Da Intel nuovi tool per il multithreading

Il chipmaker rilascia nuove versioni dei propri tool per lo sviluppo di applicazioni multithreading, capaci di sfruttare appieno le potenzialità dei nuovi processori multi-core

Santa Clara (USA) – Intel ha aggiornato la propria famiglia di software per lo sviluppo di applicazioni multithreading, famiglia che comprende compilatori, librerie, analyzer e ottimizzatori di codice. I nuovi prodotti lanciati sul mercato sono il Threading Building Blocks 1.0 per Windows, Linux e Mac OS X, il Thread Checker 3.0 per Windows e Linux e il Thread Profiler 3.0 per Windows.

Threading Building Blocks 1.0 è una libreria runtime C++ che semplifica lo sviluppo di codice capace di sfruttare le capacità multithreading delle nuove generazioni di CPU multi-core. Fornisce algoritmi per la parallelizzazione e strutture dati ottimizzate per il multithreading che, secondo il colosso californiano, possono incrementare le performance di un’applicazione fino al 40%.

Threading Building Blocks supporta codici binari compilati in C, C++ e Fortran, ed è compatibile con i modelli di threading Win32 (Windows), POSIX (Linux) e OpenMP.

Thread Checker 3.0 è uno strumento che aiuta gli sviluppatori a definire dove e come ottimizzare il codice per il multithreading. Una volta che l’applicazione è stata sviluppata, il software analizza il codice a 32 o a 64 bit per individuare errori e altre imperfezioni che possono compromettere l’efficienza dei motori multithreading dei più recenti processori di Intel.

Thread Profiler 3.0 è invece stato pensato per controllare il codice delle applicazioni multithreading pre-esistenti e verificare che queste siano ottimizzate per le più recenti CPU di Intel. Il programma identifica le parti di codice che possono essere migliorate, individuando come i vari thread interagiscono tra di loro e con la piattaforma di sviluppo.

Tutti i nuovi tool di Intel sono compatibili con Microsoft Visual Studio 2005 e supportano il codice x86 a 32 e a 64 bit.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Buon per VIA.
    Finalmente potrà allargare il mercato delle sue CPU low power - low cost grazie alla disponibilità di un socket di ampia diffusione.Buon anche per i cinesi, che potranno, per esempio, razionalizzare producendo linee uniche di mobo, dotandole di CPU low cost per il mercato interno, ma rendendole ugualmente appetibili per il mercato occidentale che potrebbe montarvi le più performanti, ma più costose, CPU AMD originali.Buon per l'utente che avrà la possibilità di informatizzarsi con un investimento iniziale più basso e ampie possibilità di upgrade futuri.
  • Anonimo scrive:
    AMD e le GPCPU=un incubo
    E sembra che Intel abbia iniziato un progetto analogo per il futuro, integrare le GPU nelle CPU. La più grossa idiozia che si potesse fare, AMD la inizia ed Intel la segue se la gente sarà tanto idiota da comprare le GPCPU quando usciranno. Problemi principali di GPCPU per qualsiasi utente:1) Enorme energia consumata e calore sprigionato, almeno da 300Watt a 500Watt in idle.. come diavolo si raffredderà una grossa GPCPU ? Le nuove GPU ATI e Nvidia in uscita nei prossimi mesi consumeranno infatti 250Watt solo loro e necessiteranno di alimentatore esterno !! Ditemi voi, integrare 'sta roba dentro una CPU mentre nel contempo si aumenta il numero di core e già dal 2007 potrebbero uscire le CPU ad 8-core... 2) Volete cambiare scheda video per un nuovo gioco? Dovrete cambiare la vostra GPCPU per poterlo fare. 3) La RAM per la GPCPU quale sarà ? La RAM di sistema o un nuovo slot sulla motherboard dedicato alla parte GPU della GPCPU con un bus dedicato ? (FSB, CSI o HyperTransport che sia...)
    • Anonimo scrive:
      Re: AMD e le GPCPU=un incubo
      servirebbe per piccoli sistemi come palmari cellulari o al max pc da ufficio...consuma sicuramente meno che avere i componenti separati. gran trovata invece.
  • Alessandrox scrive:
    Coprocessori esterni, a volte ritornano
    Se non sbaglio e' dalla fine delle vecchie e piu' economiche serie dei 486 (ricordiamo il 487 che era in realta' un 486DX completo e il famoso weitek) che non se ne sente piu' parlare, almeno per le architetture x86...pero' in effetti con l' evoluzione odierna dei bus , potendo connettere tanti dispositivi tra loro come se fossero integrati fisicamente senza piu' colli di bottiglia e problemi prestazionali ritornano quindi utili nell' ambito di architetture flessibili, prestanti ed economiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Coprocessori esterni, a volte ritorn
      - Scritto da: Alessandrox
      Se non sbaglio e' dalla fine delle vecchie e piu'
      economiche serie dei 486 (ricordiamo il 487 che
      era in realta' un 486DX completo e il famoso
      weitek) che non se ne sente piu' parlare, almeno
      per le architetture
      x86...
      pero' in effetti con l' evoluzione odierna dei
      bus , potendo connettere tanti dispositivi tra
      loro come se fossero integrati fisicamente senza
      piu' colli di bottiglia e problemi prestazionali
      ritornano quindi utili nell' ambito di
      architetture flessibili, prestanti ed
      economiche.Non ha molto senso veramente montare coprocessori quando le architetture delle CPU stanno diventando massicciamente multicore e nel 2009 avremo probabilmente CPU a 32 core.
      • Anonimo scrive:
        Re: Coprocessori esterni, a volte ritorn
        - Scritto da:

