Digital divide, battaglia internazionale

ONU, Unesco, OCCAM contro l'infopoverty, contro il gap nell'accesso alle nuove tecnologie, contro il digital divide che crea nuovi baratri tra i paesi


Roma – L’attuale evoluzione delle tecnologie e delle telecomunicazioni accresce il gap tra le popolazioni che possono utilizzare la rivoluzione digitale per lo sviluppo della propria società e quelle che ne sono private. Compito dell’Unesco, di Occam e delle Nazioni Unite è quello di combattere questo fenomeno dell’Infopovertà, attivando tutte le risorse possibili, mobilitando i governi e gli enti per soluzioni che possano ridurre questo divario.

Questo il quadro di cui si è parlato nel convegno che si è tenuto ieri a Milano, promosso dall’Occam e dall’Università Cattolica di Milano, un convegno in parternariato con il Parlamento Europeo e con istituzioni internazionali, nazionali e locali, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

ONU, Unesco e Occam e altre istituzioni internazionali hanno promosso iniziative di formazione culturale digitale, con la creazione di un fondo di solidarietà internazionale, in economie e culture nei Paesi in via di sviluppo. In particolare, l’esperienza dell’Honduras e dei suoi villaggi solar.net, condotta utilizzando la più avanzata tecnologia con risultati molto positivi, merita di essere sottoposta all’analisi di un più vasto pubblico internazionale, insieme a valutazioni globali sulla fattibilità applicativa su larga scala di questa e di altri esempi positivi.

Forti le necessità emerse nel convegno di lanciare un’azione coordinata tra tutti i soggetti attivi nel campo per predisporre nuovi strumenti produttivi, tecnologici, multilinguistici e finanziari “in grado di vincere questa battaglia che la rivoluzione digitale impone, prima che il divario diventi incolmabile”.

Tra i vari interventi anche quello di Donna Armida de Lopez Contreras, vice Presidente della Repubblica di Honduras, il cui governo considera di estrema importanza per lo sviluppo delle comunità rurali la realizzazione di un nuovo programma chiamato Communitec (fase più avanzata, quest’ultima, del progetto originale di solar.net village), che intende promuovere la tecnologia, l’accesso alle energie alternative, la comunicazione satellitare senza fili, l’uso dei computer, la connessione a Internet, a vantaggio di popolazioni isolate. Questo progetto mira a diffondere l’educazione a distanza, la telemedicina, il commercio elettronico e altre possibilità per migliorare la qualità della vita.

L’impegno della Banca Centro Americana esposto dal direttore Eduardo Membreno contribuisce a rendere fattibili questi progetti, non solamente in Honduras, ma anche negli altri Paesi dell’area Centro Americana. A questo si aggiunge il continuo e crescente sostegno da parte dell’Unione Europea a cui, attraverso la Banca Centro Americana, viene attribuito un ruolo significativo nella realizzazione dei progetti.

