Dieci anni di Isole nella Rete

Ecn.org fa il punto e organizza per sabato 11 una tavola rotonda sull'autorganizzazione digitale. Pubblichiamo l'intervento di Ferry di Ecn che ripercorre un decennio di impegno online a partire dai motori di ricerca


Roma – Dieci anni di Isole nella Rete attraverso i motori di ricerca
Sono passati circa dieci anni da quando il progetto Isole nella Rete è approdato sul Web. Molti più anni sono trascorsi da quando le comunità dell’European Counter Network ed altre reti telematiche si rapportavano alla comunicazione telematica attraverso modem e bbs molto più lente delle attuali adsl e schede di rete ma comunque efficaci nel mettere in comunicazione una galassia di soggetti comunque impossibili da catalogare ma riconducibili genericamente all’area autorganizzata e libertaria della sinistra italiana.

Ho provato a fare un esperimento utilizzando i motori di ricerca come macchine fotografiche della Rete per cercare di capire l’impatto di Isole nella Rete dal momento del suo arrivo sul Web.

Mille vite mille facce
Attraverso archive.org è emozionante ricostruire il diversificarsi delle homepage che hanno segnato la vita di Isole nella Rete.

“Questa è una zona autonoma!” è forse la scritta più significativa che ha mai campeggiato su ecn.org insieme a link diretti ad altri soggetti attivi sulla scena telematica come il collettivo TmCrew .
Nel corso degli anni, sulla home di Isole si sono succeduti banner per meeting in tema telematico come gli hackmeeting ma anche iniziative internazionali di rilievo no-global come quella svoltasi a Davos.

A volte si è dovuto ricorrere alla tecnica della splash page ovvero all’esposizione non dei collegamenti ai servizi principali del sito ma di una particolare comunicazione informativa in occasioni di eventi – per noi – particolarmente gravi: è stato questo il caso dell’ attacco giudiziario alla pratica del netstrike.

Il modello grafico generalmente adottato negli anni è stato quello di mettere in evidenza le mobilitazioni e le “new entry” del sito mantenendo in secondo piano, ma comunque ben visibili, i collegamenti ai servizi forniti da Isole quali l’agenda e le liste di discussione.

Chi mi ama mi linka
Attraverso touchgraph.com èpossibile immaginare il patrimonio di collegamenti di cui beneficia Isole: semplicemente immenso…

Ci sono migliaia di siti che linkano pagine appartenenti ad ecn.org e forse anche per questo è altissimo anche il numero delle pagine indicizzate sui motori (333.000 per Google).
Per avere un’idea di quante pagine sono collegate ad Isole nella Rete forse il tentativo più efficace è quello di utilizzare Yahoo (il motore di ricerca che forse permette meglio di altri di accedere pubblicamente ai link del web) specificando di non prendere in considerazione i link provenienti dalla stessa ecn: 22.300 sono le pagine non interne di Isole che risultano essere linkate ad Isole nella Rete!

Sempre utilizzando Yahoo e la sua possibilità di specificare su quale regione geografica effettuare una ricerca (query) emerge che la maggior parte dei collegamenti provengono dall’area europea ma che esistono collegamenti significativi provenienti da tutto il mondo (alcune decine ad esempio dall’America Latina).

Utilizzando invece un altro comando su Msn che ci permette di specificare una query abbinata ad un linguaggio naturale sveliamo un numero considerevole (oltre cento) di link provenienti da pagine scritte in tedesco (sempre secondo il database del motore di ricerca utilizzato, ovviamente…).

Anche a causa di questi link i motori di ricerca classificano secondo il loro rank (misura di importanza e popolaritàdei siti) Isole nella Rete come una homepage che vale 7 punti secondo una scala da 0 a 10 dove comunemente 4 è considerata una misura minima per essere considerati sufficientemente popolari ed importanti (sempre secondo i motori di ricerca) e 5 o 6 punti un obiettivo ambito anche da siti redazionali di rilievo nazionale ed internazionale.

Conclusioni?
Non so, onestamente, se la comunità di Isole nella Rete serva più alle ragioni dell’autorganizzazione oppure a chi deve monitorare l’antagonismo per contrastarlo, perchè questo stesso esperimento è l’ennesima dimostrazione di come si puo’ adoperare la Rete per fare comunità ma anche per “prendere le misure” delle comunità stesse.

Sicuramente le fotografie che emergono dalla Rete attraverso i motori di ricerca ci raccontano di una comunità vasta e riconosciuta e spetta anche a questa stessa tavola rotonda domandarsi se e come continuare a mettere in gioco questo dominio di idee e di passioni – ecn.org – per (provare a) continuare ad aprire spazi di libertà e di libera comunicazione.

Ferry di ECN , in occasione della Tavola rotonda organizzata in collaborazione con la Libreria Majakowskij Sabato 11 febbraio 2006 dalle ore 16 presso il Centro Popolare Autogestito Firenze Sud che ha per tema il futuro di Isole nella Rete e più in generale dell’autorganizzazione digitale.

Vi saranno interventi introduttivi di:
Stefano Sansavini “Le origini di ECN” ,
Ferry Byte “La visibilità dell progetto Isole nella Rete a dieci anni di distanza dalla sua nascita sul Web di Internet così come fotografato dai motori di ricerca” ,
Anna Carola Freschi “Comunicazione digitale e partecipazione” ,
Tommaso Tozzi “Wikiartpedia – La libera Enciclopedia sull’Arte delle Reti e le Culture Digitali”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SardinianBoy scrive:
    Liberare le informazioni !
    Come da titolo.
  • Dem-f scrive:
    A me non quadra per niente
    Ho realizzato per una società l'hook del loro sito per googlenews. Ora, le cose funzionano così: è la società stessa che chiede a google di essere spiderizzata ( c'è tanto di form da riempire, per dire ), ovviamente il fine è quello di avere maggiore visibilità. E in effetti le statistiche di accessi confermano il salto in avanti.Allora l'unica cosa che mi viene in mente è che dopo un iniziale periodo in cui i giornali stessi ( facendo cartello? mi sembra difficile logisticamente però ) hanno *chiesto* a gugle di essere indicizzati, ora che il servizio è consolidato e si è raggiunto un "punto di non ritorno" del servizio, vogliono switchare su un modello di business che li remuneri ( a questo punto, fa comodo anche a gugle tenere in piedi il servizio di news, per fattori di brand e traffico ).Sbaglio?dotF
    • Anonimo scrive:
      Re: A me non quadra per niente
      Inoltre è sempre possibile realizzare pagine che non vengano indicizzate...
      • IL RE DEI TROLL scrive:
        Re: A me non quadra per niente
        - Scritto da: Anonimo
        Inoltre è sempre possibile realizzare pagine che
        non vengano indicizzate...si ma se non sei sulla grande G nessuno ti trova...o quasi :$
  • mecha scrive:
    Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo
    "Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo", sostiene, "ma ci sono ancora tante, tantissime opportunità di crescita da esplorare".... [" e adesso che ce la caghiamo vediamo un po' di fare causa al futuro per cercare di far sopravvivere un mondo di gerontofili"]
    • Alessandrox scrive:
      Re: Abbiamo ignorato Internet troppo a l
      - Scritto da: mecha
      "Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo",
      sostiene, "ma ci sono ancora tante, tantissime
      opportunità di crescita da esplorare".... [" e
      adesso che ce la caghiamo vediamo un po' di fare
      causa al futuro per cercare di far sopravvivere
      un mondo di gerontofili"]Il bello e' che stanno tuttora continuando a ignorare internet (nel suo funzionamento) pretendendo che funzioni come piace a loro (ultimi arrivati) e addossando ad altri la colpa della loro ignoranza...Complimenti per la tempestivita', l' acutezza, la responsabilita', l' onesta' per chi lavora nel mondo dell' informazione.Queste loro dichiarazioni dimostrano da sole quale sia il loro livello di credibilita'.
    • IL RE DEI TROLL scrive:
      Re: Abbiamo ignorato Internet troppo a l
      - Scritto da: mecha
      "Abbiamo ignorato Internet troppo a lungo",
      sostiene, "ma ci sono ancora tante, tantissime
      opportunità di crescita da esplorare".... [" e
      adesso che ce la caghiamo vediamo un po' di fare
      causa al futuro per cercare di far sopravvivere
      un mondo di gerontofili"]lol
  • Anonimo scrive:
    E' l'ora degli aggregatori personali
    I siti che aggregano le notizie saranno fuori gioco e così sarà finalmente il momento degli aggregatori di news personali come "La Graffetta" ( www.lagraffetta.it )NESSUN PROBLEMA LEGALENIENTE PUBBLICITA'SOLO LE NOTIZIE DALLE FONTI MIGLIORI, PRONTE DA STAMPARE IN FORMATO PDFPaoloGwww.lagraffetta.it
    • Anonimo scrive:
      Re: E' l'ora degli aggregatori personali
      Disinteressato? Mabaff......
    • IL RE DEI TROLL scrive:
      Re: E' l'ora degli aggregatori personali
      - Scritto da: Anonimo
      I siti che aggregano le notizie saranno fuori
      gioco e così sarà finalmente il momento degli
      aggregatori di news personali come "La Graffetta"
      ( www.lagraffetta.it )

