Cracking, bistecche e motori

E' finito in manette il cracker di 60 anni che ha ricattato la filiale nordamericana di Maserati. Tra coupon, bistecche omaggio e scarsa sicurezza, per lo smanettone c'è ora la prospettiva del carcere

Roma – Cracca il sito locale di Maserati e tenta di ricattare la società: il tentativo non è andato però a buon fine e per un 60enne californiano sono scattate le manette. Dopo essere riuscito a penetrare nel sito della casa di auto di lusso, l’attempato cracker ha prelevato dati relativi ai clienti, minacciando Maserati di divulgare le informazioni in suo possesso se non gli fosse stato consegnato del denaro.

Bruce Mengler è stato arrestato dalla polizia venerdì scorso. L’intrusione sul sito nordamericano delle auto del tridente risalirebbe a marzo, quando Mengler sarebbe penetrato nella banca dati di una promozione dedicata ai tester dei nuovi veicoli della casa. Nello specifico Maserati donava ai propri clienti dei coupon spendibili in una nota steakhouse americana.

Per poter ricevere l’omaggio ogni utente era pregato di accedere al sito web, fornendo il codice di identificazione personale. Fatto ciò, si passava all’inserimento dei dati personali. Mengler si è appropriato dei dati, ricattando con una serie di email la società contenenti informazioni personali di quattro clienti dell’area di San Diego, riuscendo a spillare alla società una cifra stimata intorno ai 5 mila dollari.

