
            Re: Ufo - La verità
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • 44 sgabbi in fila per 6 scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: sgabbio senza ritegno
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Facciamo il tifo!dai che ce la fai![yt]JIbFddQyUYI[/yt]
          • sgabbiotto scrive:
            Re: Ufo - La verità
            Pere con le mele.
          • 44 sgabbi in fila per 6 scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: sgabbiotto
            Pere con le mele.Pale con picconi
          • sgabbifolli scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: 44 sgabbi in fila per 6
            - Scritto da: sgabbiotto

            Pere con le mele.
            Pale con picconimotociclette e biciclette
          • 44 sgabbi in fila per 6 scrive:
            Re: Ufo - La verità
            - Scritto da: sgabbifolli
            - Scritto da: 44 sgabbi in fila per 6

            - Scritto da: sgabbiotto


            Pere con le mele.

            Pale con picconi
            motociclette e biciclettePolli e folli
          • wtf scrive:
            Re: Ufo - La verità
            [img]http://www.quickmeme.com/img/b5/b506267dfc2419fd80b1202968d93ed0ab8dfa6730cf642d4ea868b783113c11.jpg[/img]
  • Thepassenge r scrive:
    Scoperto altro sotterfugio
    http://scorza.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/12/13/agcom-sovrana-assoluta-dei-contenuti/Oggi salta fuori una nuova leggina, infilata a mo di panino nel Decreto Destinazione Italia, il cui testo con lavvertenza che non è dato sapere se sarà definitivo merita di essere letto tutto di un fiato: Laddove sia stata apposta dichiarazione di riserva, la riproduzione, la comunicazione al pubblico e in ogni caso lutilizzazione, anche parziali, in ogni modo o forma, ivi compresa lindicizzazione o aggregazione di qualsiasi genere, anche digitale, di prodotti dellattività giornalistica, compresi la forma e il contesto editoriali, pubblicati a stampa, con mezzi digitali, tele-radiodiffusi o messi a disposizione del pubblico con altri mezzi, è consentita solo previo accordo tra il titolare del diritto di utilizzazione economica dei prodotti medesimi, ovvero le organizzazioni di categoria dei titolari dei diritti a ciò delegate, e lutilizzatore, ovvero le organizzazioni di categoria degli utilizzatori a ciò delegate. In mancanza di accordo sulle condizioni anche economiche dellutilizzazione, dette condizioni sono definite dallAutorità per le garanzie nelle comunicazioni, su istanza della parte interessata.».Mai visto un ente privato con così tanto potere, non solo quello di emanare ma anche far applicare le leggi allo stesso tempo scavalcando lo stato. controllo assoluto anche su foto, link e pezzi di testo. Una pacchia per gli editori che vogliono il controllo assoluto dell'informazione.Se non è illegale questo allora il nano è innocente, e intanto sti avvocati continuano a scrivere, giustamente per carità, fiumi di parole ma di fatto che si fa? Qualcosa si potrà pur fare per fermare questo schifo, e bada bene che penso sempre agli analfabeti informatici, che sono quelli che necessitano di più informazioni e verità, non a chi di web sa già e già sa dove informarsi.
    • Leguleio scrive:
      Re: Scoperto altro sotterfugio

      Mai visto un ente privato L'autorità garante delle comunicazioni non è un ente privato. È stato istituito da una legge. È una delle AAI, Autorità Amministrativa Indipendente, o, come le chiamano nei paesi anglosassoni, una quango: Quasi Non-Governmental Organisation. Esistono ormai in quasi tutta Europa.
      con così tanto potere,
      non solo quello di emanare ma anche far applicare
      le leggi allo stesso tempo scavalcando lo stato.Affiancando, non scavalcando. Come lo Stato ha dato questa delega all'AgCom, così gliela può togliere.
      controllo assoluto anche su foto, link e pezzi di
      testo. Una pacchia per gli editori che vogliono
      il controllo assoluto
      dell'informazione.Casomai il controllo assoluto sull'informazione dei loro giornali. Dell'informazione fatta interamente da altri, cioè non copiata né derivata, se ne infischiano, talmente è irrilevante in Italia.
      • Thepassenge r scrive:
        Re: Scoperto altro sotterfugio
        - Scritto da: Leguleio

        Mai visto un ente privato

        L'autorità garante delle comunicazioni non è un
        ente privato. È stato istituito da una
        legge. È una delle AAI, Autorità
        Amministrativa Indipendente, o, come le chiamano
        nei paesi anglosassoni, una quango: Quasi
        Non-Governmental Organisation. Esistono ormai in
        quasi tutta
        Europa.



        con così tanto potere,

        non solo quello di emanare ma anche far
        applicare

        le leggi allo stesso tempo scavalcando lo
        stato.

        Affiancando, non scavalcando. Come lo Stato ha
        dato questa delega all'AgCom, così gliela può
        togliere.




        controllo assoluto anche su foto, link e
        pezzi
        di

        testo. Una pacchia per gli editori che
        vogliono

        il controllo assoluto

        dell'informazione.

        Casomai il controllo assoluto sull'informazione
        dei loro giornali. Dell'informazione fatta
        interamente da altri, cioè non copiata né
        derivata, se ne infischiano, talmente è
        irrilevante in
        Italia.Ti sfugge un particolare, se un blogger usa un pezzo di un articolo, una foto o uno stralcio di video preso dalla tv per fare un suo articolo questo può essere oscurato di punto in bianco usando il diritto d'autore come scusa. Siccome chi muove l'accusa non paga nulla, tu non credo possa aimmaginare gli abusi che ne verrebbero fuori, sopratutto da certi editori politicizzati che vogliono far tacere informazioni scomode.Spero tu non sia uno di quelli che pensa sul serio che è stata fatta per salvaguardarei l diritto d'autore e non permettere ai quindicenni di scaricarsi la loro immondizia (perchè è ciò che chiamo la produzione odierna di film e musica).
        • Leguleio scrive:
          Re: Scoperto altro sotterfugio


          Casomai il controllo assoluto
          sull'informazione

          dei loro giornali. Dell'informazione fatta

          interamente da altri, cioè non copiata né

          derivata, se ne infischiano, talmente è

          irrilevante in

          Italia.
          Ti sfugge un particolare, se un blogger usa un
          pezzo di un articolo, una foto o uno stralcio di
          video preso dalla tv per fare un suo articolo
          questo può essere oscurato di punto in bianco
          usando il diritto d'autore come scusa. Ma questo può avvenire già oggi, con l'ordine di un giudice. Sempre che la lunghezza del copia-incolla superi il diritto di citazione.
          Siccome
          chi muove l'accusa non paga nulla, tu non credo
          possa aimmaginare gli abusi che ne verrebbero
          fuori, sopratutto da certi editori politicizzati
          che vogliono far tacere informazioni
          scomode.Mi sfugge la connessione fra le due cose: se gli editori politicizzati vogliono far tacere le informazioni scomode semplicemente non le danno. Un weblogger non può copiare il nulla, anche volendo. Copierà eventualmente da editori politicizzati in senso opposto, ma a quel punto solo loro hanno il diritto di chiedere provvedimenti all'AgCom, non certo gli altri.
          Spero tu non sia uno di quelli che pensa sul
          serio che è stata fatta per salvaguardarei l
          diritto d'autore e non permettere ai quindicenni
          di scaricarsi la loro immondizia (perchè è ciò
          che chiamo la produzione odierna di film e
          musica).È stata fatta per alleggerire il carico dei tribunali, che non credo facciano salti di gioia quando c'è da attuare un oscuramento che loro sanno per primi che non servirà nulla. Hanno cose più importanti da fare, e si spera con maggiori risultati concreti.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            Ma non ti sfugge qualcosa ? Tipo che un ente amministrativo scavalca la magistratura per far opere di oscuramento senza possibilità di appello decenti ? Si va ad oscurare siti web a XXXXX peggio di prima ? Già immagino i falsi positivi e quelli che li faranno, non saranno nemmeno puniti :D
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            Qui però va cambiato qualcosa, altrimenti la gente dice che il messaggio l'ha scritto qualcun altro:"Ma non ti sfuge qualcosa ? Tipo che un'ente amministrativo scavalca la magistratura per far opere di oscuramento senza possibilità di appello degenti ? Una censura vera e propria. Si va ad oscurare siti web a XXXXX peggio di prima ? Censura doppia. Già immagino i falsi positivi e quelli che li farranno, non saranno nemmeno pugniti. Doppia censura incrociata col fiocco."Ora va meglio.
          • sgabbietto scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            (cylon)(cylon)(cylon)
          • sgabbio senza contegno scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            [img]http://4.bp.blogspot.com/_GdOAllkpOrI/R1Zxg7LUhYI/AAAAAAAAAyw/TeuqTmB72gE/s200/1%2Bmoon-finger.jpg[/img]
          • sgabibbo scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            [img]http://www.csoservizi.com/images/news/barriere_usa.jpg[/img]
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio
            Qui però va cambiato qualcosa, altrimenti la
            gente dice che il messaggio l'ha scritto qualcun
            altro:

            "Ma non ti sfuge qualcosa ? Tipo che un'ente
            amministrativo scavalca la magistratura per far
            opere di oscuramento senza possibilità di appello
            degenti ? Una censura vera e propria. Si va ad
            oscurare siti web a XXXXX peggio di prima ?
            Censura doppia. Già immagino i falsi positivi e
            quelli che li farranno, non saranno nemmeno
            pugniti. Doppia censura incrociata col
            fiocco."

            Ora va meglio.giusto!Basta pirateria!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • sgabibbo scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            01/10
          • sgabbione scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            (cylon)(cylon)(cylon)
          • Sgabbia tu Che sgabbio io scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: sgabbione
            (cylon)(cylon)(cylon)(troll)(troll1)(troll2)
          • Sgabbia tu Che sgabbio io scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: sgabibbo
            01/10π/2
          • sgabbio senza contegno scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            [img]http://i29.photobucket.com/albums/c263/mohaamaam/animations/cylon.gif[/img][img]http://i29.photobucket.com/albums/c263/mohaamaam/animations/cylon.gif[/img][img]http://i29.photobucket.com/albums/c263/mohaamaam/animations/cylon.gif[/img]
          • sgabbivendo lo scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: sgabbio senza contegno
            [img]http://i29.photobucket.com/albums/c263/mohaam
            http://i29.photobucket.com/albums/c263/mohaamaam/a(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(troll) (troll) (rotfl) (rotfl) (troll) (troll)(troll) (rotfl) (troll) (troll) (rotfl) (troll)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)
          • prova123 scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            ... legalmente ... :D
          • Thepassenge r scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio
            Ma questo può avvenire già oggi, con l'ordine di
            un giudice. Sempre che la lunghezza del
            copia-incolla superi il diritto di citazione.Preferisco che rimanga così, un giudice è comunque imparziale e senza interessi nelle parti.
            Copierà eventualmente da editori
            politicizzati in senso opposto, ma a quel punto
            solo loro hanno il diritto di chiedere
            provvedimenti all'AgCom, non certo gli
            altri.E chi ti dice che saranno loro? Siccome chiunque può fare una segnalazione chi ti dice che tale segnalazione è legittima se non c'è chi controlla il controllore?E' proprio il fatto che sia politicizzato che è a rischio abuso.
            È stata fatta per alleggerire il carico dei
            tribunali, che non credo facciano salti di gioia
            quando c'è da attuare un oscuramento che loro
            sanno per primi che non servirà nulla. Hanno cose
            più importanti da fare, e si spera con maggiori
            risultati
            concreti.non credo sia stata fatta per alleggerire il carico dei giudici, cosa vuoi che gliene importi dei giudici? anzi è proprio la giustizia un ostacolo ai loro piani censori, perchè comunque un giudice imparziale potrebbe anche dargli torto ed eviterebbe abusi di potere.imparzialità ed onestà prima di tutto, e si sa quando ci sono i soldi in mezzo e la solita casta, è un'utopia.
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio


            Ma questo può avvenire già oggi, con
            l'ordine
            di

            un giudice. Sempre che la lunghezza del

            copia-incolla superi il diritto di citazione.
            Preferisco che rimanga così, un giudice è
            comunque imparziale e senza interessi nelle
            parti.Hai una visione molto ottimistica dei giudici italiani. :) Forse non ti è mai capitato di imbatterti in magistratura democratica, una corrente del loro sindacato: ecco uno stralcio del comunicato sulla riforma dello statuto dei lavoratori: " <I
            La possibilità di reintegra nel posto di lavoro è ridotta drasticamente e diviene sanzione di natura speciale; eliminandosi così, nella maggior parte dei casi, il vero baluardo per lesercizio di tutti i diritti nei luoghi di lavoro che pur lordinamento continua ad attribuire formalmente ai lavoratori. Lindennizzo economico previsto come sanzione di carattere generale diventa la misura e il prezzo della dignità del lavoro </I
            ". Imparziali? Mah...

            Copierà eventualmente da editori

            politicizzati in senso opposto, ma a quel
            punto

            solo loro hanno il diritto di chiedere

            provvedimenti all'AgCom, non certo gli

            altri.

            E chi ti dice che saranno loro? Siccome chiunque
            può fare una segnalazione Assolutamente no. Può fare la segnalazione di violazione di un diritto solo chi è titolare di quel diritto. E con nome e cognome.

            È stata fatta per alleggerire il carico
            dei

            tribunali, che non credo facciano salti di
            gioia

            quando c'è da attuare un oscuramento che loro

            sanno per primi che non servirà nulla. Hanno
            cose

            più importanti da fare, e si spera con
            maggiori

            risultati

            concreti.
            non credo sia stata fatta per alleggerire il
            carico dei giudici, cosa vuoi che gliene importi
            dei giudici? Be', viste le sanzioni continue della Corte europea dei diritti dell'uomo per i processi-lumaca, un organo che ne alleggerisca il lavoro fa risparmiare un bel po' di multe, che alla fine pagano i contribuenti. Sai com'è...
            anzi è proprio la giustizia un
            ostacolo ai loro piani censori, Ma quali piani censori? Sei a conoscenza di documenti segreti degli editori politicizzati che io non conosco? Metti il link, nel caso.
            perchè comunque
            un giudice imparziale potrebbe anche dargli torto
            ed eviterebbe abusi di
            potere.Stai confondendo, come molti qui, una misura preventiva con un proXXXXX nel merito. Sono due cose molto diverse. L'ho detto, al 99 % l'AgCom si dovrà occupare di oscurare siti non italiani, e basta. I responsabili dei siti sono ignoti anche alle autorità estere, da un punto di vista processuale la cosa finisce lì.Può darsi che capiterà anche che debba oscurare qualche sito italiano, con gestori che stanno in Italia, ma in quel caso tutta la parte degli interrogatori e della raccolta prove verrà eseguita dalla polizia postale e dalla magistratura inquirente, come oggi. L'AgCom non è stata chiamata per processare.
            imparzialità ed onestà prima di tutto, e si sa
            quando ci sono i soldi in mezzo e la solita
            casta, è
            un'utopia.A proposito di soldi di mezzo: l'AgCom ha dato una bella multa anche a Telecom Italia:http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=200902241328115360&chkAgenzie536 000 euro. Vedi un trattamento di favore rispetto alle altre compagnie sanzionate (tutte straniere)? No, giusto per capire.
          • Thepassenge r scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio
            Imparziali? Mah...Sempre meglio che il nano che vuole oscurare un sito caricandoci un video.
            Be', viste le sanzioni continue della Corte
            europea dei diritti dell'uomo per i
            processi-lumaca, un organo che ne alleggerisca il
            lavoro fa risparmiare un bel po' di multe, che
            alla fine pagano i contribuenti. Sai
            com'è...coem le spese dei filtri per il providers, in america le pagano chi sporge denuncia, qua li paghiamo noi e se sbagliano nessuna punizione.

            Stai confondendo, come molti qui, una misura
            preventiva con un proXXXXX nel merito. Sono due
            cose molto diverse. L'ho detto, al 99 % l'AgCom
            si dovrà occupare di oscurare siti non italiani,
            e basta. I responsabili dei siti sono ignoti
            anche alle autorità estere, da un punto di vista
            processuale la cosa finisce
            lì.questo lo pensi tu, verrà abusata dai soliti noti per corprire le loro malefatte e l'informazione libera, impossibile che un blog non abbia un estratto di qualche dichiarazione o articolo di giornale dal quale trarre informazioni o per ribattere a certe affermazioni
            Può darsi che capiterà anche che debba oscurare
            qualche sito italiano, con gestori che stanno in
            Italia, ma in quel caso tutta la parte degli
            interrogatori e della raccolta prove verrà
            eseguita dalla polizia postale e dalla
            magistratura inquirente, come oggi. L'AgCom non è
            stata chiamata per
            processare.O forse verranno mandati ricatti, il blogger sarà costretto a cancellare.
            536 000 euro. Vedi un trattamento di favore
            rispetto alle altre compagnie sanzionate (tutte
            straniere)? No, giusto per
            capire.che c'entra? io parlavo di costi aggiuntivi ai providers, perchè come in america, non pagano loro i costi per oscurare i siti?hai una visione ottimistica, ma se pensi così buon per te, io la penso all'opposto e quando c'è di mezzo la politica, sopratutto in passato dove ha solo tentato di fare leggi e decreti contro la rete e metterlo nel didietro del cittadino, mi preoccupo e penso sempre in malafede, non a torto.
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio

            Sempre meglio che il nano che vuole oscurare un
            sito caricandoci un
            video.Vabbè, il tuo intervento era un pretesto per parlare delle tue personali ossessioni politiche. Che noia mortale. Rispondo giusto a un paio di affermazioni e chiudo qui.

            Be', viste le sanzioni continue della Corte

            europea dei diritti dell'uomo per i

            processi-lumaca, un organo che ne
            alleggerisca
            il

            lavoro fa risparmiare un bel po' di multe,
            che

            alla fine pagano i contribuenti. Sai

            com'è...
            coem le spese dei filtri per il providers, in
            america le pagano chi sporge denuncia, qua li
            paghiamo noi e se sbagliano nessuna punizione.Non sarebbe più maturo proporre che queste spese siano accollate al denuncinte, visto che non è che siano poi tanto salate, la SIAE o qualsiasi etichetta discografica se le possono accollare, anziché fare i soliti confronti cretini? In America il costo delle intercettazioni telefoniche disposte dai giudici è a carico delle compagnie, tanto per dirne una, mentre in Italia lo Stato paga un tot a utenza.

            Stai confondendo, come molti qui, una misura

            preventiva con un proXXXXX nel merito. Sono
            due

            cose molto diverse. L'ho detto, al 99 %
            l'AgCom

            si dovrà occupare di oscurare siti non
            italiani,

            e basta. I responsabili dei siti sono ignoti

            anche alle autorità estere, da un punto di
            vista

            processuale la cosa finisce

            lì.

            questo lo pensi tu, verrà abusata dai soliti noti
            per corprire le loro malefatte e l'informazione
            libera, impossibile che un blog non abbia un
            estratto di qualche dichiarazione o articolo di
            giornale dal quale trarre informazioni o per
            ribattere a certe
            affermazioniSe vuoi buttarla sulla paranoia spinta, vai pure avanti da solo. Io ho spiegato come stanno le cose, poi né l'AgCom né i diretti interessati si preoccupano del fatto che un utente del forum coltivi queste dietrologie.

            Può darsi che capiterà anche che debba
            oscurare

            qualche sito italiano, con gestori che
            stanno
            in

            Italia, ma in quel caso tutta la parte degli

            interrogatori e della raccolta prove verrà

            eseguita dalla polizia postale e dalla

            magistratura inquirente, come oggi. L'AgCom
            non
            è

            stata chiamata per

            processare.

            O forse verranno mandati ricatti, il blogger sarà
            costretto a
            cancellare.Accade già ora. Richieste di cancellazione di articoli ritenuti diffamatori, oppure per il fatto che la porzione dell'articolo o del libro o del film citato superano il diritto di citazione.L'AgCom si dovrà occupare solo del lato tutela dei diritti d'autore. Per i reati come diffamazione, minaccia eccetera, la trafila è quella di sempre: si va dalla polizia (o dal PM).
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio

            Sempre meglio che il nano che vuole oscurare
            un

            sito caricandoci un

            video.

            Vabbè, il tuo intervento era un pretesto per
            parlare delle tue personali ossessioni politiche.
            Che noia mortale. Rispondo giusto a un paio di
            affermazioni e chiudo
            qui.Chiudi?(rotfl)(rotfl)(rotfl)E quando mai?Hai rotto gli zebedei a chiunque su tutto il forum anche con decine di nik diversi o clonati e noi dovremmo crederci?Poi cosa ti resterebbe da fare?(rotfl)(rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            Guarda che gli "zampini" e le "tosate" sono sempre in agguato. Come le salamelle, del resto. (rotfl)(rotfl)
          • Thepasenger scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio
            Vabbè, il tuo intervento era un pretesto per
            parlare delle tue personali ossessioni politiche.
            Che noia mortale. Rispondo giusto a un paio di
            affermazioni e chiudo
            qui.quando hanno creato i filtri si stato co nal scusa della ponrografia minorile, alla fine quei filtri li hanno usato non solo per quello ma anche per oscurare i sitti di scommesse internazionali, poi i farmaci, poi quelli che vendevano abbigliamento e scarpe a prezzi irrisori... come vedi a primo acchito tutto sembra essere fatto con buone intenzioni, ma l'esperienza con questa gente di mer*a insegna che fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, e infatti...
            Non sarebbe più maturo proporre che queste spese
            siano accollate al denuncinte, visto che non è
            che siano poi tanto salate, la SIAE o qualsiasi
            etichetta discografica se le possono accollare,
            anziché fare i soliti confronti cretini? In
            America il costo delle intercettazioni
            telefoniche disposte dai giudici è a carico delle
            compagnie, tanto per dirne una, mentre in Italia
            lo Stato paga un tot a utenza.Se il denunciante non vuole pagare allora si rivolge alla magistratura con i tempi che ci sono e con la possibilità che gli diano torto e gli facciano pagare le spese processuali, troppo facile chiedere a questi XXXXXXXXX destroidi (si perchè la maggioranza del CEO sono tutti uomini del nano, se ti sei letto l'articolo di mantellini con i nomi) di fare quello che gli pare senza nemmeno avere un giudice imparziale.non mi fido, non mi fido di quello che fanno e come lo fanno perchè so la gente che c'è dietro, e la gente che c'è dietro è la stessa che ha proposto un sacco di volte decreti anti-blog e anti-informazione libera.basta fare 2 + 2.
            Se vuoi buttarla sulla paranoia spinta, vai pure
            avanti da solo. Io ho spiegato come stanno le
            cose, poi né l'AgCom né i diretti interessati si
            preoccupano del fatto che un utente del forum
            coltivi queste
            dietrologie.la mia paranoia è giustificata, mi spiace se sono scettico.
            Accade già ora. Richieste di cancellazione di
            articoli ritenuti diffamatori, oppure per il
            fatto che la porzione dell'articolo o del libro o
            del film citato superano il diritto di
            citazione.bene, infatti se la legge già c'è che usino quella e si rivolgano alla giustizia.
            L'AgCom si dovrà occupare solo del lato tutela
            dei diritti d'autore. Per i reati come
            diffamazione, minaccia eccetera, la trafila è
            quella di sempre: si va dalla polizia (o dal
            PM).quello è lo specchietto per le allodole per i creduloni, come è sucXXXXX per i siti XXXXX all'inizio, qua sarà lo stesso, al solito tutto sbilanciato a favorei di lobby, imprenditori e politici con la coda di paglia.rimango della mia idea, e sono più che convinto che se questa XXXXXta non viene fermata prima del 31 marzo, i timori di molti potrebbero diventare realtà nel lungo termine. meglio se viene bloccata e buttata via, e che sia il parlamento a legiferare, almeno ora c'è il M5S quindi è molto più difficile che vengano riproposte certe XXXXXte del passato.
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio


            Vabbè, il tuo intervento era un pretesto per

            parlare delle tue personali ossessioni
            politiche.

            Che noia mortale. Rispondo giusto a un paio
            di

            affermazioni e chiudo

            qui.
            quando hanno creato i filtri si stato co nal
            scusa della ponrografia minorile, alla fine quei
            filtri li hanno usato non solo per quello ma
            anche per oscurare i sitti di scommesse
            internazionali, poi i farmaci, poi quelli che
            vendevano abbigliamento e scarpe a prezzi
            irrisori... come vedi a primo acchito tutto
            sembra essere fatto con buone intenzioni, La XXXXXgrafia con protagonisti minori di anni 18, le scommesse per soldi, la vendita di medicinali al di fuori delle farmacie, la vendita di indumenti con marchio contraffatto oppure fabbricati con materiali nocivi son tutte cose proibite in Italia. Puoi fare una campagna per renderle legali, se vuoi. Non puoi prendertela con la polizia postale e la magistratura perché usano un sistema tecnico di oscuramento per tutte queste cinque fattispecie, anziché cinque sistemi diversi. Sai com'è, fa risparmiare. :)
            non mi fido, non mi fido di quello che fanno e
            come lo fanno perchè so la gente che c'è dietro,
            e la gente che c'è dietro è la stessa che ha
            proposto un sacco di volte decreti anti-blog e
            anti-informazione
            libera.
            basta fare 2 + 2. E non fidarti.Basta non inventarsi notizie prive di fondamento, tipo che l'AgCom è privata.

            Accade già ora. Richieste di cancellazione di

            articoli ritenuti diffamatori, oppure per il

            fatto che la porzione dell'articolo o del
            libro
            o

            del film citato superano il diritto di

            citazione.

            bene, infatti se la legge già c'è che usino
            quella e si rivolgano alla
            giustizia.Non viene modificata la legge sul diritto d'autore, in nessun modo. Per le violazioni che avvengono nel mondo reale, continueranno ad agire polizia e Carabinieri e Guardia di Finanza. Per quelle su internet, quando si tratta di misure preventive, dal 31 marzo ci penserà l'AgCom.

            L'AgCom si dovrà occupare solo del lato
            tutela

            dei diritti d'autore. Per i reati come

            diffamazione, minaccia eccetera, la trafila è

            quella di sempre: si va dalla polizia (o dal

            PM).

            quello è lo specchietto per le allodole per i
            creduloni, come è sucXXXXX per i siti XXXXX
            all'inizio, qua sarà lo stesso, al solito tutto
            sbilanciato a favorei di lobby, imprenditori e
            politici con la coda di
            paglia.Ma io non lo so che cos'hai contro il metodo di blocco dei siti. Tu hai deciso che c'è un'unica cosa su internet, la XXXXXgrafia con minori, il resto va bene. Peccato che la legge italiana ha criteri un po' diversi...
          • Thepassenge r scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio
            La XXXXXgrafia con protagonisti minori di anni
            18, le scommesse per soldi, la vendita di
            medicinali al di fuori delle farmacie, la vendita
            di indumenti con marchio contraffatto oppure
            fabbricati con materiali nocivi son tutte cose
            proibite in Italia.no, sono proibite perchè c'è chi vuole profitto con prezzi alti, coem anche la legge contro amazon per i libri.tutto viene fatto con buone intenzioni, ma in apparenza c'è sempre il doppio fine.con questa XXXXXta dell'agcom è la stessa identica cosa.; non mi fido, non mi fido di quello che fanno
            e

            come lo fanno perchè so la gente che c'è
            dietro,

            e la gente che c'è dietro è la stessa che ha

            proposto un sacco di volte decreti anti-blog
            e

            anti-informazione

            libera.

            basta fare 2 + 2.

            E non fidarti.
            Basta non inventarsi notizie prive di fondamento,
            tipo che l'AgCom è privata.

            Non viene modificata la legge sul diritto
            d'autore, in nessun modo. Per le violazioni che
            avvengono nel mondo reale, continueranno ad agire
            polizia e Carabinieri e Guardia di Finanza. Per
            quelle su internet, quando si tratta di misure
            preventive, dal 31 marzo ci penserà
            l'AgCom.senza un giudice imparziale e quindi a favore delle lobby e dei politici che hanno la coda di paglia, non solo, il tutto a carico del contribuente.duplice scopo, controllo dell'infromazione e censura.
            Ma io non lo so che cos'hai contro il metodo di
            blocco dei siti.semplicemente una cosa come bloccare siti interi, deve essere fatto da un giudice imparziale e non da chi ha interessi economici o da chi fa le loro veci.non è poi così difficile da capire e non ci vedo il problema, che sia la magistratura ad occuparsene non le lobby o la politica. esiste il terzo potere dello stato e va usato, non lo si può scavalcare.si eviterebbero abusi e nefandezze di ogni sorta, ce ne saranno, non importa quanto tu dica il contrario (vedi filtri introdotti con la legge gentiloni ed usati per tutt'altro).
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio


            La XXXXXgrafia con protagonisti minori di
            anni

            18, le scommesse per soldi, la vendita di

            medicinali al di fuori delle farmacie, la
            vendita

            di indumenti con marchio contraffatto oppure

            fabbricati con materiali nocivi son tutte
            cose

            proibite in Italia.

            no, sono proibite perchè c'è chi vuole profitto
            con prezzi alti, coem anche la legge contro
            amazon per i
            libri.Insomma, le leggi sono tali solo quando piacciono a te.Non ho altre domande.
            senza un giudice imparziale e quindi a favore
            delle lobby e dei politici che hanno la coda di
            paglia, non solo, il tutto a carico del
            contribuente.Perché come è noto lo stipendio dei giudici (e della polizia postale) non lo paga il contribuente: sono fondi fiduciari della SIAE, vai a sapere...
            si eviterebbero abusi e nefandezze di ogni sorta,Sì, nel senso che perseguiranno i reati che a te non paiono tali. Se vuoi chiamarlo nefandezza...
          • Thepassenge r scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio
            Insomma, le leggi sono tali solo quando piacciono
            a
            te.
            Non ho altre domande. se una legge è ingiusta e antisviluppo lo dico senza problemi, come in questo caso.
            Sì, nel senso che perseguiranno i reati che a te
            non paiono tali. Se vuoi chiamarlo
            nefandezza...abuso di potere senza controllore, antidemocratico, se per te è uan nefandezza allora si, possiamo chiudere qui, andare oltre sarebbe inutile con questo modo di pensare retrogada.
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio


            Insomma, le leggi sono tali solo quando
            piacciono

            a

            te.

            Non ho altre domande.

            se una legge è ingiusta e antisviluppo lo dico
            senza problemi, come in questo
            caso.Purtroppo per te in democrazia questo è largamente insufficiente. Non basta criticarla perché frena lo sviluppo. Bisogna convincere il 50 % +1 dei parlamentari ad abrogarla. E lì ti voglio.

            Sì, nel senso che perseguiranno i reati che
            a
            te

            non paiono tali. Se vuoi chiamarlo

            nefandezza...
            abuso di potere senza controllore,
            antidemocratico, se per te è uan nefandezza
            allora si, possiamo chiudere qui, andare oltre
            sarebbe inutile con questo modo di pensare
            retrogada.Anche i vigili urbani che danno le multe a quelli in sosta vietata sono accusati di nefandezze, quando va bene. Da sempre. È cambiato qualcosa, dopo che l'automobilista si è sfogato dicendo "nefandi"? Non mi pare proprio...
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Scoperto altro sotterfugio
        - Scritto da: Leguleio

        Mai visto un ente privato

        L'autorità garante delle comunicazioni non è un
        ente privato.E' un ente governativo cioè è eletto dal governo.Il fatto che da noi praticamente non esista un governo dovrebbe farla decadere, ma non è così.
        • Leguleio scrive:
          Re: Scoperto altro sotterfugio



          Mai visto un ente privato



          L'autorità garante delle comunicazioni non è
          un

          ente privato.

          E' un ente governativo cioè è eletto dal governo.Nelle intenzioni dovrebbe essere un'autorità indipendente. Nella pratica non lo è. Comunque dire che è un ente privato è sbagliato, da qualsaisi parte la si guardi.
          Il fatto che da noi praticamente non esista un
          governo dovrebbe farla decadere, ma non è
          così.Negli Stati c'è sempre un governo. Anche quando ha ricevuto un voto di sfiducia, continua a lavorare per gli affari correnti. Invece può non esserci il parlamento.
          • Leguleio scrive:
            Re: Scoperto altro sotterfugio
            - Scritto da: Leguleio



            Mai visto un ente privato





            L'autorità garante delle comunicazioni
            non
            è

            un


            ente privato.



            E' un ente governativo cioè è eletto dal
            governo.


            Nelle intenzioni dovrebbe essere un'autorità
            indipendente. Nella pratica non lo è.

            Comunque dire che è un ente privato è sbagliato,
            da qualsaisi parte la si guardi.




            Il fatto che da noi praticamente non esista
            un

            governo dovrebbe farla decadere, ma non è

            così.

            Negli Stati c'è sempre un governo. Anche quando
            ha ricevuto un voto di sfiducia, continua a
            lavorare per gli affari correnti. Invece può non
            esserci il
            parlamento.Magari per avere brevi periodi di vacanza ...Vuoi metter il bello di rinunciare a "parlatori" come te ogni tanto? ;)
    • Free Internet scrive:
      Re: Scoperto altro sotterfugio
      - Scritto da: Thepassenge r
      Mai visto un ente privato con così tanto potere,
      non solo quello di emanare ma anche far applicare
      le leggi allo stesso tempo scavalcando lo stato.
      controllo assoluto anche su foto, link e pezzi di
      testo. Una pacchia per gli editori che vogliono
      il controllo assoluto
      dell'informazione.Tutto questo potrebbe essere in conflitto con la prima parte dell'art. 21 della Costituzione che riporto per coloro che hanno la memoria corta:"Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.Si può procedere a sequestro soltanto per atto motivato dellautorità giudiziaria nel caso di delitti, per i quali la legge sulla stampa espressamente lo autorizzi, o nel caso di violazione delle norme che la legge stessa prescriva per lindicazione dei responsabili."
      • Thepassenge r scrive:
        Re: Scoperto altro sotterfugio
        - Scritto da: Free Internet
        - Scritto da: Thepassenge r


        Mai visto un ente privato con così tanto potere,

        non solo quello di emanare ma anche far
        applicare

        le leggi allo stesso tempo scavalcando lo stato.

        controllo assoluto anche su foto, link e pezzi
        di

        testo. Una pacchia per gli editori che vogliono

        il controllo assoluto

        dell'informazione.