      NESSUN PROBLEMA LEGALE
      NIENTE PUBBLICITA'
      SOLO LE NOTIZIE DALLE FONTI MIGLIORI, PRONTE DA
      STAMPARE IN FORMATO PDF

      PaoloG
      www.lagraffetta.it e vai :D
  • Anonimo scrive:
    Tutti i nodi vengono al pettine
    Purtroppo non riesco a trovare il mio messaggio di ormai anni fa in cui qui avevo segnalato tutti i problemi che un motere di ricerca deve stare attento tra cui:1) fare attenzione a non farsi pagare con adwords su parole chiave che sono marchi registrati;2) fare attenzione al servizio di ricerca immagini perche' viola il copyright;3) fare attenzione al servizio news che un motore fornisce perche' viola i diritti di autore.Direi ottimo, ho avuto ragione in tutti e tre i punti, altrimenti sarebbe facile far soldi alle spalle degli altri.MEDITATE!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti i nodi vengono al pettine

      3) fare attenzione al servizio news che un motore
      fornisce perche' viola i diritti di autore.

      Direi ottimo, ho avuto ragione in tutti e tre i
      punti, altrimenti sarebbe facile far soldi alle
      spalle degli altri.

      MEDITATE!!!Intanto per le notizie vale il diritto di citazione prima ancora del diritto d'autoresecondo su google news e' riportata solo una rapida descrizione della notizia e per leggere la notizia nella sua interezza bisogna andare sul sito originale.Se fossi google(o altri motori) a chi rompe, lo" cancellerei" dal database completamente poi voglio vedere di quanto gli crollano le visite
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutti i nodi vengono al pettine
        - Scritto da: Anonimo
        Intanto per le notizie vale il diritto di
        citazione prima ancora del diritto d'autore
        secondo su google news e' riportata solo una
        rapida descrizione della notizia e per leggere la
        notizia nella sua interezza bisogna andare sul
        sito originale.

        Se fossi google(o altri motori) a chi rompe, lo"
        cancellerei" dal database completamente poi
        voglio vedere di quanto gli crollano le visiteAssolutamente no, il diritto di citazione e' una conseguenza del diritto di autore.Poi la citazione e' una cosa e lo scopiazzamento e ed il deep-link un altra :-))
        • AnyFile scrive:
          Re: Tutti i nodi vengono al pettine
          - Scritto da: Anonimo


          Poi la citazione e' una cosa e lo scopiazzamento
          e ed il deep-link un altra :-))A me risulta che il deep-link sia accettato da tutta la giurispudenza.Anche perche' e' una cosa caratteristica del web, nel senso che e' uno dei motivi per cui e' stato inventato il web.Chi non e' d'accordo basta che non utilizzi il web. Anziche' usare il www utilizzi un'interfaccia di altro tipo. Mi pare che tuttora le agenzie forniscano a pagamento le notizie con altre tecniche e proprio uno dei motivi e' per evitare che vengano lette da altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            - Scritto da: AnyFile
            A me risulta che il deep-link sia accettato da
            tutta la giurispudenza.Ti risulta male.
            Anche perche' e' una cosa caratteristica del web,
            nel senso che e' uno dei motivi per cui e' stato
            inventato il web.Quindi siccome e' stato inventata la pistola io sono libero di sparare chiunque?ahahahhahahahahhhaha
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            sei un povero cerebroleso..
          • Alessandrox scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: AnyFile

            A me risulta che il deep-link sia accettato da

            tutta la giurispudenza.
            Ti risulta male.

            Anche perche' e' una cosa caratteristica del
            web,

            nel senso che e' uno dei motivi per cui e' stato

            inventato il web.
            Quindi siccome e' stato inventata la pistola io
            sono libero di sparare chiunque?No, siccome e' stata inventata la Pistola se la usi senza sapere come si fa' e ti fai male sono caxxi tuoii
            ahahahhahahahahhhahaHahaha un corno.... scusa...Se un sito PUBBLICA qualcosa (testo o immagini) secondo te e' perche' lo vuol rendere privato?I modi per proteggere i propri contenuti ci sono:1) Robot.txt2) Accesso con user+password3) Stare fuori dalla reteCioe'Il minimo da sapere per voler mettere piede su internet ...Poi volendo ci sarebbero altri metodi piu' o meno complessi.... (javascript per generare codice che include testi e immagini, inserire la pubblicita' sempre nella stessa pagina dei contenuti ecc.)In questi casi l' Ignoranza NON e' ammessa, soprattutto se quelli che FRIGNANO dicono di essere persone di cultura&informazione...
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            - Scritto da: Alessandrox
            Hahaha un corno.... scusa...

            Se un sito PUBBLICA qualcosa (testo o immagini)
            secondo te e' perche' lo vuol rendere privato?Lo vuol rendere pubblico, ma non che altri sfruttino il suo lavoro che e' diverso. Ce la fai?
            I modi per proteggere i propri contenuti ci sono:

            1) Robot.txt
            2) Accesso con user+password
            3) Stare fuori dalla rete

            Cioe'
            Il minimo da sapere per voler mettere piede su
            internet ...

            Poi volendo ci sarebbero altri metodi piu' o meno
            complessi.... (javascript per generare codice
            che include testi e immagini, inserire la
            pubblicita' sempre nella stessa pagina dei
            contenuti ecc.)

            In questi casi l' Ignoranza NON e' ammessa,
            soprattutto se quelli che FRIGNANO dicono di
            essere persone di cultura&informazione...E mica uno i contenuti li deve mettere sotto chiave. Solo che se uno sfrutta il mio lavoro e' normale che deve essere punito :D
          • Alessandrox scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Alessandrox

            Hahaha un corno.... scusa...

