Dagli USA un'antenna per captare la luce

Si tratta di un'antenna composta da nanotubi di carbonio che, invece delle onde radio, è in grado di intercettare la luce dello spettro visibile. Si aprono le porte alla TV ottica?

Boston – Un’antenna capace di operare in modo analogo a quelle tradizionali ma che, invece di onde radio, capta la luce visibile. È quanto hanno messo a punto alcuni ricercatori americani del Boston College servendosi di nanotubi in carbonio, uno dei materiali più promettenti nel settore delle nanotecnologie.

In un articolo apparso sul Physics News Update , una pubblicazione dell’ American Institute of Physics , il team di scienziati ha spiegato che l’antenna di nuova concezione potrebbe essere utilizzata, in futuro, per la trasmissione ottica di contenuti broadcast, come la TV digitale, o per convertire la luce in energia elettrica in modo più efficiente dei metodi oggi conosciuti.

Una matrice di nanotubi in carbonio capaci di funzionare come una sorta di antenna radio per captare la luce visibile “La dimensione di un’antenna radio, tranne alcune eccezioni, è uguale alla lunghezza d’onda dell’onda radio ricevuta o ad una sua giusta frazione: dato che in genere le onde radio utilizzate per le trasmissioni radio e TV hanno lunghezze d’onda nell’ordine dei metri, la costruzione di antenne adatte alla la loro ricezione non rappresenta un problema”, ha spiegato Yang Wang, uno dei ricercatori impegnati nel progetto. “Le lunghezza d’onda della luce sono invece nell’ordine delle centinaia di nanometri, e pertanto costruire un’antenna efficiente ed economica capace di captarle è tutt’altro che semplice”.

Gli scienziati americani sostengono che la risposta a questo problema è data dalla costruzione di antenne costituite da una matrice di nanotubi in carbonio nei quali la luce in ingresso genera flebili correnti elettriche che possono poi essere amplificate.

