Cos'è la Crittografia Quantistica?

di Andrea Pasquinucci - Breve semplice guida alla comprensione di un ramo della ricerca che apre prospettive notevolissime e che vede l'Italia in prima linea. Raccontato da uno dei protagonisti


Roma – Negli ultimi mesi si è sentito parlare molto di Crittografia Quantistica: annunci, press-realese, progetti, finanziamenti e prototipi commerciali. Verso la fine del 2003 sono comparsi sul mercato i primi due prototipi commerciali da parte di “MagiQ Technologies” (New York) e “id Quantique” (Ginevra). Inoltre altre aziende, quali NEC, Toshiba e Hewlett-Packard, stanno sviluppando propri sistemi di Crittografia Quantistica che presto appariranno sul mercato.

La Crittografia Quantistica ha già catturato l’interesse di governi, di militari ed agenzie di sicurezza, di banche ed istituzioni finanziarie.
Ad esempio, Visa International, l’azienda internazionale di carte di credito, sta sperimentando questa tecnologia ed altre banche e istituzioni finanziare hanno annunciato il loro interesse. L’Unione Europea ha finanziato il progetto SECOQC, iniziato il 1 Aprile 2004 e da alcuni indicato come il progetto “anti-echelon” europeo per lo sviluppo sia della ricerca che della implementazione tecnologica e commerciale della Crittografia Quantistica (la Press Release è disponibile sul sito quantenkryptographie.at e la descrizione del progetto sul sito www.arcs.ac.at/quanteninfo ).
Il progetto ha un budget di 11,4 Milioni di euro in 4 anni, vi partecipano 41 partner in 12 paesi europei, e per l’Italia vi sono l’Università di Pavia, il CNR, la Scuola Normale Superiore di Pisa ed il Politecnico di Milano.

Ma che cosa è la Crittografia Quantistica?
Per rispondere a questa domanda conviene fare un passo indietro. Già negli anni ’70 i fisici teorici si chiedevano se fosse possibile utilizzare le teorie che descrivono le particelle elementari, atomiche e sub-atomiche, cioe` la Meccanica Quantistica e la Teoria dei Campi, per realizzare direttamente qualche cosa di veramente nuovo. Infatti le leggi che regolano il mondo atomico e sub-atomico sono alquanto differenti da quelle a cui siamo abituati nella vita di tutti i giorni.
Questo le rende difficili da comprendere ma sono al contempo potenzialmente foriere di applicazioni impensabili altrimenti.

Ad esempio, quando si osserva una particella sconosciuta, si modificano sempre alcune delle sue proprietà: non e` possibile una osservazione senza una interazione e la modifica dello stato della particella sconosciuta. Ovviamente, nell’esperienza quotidiana le cose sono ben diverse: possiamo osservare quanto vogliamo un oggetto sconosciuto senza modificarlo affatto. Ed ancora, nel mondo delle particelle elementari non esiste la possibilità di una fotocopiatrice perfetta, non si possono fare copie esatte di particelle se non in particolari ed eccezionali condizioni.

Uno dei primi risultati teorici è stata l’invenzione dei Computer Quantistici . Questi sono elaboratori che funzionano seguendo la logica delle leggi della Meccanica Quantistica e quindi sono (potenzialmente) in grado di fare i conti in modo molto diverso da quello noto a tutti noi. In particolare gli elaboratori quantistici saranno in grado di risolvere alcuni difficili problemi matematici istantaneamente. Tra questi problemi vi sono quelli su cui si basano molti degli algoritmi crittografici moderni, quali ad esempio il famoso RSA.
In altre parole, se fosse possibile costruire oggi un elaboratore quantistico, questo sarebbe in grado quasi istantaneamente di ottenere da una chiave pubblica di qualunque lunghezza, la corrispondente chiave privata utilizzata dagli algoritmi Asimmetrici quali RSA. Questi algoritmi sono utilizzati oggi per l’identificazione delle parti e la creazione e scambio delle chiavi per cifrare le connessioni. Poterli “rompere” vorrebbe dire rendere del tutto insicuri smart-card, firme e certificati digitali, navigazione in internet, email cifrate ecc.ecc. Al momento comunque non siamo ancora in grado di costruire un elaboratore quantistico, e le stime più ottimistiche indicano che ci vorranno ancora 20 anni.


La Crittografia Quantistica, nata un paio di anni prima degli elaboratori quantistici, offre però una, per il momento parziale, soluzione ai possibili problemi che avverranno all’arrivo degli elaboratori quantistici. La Crittografia Quantistica permette di creare e scambiare chiavi segrete da utilizzare poi per cifrare le comunicazioni, pertanto un nome più appropriato è “Quantum Key Distribution” .

I sistemi attuali di Crittografia Quantistica si basano sul codificare un bit informatico in una proprietà di un singolo fotone, che è il costituente fondamentale della luce e delle radiazioni elettromagnetiche. Come abbiamo già detto, la Meccanica Quantistica garantisce che se un fotone è intercettato da un attaccante nel suo tragitto tra le due parti che stanno generando la chiave segreta, alcune delle sue proprietà vengono modificate e l’attacco può essere perciò rilevato. In altre parole la Meccanica Quantistica garantisce l’individuazione di qualunque tentativo di attacco al processo di generazione e scambio della chiave.