        Tutto questo <u
        potrebbe </u
        essere in conflitto
        con la prima parte dell'art. 21 della
        Costituzione che riporto per coloro che hanno la
        memoria
        corta:

        "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente
        il proprio pensiero con la parola, lo scritto e
        ogni altro mezzo di
        diffusione.

        La stampa non può essere soggetta ad
        autorizzazioni o
        censure.

        Si può procedere a sequestro soltanto per atto
        motivato dellautorità giudiziaria nel caso di
        delitti, per i quali la legge sulla stampa
        espressamente lo autorizzi, o nel caso di
        violazione delle norme che la legge stessa
        prescriva per lindicazione dei
        responsabili."tutto giusto, ma poi siamo sempre li, bisogna vedere se davvero seguono la legge o fanno gli affari loro censurando a destra e manca. già il fatto di emanare questo regolamento è di per se un atto illecito eppure è ancora li.
  • luisito scrive:
    Immaginare un proposta costruttiva
    Faccio un piccolo volo con la fantasia... questo è quello che mi è venuto in mente per venire incontro alle varie parti (che sia applicabile o meno è irrilevante, quantomeno ragionadoci può venir fuori qualcosa di possibile): <i
    0) Paternità dell'opera (e non Copyright) sempiterna. PUNTO!1) Sezionamento del Copyright in due aree:- Derivazione- Distribuzione2) Statalizzazione e accorpamento delle collecting society, che si occuperanno di:- Creazione e mantenimento di un database di editori certificati;- Creazione e mantenimento di un database per la registrazione delle opere (Paternità);- Creazione e mantenimento di un database separato per la registrazione delle opere che si avvalgono del (c);6) Costo di registrazione sotto (c)Per proteggere un opera occorre pagare un ammontare di $ calcolabile da una serie di fattori che vado ad elencare:- Reddito dell'autore;- Costo di produzione dell'opera (opportunamente dimostrabile da ricevute fiscali);- Durata della protezione;- Tipo di protezione (es: se si tratta solo di Derivazione, di Distribuzione o di tutt'e due le cose);è possibile portare il costo di registrazione a 0 se si soddisfano i prerequisiti necessari7) Meccanica di protezione:Le opere sotto (c)-Distribuzione possono essere rilasciate esclusivamente mediante DD successivamente all'applicazione di 2 watermark in sequenza (il primo per identificare l'editore certificato e il secondo, che viene successivamente sovrascritto al primo, per il cliente finale);Le Collecting Society avranno il compito di individuare distribuzioni dell'opera in atto da editori non certificati e provvedere alla segnalazione presso le autorità competenti (il proXXXXX qui è molto semplificato: se l'opera ha il watermark è facile identificare il responsabile della magagna, se non ha il watermark si assume che la responsabilità sia dell'autore)8) Costo di prolungamento del CopyrightUna volta decorsa la durata di protezione iniziale è possibile effettuare una nuova registrazione entro un massimo di un mese dalla decorrenza della prima, tuttavia viene a cambiare un parametro:- Se l'autore nel tempo decorso <b
    non è riuscito </b
    a stipulare un contratto con un editore certificato il costo della nuova registrazione si basa sugli stessi parametri della prima;- Se l'autore nel tempo decorso <b
    è riuscito </b
    ad avere un contratto con un editore certificato il calcolo del costo della nuova registrazione dovrà essere basato sul reddito dell'editore (se superiore a quello dell'autore) e su un quinto parametro: i ricavi di vendita dell'opera (se ce ne sono). È possibile sciogliere immediatamente il contratto con l'editore del caso per non incorrere in questa variazione, tuttavia non sarà possibile per l'autore prendere nuovamente accordi con lo stesso per l'opera ri-registrata (dovrà quindi trovare un nuovo editore); </i
    Passo la palla a voi :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 13.19-----------------------------------------------------------
    • Leguleio scrive:
      Re: Immaginare un proposta costruttiva

      Faccio un piccolo volo con la fantasia... questo
      è quello che mi è venuto in mente per venire
      incontro alle varie parti (che sia applicabile o
      meno è irrilevante, quantomeno ragionadoci può
      venir fuori qualcosa di
      possibile):

      <i
      0) Paternità dell'opera (e non
      Copyright) sempiterna.
      PUNTO! </I
      È già così. Non puoi pubblicare su libro o ebook il <I
      De bello gallico </I
      di Giulio Cesare attribuendolo a te.
      1) Sezionamento del Copyright in due aree:Tra l'altro la scelta del termine è quantomai infelice. Il termine copyright si usa solo nei paesi di diritto anglosassone, che sul punto non mi paiono i più avanzati, anzi. Tutti gli altri, che sono la maggioranza, non usano termini che significano il gretto "diritto di copia", ma appunto, diritto d'autore o similari.
      - Derivazione
      - DistribuzioneCosa c'entra la distribuzione col diritto d'autore? È un aspetto imprenditoriale.
      2) Statalizzazione e accorpamento delle
      collecting society, che si occuperanno
      di:
      - Creazione e mantenimento di un database di
      editori
      certificati;
      - Creazione e mantenimento di un database per la
      registrazione delle opere
      (Paternità);
      - Creazione e mantenimento di un database
      separato per la registrazione delle opere che si
      avvalgono del
      (c);C'è già, anche se non è statale. Poi non capisco perché gli editori debbano essere "certificati". Hanno abolito le licenze per le attività commerciali, ora c'è bisogno della licenza per fare l'editore?
      6) Costo di registrazione sotto (c)
      Per proteggere un opera occorre pagare un
      ammontare di $ Quindi gli euro non li accettano? Meglio, il dollaro è in costante discesa... conviene! :)
      Le Collecting Society avranno il compito di
      individuare distribuzioni dell'opera in atto da
      editori non certificati e provvedere alla
      segnalazione presso le autorità competenti (il
      proXXXXX qui è molto semplificato: se l'opera ha
      il watermark è facile identificare il
      responsabile della magagna, se non ha il
      watermark si assume che la responsabilità sia
      dell'autore)Si presuppone, si dà per scontato.Assumere in italiano non ha il significato dell'inglese "to assume".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 14.01-----------------------------------------------------------
      • luisito scrive:
        Re: Immaginare un proposta costruttiva
        - Scritto da: Leguleio
        È già così. Non puoi pubblicare su libro o
        ebook il <I
        De bello gallico </I

        di Giulio Cesare attribuendolo a
        te.Non ho mica detto di aver partorito io l'idea, so che è gia così, considera però che ho buttato giu la cosa di getto e m'è venuto spontaneo sottolineare la cosa
        Tra l'altro la scelta del termine è quantomai
        infelice. Il termine copyright si usa solo nei
        paesi di diritto anglosassone, che sul punto non
        mi paiono i più avanzati, anzi. Tutti gli altri,
        che sono la maggioranza, non usano termini che
        significano il gretto "diritto di copia", ma
        appunto, diritto d'autore o similari.Ho usato il termine "Copyright" di proposito proprio per la sua definizione letterale ( Copy Right -
        Diritto di Copia -
        Diritti di distribuzione)

        - Derivazione

        - Distribuzione

        Cosa c'entra la distribuzione col diritto
        d'autore? È un aspetto
        imprenditoriale.Difatti ho ben diviso le cose, da una parte la Paternità e dall'altra la DistribuzioneNon sono sicuro dove collocare la derivazione (può essere visto come un problema da entrambe le parti)
        C'è già, anche se non è statale. Poi non capisco
        perché gli editori debbano essere "certificati".
        Hanno abolito le licenze per le attività
        commerciali, ora c'è bisogno della licenza per
        fare
        l'editore?Qui il discorso sarebbe un pò articolato:Con "certificazione" intendo "avente diritto ad accedere al database di opere sotto (c)"... È una ulteriore misura di sicurezza, magari mettiamo che per avere la certificazione devi pagare la Collecting Society (e così vai a immetere liquidità nel meccanismo stesso di protezione)
        Si presuppone, si dà per scontato.
        Assumere in italiano non ha il significato
        dell'inglese "to
        assume".Ok, starò più attento..Dal canto tuo cosa cambieresti (della situazione attuale intendo)?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 14.31-----------------------------------------------------------
      • p4bl0 scrive:
        Re: Immaginare un proposta costruttiva
        - Scritto da: Leguleio[...]

        Si presuppone, si dà per scontato.
        Assumere in italiano non ha il significato
        dell'inglese "to
        assume".http://www.treccani.it/vocabolario/assumere/punto 2c: "anche, ammettere come ipotesi"
        • Leguleio scrive:
          Re: Immaginare un proposta costruttiva


          Si presuppone, si dà per scontato.

          Assumere in italiano non ha il significato

          dell'inglese "to

          assume".

          http://www.treccani.it/vocabolario/assumere/

          punto 2c: "anche, ammettere come ipotesi"Vero, nel linguaggio scientifico. Nella frase di luisito però mi pareva proprio che significasse "dare per scontato", "presupporre", senza riferimento a ipotesi o a sperimentazioni scientifiche; il che costituisce il significato più comune in inglese.
      • PinguinoCattivo scrive:
        Re: Immaginare un proposta costruttiva
        - Scritto da: Leguleio[...]

        il watermark è facile identificare il

        responsabile della magagna, se non ha il

        watermark si assume che la responsabilità sia

        dell'autore)

        Si presuppone, si dà per scontato.
        Assumere in italiano non ha il significato
        dell'inglese "to
        assume".Sicuro?http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/A/assumere.shtml <i
        5 Ammettere qlco. per ipotesi, con arg. espresso da frase [...] </i
        • Leguleio scrive:
          Re: Immaginare un proposta costruttiva



          il watermark è facile identificare il


          responsabile della magagna, se non ha il


          watermark si assume che la
          responsabilità
          sia


          dell'autore)



          Si presuppone, si dà per scontato.

          Assumere in italiano non ha il significato

          dell'inglese "to

          assume".

          Sicuro?

          http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/A

          <i
          5 Ammettere qlco. per ipotesi, con
          arg. espresso da frase [...] </i

          Sicuro sì. Nel contesto della frase di luisito, che ricopio:"se l'opera ha il watermark è facile identificare il responsabile della magagna, se non ha il watermark si assume che la responsabilità sia dell'autore" Il senso non è ipotetico. Il senso è quello di dare per scontato, ritenere.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Immaginare un proposta costruttiva
      - Scritto da: luisito
      Faccio un piccolo volo con la fantasia...Ma i punti dal 3 al 5? (newbie)
      • luisito scrive:
        Re: Immaginare un proposta costruttiva
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: luisito

        Faccio un piccolo volo con la fantasia...

        Ma i punti dal 3 al 5? (newbie)Ho spostato e rimosso vari punti (che non mi convincevano completamente): l'idea che ho postato voleva essere uno spunto quindi non sono stato volutamente preciso, va bene così :)
    • cicciobello scrive:
      Re: Immaginare un proposta costruttiva

      7) Meccanica di protezione:
      Le opere sotto (c)-Distribuzione possono essere
      rilasciate esclusivamente mediante DD
      successivamente all'applicazione di 2 watermark
      in sequenza (il primo per identificare l'editore
      certificato e il secondo, che viene
      successivamente sovrascritto al primo, per il
      cliente
      finale);Il watermark per il cliente finale a cosa servirebbe? Dubito che scoraggerebbe la pirateria.
      • luisito scrive:
        Re: Immaginare un proposta costruttiva
        - Scritto da: cicciobello
        Il watermark per il cliente finale a cosa
        servirebbe? Dubito che scoraggerebbe la
        pirateria.Serve ad associare una persona fisica ad una violazione sui diritti di distribuzione: Supponendo di trovare in rete il file "strombazzata.mp3" e che la diffusione dello stesso sia in qualche modo limitata o vietata, non devo essere punito io che l'ho scaricato, piuttosto quello che lo ha messo a disposizione senza averne autorizzazione. Il watermark serve appunto a risalire a quella persona al quale è stato associato
        • cicciobello scrive:
          Re: Immaginare un proposta costruttiva
          Bello in teoria, ma in pratica si aggira subito: l'altro ti dice che gli hanno rubato il lettore mp3 qualche giorno prima (magari ha pure sporto una denuncia ai carabinieri... nessuno aprirebbe una indagine seria per il furto di un lettore del valore di 10 euro), e a quel punto non puoi chiedergli nessun risarcimento.
          • luisito scrive:
            Re: Immaginare un proposta costruttiva
            - Scritto da: cicciobello
            Bello in teoria, ma in pratica si aggira subito:
            l'altro ti dice che gli hanno rubato il lettore
            mp3 qualche giorno prima (magari ha pure sporto
            una denuncia ai carabinieri... nessuno aprirebbe
            una indagine seria per il furto di un lettore del
            valore di 10 euro), e a quel punto non puoi
            chiedergli nessun
            risarcimento.Estica$$i! :)Che gli mp3 li ha caricati qualcun altro a tua insaputa non è importante: mettiamo che nel momento in cui acquisti quell'mp3 ne sei responsabile a prescindere e buona lì, la musica te la senti solo a casa e amen.È ingusto? Sicuramente, ma in questo modo le restrizioni sulla distribuzione vengono palesate concretamente!Sotto sotto la mia idea vuole esattamente questo: <b
            Mettere a confronto i due canali di distribuzione </b
            , il Primo dove le opere vengono ditribuite liberamente e senza registrazione e il Secondo con limiti e restizioni ben definite con tutti i pro e i contro del caso.È inutile stare a cercare di avere la botte piena e la moglie ubriaca: l'autore e i clienti finali si scelgono il sistema che preferiscono valutando i rischi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 dicembre 2013 21.15-----------------------------------------------------------
          • cicciobello scrive:
            Re: Immaginare un proposta costruttiva
            Quindi: se io compro dei brani mp3 sta a me proteggerli... e se perdo il lettore avrò un danno ancora peggiore che se perdessi il bancomat, o le chiavi di casa. Ottimo incentivo ad evitare come la peste i brani legali, anche se potessi averli gratis (promozioni, omaggio...): converrebbe avere solo roba piratata, almeno non si rischia nulla perché anche se la perdi non c'è il nome sopra.
          • luisito scrive:
            Re: Immaginare un proposta costruttiva
            - Scritto da: cicciobello
            Quindi: se io compro dei brani mp3 sta a me
            proteggerli... e se perdo il lettore avrò un
            danno ancora peggiore che se perdessi il
            bancomat, o le chiavi di casa.Esattamente
            Ottimo incentivo ad evitare come la peste i brani
            legali, anche se potessi averli gratis
            (promozioni, omaggio...): converrebbe avere solo
            roba piratata, almeno non si rischia nulla perché
            anche se la perdi non c'è il nome
            sopra.Nope. Puoi sempre aspettare che il brano venga liberalizzato, se leggi meglio quanto ho scritto sopra per registrare un opera con distribuzione limitata devi PAGARE (più tempo lo vuoi tenere sotto "C" più paghi, prima o poi lo devi lasciare libero per forza di cose)Tuttavia scegliendo il "C" l'autore ha a disposizione una filiera ben definita e controllata (quindi la spesa potrebbe avere un senso in particolari situazioni)allo stesso modo avere in anteprima certe opere potrebbe essere un vantaggio per certi clienti finali rispetto ad altri (quindi i rischi impliciti possono essere bilanciati da altri aspetti)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 dicembre 2013 23.26-----------------------------------------------------------
  • Netizen Kane scrive:
    "Sceriffo"?
    Non chiamateli "sceriffi". Uno sceriffo è un tutore dell'ordine nominato per elezione popolare. Questi sono scagnozzi di un ente privato con nessuna autorità, che può derivare solo da un mandato popolare.
    • Leguleio scrive:
      Re: "Sceriffo"?

      Non chiamateli "sceriffi". Uno sceriffo è un
      tutore dell'ordine nominato per elezione
      popolare. Nel Rhode Island e in Florida sono nominati. E in generale, nei Paesi ex colonie britanniche in cui questa funzione ancora esiste, e nella stessa Inghilterra, sono nominati.E scrivere "nominato per elezione" è una contraddizione in termini: o è nominato, o è eletto. :)
      Questi sono scagnozzi di un ente
      privato L'Autorità garante per le comunicazioni è un ente creato dal parlamento (legge n° 249, 31 luglio 1997), ed è pubblico a tutti gli effetti.
      con nessuna autorità, che può derivare
      solo da un mandato
      popolare.Dove l'ho già sentita questa?.....Ah sì, ora mi ricordo:http://www.corriere.it/politica/09_maggio_15/bossi_salario_territoriale_magistrati_eletti_9b45e7a0-4175-11de-8b5d-00144f02aabc.shtmlComplimenti per l'identità di visione. :D
      • Netizen Kane scrive:
        Re: "Sceriffo"?
        - Scritto da: Leguleio
        E scrivere "nominato per elezione" è una
        contraddizione in termini: o è nominato, o è
        eletto.
        :)
        Complimenti per la precisazione. Lavori in un ufficio?
        L'Autorità garante per le comunicazioni è un ente
        creato dal parlamento (legge n° 249, 31
        luglio 1997), ed è pubblico a tutti gli effetti.
        Grazie per la correzione. Puoi dirmi dove lavori? Devono pagarti bene.
        Dove l'ho già sentita questa?
        .
        .
        .
        .
        .
        Ah sì, ora mi ricordo:
        http://www.corriere.it/politica/09_maggio_15/bossi
        Complimenti per l'identità di visione. :DNekulturny. Deriva da questo: http://www.imdb.com/title/tt0071853/?ref_=nv_sr_1Però devo farti i miei complimenti: come yes-man e soldatino dei potenti sei un esempio per tutti coloro che aspirano ad un lavoro sicuro e ben remunerato al servizio dell'élite.
        • Leguleio scrive:
          Re: "Sceriffo"?


          E scrivere "nominato per elezione" è una

          contraddizione in termini: o è nominato, o è

          eletto.

          :)



          Complimenti per la precisazione. Lavori in un
          ufficio?No.

          L'Autorità garante per le comunicazioni è un
          ente

          creato dal parlamento (legge n° 249, 31

          luglio 1997), ed è pubblico a tutti gli
          effetti.



          Grazie per la correzione. Prego.
          Puoi dirmi dove lavori?
          Devono pagarti
          bene.Tu puoi dirmi l'ultima volta che hai scopato, e il suo nome? Giusto per sottolineare il tenore delle tue domande.

          Dove l'ho già sentita questa?

          .

          .

          .

          .

          .

          Ah sì, ora mi ricordo:


          http://www.corriere.it/politica/09_maggio_15/bossi

          Complimenti per l'identità di visione. :D

          Nekulturny. Deriva da questo:
          http://www.imdb.com/title/tt0071853/?ref_=nv_sr_1Ho perso tempo a seguire l'attualità italiana anziché i film comici. Dici che dovrei recuperare, per mettermi al tuo livello culturale?
          Però devo farti i miei complimenti: come yes-man
          e soldatino dei potenti sei un esempio per tutti
          coloro che aspirano ad un lavoro sicuro e ben
          remunerato al servizio
          dell'élite.Ho capito, oggi sono uno yes-man. ;)Domani sarò un astroturfer, un parassita, un servo di qualcosa o di qualcuno... a piacere. Pur di non ammettere di aver scritto cose sbagliate ci si inventa di tutto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 dicembre 2013 14.37-----------------------------------------------------------
          • Allibito scrive:
            Re: "Sceriffo"?
            Modificato dall' autore il 15 dicembre 2013 14.37
            --------------------------------------------------I miei complimenti a Leguleio per la sua precisione, so che non è facile dialogare con chi la butta in politica da bar e nomina troppo spesso le parole "potenti" e "Lobbye". Chi legge le cose scritte da Leguleio e riesce anche a capirle dovrebbe aver chiaro che le sua precisazioni sono sempre obiettive, riferite a leggi e non alla fantasia personale. Non ha mai preso le mie parti ne quelle di chi ama l'anarchia, si limita ai fatti, indipendentemente dalla persona che li ha compiuti.Solo una curiosità: chi te lo fa fare? Ancora i miei complimenti.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: "Sceriffo"?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • sgabbione scrive:
            Re: "Sceriffo"?
            (cylon)(cylon)(cylon)
        • Feet on the Ground scrive:
          Re: "Sceriffo"?
          Prendi e porta a casa, bamboccio. Se stavi zitto evitavi figuracce. :)
    • prova123 scrive:
      Re: "Sceriffo"?
      No no, sono sceriffi solo chiacchere e distintivo ... vedi Hadopi! :D
  • Free Internet scrive:
    ABOLIRE IL COPYRIGHT!!!
    Due studiosi di economia dell'Università di Washington hanno esaminato le attuali leggi sul copyright e i brevetti arrivando alla conclusione che al giorno d'oggi non vanno più bene. I due studiosi vedono nelle attuali leggi sulla proprietà intellettuale una similitudine col "monopolio commerciale del medioevo" che fu una cosa completamente negativa per l'economia, e ne chiedono una riforma complessiva. Le conferenze stampa di MPAA e RIAA spesso enfatizzano quanto l'estensione dei termini di copyright aiuti l'impiego e assista l'economia, ma è il loro lavoro mettere le cose sotto questa prospettiva. Ma è quando a parlare sono degli esperti indipendenti, i quali dicono che estendere i termini sul copyright danneggia l'economia e frena l'innovazione che le persone dovrebbero fermarsi e riflettere. Purtroppo fin troppo spesso tali esperti sono ignorati perchè sono solo persone che conoscono la materia e non contribuenti a fondi di campagne per qualche politico. Inoltre si concentrano sui fatti e non su delle vaghe associazioni tra pirateria-criminalità-terrorismo. I due esperti in questione sono Michele Boldrin e David K. Levine, studiosi di economia dell'Università di Washington di San Luis. Boldrin, a capo della sezione economia dell'universita fa notare che ciò che rientra sotto il nome di Proprietà Intellettuale è in fatti "un monopolio intellettuale che frena piuttosto che aiutare lo sviluppo economico del mercato libero, che ha portato benessere e innovazione nelle nostre case". "Da un punto di vista pubblico, idealmente dovremmo eliminare completamente sia le leggi sui brevetti che sul copyright" dice Levine, John H. Biggs stimato docente in economia. "Ci sono molte protezioni per gli inventori e molte protezioni e opportunità di fare soldi per i creatori. No è che la vediamo come una sorta di opera di carità nei confronti delle persone che hanno intenzione di creare o inventare qualcosa. Prove dimostrano che ci sono molti modi di fare soldi senza brevetti ne copyright." In un breve filmato Levine afferma che il copyright non dovrebbe essere visto come un'opera di carità, e questa è una lezione che il Commissario McCreevy dovrebbe imparare. Afferma inoltre che Monopolio Intellettuale è un termine molto più appropriato e che il termine "proprietà" è solo un titolo di propaganda adottato recentemente, un tema su cui Richard Stallman della Free Software Foundation aveva già discusso in passato. I punti di vista di questi due esperti in economia sono presentati nel libro "Against Intellectual Monopoly", dove suggeriscono che il sistema dei brevetti e del copyright negli Stati Uniti dovrebbe almeno ritornare a rappresentare quello per cui erano stati creati inizialmente, cioè promuovere il progresso della scienza. Nel libro sottolineano che: "Nei prossimi decenni il sostentamento del progresso tecnologico dipendera' sempre di piu' dalla nostra abilita' nel ridurre progressivamente ed eventualmente eliminare il monopolio intellettuale."
  • Funz scrive:
    Dura due mesi
    Una roba talmente palesemente incostituzionale, sbilanciata, ingiusta e sproporzionata, nemmeno in Italia può restare.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Dura due mesi
      Maidire mai.... :(
      • sgabbietto scrive:
        Re: Dura due mesi
        04/10
        • sgabbicesso scrive:
          Re: Dura due mesi
          1/10
          • sgabbino scrive:
            Re: Dura due mesi
            Hai fatto un figura di palta.
          • sgabibbo scrive:
            Re: Dura due mesi
            (cylon)(cylon)(cylon)
          • ... scrive:
            Re: Dura due mesi
            - Scritto da: sgabibbo
            (cylon)(cylon)(cylon)(troll)(troll1)(troll2)Ora va meglio
          • sgabbia scrive:
            Re: Dura due mesi
            pere per mele
          • sgabbiuzzin o scrive:
            Re: Dura due mesi
            Il giochino dell'ultima parola.
          • Sgabbia tu Che sgabbio io scrive:
            Re: Dura due mesi
            - Scritto da: sgabbiuzzin o
            Il giochino dell'ultima parola.E il giochino del cretino
          • sgabbio senza contegno scrive:
            Re: Dura due mesi
            Hai fatto una figura di palta.[img]http://farm6.staticflickr.com/5162/5373915525_58b5cac3a4_z.jpg[/img]
          • sgabbivendo lo scrive:
            Re: Dura due mesi
            - Scritto da: sgabbio senza contegno
            Hai fatto una figura di palta.

            [img]http://farm6.staticflickr.com/5162/5373915525(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(troll) (troll) (rotfl) (rotfl) (troll) (troll)(troll) (rotfl) (troll) (troll) (rotfl) (troll)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)
          • Sgabbia tu Che sgabbio io scrive:
            Re: Dura due mesi
            - Scritto da: sgabbia
            pere per melee pare per male
    • Ubunto scrive:
      Re: Dura due mesi
      - Scritto da: Funz
      Una roba talmente palesemente incostituzionale,
      sbilanciata, ingiusta e sproporzionata, nemmeno
      in Italia può
      restare.sì, anche io penso sia incostituzionale.
      • Leguleio scrive:
        Re: Dura due mesi


        Una roba talmente palesemente
        incostituzionale,

        sbilanciata, ingiusta e sproporzionata,
        nemmeno

        in Italia può

        restare.

        sì, anche io penso sia incostituzionale.Ho fatto una ricerchina con google. Cercando "legge" e "incostituzionale", solo limitandosi all'ultima settimana, vengono decine di migliaia di risultati. Oggi le leggi che stanno sul XXXX si chiamano così. Un tempo si sarebbe detto "legge truffa", o "legge fascista". Ah, le mode linguistiche... ;)
        • Leguleio scrive:
          Re: Dura due mesi
          - Scritto da: Leguleio


          Una roba talmente palesemente

          incostituzionale,


          sbilanciata, ingiusta e sproporzionata,

          nemmeno


          in Italia può


          restare.



          sì, anche io penso sia incostituzionale.

          Ho fatto una ricerchina con google. Cercando
          "legge" e "incostituzionale", solo limitandosi
          all'ultima settimana, vengono decine di migliaia
          di risultati.

          Oggi le leggi che stanno sul XXXX si chiamano
          così. Un tempo si sarebbe detto "legge truffa", o
          "legge fascista". Ah, le mode linguistiche...
          ;)Già a quanto pare anche chiamare legge i regolamenti va molto qui su PI(rotfl)(rotfl)
        • Funz scrive:
          Re: Dura due mesi
          - Scritto da: Leguleio


          Una roba talmente palesemente

          incostituzionale,


          sbilanciata, ingiusta e sproporzionata,

          nemmeno


          in Italia può


          restare.



          sì, anche io penso sia incostituzionale.

          Ho fatto una ricerchina con google. Cercando
          "legge" e "incostituzionale", solo limitandosi
          all'ultima settimana, vengono decine di migliaia
          di risultati.

          Oggi le leggi che stanno sul XXXX si chiamano
          così. Un tempo si sarebbe detto "legge truffa", o
          "legge fascista". Ah, le mode linguistiche...
          ;)no. Incostituzionale ha un preciso significato. E può riguardare benissimo lo spirito di una legge, e non solo la lettera (a cui te ti limiti sempre).
          • Leguleio scrive:
            Re: Dura due mesi


            Ho fatto una ricerchina con google. Cercando

            "legge" e "incostituzionale", solo
            limitandosi

            all'ultima settimana, vengono decine di
            migliaia

            di risultati.



            Oggi le leggi che stanno sul XXXX si chiamano

            così. Un tempo si sarebbe detto "legge
            truffa",
            o

            "legge fascista". Ah, le mode linguistiche...

            ;)
            no. Incostituzionale ha un preciso significato. E
            può riguardare benissimo lo spirito di una legge,
            e non solo la lettera (a cui te ti limiti
            sempre).I giudici della corte costtuzionale possono valutare la lettera, ma non lo spirito. Per quello ci vuole l'esorcista. :)Scherzi a parte, dimmi in che cosa sarebbe incostituzionale questa legge, quale articolo violerebbe.
  • prova123 scrive:
    I bollini SIAE sono illegali.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/02/bollini-siae-storie-di-ordinaria-ingiustizia-a-lieto-fine/e poi pretendono la legalità quando i primi a comportarsi in modo illegale sono proprio loro.
    • prova123 scrive:
      Re: I bollini SIAE sono illegali.
      Per non parlare dell'illegalità dello spot antipirateria:http://www.hwupgrade.it/articoli/multimedia/3313/spot-antipirateria-la-colonna-sonora-illegale_index.htmlTutti questi cialtroni strombazzano principi di legalità e sono i primi a comportarsi in maniera illegale....
      • Leguleio scrive:
        Re: I bollini SIAE sono illegali.

        Per non parlare dell'illegalità dello spot
        antipirateria:

        http://www.hwupgrade.it/articoli/multimedia/3313/sLì però la SIAE non c'entra nulla: lo spot è stato ideato dall'omologa della SIAE, la BREIN olandese, e poi tradotto.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: I bollini SIAE sono illegali.
          Non è che la cosa cambi molto alla fin fine.
          • Leguleio scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.

            Non è che la cosa cambi molto alla fin fine.Però la censura va sottolineata, e anche il fatto che io divaghi. Altrimenti non ti chiami più Sg@bbio.
          • sgabbione scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.
            Il dito indice..... la luna piena.....
          • Leguleio scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.
            - Scritto da: sgabbione
            Il dito indice..... la luna piena.....il cavallo e il somaro....
          • sgabbione scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.
            Pere con le mele.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: I bollini SIAE sono illegali.
          - Scritto da: Leguleio

          Per non parlare dell'illegalità dello spot

          antipirateria:




          http://www.hwupgrade.it/articoli/multimedia/3313/s

          Lì però la SIAE non c'entra nulla: lo spot è
          stato ideato dall'omologa della SIAE, la BREIN
          olandese, e poi
          tradotto.Se la SIAE non c'entra nulla, perché se la prende con me se condivido brani di artisti olandesi?
          • Leguleio scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.



            Per non parlare dell'illegalità dello
            spot


            antipirateria:








            http://www.hwupgrade.it/articoli/multimedia/3313/s



            Lì però la SIAE non c'entra nulla: lo spot è

            stato ideato dall'omologa della SIAE, la
            BREIN

            olandese, e poi

            tradotto.
            Se la SIAE non c'entra nulla, perché se la prende
            con me se condivido brani di artisti
            olandesi?Mica solo olandesi: tutti quelli che risultano depositati anche in Italia. Il diritto d'autore è transfrontaliero.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.
            - Scritto da: Leguleio



            Per non parlare dell'illegalità
            dello

            spot



            antipirateria:













            http://www.hwupgrade.it/articoli/multimedia/3313/s





            Lì però la SIAE non c'entra nulla: lo
            spot
            è


            stato ideato dall'omologa della SIAE, la

            BREIN


            olandese, e poi


            tradotto.


            Se la SIAE non c'entra nulla, perché se la
            prende

            con me se condivido brani di artisti

            olandesi?

            Mica solo olandesi: tutti quelli che risultano
            depositati anche in Italia. Il diritto d'autore è
            transfrontaliero.Quindi la SIAE difendendo la BREIN e diffondendo gli spot da quest'ultima prodotti è anche colpevole in solido delle sue stesse violazioni dei diritti degli autori del brano presente in quello spot.Perché non paga?E se la SIAE non paga chi dovrebbe pagare, perché noi dovremmo pagare la SIAE?
          • Leguleio scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.




            Lì però la SIAE non c'entra nulla:
            lo

            spot

            è



            stato ideato dall'omologa della
            SIAE,
            la


            BREIN



            olandese, e poi



            tradotto.




            Se la SIAE non c'entra nulla, perché se
            la

            prende


            con me se condivido brani di artisti


            olandesi?



            Mica solo olandesi: tutti quelli che
            risultano

            depositati anche in Italia. Il diritto
            d'autore
            è

            transfrontaliero.
            Quindi la SIAE difendendo la BREIN e diffondendo
            gli spot da quest'ultima prodotti Ma no, ho chiesto in giro qui su PI, non li trasmettono più:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3945260&m=3946270#p3946270Finché la storia del musicista non pagato non è venuta fuori, la SIAE non poteva sapere.
            è anche
            colpevole in solido delle sue stesse violazioni
            dei diritti degli autori del brano presente in
            quello
            spot.No, non necessariamente. Quando si vende un prodotto audiovisivo, e la BREIN lo ha venduto alla SIAE, visto che sono organizzazioni separate, si intende che tutti i diritti sono stati pagati.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.
            - Scritto da: Leguleio
            Ma no, ho chiesto in giro qui su PI, non li
            trasmettono più:Ah non lo so, da quando li hanno smessi ho smesso io di comprare cd e dvd e di andare al cinema. Le diffamazioni (dare del ladro ad altri è diffamazione) se le pagassero coi loro soldi, non certo coi miei.
          • Leguleio scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.