Nella tavola rotonda finale del Convegno è stata discussa e approvata una risoluzione finale che individua una strategia globale nella lotta all’Infopovertà, strategia che mira a formare un’alleanza operativa tra le istituzioni internazionali, i governi e gli enti locali, le corporation e le organizzazioni non governative impegnate in questo ambito. L’auspicio è che la risoluzione finale possa costituire la base per una discussione nel prossimo Summit America Latina – Europa, che si svolgerà a Madrid il 17 e il 18 maggio, così come sarà ampiamente analizzato nel corso della World Telecommunication Conference che l’ITU organizzerà a Ginevra nel 2003.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Meglio la copia
    anche io ho comprato Heroes IV, come ho già fatto con i suoi predecessori.E posso solo dire che se avessi saputo che razza di trattamento mi sarebbe stato riservato, mi sarei fiondato a cercare una copia.E il servizio sarebbe stato migliore, probabilemte mi avrebbero dato anche le patch !!!
  • Anonimo scrive:
    Provare prima di comprare
    Una delle migliori abitudini è quella di provare le cose prima di comprarle.Quindi, cercatevi una copia e provatela per bene, poi, se vi piace, comprate l'originale. Se non vi piace, buttatelo, così non restate con roba "che scotta".Anch'io avevo fatto l'errore di comprare giochi (anche costosi) e poi lasciarli ammuffire nello scaffale, adesso basta... adesso premio solo chi se lo merita.Naturalmente lo stesso discorso vale anche per seguiti ed espansioni: a volte sono peggio dell'originale.
  • Anonimo scrive:
    Stesso sconforto, ma con 12 euro in piu'
    La tua triste esperienza con HMM4 e' incredibilmente simile alla mia, con la piccolissima differenza che io questo gioco l'ho pagato ben 57 euro, diciamo circa 115.000£, credo, in una nota catena nazionale che vende videogiochi... Prezzo molto elevato, indubbiamente, ma l'amore per questo gioco lo e' altrettanto.All'interno niente manuale, niente foglietti illustrativi, niente mappe, niente di niente, a parte due cd incastrati in un foro che ne dovrebbe contenere uno solo (almeno una bustina come per Medal of Honor... che pena) e che saltano fuori appena si apre la scatola, dai quali deriva un gameplay bello finche' si vuole, ma estremamente scattoso anche in 1024, e un supporto multiplayer totalmente assente... fatto incredibile per un rpg/strategico che esce a meta' 2002...Ma ormai cio' che e' fatto e' fatto. Inutile lamentarsi, i soldi saranno gia' arrivati agli autori e programmatori (in piccola parte) e agli avvoltoi che su queste opere ci campano (in massima parte).Spero nell'impossibile eventualita' che i signori della BSA leggano questi sconsolati commenti di utenti affezionati- fino ad ora, nel mio caso - al valore aggiunto della copia originale, e che si sentano un po' ridicoli con le loro insulse pubblicita' anti-pirateria, quando la realta' dei fatti e' talmente triste.Saluti, OpenGL
  • Anonimo scrive:
    in riferimento ai 45 Euro Spesi Male ...
    Come dice bene l'autore della lettera nella parte finale, conviene sempre prendere le copie pirata, così almeno anche se il gioco non funziona non hai perso i 45 Euro, tantopiù che ora le puoi tranquillamente scaricare da qualsiasi sito ......Sono contrario alla pirateria, perchè anche io sviluppo software, però purtroppo è un po' come per i cd musicali ..... i marocchini per strada sono molto più competitivi, senza parlare di AudioGalaxy etc ....in fede Mike Donovan
  • Anonimo scrive:
    Una domanda mi assale....
    Ma quelli che giustamente si lamentano diaver trovato solo i cd/dvd del gioconon hanno scrollato un po' la scatolaprima di comprarlo??Cioe' non ve la siete data che c'eranosolo i cd? Cosa mi sfugge?
  • Anonimo scrive:
    coglione cosi' impari
    credo di essere stao lapidario
  • Anonimo scrive:
    Silent Hunter II
    Stessa situazione per questo gioco , il manuale in formato PDF ed una fotocopia dei comandi nella confezione.Pagato £115.000.La freagatura ormai l'ho presa , ma non ripeterò l'errore 2 volte: Destroyer Command , una specie di expasion pack , lo scaricherò da internet.
  • Anonimo scrive:
    solo versioni originali
    Non vale solo per i videogiochi, ma quasi per tutto: i manuali di D&D, tanto per fare un esempio. Non azzardatevi a comprare quelle ciofeche italiane.Tanto per restare in tema localizzazioni: vi ricordate quella dell'espansione di Starcraft? allucinante. C'era poi un gdr per PSX, di cui non ricordo il nome, in cui il cattivone rideva (he he he...) e la traduzione citava: lui, lui, lui!!!!! Ho come l'impressione che ci sia qualche traduttore automatico abbandonato a se stesso.
  • Anonimo scrive:
    Il problema non è la soft.house,ma il distributore
    Non date colpe a ki non ne ha.La software house non ha colpe, vedi la versione/confezine americana del gioco, ma bensi è la Leader, in questo caso, che fa le cose fatte male, credo solo perche' ci guadagna poco a fare la localizzazione.Quindi niente manuali e traduzioni approsimative, per risparmiare il piu possibile.Del resto il prezzo che pagheranno quelli della Leader alla s.h. sara' gia' alto in partenza, quindi pochi margini di guadagno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non è la soft.house,ma il distributore
      - Scritto da: Luca Berti
      Non date colpe a ki non ne ha.
      La software house non ha colpe, vedi la
      versione/confezine americana del gioco, ma
      bensi è la Leader, in questo caso, che fa le
      cose fatte male, credo solo perche' ci
      guadagna poco a fare la localizzazione.
      Quindi niente manuali e traduzioni
      approsimative, per risparmiare il piu
      possibile.
      Del resto il prezzo che pagheranno quelli
      della Leader alla s.h. sara' gia' alto in
      partenza, quindi pochi margini di guadagno.Primo: sono le software house che producono dei cosi, che è offensivo chiamare programmi (vedi Heroes4 o Warrior Kings).Secondo: i distributori ci mettono del loro, Leader in testa, ad aggravare la situazione sempre per lucrare anche il centesimo. Ti ricordo che distributori come CiDiVerte stanno facendo degli ottimi lavori, tipo Tropico in ITALIANO a 49.900 lire.
  • Anonimo scrive:
    Re: vortice senza fine...
    Il meccanismo va avanti così da anni e anni e anni, perchè io gioco da 17 anni...non sono pochi.Le software house sono più potenti di una volta e ricche più che mai, ne nascono più di quante ne chiudano, quindi vuol dire che il meccanismo alla fine premia tutti, anche gli italiani che si "arrabattano" come al solito.Il futuro, a mio modestissimo parere, è tutto nell banda larga e nei MMORPG.Quando si affermeranno questi due ci saranno pochi grandi giochi che vedranno impegnate migliaia di persone. La pirateria non ci sarà perchè i giochi li scaricheremo GRATIS e poi pagheremo per l'account sui server, magari della stessa software house e avremo supporto e aggiornamenti veloci ed efficaci.Non converrà neanche più alle società sviluppare decine di giochi l'anno, ma invece concentrarsi per migliorare e ampliare quei 2-3 che hanno già migliaia di appassionati.Anche le localizzazioni ci saranno, un po' come stà facendo la CTO oggi, magari attenzione perchè con più sicurezza di redditività.Prevedo e vorrei veramente meno giochi per nostro futuro, ma sviluppati e supportati ad un livello 10 volte superiore ad oggi.
