Dentro WoW ma senza combattere

Dentro WoW ma senza combattere

Fa il giro della rete la storia di un utente di World of Warcraft, deciso ad introdurre pillole pacifiste nel più seguito game online
Fa il giro della rete la storia di un utente di World of Warcraft, deciso ad introdurre pillole pacifiste nel più seguito game online

La comunità di World of Warcraft è abituata ad avere a che fare con tanti diversi esseri con tante diverse inclinazioni ma è forse la prima volta che un utente si lancia nell'impresa di portare ai massimi livelli di esperienza i suoi “avatar” evitando e rifiutando qualsiasi combattimento elettronico.

pacifista Sono pillole di pacifismo quelle che l'utente racconta a WoWInsider dopo un paio di mesi di “vita non militante” all'interno della più conosciuta community videoludica della rete.

“Sia il mio prete che il mio guerriero (nell'immagine qui a lato, ndr.) cercano di non colpire nessuno – spiega l'utente – anche se c'è sempre il rischio di sbagliare click quando si tenta di interagire nei pressi di un combattimento (..) Nessuno dei due si imbarca in missioni dove è necessario uccidere qualcosa (…) il mio prete è solo un guaritore (…) e guarisce tutti”.

L'intervista rilasciata a WoWInsider dall'utente, un programmatore di 50 anni, è qui

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 01 2008
Link copiato negli appunti