            Ma no, ho chiesto in giro qui su PI, non li

            trasmettono più:

            Ah non lo so, da quando li hanno smessi ho smesso
            io di comprare cd e dvd e di andare al cinema. Le
            diffamazioni (dare del ladro ad altri è
            diffamazione) se le pagassero coi loro soldi, non
            certo coi
            miei.Se la cosa ti può consolare nel 1982 fu lanciata una campagna di manifesti che avevano come slogan "Comincia dalla prima sigaretta il lento suicidio dei XXXXXXXX". Vedi:http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,9/articleid,1040_01_1982_0116_0009_17373022/Pubblicitari molto ispirati, come vedi.
          • Leguleio scrive:
            Re: I bollini SIAE sono illegali.
            - Scritto da: Leguleio


            Ma no, ho chiesto in giro qui su PI,
            non
            li


            trasmettono più:



            Ah non lo so, da quando li hanno smessi ho
            smesso

            io di comprare cd e dvd e di andare al
            cinema.
            Le

            diffamazioni (dare del ladro ad altri è

            diffamazione) se le pagassero coi loro
            soldi,
            non

            certo coi

            miei.

            Se la cosa ti può consolare nel 1982 fu lanciata
            una campagna di manifesti che avevano come slogan
            "Comincia dalla prima sigaretta il lento suicidio
            dei XXXXXXXX".
            Vedi:
            http://www.archiviolastampa.it/component/option,co

            Pubblicitari molto ispirati, come vedi.Possiamo sempre lanciarne una nuova tipo:"Comincia dalla primo download il lento suicidiodei XXXXXXXX".Che dici funzionerà?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Vattelalbic occa scrive:
      Re: I bollini SIAE sono illegali.
      A volte io li trovo SOPRA il cellophane e non attaccati alle custodie.Pensa che una volta ne ho trovato uno su un gioco INGLESE nuovo e sigiliiato acquistato DAL REGNO UNITO. E c'era scritto Bandai Namco, che il gioco era della Codemasters! Robe dell'altro mondo :)
  • M.R. scrive:
    Se scaricare "illegalmente" come dicono
    ... lorsignori rende così tanti soldi ai "pirati" soprattutto con la pubblicità, perché allora non passano al "lato oscuro della forza" (e spero no mi denuncino per citazione... ;-) )così guadagnano bene anche loro tutti quei fantastigliardi e la smettono di rompere?Perché la SIAE non apre un bel sito sulla falsariga di quelli che definisce pirata (senza copiarli troppo però altrimenti rischiano di violare il diritto d'autore) e si mette ad aspettare che il loro conto in banca lieviti senza sbattersi più di tanto?A parte gli scherzi, che la smettano di rompere e dare la colpa agli altri della propria incompetenza, arretratezza tecnologica, incapacità di capire il mercato e i consumatori e così via.Quello che loro chiamano "mercato legale" è in realtà un cartello dove i prezzi sono tutti allineati all' insù (vedi i noleggi dagli store online con costi al livello di un biglietto al cinema quando in videoteca un film lo noleggio 6 ore a 1,00 ; perché Blocbuster è fallito?) con restrizioni di tutti i tipi (DRM), la qualità delle ADSL che in alcuni casi sono penose (senza dimenticare i posti dove addirittura mancano le linee), l'offerta ridotta e addirittura in alcuni casi i prezzi degli "acquisti digitali" sono superiori a quelli delle controparti fisiche (ad es. Blu ray, libri, cd musicali costano meno se li compri e la mancanza di limitazioni di utilizzo "non ha prezzo").Ma questo non lo capiscono, NON VOGLIONO CAPIRLO e guai a farglielo notare.
    • Leguleio scrive:
      Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono

      ... lorsignori rende così tanti soldi ai "pirati"
      soprattutto con la pubblicità, perché allora non
      passano al "lato oscuro della forza" (e spero no
      mi denuncino per citazione... ;-) )così
      guadagnano bene anche loro tutti quei
      fantastigliardi e la smettono di
      rompere?Cosa c'entra l'AgCom, o la SIAE, con investimenti in nuove attività? Mica sono imprenditori, hanno funzioni diverse. Questa domanda la puoi fare eventualmente alle etichette discografiche e alle case cinematografiche.
      A parte gli scherzi, che la smettano di rompere e
      dare la colpa agli altri della propria
      incompetenza, arretratezza tecnologica,
      incapacità di capire il mercato e i consumatori e
      così
      via.Mai sentita la SIAE e l'AgCom accusare qualcuno di incompetenza e arretratezza. Sanzionano irregolarità, quando ne trovano, e continueranno a farlo. Nel senso che i consigli su PI non li leggono, e se anche capitasse per sbaglio, non li seguono.
      Quello che loro chiamano "mercato legale" è in
      realtà un cartello dove i prezzi sono tutti
      allineati all' insù Allora ci vuole l'Autorità garante della concorrenza e del mercato. L'Agcom non c'entra, in questo caso.
      Ma questo non lo capiscono, NON VOGLIONO CAPIRLO
      e guai a farglielo
      notare.Non sono loro che devono capirlo... Sono i consumatori che devono fondare gruppi di pressione e associazioni un po' più potenti di quelle attuali.
      • prova123 scrive:
        Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
        gruppi di pressione ? ... colpisci dritto al portafoglio, questo è quello che fa veramente male.
        • Leguleio scrive:
          Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono

          gruppi di pressione ? ... colpisci dritto al
          portafoglio, questo è quello che fa veramente
          male.Sai che non ricordo un boicottaggio nella storia d'Italia che abbia funzionato?In compenso mi ricordo di questi appelli/catene di Sant'Antonio, all'epoca presentate come una cosa seria, oggi viene raccontata come una barzelletta sui matti:http://www.attivissimo.net/antibufala/caro_benzina/caro_benzina.htm
          • Leguleio scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
            - Scritto da: Leguleio

            gruppi di pressione ? ... colpisci dritto al

            portafoglio, questo è quello che fa veramente

            male.

            Sai che non ricordo un boicottaggio nella storia
            d'Italia che abbia
            funzionato?Beh se non funziona buon per loro!Perchè si lamentano non c'è quindi bisogno ne di lobby ne di nuovi "regolamenti" che proteggano il loro modello di business no? :D
      • bubba scrive:
        Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
        - Scritto da: Leguleio

        ... lorsignori rende così tanti soldi ai
        "pirati"

        soprattutto con la pubblicità, perché allora
        non

        passano al "lato oscuro della forza" (e
        spero no


        mi denuncino per citazione... ;-) )così

        guadagnano bene anche loro tutti quei

        fantastigliardi e la smettono di

        rompere?

        Cosa c'entra l'AgCom, o la SIAE, con investimenti
        in nuove attività? Mica sono imprenditori, beh... la siae praticamente lo e'... gestisce fondi immobiliari e mobiliari...

        A parte gli scherzi, che la smettano di
        rompere
        e

        dare la colpa agli altri della propria

        incompetenza, arretratezza tecnologica,

        incapacità di capire il mercato e i
        consumatori
        e

        così

        via.

        Mai sentita la SIAE e l'AgCom accusare qualcuno
        di incompetenza e arretratezza. dovrebbe accusare se stessa. :) non sarebbe carino. Oddio, qualche bestemmione sara' sicuramente volato, pero', visto che l'hanno anche commissariata :)
        Sanzionano irregolarità, quando ne trovano, e continueranno
        a farlo. Nel senso che i consigli su PI non li
        leggono, e se anche capitasse per sbaglio, non li
        seguono.in effetti e' capitato che Mazza leggesse... poi ovviamente fan quel che je pare.


        Quello che loro chiamano "mercato legale" è
        in

        realtà un cartello dove i prezzi sono tutti

        allineati all' insù

        Allora ci vuole l'Autorità garante della
        concorrenza e del mercato. L'Agcom non c'entra,
        in questo
        caso.beh c'e' una lettera in meno :D

        Ma questo non lo capiscono, NON VOGLIONO
        CAPIRLO

        e guai a farglielo

        notare.

        Non sono loro che devono capirlo... Sono i
        consumatori che devono fondare gruppi di
        pressione e associazioni un po' più potenti di
        quelle attuali.per ora abbiamo creato i2p e osiris :) per avere fondi pari ai loro dovremmo... diventare delle Major :)PS: certo che oggi hai lavorato a cottimo :) .... e pure ruppolo vedo :P
        • Leguleio scrive:
          Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono


          Cosa c'entra l'AgCom, o la SIAE, con
          investimenti

          in nuove attività? Mica sono imprenditori,
          beh... la siae praticamente lo e'... gestisce
          fondi immobiliari e
          mobiliari...Esistono diversi privati cittadini che gestiscono fondi immobiliari... oppure investono in borsa. Per fare l'imprenditore ci vuole qualcosa di più, queste attività io le metterei nella categoria "speculatori".

          Mai sentita la SIAE e l'AgCom accusare
          qualcuno

          di incompetenza e arretratezza.
          dovrebbe accusare se stessa. :) non sarebbe
          carino. Oddio, qualche bestemmione sara'
          sicuramente volato, pero', visto che l'hanno
          anche commissariata
          :)L'hanno commissariata per la gestione allegra dei soldi. Non hanno detto ai dirigenti "non sapete fare il vostro lavoro", non che io sappia almeno.

          Non sono loro che devono capirlo... Sono i

          consumatori che devono fondare gruppi di

          pressione e associazioni un po' più potenti
          di

          quelle attuali.
          per ora abbiamo creato i2p e osiris :) per
          avere fondi pari ai loro dovremmo... diventare
          delle Major
          :)Io ho un'idea più semplice: dovreste essere più dei quattro gatti che sbraitano periodicamente su PI. Il resto degli italiani ognora queste istanze e nemmeno capisce dove sta il problema.
          PS: certo che oggi hai lavorato a cottimo :) ....
          e pure ruppolo vedo
          :P <B
          Ieri </B
          , prego: il tuo commento è dopo la mezzanotte.
          • Leguleio scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
            - Scritto da: Leguleio


            Cosa c'entra l'AgCom, o la SIAE, con

            investimenti


            in nuove attività? Mica sono
            imprenditori,



            beh... la siae praticamente lo e'... gestisce

            fondi immobiliari e

            mobiliari...

            Esistono diversi privati cittadini che gestiscono
            fondi immobiliari... oppure investono in borsa.
            Per fare l'imprenditore ci vuole qualcosa di più,
            queste attività io le metterei nella categoria
            "speculatori".Nella categoria XXXXX dato il bilancio SIAE.(rotfl)(rotfl)
          • bubba scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
            - Scritto da: Leguleio


            Cosa c'entra l'AgCom, o la SIAE, con

            investimenti


            in nuove attività? Mica sono
            imprenditori,



            beh... la siae praticamente lo e'... gestisce

            fondi immobiliari e

            mobiliari...

            Esistono diversi privati cittadini che gestiscono
            fondi immobiliari... oppure investono in borsa.
            Per fare l'imprenditore ci vuole qualcosa di più,
            queste attività io le metterei nella categoria
            "speculatori".speculatori sicuro... maaaa direi che essendo iscritti al CIAA, al REA ed essendo ente economico... direi possiamo tranquillamente metterli nella categoria '(im)prenditori'



            Mai sentita la SIAE e l'AgCom accusare

            qualcuno


            di incompetenza e arretratezza.

            dovrebbe accusare se stessa. :) non sarebbe

            carino. Oddio, qualche bestemmione sara'

            sicuramente volato, pero', visto che l'hanno

            anche commissariata

            :)

            L'hanno commissariata per la gestione allegra dei
            soldi. Non hanno detto ai dirigenti "non sapete
            fare il vostro lavoro", non che io sappia almeno.Di certo non hanno ricevuto complimenti, per il dissesto e l'abuso :) Come gli "amici" dell'IMAIE. (a quando il botto dell' SCF?)

            per ora abbiamo creato i2p e osiris :) per

            avere fondi pari ai loro dovremmo...
            diventare

            delle Major

            :)

            Io ho un'idea più semplice: dovreste essere più
            dei quattro gatti che sbraitano periodicamente su
            PI.

            Il resto degli italiani ognora queste istanze
            e nemmeno capisce dove sta il
            problema.Concordo sulla seconda frase. E i motivi sono ben diversificati... UNO sicuramente e' dato dall'enforcement bieco e generalizzato. Se vieti tutto, "tutti" lo ignoreranno.Meno sulla prima... non sono proprio quattro gatti. Dipende con precisione che segmento di protesta prendiamo... Per i balzelli puoi trovare anche la Lapam (per dire). Puoi trovare Altroconsumo ecc...Ovviamente NESSUNO e' tanto potente quanto un set di portaborse parlamentari delle 4 sorelle della musica :P (sono 4 ora?)Altrettanto ovviamente si puo' notare il silenzio assordante delle Tv su questo...

            PS: certo che oggi hai lavorato a cottimo :)
            ....

            e pure ruppolo vedo

            :P

            <B
            Ieri </B
            , prego: il tuo
            commento è dopo la
            mezzanotte.Era un post predittivo... infatti hai lavorato bene anche dopo :)
          • Leguleio scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono



            beh... la siae praticamente lo e'...
            gestisce


            fondi immobiliari e


            mobiliari...



            Esistono diversi privati cittadini che
            gestiscono

            fondi immobiliari... oppure investono in
            borsa.

            Per fare l'imprenditore ci vuole qualcosa di
            più,

            queste attività io le metterei nella
            categoria

            "speculatori".
            speculatori sicuro... maaaa direi che essendo
            iscritti al CIAA, al REA ed essendo ente
            economico... direi possiamo tranquillamente
            metterli nella categoria
            '(im)prenditori'Cos'è il CIAA?L'iscrizione al REA in sé non mi pare dimostri granché, visto che in questo registro si devono iscrivere, per dire, anche associazioni parrocchiali che gestiscono un baretto la domenica mattina; tutti quegli enti che non hanno titolo per iscriversi al Registro Imprese.

            L'hanno commissariata per la gestione
            allegra
            dei

            soldi. Non hanno detto ai dirigenti "non
            sapete

            fare il vostro lavoro", non che io sappia
            almeno.
            Di certo non hanno ricevuto complimenti, per il
            dissesto e l'abuso :)Sì, ma chi lavora in SIAE non si deve occupare di bilanci e di flussi finanziari, non credo che ce lo si aspetti. Un brocco in amministrazione aziendale può essere un ottimo gestore degli interessi dei suoi associati. Poi nel caso SIAE non si verifica nemmeno la seconda condizione. :|
            Come gli "amici" dell'IMAIE. (a quando il botto
            dell'
            SCF?)Mah... vediamo se le lasciano affondare oppure le salvano.

            Io ho un'idea più semplice: dovreste essere
            più

            dei quattro gatti che sbraitano
            periodicamente
            su

            PI.



            Il resto degli italiani ognora queste istanze

            e nemmeno capisce dove sta il

            problema.
            Concordo sulla seconda frase. La prima è l'argomento dell'uomo di paglia, è cosa nota oramai. (rotfl)
            E i motivi sono ben
            diversificati... UNO sicuramente e' dato
            dall'enforcement bieco e generalizzato. Se vieti
            tutto, "tutti" lo
            ignoreranno.Boh... altri qui sostengono che la politica di vietare tutto porta alle rivoluzioni. Tu dici che non serve a nulla. Decidetevi.
            Meno sulla prima... non sono proprio quattro
            gatti. Dipende con precisione che segmento di
            protesta prendiamo... Per i balzelli puoi
            trovare anche la Lapam (per dire). Puoi trovare
            Altroconsumo
            ecc...Quattro gatti, perlappunto. Non diventano di più se sporadicamente il nome delle associazioni finiscono sui media.
            Ovviamente NESSUNO e' tanto potente quanto un set
            di portaborse parlamentari delle 4 sorelle della
            musica :P (sono 4
            ora?)Sono tre: Sony, UMG e Warner.
            Altrettanto ovviamente si puo' notare il silenzio
            assordante delle Tv su
            questo...Anche qui, ho paura che non ti metterai d'accordo con gli altri utenti qui: sostengono che la tv è il vecchio, non conta più molto e conterà sempre meno, e che ora conta solo il web.
          • bubba scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
            - Scritto da: Leguleio



            beh... la siae praticamente lo
            e'...

            gestisce



            fondi immobiliari e



            mobiliari...





            Esistono diversi privati cittadini che

            gestiscono


            fondi immobiliari... oppure investono in

            borsa.


            Per fare l'imprenditore ci vuole
            qualcosa
            di

            più,


            queste attività io le metterei nella

            categoria


            "speculatori".


            speculatori sicuro... maaaa direi che essendo

            iscritti al CIAA, al REA ed essendo ente

            economico... direi possiamo tranquillamente

            metterli nella categoria

            '(im)prenditori'

            Cos'è il CIAA?typo: CCIAA . vi si iscrivono le imprese.impresa: <L'impresa, sotto il profilo del diritto, è un' "attività economica professionalmente organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o servizi", come presente nella definizione di "imprenditore" fornita dall'art. 2082 del vigente codice civile italiano
            veda lei :)
            L'iscrizione al REA in sé non mi pare dimostri
            granché, visto che in questo registro si devono
            iscrivere, per dire, anche associazioni
            parrocchiali che gestiscono un baretto la
            domenica mattina; tutti quegli enti che non hanno
            titolo per iscriversi al Registro Imprese.in realta' e' piu' un oggetto complementare ... cmq who cares


            soldi. Non hanno detto ai dirigenti "non

            sapete


            fare il vostro lavoro", non che io
            sappia

            almeno.


            Di certo non hanno ricevuto complimenti, per
            il

            dissesto e l'abuso :)

            Sì, ma chi lavora in SIAE non si deve occupare di
            bilanci e di flussi finanziari, non credo che ce
            lo si aspetti. io se fossi socio o un finanziere me lo aspetterei eccome! Gestiscono paccate di soldi, fondi pensione, comprano immobili...Tant'e' che l'imaie per dire, e' caXXXXXta. Avranno affossato il proXXXXX come al solito, poi, ? perche' so che c'erano degli imputati... magari ora guardo...
            Un brocco in amministrazione
            aziendale può essere un ottimo gestore degli
            interessi dei suoi associati. Poi nel caso SIAE
            non si verifica nemmeno la seconda condizione.
            :|... dici? secondo me i lobbisti sono bravissimi a farli! ah ma tu intendevi per TUTTI gli associati... ah no allora so' pessimi.

            Come gli "amici" dell'IMAIE. (a quando il
            botto

            dell'

            SCF?)

            Mah... vediamo se le lasciano affondare oppure le
            salvano.e' gia da un po che esiste la "nuova imaie". Non so com'e' andato l'affaire giudiziario cmq..Btw, vedere il sito di SCF rode un po il XXXX :P


            Io ho un'idea più semplice: dovreste
            essere

            più


            dei quattro gatti che sbraitano

            periodicamente

            su


            PI.





            Il resto degli italiani ognora queste
            istanze


            e nemmeno capisce dove sta il


            problema.


            Concordo sulla seconda frase.

            La prima è l'argomento dell'uomo di paglia, è
            cosa nota oramai.
            (rotfl)(rotfl) a volte non ci faccio neanche piu' caso..... cmq ,no, non era questo il caso.....

            E i motivi sono ben

            diversificati... UNO sicuramente e' dato

            dall'enforcement bieco e generalizzato. Se
            vieti

            tutto, "tutti" lo

            ignoreranno.

            Boh... altri qui sostengono che la politica di
            vietare tutto porta alle rivoluzioni. Tu dici che
            non serve a nulla.ecco qui un po di straw-man c'e' :) a parte che non ho mai letto qui che "la politica del vietare tutto porta alla rivoluzione"... porta all'abbaiare (da un lato -per chi vorrebbe ben altri sistemi-) e, per lo piu', a strafregarsene. Visto che tecnicamente e' sempre stato possibile. Il fatto che il "divieto generalizzato" non abbia portato ad alcuna rivoluzione (nel senso di forconi in sede siae/sony/publitalia80... ovviamente eventi di protesta ce ne sono stati.... clamoroso quello dell'ACTA), MA sia "normalmente" ignorato ... E' un fatto, da anni. Del resto lo dicevi anche tu "Il resto degli italiani ognora queste istanze ecc" (typo incluso ;-) Le ignora perche, come dicevo, essendo tutto vietato... rippare checco zalone(2013) o biancaneve(1937).. o il primo libro di Calvino o l'ultimo di Fabio Volo suona -ed e' tecnicamente- identico.

            Meno sulla prima... non sono proprio quattro

            gatti. Dipende con precisione che segmento di

            protesta prendiamo... Per i balzelli puoi

            trovare anche la Lapam (per dire). Puoi
            trovare

            Altroconsumo

            ecc...

            Quattro gatti, perlappunto. Non diventano di più
            se sporadicamente il nome delle associazioni
            finiscono sui media.quanta bassa considerazione :) guarda che sull'affare balzellatorio (nel suo insieme) non sono d'accordo nemmeno tra di loro, gli aguzzini...




            Ovviamente NESSUNO e' tanto potente quanto
            un
            set

            di portaborse parlamentari delle 4 sorelle
            della

            musica :P (sono 4

            ora?)

            Sono tre: Sony, UMG e Warner.sure? ah UMG sarebbe Universal, ok... mmhh sembrano davvero poche, ma fidiamoci :P



            Altrettanto ovviamente si puo' notare il
            silenzio

            assordante delle Tv su

            questo...

            Anche qui, ho paura che non ti metterai d'accordo
            con gli altri utenti qui: sostengono che la tv è
            il vecchio, non conta più molto e conterà sempre
            meno, e che ora conta solo il
            web.lo sostiene chi guarda spezzoni tv su youtube, di solito :) A parte il lite-straw, a parte che e' uno spreco di banda ficcare "la tv" via IP (ma e' quello che stanno facendo... altro che morire), a parte le modalita' di fruizione e comodita' diverse, io ovviamente parlavo dell'informazione Tv... che e' quella sulla quale ruota il GROSSO della (in)formazione degli italiani (volente o nolente.. "vecchio" o meno che sia). E c'e' stato il silenzio duro e puro. (lieve accenno sulla googletax)PS: Notato che hanno partorito in sordina ANCHE un altra cacata?http://governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=74104 -
            nel package "credito d'imposta all editoria" ci trovi - Si prevedono le seguenti misure: disposizioni di tutela del diritto dautore quale strumento per la soluzione delle controversie derivanti dallutilizzo dei contenuti giornalistici da parte dei motori di ricerca o di aggregatori di notizie al fine di contemperare lesigenza della circolare dellinformazione anche sulle piattaforme digitali con la garanzia del rispetto dei principi in materia di tutela del diritto dautore; Tradotto 'ciucciamo soldi a googlenews e affini' A-N-C-O-R-A ?!?
          • Leguleio scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono


            Cos'è il CIAA?
            typo: CCIAA . vi si iscrivono le imprese.
            impresa: <L'impresa, sotto il profilo del
            diritto, è un' "attività economica
            professionalmente organizzata al fine della
            produzione o dello scambio di beni o servizi",
            come presente nella definizione di "imprenditore"
            fornita dall'art. 2082 del vigente codice civile
            italiano
            veda leiSì, ma guarda: bisogna iscriversi alla CCIAA anche se si vuole fare i tassisti. Non so, non riesco a vedere un ente come la SIAE definita nel concetto di impresa comunemente inteso, che cioè investe soldi in proprio, e rischia in proprio. A quel punto anche i Comuni d'italia sono imprese, visto che movimentano denaro e possiedono immobili.

            Sì, ma chi lavora in SIAE non si deve
            occupare
            di

            bilanci e di flussi finanziari, non credo
            che
            ce

            lo si aspetti.
            io se fossi socio o un finanziere me lo
            aspetterei eccome! Gestiscono paccate di soldi,
            fondi pensione, comprano
            immobili...Vista dalla prospettiva del socio inteso come proprietario di quote parte, o di azioni, hai perfettamente ragione. Il punto è che la SIAE, mi par di capire, è andata ad agire in ambiti non di sua competenza. Con i risultati che si vedono.Non credo che la SIAE avesse già immobili e tutte quelle attività parafinanziarie già alla fondazione.

            La prima è l'argomento dell'uomo di paglia, è

            cosa nota oramai.

            (rotfl)
            (rotfl) a volte non ci faccio neanche piu'
            caso..... cmq ,no, non era questo il
            caso.....Tanto la spari a caso. Una più, una meno... è un'accusa totalmente spuntata.
            a parte che non ho mai letto qui che "la politica
            del vietare tutto porta alla rivoluzione"...
            porta all'abbaiare (da un lato -per chi vorrebbe
            ben altri sistemi-) e, per lo piu', a
            strafregarsene. Visto che tecnicamente e' sempre
            stato possibile.No, qualcuno che invoca la rivoluzione c'è:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3950537&m=3950811#p3950811http://punto-informatico.it/b.aspx?i=499753&m=500281
            Il fatto che il "divieto generalizzato" non abbia
            portato ad alcuna rivoluzione (nel senso di
            forconi in sede siae/sony/publitalia80...
            ovviamente eventi di protesta ce ne sono
            stati.... clamoroso quello dell'ACTA), MA sia
            "normalmente" ignorato ... E' un fatto, da anni.In effetti è un fatto, incontrovertibile. Tranne per quei commentatori di PI che si ergono a capipopolo e per ogni minimo cambiamento nelle regole del diritto d'autore oppure nell'organizzaione di internet invocano kalanikov e ghigliottine.

            Quattro gatti, perlappunto. Non diventano di
            più

            se sporadicamente il nome delle associazioni

            finiscono sui media.
            quanta bassa considerazione :) guarda che
            sull'affare balzellatorio (nel suo insieme) non
            sono d'accordo nemmeno tra di loro, gli
            aguzzini...Ma ancora non è stato approvato! Si parla del nulla.
            A parte il lite-straw, Ah, ecco, in versione leggera. Perché c'è anche la paglia pesante: una paglia peso massimo, sì sì.
            io
            ovviamente parlavo dell'informazione Tv... che e'
            quella sulla quale ruota il GROSSO della
            (in)formazione degli italiani (volente o
            nolente.. "vecchio" o meno che sia). E c'e' stato
            il silenzio duro e puro. (lieve accenno sulla
            googletax)Insomma il mito del weblogger indipendente va a farsi benedire... E anche quello del giornale web.Farai piangere molti utenti di PI. :|
          • bubba scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
            ho fatto un 2nd post perche' ho notato che il Corriere della Sera si era svegliato e ha fatto un articolo in merito ai balzelli Siae (l'altro hot topic della settimana)http://www.corriere.it/economia/13_dicembre_15/tassa-smartphone-siae-si-scrive-decreto-4a097224-655d-11e3-95f1-73e6b5fcc151.shtmlha un impressionante elenco di 350 commenti. 99.9% di vaffangulo (in sintesi).
          • Leguleio scrive:
            Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono

            ho fatto un 2nd post perche' ho notato che il
            Corriere della Sera si era svegliato e ha fatto
            un articolo in merito ai balzelli Siae (l'altro
            hot topic della
            settimana)
            http://www.corriere.it/economia/13_dicembre_15/tasGiusto una perla:" <I
            ha ridotto lequo compenso sui prodotti che ormai non hanno più mercato, come i registratori Vhs e i vecchi telefonini, e lo ha aumentato del 500% sui prodotti amati dagli italiani come gli smartphone e i tablet (da 50 centesimi a 5,2 euro) </I
            ".La percentuale di differenza da 50 cent a 5,2 è del 940 %. L'articolista del Corriere ha sbagliato solo di 440 punti percentuali, nessuno gli ha spiegato alle medie che in questi casi si fa prima a dire "ha decuplicato l'importo" :)Tralascio il resto, come la storiella che la SIAE si scrive le norme da sola.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 dicembre 2013 07.56-----------------------------------------------------------
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Se scaricare "illegalmente" come dicono
        - Scritto da: Leguleio
        Mai sentita la SIAE e l'AgCom accusare qualcuno
        di incompetenza e arretratezza.Anche perché sarebbe il classico caso del bue che dà del cornuto all'asino.
  • ... scrive:
    contro il copyright
    contro le multinazionali e i diritti d'autore [yt]6c274q4KxdU[/yt]
  • ruppolo scrive:
    "temuto" regolamento?
    E chi sarebbe, a rigor di logica, a TEMERE questo regolamento?Chi si attiene alla Legge e Giustizia dello Stato?Chi si attiene alla Legge e Giustizia divina?Chi?
    • Free Internet scrive:
      Re: "temuto" regolamento?
      - Scritto da: ruppolo
      E chi sarebbe, a rigor di logica, a TEMERE questo
      regolamento?
      Chi si attiene alla Legge e Giustizia dello Stato?
      Chi si attiene alla Legge e Giustizia divina?

      Chi? NESSUNO!!!
      • ruppolo scrive:
        Re: "temuto" regolamento?
        - Scritto da: Free Internet
        - Scritto da: ruppolo

        E chi sarebbe, a rigor di logica, a TEMERE
        questo

        regolamento?

        Chi si attiene alla Legge e Giustizia dello
        Stato?

        Chi si attiene alla Legge e Giustizia divina?



        Chi?


        <b
        NESSUNO!!! </b
        E allora perché tanta preoccupazione?
        • Free Internet scrive:
          Re: "temuto" regolamento?
          - Scritto da: ruppolo
          E allora perché tanta preoccupazione?Quando la gente si stancherà dei privilegi parassitari dei detentori del potere e dei loro servitori sarà qualcun altro a doversi preoccupare. E seriamente!
          • ruppolo scrive:
            Re: "temuto" regolamento?
            - Scritto da: Free Internet
            - Scritto da: ruppolo


            E allora perché tanta preoccupazione?

            Quando la gente si stancherà dei privilegi
            parassitari dei detentori del potere e dei loro
            servitori sarà qualcun altro a doversi
            preoccupare. E
            seriamente!I detentori del potere li hanno posti in tale posizione proprio quella stessa gente. Gente che non sa governare ha eletto governanti che non sanno governare. Questa è la democrazia. Anzi, diciamo meglio: questa è l'altra faccia della democrazia, quella che non si vorrebbe, ma c'è.Mi viene in mente una simpatica analogia: I passeggeri di un aereo votano democraticamente chi tra loro deve pilotare l'aereo. Lo vuoi, un biglietto? @^
          • panda rossa scrive:
            Re: "temuto" regolamento?
            - Scritto da: ruppolo
            Mi viene in mente una simpatica analogia: I
            passeggeri di un aereo votano democraticamente
            chi tra loro deve pilotare l'aereo. Lo vuoi, un
            biglietto?
            @^Se quelli che votano per il pilota, poi sono gli stessi che devono prendere quel volo, compresi i candidati per il ruolo di pilota, non vedo dove stia il problema.Ci sarebbero due o tre piloti che si candiderebbero al ruolo, indicando le loro esperienze di volo precedenti, e la gente sceglie.La volta che capita che un incapace riesce ad ingannare tutti e farsi eleggere pilota, sara' semplicemente il primo a precipitare con tutto l'aereo.Come ulteriore forma di democrazia si puo' imporre che quello che alla fine viene eletto a pilotare, sia legato alla sedia e senza paracadute.E se non ci saranno candidati, semplicemente l'aereo non parte.
          • ruppolo scrive:
            Re: "temuto" regolamento?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Mi viene in mente una simpatica analogia: I

            passeggeri di un aereo votano
            democraticamente

            chi tra loro deve pilotare l'aereo. Lo vuoi,
            un

            biglietto?

            @^

            Se quelli che votano per il pilota, poi sono gli
            stessi che devono prendere quel volo, compresi i
            candidati per il ruolo di pilota,Si.
            non vedo dove
            stia il
            problema.Ottimo, quindi lo vuoi un biglietto su quell'aereo?
            Ci sarebbero due o tre piloti che si
            candiderebbero al ruolo, indicando le loro
            esperienze di volo precedenti, e la gente
            sceglie."esperienze di volo precedenti"? Ma non c'è alcuna esperienza di volo precedente! Ci sono solo PROMESSE. Per caso ti risulta che, ad esempio, l'attuale ministro della sanità Lorenzin abbia mai guidato un ministero della sanità in altri tempi e luoghi?Ma lo stesso possiamo dire di tutti gli altri:http://it.wikipedia.org/wiki/Ministri_della_salute_della_Repubblica_Italiana
            La volta che capita che un incapace riesce ad
            ingannare tutti e farsi eleggere pilota, sara'
            semplicemente il primo a precipitare con tutto
            l'aereo.Si, se non fosse che il pilota è l'unico che ha il paracadute, quindi precipitano i suoi elettori e gli altri canditati, ma lui si salva. E pure con lo stipendio pagato a fine mese e una buona pensione.
            Come ulteriore forma di democrazia si puo'
            imporre che quello che alla fine viene eletto a
            pilotare, sia legato alla sedia e senza
            paracadute.Quella sarebbe democrazia diretta, com'era nell'antica Grecia. Ma quella del mondo d'oggi è democrazia rappresentativa, quindi la tua proposta non è praticabile. Il pilota, inetto, si salverà, mentre i passeggeri periranno. Ed è quello che stiamo vivendo oggi.
            E se non ci saranno candidati, semplicemente
            l'aereo non
            parte.Quindi "semplicemente" anarchia.
          • cicciobello scrive:
            Re: "temuto" regolamento?


            E se non ci saranno candidati, semplicemente

            l'aereo non

            parte.

            Quindi "semplicemente" anarchia.Quindi, l'unica soluzione possibile.
          • panda rossa scrive:
            Re: "temuto" regolamento?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo




            Mi viene in mente una simpatica
            analogia:
            I


            passeggeri di un aereo votano

            democraticamente


            chi tra loro deve pilotare l'aereo. Lo
            vuoi,

            un


            biglietto?


            @^



            Se quelli che votano per il pilota, poi sono
            gli

            stessi che devono prendere quel volo,
            compresi
            i

            candidati per il ruolo di pilota,

            Si.


            non vedo dove

            stia il

            problema.

            Ottimo, quindi lo vuoi un biglietto su
            quell'aereo?