  • Anonimo scrive:
    Mai originale...
    Hai detto bene, del resto a chi conviene spendere 90-100 mila delle vecchie care lire per un gioco che dopo un mese è già vecchio? Se poi ti succede una cosa del genere...A questo punto mi convinco sempre di più che non aver mai comprato un gioco originale è sempre stata la scelta migliore!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai originale...
      - Scritto da: Mix
      Hai detto bene, del resto a chi conviene
      spendere 90-100 mila delle vecchie care lire
      per un gioco che dopo un mese è già vecchio?
      In linea di principio un tempo sarei statodaccordo con te.E anche adesso (che comunque ho raggiunto unamia etica secondo cui, se un gioco merita, ègiusto comprarlo originale), non riesco a dartidel tutto torto; questo perchè le Sw house ei vari Leader, CTO, ecc. stanno trattandoi propri clienti in maniera inaccettabile;hanno un problema, la pirateria (che inItalia è sempre stato il primo canale perl'approvigionamento software), e come speranodi risolverlo? Alzando i prezzi e riducendoall'osso le confezioni? facendo interpretareil parlato ai doppiatori di film porno? E' la strada che è sbagliata.Comunque penso anche che il tuo ragionamento,per cui non bisogna MAI comprare originale, siainfantile ed irresponsabile, e sia una concausadella situazione mer*osa in cui ci troviamo ora; iniziamo a supportare i giochi che meritano, ma soprattutto, scriviamo mail,mandiamo fax agli importatori, facciamoglicapire che chi acquista VG non è un decerebratosenza diritti, ma un cliente come un altro!Salut.Terence McK
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai originale...
        sono d'accordo con terence e aggiungo che se devo comprare un originale allora lo compro in lingua originale, cioè sempre versione USA, magari via internet...ci@o
  • Anonimo scrive:
    ben detto
    il trend di rilasciare giochi incompleti e` ormai arrivato a limiti insopportabili, nn e` solo per i bug che cmq si risolvono successivamente, ma per le possibilita` mancateormai non conto piu` neanche i giochi che avrebbero potuto essere dei capolavori assoluti ma che per la fretta non li hanno completati come si doveva riducendoli ad un triste abortonel videogame ormai la qualita` non esiste piu` e la cosa si riflette persino nel packaging oltre che nel software stesso.... quella delle confezioni ridicole senza manuale poi e` stata la goccia finale
    • Anonimo scrive:
      Re: ben detto
      Questo e' vero solo in parte secondo me.... nel mercato PC e' diventata un'abitudine... grazie bisogna dirlo, al diffondersi di internet, mettiamo in commercio una cagata, tanto poi fra 3 mesi mettiamo una bella patch di 40 mega su internet! Per fortuna nelle consolle non ci sono ancora le connessioni internet...
  • Anonimo scrive:
    Comprate giochi non localizzati!!!
    Il consiglio che mi sento di dare a tutti quelli che capiscono abbastanza l'inglese, e' di comprare i videogiochi in versione originale!!Le "fantastiche" versioni localizzate, troppo spesso significano doppiaggio scadente se non insopportabile, confezioni piu' spartane, manuali ridimensionati o del tutto assenti, mancanza di tutti quei gadget che spesso sono nei package originali e incompatibilita' con le patch per il gioco... e il tutto a un prezzo molte volte superiore!!Personalmente e' da un bel po' di tempo che acquisto i miei giochi originali NON localizzati. Se comprate su internet e' facile trovare societa' che ve li procurano su richiesta senza costi aggiuntivi.Io per esempio acquisto su www.ludostore.it, ma sono certo che non sia l'unico posto.Saluti.PS: chi si ricorda la localizzazione di Metal Gear Solid? Ho ancora i brividi dal raccapriccio... :-((
    • Anonimo scrive:
      Re: Comprate giochi non localizzati!!!
      Sono completamente daccordo!!!! I giochi localizzati sono sempre, e ribadisco sempre, inferiori alle versioni originali! Mi e' capitato solo qualche volta di "dover" comprare la versione localizzata di un gioco e ho giurato a me stesso che non lo faro' mai piu'... adesso poi nell'era del parlato, non venitemi a farmi sentire i doppiaggi delle versioni italiane!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Comprate giochi non localizzati!!!
        Max Payne per PC mi sembra un gioco localizzato in modo magnifico (dialoghi stupendi, fumetti clamorosi) oltre ad avere un prezzo umano (69000 qappena uscito).Non credo esistano scuse per copiarlo (forse solo se uno vuole imparare l' inglese, ma mi sembra che stiamo un pelo esagerando ...)Esistono giochi di qualita' a prezzi umani. Ma sono pochi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Comprate giochi non localizzati!!!
      ??Cos'aveva MGS che non andava, localizzato?
      • Anonimo scrive:
        Re: Comprate giochi non localizzati!!!
        - Scritto da: mgsforever
        ??
        Cos'aveva MGS che non andava, localizzato?Degli attori cani.Ma una roba proprio fastidiosa... con i miei amici ci facevamo grandi risate, se non fosse che c'era da piangere. :-(Aloha.
      • Anonimo scrive:
        Re: Comprate giochi non localizzati!!! R: LOL
        Cos'aveva?LE VOCI, percaritàdiddio!Era OVVIO che stavano tutti leggendo un copione... poco ci mancava che si vedesse che i personaggi LEGGEVANO mentre ti parlavano nell'apparecchietto.Sinceramente, faceva cagare! Certo erano fedeli e si capiva tutta la trama, ma sembravano ragazzetti che recitavano a scuola porco cane!
      • Anonimo scrive:
        Re: Comprate giochi non localizzati!!!
        Aggiungendo una nota sulla questione "Ma cosa non andava?", se non te ne sei reso conto e' perche' sei abituato alla spazzatura che ci propinano. E' come abitare in Thailandia e pensare che le lasagne sono quella palla gialla e rossa che fa il ristorante italiano (gestito da un Thailandese) che hai sotto casa, che le lasagne vere non le ha mai viste.Poi un giorno vai a Bologna e mangi le lasagne vere e ti chiedi: ma cosa e' quella m#$%a che ho mangiato fino ad oggi? Da quel giorno non mangerai mai piu' al ristorante sotto casa, ma e' ovvio che finche' non sai quanto buone sono le lasagne vere penserai che quelle che hai sotto casa sono mangiabili.
      • Anonimo scrive:
        Re: Comprate giochi non localizzati!!!

