Da Intel nuovi chip per ultraportatili

Il chipmaker ha aggiornato la sua famiglia di Pentium M e ha introdotto due nuovi Celeron per notebook che condividono la stessa architettura dei primi
Il chipmaker ha aggiornato la sua famiglia di Pentium M e ha introdotto due nuovi Celeron per notebook che condividono la stessa architettura dei primi


Tokyo (Giappone) – Durante il Developer Forum di Tokyo Intel ha annunciato l’introduzione di alcuni nuovi modelli di processore dedicati ai notebook ultraleggeri.

Nella famiglia dei Pentium M il chipmaker ha inserito un nuovo modello Low Voltage (LV) a 1,3 GHz (284$) e un modello Ultra-Low Voltage (ULV) a 1,1 GHz (262$). La famiglia dei Celeron M si arricchisce invece di un modello standard a 1,4 GHz (134$) e di una versione ULV a 900 MHz (161$).

Tutti e quattro i processori sono basati sulla stessa architettura, nota con il nome in codice di Banias, e vengono prodotti con un processo a 0,13 micron.

Intel ha esteso per la prima volta ai Celeron la tecnologia alla base dei Pentium M lo scorso dicembre, quando ha lanciato un Celeron M ULV a 800 MHz. L’adozione di un core comune permetterà al chipmaker di Santa Clara di tagliare i costi di produzione.

Il nuovo Celeron M ULV viene già adottato da alcuni produttori di Tablet PC, fra cui Motion Computing, come alternativa più efficiente del PIII-M e più economica del Pentium M; un processore quest’ultimo, con cui la nuova versione del Mobile Celeron condivide la velocità del bus di sistema, pari a 400 MHz, e i chipset di supporto.

Rispetto ad un Pentium M, il Celeron di ultima generazione gira a frequenze sensibilmente inferiori e impiega una ridotta quantità di cache L2: 512 KB contro 1 MB.

Il Pentium M LV consuma 12 watt e opera ad una tensione di 1,18 volt, mentre le versioni ULV di Pentium M e Celeron M consumano 7 watt e operano a 1 volt. Il Celeron a 1,4 GHz consuma invece 24,5 watt e ha una tensione di 1,3 volt.

I processori ULV possono funzionare anche senza ventola di raffreddamento e sono particolarmente adatti per essere utilizzati all’interno degli ultraportatili, dei subnotebook e dei Tablet PC.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 04 2004
Link copiato negli appunti