Cybercrime, Russians do it better

I più pericolosi criminali informatici vengono dalle steppe: questo perché i Russi sono i migliori programmatori. Lo garantisce il responsabile della polizia telematica moscovita


Londra – I programmatori russi sono preparati e competenti. Peccato che molti di loro precipitino, sin da giovani, nel lato oscuro della Rete: una spirale di phishing, pirateria e truffe. Ne ha tratto un bilancio Boris Miroshnikov, direttore del reparto speciale del Ministero degli Interni di Mosca per la lotta al crimine informatico, secondo cui è proprio nell’underground telematico che si formano i migliori specialisti della programmazione. E in Russia, dove la scarsità di strumenti software e di denaro spinge molti appassionati di computer alla programmazione, qualcuno finisce a lavorare per mafie e cybermafie .

I motivi di questa deriva vanno ricercati nelle ottime prospettive di guadagno: si inizia copiando CD e DVD – ha detto Miroshnikov – per poi finire a derubare banche estere. Ma forse il pugno duro e la repressione non sono il modo migliore per estinguere il problema. Puntare sulle notevoli qualità di questi delinquenti di nuova generazione potrebbe essere la carta vincente per creare professionisti informatici di eccellenza.

Farli emergere dal sottobosco della Rete diventa quindi una priorità per i cybercop russi. Molti di quei ragazzi che cadono nelle mani della mafia vengono a volte considerati geni incompresi che, per mancanza di adeguati supporti formativi (scuole specializzate ed università d’eccellenza), cedono al fascino di guadagni facili ed immediati.

Per dirla con le parole del più autorevole cybercop moscovita, l’epidemia russa di cybercrimine è dovuta al fatto che i programmatori ex-sovietici ” sono i migliori del mondo “. La tesi sostenuta da Miroshnikov durante l’ E-Crime Congress di Londra, oltre ad essere prevalentemente declamatoria, nasconde però alcune verità. La più felice è che, effettivamente, i Russi ci sanno fare: sempre più aziende leader dei mercati americani ed europei (tra cui Boeing, Microsoft e Deutsche Bank) si affidano alla bravura dei programmatori russi per realizzare i propri progetti.

La più triste è che Il numero di crimini informatici in Russia è quadruplicato negli ultimi due anni . Le organizzazioni mafiose che operano sul territorio della Federazione possono infatti contare su piccoli eserciti di giovani cracker. Che in certi casi vivono persino in sperdute regioni oltre gli Urali. Gente che programma worm, che sa bucare un sito Internet oppure compromettere la sicurezza di certe transazioni online, magari per rubare i dati delle carte di credito. Più volte si ritiene che la mano di cracker russi abbia agito contro importanti server di mezzo mondo, talvolta ricorrendo agli attacchi distribuiti DDoS.

Da Londra è perciò partito l’appello da parte del Dipartimento K di Mosca, votato alla lotta contro il cybercrimine, affinchè venga definito un quadro internazionale di cooperazione per fermare il fenomeno. Si tratta di creare una rete che permetta alle polizie telematiche di tutto il mondo di collaborare.

Il fenomeno dei crimini informatici, col passare degli anni, acquisisce sempre più una forma indefinita che travalica i confini nazionali. Si tratta di un problema d’ordine globale difficile da eliminare e persino da arginare. Solo la cooperazione internazionale, secondo gli esperti, può segnare un’inversione di tendenza. Ne è più che convinto Mick Deats, del nucleo high-tech della polizia di Londra: “il grande problema della lotta al cybercrimine è l’assenza di adeguati strumenti internazionali di supporto. Sulla Rete le tracce e le prove dei reati sono assai volatili. C’è da agire velocemente”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • deepblu scrive:
    parliamo sempre...
    ....di mine, bombe e guerra.....non ce lo dimentichiamo.... ...e questo è pure assai felice....bravo
  • Anonimo scrive:
    Alla domanda
    "Basterà affinchè numerosi civili non rischino di morire a causa di errori ben poco "intelligenti"?aggiungoassociani e bande criminali ne sapranno fare buon uso?
  • Anonimo scrive:
    Hackerando un campo minato...
    Chissà come si divertiranno i terroristi ad hackerare il "SISTEMA" wireless... :)Faranno un corso costosissimo e super qualificato a NY, varie pratiche di hackering nello wifi di LA (per esempio), poi torneranno a Mossul e si divertiranno a mettere in pratica ciò che hanno imparato, facendole saltare tutte contemporaneamente!Comunque apparte il sistema wireless, ancora non hanno capito che i campi minati sono una delle peggiori "prodotti" della guerra! SONO MICIDIALI!
  • Anonimo scrive:
    Male Minore ....
    Il vantaggio rispetto a quelle convenzionali ...e' la possibilità di disattivarle via radio ...la cosa dovrebbe rendere la vita più semplice agli sminatoriin futuro ..almeno SPEROTra venti anni ..un annuncio sul Corriere citerà :Cercasi Hacker Linux per bonificare area mine WiFiin Iraq ...Diaria giornaliera 5.000 Euro + Assicurazione sulla Vita salutiinixor
  • Anonimo scrive:
    sempre peggio...
    ma si!mettiamo anche una webcam..... e magari colleghiamo il tutto a internet e diamo al pubblico la possibilità di cliccare e far esplodere la mina che più gli piace...sai che reality show verrebbe fuori? un successone!
    • awerellwv scrive:
      Re: sempre peggio...
      parla piano... qualche pazzo ti prenderebbe pure sul serio... (purtroppo)
      • DuDe scrive:
        Re: sempre peggio...
        Purtroppo lo fanno gia, non ricordo dove ma ho visto che negli usa puoi vedere attraverso delle webcam prede come cervi, tacchini e quant'altro, cliccarci sopra, e il cacciatore gli spara, poi ti confeziona la preda e te la spedisce a casa, porca paletta non ricordo dove diamine l'ho visto
        • donuorri scrive:
          Re: sempre peggio...
          già mi immagino la scena...- "Scusa, ti ricordi l'indirizzo IP della mina 14?"- "Boh, prova 192.168.1.14"BOOOOOOOOOOOM- "eh si, era proprio quello... "- "la prossima volta, fai solo un PING, ok? le mine costano..."
        • gerry scrive:
          Re: sempre peggio...
          - Scritto da: DuDe
          porca paletta non ricordo dove diamine l'ho vistoProprio qui, caro ;)http://punto-informatico.it/p.asp?i=50475
        • Anonimo scrive:
          Re: sempre peggio...
          Se lo sparo effettivo avviene in un regolare territorio di caccia,da un cacciatore autorizzato,a prede legalmente cacciabili e nel periodo legalmente ammesso dove sta il problema? ognuno si diverte come vuole,se non lede gli altri e la legge (a parte nel caso di leggi stupidissime tipo l'illegalita' della canapa)
  • Anonimo scrive:
    Bush ai funerali del Papa
    e tanti bei discorsi sulla grande figura del Pontefice scomparso e su tutto il bene che ha fatto all'umanita'.Proprio all'opposto di lui.
  • Dark-Angel scrive:
    che schifo
    ma le mine antiuomo non erano state abolite?
    • Anonimo scrive:
      Re: che schifo
      - Scritto da: Dark-Angel
      ma le mine antiuomo non erano state abolite?Solo dai paesi civili (il che esclude gli USA).
      • awerellwv scrive:
        Re: che schifo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Dark-Angel