            Se un sito PUBBLICA qualcosa (testo o immagini)

            secondo te e' perche' lo vuol rendere privato?
            Lo vuol rendere pubblico, ma non che altri
            sfruttino il suo lavoro che e' diverso. Ce la
            fai?Appunto se e' pubblico e' anche indicizzabile, se non lo vuoi indicizzare lo ichiari in ROBOT.TXTNessuno ti impedisce di metterti in mezzo alla strada ma se ti fai male di chi sara' la colpa? Della Strada??? Delle auto che passano???Cosa non ti e' chiero di:**"I modi per proteggere i propri contenuti (anche senza mettere lucchetti) ci sono"***?No dimmi che te lo spiego ma prima fatti dare qualche ripetizione della lingua italiana....

            I modi per proteggere i propri contenuti ci
            sono:

            1) Robot.txt

            2) Accesso con user+password

            3) Stare fuori dalla rete

            Cioe'

            Il minimo da sapere per voler mettere piede su

            internet ...

            Poi volendo ci sarebbero altri metodi piu' o
            meno

            complessi.... (javascript per generare codice

            che include testi e immagini, inserire la

            pubblicita' sempre nella stessa pagina dei

            contenuti ecc.)

            In questi casi l' Ignoranza NON e' ammessa,

            soprattutto se quelli che FRIGNANO dicono di

            essere persone di cultura&informazione...
            E mica uno i contenuti li deve mettere sotto
            chiave. Solo che se uno sfrutta il mio lavoro e'
            normale che deve essere punito :DNon ho detto che l' unico mopdo e' mettere sotto chiave i contenuti, ho detto che l' unico modo e' CONOSCERE, INFORMARSI su come funziona la rete, Oppure starne FUORIA che serve la patente per chi vuole guidare l' auto per le strade pubbliche?Ci ARRIVI?==================================Modificato dall'autore il 02/02/2006 15.22.36
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            - Scritto da: Alessandrox
            Appunto se e' pubblico e' anche indicizzabile, se
            non lo vuoi indicizzare lo ichiari in ROBOT.TXT

            Nessuno ti impedisce di metterti in mezzo alla
            strada ma se ti fai male di chi sara' la colpa?
            Della Strada??? Delle auto che passano???

            Cosa non ti e' chiero di:
            **"I modi per proteggere i propri contenuti
            (anche senza mettere lucchetti) ci sono"***?
            No dimmi che te lo spiego ma prima fatti dare
            qualche ripetizione della lingua italiana....
            Ecco bravo, a nessuno impedisce di sfruttare il lavoro degli altri, pero' poi lui ne paga le conseguenze e lo struttamento delle opere dell'ingegno.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Alessandrox

            Appunto se e' pubblico e' anche indicizzabile,
            se

            non lo vuoi indicizzare lo ichiari in ROBOT.TXT



            Nessuno ti impedisce di metterti in mezzo alla

            strada ma se ti fai male di chi sara' la colpa?

            Della Strada??? Delle auto che passano???



            Cosa non ti e' chiero di:

            **"I modi per proteggere i propri contenuti

            (anche senza mettere lucchetti) ci sono"***?

            No dimmi che te lo spiego ma prima fatti dare

            qualche ripetizione della lingua italiana....
            Ecco bravo, a nessuno impedisce di sfruttare il
            lavoro degli altri, pero' poi lui ne paga le
            conseguenze e lo struttamento delle opere
            dell'ingegno.Sono IO STESSO che, conosocendo come funziona la rete, impedisco che altri si approprino illegittimamente del mio lavoro, non ci sono AUTOMATISMI che lo fanno per me e del resto basta veramente poco per tutelarmi, esattamente come non ci sono sistemi che mi impediscono di stare in mezzo ad una strada mente passano le auto. Lui paga le conseguenze della propria ignoranza.
          • AnyFile scrive:
            Re: Tutti i nodi vengono al pettine
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: AnyFile

            A me risulta che il deep-link sia accettato da

            tutta la giurispudenza.

            Ti risulta male.
            e quale sarebbe il reato?Forse si tratta di violazione di diritto d'autore sui caratteri che costituiscono la URI?Non credo proprio che si poss avantare dell'ingegno su una URI (anche se certe possono essere piu' "cool" ed altre meno "cool")Un conto e' copiare il testo, un altro e' includerlo nella propria pagina (tramite frame o i-frame) facendo credere all'utente che proviene dal tuo sito e un altro e' mettere un link. In mettere un link ad un altro sito, non vedo dove stia la copia. Chi visita la pagina linkata, accede all'altro sito, e' lui a fare la richiesta al server, l'utente sa benissimo che si trova su un altro server e il server fornisce la pagina sapendo benissimo chi la chiesta ed accetando di fornirglela.Mi ricordo di un caso abbastanza famoso negli USA (ora non mi ricordo a fondo i dettagli ne' tanto meno il numero di fascicolo) in cui un'azineda aveva citato una persona perche' questa aveva tratto dei benefici economici dal fatto che era venuto a conoscenza di una notizia che doveva rimanere riservata e che invece l'accusato aveva saputo leggendo il sito web della azienda. Secondo l'accusa l'accusato avrebbe dovuto far finta di non aver mai letto la notizia.Il tribunale ha dato torto all'accusa, in base al principio che la pubblicazione sul sito web in uno spazio pubblicamente accessibile (e poco importa se sia finita li' per errore) equivale in tutto e per tutto a pubblica diffusione.
    • IL RE DEI TROLL scrive:
      Re: Tutti i nodi vengono al pettine
      - Scritto da: Anonimo
      Purtroppo non riesco a trovare il mio messaggio
      di ormai anni fa in cui qui avevo segnalato tutti
      i problemi che un motere di ricerca deve stare
      attento tra cui:

      1) fare attenzione a non farsi pagare con adwords
      su parole chiave che sono marchi registrati;

      2) fare attenzione al servizio di ricerca
      immagini perche' viola il copyright;

      3) fare attenzione al servizio news che un motore
      fornisce perche' viola i diritti di autore.

      Direi ottimo, ho avuto ragione in tutti e tre i
      punti, altrimenti sarebbe facile far soldi alle
      spalle degli altri.

      MEDITATE!!!qualcuno deve pur vivere..no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti i nodi vengono al pettine
      - Scritto da: Anonimo
      Purtroppo non riesco a trovare il mio messaggio
      di ormai anni fa in cui qui avevo segnalato tutti
      i problemi che un motere di ricerca deve stare
      attento tra cui:Che peccato.
  • Anonimo scrive:
    esistenza
    Ancora non l'hanno capita che se non sei su google non esisti.
    • Anonimo scrive:
      Re: esistenza
      - Scritto da: Anonimo
      Ancora non l'hanno capita che se non sei su
      google non esisti.Ancora non hai capito che google esiste perche' esistono gi altri?.....e che se gogole non esistesse ne esisterebbe mille altri che possano fare la stessa cosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: esistenza
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Ancora non l'hanno capita che se non sei su

        google non esisti.

        Ancora non hai capito che google esiste perche'
        esistono gi altri?

        .....e che se gogole non esistesse ne esisterebbe
        mille altri che possano fare la stessa cosa?e romperebbero le balle anche a quelli quindi se non vuoi essere indicizzato leva il tuo sito e torna a fare il giornalaio di carta, su internet non ti vogliamo e non ci interessi.
        • Anonimo scrive:
          Re: esistenza
          - Scritto da: Anonimo
          e romperebbero le balle anche a quelli quindi se
          non vuoi essere indicizzato leva il tuo sito e
          torna a fare il giornalaio di carta, su internet
          non ti vogliamo e non ci interessi.E soprattutto nessun motore deve sfruttare il lavoro degli altri.
          • Alessandrox scrive:
            Re: esistenza
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            e romperebbero le balle anche a quelli quindi se

            non vuoi essere indicizzato leva il tuo sito e

            torna a fare il giornalaio di carta, su internet

            non ti vogliamo e non ci interessi.