“Se un cracker è riuscito ad ottenere le informazioni dei clienti tramite il sito della promozione siamo dinanzi ad un chiaro avvertimento per tutte le compagnie, affinché si adoperino per rendere effettivamente sicuri i propri siti” – commenta Graham Cluley, consulente senior di Sophos sul suo blog. “È una buona operazione di marketing quella di chiedere ai potenziali clienti di inserire i propri dati personali in cambio di bistecche gratis, ma se il tuo sito non è difeso a dovere dovrai vedertela con grane ben più grosse”, avverte.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • anonimo scrive:
    risposta da leggere
    l'avvertimento della semplice ignoranza utentistica non e un metodo di diffusione utilitario ai fini del miglioramento colletivo, anzi, sembra di più un'ulteriore presa in giro agli utenti interessati. la ricerca puo realmente avere un buon esito con la possibilità di diffondere un messaggio utilitario come "chiudete qualsiasi ca** di finestra che si apre da sola dalla barra degli strumenti sulla voce chiudi!!" ne sulla "x" della finestra stessa, ne premendo sull'"ok".rendiamo migliore l'informatica,sentiti salutianonimo.
  • ilgioa scrive:
    cosa bisognerebbe fare coi popup allora?
    Cliccare "cancel" invece di "OK"?Non capisco tutto il sarcasmo dei sapientoni di Arstechnica... Se un pop-up e' "maligno" allora *qualunque* azione ("ok", "cancel", chiuderlo con la "X") potrebbe celare in realta' autorizzare l'installazione di un trojan... Non e' che siccome c'e' scritto "Cancel" allora "cancella" davvero.Veramente, spiegatemi cosa si dovrebbe fare.
  • buffer overflow scrive:
    GRAZIE A CHI NON LEGGE I POPUP
    io ringrazio tutti quegli utenti che non leggono un cavolo di quello che gli dice il pc perche' grazie a loro ho il lavoro assicurato!!!
    • buffer overflow scrive:
      Re: GRAZIE A CHI NON LEGGE I POPUP
      e aggiungo + e' una cagata quella per cui mi chiamano piu' sono contento di spillargli 50 per sistemarla e per leggere un semplice messaggio!
      • H5N1 scrive:
        Re: GRAZIE A CHI NON LEGGE I POPUP
        - Scritto da: buffer overflow
        e aggiungo + e' una cagata quella per cui mi
        chiamano piu' sono contento di spillargli 50 per
        sistemarla e per leggere un semplice
        messaggio!Altro esempio di raccolto commisurato alla semina :)
    • Fabrizio scrive:
      Re: GRAZIE A CHI NON LEGGE I POPUP
      - Scritto da: buffer overflow
      io ringrazio tutti quegli utenti che non leggono
      un cavolo di quello che gli dice il pc perche'
      grazie a loro ho il lavoro
      assicurato!!!non voglio essere cattivo ma ho sempre sperato che l'utente medio si erudisse solo per far morire di fame i tecnici che si dedicano solo alla sverminatura delle macchine Windows senza avere altre conoscenze Arriverà il giorno ps non voglio questa cosa per cattiveria ma solo per dare una lezione a chi si nasconde dietro a "windows è pieno di virus che imparo a fare a usare cose più serie tanto ho il lavoro assicurato"
      • lucolan scrive:
        Re: GRAZIE A CHI NON LEGGE I POPUP
        Ma l'utente ha antivirus, antispyware e simili che non aggiorna da 2 anni, ha ragione buffer overflow. Per non parlare poi di quelli che si ritrovano il PC pieno di schifezze e dicono di non aver visitato nessun sito porno. (rotfl)
        • fra scrive:
          Re: GRAZIE A CHI NON LEGGE I POPUP
          di siti porno nei ho visto parecchi e non ho mai preso nulla.Ho visto gente che si fotteva il pc *cercando* porno.Come sempre l'abilità è nella capacità dell'utente di riconoscere il buono dal cattivo
        • Blackstorm scrive:
          Re: GRAZIE A CHI NON LEGGE I POPUP
          - Scritto da: lucolan
          Ma l'utente ha antivirus, antispyware e simili
          che non aggiorna da 2 anni, ha ragione buffer
          overflow. Per non parlare poi di quelli che si
          ritrovano il PC pieno di schifezze e dicono di
          non aver visitato nessun sito porno.
          (rotfl)Non solo. C'è gente che non solo non aggiorna av e anti spyware da n tempo, ma che addirittura li ha craccati, perchè "eh, ma è il migliore che c'è". Un utente di un altro forum mi ha parlato della comodità di nod32 e della sua efficacia, io gli ho detto che non avevo tutta sta voglia di pagare e lui mi ha mandato in privato, l'invito a scaricarmelo dal mulo piratato. Ora, anche o ho le mie colpe, ma porco giuda, tirare giù un antivirus piratato è come dare le proprie chiavi di casa ad un ladro e dirgli di custodirla mentre tu sei in vacanza. Che, per carità, può anche essere onesto e non svaligiarti la casa, ma potrebbe anche non essere troppo onesto. Con gente così come fai a trattenere la parola "idiota"?
  • unoFRAmille scrive:
    Cosa e' un popup?
    Come da oggetto vorrei sapere cosa e' un popup
    • materasso scrive:
      Re: Cosa e' un popup?
      è na finestra simile a quella rappresentata nell'immagine dell'articolo che ti dice cose spesso inutili, ragione per cui le poche volte che le informazioni sono utili vengono ignorate.
    • Olmo scrive:
      Re: Cosa e' un popup?
      http://it.wikipedia.org/wiki/Pop-up
  • advange scrive:
    Indagine Comparativa
    Sarebbe interessante fare un'indagine comparativa in base all'OS solitamente usato dall'utente. Penso, ma non ho elementi per provarlo, che l'uso di un OS come Vista che mostra di continuo pop up di conferma anche per cancellare una semplice cartella (a me capitò di dover premere 7 volte ok per cancellare una cartella) non possa che acuire comportamenti sbagliati come quello descritto.
    • vac scrive:
      Re: Indagine Comparativa
      Quoto al 100%- Scritto da: advange
      Sarebbe interessante fare un'indagine comparativa
      in base all'OS solitamente usato dall'utente.
      Penso, ma non ho elementi per provarlo, che l'uso
      di un OS come Vista che mostra di continuo pop up
      di conferma anche per cancellare una semplice
      cartella (a me capitò di dover premere 7 volte ok
      per cancellare una cartella) non possa che acuire
      comportamenti sbagliati come quello
      descritto.
    • Gonzolo scrive:
      Re: Indagine Comparativa
      Appunto: assimilabile ad un virus- Scritto da: advange
      Sarebbe interessante fare un'indagine comparativa
      in base all'OS solitamente usato dall'utente.
      Penso, ma non ho elementi per provarlo, che l'uso
      di un OS come Vista che mostra di continuo pop up
      di conferma anche per cancellare una semplice
      cartella (a me capitò di dover premere 7 volte ok
      per cancellare una cartella) non possa che acuire
      comportamenti sbagliati come quello
      descritto.
  • Bash scrive:
    Cose che succedono... con WIN+IE
    Chissa' perche' queste cose succedono solo con WIN+IE?
    • Emiliano Del Fiume scrive:
      Re: Cose che succedono... con WIN+IE
      Perché Windows ha il monopolio dei desktop detenendo una quota di mercato tra il 90 e il 94 percento a seconda delle statistiche (http://en.wikipedia.org/wiki/Usage_share_of_desktop_operating_systems).Se 9 utenti su 10 usano Windows è ovvio che 9 su 10 sperimenteranno il problema dei popup con Windows!
    • anon scrive:
      Re: Cose che succedono... con WIN+IE
      - Scritto da: Bash
      Chissa' perche' queste cose succedono solo con
      WIN+IE?bè non è proprio così, io un a volta mi sono messo a litigare con la shell che s'era permessa di dirmi:e poi non sei neanche root
  • tunarone scrive:
    io lo clicko per poi insultarli
    io lo clicko per poi insultarli, di solito c'è da inserire de dati, bene io metto degli insulti oppure scrivo dei dati falsi divertenti
    • Beppaski Laraski scrive:
      Re: io lo clicko per poi insultarli
      L' ho fatto anche io qualche volta, poi mi sono reso conto che insultare una Botnet non da tanta soddisfazione :s
      • materasso scrive:
        Re: io lo clicko per poi insultarli
        - Scritto da: Beppaski Laraski
        L' ho fatto anche io qualche volta, poi mi sono
        reso conto che insultare una Botnet non da tanta
        soddisfazione
        :sio una volta ho inviato una mail a uno che si riteneva superintelligente e mandava su una pagina di phishing credo di poste italiane per la postepay in cui nel form spediva una sequenza di dati a un cgi che non faceva altro che spedirgli una mail.tra i campi hidden c'erano indirizzo mail e oggetto.ovviamente usando una mail fake l'ho ricoperto di insulti in varie lingue (grazie, internet :D ) e lui mi ha pure risposto :D:D:D:D:D
    • Pannunzio scrive:
      Re: io lo clicko per poi insultarli
      Un genio. deve essere molto gratificante offendere un bot.
  • L esperto scrive:
    il popup si ignora?
    e che problema c'è? basta passare a quelli a tutto schermo che non puoi chiudere senza task manager e il gioco è fatto
  • Il Rorro Quello Buono scrive:
    Ovviamente...
    cito:L'esame del comportamento prevedeva la visualizzazione di alcuni messaggi veri ed altri falsi, durante lo svolgimento di una serie di attività di ricerca su computer connessi ad Internet. I messaggi "reali" erano simulazioni di messaggi locali, emessi dal sistema operativo, mentre quelli "falsi" erano popup di varia foggia, provenienti dall'esterno e visualizzati attraverso il controllo del browser....perché un sistema che spara popoup come na mitragliatrice ormai non fa destare l'attenzione, è la norma :(siamo passati dal "chi fa il sistema più sicuro?" a "chi fa il miglior antivirus?".della serie "è normale che un sistema prenda virus a mazzetti da 10".il mondo alla rovescia...(non ho detto né mac né linux né altre trollerie. è solo una considerazione su come negli ultimi 10 anni windows sia riuscito ad abituare le persone ad affrontare i problemi partendo di fondo)
    • anon scrive:
      Re: Ovviamente...
      - Scritto da: Il Rorro Quello Buono
      (non ho detto né mac né linux né altre trollerie.
      è solo una considerazione su come negli ultimi 10
      anni windows sia riuscito ad abituare le persone
      ad affrontare i problemi partendo di
      fondo)Ah, sono trollerie? Mi sembrano invece il giusto commento...
      • H5N1 scrive:
        Re: Ovviamente...
        - Scritto da: anon
        - Scritto da: Il Rorro Quello Buono



