Dieci dollari per un CD vuoto

Una controversia in corso con EMI impedisce a Danger Mouse di vendere i brani del suo nuovo album. Il DJ offre al suo pubblico un semplice supporto. Che ciascuno potrà farcire come meglio crede
Una controversia in corso con EMI impedisce a Danger Mouse di vendere i brani del suo nuovo album. Il DJ offre al suo pubblico un semplice supporto. Che ciascuno potrà farcire come meglio crede

Un supporto vuoto, impacchettato come fosse un ordinario CD, venduto a 10 dollari. La platea degli ascoltatori potrà decidere di riempire Dark Night Of The Soul come meglio riterrà opportuno.

Si tratta di una provocazione sfociata da un contenzioso che sta opponendo Danger Mouse e EMI , l’etichetta con cui l’album sarebbe dovuto uscire. Si tratta di un progetto ambizioso, che vede affiancarsi al DJ Danger Mouse e a Mark Linkous degli Sparklehorse una folta schiera di artisti: da Iggy Pop a Frank Black dei Pixies, passando per Nina Persson dei Cardigans fino a coinvolgere David Lynch, che ha realizzato le immagini per un corposo book fotografico venduto in abbinamento con Dark Night Of The Soul. L’attesa per l’uscita dell’album era stata alimentata da campagne teaser, una fuga sui circuiti del P2P ha consentito a qualcuno di assaggiarlo in anticipo sui tempi, una anteprima completa è stata offerta a mezzo streaming dal sito del Network di radio pubbliche statunitensi NPR.

A pochi giorni dal rilascio ufficiale, lo stop imposto da EMI , per motivi che restano ignoti. Danger Mouse non è nuovo agli attriti con l’etichetta: nel 2004 il DJ aveva sfumato il White Album dei Beatles e il Black Album di Jay-Z nel Grey Album , un mashup non autorizzato che aveva scatenato il furore di EMI, che gestisce i diritti per l’opera dei Beatles. La major aveva chiesto il ritiro dalla distribuzione di tutte le copie dell’album di Danger Mouse, la vicenda del produttore e DJ aveva scatenato una manifestazione di massa che si è dipanata online, il Grey Tuesday. I cittadini della rete avevano espresso il proprio dissenso nei confronti dell’etichetta, avevano sostenuto il diritto degli artisti ad alimentare la propria creatività attingendo al materiale altrui per reinventarlo.

Alle mobilitazioni connesse al Grey Album, è ora seguita la provocazione che accompagna Dark Night Of The Soul. I brani, così come era stato per una pungente iniziativa dei Green Day, non verranno venduti insieme al CD : per dieci dollari si potrà acquistare un supporto vuoto corredato da un poster, 50 dollari saranno invece necessari per accaparrarsi l’edizione limitata a 5mila copie dell’album silente abbinata al book fotografico di David Lynch.

“A causa di una controversia in corso con EMI – si legge sulle pagine dedicate alle due versioni di Dark Night Of The Soul – Danger Mouse non ha potuto includere la musica sul CD senza temere di incappare in questioni legali”. Chi acquisterà l’album otterrà una CD-R vuoto, “un prodotto che potrete usare come meglio riterrete opportuno”. Danger Mouse si augura che il pubblico, “quelli abbastanza fortunati da poter sentire la musica, con qualsiasi mezzo”, apprezzino la sua opera. C’è chi si è già messo all’opera perché siano in tanti a poterla degustare.

Gaia Bottà

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 05 2009
Link copiato negli appunti