Dell cancella Linux dai PC desktop

Il colosso dei PC, sfiduciato dai dati di vendita, sfratta Linux dai desktop e dai notebook. Niente più alternativa a Windows


Dallas (USA) – Dal fronte desktop, per Linux arriva un’altra brutta notizia: Dell ha deciso di non rinnovare la sua fiducia al Pinguino come alternativa a Windows sui PC desktop ed i notebook.

L’azienda, uno dei primi colossi ad aver offerto come optional, per i propri utenti desktop, l’installazione di Linux, si è dovuta arrendere all’evidenza: nessuno, o quasi, sembra interessato a mettere Linux sul portatile o nel PC di casa e dell’ufficio.

Dell nel recente passato ha foraggiato il mondo Linux attraverso investimenti fatti in varie aziende dell’open source, fra cui Red Hat e la defunta Eazel. Il colosso, attraverso il suo boss e fondatore Michael Dell, aveva già espresso in passato il suo profondo pessimismo riguardo il futuro di Linux nel mercato desktop, parole che, sebbene duramente contestate da Bruce Perens di HP, trovarono poi seguito in alcune dichiarazioni rilasciate a giugno da Craig Barrett, CEO di Intel, che ribadì come Linux fosse molto interessante per il mercato server ma ben poco adatto per quello dei PC general purpose.

Ma se per Linux un mercato desktop in pratica ancora non esiste, la stessa Dell si è invece detta entusiasta dei dati di vendita riguardanti le workstation ed i server basati sull’OS free: dopo tutto, una bella consolazione.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Io ti dico...
    Ti ci vorrebbero delle ore per copiare qualche cd così; esistono metodi molto più veloci come quelli descritti dai ragazzi sotto :DComunque volevo pure dire la mia sull'argomento: l'unico modo per sconfiggere la pirateria (che secondo me non finirà mai) è quella di cambiare la testa alle persone e non rompere la traccia per non farla copiare :) e la testa alle persone la puoi cambiare solo andandole incontro.Se noi mettiamo il caso che il 50% della popolazione guadagnasse 1 milione al mese (come in molti casi del sud italia) mi spiegate come una persona possa comprare un cd a 40 mila lire?Vabè concludo col dire che a napoli stanno più attrezzati dei migliori laboratori, è inutile spendere soldi in ricerche che poi vengono rese vane :D
  • Anonimo scrive:
    Mah qualcuno mi sa dire...
    Per copiare un CD (senza una gran qualità) non basta avere 2 Pc collegare l'output di uno all'input dell'altro??? Salvare il tutto (sul Pc che riceve) su wav o mp3 o altro e poi si masterizza???
  • Anonimo scrive:
    Bella lì!!!
    Adesso oltre al fatto che i cd te li fanno pagare un occhio della testa ti vendono pure le tracce rovinate di proposito! Incredibile!!! E come possono pensare che uno li compri quando non è nemmeno + proprietario di ciò che paga?!!! Vai dal fruttivendolo e compri un chilo di pomodori: ti da i pomodori mezzi marci così tu non li poi rivendere. Ok per i furbi ma chi i pomodori se li è presi per mangiarseli? Stessa cosa!Abbassate i prezzi dei cd a 10 mila e vedrete che non varrà + la pena di rincorrere link su internet, per la maggior parte morti, alla ricerca di un album!Meditate case discografiche, meditate!
  • Anonimo scrive:
    Copia
    Ma scusate... se uno introduce degli errori sperando che sia il lettore a correggerli che problema c'e' a copiare il cd tale e quale ??? Tanto anche quando verra' letta la copia il lettore correggera' gli stessi errori dell'originale anch'essi fedelmente riprodotti!No?
  • Anonimo scrive:
    Ve lo avevo gia spiegato come crakkarli!
    Non so se ricordate ma avevo gia spiegato come crakkare questa protezione utilizzando un programma in regalo con le schede sound blaster live... il meccanismo è lo stesso... addirittura nell'articolo è pure spiegato maluccio: il sonoro prima di uscire passa nella memoria della scheda: da li può essere letto e convertito DIRETTAMENTE in Mp3 o wav grazie al programmino sopra citato :)provare per credere.Tanner
  • Anonimo scrive:
    Correzione Jitter
    ora non vorrei sbagliarmi, ma durante la dae, non esiste una famigerata funzione chiamata "jitter correction"??? Ora non so se i tipi di errori che loro simulano siano correggibili da questa, ma per quanto ne so in cd graffiati si sente a volte male (salta o piccoli rumori) mentre attivandola tutto perfetto.In tal caso basterebbe solo fare click sulla casella di spunta della funzione nel programma e aspettare qualche minuto in più durante l'estrazione :))))
  • Anonimo scrive:
    Alternate cdfs
    Qualcuno è riuscito a scaricare il file alternate cdfs.zip dal sito ?
  • Anonimo scrive:
    non mi pare cosi' difficile da crackare...
    Mah, potranno inventarsi quello che vogliono, ma secondo me fanno solo incazzare gli amanti dell'hi-fi che si trovano delle distorsioni del segnale in un supporto che ti fanno pagare *soprattutto* con la scusa della perfetta qualita'...Per copiarlo, fatemi capire... io reindirizzo l'output del cd su un file wav anziche' sulla scheda sonora, e come fanno a impedirmi di farlo? Se lo sento bene io, lo sento bene anche li', perche' la correzione di errore del cd lavora a prescindere da dove e' indirizzato l'output, o no?Alla fine sono solo complicazioni che peggiorano la gia' brutta opinione che la gente ha di loro.Chi comprava il cd per copiarselo al massimo su cassetta lo fara' come prima; chi della copia ne faceva una "professione", non credo che impieghera' molto a trovare un modo per estrarre l'audio opportunamente...(btw: a occhio, basta un programma software che simuli la correzione d'errore del cd, gli si manda in pipe l'output e il gioco e' fatto. Scommettiamo che cominciano a uscire subito dei cdplayer con integrata questa funzione?)Poi non parliamo del discorso prezzi... =:-O
    • Anonimo scrive:
      Re: non mi pare cosi' difficile da crackare...
      - Scritto da: Crononauta
      Mah, potranno inventarsi quello che
      vogliono, ma secondo me fanno solo incazzare
      gli amanti dell'hi-fi che si trovano delle
      distorsioni del segnale in un supporto che
      ti fanno pagare *soprattutto* con la scusa
      della perfetta qualita'...Amanti dell'hi-fi ? Nicchie. Chi vuoi che si preoccupi delle nicchie ....
      Per copiarlo, fatemi capire... io
      reindirizzo l'output del cd su un file wav
      anziche' sulla scheda sonora, e come fanno a
      impedirmi di farlo? Se lo sento bene io, lo
      sento bene anche li', perche' la correzione
      di errore del cd lavora a prescindere da
      dove e' indirizzato l'output, o no?Credo che la correzione dell'errore funzioni solo per l'output analogico.