        (non ho detto né mac né linux né altre
        trollerie.

        è solo una considerazione su come negli ultimi
        10

        anni windows sia riuscito ad abituare le persone

        ad affrontare i problemi partendo di

        fondo)

        Ah, sono trollerie? Mi sembrano invece il giusto
        commento...Purtroppo (e lo dico con sincero rammarico) sono d'accordo anche io
  • Dan Tichrist scrive:
    Mi viene in mente sta maglietta...
    su thinkgeek.com( http://www.thinkgeek.com/tshirts/frustrations/595d/ )SELECT * FROM users WHERE clue
    0;0 rows returned
    • bellaaaaaaa scrive:
      Re: Mi viene in mente sta maglietta...
      - Scritto da: Dan Tichrist
      SELECT * FROM users WHERE clue
      0;
      0 rows returnedhow many people could read HEX,if only DEAD people could read HEX?
      • materasso scrive:
        Re: Mi viene in mente sta maglietta...
        - Scritto da: bellaaaaaaa
        how many people could read HEX,
        if only DEAD people could read HEX?57005hovvintoqualcheccosa? :D
        • bellaaaaaaa scrive:
          Re: Mi viene in mente sta maglietta...
          - Scritto da: materasso
          57005


          hovvintoqualcheccosa? :Dsì, una base missilistica usb :D
          • materasso scrive:
            Re: Mi viene in mente sta maglietta...
            - Scritto da: bellaaaaaaa
            - Scritto da: materasso