            E soprattutto nessun motore deve sfruttare il
            lavoro degli altri.Dipende... se tutti ragionassero cosi' NESSUNO sarebbe rintracciabile a meno di non essere molto famoso o mettere pubblicita' sui media tradizionali.Cioe' quancosa che nell' ottica di internet ha poco senso.Gli strumenti per non essere indicizzati ci sono, se uno non li conosce e' solo colpa sua.
          • Anonimo scrive:
            Re: esistenza
            - Scritto da: Alessandrox
            Dipende... se tutti ragionassero cosi' NESSUNO
            sarebbe rintracciabile a meno di non essere molto
            famoso o mettere pubblicita' sui media
            tradizionali.
            Cioe' quancosa che nell' ottica di internet ha
            poco senso.
            Gli strumenti per non essere indicizzati ci sono,
            se uno non li conosce e' solo colpa sua.Come del resto ci sono gli strumenti giudiziari nel caso qualcuno strutti il lavoro altrui :-D
          • Alessandrox scrive:
            Re: esistenza
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Alessandrox

            Dipende... se tutti ragionassero cosi' NESSUNO

            sarebbe rintracciabile a meno di non essere
            molto

            famoso o mettere pubblicita' sui media

            tradizionali.

            Cioe' quancosa che nell' ottica di internet ha

            poco senso.

            Gli strumenti per non essere indicizzati ci
            sono,

            se uno non li conosce e' solo colpa sua.
            Come del resto ci sono gli strumenti giudiziari
            nel caso qualcuno strutti il lavoro altrui :-DEh no...Bisogna dimostrare che indicizzare siti 1) Significhi automaticamente sfruttare illegittimamente lavoro altrui, nel qual caso TUTTI i motori di ricerca sarebbero automaticamente fuori legge, con conseguente invalidazione di buona parte dell' utilita' di internet 2) Sia sempre possibile anche senza il consenso dell' utente indicizzato.Se non conosci internet non puoi pretendere che funzioni come vuole l' ultimo arrivato ignorantello.L' ignoranza non e' ammessa quando le istruzioni sono cosi' diffuse ed abbondanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: esistenza
            Credo che tu oltre a non conoscere internet non conosci nemmeno le leggi :-))
          • Alessandrox scrive:
            Re: esistenza
            - Scritto da: Anonimo
            Credo che tu oltre a non conoscere internet non
            conosci nemmeno le leggi :-))Puo' darsi che non conosca le leggi ma, a differenza di te, di sicuro so come impedire l' indicizzazione di cio' che metto sul web. Per uno che non conosce internet mi pare abbastanza.
      • Anonimo scrive:
        Re: esistenza
        - Scritto da: Anonimo

        Ancora non l'hanno capita che se non sei su

        google non esisti.

        Ancora non hai capito che google esiste perche'
        esistono gi altri?io ci vedo una relazione biunivoca:-google esiste perche' esistono gli altri-gli altri esistono perche' esiste google
        .....e che se gogole non esistesse ne esisterebbe
        mille altri che possano fare la stessa cosa? lo so, solo che in questo momento google lo fa meglio di tutti.
    • IL RE DEI TROLL scrive:
      Re: esistenza
      - Scritto da: Anonimo
      Ancora non l'hanno capita che se non sei su
      google non esisti.evidentemeeenteeee
  • Anonimo scrive:
    Che siano esclusi.
    Fossi il signor Google li escluderei immediatamente.Ovviamente resterebbero fuori tutti quelli che non hanno rotto le palle.Tutti gli associati AMG si vedrebbero immediatamente *scomparire* dalla rete.Mi sarei aspettato piuttosto battaglie per apparire, che per scomparire.Peggio per loro se non capiscono cosa sia internet.Stanno, in sostanza, chiedendo l'invisibilità: che gli venga data immediatamente!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che siano esclusi.
      - Scritto da: Anonimo
      Fossi il signor Google li escluderei
      immediatamente.
      Ovviamente resterebbero fuori tutti quelli che
      non hanno rotto le palle.
      Tutti gli associati AMG si vedrebbero
      immediatamente *scomparire* dalla rete.

      Mi sarei aspettato piuttosto battaglie per
      apparire, che per scomparire.

      Peggio per loro se non capiscono cosa sia
      internet.


      Stanno, in sostanza, chiedendo l'invisibilità:
      che gli venga data immediatamente!Beh il danno maggiore lo riceverebbe google in quanto google new sarebbe chiuso a tempo indeterminato :D non avendo piu' contenuti da metterci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che siano esclusi.

        Beh il danno maggiore lo riceverebbe google in
        quanto google new sarebbe chiuso a tempo
        indeterminato :D non avendo piu' contenuti da
        metterci. non ne satrei cosi sicuro, non so se l'hai notato ma non c'e' pubblicita' su google news, quindi chiudere news a google non credo costi molto
        • Anonimo scrive:
          Re: Che siano esclusi.
          - Scritto da: Anonimo
          non ne satrei cosi sicuro, non so se l'hai notato
          ma non c'e' pubblicita' su google news, quindi
          chiudere news a google non credo costi moltomeno traffico = meno pubblicita' = meno importanza al suo brand
      • Farlocco scrive:
        Re: Che siano esclusi.
        - Scritto da: Anonimo
        Beh il danno maggiore lo riceverebbe google in
        quanto google new sarebbe chiuso a tempo
        indeterminato :D non avendo piu' contenuti da
        metterci. Assolutamente no!Ci sono tantissimi editori che fanno a gara per essere indicizzati al meglio da Google News.Sarebbe solo una selezione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che siano esclusi.
          - Scritto da: Farlocco
          Assolutamente no!
          Ci sono tantissimi editori che fanno a gara per
          essere indicizzati al meglio da Google News.
          Sarebbe solo una selezione.Dovresti dire pseudo editori che svendono le proprie creazioni/pubblicazioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che siano esclusi.
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Farlocco

            Assolutamente no!

            Ci sono tantissimi editori che fanno a gara per

            essere indicizzati al meglio da Google News.

            Sarebbe solo una selezione.

            Dovresti dire pseudo editori che svendono le
            proprie creazioni/pubblicazioni.ho l'impressione che tu sia lo stesso ed unico che non ha capito un cacchio e che continua a rispondere in tutti gli interventi.Tu metti le notizie su web perche' speri che ci sia piu' gente possibile che te le legga e che venga sul tuo sito, questo fa google news, ti manda gente sul tuo sito a leggersi quello che hai scritto.Se la cosa non ti va levati da internet. occupi banda, torna in edicola, scrivilo sul tuo pseudo giornalistico sito, se arrivate da google non vi vogliamo, non leggeteci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che siano esclusi.
            - Scritto da: Anonimo
            ho l'impressione che tu sia lo stesso ed unico
            che non ha capito un cacchio e che continua a
            rispondere in tutti gli interventi.
            Tu metti le notizie su web perche' speri che ci
            sia piu' gente possibile che te le legga e che
            venga sul tuo sito, questo fa google news, ti
            manda gente sul tuo sito a leggersi quello che
            hai scritto.
            Se la cosa non ti va levati da internet. occupi
            banda, torna in edicola, scrivilo sul tuo pseudo
            giornalistico sito, se arrivate da google non vi
            vogliamo, non leggeteci.Uno che non e' uno speudo editore e quindi e' uno grosso, tipo repubblica, il corriere ecc. sai di cosa se ne fa di google news?Te lo lascio immaginare :-))
          • Alessandrox scrive:
            Re: Che siano esclusi.
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            ho l'impressione che tu sia lo stesso ed unico

            che non ha capito un cacchio e che continua a

            rispondere in tutti gli interventi.