Descriviamo brevemente ora il primo e principale protocollo della Crittografia Quantistica , il “BB84” dai nomi di Bennett e Brassard che lo proposero nel 1984. In questo protocollo un bit viene codificato in una particolare polarizzazione di un fotone a scelta fra quattro fissate. Due polarizzazioni vengono interpretate come il valore 0, le altre due come il valore 1.
Supponiamo che Alice e Bob vogliano utilizzare il BB84 per creare una chiave segreta. Alice sceglie a caso una delle 4 polarizzazioni, crea un fotone così polarizzato e lo invia a Bob, e ripete questa operazione per ogni bit della chiave che si vuole creare.

Bob riceve il fotone ma non sa quale polarizzazione ha scelto Alice, e deve effettuare una misura sul fotone per scoprirlo. La particolare scelta delle 4 polarizzazioni lo obbliga a scegliere fra due diverse misure non compatibili, una misura gli permette di scoprire due delle polarizzazioni, l’altra misura le altre due polarizzazioni. Se Bob sceglie la misura sbagliata rispetto alla polarizzazione usata da Alice, il risultato della misura è casuale, ovvero 0 od 1 a caso. Il punto fondamentale per la sicurezza è che anche Eve si trova nella stessa situazione di Bob: se Eve intercetta dei fotoni deve scegliere tra le due misure possibili e se sceglie quella sbagliata ottiene un risultato casuale.

Alla fine dell’invio dei fotoni, Alice e Bob scartano tutti i fotoni/bit per i quali Bob ha scelto la misura sbagliata. A questo punto Alice e Bob hanno creato e si sono scambiati una chiave segreta casuale detta “sifted key”. Come fanno a essere sicuri che Eve non l’ha intercettata?

La risposta è semplice, anche se la dimostrazione è un po’ complicata e richiede l’intervento dei principi primi della Meccanica Quantistica.
Se Eve ha in qualche modo intercettato i fotoni nel loro tragitto tra Alice e Bob, grazie alle leggi della Meccanica Quantistica ed alla particolare preparazione delle quattro polarizzazioni e delle due misure possibili, li ha per forza modificati . Infatti come abbiamo detto, le fotocopiatrici perfette non esistono in Meccanica Quantistica. Se Eve ha intercettato e modificato dei fotoni, le misure di Bob avranno degli errori rispetto alle polarizzazioni inviate da Alice. Quindi, in teoria, se la sifted key di Bob è diversa da quella di Alice, vuol dire che Eve ha intercettato i fotoni e che la chiave non è sicura poiché Eve è a conoscenza di almeno parte di essa.

Purtroppo le cose non sono così facili. Infatti gli strumenti non sono perfetti e vi sono sempre degli errori, fotoni persi o che non sono rilevati correttamente. Questi sono i cosiddetti “errori sperimentali” e sono sempre presenti. Sembrerebbe quindi che siamo giunti ad un punto morto: vi sono sempre errori, ma se ci sono errori vuol dire che Eve ha intercettato la chiave poiché è molto difficile distinguere con sicurezza tra errori sperimentali ed errori dovuti ad Eve.

La soluzione a questo apparente insolubile problema, è in realtà relativamente semplice. Prima di tutto si assume che tutti gli errori siano sempre dovuti a Eve. Poi Alice e Bob debbono applicare alla sifted key due ulteriori fasi del protocollo.
La prima si chiama “Reconciliation” od “Error Correction” e permette ad Alice e Bob di eliminare tutti gli errori nella sifted key di Bob ed al contempo stimare la percentuale di errori trovati. Se questa percentuale è inferiore all’11%, allora si può passare alla fase seguente detta “Privacy Amplification” .
In questa fase la chiave segreta viene modificata secondo una procedura tale che l’informazione che nel caso Eve ha sulla chiave segreta viene ridotta praticamente a zero.
Questo è possibile perché se Eve ha introdotto errori solo per al più l’11%, vuol dire che la sua conoscenza della sifted key è sufficientemente ridotta, conosce pochi bit della chiave, e quindi modificando appropriatamente la chiave segreta Alice e Bob possono eliminare i bit a conoscenza di Eve.

Queste ultime due fasi possono essere realizzate anche pubblicamente poichè le informazioni scambiate tra Alice e Bob non aiutano Eve a fare lo stesso. Bisogna inoltre notare che in queste due fasi la lunghezza della chiave viene ridotta. A seconda delle procedure utilizzate la chiave segreta finale può anche essere lunga solo 1/8 del numero di fotoni inizialmente inviato da Alice.
Una volta in possesso della chiave segreta, e con la garanzia data dalla meccanica quantistica che Eve non ne e` a conoscenza, Alice e Bob la possono usare per cifrare un messaggio e scambiarselo. Il motivo per cui la Crittografia Quantistica cosi` formulata non puo` essere usata per scambiarsi direttamente messaggi è che la presenza di Eve viene rilevata solo DOPO aver concluso l’invio dei fotoni, nella fase della Error Correction .