        ma le mine antiuomo non erano state abolite?

        Solo dai paesi civili (il che esclude gli USA).
        Il che ESCLUDE ANCHE L'ITALIA!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: che schifo
          - Scritto da: awerellwv

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Dark-Angel


          ma le mine antiuomo non erano state abolite?



          Solo dai paesi civili (il che esclude gli USA).


          Il che ESCLUDE ANCHE L'ITALIA!!!Anche perchè l'Italia è uno dei maggior produttori di mine antiuomo
  • Anonimo scrive:
    Il mio amico red
    ci è rimasto senza una gamba:(
  • Anonimo scrive:
    Beh almeno
    si potranno fare esplodere a guerra finita, sempre che siano progettati per durare a lungo (anche se mi sembra che l'ambito di utilizzo sia diverso di quello delle mine tradizionali)
    • Anonimo scrive:
      Re: Beh almeno
      - Scritto da: Anonimo
      si potranno fare esplodere a guerra finita,
      sempre che siano progettati per durare a lungo
      (anche se mi sembra che l'ambito di utilizzo sia
      diverso di quello delle mine tradizionali)Bé, ma queste esistono già, sono le mine a tempo, spesso lanciate direttamente dagli elicotteri... se entro un tot di tempo non sono esplose si disintegrano automaticamente (le ho viste in azione e devo dire che fanno un po' di impressione... saltano su quasi tutte assieme [quasi come trappole per topi cui è stata toccata l'esca] e esplodono). Hanno diversi vantaggi fra cui:1) Non lasciare bombe in giro a guerra finita e ammazzare ragazzini che passavano di lì per caso2) Non ammazzare le proprie truppe se sono costrette ad una ritirata3) Possono essere gettate direttamente dall'elicottero perché non è necessario segnarne la posizione su una cartina.Non vedo l'utilità di queste mine wireless... se una mina può avere una qualche utilità.Bye, Luca==================================Modificato dall'autore il 13/04/2005 1.21.03
      • Anonimo scrive:
        Re: Beh almeno
        - Scritto da: Segfault
        Non vedo l'utilità di queste mine wireless... se
        una mina può avere una qualche utilità.
        Se mini una strada .....se passano i tuoi non scoppiano ...se passano i terroristi scoppiano ...se passa un Italiano con a bordo ostaggi liberati scoppiano tutte
  • Anonimo scrive:
    Nessuna novità
    e comunque notevolissime imprecisioni da parte del redattore.Intanto "Gli ordigni impiegati nel sistema "Matrix" saranno principalmente bombe letali(Claymore) in grado di provocare ferite mortali nel raggio di decine di metri."Le mine M18A1 Claymore non sono "bombe letali" ma mine ad azione orizzontale ma soprattutto, a partire già dalla guerra del Vietnam sono state caratterizzate da un dispositivo di scoppio remoto, nella fattispecie detonatore manuale ed innesco elettrico.Da questo punto di vista quindi non c' è alcuna novità, a parte la tecnologia impiegata per inviare l' impulso al detonatore, da manuale a radiocomandata, l' ordigno è sempre lo stesso.Fra parentesi... a differenza delle mine antiuomo interrate e abbandonate in loco ad arruginirsi o saltare quando calpestate dal primo malcapitato le Claymore sono state concepite come mezzi di difesa per accampamenti fissi o temporanei e quindi da piazzare e recuperare con facilità ed essere trasportate in borse apposite.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna novità
      le claymore si azionano -finora- tirando fili.e la loro versione wireless non è nuova??e poi.. le mine antiuomo sono ORRENDE. in qualsiasi salsa tu le metta e le condisca. come fai -da come scrivi, almeno sembra cosi'!- a condonarne l'uso?
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuna novità
        - Scritto da: Anonimo
        e poi.. le mine antiuomo sono ORRENDE. in
        qualsiasi salsa tu le metta e le condisca. come
        fai -da come scrivi, almeno sembra cosi'!- a
        condonarne l'uso?Vediamo, posso darti un tentativo di spiegazione io.Sei un soldato 20-enne, magari con la ragazza (o moglie... in USA si sposano giovani) a casa incinta, magari non lo hai nemmeno scelto tu di essere lì... ti stanno braccando come un cane, se ti pescano prima di ucciderti, ti scuoiano vivo e ti mettono nel sale... cosa fai:1) Ti lasci catturare e speri che abbiano pietà di te2) Ti lanci contro di loro con il mitra e speri di fare come Rambo... uno solo contro un esercito3) Piazzi le tue brave bombe antiuomo... se non li fermerà ti darà almeno un po' di tempo per scappare e arrivare al luogo dell'appuntamento con l'elicottero che ti salva4) Ti spari in testa... odi la violenza e non vuoi uccidere nessuno (tuttavia non vuoi nemmeno essere scuoiato vivo e messo nel sale).Quale scegli? Ah, a proposito, sono proprio vicini... devi decidere infretta... sta piovendo, hai freddo, hai fame e l'elicottero che ti porterà in salvo fino a domani mattina non sarà nel luogo dell'appuntamento.Ciao, Luca
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuna novità
          - Scritto da: Segfault
          Sei un soldato 20-enne, magari con la ragazza (o
          moglie... in USA si sposano giovani) a casa
          incintaAllora sei un idiota. Dovevi startene a casa invece di arruolarti e partire per l'Iraq.
          Quale scegli? Ah, a proposito, sono proprio
          vicini... devi decidere infretta... E infatti questa è la causa delle tanti morti civili... ora ai checkpoint dopo il grilletto facile ci sarà l'esplosivo facile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuna novità
            - Scritto da: Anonimo
            Allora sei un idiota. Dovevi startene a casa
            invece di arruolarti e partire per l'Iraq.In realtà spesso non c'è scelta. O ti arruoli e poi ti pagano l'università o finisci a pulire le auto altrui per il resto della vita.Molti ragazzi che partono militari lo fanno perché non hanno soldi per pagarsi l'università (in America costa molti ma molti soldi e se fai il militare per 4 anni l'università te la regalano loro), spesso vengono abbindolati dalle stesse persone che dovrebbero informarli sui possibili rischi (gli viene detto che quasi sicuramente rimarranno in patria e simili)... e poi un giorno gli viene detto "domani si parte per l'Iraq", considera inoltre che molti di questi ragazzi hanno appena 18 anni e della vita sanno poco o nulla. Una volta che hai firmato diventi proprietà dell'esercito. Né più né meno. Questo spesso non viene detto. Inoltre anche una volta che hai fatto i tuoi 4 anni puoi sempre venire richiamato in caso di guerra... anche questo spesso non glie lo dicono.
            E infatti questa è la causa delle tanti morti
            civili... ora ai checkpoint dopo il grilletto
            facile ci sarà l'esplosivo facile.Bé, se tu fossi in uno di quei checkpoint e ti vedi un auto venire contro, auto che nessuno ti ha segnalato, auto che non si ferma al tuo halt (magari perché non ti ha visto... o perché gli occupanti sono spaventati) non credo proprio che staresti tanto a pensare se "tu o loro". Io certo sparerei. Meglio loro che io.Bye, Luca==================================Modificato dall'autore il 13/04/2005 23.30.07
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuna novità
          - Scritto da: Segfault
          - Scritto da: Anonimo

