Dell presenta il suo mini tablet Android

Si chiama Streak, ed è il primo tablet - anzi, mini tablet - che Dell introduce sul mercato. Atteso nel Regno Unito tra due settimane, Streak ha molto in comune con gli smartphone, incluso un modulo per la telefonia GSM

Roma – Dell ha confermato che il suo primo tablet a raggiungere il mercato porterà il nome Streak e avrà un display da 5 pollici. Si tratta dello stesso dispositivo che in precedenza era noto come Mini 5, e di cui il produttore texano aveva mostrato un prototipo in occasione dell’ultimo CES di Las Vegas.

Dell Streak A metà strada tra uno slate e uno smartphone, questo primo modello di Streak – a cui dovrebbero seguirne altri con display da 7 e 10 pollici – è all’apparenza un concorrente più diretto di iPod touch piuttosto che di iPad. O forse sarebbe meglio chiamare in causa iPhone visto che Streak, a differenza della quasi totalità dei tablet fin qui annunciati, è anche un telefono .

Del resto, a parte lo schermo un po’ cresciuto, Streak ha all’incirca la stessa configurazione hardware degli smartphone di ultima generazione: un display multi touch capacitivo con risoluzione di 800 x 480 punti, un processore ARM da 1 GHz (nella fattispecie un Qualcomm Snapdragon, come quello di Nexus One e HTC Desire), una fotocamera autofocus da 5 megapixel con flash più una cam frontale VGA per le videochiamate, un modulo WiFi 802.11g ed uno Bluetooth, connettività 3G HSDPA/HSUPA, una memoria di storage interna da 16GB e uno slot microSD. Nei più recenti campioni del dispositivo la batteria era di 1530 mAh.

Il sistema operativo è il sempre più gettonato Android, che Dell afferma però di aver “abbigliato” con un’interfaccia multi-touch personalizzata . Già presenti inoltre il supporto a Microsoft Exchange e i client per Twitter, Facebook e YouTube.

Dell Streak

Per il momento l’unico operatore di rete mobile ad aver firmato un contratto di distribuzione con Dell è O2, che introdurrà Streak sul mercato britannico a partire dal 4 giugno . Su questo modello dovrebbe girare Android 1.6 o 2.1, ma Dell ha già promesso un futuro aggiornamento over-the-air ad Android 2.2 . Nel resto dell’Europa il mini tablet di Dell dovrebbe arrivare dopo l’estate.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Programmato re Bovino scrive:
    Re: ma Instant Rails ?
    Instant Rails credo sia morto del tutto.Puoi provare questo http://bitnami.org/stack/rubystack oppure http://rubyinstaller.org/ ma non ho esperienze dirette non so dirti quanto siano comodi da utilizzare.
    • hp sucs scrive:
      Re: ma Instant Rails ?
      ruby installer è solo per ruby ... non ho capito la differenza rispetto al kit ufficialerubystack, invece sembra caruccio ... non è aggionato all'ultima versione di rail (c'è la 2.3.5, o la 3 in beta), ma almeno è un setup integrato per ruby, rail e mysql, insomma un degno sostituto di instant rail, grazie sarai anche un Progammatore Bovino di nome ... ma di sicuro, in realtà .. tanto bovino non sei, complimentiper ora ho solo bookmarkato il sito.. prossimamente indago!ho visto che c'è anche la versione jrubystack ... che chiedere di meglio?
  • zuzzurro scrive:
    Re: ma Instant Rails ?
    Non ho presente la situazione odierna, poichè ROR l'ho amato ma abbandonato perchè -mio parere personale- è inadatto in Italia (e dopo spiego perchè :) )I.R. dicevamo... se vai sul sito di sviluppo si trova:2009-03-06 Petition to upgrade to Ruby 1.9.1 -- it is much faster in Windows. Da qui a capire cos'hanno fatto nel frattempo... ma credo che il progetto sia fermo in attesa di capire "da che parte dobbiamo andare???".un peccato, anche se I.R. soffriva a mio parere di due pecche:- configurazione & problemi al limite del "faccio prima a installre ROR che a installare sta roba"... nel senso che ok se tutto va bene funziona tutto altrimenti vai giù di google...- se devo fare qualcosa di strano con la configurazione... beh, torniamo al punto precedenteDicevo anche: ROR in italia è inadatto. Opinione personale dettata dal fatto che ROR è veloce se si seguono regole ben precise e un sistema di sviluppo e soprattutto analisi molto "forte" e rigoroso.In italia, paese del "abbiamo detto una XXXXXXX, in realtà lo vogliamo così e non come abbiamo detto di farlo" vai purtroppo a ficcarti in certe situazioni dove uno strumento portentoso come ROR ti si ritorce contro :(Ripeto: opinione personale, dettata da alcune esperienze non proprio simpatiche.
    • Programmato re Bovino scrive:
      Re: ma Instant Rails ?
      Uno dei fondamenti di Rails è proprio facilitare il cambiamento in corsa di un progetto.Refactoring del database con le migrazioni, Continuous Integration, test funzionali, di regressione, unit test, ... permettono di far evolvere un progetto senza avere troppa paura di fare un passo e dover poi cambiare direzione.Ruby on Rails è adottato in Italia soprattutto da gruppi di lavoro medio piccoli e con un forte focus.Per le grandi realtà viene molto più facile ammassare un centinaio di programmatori Java o PHP ed è molto più redditizio avere progetti che si protraggono nel tempo e che sono difficili da cambiare in corsa.Io sono uno di quei programmatori bovini. Uso Rails nel tempo libero per passione e ti assicuro che cambiare in corsa codice Rails è decisamente più facile che non cambiare in corsa codice Java (parlo di Spring e Hibernate).Ho anche provato una decina di framework Java ma sono tutti molto indietro e hanno pochissimo supporto.Sono pareri personali, sicuramente c'è chi la pensa in modo opposto.
      • zuzzurro scrive:
        Re: ma Instant Rails ?

        cambiare in corsa codice Java (parlo di Spring e Hibernate).Sì, concordo. ma per determianti tipi di problemi non ci siamo trovati molto bene con ROR. Forse un giorno lo riprenderò in mano e lo "riproporrò" come soluzione (anche se conta che al momento il web è l'ultima delle mie preoccupazioni :) ).Sto sperimentando una piattaforma open di CFML (coldfusion) che sembra promettere bene (si chiama Railo). Staremo a vedere ;)
  • scrotone scrive:
    Re: ma Instant Rails ?
    Chissà perché dopo questa frase
    dopo qualche
    tempo e qualche formattazione di troppo,eravamo sicuri di trovare quest'altra frase
    il tutto per win?
    • hp sucs scrive:
      Re: ma Instant Rails ?
      uso xp e formattato, non penso di essere l'unico al mondo .. se non avessi sti problemi, avrei già aperto il terminale e fatto uno yum update, ma allora non avrei posto la domanda, ti pare?
Chiudi i commenti