Denunciato blogger per un forum

Un esposto colpisce Pino Scaccia, celebre giornalista e blogger di primo piano, che venerdì affronterà l'Ordine dei giornalisti. L'accusa: il commento di un visitatore viola la legge
Un esposto colpisce Pino Scaccia, celebre giornalista e blogger di primo piano, che venerdì affronterà l'Ordine dei giornalisti. L'accusa: il commento di un visitatore viola la legge


Roma – “Stasera mi rode. Rientrato a casa mi sono trovato un telegramma: l’ordine dei giornalisti mi ha convocato per venerdì mattina in seguito a un esposto-denuncia”. Così Pino Scaccia, autorevole firma del giornalismo italiano e tenutario di un apprezzato blog , ha annunciato ai propri lettori ed amici l’esistenza di una inattesa denuncia.

In particolare a Scaccia sarebbe contestata una qualche responsabilità per quanto pubblicato nell’area dei commenti del proprio blog da un visitatore dello stesso. Molti sono i temi delicati trattati da anni da Scaccia in una lunga e generosa attività giornalistica e quel commento avrebbe violato il diritto alla privacy di una bambina, uno dei tanti minori di cui Scaccia si è occupato con riconosciuta correttezza professionale.

“In trent’anni di professione – scrive Scaccia – non mi era mai successo”. “Adesso – continua il giornalista – devo difendermi. Non solo: se non sono convincente rischio anche una punizione o addirittura l’espulsione. Lo ripeto, se non fossi stato abbastanza chiaro. Non per quello che ho scritto, ma per quello che hanno scritto gli altri”.

La colpa attribuita a Scaccia, evidentemente, è quella di aver ospitato il post oggetto dell’esposto. “Capirete a questo punto – spiega l’autorevole blogger – le mie avvertenze, le raccomandazioni, la fatica per calmare i toni. Il web, da tempo, non è più un gioco. Qualcuno ancora non lo ha capito. E non ha capito soprattutto che è facile nascondersi dietro un nick di fantasia. Tanto a pagare c’è chi ci mette il suo nome e la sua faccia. Non per lavoro (il lavoro è un altro) ma così, giusto per il piacere di avere un rapporto con la gente, con chi sta dall’altra parte del teleschermo”.

Il caso di Scaccia rischia dunque di rappresentare un monìto pesante per quei siti che ospitano un forum, ormai parte essenziale, centrale e costitutiva dell’informazione in rete e non certo solo dell’attività giornalistica. Moltissimi i commenti preoccupati e partecipati lasciati dai lettori del blog a margine dell’annuncio di Scaccia.

“Anziché rincorrere l’autore di un post – scrive alla redazione di PI uno dei lettori di quel blog – in questo caso sembra proprio che si preferisca colpire chi mette a disposizione spazi di discussione”. Un problema, quello delle responsabilità online di chi mantiene un forum, che pareva superato ma che si ripresenta nel 2004 per un esposto che a molti in queste ore sembra colpire alla cieca e le cui conseguenze potrebbero essere assai pesanti e certo non solo per Scaccia ma per molti spazi di opinione sulla rete in Italia.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 10 2004
Link copiato negli appunti