        isterica. Sembravano dei pupazzi; la voce
        automatizzata delle FFSS avrebbe avuto piu'
        pathosVuoi scherzare? è commovente sentire l'interpretazine poetica di "Treno Interregionale Duemila Duecento Trentasei Delle ore Quattordici e Quarantasette per Venezia Santa Lucia è in partenza al binario 13. Ferma a San Pietro in Casale, Ferrara, Rovigo, Monselice, Terme Euganee, Padova, Mestre. Effettua servizio trasporto biciclette. Prima classe in fondo"
        • Anonimo scrive:
          Re: Comprate giochi non localizzati!!!
          - Scritto da: fs



          isterica. Sembravano dei pupazzi; la voce

          automatizzata delle FFSS avrebbe avuto
          piu'

          pathos

          Vuoi scherzare? è commovente sentire
          l'interpretazine poetica di "Treno
          Interregionale Duemila Duecento Trentasei
          Delle ore Quattordici e Quarantasette per
          Venezia Santa Lucia è in partenza al binario
          13. Ferma a San Pietro in Casale, Ferrara,
          Rovigo, Monselice, Terme Euganee, Padova,
          Mestre. Effettua servizio trasporto
          biciclette. Prima classe in fondo"Mai sentito la nuova voce in Milano Porta Garibaldi?"Treno. Regionale, diecimilacinquecento. Ottanta, sei. Delle ore, quattordici. E... Quarantunoper. Lecco, partirà dal binario. Quattordicianziché dal binario. Sedici."(trad: il treno per lecco delle 14.41 parte dal binario 14 invece che dal 16)Spero di aver reso l'idea... ah, per non dimenticare i fruscii, i rimbombi nel sottopassaggio e gli altoparlanti insufficienti in fondo ai binari...
  • Anonimo scrive:
    Re: vortice senza fine...
    ...la risposta intelligente non esiste!Sono solo convinto che la pirateria mai fermarà una Software House seria i cui prodotti sono rispettabili...tutti!Sono un forte sostenitore della pirateria a scopo "epurativo"......quando la banda lo permetterà e si scaricheranno i giochi SOLO dai siti delle Software House, saltando la fottuta banda di turlupinatori che ce li porta nei negozi, le cose cambieranno.Se la pirateria porterà al collasso del mercato, benvenga...voleva dire che l'errore nel meccansimo era diventato intollerabile...medesimo errore presente nel mercato discografico in cui un crativo non arriva al pubblica se non è spalleggiato da una multinazionale......chi mette passione nella produzione di videogiochi continuerà a farne, anche di buoni, anche a costo di venderli porta a porta.
  • Anonimo scrive:
    Un po' di buon senso...
    Mi scappa da ridere a sentire parlare di vortici senza fine (oddio... mi scappa di piu' da ridere a leggere "TDK spennarellato" ^___^). La situazione di cui le software house DEVONO tenere conto, x quanto sbagliato sia:1) Ogni gioco si trova pèiratato su rete dopo pochi giorni dall'uscita2) Per quanto si sforzino di proteggere i giochi, dopo pochi giorni insieme al sw c'e' anche il crack3) Internet lo sanno ormai usare anche gli elettrauto in pensioneErgo: l'unico motivo per cui comprare un sw anziche' piratarlo e' la documentazione e il supporto post-vendita. Se non si capisce questa elementare verita' si meritano di fallire: recriminare sulle debolezze umane non risolleva il bilancio aziendale.-- Ciao,the_speck
  • Anonimo scrive:
    Flanker 2.0 e Sub Command
    Sono uno appassionato di simulatori militari ed i problemi riportati nell'articolo li ho vissuti in prima persona pure io. Circa un anno fa mi regalarono Flanker 2.0, un simulatore di un caccia russo (tipo falcon 4). Nulla da obiettare sull'elevata qualità del manuale in italiano ma di patch in italiano non ne ho mai viste! Sul sito ufficiale c'erano patch solo per la versione inglese (che ho provato inutilmante...). Provai a postare sul forum ufficiale e spedire E-Mail alla sofware house senza mai avere risposta.Sub Command invece è probabilmente il piu' sofisticato simulatore mai uscito per PC, anche perche' non tratta di aerei ma di sottomarini a propulsione nucleare (sviluppato dalla stessa società che sviluppa software per i veri sottomarini nucleari della US NAVY). Purtroppo e' uscito in tutto il mondo (non solo in Italia) nella classica confezione DVD con uno stupido manualetto di 10 pagine contenente le solite 4 cazzate su config. minima, problemi di installazione, etc.... mentre il manuale vero era contenuto dentro un file pdf di 232 pagine.Ringraziando Nostro Signore quegli IDIOTI della CTO non hanno tradotto in italiano il sofware lasciandolo in inglese, cosi' posso installare tranquillamente le patch inglesi. Non e' andata pero' altrettanto bene ai compratori tedeschi che si sono trovati il gioco in tedesco MA SENZA IL MINIMO SUPPORTO per esso. Per mesi hanno tempestato il forum implorando di rilasciare le ultime patch anche in tedesco ma senza successo.TUTTO IL MONDO E' PAESE....