          e poi.. le mine antiuomo sono ORRENDE. in

          qualsiasi salsa tu le metta e le condisca. come

          fai -da come scrivi, almeno sembra cosi'!- a

          condonarne l'uso?

          Vediamo, posso darti un tentativo di spiegazione
          io.
          Sei un soldato 20-enne, magari con la ragazza (o
          moglie... in USA si sposano giovani) a casa
          incinta, magari non lo hai nemmeno scelto tu di
          essere lì... ti stanno braccando come un cane, se
          ti pescano prima di ucciderti, ti scuoiano vivo e
          ti mettono nel sale... cosa fai:
          1) Ti lasci catturare e speri che abbiano pietà
          di te
          4) Ti spari in testa... odi la violenza e non
          vuoi uccidere nessuno (tuttavia non vuoi nemmeno
          essere scuoiato vivo e messo nel sale).
          Visto che sei invasore in un paese non tuo direi che queste sono le uniche scelte praticabili :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuna novità
            - Scritto da: Anonimo
            Visto che sei invasore in un paese non tuo direi
            che queste sono le uniche scelte praticabili :)Visto che tu avresti preferito startene a casa tua, ti sei iscritto al militare solo perché non avevi i soldi per l'università e ti avevano raccontato che non saresti mai partito se ti fossi rifiutato di farlo... non credo proprio che sceglieresti la 1 o la 4.Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuna novità
            - Scritto da: Segfault
            Visto che tu avresti preferito startene a casa
            tua, ti sei iscritto al militare solo perché non
            avevi i soldi per l'università e ti avevano
            raccontato che non saresti mai partito se ti
            fossi rifiutato di farlo... non credo proprio che
            sceglieresti la 1 o la 4.Inoltre adesso è facile parlare, non siamo noi lì, è facile dire "si dovrebbe fare così o cosà"... poi quando sei lì e SAI che domani potresti non vederlo e SAI che non è come in un videogioco dove metti la nuova monetina e la partita ricomincia... allora un sacchetto di mine sono certo che lo troveresti appropriato e utile... certo... qualcuno ci lascerà le penne... ma quel qualcuno non sarai tu! E poi alla fine è questo che conta, salvare la _propria_ pelle. È facile fare discussioni filosofiche sul "perché sono in guerra" o "preferisco morire che ammazzare qualcuno" quando si parla per ipotesi remote, anzi, remotissime. Ma quando vedi la signora vestita di nero che viene verso di te e alza la falce l'istinto di sopravvivenza ha il sopravvento... devi ammazzarli tutti per andartene sano e salvo? Sono certo che in quel frangente, se ne avessi la possibilità, lo faresti senza pensarci su due volte. La vita è una sola. Di quello che c'è dopo ci sono solo ipotesi fumose. Quello che sai è che ora sei vivo... e vuoi rimanere tale.Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna novità

      e comunque notevolissime imprecisioni da parte
      del redattore.vediamo
      Le mine M18A1 Claymore non sono "bombe letali" ma
      mine ad azione orizzontale ah ok. non uccidono. SPAVENTANO, ecco il loro scopo.
      ma soprattutto, a
      partire già dalla guerra del Vietnam sono state
      caratterizzate da un dispositivo di scoppio
      remoto, nella fattispecie detonatore manuale ed
      innesco elettrico.leggasi FILO
      Da questo punto di vista quindi non c' è alcuna
      novità, a parte il WIRELESS (di cui parla il bistrattato redattore)
      Fra parentesi... a differenza delle mine antiuomo
      interrate e abbandonate in loco ad arruginirsi o
      saltare quando calpestate dal primo malcapitato
      le Claymore sono state concepite come mezzi di
      difesa per accampamenti fissi o temporanei e
      quindi da piazzare e recuperare con facilità ed
      essere trasportate in borse apposite.Ma infatti, vorrei sapere chi e' che ha detto che le mine uccidono.
      • awerellwv scrive:
        Re: Nessuna novità
        - Scritto da: Anonimo

        e comunque notevolissime imprecisioni da parte

        del redattore.