            57005





            hovvintoqualcheccosa? :D


            sì, una base missilistica usb :Dil geek che c'è in me sta festeggiando(geek)(geek)(geek)(geek)(geek)(geek)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Olmo scrive:
        Re: Mi viene in mente sta maglietta...
        Ci sono 10 tipi di persone: quelli che capiscono il binario e quelli che non lo capiscono.
  • anonimo scrive:
    Il vero problema è...
    che la gente non legge. ormai è troppo abituata a non dover badare a quello che il sistema operativo ha da dire, vogliono chattare, mettere le fotine su facebook oppure scaricarsi l'ultimo cd da chissà quale p2p... non voglio sapere se ci sono errori, nè tanto meno perchè, non gli interessa. non è quello che vogliono o devono sapere.Ma il problema non è solo per i popup, è per tutto, ed ogni giorno lo vedo sempre di più quando c'è gente che ti chiede esattamente le stesse cose che ci sono in un testo dopo poco prima gli hai detto di andare a guardare per trovare delle risposte. E' questo il problema... altro che popup fake, l'utente comune è il vero anello debole del sistema.Non so voi, ma io sono e resto dell'idea che per usare un pc debba servire una vera e propria patente, così come succede per la macchina o qualsiasi mezzo di trasporto... lì ci si fa male... nel mondo informatico ci si può far male ancora di più (pensate ad una segretaria che installa una backdoor nell'azienda in cui lavora....non alla casalinga che rischia di perdere al massimo le mail scambiate con le amiche)
    • z f k scrive:
      Re: Il vero problema è...
      - Scritto da: anonimo
      che la gente non legge. ormai è troppo abituata a
      non dover badare a quello che il sistema
      operativo ha da dire, vogliono chattare, mettere
      le fotine su facebook oppure scaricarsi l'ultimo
      cd da chissà quale p2p... non voglio sapere se ci
      sono errori, nè tanto meno perchè, non gli
      interessa. non è quello che vogliono o devono
      sapere.Beh, mi trovano d'accordo.Non voglio dover conseguire un diploma d'ingegneria elettrica per azionare il tostapane.Non voglio dover conseguire un diploma d'ingegneria civile per percorrere un tratto di strada.Non voglio dover conseguire un diploma di medicina microbiologica per tenere in frigo i cibi e scartare quelli andati a male.Voglio un tostapane che tosti il pane.Voglio una strada da percorrere.Voglio un frigo che funzioni e due-nozioni-due su come riconoscere il cibo avariato.
      Ma il problema non è solo per i popup, è per
      tutto, ed ogni giorno lo vedo sempre di più
      quando c'è gente che ti chiede esattamente le
      stesse cose che ci sono in un testo dopo poco
      prima gli hai detto di andare a guardare per
      trovare delle risposte. E' questo il problema...No, questo e' un altro problema: la promiscuita' di visione di concetti diversi.
      altro che popup fake, l'utente comune è il vero
      anello debole del
      sistema.la tua soluzione quindi e' cambiare l'utente comune.Ritengo invece che quello che dovrebbe cambiare e' il sistema, se e' tanto mal progettato da permettere che una componente cosi' fondamentale sia il suo punto piu' debole.
      Non so voi, ma io sono e resto dell'idea che per
      usare un pc debba servire una vera e propria
      patente, così come succede per la macchina o
      qualsiasi mezzo di trasporto... lì ci si fa
      male... nel mondo informatico ci si può far male
      ancora di più (pensate ad una segretaria che
      installa una backdoor nell'azienda in cui
      lavora....non alla casalinga che rischia di
      perdere al massimo le mail scambiate con le
      amiche)Sono quasi d'accordo. A suo tempo io prospettavo una internet a due livelli: quello newbye e quello esperto; un nuovo utente rimane al primo livello finche' non viene giudicato abbastanza scaltrito da poter accedere al secondo. Qui, alla terza "stupidaggine" che si fa, si ricade al primo livello per un ulteriore periodo di training... ^_^;Una visione un po' ingenua, d'altra parte allora internet era piu' usenet che web.Un sistema ben gestito non permetterebbe alla segretaria di installare proprio nulla di nulla, figuriamoci una backdoor. Il compito di una segretaria e' quello di usare il computer per fare la segretaria, non quello di installarci software. Il suo compito e' quello di richiedere gli strumenti sw per fare al meglio il suo lavoro, e' compito altrui trovarli e installarli.In un sistema ben progettato non avrebbe alcun senso parlare di malware, in quanto ne sarebbe praticamente immune. Vedere ad esempio OpenBSD.Ovvio, nulla e' perfetto, anche il tostapane puo' esplodeermi in faccia, ma non esiste che ogni volta che voglio farmi un tost debba indossare l'equipaggiamento di un artificiere.Il sistema perfetto e' quello che consente il tuning della macchina a seconda delle necessita'/capacita' del suo utilizzatore: dalla liberta' totale di un Apple II alla totale passivita' di un set top box.IMHO e a quest'ora...CYA
      • Fabrizio scrive:
        Re: Il vero problema è...
        cambiare l'utente è impossibile la vera cosa da cambiare è il sistema. Non posso poter installare un software con un click, non perchè sia cosa sbagliata la semplicità è un'ottima cosa, perchè non devo avere i permessi utente per farlo, voi mi direte e Vista con il suo popup che chiede ok? LA gente clicca ok senza guardare, alcuni magari si pongono dei dubbi altri cliccano diretti ma alla fine danno tutti ok.Se, come succede in altri sistemi operativi, invece di un click mi viene richiesta la mia password ci pongo più attenzione e non premo ok, se non voglio installare premo "Annulla"Perchè i messaggi sul tray? Chi prende in considerazione lo scudino rosso?- Scritto da: z f k
        - Scritto da: anonimo