Come si è anticipato, fra le prime applicazioni pratiche proposte dai ricercatori del Boston College vi è la trasmissione di segnali TV attraverso l’utilizzo di un fascio laser trasmesso per mezzo di fibre ottiche e demodulato da una matrice di nanotubi installati presso l’abitazione dell’utente. Questa soluzione, secondo gli scienziati, potrebbe risultare più economica rispetto all’impiego di altre tecnologie e consentirebbe la trasmissione di un elevato numero di canali ad alta o altissima definizione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Crazy scrive:
    La pellicola e` gia` un Ricordo,i Disc..
    Ciao a Tutti,secondo me, le VideoCamere Digitali avranno un gran futuro come lo hanno ora le Macchine Fotografiche Digitali.Io ho avuto un paio di Macchine Fotografiche normali, ma nel giro di svariati anni ho scattato si e no un migliaio di Foto, anzi, sicuramente meno, specialmente perche` c'era sempre la rogna di dover portare il Rullino a sviluppare e ci si spendevano bei soldi per lo sviluppo, aggiungici poi il costo del rullino nuovo...Lo steso e` valso per la VideoCamera che abbiamo da ormai 10 anni e con cui abbiamo girato al massimo 3 ore di Video perche` poi c'era sempre la rogna di stare li` a comperare le Cassettine e poi trasferirle in Videocassetta pagando ovviamente pure quella.Quando arrivera` in commercio la VideoCamera della JVC non ci saranno piu` i costi, scarichi i Video nel Computer e te li guardi quando vuoi senza doverci pensare molto.Oltretutto, se ci penso, le Foto su carta sono finite quasi tutte in uno scatolone dimenticato, almeno quelle Digitali le rivedo quando mi scatta lo ScreenSaver...Per me, comunque in Futuro non ci sara` piu` spazio nemmeno per CD e DVD, il futuro e` tutto nelle memoria Flash.DISTINTI SALUTI
    • LaNberto scrive:
      Re: La pellicola e` gia` un Ricordo,i Disc..
      - Scritto da: Crazy
      Ciao a Tutti,
      secondo me, le VideoCamere Digitali avranno
      un gran futuro come lo hanno ora le Macchine
      Fotografiche Digitali.
      Io ho avuto un paio di Macchine Fotografiche
      normali, ma nel giro di svariati anni ho
      scattato si e no un migliaio di Foto, anzi,
      sicuramente meno, specialmente perche` c'era
      sempre la rogna di dover portare il Rullino
      a sviluppare e ci si spendevano bei soldi
      per lo sviluppo, aggiungici poi il costo del
      rullino nuovo...
      Lo steso e` valso per la VideoCamera che
      abbiamo da ormai 10 anni e con cui abbiamo
      girato al massimo 3 ore di Video perche` poi
      c'era sempre la rogna di stare li` a
      comperare le Cassettine e poi trasferirle in
      Videocassetta pagando ovviamente pure
      quella.
      Quando arrivera` in commercio la VideoCamera
      della JVC non ci saranno piu` i costi,
      scarichi i Video nel Computer e te li guardi
      quando vuoi senza doverci pensare molto.
      Oltretutto, se ci penso, le Foto su carta
      sono finite quasi tutte in uno scatolone
      dimenticato, almeno quelle Digitali le
      rivedo quando mi scatta lo ScreenSaver...
      Per me, comunque in Futuro non ci sara` piu`
      spazio nemmeno per CD e DVD, il futuro e`
      tutto nelle memoria Flash.
      DISTINTI SALUTICon tutto il ripsetto, mi pare che tu sias rimasto molto indietro. le telecamere digitali sono state una tecnologia matura prima delle fotocamere, e basta un vaetto per trasferire tutto il filmato o spezzoni di esso sul computer, a una qualità che è molto più alta dei filmatazzi MPEG2 generati da queste telecamerine.
  • Anonimo scrive:
    Per ora è una ciofeca, ma...
    Ora non è ne una videocamera ne una fotocamera:Una vera videocamera registra su nastri miniDV in cui 1 ora viene scritta su un nastro da 36 Gb, mi immagino la qualità che si può raggiungere comprimendo un ora su 4 Gb...Una fotocamera fa foto 4-5 milioni di pixel, mentre questa su 2 e con un'ottica da videocamera (cioè con un bello zoom ma senza il più minimo grandangolo, che è molto scomodo, ve lo assicuro).Quindi, questo prodotto mi sembra un po' una collezione di limiti: alla fotocamera vengono imposti i limiti della viedocamera (pochi pixel, no grandangolo) e alla videocamera quelli della fotocamera (scarasa qualità video), però l'idea è interessante, soprattutto lo sarà se i giga cominciano a pasare da 4 a 80 :-)matteo
    • Anonimo scrive:
      Re: Per ora è una ciofeca, ma...
      36 Gyga?Pecatto che poi comunque converti il tutto in DVD...E che la qualità DVD su TV videocomposito sia ulteriormente degradata...
      • Anonimo scrive:
        Re: Per ora è una ciofeca, ma...
        - Scritto da: Anonimo
        36 Gyga?In effetti i giga sono solo 12 ....
        Pecatto che poi comunque converti il tutto
        in DVD...Però forse è meglio fare i le elaborazioni intermedie con una qualità maggiore, e poi comprimere tutto alla fine, non credi ?
        E che la qualità DVD su TV
        videocomposito sia ulteriormente
        degradata...Beh, magari la tecnologia delle televisioni prima o poi si evolverà (più prima che poi, visto che sui televisori LCD e al plasma trovi già l'ingresso digitale HDMI)... e comunque per fare un esempio io i filmati che faccio li vedo sul computer, quindi niente segnale videocomposito...Quindi a parte i 36GB, il discorso che faceva è giusto, e penso che una videocamera con un HD da 80GB sarebbe una ottima cosa. P.S. Mi chiedo perchè sulle videocamere si pongono il problema delle vibrazioni su un eventuale HD, mentre lo stesso HD vogliono cacciarlo a forza dentro un telefonino... bah...
      • LaNberto scrive:
        Re: Per ora è una ciofeca, ma...
        - Scritto da: Anonimo
        36 Gyga?

        Pecatto che poi comunque converti il tutto
        in DVD...