            Ci sarebbero due o tre piloti che si

            candiderebbero al ruolo, indicando le loro

            esperienze di volo precedenti, e la gente

            sceglie.

            "esperienze di volo precedenti"? Ma non c'è
            alcuna esperienza di volo precedente! Ci sono
            solo PROMESSE. Ci sono promesse da parte di quelli che voti tu abitualmente.
            Per caso ti risulta che, ad
            esempio, l'attuale ministro della sanità Lorenzin
            abbia mai guidato un ministero della sanità in
            altri tempi e luoghi?A me lo chiedi?Chiedilo allo specchio, che ti hanno chiesto di votare per dei partiti che poi, una volta seduti hanno fatto comunella e messo al governo non quello che si era candidato alle elezioni e le ha vinte anche se di poco, ma quello deciso dalla merkel.
            Ma lo stesso possiamo dire di tutti gli altri:
            http://it.wikipedia.org/wiki/Ministri_della_salute


            La volta che capita che un incapace riesce ad

            ingannare tutti e farsi eleggere pilota,
            sara'

            semplicemente il primo a precipitare con
            tutto

            l'aereo.

            Si, se non fosse che il pilota è l'unico che ha
            il paracadute, quindi precipitano i suoi elettori
            e gli altri canditati, ma lui si salva. E pure
            con lo stipendio pagato a fine mese e una buona
            pensione.Queste regole non le ho stabilite io.Io le mie regole te le ho spiegate prima, ma siccome sono semplici e funzionanti, allora non vengono messe in pratica.Le tue regole invece prevedono che il comandante, prima fa incagliare la nave e poi e' il primo a scappare portando in salvo l'ipad.

            Come ulteriore forma di democrazia si puo'

            imporre che quello che alla fine viene
            eletto
            a

            pilotare, sia legato alla sedia e senza

            paracadute.

            Quella sarebbe democrazia diretta, com'era
            nell'antica Grecia. Ma quella del mondo d'oggi è
            democrazia rappresentativa, quindi la tua
            proposta non è praticabile.E chi lo dice? Tu?
            Il pilota, inetto, si
            salverà, mentre i passeggeri periranno. Ed è
            quello che stiamo vivendo
            oggi.[img]http://www.giornalettismo.com/wp-content/uploads/2012/04/Costa-Concordia.jpg[/img]

            E se non ci saranno candidati, semplicemente

            l'aereo non

            parte.

            Quindi "semplicemente" anarchia.Io so nuotare.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: "temuto" regolamento?
            - Scritto da: ruppolo
            I detentori del potere li hanno posti in tale
            posizione proprio quella stessa gente.Falso, con il porcellum la gente non poteva scegliere.
    • Un signore scrive:
      Re: "temuto" regolamento?

      Chi si attiene alla Legge e Giustizia dello Stato?Il regolamento non è una Legge.
      Chi si attiene alla Legge e Giustizia divina?Gesù moltiplicò pani e pesci, quindi la giustizia divina non è affatto contratia alla COPIA delle cose. Il furto, si sa, è un'altra cosa perché comporta la sottrazione del bene.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Errata corrige: Scorza non Scorsa
    Così come la vedono nera l'avvocato Guido Scorsa e l'avvocato Fulvio Sarzana, con quest'ultimo che parla di "alcune modifiche irrilevanti altre peggiorative" e cinguetta di sequestro del Web.
    • sgabbiolino scrive:
      Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
      il dito e la luna
    • Carlo scrive:
      Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
      LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila euro.
      • corro scrive:
        Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
        - Scritto da: Carlo
        LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI
        LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una
        sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila
        euro.uhm, corro a scaricare subito!
      • panda rossa scrive:
        Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
        - Scritto da: Carlo
        LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI
        LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una
        sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila
        euro.Mi spiace solo che nessuno di noi campera' abbastanza a lungo da vedere qualcuno condannato a pagare quella cifra.Lascero' un messaggio per i pronipoti, dicendo loro di tramandarlo ai loro pronipoti...
      • Free Internet scrive:
        Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
        - Scritto da: Carlo
        LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI
        LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una
        sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila
        euro.Buon kebab.[img]http://digilander.libero.it/romakebab/valenziani.jpg[/img]
        • pirataseiunipocrita scrive:
          Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
          - Scritto da: Free Internet
          - Scritto da: Carlo

          LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI

          LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una

          sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila

          euro.

          Buon kebab.


          [img]http://digilander.libero.it/romakebab/valenzi
          Togli quella foto di stampo razzista, prima che ti denuncio. E lo faccio veramente. Per sbeffeggiare qualcuno e augurargli del male, che fai, posti una foto che raffigura un lavoro tipico fatto da un extracomunitario?
          Sarebbe questa la vostra "democrazia della rete"?
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
            Se denunzi "free internet" per aver postato quella foto, cosa dovresti fare con alcuni "esponenti" della fazione contraria - tipo quello che voleva scaricare la doppietta nel XXXX di un avversario ideologico, o quelli che augurano ogni sorta di disastri ai loro ex-clienti ? Aspettarli armato sotto casa ??
          • krane scrive:
            Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
            - Scritto da: pirataseiunipocrita
            - Scritto da: Free Internet

            - Scritto da: Carlo


            LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI


            LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una


            sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila


            euro.




            Buon kebab.






            [img]http://digilander.libero.it/romakebab/valenzi


            Togli quella foto di stampo razzista, prima che
            ti denuncio. E lo faccio veramente. Per
            sbeffeggiare qualcuno e augurargli del male, che
            fai, posti una foto che raffigura un lavoro
            tipico fatto da un
            extracomunitario?

            Sarebbe questa la vostra "democrazia della
            rete"?Lui si e' limitato a inserire la foto di un esercente e tu stai facendo affermazioni razziste, autodenunciati.
          • Free Internet scrive:
            Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
            - Scritto da: pirataseiunipocrita
            - Scritto da: Free Internet

            - Scritto da: Carlo


            LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI


            LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una


            sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila


            euro.




            Buon kebab.






            [img]http://digilander.libero.it/romakebab/valenzi


            Togli quella foto di stampo razzista, prima che
            ti denuncio. E lo faccio veramente. Per
            sbeffeggiare qualcuno e augurargli del male, che
            fai, posti una foto che raffigura un lavoro
            tipico fatto da un
            extracomunitario?

            Sarebbe questa la vostra "democrazia della
            rete"?E questa denuncia a quale reato si riferirebbe? Razzismo?Non credo proprio. Il kebab è buono, vado spesso a mangiarlo dai pakistani e la persona nell'immagine è simpatica.Quindi vorresti denunciarmi perchè penso che i videonoleggiatori sono una categoria in fase di estinzione? Accomodati allora ma prima và a gustarti un kebab.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
            ... e con le cipolle, mi raccomando ;)
          • Free Internet scrive:
            Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
            - Scritto da: Joe Tornado
            ... e con le cipolle, mi raccomando ;)E una birra... ;)
          • krane scrive:
            Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
            - Scritto da: Free Internet
            - Scritto da: Joe Tornado

            ... e con le cipolle, mi raccomando ;)

            E una birra... ;)Quella non si puo per motivi religiosi, segnamoci che dopo le maior vanno eliminate anche le religioni...
      • no viedoteche scrive:
        Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
        - Scritto da: Carlo
        LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI
        LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una
        sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila
        euro.Comunque voi videotechini farete questa fine:[img]http://images3.wikia.nocookie.net/__cb20110224102523/nonciclopedia/images/4/4c/Saddam_kebabbaro.jpg[/img]
      • Un signore scrive:
        Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
        - Scritto da: Carlo
        LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI
        LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una
        sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila
        euro.Bisogna poterli identificare prima.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Errata corrige: Scorza non Scorsa
        - Scritto da: Carlo
        LA PARTE PIU' INTERESSANTE, SE APPLICATA AI
        LADRONI DELLA RETE, E' QUESTA: Prevista una
        sanzione pecuniaria da 10mila a 250mila
        euro.E perché la trovi interessante? Mica sono soldi che vanno a te.Anzi, sono soldi in meno che la gente sarà disposta a spendere.Comunque, tu di quei soldi che ne farai? Li userai per ripulire il letame sotto cui c'è tuo padre nell'attesa di fargli compagnia? O li regali a Tosi per autorizzare un'altra manifestazione omofoba e/o xenofoba? Salutami Bossi... presto anche lui finirà sotto il letame con tuo padre.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 23.22-----------------------------------------------------------
  • Domandone scrive:
    Ma se io mi scarico un telefilm che...
    Ma se un utente si scarica e condivide un contenuto/telefilm/film/libro/ etc. etc.. che in italia non è uscito sul mainstream o non è fruibile in alcun modo secondo voi per la nostra legge è perseguibile o no?
    • La SIAE scrive:
      Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
      - Scritto da: Domandone
      Ma se un utente si scarica e condivide un
      contenuto/telefilm/film/libro/ etc. etc.. che in
      italia non è uscito sul mainstream o non è
      fruibile in alcun modo secondo voi

      per la nostra legge è perseguibile o no?Per l'unica legge che conta, quella della SIAE, sì. :@
    • Leguleio scrive:
      Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...

      Ma se un utente si scarica e condivide un
      contenuto/telefilm/film/libro/ etc. etc.. che in
      italia non è uscito sul mainstream o non è
      fruibile in alcun modo secondo voi

      per la nostra legge è perseguibile o no?Veramente film "non fruibili" perché non usciti sul mainstream non credo ne esistano, fra quelli attuali: puoi acquistare i DVD all'estero esattamente come se fossero in Italia, solo una piccola differenza nelle spese di spedizione. Se invece parliamo di serie tv, di vecchi film, e anche di cortometraggi, allora è vero, talvolta non sono distribuiti commercialmente, se non per la fruizione al cinema (o in tv).
      • webwizard scrive:
        Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
        Mica detto: c'è il codice regionale di mezzo...
        • Leguleio scrive:
          Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...

          Mica detto: c'è il codice regionale di mezzo...Ecco, sarebbe da vedere se rientra anche questo nelle previsioni dell'art. 174 ter della legge sul diritto d'autore. Lo dico perché le istruzioni per reimpostare il codice dei lettori DVD si trovano su internet da anni, e sono in genere di una facilità disarmante (nel senso: non è necessario essere hacker per eseguire le istruzioni).http://www.videohelp.com/dvdhacksIdem sui DVD dei PC, anzi, lì è perfino più facile. Visto sotto l'aspetto "non fruibilità": è abbastanza improbabile che una casa cinematografica imposti un codice regionale sul DVD senza poi distribuirlo con il codice per l'Italia. Il film con i codici è semplicemente fruibile un po' più tardi.
          • krane scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: Leguleio

            Mica detto: c'è il codice regionale di
            mezzo...
            Ecco, sarebbe da vedere se rientra anche questo
            nelle previsioni dell'art. 174 ter della legge
            sul diritto d'autore. Lo dico perché le
            istruzioni per reimpostare il codice dei lettori
            DVD si trovano su internet da anni, e sono in
            genere di una facilità disarmante (nel senso: non
            è necessario essere hacker per eseguire le
            istruzioni).
            http://www.videohelp.com/dvdhacks
            Idem sui DVD dei PC, anzi, lì è perfino più
            facile.
            Visto sotto l'aspetto "non fruibilità": è
            abbastanza improbabile che una casa
            cinematografica imposti un codice regionale sul
            DVD senza poi distribuirlo con il codice per
            l'Italia.Improbabile ? I mangofili mi risulta si lamentino parecchio.
            Il film con i codici è semplicemente
            fruibile un po' più tardi.E cambiare il codice regionale non e' che mi puo' dare problemi di garanzia ?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: krane
            Improbabile ? I mangofili mi risulta si lamentino
            parecchio.Non per il codice regionale però, perché esso è lo stesso tra Europa e Giappone (cioè 2).
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            hmmm ma per il formato video ? in giappone usano NTSC. Comunque per i Bluray disc i blocchi regionali sono diversi.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: Sg@bbio
            hmmm ma per il formato video ? in giappone usano
            NTSC.In analogico i lettori europei in quel caso "escono" in PAL60, che è accettato dal 95% dei televisori che hanno una presa scart e da tutti quelli venduti dagli anni 90 in poi.Se invece il lettore è collegato digitalmente (HDMI), non esiste più PAL o NTSC, cambia solo la frequenza di scansione, che viene tranquillamente accettata da tutti i televisori con ingressi digitali.
            Comunque per i Bluray disc i blocchi
            regionali sono diversi.Non ho Bluray e non ci tengo ad averlo, se voglio film in alta definizione me li scarico sul PC e li guardo dal televisore che vede la cartella del PC tramite Samsung Link, non devo manco fare la fatica di spostarlo su chiavetta o altro.
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
          - Scritto da: webwizard
          Mica detto: c'è il codice regionale di mezzo...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Hai presente il lucchetto di plastica rosa del diario segreto di barbie?Ecco, quello e' una protezione impenetrabile in confronto al codice regionale.
      • sancio panza scrive:
        Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
        - Scritto da: Leguleio
        Veramente film "non fruibili" perché non usciti
        sul mainstream non credo ne esistano, fra quelli
        attuali: puoi acquistare i DVD all'estero
        esattamente come se fossero in Italia, solo una
        piccola differenza nelle spese di spedizione.
        ma non diciamo fesserie
        Se invece parliamo di serie tv, di vecchi film, e
        anche di cortometraggi, allora è vero, talvolta
        non sono distribuiti commercialmente, se non per
        la fruizione al cinema (o in
        tv).ah ecco ti sei contraddetto da solo. molto bene.
        • Leguleio scrive:
          Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...


          Veramente film "non fruibili" perché non usciti

          sul mainstream non credo ne esistano, fra quelli

          attuali: puoi acquistare i DVD all'estero

          esattamente come se fossero in Italia, solo una

          piccola differenza nelle spese di spedizione.



          ma non diciamo fesserieQuali?
    • rockroll scrive:
      Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
      - Scritto da: Domandone
      Ma se un utente si scarica e condivide un
      contenuto/telefilm/film/libro/ etc. etc.. che in
      italia non è uscito sul mainstream o non è
      fruibile in alcun modo secondo voi

      per la nostra legge è perseguibile o no?Finchè "ricevi", ovvero fai solo DL (o ricevi streaming) è tutto OK, ma se trasmetti, oveero fai UL e lo rendi accessibile ad altri (le condivisione cade in questa caratteristica) o anche emetti solo stream, commetti violazione, almeno secondo la "legge", in quanto ne fai un uso non autorizzato dai detentori dei cosidetti "diritti", indipendentemente dalla disponibilità o fruibilità legale dell'opera sul mercato.
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
        - Scritto da: rockroll
        - Scritto da: Domandone

        Ma se un utente si scarica e condivide un

        contenuto/telefilm/film/libro/ etc. etc.. che in

        italia non è uscito sul mainstream o non è

        fruibile in alcun modo secondo voi



        per la nostra legge è perseguibile o no?

        Finchè "ricevi", ovvero fai solo DL (o ricevi
        streaming) è tutto OK, ma se trasmetti, oveero
        fai UL e lo rendi accessibile ad altri (le
        condivisione cade in questa caratteristica) o
        anche emetti solo stream, commetti violazione,
        almeno secondo la "legge", in quanto ne fai un
        uso non autorizzato dai detentori dei cosidetti
        "diritti", indipendentemente dalla disponibilità
        o fruibilità legale dell'opera sul
        mercato.Falso!Il diritto di citazione mi consente di emettere una porzione dell'opera, a norma di legge.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
        Come secondo i dettami del DL "Urbani", poi convertito in legge. Ho conoscenti che, nei quasi dieci anni trascorsi da quel momento, hanno scaricato e condiviso a loro volta TBytes su TBytes di materiale "caldo" (ultimi film usciti, giochi recenti, novità musicali, software molto costosi, etc.) su reti P2P anche per il solo gusto di farlo e nella più assoluta impunità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 dicembre 2013 11.15-----------------------------------------------------------
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
      - Scritto da: Domandone
      Ma se un utente si scarica e condivide un
      contenuto/telefilm/film/libro/ etc. etc.. che in
      italia non è uscito sul mainstream o non è
      fruibile in alcun modo secondo voi

      per la nostra legge è perseguibile o no?Quindi stai cercando buchi nelle maglie delle leggi, come fanno le multinazionali per eludere le tasse?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 dicembre 2013 13.23-----------------------------------------------------------
      • panda rossa scrive:
        Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Domandone

        Ma se un utente si scarica e condivide un

        contenuto/telefilm/film/libro/ etc. etc..
        che
        in

        italia non è uscito sul mainstream o non è

        fruibile in alcun modo secondo voi



        per la nostra legge è perseguibile o no?

        Quindi stai cercando buchi nelle maglie delle
        leggi, come fanno le multinazionali per eludere
        le
        tasse?E se li trovo questi buchi, ci passo in mezzo.Proprio come fanno le multinazionali che tu difendi.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: Domandone


          Ma se un utente si scarica e condivide
          un


          contenuto/telefilm/film/libro/ etc.
          etc..

          che

          in


          italia non è uscito sul mainstream o
          non
          è


          fruibile in alcun modo secondo voi





          per la nostra legge è perseguibile o no?



          Quindi stai cercando buchi nelle maglie delle

          leggi, come fanno le multinazionali per
          eludere

          le

          tasse?

          E se li trovo questi buchi, ci passo in mezzo.
          Proprio come fanno le multinazionali che tu
          difendi.Tu invece le condanni, quindi se ora non vuoi fare la figura del perfetto ipocrita, condanna anche te stesso. Per iscritto, qui, naturalmente, esattamente come fai per le multinazionali.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: ruppolo
            Tu invece le condanni, quindi se ora non vuoi
            fare la figura del perfetto ipocrita, condanna
            anche te stesso. Per iscritto, qui, naturalmente,
            esattamente come fai per le
            multinazionali.Io mi dichiaro colpevole di avere accusato le multinazionali a far assemblare componenti elettroniche da pochi centesimi, ai bambini schiavi in cina (molti dei quali si sono pure suicidati per non essere in grado di sopportare l'immane trattamento disumano), e poi rivendere il tutto sui mercati occudentali a centinaia di euro.E non contente hanno pure ostacolato la concorrenza con cause evidentemente pretestuose, ottenendo con la complicita' di giudici compiacenti, un regime di totale monopolio.Io di queste dichiarazioni che ho commesso mi dichiaro colpevole.Contento?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo


            Tu invece le condanni, quindi se ora non vuoi

            fare la figura del perfetto ipocrita,
            condanna

            anche te stesso. Per iscritto, qui,
            naturalmente,

            esattamente come fai per le

            multinazionali.

            Io mi dichiaro colpevole di avere accusato le
            multinazionali a far assemblare componenti
            elettroniche da pochi centesimi, ai bambini
            schiavi in cina (molti dei quali si sono pure
            suicidati per non essere in grado di sopportare
            l'immane trattamento disumano), e poi rivendere
            il tutto sui mercati occudentali a centinaia di
            euro.
            E non contente hanno pure ostacolato la
            concorrenza con cause evidentemente pretestuose,
            ottenendo con la complicita' di giudici
            compiacenti, un regime di totale
            monopolio.

            Io di queste dichiarazioni che ho commesso mi
            dichiaro
            colpevole.

            Contento?No, ti ho chiesto di condannare te stesso per voler tenere lo stesso comportamento elusivo rispetto le tasse, di fatto disonesto verso tutti i cittadini.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo




            Tu invece le condanni, quindi se ora
            non
            vuoi


            fare la figura del perfetto ipocrita,

            condanna


            anche te stesso. Per iscritto, qui,

            naturalmente,


            esattamente come fai per le


            multinazionali.



            Io mi dichiaro colpevole di avere accusato le

            multinazionali a far assemblare componenti

            elettroniche da pochi centesimi, ai bambini

            schiavi in cina (molti dei quali si sono pure

            suicidati per non essere in grado di
            sopportare

            l'immane trattamento disumano), e poi
            rivendere

            il tutto sui mercati occudentali a centinaia
            di

            euro.

            E non contente hanno pure ostacolato la

            concorrenza con cause evidentemente
            pretestuose,

            ottenendo con la complicita' di giudici

            compiacenti, un regime di totale

            monopolio.



            Io di queste dichiarazioni che ho commesso mi

            dichiaro

            colpevole.



            Contento?

            No, ti ho chiesto di condannare te stesso per
            voler tenere lo stesso comportamento elusivo
            rispetto le tasse, di fatto disonesto verso tutti
            i
            cittadini.Il problema e' che, a differenza di te, io le tasse le pago.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: panda rossa
            Il problema e' che, a differenza di te, io le
            tasse le
            pago.Nel momento in cui "scarichi" contenuti a sbafo, evadi le tasse.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Il problema e' che, a differenza di te, io le

            tasse le

            pago.

            Nel momento in cui "scarichi" contenuti a sbafo,
            evadi le
            tasse.Nel momento in cui pago l'ADSL, ci pago anche iva e tasse.E lo stesso fa l'azienda dove lavoro con la sua adsl.E il locale che mette il wi-fi gratis a me, lui comunque paga la bolletta.
          • cicciobello scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            L'iva su zero è sempre zero.
          • Un signore scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...

            Nel momento in cui "scarichi" contenuti a sbafo,
            evadi le
            tasse.Affatto, non solo perché deve dimostrare che li avrebbe acquistati non potendoli scaricare ma perché potrebbe acquistarli da aziende straniere che non fanno pagare l'IVA.
          • anverone99 scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: ruppolo

            Nel momento in cui "scarichi" contenuti a sbafo,
            evadi le
            tasse.Da qualche parte dobbiamo pure rientrare di tutti i soldi che lo Stato ci ruba con aumenti e balzelli ingiustificati :p Chiamalo "equo compenso" a favore del cittadino-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2013 02.23-----------------------------------------------------------
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma se io mi scarico un telefilm che...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Il problema e' che, a differenza di te, io le

            tasse le

            pago.

            Nel momento in cui "scarichi" contenuti a sbafo,
            evadi le tasse.Esattamente il contrario invece, perché invece di dare i soldi a multinazionali che evaderanno le tasse, li spenderà in altro modo, molto probabilmente acquistando beni e servizi venduti legalmente.Inoltre scaricando evita di pagare mafia e camorra per avere lo stesso contenuto a prezzo inferiore alla major (ma superiore al download) quindi chi scarica combatte non solo chi fa evasione fiscale, ma combatte anche la criminalità organizzata.Di sicuro, se non si potesse scaricare, staremmo ancora tutti a comprare i cd masterizzati dalla camorra. Sono loro che ci hanno perso, e tanto. Altro che gli artisti, che invece hanno avuto un ritorno enorme coi concerti live e coi gadget, perché se un artista piace non mi compro il disco di cui già so che se anche comprassi gli arriverebbero pochi centesimi, ma vado a sentirmelo dal vivo, dove di soldi sul biglietto gliene arrivano ben di più.
  • AlwaysHC scrive:
    Giriamo i bit
    Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0 e 1 che, casualmentecorrisponde alla stessa sequenza di un file MP4 ma al contrario,mi possono rompere le scatole lo stesso?Chi stabilisce che una serie di bit è un film o una sequenza generatacon qualsiasi algoritmo?
    • La SIAE scrive:
      Re: Giriamo i bit
      - Scritto da: AlwaysHC
      Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0
      e 1 che,
      casualmente
      corrisponde alla stessa sequenza di un file MP4
      ma al
      contrario,
      mi possono rompere le scatole lo stesso?Sì. :@
    • mario rossi scrive:
      Re: Giriamo i bit
      potevano risolvere la questione in modo elegante: come esiste il diritto d'autore per la copia privata (siae su supporti vergini), potevano imporre il pagamento agli isp di una piccola quota per diritto d'autore su ogni cliente in possesso di internet, in questo modo gli autori incassano quello che gli spetta e gli utilizzatori sono liberi di utilizzare repertorio tutelato.
      • La SIAE scrive:
        Re: Giriamo i bit
        - Scritto da: mario rossi
        potevano risolvere la questione in modo eleganteMa quale modo elegante, questa è una cosa seria, non una sfilata di moda di qualche stilista manfruito capito? :@
      • Dr Doom scrive:
        Re: Giriamo i bit
        - Scritto da: mario rossi
        potevano risolvere la questione in modo elegante:
        come esiste il diritto d'autore per la copia
        privata (siae su supporti vergini), potevano
        imporre il pagamento agli isp di una piccola
        quota per diritto d'autore su ogni cliente in
        possesso di internetGrazie, così anche quelli che non scaricano, io, lo prendono in quel posto :D
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Giriamo i bit
          contenuto non disponibile
        • pinko scrive:
          Re: Giriamo i bit
          e anni che voi rubate e adesso pagate non materialmente purtroppo .
          • Dr Doom scrive:
            Re: Giriamo i bit
            - Scritto da: pinko
            e anni che voi rubate e adesso pagate non
            materialmente purtroppo
            .mi spieghi cosa rubo?
          • panda rossa scrive:
            Re: Giriamo i bit
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: pinko

            e anni che voi rubate e adesso pagate non

            materialmente purtroppo

            .
            mi spieghi cosa rubo?Chiedi al tuo compagno di merende Carlo. E' lui l'esperto dell'uso del verbo "rubare".
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Giriamo i bit
            Il Carlo è esperto di ben altre cose ...!
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Giriamo i bit
          - Scritto da: Dr Doom
          Grazie, così anche quelli che non scaricano, io,
          lo prendono in quel posto :DE' fatto apposta, così hai un motivo per cominciare a scaricare anche tu.
      • geniale scrive:
        Re: Giriamo i bit
        - Scritto da: mario rossi
        potevano risolvere la questione in modo elegante:
        come esiste il diritto d'autore per la copia
        privata (siae su supporti vergini), potevano
        imporre il pagamento agli isp di una piccola
        quota per diritto d'autore su ogni cliente in
        possesso di internet, in questo modo gli autori
        incassano quello che gli spetta e gli
        utilizzatori sono liberi di utilizzare repertorio
        tutelato.che genialata, almeno quanto l'equo compenso. Salvo che di equo non c'è nulla.
    • rockroll scrive:
      Re: Giriamo i bit
      - Scritto da: AlwaysHC
      Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0
      e 1 che,
      casualmente
      corrisponde alla stessa sequenza di un file MP4
      ma al
      contrario,
      mi possono rompere le scatole lo stesso?

      Chi stabilisce che una serie di bit è un film o
      una sequenza
      generata
      con qualsiasi algoritmo?Difatti, ci sarà da farsi delle grosse risate, anche perchè questi parrucconi medioevali non hanno assolutamente le capacità per pensare anche ai soli bit invertiti...Come ho detto in altre occasioni, è facilissimo inventarsi un algoritmo anche semplicisimo di criptaggio, con chiavi anche banali, l'importante è che sia solo tuo anzi nostro, e non di dominio pubblico come i soliti inutilmente complicati algoritmi che usano tutti per il mondo, cani ed altri animali compresi.Con ben poche istruzioni assembler ti fai una tabella di trascodifica biunivoca ciclica con offset variabile in funzione di una chiave. Poi sfido questi rodomonti a capirdi qualcosa sul trascodificato, mica sono hackers!
      • ... scrive:
        Re: Giriamo i bit
        - Scritto da: rockroll
        - Scritto da: AlwaysHC

        Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0

        e 1 che,

        casualmente

        corrisponde alla stessa sequenza di un file MP4

        ma al

        contrario,

        mi possono rompere le scatole lo stesso?



        Chi stabilisce che una serie di bit è un film o

        una sequenza

        generata

        con qualsiasi algoritmo?

        Difatti, ci sarà da farsi delle grosse risate,
        anche perchè questi parrucconi medioevali non
        hanno assolutamente le capacità per pensare anche
        ai soli bit
        invertiti...

        Come ho detto in altre occasioni, è facilissimo
        inventarsi un algoritmo anche semplicisimo di
        criptaggio, con chiavi anche banali, l'importante
        è che sia solo tuo anzi nostro, e non di dominio
        pubblico come i soliti inutilmente complicati
        algoritmi che usano tutti per il mondo, cani ed
        altri animali
        compresiPeccato che in qualsiasi algoritmo serio la sicurezza sia tutta nella chiave e non nel fatto che l'algoritmo sia noto o meno.

        Con ben poche istruzioni assembler ti fai una
        tabella di trascodifica biunivoca ciclica con
        offset variabile in funzione di una chiave. Poi
        sfido questi rodomonti a capirdi qualcosa sul
        trascodificato, mica sono
        hackers!Amico mio, tu di crittografia non capisci un'acca.
    • geniale scrive:
      Re: Giriamo i bit
      - Scritto da: AlwaysHC
      Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0
      e 1 che,
      casualmente
      corrisponde alla stessa sequenza di un file MP4
      ma al
      contrario,
      mi possono rompere le scatole lo stesso?bella lì! Sarebbe interessante mettere in condivisione delle approssimazioni del pi greco, approssimate quel tanto che basta per vederle con VLC :D
      • Funz scrive:
        Re: Giriamo i bit
        - Scritto da: geniale
        - Scritto da: AlwaysHC

        Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0

        e 1 che,

        casualmente

        corrisponde alla stessa sequenza di un file MP4

        ma al

        contrario,

        mi possono rompere le scatole lo stesso?

        bella lì! Sarebbe interessante mettere in
        condivisione delle approssimazioni del pi greco,
        approssimate quel tanto che basta per vederle con
        VLC
        :DInteressante.Nell'infinita serie di cifre di pi (in binario) c'è *sicuramente* una sequenza che coincide esattamente con la sequenza di bit del file Film.A.Piacere.BDRip.AC3.ITA.mkv.Poi voglio vedere cosa possono ancora rivendicare quelli là. :p Il problema è trovarla :p
        • panda rossa scrive:
          Re: Giriamo i bit
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: geniale

          - Scritto da: AlwaysHC


          Ma se io metto un condivisione una
          sequenza di
          0


          e 1 che,


          casualmente


          corrisponde alla stessa sequenza di un
          file
          MP4


          ma al


          contrario,


          mi possono rompere le scatole lo stesso?



          bella lì! Sarebbe interessante mettere in

          condivisione delle approssimazioni del pi
          greco,

          approssimate quel tanto che basta per
          vederle
          con

          VLC

          :D

          Interessante.
          Nell'infinita serie di cifre di pi (in binario)
          c'è *sicuramente* una sequenza che coincide
          esattamente con la sequenza di bit del file
          Film.A.Piacere.BDRip.AC3.ITA.mkv.
          Poi voglio vedere cosa possono ancora rivendicare
          quelli là. :p

          Il problema è trovarla :pPerche' dovresti trovarla?Esiste. E la metti in condivisione.Del resto a chi vuoi che gli freghi sapere da che punto comincia la sequenza di bit che hai messo nel file Film.A.Piacere.BDRip.AC3.ITA.mkv, l'importante e' che si sappia che e' un pezzo di pigreco e che viene distribuita e conservata per quel motivo.
    • pirataseiunipocrita scrive:
      Re: Giriamo i bit
      - Scritto da: AlwaysHC
      Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0
      e 1 che,
      casualmente
      corrisponde alla stessa sequenza di un file MP4
      ma al
      contrario,
      mi possono rompere le scatole lo stesso?
      Ma per favore, vai a lavorare. Ma che domanda è?
      Chi stabilisce che una serie di bit è un film o
      una sequenza
      generata
      con qualsiasi algoritmo?
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Giriamo i bit
        - Scritto da: pirataseiunipocrita
        Ma per favore, vai a lavorare. Ma che domanda è?Segnalato.Il tuo messaggio, ovviamente. Mica il suo.
    • ruppolo scrive:
      Re: Giriamo i bit
      - Scritto da: AlwaysHC
      Ma se io metto un condivisione una sequenza di 0
      e 1 che,
      casualmente
      corrisponde alla stessa sequenza di un file MP4
      ma al
      contrario,
      mi possono rompere le scatole lo stesso?

      Chi stabilisce che una serie di bit è un film o
      una sequenza
      generata
      con qualsiasi algoritmo?Chi stabilisce se il tuo esame scritto è un esame e non una sequenza di caratteri generata da un qualsiasi algoritmo? Nel dubbio ti boccio!
      • panda rossa scrive:
        Re: Giriamo i bit
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: AlwaysHC

        Ma se io metto un condivisione una sequenza
        di
        0

        e 1 che,

        casualmente

        corrisponde alla stessa sequenza di un file
        MP4

        ma al

        contrario,

        mi possono rompere le scatole lo stesso?



        Chi stabilisce che una serie di bit è un
        film
        o

        una sequenza

        generata

        con qualsiasi algoritmo?

        Chi stabilisce se il tuo esame scritto è un esame
        e non una sequenza di caratteri generata da un
        qualsiasi algoritmo? Nel dubbio ti
        boccio!No. In dubbio tu assolvi.Oppure ammetti il tuo disgusto per la democrazia e auspica una bella dittatura, o un assolutismo medievale.Allora si', che nel dubbio puoi condannare.
        • cicciobello scrive:
          Re: Giriamo i bit

          Ti serve un altro esempio?
          La democrazia in famiglia ha distrutto le
          famiglie. Credo non occorra un
          link...Già, lo sappiamo che tu vorresti il velo e il burqa per le donne, e la lapidazione per le adultere.
        • Dittatore in erba scrive:
          Re: Giriamo i bit

          Opto per la seconda soluzione: la democrazia non
          sta dando frutti migliori della
          dittatura.Vero; l'unica differenza è che per eliminare un governante incapace, in democrazia, non occorre un bagno di sangue.Comunque, ipotizziamo una bella dittatura. Mettiamo che io sia il dittatore. Io allora decido:1) Il copyright si elimina. In assoluto. 2) La SIAE è sciolta. Gli ex dipendendi sono congedati senza pensione e senza liquidazione.3) I possessori di uno o più device di marca Apple, avendo la chiara tendenza a spendere, sono tassati a livello di 8000 euro mensili per ogni device apple posseduto.4) Mettere in vendita qualunque prodotto dotato di sistemi DRM è un crimine punito con i lavori forzati a vita nelle miniere di uranio.Approvi? Hai detto tu che la dittatura è meglio.Se non sei d'accordo... hai un ultimo desiderio prima del plotone?
          • Izio01 scrive:
            Re: Giriamo i bit
            - Scritto da: Dittatore in erba

            Opto per la seconda soluzione: la democrazia
            non

            sta dando frutti migliori della

            dittatura.

