Da Gartner pillole anti-SCO

Gartner suggerisce agli utenti Linux come prevenire grane legali con SCO, azienda il cui destino, secondo la società di analisi, potrebbe essere appeso ad una sentenza


Stamford (USA) – La società di analisi Gartner ha pubblicato un documento in cui fornisce alle aziende che usano Linux alcune raccomandazioni relative ai reclami di SCO e alle recenti minacce rivolte da quest’ultima contro gli utenti del sistema operativo open source.

Nello studio, firmato dal vice-president e research director del Gartner, George Weiss, viene suggerito alle aziende che usano Linux di rimanere alla finestra e di non pagare SCO fino al momento in cui le cause legali in corso, fra cui quella avviata da Red Hat, non si saranno concluse.

Nel frattempo, per minimizzare il rischio di diventare il bersaglio della prossima e preannunciata campagna legale di SCO, Weiss consiglia alle imprese di non divulgare dettagli sulle proprie installazioni Linux e di “non permettere a SCO di controllare le vostre attività senza un’autorizzazione legale” .

Come aveva già fatto negli scorsi mesi, Weiss ha richiamato le aziende alla prudenza suggerendo a quelle che hanno in progetto di migrare verso Linux di rivolgersi a fornitori disposti a farsi carico degli eventuali costi legati ad una causa legale con SCO: la società di analisi cita, come esempio, il programma d’indennizzo appena varato da HP.

“I vostri consulenti legali – scrive Weiss – dovrebbero tenere sotto controllo lo sviluppo (di Linux, N.d.R.) e comprendere in cosa consistano le rivendicazioni di SCO in merito alle reclamate violazioni”.

L’analista ha poi ribadito la necessità di valutare attentamente tutti i fattori di rischio legati all’adozione di Linux all’interno delle attività produttive più critiche, quali ad esempio i sistemi ad alte prestazioni, consigliando di rimandarne il deployment a quando SCO avrà chiarito le proprie intenzioni nei confronti degli utenti di Linux. Se tali sistemi sono già attivi e funzionanti, Weiss suggerisce ai manager aziendali di “sviluppare un piano che consenta, nel caso in cui SCO dovesse vincere la causa e il kernel di Linux necessitasse di sostanziali modifiche, una rapida migrazione (verso un’altra piattaforma, N.d.R.)”.

Sebbene indichi come migliore alternativa a Linux i sistemi basati su Unix, Gartner sconsiglia l’adozione – ironia della sorte – proprio delle piattaforme di SCO. Secondo la società di analisi, infatti, la causa in corso non pone dei rischi solo per gli utenti di Linux, ma anche per quelli dei sistemi operativi (Open Server e UnixWare) di SCO.

“Una sentenza a sfavore potrebbe portare SCO a cessare le proprie attività o vendere se stessa”, scrive Weiss. “Questo potrebbe mettere a rischio i futuri servizi di supporto e manutenzione”.

Per tale ragione, secondo l’analista, anche gli attuali utenti di SCO farebbero bene a preparare piani d’emergenza per l’eventuale migrazione, entro i prossimi due anni, verso altre piattaforme.

In caso di sconfitta giudiziaria, il rischio che SCO possa andare incontro ad una grave crisi finanziaria viene giudicato da Gartner piuttosto elevato: la motivazione addotta è che le nuove politiche dell’azienda stanno già “mettendo a repentaglio il suo business relativo al software” e vincolando sempre più la sua salute economica all’esito del processo. Una situazione di “rischio” peraltro ammessa dalla stessa SCO nei documenti finanziari consegnati alla Securities and Exchange Commission americana.

Proprio di recente SCO ha annunciato che pagherà allo studio legale Boies, Schiller & Flexner 1 milione di dollari in contanti e 7,95 milioni in azioni.

?Durante gli ultimi sette mesi, la nostra società, in collaborazione con Boies, Schiller & Flexner, ha portato alla luce una serie di problematiche di notevole rilevanza per quanto concerne il codice software relativamente alla proprietà intellettuale UNIX di SCO e a Linux?, ha affermato di recente Darl McBride, presidente e CEO di SCO. ?La proprietà del sistema operativo UNIX rappresenta senza dubbio il nostro patrimonio più importante e oggi stiamo investendo nella protezione e nel futuro di UNIX. Lo studio Boies, Schiller & Flexner si sta ora muovendo oltre le questioni contrattuali con IBM. Lo studio legale si occuperà infatti di far valere e difendere i diritti di proprietà intellettuale di SCO, inclusi la tutela del nostro codice sorgente UNIX System V e i diritti di copyright che sono stati riaffermati in seguito all?accordo BSDI?.

Il prossimo venerdì, 28 novembre, SCO ha organizzato incontri a Milano, Roma e Padova per spiegare la sua posizione in merito alla questione IBM/Linux e delineare le sue strategie di mercato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fax scrive:
    bkdoor
    Poco più di una settimana fa qualcuno ha tentato di inserire una backdoor nel kernel di Linux.Questo non è sabotaggio?
  • Anonimo scrive:
    Re: lino nudo no

    Se mi danno soldi ci metto pure la foto di
    Linus Torvalds nudo!!!no te prego ti do io i soldi per non metterlo sul sito.gia ci tocca sorbirselo in tutte le salse il copione di minix, nudo per favore no.
  • Anonimo scrive:
    la grande sicurezza dei sistemi lino
    cosi complessa da realizzare che neanche nei luoghi che più dovrebbero essere blindati il piratozzo entra e distrugge.e io dovrei dare il benestare ad impiegare un lino per gestire il mio sistema, ahahhahhahahahha come affermava un esperto di sicurezza, impiegare un sistema open per gestire il proprio lavoro e il modo migliore per rischiare il disastro.
    • BSD_like scrive:
      Re: la grande sicurezza dei sistemi lino
      Che stronz@te!A parte che non è per il sistema, ma l'attacco è dovuto alla pessima gestione delle passwd; quindi sarebbe corretto "prendersela" con i gestori Linux di Deb.Ma guarda, il pentagono utilizza OpenBSD nei suoi sistemi di difesa; tanto da finanziarne lo sviluppo con 2 Milioni di dollari.Ah, già M$ utilizza FreeBSD nei firewalls, e Yahoo!! gira su FreeBSD.Che cavolate che spari!
      • Anonimo scrive:
        Re: la grande sicurezza dei sistemi lino
        - Scritto da: BSD_like
        Che stronz@te!
        A parte che non è per il sistema, ma
        l'attacco è dovuto alla pessima gestione
        delle passwd; quindi sarebbe corretto
        "prendersela" con i gestori Linux di Deb.ahahhaha ma come quando un verme usando un buco non paccato da mesi dagli admin win, si diffonde su win e colpa di bill, ora invece se la fesseria la fanno i linari e colpa del tapino linaro non dell'so.a bsd_like ma fammi il piacere
        Ma guarda, il pentagono utilizza OpenBSD nei
        suoi sistemi di difesa; tanto da finanziarne
        lo sviluppo con 2 Milioni di dollari.

        Ah, già M$ utilizza FreeBSD nei firewalls, e
        Yahoo!! gira su FreeBSD.

        Che cavolate che spari!a bsd_like parlavo di lino non di bsd sturati gli occhi che e meglio
        • nanomalefico scrive:
          Re: la grande sicurezza dei sistemi lino
          Ma questo da dove esce? Ancora deve affrontare la maturita' che parla come un drone consulente.
  • Anonimo scrive:
    un suggerimento...
    Allora eccoci qua... è successo qualcosa di incredibile... è stato bucato un server linux, e per lo piu un Debian...allora primo... se volette bollarmi troll fatelo pure, se questo vi fa sentire piu sicuri di voi stessi.secondo... potete pure cancellarlo il post, tanto non vale molto, e sicuramente userete solo queste righe per rispondere e ignorerete il resto. Se vi fa sentire piu sicuri fatelo pure, dimostrazione che non sapete prendere un suggerimento (quello che segue)terzo (il suggerimento)... quel che è successo è successo, è una lezione importante per tutti, open soource, closed source, blu source o quello che vi pare. Mondo linux invece di stare qui a discutere come dei pagliacci, abbiate il coraggio di ammettere che qualcosa è andato storto. Semmai dite solamente che bisogna lavorare per evitare queste cose. Pero ricordatevi che queste cose succedono anche a voi... e scommetto che non sarà l'ultima volta. Mondo windows, abbiate il coraggio di non comportarvi come dei ragazini di 5 anni, correndo e dicendo "te lo avevo detto"... queste cose succedono anche a loro, e scommetto che succederà di nuovo. Allora io suggerirei, poi fate come volete, di tirarci su le maniche "TUTTI" e cercare di fare in modo che queste cose non succedano, ne da una parte ne dall'altra... sapete xche? xche gli unici che ci rimettono sono gli "end users", che pagano o per i prodotti o per l'assistenza. Se poi gli volete far continuare a buttar via i soldi, fate pure (non sono i miei). Sicuramente a un certo punto si romperanno le scatole e andranno a spendere i loro ? da un'altra parte.Se poi siete talmente pagliacci e l'unica cosa che avete in testa è farvi battaglia fatelo pure, ridicolizzate questo post, chiamatemi un troll, e datemi dell'idiota se vi fa sentire piu sicuri di voi stessi. Se pero farete cosi significa solo che siete dei pagliacci e non avete nessuna concezione di quello che è successo e quello che significa questa notizia. Non avete nessuna concezione di cosa significa sviluppare s/w. E' vergognoso vedere della gente adulta (che si da del professionista) comportarsi in tale maniera. Poi fate come vi pare.
    • francescone scrive:
      Re: un suggerimento...
      Perchè mai bollarti come troll? Il tuo intervento (mia modesta opinione) è equilibrato e raziocinante. Detto da uno che ancora non riesce a concepire una guerra di religione sui sistemi operativi, ma solo il dialogo, meglio se supportato dallo studio e non dal tifo da stadio. Una nota: è comunque possibile che si sia trattato esclusivamente di un errore dell'admin (cosa che naturalmente può succedere a proposito di intrusioni a danno di qualunque S.O. ed in ogni caso non sposta di una virgola la validità del tuo discorso).
    • Anonimo scrive:
      Re: un suggerimento...
      - Scritto da: Anonimo
      Allora eccoci qua... è successo qualcosa di
      incredibile... è stato bucato un server
      linux, e per lo piu un Debian...Anche io ho un suggerimento, rileggi la notizia e il comunicato di Debiane vedi un po dove sta il poblema (password "weak" scelta da un utente).E nonostante cio' nessun danno a livello di distribuzione o di back door nel source code!L'esatto contrario di quanto successo in occasione del buco (code red) sul server "windows update" in casa M$ :DDopo di che trai pure le conclusioni (corrette stavolta).Invece di trollare a vanvera cerca almeno di capire quale sia la reale natura delle cose!
  • BSD_like scrive:
    Sun ULTRA 30
    Guarda che probabilmente non vi è nessuna patch da applicare. Trattasi (pare) di pessima gestione delle passwd.Una cosa abbastanza banale.
  • Anonimo scrive:
    Passate a Windows
    almeno Mocrosoft non ci abbandona come cani in stile red hatGrazie zio Bill(win)
    • Anonimo scrive:
      Re: Passate a Windows
      sì sì passate tutti a Windows!http://www.linuxdesktop.it/modules.php?name=News&file=article&sid=448
      • Anonimo scrive:
        Re: Passate a Windows
        - Scritto da: Anonimo
        sì sì passate tutti a Windows!

        http://www.linuxdesktop.it/modules.php?name=N
        Notizie di "partito". Non vedi che il link è di parte? Ridicolo
        • Anonimo scrive:
          Re: Passate a Windows
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          sì sì passate tutti a Windows!




          http://www.linuxdesktop.it/modules.php?name=News&file=article&sid=448



          Notizie di "partito". Non vedi che il link è
          di parte? RidicoloCerto che è di parte... ti aspettavi di trovarlo sulla prima pagina di Microsoft.com , che sul motore di ricerca di MSN censura tutte le pagine contro Windows?Se aprivi la pagina prima della bocca, avresti visto altri link a siti "non di partito":Did Microsoft software crash trap finance minister in limo?http://www.theinquirer.net/?article=9471Reuters: Official Trapped in Car After Computer Fails (pagina ora rimossa)http://www.reuters.com/newsArticle.jhtml?type=technologyNews&storyID=2723673Did Microsoft software crash trap finance minister in limo?http://rss.com.com/2110-1041_3-1000960.htmlForse adesso ridi un po' meno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Passate a Windows
      - Scritto da: Anonimo
      almeno Mocrosoft non ci abbandona come cani
      in stile red hat

      Grazie zio Bill(win)va bene va bene per oggi hai guadagnato il tuo biscottino a cuccia fido! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Passate a Windows
      - Scritto da: Anonimo
      almeno Mocrosoft non ci abbandona come cani
      in stile red hat

      Grazie zio Bill(win)hai la lingua di no strano colore marrone...
  • francescone scrive:
    Per gli invasati
    Prima ancora di sapere se l'intrusione è dovuta maggiormente ad un errore di amministrazione del server od ad una falla nel sistema sono subito saltati fuori i troll che esultano, e che con una facilmente immaginabile espressione idiota chiedono"e allora, non dicevate che Linux è sicuro". Chiunque dovrebbe sapere che non esiste la macchina inviolabile (sempre che la falla nel sistema sia stato il fattore principale), di conseguenza il fatto che ci possa essere un'intrusione non sveglia nessuno da chissà quale sonno, e naturalmente non intacca l'ottima (e meritata) reputazione del prodotto in questione. Quindi, dal momento che è palese il vostro disinteresse per gli aspetti più tecnici (l'unico vostro interesse è il sopra citato cicaleccio), questo trolling non ha ragione di continuare.
    • Xmasitel scrive:
      Re: Per gli invasati
      ma su, una volta tanto che lo possono fare facciamoglielo fare :D (linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Per gli invasati
        - Scritto da: Xmasitel
        ma su, una volta tanto che lo possono fare
        facciamoglielo fare :D (linux)E' vero... la prova stessa della non sicurezza di Windows è che ormai non ci si fa neanche più caso, mentre per una volta che capita con Linux -- anche se la colpa non è del sistema operativo -- tutti gli invasati pro Microsoft esultano secondo il principio di mal comune mezzo gaudio, quando ormai Windows è solo un sistema operativo amatoriale, per usi casalinghi e di ufficio, mentre quando si fa sul serio, con networking o altre applicazioni dove è necessaria la sicurezza ormai Linux ha quasi l'80% del mercato..
        • Anonimo scrive:
          Re: Per gli invasati

          necessaria la sicurezza ormai Linux ha quasi
          l'80% del mercato..ponte, stretto... mille!numeri che fanno girare la testa!!!mario!!sono ottimista!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per gli invasati
            Non me lo sono inventato... l'ho letto quihttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=486853che l'ha letto qui (fonte più che autorevole)news.netcraft.com/archives/web_server_survey.html
  • BSD_like scrive:
    Non si sà ancora a cosa è dovuto
    il cracking su quelle macchine.Ma qui già sorgono giudizi; basati su che cosa???Non si sà ancora, se il cracking dipende da una falla dell'o.s. nuova o cmq non patchata, oppure è dovuto a cattiva amministrazione (che può andare dal fare passwd tipo root a lasciare in giro le passwd stesse, o a lasciare qualcuna di quelle macchine non pronte per il lavoro, già in attività).Ricordo che oltre 2 anni fà Slashdot fù vittima di un'intrusione di un'hacker, ma la colpa non era nel sistema, quanto nei tecnici che avevano lasciato esposte sulla rete esterna delle macchine di test non protette. E Slashdot gira su FreeBSD.Almeno l'80% delle violazioni dei server è dovuto ad errore umano e non a falle del sistema.Quindi, chi volesse parlare di "Linux colabrodo" o "Linux groviera" o "Linux bucato", etc.; è pregato di aspettare notizie certe e definitive sull'accaduto: se il crack sarà dovuto ad una falla del sistema allora parlerà, altrimenti farà bene a stare zitto!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si sà ancora a cosa è dovuto
      - Scritto da: BSD_like

      Quindi, chi volesse parlare di "Linux
      colabrodo" o "Linux groviera" o "Linux
      bucato", etc.; è pregato di aspettare
      notizie certe e definitive sull'accaduto: se
      il crack sarà dovuto ad una falla del
      sistema allora parlerà, altrimenti farà bene
      a stare zitto!Però quando Windows viene bucato è sempre colpa del sistema operativo. Questo denota quanto siete pagliacci.
      • pikappa scrive:
        Re: Non si sà ancora a cosa è dovuto
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: BSD_like



        Quindi, chi volesse parlare di "Linux

        colabrodo" o "Linux groviera" o "Linux

        bucato", etc.; è pregato di aspettare

        notizie certe e definitive sull'accaduto:
        se

        il crack sarà dovuto ad una falla del

        sistema allora parlerà, altrimenti farà
        bene

        a stare zitto!

