Crescono i piccoli dischi rigidi

Seagate e Hitachi hanno svelato nuovi modelli di hard disk in miniatura dedicati ai dispositivi meno ingombranti, player MP3 e fotocamere digitali in testa


Las Vegas (USA) – Dagli scenografici stand del CES di Las Vegas, Seagate e Hitachi hanno annunciato nuovi modelli di hard disk in miniatura destinati al fertilissimo mercato dei dispositivi consumer.

Il prossimo mese Seagate lancerà il CompactFlash (CF) Photo Hard Drive, un disco con piattelli da 1 pollice contenuti all’interno di una cartridge in formato CF. L’unità verrà venduta in due differenti modelli con capacità di 2,5 e 5 GB e avrà come target gli hobbisti e i professionisti della fotografia digitale.

“Il nuovo hard disk è l’ideale per le fotocamere digitali ad alta risoluzione, sia point-and-shoot che professionali, dotate di slot CF di tipo II”, si legge in un comunicato di Seagate.

Il CF Photo Hard Drive fa parte di una nuova linea di hard disk con cui Seagate ha fatto recentemente il proprio ingresso nel settore dei drive magnetici da 1 pollice.

In tutta risposta Hitachi ha annunciato di aver ridotto le dimensioni dei suoi drive da 1 pollice (minidrive) e da 1,8 pollici e, nel contempo, di averne ampliato la capacità. Mikey, nome in codice della nuova generazione di minidrive, ha un case che è circa il 20% più piccolo rispetto a quello dei predecessori e una capacità che va dagli 8 ai 10 GB: attualmente, la massima capacità dei minidrive (adottati da Apple nell’iPod mini) è di 4 GB. Slim, nome che contraddistingue invece i nuovi dischi da 1,8 pollici, ha misure di circa il 10% inferiori e capacità che vanno da 60 a 80 GB.

Hitachi ha spiegato di essere riuscita a rimpicciolire i propri drive “limando” la dimensione di alcuni componenti interni, quali motore e chipset, e lasciando invece inalterato il diametro dei piattelli.

I dischi da 1 pollice di Hitachi discendono dal minidrive progettato da IBM negli anni ’90 e venduto all’impresa giapponese pochi anni fa assieme alla propria divisione HDD. All’epoca Big Blue non seppe prevedere il grande impatto che gli hard disk di piccole dimensioni avrebbero avuto nel settore dei dispositivi elettronici di consumo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Alé, Evviva (2) - Leggete e Lollate
    PreComunque PreBisogna PrePrecisare PreChe PreSul PreProcessore (LOL) PreIntel PreLe PreUova PreSi PreCuociono PrePrima PreSemplicemente PrePerché "PreScotta"....di più :);-)P.S. (non significa Pre Scott, ok ?) :Ho newthreadato semplicemente perché non è possibile rispondere all'altro thread....sorry !
  • Anonimo scrive:
    Re: Alé! Evviva!
    si, era l'ora, cmq va detto che sui desktop le uova le fai sul prescott, e anche la tagliata
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè non contro centrino?
    Pentium M è il nome del processore della piattaforma Centrino Centrino = Pentium M + chipset con chip con funzioni crittografiche in hw (sui Dothan aes, sui precedenti, rc4)+ chip wireless ( + altro? )Essendo che l'articolo parla di concorrenza a livello di processore, è d'uopo parlare di Pentium M, non di "Centrino".
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè non contro centrino?
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè amd non sviluppa una
    piattaforma analoga? Secondo me perde molti
    clienti, me incluso, affezionati a amd ma
    che per il notebook han scelto centrino in
    quanto unica vera piattaforma integrata x il
    wireless.Beh Centrino = Pentium M + chipset + scheda wireless ma c'erano portatili ad es. i Dell con Pentium M + chipset intel + scheda wireless diversa da quella della piattaforma centrino (xche' ai tempi c'era solo la 2100 con 802.11b invece di 11g)AMD sviluppa questa cpu x competere contro il Pentium M, per quanto riguarda chipset e scheda wireless puo' benissimo far affidamento a qualcunaltro, l'importante e' che sia performante (che so, magari un nforce per portatili? non so). Insomma l'importante e' la cpu che faccia risparmio energetico e sia performante, che il chipset supporti le tecnologie attuali e per il resto non ho problemi con schede wifi di altre marche....
  • Anonimo scrive:
    perchè non contro centrino?
    Voglio dire, i notebook centrino hanno delle autonomie incredibili (per un pc.. i mac sono ancora avanti) rispetto alla precedente generazione, sono più comodi e facili da usare..Perchè amd non sviluppa una piattaforma analoga? Secondo me perde molti clienti, me incluso, affezionati a amd ma che per il notebook han scelto centrino in quanto unica vera piattaforma integrata x il wireless.
  • jokanaan scrive:
    Re: Alé! Evviva!
    - Scritto da: Anonimo
    e ci permette anche di cucinare le uova sui
    portatili con i suoi processori... viva
    viva.Grandissima stupidaggine. E' da tantissimo tempo che il TDP dei processori desktop AMD è inferiore a quello degli equivalenti intel.
  • Anonimo scrive:
    Re: Alé! Evviva!
    e ci permette anche di cucinare le uova sui portatili con i suoi processori... viva viva.
  • jokanaan scrive:
    Alé! Evviva!
    Viva amd che fa aumentare la concorrenza e fa abbassare i prezzi! ;) ;) ;)
Chiudi i commenti