  • Anonimo scrive:
    Flight simulator 2002...stessa cosa!
    L'anno scorso ho acquistato il FS 2000 professional in versione inglese e mi sorpresi del fatto che all'interno della confezione c'erano due bei manuali con tanto di carte dei principali aeroporti.Quest'anno ho invece acquistato la versione italiana del FS 2002 e sorpresa...solo 3 CD in una misera copertina di cartone e niente manuale.In compenso c'era una bella brochure che pubblicizza i mouse e i joystick Microsoft.Mah!
  • Anonimo scrive:
    Nostalgia canaglia
    Ricordo il vecchissimo World Cup Carnival, in cui ti regalavano qualsiasi cosa, adesivi delle squadre, tabellone su cui appiccicarli per vedere come andava il mondiale, pezza di stoffa decorativa, e se non ricordo male anche una miniatura della coppa del mondo.Nostalgia a parte, non credo che comprerò mai più un gioco originale. Sono totalmente d'accordo con l'autore del post, visto che un anno fa ho comprato F1 Racing Championship... è stato veramente un caso patetico. Le macchine computerizzate giocavano al tiro al bersaglio con la mia, e non sapete quanto mi è dispiaciuto, perché è un gioco stupendo... da giocare solo nella modalità "prove private".La Ubisoft ha subito ammesso l'errore e si era prodigata (così disse) per fare una patch; patch che, a causa secondo loro degli sviluppatori (Fuji) non fu mai rilasciata... ma guarda caso subito dopo uscì F1 RC2 (o qualcosa del genere).E sono pronto a scommettere che questo non è l'unico caso...Ormai non gioco più con il pc. Se volete giocare, compratevi una console, che è meglio. Almeno non dovrete smadonnare con DirectX, fps, clock, detonators, trilinear & anisotropic filter, attivo questo ma disattivo quest'altro per avere 2 fps in più, ma il volante non funziona, oddio è crashato winzozz e non avevo salvato.E' un consiglio che viene da uno che ha *sempre* usato il pc per giocare, dai tempi di Prince of Persia, ma poi lo snes l'ha convertito...
  • Anonimo scrive:
    E la traduzione...
    "Terence McK." mi ha tolto le parole dalla tastiera: stavo per scrivere un commento simile a proposito della versione italiana di Heroes IV, aspettavo solo di ricevere l'originale inglese (appena spedito da Amazon.uk) per fare un confronto.Aggiungo che la traduzione di Leader e' disastrosa: sembra fatta da qualcuno che non conosce ne' l'inglese, ne' l'italiano, ne' Heroes in particolare ne' i giochi di strategia in generale, e che non ha nemmeno verificato che le scritte ci stiano nei riquadri. Provavo un grande fastidio all'idea di dover leggere per anni (il gioco sembra piuttosto bello!) quelle scritte assurde, che tra l'altro spesso dicono l'esatto contrario di cio' che dovrebbero.Inoltre uno dei dischi faceva vibrare il lettore CD come un martello pneumatico (risparmi anche sulla produzione?) ma questa e' stata la mia fortuna: ho reso il gioco, mi sono fatto ridare i soldi, l'ho ordinato in Inghilterra e ho giurato di non comprare mai piu' una traduzione italiana, dovessi aspettare l'originale sei mesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: E la traduzione...
      Io non ho comprato HeroesIV (e non lo comprerò) perchè ho semplicemente seguito la filosofia del "mai più un prodotto Leader, MAI PIU'", un'azienda che, non sono riuscito a capire il perchè, ha un odio pazzesco verso il Cliente.Ti faccio un altro esempio: 79.900 lire l'espansione di Cossacks: Art Of War! Un data disk che ha bisogno dell'originale per funzionare. Ma siamo impazziti? Ah, già, ma c'è un manualettino in Italiano però, di una quarantina di pagine e fatto anche piuttosto male per i miei gusti.Per fortuna ci sono anche degli ottimi distributori in Italia, uno fra tutti la CiDiVerte, che propone buoni prodotti con ottime traduzioni e a prezzi eccezionali, tipo Tropico (a suo tempo) a 49.900 lire.Francamente, nel già misero panorama italiano non sento il bisogno della Leader e se il mercato saprà decidere chi vince e chi perde....
  • Anonimo scrive:
    Sei un mito!!!!!
    A parte il succo dell'intervento (sante parole! Applausone a dir poco...) mi sono sbellicato (per quanto ci si sbellichi alle 9.25) per gli eurodollari eurofranchi e similia!!! :-))))))Approposito...In questo periodo di (schifoso) addattamento all'euro mi sovviene dire che:Euro si spende alla velocità della luceLe monete fanno schifo, tutte uguali e pesantissimeBancomat sono curioso di vedere l'impennata di utilizzo di questo quadratino viscido...
  • Anonimo scrive:
    Re: vortice senza fine...
    - Scritto da: lordmilo
    piccolo ragionamento:

