DeCSS, speranze per la libertà di link

I giudici d'appello hanno chiesto a 2600.com un approfondimento sulla propria posizione, quella che considera il DeCSS una forma di espressione tutelata dalla Costituzione. Un segno, forse, che il tempo volge al bello


New York (USA) – La durissima battaglia sulla libertà di link condotta da 2600.com contro le majors di Hollywood prosegue senza sosta. L’ultima novità è la richiesta da parte della corte d’appello di un approfondimento della posizione di 2600.com, sito secondo cui il DeCSS è una forma di espressione tutelata, come tale, dal Primo emendamento della Costituzione americana.

Il DeCSS, come noto, è il programmillo che consente di superare il CSS, ovvero la protezione apposta dall’industria sui contenuti diffusi tramite DVD. Un “crack”, dunque, nato però per vedere i DVD su Linux.
2600.com ritiene che sbarrare la strada al DeCSS è anticostituzionale. Ricordiamo che il sito ha per primo pubblicato il DeCSS che poi è stato costretto a rimuovere. Essendo poi ricorso ai link ai siti che lo pubblicano, è stato costretto a rimuovere anche quelli.

Vista la “potenza di fuoco” delle majors, la richiesta da parte del giudice d’appello di “saperne di più” viene vista dagli osservatori come un dato positivo per il DeCSS. Per condannarlo, dice qualcuno, gli argomenti presentati dalla MPAA, l’associazione degli industriali del cinema, non sarebbero sufficienti.

Nell’ultima ordinanza il giudice ha rivolto alle parti un elenco di domande alle quali dovranno rispondere entro la fine di maggio. Domande come: “Il DeCSS è composto da soli elementi che rappresentano una forma di espressione o anche da altri elementi?”; “La distribuzione del DeCSS riguarda solo la libera espressione o no?”; “Se il DeCSS non rientra nel Primo emendamento, quali modifiche o aggiunte dovrebbero essere apportate al programma perché ricada in quell’ambito?”.

Contro 2600.com, al momento, gioca la diffidenza finora mostrata dalla Corte verso la possibilità che il linguaggio di programmazione possa essere considerato un mezzo di espressione alla pari della scrittura e che, dunque, il listato di un programma abbia li stessi “diritti” di un testo scritto. Ma la questione del Primo emendamento è così densa di implicazioni che, evidentemente, i giudici sentono di doverne capire di più, un elemento che, come detto, dovrebbe giocare a favore di 2600.com.

Dopo il 30 maggio, data ultima di consegna delle “risposte” da parte delle parti, i giudici potranno emettere la sentenza in qualsiasi momento.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: A proposito di Kylix...

    Xwindows, con successo e soddisfazione.
    Boh :)))X-Window, non XWindows... Pure nei nomi lapropaganda Microsoft ci ha fregato ;-))))
  • Anonimo scrive:
    w linus!!!!!
    come uno tra tanti che crede nella condivisione del sapere,che non ha barriere e non dedica la sua vita al proprio profitto ma per il bene dell'umanità.....un giorno bill gates e tutti quelli come lui moriranno di vecchiaia...ben pochi se ne dispiaceranno.......w la libertà di molti contro la libertà di pochi :o)))))))))))))))))))))))) ziopippo
    • Anonimo scrive:
      Re: w linus!!!!!
      al caro linus vorrei chiedere il codice che ha sviluppato per transmeta...chissa' se e' GPL!?mi piacerebbe che lo condividese con tutti noi, ma forse transmeta non sarebbe d'accordo e gli toglierebbe di botto stipendio, macchinone, casa, telefono e cittadinanza americana ;)Ciao- Scritto da: ziopippo
      come uno tra tanti che crede nella
      condivisione del sapere,che non ha barriere
      e non dedica la sua vita al proprio profitto
      ma per il bene dell'umanità.....un giorno
      bill gates e tutti quelli come lui moriranno
      di vecchiaia...ben pochi se ne
      dispiaceranno.......
      w la libertà di molti contro la libertà di
      pochi :o))))))))))))))))))))))))
      ziopippo
      • Anonimo scrive:
        Re: w linus!!!!!
        - Scritto da: maks
        al caro linus vorrei chiedere il codice che
        ha sviluppato per transmeta...
        chissa' se e' GPL!?
        mi piacerebbe che lo condividese con tutti
        noi, ma forse transmeta non sarebbe
        d'accordo e gli toglierebbe di botto
        stipendio, macchinone, casa, telefono e
        cittadinanza americana ;)

        CiaoPotrebbe anche dartelo, per quello che riusciresti a capirci!!! :-)Non prendertela, scherzo
  • Anonimo scrive:
    w linus!!!!!
    come uno tra tanti che crede nella condivisione del sapere,che non ha barriere e non dedica la sua vita al proprio profitto ma per il bene dell'umanità.....un giorno bill gates e tutti quelli come lui moriranno di vecchiaia...ben pochi se ne dispiaceranno.......w la libertà di molti contro la libertà di pochi :o)))))))))))))))))))))))) ziopippo
  • Anonimo scrive:
    Parole dure cazzo! parole dure!
    Ed in effetti bisogna dare ragione a questo ragazzo e' vero, i big di redmond vogliono impedire ad un mercato ad alta tecnologia di emergere vogliono impedire che cio' che oltre ad essere libero e' nella maggior parte dei casi privo di sbavature emerga, perche' a quel punto le varie comunita' non avrebbero piu' motivo di affidarsi ad una casa che non si fa' scrupoli nel rilasciare software con bachi cosi' grossi da mettere a repentaglio la sicurezza e l'integrita' in certi casi di intere comunita'.I big di redmond sanno bene che L'open source e' la strada che porta ad un software quasi perfetto che unisce il sapere degli uomini per creare sistemi sempre piu perfetti adattabili alle varie necessita' senza problemi di conflitti con i s.o. su cui giranonon critico Windows perche' lo uso e lo accetto ma se Microsoft piuttosto che rimanere celata dietro il suo muro di diritti vari sul codice permettesse veramente di poter fare cio' che si fa' con Linux in particolar modo ,allora forse la gente sarebbe contenta di lavorare con windows intendo quelli scontenti di questo sistema.Meditate gente meditate!
    • Anonimo scrive:
      Re: Parole dure cazzo! parole dure!
      - Scritto da: ThE_SeNTiNeL_!^!
      Ed in effetti bisogna dare ragione a questo
      ragazzo Il problema e' che quello che dice e' come un alito di vento. Quando lo senti capisci che esiste, un attimo dopo non conta piu' nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: Parole dure cazzo! parole dure!
        - Scritto da: .


        - Scritto da: ThE_SeNTiNeL_!^!

        Ed in effetti bisogna dare ragione a
        questo

        ragazzo

        Il problema e' che quello che dice e' come
        un alito di vento. Quando lo senti capisci
        che esiste, un attimo dopo non conta piu'
        nulla.Ehi, c'é un poeta tra noi!!! Complimenti m'é piaciutoa la metafora!!!!
  • Anonimo scrive:
    L'educazione che non c'e'
    Per coloro che conoscono solo gli insultiHo avuto la sventurata idea di portare alcune delle mie idee. L'ho fatto in maniera educata e mi sono visto insultare da dei vigliacchi che si difendono con l'anonimato. Questo e' per voiMi fate proprio compassione, non rabbia.Solo compassione, non avete espresso alcuna idea, solo insulti. Proprio perche' credo che quesito sia tutto quello che puo' uscire dalle vostre teste che mi fate compassione e anche un po' di tenerezza.Cordiali salutiRudeP.S.Alien con i suoi post almeno riesce ad essere originale (e spesso esprime anche delle idee) voi neanche quello.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'educazione che non c'e'
      - Scritto da: rude
      Per coloro che conoscono solo gli insulti

      Ho avuto la sventurata idea di portare
      alcune delle mie idee. L'ho fatto in maniera
      educata e mi sono visto insultare da dei
      vigliacchi che si difendono con l'anonimato.
      Questo e' per voi

      Mi fate proprio compassione, non rabbia.
      Solo compassione, non avete espresso alcuna
      idea, solo insulti. Proprio perche' credo
      che quesito sia tutto quello che puo' uscire
      dalle vostre teste che mi fate compassione e
      anche un po' di tenerezza.

      Cordiali saluti
      Rude

      P.S.
      Alien con i suoi post almeno riesce ad
      essere originale (e spesso esprime anche
      delle idee) voi neanche quello.Sono daccordo con te. Con gli insulti non si ottiene niente se non una chiusura del cervello.Ognuno resta sulle sue posizioni per partito preso e la discussione, come si può ben vedere, si esaurisce alla svelta con un nulla di fatto.Abbiamo questo mezzo di scambio di opinioni (opninioni personali, non dogmi del padreterno). Usiamolo al meglio e con un po' di educazione.Ciao
  • Anonimo scrive:
    La foto di Torvalds
    Si ma non potete pubblicarmi una foto di Torvalds con il Photoshop....
  • Anonimo scrive:
    Linus non sbaglia ma confessa
    "..Linux non è destinato a rendere ricchi chi vende.."La domanda che io pongo è questa: anche ammettendo che Linux sia più stabile, performante e sicuro di altri SO (per non dire Windows2k) ed anche accettando e lodando questa mentalità aperta degli svilupattori, quali aziende ed in quale modo riusciranno a vivere e prosperare utilizzando Linux? Il caso dell'IBM, che ancora non ha visto frutti, è sufficiente a convincerci tutti?Approfitto dell'occasione per fare un'altra domanda: dove posso trovare in rete o libreria testi per fare un firewall con Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming dei pacchetti o verifica anche alcune tipologie d'attacco?Grazie per entrambe le risposte
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus non sbaglia ma confessa

      La domanda che io pongo è questa: [...] quali
      aziende ed in quale modo
      riusciranno a vivere e prosperare
      utilizzando Linux? Il caso dell'IBM, che
      ancora non ha visto frutti, è sufficiente a
      convincerci tutti?La Red Hat con Linux mi sembra che i soldi se li stia facendo, eccome. Altrimenti pensi che avrebbe i fondi per farsi pubblicita'? Ne ho viste parecchie ultimamente...
      Approfitto dell'occasione per fare un'altra
      domanda: dove posso trovare in rete o
      libreria testi per fare un firewall con
      Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming
      dei pacchetti o verifica anche alcune
      tipologie d'attacco?Scusami ma sono ancora scarsino, non so di testi che insegnino a creare firewall (penso ce ne siano sicuramente, cmq), e nella mia Slackware 7.1 ho il kernel 2.2.16 , quindi nemmeno qui posso aiutarti :o(bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus non sbaglia ma confessa
      - Scritto da: Alessandro
      "..Linux non è destinato a rendere ricchi
      chi vende.."