        vediamo


        Le mine M18A1 Claymore non sono "bombe letali"
        ma

        mine ad azione orizzontale

        ah ok. non uccidono. SPAVENTANO, ecco il loro
        scopo.le mine ad azione orizzontale come le claymore sono studiate per fare un salto da terra di 90 cm circa (grazie ad una molla o similare) e creare una esplosione orizzontale, (a disco insomma) che falcia qualunque cosa nel raggio di 10 metri. se non spaventano loro ti tranciano a meta'!


        ma soprattutto, a

        partire già dalla guerra del Vietnam sono state

        caratterizzate da un dispositivo di scoppio

        remoto, nella fattispecie detonatore manuale ed

        innesco elettrico.

        leggasi FILOnon banalizzare...

        Da questo punto di vista quindi non c' è alcuna

        novità,

        a parte il WIRELESS (di cui parla il bistrattato
        redattore)che con le portate odierne devi essere a 20 metri dal dispositivo... (sperando che i militari siano abbastanza intelligenti da aumentare la portata dei dispositivi)


        Fra parentesi... a differenza delle mine
        antiuomo

        interrate e abbandonate in loco ad arruginirsi o

        saltare quando calpestate dal primo malcapitato

        le Claymore sono state concepite come mezzi di

        difesa per accampamenti fissi o temporanei e

        quindi da piazzare e recuperare con facilità ed

        essere trasportate in borse apposite.certo, i campi minati mobili... ne falci 2 - 3 (o 300) e poi con il resto lo riutilizzi da qualche parte...

        Ma infatti, vorrei sapere chi e' che ha detto che
        le mine uccidono.
        le mine uccidono eccome o se non lo fanno ti impediscono di avere una vita (normale) ... e poi sti bastardi lo sanno... preferiscono mutilarti e fare uscire allo scoperto i tuoi compagni per farti salvare (perche' ancora non sei morto) e poi a te e i tuoi compagni ti piazzano sotto il fuoco dei cecchini (che carini no? ). e poi voglio vedere te dopo un incontro ravvicinato con uan mina a dirmi se sei ancora vivo... (se riuscirai ancora a camminare)....
  • jokanaan scrive:
    Nessuna giustificazione
    Le mine antiuomo sono un abominio da bandire dall'umanità, e chiunque si macchi di responsabilità a loro imputabili è da considerarsi vile e abominevole. Io spero che i soldati riflettano ogni tanto al significato delle loro azioni, almeno qualcuno, spero che immaginino i corpi mutilati di qualche autoctono che magari all'epoca della fabbricazione della bomba doveva ancora essere concepito.
    • Asmodeo scrive:
      Re: Nessuna giustificazione
      Come posizione etica non ti posso dare torto...come appartentente alla corrente realista in tema di politica e guerra posso solo dire che sono parole vuote e senza speranza. La guerra si fa con tutto ciò che c'è di meglio a disposizione, poi con quello che costa meno ed infine con quello che si tiene nei magazzini. Tra l altro in Rwanda si è fatto 900.000 mila morti con il machete...
      • jokanaan scrive:
        Re: Nessuna giustificazione
        - Scritto da: Asmodeo
        Come posizione etica non ti posso dare
        torto...come appartentente alla corrente realista
        in tema di politica e guerra posso solo dire che
        sono parole vuote e senza speranza.

        La guerra si fa con tutto ciò che c'è di meglio a
        disposizione, poi con quello che costa meno ed
        infine con quello che si tiene nei magazzini.

        Tra l altro in Rwanda si è fatto 900.000 mila
        morti con il machete...
        e ti dico la verità, preferisco il machete. perché, vedi, almeno l'assassino lo vedi in faccia (beh, a meno che non ti prendano alle spalle :D )cmq, almeno l'assassino è un contemporaneo della vittima... non che una persona debba nascere in una nazione che, oltre ad avere i suoi problemi economici, deve investire in bonifiche di terreni minati OPPURE lasciarli con le mine e lasciando rischi a chi certe guerre non le ha neanche viste.
        • Asmodeo scrive:
          Re: Nessuna giustificazione

