Dell Linux non v'è certezza

Dell Linux non v'è certezza

In Francia, e solo per gli atenei e i ricercatori, saranno disponibili i primi notebook Dell con sistema operativo Mandriva Linux Limited Edition 2005 pre-installato
In Francia, e solo per gli atenei e i ricercatori, saranno disponibili i primi notebook Dell con sistema operativo Mandriva Linux Limited Edition 2005 pre-installato


Parigi – Mandriva , il distributore Linux francese, è riuscita a coinvolgere Dell in un progetto commerciale che segna un’accelerazione per l’open source transalpino. Nei prossimi mesi i più importanti centri accademici francesi potranno fornire ai loro ricercatori e studenti i notebook Dell Latitude 110L con sistema operativo Mandriva Linux Limited Edition 2005 . Un’offerta che almeno per ora sembra essere riservata solo ed esclusivamente a questo tipo di consumatori, ma che Mandriva vorrebbe estendere ulteriormente.

A breve, inoltre, sarà disponibile Mandriva Linux 2006, attualmente in Release Candidate 2. La nuova versione integrerà le tecnologie di Conectiva e i servizi Web avanzati della vecchia Mandrakesoft .

Dell ha a listino le workstation Precision e i server PowerEdge con Linux pre-istallato, ma non sembra essere ancora intenzionata ad offrire soluzioni software analoghe per le sue linee desktop e notebook. “Tutti i nostri prodotti, volendo, potrebbero supportare Linux, ma è una questione di domanda più che di fornitura”, ha dichiarato a maggio il presidente Michael Dell durante un’intervista rilasciata a Computer Business Review .

Mandriva ha giocato la carta della ricerca scientifica e dell’istruzione per convincere Dell, ma comunque non è da sottovalutare il rinnovato interesse per l’open source di uno dei più grandi produttori PC. Una strategia che ha già visto Toshiba nel luglio del 2004 integrare Linux e Windows sui notebook della serie Qosmio per migliorare le performance velocistiche nella riproduzione multimediali.

HP , dalla sua, sempre nell’estate del 2004 aveva presentato al LinuxWorld un notebook con Linux pre-istallato. Così come Linspire ha fatto nello scorso dicembre con un modello entry level da 500 dollari.

Insomma, i grandi produttori lentamente hanno iniziato a prestare attenzione alle sirene dell’open source. L’offerta non è ancora molto ampia, ma come avviene sempre in questi casi è la domanda che potrà stimolare o meno il comparto.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 09 2005
Link copiato negli appunti