La Crittografia Quantistica è quindi un’alternativa all’uso dei protocolli a Chiave Pubblica, quali ad esempio RSA, per generare e scambiare le chiavi segrete. La differenza principale tra i protocolli a Chiave Pubblica e la Crittografia Quantistica è che quest’ultima non teme attacchi basati sulla potenza di calcolo degli elaboratori o sugli sviluppi di tecniche matematiche che permettono già oggi di rompere sistemi a Chiave Pubblica che adottano chiavi pubbliche/private troppo corte.

D’altra parte, la Crittografia Quantistica richiede oggi l’uso di singoli fotoni, e non è facile creare e rilevare singoli fotoni con le tecnologie odierne anche se lo sviluppo in questo campo è molto rapido.

Inoltre è necessario avere a disposizione un’unica fibra ottica, il che limita la distanza di applicazione, ad oggi il massimo raggiunto è 150 chilometri .
Anche in questo caso le tecniche sono in rapido sviluppo, e si prevede che fra qualche anno saranno disponibili altre implementazioni della Crittografia Quantistica, anche via satellite, con la possibilità di copertura dell’intero globo terrestre.

Infine, oltre al BB84 altri protocolli sono stati proposti ed implementati, ma in ogni caso le leggi fisiche su cui si basano sono le stesse e le loro logiche sono molto simili a quella del BB84 anche se vengono sfruttate differenti proprietà dei fotoni e/o procedure leggermente diverse.

Ulteriori informazioni e link sulla Crittografia Quantistica si possono trovare sul sito ucci.it/ .

Andrea Pasquinucci
http://www.ucci.it/

Libero Professionista in Sicurezza Informatica, PhD in Fisica Teorica, esperto di crittografia, di sicurezza delle reti e dei sistemi operativi. Membro del Comitato Tecnico-Scientifico CLUSIT, insegna presso l’Università degli Studi di Milano.

Andrea Pasquinucci e collaboratori si occupano di Crittografia Quantistica a livello di ricerca universitaria sin dal 1997 e partecipano tramite l’Università di Pavia al progetto SECOQC.

NOTA
This work is licensed under the Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs License. To view a copy of this license, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/ or send a letter to Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    PDF su LINUX? MA SCHERZIAMO?
    GhostView è meglio, è meglio il software open source, non c'è niente altro di meglio!! aha hahaha!!! vogliono mettere software proprietario ahahah e allora la novità dov'è? nel demone del capitalismo?? HAHAHAHAAHAHAHAHAHAH AHAHAHAUAHAHAHAHA UUUAAAHHAHAHAHAHAHA!!!E poi quel formato... non ci puoi neanche scrivere dentro, non puoi neppure falsificare quello che uno scrive, LO ODIOO!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    Cari linari, ci sono alcuni tra di voi che stanno messi davvero molto male...Un linaro fa una battuta su Linux (anzi sul concetto di "Linux applicato all'automobile") del tutto inoffensiva e anzi pure simpatica e alcuni gli danno addosso come se avessero offeso la madre...Ma vi volete rendere conto che Linux si espanderà quando i primi a promuoverlo saranno i suoi user? Ma uno che nn sa nulla di Linux vuole provarlo e legge ste cose, secondo voi chiederà aiuto a un linaro "esperto"? Secondo me rimetterà windows di corsa per non sentirsi deridere a ogni cosa che chiede...Cose da matti...
  • Anonimo scrive:
    Re: delirio

    Se il nostro amico può fare tante
    belle cose comunque con Linux perchè
    smontarlo, ti paga M$ ?Il modulo ironia è sotto GPL, puoi scaricarlo e ricompilarlo, funziona sui kernel dal 2.2 in avanti.Stavo ironizzando sul fatto che l'utente avrebbe potuto rendersi conto facilmente da solo quali sono i costi di linux, cioè lo sviluppo, il supporto e i media attraverso cui scaricarlo, e che in base a questo avrebbe potuto come tutti scegliere come "pagare".E stavo ironizzando sul fatto che nonostante in qualunque lettura su linux e open source si dica chiaramente che è free as speech, not free as beer, ci sia gente che continui (appositamente) a confondere le due cose.Linux è libero, vuoi copiarlo? Puoi copiarlo! E' libero.E' gratis? Che significa gratis? Gratis è una parola da marketing, gratis non esiste, "gratis" (free as beer, come la birra per farti comprare il biglietto a teatro) è ad es. IE perchè non ti viene fatto pagare in modo trasparenteLibero invece (free as speec, libertà di parola, che è un diritto) vuole dire tutt'altro, libero è, come linux: è qui, se vuoi prenditelo e ricorda che qualcuno qui ce lo ha messo, se vuoi contribuire concretamente scegli un modo di prenderlo che dia utile al produttore non solo a qualcun'altro (riviste, edicolanti, provider, TLC... chi lo sa come e se questi sostengono gli sviluppatori... al massimo credo che lo facciano le riviste, e non ci giurerei su tutte).Poi si può dire che altri modi di contribuire siano fare il betatesting, fare a propria volta programmi, certo è che qualche scriptino e qualche bug report (per lo più dovuto ad utontisia) non sono supporto alla comunità, imho, ovviamente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    Schiantati con un pullman contro la parete di una galleria, l'unica frase che si leggeva era un errore sullo schermo del driver aid dell'autista con il nuovo sistema operativo M$ Windows-Mobility "THIS PROGRAM HAS PERFORMED AN ILLEGAL ERROR".
  • Anonimo scrive:
    Re: delirio
    Il gratis assoluto non esiste è chiaro, esiste il costa meno per molte cose, anche se questo ti può dare fastidio.Se il nostro amico può fare tante belle cose comunque con Linux perchè smontarlo, ti paga M$ ?
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF



    magari perchè un doc word
    lo puoi


    fare/ visualizzare solo con word
    (o word


    viewer), mentre il pdf lo puoi

    visualizzare


    su molte piattaforme e creare
    anche su

    Linux


    da latex-
    dvi-
    ps-
    pdf ?



    Open office ti dice niente ?



    si ma non hai tutta la potenza e la
    personalizzazione che puoi avere usando
    LaTeXAllora perchè non continui a usare LaTeX ? :)

    P.S. trovami un viewer PDF per il
    commodore

    64 se ci riesci :)



    Ciao

    va bè... allora facciamo le cartine
    in formato testo con in arte ascii... il mio
    era un paragone tra il mondo piccolo piccolo
    (come compatibilità) di word e la
    portabilità del pdf...Più portabili di così.. :)
  • Anonimo scrive:
    Re: linux E' veramente gratis !!
    http://www.linuxiso.org(grazie, grazie, un sentito grazie ai troll che ci permettono di ricordarlo!)
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF
    - Scritto da: Anonimo


    Veramente quello che mi chiedo
    è

    cosa


    abbia a che fare un formato

    proprietario e


    totalmente inutile con linux






    magari perchè è portabile
    ?

    Parlavamo di cartine in origine, non ti
    sembra un po' esagerato solo per questo ?
    ho risposto a questo : "Veramente quello che mi chiedo è cosa abbia a che fare un formato proprietario e totalmente inutile con linux"

    magari perchè un doc word lo puoi

    fare/ visualizzare solo con word (o word

    viewer), mentre il pdf lo puoi
    visualizzare

    su molte piattaforme e creare anche su
    Linux

    da latex-
    dvi-
    ps-
    pdf ?

    Open office ti dice niente ?
    si ma non hai tutta la potenza e la personalizzazione che puoi avere usando LaTeX
    P.S. trovami un viewer PDF per il commodore
    64 se ci riesci :)

    Ciaova bè... allora facciamo le cartine in formato testo con in arte ascii... il mio era un paragone tra il mondo piccolo piccolo (come compatibilità) di word e la portabilità del pdf...
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF


    Veramente quello che mi chiedo è
    cosa

    abbia a che fare un formato
    proprietario e

    totalmente inutile con linux



    magari perchè è portabile ?Parlavamo di cartine in origine, non ti sembra un po' esagerato solo per questo ?
    magari perchè un doc word lo puoi
    fare/ visualizzare solo con word (o word
    viewer), mentre il pdf lo puoi visualizzare
    su molte piattaforme e creare anche su Linux
    da latex-
    dvi-
    ps-
    pdf ? Open office ti dice niente ?P.S. trovami un viewer PDF per il commodore 64 se ci riesci :)Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: linux veramente gratis : esiste ?
    www.kernel.orgLinux. TUTTE le versioni ufficiali. Tutte liberamente scaricabili.(... ma forse non era questo che indevi? comunque sì, anche nel senso che dici tu, quasi tutte le distribuzioni sono scaricabili liberamente)
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF
    - Scritto da: Anonimo


    Hai idea di quanti formati
    alternativi e


    più adatti del PDF ci sono
    per


    salvare una cartina ?





    Ciao





    sinceramente... no, il pdf offre buona

    qualità, dimensioni ridotte... mi

    sembra un buon formato.

    Bravo, bravo ti sembra :)


    al limite chiedi a

    quelli di linux ce perchè hanno

    scelto quel formato invece di quelli che

    secondo te sono più adatti..

    Veramente quello che mi chiedo è cosa
    abbia a che fare un formato proprietario e
    totalmente inutile con linux
    magari perchè è portabile ? magari perchè un doc word lo puoi fare/ visualizzare solo con word (o word viewer), mentre il pdf lo puoi visualizzare su molte piattaforme e creare anche su Linux da latex-
    dvi-
    ps-
    pdf ?
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF


    Hai idea di quanti formati alternativi e

    più adatti del PDF ci sono per

    salvare una cartina ?



    Ciao


    sinceramente... no, il pdf offre buona
    qualità, dimensioni ridotte... mi
    sembra un buon formato.Bravo, bravo ti sembra :)
    al limite chiedi a
    quelli di linux ce perchè hanno
    scelto quel formato invece di quelli che
    secondo te sono più adatti..Veramente quello che mi chiedo è cosa abbia a che fare un formato proprietario e totalmente inutile con linux
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    e poi che c***o me ne faccio di una
    piantina

    in PDF la stampo ?