            Tu metti le notizie su web perche' speri che ci

            sia piu' gente possibile che te le legga e che

            venga sul tuo sito, questo fa google news, ti

            manda gente sul tuo sito a leggersi quello che

            hai scritto.

            Se la cosa non ti va levati da internet. occupi

            banda, torna in edicola, scrivilo sul tuo pseudo

            giornalistico sito, se arrivate da google non vi

            vogliamo, non leggeteci.
            Uno che non e' uno speudo editore e quindi e' uno
            grosso, tipo repubblica, il corriere ecc. sai di
            cosa se ne fa di google news?
            Te lo lascio immaginare :-))Appunto, basta usare dei semplici accorgimenti/strumenti per non essere indicizzati,
          • Farlocco scrive:
            Re: Che siano esclusi.
            Leggendoti e sentendomi definire pseudoeditore all'inizio mi sono un po' offeso.Poi ci ho ripensato e devo dire che la definizione mi piace.Lo pseudo editore è colui che scrive e pubblica anche per passione. Che vuole che le proprie testate siano lette non solo per un giusto ritorno sui guadagni pubblicitari, ma anche e soprattutto perché crede in quello in cui scrive.Uno pseudo editore non pubblica le stesse cose che escono dalle agenzie e che vengono riproposte in tutte le salse da tutti i media. Uno pseudo-editore propone contenuti nuovi e originali. E non ha paura di essere copiato, sa che il pubblico che ti trova con google news e simili non è stupido, e se apprezza il tuo lavoro poi tornerà sul tuo sito.Si, sono uno pseudoeditore e ne sono fiero.Michele Pintohttp://www.viveresenigallia.it/
          • Anonimo scrive:
            Re: Che siano esclusi.
            - Scritto da: Farlocco
            Leggendoti e sentendomi definire pseudoeditore
            all'inizio mi sono un po' offeso.
            Poi ci ho ripensato e devo dire che la
            definizione mi piace.

            Lo pseudo editore è colui che scrive e pubblica
            anche per passione. Che vuole che le proprie
            testate siano lette non solo per un giusto
            ritorno sui guadagni pubblicitari, ma anche e
            soprattutto perché crede in quello in cui scrive.

            Uno pseudo editore non pubblica le stesse cose
            che escono dalle agenzie e che vengono riproposte
            in tutte le salse da tutti i media. Uno
            pseudo-editore propone contenuti nuovi e
            originali. E non ha paura di essere copiato, sa
            che il pubblico che ti trova con google news e
            simili non è stupido, e se apprezza il tuo lavoro
            poi tornerà sul tuo sito.

            Si, sono uno pseudoeditore e ne sono fiero.

            Michele Pinto
            http://www.viveresenigallia.it/Ecco meno male che sei uscito allo scoperto, cosi' facciamo un po' di chiarezza visto il tuo conflitto di interessi.E' ovvio che chi non e' un grande colosso editoriale, ha tutto l'interesse ad essere presente in google news, perche' e' poco conosciuto rispetto ai colossi.Invece un Repubblica, Corriere, BBC, CNN non hanno certo bisogno.Di certo non ho bisogno di google news per arrivare alla conoscenza o sapere che esistano simili colossi, quindi i grandi editori hanno tutto da perdere, i piccoli invece che sono poco conosciuti invece no, ed ecco perche' il tuo conflitto di interessi.Quindi quando dici che tutti hanno interesse ad essere presenti parla per te, cioe' solo i "non colossi" vogliono essere nelle news. Ok?
          • Anonimo scrive:
            Re: Che siano esclusi.
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Farlocco

            Leggendoti e sentendomi definire pseudoeditore

            all'inizio mi sono un po' offeso.

            Poi ci ho ripensato e devo dire che la

            definizione mi piace.



            Lo pseudo editore è colui che scrive e pubblica

            anche per passione. Che vuole che le proprie

            testate siano lette non solo per un giusto

            ritorno sui guadagni pubblicitari, ma anche e

            soprattutto perché crede in quello in cui
            scrive.



            Uno pseudo editore non pubblica le stesse cose

            che escono dalle agenzie e che vengono
            riproposte

            in tutte le salse da tutti i media. Uno

            pseudo-editore propone contenuti nuovi e

            originali. E non ha paura di essere copiato, sa

            che il pubblico che ti trova con google news e

            simili non è stupido, e se apprezza il tuo
            lavoro

            poi tornerà sul tuo sito.



            Si, sono uno pseudoeditore e ne sono fiero.



            Michele Pinto

            http://www.viveresenigallia.it/

            Ecco meno male che sei uscito allo scoperto,
            cosi' facciamo un po' di chiarezza visto il tuo
            conflitto di interessi.

            E' ovvio che chi non e' un grande colosso
            editoriale, ha tutto l'interesse ad essere
            presente in google news, perche' e' poco
            conosciuto rispetto ai colossi.

            Invece un Repubblica, Corriere, BBC, CNN non
            hanno certo bisogno.
            Di certo non ho bisogno di google news per
            arrivare alla conoscenza o sapere che esistano
            simili colossi, quindi i grandi editori hanno
            tutto da perdere, i piccoli invece che sono poco
            conosciuti invece no, ed ecco perche' il tuo
            conflitto di interessi.

            Quindi quando dici che tutti hanno interesse ad
            essere presenti parla per te, cioe' solo i "non
            colossi" vogliono essere nelle news. Ok?Cioe' ?? Che hanno da perdere i grandi editori ? Secondo me hanno solo paura di essere messi in confronto diretto con piccoli editori.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che siano esclusi.

            Cioe' ?? Che hanno da perdere i grandi editori ?

            Secondo me hanno solo paura di essere messi in
            confronto diretto con piccoli editori.Ed anche se fosse? Perche' ti vuoi sostuitre a loro? Se tu sei un piccolo editore sono contento per se google ti mette/mettesse nelle news, ma non poi impedire agli altri di far valere i propri diritti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che siano esclusi.
            - Scritto da: Anonimo

            Cioe' ?? Che hanno da perdere i grandi editori

            ?

            Secondo me hanno solo paura di essere

            messi in confronto diretto con piccoli editori.
            Ed anche se fosse? Perche' ti vuoi sostuitre a
            loro? Se tu sei un piccolo editore sono contento
            per se google ti mette/mettesse nelle news, ma
            non poi impedire agli altri di far valere i
            propri diritti.Premettendo che basta srivere il necessario nel file robot per non essere inseriti....A quali diritti alludi esattamente ?
  • Anonimo scrive:
    Utilizzare Internet
    Dall'articolo:"Investire in Internet senza lasciare che i motori di ricerca svolgano la loro opera equivale, in ultima istanza, a non volere affatto utilizzare Internet."Gli autori di questa protesta probabilmente se ne rendono conto. Non a caso NON chiedono la rimozione delle loro notizie, ne' vogliono evitare di farsi indicizzare dai motori.Vogliono soldi.
  • Anonimo scrive:
    Non capisco dove stia il problema...
    Aiutatemi a capire perchè forse mi son perso qlche passaggio.I giornali (e non solo) hanno dei siti.In questi siti pubblicano le notizie.Google News viene e ti dice "Ehi, c'è questa notizia, la puoi trovare su bellenotizie.it oppure su notiziefighe.net"Clicco, vado in quei siti di cui sopra e leggo ciò che mi interessa.Ancora, dove sta il problema? GN non produce notizie, non spaccia quelle degli altri per proprie, rimanda direttamente alla fonte. E allora?E' come se io mettessi su un ufficio informazioni, viene un turista e mi chiede: "Dove posso"trovare un albergo a tre stelle?""Guardi, c'è l'Hotel Miramare, in via dei mille n.100"Un minuto dopo entra il proprietario dell'hotel e mi fa il cazziatone perchè ho indicato al turista l'indirizzo del suo albergo. :s M.M.
    • Anonimo scrive:
      condivido pienamente !
      Vero !
    • matcion scrive:
      Re: Non capisco dove stia il problema...
      - Scritto da: Anonimo
      Aiutatemi a capire perchè forse mi son perso
      qlche passaggio.

