Digitale terrestre o fregatura spaziale?

Se lo chiede un utente che analizza l'arrivo, l'avvento?, del digitale terrestre inquadrandolo nell'insieme delle telecomunicazioni in Italia. Bocciando il sostegno governativo per l'acquisto dei decoder


Roma – Siete veramente sicuri che il cosiddetto Digitale Terrestre sia una “evoluzione”?
Ritengo che parlare di televisione digitale terrestre, nella tecnologia proposta, in termini di evoluzione sia davvero una beffa.

Infatti, nell’era della banda larga (fibra ottica, reti Wi-Fi, sistemi mobili UMTS, ecc. ecc.) si privilegia una tecnologia che non sostiene né alcuno sviluppo infrastrutturale (i contribuiti sono destinati all’acquisto di un decoder mentre un buon 30% della popolazione nazionale non ha nemmeno ADSL!) né tantomeno si propone di far maturare l’informatizzazione delle famiglie italiane.

Qualche info (tanto per essere chiari).

Il digitale terrestre è una modalità di trasmissione con cui si cerca di risolvere l’annosa diatriba sorta delle frequenze radiotelevisive: infatti non verrà più occupata una frequenza da ogni emittente ma tutti potranno trasmettere sulla stessa o su gruppi di frequenza comuni (Esempio: se ora i 7 canali nazionali impegnano 7 frequenze differenti, con il digitale terrestre ne impegneranno solo una, liberando così lo spazio per altri canali, ma questo non sembrerebbe essere il progetto…).

Il segnale unico che arriverà così nelle nostre case verrà decodificato da un apposito dispositivo detto “Decoder” che, in base al canale da noi prescelto, decodificherà solo la parte dei segnali di nostro interesse, il tutto – si dice – senza modificare l’impianto d’antenna esistente. Il Decoder, a detta dei suoi sostenitori, sarà pure interattivo: ciò significa che si potrà sfruttare questa tecnologia per il televoto (sarà sicuro?) e per giocare da casa a quiz e giochini televisivi, nonché per poter disporre di altri servizi (da chi e quando saranno sviluppati? Sono realmente integrabili?) SEMPLICEMENTE collegando il decoder ad una PRESA TELEFONICA (ricevo dall’etere e trasmetto sul doppino telefonico!)

Per approntare nei tempi stabiliti (si parla del 2006) la Televisione Digitale Terrestre Italiana (quanta fretta!!!) lo Stato esborsa dalle proprie casse un contributo di EUR135 per singolo decoder.

Ma allora, vi chiederete, dove sta il problema? Qualche delucidazione.

Uno.
Esistono 3 tipi di Decoder:
– il primo si aggira intorno ai EUR 135 (quelli del contributo): permette solo di decodificare il segnale e non offre servizi interattivi (ah, ah!);
– il secondo si aggira intorno ai EUR 250 e sembrerebbe essere completo di quasi tutti i servizi di livello base;
– il top della gamma, infine, si raggiunge con EUR 400 disponendo di tutti i servizi previsti

Due.
I decoder sono stati approntati senza conoscere né le reali esigenze di mercato, né tantomeno i servizi che si intendono offrire (a buon intenditor: qualcuno ricorda il caso dei decoder satellitari proposti per i Clienti italiani qualche anno fa?) mettendo a rischio l’investimento economico fatto per il decoder circa possibili (e probabili) premature modificazioni degli standard tecnologici.

Tre.
Una volta fatto l’acquisto si arriva a casa eccitatissimi di esibire l’ultimo acquisto, si collega il tutto e si scopre che qualcosa non funziona! Si scopre così che bisogna chiamare il tecnico antennista per modificare l’impianto… Il tutto per VEDERE GLI STESSI CANALI CHE VEDEVATE PRIMA!

Quattro.
Chiamato l’antennista e sostenuto il piccolo/grande salasso (ormai siete in mezzo al guado e ne va della vostra reputazione), potrete accomodarvi “finalmente” nel salotto di casa vostra e godervi GLI STESSI CANALI CHE VEDEVATE PRIMA!

Cinque.
Qualche istante prima che cominci la partita di calcio, il big-match della settimana, sorgerà un altro problema: vostra moglie vorrà andare in camera da letto a guardarsi il film dell’autore preferito e scoprirà amaramente che non potrà farlo perché il decoder decodifica una canale alla volta, cosicché tutti i membri della famiglia saranno costretti a vedere ciò che viene decodificato in quel momento: la partita!

Sei.
Dopo aver sperimentato in più occasioni l’annoso problema della contemporaneità, speso qualche altro Euro in improbabili sistemi di ripartizione, vi accorgerete che l’unica soluzione sarà quella di acquistare un decoder per ogni televisore che avete in casa. Il tutto per VEDERE GLI STESSI CANALI CHE VEDEVATE PRIMA!

Sette.
Vi accorgerete che oltre al cane, tutte le sante volte che andrete a riaprire la vostra bella casetta di campagna/montagna/mare, dovrete preoccuparvi di portare con voi il benedetto decoder, a meno che non vogliate acquistarne altri. Il tutto per VEDERE GLI STESSI CANALI CHE VEDEVATE PRIMA!

Otto.
Dopo qualche mese (o anno) di tribolazione aspettate di sperimentare l’interattività offerta dal sistema televisivo digitale terrestre (che ricordo dovrebbe essere bidirezionale): qualche tentativo più tardi scoprite che il vostro decoder non riesce a condividere la linea telefonica con gli altri dispositivi di casa (telefono voce, allarme, fax, personal computer, telesalvalavita, ecc. ecc.) pertanto dovrete ri-chiamare il tecnico per far installare qualche filtro. Dopo qualche tentativo scoprirete che per impiegare l’interattività offerta, dovrete rinunciare a qualche apparecchio collegato alla linea telefonica e pagare qualche Euro di connessione. Il tutto per VEDERE GLI STESSI CANALI CHE VEDEVATE PRIMA!

Nove.
Mentre vi affannate a convincere voi stessi (e senza successo vostra moglie la quale aveva già previsto tutto) che i costi sostenuti avevano un senso, dopo aver acquistato l’ultima meraviglia, il mega impianto Home-Theatre scoprirete che il segnale, banalmente, è solo stereofonico e che tutti gli effetti audio desiderati non sono disponibili. Il tutto per VEDERE GLI STESSI CANALI CHE VEDEVATE PRIMA!

Dieci.
Nonostante possiate esibire a parenti ed amici l’ultimo acquisto pubblicizzandone pregi e vantaggi, dovrete comunque continuare a pagare:
– la connessione telefonica all’operatore di vostro maggiore gradimento;
– l’abbonamento al digitale satellitare per le partite, le anteprime cinematografiche ed i cartoni animati;
– la tessera del noleggio DVD
– dulcis-in-fundo l’abbonamento RAI
Mentre avrete già dato per l’acquisto del decoder e per le (annose) attività di contorno.
Il tutto per VEDERE GLI STESSI CANALI CHE VEDEVATE PRIMA!

Potrei continuare per altre ore (…)
Amici, datevi una sveglia!!!

Credo che il digitale terrestre sia una beffa bell’e buona che contribuirà solamente all’arricchimento dei “soliti noti” (meditate gente, meditate) mentre resterà al palo lo sviluppo (strategico) delle infrastrutture di TLC.

Un saluto a tutti.

G.L.

NOTA: Il messaggio qui ripubblicato con il consenso dell’autore era apparso sulla mailing list di Mlist

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    spolverone
    Riempiamo di e-mail il governo gli ingrippimo i server. hihihiih:D faccio sentire la nostra voce .....
    • Anonimo scrive:
      Re: spolverone
      Vai avanti te, mo' arriviamo...Nun te preoccupa' se tardamo eh! Aspetta la'...Male che va te trovamo nel cestino da solo...
  • Anonimo scrive:
    Urbani non molla....
    http://www.agi.it/news.pl?doc=200403101749-1185-RT1-CRO-0-NF81&page=0&id=agionline.italyonline
  • Anonimo scrive:
    petizione http://no-urbani.plugs.it /
    contro la legge urbanihttp://no-urbani.plugs.it /http://no-urbani.plugs.it /http://no-urbani.plugs.it /
    • Anonimo scrive:
      Re: petizione http://no-urbani.plugs.it /
      Mmmmmmhh. Conoscendo i metodi attuali, credo che i primi utenti sotto controllo se entrasse in vigore la legge siano proprio i firmatari della petizione...Ammiro il vostro coraggio, ma non aspettatevi una medaglia sul petto...E' comunque un idea e non e' detto che contribuisca anche io intendiamoci...Bah! La notte porta consiglio.In ogni caso, complimenti ragazzi! Finche' vivremo da caproni seguiremo sempre il pastore senza ribellarci...
  • Anonimo scrive:
    Buone notizie dall'UE su P2P
    AVVISATE URBANI, se venerdì ripresenterà la minestra raffreddata di Venerdì al prossimo Consiglio dei Ministri cozzerà pesantemente contro le direttive UE. Da www. repubblica.it di oggiVia libera del Parlamento di Strasburgo a una direttiva sul P2PObiettivo: colpire la pirateria, non chi scambia file per uso personaleL'Unione Europea "libera"chi scarica musica onlineROMA - Il Parlamento Europeo ha dato a larga maggioranza il suo via libera ad una direttiva in materia di copyright che, se da un lato impone un giro di vite contro chi copia e distribuisce illegalmente cd e dvd a scopi commerciali, dall'altro, in maniera abbastanza esplicita, solleva da ogni rischio chi scambia musica e film per uso personale. Nella proposta di direttiva approvata dal Parlamento dell'Unione ed ora in attesa di essere adottata dal Consiglio, si legge che le misure volte a tutelare la proprietà intellettuale "dovrebbero tenere conto degli interessi dei terzi inclusi, segnatamente i consumatori ed i privati che agiscono in buona fede". Una formula un po' criptica che viene chiarita nel resoconto emesso dall'ufficio stampa dell'Europarlamento: "Significa che gli atti commessi in buona fede dai consumatori - come lo scaricare musica da Internet ad uso personale - non saranno perseguibili". Dunque, mentre negli Stati Uniti i discografici continuano a stanare gli appassionati di servizi peer-to-peer come KaZaA, WinMX o Morpheus (altre 531 lettere sono state spedite il mese scorso per annunciare altrettante azioni legali) nel Vecchio Continente si fa largo l'idea che soltanto chi lucra sulla pirateria debba essere perseguito dalla giustizia. Contro i pirati di professione, la mano dell'Unione Europea è anche più pesante di quella statunitense: in base al Digital Millennium Copyright Act americano i titolari di copyright possono conoscere l'identità di chi scambia illegalmente materiali protetti. La direttiva europea va oltre, prevedendo che le vittime di violazioni del copyright possano richiedere persino il congelamento dei conti correnti bancari dei pirati. - Pubblicità - Inizialmente, il testo elaborato dalla Commissione Europea prevedeva anche sanzioni penali, ma queste misure sono state successivamente emendate e trasformate in sanzioni amministrative. Le procedure penali eventualmente previste dai singoli stati membri restano comunque valide. Relatrice del provvedimento è la francese Janelly Fourtou, europarlamentare popolare e moglie di Jean-Rene Fourtou, capo del colosso mediale Vivendi Universal. Un legame che ha provocato pesanti rimostranze da parte delle associazioni per i diritti civili, spaventate dal possibile conflitto di interessi e anche dai poteri che la nuova direttiva attribuisce ai titolari di diritti. A suscitare perplessità è in particolare il campo di applicazione della direttiva, tanto ampio da applicarsi a qualunque tipo di proprietà intellettuale. La direttiva passa ora al Consiglio dei ministri dell'Unione, che prevede di adottarla in maniera definitiva entro la fine della legislatura, cioè entro l'estate. Dopodiché, i governi dei singoli stati membri avranno due anni di tempo (non 18 mesi, come proposto dalla Commissione) per la ratifica. (10 marzo 2004)
  • 7eo scrive:
    p2p illegale?
    Cosa succede il P2P non serve più???Strano prima mi sembrava fosse il prinicipale responsabile dell'aumento della domanda di PC,MASTERIZZATORI,CDR/RW,DVDR/RW,HARDDISC,CONNESSIONI VELOCI ecc... da parte di noi consumatori!Riflettete Urbani e simili!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Ma lo presenta il decreto domani?
    Ma il decreto dite che Urbani lo prenta lo stesso domani?Oppure dopo l'approvazione delle direttiva ue di ieri lascerà perderà ( o passerà modificato)? Come si fa a sapere se è in calendario e se ci sono magari degli emendamenti (come quelli che cappato ha presentato alla dir. ue) ?:(
  • Anonimo scrive:
    Petizione contro la legge Urbani
    http://no-urbani.plugs.itPotrebbe servire a poco, ma basta un clic....E' importante! Diffondete questo link!
    • Anonimo scrive:
      Re: Petizione contro la legge Urbani
      Proposta: iTunes sta diventando una realtà, e questo dimostra che c'è chi è disposto a pagare per i contenuti da scaricare; l0unica è che pochi di noi sarebbero disposti a farlo PER OGNI file scaricato, come sul modello sopra citato.E allora perché non istituire una tassa (aargh, parola tabù: ma forse non sarebbe poi tanto male) da pagare preventivamente come un'accisa sulle connessioni a banda larga? Un po' come quella imposta sui supporti di registrazione vergini, che in parte ha calmato le proteste delle majors: seriamente, chi di voi non sarebbe disposto a pagare un 20-30% in più il proprio abbonamento internet (quota da devolvere interamente alla SIAE), avendo come contropartita l'utilizzo LEGALIZZATO del P2P?Direte: cosa vuoi che se ne facciano le majors dei nostri 25 euro al mese? Vi rispondo: più di quanto pensiate, se diventano un introito garantito dalla mensilità e dalle grandi dimensioni del bacino d'utenza!! D'altronde chi non dovesse poter più scaricare non comprerebbe nemmeno, ed è altrettanto dimostrato che lo scambio di divx non ha messo in ginocchio le vendite di DVD (mercato che tende anzi al rialzo).A volte nella storia bisogna saper accettare le congiunture: da una parte non possiamo pretendere di continuare a scaricare indiscriminatamente come quando eravamo quattro gatti, dall'altra l'industria cinemusicale non può non arrendersi al fatto che il P2P non è una piaga estirpabile, ma una tecnologia entrata nel quotidiano.Perché non ho ancora sentito fare una proposta del genere? Purtroppo più per l'avidità senza confini delle majors che per la taccagneria di noi utenti, temo...In ultimo: sarebbe carino se qualcuno facesse un'analisi economica della fattibilità di un progetto come questo, cifre alla mano: cosa che purtroppo io non posso fare, non disponendo di tali cifre!! ;)
  • Xor scrive:
    andiamo a piedi?
    Scusa ma hai mai pensato cosa significa RESTARE FUORI dal mondo?Mi spiego : l'unica cosa che ci rimane davvero è l'intelletto, solo questo ci aiuta ad andare avanti.Molti , anzi quasi tutti, usano il proprio intelletto unito ad altre doti personali solo e unicamente per sfruttare il prossimo , quindi egoisticamente.Per alimentare continuamente questa nostra unica fonte di vita non basta la bicicletta, le candele in casa, un camino e una casetta in campagna con coltivazioni proprie ...non possiamo cambiare quello che abbiamo oggi con quello che era di altri tempi e, questo è un dato di fatto... Pensate di restare senza il telefono cellulare per un solo giorno...A tal punto, dato che "l'istruzione della mente" quindi la COMUNICAZIONE ci viene anche imposta perchè doverla pagare così SALATA?Ancora : se l'ABS della vettura è obbligatorio per la sicurezza perchè doverlo pagare MIGLIAIA di euro e poi le assicurazioni aumentano ancora?INSOMMA io credo nella comunicazione come fonte di intelletto e quindi di istruzione ma a tal punto, ribadisco, perchè pagarla così CARA?MEDIASET offre programmi di qualità come la RAI ( cerco di mantenere pace fra le famiglie dei MEDIA ), solo che la prima non ti chiede nulla e la seconda ti OBBLIGA il pagamento di un canone ... qui non capisco !!!e che nessuno mi dica che una si regge sulla pubblicità e l'altra no, perchè , sempre che tutti si siano accorti, gli stacchi pubblicitari sia dell'una che dell'altra sono ormai allo stesso livello impegnando + o - gli stessi tempi di programmazione.A tutto questo bisogna aggiungere i vari decoder ? peraltro uno per ogni TV ? Educhiamo le persone a leggere libri e riviste di scienza e di cultura ?!? ma anche quelli hanno un costo...ALLORA che lo Stato si inventi un decreto SALVA-INTELLETTO !!! Crei una PREVIDENZA che attinga fondi dalle molte tasse che già paghiamo e che offra a ogni cittadino la possibilità di essere informato senza pagare somme ESORBITANTI ( il canone RAI sta circa 200.000 delle vecchie lire ... e mica è poco ).MA tanto... parla parla e continuiamo a pagare tutto. Vuoi un servizio ? OK ! te le do ma lo paghi . Sarei pure in accordo ma il servizio è buono? mmmhhh .Solo con la bicicletta, forse ci guadagniamo di salute, ma non adiamo lontano e poi quando non ce la faccio più a pedalare cosa mi rimane? Solo l'intelletto... solo quello e se me lo fanno pagare CARO ... forse mi fermo e saluto tutti...Inventiamoci qualcosa prima di finire nella stanza di CUBE...
  • Anonimo scrive:
    film : CHE NE SARA' DI NOI !!!
    Sono andato al cinema a vedere questo film che tra l'altro è stato un film abbastanza discreto....ma....in una scena del film ci sono una coppia di ragazzi ke fumano lo spinello e menomale che sono state proibite!!!poi ci vengono a dire come dobbiamo vivere quando poi sono i film stessi in questo caso a nn dare il "BUON ESEMPIO"(se c'era Benito M., al muro li metteva).Ministro Urbani se questo voi lo chiamate cinema....:(allora davvero non c'è speranza!!!
    • Homespun scrive:
      Re: film : CHE NE SARA' DI NOI !!!
      - Scritto da: Anonimo
      Sono andato al cinema a vedere questo film
      che tra l'altro è stato un film
      abbastanza discreto....ma....
      in una scena del film ci sono una coppia di
      ragazzi ke fumano lo spinello e menomale che
      sono state proibite!!!