    Oppure mi ci leggo le fiabe sul display

    della macchina.



    Mah l'ennesima inutilità
    spacciata

    come caratteristica immancabile



    Ciao

    Con Linux tutto è inutile. Pretendi
    che sia un SO serio?si, magari sarà serio un so che blocca le portiere di un dirigente di una casa automobilistica... mazza che autogol che hai fatto ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    E tu sei ancora più fuso adi
    testa a

    non renderti conto che pure il reply era

    ironico....



    e tu una volta più di me
    gne gne gne gneeeeeeTi vedo un po' isterico.... giornata storta ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo
    E tu sei ancora più fuso adi testa a
    non renderti conto che pure il reply era
    ironico....
    e tu una volta più di megne gne gne gneeeeee
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF
    - Scritto da: Anonimo
    Hai idea di quanti formati alternativi e
    più adatti del PDF ci sono per
    salvare una cartina ?

    Ciaosinceramente... no, il pdf offre buona qualità, dimensioni ridotte... mi sembra un buon formato. al limite chiedi a quelli di linux ce perchè hanno scelto quel formato invece di quelli che secondo te sono più adatti..
  • Anonimo scrive:
    Re: linux veramente gratis : esiste ?
    - Scritto da: Anonimo
    so che ne esistono molte versionema a me
    interessano solo quelle gratis per davvero
    !!!!!O non leggi le risposte (improbabile)O sei un troll dei piu' subdoli.Questo identico messaggio l'ho gia' visto in altri thread almeno 2 volte.Lasciatelo perdere...
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF

    mica del tutto inutile.. se ad esempio mi
    salvassi una cartina che trovo su internet
    in pdf? vedi che l'utilità
    c'è... magari non serve a tutti ma
    l'importante è avere la
    possibilitàHai idea di quanti formati alternativi e più adatti del PDF ci sono per salvare una cartina ?Ciao
  • Anonimo scrive:
    delirio

    ma di queste verisioni linux unix o come si chiamano
    ne siste qualcuna veramente free , gratis da
    scaricare ?cioè, credi di non pagare nulla mentre scarichi? e la corrente? e gli scatti o una parte della cifra della flat? e i supporti su cui la salverai?anche l'aria costa, hai idea di quanto si spenda per depurare il fumo che esce dalle ciminiere?linux è gratis, vai su linuxiso.org e scarica quello che più ti piace, o vai in edicola e compra un cd (che paghi alla rivista e non agli autori), oppure vai sul loro sito della distribuzione che ti piace di più e ordina i cd.Vedi quale delle soluzioni ti costa meno, tendendo conto anche che se hai problemi (su linux...) l'edicolante o un centralinista del tuo provider o TLC non ti possono aiutare, se invece compri il "loro cd" di solito hai un minimo di supporto e manuale cartaceo (che te ne fai di quello online prima di essere riuscito a fare partire qualcosa?)E tieni anche a mente che i programmatori open source hanno il brutto vizio di mangiare, anche più volte al giorno, quindi se scarichi o compri dall'edicolante non sai poi quanto mangime per programmatori riusciranno a comprarsi, e se è troppo poco presto si stancheranno ed andranno a coltivare banane in thailandia (cit. HackerJournal, TM), e nè l'edicolante nè il centralinista del tuo provider si metteranno a programmare al loro posto, così sarai costretto a comprare prodotti M$ e Bill Gates diventerà il Re del Mondo.Benvenuto nel mondo di GNU-Linux!
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF
    mica del tutto inutile.. se ad esempio mi salvassi una cartina che trovo su internet in pdf? vedi che l'utilità c'è... magari non serve a tutti ma l'importante è avere la possibilità
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo
    la procedura è sbagliata, si vede che
    non conosci linuxpotrebbe esistere anche make sticazzi se chi fa il makefile lo prevede...
    la procedura è sbagliata, si vede che
    non conosci linuxlui?lele@merlino:~$ ps -ef |grep firefoxlele 1926 1914 3 13:59 ? 00:03:32 /usr/lib/mozilla-firefox/firefox-bin -contentLocale en-US -UILocale en-US
    perchè lanci il comando pstree? a che
    cosa ti serve?
    Lo vedi che non conosci linux?forse per verificare che il processo radiatore sia veramente terminato...
    perchè usi anche lo switch v per tar?
    Lo vedi che non conosci linux?anche io uso lo switch v sempre, per vedere cosa sta facendo...
    Non è vero, tu non conosci linux,
    unix, freebsd, altrimenti non avresti
    scritto tutte queste castronerie.tu ti sei svegliato molto male, altrimenti non avresti risposto così ad una battuta ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    .... molto meglio l'altra

    macchina. Quella facilissima da
    utilizzare e

    con il cofano sigillato. Dove
    però se

    tenti di imboccare una strada nuova

    costruita dopo la tua auto, il motore si

    spegne e ti compare un messaggio di
    errore.

    E se vai a lamentarti dal
    concessionario,

    quello ti risponde che è normale,

    è un bug noto e se vuoi evitare
    il

    problema devi aggiornare a macchina 2.0
    ....