      I giornali (e non solo) hanno dei siti.
      In questi siti pubblicano le notizie.
      Google News viene e ti dice "Ehi, c'è questa
      notizia, la puoi trovare su bellenotizie.it
      oppure su notiziefighe.net"
      Clicco, vado in quei siti di cui sopra e leggo
      ciò che mi interessa.
      Il problema, secondo i giornali, è il deep-link: se vai sul sito di repubblica, ad esempio, e clicchi su una notizia, prima di leggerla ti cucchi una pagina di pubblicità.Se ci arrivi attraverso il link di Google, invece, leggi la notizia senza vedere la pubblicità.E siccome tutti i siti che offrono servizi gratuiti di fatto campano di pubblicità, si sono un po imbufaliti.Dal loro punto di vista li capisco, ma mi sa che non otterranno niente da tutto ciò, forse è meglio che cambino strategia pubblicitaria!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non capisco dove stia il problema...
        - Scritto da: matcion
        Il problema, secondo i giornali, è il deep-link:
        se vai sul sito di repubblica, ad esempio, e
        clicchi su una notizia, prima di leggerla ti
        cucchi una pagina di pubblicità.
        Se ci arrivi attraverso il link di Google,
        invece, leggi la notizia senza vedere la
        pubblicità.
        E siccome tutti i siti che offrono servizi
        gratuiti di fatto campano di pubblicità, si sono
        un po imbufaliti.
        Dal loro punto di vista li capisco, ma mi sa che
        non otterranno niente da tutto ciò, forse è
        meglio che cambino strategia pubblicitaria!
        Assolutamente no. Il deep-link e' contemplato e vietato nella giurisprudenza di tutti i piu' grandi paesi occidentali. Basta informarsi e non sparare cavolate a caso.Ebbene si, anche in Italia, ma questo non significa che siccome lo fanno tutti allora e' legale. E' il solito discorso e cioe' che per il piccolo non vale la pena fare causa, ma quando c'e' di mezzo il grande le cose cambiano.
        • AnyFile scrive:
          Re: Non capisco dove stia il problema...
          - Scritto da: Anonimo


          Assolutamente no. Il deep-link e' contemplato e
          vietato nella giurisprudenza di tutti i piu'
          grandi paesi occidentali. Basta informarsi e non
          sparare cavolate a caso.ma da quando?Anche perche' i deep link sono perfettamente conformi agli standard tecnici dell'html. Quindi se uno non vole che vengano utilizzati sul suo sito non deve utilizzare l'html, mica prendersela con chi li usa. Inoltre il web e' stato inventato proprio per questo (consentire di mettere i link direttamente alle informazioni specifiche). Mi pare proprio che altro che preuso, qui si tratta proprio della specificita' della cosa. Se poi c'e' gente che sale sul cavallo del web solo perche' va di moda e fa in senza sapere neanche che e' e poi si lamenta se ne torni a giocare con le sue tecniche vecchie con il cuco coe la stampa che fanno arrivare in edicola le notizie quando sono orami vecchie anche di 24 ore!
          Ebbene si, anche in Italia, ma questo non
          significa che siccome lo fanno tutti allora e'
          legale. E' il solito discorso e cioe' che per il
          piccolo non vale la pena fare causa, ma quando
          c'e' di mezzo il grande le cose cambiano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non capisco dove stia il problema...
            - Scritto da: AnyFile
            ma da quando?

            Anche perche' i deep link sono perfettamente
            conformi agli standard tecnici dell'html. Quindi
            se uno non vole che vengano utilizzati sul suo
            sito non deve utilizzare l'html, mica prendersela
            con chi li usa. Inoltre il web e' stato inventato
            proprio per questo (consentire di mettere i link
            direttamente alle informazioni specifiche). Mi
            pare proprio che altro che preuso, qui si tratta
            proprio della specificita' della cosa. Se poi
            c'e' gente che sale sul cavallo del web solo
            perche' va di moda e fa in senza sapere neanche
            che e' e poi si lamenta se ne torni a giocare con
            le sue tecniche vecchie con il cuco coe la stampa
            che fanno arrivare in edicola le notizie quando
            sono orami vecchie anche di 24 ore!Anche le pistole sono conformi allo standard della dinamica, ma se ne fai uso contro la legge vieni punito :-))
          • AnyFile scrive:
            Re: Non capisco dove stia il problema...
            - Scritto da: Anonimo


            Anche le pistole sono conformi allo standard
            della dinamica, ma se ne fai uso contro la legge
            vieni punito :-))Se tutti quelli che fanno un uso del web difforme dagli standard dovessero essere puniti ... si dimezzerebbe il web
      • AnyFile scrive:
        Re: Non capisco dove stia il problema...
        - Scritto da: matcion

        - Scritto da: Anonimo
        Il problema, secondo i giornali, è il deep-link:
        se vai sul sito di repubblica, ad esempio, e
        clicchi su una notizia, prima di leggerla ti
        cucchi una pagina di pubblicità.
        Se ci arrivi attraverso il link di Google,
        invece, leggi la notizia senza vedere la
        pubblicità.E che loro mettano la pubblicita' nella pagina della notizia, se vogliono che chiunque legga qualla pagina legga la pubblicita' (mi pare ovvio)oppure obblighino ad essere registrati e al login ti fanno vedere la pubblicita'.Insomma se sono loro che vogliono far vedere la pubblicita' (infatti nessuno li obbliga, e' una loro scelta, tanto e' vero che internet e il web e' nato SENZA pubblicita') saranno affari (nel doppio senso) loro trovare il modo in cui ottenere che l'utente veda la pubblicita'.Ancora un po' e pretenderanno che io non possa accendere la televisione a programma gia' iniziato altrimenti mi perdo la pubblicita'(ed infatti per ovviare a questo, mi pare che gia' molte reti, hanno abolito la pubblicita' tra un programma e l'altro e l'hanno messa subito dopo l'inizio)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non capisco dove stia il problema...
          Ah, ecco spiegato l'arcano (nn conoscevo il significato di deep link)Allora che si dicano le cose come stanno, in soldoni, senza stari li a tirar fuori i massimi sistemi."Signor Google, noi abbiamo della pubblicità nei nostri siti e il suo sistema non permette ai nostri utenti di vederla e a noi di guadagnarci sopra"Più onesto no?Però... dove sta scritto che io, utente, se visito quel determinato sito mi devo anche beccare la pubblicità?E' una condizione "sine qua non"?Quando danno la pubblicità in TV io posso:a) cambiare canaleb) andare in bagnoc) limonare con la mia donnaNessuno s'è mai lamentato. E altrettanto dicasi con gli altri media.M.M.- Scritto da: AnyFile

          - Scritto da: matcion



          - Scritto da: Anonimo

          Il problema, secondo i giornali, è il deep-link:

          se vai sul sito di repubblica, ad esempio, e

          clicchi su una notizia, prima di leggerla ti

          cucchi una pagina di pubblicità.