          perché, vedi, almeno l'assassino lo vedi in
          faccia (beh, a meno che non ti prendano alle
          spalle :D )Quando sei morto non te ne fai nulla di sapere chi ha ucciso, beh certo è vero che in Rwanda usavano tagliare a pezzi le vittime partendo dagli arti.
          cmq, almeno l'assassino è un contemporaneo della
          vittima... non che una persona debba nascere in
          una nazione che, oltre ad avere i suoi problemi
          economici, deve investire in bonifiche di terreni
          minati OPPURE lasciarli con le mine e lasciando
          rischi a chi certe guerre non le ha neanche
          viste.Qui hai ragione, io mi riferiveo solo all uso in guerra, per il dopoguerra sono d'accordo con te. P.S.Visto che la manodopera in Cina costa poco e che sono 1,3miliardi proporrei un uso alternativo del lavoratore tessile cinese...così si prende due piccioni, il tessile in crisi e lo sminamento, con un fava...ti lascio immaginare chi fa la parte della fava. *Messaggio per le anime belle sempre presenti*è una battuta, non sono razzista, nazista, comunista, non puzzo, alzo sempre la tavoletta del water, mi lavo e non ho i pidocchi.*fine messaggio per le anime belle*
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuna giustificazione
          - Scritto da: jokanaan
          e ti dico la verità, preferisco il machete. hmmm... il machete dici... hmmm sinceramente preferisco una bomba in testa... almeno muoio subito e finita che sia. È tuttavia vero che solitamente le bombe anti-uomo non uccidono ma storpiano... che scelta difficile... facciamo così... io non faccio del male a te e tu non fai del male a me... che ne dici? :)Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuna giustificazione
        si la guerra e' guerra, ma una volta finita se non sei un criminale, le mine che hai piazzato le togli tutte, ma siccome sminare e' mooooolto piu' costoso che minare, chi le usa se ne frega e le lascia dove le ha messe
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuna giustificazione
        - Scritto da: Asmodeo
        Come posizione etica non ti posso dare
        torto...come appartentente alla corrente realista
        in tema di politica e guerra posso solo dire che
        sono parole vuote e senza speranza.

        La guerra si fa con tutto ciò che c'è di meglio a
        disposizione, poi con quello che costa meno ed
        infine con quello che si tiene nei magazzini. Se ne deduce che l'attacco alle torri gemelle e' stata una onesta azione di guerra.Quindi, se non vogliamo vivere in un mondo dove chiunque ha il diritto di muovere guerra a chi gli pare, sarebbe meglio accettare che certi vincoli non fossero solo "etici", no ?
    • swamiji65 scrive:
      Re: Nessuna giustificazione

      Io spero che i
      soldati riflettano ogni tanto al significato
      delle loro azioni, almeno qualcuno, ...Hai molta stima dei militari vedo.Non credo che abbiano capacita' di riflessione, un militare sa ubbidire non pensare altrimenti che militare sarebbe?==================================Modificato dall'autore il 13/04/2005 8.29.02
    • awerellwv scrive:
      Re: Nessuna giustificazione
      - Scritto da: jokanaan
      Le mine antiuomo sono un abominio da bandire
      dall'umanità, e chiunque si macchi di
      responsabilità a loro imputabili è da
      considerarsi vile e abominevole. Io spero che i
      soldati riflettano ogni tanto al significato
      delle loro azioni, almeno qualcuno, spero che
      immaginino i corpi mutilati di qualche autoctono
      che magari all'epoca della fabbricazione della
      bomba doveva ancora essere concepito.Abbiamo solo da vergognarci, l'italia e' uno dei maggiori produttori mondiali di mine antiuomo... E pare che non voglia partecipare alle convenzioni che mettono al bando le mine antiuomo...
      • Giambo scrive:
        Re: Nessuna giustificazione
        - Scritto da: awerellwv
        Abbiamo solo da vergognarci, l'italia e' uno dei
        maggiori produttori mondiali di mine antiuomo... Uh, sicuro ? A me pareve che l'Italia vesse firmato la convenzione per la non-produzione (Ma ha uno stock ancora notevole).Tra chi non ha firmato ci sono diversi paesi bene in vista, come Stati Uniti, Russia, Israele e Cina.
        • awerellwv scrive:
          Re: Nessuna giustificazione
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da: awerellwv


          Abbiamo solo da vergognarci, l'italia e' uno dei

          maggiori produttori mondiali di mine
          antiuomo...

          Uh, sicuro ? A me pareve che l'Italia vesse
          firmato la convenzione per la non-produzione (Ma
          ha uno stock ancora notevole).
          Tra chi non ha firmato ci sono diversi paesi bene
          in vista, come Stati Uniti, Russia, Israele e
          Cina.Le mie ultime news divevano che l'italia aveva rifiutato tale convenzione... cmq indaghero'
  • Anonimo scrive:
    Le mine intelligenti
    Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili per 1 terrorista?Pensa se erano imbecilli...
    • Anonimo scrive:
      Re: Le mine intelligenti
      - Scritto da: Anonimo
      Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili per
      1 terrorista?

      Pensa se erano imbecilli...No, quelli sono i terroristiLe mine sono quelle che mutilano i bambini
    • Anonimo scrive:
      Re: Le mine intelligenti
      - Scritto da: Anonimo
      Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili per
      1 terrorista?