      poi ci vengono a dire come dobbiamo vivere
      quando poi sono i film stessi in questo caso
      a nn dare il "BUON ESEMPIO"(se c'era Benito
      M., al muro li metteva).
      Ministro Urbani se questo voi lo chiamate
      cinema....:(
      allora davvero non c'è speranza!!!EH? :|Pensa che l'altro giorno ho visto un film in cui un ragazzino scatenava la Terza Guerra Mondiale collegandosi col suo computer a quello della NASA... E poi pretendono che io non scarichi i divx e gli mp3!! Che mondo, eh?
  • Anonimo scrive:
    Un'interessante indiscrezione.
    Direttamente dalla viva voce di un consigliere della mia regione (che per ovvii motivi non voglio certo nominare), ho avuto la conferma del congelamento del tanto insidioso decreto, in attesa di una sua profonda e radicale revisione. Personalmente, ritengo di poter tirare un sospiro di sollievo - e lasciamo pure che il caro Ekleptical abbatta un'intera foresta per ottenere la carta dei fax da inviare per sostenere l'altrettanto caro Urbani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'interessante indiscrezione.
      ah e lo sapevi che una volta mio cugino è morto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un'interessante indiscrezione.
        - Scritto da: Anonimo
        ah e lo sapevi che una volta mio cugino
        è morto?Sei liberissimo di non crederci, ci mancherebbe. Del resto, per accertarsi della veridicità di quanto ho appena detto è sufficiente attendere qualche giorno.. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'interessante indiscrezione.
      - Scritto da: Anonimo
      Direttamente dalla viva voce di un
      consigliere della mia regione (che per ovvii
      motivi non voglio certo nominare), ho avuto
      la conferma del congelamento del tanto
      insidioso decreto, in attesa di una sua
      profonda e radicale revisione.
      Personalmente, ritengo di poter tirare un
      sospiro di sollievo - e lasciamo pure che il
      caro Ekleptical abbatta un'intera foresta
      per ottenere la carta dei fax da inviare per
      sostenere l'altrettanto caro Urbani.Me lo auguro.Volesse il cielo che qualcuno sia rinsavito, sperando che la revisione non produca peggio dell'originale..... :-(
      • Anonimo scrive:
        Re: Un'interessante indiscrezione.
        sara'.. ma ho l'impressione che la legge europea sia una spinta a favore della legge-urbani :| che si fa ?disdico adsl e butto via tutto pc compreso ? :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: Un'interessante indiscrezione.
          E' inutile essere troppo allarmisti, ora come ora: la direttiva europea deve prima venire recepita dall'Italia - in questo momento ha valenza praticamente nulla, nel nostro Paese -, e non credo proprio che ciò avverrà in un futuro relativamente prossimo, data la sua estrema impopolarità; la mostruosità giuridica di Urbani invece verrà decisamente ridimensionata: non esiste proprio la possibilità che passi con il testo attuale. Ekleptical, metti via le cipolle e smettila di far finta di piangere.. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Un'interessante indiscrezione.

        Me lo auguro.
        Volesse il cielo che qualcuno sia rinsavito,
        sperando che la revisione non produca peggio
        dell'originale..... :(Ti ripeto, sono attualmente al vaglio diverse 'menomazioni' da applicare al testo originario di Urbani, e il rischio di un ulteriore inasprimento dello stesso è pressochè nullo. Inoltre, per quanto Ekleptical possa definire 'flebili' le nostre proteste, il consigliere con cui ho interloquito ha confermato di aver ricevuto un cospicuo numero di lamentele inerenti al provvedimento in questione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un'interessante indiscrezione.
          UE' GNURANT! .studiate un po' di diritto costituzionale prima di scrivere cagate su internet: formazione / deroga delle leggi...la legge si ritira o sospende?!?!?! semmai si deroga con una legge posteriore di diverso contenuto, ma non si sospende e quantomeno ritira.....sospensione di leggi, ma quando mai???? ma ve lo immaginate??: ESEMPIO CHIARO: il codice della strada e' una legge regolamento: da domani lo sospendo e tutti possiamo fare i rally in centro citta'!....una volta approvata dal parlamento, firmata da ciampi, pubblicata in gazzetta ufficiale + 15 gg, la legge e' perfettamente operativa e non si torna indietro, se non emanando una legge che modifichi la disciplina della legge precedente, rendendola abrogata implicitamente. Oppure si fa un bel referendum abrogativo, ma dubito che Pannella vi sosterra' per la vostra battaglia dei Divx..ORA FACCIO A VOI UNA BELLA DOMANDA...CHE LAVORO FATE? VI PIACEREBBE CHE UNA PERSONA CHE NULLA HA A CHE FARE CON LA VOSTRA PROFESSIONE VENISSE A SPARARE STRONZATE tecniche sul vostro lavoro?...TIPO LEGGENDE METROPOLITANE???...SMETTETELA DI FARE I GIURISTI SPARACAGATE , tipo io so, io ho sentito, dovrebbero sospendere la legge, e frasi simili ED ANDATE A LAVURA'!: LA LEGGE C'E' E NESSUNO LA SMUOVE, NEMMENO MIO CUGGINO TOPOCANE AMICO DEL PEZZO GROSSO DELLA REGIONE CHE NEMMENO LAVORANDO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE HA ANCORA IMPARATO IL FUNZIONAMENTO DEGLI APPARATI DELLO STATO......
          • Anonimo scrive:
            aggiungendo e concludendo
            ed aggiungo al genio che parla di direttive dell'unione europea come se fossero corn flakes che mangia a colazione: " la direttiva europea deve prima venire recepita dall'Italia - in questo momento ha valenza praticamente nulla, nel nostro Paese -, e non credo proprio che ciò avverrà in un futuro relativamente prossimo, data la sua estrema impopolarità"...SCUSA CHE CAZZO DICI? direttive e regolamenti CEE sono direttamente operanti nei territori degli stati membri UE, tant'e' che se il giudice si trova di fronte una legge italiana incompatibile con una direttiva CEE e' tenuto a disapliccare la legge italiana. I regolamenti CEE proprio perche' sono rfegolamenti (disciplina precisa di fattispecie concrete e conseguente REGOLAMENTAZIONE) sono direttamente vincolanti.........PERFAVORE...NON SCRIVERE E FARE L'AVVOCATO SE NON SEI QUALIFICATO IN SPECIFICHE MATERIE.Un consiglio a tutti per i giorni che verranno: evitate di scaricare files di dimensioni superiori a 100 mb in un'unica sessione di collegamento ed installate un bel firewall. Non resta altro per eludere la legge c.d. Urbani.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un'interessante indiscrezione.

            ANDATE A LAVURA'!: LA LEGGE C'E' E NESSUNO
            LA SMUOVE, NEMMENO MIO CUGGINO TOPOCANE
            AMICO DEL PEZZO GROSSO DELLA REGIONE CHE
            NEMMENO LAVORANDO PER LA PUBBLICA
            AMMINISTRAZIONE HA ANCORA IMPARATO IL
            FUNZIONAMENTO DEGLI APPARATI DELLO
            STATO......
            La legge ad oggi non c'è e neppure si sa se verrà approvata, ma c'è un decreto che dice che non si possono scaricare film da internet. Quindi non fare l'avvocato della situazione, se non sai distinguere tra una legge ed un decreto.Si parla di una legge che (forse)verrà, e dei suoi sfaccettamenti, non del fatto se puoi fare download selvaggio o meno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un'interessante indiscrezione.
            A coso, sei stai postando qui la cosa ti interessa, per cui fai poco l'ipocrita e usa meno il linguaggio da industrialotto del nord che fai ridere i polli (del sud).Chi ha un quozionte d'intelligenza medio capisce di cosa si sta discutendo, ma non sopporta i colpi di spugna classici della cara Italia...Equita' nel diritto. Ecco cosa si chiede.Questo ed altro su... Rieducational Channel.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un'interessante indiscrezione.
            A coso, hai detto tu che c'è una legge, mica io.La cosa mi interessa, di certo non mi interessa sapere se posso scaricare selvaggiamente, mi interessa l'evolversi della situazione.Cmq se c'è un ipocrita qui sei tu, infatti immagino che il tuo pc sarà immacolato, e non avrai mai scaricato un mp3 in vita tua.Meglio fare il provocatore e il bastian contrario, cosi potrai avere doppio godimento, prima quando i c*******i come me ti rispondono, e secondo se la legge verrà abrogata o modificata quando ti scaricherai quello che vuoi nascondendo la mano.
  • Anonimo scrive:
    andiamo a "Le iene"
    Ragazzi se casomani dovrebbero applicare questo decreto andiamo alle "iene" mandiamogli una mail con tutte le nostre opinioni e facciamoci sostenere 8)NOI SIAMO UTENTI ,NON CRIMINALI !!!No: a sanzioni per chi scarica file senza fini commercialila cultura è di tutti non sopprimiamola
    • Anonimo scrive:
      Re: andiamo a "Le iene"
      "se casomai dovessero" ......- Scritto da: Anonimo
      Ragazzi se casomani dovrebbero applicare
      questo decreto andiamo alle "iene"
      mandiamogli una mail con tutte le nostre
      opinioni e facciamoci sostenere 8)
      NOI SIAMO UTENTI ,NON CRIMINALI !!!