        che la gente non legge. ormai è troppo abituata
        a

        non dover badare a quello che il sistema

        operativo ha da dire, vogliono chattare, mettere

        le fotine su facebook oppure scaricarsi l'ultimo

        cd da chissà quale p2p... non voglio sapere se
        ci

        sono errori, nè tanto meno perchè, non gli

        interessa. non è quello che vogliono o devono

        sapere.

        Beh, mi trovano d'accordo.
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria elettrica per azionare il
        tostapane.
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria civile per percorrere un tratto di
        strada.
        Non voglio dover conseguire un diploma di
        medicina microbiologica per tenere in frigo i
        cibi e scartare quelli andati a
        male.
        Voglio un tostapane che tosti il pane.
        Voglio una strada da percorrere.
        Voglio un frigo che funzioni e due-nozioni-due su
        come riconoscere il cibo
        avariato.


        Ma il problema non è solo per i popup, è per

        tutto, ed ogni giorno lo vedo sempre di più

        quando c'è gente che ti chiede esattamente le

        stesse cose che ci sono in un testo dopo poco

        prima gli hai detto di andare a guardare per

        trovare delle risposte. E' questo il problema...

        No, questo e' un altro problema: la promiscuita'
        di visione di concetti
        diversi.


        altro che popup fake, l'utente comune è il vero

        anello debole del

        sistema.

        la tua soluzione quindi e' cambiare l'utente
        comune.
        Ritengo invece che quello che dovrebbe cambiare
        e' il sistema, se e' tanto mal progettato da
        permettere che una componente cosi' fondamentale
        sia il suo punto piu'
        debole.


        Non so voi, ma io sono e resto dell'idea che per

        usare un pc debba servire una vera e propria

        patente, così come succede per la macchina o

        qualsiasi mezzo di trasporto... lì ci si fa

        male... nel mondo informatico ci si può far male

        ancora di più (pensate ad una segretaria che

        installa una backdoor nell'azienda in cui

        lavora....non alla casalinga che rischia di

        perdere al massimo le mail scambiate con le

        amiche)

        Sono quasi d'accordo. A suo tempo io prospettavo
        una internet a due livelli: quello newbye e
        quello esperto; un nuovo utente rimane al primo
        livello finche' non viene giudicato abbastanza
        scaltrito da poter accedere al secondo. Qui, alla
        terza "stupidaggine" che si fa, si ricade al
        primo livello per un ulteriore periodo di
        training...
        ^_^;
        Una visione un po' ingenua, d'altra parte allora
        internet era piu' usenet che
        web.