        - Scritto da: Alessandrox

        Se non sbaglio e' dalla fine delle vecchie e
        piu'

        economiche serie dei 486 (ricordiamo il 487 che

        era in realta' un 486DX completo e il famoso

        weitek) che non se ne sente piu' parlare, almeno

        per le architetture

        x86...

        pero' in effetti con l' evoluzione odierna dei

        bus , potendo connettere tanti dispositivi tra

        loro come se fossero integrati fisicamente senza

        piu' colli di bottiglia e problemi prestazionali

        ritornano quindi utili nell' ambito di

        architetture flessibili, prestanti ed

        economiche.

        Non ha molto senso veramente montare coprocessori
        quando le architetture delle CPU stanno
        diventando massicciamente multicore e nel 2009
        avremo probabilmente CPU a 32
        core.Ma anche no, visto che all'aumentare dei core sono necessari sistemi di coordinazione dei dati e condivisione dele cache che oltre certi limiti portano via troppe risorse.
        • Anonimo scrive:
          Re: Coprocessori esterni, a volte ritorn
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da: Alessandrox


          Se non sbaglio e' dalla fine delle vecchie e

          piu'


          economiche serie dei 486 (ricordiamo il 487
          che


          era in realta' un 486DX completo e il famoso


          weitek) che non se ne sente piu' parlare,
          almeno


          per le architetture


          x86...


          pero' in effetti con l' evoluzione odierna dei


          bus , potendo connettere tanti dispositivi
          tra


          loro come se fossero integrati fisicamente
          senza


          piu' colli di bottiglia e problemi
          prestazionali


          ritornano quindi utili nell' ambito di


          architetture flessibili, prestanti ed


          economiche.



          Non ha molto senso veramente montare
          coprocessori

          quando le architetture delle CPU stanno

          diventando massicciamente multicore e nel 2009

          avremo probabilmente CPU a 32

          core.

          Ma anche no, visto che all'aumentare dei core
          sono necessari sistemi di coordinazione dei dati
          e condivisione dele cache che oltre certi limiti
          portano via troppe
          risorse.Sì, vabbè. Allora il clustering lo si fa per che motivo ?
  • Anonimo scrive:
    Tra i due litiganti...
    ... il terzo gode!!!Il terzo siamo noi utenti, ovviamente!
  • Anonimo scrive:
    L'idea è talmente buona...
    ...che intel ha tre sole alternative:1) copiarla2) denigrarla3) copiarla e denigrarla facendo finta che sia completamente diversa e peggiore della sua versione.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è talmente buona...
      - Scritto da:
      ...che intel ha tre sole alternative:
      1) copiarla
      2) denigrarla
      3) copiarla e denigrarla facendo finta che sia
      completamente diversa e peggiore della sua
      versione.L'idea è un'idiozia e se Intel seguirà AMD come sembra che sia sarà un disastro per il mercato e per gli utenti. Le GPCPU che consumano 300-500Watt saranno un incubo per chiunque. Hai idea di quanto calore dissipano ? Oltre al fatto che servirà un alimentatore da 1000Watt solo per accendere il PC !!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'idea è talmente buona...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...che intel ha tre sole alternative:

        1) copiarla

        2) denigrarla

        3) copiarla e denigrarla facendo finta che sia

        completamente diversa e peggiore della sua

        versione.