          Se ci arrivi attraverso il link di Google,

          invece, leggi la notizia senza vedere la

          pubblicità.

          E che loro mettano la pubblicita' nella pagina
          della notizia, se vogliono che chiunque legga
          qualla pagina legga la pubblicita' (mi pare
          ovvio)

          oppure obblighino ad essere registrati e al login
          ti fanno vedere la pubblicita'.

          Insomma se sono loro che vogliono far vedere la
          pubblicita' (infatti nessuno li obbliga, e' una
          loro scelta, tanto e' vero che internet e il web
          e' nato SENZA pubblicita') saranno affari (nel
          doppio senso) loro trovare il modo in cui
          ottenere che l'utente veda la pubblicita'.

          Ancora un po' e pretenderanno che io non possa
          accendere la televisione a programma gia'
          iniziato altrimenti mi perdo la pubblicita'

          (ed infatti per ovviare a questo, mi pare che
          gia' molte reti, hanno abolito la pubblicita' tra
          un programma e l'altro e l'hanno messa subito
          dopo l'inizio)
  • Anonimo scrive:
    ...e Google disse...
    "e va bene, non indicizzeremo più i vostri siti web"voglio vedere poi come si comportano. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ...e Google disse...
      - Scritto da: Anonimo
      "e va bene, non indicizzeremo più i vostri siti
      web"

      voglio vedere poi come si comportano.

      :DCotinueranno a lavorare come hanno fatto fin'ora, mentre Google dovrà rinunciare ad un servizio.
      • Anonimo scrive:
        Re: ...e Google disse...
        - Scritto da: Anonimo
        Cotinueranno a lavorare come hanno fatto fin'ora,
        mentre Google dovrà rinunciare ad un servizio.Questo andava bene 10 anni fa... oggi come si dice: "Se non lo trovi su Google, non esiste".
        • Anonimo scrive:
          Re: ...e Google disse...
          - Scritto da: Anonimo
          Questo andava bene 10 anni fa... oggi come si
          dice: "Se non lo trovi su Google, non esiste".Prima che arrivasse MSN Search
          • Alessandrox scrive:
            Re: ...e Google disse...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Questo andava bene 10 anni fa... oggi come si

            dice: "Se non lo trovi su Google, non esiste".
            Prima che arrivasse MSN SearchGuarda che la questione riguarderebbe qualunque motore di ricerca....
          • Anonimo scrive:
            Re: ...e Google disse...
            - Scritto da: Anonimo

            Prima che arrivasse MSN SearchScusa, ma tu fai il comico?Perchè battute così non mi capita di sentirle tutti i giorni.Davvero, pensaci, potresti avere una carriera davanti!
          • Anonimo scrive:
            Re: ...e Google disse...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Questo andava bene 10 anni fa... oggi come si

            dice: "Se non lo trovi su Google, non esiste".
            Prima che arrivasse MSN SearchEsatto, con google avevi delle certezze, con MSN di nuovo ti chiedi : sara' vero ? Sara' la solita fuffa M$ ?
          • Anonimo scrive:
            Re: ...e Google disse...
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo


            Questo andava bene 10 anni fa... oggi come si

            dice: "Se non lo trovi su Google, non esiste".

            Prima che arrivasse MSN Searchahahahahahah MSN Search ahahahahaha ma chi cazzo vuoi che lo usi quello schifo . . . ahahahahah se veramente un burlone . . . e MS che continua a crederci, ormai non lo usano piu' nemmeno loro . . . ma perche' non lo chiudono invece di buttare via dei soldi.Fa statistica solo perche' e' la pagina predefinita di IE altrimenti non lo cagherebbe nessuno
  • Ekleptical scrive:
    E intanto Google crolla in borsa...
    ..anche se non è legato alla questione specifica (che mi pare una minchiata, visto che Google News non pubblica altro che link e 2 righe di intro alla notizia), ma agli obiettivi non raggiunti...http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/scienza_e_tecnologia/google2/crollo/crollo.htmlhttp://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/02_Febbraio/01/google.shtmlDovrebbero piantarla di fare cazzate avviando progetti a caso, fuori focus, come avvenuto abondantemente nell'ultimo anno...
    • Anonimo scrive:
      Re: E intanto Google crolla in borsa...
      ehm vorrei ricordare questo thread:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=921147&tid=921147&p=1&r=PIUna perla:"E' evidente che non sai nulla di Google e di che macchina per far soldi sia stata PER ANNI e che continua ad essere, crescendo sempre più."
    • avvelenato scrive:
      Re: E intanto Google crolla in borsa...
      - Scritto da: Ekleptical
      ..anche se non è legato alla questione specifica
      (che mi pare una minchiata, visto che Google News
      non pubblica altro che link e 2 righe di intro
      alla notizia), ma agli obiettivi non raggiunti...

      http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/scienza_e_

      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/0

      Dovrebbero piantarla di fare cazzate avviando
      progetti a caso, fuori focus, come avvenuto
      abondantemente nell'ultimo anno...E quindi?Il modello economico basato sulla pubblicità si rivelerà sempre più fallimentare man mano che la diffusione di internet aumenterà e con essa la sua pervasività.E' sciocco pensare che un immagine, un video, qualche tipo di suono o dialogo, possa convincere un numero significativo di persone a preferire un prodotto ai suoi concorrenti, avendo accesso ad un archivio vasto come internet, dove in un paio di click è possibile confrontare ogni offerta e valutare ogni possibile convenienza. E' per questo che oramai le inserzioni non le guardo quasi neanche più, spesso le adblocko per antipatia, o comunque anche inconsciamente mi viene da ignorarle.Il problema è che questo si ritorcerà sui fruitori dei servizi. Siti come google, o ad esempio PI, se diventassero a pagamento, risulterebbero molto impoveriti. Se un sito dovesse pagare per essere indicizzato, verrebbero fuori molti meno siti, e probabilmente per lo più interessati a recuperare tale investimento, uccidendo l'amatorialità -che ha portato a grandi risultati, ad esempio l'opensource-.Se invece dovesse pagare chi cerca, beh, se dovesse essere una cifra ragguardevole, anche se ne dubito, potrebbe allontanare l'utenza da internet, provocandone un'impoverimento (meno gente da incontrare = meno utilità di internet). In entrambi i casi la spirale negativa sarebbe inevitabile: internet peggiore=meno gente ci vuole andare, meno gente va su internet= internet diventa sempre peggio e poco remunerativa.Anche PI a pagamento sarebbe sicuramente meno frequentato, e questo impoverirebbe di parecchio i forum.Per quanto riguarda google, alla fine l'unica chance per me è di farsi pagare dai providers, sono quelli che stanno intascando più di tutti grazie ai contenuti messi a disposizione dagli altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: E intanto Google crolla in borsa...
        - Scritto da: avvelenato
        Anche PI a pagamento sarebbe sicuramente meno
        frequentato, e questo impoverirebbe di parecchio
        i forum.non è che il numero arricchisce un forum. Magari con un PI a pagamento (mica dovrebbe costare miliardi) ci sarebbe meno gente ma siccome è meno anonima scriverebbe cose un po' più sensate (anche se non ci credo molto neanche io).
      • Anonimo scrive:
        Re: E intanto Google crolla in borsa...
        - Scritto da: avvelenato
        Per quanto riguarda google, alla fine l'unica
        chance per me è di farsi pagare dai providers,
        sono quelli che stanno intascando più di tutti
        grazie ai contenuti messi a disposizione dagli
        altri.Boiata.Allora anche google dovrebbe pagare i siti che indicizza perche' grazie a loro, che fanno contenuti, puo' intascare piu' di tutti.Ma prima di scrivere, il cervello lo mettete in funzione?
        • avvelenato scrive:
          Re: E intanto Google crolla in borsa...
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: avvelenato

          Per quanto riguarda google, alla fine l'unica

          chance per me è di farsi pagare dai providers,

          sono quelli che stanno intascando più di tutti

          grazie ai contenuti messi a disposizione dagli

          altri.