        Però quando Windows viene bucato è sempre
        colpa del sistema operativo. Questo denota
        quanto siete pagliacci.Quando Windows viene craccato a causa di buco, allora la colpa è del SO
        • Anonimo scrive:
          Re: Non si sà ancora a cosa è dovuto


          Però quando Windows viene bucato è sempre

          colpa del sistema operativo. Questo denota

          quanto siete pagliacci.
          Quando Windows viene craccato a causa di
          buco, allora la colpa è del SONon sempre. Lo è solo se il buco è sconosciuto, altrimenti è comunque colpa dell'amministratore che non è stato in grado di mettere la patch.E anche se è sconosciuto può essere comunque colpa dell'amministratore se ha lasciato ad esempio aperte porte non strettamente necessarie, o non si è prevenuto disabilitando servizi non necessari o prendendo le normali precauzioni per un windows più sicuro di quello di defaul.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non si sà ancora a cosa è dovuto
          - Scritto da: pikappa

          Quando Windows viene craccato a causa di
          buco, allora la colpa è del SOVerissimo! Ma non tutti ragionano come te. Ci sono troppi estremisti *nix su questo Forum che non capiscono la distinzione tra un errore di un sys admin ed un buco di sicurezza del S.O.
  • Anonimo scrive:
    Mai gestito un server?
    Ehm... qui scrive troppa gente che un server sa solo che cos'è, oppure ce l'ha come file server o per attaccarci una stampante con una lan di 2/3 computer per fare ciò basta anche un qualunque windows 98 con la condivisione attivata....Eppure si vuol discorrere se è meglio linux o win 2003.Io ho un (web) server debian da amministrare. Non pretendo che sia sicuro al 100% ma lo tengo aggiornato con molta facilità.Tutti i giorni MA DICO TUTTI I GIORNI registro uno o più scan da ip ignoti che vanno a cercare il cmd.exe di windows, oppure altri file di windows in altre cartelle tipiche di win come system32 / users etc.. Potrei postarvi un log di due km. Perchè cercare questi file? Forse perchè se non adeguatamente patchati rappresentano un pericolo ?Non uno scan per cercare files di Linux, per ora.Nulla di nulla è mai successo al mio server, per adesso ma se avessi avuto win 2003 avrei dovuto sudare freddo per ricordarmi di installare ogni patch perchè il pericolo è lì, sotto ai tuoi occhi.Se poi mi fermo a riflettere che Debian mi è costato il costo del CD (la buona volontà per l'aggiornamento la metto io) e win 2003 mi sarebbe costato una pacca, nonostante tutto non vedo perchè ci debba essere ancora la questione win / linux , almeno sui web server.Oh, poi io sul desktop uso windows, eh, tale è l'abitudine, non mi si accusi di essere di parte per questo, ho imparato ad usare bene MS Office e mi serve, sto cercando di adattarmi a Open Office ma sento il peso degli anni :-)Però discutere sull'affidabilità dei server... beh, mi sembra non ci sia proprio partita, lo dicono le cifre e il fatto che la maggior parte dei webserver sono linux (o freebsd) + apache.
    • Mijato scrive:
      Re: Mai gestito un server?
      Mi piacerebbe sapere che cosa diavolo sono quei 5 centesimi di Euro a transazione che WIN2003 va pubblicizzando. Ci vogliono 200.000 transazioni solo per rientrare del costo d'acquisto :-) Nemmeno la Banca Sella ne gestisce così tante ...==================================Modificato dall'autore il 24/11/2003 15.22.46
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai gestito un server?
        - Scritto da: Mijato
        Mi piacerebbe sapere che cosa diavolo sono
        quei 5 centesimi di Euro a transazione che
        WIN2003 va pubblicizzando.
        Ci vogliono 200.000 transazioni solo per
        rientrare del costo d'acquisto :-)
        Nemmeno la Banca Sella ne gestisce così
        tante ...
        che compri Windows tutti i giorni?
        • Mijato scrive:
          Re: Mai gestito un server?

          che compri Windows tutti i giorni?No, ma 200.000 transazioni sono davvero tante!C'è qualche e-comm in Italia che le fa in un anno? Hmmm... Ma mi piacerebbe sapere perchè dice ciò, ossia dove è il risparmio e rispetto a chi risparmia, Unix, BSD, Linux o se stesso in versione 2000?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai gestito un server?
            - Scritto da: Mijato


            che compri Windows tutti i giorni?

            No, ma 200.000 transazioni sono davvero
            tante!
            C'è qualche e-comm in Italia che le fa in un
            anno? Hmmm... Prendi il CED di una grossa banca e ti rendi conto che 200.000 transazioni non sono molte.......
          • Mechano scrive:
            Re: Mai gestito un server?
            - Scritto da: Anonimo

            No, ma 200.000 transazioni sono davvero

            tante!

            C'è qualche e-comm in Italia che le fa in
            un

            anno? Hmmm...

            Prendi il CED di una grossa banca e ti rendi
            conto che 200.000 transazioni non sono
            molte.......Embe' e alla fine chi li ammortizza, solo il CED di una grossa banca e poche altre aziende?E' l'ennesima pubblicita' ingannevole...--Ciao. Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai gestito un server?

            Embe' e alla fine chi li ammortizza, solo il
            CED di una grossa banca e poche altre
            aziende?
            E' l'ennesima pubblicita' ingannevole...
            Come la mignotta che anzichè andare ad amministrare la rete va al mare(remember IBM)?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai gestito un server?

      Perchè cercare questi file? Forse perchè se
      non adeguatamente patchati rappresentano un
      pericolo ?
      Non uno scan per cercare files di Linux, per
      ora.questo dovrebbe farti capire che se TUTTI gli attacchi sono diretti a windows e il numero di violazioni di macchine windows non e' poi molto piu' alto di quello di altri sistemi, qualcosa a livello di sicurezza in MS avranno pur fatto nell'ultimo anno.Se linux non viene neanche attaccato e' solo perche' gli script kiddies sono tutti nerd brufolosi anti-msciao
      • Xmasitel scrive:
        Re: Mai gestito un server?
        - Scritto da: Anonimo

        questo dovrebbe farti capire che se TUTTI
        gli attacchi sono diretti a windows e il
        numero di violazioni di macchine windows non
        e' poi molto piu' alto di quello di altri
        sistemi, qualcosa a livello di sicurezza in
        MS avranno pur fatto nell'ultimo anno.
        Se linux non viene neanche attaccato e' solo
        perche' gli script kiddies sono tutti nerd
        brufolosi anti-ms

        ciaoNon credi di essere un po' superficiale? E, in ogni caso, se la maggior parte degli attacchi viene portata su Win non è _comunque_, cioè a prescindere da ogni altra considerazione, più sicuro utilizzare Linux?Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Mai gestito un server?

          Non credi di essere un po' superficiale? E,
          in ogni caso, se la maggior parte degli
          attacchi viene portata su Win non è
          _comunque_, cioè a prescindere da ogni altra
          considerazione, più sicuro utilizzare Linux?
          noper un semplice motivoNESSUNO, dico NESSUNO, ha ancora in mano dati VERI su cui stabilire quale sistema e' piu' attaccato e quale piu' bucato in relazione agli attacchi, ne sa catalogare con certezza la gravita delle intrusioniper cui e' abbastanza inutile dire i miei server linux sono pieni di tentativi di attacchi basati su un bug di 2 anni fa che ormai praticamente chiunque ha pactchatose qualcuno non l'ha fatto e' solo una scimmia, come se oggi si usassero ancora apache 1.1 o un kernel notoriamente buggato..
  • Anonimo scrive:
    Come volevasi dimostrare
    Linux è fragile.Riflettano gli amministartori prima di passare a questo sistema operativo giocattolo, chè per di più non gode di nessuna assistenza ed ha una sintassi da medioevo informatico.
    • KrecKer scrive:
      Re: Come volevasi dimostrare
      Di tutta l'erba un fascio... linux è un kernel con un sacco di applicativi per lui scritti. Non sappiamo nemmeno da dove sono passati! Per ora è possibile che abbiano forzato la porta di qualche sede debian e gli abbiano preso a cacciavitate i server!Aspetta di avere un po' di dati per trarre conclusioni... sempre che tu voglia trarne veramente.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Come volevasi dimostrare
      - Scritto da: Anonimo
      Linux è fragile.
      mai quanto le tue argomentazioni
      Riflettano gli amministartori prima di
      passare a questo sistema operativo
      giocattolo, chè per di più non gode di
      nessuna assistenza ed ha una sintassi da
      medioevo informatico.l'assistenza se vuoi la paghi, altrimenti giri per le mailing list, e prima di parlare cerca di scoprire cos'e` la sintassi.raist
      • Anonimo scrive:
        Re: Come volevasi dimostrare

        mai quanto le tue argomentazionisolidissime le tue...
        l'assistenza se vuoi la paghinon paghi nulla per il semplice fatto che non c'è...
        giri per le mailing listsi bravo, con un'azienda ferma uno scrive a un newswgroup...ma fammi il piacere...
        e prima di parlare
        cerca di scoprire cos'e` la sintassi.ma la conosci la sintassi linux?
        • Anonimo scrive:
          Re: Come volevasi dimostrare
          - Scritto da: Anonimo
          solidissime le tue...Direi che "sistema operativo giocattolo" dovresti andarlo a dire a tutta la nasa che usa debian, o ad ineri stati che usano debian, o a migliaia di server che ti forniscono le pagine che guardi tutti i giorni che usano debian.

          l'assistenza se vuoi la paghi
          non paghi nulla per il semplice fatto che
          non c'è...Certo che c'è. A pagamento ci sono un sacco di ditte che forniscono assistenza linux (anche azienducce giocattolo tipo hp o ibm).Io non capisco, come se l'assistenza microsoft fosse gratis. Ma dove?? Tra l'altro, avendoci avuto a che fare direi che è pure pessima come assistenza.

          giri per le mailing list

          si bravo, con un'azienda ferma uno scrive a
          un newswgroup...
          ma fammi il piacere...Beh molto spesso è piu veloce di stare al telefono con una riga di commerciali M$ che non ti sanno rispondere.

          e prima di parlare

          cerca di scoprire cos'e` la sintassi.

          ma la conosci la sintassi linux?Io si, e ti assicuro che e migliaia di volte + potente del tuo punta e clicca. Infatti la M$ da longhorn metterà una bella console basata su .NET (e li saranno ca%%i perchè sembra niente male), cosi anche tu dovrai impararti la tua bella sintassina che critichi tanto. Se ti piace il punta e clicca allora vai a fare il web designer.Oggi è pieno di persone che dimostrano conoscienze informatiche minori di mia nonna.Forse mia nonna dovrebbe fare l'admin.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come volevasi dimostrare
      - Scritto da: Anonimo
      Linux è fragile.

      Riflettano gli amministartori prima di
      passare a questo sistema operativo
      giocattolo, chè per di più non gode diveramente il SO giocattolo per eccellenza (e per volontà di M$) è proprio windows...
      nessuna assistenza ed ha una sintassi da
      medioevo informatico.certo, per uno che non vuole documentarsi è meglio che si limiti a fare click,click...
  • Anonimo scrive:
    Linux non è la medicina....
    Ennesima occasione per sottolineare che nel mondo dell'informatica nulla è invulnerabile e che la guerra OpenTutto - MS è solo stimolante per i dibattiti accademici. In realtà queste contrapposizioni vanno a vantaggio dell'utente che avrà di certo sistemi sempre più sicuri e stabili. Vi ricordate gli scontri tra DR-DOS e MS-DOS, guardati dall'alto dagli UNIXIANI? Alla fine ha vinto l'utente mentre i soloni UNIX cominciavano a pagare le prime piccole rate per l'acquisto di un PC286 o 386. Oggi fa bene il Linuxiano a criticare il sistema proprietario, ma dovrebbe realizzare che, sul mercato desk, il sistema non è maturo e non può competere. Per i sistemi di fascia alta è un altro discorso ma la critica distruttiva non viene compresa dalla maggior parte dei consumatori: necessario sarebbe evitare al pinguino una dispersione operativa (troppe distribuzioni che appaiono e scompaiono - vedi redhat, sob!) e proporlo con opportune iniziative anche al di fuori del CSOA (sigh!) per darne un'immagine diversa dall'attuale, NON come medicina anti MS (mica è un cancro) ma come valida alternativa ad ALTRI sistemi. Il tutto condito con pacatezza...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non è la medicina....
      - Scritto da: Anonimo
      Ennesima occasione per sottolineare che nel
      mondo dell'informatica nulla è invulnerabile
      e che la guerra OpenTutto - MS è solo
      stimolante per i dibattiti accademici. In
      realtà queste contrapposizioni vanno a
      vantaggio dell'utente che avrà di certo
      sistemi sempre più sicuri e stabili. Vi
      ricordate gli scontri tra DR-DOS e MS-DOS,
      guardati dall'alto dagli UNIXIANI? Alla fine
      ha vinto l'utente mentre i soloni UNIX
      cominciavano a pagare le prime piccole rate
      per l'acquisto di un PC286 o 386. Oggi fa
      bene il Linuxiano a criticare il sistema
      proprietario, ma dovrebbe realizzare che,
      sul mercato desk, il sistema non è maturo e
      non può competere. Per i sistemi di fascia
      alta è un altro discorso ma la critica
      distruttiva non viene compresa dalla maggior
      parte dei consumatori: necessario sarebbe
      evitare al pinguino una dispersione
      operativa (troppe distribuzioni che appaiono
      e scompaiono - vedi redhat, sob!) e proporlo
      con opportune iniziative anche al di fuori
      del CSOA (sigh!) per darne un'immagine
      diversa dall'attuale, NON come medicina anti
      MS (mica è un cancro) ma come valida
      alternativa ad ALTRI sistemi. Il tutto
      condito con pacatezza...M$ e' invece un cancro (vedi palladium) M$ e' la fonte principale di spam e attacchi e scan (basta guardare un log) M$ va debellata perche' e' una minaccia alla liberta' personale.La pacatezza in questi casi non serve (basta vedere quanta ne ha Ballmer) e inoltre la pacatezza mi ha francamente rotto le P..le!Io non sono ne voglio essere "super partes" io sono e voglio essere fazioso e ci sono una serie infinita di ottimi motivi per esserlo! :D madamalamarchesa!
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux non è la medicina....
        - Scritto da: Anonimo
        M$ e' invece un cancro (vedi palladium) M$
        e' la fonte principale di spam e attacchi e
        scan (basta guardare un log) M$ va debellata
        perche' e' una minaccia alla liberta'
        personale.
        La pacatezza in questi casi non serve (basta
        vedere quanta ne ha Ballmer) e inoltre la
        pacatezza mi ha francamente rotto le P..le!
        Io non sono ne voglio essere "super partes"
        io sono e voglio essere fazioso e ci sono
        una serie infinita di ottimi motivi per
        esserlo! :D madamalamarchesa!Da amante del software libero:se la mentalità è questa, inutile lamentarsi se nessuno caga il free software.Spero che prima o poi escando fuori gli How-To per la comunicazione efficace:p
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux non è la medicina....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          M$ e' invece un cancro (vedi palladium) M$

          e' la fonte principale di spam e attacchi
          e

          scan (basta guardare un log) M$ va
          debellata

          perche' e' una minaccia alla liberta'

          personale.