      Alla fine sono solo complicazioni che
      peggiorano la gia' brutta opinione che la
      gente ha di loro.E cosa vuoi che gli freghi ?

      Chi comprava il cd per copiarselo al massimo
      su cassetta lo fara' come prima; chi della
      copia ne faceva una "professione", non credo
      che impieghera' molto a trovare un modo per
      estrarre l'audio opportunamente...Appunto ...

      (btw: a occhio, basta un programma software
      che simuli la correzione d'errore del cd,
      gli si manda in pipe l'output e il gioco e'
      fatto. Scommettiamo che cominciano a uscire
      subito dei cdplayer con integrata questa
      funzione?)Di nuovo: appunto ...
      Poi non parliamo del discorso prezzi... =:-OOrmai sono anni che di CD ne compro ben pochi ..Piuttosto mi continuo ad ascoltare quelli vecchi, tanto il 99% della musica nuova fa schifo....
  • Anonimo scrive:
    E che programma sarebbe?
    Non ho capito che programma è...
  • Anonimo scrive:
    Un sistema sicuro esiste...
    Tutti lo sanno ma nessuno lo applica... Un sistema contro la pirateria e le copie non autorizzate esiste, basta dimezzare i prezzi dei cd messi in vendita.Mi pare veramente assurdo pagare 40.000 per un dischetto di plasticaConsiderati i costi da sostenere per copiare un cd completo (inclusi supporto, tempo impiegato, consumo di energia, usura delle apparecchiature, ecc), la resa non sempre perfetta, la mancanza della confezione con foto, testi, ecc sarebbe piu' conveniente acquistare un cd a 15/20.000 che non duplicarlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un sistema sicuro esiste...
      Ben detto e visto che li proteggono mi procurero' quelli protetti e li copiero' ad altri per dispetto mentre continuero' ad acquistare quelli non protetti originali! Mi sono rotto di queste cavolo di protezioni. Voglio farmi una copia di backup e' un mio diritto
  • Anonimo scrive:
    Novità?
    Credo non ci sia nulla che un uomo crei e che un altro non abbia la capacità di emulare e varcare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Novità?
      LEGGE DI MURPHYI cretini sono sempre più ingegnosi delle precauzioni che si prendono per impedirgli di nuocere.
  • Anonimo scrive:
    finalmente ME serve a qualcosa.
    finalmente ME è meglio di Win2000 in qualcosa.per linux non c'è niente?... he he
    • Anonimo scrive:
      Re: finalmente ME serve a qualcosa.
      - Scritto da: findus

      finalmente ME è meglio di Win2000 in
      qualcosa.

      per linux non c'è niente?


      ... he heerhm... non vorrei tirarti giù dalle nuvole mentre ti gongoli, ma il ripper cdparanoia è già in grado di aggigrare la "protezione" (diciamo...) dalla notte dei tempi.enjoy
  • Anonimo scrive:
    Errore di battitura
    "Una sfida che fino ad oggi nessuno sembra aver vinto, né Macromedia..."Macromedia o Macrovision?
  • Anonimo scrive:
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!
    Dicevo:HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!Ma la capiranno che NON SI PUO' FARE oppure continueranno a spendere (leggi = buttar via) i soldi che pigliano dal solito costo eccessivo dei cd? No eh?Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!
      ... se non altro perchè uno i CD li vorrebbe anche ascoltare, oltre che pagarli cari.E del resto, se anche trovassero un modo per impedire al lettore da PC di leggere i dati audio come 'dati', basta prendere l'uscita audio digitale del lettore, infilarla nell'ingresso audio digitale di una SB live, et voilà. E' lento, ma andrà sempre, ed è una copia 'conforme' all'originale ...
  • Anonimo scrive:
    Piccolo errore di battitura
    "CD audio consiste nello trovare" andrebbe cambiato in "nel trovare".Saluti
Chiudi i commenti