        Un sistema ben gestito non permetterebbe alla
        segretaria di installare proprio nulla di nulla,
        figuriamoci una backdoor. Il compito di una
        segretaria e' quello di usare il computer per
        fare la segretaria, non quello di installarci
        software. Il suo compito e' quello di richiedere
        gli strumenti sw per fare al meglio il suo
        lavoro, e' compito altrui trovarli e
        installarli.

        In un sistema ben progettato non avrebbe alcun
        senso parlare di malware, in quanto ne sarebbe
        praticamente immune. Vedere ad esempio
        OpenBSD.
        Ovvio, nulla e' perfetto, anche il tostapane puo'
        esplodeermi in faccia, ma non esiste che ogni
        volta che voglio farmi un tost debba indossare
        l'equipaggiamento di un
        artificiere.

        Il sistema perfetto e' quello che consente il
        tuning della macchina a seconda delle
        necessita'/capacita' del suo utilizzatore: dalla
        liberta' totale di un Apple II alla totale
        passivita' di un set top
        box.

        IMHO e a quest'ora...

        CYA
      • Zaphkiel scrive:
        Re: Il vero problema è...
        - Scritto da: z f k
        Beh, mi trovano d'accordo.
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria elettrica per azionare il
        tostapane.
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria civile per percorrere un tratto di
        strada.
        Non voglio dover conseguire un diploma di
        medicina microbiologica per tenere in frigo i
        cibi e scartare quelli andati a
        male.Però:- se nel tostapane al posto del pane ci metti la mano, non dici che il tostapane è insicuro.- se il tratto di strada lo fai in macchina senza patente o a piedi guardando il cielo invece che davanti a te, quando vai a sbattere su un albero non dici che è la strada insicura.- se mangi cibo scaduto e passi la notte a vomitare l'anima, non è il frigo ad essere insicuro.C'è poco da dire, il computer è una cosa complessa. Come è una cosa complessa il frigorifero. O una macchina. C'è gente che per poter costruire queste cose studia una vita.Agli utenti non viene chiesto di saper riscrivere a memoria il boot sector, tutto ciò che viene richiesto è un po d'attenzione.Se il S.O. ti scrive "ATTENZIONE" grande come una casa, fai un favore a te stesso e LEGGI quello che ti scrive. Così come guardi il colore del semaforo mentre guidi per strada, o stai attento a non pestare una me*da mentre cammini. Non mi sembra una cosa che richieda una laurea in elettronica o informatica.
        • ottomano scrive:
          Re: Il vero problema è...
          - Scritto da: Zaphkiel
          Se il S.O. ti scrive "ATTENZIONE" grande come una
          casa, fai un favore a te stesso e LEGGI quello
          che ti scrive. Così come guardi il colore del
          semaforo mentre guidi per strada, o stai attento
          a non pestare una me*da mentre cammini. Non mi
          sembra una cosa che richieda una laurea in
          elettronica o
          informatica.Quoto tutto ed aggiungo che mi è capitato più volte di assistere una persona (laureata!) che mi chiamava per dirmi "il programma di posta non mi fa accedere alla banca! Toglimi sto c@##o di programma e mettimi quello vecchio!", il tutto corroborato dalla sua assistente (ragazza di 25 anni, anch'essa laureata e molto intelligente... non sto parlando della classica assistente bella ma stupida) che diceva "ha ragione, anche io ho provato a cliccare sul sito della banca, con una certa urgenza, ma il programma mi dà errore e non capisco perchè".Spiegazione:1-Il programma era Mozilla Thunderbird.2-L'errore era un avviso di phishing3-Sia il tizio che la sua assistente non si sono minimamente accorti che la mail era scritta in italiano stentato (perchè non l'hanno neanche letta, secondo me!) 4-Entrambi non hanno letto il contenuto del messaggio di errore.Sono andato e gli ho fatto notare che il testo dell'avviso diceva "Attenzione! E' stata rilevata una frode..."Cavolo, basta leggere... nessuno legge cosa dicono i messaggi... se ne fregano e cliccano a caso. Bene, se poi si trovano col conto svuotato non possono dare la colpa al pc; è la selezione naturale.Nicola
          • H5N1 scrive:
            Re: Il vero problema è...
            - Scritto da: ottomano
            - Scritto da: Zaphkiel


            Se il S.O. ti scrive "ATTENZIONE" grande come
            una

            casa, fai un favore a te stesso e LEGGI quello

            che ti scrive. Così come guardi il colore del

            semaforo mentre guidi per strada, o stai attento

            a non pestare una me*da mentre cammini. Non mi

            sembra una cosa che richieda una laurea in

            elettronica o

            informatica.


