Da domani i domini .eu

Parte il 7 dicembre la prima fase del Sunrise period, che consentirà ai detentori di trademark di rivendicare la registrazione dei domini .eu corrispondenti. La roadmap è già fissata
Parte il 7 dicembre la prima fase del Sunrise period, che consentirà ai detentori di trademark di rivendicare la registrazione dei domini .eu corrispondenti. La roadmap è già fissata


Roma – Fervono le attività di EurID , il Consorzio chiamato a gestire la delicatissima introduzione dei domini.eu sulla grande rete: da domani parte infatti la prima fase del cosiddetto Sunrise period , e si apriranno così finalmente le registrazioni delle nuove estensioni europee.

Questa prima fase durerà fino al 6 febbraio dell’anno prossimo, un periodo di tempo nel quale avranno diritto a chiedere la registrazione dei domini una lunga serie di soggetti detentori di trademark o di altri diritti specifici su certi nomi, come ad esempio istituzioni, pubbliche amministrazioni e via dicendo. In questo periodo nessun altro potrà ottenere la registrazione dei domini, un escamotage già adottato in questo settore e pensato per prevenire fenomeni di cybersquatting , ovvero di accaparramento di domini legati a marchi celebri da parte di soggetti che non hanno titolo e che possono così tentare di lucrarci sopra.

Va detto che, durante il Sunrise, soggetti con il medesimo trademark ma di settori diversi, o di paesi diversi, potrebbero chiedere lo stesso dominio: in quel caso EurID assegnerà i domini secondo il principio del first come first served , “chi prima arriva meglio alloggia”.

Dal 7 febbraio al 6 aprile 2006 si aprirà la seconda fase del Sunrise , che allargherà i confini dei soggetti che possono chiedere la registrazione dei domini (si parla comunque di soggetti titolari di trademark o affini) ma sarà il 7 aprile 2006 la data della “vera” apertura delle registrazioni, perché quel giorno sarà avviato il cosiddetto Land Rush , ovvero la registrazione di domini da parte di chiunque desideri registrarli.

Ad essere coinvolti nelle operazioni di registrazione ci sono naturalmente, a livello europeo, tutti i registrar accreditati da EurID, tra i quali sono presenti anche diversi operatori italiani ( qui la lista completa dei registrar). Per tutti loro si apre un nuovo settore di mercato che, visto il forte interesse che viene registrato dagli operatori in queste settimane per i nuovi domini, potrebbe tradursi in una grossa spinta economica.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 12 2005
Link copiato negli appunti