      No: a sanzioni per chi scarica file senza
      fini commerciali

      la cultura è di tutti non
      sopprimiamola

      • Max3D scrive:
        Re: andiamo a "Le iene"


        - Scritto da: Anonimo

        Ragazzi se casomani dovrebbero applicare
        "se casomai dovessero" ......della serie "l'italiano questo sconosciuto" :s

        la cultura è di tutti non

        sopprimiamola ma i dritti (leggi copyright) sono di pochi.. te lo sei dimenticato ?
  • Anonimo scrive:
    Multe
    Si mandaranno 250000 multe e arresteranno 125000 persone.....si si già vedo la gdf ke entra nelle case di tutti gli italiani (anke in quelle dei politici) SE SE..Forse è così ke Tremonti vuole risanare il deficit dello stato e io poi dovrei iscrivermi a rosso alice cosi i porci ingrassano sempre più
  • Anonimo scrive:
    Urbani a Porta A Porta: I nuovi comici
    Bisogna tutelare in nuovi talenti: no comment. Qualcuno dovrebbe spiegargli che è proprio grazie al p2p che i nuovi talenti si possono far conoscere, dato che le major pensano ai soliti raccomandati.
  • Anonimo scrive:
    Paolo De Andreis
    Hai scritto un articolo stupendo e sensato.Mi auguro solo che Urbani lo legga, ma non penso sia capace di usare un personal computer.Grazie ancora a punto-informatico
    • Anonimo scrive:
      Re: Paolo De Andreis
      - Scritto da: Anonimo
      Hai scritto un articolo stupendo e sensato.
      Mi auguro solo che Urbani lo legga, ma non
      penso sia capace di usare un personal
      computer.

      Grazie ancora a punto-informaticonon ti entusiasmare troppo anche PI censura!!!
      • Max3D scrive:
        Re: Paolo De Andreis
        se ti riferisci al forum .. PI modera non censura...per quanto riguarda le notizie, penso che ragionevolmente "tagli" quelle notizie che potrebbero causare problemi.. come dargli torto, qui "online", ormai, come ti muvi ti ritrovi la GDF a casa :S
  • Anonimo scrive:
    che faccia pure...
    invece di rompere le scatole agli utenti internet con pene assurde bloccando lo sviluppo della rete in italia con conseguente disoccupazione es. non scarico più gioci pirata, non compro piu' pc nuovi ogni anno, non utilizzo più adsl, conclusione no nvendono hardware, cd e dvd con conseguente disoccupazione e stallo del sistema.che colpiscano con 20 anni di carcere e multa da 200.000 euro in su ogni troia clandestina che batte sulle strade italiane tutte le sere impunemente invece di rompere le balle a onesti cittadini italiani.con il caso parmalat dopo i miliardi di euro spariti alla fien la pena massima sarà 3 anni con condizionale non se ne fanno nemmeno uno i ncarcere e hanno rovinato famiglie di risparmiatori, un povero diavolo per un cd deve farsi il carcere magari a vita secondo siae e discografi, è assurdo.
  • Anonimo scrive:
    ma scusate....
    .... ma da quando i politici sono competenti proprio sulle questioni di cui si occupano?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    Beh, a me non farebbe schifo !Continuare a condividere poca roba tra pochi eletti è meglio di niente !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    - Scritto da: Ekleptical

    piùttosto che la morte di diritti

    fondamentali quali la proprietà

    privata (casa mia è casa mia, il
    mio

    pc è il mio pc, ecc...)

    La mia musica è la mia musica, il mio
    film è il mio film...
    strano come la proprietà privata
    valga solo per te, non per gli altri....Una casa non puoi copiarla, un libro od un brano sì. Ora, se io compro una copia poi devo avere il diritto di farci quello che voglio con la mia copia escluso il profitto che solo tu puoi farlo perchè l'hai creata. Ma se ne faccio una copia ad un amico non puoi venirmi a dire che devo andare in galera perchè ti ho tolto un cliente potenziale visto che per la stessa legge anche il solo prestare il mio originale mi manderebbe in galera.
  • Anonimo scrive:
    Domanda
    Ma poi non mi faranno più pagare la tassa SIAE sui masterizzatori / cd / dvd etc ???Oppure dobbiamo salvaguardare il diritto d'autore ancora sui supporti che utilizziamo su dati e foto/ filmati nostri??E già che ci sono se faccio un filmino del compleanno di miio figlio e poi mi iscrivoa alla SIAE ...dovrete tutti pagarmi la tassa perchè sono un autore????
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Anonimo
      Ma poi non mi faranno più pagare la
      tassa SIAE sui masterizzatori / cd / dvd etc
      ???
      Oppure dobbiamo salvaguardare il diritto
      d'autore ancora sui supporti che utilizziamo
      su dati e foto/ filmati nostri??

      E già che ci sono se faccio un
      filmino del compleanno di miio figlio e poi
      mi iscrivoa alla SIAE ...dovrete tutti
      pagarmi la tassa perchè sono un
      autore????Ne metteranno un'altra ancora di tassa per salvaguardare il fatto che tu possa usarlo per fare una copia di qualsiasi cosa ad un amico o distribuire copie delle tue stesse produzioni... Vorranno un bollino se fai più di 3 copie per uso personale, sopra verrà considerato sfruttamento commerciale anche se tu le regali quelle copie, ti dicono che fai pubblicità al tuo ingegno e che devi per forza contribuire alla SIAE che "ti tutela".... ci pensano loro "a difendere i tuoi interessi" ... ehmmm! Mica da scherzare visto che bisogna pagare i diritti SIAE per la musica ai matrimoni, e dove cavolo starebbe lì lo sfruttamento commerciale, gli invitati pagano un biglietto d'ingresso per caso ??
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda
      - Scritto da: Anonimo
      Ma poi non mi faranno più pagare la
      tassa SIAE sui masterizzatori / cd / dvd etc
      ???O mi spiace ma essendo un furto legalizzato non c'è nessuna ragione per cui debbano toglierlo :) sta tassa maledetta mi brucia dentro vorrei uccidere due o tre manager della SIAE, così a caso, random, come in Kill Bill v. 1.Purtroppo tornando alla realtà, non posso fare nulla...
  • Ekleptical scrive:
    Re: Associazione per i diritti su internet..

    Esiste un'associazione italiana che tratti e
    difenda i diritti degli utenti su internet?www.alcei.itmanco le basi del mestiere vostro sapete....
    • Anonimo scrive:
      Re: Associazione per i diritti su intern
      - Scritto da: Ekleptical

      Esiste un'associazione italiana che
      tratti e

      difenda i diritti degli utenti su
      internet?

      www.alcei.it

      manco le basi del mestiere vostro sapete....grazie a google
  • Anonimo scrive:
    l'unica possibilità
    Sapete qual'è l'unica possibilità per cambiare questo decreto?Scrivere una email al provider comunicando che se il decreto sarà approvato gli invierete immediatamente la lettera di disdetta all'abbonamento.State sicuri che se i provider riceveranno centinaia di migliaia di email di questo tenore da qui a venerdì il decreto cambia e parecchio.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'unica possibilità
      hai perfettamente ragione!
      • Max3D scrive:
        Re: andiamo a "Le iene"
        se c'e' qualcuno che ha la possibilita' di farlo lo faccia !butti su un sito per la raccolta delle firme o l'invio automatico di mail direttamente dal sito.il form dara' la possibilita' di inserire email (account di collegamento) ed un testo gia' pronto, e la selezione del provider (fastweb, tin.it, wind, ngi etc. etc.) se vi serve una mano sia per la grafica del sito che per la realizzazione del form (stupidissimo html) posso anche dare una mano... certo che come minimo PI dovrebbe darci una mano per far conoscere il sito :Daltrimenti sarebbe una cosa del tutto inutile :s
  • Anonimo scrive:
    alcune perplessità
    Complimenti per l'articolo davvero condivisibile.C'è un passaggio dell'articolo che mi lascia alcuni dubbi e vi chiedo un aiuto per comprenderlo meglio.Si tratta della parte dedicata alla Telecom.Mi sembra che l'articolo commenti positivamente la nuova offerta di contenuti digitali che Telecom sta per distribuire sul mercato perchè salvaguardia sia l'autore sia il produttore sia il distributore.E su questo mi trova d'accordo.Poi l'autore dell'articolo afferma che l'industria e il ministro Urbani ritengono il peer-to-peer il principale ostacolo al successo della nuova distribuzione legale e questo decreto sarebbe stato emanato proprio a difesa di questo nuovo progetto.Resta un mistero di cosa pensi la Telecom, parte in causa e coinvolta in prima persona in questo progetto, su questo argomento.E' plausibile uno svolgimento dei fatti in questo modo ? :1) Telecom decide di far partire un nuovo progetto di distribuzione legale di contenuti digitali e si accorda a tal scopo con l'industria di contenuti2) A difesa di questo progetto un ministro della repubblica e l'industria stessa preparano un decreto legge che di fatto trasforma i provider in detective privati al servizio dell'industria3) Telecom è assolutamente all'oscuro del contenuto di questo decreto legge.Se davvero i fatti sono andati così per coerenza la Telecom non dovrebbe, anche per rispetto verso i suoi utenti, mandare all'aria il progetto ?
    • Anonimo scrive:
      Re: alcune perplessità

      Se davvero i fatti sono andati così
      per coerenza la Telecom non dovrebbe, anche
      per rispetto verso i suoi utenti, mandare
      all'aria il progetto ?Guardando al mero ritorno economico, Telecom potrebbe1. bloccare i programmi P2P usando filtri all'uopo predisposti.2. permettere di scaricare legalmente film e musica direttamente dai suoi siti.Uh che quadretto simpatico :) speriamo che non succeda.
    • Anonimo scrive:
      Re: alcune perplessità
      - Scritto da: Anonimo[cut]
      Se davvero i fatti sono andati così
      per coerenza la Telecom non dovrebbe, anche
      per rispetto verso i suoi utenti, mandare
      all'aria il progetto ?Un'unico appunto.... "rispetto verso i suoi utenti".... scusa ma mi sembri un pò troppo fiducioso.... quando mai mamma telecozz ha avuto rispetto dei suoi utenti.....
  • Pulsar scrive:
    Perchè così tanti anonimi?
  • Pulsar scrive:
    Re: Osmosi possibile?
    - Scritto da: sh4d
    Grande articolo, sfogo anche troppo composto
    per i miei gusti.
    Concordo con i giudizi positivi degli altri
    lettori, anche se mi dispiace che tali
    argomentazioni viste dalla parte di chi in
    rete passa gran parte del proprio tempo
    rimangano più o meno confinate in
    questo *spazio*, la Rete.
    Immenso spazio, ma in qualche modo
    forzatamente separato dal mondo reale,
    nonostante quest'ultimo sia pienamente
    integrato in esso.
    E' una cosa curiosa in effetti: cio che
    avviene nel mondo reale fa il giro del mondo
    su internet, e quello che succede in
    internet invece? sui quotidiano leggo
    notizie *dalla rete* generalmente frivole,
    se facciamo eccezione per i noti worm,
    virus, cyber terroristi et simili che
    fanno tanto notizia.
    Spero in fede che questo non sia l'ennesimo
    caso eclatante che finisce irrimediabilmente
    per perdersi nel passaggio del confine.Perfettamente d'accordo, non vorrei che tutto ciò finisse per rimanere isolato nella, seppur grande, rete; potremmo scrivere lettere ai quotidiani cartacei, sarebbe un modo ulteriore per diffondere la nostra voce; purtroppo dubito che riusciremmo ad usare la TV come mezzo alternativo
    • sh4d scrive:
      Re: Osmosi possibile?