            Quoto tutto ed aggiungo che mi è capitato più
            volte di assistere una persona (laureata!) che mi
            chiamava per dirmi "il programma di posta non mi
            fa accedere alla banca! Toglimi sto c@##o di
            programma e mettimi quello vecchio!", il tutto
            corroborato dalla sua assistente (ragazza di 25
            anni, anch'essa laureata e molto intelligente...
            non sto parlando della classica assistente bella
            ma stupida) che diceva "ha ragione, anche io ho
            provato a cliccare sul sito della banca, con una
            certa urgenza, ma il programma mi dà errore e non
            capisco
            perchè".

            Spiegazione:
            1-Il programma era Mozilla Thunderbird.
            2-L'errore era un avviso di phishing
            3-Sia il tizio che la sua assistente non si sono
            minimamente accorti che la mail era scritta in
            italiano stentato (perchè non l'hanno neanche
            letta, secondo me!)

            4-Entrambi non hanno letto il contenuto del
            messaggio di
            errore.

            Sono andato e gli ho fatto notare che il testo
            dell'avviso diceva "Attenzione! E' stata rilevata
            una
            frode..."

            Cavolo, basta leggere... nessuno legge cosa
            dicono i messaggi... se ne fregano e cliccano a
            caso. Bene, se poi si trovano col conto svuotato
            non possono dare la colpa al pc; è la selezione
            naturale.

            NicolaHo una strana sindrome: non so se essere dispiaciuto per quei poracci che ci cascano o essere contento per la giusta retribuzione alla loro idiozia...
      • Bash scrive:
        Re: Il vero problema è...
        - Scritto da: z f k
        - Scritto da: anonimo

        che la gente non legge. ormai è troppo abituata
        a

        non dover badare a quello che il sistema

        operativo ha da dire, vogliono chattare, mettere

        le fotine su facebook oppure scaricarsi l'ultimo

        cd da chissà quale p2p... non voglio sapere se
        ci

        sono errori, nè tanto meno perchè, non gli

        interessa. non è quello che vogliono o devono

        sapere.

        Beh, mi trovano d'accordo.
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria elettrica per azionare il
        tostapane.
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria civile per percorrere un tratto di
        strada.
        Non voglio dover conseguire un diploma di
        medicina microbiologica per tenere in frigo i
        cibi e scartare quelli andati a
        male.
        Voglio un tostapane che tosti il pane.
        Voglio una strada da percorrere.
        Voglio un frigo che funzioni e due-nozioni-due su
        come riconoscere il cibo
        avariato.E allora prendi un PC senza hard disk e fai il boot da un cd live di ubuntu con una confugurazione personalizzata con 4 icone: il tostapane, la strada, il frigorifero e firefox.Poi puoi cliccare su tutti i popup che preferisci, tanto se riesci comunque a far introiare il sistema, spegni riaccendi e rebooti da CD-live.
      • H5N1 scrive:
        Re: Il vero problema è...
        - Scritto da: z f k
        Beh, mi trovano d'accordo.
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria elettrica per azionare il
        tostapane.Ma leggere le istruzioni fornite è il minimo...
        Non voglio dover conseguire un diploma
        d'ingegneria civile per percorrere un tratto di
        strada.Ma prendere la patente è necessario...
        Non voglio dover conseguire un diploma di
        medicina microbiologica per tenere in frigo i
        cibi e scartare quelli andati a
        male.Anche qui il libretto fornito è d'aiuto...
        Ovvio, nulla e' perfetto, anche il tostapane puo'
        esplodeermi in faccia, ma non esiste che ogni
        volta che voglio farmi un tost debba indossare
        l'equipaggiamento di un
        artificiere.Sono d'accordo a meno che non usi il tostapane per cuocerci la carne: alcuni sarebbero addirittura in grado di denunciare il produttore perchè "nelle istruzioni non c'era scritto che non si poteva..."A mio avviso da una parte è il livello di attenzione a scendere spropositatamente e dall'altra è la sicurezza (scarsa) dei sistemi a giocare la seconda parte del ruolo.Se in più ci mettiamo la convinzione che "Internet è per tutti" che per taluni significa "Nozioni 0" allora il gioco è fatto.Si raccoglie quello che si semina.Non sempre, ma spesso.
    • The Punisher scrive:
      Re: Il vero problema è...
      Storia vera successa al sottoscritto 10 anni fa.Utente: Mi e' apparsa una scritta a video che dice "network is unavailable, please wait 10 minutes and ther retry" che vuol dire?Io: Tu parli inglese, vero?Utente (scocciato): Certo, all'universita' ho passato l'esame col massimo dei voti!Io: Ecco, allora rileggi e traduci, che vuol dire?Utente: ...che devo aspettare 10 minuti e riprovare?Io: Bravo, hai vinto una bambolina! -click-In 10 anni le cose non sono cambiate di una virgola.
  • Popup scrive:
    PI mi crasha il browser !
    Ehi ! PI mi manda crash sia opera che firefox !l'unico modo per leggere gli articoli é disattivare i javascript.cosa avete combinato ?
    • perplesso scrive:
      Re: PI mi crasha il browser !
      a me non da alun guaio .. Firefox su Ubuntu Ultimate 1.8 aggiornata.ciao e spero di esserti stato di aiuto
      • OpenSourcer scrive:
        Re: PI mi crasha il browser !
        Ultimate edition? Ed io che mi trastullo con la mia Intrepid non ne sapevo nulla. Urge correre ai ripari.
    • L esperto scrive:
      Re: PI mi crasha il browser !
      Qui tutto ok (WindowsXP + Firefox)
    • tunarone scrive:
      Re: PI mi crasha il browser !
      - Scritto da: Popup
      PI mi manda crash sia opera che firefox !passa a IE7/8
      • bellaaaaaaa aaa scrive:
        Re: PI mi crasha il browser !
        - Scritto da: tunarone
        - Scritto da: Popup