          Boiata.
          Allora anche google dovrebbe pagare i siti che
          indicizza perche' grazie a loro, che fanno
          contenuti, puo' intascare piu' di tutti.
          sta intascando adesso che ancora non si sono resi conto che la pubblicità non funziona, ma in futuro?
          Ma prima di scrivere, il cervello lo mettete in
          funzione?mi domandavo proprio la stessa cosa, chissà perché... 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: E intanto Google crolla in borsa...
            - Scritto da: avvelenato
            sta intascando adesso che ancora non si sono resi
            conto che la pubblicità non funziona, ma in
            futuro?Gent.Sig.Avvelenato,siamo un'importante multinazionale che a breve aprirà una sua sede nei pressi di Rho.Viste Le sue immense conoscenze e il suo impressionante background vorremmo offrirLe che coincide perfettamente con le sue qualità.*La preghiamo di presentarsi al colloquio lunedì verso le 6.30 del mattino.**E' gradito che l'intervistato si porti il "mocio vileda" da casa.La ringraziamo per l'attenzioneLa Grande Multinazionale
    • Anonimo scrive:
      Re: E intanto Google crolla in borsa...
      - Scritto da: Ekleptical
      ..anche se non è legato alla questione specifica
      (che mi pare una minchiata, visto che Google News
      non pubblica altro che link e 2 righe di intro
      alla notizia), ma agli obiettivi non raggiunti...

      http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/scienza_e_

      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/0

      Dovrebbero piantarla di fare cazzate avviando
      progetti a caso, fuori focus, come avvenuto
      abondantemente nell'ultimo anno...sei il RE :-)(troll) (troll1) (troll2)
    • Anonimo scrive:
      Re: E intanto Google crolla in borsa...
      La cosa che più mi preoccupa e che tanti "Manager" che hanno per troppo tempo trascurato le potenzialità di internet, adesso tentino di recuperare il passo utilizzando l'unica arma che sta minando Internet stessa: citazioni a giudizio con tanto di cause ed avvocati..... Che palle ma perchè non provano semplicemente ad aggiornarsi e fare il loro lavoro al meglio? Perchè chiedere diritti per la loro incapacità a stare al passo con i tempi? Alla fine saremo sempre tutti noi a pagare... Sai che bello sarebbe interrompere tutti insieme ogni tipo di attività su internet per qualche tempo....contratti....acquisti online.....consultazione in genere... :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: E intanto Google crolla in borsa...

        La cosa che più mi preoccupa e che tanti
        "Manager" che hanno per troppo tempo trascurato
        le potenzialità di internet, adesso tentino di
        recuperare il passo utilizzando l'unica arma che
        sta minando Internet stessa: citazioni a giudizio
        con tanto di cause ed avvocati..... Che palle ma
        perchè non provano semplicemente ad aggiornarsi e
        fare il loro lavoro al meglio? Perchè chiedere
        diritti per la loro incapacità a stare al passo
        con i tempi? Alla fine saremo sempre tutti noi a
        pagare... Sai che bello sarebbe interrompere
        tutti insieme ogni tipo di attività su internet
        per qualche tempo....contratti....acquisti
        online.....consultazione in genere... :-)Vedi il povero Lapo stressatissimissimo dal DURO lavoro! :D
    • AnyFile scrive:
      [OT] crollo fino ad un certo punto
      Hanno detto che e' crollato, ma in realta' e' crollato solo rispetto alle quotazioni di un paio di giorni fa.ho dato un occhio ai grafici, e vale lo stesso valore di novembre e e' perfettamente in linea con l'andamento dello S&P da 3 mesi fa ad oggi.Certo chi ha comprato un paio di giorni fa ha perso un po' di soldi (ma quello e' capitato anche a molti che hanno comprato titolil italiani negli ultimi giorni)
    • IL RE DEI TROLL scrive:
      Re: E intanto Google crolla in borsa...
      - Scritto da: Ekleptical
      ..anche se non è legato alla questione specifica
      (che mi pare una minchiata, visto che Google News
      non pubblica altro che link e 2 righe di intro
      alla notizia), ma agli obiettivi non raggiunti...

      http://www.repubblica.it/2005/f/sezioni/scienza_e_

      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2006/0

      Dovrebbero piantarla di fare cazzate avviando
      progetti a caso, fuori focus, come avvenuto
      abondantemente nell'ultimo anno... :(
  • Anonimo scrive:
    Si caxano sotto
    Poretti ormai chi li compra più i giornali...col giornale incarto il pesce......col giornale faccio dei meravigliosi cappellini......col giornale ti ci pulisci....posso farci una barchetta???....si così te la puoi mettere....cit.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si caxano sotto
      Io li compro i giornali... e leggo anche Google News. Con Google News hai un'informazione parziale, col giornale invece è molto più completa. Senza contare la cronaca locale...Ah dimenticavo... il giornale me lo porto a giro, è molto più comodo =]Con gli e-Paper o come li hanno chiamati poi cambierà solo il modo di fruire il servizio. Attacchi il giornale all'edicola, paghi, scarichi e porti via, oppure lo fai direttamente da casa...Se ti accontenti di incartare il pesce nel giornale... mah :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Si caxano sotto
        buona notte!http://download.sitoesaurito.com/down01/pub_giornale.mp3
        • Anonimo scrive:
          Re: Si caxano sotto
          - Scritto da: Anonimo
          buona notte!

          http://download.sitoesaurito.com/down01/pub_giornaLui è sveglio! Legge il giornale! E' più completo! :s
      • AnyFile scrive:
        Re: Si caxano sotto
        - Scritto da: Anonimo
        Io li compro i giornali... e leggo anche Google
        News. Con Google News hai un'informazione
        parziale, col giornale invece è molto più
        completa. Senza contare la cronaca locale...Visto l'informazione che danno i giornali italiani ... faccio prioma ad ascoltare la radio e leggere i commenti via web su giornali e altri media stranieri ....almeno mi schivo gli artiicoli di Alberoni (a cui il corriere da', non si sa perche', il taglio basso di tutti i lunedi', da tempo immemorabile), che nella stragrande maggiorparte dei casi e' sempre la stessa cosa trita e ritrita e spesso assai poco condivisibile se non assurda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Si caxano sotto
      Non mi risulta che google spiderizza giornali cartacei ahahahhahahahhahahahha
  • Farlocco scrive:
    Mi fanno pena
    Io, da editore web, ringrazio sempre google news per tutte le visite che veicola verso il mio sito.Se poi non vogliono essere indicizzati non basta scriverlo su robot.txt?Vedrrmo quanto resisteranno senza google news...
    • AnyFile scrive:
      Re: Mi fanno pena
      Infatti dovrebbero solo essere contenti ....se non vogliono che la gente abbia gratis le informazioni allora non dovrebbero neppure metterlo sul loro sito.Gooogle indicizza solo quando reperibile gratuitamente
    • IL RE DEI TROLL scrive:
      Re: Mi fanno pena
      - Scritto da: Farlocco
      Io, da editore web, ringrazio sempre google news
      per tutte le visite che veicola verso il mio
      sito.

      Se poi non vogliono essere indicizzati non basta
      scriverlo su robot.txt?
      Vedrrmo quanto resisteranno senza google news...????
Chiudi i commenti