      Perfettamente d'accordo, non vorrei che
      tutto ciò finisse per rimanere
      isolato nella, seppur grande, rete; potremmo
      scrivere lettere ai quotidiani cartacei,
      sarebbe un modo ulteriore per diffondere la
      nostra voce; purtroppo dubito che
      riusciremmo ad usare la TV come mezzo
      alternativoE' nell'ultima parola che hai detto che va ricercata la chiave innovativa.Mezzo *alternativo*...cio significa che i mezzi convenzionali (tv, radio, giornali ecc.) in quanto pilotati dagli stessi individui che hanno indotto urbani a presentare il suo fantadecreto non sono adatti allo scopo.Bisogna trovare nuovi metodi divulgativi, facendo ricorso a media di nuova concezione che, seppure meno efficaci possono adeguatamente assolvere a tale scopo.Mi riferisco in primis alla rete stessa, diffondendo il messaggio attraverso qualsiasi canale possibile e immaginabile. Webradio, blog e quant'altro (e vedo che fortunatamente si sta alzando un gran polverone).Parlate gente, chiacchierate coi vostri amici, fate si che il messaggio possa uscire al di fuori, arrivando all'orecchio dell'uomo della strada. Ho trovato dei volantini da stampare, ne ho fatte cento copie a mie spese e l'ho sparse nel mio ufficio, nelle cassette delle lettere del mio palazzo, ne ho date alcune copie a miei conoscenti.Chiunque si sentisse chiamato in causa, direttamente e non, nel suo piccolo può fare qualcosa di utile.E tanti piccoli sono la voce del popolo!
      • Pulsar scrive:
        Re: Osmosi possibile?
        - Scritto da: sh4d

        Perfettamente d'accordo, non vorrei che

        tutto ciò finisse per rimanere

        isolato nella, seppur grande, rete;
        potremmo

        scrivere lettere ai quotidiani cartacei,

        sarebbe un modo ulteriore per
        diffondere la

        nostra voce; purtroppo dubito che

        riusciremmo ad usare la TV come mezzo

        alternativo

        E' nell'ultima parola che hai detto che va
        ricercata la chiave innovativa.
        Mezzo *alternativo*...
        cio significa che i mezzi convenzionali (tv,
        radio, giornali ecc.) in quanto pilotati
        dagli stessi individui che hanno indotto
        urbani a presentare il suo fantadecreto non
        sono adatti allo scopo.
        Bisogna trovare nuovi metodi divulgativi,
        facendo ricorso a media di nuova concezione
        che, seppure meno efficaci possono
        adeguatamente assolvere a tale scopo.
        Mi riferisco in primis alla rete stessa,
        diffondendo il messaggio attraverso
        qualsiasi canale possibile e immaginabile.
        Webradio, blog e quant'altro (e vedo che
        fortunatamente si sta alzando un gran
        polverone).
        Parlate gente, chiacchierate coi vostri
        amici, fate si che il messaggio possa uscire
        al di fuori, arrivando all'orecchio
        dell'uomo della strada. Ho trovato dei
        volantini da stampare, ne ho fatte cento
        copie a mie spese e l'ho sparse nel mio
        ufficio, nelle cassette delle lettere del
        mio palazzo, ne ho date alcune copie a miei
        conoscenti.
        Chiunque si sentisse chiamato in causa,
        direttamente e non, nel suo piccolo
        può fare qualcosa di utile.
        E tanti piccoli sono la voce del popolo!
        Davvero lodevole!, è giusto, ognuno nel suo piccolo può fare qualcosa, tutto insieme produrrà effetti, perciò...diamoci dentro ragazzi, diffondiamo la nostra voce in tutti i modi possibili
  • Anonimo scrive:
    Re: Associazione per i diritti su intern
    - Scritto da: Anonimo
    Esiste un'associazione italiana che tratti e
    difenda i diritti degli utenti su internet?
    Sarebbe bello se esistesse un punto di
    raccolta per tutti gli utenti, in maniera
    tale da avere più voce presso le
    opportune sedi e soprattutto una fucina di
    idee da proporre alle controparti (majors e
    governo).

    Che ne pensate?http://www.utenti.org/
  • sh4d scrive:
    Osmosi possibile?
    Grande articolo, sfogo anche troppo composto per i miei gusti.Concordo con i giudizi positivi degli altri lettori, anche se mi dispiace che tali argomentazioni viste dalla parte di chi in rete passa gran parte del proprio tempo rimangano più o meno confinate in questo *spazio*, la Rete.Immenso spazio, ma in qualche modo forzatamente separato dal mondo reale, nonostante quest'ultimo sia pienamente integrato in esso. E' una cosa curiosa in effetti: cio che avviene nel mondo reale fa il giro del mondo su internet, e quello che succede in internet invece? sui quotidiano leggo notizie *dalla rete* generalmente frivole, se facciamo eccezione per i noti worm, virus, cyber terroristi et simili che fanno tanto notizia.Spero in fede che questo non sia l'ennesimo caso eclatante che finisce irrimediabilmente per perdersi nel passaggio del confine.
  • Anonimo scrive:
    Re: Associazione per i diritti su internet..
    - Scritto da: Anonimo
    Esiste un'associazione italiana che tratti e
    difenda i diritti degli utenti su internet?
    Sarebbe bello se esistesse un punto di
    raccolta per tutti gli utenti, in maniera
    tale da avere più voce presso le
    opportune sedi e soprattutto una fucina di
    idee da proporre alle controparti (majors e
    governo).

    Che ne pensate?falla tu
  • Anonimo scrive:
    Associazione per i diritti su internet..
    Esiste un'associazione italiana che tratti e difenda i diritti degli utenti su internet? Sarebbe bello se esistesse un punto di raccolta per tutti gli utenti, in maniera tale da avere più voce presso le opportune sedi e soprattutto una fucina di idee da proporre alle controparti (majors e governo).Che ne pensate?
  • Anonimo scrive:
    Opere d'ingegno
    Molto materiale protetto da copyright viene bollato come "opera d'ingegno". In quanto tale dovrebbe essere accessibile a TUTTI, a patto che l'autore sia compensato **equamente**.Oggi le opere d'ingegno non sono beni prettamente superflui come potrebbero esserlo lo yacht o la Ferrari, perche', appunto, il loro fine ultimo e' la diffusione pubblica. Anche gli stessi autori, una volta creata la loro opera, la destinano al mercato perche' sia diffusa. Il guadagno che ne derivera' sara' proporzionale all'apprezzamento generale del pubblico.Se un autore non vuole che la sua opera sia diffusa, semplicemente non la pubblica.Visto il carattere pubblico ed intrinsecamente artistico delle opere, e visto che si configura come uno "scambio" fra autori e fruitori e' giusto che il prezzo di circolazione non sia deciso arbitrariamente da una parte, ma che venga ritenuto equo da entrambe, lo stesso vale per i mezzi di diffusione. I film e la musica sono fatti per il pubblico, e' naturale e logico che il fruitore si senta legittimato ad usare il P2P per condividere materiale di sua proprieta'!Le major pubblicano la musica: la rendono pubblica, ergo devono sottostare a delle leggi pubbliche, dettate dal pubblico.La storia del "non siete obbligati a comprare se il prezzo e' alto" non regge, si potrebbe ribattere: non siete obbligati a diventare editori se non sapete fare il vostro mestiere: volete avere un business pubblico e NON fare i conti col pubblico stesso, trattarlo come un agente PASSIVO e non ATTIVO, imbrigliarlo a suon di pubblicita' e marketing. Le leggi attuali vanno cambiate, perche' non rispettano il senso comune delle persone: se adesso infrangere il copyright e' reato, domani protrebbe non esserlo. Bisogna solo abbandonare il concetto che legge implica giusto, perche' il mondo cambia trascinato dalle tecnologie. Certo non si puo' vivere in anarchia, ma penso che la maggior parte delle persone sarebbero disposte a pagare un prezzo che ritenessero equo.Non so cosa accadra', ma secondo me la vera rivoluzione deve partire dagli autori, loro si devono impadronire dei nuovi mezzi di comunicazione. Allora vedremo sel le major sono veramente inutili o meno, se sono destinate a perire o solo ad essere ridimensionate.Penso anche che il bel cinema e la bella musica non moriranno mai, perche' non solo non sono trascinate solamente da interessi economici, ma anche perche' il pubblico sa riconoscere, in cuor suo, per cosa vale la pena spendere qualche soldino.Solo la mia opinione,Ciao!P.
  • Anonimo scrive:
    Nuovo Dialer !!
    Ma come? Ora telecom vendera' contenuti su internet pagabili in bolletta? Ma vi ricordate i dialer? Ma non dicevate che era vietato per la telecom addebitare in bolletta dei beni o servizi? Chi e' la Telecom per non rispettare le leggi?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Considerazioni varie

    insomma, Il Cavaliere Silvio si trova a che
    fare con una patata talmente bollenteSecondo me il Silvio e il governo non si sono nemmeno accorti delle proteste, tanto sono flebili e irrilevanti.Vedremo ai prossimi Consigli dei Ministri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni varie
      - Scritto da: Ekleptical

      insomma, Il Cavaliere Silvio si trova a
      che

      fare con una patata talmente bollente

      Secondo me il Silvio e il governo non si
      sono nemmeno accorti delle proteste, tanto
      sono flebili e irrilevanti.già, migliaia di persone che protestano, che sono pronte a disdire abbonamenti Fastweb, Telecom ecc, a non votare più per il Cavaliere sono robetta da niente....
      • Ekleptical scrive:
        Re: Considerazioni varie

        già, migliaia di persone che
        protestano, che sono pronte a disdire
        abbonamenti Fastweb, Telecom ecc, a non
        votare più per il Cavaliere sono
        robetta da niente....Perchè secondo te il Governo la mattina legge i Forum di PI per vedere chi protesta?Peraltro non sono nemmeno un migliaio di persone, a conti fatti, qua.Guarda che di 'sta "protesta" non ne ha parlato nessuno! Le proteste sui Forum non servono proprio a nulla. Chi li legge?
  • Anonimo scrive:
    Leggete qua
    http://www.altroconsumo.it/map/show/266/src/44361.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete qua
      (ANSA) - ROMA, 8 MAR - E' il cartoon della Disney 'Koda, fratello orso' il vincitore del fine settimana cinematografico con una media di 5.738 euro per sala. Secondo la classifica degli incassi Cinetel,'L' amore e' eterno finche' dura' di Carlo Verdone mantiene il secondo posto, 'Scary Movie 3' il terzo e 'Che ne sara' di noi' di Giovanni Veronesi esordisce con un onorevole quarto posto. Tra le nuove uscite, entrano nella top ten, al settimo e ottavo posto, anche 'Terra di confine' e 'Jeepers Creepers 2'. facendo i conti che il film Koda viene dato in media almeno in cento sale italiane, sono stati incassati 5738X100 = 537800 ?, cioè un milardo cento milioni e rotti... meno male che il cinema rischia di scomparire...
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete qua
      Roma, 8 marzo 2004. Su un euro di costo della benzina lo Stato ne succhia 70 centesimi in IVA e accise, vale a dire che il 70% del prezzo se ne va in tasse, mentre il 30% rappresenta il prezzo industriale (materia prima, raffinazione, stoccaggio e distribuzione, trasporto, oneri commerciali e finanziari, margine industriale e del benzinaio). Su 22.800 distributori circa 9.000 sono Agip-Ip, sono cioe' di una societa' a capitale pubblico, vale a dire dello Stato, nello specifico del ministero dell'Economia, al capo del quale c'e' il ministro Giulio Tremonti. Allora quando aumento il prezzo della benzina con chi dobbiamo prendercela? Con gli Stati fornitori che hanno diminuito la produzione e quindi aumentato il prezzo del barile di petrolio? Con lo Stato italiano, novello Dracula, che succhia il 70% in tasse? Con i petrolieri italiani, rappresentati per il 43% dall'Agip-Ip, cioe' dallo Stato?Al tutto va aggiunta ovviamente la mancata automazione degli impianti (self-service), che ne rappresentano solo il 17% contro il 93% della Germania, una struttura sostanzialmente oligopolista (solo 8 marchi presenti sul mercato) e la scarsa propensione dei consumatori ad utilizzare il self-service (solo il 20%). Soluzioni? Abbassare le tasse e liberalizzare il mercato. In aggiunta un invito ad utilizzare i self-service e cercare i distributori che fanno sconti.Primo Mastrantoni, segretario Aduc
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete qua
        E' un po' OT ma spero mi perdoneranno.Il problema dell'alto prezzo della benzina è realmente dovuto alle tasse varie che lo stato impone su tale bene.Tuttavia le oscillazioni dei prezzi della benzina non sono dovute alle tasse anche se possono essere causate da diversi fattori. Quindi tirare in ballo il problema tasse, quando da un giorno all'altro aumenta il prezzo della benzina, è secondo me inutile.Perché viene tirato in ballo? Ma è semplice: se lo stato diminuisce queste tasse, ci sarà una diminuzione immediata del prezzo della benzina, alla quale seguirà un lento ma costante incremento che riporterà i prezzi ai livelli precedenti. Qual è la differenza? Che prima le aziende petrolifere intascavano solo il 30% di quanto pagato dal consumatore, e adesso, in questo ipotetico futuro, prendono una quota maggiore. E' ovvio che se il consumatore è disposto a pagare un prezzo già alto, un'azienda petrolifera cercherà di aumentare il prezzo almeno fino a compensare la quota di tasse.Ecco perché ridurre le tasse sulla benzina non servirebbe. Detto questo, ricordiamoci che tra un po' di anni saremo tutti fottuti :D perché, volenti o nolenti, le scorte di petrolio stanno finendo (i pozzi nel mar del Nord già hanno ridotto i propri rendimenti...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete qua
          - Scritto da: Anonimo
          E' un po' OT ma spero mi perdoneranno.
          Il problema dell'alto prezzo della benzina
          è realmente dovuto alle tasse varie
          che lo stato impone su tale bene.

          Tuttavia le oscillazioni dei prezzi della
          benzina non sono dovute alle tasse anche se
          possono essere causate da diversi fattori.
          Quindi tirare in ballo il problema tasse,
          quando da un giorno all'altro aumenta il
          prezzo della benzina, è secondo me
          inutile.

          Perché viene tirato in ballo? Ma
          è semplice: se lo stato diminuisce
          queste tasse, ci sarà una diminuzione
          immediata del prezzo della benzina, alla
          quale seguirà un lento ma costante
          incremento che riporterà i prezzi ai
          livelli precedenti. Qual è la
          differenza? Che prima le aziende petrolifere
          intascavano solo il 30% di quanto pagato dal
          consumatore, e adesso, in questo ipotetico
          futuro, prendono una quota maggiore. E'
          ovvio che se il consumatore è
          disposto a pagare un prezzo già alto,
          un'azienda petrolifera cercherà di
          aumentare il prezzo almeno fino a compensare
          la quota di tasse.