          La pacatezza in questi casi non serve
          (basta

          vedere quanta ne ha Ballmer) e inoltre la

          pacatezza mi ha francamente rotto le
          P..le!

          Io non sono ne voglio essere "super
          partes"

          io sono e voglio essere fazioso e ci sono

          una serie infinita di ottimi motivi per

          esserlo! :D madamalamarchesa!

          Da amante del software libero:
          se la mentalità è questa, inutile lamentarsi
          se nessuno caga il free software.
          Spero che prima o poi escando fuori gli
          How-To per la comunicazione efficace
          :pAnche di "amanti" ne abbiamo le p..le piene! :DQui non si tratta di amare ma di capire di che si parla e di imparare ad ascoltare!Ti pare che RMS difenda gli aspetti "politici" o quelli tecnoligici dell open source (tipo questo o.s. e' migliore di quello e via dicendo?)Vai ad "amare" M$ di amanti come te loro forse sapranno cosa farne! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è la medicina....
            - Scritto da: Anonimo

            Da amante del software libero:

            se la mentalità è questa, inutile
            lamentarsi

            se nessuno caga il free software.

            Spero che prima o poi escando fuori gli

            How-To per la comunicazione efficace

            :p
            Anche di "amanti" ne abbiamo le p..le piene!
            :D
            Qui non si tratta di amare ma di capire di
            che si parla e di imparare ad ascoltare!
            Ti pare che RMS difenda gli aspetti
            "politici" o quelli tecnoligici dell open
            source (tipo questo o.s. e' migliore di
            quello e via dicendo?)
            Vai ad "amare" M$ di amanti come te loro
            forse sapranno cosa farne! :DCome volevasi dimostrare:fai una critica e sei subito dell'altra parte (o vorrebbero che lo fossi). Io non parlavo degli aspetti tecnologici (e nemmeno di quelli politici). Io parlavo di mentalità e di modo di porsi di una consistente fetta degli utilizzatori linux rispetto alle persone (e ditte) che non usano linux. Non è certo con una mentalità (e soprattutto con un linguaggio) di questo genere che li convincerete a passare dall'altra parte.Io ho comprato una distribuzione slackware per la prima volta nel '96, quella volta (secondo me per fortuna) la mentalità degli (pochi) utilizzatori linux era diversa IMHO, nonostante le idee politiche fossero le stesse.Cmq se dovessi passare ad un altra sponda, quando e se mi romperò di linux (indipendentemente dalla tua volontà) passerò darò il mio contributo per quel che potrò ad una comunità di gente un po' meno spocchiosa di quelli come te, magari un'aiutino alla comunità di openBeOs ci potrebbe stare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è la medicina....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Da amante del software libero:


            se la mentalità è questa, inutile

            lamentarsi


            se nessuno caga il free software.


            Spero che prima o poi escando fuori gli


            How-To per la comunicazione efficace


            :p

            Anche di "amanti" ne abbiamo le p..le
            piene!

            :D

            Qui non si tratta di amare ma di capire di

            che si parla e di imparare ad ascoltare!

            Ti pare che RMS difenda gli aspetti

            "politici" o quelli tecnoligici dell open

            source (tipo questo o.s. e' migliore di

            quello e via dicendo?)

            Vai ad "amare" M$ di amanti come te loro

            forse sapranno cosa farne! :D

            Come volevasi dimostrare:
            fai una critica e sei subito dell'altra
            parte (o vorrebbero che lo fossi). Io non
            parlavo degli aspetti tecnologici (e
            nemmeno di quelli politici). Io parlavo di
            mentalità e di modo di porsi di una
            consistente fetta degli utilizzatori linux
            rispetto alle persone (e ditte) che non
            usano linux. Non è certo con una mentalità
            (e soprattutto con un linguaggio) di questo
            genere che li convincerete a passare
            dall'altra parte.
            Io ho comprato una distribuzione slackware
            per la prima volta nel '96, quella volta
            (secondo me per fortuna) la mentalità degli
            (pochi) utilizzatori linux era diversa IMHO,
            nonostante le idee politiche fossero le
            stesse.

            Cmq se dovessi passare ad un altra sponda,
            quando e se mi romperò di linux
            (indipendentemente dalla tua volontà)
            passerò darò il mio contributo per quel che
            potrò ad una comunità di gente un po' meno
            spocchiosa di quelli come te, magari
            un'aiutino alla comunità di openBeOs ci
            potrebbe stare...Cosa c'e' di "spocchioso" nel dire quello che sta scritto esplicitamente nel manifesto GNU e negli articoli di RMS lo sai solo tu!Mi pare piuttosto molto ma molto piu'spocchioso pensare di essere il portatore di una presunta e "neutrale" superiorita' tecnica, che anche ammesso che esista e' ben lontana dall'essere il motivo per cui l'open source esiste! bRAVO! per uno che non ama le parrocchie (open Beos) e' proprio il discorso giusto!Quelli "come me" come tu dici comunque scrivono e pensano GNU/Linux (non Linux).Ciao Ciao marchesina credo sia davveo meglio tu vada da altre parti se in otto anni questo e' tutto quello che hai capito dell'open source!
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux non è la medicina....
            - Scritto da: Anonimo
            Cosa c'e' di "spocchioso" nel dire quello
            che sta scritto esplicitamente nel manifesto
            GNU e negli articoli di RMS lo sai solo tu!Però, nel manigesto GNU c'è scritto: "M$ e' invece un cancro (vedi palladium) M$ e' la fonte principale di spam e attacchi e scan (basta guardare un log) M$ va debellata perche' e' una minaccia alla liberta' personale.La pacatezza in questi casi non serve (basta vedere quanta ne ha Ballmer) e inoltre la pacatezza mi ha francamente rotto le P..le! "Mi giunge nuova...
            Mi pare piuttosto molto ma molto
            piu'spocchioso pensare di essere il
            portatore di una presunta e "neutrale"
            superiorita' tecnica, che anche ammesso che
            esista e' ben lontana dall'essere il motivo
            per cui l'open source esiste!Bravo, ora rileggiti i miei commenti precedenti. Leggili bene: non ho detto (anzi, l'ho smentito) il fatto di aver parlato di superiorità tecnica!Il discorso che tu continui a non capire è che finché continuerai ad andare dalla gente a dirgli "Ehi, guarda che la MS è un cancro, devi passare al free software per avere la libertà. Se non lo fai sei un idiota!" non paga. Giustamente direi.
            bRAVO! per uno che non ama le parrocchie
            (open Beos) e' proprio il discorso giusto!open BeOs è un progetto meritevole di contributi, in termine di codice, di documentazione e risorse umane in generale. meritevole quanto linux. Oppure esiste free software e free software?
            Quelli "come me" come tu dici comunque
            scrivono e pensano GNU/Linux (non Linux).Mah, forse penserai GNU ma parli che fai schifo e fai crociate che non hanno nessuno scopo di esistere. Se con il metodo "Crociata" speri si possa ottenere qualcosa (dagli utenti, intendo) credo ti sbagli.
            Ciao Ciao marchesina credo sia davveo meglio
            tu vada da altre parti se in otto anni
            questo e' tutto quello che hai capito
            dell'open source!A proposito di chi non ha capito nulla, come mai usi a cuor leggero "open source" per indicare il free software?Per il resto mi spiace per te ma rimarrò ancora per un bel po' sul carrozzone del free software, sia esso per linux, per windows, mac, beos o qualsiasi altro sistema operativo. Dando il mio contributo alla comunità, per quanto possibile, e fregandomene degli estremisti come te, che IMHO potrebbero solo che far diminuire il numero di utenti di free software (o anche opensource, va più che bene già quello)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux non è la medicina....
      - Scritto da: Anonimo[cut]
      operativa (troppe distribuzioni che appaiono
      e scompaiono - vedi redhat, sob!) [cut]Solo una precisazione su questo punto.L'ignoranza non è una bella cosa e scrivere senza informarsi nemmeno.www.redhat.comRedHat non è affatto scomparsa, anzi è in ottima forma, finanziaria e tecnologica.La società ha semplicemente deciso di focalizzarsi sui prodotti Enterprise, mentre la distribuzione "base", chiamiamola così, è stata trasformata nel progetto Fedora, giuridicamente distinta da Red Hat ma ancora seguita da questa. Fedora è 100% free mentre la RHEL viene venduta tramite sottoscrizione (pacchetto assistenza ecc.) ed è un prodotto destinato alle aziende, con determinate garanzie di stabilità nel tempo di assistenza ecc.A parte il fatto che la strategia di Red Hat possa essere condivisibile o meno od il fatto che la Fedora Core 1 è IMHO una eccellente distribuzione, tra le migliori di quelle attualmente disponibili, non è esatto scrivere che Red Hat è scomparsa.SalutiProspero
  • pikappa scrive:
    Qual'è il problema?
    Scusate ma dove sta il problema, le 3.0r2 è uscita cmq, il buco è stato scovato, riparato e reso pubblico, non si sono nascosti dietro qualche paravento.Non so se ricordate l'ultima volta che i server di M$ sono stati compromessi, quando dissero che avevano rubato i sorgenti di Office, il buco fu reso noto molto dopo, e pare fosse stato aperto per mesi.Beh Giudicate voi chi si comporta in maniera +seria.
  • Anonimo scrive:
    Trovateli subito e spaccategli il c***!!
    (linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    craccati dei server di ms
    leggeremo mai questa notizia? credo di no. se succedesse, non lo direbbero in giro... (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: craccati dei server di ms
      Ma tanto non fa piu' notizia...
    • Anonimo scrive:
      Re: craccati dei server di ms
      - Scritto da: Anonimo
      leggeremo mai questa notizia? credo di no.
      se succedesse, non lo direbbero in giro...
      (troll)la leggiamo certamente sopratutto qui, ogni volta che succede. Per una volta esce fuori che a essere craccato e stato linux e invece di dire può capitare, nemmeno linux è perfetto, non esiste nulla di perfetto, a parte forse l'universo... ecco subito a scagliarsi contro MS. Io sono un utente che crede che nel mondo serve concorrenza per migliore, linux serve a windows e windows a linux, se uno dei due scomparisse alla fine il sopravvissuto si siederebbe. Sono convinto che linux ha grossi meriti e che dovrebbe crescere e arrivare a contrapporsi alla pari con windows per numero di installazioni desktop. Sono convinto che ne guadagneremmo tutti, sia quellic he vogliono software open che quelli che vogliono usare windows. Ma per poiacere per una volta basta con sta difesa ad a oltranza di linux sempre come per windows. Prendiamo atto, e lavoriamo per rimediare. stop
      • Anonimo scrive:
        Re: craccati dei server di ms
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        leggeremo mai questa notizia? credo di no.

        se succedesse, non lo direbbero in giro...

        (troll)

        la leggiamo certamente sopratutto qui, ogni
        volta che succede. Per una volta esce fuori
        che a essere craccato e stato linux e invece
        di dire può capitare, nemmeno linux è
        perfetto, non esiste nulla di perfetto, cutInfatti Linux e' perfettibile M$ no! dato che lo tieni come e' :Dcut
        linux, se uno dei due scomparisse alla fine
        il sopravvissuto si siederebbe.Niente affatto Linux non nasce (come del resto il movimento GNU o opensource) per fare "concorrenza" a nessuno ma come scelta "user supported".La concorrenza non c'entra nulla la liberta' di scelta invece si!cut

        Ma per poiacere per una volta basta con sta
        difesa ad a oltranza di linux sempre come
        per windows.

        Prendiamo atto, e lavoriamo per rimediare.
        stopSi tu lavora per M$ che intanto noi lavoriamo per GNU (cioe' noi stessi)ciao e almeno informati sul come e perche' esiste GNU ... altro che concorrenza! ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: craccati dei server di ms
          - Scritto da: Anonimo

          Infatti Linux e' perfettibile M$ no! dato
          che lo tieni come e' :DStai delirando
          Niente affatto Linux non nasce (come del
          resto il movimento GNU o opensource) per
          fare "concorrenza" a nessuno ma come scelta
          "user supported".Ma che balle! Sei troppo idealista
          Si tu lavora per M$ che intanto noi
          lavoriamo per GNU (cioe' noi stessi)Intanto noi fatturiamo e tu muori di fame per la gloria :-D Sei un pollo :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: craccati dei server di ms
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Infatti Linux e' perfettibile M$ no! dato

            che lo tieni come e' :D

            Stai delirandoDavvero?... perche?non sarai tu che deliri? o puoi cambiare o perfezionare M$?


            Niente affatto Linux non nasce (come del

            resto il movimento GNU o opensource) per

            fare "concorrenza" a nessuno ma come
            scelta

            "user supported".

            Ma che balle! Sei troppo idealistaAffatto a meno che non siano idealisti anche novell ibm hp dell e via dicendo!


            Si tu lavora per M$ che intanto noi

            lavoriamo per GNU (cioe' noi stessi)

            Intanto noi fatturiamo e tu muori di fame
            per la gloria :-D Sei un pollo :-DNon per la gloria.. io campo (e bene) lavorando open sourcee GNU tu invece quale percentuale "devolvi" a M$ ? e cosa ottieni in cambio? :DA me il lavoro me lo pagano puntualmente... ma forse la differenza tra me e te consiste nel fatto che io l'informatica la faccio e tu invece la usi (vendi quella altrui)!Io non sono un "rivenditore" io sono un informatico tu mi sembri il solito utonto! :D
        • Anonimo scrive:
          Re: craccati dei server di ms

          Niente affatto Linux non nasce (come del
          resto il movimento GNU o opensource) per
          fare "concorrenza" a nessuno ma come scelta
          "user supported".
          La concorrenza non c'entra nulla la liberta'
          di scelta invece si!bugia! Bugia! Bugia!.... Basta comprare una rivista e leggere l'atteggiamento che hanno : Riferimenti ironici a MS, Pinguini che frantumano strane finestrelle.... software che copiano il layout del software MS: es. OpenOffice, Evolution e molti altri...Ma a chi volete prendere in giro? Volete mandare in rovina il mercato informatico e fate finta di essere delle colombelle.In realtà siete viscidi serpenti...
  • KerNivore scrive:
    Trasparenza
    Un plauso a Debian per la trasparenza con cui hanno gestito (e stanno ancora gestendo) la situazione.http://www.wiggy.net/debian/
    • Anonimo scrive:
      Re: Trasparenza
      - Scritto da: KerNivore
      Un plauso a Debian per la trasparenza con
      cui hanno gestito (e stanno ancora gestendo)
      la situazione.

      http://www.wiggy.net/debian/Sarebbe un buon esempio da prendere per quelle aziende che vendono prodotti proprietari.Invece vieni a sapere delle magagne un'anno dopo, e da terzi...Sono questi piccoli particolari che fanno la differenza (linux)CiaoFabio
    • Anonimo scrive:
      Re: Trasparenza
      - Scritto da: KerNivore
      Un plauso a Debian per la trasparenza con
      cui hanno gestito (e stanno ancora gestendo)
      la situazione.

      http://www.wiggy.net/debian/OK le stanno ripulendo ... ma il motivo perchè sono "cadute" in mano agli hacker è sconosciuto .....In altre parole ho debian sui miei server .... rischio qualcosa o è stato un amministratore a fare qualche cazzata?
      • Anonimo scrive:
        Re: Trasparenza

        OK le stanno ripulendo ... ma il motivo
        perchè sono "cadute" in mano agli hacker è
        sconosciuto .....
        In altre parole ho debian sui miei server
        .... rischio qualcosa o è stato un
        amministratore a fare qualche cazzata?ribadisco cosa ho appena scritto su un altro post, nessun OS è perfetto ne lo sarà mai. Ma debian è stata colpita per interesse e dubito sia stato un attacco alla portata di tutti. Se ci sarà bisogno di correzioni le troverai presto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Trasparenza

          ribadisco cosa ho appena scritto su un altro
          post, nessun OS è perfetto ne lo sarà mai.
          Ma debian è stata colpita per interesse e
          dubito sia stato un attacco alla portata di
          tutti. Se ci sarà bisogno di correzioni le
          troverai presto.Quindi la full disclousure è andata a farsi benedire.....
          • KerNivore scrive:
            Re: Trasparenza
            - Scritto da: Anonimo


            ribadisco cosa ho appena scritto su un
            altro

            post, nessun OS è perfetto ne lo sarà mai.