      La domanda che io pongo è questa: anche
      ammettendo che Linux sia più stabile,
      performante e sicuro di altri SO (per non
      dire Windows2k) ed anche accettando e
      lodando questa mentalità aperta degli
      svilupattori, quali aziende ed in quale modo
      riusciranno a vivere e prosperare
      utilizzando Linux? Vendendo *soluzioni complete* e assistenza
      Approfitto dell'occasione per fare un'altra
      domanda: dove posso trovare in rete o
      libreria testi per fare un firewall con
      Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming
      dei pacchetti o verifica anche alcune
      tipologie d'attacco?Sicuramente non è questo il posto giusto per chiedere... dai un'occhiata ai newsgroup...
      Grazie per entrambe le rispostepregociao
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus non sbaglia ma confessa
      - Scritto da: Alessandro
      "..Linux non è destinato a rendere ricchi
      chi vende.."

      La domanda che io pongo è questa: anche
      ammettendo che Linux sia più stabile,
      performante e sicuro di altri SO (per non
      dire Windows2k) ed anche accettando e
      lodando questa mentalità aperta degli
      svilupattori, quali aziende ed in quale modo
      riusciranno a vivere e prosperare
      utilizzando Linux? Il caso dell'IBM, che
      ancora non ha visto frutti, è sufficiente a
      convincerci tutti?Di soldi con l'Open Source ne girano parecchi anche se Linux è gratuito. Basta pensare all'assistenza tecnica, alle varie distribuzioni Linux, alle configurazioni di rete a pagamento e...non ultime, le implementazioni per la sicurezza, tipo firewall, etc.Io, nel mio piccolo, campo anche di questo e i clienti sono sempre molto contenti di avere protezioni ottime a costo zero, invece di spendere 2 milioni per l'Application Server di MS e 3-5 milioni per un firewall commerciale. Senza poi contare le licenze aggiuntive.

      Approfitto dell'occasione per fare un'altra
      domanda: dove posso trovare in rete o
      libreria testi per fare un firewall con
      Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming
      dei pacchetti o verifica anche alcune
      tipologie d'attacco?
      Li puoi trovare qui in italiano:http://www.pluto.linux.it/ildp/HOWTO/HOWTO-INDEX-3.htmloppure segui i link in inglese per i documenti non tradotti.Io ti consiglio di leggere l'ipchains-Howto e il Firewall-Howto, tanto per cominciare.Il kernel 2.4 (ma anche il 2.2) hanno funzioni di filtraggio a livello di IP all'interno del kernel, quindi native. L'ipchains filtra i pacchetti a livello IP. Se ti serve un Application Proxy puoi installare TIS FWTK che è gratuito e lo puoi trovare su http://www.fwtk.org. Poi esistono molti altri firewall commerciali per piattaforme unix-like, con prezzi dai 1000$ in su.I firewall non verificano tipologie di attacco, filtrano solo i pachetti. Per eseguire gli audit di attacchi, devi installare programmi aggiuntivi e ne trovi gratuitamente di veramente ottimi.Se ti interessa ti do qualche indicazione su quali scegliere. Non lo faccio subito perché il discorso è un po' lungo. In pratica, dipende da che cosa devi difendere e in base a questo scegliere i programmi giusti.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus non sbaglia ma confessa
        Grazie tante, se ti dico cosa devo difendere non so se mi rispondi più!! Comunque ho visto firewall che proteggono anche da spoofing, ping of death e cose varie, in pratica fanno anche controlli di sessione. Se riuscissi a sapere la tua e-mail ti spiegherei in dettaglio (senza approfittarne troppo), io non mi fido tanto a scriverla su questi post...ciao

        Li puoi trovare qui in italiano:
        http://www.pluto.linux.it/ildp/HOWTO/HOWTO-IN
        oppure segui i link in inglese per i
        documenti non tradotti.
        Io ti consiglio di leggere l'ipchains-Howto
        e il Firewall-Howto, tanto per cominciare.
        Il kernel 2.4 (ma anche il 2.2) hanno
        funzioni di filtraggio a livello di IP
        all'interno del kernel, quindi native.
        L'ipchains filtra i pacchetti a livello IP.
        Se ti serve un Application Proxy puoi
        installare TIS FWTK che è gratuito e lo puoi
        trovare su http://www.fwtk.org.
        Poi esistono molti altri firewall
        commerciali per piattaforme unix-like, con
        prezzi dai 1000$ in su.

        I firewall non verificano tipologie di
        attacco, filtrano solo i pachetti. Per
        eseguire gli audit di attacchi, devi
        installare programmi aggiuntivi e ne trovi
        gratuitamente di veramente ottimi.
        Se ti interessa ti do qualche indicazione su
        quali scegliere. Non lo faccio subito perché
        il discorso è un po' lungo. In pratica,
        dipende da che cosa devi difendere e in base
        a questo scegliere i programmi giusti.

        ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus non sbaglia ma confessa
      - Scritto da: Alessandro
      "..Linux non è destinato a rendere ricchi
      chi vende.."

      La domanda che io pongo è questa: anche
      ammettendo che Linux sia più stabile,
      performante e sicuro di altri SO (per non
      dire Windows2k) ed anche accettando e
      lodando questa mentalità aperta degli
      svilupattori, quali aziende ed in quale modo
      riusciranno a vivere e prosperare
      utilizzando Linux?quelle che non hanno voglia di spendere 50 milioni per dare ai propri dipendenti un OS e un programma di videoscrittura, quando con meno di 5 milioni si portano a casa licenze per n pc (con n tendente ad infinito) e un proprio dipendente certificato redhat. meno spesa e con la conoscenza in casa. meglio no?
      Approfitto dell'occasione per fare un'altra
      domanda: dove posso trovare in rete o
      libreria testi per fare un firewall con
      Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming
      dei pacchetti o verifica anche alcune
      tipologie d'attacco?il kernel filtra solo i pacchetti. per un tool grafico ti consiglio gfcc, o alternativamente per il 2.4 usa ipfilter. Per il 2.2 c'e' ipchains, che e' meno performante sulle possibilita' di filtering. Il 2.4 ad esempio,ti consente di limitare la banda o le connessioni effettuate o ricevute da certi utenti o gruppi di utenti. per l'auditing ti consiglio portsentry o il potentissimo snort. Devo ancora valutarlo quindi non so darti un commento sicuro. Per ora ho fatto solo auditing del sorgente e devo dire che e' fatto dannatamente bene.per cercare la roba che ti ho elencato, ti consiglio www.freshmeat.net
      Grazie per entrambe le rispostedi nulla. Se hai bisogno la mail c'e' sempre
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus non sbaglia ma confessa

        per l'auditing ti consiglio portsentry o il
        potentissimo snort. Devo ancora valutarlo
        quindi non so darti un commento sicuro. Per
        ora ho fatto solo auditing del sorgente e
        devo dire che e' fatto dannatamente bene.Ho provato pochissimo anch'io snort, ma da quello che ho visto, ha ben pochi rivali. Sottoscrivo!ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus non sbaglia ma confessa

      Approfitto dell'occasione per fare un'altra
      domanda: dove posso trovare in rete o
      libreria testi per fare un firewall con
      Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming
      dei pacchetti o verifica anche alcune
      tipologie d'attacco?Io mi sono sempre trovato bene con ipchain (che fa parte del pacchetto standard e, non vorrei dire idiozie, è già implementato a livello kernel... sempre che tu in fase di compilazione non l'abbia disabilitato).Se invece ti serve un tool grafico non ne ho idea.Se ti serve, posso chiedere ad un po'di amici più skillati del sottoscritto, che non è un granchè. :)Boh. Fammi sapere.Ciau
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus non sbaglia ma confessa
        ARGH.Mi autocazzio: Caro ilmattìo, leggi bene prima di rispondere. Serviva materiale per CREARE un firewall, non voleva sapere se ne esiste già uno fatto. C06L10NE!...così va bene? :)- Scritto da: ilmattio


        Approfitto dell'occasione per fare
        un'altra

        domanda: dove posso trovare in rete o

        libreria testi per fare un firewall con

        Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming

        dei pacchetti o verifica anche alcune

        tipologie d'attacco?

        Io mi sono sempre trovato bene con ipchain
        (che fa parte del pacchetto standard e, non
        vorrei dire idiozie, è già implementato a
        livello kernel... sempre che tu in fase di
        compilazione non l'abbia disabilitato).
        Se invece ti serve un tool grafico non ne ho
        idea.
        Se ti serve, posso chiedere ad un po'di
        amici più skillati del sottoscritto, che non
        è un granchè. :)

        Boh. Fammi sapere.

        Ciau
      • Anonimo scrive:
        Re: Linus non sbaglia ma confessa
        Grazie, è quelo che volevo sapere, forse mi sono espresso male nel primo post.ciao- Scritto da: ilmattio


        Approfitto dell'occasione per fare
        un'altra

        domanda: dove posso trovare in rete o

        libreria testi per fare un firewall con

        Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming

        dei pacchetti o verifica anche alcune

        tipologie d'attacco?

        Io mi sono sempre trovato bene con ipchain
        (che fa parte del pacchetto standard e, non
        vorrei dire idiozie, è già implementato a
        livello kernel... sempre che tu in fase di
        compilazione non l'abbia disabilitato).
        Se invece ti serve un tool grafico non ne ho
        idea.
        Se ti serve, posso chiedere ad un po'di
        amici più skillati del sottoscritto, che non
        è un granchè. :)

        Boh. Fammi sapere.

        Ciau
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus non sbaglia ma confessa
      - Scritto da: Alessandro
      "..Linux non è destinato a rendere ricchi
      chi vende.."