          Ecco perché ridurre le tasse sulla
          benzina non servirebbe. Detto questo,
          ricordiamoci che tra un po' di anni saremo
          tutti fottuti :D perché, volenti o
          nolenti, le scorte di petrolio stanno
          finendo (i pozzi nel mar del Nord già
          hanno ridotto i propri rendimenti...)Ciò che va fatto è ridurre le tasse e poi monitorare i prezzi per impedire speculazioni, se i prezzi non crollano almeno di quanto sono scese le tasse devono scattare delle forti sanzioni, se i prezzi risalgono ai livelli della precedente tassazione senza reali motivi devono scattare sanzioni.Che le scorte stiano finendo è tutta da dimostrare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete qua

            Che le scorte stiano finendo è tutta
            da dimostrare.
            Sicuramente i maggiori esportatori di petrolio (medio oriente e pvs) non te lo dimostreranno mai, poiché per loro, avere petrolio equivale ad avere potere e importanza strategica, visto che è la loro unica risorsa.Infatti il Venezuela dichiara quantità così ingenti di scorte di petrolio da resentare il ridicolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Considerazioni varie
    Può darsi.....ma non sono buoni motivi per smettere di aumentare il chiasso.Inoltre se anche non passasse adesso, la riproporranno appena passate le europee (più in silenzio, magari sfruttando un momento in cui l'attenzione è spostata verso qualcos'altro).Quindi non serve rassicurarsi...anzi, facciamo più rumore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni varie
      Una ragione in + per dire grazie PI, e grazie web in generale, qui le notizie non passano mai sotto silenzio!Più il polso si fa duro (vedi chiusura enkey) più la gente diventa unita e combattiva, ottengono sempre e solo l'esatto contrario dei loro stessi propositi :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Considerazioni varie
      - Scritto da: Anonimo
      Può darsi.....ma non sono buoni
      motivi per smettere di aumentare il chiasso.
      Inoltre se anche non passasse adesso, la
      riproporranno appena passate le europee
      (più in silenzio, magari sfruttando
      un momento in cui l'attenzione è
      spostata verso qualcos'altro).
      Quindi non serve rassicurarsi...anzi,
      facciamo più rumore.ed è proprio quel che ho detto..meglio aspettare che la patata bollente si raffreddi, poi ne riparleranno magari senza farlos apere troppo in giro...proprio come quando si aumentano lo stipendio in parlamento alla chetichella.. ;)
  • Anonimo scrive:
    Conflitto di Interessi?
    Mi puzza un po' di conflitto di interessi...Come quella che non si possono fare le fotocopie dei costosi libri dell'università, guarda caso al governo ci stanno quelli che le case editrici le possiedono, quindi invece di far costare meno i libri impediscono di fotocopiarli (come la la cosa fosse possibile) così che all'università ci vadano solo i figli dei ricchi...speriamo che la prossima volta al governo ci vanno quelli che possiedo la Xerox e la Plextor :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Conflitto di Interessi?
      - Scritto da: Anonimo
      speriamo che la prossima volta al governo ci
      vanno quelli che possiedo la Xerox e la
      Plextor :)più fotocopiatrici per tutti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Conflitto di Interessi?
      - Scritto da: Anonimo
      Mi puzza un po' di conflitto di interessi...

      Come quella che non si possono fare le
      fotocopie dei costosi libri
      dell'università, guarda caso al
      governo ci stanno quelli che le case
      editrici le possiedono, quindi invece di far
      costare meno i libri impediscono di
      fotocopiarli (come la la cosa fosse
      possibile) così che
      all'università ci vadano solo i figli
      dei ricchi...

      speriamo che la prossima volta al governo ci
      vanno quelli che possiedo la Xerox e la
      Plextor :)una curiosità: io sono programmatore e metto su piccole reti..mi piacerebbe tanto fare la certificazione Microsoft MCSE, ma sono 150 euro per ogni esame (gli esami sono 11 !!!!!), dovrei tirare fuori almeno 150 euro per pagare i libri per ogni singola certificazione..totale 300 euro ad esame per 11 ... 3300 euro!!!!e meno male che la cultura è per tutti e c'è l'IVA al 4%...ma sarà poi vero???? non sarà che qualcuno si è dimenticato uno zero?????
  • Anonimo scrive:
    Er popolo?
    Er popolo? Er popolo se gratta!
  • Anonimo scrive:
    Cina Vs Italia
    Questi signori parlano sempre tanto male del modello cinese che alla fine ne traggono anche ispirazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cina Vs Italia
      - Scritto da: Anonimo
      Questi signori parlano sempre tanto male del
      modello cinese che alla fine ne traggono
      anche ispirazione.Ma come non dimenticare le affermazioni del nostro capo del governo: "Aziende italiane, investite in Cina".Ottima cosa, soprattutto se detta dal capo di governo di un paese con forti problemi di crescita economica :)Grazie Berlu, tu rocsi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cina Vs Italia
        - Scritto da: Anonimo

        Ottima cosa, soprattutto se detta dal capo
        di governo di un paese con forti problemi di
        crescita economica :)

        Grazie Berlu, tu rocsi.è vero Berlusca rulez:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Cina Vs Italia
      - Scritto da: Anonimo
      Questi signori parlano sempre tanto male del
      modello cinese che alla fine ne traggono
      anche ispirazione.Ma come non dimenticare le affermazioni del nostro capo del governo: "Aziende italiane, investite in Cina".Ottima cosa, soprattutto se detta dal capo di governo di un paese con forti problemi di crescita economica :)Grazie Berlu, tu rocsi.
  • Anonimo scrive:
    Forse [OT] - Leggete
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto

    Chiedevo una discussione realsitica, non da
    utopista fumato, con paragoni insensati ed
    improbabili...Scusaci ma cercavamo di adattarci al nostro interlocutore. Dovevamo mirare un po' più in basso.
  • Pulsar scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    - Scritto da: Ekleptical
    La mia musica è la mia musica, il mio
    film è il mio film...
    strano come la proprietà privata
    valga solo per te, non per gli altri....Infatti non vale neanche per gli altri, gli artisti guadagnano una percentuale minima su ciò che hanno inventato loro, il resto lo divorano i GIGANTI
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto

    piùttosto che la morte di diritti
    fondamentali quali la proprietà
    privata (casa mia è casa mia, il mio
    pc è il mio pc, ecc...)La mia musica è la mia musica, il mio film è il mio film...strano come la proprietà privata valga solo per te, non per gli altri....
  • allanon scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    - Scritto da: Ekleptical

    1- modello alternativo? L'hanno
    già

    inventato tassando a sproposito i CD,
    basta

    tassare la connessione e ti ho trovato
    il

    primo modello alternativo

    Può andar bene alle discografiche,
    non agli artisti, che vanno remunerati in
    base alle vendite. E così non
    c'è modo di sapere cosa ho scaricato
    e dare i soldi a lui, invece che a
    Pavarotti.



    2- si vendono orribili musichette da

    cellulari a 1 euro, dico, saranno in
    grado

    di vendere 1 mp3 a un euro?

    Tiscali Music Club? Messagerie Digitali?
    Lo fanno già, sai? Non mi pare che il
    p2p se ne sia accorto.

    Peraltro, in effetti, è alquanto
    paradossale che la gente spenda 2-3 euro per
    una rozza suoneria e poi si lamenti che il
    vero brano online costa 1 euro!! Misteri
    della mente umana!



    3- Una musica, un film, hanno spesso un

    florido mercato dei gadget

    Pochissimi e i più commercialoni!!!
    Non mi pare di aver visto molti gadget di
    Lost in Translation, Mystic River o
    dell'ultimo romanzo di Banana Yoshimoto. Su
    10mila libri, 1 ha dei gadget collegati. La
    proporzione è simile nel cinema.
    Nella musica risale, ma non si fanno certo
    più soldi coi gadget che con i CD!!Sono mercati che non soddisfano te, ma come vedi già esistono...Una cosa è dire che questo busines non assicura diritti a chi fa buona musica, un'altra è dire con non assicura diritti...Vorà dire che sarà la buona musica o il buon cinema a sparire, il che non mi fa certo piacere, ma sicuramente preferisco la loro estinzione piùttosto che la morte di diritti fondamentali quali la proprietà privata (casa mia è casa mia, il mio pc è il mio pc, ecc...)Cmq non hai risolto il quesito fondamentale, come speri di far cambiare opinione alla maggior parte della gente? Se non sciogli questo nodo fondamentale è la tua visione del mercato a rimanere fantascenza (napster docet)...
  • MemoRemigi scrive:
    I miei migliori complimenti a PI
    Un grander articolo, speriamo lo legga anche il ministro urbani !
    • Anonimo scrive:
      Re: I miei migliori complimenti a PI
      - Scritto da: MemoRemigi

      Un grander articolo, speriamo lo legga anche
      il ministro urbani !condivido appieno...perchè non ne manda una copia al Signor (non lo chiamo certo ministro..) Urbani??? e le fa vedere tutte le proteste che si stanno scatenando???
    • Anonimo scrive:
      Re: I miei migliori complimenti a PI
      si finalmente un articolo come si deve, ultimamente stavano un po' scadendo...bravi!
    • AndreaMilano scrive:
      Re: I miei migliori complimenti a PI
      Approvo & Concordo.Come si dice da noi però il "Polipo si deve cuocere con l'acqua sua".A.M.- Scritto da: MemoRemigi

      Un grander articolo, speriamo lo legga anche
      il ministro urbani !
    • Anonimo scrive:
      Re: I miei migliori complimenti a PI
    • Anonimo scrive:
      Re: I miei migliori complimenti a PI
    • Mariobusy scrive:
      Re: I miei migliori complimenti a PI
      - Scritto da: MemoRemigi

      Un grander articolo, speriamo lo legga anche
      il ministro urbani !Mi associo sinceramente nei complimenti all'ideatore ed al curatore dell'articolo.Un incoraggiamento a tutta la Redazione perchè continui lungo la strada intrapresa da anni!
  • Anonimo scrive:
    Per Ekleptical
    con quel che stai scrivendo qua sai che ti dico? che sei un figlio di papà annoiato...tanto ci pensa il paparino a sganciare vero??? ci pensa lui a pagarti CD, DVD, telefonino, il fuoristrada ecc vero??? prova a vivere con 700-800 euro al mese, a pagare l'affitto e le bollette ecc e poi vedremo se avrai i 25 euro per comprarti un CD o DVD...non ce li avresti nemmeno per l'abbonamento ADSL e quindi? logico, lo vai a comprare dai marocchini per strada, tanto costa pochi ?....ma da come stai parlando dimostri solo che come disse la buonanima 2000 anni "si toglie la pagliuzza dagli occhi altrui senza levare la trave dai propri"....
    • Anonimo scrive:
      Re: Per Ekleptical
      - Scritto da: Anonimo
      con quel che stai scrivendo qua sai che ti
      dico? che sei un figlio di papà
      annoiato...tanto ci pensa il paparino a
      sganciare vero??? ci pensa lui a pagarti CD,
      DVD, telefonino, il fuoristrada ecc vero???
      prova a vivere con 700-800 euro al mese, a
      pagare l'affitto e le bollette ecc e poi
      vedremo se avrai i 25 euro per comprarti un
      CD o DVD...non ce li avresti nemmeno per
      l'abbonamento ADSL e quindi? logico, lo vai
      a comprare dai marocchini per strada, tanto
      costa pochi ?....

      ma da come stai parlando dimostri solo che
      come disse la buonanima 2000 anni "si toglie
      la pagliuzza dagli occhi altrui senza levare
      la trave dai propri"....Quoto appieno...
    • Pulsar scrive:
      Re: Per Ekleptical
      Più che altro mi chiedo per quale motivo continua a postare sapendo di avere tutti contro, poi critica il direttore per il suo articolo dicendo che PI è a favore del P2P, ma allora perchè rimane ancora qui? bah;)
      • Ekleptical scrive:
        Re: Per Ekleptical

        Più che altro mi chiedo per quale
        motivo continua a postare sapendo di avere
        tutti contro, poi critica il direttore per
        il suo articolo dicendo che PI è a
        favore del P2P, ma allora perchè
        rimane ancora qui? bah;)Perchè mica cerco il consenso, sai quanto me ne può fregare. Sono i deboli che hanno bisogno di sentirsi in gruppo per essere forti.Il Forum p fatto per esprimere le proprie opinioni. Che è quello che faccio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per Ekleptical
          - Scritto da: Ekleptical
          Sono i
          deboli che hanno bisogno di sentirsi in
          gruppo per essere forti.bella caduta di stile. in picchiata libera.
        • Pulsar scrive:
          Re: Per Ekleptical
          - Scritto da: Ekleptical
          Perchè mica cerco il consenso, sai
          quanto me ne può fregare. Sono i
          deboli che hanno bisogno di sentirsi in
          gruppo per essere forti.

          Il Forum p fatto per esprimere le proprie
          opinioni. Che è quello che faccio.Il fatto che siamo uniti e in sintonia dimostra l'esatto opposto, i pochi che stanno dall'altra parte, invece, cercano il consenso dei potenti, questa sì che è una debolezza
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: Pulsar


            - Scritto da: Ekleptical


            Perchè mica cerco il consenso,
            sai

            quanto me ne può fregare. Sono i

            deboli che hanno bisogno di sentirsi in

            gruppo per essere forti.



            Il Forum p fatto per esprimere le
            proprie

            opinioni. Che è quello che
            faccio.