            Ma debian è stata colpita per interesse e

            dubito sia stato un attacco alla portata
            di

            tutti. Se ci sarà bisogno di correzioni le

            troverai presto.


            Quindi la full disclousure è andata a farsi
            benedire.....Full disclosure vuol dire che appena si capisce cosa e' successo lo si comunica.Non significa inventare delle fregnacce a caso per abbindolare la gente come fa m$.
        • KerNivore scrive:
          Re: Trasparenza

          ribadisco cosa ho appena scritto su un altro
          post, nessun OS è perfetto ne lo sarà mai.
          Ma debian è stata colpita per interesse Mah, non lo so. Esserne cosi' certi _adesso_ secondo me vuol dire fare un po di vittimismo.A meno che non ci siano ovvie ragioni per pensarlo che io non conosco.
          Se ci sarà bisogno di correzioni le
          troverai presto.Questo e' poco ma e' sicuro !Ciao.
  • Anonimo scrive:
    chissà chi ...
    ... può trarre vantaggio da tutto questo...http://www.infoworld.com/article/03/11/11/HNmsassault_1.htmlgià, chissà... mi chiedo proprio chi... mmmmmm...
    • Anonimo scrive:
      Re: chissà chi ...
      - Scritto da: Anonimo
      ... può trarre vantaggio da tutto questo...

      http://www.infoworld.com/article/03/11/11/HNm

      già, chissà... mi chiedo proprio chi...
      mmmmmm...adesso si scopre che i programmatori MS sono migliori(hanno craccato DEBIAN) di quelli open source .......Un altro mito che cade?
      • Anonimo scrive:
        Re: chissà chi ...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... può trarre vantaggio da tutto
        questo...




        http://www.infoworld.com/article/03/11/11/HNm



        già, chissà... mi chiedo proprio chi...

        mmmmmm...

        adesso si scopre che i programmatori MS sono
        migliori(hanno craccato DEBIAN) di quelli
        open source .......
        Un altro mito che cade?perchè quando uno cracca server M$ è un hacher e uno che cracca server debian è un bravo programmatore ?
        • Anonimo scrive:
          Re: chissà chi ...

          perchè quando uno cracca server M$ è un
          hacher e uno che cracca server debian è un
          bravo programmatore ?Per craccare bisogna essere in gamba ed è un pregio che non è mai stato riconosciuto ad un programmatore MS...Se cracchi Windows sei un delinquente ... se cracchi Debian pure ....
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...
            - Scritto da: Anonimo


            perchè quando uno cracca server M$ è un

            hacher e uno che cracca server debian è un

            bravo programmatore ?

            Per craccare bisogna essere in gamba ed è un
            pregio che non è mai stato riconosciuto ad
            un programmatore MS... ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^beh dopo aver 'partorito' quella 'cosa' chiamata windows ME cosa pretendevi ?comunque il fatto che a Redmond non venga riconosciuto un livello molto alto di skill dei loro programmatori è proprio che esistono alternative meno 'in' ma più performanti...
            Se cracchi Windows sei un delinquente ... se
            cracchi Debian pure ....
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...
            - Scritto da: Anonimo
            Per craccare bisogna essere in gamba ed è un
            pregio che non è mai stato riconosciuto ad
            un programmatore MS...Vedi che i programmatori di solito non craccano niente.Poi ti informo che esistono anche i "creccher" professionistiche si muovono solo dietro un lauto compenso, dei mercenari.....e tranquillo.....difficilmente troverai i loro nomi sul libropaga di qualche azienda.
    • Anonimo scrive:
      Re: chissà chi ...
      non occorre pensare a chissa quale complotto, basta vedere gli antilinux che girano in qs forum x capire che tipo di gente può aver agito
      • Anonimo scrive:
        Re: chissà chi ...
        - Scritto da: Anonimo
        non occorre pensare a chissa quale
        complotto, basta vedere gli antilinux che
        girano in qs forum x capire che tipo di
        gente può aver agitohai prove concrete o parli per dare fiato alla bocca e non al c_u_l_o?
        • Anonimo scrive:
          Re: chissà chi ...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          non occorre pensare a chissa quale

          complotto, basta vedere gli antilinux che

          girano in qs forum x capire che tipo di

          gente può aver agito

          hai prove concrete o parli per dare fiato
          alla bocca e non al c_u_l_o?
          prove di cosa? prove di un opinione? e calmino con le parole, ignorante.
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            non occorre pensare a chissa quale


            complotto, basta vedere gli antilinux
            che


            girano in qs forum x capire che tipo di


            gente può aver agito



            hai prove concrete o parli per dare fiato

            alla bocca e non al c_u_l_o?




            prove di cosa? prove di un opinione? e
            calmino con le parole, ignorante.Quello che stai facendo è delazione .... è un reato caro il mio ignorantello ....
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            non occorre pensare a chissa quale



            complotto, basta vedere gli
            antilinux

            che



            girano in qs forum x capire che
            tipo di



            gente può aver agito





            hai prove concrete o parli per dare
            fiato


            alla bocca e non al c_u_l_o?








            prove di cosa? prove di un opinione? e

            calmino con le parole, ignorante.

            Quello che stai facendo è delazione .... è
            un reato caro il mio ignorantello ....

            delazione di che ? non sono stati fatti nomi... forse QUALCUNO ha la coda di paglia ?...
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...




            delazione di che ? non sono stati fatti
            nomi... forse QUALCUNO ha la coda di paglia
            ?...amico i nomi sono stati fatti eccome(a meno che il link è sbagliato vero?)la coda di paglia c'è l'hai tu visto che accusi altri delle debolezze di Linux .....
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...
            - Scritto da: Anonimo







            delazione di che ? non sono stati fatti

            nomi... forse QUALCUNO ha la coda di
            paglia

            ?...

            amico i nomi sono stati fatti eccome(a meno
            che il link è sbagliato vero?)

            la coda di paglia c'è l'hai tu visto che
            accusi altri delle debolezze di Linux .....io sono quello che ha iniziato il post, il link è corretto , e l'articono non l'ho scritto io .Siccome so benissimo che CERTE multinazionali PRIMA ti mandano a casa gli avvocati e POI FORSE ragionano (nel senso che ti lasciano ragionevolmente in mutande), non ho fatto nomi.In ogni caso non è il team di sviluppo di debian che ha imposto il silenzio a quel ricercatore tedesco che ha trovato una falla in IE , è stata proprio M$... (la voce del padrone)Ripeto : hai una grossa coda di paglia , oppure non vedi un centimetro più avanti del tuo naso...ps : in ogni caso NESSUNO riuscirebbe a risalire a me...
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...


            ps : in ogni caso NESSUNO riuscirebbe a
            risalire a me...
            grande .... sostieni che il nome non viene fatto ma alla fine concludi che sei intoccabile ...non hai la coda di paglia ... sei tutto di paglia ....
          • Anonimo scrive:
            Re: chissà chi ...
            - Scritto da: Anonimo




            ps : in ogni caso NESSUNO riuscirebbe a

            risalire a me...



            grande .... sostieni che il nome non viene
            fatto ma alla fine concludi che sei
            intoccabile ...

            non hai la coda di paglia ... sei tutto di
            paglia ....hai confuso il buon gusto con l'anonimato...
    • Anonimo scrive:
      Re: chissà chi ...
      - Scritto da: Anonimo
      ... può trarre vantaggio da tutto questo...

      http://www.infoworld.com/article/03/11/11/HNm

      già, chissà... mi chiedo proprio chi...
      mmmmmm...Ovvio: o lui o Berlusconi.
      • Anonimo scrive:
        Re: chissà chi ...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... può trarre vantaggio da tutto
        questo...




        http://www.infoworld.com/article/03/11/11/HNm



        già, chissà... mi chiedo proprio chi...

        mmmmmm...

        Ovvio: o lui o Berlusconi.okkio che la satira non è più permessa, se ti beccano fai la fine della Sabina Guzzanti...:D
  • Anonimo scrive:
    E ora?
    Ciao a tutti. Qualche mese fa avevo proposto nella mia azienda l'installazione di un certo numero di macchine Red hat. Bene. Per fortuna la mia azienda è grande ed ogni decisione richiede qualche mese altrimenti oggi mi ritroverei a dover giustificare il fatto che Red hat non supporta più le vecchie versioni. Ma sono impazziti? Appresa la notizia mi sono detto: se il supporto è così precario (nessuno mi assicura che il fenomeno si ripeterà per l'attuale RH Workstation) allora tanto vale usare Debian. Direi che questa notizia mi mette veramente in difficoltà. A casa non avrei problemi ma in azienda sinceramente..
    • Anonimo scrive:
      Re: E ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Ciao a tutti. Qualche mese fa avevo proposto
      nella mia azienda l'installazione di un
      certo numero di macchine Red hat. Bene. Per
      fortuna la mia azienda è grande ed ogni
      decisione richiede qualche mese altrimenti
      oggi mi ritroverei a dover giustificare il
      fatto che Red hat non supporta più le
      vecchie versioni. Ma sono impazziti? Appresa
      la notizia mi sono detto: se il supporto è
      così precario (nessuno mi assicura che il
      fenomeno si ripeterà per l'attuale RH
      Workstation) allora tanto vale usare Debian.
      Direi che questa notizia mi mette veramente
      in difficoltà. A casa non avrei problemi ma
      in azienda sinceramente..Passa a Windows. Lascia perdere l' Open Source.
      • Anonimo scrive:
        Re: E ora?

        Debian.

        Direi che questa notizia mi mette
        veramente

        in difficoltà. A casa non avrei problemi
        ma

        in azienda sinceramente..

        Passa a Windows. Lascia perdere l' Open
        Source.Ecco questa e' una cazzata :)
        • Anonimo scrive:
          Re: E ora?




          Passa a Windows. Lascia perdere l' Open

          Source.

          Ecco questa e' una cazzata :)è la soluzione migliore per evitare cazzate come quella di red hat che da un giorno all'altro taglia il supporto di un SO uscito neanche un anno prima ....
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora?
            - Scritto da: Anonimo





            Passa a Windows. Lascia perdere l' Open


            Source.



            Ecco questa e' una cazzata :)

            è la soluzione migliore per evitare cazzate
            come quella di red hat che da un giorno
            all'altro taglia il supporto di un SO uscito
            neanche un anno prima ....Tu confondi un SO con una Distro. Inoltre la notizia parla di Debian. Sei OT.
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora?

            è la soluzione migliore per evitare cazzate
            come quella di red hat che da un giorno
            all'altro taglia il supporto di un SO uscito
            neanche un anno prima ....Non c'entra niente con questo argomento.
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora?
            - Scritto da: Anonimo


            è la soluzione migliore per evitare
            cazzate

            come quella di red hat che da un giorno

            all'altro taglia il supporto di un SO
            uscito

            neanche un anno prima ....

            Non c'entra niente con questo argomento.Certo finche si parla male di Linux non c'entra mai .....
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora?

            Certo finche si parla male di Linux non
            c'entra mai .....Non vedo il nesso tra l'abbandonare l'opensourcee passare a sistemi WIndows, quando entrambisono cmq OS e hanno bisogno di aggiornamentie manutenzione. Passare a Windows non da certo la sicurezza didormire notti tranquille, per cui in questo caso nonne vedo il motivo.
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora?
            - Scritto da: Anonimo





            Passa a Windows. Lascia perdere l' Open


            Source.



            Ecco questa e' una cazzata :)

            è la soluzione migliore per evitare cazzate
            come quella di red hat che da un giorno
            all'altro taglia il supporto di un SO uscito
            neanche un anno prima ....
            "Pronto? Parlo con l'assistenza M$?Senta, il nostro server Windows 2000 ha...""Scusi se la interrompo, ma il prodotto non e' piu' supportato dall'uscita di Windows server 2003.Lo sa che col nuovo Windows Server 2003 puo' risparmiare 5 centesimi per ogni transazione?"
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora?

            "Pronto? Parlo con l'assistenza M$?
            Senta, il nostro server Windows 2000 ha..."

            "Scusi se la interrompo, ma il prodotto non
            e' piu' supportato dall'uscita di Windows
            server 2003.
            Lo sa che col nuovo Windows Server 2003 puo'
            risparmiare 5 centesimi per ogni
            transazione?"
            Sai che NT è ancora in assistenza?Ma forse non lo sai perchè non eri ancora nato quando si usava NT :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: E ora?
            - Scritto da: Anonimo

            "Pronto? Parlo con l'assistenza M$?

            Senta, il nostro server Windows 2000
            ha..."



            "Scusi se la interrompo, ma il prodotto
            non

            e' piu' supportato dall'uscita di Windows

            server 2003.

            Lo sa che col nuovo Windows Server 2003
            puo'

            risparmiare 5 centesimi per ogni

            transazione?"



            Sai che NT è ancora in assistenza?
            Ma forse non lo sai perchè non eri ancora
            nato quando si usava NT :-)Ti sbagli, e' NT che non era ancora nato quando io tenevo i primi corsi di Unix presso le aziende. :-pPer quanto riguarda l'assistenza M$ invece, augurati di non averci mai a che fare, anche se, avendo un server NT, per la legge dei grandi numeri, prima o poi...
      • Anonimo scrive:
        Re: E ora?
        - Scritto da: Anonimo
        Passa a Windows. Lascia perdere l' Open
        Source.Memoria corta:http://www.winnetmag.com/WindowsSecurity/Article/ArticleID/16055/WindowsSecurity_16055.htmlCrackato 3 volte in due settimane :D ! Ridicolo !
      • Anonimo scrive:
        Re: E ora?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ciao a tutti. Qualche mese fa avevo
        proposto

        nella mia azienda l'installazione di un

        certo numero di macchine Red hat. Bene.
        Per

        fortuna la mia azienda è grande ed ogni

        decisione richiede qualche mese altrimenti

        oggi mi ritroverei a dover giustificare il

        fatto che Red hat non supporta più le

        vecchie versioni. Ma sono impazziti?
        Appresa

        la notizia mi sono detto: se il supporto è

        così precario (nessuno mi assicura che il

        fenomeno si ripeterà per l'attuale RH

        Workstation) allora tanto vale usare
        Debian.

        Direi che questa notizia mi mette
        veramente

        in difficoltà. A casa non avrei problemi
        ma

        in azienda sinceramente..

        Passa a Windows. Lascia perdere l' Open
        Source.uhu ! ma chi sei ? uno che lavora al 'supporto' M$ ?...
      • Anonimo scrive:
        Re: E ora?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ciao a tutti. Qualche mese fa avevo
        proposto

        nella mia azienda l'installazione di un

        certo numero di macchine Red hat. Bene.
        Per

        fortuna la mia azienda è grande ed ogni

        decisione richiede qualche mese altrimenti

        oggi mi ritroverei a dover giustificare il

        fatto che Red hat non supporta più le

        vecchie versioni. Ma sono impazziti?
        Appresa

        la notizia mi sono detto: se il supporto è

        così precario (nessuno mi assicura che il

        fenomeno si ripeterà per l'attuale RH

        Workstation) allora tanto vale usare
        Debian.