      Pensa se erano imbecilli...Bé, sinceramente è meglio che usino bombe intelligenti e di civili ne uccidano "solo" 100 che usino bombe "normali" e ne facciano fuori mille... non credi?Se devo proprio scegliere fra i due mali scelgo il male minore.Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Le mine intelligenti
        - Scritto da: Segfault
        Bé, sinceramente è meglio che usino bombe
        intelligenti e di civili ne uccidano "solo" 100
        che usino bombe "normali" e ne facciano fuori
        mille... non credi?
        Se devo proprio scegliere fra i due mali scelgo
        il male minore.Mi spiace, ma non credo.Le uniche mine intelligenti sono quelle che non scoppiano :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Le mine intelligenti
          - Scritto da: Anonimo
          Mi spiace, ma non credo.
          Le uniche mine intelligenti sono quelle che non
          scoppiano :)È vero, ma dimmi, facciamo finta che tu sia costretto a scegliere fra un arma che non può essere puntata precisamente (un Napalm per farsi un'idea) e una bomba che si... può sbagliare (specie se è mirata non correttamente) però è molto probabile che non sbagli (cioè centra l'obiettivo dato 99 volte su 100)... quale scegli? Considera inoltre che vicino all'obiettivo c'è una scuola elementare... considera che l'esplosione della bomba "intelligente" può al limite far saltare i vetri di tale scuola (se raggiunge l'obiettivo prefissato)... mentre ti dicono... "bé... il Napalm dobbiamo buttarlo ovunque... anche su quella scuola per essere sicuri di centrare il nostro obiettivo..."Io personalmente sceglierei la bomba intelligente... almeno ci sono probabilità che quella scuola la risparmi... certamente probabilità migliore che la bomba "normale" al Napalm.Ciao, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            boh...ammetto di non essere un romantico ne di avere dentro di me SOLO ed esclusivamente ideali pacifisti (anzi a volte desidero soluzioni per il mondo abbastanza estreme) mi è capitato di uccidere,naturalmente non esseri umani ma per circostanze e situazioni che non sto a spiegare,animali(parlo di macellazione non cieca violenza) e posso dirti che nonostante abbia fatto egregiamente il mio dovere non è la stessa cosa parlarne e farlo...nonostante tutto..mi accorgo che in questi argomenti gente che immagino vomiterebbe l'anima a farlo o vederlo,data la distanza, riesce a parlare di morti(innocenti,dato che in ogni guerra oltre l'80% delle vittime sono civili) in termini statistici o di convenienza in una maniera imbarazzante,vedete...prendendo per vero che il nazismo è stata l'ideologia più sanguinaria della storia, ci si domanda come il civile popolo germanico abbia potuto seguire e farsi abbindolare da hitler e soci..beh..è facile, basta portare la gente a parlare in maniera asettica e semi-scientifica di azioni e fatti che ad averli di fronte agli occhi credo segnerebbero per sempre, invece basta lasciare lontano le immagini, (se non le informazioni reali,chi ha visto morti in iraq alzi la mano, le decapitazioni non valgono) ed ecco che tolto tutto quel sangue sembra di essere in un laboratorio prendendo ad esempio la convenienza o meno di una mina rispetto al napalm etc..dato per scontato che dipende da un singolo individuo(nella maggior parte dei casi) la sopravvivenza o meno di quella scuola (ipotetica) di cui parli? data per scontata la morte (si dice,anche se sembra molto reale come cifra) di duecentomila innocenti,mi spiegate a che ca55o serve una discussione sulla migliore economizzazione dell'uccisione di esseri umani quando l'ultima guerra (per ammissione della stessa nazione attaccante) è stata fatta sulla scorta di bugie , invenzioni e cazzate varie? è folle secondo me pensare a 100 o 200 morti risparmiati (con un'arma o con l'altra) quando negli ultimi 100 anni (americani ed europei) hanno messo a ferro e fuoco l'intero pianeta rimanendo (nella propria visione di se stessi) gli eroi puri ed integgerrimi, difensori della libertà e profondamente democratici.quando sappiamo tutti che la verità su ogni cosa si scopre 20-30 anni dopo, solo che come al solito il tutto è troppo lontano per suscitare vero sdegno.Detto tutto ciò...il mio intervento voleva dire semplicemente, non lasciatevi attrarre troppo dalla asetticità del tutto per fare i politologi scientifici usando la calcolatrice come se stesse contando mele o pere...tenete conto che con quella mina o quel napalm ci muore gente..quindi come consiglio spassionato..prima di commentare in maniera così..."professionale" ..pensate a quella mina..a voi..o ad un familiare caro...squartati e fatti a pezzi dalla suddetta...dopodichè consci di cosa state parlando lasciatevi andare alle vostre esternazioni.P.S. non è un attacco personale all'autore del post precedente però(in passato è capitato anche a me) nonostante capisca che partendo dalla notizia si possa arrivare a commenti del genere..diciamo che quando ho di fronte una bistecca mi ricordo cosa è successo all'animale dal quale proviene..così...quando si commentano certe notizie non bisogna dimenticare che ogni commento contribuisce a creare o mostrare la cosiddetta opinione pubblica..e sembra davvero di essere tutti anestetizzati rispetto a certe cose
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            la fai troppo facile se riduci tutto ad una "realtà asettica" perspiegare il male...pensi che i soldati nei campi di concentramento vivevanoin una realtà asettica??? Pensi che non sentivano le urla, nonvedevano il sangue, non respiravano l'aria...Chi ha commesso materialmente genocidi, stupri di massa,fucilato, torturato; viveva in una realtà asettica???Chi lo fà adesso, secondo te, vive in una realtà asettica???Purtroppo no, la vive tutta la realtà...piena piena...senza schermi asettici.
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            - Scritto da: Anonimo
            boh...ammetto di non essere un romantico ne di
            avere dentro di me SOLO ed esclusivamente ideali
            pacifisti (anzi a volte desidero soluzioni per il
            mondo abbastanza estreme) mi è capitato di
            uccidere,naturalmente non esseri umani ma per
            circostanze e situazioni che non sto a
            spiegare,animali(parlo di macellazione non cieca
            violenza) e posso dirti che nonostante abbia
            fatto egregiamente il mio dovere non è la stessa
            cosa parlarne e farlo...nonostante tutto..mi
            accorgo che in questi argomenti gente che
            immagino vomiterebbe l'anima a farlo o
            vederlo,data la distanza, riesce a parlare di
            morti(innocenti,dato che in ogni guerra oltre
            l'80% delle vittime sono civili) in termini
            statistici o di convenienza in una maniera
            imbarazzante,concordo vedere morti non è una bella vista... sono cose che non andrebbero prese con leggerezza... specialmente quando si parla di esseri umanivedete...prendendo per vero che il
            nazismo è stata l'ideologia più sanguinaria della
            storia,che il nazismo sia stata l'ideologia più sanguinaria della storia è un falso storico... il comunismo ha fatto molti piu morti e piu deportazioni (ricordiamoci dei gulag... della siberia... ecc) e ha causato piu miseria di quanto non abbia mai fatto il nazismo che pure ha causato un sacco di problemi in europa e nel mondo finche non è stato stroncato (da una guerra) ci si domanda come il civile popolo
            germanico abbia potuto seguire e farsi
            abbindolare da hitler e soci..gran bella domanda ... forse perche l'economia della germania era controllata dagli ebrei?!?!?! e il popolo tedesco voleva riprendere il controllo della propria nazione?!?!?! ... non sto dicendo che nazismo e antisemitismo siano cose buone ... anzi... forse si poteva trovare un'altro metodo ... ma l'impressione è che non si sia voluto cercare e si sia preferito sterminare ebrei, neri ecc per "far prima" ... un po come quando si bombarda un obiettivo per stanare un paio di terroristi... si radono al suolo 500metri quadrati ... "per far prima" (e far correre meno rischi alle truppe)beh..è facile,
            basta portare la gente a parlare in maniera
            asettica e semi-scientifica di azioni e fatti che
            ad averli di fronte agli occhi credo segnerebbero
            per sempre, invece basta lasciare lontano le
            immagini, (se non le informazioni reali,chi ha
            visto morti in iraq alzi la mano, le
            decapitazioni non valgono) ed ecco che tolto
            tutto quel sangue sembra di essere in un
            laboratorio prendendo ad esempio la convenienza o
            meno di una mina rispetto al napalm etc..
            dato per scontato che dipende da un singolo
            individuo(nella maggior parte dei casi) la
            sopravvivenza o meno di quella scuola (ipotetica)
            di cui parli? data per scontata la morte (si
            dice,anche se sembra molto reale come cifra) di
            duecentomila innocenti,mi spiegate a che ca55o
            serve una discussione sulla migliore
            economizzazione dell'uccisione di esseri umani
            quando l'ultima guerra (per ammissione della
            stessa nazione attaccante) è stata fatta sulla
            scorta di bugie , invenzioni e cazzate varie? è
            folle secondo me pensare a 100 o 200 morti
            risparmiati (con un'arma o con l'altra) quando
            negli ultimi 100 anni (americani ed europei)
            hanno messo a ferro e fuoco l'intero pianeta
            rimanendo (nella propria visione di se stessi)
            gli eroi puri ed integgerrimi, difensori della
            libertà e profondamente democratici.quando
            sappiamo tutti che la verità su ogni cosa si
            scopre 20-30 anni dopo, solo che come al solito
            il tutto è troppo lontano per suscitare vero
            sdegno.Detto tutto ciò...il mio intervento voleva
            dire semplicemente, non lasciatevi attrarre
            troppo dalla asetticità del tutto per fare i
            politologi scientifici usando la calcolatrice
            come se stesse contando mele o pere...tenete
            conto che con quella mina o quel napalm ci muore
            gente..quindi come consiglio spassionato..prima
            di commentare in maniera così..."professionale"
            ..pensate a quella mina..a voi..o ad un familiare
            caro...squartati e fatti a pezzi dalla
            suddetta...dopodichè consci di cosa state
            parlando lasciatevi andare alle vostre
            esternazioni.quoto ... pensate se capitasse a qualcuno che ci è caro... la via del dialogo è sempre la strada migliore
            P.S. non è un attacco personale all'autore del
            post precedente però(in passato è capitato anche
            a me) nonostante capisca che partendo dalla
            notizia si possa arrivare a commenti del
            genere..diciamo che quando ho di fronte una
            bistecca mi ricordo cosa è successo all'animale
            dal quale proviene..così...quando si commentano
            certe notizie non bisogna dimenticare che ogni
            commento contribuisce a creare o mostrare la
            cosiddetta opinione pubblica..e sembra davvero di
            essere tutti anestetizzati rispetto a certe cose
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            - Scritto da: Anonimo