            Il fatto che siamo uniti e in sintonia
            dimostra l'esatto opposto, i pochi che
            stanno dall'altra parte, invece, cercano il
            consenso dei potenti, questa sì che
            è una debolezzaverissimo, e tu Ekeplitcal dimostri solo che sei uno dei potenti che se ne sbattono di chi guadagna 800 euro al emse di chi si fa un mazzo così tutti i giorni per riuscire a portarli a casa....vai a lamentarti da quelli della confindustria va...
          • Ekleptical scrive:
            Re: Per Ekleptical

            Il fatto che siamo uniti e in sintonia
            dimostra l'esatto opposto, i pochi che
            stanno dall'altra parte, invece, cercano il
            consenso dei potenti, questa sì che
            è una debolezzaE già! infatti mi aspetto che il Ministro Urbani passi a leggere il Forum di PI e mi lodi pubblicamente! ROTFL!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: Ekleptical

            Il fatto che siamo uniti e in sintonia

            dimostra l'esatto opposto, i pochi che

            stanno dall'altra parte, invece,
            cercano il

            consenso dei potenti, questa sì
            che

            è una debolezza

            E già! infatti mi aspetto che il
            Ministro Urbani passi a leggere il Forum di
            PI e mi lodi pubblicamente! ROTFL!ma tanto non rispondi ai quesiti di questo post: ci hai mai provato a vivere con 700-800 uero al emse? sembra proprio di no, e allora vedrai che avrai tutti i buoni motivi per unirti alle lamentele di questa gentaglia, razza di comunisti bolscevichi che minacciano il benessere della razza ariana...
          • Ekleptical scrive:
            Re: Per Ekleptical

            ma tanto non rispondi ai quesiti di questo
            post: ci hai mai provato a vivere con
            700-800 uero al emse?No, in effetti no. Per la verità non conosco nessuno che guadagni così poco e soprattutto che ci viva da solo.E non sto parlando di alti manager, ma di comuni impiegati o tecnici, anche non laureati
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: Ekleptical

            ma tanto non rispondi ai quesiti di
            questo

            post: ci hai mai provato a vivere con

            700-800 uero al emse?

            No, in effetti no. Per la verità non
            conosco nessuno che guadagni così
            poco e soprattutto che ci viva da solo.
            E non sto parlando di alti manager, ma di
            comuni impiegati o tecnici, anche non
            laureatiperchè con 1000 euro al mese vivresti meglio?? poi con stò cazzo di euro...ma no dai le cose non vanno male mica per l'euro (diresti tu), è colpa degli italiani che si fanno fregare, del governo di sinistra che ci ha dissanguato pur di entrare in europa vero???
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: Ekleptical

            ma tanto non rispondi ai quesiti di
            questo

            post: ci hai mai provato a vivere con

            700-800 uero al emse?

            No, in effetti no. Per la verità non
            conosco nessuno che guadagni così
            poco e soprattutto che ci viva da solo.
            E non sto parlando di alti manager, ma di
            comuni impiegati o tecnici, anche non
            laureatibhe allora forse è tempo che diventi grande e apri gli occhi va...
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Ekleptical


            ma tanto non rispondi ai quesiti di

            questo


            post: ci hai mai provato a vivere
            con


            700-800 uero al emse?



            No, in effetti no. Per la verità
            non

            conosco nessuno che guadagni così

            poco e soprattutto che ci viva da solo.

            E non sto parlando di alti manager, ma
            di

            comuni impiegati o tecnici, anche non

            laureati

            bhe allora forse è tempo che diventi
            grande e apri gli occhi va...Da quello (Ekleptical)che affermi sei un mero studente.... quando papà non ti manterrà più ne parleremo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: Ekleptical

            ma tanto non rispondi ai quesiti di
            questo

            post: ci hai mai provato a vivere con

            700-800 uero al emse?

            No, in effetti no. Per la verità non
            conosco nessuno che guadagni così
            poco e soprattutto che ci viva da solo.
            E non sto parlando di alti manager, ma di
            comuni impiegati o tecnici, anche non
            laureatiE quanto guadagnano, 3000 Euro al mese minimo ?I laureati e non che conosco al massimo arrivano a 1200-1500 Euro quando va bene, in Italia prima di prendere 3000-4000 Euro al mese devi avere 10-15 anni di esperienza minimo
        • Anonimo scrive:
          Re: Per Ekleptical
          Veramente i potenti stanno dall'altra parte...la tua.Noi siamo quattro gatti che pur sapendo come va il mondo hanno ancora il coraggio di dire che non sono daccordo.Sei proprio tu che dici che il p2p non ha speranza e che presto arriveranno retate e multe a queste persone spregevoli che scaricano dal p2p.Però alcune di quelle persone spregevoli non si disperano e non scappano (come vorresti tu) e dicono la loro...perchè non sono quello che tu vorresti che fossero.E non si spaventano ai tuoi tentativi (ben fatti, non dico di no) di fare FUD.
          • allanon scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: Anonimo
            Veramente i potenti stanno dall'altra
            parte...la tua.
            Noi siamo quattro gatti che pur sapendo come
            va il mondo hanno ancora il coraggio di dire
            che non sono daccordo.
            Sei proprio tu che dici che il p2p non ha
            speranza e che presto arriveranno retate e
            multe a queste persone spregevoli che
            scaricano dal p2p.
            Però alcune di quelle persone
            spregevoli non si disperano e non scappano
            (come vorresti tu) e dicono la
            loro...perchè non sono quello che tu
            vorresti che fossero.
            E non si spaventano ai tuoi tentativi (ben
            fatti, non dico di no) di fare FUD.Ribadisco quello che ho scritto qualche post prima: Ekleptical se non ci fosse bisognerebbe inventarlo :-)1- Ha il potere di coalizzare un gruppo eterogeneo, offrendo un "nemico" facile da colpire (anche gli indecisi del P2P non possono essere daccordo in toto con lui, sarebbe da masochisti liberticidi!)2- Per quanto il suo scopo sia la disinformazione è ben informato, ci consente spesso di interpretare le insane manie delle major.Ekleptical, grazie di esistere ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
            - Scritto da: allanon
            Ribadisco quello che ho scritto qualche post
            prima: Ekleptical se non ci fosse
            bisognerebbe inventarlo :)

            1- Ha il potere di coalizzare un gruppo
            eterogeneo, offrendo un "nemico" facile da
            colpire (anche gli indecisi del P2P non
            possono essere daccordo in toto con lui,
            sarebbe da masochisti liberticidi!)
            2- Per quanto il suo scopo sia la
            disinformazione è ben informato, ci
            consente spesso di interpretare le insane
            manie delle major.

            Ekleptical, grazie di esistere ;)quoto appieno...anche perchè grazie a lui ci troviamo sempre più coalizzati contro le major e per protestare...Ekleptical, sei tutti noi!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Per Ekleptical
        • Anonimo scrive:
          Re: Per Ekleptical
          - Scritto da: Ekleptical

          Più che altro mi chiedo per quale

          motivo continua a postare sapendo di
          avere

          tutti contro, poi critica il direttore
          per

          il suo articolo dicendo che PI è
          a

          favore del P2P, ma allora perchè

          rimane ancora qui? bah;)

          Perchè mica cerco il consenso, sai
          quanto me ne può fregare. Sono i
          deboli che hanno bisogno di sentirsi in
          gruppo per essere forti.

          Il Forum p fatto per esprimere le proprie
          opinioni. Che è quello che faccio.Oppure sei un avvoltoio del sistema ed appena parte la legge sequestri il sito web del giornali, prendi tutti i nostri IP e ci fai sbattere tutti in galera alla faccia della democrazia e libertà di opinione perchè bene o male tutti abbiamo ammesso di aver almeno una volta scaricato un file illegale dalla rete .... eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per Ekleptical
      - Scritto da: Anonimo
      con quel che stai scrivendo qua sai che ti
      dico? che sei un figlio di papà
      annoiato...tanto ci pensa il paparino a
      sganciare vero??? ci pensa lui a pagarti CD,
      DVD, telefonino, il fuoristrada ecc vero???Potrebbe appartenere anche ad un'altra categoria: quelli che si indebitano per comprare oggetti inutili.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per Ekleptical
        Secondo me non avete capito nulla di questo Ekleptical.Per me è un grande, è l'amministratore di alcuni fra i più importanti servers di p2p e sta mostrando a tutti un atteggiamento che inevitabilmente verrà associato al suo ip statico. Così in futuro potrà continuare ad agire indisturbato e a permettere a tutti noi di condividere migliaia di programmi open source tramite il filesharing! Grazie ;)Mi ricorda tanto quell'episodio realmente accaduto in un quartiere vicino a casa mia: un gruppo di falsari aveva la base nello stesso palazzo di una sede dei carabinieri. Insospettabili! Hanno agito indisturbati per moltissimo tempo.
  • Anonimo scrive:
    come minimo...
    ... visto che ho alice adsl, disdico la tariffa flat e passo alla free... tanto se la massimo devo scaricare una distro Linux con 640 kb/s spendo meno che a tenere la flat che non mi serve più a una pippa visto che i programmi p2p non li potrò più usare...
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto

    1- modello alternativo? L'hanno già
    inventato tassando a sproposito i CD, basta
    tassare la connessione e ti ho trovato il
    primo modello alternativoPuò andar bene alle discografiche, non agli artisti, che vanno remunerati in base alle vendite. E così non c'è modo di sapere cosa ho scaricato e dare i soldi a lui, invece che a Pavarotti.
    2- si vendono orribili musichette da
    cellulari a 1 euro, dico, saranno in grado
    di vendere 1 mp3 a un euro?Tiscali Music Club? Messagerie Digitali?Lo fanno già, sai? Non mi pare che il p2p se ne sia accorto.Peraltro, in effetti, è alquanto paradossale che la gente spenda 2-3 euro per una rozza suoneria e poi si lamenti che il vero brano online costa 1 euro!! Misteri della mente umana!
    3- Una musica, un film, hanno spesso un
    florido mercato dei gadgetPochissimi e i più commercialoni!!! Non mi pare di aver visto molti gadget di Lost in Translation, Mystic River o dell'ultimo romanzo di Banana Yoshimoto. Su 10mila libri, 1 ha dei gadget collegati. La proporzione è simile nel cinema. Nella musica risale, ma non si fanno certo più soldi coi gadget che con i CD!!
  • saruman scrive:
    Urbani telefona alla Telecom!!
    Caro ministro allora mi spieghi perchè la Telecom ha alzato la banda a 640/256, per scaricare 1 mega di allegato di posta a 80k al secondo? E perchè sul sito di Alice viene scritto "potrete usare al meglio le piattaforme p2p" ?? Allora ministro in questo momento stai dimostrando il massimo dell'ignoranza, si vede proprio che il decreto viene proposto da una persona che con internet non ha niente a che fare. Prima di fare queste sparate senti cosa ne pensano i provider che hanno speso miliardi per questo aumento di banda? Ma questo a te non importa vero? Ti interessa solo presentare questa legge per diventare il ministro che verrà ricordato negli anni per il suo pugno di ferro? E già che ci sei fai due conti su quanto costerebbe filtrare tutta la rete (cosa per altro quasi impossibile). Forse è meglio che ti leggi un paio di libri su come funziona la rete va, così magari eviti di fare figuracce. 8)8)8)
  • Anonimo scrive:
    Autogol...
    Questo è un modo per perdere un bel pò di voti, ad iniziare dal mio.Io ho sempre votato centro-destra ma ora stanno superando veramente il limite.Contenti loro di perdere tanti voti, contenti tutti....
    • Anonimo scrive:
      Re: Autogol...
      Straquoto e sottoscrivo. Hanno passato la misura.
      • Anonimo scrive:
        Re: Autogol...
        Concordo, credo proprio che la prossima volta neppure andro' a votare, sono deluso e disgustato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Autogol...
          temo che l'altro schieramento non cambierebbe di molto le cose. Ho l'impressione che una volta raggiunto il potere si appiattiscano un pò tutti sulle medesime posizioni, ovviamente attribuendo ad altri o alla situazione la colpa di provvedimenti che "si sono resi necessari". Per altro effettivamente il centro destra per quanto ottuso in alcune sue esternazioni ha il dono di una certastabilità che per ora all'altro schieramento sembra mancare, anche solo per cercare di vincere delle elezioni. Ma forse è solo una mia impressione superficiale.Resta il fatto che, prima di prodursi in leggi decreti e boiate affini di stampo proibizionistico, dovrebbero prendersi il disturbo di informarsi, quando ignorano la materia su cui vorrebbero legiferare, e cercare di avere ben chiaro in mente quali interessi vanno salvaguardati in una società, e da chi hanno ricevuto mandato per governare quando hanno vinto le elezioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Autogol...
            - Scritto da: Anonimo
            temo che l'altro schieramento non
            cambierebbe di molto le cose. Ho
            l'impressione che una volta raggiunto il
            potere si appiattiscano un pò tutti
            sulle medesime posizioni, ovviamente
            attribuendo ad altri o alla situazione la
            colpa di provvedimenti che "si sono resi
            necessari". Per altro effettivamente il
            centro destra per quanto ottuso in alcune
            sue esternazioni ha il dono di una
            certastabilità che per ora all'altro
            schieramento sembra mancare, anche solo per
            cercare di vincere delle elezioni. Ma forse
            è solo una mia impressione
            superficiale.
            Resta il fatto che, prima di prodursi in
            leggi decreti e boiate affini di stampo
            proibizionistico, dovrebbero prendersi il
            disturbo di informarsi, quando ignorano la
            materia su cui vorrebbero legiferare, e
            cercare di avere ben chiaro in mente quali
            interessi vanno salvaguardati in una
            società, e da chi hanno ricevuto
            mandato per governare quando hanno vinto le
            elezioni.Gli unici che si salvano sono i radicali.... ;)
  • Xor scrive:
    No e poi No !!!
    ---------"Non devo discutere nulla con nessuno perché si tratta di un atto di governo legato a leggi che si riferiscono con estrema precisione alle mie competenze".---------no e poi no!!Ne devono dicutere con NOI !!! con il popolo di elettori che ogni giorno si reca a lavoro per pochi euro sapendo che solo per le spese ordinarie ( mangiare, bere, riscaldarsi ... ) ne spenderà molti di più ( con l'euro stiamo davvero messi maluccio e ce ne rendiamo conto tutti ... credo ).Sono demoralizzato da tutte queste FANTASCIENTIFICHE imposizioni a danno del cittadino !!! Quando si esce al mattino bisogna fare attenzione a :1) NON perdere punti con la patente ( e diciamo che se la cosa è servita a salvare delle vite sono pure favorevole ) e non prendere MULTE ... OK! io faccio attenzione a quello che posso ( ricordo che nessuno è perfetto ) ma le strade dissestate, corsie in costruzione da anni mezzi pubblici assai poco precisi e tutto il resto ... a questo chi ci bada ? posso togliere PUNTI anche io a chi non si occupa di tutto questo ? ( mi sa di NO ).2) PAGARE le salate tasse di TUTTO ( acqua, luce, gas e telefono... e tutto il resto che non mi va di citare altrimenti devo comprare anche una aspirina per il mal di testa) .3) Alla complessa burocrazia che mi porta a perdere un giorno di lavoro solo per qualche certificazione...... non aggiungo altri punti perchè forse ( anzi sucuramente ) non serve a nulla, ma conosciamo tutti quello che affrontiamo ogni giorno.INFINE, torno a casa e ... DEVO VEDERE la TV di stato con un decoder quasi IMPOSTO e non si sa neanche se funzionerà " interagendo " ?Scusate ma ... qualcuno ha valutato la possibilità di FARMI SCEGLIERE fra i vari servizi di TLC senza dover pagare Tasse obbligatorie? ovvero posso spendere quei pochi euro di rimanenza per stare almeno tranquillo in casa mia? :(
    • Anonimo scrive:
      Re: No e poi No !!!
      giusto giusto, giustissimo!peccato che nessuno si accorga che alla fine siamo noi utenti ad avere il coltello dalla parte del manico! infatti :la benzina aumenta ? usiamo i mezzi pubblici!i mezzi pubblici non soddisfano ? usiamo la bicicletta o i pattini o il "cavallo di San Franceso".Decoder ? non compriamolo! se lo comprano in 4 gatti sonocostretti a tenersi la tecnologia che usano ora!p2p criminalizzato ? già ora ormai gli utenti del p2p usano laposta per scambiarsi le serie o i film, costa meno ed è più veloce, tant'è che si potrebbe già pensare di mollare il bbper usare il buon vecchio 56K, con il quale ricevere e-mail e leggere le notizie --
      a questo punto si può benissimo disdire l'abbonamento Tv; cinema : 8 euro a persona, dopo 1 meseda blockbaster con 4,5 Euro la famiglia se lo vede a casa....fatti 4 conti, se propio non è un capolavoro aspetto di vedere il film in salotto!si potrebbe andare a vanti per ore con una lista kilometrica,il problema è svegliare la gente ad essere + furba e compatta su queste cose anzichè fare il solito gregge!
      • Anonimo scrive:
        Re: No e poi No !!!
        - Scritto da: Anonimo
        i mezzi pubblici non soddisfano ? usiamo la
        bicicletta o i pattini o il "cavallo di San
        Franceso".Cavallo di S.Francesco. Significato : Andare a piedi aiutandosi con un bastone.OK. Ho imparato qualcosa di nuovo oggi :-)
        già ora ormai
        gli utenti del p2p usano la
        posta per scambiarsi le serie o i film,
        costa meno ed è più veloce,
        tant'è che si potrebbe già
        pensare di mollare il bb
        per usare il buon vecchio 56K, con il quale
        ricevere e-mail e leggere le notizie --
        Eh? Hai idea di quante email ci vogliano per ricevere un film di qualita' decente? ammesso che il provder non si arrabbi, 700 email da un 1 mega di attachment ti sembrano pratiche da ricevere con un modem da 56k? Sono daccordo con la tua rabbia, ma da qui a disdire lábbonamento TV ce ne vuole, purtroppo....Ciao,I.
      • Anonimo scrive:
        Re: No e poi No !!!
        i mezzi pubblici non soddisfano ? usiamo la bicicletta o i pattini o il "cavallo di San Franceso".Decoder ? non compriamolo! se lo comprano in 4 gatti sonocostretti a tenersi la tecnologia che usano ora!giusto, io non uso piu' l'auto, non posseggo una televisione, ho rimosso completamente i prodotti microsoft.pedalo e il fisico ci guadagnauso linux e anche quel poco di cervello di cui dispongo sempra non dispiacersene tropponon vado al cinema e non compero dischiinsomma, lo sciopero possiamo farlo eccome e credo sia l'unico modo per far si che le cose non peggiorino.
        • Xor scrive:
          Re: No e poi No !!!
          Scusa ma hai mai pensato cosa significa RESTARE FUORI dal mondo?Mi spiego : l'unica cosa che ci rimane davvero è l'intelletto, solo questo ci aiuta ad andare avanti.Molti , anzi quasi tutti, usano il proprio intelletto unito ad altre doti personali solo e unicamente per sfruttare il prossimo , quindi egoisticamente.Per alimentare continuamente questa nostra unica fonte di vita non basta la bicicletta, le candele in casa, un camino e una casetta in campagna con coltivazioni proprie ...non possiamo cambiare quello che abbiamo oggi con quello che era di altri tempi e, questo è un dato di fatto... Pensate di restare senza il telefono cellulare per un solo giorno...A tal punto, dato che "l'istruzione della mente" quindi la COMUNICAZIONE ci viene anche imposta perchè doverla pagare così SALATA?Ancora : se l'ABS della vettura è obbligatorio per la sicurezza perchè doverlo pagare MIGLIAIA di euro e poi le assicurazioni aumentano ancora?INSOMMA io credo nella comunicazione come fonte di intelletto e quindi di istruzione ma a tal punto, ribadisco, perchè pagarla così CARA?MEDIASET offre programmi di qualità come la RAI ( cerco di mantenere pace fra le famiglie dei MEDIA ), solo che la prima non ti chiede nulla e la seconda ti OBBLIGA il pagamento di un canone ... qui non capisco !!!e che nessuno mi dica che una si regge sulla pubblicità e l'altra no, perchè , sempre che tutti si siano accorti, gli stacchi pubblicitari sia dell'una che dell'altra sono ormai allo stesso livello impegnando + o - gli stessi tempi di programmazione.A tutto questo bisogna aggiungere i vari decoder ? peraltro uno per ogni TV ? Educhiamo le persone a leggere libri e riviste di scienza e di cultura ?!? ma anche quelli hanno un costo...ALLORA che lo Stato si inventi un decreto SALVA-INTELLETTO !!! Crei una PREVIDENZA che attinga fondi dalle molte tasse che già paghiamo e che offra a ogni cittadino la possibilità di essere informato senza pagare somme ESORBITANTI ( il canone RAI sta circa 200.000 delle vecchie lire ... e mica è poco ).MA tanto... parla parla e continuiamo a pagare tutto. Vuoi un servizio ? OK ! te le do ma lo paghi . Sarei pure in accordo ma il servizio è buono? mmmhhh .Solo con la bicicletta, forse ci guadagniamo di salute, ma non adiamo lontano e poi quando non ce la faccio più a pedalare cosa mi rimane? Solo l'intelletto... solo quello e se me lo fanno pagare CARO ... forse mi fermo e saluto tutti...Inventiamoci qualcosa prima di finire nella stanza di CUBE...
  • Emilio scrive:
    L'approccio
    Cio' che va condannato come mi sembra faccia anche l'articolo non e' il fatto che il p2p sia preso di mira ma l'approccio.Urbani ha scelto di attaccare gli utenti invece di ascoltare loro e tutti gli altri coinvolti (penso soprattutto ai provider).E' questo approccio che prima di tutto mi rende perplesso e mi fa dubitare delle sue capacita' di Governo.Per quanto riguarda il P2P non so: oggi si chiama cosi' e viene fatto con certi software, domani si chiamera' in un altro modo e si fara' in un altro modo. Ma se Internet ha un senso e' proprio quello di consentire che io scambi file con qualcun altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'approccio
      - Scritto da: Emilio
      Cio' che va condannato come mi sembra faccia
      Urbani ha scelto di attaccare gli utenti
      invece di ascoltare loro e tutti gli altri
      coinvolti (penso soprattutto ai provider).
      E' questo approccio che prima di tutto mi
      rende perplesso e mi fa dubitare delle sue
      capacita' di Governo.HAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHA
    • Anonimo scrive:
      Re: L'approccio
      - Scritto da: Emilio
      Cio' che va condannato come mi sembra faccia
      anche l'articolo non e' il fatto che il p2p
      sia preso di mira ma l'approccio.
      Urbani ha scelto di attaccare gli utenti
      invece di ascoltare loro e tutti gli altri
      coinvolti (penso soprattutto ai provider).
      E' questo approccio che prima di tutto mi
      rende perplesso e mi fa dubitare delle sue
      capacita' di Governo.
      Per quanto riguarda il P2P non so: oggi si
      chiama cosi' e viene fatto con certi
      software, domani si chiamera' in un altro
      modo e si fara' in un altro modo. Ma se
      Internet ha un senso e' proprio quello di
      consentire che io scambi file con qualcun
      altro.Se non te ne sei reso conto è lo stesso approccio che vanno usando per le "riforme". Poi i sinadacati, pensionati, studenti, lavoratori si incazzano, giustamente, e loro subito a dire "ecco ci attaccano, non cercano il dialogo, non fanno contro proposte"
  • Anonimo scrive:
    Non votiamoli MAI più
    Non votiamo MAI più alle prox elezioni questi INCOMPETENTI portavoce di lobbisti.Alle prox elezioni mandiamo in Parlamento gente che abbia le idee chiare di ciò di cui vuol parlare e non legati a nessuna lobbies o multinazionale.Votiamo gente pro Open Source.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non votiamoli MAI più

      Votiamo gente pro Open Source.non esisterà mai...alle prossime votazione NON VOTIAMOche si fa prima e si da un messaggio più forte
    • Anonimo scrive:
      Re: Non votiamoli MAI più
      - Scritto da: Anonimo
      Non votiamo MAI più alle prox
      elezioni questi INCOMPETENTI portavoce di
      lobbisti.
      Alle prox elezioni mandiamo in Parlamento
      gente che abbia le idee chiare di ciò
      di cui vuol parlare e non legati a nessuna
      lobbies o multinazionale.
      Votiamo gente pro Open Source.Quindi nessuno, visto che non c'e ne sono da tutte e due le parti
      • Anonimo scrive:
        Re: Non votiamoli MAI più


        Alle prox elezioni mandiamo in
        Parlamento

        gente che abbia le idee chiare di
        ciò

        di cui vuol parlare e non legati a
        nessuna

        lobbies o multinazionale.

        Votiamo gente pro Open Source.

        Quindi nessuno, visto che non c'e ne sono da
        tutte e due le partiradicali e verdi. perche' bisogna sempre scegliere tra i 2 mali ?E non me ne frega niente se sono poco votati, io li voto e se altri milioni come me lo faranno questa volta, il segnale glielo diamo forte e chiaro
        • Anonimo scrive:
          Re: Non votiamoli MAI più

          radicali e verdi. perche' bisogna sempre
          scegliere tra i 2 mali ?
          E non me ne frega niente se sono poco
          votati, io li voto e se altri milioni come
          me lo faranno questa volta, il segnale
          glielo diamo forte e chiaroecco qualcuno che la pensa come me ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non votiamoli MAI più
      Comunista i tuoi politicanti fannulloni non sono migliori, anzi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non votiamoli MAI più
        - Scritto da: Anonimo
        Comunista i tuoi politicanti fannulloni non
        sono migliori, anzi.bimbo, se chiedi a qualunque di sinistra te li canta i difetti della sinistra italiana, voi invece nei secoli fedeli credere obbedire combattere etc etc, hanno fatto un'altra minch1a7a punto e basta lascia perdere questo e quello, se no non ci toglieremo mai i buffoni di entrambi gli schieramenti di torno
      • Anonimo scrive:
        Re: Non votiamoli MAI più
        - Scritto da: Anonimo
        Comunista i tuoi politicanti fannulloni non
        sono migliori, anzi.Nessuno dice il contrario. Ma almeno noi non abbiamo i paraocchi e critichiamo apertamente anche i nostri dirigenti di partito. Non mi sembra si possa dire altrettanto di voi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non votiamoli MAI più