        Direi che questa notizia mi mette
        veramente

        in difficoltà. A casa non avrei problemi
        ma

        in azienda sinceramente..

        Passa a Windows. Lascia perdere l' Open
        Source.Io uso windows da sempre, mai usato linux, ma tu dici cazzate. Almeno sui server linux ora come ora è senzaltro meglio. stop
        • Anonimo scrive:
          Re: E ora?


          Io uso windows da sempre, mai usato linux,
          ma tu dici cazzate. Almeno sui server linux
          ora come ora è senzaltro meglio. stopSe si lamenta di RED HAT è perchè voleva usarle come desktop(infatti RH ha tagliato quella distibuzione)....
    • Anonimo scrive:
      Re: E ora?

      Workstation) allora tanto vale usare Debian.
      Direi che questa notizia mi mette veramente
      in difficoltà. A casa non avrei problemi ma
      in azienda sinceramente..Signori, e' ora di cominciare a capire che tutti i sistemioperativi sono soggetti a bugs. Non esiste un sistemaoperativo SICURO al 100%. Tutti, chi piu' chi meno,hanno bisogno di manutenzione e di continuiaggiornamenti. La sicurezza in generale, non dipendesolamente dal sistema operativo utilizzato, ma anchedalla capacita' e dalla bravura del sysadmin. Anche unamacchina con Windows 2000 se ben configurata e regolarmente patchata, non ha problemi. Certo in quel casoci vuole piu' manutenzione rispetto ad una macchina Linux,ma alla fine le mani bisogna sempre mettercele.
    • BlueSky scrive:
      Re: E ora?

      Workstation) allora tanto vale usare Debian.
      Direi che questa notizia mi mette veramente
      in difficoltà. A casa non avrei problemi ma
      in azienda sinceramente..E perché scusa? Prima o poi anche Debian doveva mostrare il fianco ad un attacco no? Come arcinoto nessun sistema operativo è inviolabile. La cosa importante è che non accada troppo spesso o con troppa facilità.Poi da quanto ho capito il cracker aveva le password, quindi non c'è sistema operativo o amministratore che tenga in questi casi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Ciao a tutti. Qualche mese fa avevo proposto
      nella mia azienda l'installazione di un
      certo numero di macchine Red hat. Bene. Per
      fortuna la mia azienda è grande ed ogni
      decisione richiede qualche mese altrimenti
      oggi mi ritroverei a dover giustificare il
      fatto che Red hat non supporta più le
      vecchie versioni. Ma sono impazziti? Appresa
      la notizia mi sono detto: se il supporto è
      così precario (nessuno mi assicura che il
      fenomeno si ripeterà per l'attuale RH
      Workstation) allora tanto vale usare Debian.
      Direi che questa notizia mi mette veramente
      in difficoltà. A casa non avrei problemi ma
      in azienda sinceramente..Guarda che l'unico problema causato da questa faccenda è stato che security.debian.org non ha funzionato per 16 ore. Come se windowsupdate non andasse per 16 ore. Non vedo il problema. Anche le macchine openbsd vengono craccate ogni tanto, quindi non vedo lo stupore. Piu che altro se firmassero i pacchetti con una chiave come sta cominciando a fare redhat sarebbe meglio.In 6 anni che uso debian non sono mai rimasto deluso.E' una buona distro.
    • Anonimo scrive:
      Re: E ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Ciao a tutti. Qualche mese fa avevo proposto
      nella mia azienda l'installazione di un
      certo numero di macchine Red hat. Bene. Per
      fortuna la mia azienda è grande ed ogni
      decisione richiede qualche mese altrimenti
      oggi mi ritroverei a dover giustificare il
      fatto che Red hat non supporta più le
      vecchie versioni. Ma sono impazziti? Appresa
      la notizia mi sono detto: se il supporto è
      così precario (nessuno mi assicura che il
      fenomeno si ripeterà per l'attuale RH
      Workstation) allora tanto vale usare Debian.
      Direi che questa notizia mi mette veramente
      in difficoltà. A casa non avrei problemi ma
      in azienda sinceramente..Quali problemi ? Sicuro che sia stata 'colpa' del sistema e non del sistemista ? Perche' i software sui server Debian sono in produzione in mezzo mondo ...Insomma, puo' capitare, secondo me e' buon segno che l'abbian detto. Puo' capitare l'errore, e se l'errore capita su server importanti e' piu' facile che succeda un patatrack.Detto questo, io uso FreeBSD, ma se domani dovessero craccare i server non cambierei :)ciao
    • KerNivore scrive:
      Re: E ora?

      Appresa
      la notizia mi sono detto: se il supporto è
      così precario (nessuno mi assicura che il
      fenomeno si ripeterà per l'attuale RH
      Workstation) allora tanto vale usare Debian.A parte che la frase "tanto vale usare Debian" implica che Debian sia una seconda scelta, un ripiego, rispetto a RH, mentre invece questo e' totalmente falso, essendo tecnicamente molto superiore.
      Direi che questa notizia mi mette veramente
      in difficoltà. A casa non avrei problemi ma
      in azienda sinceramente..Ti mette in difficolta' avere a che fare con una distribuzione/organizzazione cosi' limpida da dirti esattamente come stanno le cose ? Ti da fastidio l'onesta' e la correttezza ?Mettila cosi'. Qualunque sistema e' craccabile. Ma se la stessa cosa fosse successa a RH o a M$ o a chiunque altro, pensi che avrebbero diffuso la notiza allo stesso modo ? Pensi che se avessero potuto nasconderlo non l'avrebbero fatto ? Chi fa del business col software preferirebbe piuttosto lasciare il cliente con del software compromesso piuttosto che ammettere che i propri sistemi sono stati violati.Da tecnico quale sono, penso che il comportamento del gruppo di lavoro debian in queste circostanze dia a Debian GNU/Linux un "valore aggiunto" che pochi altri possono vantare.
      • Anonimo scrive:
        Re: E ora?

        Da tecnico quale sono, penso che il
        comportamento del gruppo di lavoro debian in
        queste circostanze dia a Debian GNU/Linux un
        "valore aggiunto" che pochi altri possono
        vantare.
        Sono perfettamente d'accordo (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: E ora?
      - Scritto da: Anonimo
      Ciao a tutti. Qualche mese fa avevo proposto
      nella mia azienda l'installazione di un
      certo numero di macchine Red hat. Bene. Per
      fortuna la mia azienda è grande ed ogni
      decisione richiede qualche mese altrimenti
      oggi mi ritroverei a dover giustificare il
      fatto che Red hat non supporta più le
      vecchie versioni. Ma sono impazziti? Appresa
      la notizia mi sono detto: se il supporto è
      così precario (nessuno mi assicura che il
      fenomeno si ripeterà per l'attuale RH
      Workstation) allora tanto vale usare Debian.
      Direi che questa notizia mi mette veramente
      in difficoltà. A casa non avrei problemi ma
      in azienda sinceramente..Ancoraaaa Se usi windows avrai problemi se usi linux pure, per il momento sicuramente ne hai meno usando linux. per cui alla fine che problema hai?Ti dicono che debian è stato crakkato? bene windows lo è stato fino ad ora molto di più. quindi?Red hat non supporta più le versioni vecchie?Anche windows non supporta più il dos, windows 3.1/3.11/95NTe a breve nemmeno più il 98.ergo fatti meno paranoie, sui server linux ora come ora non solo non è da meno..... ma da da di più. E tanto per chiarezza io sono un utente Windows, ma che crede che entrambi i sistemi servano per creare concorrenza e migliorare.
    • shimitar scrive:
      Re: E ora?
      E ora Gentoo...provala, è eccezionale.Non per iniziare un altro flame, ma a mio personale e sindacabile giudizio è meglio di Debian...i miei 2c
  • Anonimo scrive:
    Esattamente...
    E' possibile avere dei maggiori dettagli di cosa è stato craccato(non le macchina ma gli applicativi=
    • Anonimo scrive:
      Re: Esattamente...
      non su PI
      • Anonimo scrive:
        Re: Esattamente...
        - Scritto da: Anonimo
        non su PIdove di grazia?
        • Dan scrive:
          Re: Esattamente...
          Se mai verrà reso pubblico (penso di sì), ci sarà qualche messaggio in qualche ML di debian (http://lists.debian.org/ al momento non ancora attivo).
          • KerNivore scrive:
            Re: Esattamente...
            - Scritto da: Dan
            Se mai verrà reso pubblico (penso di sì), ci
            sarà qualche messaggio in qualche ML di
            debian (http://lists.debian.org/ al momento
            non ancora attivo).Non c'e' ragione di pensare che non sara' reso pubblico.In Debian non c'e' interesse a mantenere questo genere di informazioni segrete. Anzi, semmai il contrario.
    • Anonimo scrive:
      Re: Esattamente...
      - Scritto da: Anonimo

      E' possibile avere dei maggiori dettagli di
      cosa è stato craccato(non le macchina ma gli
      applicativi=
      Una indicazione di massima la trovi su http://cert.uni-stuttgart.de/files/fw/debian-security-20031121.txtciaogv
  • Anonimo scrive:
    Debian rulez
    Grande debian comunque. A parte le discussioni sulla sicurezza degli so che sono fuori luogo (non hanno manco detto cosa sia effettivamente successo, magari qualcuno ha scritto su carta password importanti), trovo sia da lodare che:1) Non è facile ammettere cose di questo tipo (chissa quante aziende subiscono attacchi o si accorgono di avere sistemi compromessi e non lo dicono per questioni d'immagine [e non faccio nomi])2) Il project manager Debian e gli altri sono tutta gente sui vent'anni e stanno dimostrando di essere molto piu professionali di molte altre ditte (non per essere flamebait ma la M$ ci ha messo di piu a sistemare windowsupdate quando è stato infettato, e ha fatto piu danni).Inoltre è EVIDENTE che alle distribuzioni linux serve un sistema di signing gpg dei pacchetti, non un semplice md5. Red Hat sta lavorando in questo senso, Debian ancora no.Saluti.John.
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian rulez

      2) Il project manager Debian e gli altri
      sono tutta gente sui vent'anni e stanno
      dimostrando di essere molto piu
      professionali di molte altre ditte (non per
      essere flamebait ma la M$ ci ha messo di piu
      a sistemare windowsupdate quando è stato
      infettato, e ha fatto piu danni).Infatti alla faccia della full discousure non è dato sapere cosa è successo.....
      Inoltre è EVIDENTE che alle distribuzioni
      linux serve un sistema di signing gpg dei
      pacchetti, non un semplice md5. Red Hat sta
      lavorando in questo senso, Debian ancora no.Perchè l' MD5 non basta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian rulez
        - Scritto da: Anonimo

        Inoltre è EVIDENTE che alle distribuzioni

        linux serve un sistema di signing gpg dei

        pacchetti, non un semplice md5. Red Hat

        sta lavorando in questo senso, Debian

        ancora no.

        Perchè l' MD5 non basta?Perchè l'MD5 ti da una garanzia sul contenuto di un pacchetto, non sulla sua provenienza. Cioe, se io craccassi tutti i server potrei modificare pacchetti ed md5, firmando con una chiave pubblica invece dovrei possedere la chiave, che puo essere protetta molto meglio di una lista di md5.
    • samu scrive:
      Re: Debian rulez
      - Scritto da: Anonimo

      Inoltre è EVIDENTE che alle distribuzioni
      linux serve un sistema di signing gpg dei
      pacchetti, non un semplice md5. Red Hat sta
      lavorando in questo senso, Debian ancora no.
      ??????si hai ragione, debian non ci lavora sopra perche'lo ha gia' e da almeno 3 anni :Package: debsigsPriority: optionalSection: non-USInstalled-Size: 160Maintainer: Branden Robinson Architecture: allVersion: 0.1.11Depends: perl (
      = 5.6.0-16), binutilsFilename: pool/non-US/main/d/debsigs/debsigs_0.1.11_all.debSize: 27456MD5sum: 84445b4f903ad97c092dce0bc9748e1aDescription: applies cryptographics signatures to Debian packages debsigs is a program that allows GPG signatures to be embedded inside .deb packages. These signatures can later be verified to ensure the authenticity of the contents of the .deb.p.s. c'e' anche MD5 per quelli che lo chiedevano prima
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian rulez
      - Scritto da: Anonimo
      Grande debian comunque. A parte le
      discussioni sulla sicurezza degli so che
      sono fuori luogo (non hanno manco detto cosa
      sia effettivamente successo, magari qualcuno
      ha scritto su carta password importanti),Come puoi pretendere che chi scrive le password importanti su carta e poi le lascia in bella vista sia in grado di lavorare su di un OS sicuro ? Chi fa delle cose del genere non ha proprio la più pallida idea di cosa sia la sicurezza (informatica e non)...
      trovo sia da lodare che:
      1) Non è facile ammettere cose di questo
      tipo (chissa quante aziende subiscono
      attacchi o si accorgono di avere sistemi
      compromessi e non lo dicono per questioni
      d'immagine [e non faccio nomi])Le aziende, Debian compresa, lo fanno per "pararsi"... Visto che a loro hanno compromesso il server CVS averlo ammesso vuol dire: sappiate che se fra qualche settimana verrà trovata l'ennesima backdoor nei source di Linux non l'abbiamo inserita di proposito...
      2) Il project manager Debian e gli altri
      sono tutta gente sui vent'anni e stanno
      dimostrando di essere molto piu
      professionali di molte altre ditte (non per
      essere flamebait ma la M$ ci ha messo di piu
      a sistemare windowsupdate quando è stato
      infettato, e ha fatto piu danni).Windowsupdate infettato ? Mai sentito... Hai delle fonti ?
      Inoltre è EVIDENTE che alle distribuzioni
      linux serve un sistema di signing gpg dei
      pacchetti, non un semplice md5. Red Hat sta
      lavorando in questo senso, Debian ancora no.Il signing dei pacchetti non serve proprio a nulla se non conservi su dei sistemi un minimo minimo sicuri i tuoi sorgenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian rulez
        - Scritto da: Anonimo
        Come puoi pretendere che chi scrive le
        password importanti su carta e poi le lascia
        in bella vista sia in grado di lavorare su
        di un OS sicuro ? Chi fa delle cose del
        genere non ha proprio la più pallida idea di
        cosa sia la sicurezza (informatica e non)...Era un esempio, inoltre non vedo come, chi amministri i server debian possa essere, secondo te, la stessa persona che scrive porzioni di codice.
        Le aziende, Debian compresa, lo fanno per
        "pararsi"... Visto che a loro hanno
        compromesso il server CVS averlo ammesso
        vuol dire: sappiate che se fra qualche
        settimana verrà trovata l'ennesima backdoor
        nei source di Linux non l'abbiamo inserita
        di proposito...I source di "linux" come dici tu, sono da un altra parte. Stiamo parlando di debian, nel loro cvs ci sono le source del software per gestire i pacchetti, non del kernel furbo.Inoltre "ennesima backdoor" per nulla, visto che non mi risulta ne abbia mai avuta una. Inoltre il cvs è stato ripristinato, ci sono sistemi di verifica dei pacchetti.
        Windowsupdate infettato ? Mai sentito... Hai
        delle fonti ?E' successo l'anno scorso è stato infettato da un virus e lo ha propagato per un giorno o due, ora cerco la news se ho tempo.
        Il signing dei pacchetti non serve proprio a
        nulla se non conservi su dei sistemi un
        minimo minimo sicuri i tuoi sorgenti...Direi che in questo post hai dimostrato conoscenze di informatica pari a quelle di mia nonna.
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian rulez

      sia effettivamente successo, magari qualcuno
      ha scritto su carta password importanti),
      trovo sia da lodare che:
      e' l'ipotesi piu' probabile certo!
      1) Non è facile ammettere cose di questo
      tipo (chissa quante aziende subiscono
      attacchi o si accorgono di avere sistemi
      compromessi e non lo dicono per questioni
      d'immagine [e non faccio nomi])
      alla faccia della trasparenzanon si sa nulla ma tu dici che in Debian sono stati bravi e buoni preche' hanno detto la verita'... al contrario di qualcun altro (di cui tutti intuiamo il nome)quale verita?su cosa?non si sa NIENTEaltro che full disclosure
      2) Il project manager Debian e gli altri
      sono tutta gente sui vent'anni e stanno
      dimostrando di essere molto piu
      professionali di molte altre ditte (non per
      essere flamebait ma la M$ ci ha messo di piu
      a sistemare windowsupdate quando è stato
      infettato, e ha fatto piu danni).
      windowsupdate infettato?debian 20enni?ma non leggerai troppo il corriere del troll?
      Inoltre è EVIDENTE che alle distribuzioni
      linux serve un sistema di signing gpg dei
      pacchetti, non un semplice md5. Red Hat sta
      lavorando in questo senso, Debian ancora no.e' evidente che MS ad esempio firma digitalmente tutte le patch e gli update che scarichi...in questo modo e' piuttosto semplice stabilire la provenienza del pacchettoper "imbrogliare" qualcuno dovrebbe ottenere le chiavi private di MS, il che credo non sia molto sempliceciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian rulez
        - Scritto da: Anonimo
        alla faccia della trasparenza
        non si sa nulla ma tu dici che in Debian
        sono stati bravi e buoni preche' hanno detto
        la verita'... al contrario di qualcun altro
        (di cui tutti intuiamo il nome)
        quale verita?
        su cosa?
        non si sa NIENTE
        altro che full disclosureSi sa piu di quanto dicono di solito.