    ... questa lamentela produce la NON
    localizzazione nei paesi con il più alto
    numero di pirati (italia fra questi)E chi ha detto che questo è un fattore negativo? Io i giochi che compro li voglio in lingua inglese, molti doppiatori italiani (in primis quelli della Leader che hanno 5 o 6 doppiatori di cui riciclano le voci per tanti personaggi (vedi Starcraft in cui ci sono tante unità con la voce di un doppiatore e anche quella di Diablo 2, in cui la voce di Tyrael, del druido e di Bhaal la fa sempre un doppiatore solo) non sanno quello che stanno doppiando e non ci mettono il giusto impegno. Si hanno così delle voci che fanno annoiare o sorridere quando invece dovrebbero farci giocare con la luce accesa di notte per non provare paura.
  • Anonimo scrive:
    Tanto và il distributore al lardo ....
    Concordo con te, e con i tuoi sottointesi.Comunque, se vuoi ridere, tu riferisco che, alcuni anni fa, vendevo software originale e lo importavo direttamente daggli USA. La differenza di costo con i prezzi Leader di alcuni prodotti superava il 100% e, comprandoli ad un costo della metà, li potevo rivendere MOLTO bene. La Leader venne di persona a vedere ( un suo incaricato ...) i prezzi, affermando che eraimpossibile li pagassi così poco .... il tutto succedeva a Ferrara.Vedi tu la serietà ( rapinatrice ) di queste aziende.... E per la patch è la norma che manchino quelle italiane, tanto che bisogna fare un plauso a quelle aziende che progettano patch multilinguaggio ( indipendenti dalla localizzazione ).Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto và il distributore al lardo ....