      La domanda che io pongo è questa: anche
      ammettendo che Linux sia più stabile,
      performante e sicuro di altri SO (per non
      dire Windows2k) ed anche accettando e
      lodando questa mentalità aperta degli
      svilupattori, quali aziende ed in quale modo
      riusciranno a vivere e prosperare
      utilizzando Linux? Quelle che vendono servizi perchè usano un sistema stabile e sicuro ma a costo nullo. Forse però il costo vero è quello del personale qualificato ma anche in questo caso le certificazione RH costano meno di quelle SUN o MS. Quelle che producono SW e hanno bisogno di una piattaforma, possono installare win e cmq accolarsi l'asistenza (perchè la MS demanda ai rivenditori/OEM l'assistenza) e pagare la licenza oppure essere più competitivi. Forse qua il problema del costo del personale è più difficile a farsi... personalmente conosco molti programmatori (che lavorano) in VB ma poco sanno di quello che fanno e quasi niente di come lo fanno. Invece programamtori C o C++ che sappiano fare il loro mestiere indipendentemente dalla piattaforma sono più rari e più costosi. Però è solo una questione di cultura... basterebbe insegnare Linux/C nelle scuole per risolvere il problema di una parte di disoccupati (perchè è evidente che non tutti sono tagliati per qualsiasi impiego). In fondo la sfida è solo fra creare cultura e ricchezza oppure vendere in regime di monopolio e non quello di mettere in discussione il diritto d'autore che per altro è cmq riconosciuto dalla GPL, anzi la GPL ne è una forma. Inoltre molti nel parlare dei difetti della "GPL" dimenticano che qui "difetti" sono voluti e scelti dall'autore. Infatti esiste anche la LGPL, la BSD-like, etc. etc. Il caso dell'IBM, che
      ancora non ha visto frutti, è sufficiente a
      convincerci tutti?

      Approfitto dell'occasione per fare un'altra
      domanda: dove posso trovare in rete o
      libreria testi per fare un firewall con
      Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming
      dei pacchetti o verifica anche alcune
      tipologie d'attacco?

      Grazie per entrambe le risposte
    • Anonimo scrive:
      Re: Linus non sbaglia ma confessa
      - Scritto da: Alessandro
      "..Linux non è destinato a rendere ricchi
      chi vende.."

      La domanda che io pongo è questa: anche
      ammettendo che Linux sia più stabile,
      performante e sicuro di altri SO (per non
      dire Windows2k) ed anche accettando e
      lodando questa mentalità aperta degli
      svilupattori, quali aziende ed in quale modo
      riusciranno a vivere e prosperare
      utilizzando Linux? Il caso dell'IBM, che
      ancora non ha visto frutti, è sufficiente a
      convincerci tutti?

      Approfitto dell'occasione per fare un'altra
      domanda: dove posso trovare in rete o
      libreria testi per fare un firewall con
      Linux, il kernel 2.4 fa solo lo screaming
      dei pacchetti o verifica anche alcune
      tipologie d'attacco?

      Grazie per entrambe le risposteRisp:1) Linux è gia' esistente, ogni suo utilizzo e gratuito, una qualsiasi azienda che lo utilizza gia' risparimia.Non è neta con lo scopo di farci soldi, ma di passare la tesi.2) Non ho mai configurato un firewall (non ne ho la necessità) comunque i firwall si fanno solitamente mettendo una macchina tra la rete interna e quella esterna (macchina firewall, appunto). Su questa ci devi installare SQUID, programma che gestice le funzioni di proxy.La scanzione dei pacchetti e l'instradamento veso la rete interna viene gestita dal kernel in maniera statica ( la definisci e tale è). Ci sono dei programmi che ti permettono di definirla dinamicamente, ma non ne so altro.Come consiglio posso dirti di installare Debian, iscriverti alla mailing list di debian o di un LUG e fare domande mirate a risolvere un problema concreto, Cosi', vedrai, un problema risolto dietro l'altro.Ciao
  • Anonimo scrive:
    MS dimostra ancora una volta il suo egoismo!
    E strano che un azienda cosi importante e grande come MS si interessi cosi tanto, da inziare una campagna anti-, ad un gruppo di sviluppatori e professionisti! come mai? Io mi chiedo il perche' di tanto euforismo! La riaposta la trovo nelle proiezioni di Linux e delle sue applicazioni future che si incrementano del 250% ogni anno! E forse nel fatto che la gente ha volgia di scegliere e non di farsi scegliere! Oppure nello sguardo delle persone che navigano su internet e rimangono affascinate da Linux e iniziano ad interessarsi! Sono forse quest le pereoccupazioni di MS Bill e compagni, e forse il fatto di perdere terreno nei confronti di un movimento molto pi'u forte?Io penso che linus abbia ragione Se hai un sistema forte di cui sei sicuro, perche' non mostrare il suo interno, se e' davvero forte non si ha nulla da nascondere? O NO?Mi dispiace per tutti quelli che pensano che linux sia un fallimento, ma forse e meglio conoscere le cose prima di parlarci male su'! come ha fatto MS, ed ora che fa' copia il sistema! E forse il giorno che sara' noto il suo Kernel tutti noi avremo una grande sopresa leggendo qualcosa che era gia' libero da leggere, forse qualcuno non aveva niente da nascondere visto che nel tempo si era adattato a copiare da qualcun'altro :-))
    • Anonimo scrive:
      Re: MS dimostra ancora una volta il suo egoismo!
      pr quanto puo' valere ti do la mia opinione...linux non e' in crescita del 250% nelle grandi realta' aziendali (specialmente in Italia) ma nelle piccole (se non piccolissime) e negli utilizzatori casalinghi.Ti spiego anche il perche'.Entri a lavorare in una grande azienda. Trovi8/10 uno Unix commerciale. Di questi almeno il 90%sono Sun con Solaris.A casa non sono in molti a poterselo permettere, e cosi', per continuare a fare "palestra" anche a casa, installi linux. Solo perche' e' gratis.Non te ne fotte della filosofia che ci sta dietro.Tanto e' vero che molti di quelli che USANO linux, e non chi ci giocarella, sono professionisti che fanno consulenze su unix o lavorano su unix o fanno assistenza su HW/Soft Unix.Seconda questione: il codice del kernel.Se quello MS fosse open, ti accorgeresti di quanto e' diverso da quello di linux, magari con alcune parti che assomigliano a BSD, non certo a linux.L'ho detto e lo ripetero' fino alla morte.Linux tecnologicamente e' solo un evoluzione di minix, roba di 20-30 anni fa...Oggi l'informatica va in altre direzioni, e linux dimostra di non essere piu' una piattaforma di sperimentazione, ma si sta mano mano piegando alle esigenze commerciali dei suoi utilizzatori, che vogliono firewire, allora gli si da, aggiungendo righe di schifezze nel kernel...Molto meglio la scelta di Debian di supportare HURD, un microkernel molto buono, tecnologicamente all'avanguardia e dal futuro certamente piu' roseo del kernel di linux attuale.- Scritto da: johnny5
      E strano che un azienda cosi importante e
      grande come MS si interessi cosi tanto, da
      inziare una campagna anti-, ad un gruppo di
      sviluppatori e professionisti! come mai? Io
      mi chiedo il perche' di tanto euforismo! La
      riaposta la trovo nelle proiezioni di Linux
      e delle sue applicazioni future che si
      incrementano del 250% ogni anno! E forse nel
      fatto che la gente ha volgia di scegliere e
      non di farsi scegliere! Oppure nello sguardo
      delle persone che navigano su internet e
      rimangono affascinate da Linux e iniziano ad
      interessarsi! Sono forse quest le
      pereoccupazioni di MS Bill e compagni, e
      forse il fatto di perdere terreno nei
      confronti di un movimento molto pi'u forte?
      Io penso che linus abbia ragione Se hai un
      sistema forte di cui sei sicuro, perche' non
      mostrare il suo interno, se e' davvero forte
      non si ha nulla da nascondere? O NO?
      Mi dispiace per tutti quelli che pensano che
      linux sia un fallimento, ma forse e meglio
      conoscere le cose prima di parlarci male
      su'! come ha fatto MS, ed ora che fa' copia
      il sistema! E forse il giorno che sara' noto
      il suo Kernel tutti noi avremo una grande
      sopresa leggendo qualcosa che era gia'
      libero da leggere, forse qualcuno non aveva
      niente da nascondere visto che nel tempo si
      era adattato a copiare da qualcun'altro :-))
      • Anonimo scrive:
        Re: MS dimostra ancora una volta il suo egoismo!
        Per quanto possa essere vero l'utilizzo di codice BSD in MS, io penso anche che molti di loro abbiano visto e copiato anche molta della struttura Linux, altrimenti la MS non si accapiglierebbe tanto su Linux, ma meglio su gli altri sistemi, BSD MINIX UNIX MAC !!!!E poi non era la MS che ha da poco iniziato a fare le stesse mosse del "nemico"? Fornendo codice e software gratis? Mi sembra di si!2. sul fatto che che le persone usano linux a casa solo perche' devono lavorare su UNIX, ti devo dire che hai la vista corta, perche' vedi solo una realta' iataliana o almeno una realta' dei ditorni, che non e' quella vera! Molte persone lavorano con linux anche solo per giocherellarci, e non mi dire che Linux e rimasto a 20-30 fa' perch'e ti sbagli di molto! Se parliamo solo della grafica Linux e altamente migliore di Win.Un altra cosa sai perche' le aziende sul mercato preferiscono win a Linux? Il primo ti fornisce un azienda saldamente attaccata al mercato con miliardi di garanzie! E con la sicurezza che se le persone volgiono quel prodotto si devono rivolgere solo a lei, e quindi soldi, la sicurezza che nessuno sa' dove ci sono i prblemi quindi per il mercato tutto OK! Fino a quando non escono fuori e sono guai!Il secondo offre la possibbilita' a tutti di imparare e vedere al suo interno, offrendo un utopistica filosofia, Hai visto mai che La borsa e gli azionisti hanno investito su azienede del genere? E come se una compagnia petrolifera investe su Greenpeace!- Scritto da: maks
        pr quanto puo' valere ti do la mia
        opinione...
        linux non e' in crescita del 250% nelle
        grandi realta' aziendali (specialmente in
        Italia) ma nelle piccole (se non
        piccolissime) e negli utilizzatori
        casalinghi.
        Ti spiego anche il perche'.
        Entri a lavorare in una grande azienda. Trovi
        8/10 uno Unix commerciale. Di questi almeno
        il 90%
        sono Sun con Solaris.
        A casa non sono in molti a poterselo
        permettere, e cosi', per continuare a fare
        "palestra" anche a casa, installi linux.
        Solo perche' e' gratis.
        Non te ne fotte della filosofia che ci sta
        dietro.
        Tanto e' vero che molti di quelli che USANO
        linux, e non chi ci giocarella, sono
        professionisti che fanno consulenze su unix
        o lavorano su unix o fanno assistenza su
        HW/Soft Unix.