            Vero; l'unica differenza è che per eliminare un
            governante incapace, in democrazia, non occorre
            un bagno di
            sangue.

            Comunque, ipotizziamo una bella dittatura.
            Mettiamo che io sia il dittatore. Io allora
            decido:

            1) Il copyright si elimina. In assoluto.
            2) La SIAE è sciolta. Gli ex dipendendi sono
            congedati senza pensione e senza
            liquidazione.O Sommo, posso avanzare una misera richiesta? Non eliminiamo la liquidazione, eliminiamo loro (anzi, "liquidiamoli"). Permanentemente.I più recenti sondaggi mostrano che una simile mossa avrebbe un'ottima ricaduta sulla vostra immagine pubblica :D
          • krane scrive:
            Re: Giriamo i bit
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Dittatore in erba
            O Sommo, posso avanzare una misera richiesta? Non
            eliminiamo la liquidazione, eliminiamo loro
            (anzi, "liquidiamoli").
            Permanentemente.
            I più recenti sondaggi mostrano che una simile
            mossa avrebbe un'ottima ricaduta sulla vostra
            immagine pubblica
            :DO sommo, io questo lo farei "ministro dei buoni consigli".
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Giriamo i bit
            - Scritto da: Izio01

            1) Il copyright si elimina. In assoluto.

            2) La SIAE è sciolta. Gli ex dipendendi sono

            congedati senza pensione e senza

            liquidazione.

            O Sommo, posso avanzare una misera richiesta? Non
            eliminiamo la liquidazione, eliminiamo loro
            (anzi, "liquidiamoli").
            Permanentemente.
            I più recenti sondaggi mostrano che una simile
            mossa avrebbe un'ottima ricaduta sulla vostra
            immagine pubblica
            :DSe si possono aggiungere i videotecari alla categoria, mi offro volontario come boia per impiccarli, ghigliottinarli, spingerli nell'acido o fucilarli. Naturalmente gratis, mica sono come loro che fanno pagare pure luce e vento (perché tali sono immagini e suoni)
      • pippo75 scrive:
        Re: Giriamo i bit


        Chi stabilisce se il tuo esame scritto è un esame
        e non una sequenza di caratteri generata da un
        qualsiasi algoritmo? Nel dubbio ti
        boccio!L'ultimo esame ( per modo di dire ) l'ho fatto in un corso serale.Fregava una mazza di come andava, quello che mi interessava lo avevo imparato. ( l'attestato potevano anche tenerlo ).Se è vero che io non devo copiare, è giusto che per registrare le mie foto devo pagare uno equo compenso? Colpevole in tutti i casi?
  • Michele scrive:
    Ma che state a dire?!
    Scusate ma per una volta che in Italia di fa una legge contro i soliti furbi che su arricchiscono a danno di chi lavora a voi non sta bene?!
    • anon scrive:
      Re: Ma che state a dire?!
      - Scritto da: Michele
      Scusate ma per una volta che in Italia di fa una
      legge contro i soliti furbi che su arricchiscono
      a danno di chi lavora a voi non sta bene?!Stai presupponendo che chi scarica non lavori, ed è lì il tuo errore.
    • Allibito scrive:
      Re: Ma che state a dire?!
      - Scritto da: Michele
      Scusate ma per una volta che in Italia di fa una
      legge contro i soliti furbi che su arricchiscono
      a danno di chi lavora a voi non sta
      bene?!No, qui parlano una lingua a parte, dicono che sia un diritto vedere gratis film costati milioni e lunghe ore di lavoro di centinaia di persone.Dicono che questo regolamento sia una restrizione della libertà (di delinquere, un impedimento alla cultura (i film hard). Qui si predica che chi produce o crea un'opera d'ingegno non sia nella posizione di essere remunerato. E' una strana lingua, incomprensibile a chi sa vivere in una comunità.
      • cicciobello scrive:
        Re: Ma che state a dire?!

        No, qui parlano una lingua a parte, dicono che
        sia un diritto vedere gratis film costati milioni
        e lunghe ore di lavoro di centinaia di
        persone.È un diritto vedere ciò che è stato pubblicato.Non è un diritto quello di farsi pagare per copie fatte da altri.
        Dicono che questo regolamento sia una restrizione
        della libertà (di delinquere, un impedimento alla
        cultura (i film hard)Tu campi vendendo film hard? Complimenti! Lucri sul sesso e hai il coraggio di fare la morale agli altri.
        . Qui si predica che chi
        produce o crea un'opera d'ingegno non sia nella
        posizione di essere remunerato. Hai mai prodotto qualcosa?
        E' una strana
        lingua, incomprensibile a chi sa vivere in una
        comunità.Direi che tu non sai vivere in una comunità, se ti lamenti che stai andando in rovina.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Ma che state a dire?!
          - Scritto da: cicciobello

          Dicono che questo regolamento sia una
          restrizione

          della libertà (di delinquere, un impedimento
          alla

          cultura (i film hard)

          Tu campi vendendo film hard? Complimenti! Lucri
          sul sesso e hai il coraggio di fare la morale
          agli
          altri.No, lui campa lamentandosi che sui siti di condivisione di video hard la gente ci carica i video girati personalmente con la propria webcam, del genere che vuole, e nessuno va più a vedersi il film mainstream dove gli attori fingono e i video vengono montati ad arte.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: cicciobello


            Dicono che questo regolamento sia una

            restrizione


            della libertà (di delinquere, un
            impedimento

            alla


            cultura (i film hard)



            Tu campi vendendo film hard? Complimenti!
            Lucri

            sul sesso e hai il coraggio di fare la morale

            agli

            altri.

            No, lui campa lamentandosi che sui siti di
            condivisione di video hard la gente ci carica i
            video girati personalmente con la propria webcam,
            del genere che vuole, e nessuno va più a vedersi
            il film mainstream dove gli attori fingono e i
            video vengono montati ad
            arte.Quando uscira' un film hard in cui quello fara' il protagonista passivo di una azione di gang bang, per tutta l'ora e mezza del film, giuro che ne comprero' 50 copie da regalare a tutti gli amici del forum di PI.
        • Allibito scrive:
          Re: Ma che state a dire?!
          - Scritto da: cicciobello

          No, qui parlano una lingua a parte, dicono
          che

          sia un diritto vedere gratis film costati
          milioni

          e lunghe ore di lavoro di centinaia di

          persone.

          È un diritto vedere ciò che è stato
          pubblicato.

          Non è un diritto quello di farsi pagare per copie
          fatte da
          altri.magari un giorno capirai la differenza tra un foglio di carta bianco e uno con una poesia, non è difficile neanche per te.

          Dicono che questo regolamento sia una
          restrizione

          della libertà (di delinquere, un impedimento
          alla

          cultura (i film hard)

          Tu campi vendendo film hard? Complimenti! Lucri
          sul sesso e hai il coraggio di fare la morale
          agli
          altri.Caschi male, non tratto proprio l'hard che on-line crea diverse complicazioni con gli accordi con carte di credito. Se pure fosse, non lo negherei, non c'è nulla di male se fatto nel rispetto delle regole.

          . Qui si predica che chi

          produce o crea un'opera d'ingegno non sia
          nella

          posizione di essere remunerato.

          Hai mai prodotto qualcosa?In ogni filiera c'è chi crea o inventa, chi produce, chi distribuisce e chi compra. Io sono in una di queste categorie, la tua è fuorilegge e non fa parte della filiera. Il parassita sei tu.


          E' una strana

          lingua, incomprensibile a chi sa vivere in
          una

          comunità.

          Direi che tu non sai vivere in una comunità, se
          ti lamenti che stai andando in
          rovina.Ti basterebbe una piccola parte del mio benessere per essere felice, ti dice male anche qui, ma succede quando si parla a sproposito. Parla solo delle cose che conosci, eviteresti brutte figure e scriveresti moooolto meno. Hai mirato il bersaglio sbagliato e neanche ci hai preso. (rotfl)
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: Allibito
            In ogni filiera c'è chi crea o inventa, chi
            produce, chi distribuisce e chi compra. Io sono
            in una di queste categorie, Quella che la tecnologia ha reso superflua e quindi destinata a sparire.
            Ti basterebbe una piccola parte del mio benessere
            per essere felice, ti dice male anche qui, ma
            succede quando si parla a sproposito. Allora siamo a posto.Tu stai bene, io pure.Io non mi lamento, non farlo neanche tu.
      • prova123 scrive:
        Re: Ma che state a dire?!
        Sarei d'accordo con te se i detentori dei diritti rifiutassero l'equo compenso. Quando si accetta un compenso e lo si considera equo allora il discorso è chiuso. Se tu fai un contratto da libero professionista e ti sta bene 1 euro poi il lavoro lo devi fare come si deve ed in maniera professionale, se non ti sta bene il compenso lo rifiuti. Nel UK i detentori dei diritti rifiutano l'idea dell'equo compenso sui sistemi di memorizzazione, questo è un comportarsi in maniera seria e lo condivido in toto, ma quando accetti le briciole e ti stanno bene, perchè pagare di più? Sei tu che stai svendendo il lavoro e non ti devi lamentare.
        • braciola scrive:
          Re: Ma che state a dire?!
          - Scritto da: prova123
          Sarei d'accordo con te se i detentori dei diritti
          rifiutassero l'equo compenso. Quando si accetta
          un compenso e lo si considera equo allora il
          discorso è chiuso. Se tu fai un contratto da
          libero professionista e ti sta bene 1 euro poi il
          lavoro lo devi fare come si deve ed in maniera
          professionale, se non ti sta bene il compenso lo
          rifiuti. Nel UK i detentori dei diritti rifiutano
          l'idea dell'equo compenso sui sistemi di
          memorizzazione, questo è un comportarsi in
          maniera seria e lo condivido in toto, ma quando
          accetti le briciole e ti stanno bene, perchè
          pagare di più? Sei tu che stai svendendo il
          lavoro e non ti devi
          lamentare.briciole per modo di dire, scommetto che è parte cospicua delle loro entrate
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Ma che state a dire?!
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Michele

        Scusate ma per una volta che in Italia di fa una

        legge contro i soliti furbi che su arricchiscono

        a danno di chi lavora a voi non sta

        bene?!
        No, qui parlano una lingua a parte, dicono che
        sia un diritto vedere gratis film costati milioni
        e lunghe ore di lavoro di centinaia di
        persone.Sono film <b
        PUBBLICATI </b
        , quindi sono di tutti (in particolare i film italiani, che sono finanziati dalle mie tasse quindi sono io il proprietario visto che l'ho finanziato).Per i libri esiste la biblioteca.Fammi trovare i film nuovi (in quel momento al cinema) nella biblioteca e vado a prendermeli là.Ovviamente gratis, esattamente come i libri.
        • Nella sgabbia dei leoni scrive:
          Re: Ma che state a dire?!
          Guarda che pubblicati non vuol dire resi open source, significa solo che escono nelle sale!E non mi risulta che paghi i film con le tue tasse..
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: Nella sgabbia dei leoni
            Guarda che pubblicati non vuol dire resi open
            source, significa solo che escono nelle
            sale!
            E non mi risulta che paghi i film con le tue
            tasse..Pago il biglietto.Non ti basta?
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            Eh, però quella voce nei titoli in cui c'è scritto "finanziato con il Fondo Unico Spettacolo" - o cose del genere - fa pensare che i soldi della collettività c'entrino qualcosa ...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 dicembre 2013 11.06-----------------------------------------------------------
          • Dedalus scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: Nella sgabbia dei leoni
            Guarda che pubblicati non vuol dire resi open
            source, significa solo che escono nelle
            sale!
            E non mi risulta che paghi i film con le tue
            tasse..Invece fino a qualche tempo fa era così.Alcuni dei film prodotti in Italia erano interamente prodotti dallo stato praticamente a fondo perso, dato che la maggior parte delle volte non c'è stato un effettivo ritorno economico sufficiente per restituire la sovvenzione.http://www.davinotti.com/index.php?option=com_content&task=view&id=288
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: Nella sgabbia dei leoni
            Guarda che pubblicati non vuol dire resi open
            source, significa solo che escono nelle
            sale!No, significa che non possono più impedire a nessuno di vederlo. Se tu non pubblichi qualcosa scegli tu personalmente a chi farla vedere, e se io ti sto sulle scatole, non ho alcun modo per vederla. Nel momento in cui l'hai pubblicata, non puoi impedirmi di vederla anche se ti sto sulle scatole. Hai rinunciato a questo privilegio, in cambio dei soldi pubblici che lo stato ti ha dato.
            E non mi risulta che paghi i film con le tue
            tasse..Prendiamo un titolo a caso:"Con il contributo della Regione Campania, Assessorato all'Agricoltura - Se.S.I.R.C.A" (SOLDI PUBBLICI)"Con la collaborazione della Film Commission Regione Campania" (SOLDI PUBBLICI)"Con il Patrocinio del Comune di Castellabate" (SOLDI PUBBLICI)"Con la collaborazione dell'Ente Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diana" (SOLDI PUBBLICI)"Film riconosciuto di interesse culturale dalla Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e realizzato grazie all'utilizzo del credito d'imposta previsto dalla legge 24 dicembre 2007 n.244" (SOLDI PUBBLICI)
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma che state a dire?!
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Allibito

          - Scritto da: Michele


          Scusate ma per una volta che in Italia
          di fa
          una


          legge contro i soliti furbi che su
          arricchiscono


          a danno di chi lavora a voi non sta


          bene?!

          No, qui parlano una lingua a parte, dicono
          che

          sia un diritto vedere gratis film costati
          milioni

          e lunghe ore di lavoro di centinaia di

          persone.

          Sono film <b
          PUBBLICATI </b
          ,
          quindi sono di tutti (in particolare i film
          italiani, che sono finanziati dalle mie tasse
          quindi sono io il proprietario visto che l'ho
          finanziato).
          Per i libri esiste la biblioteca.
          Fammi trovare i film nuovi (in quel momento al
          cinema) nella biblioteca e vado a prendermeli
          là.
          Ovviamente gratis, esattamente come i libri.Mai sentito parlare di "pubblico esercizio"? Significa forse che tutti possono entrare e arraffare gratuitamente le merci ivi contenute?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: ruppolo

            Mai sentito parlare di "pubblico esercizio"?
            Significa forse che tutti possono entrare e
            arraffare gratuitamente le merci ivi
            contenute?Dopo che tutto sono entrati e hanno arraffato gratuitamente le merci ivi contenute, tu fai un bell'inventario e se manca qualcosa, puoi a buon diritto parlare di furto.Ma se dopo che avrai contato e ricontato piu' volte la tua mercanzia, non manca niente, che vuoi?
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo




            Mai sentito parlare di "pubblico esercizio"?

            Significa forse che tutti possono entrare e

            arraffare gratuitamente le merci ivi

            contenute?

            Dopo che tutto sono entrati e hanno arraffato
            gratuitamente le merci ivi contenute, tu fai un
            bell'inventario e se manca qualcosa, puoi a buon
            diritto parlare di
            furto.

            Ma se dopo che avrai contato e ricontato piu'
            volte la tua mercanzia, non manca niente, che
            vuoi?Non mi pare che agli "schiavi" delle multinazionali da te citate in altro post manchi una mano o un piede o qualsiasi altra cosa, a fine giornata lavorativa. Quindi perché pagarli?
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo







            Mai sentito parlare di "pubblico
            esercizio"?


            Significa forse che tutti possono
            entrare
            e


            arraffare gratuitamente le merci ivi


            contenute?



            Dopo che tutto sono entrati e hanno arraffato

            gratuitamente le merci ivi contenute, tu fai
            un

            bell'inventario e se manca qualcosa, puoi a
            buon

            diritto parlare di

            furto.



            Ma se dopo che avrai contato e ricontato piu'

            volte la tua mercanzia, non manca niente, che

            vuoi?

            Non mi pare che agli "schiavi" delle
            multinazionali da te citate in altro post manchi
            una mano o un piede o qualsiasi altra cosa, a
            fine giornata lavorativa. Quindi perché
            pagarli?Infatti.Il punto non e' mica il non pagare gli schiavi.Il punto e' che l'oggetto assemblato dagli schiavi, venga venduto con un ricarico assurdo e totalmente ingiustificato dai costi di materia prima, di manodopera, di trasporto etc...
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: panda rossa
            Infatti.
            Il punto non e' mica il non pagare gli schiavi.È proprio quello, il punto. Pagare un bene immateriale.
            Il punto e' che l'oggetto assemblato dagli
            schiavi, venga venduto con un ricarico assurdo e
            totalmente ingiustificato dai costi di materia
            prima, di manodopera, di trasporto
            etc..."ingiustificato"?E da chi dovrebbe essere "giustificato"? E perché?Se il tal prodotto ti sembra che abbia un prezzo ingiustificato, fai a meno di comprarlo. Non lo rubi.La benzina ha un prezzo giustificato? Sia che la risposta sia "si", sia che sia "no", ti devi astenere dal rubarla. Sempre se vuoi essere una persona onesta.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            Infatti.

            Il punto non e' mica il non pagare gli
            schiavi.

            È proprio quello, il punto. Pagare un bene
            immateriale.


            Il punto e' che l'oggetto assemblato dagli

            schiavi, venga venduto con un ricarico
            assurdo
            e

            totalmente ingiustificato dai costi di
            materia

            prima, di manodopera, di trasporto

            etc...

            "ingiustificato"?

            E da chi dovrebbe essere "giustificato"? E perché?Dal mercato. Perche' il mercato deve essere libero.
            Se il tal prodotto ti sembra che abbia un prezzo
            ingiustificato, fai a meno di comprarlo. Non lo
            rubi.Io non rubo niente.Per rubare dovrei togliere qualcosa a qualcuno.
            La benzina ha un prezzo giustificato? Sia che la
            risposta sia "si", sia che sia "no", ti devi
            astenere dal rubarla. Sempre se vuoi essere una
            persona onesta.Tu mi stai dando del ladro di benzina perche' vado in bicicletta, ti rendi conto?
          • cicciobello scrive:
            Re: Ma che state a dire?!

            Se il tal prodotto ti sembra che abbia un prezzo
            ingiustificato, fai a meno di comprarlo. Non lo
            rubi.Di quale prodotto parli, però? Cosa è che si compra? Il contenuto o la licenza?
            La benzina ha un prezzo giustificato? Sia che la
            risposta sia "si", sia che sia "no", ti devi
            astenere dal rubarla. Sempre se vuoi essere una
            persona
            onesta.Se però, per qualche magia, riesci a far andare avanti la macchina senza benzina, è evidente che non la stai rubando.Allo stesso modo, se riesci a vedere un film senza la licenza d'uso, non stai rubando la licenza d'uso. E visto che l'unica cosa che vendono è la licenza d'uso... come fai a dire che è stato rubato qualcosa?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: ruppolo
            Se il tal prodotto ti sembra che abbia un prezzo
            ingiustificato, fai a meno di comprarlo. Non lo
            rubi.Infatti qui nessuno ruba niente.E tu smettila di diffamare la gente: <i
            "L'uso di termini peggiorativi (e ingiustamente pregiudizievoli) come pirata, pirateria, furto, ladri e rubare in riferimento alla difesa o ai fondatori di Hotfile" sarebbe illecito e avrebbe il solo intento di orientare la giuria, denunciava la piattaforma: Hotfile, del resto, è stato giudicato responsabile di agevolare le violazioni del diritto d'autore, ma non è stato riconosciuto diretto responsabile delle violazioni. Ma anche nel caso in cui fosse stato giudicato direttamente responsabile della violazioni, osservava Hotfile, la scelta semantica degli studios non avrebbe altro effetto che quello di "aizzare la giuria in maniera indebita". </i
            http://punto-informatico.it/3945260/PI/News/hotfile-vittoria-semantica.aspx
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Ma che state a dire?!
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: Allibito


            - Scritto da: Michele



            Scusate ma per una volta che in
            Italia

            di fa

            una



            legge contro i soliti furbi che su

            arricchiscono



            a danno di chi lavora a voi non sta



            bene?!


            No, qui parlano una lingua a parte,
            dicono

            che


            sia un diritto vedere gratis film
            costati

            milioni


            e lunghe ore di lavoro di centinaia di


            persone.



            Sono film <b
            PUBBLICATI </b
            ,

            quindi sono di tutti (in particolare i film

            italiani, che sono finanziati dalle mie tasse

            quindi sono io il proprietario visto che l'ho

            finanziato).

            Per i libri esiste la biblioteca.

            Fammi trovare i film nuovi (in quel momento
            al

            cinema) nella biblioteca e vado a prendermeli

            là.

            Ovviamente gratis, esattamente come i libri.

            Mai sentito parlare di "pubblico esercizio"?
            Significa forse che tutti possono entrare e
            arraffare gratuitamente le merci ivi
            contenute?Significa che se ti sto sulle palle tu non hai diritto per non farmi entrare, non puoi mettere un tizio fuori al locale che dice tu entri e tu non entri, altrimenti apri un club privato. Infatti i cosiddetti buttafuori non hanno alcun diritto per impedire a qualcuno di entrare in un pubblico esercizio, discorso diverso se è un locale privato.Al massimo, se il tizio appare pericoloso o ubriaco o drogato possono chiamare le forze dell'ordine che decideranno se permettergli di entrare o accompagnarlo in caserma o questura che sia (perché l'ipotesi "non è pericoloso ma comunque non può entrare" non è prevista per i pubblici esercizi).
      • CrazyVerse scrive:
        Re: Ma che state a dire?!
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Michele

        Scusate ma per una volta che in Italia di fa una

        legge contro i soliti furbi che su arricchiscono

        a danno di chi lavora a voi non sta

        bene?!
        No, qui parlano una lingua a parte, dicono che
        sia un diritto vedere gratis film costati milioni
        e lunghe ore di lavoro di centinaia di
        persone.
        Dicono che questo regolamento sia una restrizione
        della libertà (di delinquere, un impedimento alla
        cultura (i film hard). Qui si predica che chi
        produce o crea un'opera d'ingegno non sia nella
        posizione di essere remunerato. E' una strana
        lingua, incomprensibile a chi sa vivere in una
        comunità.Sono daccordo con te ma allora perchè non hanno previsto anche una sanzione per chi segnala falzi positivi? (cosa che appunto in usa esiste?)Ricordiamo che strumenti del genere possono essere benissimo usati per bloccare contenuti scomodi.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Ma che state a dire?!
      - Scritto da: Michele
      Scusate ma per una volta che in Italia di fa una
      legge contro i soliti furbi che su arricchiscono
      a danno di chi lavora a voi non sta
      bene?!Una legge contro i soliti furbi che si arricchiscono a danno di chi lavora?Non mi sembra sia una legge contro le major, che si arricchiscono a danno degli artisti che lavorano.
    • rockroll scrive:
      Re: Ma che state a dire?!
      - Scritto da: Michele
      Scusate ma per una volta che in Italia di fa una
      legge contro i soliti furbi che su arricchiscono
      a danno di chi lavora a voi non sta
      bene?!Ma che stai a di', pischello?
    • ... scrive:
      Re: Ma che state a dire?!
      - Scritto da: Michele
      Scusate ma per una volta che in Italia di fa una
      legge contro i soliti furbi che su arricchiscono
      a danno di chi lavora a voi non sta
      bene?![yt]Vj25GtXxJzQ[/yt]
    • CrazyVerse scrive:
      Re: Ma che state a dire?!
      guarda che fare l'uploader e gestire siti di streaming è un lavoraccio, non è che basta mettere un film su un bloghetto e arrivano milioni di euri è più facile scrivere 10 canzoncine e metterle su un cd :DSpesso c'è un lavoro immane dietro, e francamente sono conviento che non ne vale la pena a meno che non risiedi all'estero.Se risiedi in cina ti puoi aprire un sito di streaming italiano (con newsletter)... quando te lo chiudono ne apri un altro e cosi via...
  • Thepassenge r scrive:
    Non è legale...
    Era ovvio che venisse approvato, visto gli interessi a censurare dei soliti mafiosi con la coda di paglia. ora però mi aspetto che il Sarzana, il Scorza e tutte le associazioni interessate (altroconsumo, i providers, etc...) si rivolgano al TAR per farla morire, che si passi ai fatti e non alle belle parole.E basta con la solita manfrina che leggo nei commenti tanto ci sono i proxy, i dns, bla bla, ma state scherzando? Qui il punto è un'altro, un organo autonomo, politicizzato e colluso in larghe intese con i soliti imprenditori può decidere carta bianca scavalcando la magistratura, quindi un giudice imparziale fra le parti, per decidere cosa deve passare sulla rete italiana. Questo fatto già basta per renderlo palesemente illegale e spero che il TAR decida di conseguenza e questo oobrobrio fermato.
    • bubba scrive:
      Re: Non è legale...
      - Scritto da: Thepassenge r
      Era ovvio che venisse approvato, visto gli
      interessi a censurare dei soliti mafiosi con la
      coda di paglia. ora però mi aspetto che il
      Sarzana, il Scorza e tutte le associazioni
      interessate (altroconsumo, i providers, etc...)
      si rivolgano al TAR per farla morire, che si
      passi ai fatti e non alle belle
      parole.da twitter :Fulvio Sarzana ‏@fulviosarzana 4hImpugneremo il regolamento AGCOM su diritto d'autore ? Ovvio. #TAR #agcom
      E basta con la solita manfrina che leggo nei
      commenti tanto ci sono i proxy, i dns, bla bla,
      ma state scherzando? giustisssssimo. ma -in verita'- anch'io mi sto arrendendo all'evidenza. Ogni mese legiferano IN PEGGIO. Una settimana e' un portaborse europeo, l'altra e' una sentenza, poi la proposta di legge italiana, poi un regolamento. Sempre (salvo piccoli lampetti di luce) in peggio.
      Qui il punto è un'altro, un
      organo autonomo, politicizzato e colluso in
      larghe intese con i soliti imprenditori può
      decidere carta bianca scavalcando la
      magistratura, quindi un giudice imparziale fra le
      parti, per decidere cosa deve passare sulla rete
      italiana. Questo fatto già basta per renderlo
      palesemente illegale e spero che il TAR decida di
      conseguenza e questo oobrobrio
      fermato.e questo va bene, ma e' sempre dentro "al frame del puntiglio legale".La roba da fare VERAMENTE sarebbe tagliare ferocemente il periodo di privilegio protettivo e altre 2 3 cosette chiare. Fatto cio' l'ipertrofica contraddittoria e obsoleta legislazione attuale, sarebbe relegata a un bacino utenti "da piscina" e non "da oceano" come ora.Battagliare sempre in punta di scartoffia e' UTILE SOLO ai maneggiatori di scartoffie.
      • Izio01 scrive:
        Re: Non è legale...
        - Scritto da: bubba

        giustisssssimo. ma -in verita'- anch'io mi sto
        arrendendo all'evidenza. Ogni mese legiferano IN
        PEGGIO. Una settimana e' un portaborse europeo,
        l'altra e' una sentenza, poi la proposta di legge
        italiana, poi un regolamento. Sempre (salvo
        piccoli lampetti di luce) in peggio.
        Bravo, hai centrato esattamente il punto. :(
      • Thepassenge r scrive:
        Re: Non è legale...
        - Scritto da: bubba
        La roba da fare VERAMENTE sarebbe tagliare
        ferocemente il periodo di privilegio protettivo e
        altre 2 3 cosette chiare. Fatto cio'
        l'ipertrofica contraddittoria e obsoleta
        legislazione attuale, sarebbe relegata a un
        bacino utenti "da piscina" e non "da oceano" come
        ora.
        Battagliare sempre in punta di scartoffia e'
        UTILE SOLO ai maneggiatori di
        scartoffie.In definitiva dici che è meglio gettare la spugna e continuare con quello che abbiamo senza muovere un dito? Così non si arriverà mai da nessuna parte e ogni pretesto sarà buono per permettere a quei balordi di continuare a fare i loro porci comodi in tutta trnquillità.
        • Get Real scrive:
          Re: Non è legale...
          - Scritto da: Thepassenge r

          In definitiva dici che è meglio gettare la spugna
          e continuare con quello che abbiamo senza muovere
          un dito? Così non si arriverà mai da nessuna
          parte e ogni pretesto sarà buono per permettere a
          quei balordi di continuare a fare i loro porci
          comodi in tutta
          trnquillità.Che differenza fa? Loro faranno COMUNQUE quello che vogliono. Come pensi di impedirglielo? Con quali soldi? Con quale esercito?
          • cicciobello scrive:
            Re: Non è legale...
            Chi sarebbero "loro"?
          • ... scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: cicciobello
            Chi sarebbero "loro"?Forse i rettiliani? :o
          • bubba scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: cicciobello

            Chi sarebbero "loro"?

            Forse i rettiliani? :oavrei risposto cosi' anch'io :D ahah.... "loro" sono ovviamente i portaborse delle Major che svernano nei parlamenti.Cmq il mio e' solo "pessimismo legiferante"... da un p.d.v tecnologico si potra' SEMPRE copiare e ridistribuire... ma appunto, non e' quello il punto. Sarebbe bello che iniziassero a legiferare con giustizia realismo e buonsenso. Ma i segnali sono sempre peggiori...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: cicciobello

            Chi sarebbero "loro"?

            Forse i rettiliani? :oTUTTA TECNOLUGIA ESTRATERRESTRE RETTILIANA!!![yt]NSPLERA5La4[/yt]
        • bubba scrive:
          Re: Non è legale...
          - Scritto da: Thepassenge r
          - Scritto da: bubba

          La roba da fare VERAMENTE sarebbe tagliare

          ferocemente il periodo di privilegio
          protettivo
          e

          altre 2 3 cosette chiare. Fatto cio'

          l'ipertrofica contraddittoria e obsoleta

          legislazione attuale, sarebbe relegata a un

          bacino utenti "da piscina" e non "da oceano"
          come

          ora.

          Battagliare sempre in punta di scartoffia e'

          UTILE SOLO ai maneggiatori di

          scartoffie.

          In definitiva dici che è meglio gettare la spugna
          e continuare con quello che abbiamo senza muovere
          un dito? no, lo muovi il dito. Con quel dito metti su' un nodo i2p.Con quel dito paghi una vpn multi-isp.Col quel dito apri un cloud server ad antigua, ukraina, messico... o in qualunque posto il partito MPAA abbia poco credito.
          Così non si arriverà mai da nessuna
          parte e ogni pretesto sarà buono per permettere a
          quei balordi di continuare a fare i loro porci
          comodi in tutta
          trnquillità.il problema e' che i "balordi" stanno continuando. A nastro. Ignorando o peggio prendendo per il gulo ( tipo il progetto Europeana poi Arrow poi Arrow-plus [cerca su google] ).E' molto triste (io lo trovo triste) ma e' un fatto. Oh si certo qualche lampo di intelligenza ogni tanto c'e'... ma poi vengono fatti 10 passi indietro.Nell'ultimo mese o due sono diventato molto pessimista.Non credo di dover fare l'elenco delle oscenita' ottuse, barocche, contradittorie, ingiuste, malfunzionanti, stratificate, burocratiche sino al poliburo piu' spinto che "governano" il copyright/diritto d'autore. E non ne migliorano mezza. Anzi si, "migliorano" l'enforcement (che comunque viene e verra' -sempre- beffato dal lato tecnologico) e la gestione "del mercato unico dei privilegi"
      • Dr Doom scrive:
        Re: Non è legale...
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: Thepassenge r

        Era ovvio che venisse approvato, visto gli

        interessi a censurare dei soliti mafiosi con la

        coda di paglia. ora però mi aspetto che il

        Sarzana, il Scorza e tutte le associazioni

        interessate (altroconsumo, i providers, etc...)

        si rivolgano al TAR per farla morire, che si

        passi ai fatti e non alle belle

        parole.
        da twitter :
        Fulvio Sarzana ‏@fulviosarzana 4h

        Impugneremo il regolamento AGCOM su diritto
        d'autore ? Ovvio. #TAR
        #agcom


        E basta con la solita manfrina che leggo nei

        commenti tanto ci sono i proxy, i dns, bla bla,

        ma state scherzando?
        giustisssssimo. ma -in verita'- anch'io mi sto
        arrendendo all'evidenza. Ogni mese legiferano IN
        PEGGIO. Una settimana e' un portaborse europeo,
        l'altra e' una sentenza, poi la proposta di legge
        italiana, poi un regolamento. Sempre (salvo
        piccoli lampetti di luce) in
        peggio.


