Dard direttore PA locale in MS Italia

Nomina

Milano – Microsoft Italia annuncia la nomina di Paolo Dard quale Direttore Pubblica Amministrazione Locale. Dard avrà la responsabilità del mercato degli Enti Pubblici Locali, delle Istituzioni Regionali, e delle Utilities, coordinando le iniziative di Microsoft e dei propri Partner presenti su tutto il territorio italiano.

“Paolo Dard – si legge in una nota – porta con sé le competenze acquisite in 17 anni di esperienza nel mercato ICT. Da oltre 11 anni in Microsoft, Dard ha ricoperto varie posizioni con responsabilità sempre crescenti fino ad essere nominato, nel 2000, Direttore Mercato Banche e Assicurazioni. Nato nel 1963, prima di entrare in Microsoft, Dard ha lavorato in Datamat all’interno del settore Financial Services”.

Microsoft Italia è disponibile a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Missili in Corea del Nord
    Sarebbe bello un mondo senza armi né guerra.Però alla luce di tutte queste notizie, con gli Stati Uniti che tengono sotto controllo tutti quanti con la scusa del terrorismo, preferisco che ci sia una controparte che ne limiti la tracotanza, quindi ben vengano nazioni "ostili" (che sarebbero pericolose se anche loro non avessero una controparte, cioè principalmente gli Stati Uniti).In fin dei conti gli unici che davvero scaricano bombe sulla gente, nonché gli unici che abbiano mai usato un'arma nucleare sulla popolazione civile sono gli americani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Missili in Corea del Nord
      - Scritto da:
      Sarebbe bello un mondo senza armi né guerra.

      Però alla luce di tutte queste notizie, con gli
      Stati Uniti che tengono sotto controllo tutti
      quanti con la scusa del terrorismo, preferisco
      che ci sia una controparte che ne limiti la
      tracotanza, quindi ben vengano nazioni "ostili"
      (che sarebbero pericolose se anche loro non
      avessero una controparte, cioè principalmente gli
      Stati
      Uniti).

      In fin dei conti gli unici che davvero scaricano
      bombe sulla gente, nonché gli unici che abbiano
      mai usato un'arma nucleare sulla popolazione
      civile sono gli
      americani.quindi rimpiangi la guerra fredda e la possibilità di una terza guerra mondiale nucleare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Missili in Corea del Nord
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Sarebbe bello un mondo senza armi né guerra.



        Però alla luce di tutte queste notizie, con gli

        Stati Uniti che tengono sotto controllo tutti

        quanti con la scusa del terrorismo, preferisco

        che ci sia una controparte che ne limiti la

        tracotanza, quindi ben vengano nazioni "ostili"

        (che sarebbero pericolose se anche loro non

        avessero una controparte, cioè principalmente
        gli

        Stati

        Uniti).



        In fin dei conti gli unici che davvero scaricano

        bombe sulla gente, nonché gli unici che abbiano

        mai usato un'arma nucleare sulla popolazione

        civile sono gli

        americani.

        quindi rimpiangi la guerra fredda e la
        possibilità di una terza guerra mondiale
        nucleare?non so se un equilibrio da guerra fredda implicasse più possibilità di guerra di un unilateralismo interventista unito a sacche di resistenza disperate
      • Anonimo scrive:
        Re: Missili in Corea del Nord
        - Scritto da:
        quindi rimpiangi la guerra fredda e la
        possibilità di una terza guerra mondiale
        nucleare?eh? ma ti rendi conto di quello che avevano fatto? hai presente due bambini che giocano?guerra nucleare?! ma sta' bon valà.. quella era solo una scusa per farci credere che gli occidentali erano meglio degli orientali, poi però, vedi le twin towers, si sono traditi alla grande.
    • Anonimo scrive:
      Re: Missili in Corea del Nord
      Eh, si. Dovremmo boicottare Internet, tanto per cominciare.Oops.
    • Anonimo scrive:
      Re: Missili in Corea del Nord
      Sicuramente i nord coreani, popolazione salutista e dedita alle diete ed ai digiuni oltre che nota per non esprimere volontariamente mai un'opinione che non sia di apprezzamento per il loro straordinario leader, sarebbero d'accordo con te.Inoltre è un peccato che gli americani non abbiano perso la seconda guerra mondiale, a me marciare al passo dell'oca piace molto...LB
      • Anonimo scrive:
        Re: Missili in Corea del Nord
        - Scritto da:
        Sicuramente i nord coreani, popolazione salutista
        e dedita alle diete ed ai digiuni oltre che nota
        per non esprimere volontariamente mai un'opinione
        che non sia di apprezzamento per il loro
        straordinario leader, sarebbero d'accordo con
        te.