    Certo che voi linari siete talmente fusi di
    testa che non sapete neppure ridere ad un
    simpatico post.E tu sei ancora più fuso adi testa a non renderti conto che pure il reply era ironico....
    Forse dovreste pensare di ricompilare il
    vostro cervello :DAlmeno abbiamo qualche cosa da ricompilare....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo
    Certo che voi linari siete talmente fusi di
    testa che non sapete neppure ridere ad un
    simpatico post.
    Forse dovreste pensare di ricompilare il
    vostro cervello :Dgia'... oltretutto il msg era scritto da un linaro... bah...-------------------------------------------------------(win)(linux) il coding è arte, e l'arte è vita
  • Anonimo scrive:
    Re: linux veramente gratis : esiste ?
    Penso che ne esistano veramente poche che non siano anche gratuitamente scaricabili.....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    no, sei affetto da paranoia, è diverso
  • Anonimo scrive:
    Re: PDF
    - Scritto da: Anonimo
    e poi che c***o me ne faccio di una piantina
    in PDF la stampo ?

    Oppure mi ci leggo le fiabe sul display
    della macchina.

    Mah l'ennesima inutilità spacciata
    come caratteristica immancabile

    CiaoCon Linux tutto è inutile. Pretendi che sia un SO serio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo
    .... molto meglio l'altra
    macchina. Quella facilissima da utilizzare e
    con il cofano sigillato. Dove però se
    tenti di imboccare una strada nuova
    costruita dopo la tua auto, il motore si
    spegne e ti compare un messaggio di errore.
    E se vai a lamentarti dal concessionario,
    quello ti risponde che è normale,
    è un bug noto e se vuoi evitare il
    problema devi aggiornare a macchina 2.0 ....Certo che voi linari siete talmente fusi di testa che non sapete neppure ridere ad un simpatico post.Forse dovreste pensare di ricompilare il vostro cervello :D
  • Anonimo scrive:
    Re: linux veramente gratis : esiste ?
    http://www.linuxiso.org/;)
  • Skaven scrive:
    Re: ecco la procedura per
    no in realta basta:per accendere:/etc/init.d/engine start per spegnere:/etc/init.d/engine stopse poi hai il motore un po ingolfato c'è sempre il praticissimo:/etc/init.d/engine force-restart:D
  • Anonimo scrive:
    linux veramente gratis : esiste ?
    ma di queste verisioni linux unix o come si chiamanone siste qualcuna veramente free , gratis da scaricare ?senza comprarsi il loro cd?cioe vado sul loro sito e mi scarico il loroprogramma che si installa e poi ho linux ..so che ne esistono molte versionema a me interessano solo quelle gratis per davvero !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo
    Andremo a comprare una macchina. Avremo le
    chiavi ma la prima volta bisognerà
    effettuare la seguente operazione: (riscrivo
    qui il post che ho inserito prima)

    ./install.shGià.... molto meglio l'altra macchina. Quella facilissima da utilizzare e con il cofano sigillato. Dove però se tenti di imboccare una strada nuova costruita dopo la tua auto, il motore si spegne e ti compare un messaggio di errore. E se vai a lamentarti dal concessionario, quello ti risponde che è normale, è un bug noto e se vuoi evitare il problema devi aggiornare a macchina 2.0 ....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo

    ./start engine_1.0.sh &



    la procedura è sbagliata, si vede che
    non conosci linux
    [...]

    la procedura è sbagliata, si vede che
    non conosci linux
    [...]
    perchè lanci il comando pstree? a che
    cosa ti serve?
    Lo vedi che non conosci linux?
    [...]

    perchè usi anche lo switch v per tar?
    Lo vedi che non conosci linux?

    [...]
    Non è vero, tu non conosci linux,
    unix, freebsd, altrimenti non avresti
    scritto tutte queste castronerie.che palle che sei... il messaggio originale era di classe C_leggi_ridi_e_nonrompereicoglioni...Lo vedi che non conosci l'umorismo?
  • Anonimo scrive:
    SEI UN TROLL
    - Scritto da: Anonimo

    no, a me piace la veritàMa vai a fare in culo (troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Andremo a comprare una macchina. Avremo
    le

    chiavi ma la prima volta
    bisognerà

    effettuare la seguente operazione:
    (riscrivo

    qui il post che ho inserito prima)



    ./install.sh



    make setup



    make config



    make



    ./start engine_1.0.sh &



    la procedura è sbagliata, si vede che
    non conosci linux





    Poi tra 6 mesi si deve fare il
    tagliando,

    quindi vado dal meccanico che mi fa un:



    ps -ef | grep "radiatore"



    la procedura è sbagliata, si vede che
    non conosci linux



    Caspita, ci sono problemi con il mio

    radiatore, quindi:



    kill -9 "radiatore_pid"



    pstree



    ./usr/local/bin/radiatore_start.sh





    perchè lanci il comando pstree? a che
    cosa ti serve?
    Lo vedi che non conosci linux?


    Porca miseria, ho fatto un incidente!
    Come

    faccio a riparare la carrozzeria della

    macchina? Niente di più facile:



    tar -xvf


    /backup/carrozzeria_disaster_recovery.tar





    perchè usi anche lo switch v per tar?
    Lo vedi che non conosci linux?