        Seconda questione: il codice del kernel.
        Se quello MS fosse open, ti accorgeresti di
        quanto e' diverso da quello di linux, magari
        con alcune parti che assomigliano a BSD, non
        certo a linux.
        L'ho detto e lo ripetero' fino alla morte.
        Linux tecnologicamente e' solo un evoluzione
        di minix, roba di 20-30 anni fa...
        Oggi l'informatica va in altre direzioni, e
        linux dimostra di non essere piu' una
        piattaforma di sperimentazione, ma si sta
        mano mano piegando alle esigenze commerciali
        dei suoi utilizzatori, che vogliono
        firewire, allora gli si da, aggiungendo
        righe di schifezze nel kernel...

        Molto meglio la scelta di Debian di
        supportare HURD, un microkernel molto buono,
        tecnologicamente all'avanguardia e dal
        futuro certamente piu' roseo del kernel di
        linux attuale.

        - Scritto da: johnny5

        E strano che un azienda cosi importante e

        grande come MS si interessi cosi tanto, da

        inziare una campagna anti-, ad un gruppo
        di

        sviluppatori e professionisti! come mai?
        Io

        mi chiedo il perche' di tanto euforismo!
        La

        riaposta la trovo nelle proiezioni di
        Linux

        e delle sue applicazioni future che si

        incrementano del 250% ogni anno! E forse
        nel

        fatto che la gente ha volgia di scegliere
        e

        non di farsi scegliere! Oppure nello
        sguardo

        delle persone che navigano su internet e

        rimangono affascinate da Linux e iniziano
        ad

        interessarsi! Sono forse quest le

        pereoccupazioni di MS Bill e compagni, e

        forse il fatto di perdere terreno nei

        confronti di un movimento molto pi'u
        forte?

        Io penso che linus abbia ragione Se hai un

        sistema forte di cui sei sicuro, perche'
        non

        mostrare il suo interno, se e' davvero
        forte

        non si ha nulla da nascondere? O NO?

        Mi dispiace per tutti quelli che pensano
        che

        linux sia un fallimento, ma forse e meglio

        conoscere le cose prima di parlarci male

        su'! come ha fatto MS, ed ora che fa'
        copia

        il sistema! E forse il giorno che sara'
        noto

        il suo Kernel tutti noi avremo una grande

        sopresa leggendo qualcosa che era gia'

        libero da leggere, forse qualcuno non
        aveva

        niente da nascondere visto che nel tempo
        si

        era adattato a copiare da qualcun'altro
        :-))
  • Anonimo scrive:
    Liberta' di LICENZA
    O no?Almeno su questo dovremmo essere tutti daccordo.IO sono Padrone di come un MIO prodotto debba essere licenziato.Chi non e' daccordo NON lo prende.Punto.M$ ha sempre fatto cosi' perche' dovrebbe prendersela tanto se qualcun'altro si comporta (sotto questo aspetto piu' che legittimo)come lei? Due pesi e Due misure... come sempre tra i disonesti.
  • Anonimo scrive:
    ........TROMBONI PARACCOTTARI...............
    IL LUPO PERDE IL PELO, MA NON IL VIZIO.COME AVETE TROMABATO LE PROIEZIONI IERI SERA ALLE 23.00, QUANDO LA MAGGIOR PARTE DELLA STAMPA GRIDAVA:"EVVIVA, EVVIVA, IL CAVALIERE NERO HA FATTO CAPPOTTTO", ANCHE LA MICROSOFT STA' TROMBANDO DI BRUTTO CONTRO L' OPEN SOURCE E CONTRO LINUX.L' ATTACCO DEI PRETORIANI DI REDMOND, NONOSTANTE L' APPOGGIO DEI MATRIX, STA' MISERAMENTE FALLENDO.UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUE' APPENA COMINCIATA LA BATTAGLIA PRETORIANI, A BREVE SI VEDRA'.
    • Anonimo scrive:
      Re: ........TROMBONI PARACCOTTARI...............
      DIMENTICAVO!!IO ADORO LA CACIOTTA CON LA MARMELLATA DI COTOGNE SOPRA!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ........TROMBONI PARACCOTTARI...............
      - Scritto da: Alien
      COME AVETE TROMABATO LE PROIEZIONI IERI SERA
      ALLE 23.00, QUANDO LA MAGGIOR PARTE DELLA
      STAMPA GRIDAVA:"EVVIVA, EVVIVA, IL CAVALIERE
      NERO HA FATTO CAPPOTTTO", se ti interessa io sto iniziando a strombettare ora che i risultati sono effettivi...hai notato chi ha vinto...oppure sei proprio completamente alienato?
      ANCHE LA MICROSOFT
      STA' TROMBANDO DI BRUTTO CONTRO L' OPEN
      SOURCE E CONTRO LINUX.
      L' ATTACCO DEI PRETORIANI DI REDMOND,
      NONOSTANTE L' APPOGGIO DEI MATRIX, STA'
      MISERAMENTE FALLENDO.
      UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU
      E' APPENA COMINCIATA LA BATTAGLIA
      PRETORIANI, A BREVE SI VEDRA'.e tu inizia a piangere...visto che,seguendo il tuo lineare ragionamento,ora che la dx è al governo...chi verrà trovato con un adesivo del pinguino sulla macchina,subirà la randellazione da parte degli squadristi pretoriani...ma si può sapere quando smetterai di unire ideologie politiche (morte) con l'informatica?di,piuttosto,che microsoft ha paura di perdere fette del mercato...e basta!
      • Anonimo scrive:
        Re: ........TROMBONI PARACCOTTARI...............

        ma si può sapere quando smetterai di unire
        ideologie politiche (morte) con
        l'informatica?LA SMETTERO' QUANDO TROVERO' UNA DONNA, VISTO CHE SPARO CAZZATE SU PI PERCHE' HO I CALLI SULLE MANI DALLE PARTITE 5 A 1!!!CHI MI PRESENTA SUA SORELLA?
      • Anonimo scrive:
        Re: Alien buffone stai a casa tua
        oramai voi sciatti comunisti avete perso, zero, zeroo, e smettila di dire PU**ANATE e STR***ATE perche oramai siete cancellati dal governo italiano(( a parte qualche povero STR***O illuso, che pensa ancora che esista il comunismo))a ecco..e poi finiscila di dire le tue cagate con le tue saccoccie etc.. finiscila per sempre: COGL**NE.- Scritto da: pippero


        - Scritto da: Alien

        COME AVETE TROMABATO LE PROIEZIONI IERI
        SERA

        ALLE 23.00, QUANDO LA MAGGIOR PARTE DELLA

        STAMPA GRIDAVA:"EVVIVA, EVVIVA, IL
        CAVALIERE

        NERO HA FATTO CAPPOTTTO",
        se ti interessa io sto iniziando a
        strombettare ora che i risultati sono
        effettivi...
        hai notato chi ha vinto...oppure sei proprio
        completamente alienato?


        ANCHE LA MICROSOFT

        STA' TROMBANDO DI BRUTTO CONTRO L' OPEN

        SOURCE E CONTRO LINUX.

        L' ATTACCO DEI PRETORIANI DI REDMOND,

        NONOSTANTE L' APPOGGIO DEI MATRIX, STA'

        MISERAMENTE FALLENDO.


        UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU

        E' APPENA COMINCIATA LA BATTAGLIA

        PRETORIANI, A BREVE SI VEDRA'.

        e tu inizia a piangere...
        visto che,seguendo il tuo lineare
        ragionamento,ora che la dx è al governo...
        chi verrà trovato con un adesivo del
        pinguino sulla macchina,subirà la
        randellazione da parte degli squadristi
        pretoriani...

        ma si può sapere quando smetterai di unire
        ideologie politiche (morte) con
        l'informatica?


        di,piuttosto,che microsoft ha paura di
        perdere fette del mercato...e basta!
    • Anonimo scrive:
      Re: ........TROMBONI PARACCOTTARI...............
      Senti un attimo, Alien:Ma che #@!"@ sono sti benedetti "PRETORIANI"?Ammetto di essere rincoglionito, ma proprio mideve essere sfuggito qualcosa!Thanx
      • Anonimo scrive:
        Re: ........TROMBONI PARACCOTTARI...............
        - Scritto da: ilmattio
        Senti un attimo, Alien:

        Ma che #@!"@ sono sti benedetti "PRETORIANI"?
        Ammetto di essere rincoglionito, ma proprio
        mi
        deve essere sfuggito qualcosa!