        L'idea è un'idiozia e se Intel seguirà AMD come
        sembra che sia sarà un disastro per il mercato e
        per gli utenti. Le GPCPU che consumano
        300-500Watt saranno un incubo per chiunque. Hai
        idea di quanto calore dissipano ? Oltre al fatto
        che servirà un alimentatore da 1000Watt solo per
        accendere il PC
        !!ma ancora posti sta' roba !!!Pensa a dispositivi portatili, palmari, cellulari, notebook, pc estremamente economici, ecc...Non si gioca solo con il pc sai ??? e non mi dire che fai 3d o grafica perche' non ci credo, qui hanno tutti la risposta pronta !!!
  • Anonimo scrive:
    Open
    Anche nell'HW, l'open permette di spingere sull'acceleratore del progresso...
  • Anonimo scrive:
    L'acquistizione di ATI
    abbiamo capito perchè AMD ha acquisito ATI. Supporto grafico pieno ed interno all'azienda di questa tecnologia applicata ai chip video.Praticamente metteremo su un socket la CPU, sull'altro il chip grafico e poi, perchè no, chip dedicati alle applicazioni che usiamo di più ( chip crittografici, editing video, e magari cell, per far girare i giochi play su altre piattaforme..)Se sfruttata bene (soprattutto per i costi di licenza) potrebbe essere la fine delle schede AGP, PCIe PCI express sostituite da chip inseriti in un socket universale sulla shceda madre
  • ZeuZ scrive:
    Cell su socket AMD !!!
    Cell al posto dell'Opteron e se liberalizza abbastanza su socket Athlon ci si metteranno pure i cinesi col loro GODSON 2, 3, 4 etc etc.Stavolta AMD l'ha (ri)pensata giusta, chi si ricorda i vecchi 286, 386, 486 quando INTEL® li permetteva in licenza AMD, Texas, Nec...Molta concorrenza molto onore (cylon).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 settembre 2006 01.46-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Cell su socket AMD !!!
      - Scritto da: ZeuZ
      Cell al posto dell'Opteron e se liberalizza
      abbastanza su socket Athlon ci si metteranno
      pure i cinesi col loro GODSON 2, 3, 4 etc
      etc.penso che sarà un bel lavoro, visto che Cell ha poco a che fare , come struttura, ad un x86...ma quando sarà possibile farlo... CHE POTENZA SPAVENTOSA! se poi lo metti in OpenGrid....viene fuori una cosa paurosa!
      • Anonimo scrive:
        Re: Cell su socket AMD !!!
        Ancora con sta bufala del CELL ????Bah
        • Anonimo scrive:
          Re: Cell su socket AMD !!!
          - Scritto da:
          Ancora con sta bufala del CELL ????
          BahHAHA boxaro geloso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cell su socket AMD !!!
            rotflil cell è utile in alcune applicazione specifiche e ben delimitate, non certo per general purpouse.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cell su socket AMD !!!
            infatti per il general purpose hai sulla stessa mobo un atlhon. Il cell potrebbe "attivarsi" solo per il calcolo vetoriale e soprattutto per i giochi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cell su socket AMD !!!

            infatti per il general purpose hai sulla stessa
            mobo un atlhon. Il cell potrebbe "attivarsi" solo
            per il calcolo vetoriale e soprattutto per i
            giochi.attiva dev/brain :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Cell su socket AMD !!!
            su socket amd sarà difficile, ma io spero che il cell prenda piede sul serio. già poco fa ho letto di IBM che utilizzava il cell per il suo supercomputer...e poi a chi dice che il cell non è general purpose io non solo dico che invece lo è ma anche che, se nelle applicazioni che richiedono calcoli 3D è spaventosamente potente, pure nelle applicazioni "normali" è comunque meglio di un x86. non lo dico io ma il mio prof di architettura degli elaboratori, nonchè i vari testi universitari in circolazione, che citano l'x86 come una vera e propria porcheria.comunque leggete qui:http://www.dinoxpc.com/Tests/PROCESSORI/CellArchitecture/pag14.asp
          • Anonimo scrive:
            Re: Cell su socket AMD !!!
            - Scritto da:
            rotfl

            il cell è utile in alcune applicazione specifiche
            e ben delimitate, non certo per general
            purpouse.chiacchiericcio cacofonico stile "patetici sfigati" (lo dice google, eh!http://www.google.it/search?q=%22patetici+sfigati%22&start=0&ie=utf-8&hl=it&oe=utf-8http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1663111&r=PI) disinformati...http://en.wikipedia.org/wiki/Cell_microprocessor
          • avvelenato scrive:
            Re: Cell su socket AMD !!!
            - Scritto da:
            rotfl

            il cell è utile in alcune applicazione specifiche
            e ben delimitate, non certo per general
            purpouse.Tanto non serve a nulla o quasi senza developer che ci si mettano, e dubito che tu sia un cliente tanto verticale da poterti permettere di assumere società intere per sviluppare soluzioni custom cell-based per i tuoi problemi computazionali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cell su socket AMD !!!
            - Scritto da:
            rotfl

            il cell è utile in alcune applicazione specifiche
            e ben delimitate, non certo per general
            purpouse.Appunto, come coprocessore sarebbe perfetto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cell su socket AMD !!!
      e che te ne fai?
Chiudi i commenti