    Insomma, ecco il futuro che ci aspetta
    :)

    (linux)



    Non è vero, tu non conosci linux,
    unix, freebsd, altrimenti non avresti
    scritto tutte queste castronerie.... svegliato male stamattina? Nervosetto?Dai, non ti preoccupare, riavvia il sistema e tutto andrà bene! :) :) :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ritorno al futuro
    - Scritto da: Anonimo
    Andremo a comprare una macchina. Avremo le
    chiavi ma la prima volta bisognerà
    effettuare la seguente operazione: (riscrivo
    qui il post che ho inserito prima)

    ./install.sh

    make setup

    make config

    make

    ./start engine_1.0.sh &
    la procedura è sbagliata, si vede che non conosci linux

    Poi tra 6 mesi si deve fare il tagliando,
    quindi vado dal meccanico che mi fa un:

    ps -ef | grep "radiatore"
    la procedura è sbagliata, si vede che non conosci linux
    Caspita, ci sono problemi con il mio
    radiatore, quindi:

    kill -9 "radiatore_pid"

    pstree

    ./usr/local/bin/radiatore_start.sh

    perchè lanci il comando pstree? a che cosa ti serve?Lo vedi che non conosci linux?
    Porca miseria, ho fatto un incidente! Come
    faccio a riparare la carrozzeria della
    macchina? Niente di più facile:

    tar -xvf
    /backup/carrozzeria_disaster_recovery.tar

    perchè usi anche lo switch v per tar? Lo vedi che non conosci linux?
    Insomma, ecco il futuro che ci aspetta :)
    (linux)
    Non è vero, tu non conosci linux, unix, freebsd, altrimenti non avresti scritto tutte queste castronerie.
  • Fulmy(nato) scrive:
    Re: ecco la procedura per
    - Scritto da: Anonimo
    avviare il motore dell'auto:

    ./install.sh

    make setup

    make config

    make

    ./start engine_1.0.sh &

    ;)Sempre meglio che premere "Start" per spegnere il motore!:P
  • Anonimo scrive:
    Ritorno al futuro
    Andremo a comprare una macchina. Avremo le chiavi ma la prima volta bisognerà effettuare la seguente operazione: (riscrivo qui il post che ho inserito prima)./install.sh make setup make config make ./start engine_1.0.sh &Poi tra 6 mesi si deve fare il tagliando, quindi vado dal meccanico che mi fa un:ps -ef | grep "radiatore"Caspita, ci sono problemi con il mio radiatore, quindi:kill -9 "radiatore_pid"pstree./usr/local/bin/radiatore_start.shPorca miseria, ho fatto un incidente! Come faccio a riparare la carrozzeria della macchina? Niente di più facile:tar -xvf /backup/carrozzeria_disaster_recovery.tarInsomma, ecco il futuro che ci aspetta :) (linux)
  • Anonimo scrive:
    PDF
    e poi che c***o me ne faccio di una piantina in PDF la stampo ?Oppure mi ci leggo le fiabe sul display della macchina.Mah l'ennesima inutilità spacciata come caratteristica immancabileCiao
  • Anonimo scrive:
    Codice sotto licenza GPL
    E finalmente un'azienda "seria" che rispetta i termini delle licenze senza minaccie legali; tutto il codice soggetto a GPL è scaricabile presso questo URL:http://www.sony.net/Products/Linux/Download/NV-XYZ 77_XYZ55_XYZ33.html
  • Anonimo scrive:
    Re: ecco la procedura per
    no, quella era un'auto con win.....(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco la procedura per

      no, quella era un'auto con win.....(linux)E l'antivirus, ti sei ricordato ti cambiare l'olio all'antivirus vero ?
  • Anonimo scrive:
    Re: ecco la procedura per
    - Scritto da: Anonimo
    avviare il motore dell'auto:

    ./install.sh

    make setup

    make config

    make

    ./start engine_1.0.sh &

    ;)Dopo il start il crash :D
  • sathia scrive:
    Re: ecco la procedura per
    - Scritto da: Anonimo
    avviare il motore dell'auto:

    ./install.sh

    make setup

    make config

    make

    ./start engine_1.0.sh &

    ;)nah, quello te lo fa il concessionario, tu devi solo girare la chiave e andare lontano, grazie
  • Anonimo scrive:
    ecco la procedura per
    avviare il motore dell'auto:./install.shmake setupmake configmake./start engine_1.0.sh &;)
  • Anonimo scrive:
    Non mi fido
    Non mi fido del Pinguino in auto. Ogni volta che imposterò i vari Waypoint dovrò ricompilare il kernel? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi fido
      - Scritto da: Anonimo
      Non mi fido del Pinguino in auto. Ogni volta
      che imposterò i vari Waypoint
      dovrò ricompilare il kernel? :DScommetto che confonderà Roma con Milano? (win)
      • Funz scrive:
        Re: Non mi fido
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Non mi fido del Pinguino in auto. Ogni
        volta

        che imposterò i vari Waypoint

        dovrò ricompilare il kernel? :D

        Scommetto che confonderà Roma con
        Milano? (win)Ma siete scemi o ci fate? :DFidatevi di Windows, fidatevi... come quel ministro indonesiano che per uscire dall'auto MS-powered ha dovuto spaccare il finestrino :D:D
        • Anonimo scrive:
          Re: Non mi fido

