Cortiana: no al controllo proibizionista

Comunicato


Roma – “Ho il massimo rispetto per la Polizia di Stato e non accetto la via della disobbedienza, ma la coincidenza tra l’operazione che ha scovato 54 pericolosissimi scaricatori di canzonette, ieri, e il convegno di oggi del Governo in occasione della Giornata Mondiale per la Proprietà intellettuale, che segna una politica solo repressiva e regressiva e incapace di far incontrare utenti, internet e diritti degli autori è imbarazzante”. Così il sen. Fiorello Cortiana, Delegato al World Summit on Information Society dell’ONU per il Senato.

“Chi fa una proposta diversa, fondata su politiche come la flat sull’ADSL per sostenere l’industria culturale, e sostiene che ciò che è prodotto con soldi pubblici, come il FUS, libero e disponibile debba restare – continua Cortiana – si incontrerà invece con il Ministro della cultura del Brasile, Gilberto Gil a Venezia Giovedì 9 Giugno”.

Si tratta – ha spiegato – di “una conferenza-incontro con chi costruisce in un Paese grande come l’Europa una delle politiche più avanzate sulla libertà in rete, che sperimenta la flat per la distribuzione dei contenuti, che promuove, anche per la propria musica, le creative commons, che investe nel software libero contro il Digital Divide. Sono queste le uniche proposte possibili perchè non si cada nella deriva dell’ipercontrollo proibizionista, in una vecchia politica da Decreto Urbani e da proprietà intellettuale a senso unico”.

“In migliaia – ha continuato il senatore dei Verdi – ci siamo mobilitati contro il decreto Urbani e contro il proibizionismo che vuole rinchiudere la conoscenza, ora è maturo il tempo per avviare una proposta alternativa, a partire dall’esperienza brasiliana. Ci siamo battuti perchè si costruiscano nuove possibilità anche di business, rispettando la libertà. Una politica proibizionista che non solo blocca la conoscenza e la libertà, ma anche la possibilità di una evoluzione del mercato, di nuove imprese, di nuovi servizi, visto che da I-Pod le “major dè noantri” non hanno imparato nulla. Mentre il Governo fa sua una politica miope dove la maggioranza se la canta e se la suona, e chiede pure i diritti, con l’incontro per Giornata Mondiale della proprietà intellettuale, in chiave repressiva e regressiva, noi costruiamo una iniziativa che guarda avanti, alla realtà di un Paese che, con la stessa autorevolezza dell’Italia, indica una strada diversa, di incontro tra l’arte, la musica, la conoscenza e la rete, la condivisione, la libertà”.

L’incontro di Giovedì, dal titolo Condividi la Conoscenza: la cultura incontra la rete, incontro con Gilberto Gil si terrà dalle 10 alle 13 a Scoletta dei Calegheri, Campo San Tomà, a Venezia. Saranno presenti, tra gli altri:
– Gilberto Gil, Ministro della cultura brasiliana
– Franco “Bifo” Berardi, Intellettuale
– Alessandro Rubini, Free Software Foundation Europe
– Gianfranco Bettin, Vicepresidente dei Verdi Italiani
– Mauro Pagani, Musicista
– Arturo Di Corinto, Giornalista
– Alberto Cottica, Musicista
– Sandro Metz, Consigliere FVG

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Su firefox ...
    *tradedoubler* e' il primo dei filtri che metto sull'adblock, assieme a *doubleclick*, *ads*, *banner*, etc.etc.
Chiudi i commenti