        ThanxI PRETORIANI sono le GUARDIE SCELTE CHE CURANO GLI INTERESSI DEL DRAGASACCOCCE DI REDMOND (bill gates).Praticamente dei MATRIX IRRECUPERABILI.
  • Anonimo scrive:
    Torvald sbaglia
    I diritti di proprieta' intellettuale saranno pure scomodi a molti, a quelli che vogliono campare sul lavoro altrui, ma un conto e' che uno voglia condividerli un conto e' che uno no nvoglia.Linux sara' per sempre limitato perche' il suo sviluppo obbliga a questa condivisione, impedendo cosi' altri generi di sviluppi commerciali.Per questo Torvalds sbaglia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia
      Guarda che non e' Torvalds a voler obbligare gli altri secondo le proprie idee. Sono Bill Gates & C. (che qualcuno chiamerebbe "Pretoriani di Redmon" :-) ) a criticare la GPL e l'open-source (quello vero) !!!- Scritto da: Mr Siae
      I diritti di proprieta' intellettuale
      saranno pure scomodi a molti, a quelli che
      vogliono campare sul lavoro altrui, ma un
      conto e' che uno voglia condividerli un
      conto e' che uno no nvoglia.
      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.
      Per questo Torvalds sbaglia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia
      - Scritto da: Mr Siae
      I diritti di proprieta' intellettuale
      saranno pure scomodi a molti, a quelli che
      vogliono campare sul lavoro altrui, ma un
      conto e' che uno voglia condividerli un
      conto e' che uno no nvoglia.
      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.
      Per questo Torvalds sbaglia.Tu sbagli. Linux l'hai fatto tu? no!Chi lo ha fatto ha rendere libero il codice.Perchè uno dovrebbe prendere il codice fatto da un'altro, nascondere il sorgente, e venderlo come fosse sua proprietà.In ogni caso, linux è il SO, e se vuoi sviluppare un applicativo ClosedSource puoi venderlo, tranquillamente.Guarda Kylix, di borlan.700.000 carte o giù di lì il prezzo....
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia

        Perchè uno dovrebbe prendere il codice fatto
        da un'altro, nascondere il sorgente, e
        venderlo come fosse sua proprietà.OK. Pero' perche' se io prendo quel codice e lo modifico non ci posso fare quello che voglio?
        In ogni caso, linux è il SO, e se vuoi
        sviluppare un applicativo ClosedSource puoi
        venderlo, tranquillamente.
        Guarda Kylix, di borlan.
        700.000 carte o giù di lì il prezzo....Linux, come SO, potrebbe essere ben di piu' no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia

          OK. Pero' perche' se io prendo quel codice e
          lo modifico non ci posso fare quello che
          voglio?Perche' non e' tuo???!!!
          Linux, come SO, potrebbe essere ben di piu'
          no?In che senso?Gli mancano le finestre per configurarlo?Forse non ho capito...
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia
          - Scritto da: Mr Siae

          Perchè uno dovrebbe prendere il codice
          fatto

          da un'altro, nascondere il sorgente, e

          venderlo come fosse sua proprietà.

          OK. Pero' perche' se io prendo quel codice e
          lo modifico non ci posso fare quello che
          voglio?Perche' hai utilizzato il lavoro di una persona che ha chiesto espressamente (attraverso la licenza GPL) che a modificare il suo sorgente vi siano persone che vogliano condividerlo. Se loro non sono daccordo gli basta prendere codice non licenziato GPL

          In ogni caso, linux è il SO, e se vuoi

          sviluppare un applicativo ClosedSource
          puoi

          venderlo, tranquillamente.

          Guarda Kylix, di borlan.

          700.000 carte o giù di lì il prezzo....

          Linux, come SO, potrebbe essere ben di piu'
          no?Certamente potrebbe esserlo, e' una fortuna che non lo sia. Comunque KYlix esistera' anche in versione free a patto che si scriva codice apertoAdesso un ultimo commento:Se tutto il codice fosse closed, alle universita' che vi studiate, Visual Basic? 5 anni di carriera universita' per programmare in Visual Basic (mamma mia che schifo!!!) E' come diventare ingegneri edili e costruire le case con le carte da gioco!!!Ciao Ciao Rude
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            Forse qualcuno vuole semplicemente imparare a programmare in C e non gliene strafotte nulla di Linux. Stai sparando stronzate con un blocco intestinale.Buona purga.- Scritto da: rude

            Se tutto il codice fosse closed, alle
            universita' che vi studiate, Visual Basic? 5
            anni di carriera universita' per programmare
            in Visual Basic (mamma mia che schifo!!!) E'
            come diventare ingegneri edili e costruire
            le case con le carte da gioco!!!

            Ciao Ciao

            Rude
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            - Scritto da: CoccoDio
            Forse qualcuno vuole semplicemente imparare
            a programmare in C e non gliene strafotte
            nulla di Linux.
            Stai sparando stronzate con un blocco
            intestinale.
            Buona purga.
            1) Che tu non fossi un patito di Linux l'avevamo gia' capito !!2) Che tu fossi molto maleducato anche !!3) L'intervento che hai fatto c'entra col resto del discorso come la nutella nella zuppa di pesce !!Mi spieghi quindi perche' non te ne sei stato zitto, che magari facevi pure piu' bella figura ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            - Scritto da: CoccoDio
            Forse qualcuno vuole semplicemente imparare
            a programmare in C e non gliene strafotte
            nulla di Linux.
            Stai sparando stronzate con un blocco
            intestinale.
            Buona purga.
            A te non rispondo perche' sei maleducato e non voglio rassomigliarti nei toni.A P.I. In genere sono contro la censura, ma questo distinto e cordiale signore merita una X rossa...e non per le sue idee (che non commento) ma per il suo tono.Cordiali salutiRUDE
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            - Scritto da: rude
            Se tutto il codice fosse closed, alle
            universita' che vi studiate, Visual Basic? 5
            anni di carriera universita' per programmare
            in Visual Basic (mamma mia che schifo!!!) E'
            come diventare ingegneri edili e costruire
            le case con le carte da gioco!!!Sei un poverino lo sai vero? Pensa x cosa e' stato creato VB, pensa non sparare sulle cose solo perche' sono di M$. Pensate con la vostra cazzo di testa, e non pompate sui luoghi comuni come le pecore.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia

            Sei un poverino lo sai vero? Pensa x cosa e'
            stato creato VB, pensa non sparare sulle
            cose solo perche' sono di M$.

            Pensate con la vostra cazzo di testa, e non
            pompate sui luoghi comuni come le pecore.

            Ciao.Un'altra persona molto educata. Mi hai visto usare questo genere di termini. Probabilmente non ti e' chiaro il concetto riguardante il rispetto delle altrui idee.Da come parli il poverino sei tu, non io.I piu' cordiali salutiRudeP.S.Dove lavori?Io ho lavorato per una azienda di consulenza piuttosto nota. Chi lavorava in C lavorava su SUN. Chi lavorava su Windows lavorava su Visual Basic, a parte dei casi cui si lavorava su... ma voglio parlare in maniera seria con te che mi dai del testa di ... e del poverino?Prima vai a lavarti la bocca e ad imparare un po di educazione e poi si potra' discutere su qualunque tema con i toni giusti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia

          OK. Pero' perche' se io prendo quel codice e
          lo modifico non ci posso fare quello che
          voglio?Infatti tu puoi modificarlo a piacimento! Pero' dovrai sempre renderlo pubblico perche' la licenza lo prevede; se gli autori non avessero aderito a tale licenza tu non avresti nemmeno avuto il codice sorgente per modificarlo! Insomma dovresti solo ringraziare l'autore se ti permette di modificare la licenza!

          In ogni caso, linux è il SO, e se vuoi

          sviluppare un applicativo ClosedSource
          puoi

          venderlo, tranquillamente.

          Guarda Kylix, di borlan.

          700.000 carte o giù di lì il prezzo....

          Linux, come SO, potrebbe essere ben di piu'
          no?Ma la filosofia dei creatori di Linux non vuole che esso venga venduto. Tanto di guadagnato per l'utente finale, no?Ciauz
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia
        - Scritto da: l

        Tu sbagli. Linux l'hai fatto tu? no!
        Chi lo ha fatto ha rendere libero il codice.
        Perchè uno dovrebbe prendere il codice fatto
        da un'altro, nascondere il sorgente, e
        venderlo come fosse sua proprietà.
        In ogni caso, linux è il SO, e se vuoi
        sviluppare un applicativo ClosedSource puoi
        venderlo, tranquillamente.
        Guarda Kylix, di borlan.
        700.000 carte o giù di lì il prezzo....A me risulta 2 mil versione base (PcProf/Dev). Io lo aspetto con ansia perchè già uso cBuilder5. E nonho capito se kylix è SOLO pascal.COmunque ... Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia
      - Scritto da: Mr Siae
      I diritti di proprieta' intellettuale
      saranno pure scomodi a molti, a quelli che
      vogliono campare sul lavoro altrui, ma un
      conto e' che uno voglia condividerli un
      conto e' che uno no nvoglia.Vuoi condividerli? Allora ci sono licenze come la GPL o la BSD. Non vuoi farlo? Problemi tuoi, nessuno ti obbliga.E nessuno obbliga Microsoft.
      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.
      Per questo Torvalds sbaglia.Proabilmente allora deve essere uno sbaglio il fatto che Linux eroda fette di mercato sempre piu' ampie alla Microsoft... ;-)E comunque esistono soluzioni closed source su piattaforma Linux, e nessuno le condanna per il fatto di esistere sotto questa forma.Ogni sviluppatore e' assolutamente libero di scegliere la sua politica di licenza, e nessuno ha il diritto di imporgliene una solo perche' va a intaccare i suoi profitti.E ricordati che Linux e' il kernel e nulla piu'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia

        Vuoi condividerli? Allora ci sono licenze
        come la GPL o la BSD. Non vuoi farlo?Hai mai letto i due tipi di licenza che citi ? ... secondo me no.
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia
        - Scritto da: snowdog
        - Scritto da: Mr Siae

        I diritti di proprieta' intellettuale

        saranno pure scomodi a molti, a quelli che

        vogliono campare sul lavoro altrui, ma un

        conto e' che uno voglia condividerli un

        conto e' che uno no nvoglia.

        Vuoi condividerli? Allora ci sono licenze
        come la GPL o la BSD.Le licenze BSD o BSD like come quella di Apache, XFree e Perl sono licenza opensource ma che permettono di effettuare le proprie modifiche proprietarie e non ridistribuire il risultato del lavoro. Di esempi ce ne sono diversi, dal server Stronghold basato su Apache ma commerciale, all'implementazione dello stack TCP/IP di Microsoft largamente basato su quello di BSD.Alex
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia
          - Scritto da: Alessandro Astarita



          ...................

          Vuoi condividerli? Allora ci sono licenze

          come la GPL o la BSD.