        2) Il project manager Debian e gli altri

        sono tutta gente sui vent'anni e stanno

        dimostrando di essere molto piu

        professionali di molte altre ditte (non

        essere flamebait ma la M$ ci ha messo di

        a sistemare windowsupdate quando è stato

        infettato, e ha fatto piu danni).

        windowsupdate infettato?Hai la memoria corta ? Berlusconi ha vinto le elezioni per quelli cosi.
        debian 20enni?
        ma non leggerai troppo il corriere del troll?Boh, sono andato a 2 meeting debian, sono un mantainer debian e ne conosco molti, lo stesso Schulze ha sui 25 anni. Ti da tanto fastidio che gente sotto i 30 competa il supercolosso del quale fai inspiegabilmente il tifo?

        Inoltre è EVIDENTE che alle distribuzioni

        linux serve un sistema di signing gpg dei

        pacchetti, non un semplice md5. Red Hat
        sta

        lavorando in questo senso, Debian ancora
        no.

        e' evidente che MS ad esempio firma
        digitalmente tutte le patch e gli update che
        scarichi...
        in questo modo e' piuttosto semplice
        stabilire la provenienza del pacchetto
        per "imbrogliare" qualcuno dovrebbe ottenere
        le chiavi private di MS, il che credo non
        sia molto sempliceEsatto, è quello che dico, anche redhat lo fa. Cos'è l'ha inventata M$ la crittografia? E vedo che hai studiato sul manabile il significato di signing. Bravo.E comunque quando i server di windows update sono stati infettati hanno propagato virus "firmati" a un migliaio di macchine. Quindi non esageriamo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Debian rulez


          non si sa NIENTE

          altro che full disclosure

          Si sa piu di quanto dicono di solito.
          di piu' e' gia diverso da tutto... comuqnue si sa piu' o meno lo stesso che si sa di solitoci sono dei rumors, ma niente piu'debian mi dirai ha ammess l'intrusione, sta qui la diferenzama i dettagli sono veramente pochi...

          windowsupdate infettato?

          Hai la memoria corta ? Berlusconi ha vinto
          le elezioni per quelli cosi.
          potrei non ricordarepotresti aiutarmi?e vorrei sapere cosa c'entra berlusconi con questo discorsoio lo vorrei vedere morto, ma l'hai tirato dentro per i capelli (quei pochi che ancora ha)

          debian 20enni?

          ma non leggerai troppo il corriere del
          troll?

          Boh, sono andato a 2 meeting debian, sono un
          mantainer debian e ne conosco molti, lo
          stesso Schulze ha sui 25 anni. Ti da tanto
          fastidio che gente sotto i 30 competa il
          supercolosso del quale fai inspiegabilmente
          il tifo?
          sono un under 25figuratie lavoro nell'IT dal 95...vorrei sapere dove hai visto il tifo per il supercolosso...ti consiglio di andare da un buono psochoatra per farti curare la tua mania compulsiva ossessiva nei confronti di MS..che io non ho alcun motivo ne voglia di difendere...

          e' evidente che MS ad esempio firma

          digitalmente tutte le patch e gli update
          che

          scarichi...

          in questo modo e' piuttosto semplice

          stabilire la provenienza del pacchetto

          per "imbrogliare" qualcuno dovrebbe
          ottenere

          le chiavi private di MS, il che credo non

          sia molto semplice

          Esatto, è quello che dico, anche redhat lo
          fa.
          Cos'è l'ha inventata M$ la crittografia? dove l'hai letto?io ho scritto ad esempiolo fa anche apple credolo fanno in tanti
          E vedo che hai studiato sul manabile il
          significato di signing. Bravo.
          E comunque quando i server di windows update
          sono stati infettati hanno propagato virus
          "firmati" a un migliaio di macchine. Quindi
          non esageriamo.appuntoanche la firma digitale non e' esente da problemianzi puo causare false sicurezzeperche un binario infetto o buggato puo avere una firma correttaper cui piu' sono i controlli meglio e'abbandonare l'md5 per la sola firma digitale risolve dei problemi, ne crea altri...
  • Anonimo scrive:
    Incompetenti ...
    visto che Linux è indistruttibile è sicuramente colpa degli admin di DEBIAN .....
  • Anonimo scrive:
    Considerazioni su quanto accaduto
    Come mai i Linux user, (soprattutto debianari), che con toni molto arroganti infestavano il Forum di P.I. si sono defilati?Erano sempre molto convinti della proverbiale "sicurezza" della distro Debian. Ma su quali prove affermavano ciò? Hanno per caso progettato porzioni del kernel, sviluppato applicativi e testato il tutto? A me sembra che questi personaggi fanno parte della grande comunità dei (troll). Esse sono persone dotate di paraocchi, fortemente convinte di qualcosa che nemmeno loro sanno per cosa stanno utilizzando.
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni su quanto accaduto
      - Scritto da: Anonimo
      Come mai i Linux user, (soprattutto
      debianari), che con toni molto arroganti
      infestavano il Forum di P.I. si sono
      defilati?Erano sempre molto convinti dellaGià..... sono rimasti solo i Windows user dai toni molto arroganti....
      • Anonimo scrive:
        Re: Considerazioni su quanto accaduto
        - Scritto da: Anonimo

        Già..... sono rimasti solo i Windows user
        dai toni molto arroganti....Non mi sembra. Ora siete tutti mogi mogi :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni su quanto accaduto
      forse hanno di meglio da fare al contrario di te che perdi il tuo tempo a trollare su sti forum del menga.vai a lavorareil tuo datore di lavoro
      • Anonimo scrive:
        Re: Considerazioni su quanto accaduto
        - Scritto da: Anonimo
        forse hanno di meglio da fare al contrario
        di te che perdi il tuo tempo a trollare su
        sti forum del menga.
        vai a lavorare

        il tuo datore di lavoroda quando gli stundentelli sono datori di lavoro?
      • Anonimo scrive:
        Re: Considerazioni su quanto accaduto
        - Scritto da: Anonimo
        forse hanno di meglio da fare al contrario
        di te che perdi il tuo tempo a trollare su
        sti forum del menga.
        vai a lavorare

        il tuo datore di lavoroBrucia il culetto, eh? :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni su quanto accaduto

      Come mai i Linux user, (soprattutto
      debianari), che con toni molto arroganti
      infestavano il Forum di P.I. si sono
      defilati?Non sono defilato. Eccomi qui :)
      Erano sempre molto convinti della
      proverbiale "sicurezza" della distro Debian.Si,perchè no? Mi sembra che stia dimostrando che il modello OS garantisca un livello di sicurezza molto alto. Non ho mai affermato che fosse perfetto, certo, sarei stato in torto evidente. D'altra parte, questo caso non mi sembra che dimostri niente: i server sono stati craccati perchè gli attacker sono riusciti ad avere la password incautamentre conservata dagli amministratori, non sono stati utilizzati bug o exploit. Insomma, non dimostra ne' la mia tesi ne' la tua.
      Ma su quali prove affermavano ciò? Hanno per
      caso progettato porzioni del kernel,
      sviluppato applicativi e testato il tutto?Si. Ho lavorato adll'implementazione di un sistema di QoS come modulo del kernel 2.2. Di applicativi ne ho scritti diversi, principalmente gestionali web based e applicativi di rete in C.Non affermo di essere un esperto, ma posso affermare, limitatamente alla mia esperienza, che l'aver avuto il codice a disposizione ha facilitato moltissimo il mio lavoro: immediatamente dopo la pubblicazione mi sono stati segnalati due bug (rilevati dalla lettura del sorgente, *non* dai loro effetti). Vale a dire, sono stati corretti prima che si manifestassero. Se avessi chiuso il codice, probabilmente, quei bug sarebbero ancora li. Forse non è un grandissimo risultato, ma non posso negare che la qualità del mio prodotto sia cresciuto a costi nulli. Sinceramente, altro modello di sviluppo più chiaro,trasparente ed efficiente non lo trovo.
      A
      me sembra che questi personaggi fanno parte
      della grande comunità dei (troll). Esse sono
      persone dotate di paraocchi, fortemente
      convinte di qualcosa che nemmeno loro sanno
      per cosa stanno utilizzando.Se vuoi ne parliamo: personalmente non sono esaltato da Linux, non lo ritengo la panacea di tutti i mali, non disdegno Windows, vedo le pecche di Linux e del sistema open source e posso argomentarti tranquillamente il *perchè* lo sto utilizzando. Piuttosto, sei certo di non essere tu irragionevolmente carico di livore nei confronti di Linux. Sono io che te lo domando: perchè questo odio? Solo perchè non chiudono il codice? Se tenessero segreto il codice del kernel inizieresti ad apprezzarli di più? Mah.... Sono curioso....Jupiter
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni su quanto accaduto
      - Scritto da: Anonimo
      Come mai i Linux user, (soprattutto
      debianari), che con toni molto arroganti
      infestavano il Forum di P.I. si sono
      defilati?Erano sempre molto convinti della
      proverbiale "sicurezza" della distro Debian.
      Ma su quali prove affermavano ciò? Hanno per
      caso progettato porzioni del kernel,
      sviluppato applicativi e testato il tutto? A
      me sembra che questi personaggi fanno parte
      della grande comunità dei (troll). Esse sono
      persone dotate di paraocchi, fortemente
      convinte di qualcosa che nemmeno loro sanno
      per cosa stanno utilizzando.Mah, il sistema operativo sicuro al 100% non esiste. Per assurdo, se anche esistesse, protetto da una selva di 1000 metodi diversi di crittografia e password varie, puo' sempre arrivare il tizio che ti punta una pistola alla tempia e ti chiede di mostrargli tutti i dati. Tu che fai? Io glieli mostro :-)Salutoni da GiGiO
  • Anonimo scrive:
    Linuxari?
    Non sono proprio un microsoftista, pero' i linuxari dovrebbero cacciarsi in quella testa a volte abbastanza da esaltati che la sicurezza e' un problema generale di tutti i s.o.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linuxari?
      - Scritto da: Anonimo
      Non sono proprio un microsoftista, pero' i
      linuxari dovrebbero cacciarsi in quella
      testa a volte abbastanza da esaltati che la
      sicurezza e' un problema generale di tutti i
      s.o.Sei tu che devi cacciarti nella testa che i linuxari lo sanno benissimo. E' uno dei motivi per cui i linuxari optano per la scelta dell'open source: proprio siccome la sicurezza E' un problema comune a tutti, è importante che il codice sia aperto per facilitare l'individuazione di errori e il debugging. Questa è la tesi dei linuxisti.Da cosa deduci che i linuxisti ignorerebbero questo problema? Come ti spieghi che difendano così energicamente la necessità di pubblicare i sorgenti? Per sport? Per piacere, prima di dire altre cose superficiali, informati.Mario L.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linuxari?
      - Scritto da: Anonimo
      Non sono proprio un microsoftista, pero' i
      linuxari dovrebbero cacciarsi in quella
      testa a volte abbastanza da esaltati che la
      sicurezza e' un problema generale di tutti i
      s.o.I linuxari questo lo sanno benissimo. E i problemi di sicurezza li scoprono e li risolvono (almeno chi può lo fa). Se su windows scopri un problema di questo tipo, oltre a non poterci far niente anche se ne saresti in grado, puoi finire in galera solo per averlo detto a qualcuno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linuxari?

        Se su windows scopri un problema di questo
        tipo, oltre a non poterci far niente anche
        se ne saresti in grado, puoi finire in
        galera solo per averlo detto a qualcuno.Intanto DEBIAN non ha charito cosa è successo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linuxari?
      - Scritto da: Anonimo
      Non sono proprio un microsoftista, pero' i
      linuxari dovrebbero cacciarsi in quella
      testa a volte abbastanza da esaltati che la
      sicurezza e' un problema generale di tutti i
      s.o.Si bravo è come dire che il male è un problema di tutta l'umanità, facendo finta che non ci sia differenza fra charles manson e un ladro di biciclette :)
  • Anonimo scrive:
    E ti pareva!
    Sono un sistemista MS che da anni cerca un pò di tempo di studiarsi qualche distro linux, a parte una mandrake "autoriavviante", una vecchia readhat che non riuscivo a far stampare, un'altra RH che andava bene ma trovavo troppo "commerciale" decido di provare a Debian: come faccio l'installazione? ovvio scarico rescue root e 4 floppy driver e tutto via internet proprio nei giorni del cracckaggio!!!Va bene, so che dicono che quei pacchetti non li hanno toccati, ma voi vi fidereste al 100%?Comunque non mi farò scoraggiare, una reinstallazione in più a chi è alle prime armi non fa mai male, ciao a tutti.
    • KerNivore scrive:
      Re: E ti pareva!

      decido di provare a Debian: come faccio
      l'installazione? ovvio scarico rescue root e
      4 floppy driver e tutto via internet proprio
      nei giorni del cracckaggio!!!Eh !!! Ma non e' che niente niente porti sfiga ? :-)
      Va bene, so che dicono che quei pacchetti
      non li hanno toccati, ma voi vi fidereste al
      100%?Al 100% no, ma al 99% si. Ma non ce li hai proprio un set di cd di woody ? Oramai li mettono anche nei fustini del dixan ! Eventualmente contatta un LUG della tua zona e vedrai che te li procureranno molto volentieri.
      Comunque non mi farò scoraggiare, una
      reinstallazione in più a chi è alle prime
      armi non fa mai male, Buona fortuna ! E non farti scoraggiare dall'installer di debian ! Una volta che ce l'hai su sarai felice di non aver abbandonato !!!Ciao !
      • KerNivore scrive:
        Re: E ti pareva!
        - Scritto da: Anonimo


        Ma non ce li hai proprio un set di cd di

        woody ? Oramai li mettono anche nei
        fustini

        del dixan !