        E che la qualità DVD su TV
        videocomposito sia ulteriormente
        degradata...
        Solo se usi un codec ciofeca e non sei capace di impostare una compressione adeguata. Inoltre ogni livello di montaggio su MPEG 2 degraderebbe ulteriormente l'immagine.Certo, non tutti possono lavorare in digital betacam... Ma il Dv per quasi tutti gli usi va più che bene.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per ora è una ciofeca, ma...
          Dipende da come viene codificato l'MPEG2.Nel migliore dei casi non avviene una ricompressione.E quindi non avrai perdita di qualità.Inoltre, la vera difficoltà sta nel fatto che una volta esauriti gli enne gyga, la telecamera smette di funzionare.Mentre con una SD o CF, il film me lo copio in un digital wallet...Cmq. ho letto in un sito americano che la JVC costerà circa 1300 dollari...
          • LaNberto scrive:
            Re: Per ora è una ciofeca, ma...
            - Scritto da: Anonimo
            Dipende da come viene codificato l'MPEG2.
            Nel migliore dei casi non avviene una
            ricompressione.
            beh, prova ad aggiungere transizioni, sovraimpressioni otitoli e poi dimmi
    • avvelenato scrive:
      Re: Per ora è una ciofeca, ma...
      - Scritto da: Anonimo
      Ora non è ne una videocamera ne una
      fotocamera:
      Una vera videocamera registra su nastri
      miniDV in cui 1 ora viene scritta su un
      nastro da 36 Gb, mi immagino la
      qualità che si può raggiungere
      comprimendo un ora su 4 Gb...
      Una fotocamera fa foto 4-5 milioni di pixel,
      mentre questa su 2 e con un'ottica da
      videocamera (cioè con un bello zoom
      ma senza il più minimo grandangolo,
      che è molto scomodo, ve lo assicuro).
      Quindi, questo prodotto mi sembra un po' una
      collezione di limiti: alla fotocamera
      vengono imposti i limiti della viedocamera
      (pochi pixel, no grandangolo) e alla
      videocamera quelli della fotocamera (scarasa
      qualità video), però l'idea
      è interessante, soprattutto lo
      sarà se i giga cominciano a pasare da
      4 a 80 :)
      matteonon sono d'accordo con la tua analisi.per adesso questa videocamera è una videocamera. Non può esser considerata fotocamera per le osservazioni sul ccd e sull'obiettivo che tu stesso hai fatto.il fatto invece che la videocamera in questioni salvi in formato mpeg2 invece che in mini-dv è ininfluente sulla classificazione del prodotto.infatti l'mpeg2 è il compromesso ideale in questo campo, nel quale la logica embedded non ha raggiunto la complessità sufficiente (a parità d'autonomia di consumi) nell'encoding con codec superiori. Questa è la soluzione ideale per chi vuole girare un dvd senza troppi ravanamenti e post-elaborazione. Il montaggio non richiede re-encoding, quindi alla fine della fiera la soluzione ha una sua ragion d'essere.infatti avrebbero benissimo potuto realizzare una videocamera con interfaccia per dischi da 2 1/2 ", con i quali registrare fino a 80gb di filmato, e magari upgradabile (così quando usciranno i 2 1/2 da 100gb si gode :D ). Ma avrebbe avuto una nicchia d'uso differente... non sarebbe stato più un gadget per ricchi e un ausilio per fotografi che esaltati dalla tecnologia si improvvisano registi ai matrimoni (ne ho visti tanti di filmini triiiiiiiisti! :( ), e possono produrre le loro porcate più velocemente.le dimensioni meno striminzite avrebbero lasciato lo spazio per ottiche professionali e ccd con le gonadi pentadimensionali... ma immagina te il costo di ciò che sto descrivendo.... (e probabilmente nel mercato pro esiste già qualcosa del genere...)
  • Anonimo scrive:
    complimenti... :(
    Siamo sempre lì.... il problema non sono tanto gli urti, quanto la durata della vita del drive.Com le cassette, quando una è marcia la butti via. Con l'hard disk come la mettiamo? Devo smontare tutto? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: complimenti... :(
      - Scritto da: Anonimo
      Siamo sempre lì.... il problema non
      sono tanto gli urti, quanto la durata della
      vita del drive.
      Com le cassette, quando una è marcia
      la butti via. Con l'hard disk come la
      mettiamo? Devo smontare tutto? :|Da quanto si puo' capire dall'articolo, la videocamera salva su Microdrive, cioe' su un "hard disk" nell'involucro di una compact flash. Quindi piccolo e facilmente sostituibile.Leto
      • Anonimo scrive:
        Re: complimenti... :(

        Da quanto si puo' capire dall'articolo, la
        videocamera salva su Microdrive, cioe' su un
        "hard disk" nell'involucro di una compact
        flash. Quindi piccolo e facilmente
        sostituibile.

        LetoE costoso assatanato
Chiudi i commenti