        Inoltre è un peccato che gli americani non
        abbiano perso la seconda guerra mondiale, a me
        marciare al passo dell'oca piace
        molto...

        LBI germani hanno salvato l'impero dall'invasione per centinaia d'anni, salvaguardando la civiltà romana dalla barbarie. Secondo il tuo ragionamento non stare dalla parte dei nazisti sarebbe stata un imperdonabile mancanza di gratitudine, visto che i nazisti erano i discendenti di quei germani.Ma accendi il cervello invece di ripetere slogan. IL passato è passato. Vivi nel presente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Missili in Corea del Nord
        - Scritto da:
        Inoltre è un peccato che gli americani non
        abbiano perso la seconda guerra mondiale, a me
        marciare al passo dell'oca piace
        molto...

        LBGli americani che hanno rischiato e spesso perso la vita per difendere la loro e la nostra libertà sono morti o decrepiti. I loro figli sono quelli che si battono contro la dottrina Bush, non quelli che la supportano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Missili in Corea del Nord
        - Scritto da:
        Inoltre è un peccato che gli americani non
        abbiano perso la seconda guerra mondiale, a me
        marciare al passo dell'oca piace
        molto...Marciare al passo del jingle di McDonalds e delle ultime canzonette promulgate dalla RIAA non è molto diverso, e neanche tanto meglio...
        • Anonimo scrive:
          Re: Missili in Corea del Nord
          Speriamo gli arrivino in testa.Almeno sarebbe un'attacco VEROTanto le contromisure FINTE le prendono lo stesso. Tanto vale...:'(
  • medioman scrive:
    di cosa stiamo parlando?
    Mi riservo commenti sprezzanti a dopo la lettura dell'articolo su new scientist, mi domando comunque a cosa servano gli scatolotti sui pali della luce in funzione antiterrorismo. Sono forse in grado di fermare una cisterna carica di nafta e detonatori che si schianta a 100 kmh contro una centrale di distribuzione?mha?!
    • Anonimo scrive:
      Re: di cosa stiamo parlando?
      - Scritto da: medioman
      Mi riservo commenti sprezzanti a dopo la lettura
      dell'articolo su new scientist, mi domando
      comunque a cosa servano gli scatolotti sui pali
      della luce in funzione antiterrorismo. Sono forse
      in grado di fermare una cisterna carica di nafta
      e detonatori che si schianta a 100 kmh contro una
      centrale di
      distribuzione?
      mha?!No. Però se ti metti a far plin plin vicino ad un palo in pieno deserto puoi star sicuro che qualcuno ti scruta e magari ti misura....
      • Zuljin scrive:
        Re: di cosa stiamo parlando?
        - Scritto da:

        - Scritto da: medioman

        Mi riservo commenti sprezzanti a dopo la lettura

        dell'articolo su new scientist, mi domando

        comunque a cosa servano gli scatolotti sui pali

        della luce in funzione antiterrorismo. Sono
        forse

        in grado di fermare una cisterna carica di nafta

        e detonatori che si schianta a 100 kmh contro
        una

        centrale di

        distribuzione?

        mha?!

