Corso universitario per costruire virus

Lo propone ora l'Università canadese di Calgary per creare esperti anti-virus. Ma si sprecano le polemiche: nascerà una generazione di virus writer più bravi e preparati?
Lo propone ora l'Università canadese di Calgary per creare esperti anti-virus. Ma si sprecano le polemiche: nascerà una generazione di virus writer più bravi e preparati?


Roma – Tra qualche mese, con i corsi autunnali, all’ Università canadese di Calgary partirà una serie di lezioni pensate per insegnare agli studenti tutto quello che c’è da sapere sui virus informatici e su come vengono realizzati, quali tecniche e procedure si possono sfruttare per crearli e via dicendo.

Inutile dire che l’idea del corso “Computer Viruses and Malware”, una prima assoluta non solo per il Canada, sta suscitando un vespaio di polemiche. In un mondo informatico in cui i virus e i worm abbondano, in cui non si calcolano i danni prodotti dal malware, cioè dai codici distruttivi messi in giro da programmatori malevoli, l’idea che si possa insegnare a studenti di informatica quali sono le scelte da fare e le tecnologie da usare per creare un virus fa arrabbiare molti.

“E’ incredibile che si faccia questo – ha dichiarato uno dei boss della softwarehouse antivirus Sophos – e che si utilizzino metodi di questo tipo. Se voglio combattere il vaiolo non mi metterò certo ad inventare un ceppo di vaiolo ancora più potente”.

Il timore di molti, infatti, è che questo corso, e quelli che eventualmente potrebbero seguire, possano dar vita non solo ad esperti di codici virali ma anche a virus writer persino più preparati di quelli che già oggi realizzano worm e codici aggressivi. E a poco servono le rassicurazioni dell’Università, che ha spiegato come si parlerà a lungo di etica informatica, codici di comportamento e via dicendo.

La domanda che ci si pone è: per combattere i virus è necessario sapere come costruirli?

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

25 05 2003
Link copiato negli appunti