          Fidatevi di Windows, fidatevi... come quel
          ministro indonesiano che per uscire
          dall'auto MS-powered ha dovuto spaccare il
          finestrino :D:DFinestrino blu? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Non mi fido
            Questa e' la miglior battuta dell'anno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Hahahahahahaha!!!! :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D
          • Skaven scrive:
            Re: Non mi fido
            - Scritto da: Anonimo
            Questa e' la miglior battuta
            dell'anno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Peccato che non è una battuta...http://www.theinquirer.net/?article=9471
          • Anonimo scrive:
            Re: Non mi fido
        • Anonimo scrive:
          Re: Non mi fido
          - Scritto da: Funz

          Ma siete scemi o ci fate? :D
          Fidatevi di Windows, fidatevi... come quel
          ministro indonesiano che per uscire
          dall'auto MS-powered ha dovuto spaccare il
          finestrino :D:DCazzate
          • Skaven scrive:
            Re: Non mi fido
            - Scritto da: Anonimo
            Cazzatehttp://www.theinquirer.net/?article=9471
          • Funz scrive:
            Re: Non mi fido
            - Scritto da: Skaven

            - Scritto da: Anonimo

            Cazzate

            www.theinquirer.net/?article=9471 Grazie, non avevo il link.Chi e' che spara cazzate?: :p:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi fido
      - Scritto da: Anonimo
      Non mi fido del Pinguino in auto. Ogni volta
      che imposterò i vari Waypoint
      dovrò ricompilare il kernel? :DNon credo.Quel che è certo, invece, e che se imposti i Waypoint con Windows devi spegnere e riaccendere il motore, e che se sei lanciato a 150 km all'ora verso un muro hai voglia a premere ALT-CTRL-DEL, sul display ti trovi sempre le scritte "l'applicazione 'velocità massima' non risponde" e "l'applicazione 'freni' ha eseguito un'operazione non valida e sarà terminata".==================================Modificato dall'autore il 15/06/2004 9.15.51
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi fido
        - Scritto da: YureW
        - Scritto da: Anonimo

        Non mi fido del Pinguino in auto. Ogni
        volta

        che imposterò i vari Waypoint

        dovrò ricompilare il kernel? :D

        Non credo.
        Quel che è certo, invece, e che se
        imposti i Waypoint con Windows devi spegnere
        e riaccendere il motore, e che se sei
        lanciato a 150 km all'ora verso un muro hai
        voglia a premere ALT-CTRL-DEL, sul display
        ti trovi sempre le scritte "l'applicazione
        'velocità massima' non risponde" e
        "l'applicazione 'freni' ha eseguito
        un'operazione non valida e sarà
        terminata"."Se sicuro di voler gonfiare gli airbag ? [Si] [No] [Cancella]"
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi fido
        - Scritto da: YureW

        Non credo.
        Quel che è certo, invece, e che se
        imposti i Waypoint con Windows devi spegnere
        e riaccendere il motore, e che se sei
        lanciato a 150 km all'ora verso un muro hai
        voglia a premere ALT-CTRL-DEL, sul display
        ti trovi sempre le scritte "l'applicazione
        'velocità massima' non risponde" e
        "l'applicazione 'freni' ha eseguito
        un'operazione non valida e sarà
        terminata".(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi fido
      - Scritto da: Anonimo
      Non mi fido del Pinguino in auto. Ogni volta
      che imposterò i vari Waypoint
      dovrò ricompilare il kernel? :Dper chi sa farlo non e' un problema
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi fido
        per esperienza: Pocket PC con winCEss...TUTTE e dico TUTTE le applicazioni di win (esempi: contatti posta agenda etc etc ) quando schiacci X (cioe' esci) non si tolgono dalla memoria, ma ci rimangono (per partire + velocemente?) col risultato che se voglio lanciare il Navigatore che ho installato devo prima Togliere le applicazioni con qualcosa di simile a Task manager/termina applicazione... ma ti pare possibile?quindi (ad esempio) se sto navigando mi telefonano un app di lavoro posso scegliere: interrompo (per poi dover attendere di ripartire e riagganciare i satelliti) oppure scrivo l'appuntamento su un pezzo di carta per poi "importarlo" in agenda...per comodita' scrivo xml a mano ;)vantatevi di win con cognizione di causa please...PS non che il Pocket PC non abbia memoria a sufficenza tutt'altro, e' che Win :( non e' esattamente un drago a gestirla).Perche' non passo a linux sul Pocket? perche' non lo uso solo io,,,
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi fido

      Ogni volta
      che imposterò i vari Waypoint
      dovrò ricompilare il kernel? :DPotrai andare ovunque sulla terra senza averne bisogno.Ricompilando il kernel, però, magari riuscirai ad andare sulla luna!
Chiudi i commenti