            ci si domanda come il civile popolo

            germanico abbia potuto seguire e farsi

            abbindolare da hitler e soci..

            gran bella domanda ... forse perche l'economia
            della germania era controllata dagli ebrei?!?!?!Sembra incredibile vedere come certe stupidaggini vengano fuori nei posti piu' impensati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            ci si domanda come il civile popolo


            germanico abbia potuto seguire e farsi


            abbindolare da hitler e soci..



            gran bella domanda ... forse perche l'economia

            della germania era controllata dagli ebrei?!?!?!

            Sembra incredibile vedere come certe stupidaggini
            vengano fuori nei posti piu' impensati.
            allora spiegami come mai dopo il genocidio la svizzera (che fino ad allora era solo un paesino di montanari) è diventata una potenza economica con banche che controllano capitali enormi ... forse perche i soldi degli ebrei morti sono rimasti li?!?!? (lo sai vero che se muori e non ci sono eredi salvo diverse disposizioni testamentarie i tuoi beni diventano della banca vero???) ... e poi giusto per la cronaca... la segui un po di economia vero??? ... perche l'economia del mondo (basta guardare le proprietà e i maggiori azionisti delle piu grosse società del mondo) è tutt'ora in buona parte in mano agli ebrei ... ad esempio... i diamanti (il mercato dei diamanti è al 90% in mano a loro), il petrolio (3 delle piu grosse aziende al mondo sono controllate direttamente da loro... e un'altra ha forti partecipazioni) ecc ... è inutile che ti meravigli... basta che ti guardi un po in giro e vedi subito come stanno le cose ... ovviamente devi farlo senza preconcetti ... non sto giustificando l'azione nazista... hanno palesemente sbagliato ... ma i fatti sono questi è inutile nasconderli (tra l'altro quel pigmeo di hitler non aveva nulla a che vedere con la razza ariana... quindi è ovvio che i reali motivi erano altri)Non capisco l'odio razziale ... ma se nel mio stato il potere economico è in mano a qualcuno che non è del mio stato la cosa mi urta un po ... poi ovvio che sterminare non è una buona scelta
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            Perche' non c'e' il tasto "rispondi" nel post delirante che questo stesso tizio lascia 2 messaggi dopo? beh,cmq gli rispondo qui:gli ebrei in germania non erano forse sempre cittadini tedeschi? a chi pagavano le tasse,al tempio di Salomone?
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            - Scritto da: Anonimo
            P.S. non è un attacco personale all'autore del
            post precedente però(in passato è capitato anche
            a me) nonostante capisca che partendo dalla
            notizia si possa arrivare a commenti del
            genere..Guarda, non lo vedo come un attacco personale, ma non capisco cosa intendi per "commenti del genere". Io tendo ad essere realista, ho fatto delle ipotesi ben precise, ossia se IO mi trovassi nella posizione di scegliere se usare un Napalm o una Bomba Intelligente e ho dato la mia risposta (si noti che l'opzione "evitare di farlo" non esiste). Ovviamente non si basa su esperienza personale, esperienza che preferisco di gran lunga delegare a qualcun'altro.Tuttavia se IO dovessi scegliere confermo al scelta che farei. Certo entrambe le armi sono fatte per ammazzare, ma siccome DEVO scegliere fra le due preferisco quella che fa meno danni e ha più probabilità di colpire il "nemico" evitando gli innocenti.Mettiamola in un altro modo e lasciamo perdere gli esseri umani per un momento. Devi ammazzare una mucca, puoi scegliere se farlo con un metodo veloce, indolore e preciso (ignezione letale, pallottola in fronte, ecc) oppure se farlo a sassate. Cosa scegli?Ricorda che non hai l'opzione di "non farlo". Sei costretto a scegliere, se non scegli tu la mucca sarà ammazzata con i sassi (si risparmia), cosa fai? Eviti di scegliere e quindi condanni la mucca ad una morte lenta e dolorosa o prendi la tua decisione (per quanto ti faccia schifo) e le risparmi la tortura?Bye, Luca
      • Anonimo scrive:
        Re: Le mine intelligenti
        - Scritto da: Segfault