      alcuni anni fa, vendevo software originale e
      lo importavo direttamente daggli USA.lo fai ancora ???? me ne servirebbero un paio...
      La
      differenza di costo con i prezzi Leader di
      alcuni prodotti superava il 100% e,
      comprandoli ad un costo della metà, li
      potevo rivendere MOLTO bene. La Leader venne
      di persona a vedere ( un suo incaricato ...)
      i prezzi, affermando che eraimpossibile li
      pagassi così pocoe che ti aspettavi ????
  • Anonimo scrive:
    Re: vortice senza fine...
    la soluzione è che le case software stanno cominciando a produrre giochi quasi esclusivamente per console dove il tasso di pirateria e' nettamente piu' basso.
    • Anonimo scrive:
      Re: vortice senza fine...
      Ahahahahahah... Scusa, ma non riesco a smettere...Perdonami.Torno serio.Ok. Quello che cercavo di dirti è: dove vivi ?Quì si trovano tutti i giochi e i programmi sia per il PC, sia per la PS1 e 2, e per molte altre piattaforme.La verità è una sola: il SW originale costa TROPPO per quello che offre. Niente di più.Io sarei il primo a comprare i giochi originali, ma a non più di 20-25 euro.
      • Anonimo scrive:
        Re: vortice senza fine...
        certo è vero che prima o poi anche i giochi per console vengono piratati ma il periodo di tempo in cui non sono materialmente piratabili oppure la modifica e relativa copia e' rara da trovare dura mooolto di piu' rispetto ad un pc.oggi anche per ps2 si cominciano a trovare giochi copiati ma la modifica e' ancora sperimentale non funziona cono tutto, inficia la garanzia, molti dei giochi copiati sono rippati..risultato? molti se lo copmprano originale.
  • Anonimo scrive:
    Re: vortice senza fine...
    - Scritto da: lordmilo
    e allora qual'è la soluzione? chi mi sà
    rispondere in maniera "intelligente"?Che ne dici di "si compra originale solo il software che si ritiene degno dell'acquisto"?
  • Anonimo scrive:
    Bravo scemo (affettuosamente)
    inché esisteranno fessi come te che compreranno giochi localizzati da Leader/CTO o chi altri è logico che la gente rimarrà truffata!Aspetta e spera per le tue belle patch, molto probabilmente non usciranno mai!E' successo così per Might and Magic VI, per Might & Magic VII per Alpha Centauri etc etcLa patch in Italiano per Warrior Kings è uscita con mesi di ritardo e migliaia di utenti che sul forum del gioco piuttosto che lamentarsi sonoramente continuavano a leccare il sedere ai produttori.Potrei continuare all'infinito.Per non parlare poi delle traduzioni dei testi che sembrano fatte con Babelfish.Un consiglio: comperate software US e UK (anche se teoricamente con una legge varata un'annetto fa è ILLEGALE comperare un CD di importazione, qualora ne esista la controparte distribuita in italia - sulle confezioni US e UK c'è sempre una pecetta che lo sottolinea). Vi gireranno le palle lo stesso perché quando comprerete il gioco X sarà buggatissimo lo stesso, ma almeno le patch usciranno in tempo!Se poi siete così stupidi da non aver voglia di imparare l'inglese prendete il modem e buttatelo nel cesso, non vi serve: siete troppo idioti per capire che Internet è uno strumento di cultura globale e, volenti o nolenti, l'unica lingua che può permettere questo è l'inglese, con buona pace dei retrogradi e degli ignoranti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravo scemo (affettuosamente)
      - Scritto da: Z.e.r.o
      Per non parlare poi delle traduzioni dei
      testi che sembrano fatte con Babelfish.Ricordo ancora in Heroes 3 gli "high elves" cambiati in "Elfi giganti" (???????) e la magia "chain lighting" cambiato in "Catena di luce". Bleah
      Se poi siete così stupidi da non aver voglia
      di imparare l'inglese prendete il modem e
      buttatelo nel cesso, non vi serve: siete
      troppo idioti per capire che Internet è uno
      strumento di cultura globale e, volenti o
      nolenti, l'unica lingua che può permettere
      questo è l'inglese, con buona pace dei
      retrogradi e degli ignoranti.Toni un po' duri, ma sono d'accordo con te
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravo scemo (affettuosamente)
      - Scritto da: Z.e.r.o
      La patch in Italiano per Warrior Kings è
      uscita con mesi di ritardo e migliaia di
      utenti che sul forum del gioco piuttosto che
      lamentarsi sonoramente continuavano a
      leccare il sedere ai produttori.Mi sa che non hai visto i forum giusti: sia quello dei BC che quello ufficiale Italiano sono stati dei "campi di guerra" dalle "fiammate dei messaggi" :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravo scemo (affettuosamente)

