Desktop terra di conquista per Sun

Presentata una versione beta della suite per l'ufficio StarOffice 8 e alcune delle novità alla base della futura release 3.0 di Java Desktop System
Presentata una versione beta della suite per l'ufficio StarOffice 8 e alcune delle novità alla base della futura release 3.0 di Java Desktop System


Roma – In occasione del LinuxWorld , Sun ha distribuito la prima versione beta di StarOffice 8 e ha svelato alcuni nuovi dettagli sul futuro Java Desktop System 3.0.

La beta di StarOffice 8 , scaricabile gratuitamente da qui , fa sfoggio di un’interfaccia grafica parzialmente rinnovata e più simile, nel look and feel, a quella di Microsoft Office. Il nuovo StarOffice presenta toolbar e menù che richiamano da vicino quelli di Office, inoltre adotta la stessa terminologia utilizzata in quest’ultimo: un esempio è la funzione AutoPilot rinominata Wizard . Sun spera che un ambiente più familiare agli utenti di Office possa favorire la migrazione di questi ultimi verso la propria suite.

StarOffice 8 promette poi di colmare alcune delle caratteristiche tecniche e funzionali che ancora la distanziano dal prodotto di Microsoft, e questo migliorando soprattutto il motore di database interno, supportando maggiori strumenti per il publishing e fornendo funzioni più avanzate per la revisione dei documenti, la formattazione automatica e la creazione di nuovi stili e modelli.

StarOffice 8 migliorerà inoltre l’esportazione di file in formato PDF, introdurrà il supporto a nuovi formati, tra cui Xforms, e sarà in grado di aprire i documenti di Office protetti mediante password.

StarOffice 8 si baserà sul codice di OpenOffice 2.0 , da cui erediterà buona parte delle novità fin qui descritte. Mentre il rilascio di quest’ultimo è atteso per aprile o maggio, il debutto di StarOffice 8 dovrebbe avvenire durante l’estate.

Per la seconda metà dell’anno è invece stato fissato il lancio di Java Desktop System (JDS) 3.0 , piattaforma basata su Linux e dedicata ai client e alle workstation aziendali. Il cuore del nuovo ambiente sarà costituito dal kernel 2.6 di Linux, un componente che consentirà al sistemone di Sun di supportare l’hardware più recente e migliorare il supporto ai notebook e ai dispositivi wireless.

JDS 3.0 includerà poi diversi software open source, tra cui Evolution (incluso il plug-in Connector per MS Exchange), Mozilla, GNOME 2.6 e StarOffice. Tra i tool proprietari saranno invece presenti programmi per la configurazione e l’amministrazione dei sistemi e per la gestione delle policy di sicurezza.

Sun ha promesso di pubblicare il codice di tutte le migliorie apportate ai software “presi in prestito” dal mondo open source.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 02 2005
Link copiato negli appunti