        - Scritto da: Anonimo

        Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili per

        1 terrorista?



        Pensa se erano imbecilli...

        Bé, sinceramente è meglio che usino bombe
        intelligenti e di civili ne uccidano "solo" 100
        che usino bombe "normali" e ne facciano fuori
        mille... non credi?
        Se devo proprio scegliere fra i due mali scelgo
        il male minore.

        Bye,
        LucaIl problema è che per quanto sia intelligente l'arma, se la usa un idiota, siamo al punto di partenza. E alla fine di civili ne ammazza sempre mille.
        • Anonimo scrive:
          Re: Le mine intelligenti
          - Scritto da: Anonimo
          Il problema è che per quanto sia intelligente
          l'arma, se la usa un idiota, siamo al punto di
          partenza. E alla fine di civili ne ammazza sempre
          mille.Bé, questo è ovvio, diamo per scontato che chi la punta non sia un idiota e si basi su informazioni attendibili.Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Le mine intelligenti
      - Scritto da: Anonimo
      Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili per
      1 terrorista?

      Pensa se erano imbecilli...Se fossero davvero intelligenti esploderebbero in faccia agli americani :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Le mine intelligenti
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili per

        1 terrorista?



        Pensa se erano imbecilli...

        Se fossero davvero intelligenti esploderebbero in
        faccia agli americani :)
        se ci fosse ancora hitler ... e se gli americani dovessero ancora venire a liberarci... questa affermazione non l'avresti fatta ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Le mine intelligenti
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili
          per


          1 terrorista?





          Pensa se erano imbecilli...



          Se fossero davvero intelligenti esploderebbero
          in

          faccia agli americani :)



          se ci fosse ancora hitler ... e se gli americani
          dovessero ancora venire a liberarci... questa
          affermazione non l'avresti fatta ;-)Se ci fosse ancora Hitler ... gli americani di Bush si spartirebbero il mondo con lui :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Sono quelle che ammazzano in Iraq 100 civili

            per



            1 terrorista?







            Pensa se erano imbecilli...





            Se fossero davvero intelligenti esploderebbero

            in


            faccia agli americani :)






            se ci fosse ancora hitler ... e se gli americani

            dovessero ancora venire a liberarci... questa

            affermazione non l'avresti fatta ;-)

            Se ci fosse ancora Hitler ... gli americani di
            Bush si spartirebbero il mondo con lui :)
            gli americani di allora... sono gli stessi di oggi ... solo che fa comodo dire il contrario ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo




            Sono quelle che ammazzano in Iraq 100
            civili


            per




            1 terrorista?









            Pensa se erano imbecilli...







            Se fossero davvero intelligenti
            esploderebbero


            in



            faccia agli americani :)









            se ci fosse ancora hitler ... e se gli
            americani


            dovessero ancora venire a liberarci... questa


            affermazione non l'avresti fatta ;-)



            Se ci fosse ancora Hitler ... gli americani di

            Bush si spartirebbero il mondo con lui :)




            gli americani di allora... sono gli stessi di
            oggi ... Certo, come no. E i tedeschi pure, suppongo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo









            - Scritto da: Anonimo





            Sono quelle che ammazzano in Iraq 100

            civili



            per





            1 terrorista?











            Pensa se erano imbecilli...









            Se fossero davvero intelligenti

            esploderebbero



            in




            faccia agli americani :)












            se ci fosse ancora hitler ... e se gli

            americani



            dovessero ancora venire a liberarci...
            questa



            affermazione non l'avresti fatta ;-)





            Se ci fosse ancora Hitler ... gli americani di


            Bush si spartirebbero il mondo con lui :)








            gli americani di allora... sono gli stessi di

            oggi ...

            Certo, come no.
            E i tedeschi pure, suppongo...dopo la mazzata che si sono presi perdendo la guerra ... direi che quelli sono un po cambiati ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Le mine intelligenti




            Se ci fosse ancora Hitler ... gli americani
            di



            Bush si spartirebbero il mondo con lui :)












            gli americani di allora... sono gli stessi di


            oggi ...



            Certo, come no.

            E i tedeschi pure, suppongo...


            dopo la mazzata che si sono presi perdendo la
            guerra ... direi che quelli sono un po cambiati
            ;-)A giudicare da come conducono le sperimentazioni non sembrerebbe.Il mio oculista tanti anni fa mi aveva fatto vedere le sperimentazioni fatte in germania di una (allora) nuova tecnica di correzione basata sul laser. Le foto degli operati avevano una caratteristica in comune: o erano di pelle scura o erano neri. Strano per una sperimentazione fatta in un paese a maggioranza di pelli ultrabianche che solo a vedere il sole si scottano, no?
Chiudi i commenti