        Ma ti dirò che non mi fido molto dei vari CD
        che si trovano in giro, potrebbero contenere
        pacchetti modificati, o forse mi sbaglio?Si, e' possibile che siano stati manomessi, ma di solito e' una possibilita' molto remota. E comunque puoi fare un check al volo con md5.
        Esiste una lista di LUG in Italia?http://www.linux.it/LUG/lug-list.phtml
        Infatti mi avevano un pò intimorito con il
        dselect ed altro ancora però tutto sommato
        non è così complicato.Si, dselect e' una brutta bestia. Ti consiglio di usare direttamente apt-get o inizialmente tasksel, e una volta che hai un sistema configurato, usa i tool grafici (che altro non sono che dei frontend di apt) per "sfogliare" i vari pacchetti e capire cosa sono e a cosa servono.
        Quello che mi lascia perplesso è il numero
        esagerato di pacchetti e le relative
        dipendenzeUno dei punti di forza di debian e' proprio il sofisticato sistema di gestione delle dipendenze. Infatti il sistema di gesione dei pacchetti provvede automaticamente ad installare tutti i pacchetti che gli servono per funzionare correttamente (con le giuste versioni). Inoltre , dato un pacchetto, puoi ottenere anche la lista dei pacchetti "consigliati" ma non necessari. Comunque siamo un po OT qui. Per ulteriori info, trovi un sacco di documentazione su debian.org (anche in italiano), su google o presso un LUG.Ri-buona fortuna :-)Ciao ciao !!!
  • Anonimo scrive:
    cheppalle
    solita questio tra linux e win.... ma cheppalle!! a questo punto installatevi i server con AtheOS, starete tranquilli almeno per un paio di anni, visto che questo OS non se lo caga ancora nessuno.. o usate BeOS... cheppalle.. ma siete sistemisti o commerciali?
  • Anonimo scrive:
    idiozie
    Se poi esistono pc o server malconfigurati che si beccano il worm è di sicuro colpa dell'admin, non di windowsUn sistema è sicuro se il suo amministratore lo rende sicuro indipendentemente da windows o linux...Pretendi che tutti i sistemisti diventino programmatori espertissimi di c/c++, in modo da scriversi il proprio sistema operativo da soli***********************************************************************io mi chiedo se vi pagano per scrivere tante simili cacchiate.. o vi vengono da sole sfruttando al massimo l'unico neurone che riuscite ad utilizzare.. non capisco se poi voi ci lavorate con windows e coi sistemi operativi o lo usate come emulatore per pleistescion... mi correggo.. gia troppo avanti per voi.. vi dovrebbero vietare perfino uindos95
  • Anonimo scrive:
    E meno male che linux è sicuro !!
    Questo è l'ennesimo caso di un sistema linux che è stato compromesso.... e ciò dimostra che il binomio linux=sicurezza non esiste... sfido chiunque a dire il contrario.E immaginiamoci cosa succederebbe se linux fosse diffuso tanto quanto windows.... riflettete gente.
    • Anonimo scrive:
      Re: E meno male che linux è sicuro !!
      - Scritto da: Anonimo
      Questo è l'ennesimo caso di un sistema linux
      che è stato compromesso.... e ciò dimostra
      che il binomio linux=sicurezza non esiste...
      sfido chiunque a dire il contrario.
      E immaginiamoci cosa succederebbe se linux
      fosse diffuso tanto quanto windows....
      riflettete gente.Mi sembrava strano che ancora qualcuno non aveva scritto qualcosa di così prevedibile...
      • Anonimo scrive:
        Re: E meno male che linux è sicuro !!
        prevedibile ma giusto. Non è un attacco, è la verità.
        • Anonimo scrive:
          Re: E meno male che linux è sicuro !!
          - Scritto da: Anonimo
          prevedibile ma giusto. Non è un attacco, è
          la verità.Nessuno ha mai detto che Linux non sia craccabile, non esisterà mai un sistema sicuro al 100%, ma in proporzione lo è almeno 1000-2000 volte meno di un qualunque windows che costa un furto ed è osceno. A quanti è arrivato il virus blaster?Inoltre Windows bucato ormai non fa più notizia, un Linux bucato fa gridare allo scandalo... E questo dovrebbe bastare!
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            Nessuno ha mai detto che Linux non sia
            craccabile, non esisterà mai un sistema
            sicuro al 100%, ma in proporzione lo è
            almeno 1000-2000 volte meno di un qualunque
            windows che costa un furto ed è osceno. A
            quanti è arrivato il virus blaster?E basta con le solite baggianate del blaster.... basta un firewall per proteggersi da questo worm, anche senza patch installata.Se poi esistono pc o server malconfigurati che si beccano il worm è di sicuro colpa dell'admin, non di windows !
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            E basta con le solite baggianate del
            blaster.... basta un firewall per
            proteggersi da questo worm, anche senza
            patch installata.
            Se poi esistono pc o server malconfigurati
            che si beccano il worm è di sicuro colpa
            dell'admin, non di windows !vedi:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=486817
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo


            E basta con le solite baggianate del

            blaster.... basta un firewall per

            proteggersi da questo worm, anche senza

            patch installata.

            Se poi esistono pc o server malconfigurati

            che si beccano il worm è di sicuro colpa

            dell'admin, non di windows !
            Ne consegue che se craccano un server di debian e` perche` linux non e` sicuro, mentre nel caso di windows e` di sicuro colpa dell'adminC.V.D.
          • KerNivore scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            E basta con le solite baggianate del
            blaster.... basta un firewall per
            proteggersi da questo worm, anche senza
            patch installata.ROTFL ! Dire che basta il firewall per proteggersi e' come dire che basta staccare il cavo di rete !Compliementi !E tu sei uno di quelli che va sui forum a sputare sentenze sulla sicurezza dei sistemi operativi !!!ROTFL !
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            ROTFL !
            Dire che basta il firewall per proteggersi
            e' come dire che basta staccare il cavo di
            rete !
            difesa debole amico linaro ....
          • zilvs scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: KerNivore



            E basta con le solite baggianate del

            blaster.... basta un firewall per

            proteggersi da questo worm, anche senza

            patch installata.

            ROTFL !
            Dire che basta il firewall per proteggersi
            e' come dire che basta staccare il cavo di
            rete !

            Compliementi !

            E tu sei uno di quelli che va sui forum a
            sputare sentenze sulla sicurezza dei sistemi
            operativi !!!

            ROTFL !cavo di rete staccato e' massima sicurezza...
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo
            E basta con le solite baggianate del
            blaster.... basta un firewall per
            proteggersi da questo worm, anche senza
            patch installata.
            Se poi esistono pc o server malconfigurati
            che si beccano il worm è di sicuro colpa
            dell'admin, non di windows !Sai come funziona il firewall di XP?Si chiama firewall a tabella, o table firewall.Avrai sorprese nello scoprire cosa significa.
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            almeno 1000-2000 volte meno di un qualunque
            windows che costa un furto ed è osceno. A
            quanti è arrivato il virus blaster?
            E quanti si sono scaricati pacchetti bucati?
    • Anonimo scrive:
      Re: E meno male che linux è sicuro !!
      - Scritto da: Anonimo
      Questo è l'ennesimo caso di un sistema linux
      che è stato compromesso.... e ciò dimostra
      che il binomio linux=sicurezza non esiste...
      sfido chiunque a dire il contrario.
      E immaginiamoci cosa succederebbe se linux
      fosse diffuso tanto quanto windows....
      riflettete gente.Nessun sistema e' sicuro al 100% questo che sia free o a pagamento ma non e' questo il punto visto che mettere in ginochio un server windows e' sicuramente piu' semplice che mettere in gionchio un server *nix.Il fatto e' che queste cose devono succedere, un sistema e' sicuro sino a che non si dimostra il contrario ma questo serve a milgiorare i prodotti. Nel caso di Debian non lo paghi quindi non ti puoi lamentare nel caso di Windows se le cose non vanno mi incazzo lievemnte visto che non lo regalano e fanno le loro belle pubblicita' con i quatro 9 della sicurezza (99,99% di sicurezza)
      • Anonimo scrive:
        Re: E meno male che linux è sicuro !!

        punto visto che mettere in ginochio un
        server windows e' sicuramente piu' semplice
        che mettere in gionchio un server *nix.Ah si ?E su quali solide basi affermi ciò ??Un sistema è sicuro se il suo amministratore lo rende sicuro indipendentemente da windows o linux...
        • Anonimo scrive:
          Re: E meno male che linux è sicuro !!

          Un sistema è sicuro se il suo amministratore
          lo rende sicuro indipendentemente da windows
          o linux...Questa leggenda degli amministratori che rendono sicuro un sistema è veramente squallida... Puoi chiudere tutte le porte e mettere tutte le patch appena escono, piazzare un firewall per ogni macchina, ma se c'è un bug nel sistema operativo non lo potrai vedere mai, a meno che non hai scritto tu il sistema operativo... E non mi sembra che questi fantomatici "sistemisti" si scrivono i loro OS, come invece ha fatto un tizio in finlandia che sta rovesciando il mondo dell'informatica...
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            Questa leggenda degli amministratori che
            rendono sicuro un sistema è veramente
            squallida... Puoi chiudere tutte le porte e
            mettere tutte le patch appena escono,
            piazzare un firewall per ogni macchina, ma
            se c'è un bug nel sistema operativo non lo
            potrai vedere mai, a meno che non hai
            scritto tu il sistema operativo... E che c'entra questo ?Anche se c'è un bug che non posso vedere perchè non ho i sorgenti del S.O., io amministratore ho il dovere di non rendere il suddetto bug utilizzabile da eventuali crackers, e quindi devo proteggere il server con firewall, patch e tutto il resto.A me non interessa sapere che c'è scritto nei sorgenti, io voglio solo che il mio server non venga compromesso e voglio che eroghi correttamente i servizi previsti, stop.
            E non mi
            sembra che questi fantomatici "sistemisti"
            si scrivono i loro OS, come invece ha fatto
            un tizio in finlandia che sta rovesciando il
            mondo dell'informatica...Spero che stai scherzando!Pretendi che tutti i sistemisti diventino programmatori espertissimi di c/c++, in modo da scriversi il proprio sistema operativo da soli ????Ma dai... scendi dalle nuvole !
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            Se c'è un bug a volte non c'è firewall che tiene, tipico caso quello di non molto tempo fa relativo a Windows su porta 80 dove bastava una semplice stringa uencode su 80.....porta già difficile da proteggiere per default....cmq non so a quanti di voi Sysadmin od affini sia ricevuta la nuova politica commeciale di Microsoft per patch, rollover, hotfix et similia.Onde evitare le pessime figure fatte in passato, vedi la patch per la patch....a Redmond hanno deciso di fare le cose bene e ....con calma.Ciò significa che eventuali patch ed hotfix per Windows tramite WindowsUpdate saranno rilasciate alla fine di ogni mese..........per cui se qualcuno nel frattempo scopre l'ennesimo Bug di Ie eo peggio del vostro fimmanate Win2003server non vi preoccupate a fine mese avrete la vostra patch...forse il concetto di veloce e subito a redmond non è ancora arrivato, sopratutto trattandosi di problemi legati ad un loro prodotto venduto al costo di una BMW e trattandosi di problemi di sicurezza, nel frattempo sperate di arrivare a fine mese con il vostro serve Win....
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            Ma chi le dice queste baggianate? I nostri server in produzione con patch installate nei tempi corretti (utilizzando anche SUS), firewall configurato come Dio comanda, GPO corretti distribuiti nei domini, non ha MAI sofferto di un attacco informatico. I nostri server Linux invece sono stati allegramente colpiti da un virus due anni fa (visto che "Linux non prende virus", non c'era installato nessun antivirus. Bella boiata!).P.S.Microsoft fa gli aggiornamenti con bollettino firmato con chiave pubblica che ti avverte ogni mese dell'uscita delle patch. Ma, se viene scoperto un bug importante l'aggiornamento viene comunque rilasciato in fretta (come è successo proprio la settimana scorsa per XP).
          • fax scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da:
            Ma chi le dice queste baggianate? I nostri server
            in produzione con patch installate nei tempi
            corretti (utilizzando anche SUS), firewall
            configurato come Dio comanda, GPO corretti
            distribuiti nei domini, non ha MAI sofferto di un
            attacco informatico. I nostri server Linux invece
            sono stati allegramente colpiti da un virus due
            anni fa (visto che "Linux non prende virus", non
            c'era installato nessun antivirus. Bella
            boiata!).Che cosa avete preso? :|
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            Questa leggenda degli amministratori che
            rendono sicuro un sistema è veramente
            squallida... Puoi chiudere tutte le porte e
            mettere tutte le patch appena escono,
            piazzare un firewall per ogni macchina, ma
            se c'è un bug nel sistema operativo non lo
            potrai vedere mai, a meno che non hai
            scritto tu il sistema operativo...Mi dispiace ma la leggenda degli amministratori che chiudono tutto il possibile è basata su un fondo di verità, quella degli amministratori che si leggono il sorgente è molto più fantasiosa, purtroppo non siamo tutti Torvalds al mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: E meno male che linux è sicuro !!

        Nessun sistema e' sicuro al 100% questo che
        sia free o a pagamento ma non e' questo il
        punto visto che mettere in ginochio un
        server windows e' sicuramente piu' semplice
        che mettere in gionchio un server *nix.

        Il fatto e' che queste cose devono
        succedere, un sistema e' sicuro sino a che
        non si dimostra il contrario ma questo serve
        a milgiorare i prodotti. Nel caso di Debian
        non lo paghi quindi non ti puoi lamentare
        nel caso di Windows se le cose non vanno mi
        incazzo lievemnte visto che non lo regalano
        e fanno le loro belle pubblicita' con i
        quatro 9 della sicurezza (99,99% di
        sicurezza)Unix è crackato di meno per una questione di radicale minor rilevanza nel mercato. In più, le piattaforme Microsoft sono culturalmente più conosciute : ci sono molte più persone che programmano con Windows, quindi diventa più facile conoscere i limiti di un sistema e come attaccarlo. Arrabbiarti per il 99,99% ? Beh, quello è business. Ognuno fà la parte sua. Però è pur vero che sulla Licenza Microsoft non c'è scritto che ti vendono un prodotto sicuro al 99,99% ... se per te non va bene, non comprarlo. Quando acquisti un PC Windows, dai indietro la copia Microsoft e fatti ridare i soldi.Poi valuta tu : io, per lavorare, ho bisogno di produrre ... ed il più velocemente possibile. Quindi mi avvalgo di strumenti che esistono piuttosto che attendere quelli che verranno e che farebbero non più di quel che già ho... In più, per produrre velocemente ho bisogno di un know-how che, nel mio caso, si accentra fortemente su Windows. Studiare nuove API semplicemente per utilizzare un'altra piattaforma che, per il mio lavoro, non mi dà nulla in più di quel che già ho, lo reputo una perdita economica.Quando GNU/Linux mi darà vantaggi sul lavoro, allorà lo userò. Adesso non c'è nulla per cui io debba passare a GNU/Linux.Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: E meno male che linux è sicuro !!
          - Scritto da: Anonimo
          .....
          Unix è crackato di meno per una questione di
          radicale minor rilevanza nel mercato. Inhttp://news.netcraft.com/archives/web_server_survey.htmlChe palle postare sempre lo stesso link......
          più, le piattaforme Microsoft sono
          culturalmente più conosciute : ci sono molte
          più persone che programmano con Windows,Non sapevo fosse necessario saper programmare per craccare un sistema.....
          quindi diventa più facile conoscere i limiti
          di un sistema e come attaccarlo. Bisognerebbe sapere come è stato craccato...
          Arrabbiarti per il 99,99% ? Beh, quello è
          business. Ognuno fà la parte sua. Però è pur
          vero che sulla Licenza Microsoft non c'è
          scritto che ti vendono un prodotto sicuro al
          99,99% ... se per te non va bene, non
          comprarlo. Quando acquisti un PC Windows,Infatti.....
          dai indietro la copia Microsoft e fatti
          ridare i soldi.Come se fosse facile..... Hai mai provato ?
          Poi valuta tu : io, per lavorare, ho bisogno
          di produrre ... ed il più velocemente
          possibile. Quindi mi avvalgo di strumenti
          che esistono piuttosto che attendere quelli
          che verranno e che farebbero non più di quelQuesto vale per tutti.....
    • BSD_like scrive:
      Sun ULTRA 30
      Ma se non conosci le modalità dell'attacco, non si può dire molto; tranne il fatto che i server con i dati più sensibili erano ben più protetti e i crackers non hanno potuto comprometterli.Se poi ciò fosse invece dovuto agli amministratori che sui server in questione hanno commesso errori? Non è che essere admin di un o.s. UNIX ti renda perfetto.Anche Slashdot oltre 2 anni fà subì un attacco riuscito su alcuni suoi server, e Slashdot gira su BSD. L'attacco riuscì perchè alcuni admin avevano lasciato agganciati alla rete externa dei server di test, i quali notoriamente essendo di test sono sprotetti.Una dimenticanza che però non centra nulla con il sistema FreeBSD.
      • BSD_like scrive:
        Re: E meno male che Linux è sicuro
        Scusate il titolo: la fretta (di andare a dormire) mi ha fatto cliccare e premere ENTER su tutto!!!E Mozilla ..................
    • ElfQrin scrive:
      Veramente...