        PI mi manda crash sia opera che firefox !

        passa a IE7/8e scoprirai quanto è profonda la tana del Ballmer!! (rotfl)
      • Pannunzio scrive:
        Re: PI mi crasha il browser !

        passa a IE7/8Passa a IE6, cioè ad un restyling di Mosaic. E' il top
    • Sky scrive:
      Re: PI mi crasha il browser !
      Anche a me dà qualche problema. Non mi crasha, ma quando vado su PI e apro alcune pagine su altrettante schede, l'attività della CPU va a 100% e torna normale solo dopo aver bloccato gli script con NoScript o se chiudo le pagine di PI.WinXP SP2 FF 3.0.
    • H5N1 scrive:
      Re: PI mi crasha il browser !
      Considerato che la maggiorparte dei browser sulla maggiorparte dei sistemi operativi non dà problemi io non imputerei la responsabilità a PI, ma forse al tuo Browser/Sistema...
      • Sky scrive:
        Re: PI mi crasha il browser !
        Però considerato anche che su nessun sito il mio browser/sistema mi dà problemi, permettimi di pensare che ci sia qualcosa di particolare su questo sito (magari anche in combinazione con qualcosa di particolare sul mio browser/sistema) che non va ;-).
        • H5N1 scrive:
          Re: PI mi crasha il browser !
          Solo per curiosità: non è che stai usando IE6?!?
          • lroby scrive:
            Re: PI mi crasha il browser !
            - Scritto da: H5N1
            Solo per curiosità: non è che stai usando IE6?!?Io uso IE6.0 e NON ho nessun problema in nessun sito..LROBY
          • Sky scrive:
            Re: PI mi crasha il browser !
            - Scritto da: H5N1
            Solo per curiosità: non è che stai usando IE6?!?IE6 sul mio computer non viene fatto partire da circa 4 anni (il momento in cui non ho avuto più problemi di virus, dialer, trojan ecc.);-). Come postato sopra uso WinXP SP2 e FF 3.
          • Sky scrive:
            Re: PI mi crasha il browser !
            Per curiosità, guarda cosa succede se vado su PI, poi disabilito gli script e poi li riabilito:http://img229.imageshack.us/my.php?image=pifu4.png
          • H5N1 scrive:
            Re: PI mi crasha il browser !
            Di certo il codice javascript contenuto in PI non è leggero, ma molto dipende dalla velocità d'esecuzione del motore del Browser, dai plugin installati (in IE gli ActiveX) e dalle applicazioni già in background.
Chiudi i commenti