          Le licenze BSD o BSD like come quella di
          Apache, XFree e Perl sono licenza opensource
          ma che permettono di effettuare le proprie
          modifiche proprietarie e non ridistribuire
          il risultato del lavoro. Di esempi ce ne
          sono diversi, dal server Stronghold basato
          su Apache ma commerciale,
          all'implementazione dello stack TCP/IP di
          Microsoft largamente basato su quello di
          BSD.Credo che anche la GPL ti permetta di fare delle modifiche e di non redistribuire il risultato. Se pero' lo distribuisci devi rispettare la GPL e fornire anche i sorgenti. O sbaglio ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia
      Come analisi non c'e' male... complimenti!Mi sembra che di limiti ne abbia molti di piu' un prodotto chiuso come Windows.Non per niente la maggior parte di produttori di dispositivi embedded sta convertendosi a Linux proprio per la sua scalabilita' e la possibilita' di essere modificato (ogni produttore puo' inserire nei suoi prodotti il proprio "valore aggiunto"). Puoi fare con Windows le stesse cose? I produttori se lo sono chiesto (se lo stanno chiedendo) e la risposta e' quasi sempre "NO".Non e' il fatto che Linux sia gratis il vero problema di Microsoft: ci sono milioni di utenti che dicono "caccio i soldi e ottengo quello che mi serve". Ed e' giusto che sia cosi'!In realta' MS e' cosi' spaventata dal software Open Source perche' permette alle aziende che usano questo modello di sviluppo di avere un "time to market" che MS non si puo' permettere se vuole continuare a portarsi tutte le modifiche e le personalizzazioni 'in casa'.Ciao.- Scritto da: Mr Siae
      I diritti di proprieta' intellettuale
      saranno pure scomodi a molti, a quelli che
      vogliono campare sul lavoro altrui, ma un
      conto e' che uno voglia condividerli un
      conto e' che uno no nvoglia.
      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.
      Per questo Torvalds sbaglia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia

        Mi sembra che di limiti ne abbia molti di
        piu' un prodotto chiuso come Windows.Io non volevo parlare di Windows, ne' vorrei difenderlo. Volevo parlare di Linux.
        Non e' il fatto che Linux sia gratis il vero
        problema di Microsoft: ci sono milioni di
        utenti che dicono "caccio i soldi e ottengo
        quello che mi serve". Ed e' giusto che sia
        cosi'!Il mio discorso e' un altro. Se la GPL fosse equivalente a maggiore liberta', darebbe anche la liberta' di non condividere quello che attraverso la GPL puo' essere prodotto.Questo avrebbe nel suo complesso effetti benefici.Se siamo convinti che l'Open Source sia meglio perche' impedire a qualcuno di sfruttare GPL in modo proprietario?
        In realta' MS e' cosi' spaventata dal
        software Open Source perche' permette alle
        aziende che usano questo modello di sviluppo
        di avere un "time to market" che MS non si
        puo' permettere se vuole continuare a
        portarsi tutte le modifiche e le
        personalizzazioni 'in casa'.Si'. Il rischio ora che si spaventi anche il movimento Open Source.. :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia
          - Scritto da: Mr Siae
          .............
          Il mio discorso e' un altro. Se la GPL fosse
          equivalente a maggiore liberta', darebbe
          anche la liberta' di non condividere quello
          che attraverso la GPL puo' essere prodotto.
          Questo avrebbe nel suo complesso effetti
          benefici.
          Se siamo convinti che l'Open Source sia
          meglio perche' impedire a qualcuno di
          sfruttare GPL in modo proprietario?Perche' questa e' la GPL.Esistono altre licenze open-source che lo permettono. Ad esempio la BSD o la LGPL.Tu sviluppi software ? Lo vuoi rendere open-source ? Sei libero di scegliere la licenza che vuoi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia
          - Scritto da: Mr Siae
          Il mio discorso e' un altro. Se la GPL fosse
          equivalente a maggiore liberta', darebbe
          anche la liberta' di non condividere quello
          che attraverso la GPL puo' essere prodotto.
          Questo avrebbe nel suo complesso effetti
          benefici.
          Se siamo convinti che l'Open Source sia
          meglio perche' impedire a qualcuno di
          sfruttare GPL in modo proprietario?Tu vorresti essere libero di rubare il prodottodi un altro e rivenderlo come tuo. Questo e`quello che stai dicendo.Ma perche` pensi di avere il diritto di ridistribuire software che non hai scritto tu come tuo in forma closed-source???Se la pensi cosi` prova a scriverti tutto il codice da zero... e vediamo se apprezzi il lavorodegli sviluppatori opensource, o in alternativaprova a comprarti il codice sorgente di prodotticlosed source...prova e poi tornami a criticare tanto il codiceopen source.Il vero motivo per cui MS teme tanto l'opensourcee` che i suoi sudditi acquistano la liberta` discelta...e c'e` qualcuno che gia` si sta facendo questadomanda: ma davvero mi conviene rimanere legatoa MS???Invece di criticare l'open source io guardereile licenze MS. Paghi fior di quattrini e cio`che compri non e` MAI tuo. Non ci puoi farecio` che ti pare nemmeno dopo averlo pagato...Alla faccia della liberta`!!!

          In realta' MS e' cosi' spaventata dal

          software Open Source perche' permette alle

          aziende che usano questo modello di
          sviluppo

          di avere un "time to market" che MS non si

          puo' permettere se vuole continuare a

          portarsi tutte le modifiche e le

          personalizzazioni 'in casa'.

          Si'. Il rischio ora che si spaventi anche il
          movimento Open Source.. :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia

        Non per niente la maggior parte di
        produttori di dispositivi embedded sta
        convertendosi a Linux proprio per la sua
        scalabilita' e la possibilita' di essereEH???????????linux embedded???ma scherziamo???scalabile???se parliamo di QNX ok... ha un kernel di 8k...linux ha un kernel di un mega compresso se tutto va bene...me lo schiami scalabile? adatto ad esempio a un gameboy che ha 64k di rom?suvvia!
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia
          - Scritto da: maks
          EH???????????
          linux embedded???
          ma scherziamo???
          scalabile???]zac[Non e' che confondi il kernel con i moduli?Il kernel e' cosi' grosso perche' ha i tanti moduli (compilati) che servono nelle piattaforme PC.Salve Dbg
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            a - i moduli sono esterni al kernel...io mi riferisco proprio a zImage!!b - il fatto che ci siano dei moduli non vuol dire che questi non verrano caricati in memoriac - il kernel di linux, per come e' fatto, non stara' mai in 8kd - un microkernel sfrutta dei servizi per le funzionalita' che non sono nel kernel, come ad esempio il file system. Ad ogni chiamata al file system viene invocato uno specifico servizio. La cosa e' molto piu' efficente in termini di utilizzo delle risorse rispetto all'avere sempre in memoria il modulo che gestisce il file system o a doverlo caricare ogni volta che mi serve e scaricarlo A MANO quando non serve piu'...- Scritto da: Dbg
            - Scritto da: maks

            EH???????????

            linux embedded???

            ma scherziamo???

            scalabile???
            ]zac[

            Non e' che confondi il kernel con i moduli?
            Il kernel e' cosi' grosso perche' ha i tanti
            moduli (compilati) che servono nelle
            piattaforme PC.

            Salve
            Dbg
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            - Scritto da: maks
            a - i moduli sono esterni al kernel...
            io mi riferisco proprio a zImage!!No! i moduli sono anche compilati nel kernel, quelli base e/o su cui e' importante la velocita' (per esempio quelli del tcp/ip) vengono compilati nel kernel.
            b - il fatto che ci siano dei moduli non
            vuol dire che questi non verrano caricati in
            memoria?????? se non usi non vengono caricati.
            c - il kernel di linux, per come e' fatto,
            non stara' mai in 8kQuesto si, ma il kernel base di linux fa' un sacco di roba che puo' essere tirata via nelle configurazioni minimali.
            d - un microkernel sfrutta dei servizi per
            le funzionalita' che non sono nel kernel,
            come ad esempio il file system. Ad ogni
            chiamata al file system viene invocato uno
            specifico servizio.Beh cosa cambia? un servizo occupa spazio sia che sia nel kernel sia che sia fuori.
            La cosa e' molto piu'
            efficente in termini di utilizzo delle
            risorse rispetto all'avere sempre in memoria
            il modulo che gestisce il file system o a
            doverlo caricare ogni volta che mi serve eSi e no, ormai anche i palmari hanno oltre 8Mb di memoria, se ne occupi 500K di kernel non succede niente.
            scaricarlo A MANO quando non serve piu'...Mi risulta che linux ha un'opzione per il caricamento automatico dei moduli.Salve DbgP.S. cmq basta aspettare, e vedere cosa verra' usato e provarlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            - Scritto da: Dbg
            - Scritto da: maks

            EH???????????

            linux embedded???

            ma scherziamo???

            scalabile???
            ]zac[

            Non e' che confondi il kernel con i moduli?
            Il kernel e' cosi' grosso perche' ha i tanti
            moduli (compilati) che servono nelle
            piattaforme PC. Si credo che si confonda, però non ha tutti i torti infatti mi risulta che il kernel sotto i 100kb non si riesce a farlo rientrare. Sinceramente 8kb per un sistema multitasking e multi utente mi paiono davvero (inverosimilmente) pochi. Allora forse si tratta di paragonare "cose" simili: un PDA che si volesse usarlo in più persone ad esempio deve avere un sistema multiutente, un micro-PC come i PSION dovrebbe essere multitasking (purtroppo per mi aignoranza non so se l'EPOC lo è multitasking). Se invece voliamo parlare di GameBoy allora forse le esigenze sono diverse ed è ovvio che le soluzioni sono idverse. Ed è proprio qua il punto: perchè M$ vorrebbe farci credere che il suo SO può essere la Soluzione ad ogni problema ? La mia risposta al Sig.Mundie la trovate su http://digilander.iol.it/robang

            Salve
            Dbg
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia


            Si credo che si confonda, però non ha tutti
            i torti infatti mi risulta che il kernel
            sotto i 100kb non si riesce a farlo
            rientrare.
            Sinceramente 8kb per un sistema
            multitasking e multi utente mi paiono
            davvero (inverosimilmente) pochi.www.qnx.commicrokernel di 8k nome in codice neutrinoin un disco da 1.44 ci sta un sistema COMPLETO con browser, sottosistema grafico che da una pista a XFREE, supporto networking TCP/IP praticamente bugless, supporto PPP.si puo' fare. Basta sperimentare.Linus ha smesso di farlo molto tempo fa.Oggi Transmeta lo attira di +Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia
          - Scritto da: maks