        Qui il punto è un'altro, un

        organo autonomo, politicizzato e colluso in

        larghe intese con i soliti imprenditori può

        decidere carta bianca scavalcando la

        magistratura, quindi un giudice imparziale fra
        le

        parti, per decidere cosa deve passare sulla rete

        italiana. Questo fatto già basta per renderlo

        palesemente illegale e spero che il TAR decida
        di

        conseguenza e questo oobrobrio

        fermato.
        e questo va bene, ma e' sempre dentro "al frame
        del puntiglio
        legale".
        La roba da fare VERAMENTE sarebbe tagliare
        ferocemente il periodo di privilegio protettivo e
        altre 2 3 cosette chiare.Invece piantarla di scaricare a sbafo no?
        • Reolix scrive:
          Re: Non è legale...
          Sbafo è sinonimo di Equo compenso vero?
          • krane scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Reolix
            Sbafo è sinonimo di Equo compenso vero?L'equo compenso lo paghi per mettere la roba a sbafo sulla chiavetta, quindi tutto tranquillo.
          • Dr Doom scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Reolix
            Sbafo è sinonimo di Equo compenso vero?scusa numero 2
          • Izio01 scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: Reolix

            Sbafo è sinonimo di Equo compenso vero?
            scusa numero 2Scusa un cavolo, hai letto cosa scrive questo?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3954812&m=3956309#p3956309Una SD da 32 Gb paga 2,88 euro alla SIAE. Qui costa 18,88 euro IVA inclusa:http://www.amazon.it/Kingston-Class-Secure-Digital-32768/dp/B001C9P5TO/ref=sr_1_5?ie=UTF8&qid=1386945003&sr=8-5&keywords=sd+32+gbTi rendi conto che i soldi che la SIAE <s
            ruba </s
            incassa senza far nulla sono con tutta probabilità più di quelli che guadagna chi la scheda la fabbrica e chi la distribuisce, con tanto di sito, supporto logistico e assistenza al cliente? E il bello è che il tipo presentava queste cifre come esempio di valori bassi e ragionevoli, alla faccia della "scusa"!!!
        • bubba scrive:
          Re: Non è legale...
          - Scritto da: Dr Doom
          - Scritto da: bubba

          La roba da fare VERAMENTE sarebbe tagliare

          ferocemente il periodo di privilegio
          protettivo
          e

          altre 2 3 cosette chiare.
          Invece piantarla di scaricare a sbafo no?SOLO quando capiro' come fate a compensare i morti, con i balzelli raccolti.
          • Dr Doom scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: Dr Doom

            - Scritto da: bubba



            La roba da fare VERAMENTE sarebbe
            tagliare


            ferocemente il periodo di privilegio

            protettivo

            e


            altre 2 3 cosette chiare.

            Invece piantarla di scaricare a sbafo no?
            SOLO quando capiro' come fate a compensare i
            morti, con i balzelli
            raccolti.questa come scusa non è male
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Dr Doom


            - Scritto da: bubba





            La roba da fare VERAMENTE sarebbe

            tagliare



            ferocemente il periodo di
            privilegio


            protettivo


            e



            altre 2 3 cosette chiare.


            Invece piantarla di scaricare a sbafo
            no?

            SOLO quando capiro' come fate a compensare i

            morti, con i balzelli

            raccolti.
            questa come scusa non è maleIntanto le risposte alle questioni vengono sempre regolarmente aggirate, o etichettate come "scuse".
          • Reolix scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dr Doom

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: Dr Doom



            - Scritto da: bubba







            La roba da fare VERAMENTE
            sarebbe


            tagliare




            ferocemente il periodo di

            privilegio



            protettivo



            e




            altre 2 3 cosette chiare.



            Invece piantarla di scaricare a
            sbafo

            no?


            SOLO quando capiro' come fate a
            compensare
            i


            morti, con i balzelli


            raccolti.

            questa come scusa non è male

            Intanto le risposte alle questioni vengono sempre
            regolarmente aggirate, o etichettate come
            "scuse".10/10
    • Leguleio scrive:
      Re: Non è legale...

      Era ovvio che venisse approvato, visto gli
      interessi a censurare dei soliti mafiosi con la
      coda di paglia. ora però mi aspetto che il
      Sarzana, il Scorza e tutte le associazioni
      interessate (altroconsumo, i providers, etc...)
      si rivolgano al TAR per farla morire, che si
      passi ai fatti e non alle belle
      parole.Guarda che spesso e volentieri il TAR dà anche delle delusioni. Vedremo dopo il 31 marzo, ma questa legge ha avuto un travaglio lungo, ed evidentemente hanno avuto il tempo per pensare ad eventuali accavallamenti di poteri.
      • Thepassenge r scrive:
        Re: Non è legale...
        - Scritto da: Leguleio
        Guarda che spesso e volentieri il TAR dà anche
        delle delusioni.

        Vedremo dopo il 31 marzo, ma questa legge ha
        avuto un travaglio lungo, ed evidentemente hanno
        avuto il tempo per pensare ad eventuali
        accavallamenti di
        poteri.Daccordo, che ci si provi almeno, alle parole devono seguire i fatti, se poi non servirà almeno qualcosa sarà stato tentato.Se alla magistratura sta bene che un organo privato faccia il loro lavoro buon per loro, ma io se fossi un giudice non ne sarei contento.Quello che mi secca è dover comunque usare sotterfugi per potere navigare in rete in tutta pace e tranquillità e leggermi l'informazione che mi pare, io in rete ci sono cresciuto e so come evitare le forze oscurantiste ma molti no, e l'ignoranza purtroppo non paga, vedi che c'è ancora un sacco di gente che credo che il nano sia innocente e che il nuovo renzi il nuovo messia. Ma mi facciano il piacere va la.
        • Allibito scrive:
          Re: Non è legale...
          - Scritto da: Thepassenge r
          - Scritto da: Leguleio

          Guarda che spesso e volentieri il TAR dà
          anche

          delle delusioni.



          Vedremo dopo il 31 marzo, ma questa legge ha

          avuto un travaglio lungo, ed evidentemente
          hanno

          avuto il tempo per pensare ad eventuali

          accavallamenti di

          poteri.

          Daccordo, che ci si provi almeno, alle parole
          devono seguire i fatti, se poi non servirà almeno
          qualcosa sarà stato
          tentato.
          Se alla magistratura sta bene che un organo
          privato faccia il loro lavoro buon per loro, ma
          io se fossi un giudice non ne sarei
          contento.

          Quello che mi secca è dover comunque usare
          sotterfugi per potere navigare in rete in tutta
          pace e tranquillità e leggermi l'informazione che
          mi pare, io in rete ci sono cresciuto e so come
          evitare le forze oscurantiste ma molti no, e
          l'ignoranza purtroppo non paga, vedi che c'è
          ancora un sacco di gente che credo che il nano
          sia innocente e che il nuovo renzi il nuovo
          messia. Ma mi facciano il piacere va
          la."Le forze oscurantiste" sarebbero coloro che vorrebbero impedire il saccheggio delle opere d'ingegno? Ma forse era una battuta e non l'ho capita.
          • webwizard scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Allibito
            "Le forze oscurantiste" sarebbero coloro che
            vorrebbero impedire il saccheggio delle opere
            d'ingegno? Ma forse era una battuta e non l'ho
            capita.Che non l'hai capita era ovvio. Le forze oscurantiste sono quelle che, con la scusa di "impedire il saccheggio delle opere d'ingegno", stabiliscono quello che posso o non posso vedere. Se lo fa un tribunale mi sta bene, se lo fa un ente non giuridico, no. Capita adesso?
        • Leguleio scrive:
          Re: Non è legale...


          Guarda che spesso e volentieri il TAR dà
          anche

          delle delusioni.



          Vedremo dopo il 31 marzo, ma questa legge ha

          avuto un travaglio lungo, ed evidentemente
          hanno

          avuto il tempo per pensare ad eventuali

          accavallamenti di

          poteri.
          Daccordo, che ci si provi almeno, alle parole
          devono seguire i fatti, se poi non servirà almeno
          qualcosa sarà stato
          tentato.
          Se alla magistratura sta bene che un organo
          privato Sei la seconda persona che cade in questo equivoco. Confondi l'AgCom con l'Aci o con l'Anica.L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, è come dice il nome, un'autorità indipendente, almeno nelle intenzioni. Come tutte la autorità ha già ora il potere di infliggere multe, e lo ha fatto più volte.Bloccare i siti esteri via DNS non sarebbe una cosa tanto diversa.
          faccia il loro lavoro buon per loro, ma
          io se fossi un giudice non ne sarei
          contento.Con tutta la mole di lavoro che hanno, qualcuno che firmi ordini di sequestro è per loro un sollievo.
          • webwizard scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            Sei la seconda persona che cade in questo
            equivoco. Confondi l'AgCom con l'Aci o con
            l'Anica.
            L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, è
            come dice il nome, un'autorità indipendente,
            almeno nelle intenzioni. L'AGCOM è di nomina politica, fatta dal governo in carica, ergo potere esecutivo. La decisione sulla liceità di un contenuto va presa dal potere giudiziario. Chiara la differenza ?
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...


            Sei la seconda persona che cade in questo

            equivoco. Confondi l'AgCom con l'Aci o con

            l'Anica.

            L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni,
            è

            come dice il nome, un'autorità indipendente,

            almeno nelle intenzioni.
            L'AGCOM è di nomina politica, Perché, se fosse di nomina popolare cambierebbe qualcosa? Riceverebbe lo stesso l'accusa di collusione, tale e quale.Magari in futuro si deciderà che si accede alle autorità nazionali per rigoroso concorso, e che sono ammessi solo ex magistrati e docenti di diritto. Per ora è così.
            fatta dal governo
            in carica, ergo potere esecutivo. La decisione
            sulla liceità di un contenuto va presa dal potere
            giudiziario. Chiara la differenza
            ?No. È un sequestro preventivo, basato su segnalazioni che sono comunque di parte (l'ultima veniva da Medusa film) e per forza di cose non si possono fare riscontri approfonditi, non si può perdere tempo a scaricare col P2P tutti i link del sito. È una decisione che può essere sbagliata sia che la prenda un giudice sia che la prendano persone nominate da un governo.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Non è legale...
            Come al solito di arrampichi sugli specchi giustificando l'ingiustificabile.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            Però adesso devi mettere qualche frase sgrammaticata, qualche bel dito e luna a casaccio. Altrimenti come facciamo a sapere che sei proprio sg@abbio?
          • furetto de furbis scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            Però adesso devi mettere qualche frase
            sgrammaticata, qualche bel dito e luna a
            casaccio. Altrimenti come facciamo a sapere che
            sei proprio
            sg@abbio?Stavolta non metti i tuoi soliti commenti idioti (il dito la luna la nonna) con un nick ancora più idiota?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Non è legale...
            Non cercare di metterla sul personale quando ti si fa una osservazione simile.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            Quale osservazione?E non c'è nemmeno una censurina? Un'accusa di divagare? Ma insomma, non sei più tu!
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            Quale osservazione?
            E non c'è nemmeno una censurina? Un'accusa di
            divagare? Ma insomma, non sei più
            tu!Tu invece sei come sempre divagante e vaganteOggi hai rinunciato ai tuoi soliti commenti "mascherati" (si fa per dire) tipo con nik sgabbiotto sgabbiuzzo e via dicendo?o ci dobbiamo aspettare la solita sequenza?
          • tucumcari scrive:
            Re: Non è legale...
            Scusate, ho sbagliato nick...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Non è legale...
            Il problema è che la redazione tollera un individuo simile, non mi stupirebbe se fosse poi uno della redazione.
          • ciccino scrive:
            Re: Non è legale...
            è questo il punto. è un individuo insopportabile, presuntuoso, arrogante, che vuol insegnare tutto a tutti e crede di aver ragione. Secondo molte persone fa allontanare tanti lettori da punto informatico perché rende insopportabili i commenti con la sua presenza. Ma non se ne era stato fuori dalla scatole per un po' di tempo? Come mai è tornato?
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...

            è questo il punto. è un individuo insopportabile,
            presuntuoso, arrogante, che vuol insegnare tutto
            a tutti e crede di aver ragione. Secondo molte
            persone fa allontanare tanti lettori da punto
            informatico perché rende insopportabili i
            commenti con la sua presenza. Ma non se ne era
            stato fuori dalla scatole per un po' di tempo?
            Come mai è
            tornato?Per far dispetto a te.
          • ciccino scrive:
            Re: Non è legale...
            e al resto che non ti sopporta. oltre che a farlo anche a punto informatico, dato il calo dei lettori.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...

            e al resto che non ti sopporta. oltre che a farlo
            anche a punto informatico, dato il calo dei
            lettori.Povero Punto Informatico, come mi fa pena... E sicuramente anche a te.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio

            e al resto che non ti sopporta. oltre che a
            farlo

            anche a punto informatico, dato il calo dei

            lettori.

            Povero Punto Informatico, come mi fa pena... E
            sicuramente anche a
            te.E con te che fai pena a tutti chiudiamo il giro....
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            ... E facciamo un saluto a Giggi er Trojone, non va dimenticato.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            ... E facciamo un saluto a Giggi er Trojone, non
            va
            dimenticato.E chi lo conosce? devi chiedere a maxsix
          • sgabbinetto del sindaco scrive:
            Re: Non è legale...
            con te, sicuramente, puntoinformatico cade giù, giu, giù...Le donne ti sopportano a fatica o ti evitano ad ogni costo?
          • sgabbivendo lo scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: sgabbinetto del sindaco
            con te, sicuramente, puntoinformatico cade giù,
            giu,
            giù...
            Le donne ti sopportano a fatica o ti evitano ad
            ogni
            costo?Bisognerebbe chiedere a loro.Nel frattempo puoi sempre "sgabbiare" sull'articolo sui numeri pseudocasuali da "vero esperto" non c'è dubbio che come srgente di entropia (aka boiate a caso) i tuoi post siano una sorgente la cui affidabiltà è "self evident".
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: tucumcari
            Scusate, ho sbagliato nick...Direi che non è una novitàPensavi forse a Savio Saverio?o a roba tipo sgabbietto sgabbiuccio io sgabbio e tu no... o similia? ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: tucumcari

            Scusate, ho sbagliato nick...
            Direi che non è una novità
            Pensavi forse a Savio Saverio?
            o a roba tipo sgabbietto sgabbiuccio io sgabbio e
            tu no... o
            similia?
            ;)A Maki Tikaka, a Venereo Clisterucci e a Psico Anal Ittico. 8)
          • ... scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Leguleio

            - Scritto da: tucumcari


            Scusate, ho sbagliato nick...

            Direi che non è una novità

            Pensavi forse a Savio Saverio?

            o a roba tipo sgabbietto sgabbiuccio io
            sgabbio
            e

            tu no... o

            similia?

            ;)
            A Maki Tikaka, a Venereo Clisterucci e a Psico
            Anal Ittico.
            8)Solo i primi due sono miei.E sono come è ovvio dei derivati ironici del tuo/tuoi caro Mercuriale Siringhini...Piuttosto vedo che la letteruccia con la terapia consigliata brucia ancora nevvero?Nell'attesa ci saluti pure il nostro comune "amico" Savio Saverio E se non lo trova può sempre cercarlo sul burj khalifa sia certo che lo troverà... :D
          • ... scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: Leguleio


            - Scritto da: tucumcari



            Scusate, ho sbagliato nick...


            Direi che non è una novità


            Pensavi forse a Savio Saverio?


            o a roba tipo sgabbietto sgabbiuccio io

            sgabbio

            e


            tu no... o


            similia?


            ;)

            A Maki Tikaka, a Venereo Clisterucci e a
            Psico

            Anal Ittico.

            8)
            Solo i primi due sono miei.
            E sono come è ovvio dei derivati ironici del
            tuo/tuoi caro Mercuriale
            Siringhini...Che bugiardo... Ma ci sono abituato. Gli alter ego che ti hanno fatto fare brutta figura li hai abbandonati tutti.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: ...

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: Leguleio



            - Scritto da: tucumcari




            Scusate, ho sbagliato nick...



            Direi che non è una novità



            Pensavi forse a Savio Saverio?



            o a roba tipo sgabbietto
            sgabbiuccio
            io


            sgabbio


            e



            tu no... o



            similia?



            ;)


            A Maki Tikaka, a Venereo Clisterucci e a

            Psico


            Anal Ittico.


            8)

            Solo i primi due sono miei.

            E sono come è ovvio dei derivati ironici del

            tuo/tuoi caro Mercuriale

            Siringhini...
            Che bugiardo... Ma ci sono abituato. Gli alter
            ego che ti hanno fatto fare brutta figura li hai
            abbandonati
            tutti.Li hai abbandonati.Del resto non hai fatto un solo post col tuo nik per mesi! ;)E la cosa è ben documentata e sotto gli occhi del famoso "pubblico"
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            Queste bugie sono piuttosto noiose. Preferisco quando racconti di vacanze in Turchia oppure in Grecia, con tanto di degustazione di piatti locali a bordo di un tender.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            Queste bugie sono piuttosto noiose. Preferisco
            quando racconti di vacanze in Turchia oppure in
            Grecia, con tanto di degustazione di piatti
            locali a bordo di un
            tender.Bugie?(rotfl)(rotfl)Ok..trova un tuo post qualunque nel mese di luglio (per dirne uno).Del resto pure il post sulle vacanze in grecia è di risposta a chi e con quale nik?Sei tu stesso con le tue parole a confermare!(rotfl)(rotfl)Certo "volpini" come te è difficile trovarne.(rotfl)(rotfl)
          • sgabbiatron ix scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Sg@bbio
            Come al solito di arrampichi sugli specchi
            giustificando
            l'ingiustificabile.il dito e la pera
          • furetto de furbis scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: sgabbiatron ix
            - Scritto da: Sg@bbio

            Come al solito di arrampichi sugli specchi

            giustificando

            l'ingiustificabile.

            il dito e la peraE il solito XXXXXXXXXX
          • ... scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: sgabbiatron ix
            - Scritto da: Sg@bbio

            Come al solito di arrampichi sugli specchi

            giustificando

            l'ingiustificabile.

            il dito e la perail cretino
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio

            No. È un sequestro preventivo, basato su
            segnalazioni che sono comunque di parte (l'ultima
            veniva da Medusa film) e per forza di cose non si
            possono fare riscontri approfonditi, non si può
            perdere tempo a scaricare col P2P tutti i link
            del sito. Con buona pace del diritto, di Cesare Beccaria, della presunzione di innocenza, della responsabilita' personale, e dell'eredita' del diritto romano.L'inquisizione spagnola aveva principi molto piu' progressisti di questo abominio.
          • Dr Doom scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio




            No. È un sequestro preventivo, basato su

            segnalazioni che sono comunque di parte
            (l'ultima

            veniva da Medusa film) e per forza di cose
            non
            si

            possono fare riscontri approfonditi, non si
            può

            perdere tempo a scaricare col P2P tutti i
            link

            del sito.

            Con buona pace del diritto, di Cesare Beccaria,
            della presunzione di innocenza, della
            responsabilita' personale, e dell'eredita' del
            diritto
            romano.Hanno sequestrato dei bit, che te ne importa tanto li puoi copiare liberamente :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Dr Doom

            Hanno sequestrato dei bit, che te ne importa
            tanto li puoi copiare liberamente
            :DVedi, se io fossi un gretto bottegaio che pensasse solo ai propri interessi, potrei tranquillamente sbattermene, visto che questi blocchi di DNS sono totalmente trasparenti per quanto mi riguarda.Ma qui si parla di censurare le idee, e di impedire la libera manifestazione di pensiero, da parte di milizia privata che abusera' di questo potere, per mettere a tacere il dissenso democratico.Non pretendo neanche che tu possa capire questi concetti, ma questo e'.
          • Dr Doom scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dr Doom




            Hanno sequestrato dei bit, che te ne importa

            tanto li puoi copiare liberamente

            :D

            Vedi, se io fossi un gretto bottegaio che
            pensasse solo ai propri interessi, potrei
            tranquillamente sbattermene, visto che questi
            blocchi di DNS sono totalmente trasparenti per
            quanto mi
            riguarda.Quindi continua a copiarti i tuoi bit e non rompere
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dr Doom







            Hanno sequestrato dei bit, che te ne
            importa


            tanto li puoi copiare liberamente


            :D



            Vedi, se io fossi un gretto bottegaio che

            pensasse solo ai propri interessi, potrei

            tranquillamente sbattermene, visto che questi

            blocchi di DNS sono totalmente trasparenti
            per

            quanto mi

            riguarda.
            Quindi continua a copiarti i tuoi bit e non
            rompereSe la cosa ti infastidisce, vuol dire che stiamo facendo bene.Non ci sarebbe tutto questo polverone se il problema fosse solo quello di "copiare e non rompere".
          • Dr Doom scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Dr Doom

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Dr Doom










            Hanno sequestrato dei bit, che te
            ne

            importa



            tanto li puoi copiare liberamente



            :D





            Vedi, se io fossi un gretto bottegaio
            che


            pensasse solo ai propri interessi,
            potrei


            tranquillamente sbattermene, visto che
            questi


            blocchi di DNS sono totalmente
            trasparenti

            per


            quanto mi


            riguarda.

            Quindi continua a copiarti i tuoi bit e non

            rompere

            Se la cosa ti infastidisce, vuol dire che stiamo
            facendo
            bene.Mi infastidisce per motivi che non sei in grado di capire :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Dr Doom

            Se la cosa ti infastidisce, vuol dire che
            stiamo

            facendo

            bene.
            Mi infastidisce per motivi che non sei in grado
            di capire
            :DMi basta sapere che ti infastidisce.Vuol dire che stiamo facendo bene.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            Ma qui si parla di censurare le idee, e di
            impedire la libera manifestazione di pensiero, da
            parte di milizia privata che abusera' di questo
            potere, per mettere a tacere il dissenso
            democratico.Ma non dire razzate , il punto é che vuoi continuare a scaricare gratis tutto il possibile immaginabile. Anche roba che non ti servirá mai a nulla.Lascia perdere i discorsi di censurare idee e pensieri perché non é quello che cerchi. Hai ampiamente dimostrato che saresti il primo a censurare tutte le idee ed i pensieri legati alla tua tanto odiata Apple, saresti il primo a togliere la facoltà di usare i mezzi informatici di oggi solo perché sono troppo semplici da usare, sei il primo che toglierebbe internet (fonte di ispirazione per idee e pensieri) a chi non ha mai visto una riga di comando.Hai rotto le OO
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Ma qui si parla di censurare le idee, e di

            impedire la libera manifestazione di
            pensiero,
            da

            parte di milizia privata che abusera' di
            questo

            potere, per mettere a tacere il dissenso

            democratico.

            Ma non dire razzate , il punto é che vuoi
            continuare a scaricare gratis tutto il possibile
            immaginabile. Anche roba che non ti servirá
            mai a
            nulla.Questo e' quello che vuoi credere tu.Questa e' la risposta facile perche' non hai nessun'altra risposta per il vero problema.
            Lascia perdere i discorsi di censurare idee e
            pensieri perché non é quello che cerchi.Non lascio perdere proprio niente, perche' e' proprio quello che cerco.
            Hai ampiamente dimostrato che saresti il primo a
            censurare tutte le idee ed i pensieri legati alla
            tua tanto odiata Apple,No. Sei tu quello che vorrebbe invece censurarmi perche' dico le cose come stanno e la verita' ti da' molto fastidio.Non sono io che voglio mettere a tacere te, sei tu quello che vorrebbe mettere a tacere me, e lo faresti se questo abominio ti desse questo potere.
            saresti il primo a
            togliere la facoltà di usare i mezzi informatici
            di oggi solo perché sono troppo semplici da
            usare, Assolutamente no.Io non voglio togliere i mezzi informatici di oggi.Sei tu quello che vorrebbe togliere i mezzi informatici di ieri, PER SOSTITUIRLI TOTALMENTE con quelli di oggi, che lasciano molta meno liberta' all'utente, in nome di questa fantomatica semplicita'.
            sei il primo che toglierebbe internet
            (fonte di ispirazione per idee e pensieri) a chi
            non ha mai visto una riga di
            comando.Prova a rileggere il testo di questa legge e poi torna qui a dirmi chi e' che vuole togliere internet.
            Hai rotto le OOBuon segno.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            Io non voglio togliere i mezzi informatici di
            oggi.
            Sei tu quello che vorrebbe togliere i mezzi
            informatici di ieri, PER SOSTITUIRLI TOTALMENTE
            con quelli di oggi, che lasciano molta meno
            liberta' all'utente, in nome di questa
            fantomatica
            semplicita'.Io ma soprattutto tu sappiamo che hai piú volte espresso questo pensiero e non ho voglia ne tempo di andare a ricercare i tuoi vecchi interventi. Puoi negarlo quanto vuoi, tanto ormai ci hai abituato a negare le evidenze, ma sai benissimo che lo hai detto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Io non voglio togliere i mezzi informatici di

            oggi.

            Sei tu quello che vorrebbe togliere i mezzi

            informatici di ieri, PER SOSTITUIRLI
            TOTALMENTE

            con quelli di oggi, che lasciano molta meno

            liberta' all'utente, in nome di questa

            fantomatica

            semplicita'.

            Io ma soprattutto tu sappiamo che hai piú
            volte espresso questo pensiero e non ho voglia ne
            tempo di andare a ricercare i tuoi vecchi
            interventi. Puoi negarlo quanto vuoi, tanto ormai
            ci hai abituato a negare le evidenze, ma sai
            benissimo che lo hai
            detto.Come tu sai benissimo quello che ho detto io.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            I diretti interessati sono gli autori, non i
            parassiti che si arricchiscono sfruttando la
            creativita' degli
            autori.Ma tu te lo vedi un Franco Battiato che va dall'avvocato con la lista dei link internet che mettono a disposizione i suoi brani gratis da scaricare per vedere se ci sono i presupposti per una denuncia ?E se no, come dovrebbero fare "i diretti interessati" a tutelare il loro lavoro ?
          • astroturfer scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            Ma tu te lo vedi un Franco Battiato che va
            dall'avvocato con la lista dei link internet che
            mettono a disposizione i suoi brani gratis da
            scaricare per vedere se ci sono i presupposti per
            una denuncia
            ?Se ci tiene ci va, altrimenti CIAO!!
          • aphex_twin scrive:
            Re: Non è legale...
            Altrimenti CIAO nel senso che poi non avrebbe piú tempo far esprimere la sua arte.E tanti saluti a Battiato.Invece lui delega chi viene pagato ed ha tempo per proteggere le sue idee ed espressioni.Ma capisco che per chi scarica tutto e non crea nulla siano concetti difficilmente comprensibili.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            Altrimenti CIAO nel senso che poi non avrebbe
            piú tempo far esprimere la sua
            arte.

            E tanti saluti a Battiato.Stiamo parlando di Battiato o Britney Spirs?Se Battiato ha ancora creativita' e continua a produrre, la gente continuera' a seguirlo e apprezzare le sue NUOVE PRODUZIONI.Altrimenti puo' sempre smettere di creare cose nuove e mettere un nuovo titolo a cose gia' fattehttp://it.paperblog.com/sanremo-2011-battiato-copia-battiatodubbio-sul-plagio-249868/cosi' ha il tempo di difendere i suoi interessi senza delegare qualcuno.
            Invece lui delega chi viene pagato ed ha tempo
            per proteggere le sue idee ed
            espressioni.

            Ma capisco che per chi scarica tutto e non crea
            nulla siano concetti difficilmente
            comprensibili.Se gli amanuensi non avessero copiato tutti senza creare nulla, sai quanta cultura avremmo perso per sempre?Ma capisco che per chi misura tutto coi soldi e da' perfino un valore alle copie, parlare di cultura e' un concetto difficilmente comprensibile.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Non è legale...

            Se gli amanuensi non avessero copiato tutti senza
            creare nulla, sai quanta cultura avremmo perso
            per
            sempre?Pensa ai set TOSEC ... gestiti dagli amanuensi moderni !Io stesso ho proceduto ad organizzare e archiviare software "d'epoca", per PC ed altri sistemi, senza creare nulla ma buttandoci un bel po' di tempo e fatica.
            Ma capisco che per chi misura tutto coi soldi e
            da' perfino un valore alle copie, parlare di
            cultura e' un concetto difficilmente
            comprensibile.
          • astroturfer scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            Ma capisco che per chi scarica tutto e non crea
            nulla siano concetti difficilmente
            comprensibili.E quelli creerebbero qualcosa?
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            I diretti interessati sono gli autori, non i

            parassiti che si arricchiscono sfruttando la

            creativita' degli

            autori.

            Ma tu te lo vedi un Franco Battiato che va
            dall'avvocato con la lista dei link internet che
            mettono a disposizione i suoi brani gratis da
            scaricare per vedere se ci sono i presupposti per
            una denuncia ?E invece preferiresti che nel dubbio, venga bombardato tutto col napalm?Spiegami che cosa ci vedi di male in una persona che ritenendo di aver subito un danno, sporge denuncia.
            E se no, come dovrebbero fare "i diretti
            interessati" a tutelare il loro lavoro ?Come tutti.Tu come ti tuteli se non vieni pagato? Ti rivolgi alle autorita' competenti o fai mettere una testa mozzata di cavallo davanti alla porta di casa di chi non ti ha pagato?
          • aphex_twin scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: panda rossa
            Spiegami che cosa ci vedi di male in una persona
            che ritenendo di aver subito un danno, sporge
            denuncia.
            Non fare l'ingenuo, sai bene che in internet difficilmente subisce UN danno. Passerebbe la sua vita a sporgere denunce.

            E se no, come dovrebbero fare "i diretti

            interessati" a tutelare il loro lavoro ?

            Come tutti.

            Tu come ti tuteli se non vieni pagato? Ti rivolgi
            alle autorita' competenti o fai mettere una testa
            mozzata di cavallo davanti alla porta di casa di
            chi non ti ha
            pagato?Se avessi stipulato un contratto con una casa discografica anche per tutelare il mio lavoro mi rivolgerei a loro.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Spiegami che cosa ci vedi di male in una
            persona

            che ritenendo di aver subito un danno, sporge

            denuncia.



            Non fare l'ingenuo, sai bene che in internet
            difficilmente subisce UN danno. Passerebbe la sua
            vita a sporgere
            denunce.Se c'e' un problema, si cerca di risolvere il problema, invece di crearne altri.Se come dici tu difficilmente subisce un danno, vuol dire che questa cosa non e' un danno, senza stare a tirare in ballo tutte le ricerche di mercato che hanno stabilito che la roba scaricata da internet favorisce gli artisti che incrementano il business.


            E se no, come dovrebbero fare "i diretti


            interessati" a tutelare il loro lavoro ?



            Come tutti.



            Tu come ti tuteli se non vieni pagato? Ti
            rivolgi

            alle autorita' competenti o fai mettere una
            testa

            mozzata di cavallo davanti alla porta di
            casa
            di

            chi non ti ha

            pagato?

            Se avessi stipulato un contratto con una casa
            discografica anche per tutelare il mio lavoro mi
            rivolgerei a loro.E se la casa discografica non ti paga?Perche' se tu sei sotto contratto, il tuo rapporto commerciale riguarda te e chi ti paga, mica gli altri.
          • Izio01 scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            I diretti interessati sono gli autori, non i

            parassiti che si arricchiscono sfruttando la

            creativita' degli

            autori.

            Ma tu te lo vedi un Franco Battiato che va
            dall'avvocato con la lista dei link internet che
            mettono a disposizione i suoi brani gratis da
            scaricare per vedere se ci sono i presupposti per
            una denuncia?

            E se no, come dovrebbero fare "i diretti
            interessati" a tutelare il loro lavoro?Ma vedi, tempo fa a me hanno aperto il box, causando un danno economico non negligibile. Fortunatamente hanno rubato solo attrezzi vari, lasciandomi la macchina e la moto che allora avevo, erano veicoli di scarso valore.Come ho potuto tutelare la mia proprietà, e di riflesso il mio lavoro? NON ho potuto: sono andato dai carabinieri, ho sporto denuncia ed è finita lì. La stessa cosa vale per chiunque non sia ricco e/o immanicato e subisca truffe, furti, scassi e tutto il resto, che in Italia abbonda. I "detentori dei diritti" hanno già leggi ad hoc che fanno sì che finanza e polpost lavorino praticamente a tempo pieno per loro, incassano da noi un balzello assurdo come l'equo compenso senza dare niente in cambio... io non vedo assolutamente la necessità di privilegiarli ulteriormente fornendo SOLO A LORO un canale preferenziale di tutela, nonché un altro ente pubblico pagato da tutti noi ma esplicitamente al loro esclusivo servizio.Che mi ripaghino i danni al box e ne riparliamo, altrimenti tutta questa sfilza infinita di privilegi continuerà a disgustarmi.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            I diretti interessati sono gli autori, non i

            parassiti che si arricchiscono sfruttando la

            creativita' degli

            autori.

            Ma tu te lo vedi un Franco Battiato che va
            dall'avvocato con la lista dei link internet che
            mettono a disposizione i suoi brani gratis da
            scaricare per vedere se ci sono i presupposti per
            una denuncia
            ?No, ma vedo che Franco Battiato è andato da questi qua per fare in modo che la gente ascoltasse <b
            GRATIS </b
            la sua musica con tanto di video ufficiale:http://www.youtube.com/user/FrancoBattiatoVEVOQuindi io se cerco un suo brano non ho bisogno di cercare link strani, vado direttamente su youtube e me lo ascolto SENZA PAGARE NULLA, Battiato si prende i soldi (non certo da me, ma da youtube che li prende a sua volta dagli inserzionisti) e siamo tutti contenti.Lo stesso vale per i video caricati "non ufficialmente", dove viene riconosciuta la voce di Battiato (grazie al contentid), ma lui ha permesso che quei video restassero online e che ogni visualizzazione gli fruttasse soldi, invece di stare a far cancellare tutto dove poi la gente avrebbe finito per ricaricarli soltanto altrove dove non gli avrebbero fruttato un centesimo.Quando GLI ALTRI (non Battiato) capiranno che o le cose vanno così o la gente accetta solo se non deve pagare, e che sono gli altri a dover trovare un modo per guadagnarci senza far pagare la gente, allora sarà troppo tardi (per loro) perché nel frattempo saranno falliti. La gente intanto continuerà a scaricare finché non arriverà qualcuno più intelligente che farà come ha fatto Battiato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 dicembre 2013 01.58-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio


            Cosa c'entra Cesare Beccaria? Lui si
            occupava


            soprattutto delle confessioni estorte
            con
            la


            tortura <b
            e dei reati
            immaginari

            come

            la


            stregoneria. </b




            Basterebbe che tu rileggessi quello che
            scrivi,

            che a volte non e' sbagliato, e troveresti la

            risposta.