      Per non parlare poi delle traduzioni dei
      testi che sembrano fatte con Babelfish.Ma vi ricordate il mitico Full Throttle? Nella scena iniziale del bar, quando il protagonista appiccica il faccione del barista al bancone tirandolo per l'anello al naso, gli dice: "don't you know what would look better on your nose? The BAR!".... E in italiano e' stato tradotto Bar con Sbarra.... invece che bancone!!!
  • Anonimo scrive:
    Che ridere.... spettacolare.
    Io non compro cd di musica da mesi e cd con software mai comprati in vita mia... vedi che faccio bene? :)Sto muorendo dal ridere... con tutto il rispetto per il povero collega incappato in heroes 4.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ridere.... spettacolare.
      permettimi di dire che i cd musicali sono completamente differenti dai videogiochi... sia per contenuto, sia per uso... una piccola precisazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ridere.... spettacolare.
      ...e quando smetteranno di produrre software grazie ai tipi come te con cosa cavolo giocherai, Einstein?
      • Anonimo scrive:
        Console
        Se il mercato deve strozzarsi per incapacità di soddisfare i requisiti minimi per gli acquisti... benvenga, come è scritto da altre parti in queste risposte.Comunque ritengo sia preferibile acquistare ciò che si ritiene degno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che ridere.... spettacolare.
        il discorso 'in teoria' sta in piediin pratica non smetteranno mai di produrre software.. al massimo si alzera' il prezzo... ma tanto sti ca**i io continuero' a scaricarmi i giochi da alt.binaries.warez.ibm-pc.0-day lo stesso giorno che escono e i cd da alt.binaries.sounds.mp3.2000s ANCORA PRIMA CHE ESCANO! bahahaha
  • Anonimo scrive:
    se la cercano...
    cd che non funzionano, giochi come questo (da vedere anche la vicenda blizzard contro bnetd), dvd idem (alcuni dvd sono registrati MALISSIMOOOOOOOO), hardware con copy protection e verifica di ogni bit...ecc...se la stanno proprio cercando...cazzi loro...
  • Anonimo scrive:
    ahahahahaha se lo prendevi pirata...
    tyg
    • Anonimo scrive:
      Re: ahahahahaha se lo prendevi pirata...
      Beh almeno lo aveva 1 mese e mezzo fa e ora lo poteva patchare....
    • Anonimo scrive:
      Re: ahahahahaha se lo prendevi pirata...
      ....andrà a finire che sarà l'unica soluzione possibile, almeno uno ci rimetterà solo i soldi del supporto.Anch'io sono stuffo di prenderla nel di dietro da prodotti fatti con i piedi, tradotti peggio e supportati in maniera schifosa, ma pagati a caro prezzo. Non dimentichiamoci che con l'avvento dell'EURO abbiamo assistito ad uno schizzare verso l'alto dei prezzi e oramai quasi tutti i nuovi prodotti appena usciti hanno superato la soglia "psicologica" delle 110.000 lire.Per fare un esempio, Heroes4 appena uscito, in un negozio della catena Microlink qua dalle mie parti, la versione distribuita dalla Ludostore (quindi Leader -
      Ludostore -
      Negozio Microlink, quanti passaggi di mano!) viene 58 EURO. Sono completamente impazziti.Grossa colpa di questo però la do anche alle riviste del settore, indipendentemente che siano on-line o cartacee che non fanno più informazione ma sembra più dei volantini pubblicitari dei distributori.L'ultimo esempio di "cattiva informazione" (per usare toni leggeri) è stato Warrior Kings che veniva celebrato e osannato da tutte le riviste che ho potuto vedere/leggere per poi scoprire che probabilmente non era un qualcosa più vicino ad una versione alpha che beta, questo, dalle magagne e dai bug che ha anche adesso che è uscita una patch.Come non pensare alla malafede di chi l'ha recensito?Come fidarsi in futuro di questi figuri che ambiscono a chiamarsi "recensori"?Che vadano tutti in quel posto.
      • Anonimo scrive:
        Re: ahahahahaha [riviste e riflessioni]

        Come non pensare alla malafede di chi l'ha
        recensito?

        Come fidarsi in futuro di questi figuri che
        ambiscono a chiamarsi "recensori"?Un tempo leggevo TGM, Kappa (quando ancorac'era lo studio vit), poi Zeta (al passaggiodi redazione). Poi ho smesso; i recensoridi cui mi fidavo sono spariti (qualcuno siricorda di Bonaventura di Bello? E la postadi Kappa con Tiziano Toniutti?), e ormai sonoun cinque/sei anni che non compro più riviste;proprio per il motivo che hai spiegato tu; nonesiste più imparzialità, e l'editoria italianaè (in tutti i campi) schiava e succube al giogodella pubblicità (mi stronchi il gioco? bene,niente trasferta pagata al CeBIT e nientequarta di copertina).Non so neanche quanta colpa attribuire ai singoli recensori, alla fine sono obbligati persopravvivenza ad agire così...che schifo di mondo :)Salut.Terence
        • Anonimo scrive:
          Re: ahahahahaha [riviste e riflessioni]


          Bonaventura di Bello? E la posta

          di Kappa con Tiziano Toniutti?IO me li ricordo! Il grandissimo Toniutti! Apecar!
          • Anonimo scrive:
            Re: ahahahahaha [riviste e riflessioni]

            IO me li ricordo! Il grandissimo Toniutti!
            Apecar! Mai come MBF, che tra l'altro si trova ancora in rete....il Conte
          • Anonimo scrive:
            Re: ahahahahaha [riviste e riflessioni]
            - Scritto da: CountZero


            IO me li ricordo! Il grandissimo
            Toniutti!

            Apecar!

            Mai come MBF, che tra l'altro si trova
            ancora in rete....

            il ConteNaaaaaaaa.... apecar era er mejo... MBF tropposupponente e fighetto... anche se quando scriveva su Zzap! era un grande...Terence McK
          • Anonimo scrive:
            Re: ahahahahaha [riviste e riflessioni]

            IO me li ricordo! Il grandissimo Toniutti!
            Apecar! Ogni tanto ritiro fuori i vecchi numeri di GamePower e rileggo le sue recensioni.Quando recensiva un gioco orrendo c'era da sbellicarsi dalle risate. Mitico Ape.
Chiudi i commenti