          Non per niente la maggior parte di

          produttori di dispositivi embedded sta

          convertendosi a Linux proprio per la sua

          scalabilita' e la possibilita' di essere

          EH???????????
          linux embedded???
          ma scherziamo???
          scalabile???
          se parliamo di QNX ok... ha un kernel di
          8k...
          linux ha un kernel di un mega compresso se
          tutto va bene...
          me lo schiami scalabile? adatto ad esempio a
          un gameboy che ha 64k di rom?

          suvvia!il mu-kernel QNX occupa una decina di kB, ma non può fare assolutamente niente da solo. Ha bisogno di un processo di sistema (che gira in kernel-space) che occupa (mi pare) circa 1 MB di memoria.Comunque, QNX è un sistema embedded real-time, che ha particolare requisiti di dimensione e prestazioni. Un sistema embedded che non debba rispettare requisiti real-time può benissimo occupare qualche mega. Inoltre, esistono svariati tipi di sistemi embedded (palmari, bacheche elettroniche pubbliche etc.). Esempio: una bacheca di informazioni turistiche può benissimo montare una ROM da 32 MB, su cui puoi farci stare un kernel Linux + un filesystem che contenga driver, un web server + pagine informative etc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia
      - Scritto da: Mr Siae
      I diritti di proprieta' intellettuale
      saranno pure scomodi a molti, a quelli che
      vogliono campare sul lavoro altrui, ma un
      conto e' che uno voglia condividerli un
      conto e' che uno no nvoglia.Nessuno obbliga zio Bill a regalare Windows!!!
      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.
      Per questo Torvalds sbaglia.Il lavoro fatto sotto linux lato server e' migliore di quello di zio Bill, evidentemente qualcuno che sa lavorare sotto linux c'e'. Quindi Torwald ha ragione. La condivisione porta un aumento di conoscenza e questo fa la differenza sull'opensource ed e' la ragione per cui esiste la GPL... La condivisione del sapere
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia

      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.
      Per questo Torvalds sbaglia.Credo sia necessario spiegare meglio cosa si intende in questo caso per "condivisione": Linux in piu' di molti SO concorrenti ha che puoi modificare il codice sorgente del SO stesso e del SW, ok? I SO concorrenti piu' famosi questo non te lo permettono; ma naturalmente c'e' una condizione: loro ti concedono il codice sorgente solo se tu, nel caso voglia modificarlo, lo renda disponibile anziche' farlo diventare, diciamo cosi' "closed source"; con gli altri SO non puoi ne' renderlo ne' non renderlo disponibile perche' non hai proprio i codici sorgente disponibili!E' una forma di scambio, loro ti danno le cose gratis e aperte, tu potrai renderle gratis o a pagamento ma sempre aperte! Mi sembra che il discorso fili, no? Poi il guadagno che si possa ottenere dall'Open Source e' un discorso piu' complesso.bye
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia
        - Scritto da: slack\b0y]zac[
        Credo sia necessario spiegare meglio cosa si
        intende in questo caso per "condivisione":
        Linux in piu' di molti SO concorrenti ha che
        puoi modificare il codice sorgente del SO
        stesso e del SW, ok?]zac[Ci sono due visioni (troppo spesso ideologie):- solo un numero ristretto di persone 'speciali' e 'ben' organizzate da un 'capo' puo' affrontare compiti complessi (e' la vecchia teoria del piu' persone ci sono piu' caos viene generato).- un alto numero di persone che liberamente si organizza produce risultati eclatanti e impossibili da raggiungere in altre maniere perche' piu' persone ci sono e piu' soluzioni si trovano.E' la nuova teoria del nulla si butta purche' sia disponibile liberamente, i progetti che vanno verso il caos 'muoiono', ma niente e' perso, perche' chiunque puo' prendere le idee e i risultati e generare un progetto vincente e ordinato.E' la teoria che quando le persone seguono le proprie inclinazioni (liberamente scelgono di cosa occuparsi) sono pesantemente piu' efficenti e produttive, e questo compensa ampiamente il teorico aumento di caos (e si! teorico!, perche' solo un alto numero di persone e' in grado di tenere testa a problemi molto complessi, semplice teoria delle probabilita').La cosa ironica e' che la teoria 'closed' assomiglia molto a concetti 'statalisti', e la 'open' a concetti 'liberisti'.Salve Dbg
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia

      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.
      Per questo Torvalds sbaglia.Credo sia necessario spiegare meglio cosa si intende in questo caso per "condivisione": Linux in piu' di molti SO concorrenti ha che puoi modificare il codice sorgente del SO stesso e del SW, ok? I SO concorrenti piu' famosi questo non te lo permettono; ma naturalmente c'e' una condizione: loro ti concedono il codice sorgente solo se tu, nel caso voglia modificarlo, lo renda disponibile anziche' farlo diventare, diciamo cosi' "closed source"; con gli altri SO non puoi ne' renderlo ne' non renderlo disponibile perche' non hai proprio i codici sorgente disponibili!E' una forma di scambio, loro ti danno le cose gratis e aperte, tu potrai renderle gratis o a pagamento ma sempre aperte! Mi sembra che il discorso fili, no? Poi il guadagno che si possa ottenere dall'Open Source e' un discorso piu' complesso.bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia
      Caro mr SIAE (già il nome la dice lunga...)Linux, quale derivato di unix (il kernel è molto vicino all'originale AT&T) Esiste da ben 30 anni e non può essere limitato, la filosofia che racchiude è LONTANA dalle vostre menti intasate di finestre e schermi blu!!Dimentichi poi dei vari BSD (FreeBSD, OpenBSD e netBSD), del solaris e di tutti gli Unix Like che praticamente sono gratuiti!!!!La fortuna del bill gates è stata quella di strappare un accordo con la IBM nel 1981 e permettere al DOS, che in realtà era un CP/M rivisto e corretto, di diffondersi a macchia d'olio grazie all'avvento del fenomeno PC.La fortuna del bill gates è stata poi quella di incontrare la Apple, che grazie a una politica ancora più ottusa, ha negato ogni documentazione circa il suo macintosh (1984), che praticamente faceva le cose che oggi fa windows me, aprendo le porte alla realizzazione dei vari GEM ( che girava su ATARI ),OS/2 , Windows386 e analoghi!Intellettualmente la microsoft, come ben vedi, ha inventato ben poco, anzi ha sempre lucrato su idee altrui:Siete quindi voi la minaccia alla libertà, reprimendo ogni forma di scambio culturaleSiete voi gli accentratori di potere, racchiudendo in 500Mb di barzellette tutta la vostra saccenza e pietosa boria!
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia
        Sono daccordo su quasi tutto cio' che dici ma credo sia il caso di fare qualche precisazione:
        Caro mr SIAE (già il nome la dice lunga...)Credo che il suo nick sia semplicemente provocatorio (passiamo alle cose serie, va :P)
        Linux, quale derivato di unix (il kernel è
        molto vicino all'originale AT&T) Esiste da
        ben 30 anni Linux esiste solo dal '91, e' Unix che ha 30 anni; pero' e' anche vero che il prodotto Open Source raccoglie l'esperienza di 30 anni di unix :-)
        La fortuna del bill gates è stata quella di
        strappare un accordo con la IBM nel 1981 e
        permettere al DOS, che in realtà era un CP/M
        rivisto e corretto, di diffondersi a macchia
        d'olio grazie all'avvento del fenomeno PC.
        La fortuna del bill gates è stata poi quella
        di incontrare la Apple, che grazie a una
        politica ancora più ottusa, ha negato ogni
        documentazione circa il suo macintosh
        (1984), che praticamente faceva le cose che
        oggi fa windows me, aprendo le porte alla
        realizzazione dei vari GEM ( che girava su
        ATARI ),OS/2 , Windows386 e analoghi!Piu' che di fortuna parlerei di tattica di mercato vincente (anche se forse sleale); almeno un merito attribuiamolo a Zio Bill, insomma ;o)Daccordo per il restoCiauz
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvald sbaglia
        Fin qua sono stato zitto, adesso che vedo il solito sotuttoio che tira fuori le solite str..ate su chi ha inventanto e chi no. Se per questo neanche il sig. Linus ha inventato qualcosa, rimani in tema che è più interessante.- Scritto da: bsd
        Caro mr SIAE (già il nome la dice lunga...)
        Linux, quale derivato di unix (il kernel è
        molto vicino all'originale AT&T) Esiste da
        ben 30 anni e non può essere limitato, la
        filosofia che racchiude è LONTANA dalle
        vostre menti intasate di finestre e schermi
        blu!!
        Dimentichi poi dei vari BSD (FreeBSD,
        OpenBSD e netBSD), del solaris e di tutti
        gli Unix Like che praticamente sono
        gratuiti!!!!
        La fortuna del bill gates è stata quella di
        strappare un accordo con la IBM nel 1981 e
        permettere al DOS, che in realtà era un CP/M
        rivisto e corretto, di diffondersi a macchia
        d'olio grazie all'avvento del fenomeno PC.
        La fortuna del bill gates è stata poi quella
        di incontrare la Apple, che grazie a una
        politica ancora più ottusa, ha negato ogni
        documentazione circa il suo macintosh
        (1984), che praticamente faceva le cose che
        oggi fa windows me, aprendo le porte alla
        realizzazione dei vari GEM ( che girava su
        ATARI ),OS/2 , Windows386 e analoghi!
        Intellettualmente la microsoft, come ben
        vedi, ha inventato ben poco, anzi ha sempre
        lucrato su idee altrui:
        Siete quindi voi la minaccia alla libertà,
        reprimendo ogni forma di scambio culturale
        Siete voi gli accentratori di potere,
        racchiudendo in 500Mb di barzellette tutta
        la vostra saccenza e pietosa boria!
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvald sbaglia
          - Scritto da: Alessandro
          Fin qua sono stato zitto, adesso che vedo il
          solito sotuttoio che tira fuori le solite
          str..ate su chi ha inventanto e chi no. Se
          per questo neanche il sig. Linus ha
          inventato qualcosa, rimani in tema che è più
          interessante.Amico del sole!Torvald non ha inventato niente, ma almeno ha diffuso un sistema intelligente (UNIX)per persone intelligenti e capaci, tra le quali, in base a quanto mi scrivi, evidententemente tu non ti annovericiao bello, buon schermo blu!
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            Per essere corretti Linus ha inventato LINUX.Per due motivi:1-Ha creato l´idea innovativa di condividere sorgenti sulla rete con altri e consentire a tutti di partecipare alla realizzazione con lo scambio di conoscenze appunto.2-Lui aveva gia scritto parte del futuro kernel di Linux quando decise di renderlo disponibile a tutti anzi era qualcosa a cui lavorava gia da prima.Questo perche´i finlandesi in generale hanno un acultura piu legata al comunismo che al capitalismo e seppur io non sia comunista ritengo che sia una cosa giusta condividere la conoscenza con altri, immaginate se quelli che hanno inventato i vari vaccini (in medicina) se li fossero tenuti per se!!! Quando ho fatto la mia tesi all´HUT (la stessa universita´di Linus, tutti dicevano che al kernel lavorava gia da prima, in parole povere e´una persona a cui si deve riconoscere il merito di "AVERE INVENTATO".- Scritto da: bsd