            Non sei Cesare Beccaria. Nemmeno lontanamente.
            Non scriverai mai un <I
            best seller
            </I
            che dimostra che la pirateria
            informatica è un reato immaginario.E questo cambierebbe le cose?Il sole sorge anche se io non ci scrivo un best seller in argomento, sai?E comunque il Beccaria non ha certo scritto con l'intenzione di vendere. Ha scritto con l'intenzione di FAR LEGGERE, quindi puoi anche evitare di mettere "best seller" ai "delitti e pene"
            Veramente intendevo il provvedimento di
            sequestro: se lo ritiene ingiusto, il gestore del
            sito lo può contestare (impugnare) e sostenere,
            ad esempio, che non ospita né contenuti né link
            che violano il diritto
            d'autore.Il gestore del sito e' a sua volta un intermediario e non l'autore dei contenuti pubblicati.Perche' tirare in ballo un intermediaro che per non aver rogne asseconda, invece di andare a chiedere la rimozione o un contraddittorio a chi quei contenuti li ha resi disponibili in rete?E lasciamo perdere i link, perche' non si risolve un problema coprendo il cartello stradale che lo indica.
            Qui però vai sul tecnico, più che sul giuridico.Perche' il problema e' tecnico, non giuridico.
            A nessuno piace far andar di mezzo intere
            piattaforme per colpire singole sezioni, credo. E
            però un metodo diverso non c'è, col web di oggi
            perlomeno. Esiste anche l'ineluttabile rassegnazione di fronte all'impossibilita' di agire.
            Quando, negli anni Sessanta, qualche pretore
            faceva sequestrare su tutto il territorio
            nazionale una rivista a causa di una donna troppo
            scollacciata nelle pagine interne, faceva
            necessariamente sequestrare anche tutti i
            contenuti: articoli, pubblicità, foto
            assolutamente innocenti, annunci. Non era
            previsto che la polizia passasse di edicola in
            edicola a strappare solo le pagine incriminate...Oggi che le informazioni sono digitali e non piu' cartacee, e' invece possibile strappare solo le pagine incriminate, e quindi mi aspetto che venga fatto.Invece pare che siamo ancora agli anni '60 e si fanno chiudere interi dominii.Con la differenza che almeno negli anni '60 sequestravano proprio le riviste che sparivano.Oggi invece tolono il cartello, e non sparisce proprio niente.

            da qualche parte, in qualche

            tempo, non puoi pretendere che dall'altra si

            porga l'altra guancia in

            silenzio.



            Stiamo condannando il metodo qua.

            Un metodo che permette ad una delle due parti

            (quella forte), di agire motu proprio, manco
            ci

            fosse un pericolo di vita da

            difendere.

            Nemmeno il web è una questione di vita o di
            morte. Prima del 1994 in Italia nessuno sapeva
            che cosa fosse, e una percentuale di italiani
            ancora non sa che farsene e non lo usa. Quindi il solito clamore per nulla.
            Per dirla
            in termini giuridici: le pagine web ancora non
            sono protette dalla convenzione internazionale
            dei diritti dell'uomo. Ma la liberta' di pensiero, in tutte le sue manifestazioni, si'.
            Magari in futuro sarà
            così.Lo e' gia' adesso, con le normative vigenti, che pero' per tornaconto di pochi ricchi parassiti e di governanti conniventi, non viene recepita.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...




            Cosa c'entra Cesare Beccaria? Lui
            si

            occupava



            soprattutto delle confessioni
            estorte

            con

            la



            tortura <b
            e dei reati

            immaginari


            come


            la



            stregoneria. </b



            Basterebbe che tu rileggessi quello che

            scrivi,


            che a volte non e' sbagliato, e
            troveresti
            la


            risposta.

            Non sei Cesare Beccaria. Nemmeno
            lontanamente.

            Non scriverai mai un <I
            best seller

            </I
            che dimostra che la pirateria

            informatica è un reato immaginario.

            E questo cambierebbe le cose?
            Il sole sorge anche se io non ci scrivo un best
            seller in argomento,
            sai?Le idee diffuse e accettate sono cose un po' diverse rispetto ai moti celesti.
            E comunque il Beccaria non ha certo scritto con
            l'intenzione di vendere. Ha scritto con
            l'intenzione di FAR LEGGERE, quindi puoi anche
            evitare di mettere "best seller" ai "delitti e
            pene"Quello senz'altro. Ma le sue idee si sono diffuse in tutta Europa esclusivamente perché è diventato un <I
            best seller </I
            (secondo i numeri dell'epoca: oggi sarebbe un fiasco). Ed è diventato un <I
            best seller </I
            perché è uscito nel momento storico giusto, e con le argomentazioni giuste. Tutto il contrario dei tuoi commenti.
            Il gestore del sito e' a sua volta un
            intermediario e non l'autore dei contenuti
            pubblicati.È a lui che interessa che il sito torni visibile in Italia: non certo alle migliaia di persone che vi hanno messo i contenuti a capriccio, alcuni di propria creazione, altri protetti. Magari pensi che se l'ufficio d'igiene fa chiudere una pizzeria possono fare ricorso i clienti abituali, anziché il proprietario: "Riapritela, si mangiava così bene...". Come no.
            Perche' tirare in ballo un intermediaro che per
            non aver rogne asseconda, invece di andare a
            chiedere la rimozione o un contraddittorio a chi
            quei contenuti li ha resi disponibili in
            rete?Perché sono anonimi. E perché per la legge ne risponde l'intestatario del sito, i cui dati (veri, si suppone) sono depositati presso il registrar.
            E lasciamo perdere i link, perche' non si risolve
            un problema coprendo il cartello stradale che lo
            indica.I vari Paesi europei che hanno oscurato il sito di The Pirate bay, oggi una quindicina, la pensano diversamente.Però puoi andare dalle rispettive autorità giudiziarie, una ad una, e vediamo se le convinci.

            A nessuno piace far andar di mezzo intere

            piattaforme per colpire singole sezioni,
            credo.
            E

            però un metodo diverso non c'è, col web di
            oggi

            perlomeno.

            Esiste anche l'ineluttabile rassegnazione di
            fronte all'impossibilita' di
            agire.Non è prevista dalla legge.

            Quando, negli anni Sessanta, qualche pretore

            faceva sequestrare su tutto il territorio

            nazionale una rivista a causa di una donna
            troppo

            scollacciata nelle pagine interne, faceva

            necessariamente sequestrare anche tutti i

            contenuti: articoli, pubblicità, foto

            assolutamente innocenti, annunci. Non era

            previsto che la polizia passasse di edicola
            in

            edicola a strappare solo le pagine
            incriminate...

            Oggi che le informazioni sono digitali e non piu'
            cartacee, e' invece possibile strappare solo le
            pagine incriminate, e quindi mi aspetto che venga
            fatto.Normalmente arriva una richiesta di rimozione al sito. Se però il sito fa finta di nulla, oppure se rimuove con troppa flemma i link incriminati, perché il traffico generato è denaro degli inserzionisti, il sito si oscura. Ogni ora in più è un danno.
            Invece pare che siamo ancora agli anni '60 e si
            fanno chiudere interi
            dominii.Non c'è una metodologia tecnica per separare il grano dal loglio.
            Con la differenza che almeno negli anni '60
            sequestravano proprio le riviste che
            sparivano.
            Oggi invece tolono il cartello, e non sparisce
            proprio
            niente.Bisogna sempre far vedere che ci si dà da fare.

            Per dirla

            in termini giuridici: le pagine web ancora
            non

            sono protette dalla convenzione
            internazionale

            dei diritti dell'uomo.

            Ma la liberta' di pensiero, in tutte le sue
            manifestazioni,
            si'.Il diritto alla proprietà, che include anche quelle immateriali come brevetti e contenuti artistici, è prevalente sulla libertà di espressione. In un eventuale ricorso in quella sede, il giudice dirà, in sintesi: "Se lei esprime il suo pensiero senza aggiungere link a materiale altrui nessuno ci mette il naso".
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio


            Il gestore del sito e' a sua volta un

            intermediario e non l'autore dei contenuti

            pubblicati.

            È a lui che interessa che il sito torni
            visibile in Italia: non certo alle migliaia di
            persone che vi hanno messo i contenuti a
            capriccio, alcuni di propria creazione, altri
            protetti.Appunto.A lui interessa solo che venga rimesso in linea il sito, a discapito dei contenuti fastidiosi che hanno causato l'oscuramento.Quindi li cancellera' inesorabilmente sbattendosene altamente se siano leciti o meno.
            Magari pensi che se l'ufficio d'igiene fa
            chiudere una pizzeria possono fare ricorso i
            clienti abituali, anziché il proprietario:
            "Riapritela, si mangiava così bene...". Come
            no.Non e' questo l'esempio giusto.L'esempio giusto e' l'ufficio di igiene che fa chiudere una pizzeria se uno dei clienti al suo interno e' accusato di puzzare (o in altra epoca avremmo potuto dire "di essere XXXXX o ebreo").E il gestore della pizzeria, dovendo scegliere se garantire la funzionalita' del proprio esercizio (e dei propri interessi) o difendere un diritto civile, chissa' che cosa sceglie.Quello che si chiede e' di NON DEMANDARE AL GESTORE DELLA PIZZERIA questa cosa.

            Perche' tirare in ballo un intermediaro che
            per

            non aver rogne asseconda, invece di andare a

            chiedere la rimozione o un contraddittorio a
            chi

            quei contenuti li ha resi disponibili in

            rete?

            Perché sono anonimi.Perche' l'anonimato in rete esiste o scompare solo in base al tuo tornaconto?
            E perché per la legge ne
            risponde l'intestatario del sito, i cui dati
            (veri, si suppone) sono depositati presso il
            registrar.La legge di quale paese?Sempre questa pretesa di applicare leggi nazionali ad entita' senza confini...

            E lasciamo perdere i link, perche' non si
            risolve

            un problema coprendo il cartello stradale
            che
            lo

            indica.

            I vari Paesi europei che hanno oscurato il sito
            di The Pirate bay, oggi una quindicina, la
            pensano diversamente.Che cosa pensano? Che coprire un cartello indicatore e' sufficiente a non far trovare qualcosa?Vuoi dire che Toto' Riina e' stato latitante per decenni solo perche' non c'era il suo nome sul citofono?
            Però puoi andare dalle rispettive autorità
            giudiziarie, una ad una, e vediamo se le
            convinci.Io non devo convincere nessuno.Mica sono Cesare Beccaria (cit.)

            Esiste anche l'ineluttabile rassegnazione di

            fronte all'impossibilita' di

            agire.

            Non è prevista dalla legge. Ma l'archiviazione si'.

            Oggi che le informazioni sono digitali e non
            piu'

            cartacee, e' invece possibile strappare solo
            le

            pagine incriminate, e quindi mi aspetto che
            venga

            fatto.

            Normalmente arriva una richiesta di rimozione al
            sito. Se però il sito fa finta di nulla, oppure
            se rimuove con troppa flemma i link incriminati,
            perché il traffico generato è denaro degli
            inserzionisti, il sito si oscura. Ogni ora in più
            è un
            danno.Quindi stai dicendo che pubblicare questi link e' remunerativo.E allora mi chiedo perche' se e' cosi' remunerativo, non lo fanno direttamente gli aventi diritto.Inoltre a spregio di centinaia di studi terzi che hanno dimostrato che non c'e' alcun legame tra download e mancate vendite, ancora vieni qui a parlare di danno.

            Invece pare che siamo ancora agli anni '60 e
            si

            fanno chiudere interi

            dominii.

            Non c'è una metodologia tecnica per separare il
            grano dal loglio.C'e'.Ma siccome non e' quello il problema, ma il potere di censura, non la applicano.

            Con la differenza che almeno negli anni '60

            sequestravano proprio le riviste che

            sparivano.

            Oggi invece tolono il cartello, e non
            sparisce

            proprio

            niente.

            Bisogna sempre far vedere che ci si dà da fare.Appunto. Una falsa soluzione che finge di risolvere un falso problema, solo per avere un controllo assoluto della rete senza passare dalla magistratura.


            Per dirla


            in termini giuridici: le pagine web
            ancora

            non


            sono protette dalla convenzione

            internazionale


            dei diritti dell'uomo.



            Ma la liberta' di pensiero, in tutte le sue

            manifestazioni,

            si'.

            Il diritto alla proprietà, che include anche
            quelle immateriali come brevetti e contenuti
            artistici, è prevalente sulla libertà di
            espressione.Il diritto alla proprieta' non viene alienato neanche un po'.Nessuno viene privato di niente con una copia.
            In un eventuale ricorso in quella
            sede, il giudice dirà, in sintesi: "Se lei
            esprime il suo pensiero senza aggiungere link a
            materiale altrui nessuno ci mette il
            naso".Costringendo a reinventare ogni volta il fuoco e la ruota, e tanti saluti all'evoluzione della conoscenza basata sulla trasformazione e il miglioramento di idee precedenti.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...

            Appunto.
            A lui interessa solo che venga rimesso in linea
            il sito, a discapito dei contenuti fastidiosi che
            hanno causato
            l'oscuramento.
            Quindi li cancellera' inesorabilmente
            sbattendosene altamente se siano leciti o
            meno.Può fare un controllo su ognuno di essi. Ma forse gli conviene di più cancellare, e chi s'è visto s'è visto.Anche Youtube fa così: ad una segnalazione di violazione cancella. Poi sta al gestore del canale fare a contronotifica.
            L'esempio giusto e' l'ufficio di igiene che fa
            chiudere una pizzeria se uno dei clienti al suo
            interno e' accusato di puzzare (o in altra epoca
            avremmo potuto dire "di essere XXXXX o
            ebreo").
            E il gestore della pizzeria, dovendo scegliere se
            garantire la funzionalita' del proprio esercizio
            (e dei propri interessi) o difendere un diritto
            civile, chissa' che cosa
            sceglie.

            Quello che si chiede e' di NON DEMANDARE AL
            GESTORE DELLA PIZZERIA questa
            cosa.Sia una pizzeria, sia un sito aperto registrando dominio presso l'autorità dei registri locale sanno che sono sottoposti a regole ben precise. Possono non piacere, ma quelle sono, adattarsi oppure fare cose diverse che il pizzaiolo e il gestore di un sito.Si può auspicare il mutamento, ma attenzione: potrebbe essere un mutamento in peggio, come il tentativo, più volte avanzato, di rendere penalmente responsabili di ogni violazione i provider.

            Perché sono anonimi.

            Perche' l'anonimato in rete esiste o scompare
            solo in base al tuo
            tornaconto?No. Ma come la polizia municipale non può andare a cercare l'ignoto graffitaro che ha lasciato con lo spray un insulto pesante al sindaco, e in caratteri cubitali, può solo provvedere a cancellare la scritta, o chiedere al proprietario del muro di farlo, così è su internet. Ci si attacca a chi si può, a chi è reperibile.

            E perché per la legge ne

            risponde l'intestatario del sito, i cui dati

            (veri, si suppone) sono depositati presso il

            registrar.

            La legge di quale paese?L'Italia.
            Sempre questa pretesa di applicare leggi
            nazionali ad entita' senza
            confini...Il blocco funziona solo in Italia, infatti.

            I vari Paesi europei che hanno oscurato il
            sito

            di The Pirate bay, oggi una quindicina, la

            pensano diversamente.

            Che cosa pensano?
            Che coprire un cartello indicatore e' sufficiente
            a non far trovare
            qualcosa?Eh sì, in parte.
            Vuoi dire che Toto' Riina e' stato latitante per
            decenni solo perche' non c'era il suo nome sul
            citofono?Anche per quello, sì.

            Però puoi andare dalle rispettive autorità

            giudiziarie, una ad una, e vediamo se le

            convinci.

            Io non devo convincere nessuno.
            Mica sono Cesare Beccaria (cit.)E allora ti tieni i blocchi dei siti, ogni volta che avvengono, e te li becchi anche se vai all'estero. Le autorità giudiziarie non cambiano idea da sole.

            Non è prevista dalla legge.

            Ma l'archiviazione si'.L'Autorità garante delle comunicazioni interverrà proprio per non costringere la magistratura ad archiviare troppo spesso, per mancanza di risorse. Si specializzeranno in quello, con tempi di reazione più rapidi.
            Se però il sito fa finta di nulla,
            oppure

            se rimuove con troppa flemma i link
            incriminati,

            perché il traffico generato è denaro degli

            inserzionisti, il sito si oscura. Ogni ora
            in
            più

            è un

            danno.
            Quindi stai dicendo che pubblicare questi link e'
            remunerativo.
            E allora mi chiedo perche' se e' cosi'
            remunerativo, non lo fanno direttamente gli
            aventi
            diritto.Chiedilo a loro. Probabilmente è più remunerativa la modalità classica, cinema oppure DVD e CD.
            Inoltre a spregio di centinaia di studi terzi che
            hanno dimostrato che non c'e' alcun legame tra
            download e mancate vendite, ancora vieni qui a
            parlare di
            danno.Nel diritto d'autore il danno non va dimostrato, è lì il bello. :)In caso di violazione accertata, è presunto, ma quantificabile in denaro.

            Non c'è una metodologia tecnica per separare
            il

            grano dal loglio.

            C'e'.Quale?

            Bisogna sempre far vedere che ci si dà da
            fare.

            Appunto.
            Una falsa soluzione che finge di risolvere un
            falso problema, solo per avere un controllo
            assoluto della rete senza passare dalla
            magistratura.Il controllo della rete che preoccupa di più, ora, è che sta diventando il giardino privato degli smartphone e dei loro sistemi. Pare che nessuno usi più il PC stazionario come me, o anche il portatile. Basta che un'app cessi di funzionare, e anche il sito più banale non si vede più. Mentre con i PC il browser va su tutti i siti, indistintamente, senza necessità di scaricare alcunché, a parte il browser stesso. .

            Il diritto alla proprietà, che include anche

            quelle immateriali come brevetti e contenuti

            artistici, è prevalente sulla libertà di

            espressione.

            Il diritto alla proprieta' non viene alienato
            neanche un
            po'.
            Nessuno viene privato di niente con una copia.Andiamo nel concreto: la Corte europea dei diritti dell'uomo, nell'applicazione dell'art. 1 del protocollo addizionale (che sancisce l'inviolabilità della proprietà), ha sancito: « <I
            La Cour rappelle que la notion de « biens » de larticle 1 du Protocole n° 1 a une portée autonome qui ne se limite certainement pas à la propriété de biens corporels : certains autres droits et intérêts constituant des actifs peuvent aussi passer pour des « droits de propriété » et donc pour des « biens » aux fins de cette disposition </I
            ». (La Corte ricorda che la nozione di "bene" dell'articolo 1 del protocollo n° 1 ha una portata autonoma che non si limita certo alla proprietà di beni fisici: altri diritti e interessi costituenti un attivo possono pure considerarsi diritti di proprietà e perciò "beni" ai fini di questa norma). Causa Iatridis contro Grecia.

            In un eventuale ricorso in quella

            sede, il giudice dirà, in sintesi: "Se lei

            esprime il suo pensiero senza aggiungere
            link
            a

            materiale altrui nessuno ci mette il

            naso".
            Costringendo a reinventare ogni volta il fuoco e
            la ruota, e tanti saluti all'evoluzione della
            conoscenza basata sulla trasformazione e il
            miglioramento di idee
            precedenti.Basta pagare, e migliori le idee che vuoi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio

            Può fare un controllo su ognuno di essi. Ma forse
            gli conviene di più cancellare, e chi s'è visto
            s'è
            visto.
            Anche Youtube fa così: ad una segnalazione di
            violazione cancella. Poi sta al gestore del
            canale fare a contronotifica.Nel momento in cui questa cosa viene pretesa per legge, si commette una palese ingiustizia nei confronti della parte debole.Vengono calpestati due sacrosanti principi: la presunzione di innocenza, e l'onere della prova a carico dell'accusa.
            Sia una pizzeria, sia un sito aperto registrando
            dominio presso l'autorità dei registri locale
            sanno che sono sottoposti a regole ben precise.
            Possono non piacere, ma quelle sono, adattarsi
            oppure fare cose diverse che il pizzaiolo e il
            gestore di un
            sito.
            Si può auspicare il mutamento, ma attenzione:
            potrebbe essere un mutamento in peggio, come il
            tentativo, più volte avanzato, di rendere
            penalmente responsabili di ogni violazione i
            provider.Sono sempre i provider il bersaglio, perche' sono grossi.Non possono accusarli direttamente, e allora gli scaricano addosso le rogne.
            No. Ma come la polizia municipale non può andare
            a cercare l'ignoto graffitaro che ha lasciato con
            lo spray un insulto pesante al sindaco, e in
            caratteri cubitali, può solo provvedere a
            cancellare la scritta, o chiedere al proprietario
            del muro di farlo, così è su internet. Ci si
            attacca a chi si può, a chi è
            reperibile.Come sarebbe a dire "non puo'" ?Puo' eccome.Ma l'esempio del graffitaro non va bene, perche' presuppone una azione sbagliata gia' di per se'.L'esempio corretto che dovresti fare e' il Michelangelo che dipinge dei nudi nella cappella sistina, e il papa che e' venuto dopo li ha fatti cancellare recando un incommensurabile danno all'umanita'.La Storia ha stabilito che neppure il papa ha il diritto di censurare l'arte solo perche' gli dava fastidio, e ha fatto rimuovere quelle infami deturpazioni.


            E perché per la legge ne


            risponde l'intestatario del sito, i cui
            dati


            (veri, si suppone) sono depositati
            presso
            il


            registrar.



            La legge di quale paese?

            L'Italia.Ah, ecco.Quindi detentori di diritti fuori dall'italia e utenti fuori dall'italia possono farsi un bidet.
            Il blocco funziona solo in Italia, infatti. Se non fosse per PI che ogni tanto dice di questi blocchi, uno neanche se ne accorge...

            Vuoi dire che Toto' Riina e' stato latitante
            per

            decenni solo perche' non c'era il suo nome
            sul

            citofono?

            Anche per quello, sì.Questo spiega tante cose...


            Però puoi andare dalle rispettive
            autorità


            giudiziarie, una ad una, e vediamo se le


            convinci.



            Io non devo convincere nessuno.

            Mica sono Cesare Beccaria (cit.)

            E allora ti tieni i blocchi dei siti, ogni volta
            che avvengono, e te li becchi anche se vai
            all'estero. Le autorità giudiziarie non cambiano
            idea da sole.Fosse per me, io me li tengo anche i blocchi dei siti, nello stesso modo in cui mi tengo i banner pubblicitari.Ma non stiamo mica qui a discutere di me e di te.


            Non è prevista dalla legge.



            Ma l'archiviazione si'.

            L'Autorità garante delle comunicazioni interverrà
            proprio per non costringere la magistratura ad
            archiviare troppo spesso, per mancanza di
            risorse. Si specializzeranno in quello, con tempi
            di reazione più rapidi.Con il non trascurabile particolare che la magistratura indaga, ed eventualmente assolve, mentre l'agcom ubbidisce e basta.


            Quindi stai dicendo che pubblicare questi
            link
            e'

            remunerativo.

            E allora mi chiedo perche' se e' cosi'

            remunerativo, non lo fanno direttamente gli

            aventi

            diritto.

            Chiedilo a loro.Lo chiedo anche a te che esponi questa tesi.
            Probabilmente è più remunerativa
            la modalità classica, cinema oppure DVD e
            CD.E quindi che cos'hanno da lamentarsi?

            Inoltre a spregio di centinaia di studi
            terzi
            che

            hanno dimostrato che non c'e' alcun legame
            tra

            download e mancate vendite, ancora vieni qui
            a

            parlare di

            danno.

            Nel diritto d'autore il danno non va dimostrato,
            è lì il bello.
            :)Che bello!
            In caso di violazione accertata, è presunto, ma
            quantificabile in denaro.Col solito dado a sei facce?


            Non c'è una metodologia tecnica per
            separare

            il


            grano dal loglio.



            C'e'.

            Quale?OGM, per esempio.
            Il controllo della rete che preoccupa di più,
            ora, è che sta diventando il giardino privato
            degli smartphone e dei loro sistemi. Pare che
            nessuno usi più il PC stazionario come me, o
            anche il portatile. Basta che un'app cessi di
            funzionare, e anche il sito più banale non si
            vede più. Mentre con i PC il browser va su tutti
            i siti, indistintamente, senza necessità di
            scaricare alcunché, a parte il browser stesso.A parte il fatto che il pc lo uso anche io, e continuero' ad usarlo ancora per parecchio, e con questo?

            Il diritto alla proprieta' non viene alienato

            neanche un

            po'.

            Nessuno viene privato di niente con una
            copia.

            Andiamo nel concreto: la Corte europea dei
            diritti dell'uomo, nell'applicazione dell'art. 1
            del protocollo addizionale (che sancisce
            l'inviolabilità della proprietà), ha sancito:
            « <I
            La Cour rappelle que la notion
            de « biens » de larticle 1 du
            Protocole n° 1 a une portée autonome qui ne
            se limite certainement pas à la propriété de
            biens corporels : certains autres droits et
            intérêts constituant des actifs peuvent
            aussi passer pour des « droits de propriété
            » et donc pour des « biens » aux
            fins de cette disposition </I
            ». (La
            Corte ricorda che la nozione di "bene"
            dell'articolo 1 del protocollo n° 1 ha una
            portata autonoma che non si limita certo alla
            proprietà di beni fisici: altri diritti e
            interessi costituenti un attivo possono pure
            considerarsi diritti di proprietà e perciò "beni"
            ai fini di questa norma). Causa Iatridis contro
            Grecia.Benissimo.Ma questi "beni" non vengono ne' alienati ne' danneggiati.Quindi dove sta il problema?
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...


            Può fare un controllo su ognuno di essi. Ma
            forse

            gli conviene di più cancellare, e chi s'è
            visto

            s'è

            visto.

            Anche Youtube fa così: ad una segnalazione di

            violazione cancella. Poi sta al gestore del

            canale fare a contronotifica.
            Nel momento in cui questa cosa viene pretesa per
            legge, si commette una palese ingiustizia nei
            confronti della parte
            debole.Altra soluzione non c'è, senza accollare una responsabilitá colossale ai provider.
            Vengono calpestati due sacrosanti principi: la
            presunzione di innocenza, e l'onere della prova a
            carico
            dell'accusa.La presunzione d'innocenza con le misure preventive non c'entra assolutamente nulla.L'onere della prova continua a esserci, perché l'AgCom si dovrà muovere solo su segnalazioni documentate.
            Sono sempre i provider il bersaglio, perche' sono
            grossi.
            Non possono accusarli direttamente, e allora gli
            scaricano addosso le
            rogne.Non li si può accusare direttamente anche grazie a una mobilitazione agli albori del web che ha evitato che gli Usa, e a seguire tutto il resto del mondo, adottassero quel modello.A invocare troppi cambiamenti, come stai facendo tu, capita pure che ci ripensino.

            No. Ma come la polizia municipale non può
            andare

            a cercare l'ignoto graffitaro che ha
            lasciato
            con

            lo spray un insulto pesante al sindaco, e in

            caratteri cubitali, può solo provvedere a

            cancellare la scritta, o chiedere al
            proprietario

            del muro di farlo, così è su internet. Ci si

            attacca a chi si può, a chi è

            reperibile.
            Come sarebbe a dire "non puo'" ?
            Puo' eccome.Ehm, "non può" nel senso di cannot, non nel senso di may not. :)Senza la minima traccia la polizia municipale non può far altro che cancellare la scritta. Arrestare tutti i sospetti graffitari sarebbe impensabile, oltre che sproporzionato.
            Ma l'esempio del graffitaro non va bene, perche'
            presuppone una azione sbagliata gia' di per
            se'.Va benissimo invece: anche sul web la magistratura si attacca a siti e a persone fisiche responsabili, non ai mille utenti che lasciano i loro link preferiti. Perché non potrebbe mai (nel senso di can) fare altrimenti.
            Quindi detentori di diritti fuori dall'italia e
            utenti fuori dall'italia possono farsi un
            bidet.Per quanto riguarda i magistrati italiani, sì. Ma non credere che la magistratura dei Paesi esteri sia più "morbida", se è vero Pirate Bay è oscurato in metà Europa.
            Fosse per me, io me li tengo anche i blocchi dei
            siti, nello stesso modo in cui mi tengo i banner
            pubblicitari.
            Ma non stiamo mica qui a discutere di me e di te.Sei intervenuto tu criticando l'operato dei giudici, mica io. Sta a te convincerli, io che c'entro?
            Si specializzeranno in quello, con
            tempi

            di reazione più rapidi.

            Con il non trascurabile particolare che la
            magistratura indaga, ed eventualmente assolve,
            mentre l'agcom ubbidisce e
            basta.Non è affatto escluso il proXXXXX, nel caso i responsabili si trovino in territorio italiano. L'AgCom non è un tribunale, al massimo infligge multe per ragioni circoscritte. Di base, nel 99 % dei casi, si tratta solo di oscurare siti esteri gestiti da ignoti. E lì basta l'Autorità.

            Chiedilo a loro.

            Lo chiedo anche a te che esponi questa tesi.Non ha senso porre questa domanda a uno come me che non è parte della SIAE o dell'AgCom, né è un discografico. Io ti posso solo dire che oggi come oggi è proibito farlo da parte di privati, ma non so dirti perché i legittimi detentori di diritti non ci abbiano pensato.

            Probabilmente è più remunerativa

            la modalità classica, cinema oppure DVD e

            CD.

            E quindi che cos'hanno da lamentarsi?Loro veramente denunciano. Prima ai magistrati, dal 31 marzo all'AgCom.Si lamentano dei mancati introiti, ma questo lo fanno almeno dagli anni Ottanta, è una posa. La pirateria non c'entra un fico secco.

            Nel diritto d'autore il danno non va
            dimostrato,

            è lì il bello.

            :)

            Che bello! <I
            Dura lex, sed lex. </I
            Se vuoi un'analogia tanto per farla: un tuo vicino si attacca al tuo impianto elettrico, ti ruba l'elettricità: non sta a te dimostrare <B
            quanto </B
            ti abbia sottratto, in termini di kWh. Si può fare un confronto con le bollette dell'anno precedente, ammesso non si sia attaccato già da quell'anno, ma non è automatico che i consumi siano uguali di anno in anno. Al proXXXXX puoi sparare una percentuale a piacere sulla ultime bollette.

            In caso di violazione accertata, è presunto,
            ma

            quantificabile in denaro.

            Col solito dado a sei facce?Mi sa di sì. :

            Quale?

            OGM, per esempio.In attesa di un OGM del web, l'AgCom oscurerà i link a file pirata, e tutto il sito attorno. Come tutti, del resto, non é che all'estero si facciano scrupoli.
            Benissimo.
            Ma questi "beni" non vengono ne' alienati
            ne' danneggiati.
            Quindi dove sta il problema?Sono considerati beni patrimoniali degni di tutela, esattamente come quelli fisici. Inteso come: se altri ne usufruiscono, il patrimonio di conseguenza scende. E la libertà di espressione non ne giustifica la violazione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio


            Può fare un controllo su ognuno di
            essi.
            Ma

            forse


            gli conviene di più cancellare, e chi
            s'è

            visto


            s'è


            visto.


            Anche Youtube fa così: ad una
            segnalazione
            di


            violazione cancella. Poi sta al gestore
            del


            canale fare a contronotifica.


            Nel momento in cui questa cosa viene pretesa
            per

            legge, si commette una palese ingiustizia nei

            confronti della parte

            debole.

            Altra soluzione non c'è, senza accollare una
            responsabilitá colossale ai
            provider.La soluzione c'e' e a norma del diritto e della democrazia: possono fare un bel proXXXXX come quello a mamma Jamie, in cui fanno la figura dei miserabili agli occhi del mondo, non ottengono comunque un centesimo in caso di vittoria, per indigenza dell'imputato, e invece in caso di sconfitta al proXXXXX, dovranno pagare un bel multone di danni, al cui confronto la multa comminata dalla UE alla M$ sembrera' una elemosina.E ultimo, ma non meno importante, il fenomeno del download non cessera' di un bit.

            Vengono calpestati due sacrosanti principi:
            la

            presunzione di innocenza, e l'onere della
            prova
            a

            carico

            dell'accusa.

            La presunzione d'innocenza con le misure
            preventive non c'entra assolutamente
            nulla.C'entra, c'entra.
            L'onere della prova continua a esserci, perché
            l'AgCom si dovrà muovere solo su segnalazioni
            documentate.Vedremo se questa documentazione sara' a base di carte bollate o di strilli.

            Sono sempre i provider il bersaglio, perche'
            sono

            grossi.

            Non possono accusarli direttamente, e allora
            gli

            scaricano addosso le

            rogne.

            Non li si può accusare direttamente anche grazie
            a una mobilitazione agli albori del web che ha
            evitato che gli Usa, e a seguire tutto il resto
            del mondo, adottassero quel
            modello.Non ringraziateci tutti assieme.
            A invocare troppi cambiamenti, come stai facendo
            tu, capita pure che ci
            ripensino.Tanto peggio di cosi'...

            Come sarebbe a dire "non puo'" ?

            Puo' eccome.

            Ehm, "non può" nel senso di cannot, non nel senso
            di may not.
            :)
            Senza la minima traccia la polizia municipale non
            può far altro che cancellare la scritta.
            Arrestare tutti i sospetti graffitari sarebbe
            impensabile, oltre che sproporzionato.Esattamente come col download.Non possono imporre al portinaio dello stabile di fare nomi ne' di cancellare la scritta.

            Ma l'esempio del graffitaro non va bene,
            perche'

            presuppone una azione sbagliata gia' di per

            se'.

            Va benissimo invece: anche sul web la
            magistratura si attacca a siti e a persone
            fisiche responsabili, non ai mille utenti che
            lasciano i loro link preferiti. Perché non
            potrebbe mai (nel senso di can) fare
            altrimenti.Responsabili di che?Stai dicendo che il portinaio e' responsabile se un graffitaro scrive "Leguleio scemo" sul muro della casa?