      E immaginiamoci cosa succederebbe se linux fosse diffuso
      tanto quanto windows.... Veramente stai basando le tue conclusioni prendendo in considerazione il mercato desktop.Come webserver Linux è sicuramente più diffuso di Windows che non raggiunge neppure il 25% del totale (dati Netcraft: http://news.netcraft.com/archives/web_server_survey.html ), eppure è Windows che è stato bersaglio di worm particolarmente virulenti come Blaster. Né si può scaricare la colpa sugli amministratori: le patch escono solo DOPO che il danno è stato fatto...A proposito, sempre secondo Netcraft questo mese Microsoft ha perso un ulteriore enorme quota di mercato, arrivando a malapena a superare il 20%, dopo che uno dei maggiori domain register, register.com è passato a Linux + Apache, come già prima di lui avevano fatto Network Solutions, Webjump, Namezero, e Homestead.Se tutte queste grosse società hanno dismesso Microsoft IIS un motivo ci sarà. E' non è neppure soltanto una questione di prezzo: la stessa Microsoft si trincera dietro i server Linux di Akamai.==================================Modificato dall'autore il 24/11/2003 15.29.52
    • Anonimo scrive:
      genio, leggi qui
      - Scritto da: Anonimo
      Questo è l'ennesimo caso di un sistema linux
      che è stato compromesso.... e ciò dimostra
      che il binomio linux=sicurezza non esiste...
      sfido chiunque a dire il contrario.
      E immaginiamoci cosa succederebbe se linux
      fosse diffuso tanto quanto windows....
      riflettete gente.se ti fossi informato prima di sparare trollate, avresti scoperto che l'attacco è dovuto al fatto che qualcuno si è ritrovato tra le mani le password di accesso ai computer in questione.Linux o Winblows, Solaris o QNX, se qualcuno entra in possesso delle tue password, sei fottuto, c'è poco da fare...Comunque, per la gioia dei tuoi occhi, prova a farti un giro quihttp://www.computerworld.com/softwaretopics/os/windows/story/0,10801,53648,00.html
    • Anonimo scrive:
      Re: E meno male che linux è sicuro !!
      Linux in campo server infatti molto + diffuso di Windows, e rimane il fatto che cmq windows essendo in minoranza rispetto a Linux ha cmq ha un numero maggiore di macchine bucate lascia trasparire quanto sia insicuro Windows.Nulla e' sicuro al 100%, conta molto l' admin, ma se qualcuno con le palle si mette li a vuole a tutti i costi bucare un server prima o poi ci riesce, il problema e' che quelli con davvero le palle sono pochi e che ancor meno sono i server su cui valga la pena fare tanta fatica...La maggioranza degli attacchi che subisce una rete dopo i worm sono di scriptkiddie e lameri e cose giu' di li'.
      • Anonimo scrive:
        Re: E meno male che linux è sicuro !!
        apt-get upgrade ;)state muti winzozzziani, Debian è il S.O., tutti gli altri vostri giochini non valgono un milionesimo del prezioso codice di Woody o Sid.Piuttosto chi sa se dai server marillat il download è stato sempre UP, datemi info.
        • Anonimo scrive:
          Re: E meno male che linux è sicuro !!
          - Scritto da: Anonimo
          apt-get upgrade ;)
          state muti winzozzziani, Debian è il S.O.,
          tutti gli altri vostri giochini non valgono
          un milionesimo del prezioso codice di Woody
          o Sid.
          Piuttosto chi sa se dai server marillat il
          download è stato sempre UP, datemi info.Intanto il bel codice Open Sorcio di Linzozz DebBUG ha procurato dei danni. Brucia, vero? :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            ripeto e' colpa dell' admin e cmq 1 macchina Linux bucata (da un esterto hacker) ogni 30.000 macchine windows con un worm (scritto da un bambino) ... brucia vero ?
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo
            ripeto e' colpa dell' admin e cmq 1 macchina
            Linux bucata (da un esterto hacker) ogni
            30.000 macchine windows con un worm (scritto
            da un bambino) ... brucia vero ?la prossima volta una spalmata abbondante di vasellina e vedrai che poi non brucia più ....
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ripeto e' colpa dell' admin e cmq 1
            macchina

            Linux bucata (da un esterto hacker) ogni

            30.000 macchine windows con un worm
            (scritto

            da un bambino) ... brucia vero ?

            la prossima volta una spalmata abbondante di
            vasellina e vedrai che poi non brucia piùVedo che sei esperto in proposito....
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!

            di

            vasellina e vedrai che poi non brucia più

            Vedo che sei esperto in proposito....Certo..... usavo RED HAT....
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo

            Certo..... usavo RED HAT....ROTFL :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo
            ripeto e' colpa dell' admin e cmq 1 macchina
            Linux bucata (da un esterto hacker) ogni
            30.000 macchine windows con un worm (scritto
            da un bambino) ... brucia vero ?Non si sa niente eppure tu automaticamente dai la colpa al sysadmin anziche' al sistema ....se non vuol dire essere prevenuti questo .....
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            se anche e' colpa del sistema resta che vista la diffusione di linux e di windows sul server e visto il numero di bucati rimane lampante che linux sia cmq 1000 volte + sicuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo
            ripeto e' colpa dell' admin e cmq 1 macchina
            Linux bucata (da un esterto hacker) ogni
            30.000 macchine windows con un worm (scritto
            da un bambino) ... brucia vero ?Azzo, sei pure un veggente...facoltà comune a tutti i linzozzari :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: E meno male che linux è sicuro !!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            ripeto e' colpa dell' admin e cmq 1
            macchina

            Linux bucata (da un esterto hacker) ogni

            30.000 macchine windows con un worm
            (scritto

            da un bambino) ... brucia vero ?

            Azzo, sei pure un veggente...facoltà comune
            a tutti i linzozzari :-DErore caro mio! erore! (co' na r sola) la qualifica di veggente si addice piu' a chi parla di o.s. di cui non conosce ne puo' conoscere il codice! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: E meno male che linux è sicuro !!
      - Scritto da: Anonimo
      Questo è l'ennesimo caso di un sistema linux
      che è stato compromesso.... e ciò dimostra
      che il binomio linux=sicurezza non esiste...
      sfido chiunque a dire il contrario.
      E immaginiamoci cosa succederebbe se linux
      fosse diffuso tanto quanto windows....
      riflettete gente.prima legge sulla sicurezzaSO!=sicurezzaimbecille!
  • Anonimo scrive:
    Nulla è sicuro
    Al limite costa meno. Ma non offre garanzie totali. Quindi per chi non ha problemi economici (licenze) Linux è inutile.
    • KerNivore scrive:
      Re: Nulla è sicuro
      - Scritto da: Anonimo
      Al limite costa meno. Ma non offre garanzie
      totali. Quindi per chi non ha problemi
      economici (licenze) Linux è inutile.Complimenti per l'analisi ! E chi dice che non e' windows (ad esempio) ad essere inutile ?
      • avvelenato scrive:
        Re: Nulla è sicuro
        beh io immagino che l'iniziatore del 3d non alludesse affatto a win, esiste un fottìo di *nix che aspettano di essere utilizzati, molti di questi sicuramente migliori di linux (che rimane tuttavia una alternativa interessante e poco dispendiosa, oltre che molto flessibile)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nulla è sicuro
      - Scritto da: Anonimo
      Al limite costa meno. Ma non offre garanzie
      totali. Quindi per chi non ha problemi
      economici (licenze) Linux è inutile.Complimenti, fantastico ragionamento! Con una miriade di applicazioni poi... fammi vedere se ho capito bene: fra parentesi quello che hai in mente di ottenere (evidentemente pagando), di seguito una soluzione a buon mercato (con un buon rapporto prezzo/qualità, direbbe qualcuno).Es.: Nulla è sicuro. Al limite costa meno. Ma non offre garanzie totali. Quindi per chi non ha problemi economici (gnocca) il sesso non mercenario è inutile.Scelta ponderata, questa sconosciuta. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Nulla è sicuro
      Sembra che register.com, Network Solutions, Webjump, Namezero, e Homestead che pure prima non avevano problemi a pagare le licenze dei prodotti Microsoft, abbiano stabilito che sia Windows ad essere inutile:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=486853
    • Anonimo scrive:
      Re: Nulla è sicuro
      Di' la verita': non sei un dipendente della $CO?
    • Anonimo scrive:
      Re: Nulla è sicuro
      la sicurezza non ha un valore binario/booleano. esistono molti livelli di sicurezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nulla è sicuro
      - Scritto da: Anonimo
      Al limite costa meno. Ma non offre garanzie
      totali. Quindi per chi non ha problemi
      economici (licenze) Linux è inutile.wei hai fatto le scuole alte tu!terzo piano?vedo che oltre a warcraft e bubble bubble con i pc nn ci fai tanto...e sopratutto.. hai le idee chiare di come scegliere un SO e della sua utilita'...
  • Anonimo scrive:
    Ma a che pro craccare Debian??
    Non riesco a capirne i vantaggi economici (bloccare un progetto 100% open/free? e perché mai?) o politici (davvero qualcuno è invidioso di debian??????) Tentativo (fallito) di inserire una backdoor nel kernel? questa poi... Questi qua non hanno capito proprio niente dell'Opensource. Mi viene un sospetto...
    • KerNivore scrive:
      Re: Ma a che pro craccare Debian??
      - Scritto da: Anonimo
      Non riesco a capirne i vantaggi economici
      (bloccare un progetto 100% open/free? e
      perché mai?) o politici (davvero qualcuno è
      invidioso di debian??????)

      Tentativo (fallito) di inserire una backdoor
      nel kernel? questa poi...
      Questi qua non hanno capito proprio niente
      dell'Opensource. Mi viene un sospetto...in ordine sparso, le motivazioni possono essere :1. Sfida personale2. Farsi belli con gli amici3. Non avere niente di meglio nella vita da fare4. Voler screditare un progetto/ente/persona5. Idiozia congenita6. Poter trollare per settimane intere su PI :-)dubito fortemente che qualcuno lo farebbe per ottenere accessi a qualche sistema a cui e' interessato, perche' difficilmente una modifica in certi progetti passa inosservata, come e' stato dimostrato nei casi debian e linux kernel.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma a che pro craccare Debian??
        spero che chi ha frustrazioni informatiche represse non sfoghi il proprio sadismo/ignoranza su questo sito.con linux ci si accorge dopo poche ore di un problema di sicurezza, con i sistemi proprietari questo è impossibile, nessuno è in grado di stabilire se questi sistemi non abbiano backdoors ...concordo con l'utente che afferma "questi non hanno capito niente dell'opensource, mi viene un sospetto"chi infatti è tanto idiota da inserire codice in linux e pretendere che non se ne accorga nessuno?personalmente, credo che soltanto una entità commercialmente in concorrenza con linux ne avrebbe l'interesse.in definitiva riassumo la mia tesi dicendo che windows è intrinsecamente insicuro, (perchè non controllabile) e i sistemi aperti non sono ancora perfetti, perchè scritti da esseri umani, quindi soggetti ad errore.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma a che pro craccare Debian??

          in definitiva riassumo la mia tesi dicendo
          che windows è intrinsecamente insicuro,
          (perchè non controllabile) e i sistemi
          aperti non sono ancora perfetti, perchè
          scritti da esseri umani, quindi soggetti ad
          errore.
          Le CA emettono certificati la cui affidabiltà è direttamente proporzionale alla fiducia che si ripone nell'ente certificatore, con questi certificati milioni di persone compiono ogni giorno milioni di transazioni on-line di ogni tipo.Seguendo il tuo principio tu sei come San Tommaso che non ci crede se non ci mette il naso (ma dubito fortemente che tu legga il sorgente di tutto quello che installi). Io invece cerco di bilanciare le mie paranoie, per me intrinsecamente insicuro è qualcosa che nel tempo ha dimostrato di esserlo, ad esempio tutti i bachi di win98 o IE eccetera, ma anche tutto quel codice che un programmatore smaliziato può in pochi minuti modificarmi e compilarmi su una macchina in produzione, cosa che sotto win non è possibile.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma a che pro craccare Debian??

          spero che chi ha frustrazioni informatiche
          represse non sfoghi il proprio
          sadismo/ignoranza su questo sito.
          con linux ci si accorge dopo poche ore di un
          problema di sicurezza, Ne dubito...
          concordo con l'utente che afferma "questi
          non hanno capito niente dell'opensource, mi
          viene un sospetto"
          chi infatti è tanto idiota da inserire
          codice in linux e pretendere che non se ne
          accorga nessuno?
          personalmente, credo che soltanto una entità
          commercialmente in concorrenza con linux ne
          avrebbe l'interesse.Bel modo di nascondersi dietro un dito... se proprio vuoi essere esplicito cita pure Microsoft come probabile indiziata di tutto ciò (e non venirmi a dire che intendevi altro o qualche altra società).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a che pro craccare Debian??
      Mah... così su due piedi mi verrebbero in mente 2 teorie1) Debian è universalmente riconosciuta come una delle distro + sicure se non la più sicura. Sappiamo tutti che per esigenze di stabilità e sicurezza gli aggiornamenti vengono fatti molto (troppo) di rado in confronto alla velocità con cui il software del pinguino sta crescendo. Ma craccare un sistema che punta tutto sull'affidabilità, anche a dispetto della modernità, può esssere vista come una sfida entusiasmante per un haker (cracker in questo caso)2) Un tipo chissà come si è trovato per le mani le password di root dei server debian e dato che nei server suse non funzionavano non funzionavano è entrarto su debian.org :)bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma a che pro craccare Debian??
      - Scritto da: Anonimo
      Non riesco a capirne i vantaggi economici
      (bloccare un progetto 100% open/free? e
      perché mai?) o politici (davvero qualcuno è
      invidioso di debian??????)

      Tentativo (fallito) di inserire una backdoor
      nel kernel? questa poi...
      Questi qua non hanno capito proprio niente
      dell'Opensource. Mi viene un sospetto...Ah giusto perche invece craccare WIN da molti vantaggi.Presumendo che cio sia vero, è come ammettere da che fascia di utenti partono gli attacchi verso WIN.Mi spiace ma non è eticamente corretto attaccare un sistema per poi dire "ecco visto..? Non è sicuro: tantè che "qualcuno" lo ha attaccato.." mentre "...l'altro sistema è sicuro perche "nessuno" lo attacca mai..."Scusate ma questa si chiama demagogia: prima o poi potrebbe apparire evidente chi sono questi "qualcuno" o "nessuno" e non sarebbe bello (per loro..).
Chiudi i commenti