Dal pancione esce il bambino 3D

Una nuova tecnologia promette di consentire ai genitori di tastare il nascituro attraverso immagini 3D molto speciali. Un sistema proposto come una rivoluzione, a partire dai videogiochi


Albuquerque (Nuovo Messico) – Novint Technologies , un’azienda specializzata nello sviluppo di tecnologie che si potrebbero definire con il termine – ormai in disuso – di “realtà virtuale”, ha annunciato un nuovo sistema tridimensionale che, a suo dire, può permettere ai genitori di toccare e vedere il loro bambino prima ancora che questo sia nato.

La tecnologia, denominata e-Touch, converte gli ultrasuoni applicati al pancione della neo mamma in immagini tridimensionali che possono essere “toccate”.

L’immagine 3D del bambino è ottenuta dalla sovrapposizione di più immagini bidimensionali alle quali il computer applica poi, come passaggio finale, gli attributi fisici del feto. Attraverso un dispositivo tattile simile ad un braccio robotico, i genitori del bambino possono interagire con l’immagine tridimensionale e percepirne, al tatto, la fisionomia. In questo modo è possibile sentire, secondo Tom Anderson, il fondatore di Novint, il naso o le labbra del nascituro.

Anderson sostiene che la reale importanza di questa tecnologia sta nel consentire ai medici la diagnosi precoce di eventuali malattie o malformazioni senza la necessità di ricorrere a esami invasivi.

Questa stessa tecnologia, afferma Anderson, potrebbe venir utilizzata anche in altri tipi di procedure mediche, come la mammografia o la pianificazione di interventi chirurgici.

Sebbene in campo medico alcuni siano scettici sulla reale efficacia di una tecnologia basata sugli ultrasuoni, considerati troppo approssimativi, Novint sembra pronta a sviluppare altre tecnologie analoghe a e-Touch da proporre in molti altri campi, fra cui quello videoludico, dentistico, meccanico e artistico.

Anderson sostiene infatti che, attraverso questa tecnologia, sarà possibile “toccare” i prodotti venduti on-line o consentire ai propri bambini di giocare e interagire con balocchi virtuali.

Fino ad oggi, però, sono ben poche le tecnologie di realtà virtuale ad aver raggiunto il mercato di massa. Questa farà eccezione?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    che tecnologia....
    si vede che non hanno proprio niente da fare.... (tutti il giorno a grattarseli...)ma non li hanno creati ancora gli occhiali con i tergicristalli e le lucine? ah no, lo hanno già fatto i giapponesi!
  • Anonimo scrive:
    uè che strunzata!!!
    mannaggia al porco tonino scarotone!che minghia me ne faccio di un ventilatore per le mani
  • Anonimo scrive:
    Viva le idee copiate..
    Tempo fa avevo trovato su un sito un piccolo tutorial che spiegava come inserire una ventola (quelle per i vecchi pentium1) dentro un mouse della Microsoft, facendo i fori, spiegando quali erano i cavi della ps/2 per prendere i voltaggi etc....Di fatto avevo provato (con un altro mouse), e non era venuto neanche tanto male.. spendendo ? 0 :)Copiare le idee rulez :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva le idee copiate..
      http://hw.metku.net/rottaflekti/index_eng.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva le idee copiate..

      Copiare le idee rulez :|c'e di meglio...la si spaccia per idea propria e la si brevetta anche...che schifocerta gente la metterei su un razzo e la spedirei direttamente a brucciare nel sole...
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    Ma si tratta di nYco, come segnalato sul link al relativo sito web; o di NIKON, la noto casa produttrice di apparecchiature fotografiche ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la redazione
      Si tratta di nYco! Grazie per la segnalazione, abbiamo corretto ;-)- Scritto da: La Skeccia
      Ma si tratta di nYco, come segnalato sul
      link al relativo sito web; o di NIKON, la
      noto casa produttrice di apparecchiature
      fotografiche ???
  • Anonimo scrive:
    tastiere e mouse!
    ... e perche' no, anche le sedie!aria aria aria!:)
    • Anonimo scrive:
      Re: tastiere e mouse!
      - Scritto da: gix
      ... e perche' no, anche le sedie!Questo genererebbe dei problemi, infatti le correnti di aria fredda dal basso verso l'altro provenienti dalla sedia, si scontrerebbero con le correnti di aria calda dall'alto verso il basso provenienti dal... vabbè. Questo porterebbe a isolate turbolenze con rischio di precipitazioni locali e altri fenomeni micro-cliclonici. Certo l'acqua piovana e il vento si porterebbero sfruttare per il raffreddamento del joypad e del PC/console ma occorrerebbe renderli impermeabili, con conseguente aumento di costi.
      • Anonimo scrive:
        Re: tastiere e mouse!

        Questo genererebbe dei problemi...
        renderli impermeabili, con conseguente
        aumento di costi.AHAHAHAHAHAHHA!Davvero mitico. Complimenti.Burp!
  • Anonimo scrive:
    questa notizia mi ricorda...
    ritorno al futuro II!!!Ve la ricordate la scena di quando Marty McFly si mette il giubbotto autoasciugante?Io spero che nel futuro di pensi ad altro, altro che joypad asciutti...
  • Anonimo scrive:
    fondamentale
    più che per evitare di perdere la presa nei momenti essenziali, penso che il vantaggio principale sarà durante lo scambio del joypad tra giocatori.infatti a me sudano davvero molto le mani mentre gioco e più di una volta ho notato una smorfia di disgusto nel giocatore successivo che si è trovato in mano questa specie di anguilla calda e plasticosa.bella lì!
Chiudi i commenti