            Quindi detentori di diritti fuori
            dall'italia
            e

            utenti fuori dall'italia possono farsi un

            bidet.

            Per quanto riguarda i magistrati italiani, sì. Ma
            non credere che la magistratura dei Paesi esteri
            sia più "morbida", se è vero Pirate Bay è
            oscurato in metà
            Europa.Per come la vedo io Pirate Bay e' accessibile direttamente da mezza europa, e l'altra meta ci accede comunque.

            Fosse per me, io me li tengo anche i blocchi
            dei

            siti, nello stesso modo in cui mi tengo i
            banner

            pubblicitari.

            Ma non stiamo mica qui a discutere di me e
            di
            te.

            Sei intervenuto tu criticando l'operato dei
            giudici, mica io. Sta a te convincerli, io che
            c'entro?Il giorno che verro' chiamato a testimoniare o a fare una perizia tecnica, faro' la mia parte.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...



            Nel momento in cui questa cosa viene
            pretesa

            per


            legge, si commette una palese
            ingiustizia
            nei


            confronti della parte


            debole.

            Altra soluzione non c'è, senza accollare una

            responsabilitá colossale ai

            provider.
            La soluzione c'e' e a norma del diritto e della
            democrazia: possono fare un bel proXXXXX come
            quello a mamma Jamie, L'esempio ideale per la tua argomentazione! Cioè, voglio dire: prima sostieni "Nel momento in cui questa cosa viene pretesa per legge, si commette una palese ingiustizia nei confronti della parte debole", e poi, come metodo alternativo, citi la parte debole per eccellenza: un'utente internet. :D
            in cui fanno la figura dei
            miserabili agli occhi del mondo, non ottengono
            comunque un centesimo in caso di vittoria, per
            indigenza dell'imputato, e invece in caso di
            sconfitta al proXXXXX, dovranno pagare un bel
            multone di danni, al cui confronto la multa
            comminata dalla UE alla M$ sembrera' una
            elemosina.I tuoi sogni bagnati non mi interessano. La legge Usa già prevede che se uno è sorpreso a scaricare materiale protetto venga citato in tribunale, Jammie Thomas-Rasset è balzata agli onori delle cronache solo perché, a differenza di altri, non ha accettato una composizione pacifica e in tribunale ha negato l'evidenza. E già prevede un risarcimento delle spese in caso di accusa infondata, tolto che non vedo perché un detentore di diritti dovrebbe prendersela con persone estranee ai fatti: parto dal presupposto che abbia in mano prove solide.
            E ultimo, ma non meno importante, il fenomeno del
            download non cessera' di un
            bit.Non cesserà, ma qui stavamo parlando dei poteri dell'AgCom, non di quelli del padreterno. Bisogna accontentarsi. :|


            Vengono calpestati due sacrosanti
            principi:

            la


            presunzione di innocenza, e l'onere
            della

            prova

            a


            carico


            dell'accusa.



            La presunzione d'innocenza con le misure

            preventive non c'entra assolutamente

            nulla.

            C'entra, c'entra.No, è una tua idea. La polizia può metterti in stato di fermo sulla base di sospetti a base assolutamente discrezionale, e parimenti può fermarti in auto e controllare i documenti, e intercettare il tuo telefono. Sei presunto innocente a tutti gli effetti, perché per definizione le indagini e i controlli si fanno sugli <B
            innocenti </I
            . I colpevoli in genere stanno in carcere.

            L'onere della prova continua a esserci,
            perché

            l'AgCom si dovrà muovere solo su segnalazioni

            documentate.

            Vedremo se questa documentazione sara' a base di
            carte bollate o di
            strilli.Aspettiamo il 31 marzo. Non credo che un'autorità già bersaglio di polemiche assortite voglia essere additata come assassina delle libertà digitale oppure come faziosa. Avrebbe solo da perderci.

            A invocare troppi cambiamenti, come stai
            facendo

            tu, capita pure che ci

            ripensino.

            Tanto peggio di cosi'...Vedi più nero di quanto sia.


            Come sarebbe a dire "non puo'" ?


            Puo' eccome.



            Ehm, "non può" nel senso di cannot, non nel
            senso

            di may not.

            :)

            Senza la minima traccia la polizia
            municipale
            non

            può far altro che cancellare la scritta.

            Arrestare tutti i sospetti graffitari sarebbe

            impensabile, oltre che sproporzionato.
            Esattamente come col download.
            Non possono imporre al portinaio dello stabile di
            fare nomi ne' di cancellare la
            scritta."Imporre" non è la parola giusta. In alcuni condomini è prassi che se ne occupi il portiere, è pagato anche per quello. In altri si chiama un'impresa esterna. In entrambi i casi, sta al proprietario del muro provvedere, se glielo chiedono espressamente.


            Ma l'esempio del graffitaro non va bene,

            perche'


            presuppone una azione sbagliata gia' di
            per


            se'.



            Va benissimo invece: anche sul web la

            magistratura si attacca a siti e a persone

            fisiche responsabili, non ai mille utenti che

            lasciano i loro link preferiti. Perché non

            potrebbe mai (nel senso di can) fare

            altrimenti.

            Responsabili di che?
            Stai dicendo che il portinaio e' responsabile se
            un graffitaro scrive "Leguleio scemo" sul muro
            della
            casa?No, non responsabile in quel senso. È quello che materialmente deve occuparsi di togliere la scritta. Entro un tempo ragionevole.
            Ma

            non credere che la magistratura dei Paesi
            esteri

            sia più "morbida", se è vero Pirate Bay è

            oscurato in metà

            Europa.

            Per come la vedo io Pirate Bay e' accessibile
            direttamente da mezza europa, e l'altra meta ci
            accede
            comunque.Ah, ecco.Sembra quasi che solo in Italia si oscurino i siti, adesso. Abbiamo la magistratura più perfida del mondo, a leggere certi commenti. Che non serva a nulla siamo d'accordo, ma si fa.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            L'esempio ideale per la tua argomentazione! Cioè,
            voglio dire: prima sostieni "Nel momento in cui
            questa cosa viene pretesa per legge, si commette
            una palese ingiustizia nei confronti della parte
            debole", e poi, come metodo alternativo, citi la
            parte debole per eccellenza: un'utente internet.
            :DNon è la parte debole al contrario è la parte forte.che poi si cerchi di imporre (senza speranza di sucXXXXX) ciò che è stupido e ingiusto non ne fa affato la "parte debole".


            I tuoi sogni bagnati non mi interessano. La legge
            Usa già prevede che se uno è sorpreso a scaricare
            materiale protetto venga citato in tribunale,
            Jammie Thomas-Rasset è balzata agli onori delle
            cronache solo perché, a differenza di altri, non
            ha accettato una composizione pacifica e in
            tribunale ha negato l'evidenza. E già prevede un
            risarcimento delle spese in caso di accusa
            infondata, tolto che non vedo perché un detentore
            di diritti dovrebbe prendersela con persone
            estranee ai fatti: parto dal presupposto che
            abbia in mano prove solide.Presupposto errato o quantomeno arbitrario se non è verificato da una autorità giudiziaria.Si può presupporre arbitrariamente qualunque cosa ma credere che basti per avere ragione è un tantino azzardato.

            Non cesserà, ma qui stavamo parlando dei poteri
            dell'AgCom, non di quelli del padreterno. Bisogna
            accontentarsi.
            :|Cioè parliamo di <b
            non </b
            poteri o <b
            impotenza </b
            .O in altri termini di grida manzoniane.Non è una gran novità come non è una novità che è pratica appunto "impotente" oltre che dannosa e inefficace .

            No, è una tua idea. La polizia può metterti in
            stato di fermo sulla base di sospetti a base
            assolutamente discrezionale, e parimenti può
            fermarti in auto e controllare i documenti, e
            intercettare il tuo telefono. Sei presunto
            innocente a tutti gli effetti, perché per
            definizione le indagini e i controlli si fanno
            sugli <B
            innocenti </I
            . I
            colpevoli in genere stanno in
            carcere.No per il telefono deve chiedere il permesso a un magistrato.E in ogni caso nessun provvedimento della polizia (oltre ad avere di limiti temporali e operativi molto cogenti) è "definitivo" e deve essere convalidato dalla autorità giudiziaria.
            Aspettiamo il 31 marzo. Non credo che un'autorità
            già bersaglio di polemiche assortite voglia
            essere additata come assassina delle libertà
            digitale oppure come faziosa. Avrebbe solo da
            perderci.Non ha una gran reputazione da difendere è già piuttosto compromessa.
            Ah, ecco.
            Sembra quasi che solo in Italia si oscurino i
            siti, adesso. Abbiamo la magistratura più perfida
            del mondo, a leggere certi commenti. Che non
            serva a nulla siamo d'accordo, ma si
            fa.Perfida non saprei ma di sicuro ne efficiente ne efficace e in ogni caso la magistratura è la magistratura e Agcom no.Inoltre l'esercizio del potere (quando è effettivo) rafforza il concetto di autorità l'esercizio dell'impotenza lo mina più di una bomba.E questo vale per la magistratura e a maggioMagari è bene rifletterci.Tra l'altro ho come la sensazione che il regolamento dell'agcom non passerà alla storia come uno dei capisaldi della dottrina giuridica qualche differenza con la stele di hammurabi ce la vedo.È più probabile che se citato lo sarà (come molti altri "provvedimenti") con lo stesso intento satirico con cui Manzoni citava le famose grida. ;)
          • tucumcari scrive:
            Re: Non è legale...
            </B
            E ricorda di chiudere i codici, pasticcione che non sei altro. Se devi urlare usa il tutto maiuscolo.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: tucumcari
            </B

            E ricorda di chiudere i codici, pasticcione che
            non sei altro. Se devi urlare usa il tutto
            maiuscolo.Ne riparliamo quando sarà riuscito a fare un banner con le "faccine" senza palesare la sua incapacità e scatenare l'ilarità generale.(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(troll) (troll) (rotfl) (rotfl) (troll) (troll)(troll) (rotfl) (troll) (troll) (rotfl) (troll)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)(rotfl) (troll) (troll) (troll) (troll) (rotfl)
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, è
            come dice il nome, un'autorità <b
            indipendente </b
            ,
            almeno nelle intenzioni.(rotfl)[yt]Xc7_hurf1Qg[/yt]
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...


            L'Autorità per le garanzie nelle
            comunicazioni,
            è

            come dice il nome, un'autorità <b

            indipendente </b

            ,

            almeno nelle intenzioni.Dovresti conoscermi, non amo i video Youtube fatti da terzi al posto dei link. Ripetimi i concetti con parole tue.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio


            L'Autorità per le garanzie nelle

            comunicazioni,

            è


            come dice il nome, un'autorità
            <b


            indipendente </b


            ,


            almeno nelle intenzioni.

            Dovresti conoscermi, non amo i video Youtube
            fatti da terzi al posto dei link. Ripetimi i
            concetti con parole
            tue.http://4moriincensurabili.blogspot.it/2010/04/12-marzo-il-fatto-quotidiano-rivela-che.html
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Leguleio



            L'Autorità per le garanzie nelle


            comunicazioni,


            è



            come dice il nome, un'autorità

            <b



            indipendente </b



            ,



            almeno nelle intenzioni.



            Dovresti conoscermi, non amo i video Youtube

            fatti da terzi al posto dei link. Ripetimi i

            concetti con parole

            tue.

            http://4moriincensurabili.blogspot.it/2010/04/12-mRicostruzioni da fantapolitica. Nemmeno lo leggo tutto, è fuori tema e antiquato (è del 2010).
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            Ricostruzioni da fantapolitica. Nemmeno lo leggo
            tutto, è fuori tema e antiquato (è del
            2010).Come il nik Basta pirateria?(rotfl)(rotfl)
      • tucumcari scrive:
        Re: Non è legale...
        - Scritto da: Leguleio

        Era ovvio che venisse approvato, visto gli

        interessi a censurare dei soliti mafiosi con
        la

        coda di paglia. ora però mi aspetto che il

        Sarzana, il Scorza e tutte le associazioni

        interessate (altroconsumo, i providers,
        etc...)

        si rivolgano al TAR per farla morire, che si

        passi ai fatti e non alle belle

        parole.

        Guarda che spesso e volentieri il TAR dà anche
        delle delusioni.

        Vedremo dopo il 31 marzo, ma questa legge ha
        avuto un travaglio lungo, ed evidentemente hanno
        avuto il tempo per pensare ad eventuali
        accavallamenti di
        poteri.quale legge?Un regolamento non è una legge.
        • Leguleio scrive:
          Re: Non è legale...
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Leguleio


          Era ovvio che venisse approvato, visto
          gli


          interessi a censurare dei soliti
          mafiosi
          con

          la


          coda di paglia. ora però mi aspetto che
          il


          Sarzana, il Scorza e tutte le
          associazioni


          interessate (altroconsumo, i providers,

          etc...)


          si rivolgano al TAR per farla morire,
          che
          si


          passi ai fatti e non alle belle


          parole.



          Guarda che spesso e volentieri il TAR dà
          anche

          delle delusioni.



          Vedremo dopo il 31 marzo, ma questa legge ha

          avuto un travaglio lungo, ed evidentemente
          hanno

          avuto il tempo per pensare ad eventuali

          accavallamenti di

          poteri.
          quale legge?
          Un regolamento non è una legge.Ma gli zampini e le salamelle si! (rotfl)
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio

            Un regolamento non è una legge.
            Ma gli zampini e le salamelle si! (rotfl)è <b
            un vero peccato </b
            che tu continui a dar sfoggio continuo di insipienza il "pubblico" come lo chiami tu...Se ne accorge.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            Ma puoi sempre ripiegare sui macachi e sui trolletti, se l'insipienza non ti piace.
          • Leguleio scrive:
            Re: Non è legale...
            - Scritto da: Leguleio
            Ma puoi sempre ripiegare sui macachi e sui
            trolletti, se l'insipienza non ti
            piace.CI mancherebbe...l'INSIPIENZA è l'insipido della vita!Come direbbe Guerra.Un leguleio è per sempre!
    • Allibito scrive:
      Re: Non è legale...
      - Scritto da: Thepassenge r
      Era ovvio che venisse approvato, visto gli
      interessi a censurare dei soliti mafiosi con la
      coda di paglia. ora però mi aspetto che il
      Sarzana, il Scorza e tutte le associazioni
      interessate (altroconsumo, i providers, etc...)
      si rivolgano al TAR per farla morire, che si
      passi ai fatti e non alle belle
      parole.

      E basta con la solita manfrina che leggo nei
      commenti tanto ci sono i proxy, i dns, bla bla,
      ma state scherzando? Qui il punto è un'altro, un
      organo autonomo, politicizzato e colluso in
      larghe intese con i soliti imprenditori può
      decidere carta bianca scavalcando la
      magistratura, quindi un giudice imparziale fra le
      parti, per decidere cosa deve passare sulla rete
      italiana. Questo fatto già basta per renderlo
      palesemente illegale e spero che il TAR decida di
      conseguenza e questo oobrobrio
      fermato.E' stato autorizzato a fare questo già diverso tempo fa... non esistono ricorsi con qualche possibilità di essere accettati. Il regolamento è fatto usando la massima cautela per impedire ostacoli di questo tipo.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Non è legale...
        Non diciamo corbellerie, plz.
      • Un signore scrive:
        Re: Non è legale...

        E' stato autorizzato a fare questo già diverso
        tempo fa... non esistono ricorsi con qualche
        possibilità di essere accettati. Il regolamento è
        fatto usando la massima cautela per impedire
        ostacoli di questo
        tipo.Vorrebbe, lei vorrebbe ma ciò che lei vuole non è la legge.Sarà combattuto in tribunale, in Europa, all'ONU e con la forza dei provider e dei grandi asset online.A ogni buon conto ci sono le VPN, costano poco e sono facili da usare.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Non è legale...
          - Scritto da: Un signore
          A ogni buon conto ci sono le VPN, costano poco e
          sono facili da usare.... Quindi altri soldi in meno per le videoteche ;)
  • BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE scrive:
    BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
    BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE Non comprare e non noleggiare CDNon comprare e non noleggiare DVDNon andare al cinemaNon abbonarsi alle Pay TvPrendere in prestito i libri nelle bibliotecheDiffondere il Book CrossingDiffondere le Creative CommonsDiffondere il Free SoftwareE' un DOVERE MORALE contro chi vorrebbe mettere sotto controllo l'acXXXXX al Sapere. Sapere è potereFrancis Bacon BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
    • cicciobello scrive:
      Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      Aggiorna questa tiritera... aveva senso negli anni 90, ma oggi è obsoleta.Non dici una parola su bluray, ebook, itunes, valve (e digital delivery in generale), dlc, e così via, mentre parli di supporti morti e sepolti come il cd.
      • ... scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
        fai qualcosa invece di criticare!
        • cicciobello scrive:
          Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
          Avanti, cosa dovrei fare? Accetto suggerimenti.Da oltre un decennio non compro cd e non noleggio dvd.Ho scritto software che ho rilasciato con licenze libere.Tu cosa hai fatto? Sentiamo.
          • Allibito scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: cicciobello
            Avanti, cosa dovrei fare? Accetto suggerimenti.

            Da oltre un decennio non compro cd e non noleggio
            dvd.

            Ho scritto software che ho rilasciato con licenze
            libere.

            Tu cosa hai fatto? Sentiamo.Credo abbia fatto l'unica cosa intelligente, cioè non usare i tuoi software... perchè se fossero geniali, li venderesti cari come photoshop, li condividi perchè non servono a niente, magari li hai anche scopiazzati.
          • cicciobello scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

            Credo abbia fatto l'unica cosa intelligente, cioè
            non usare i tuoi software... Vedo che scrivi insulti senza essere stato provocato... poi ti stupisci se la gente qui ti augura di fallire?
            perchè se fossero
            geniali, li venderesti cari come photoshop, li
            condividi perchè non servono a nientePerchè, tu e il tuo lavoro servite forse a qualcosa?
          • Un signore scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

            Credo abbia fatto l'unica cosa intelligente, cioè
            non usare i tuoi software... perchè se fossero
            geniali, li venderesti cari come photoshop, li
            condividi perchè non servono a niente, magari li
            hai anche
            scopiazzati.Se non è provocazione gratuita è manifesta assenza di informazione sul software.
          • panda rossa scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: Un signore

            Credo abbia fatto l'unica cosa intelligente,
            cioè

            non usare i tuoi software... perchè se
            fossero

            geniali, li venderesti cari come photoshop,
            li

            condividi perchè non servono a niente,
            magari
            li

            hai anche

            scopiazzati.

            Se non è provocazione gratuita è manifesta
            assenza di informazione sul
            software.La seconda che hai detto.(E puoi anche togliere "sul software", per rendere meglio l'idea).
          • Guybrush Fuorisede scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Un signore


            Credo abbia fatto l'unica cosa
            intelligente,

            cioè


            non usare i tuoi software... perchè se

            fossero


            geniali, li venderesti cari come
            photoshop,

            li


            condividi perchè non servono a niente,

            magari

            li


            hai anche


            scopiazzati.



            Se non è provocazione gratuita è manifesta

            assenza di informazione sul

            software.

            La seconda che hai detto.
            (E puoi anche togliere "sul software", per
            rendere meglio
            l'idea).E' uno di quelli che sul dizionario di latino trovi alla voce C0l3us M4x1mus (ciao t1000 ;-) ) il tenero Allibito non perde occasione per dimostrare, se mai ce ne fosse stato bisogno, di essere quel che è.Attualmente un software "geniale" lo vendi come app a meno di 1 euro.Altro che.Ma dove vive questo qui?A roccasecca?GT
      • Allibito scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
        - Scritto da: cicciobello
        Aggiorna questa tiritera... aveva senso negli
        anni 90, ma oggi è
        obsoleta.

        Non dici una parola su bluray, ebook, itunes,
        valve (e digital delivery in generale), dlc, e
        così via, mentre parli di supporti morti e
        sepolti come il
        cd.Vero, tutte cose che messe insieme non fanno il 5% del mercato dell'entertainment.
    • Allibito scrive:
      Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

      Non comprare e non noleggiare CD
      Non comprare e non noleggiare DVD
      Non andare al cinema
      Non abbonarsi alle Pay Tv
      Prendere in prestito i libri nelle biblioteche
      Diffondere il Book Crossing
      Diffondere le Creative Commons
      Diffondere il Free Software

      E' un DOVERE MORALE contro chi vorrebbe
      mettere sotto controllo l'acXXXXX al
      Sapere.

      Sapere è potere
      Francis Bacon

      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE Quindi non fai altro che continuare come prima, non credo, infatti che tu abbia mai comprato qualcosa. Per il sapere (compresi i cinepanettoni e i film hard) ci sono persone che lavorano e che come te, vorrebbero essere compensate.
      • cicciobello scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

        Quindi non fai altro che continuare come prima,
        non credo, infatti che tu abbia mai comprato
        qualcosa.Credo anche io. Infatti il boicottaggio è una stupidaggine.
        Per il sapere (compresi i cinepanettoni
        e i film hard) ci sono persone che lavorano e che
        come te, vorrebbero essere
        compensate.Volere qualcosa non significa meritarselo, o averne diritto.
      • Un signore scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

        Quindi non fai altro che continuare come prima,
        non credo, infatti che tu abbia mai compratoInfatti tutto continuerà come prima.
    • Dr Doom scrive:
      Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      <b
      BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE </b


      Non comprare e non noleggiare CD
      Non comprare e non noleggiare DVDLi hai mai comprati? :D
      • panda rossa scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
        - Scritto da: Dr Doom
        - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

        <b
        BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
        </b





        Non comprare e non noleggiare CD

        Non comprare e non noleggiare DVD
        Li hai mai comprati? :DSe qualcuno li vende, vuol dire che qualcuno li compra.
        • Dr Doom scrive:
          Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Dr Doom

          - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE
          BOICOTTARE


          <b
          BOICOTTARE BOICOTTARE
          BOICOTTARE

          </b








          Non comprare e non noleggiare CD


          Non comprare e non noleggiare DVD

          Li hai mai comprati? :D

          Se qualcuno li vende, vuol dire che qualcuno li
          compra.nessuno di voi due :D
          • panda rossa scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: Dr Doom
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Dr Doom


            - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE

            BOICOTTARE



            <b
            BOICOTTARE BOICOTTARE

            BOICOTTARE


            </b











            Non comprare e non noleggiare CD



            Non comprare e non noleggiare DVD


            Li hai mai comprati? :D



            Se qualcuno li vende, vuol dire che qualcuno
            li

            compra.
            nessuno di voi due :DAllora chiudi pure bottega e lascia il posto al kebabbaro.
    • ruppolo scrive:
      Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
      Diffondere il Book CrossingMa questi book si colgono dagli alberi?
      • panda rossa scrive:
        Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE

        Diffondere il Book Crossing

        Ma questi book si colgono dagli alberi?Io li raccatto dalle panchine.Dalle tue parti li lasciano sugli alberi?
        • ruppolo scrive:
          Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE
          BOICOTTARE


          Diffondere il Book Crossing



          Ma questi book si colgono dagli alberi?

          Io li raccatto dalle panchine.
          Dalle tue parti li lasciano sugli alberi?E chi li ha messi sulle panchine? E perché?
          • krane scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE


            BOICOTTARE



            Diffondere il Book Crossing


            Ma questi book si colgono dagli alberi?

            Io li raccatto dalle panchine.

            Dalle tue parti li lasciano sugli alberi?
            E chi li ha messi sulle panchine? E perché?Sai che alcuni e-reader hanno la porta usb sotto ? Si vede che qualche lettore al parco l'ha lasciata aperta e son caduti dei bit sulla panchina.
          • panda rossa scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE

            BOICOTTARE



            Diffondere il Book Crossing





            Ma questi book si colgono dagli alberi?



            Io li raccatto dalle panchine.

            Dalle tue parti li lasciano sugli alberi?

            E chi li ha messi sulle panchine? Qualcuno che ne aveva disponibilita'.
            E perché?Lasciamo perdere... sarebbe piu' semplice spiegarlo al muro.
          • Izio01 scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo


            - Scritto da: BOICOTTARE BOICOTTARE

            BOICOTTARE



            Diffondere il Book Crossing





            Ma questi book si colgono dagli alberi?



            Io li raccatto dalle panchine.

            Dalle tue parti li lasciano sugli alberi?

            E chi li ha messi sulle panchine? E perché?Mai visto le cassette "Prendi un libro, lascia un libro", nate per far circolare i libri e quindi la cultura? Io le ho viste in farmacia, in non mi ricordo quale altro negozio e perfino in una sede americana di una nota multinazionale. Avrai mica da ridire pure su questo tipo di iniziativa!?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: BOICOTTARE BOICOTTARE BOICOTTARE
            - Scritto da: ruppolo

            Io li raccatto dalle panchine.

            Dalle tue parti li lasciano sugli alberi?

            E chi li ha messi sulle panchine?Chi l'aveva già letto.
            E perché?Perché invece di buttarlo o di tenerlo a prendere polvere ha pensato che potesse essere utile a qualcun altro.
  • bestiaccia65 scrive:
    LA Francia docet
    Vi ricordate le misure prese dalla Francia. Quanti sono stati denunciati? Tutto finirà al solito. Fatta la legge trovate le scappatoie!
    • Allibito scrive:
      Re: LA Francia docet
      - Scritto da: bestiaccia65
      Vi ricordate le misure prese dalla Francia.
      Quanti sono stati denunciati? Tutto finirà al
      solito. Fatta la legge trovate le
      scappatoie!Non quando non fai una legge di fretta e pensi a tutti i possibili ostacoli...
      • cicciobello scrive:
        Re: LA Francia docet
        Il risultato è che quando la legge arriva è già obsoleta (ad esempio, colpisce il p2p quando tutti si sono già spostati sui cyberlocker).
      • Un signore scrive:
        Re: LA Francia docet
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: bestiaccia65

        Vi ricordate le misure prese dalla Francia.

        Quanti sono stati denunciati? Tutto finirà al

        solito. Fatta la legge trovate le

        scappatoie!
        Non quando non fai una legge di fretta e pensi a
        tutti i possibili
        ostacoli...AGCom non ha fatto alcuna legge ma solo un regolamento interno.
    • ruppolo scrive:
      Re: LA Francia docet
      - Scritto da: bestiaccia65
      Vi ricordate le misure prese dalla Francia.
      Quanti sono stati denunciati? Tutto finirà al
      solito. Fatta la legge trovate le
      scappatoie!Eh certo, anche i detenuti a volte trovano il modo per fuggire. Bene, no?
      • braciola scrive:
        Re: LA Francia docet
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: bestiaccia65

        Vi ricordate le misure prese dalla Francia.

        Quanti sono stati denunciati? Tutto finirà al

        solito. Fatta la legge trovate le

        scappatoie!

        Eh certo, anche i detenuti a volte trovano il
        modo per fuggire. Bene,
        no?tu come sei fuggito dalla clinica psichiatrica? (newbie)
        • CastigaTrol l scrive:
          Re: LA Francia docet
          - Scritto da: braciola
          ....

          tu come sei fuggito dalla clinica psichiatrica?
          (newbie)Non è mai fuggito.Mossi da perfida pietà gli hanno dato un iphone "cinese" ;)
  • bubba scrive:
    tutto come da programma....
    - gli scribacchini parlamentari (quintarelli compreso) dormono o vanno ai convegni- gli scriba di univideo & co passano le norme ad agcom - gli utenti aumentano l'uso/acquisto di cloud e vpn esteri - gli utenti aumentano l'uso di socks proxy tor (e anche i2p , osiris ecc)e andiamo avanti cosi'. :P
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: tutto come da programma....
      - Scritto da: bubba
      - gli scriba di univideo & coTipo DAVIDE ROSSI?http://espresso.repubblica.it/attualita/cronaca/2013/01/30/news/murdoch-affari-con-gli-hacker-1.50189
      • bubba scrive:
        Re: tutto come da programma....
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: bubba

        - gli scriba di univideo & co

        Tipo DAVIDE ROSSI?
        http://espresso.repubblica.it/attualita/cronaca/20LOL. Non sapevo neanche che ne avessero parlato in italia ... (tra l'altro c'e' qualche elemento che non conosco).C'e' un simpatico giornale australiano che ha rotto il kaiser a murdoch per mesi... perche', rispetto alla VECCHIA faccenda nds-polizia-hacker-prezzolati-sky, che seguii a suo tempo e che poi fu "affossata", e alla causa echostar-sky (vinta da sky "alla ghedini-craxi") era "recentemente" emerso un BEL po di materiale (es : http://www.afr.com/p/business/marketing_media/pay_tv_piracy_hits_news_OV8K5fhBeGawgosSzi52MM .. ma ne trovi tanti su afr.com .. e c'erano anche i post su un forum.. "faldone di email" leaked se ben ricordo)Murdie io l'ho sempre considerado un angloberlusca ... e MAI vedra' un mio soldino...
        • bubba scrive:
          Re: tutto come da programma....
          UPDATE: prima l'ho solo scorso al volo l'articolo dell'espresso... Ora lo sto leggendo per intero. Vedo che anche loro hanno letto le mail leaked e afr :) con un po di ritardo, ma cmq....
      • Joe Tornado scrive:
        Re: tutto come da programma....
        Ecco chi sono i lindi e pinti della tutela del diritto di autore ...
    • ruppolo scrive:
      Re: tutto come da programma....
      - Scritto da: bubba
      - gli scribacchini parlamentari (quintarelli
      compreso) dormono o vanno ai
      convegni
      - gli scriba di univideo & co passano le norme ad
      agcom

      - gli utenti aumentano l'uso/acquisto di cloud e
      vpn esteri

      - gli utenti aumentano l'uso di socks proxy tor
      (e anche i2p , osiris
      ecc)


      e andiamo avanti cosi'. :PVai pure avanti, e mi raccomando, se trovi qualcuno più avanti che vuole giudicarti, fuggi e nasconditi. Forse non ti troverà...
      • bubba scrive:
        Re: tutto come da programma....
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: bubba

        - gli scribacchini parlamentari (quintarelli

        compreso) dormono o vanno ai

        convegni

        - gli scriba di univideo & co passano le
        norme
        ad

        agcom



        - gli utenti aumentano l'uso/acquisto di
        cloud
        e

        vpn esteri



        - gli utenti aumentano l'uso di socks proxy
        tor

        (e anche i2p , osiris

        ecc)





        e andiamo avanti cosi'. :P

        Vai pure avanti, e mi raccomando, se trovi
        qualcuno più avanti che vuole giudicarti, fuggi e
        nasconditi. Forse non ti
        troverà...no, e' SICURO che non mi trovera'. Il bypass tecnologico esistera' sempre... visto che i portaborse parlamentari delle major l'unica parola che capiscono e' enforcement... (purtroppo) la risposta e' "bypass e ciaociao".
  • relix scrive:
    Mah....
    Non credo che questo regolamento durera' moltissimo. Se il parlamento si impegnera' a rifare la legge, verra' stoppato. Vedremo come finira'... :D
  • Pianeta Video scrive:
    ...
    Ottimo! Ben venga la giustizia sommaria. I pirati vanno fermati a tutti i costi! @^
    • bubba scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Pianeta Video
      Ottimo! Ben venga la giustizia sommaria. I pirati
      vanno fermati a tutti i costi!
      @^non star troppo al tablet, che ti si BRUCIA la carne di manzo... il cliente si spazientisce dopo eh!
  • dubbiosoper plesso scrive:
    finchè..
    i blocchi saranno dns non cambierà nulla.. uno più uno meno.. non me ne accorgerei nemmeno visto che da anni non uso più quelli del provider..
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: finchè..
      - Scritto da: dubbiosoper plesso
      i blocchi saranno dns non cambierà nulla.. uno
      più uno meno.. non me ne accorgerei nemmeno visto
      che da anni non uso più quelli del
      provider..Facciamoglieli credere (rotfl)
      • dubbiosoper plesso scrive:
        Re: finchè..
        ecco però con il cellulare in 3g non ci posso andare.. che 2 ball..
        • panda rossa scrive:
          Re: finchè..
          - Scritto da: dubbiosoper plesso
          ecco però con il cellulare in 3g non ci posso
          andare.. che 2
          ball..Non confondere il cellulare in 3g che monta firefox OS, con l'iphone.
          • dubbiosoper plesso scrive:
            Re: finchè..
            uh ? ho un galaxy ma le varie app non mi fan cambiare il dns della rete 3g.. solo wifi
          • panda rossa scrive:
            Re: finchè..
            - Scritto da: dubbiosoper plesso
            uh ? ho un galaxy ma le varie app non mi fan
            cambiare il dns della rete 3g.. solo
            wifiusa il browser.
          • axl scrive:
            Re: finchè..
            uh? sicuro di non star dicendo fuffa ? io sapevo che non si poteva fare sul 3g.. bisogna usare i dns imposti dall'operatore... se hai maggiori info linkami l'articolo plz !
          • panda rossa scrive:
            Re: finchè..
            - Scritto da: axl
            uh? sicuro di non star dicendo fuffa ? io sapevo
            che non si poteva fare sul 3g.. bisogna usare i
            dns imposti dall'operatore... se hai maggiori
            info linkami l'articolo plz
            !http://www.geekissimo.com/2011/11/25/come-cambiare-dns-android/
          • alemarvel scrive:
            Re: finchè..
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: axl

            uh? sicuro di non star dicendo fuffa ? io
            sapevo

            che non si poteva fare sul 3g.. bisogna
            usare
            i

            dns imposti dall'operatore... se hai maggiori

            info linkami l'articolo plz

            !

            http://www.geekissimo.com/2011/11/25/come-cambiareno allora non ci siamo.. il programma linkato anche se dice di farlo non funziona.. come dicevo va solo per il wifi.. il 3g dipende dalla centralina dell'operatore a cui si è collegati...
          • con android scrive:
            Re: finchè..
            Opendns e passa la "paura"...
Chiudi i commenti