        No. Però se ti metti a far plin plin vicino ad un
        palo in pieno deserto puoi star sicuro che
        qualcuno ti scruta e magari ti
        misura....E se ce l'hai piccolo sei un terrorista e vieni arrestato? Le americane saranno contente (rotfl)Tornando seri, l'intenzione credo sia semplicemente di effettuare controlli random su tutto il territorio, se notano qualcosa di "sospetto" intervengono. Insomma fine della privacy in luoghi pubblici ma poco frequentati, se vuoi esser sicuro al 100% di essere al riparo da orecchie e occhi indiscreti devi startene chiuso in casa, ma un appartamento è molto più facile da controllare che non una strada in mezzo al nulla.Non che sia daccordo con questa politica, anzi, volevo solo esporre la mia idea sul senso di questa proposta
  • Anonimo scrive:
    Telecamere governative in ogni casa no ?
    Perchè no ? Il Governo potrebbe monitorare ogni singola stanza di ogni casa degli Stati Uniti, i terroristi non avrebbero scampo !Avanza la dittatura...
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecamere governative in ogni casa
      - Scritto da: Wakko Warner
      tanto "sono pazzo".Curati
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Telecamere governative in ogni casa
        Edit: Rimosso perché moderato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 luglio 2006 11.37-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Telecamere governative in ogni casa
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da:



          - Scritto da: Wakko Warner


          tanto "sono pazzo".



          Curati

          Te verde anche per me? :)Sì, ti porteremo il te verde che ti piace tanto e che ti fa tanto bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: Telecamere governative in ogni casa
        anche tu. La vista. Apri gli occhi :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecamere governative in ogni casa
      1984una realtà
  • Wakko Warner scrive:
    Bella la scusa...
    "Servirà per proteggere le linee dal terrorismo internazionale"...poco originale però. (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella la scusa...
      - Scritto da: Wakko Warner
      "Servirà per proteggere le linee dal terrorismo
      internazionale"

      ...poco originale però. (rotfl)Squadra che vince non si cambia. Finchè se la bevono, pomperanno questa, poi di sicuro è già pronta la prossima, ragionano in tempi lunghi, loro!
  • Anonimo scrive:
    Poveracci!
    Gli americani si sono fatti rincitrullire da un bovaro che vuol fare il presidente. Peccato, era una bella nazione.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Poveracci!
      - Scritto da:
      Gli americani si sono fatti rincitrullire da un
      bovaro che vuol fare il presidente. Peccato, era
      una bella
      nazione.Perché? Tu pensi che abbia veramente vinto le elezioni per due volte? (newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveracci!
      Ah beh invece noi qui... (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Poveracci!
        - Scritto da:
        Ah beh invece noi qui... (rotfl)Noi qui siamo messi molto peggio ma sembra che pochi se ne accorgano...per l'italiano la cosa più importante è una partita di calcio e te lo sei belle che comprato....vuoi mettere?
  • Alucard scrive:
    Uno speciale software
    Dite che avrà a che fare con Gates? °°
  • pierob scrive:
    potere e democrazia
    Per realizzare un durevole e soddisfacente mutamento dindirizzo[] dobbiamo tenere a mente che non di rado i tentativi di imporre soluzioni dallalto a società umane hanno avuto, alla lunga, conseguenze disastrose. Solo attraverso listruzione, la partecipazione, una certa misura di consenso e la diffusa percezione, da parte dei singoli, che è in gioco qualcosa che li riguarda direttamente, sarà possibile realizzare un durevole e soddisfacente mutamento dindirizzo1 e dovremmo sempre ricordare che Democrazia e verità assoluta, democrazia e dogma, sono incompatibili. La verità assoluta e il dogma valgono non nelle società democratiche, ma in quelle autocratiche2-----------------1) Murray Gell-Mann, Il quark e il giaguaro, Bollati Boringhieri, Torino 2000, p. 3702) Gustavo Zagrebelsky, Imparare la democrazia, La Biblioteca di Repubblica, Gruppo Editoriale LEspresso Spa- Div la Repubblica, Roma 2005, p. 25
Chiudi i commenti