            - Scritto da: Alessandro

            Fin qua sono stato zitto, adesso che vedo
            il

            solito sotuttoio che tira fuori le solite

            str..ate su chi ha inventanto e chi no. Se

            per questo neanche il sig. Linus ha

            inventato qualcosa, rimani in tema che è
            più

            interessante.
            Amico del sole!
            Torvald non ha inventato niente, ma almeno
            ha diffuso un sistema intelligente (UNIX)per
            persone intelligenti e capaci, tra le quali,
            in base a quanto mi scrivi, evidententemente
            tu non ti annoveri

            ciao bello, buon schermo blu!
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia

            Amico del sole!
            Torvald non ha inventato niente, ma almeno
            ha diffuso un sistema intelligente (UNIX)per
            persone intelligenti e capaci, tra le quali,
            in base a quanto mi scrivi, evidententemente
            tu non ti annoveri

            ciao bello, buon schermo blu!Mi spiace che tu la metta in questo tono, evidentemente non hai mai letto altri miei post. Siccome è normale che io non sia al centro del tuo mondo ti ricordo che sono uno di quelli che lavora con Windows e Linux e ripeto lavora. Non ho bandiere in quanto credo più ai fatti che alle idee soprattutto se esasperate ed integraliste.Per risponderti sappi che anche il sig. Bill allora ha un merito ed è quello di aver diffuso un sistema "stupido" che è entrato in tutte le case e che attualmente è il più facile da usare per quanto riguarda le esigenze di un utente casalingo. Tra l'altro credo che questo sistema "stupido" tu l'abbia usato proprio fino a qualche mese fa e magari anche adesso. Concludendo voglio condividere con te una cosa particolare che mi succede: quando mi si impianta Linux (per quanto poco accada) non vedo nessun schermo di nessun colore. Scometto che lo ho configurato male perchè non sono intelligente come te...
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            - Scritto da: Alessandro. Tra l'altro
            credo che questo sistema "stupido" tu
            l'abbia usato proprio fino a qualche mese fa
            e magari anche adesso. Concludendo voglio
            condividere con te una cosa particolare che
            mi succede: quando mi si impianta Linux (per
            quanto poco accada) non vedo nessun schermo
            di nessun colore. Scometto che lo ho
            configurato male perchè non sono
            intelligente come te...Sei di una noia pazzesca, ciao!
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            - Scritto da: Alessandro
            Concludendo voglio
            condividere con te una cosa particolare che
            mi succede: quando mi si impianta Linux (per
            quanto poco accada) non vedo nessun schermo
            di nessun colore. Scometto che lo ho
            configurato male perchè non sono
            intelligente come te... Nella mia piccola esperienza (ormai vecchia di due anni perchè non lo uso più nemmeno dove è installato: sul mio portatile) ogni "piantamento" di un'applicativo sotto Windows porta ad un piantamento dello SO, cosa che non accade in Linux. Mentre per quel che riguarda il blocco del kernel di Linux posso dire che mi è capita solo in due casi: - quando ho un HW che se ne sta per morire oppure è pessimamente integrato con il resto - quando mi compilo il kernel o male oppure usando flag criminali (come) -03, oppure ancora quando metto su patch sperimentali. Se prendi il 2.2.19 pachettizzato per la tua versione di Linux vedrai che di problemi non ne avrai più...
          • Anonimo scrive:
            Re: Torvald sbaglia
            Ti ringrazio- Scritto da: robang


            - Scritto da: Alessandro

            Concludendo voglio

            condividere con te una cosa particolare
            che

            mi succede: quando mi si impianta Linux
            (per

            quanto poco accada) non vedo nessun
            schermo

            di nessun colore. Scometto che lo ho

            configurato male perchè non sono

            intelligente come te...

            Nella mia piccola esperienza (ormai vecchia
            di due anni perchè non lo uso più nemmeno
            dove è installato: sul mio portatile) ogni
            "piantamento" di un'applicativo sotto
            Windows porta ad un piantamento dello SO,
            cosa che non accade in Linux.
            Mentre per quel che riguarda il blocco del
            kernel di Linux posso dire che mi è capita
            solo in due casi:

            - quando ho un HW che se ne sta per morire
            oppure è pessimamente integrato con il resto

            - quando mi compilo il kernel o male oppure
            usando flag criminali (come) -03, oppure
            ancora quando metto su patch sperimentali.

            Se prendi il 2.2.19 pachettizzato per la
            tua versione di Linux vedrai che di problemi
            non ne avrai più...
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvald sbaglia
      - Scritto da: Mr Siae
      I diritti di proprieta' intellettuale
      saranno pure scomodi a molti, a quelli che
      vogliono campare sul lavoro altrui, ma un
      conto e' che uno voglia condividerli un
      conto e' che uno non voglia.Appunto: quindi non capisco perché MS di tanto in tanto debba rompere le scatole... nessuno la obbliga ad aderire alla licenza GNU e a condividere i propri sorgenti. Se secondo MS si tratta di qualcosa di sbagliato dovrebbe esserne felice, perchè significherebbe che Linux è destinato a sparire. Evidentemente invece comincia a sentire un po' di pepe al c##o
      Linux sara' per sempre limitato perche' il
      suo sviluppo obbliga a questa condivisione,
      impedendo cosi' altri generi di sviluppi
      commerciali.E da quando in quà la condivisione di conoscenze 8e il corrispondente apporto di conoscenze di migliai di utenti) è un limite ???
      Per questo Torvalds sbaglia.Convinto tu...ciao
  • Anonimo scrive:
    Conflitto di interessi tra cultura e mercanti...
    ...non esiste una vera e propria competizione tra la logica aziendale di cui la microsoft è naturale portatrice e quella di linux, che nasce e cresce soprattutto in virtù della passione degli sviluppatori. Il progetto di Torvalds è nato ed ha come fine principale lo sviluppo collettivo di un sistema operativo: non avrebbe potuto essere attuato senza la GPL, strumento perfettamente legittimo perchè non proibito da nessun ordinamento al mondo. Che poi, oltre ad uno strumento di studio fine a se stesso, Linux si sia rivelato un prodotto che può avere anche un valore di mercato, è un fatto, ma non cambia la sostanza del progetto. Non perchè i mercanti vedono in esso una possibile fonte di lucro, si possono permettere di ridurre nei loro schemi qualcosa che solo incidentalmente li potrebbe riguardare...l'open source è qualcosa di diverso, anzi, prezioso: sta a dimostrare che non tutto ciò che è prodotto dal cervello ed ha rilevanza pratica ( leggi: valore economico) può essere comprato. Torvalds e il suo progetto risollevano l'umanità dalle sue bassezze,almeno negli intenti. Anche se è solo una goccia in un oceano, è un miracolo che ci sia e che tutto ciò sia stato reso possibile. Vorrei davvero che durasse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Conflitto di interessi tra cultura e mercanti.
      - Scritto da: Cybermind
      ...non esiste una vera e propria
      competizione tra la logica aziendale di cui
      la microsoft è naturale portatrice e quella
      di linux, che nasce e cresce soprattutto in
      virtù della passione degli sviluppatori. Il
      progetto di Torvalds è nato ed ha come fine
      principale lo sviluppo collettivo di un
      sistema operativo: non avrebbe potuto essere
      attuato senza la GPL, strumento
      perfettamente legittimo perchè non proibito
      da nessun ordinamento al mondo. Che poi,
      oltre ad uno strumento di studio fine a se
      stesso, Linux si sia rivelato un prodotto
      che può avere anche un valore di mercato, è
      un fatto, ma non cambia la sostanza del
      progetto. Non perchè i mercanti vedono in
      esso una possibile fonte di lucro, si
      possono permettere di ridurre nei loro
      schemi qualcosa che solo incidentalmente li
      potrebbe riguardare...l'open source è
      qualcosa di diverso, anzi, prezioso: sta a
      dimostrare che non tutto ciò che è prodotto
      dal cervello ed ha rilevanza pratica (
      leggi: valore economico) può essere
      comprato. Torvalds e il suo progetto
      risollevano l'umanità dalle sue
      bassezze,almeno negli intenti. Anche se è
      solo una goccia in un oceano, è un miracolo
      che ci sia e che tutto ciò sia stato reso
      possibile. Vorrei davvero che durasse.Non riuscirei mai a esprimere questi concetti in modo migliore; perciò, molto modestamente, posso solo dire d'essere d'accordo con te.....FraternamenteCosmo
  • Anonimo scrive:
    Si l'ha detto 2 settimane fa !
    Scusate eh ma vi riferite a un'intervista rilasciata almeno una settimana fa ... perderete mica colpi ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Si l'ha detto 2 settimane fa !
      - Scritto da: Akela
      Scusate eh ma vi riferite a un'intervista
      rilasciata almeno una settimana fa ...
      perderete mica colpi ?L'ha dichiarato ai primi di maggio.Diciamo che all'efficiente redazione di PI (dai, questo è innegabile) questa notizia era sfuggita finché un uccellino non gli ha dato una soffiata... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Si l'ha detto 2 settimane fa !
      - Scritto da: Akela
      Scusate eh ma vi riferite a un'intervista
      rilasciata almeno una settimana fa ...
      perderete mica colpi ?Queste cose le ho dette ad informationweek venerdi' scorso.
Chiudi i commenti