          Nessuno dice il contrario. Ma almeno noi non
          abbiamo i paraocchi e critichiamo
          apertamente anche i nostri dirigenti di
          partito. Non mi sembra si possa dire
          altrettanto di voi.EH ?! ma va ?!Dai su non ci crede nessuno...
        • Anonimo scrive:
          Re: Non votiamoli MAI più
          Ma non fare ridere "comunista", vi è andata bene che eravate dalla parte del vincitore, ma fate schifo, quanto a dittature ne sapete ben più di noi di destra, almeno con i nostri si è mangiato bevuto e anche trombato !!!!!Con voi seghe e gazosa.... detto tutto, ti basta ???A proposito ABETE IMMOBILIARE non ti dice nulla ? E' quella che ha fatto il condono dei criminali descritto dall'Unità, e LUDOTECH neppure ? Era quella che metteva i bingo, ma voi i conflitti di interesse non sapete che cosa sono eh ! Basta parlare del Berlusca, che non è sicuramente un santo, ma almeno qualche posto di lavoro lo ha creato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non votiamoli MAI più
            Eccone un altro, ma che cazzo gli dovete a berlusca che siete tutti così assatanati a difendere lui e le sue tv mentre se ne sta beato a farsi i cazzi suoi al governo? Dimmi un motivo, uno solo, per cui una persona appena sotto il normale q.i. dovrebbe dare il voto a quello. Ti piace rete4 e hai paura che ti levano biutiful? Tifi milan? hai paura che condannano previti?Se non ci fossero i fatti sotto gli occhi di tutti (e dentro i portafogli di tutti) dico cristo ma le facce, ma solo le facce, sarebbero un motivo di rigetto: bagetbozzo, calderoli, gasparri e mi fermo qui che già mi scappa la diarrea...se vogliamo escludere l'untuosa ghigna da venditore ambulante di panacee miracolose del capo stesso, il berlusca
          • Anonimo scrive:
            Re: Non votiamoli MAI più
            - Scritto da: Anonimo
            Eccone un altro, ma che cazzo gli dovete a
            berlusca che siete tutti così
            assatanati a difendere lui e le sue tv
            mentre se ne sta beato a farsi i cazzi suoi
            al governo?....Non quoto tutto, ma condivido al 100%.Questa "casa della libertà" fa fede al nome allo stesso modo dei ministeri del "1984" orwelliano, con la differenza che quelli del libro sono efficienti, questi solo deficienti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non votiamoli MAI più
            Un'altra seduta di elettroshock alla sede locale di Forza Italia e sei pronto a diventare uno degli innumerevoli cloni di Vito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non votiamoli MAI più
  • Anonimo scrive:
    Urbani ha raggiunto il suo scopo
    E se lo scopo del min. Urbani (o chi per lui) fosse stato solo quello di arginare il fenomeno del P2P in concomitanza del festival di Sanremo?E' dimostrato infatti che in corrispondenza di queste "sparate da sceriffo" sul P2P, ci sono parecchie persone che per qualche giorno staccano la spina al loro modem.
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani ha raggiunto il suo scopo
      - Scritto da: Anonimo
      E se lo scopo del min. Urbani (o chi per
      lui) fosse stato solo quello di arginare il
      fenomeno del P2P in concomitanza del
      festival di Sanremo?
      E' dimostrato infatti che in corrispondenza
      di queste "sparate da sceriffo" sul P2P, ci
      sono parecchie persone che per qualche
      giorno staccano la spina al loro modem.No, non si rischia il postosbattendo la porta del CdM per reprimere un po' i pirati. Urbani vuole quel decreto, lo ha detto, lo ha ripetuto. E se ne assumera' la responsabilita' insieme al Governo e a questa maggioranza.Abbiamo ancora da' soffri', ma l'anno prossimo ci sono le politiche.
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani ha raggiunto il suo scopo
        ciao a tutti, alora urbani pur non capendo nulla di internet, vuole il decreto a tutti i costi, conclusioni, farebbe meglio a dimettersi per incompetenza sulla materia
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani ha raggiunto il suo scopo

        Abbiamo ancora da' soffri', ma l'anno
        prossimo ci sono le politiche.Magari !!Si va' al 2006 ( se prima non si cambia in corsa; hai visto mai ?? ... lodo Schifani, Rete4, 'legittimo' sospetto, falso in bilancio etc., docet )Ciao.
  • Anonimo scrive:
    A questo Punto ViVaElezioniAnticipate
  • Anonimo scrive:
    sharate "i pirati della silicon valley"
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    - Scritto da: Ekleptical

    Dai prova un po a
    spiegare come si

    può fare. Sono proprio curioso .

    Quindi secondo te i fornitori di contenuti
    lasceranno perdere?

    Per una volta che si fa una domanda seria,
    nessuno ha il coraggio di pensare seriamente
    a come si evolveranno le cose? Avete paura
    delle conclusioni a cui arrivate voi stessi?Il punto fondamentale di tutta questa vicenda, se vuoi una risposta, è che il progresso non si ferma. Questa è la sostanza, magari banale, ma prevedibile, di tutta questa diatriba, a meno che non scoppi una guerra termonucleare globale, ma allora sarebbe finita per tutti comunque. Le major incarognendosi sulla guerra al P2P hanno mostrato anche al pubblico la loro vera faccia (gli artisti la conoscevano già). In sostanza il discorso è: la distribuzione on line taglia i costi di produzione, ma il vantaggio dell'acquirente dov'è? Se un brano costasse 0,50 centesimi di euro e un album intero circa 5 euro, se l'utente potesse scegliere i brani che desidera e riversarli come vuole, se il sistema di distribuzione fosse piu' veloce e sicuro di un sistema di P2P allora il desiderio di sorreggere il proprio cantante e di ringraziarlo per la propria opera alla fine farebbe prevalere i sistemi legali perchè si parlerebbe finalmente di prezzi onesti che chiunque puo' permettersi. Ti invito a riflettere su questo: c'era un tempo in cui tutti amavano l'industria della musica (Apple Computers è stata chiamata così in omaggio alla casa discografica dei Beatles), ora, in un numero sempre maggiore, c'e' chi la critica e chi la odia. Come mai? Cosa è successo? Il P2P non si ferma, si puo' solo venire a patti con esso. Per chi si ostina a volerlo negare, mi dispiace, ma prevedo solo una rapida obsolescenza.Sergio
  • Anonimo scrive:
    Che te lo dico a fare
  • Anonimo scrive:
    scrivere ad urbani direttamente no?!
    ecco il suo indirizzo:URBANI_G@camera.itsu su, facciamoci sentire :)
    • Anonimo scrive:
      Re: scrivere ad urbani direttamente no?!
    • Anonimo scrive:
      Re: scrivere ad urbani direttamente no?!
      perchè, secondo te legge i mail destinati a lui?(e con lui tutti gli altri parlamentari?)ci sarà sicuramente qualche galoppino che una volta al giornoaccede alla posta, fa "seleziona tutto", "cancella" (non ha la versione inglese) e poi "svuota cestino"i mail che possono interessargli (sempre però prima letti dal galoppino) sono su altri indirizzi sicuramente non di dominio pubblicoW la democrazia
  • Anonimo scrive:
    PROPOSTA - REFERENDUM
    propongo un decreto per illegalizzare eckleptical!votate con un si o con un noa questo postcomincio io"Vuoi illegalizzare eckleptical"SI
    • Anonimo scrive:
      Re: PROPOSTA - REFERENDUM
      Illegalizziamolo Si.Ma ne propongo un'altro perchè non lo mandiamotutti a fare in ...O!
    • Anonimo scrive:
      Re: PROPOSTA - REFERENDUM
      Sono assolutamente per il NO!! Votate NO!!La pochezza delle sue argomentazioni è determinante per far risaltare le nostre :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    No volevo dire che si possono immaginare solo tre scenaria) Il p2p viene in qualche modo bloccato , la gente se ne fotte e si copia i DVD ed i CD con i numerosi SW a disposizione, disdetta FASTWEB o ADSL e qualche societa di TLC rischia il fallimentob) Non si riesce a bloccare il p2p , le major rinsaviscono e scendono a patti e sulla rete circoleranno una grande numero di contenuti a basso costo, una parte di Files illegali scambiati con il p2p, i modelli commerciali si modificheranno e tutti saranno felici e contentic) Il p2p non vien bloccato, le MAJOR continuano a fare c.....e, gli utenti incacchiati non comprano più originali ed il sistema crolla su se stessoL'unico caso che permette di fare contenti le società TLC, Le Major e gli utenti è il b) ; prima o poi dovranno tutti convergere lsu quel punto; prima si ci arriva meglio è per tutti.Il punto è che le MAJOR non vogliono perdere il controllo della dinamica dei prezzi; questo è il vero problema. Con la rete ed il p2p non possono fare certe st... e devono adeguarsi. D'altronde, qualsiasi sia la quantità di Mbytes che viaggeranno sulla rete è tecnicamente impossibile rilevare che, ad esempio, un 10% di quei MByte sono ILLEGALI; per cui se si riuscirà a fare salire il consumo di contenuti sicuramente esisterà una quota di p2p, magari utilizzata dai più maniaci, o con meno disponibilità o ecc. ecc. Ma per arrivare a questo il costo dei contenuti deve scendere drasticamente, almeno fino al punto per cui la fatica, il costo ed il rischio legale collegati al p2p superano i costi di un comportamento più ligio alle tue . In questo contesto un filme recente non può costare più di 4/5 euro; a questi condizioni che mi lo fa fare di rischiare e faticare con il p2p? E d'altronde se voglio vedermi un film cosa mi costa, in questo caso, vedermi quello che voglio, quando voglio senza tenermi un archivio di qualche centinaio di CD o DVD?Uno scenario che centra gli interessi di più soggetti è l'unico proponibile. Solo servono manager meno ottusi.Ogni altro scenario penalizza in modo insostenibile uno o più i soggetti ( User, oppure TLC o MAJOR ) e, quindi, spero proprio venga evitato
  • Anonimo scrive:
    illegalizzare il p2p
    è come illegalizzare internetinternet si basa sulla condivisione di informazioni prendiamo TCPTCP consente solo comunicazioni unicast bidirezionaliquindi tra 2 peer entities come dice ISO/OSIuna legge che illegalizzerebbe il P2P renderebbe illegale tutta internet.ma chi li ha messi al governo questi?perchè un ministro che non sa un cazzo di questioni informatiche/telematiche propone un decreto assurdo?(tangenti)
    • Anonimo scrive:
      Re: illegalizzare il p2p
      - Scritto da: Anonimo
      è come illegalizzare internet

      internet si basa sulla condivisione di
      informazioni
      prendiamo TCP
      TCP consente solo comunicazioni unicast
      bidirezionali
      quindi tra 2 peer entities come dice ISO/OSI

      una legge che illegalizzerebbe il P2P
      renderebbe illegale tutta internet.

      ma chi li ha messi al governo questi?
      perchè un ministro che non sa un
      cazzo di questioni informatiche/telematiche
      propone un decreto assurdo?
      (tangenti)beh, l'alternativa era Gasparri
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto

    Non è plausibile ?Per me di sicuro! Ho una scommessa in ballo in cui sostengo che finirà così, vedi te!Sono gli altri che non si capisce bene cosa pretendano.
  • Anonimo scrive:
    almeno
    posso dire di non aver votato questo governo e di questo ne vado fiero. Se passa questo decreto non sò quante persone che usano il p2p voteranno ancora questo governo.
    • Anonimo scrive:
      Re: almeno
      forse un voto a toto riina ci starebbe. non credo che il padrino sia tanto stupido da dedicarsi al sistematico massacro di quanti lo mantengono. inoltre ha dato prova di saper lavorare per cui non sarebbe ne un parassita ne un incompetente.destra sinistra e preti hanno da sempre messo al rogo persone e libri (oggi anche files)... il padrino anche se costretto ad usare la mano pesante ha pero' mantenuto il consenso quindi tanto male non dovrebbe essere.
  • Anonimo scrive:
    Chi lo sà
    mi dica cosa guadagna Urbani e De Laurentis, loro parlano parlano ma mi sà che hano stipendi di tutto riguardo. Uno che scarica dal p2p molte volte è un povero cristo che se non scarica le cose di certo non ha soldi x comprarle quindi questo decreto se non interpreto male serve per favorire i più ricchi che hanno i soldi per acquistare e i poveri si attacchino.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    Io veramente un'ipotesi l'ho fatta. L'hai letta ?Saluti,Piwi
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto

    Anche i nobili erano contro la Rivoluzione
    Francese, gli inglesi contro la Rivoluzione
    Americana, i bianchi sudafricani a favore
    dell'Apartheid...

    Ma hanno tutti perso!Chiedevo una discussione realsitica, non da utopista fumato, con paragoni insensati ed improbabili...==================================Modificato dall'autore il 08/03/2004 2.16.39
  • TPK scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    - Scritto da: Ekleptical
    Quindi secondo te i fornitori di contenuti
    lasceranno perdere?Anche i nobili erano contro la Rivoluzione Francese, gli inglesi contro la Rivoluzione Americana, i bianchi sudafricani a favore dell'Apartheid...Ma hanno tutti perso!
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto

    Dai prova un po a spiegare come si
    può fare. Sono proprio curioso .Quindi secondo te i fornitori di contenuti lasceranno perdere?Per una volta che si fa una domanda seria, nessuno ha il coraggio di pensare seriamente a come si evolveranno le cose? Avete paura delle conclusioni a cui arrivate voi stessi?
  • Anonimo scrive:
    Un esempio
    "intende tentare la via della criminalizzazione di migliaia di condivisori tra i quali molti sono gli appassionati e i consumatori"Ho un amico a cui non piu' tardi di oggi pomeriggio ho detto: "Ma te l'immagini se vengono a casa tua? Se ne vanno dopo averti chiesto scusa."Questa persona ha le pareti letteralmente coperte dalle costolette dei dvd che ha acquistato. Sono questi i "grandi condivisori" che le major vogliono dietro le sbarre?In quella casa ci sono decine di migliaia di euro in dvd originali... Io vorrei che si rendessero conto di cosa fanno.
  • Anonimo scrive:
    senso finale "lasciamoli fà" no me gusta
    Paolo, non mi è piaciuto il finale... devo dire che mi sa tanto da "dato che non siamo in grado di far niente, lasciamo intendere che sia la nostra mossa vincente".:-/
    • Anonimo scrive:
      Re: senso finale "lasciamoli fà" no me gusta
      - Scritto da: Anonimo
      Paolo, non mi è piaciuto il finale...
      devo dire che mi sa tanto da "dato che non
      siamo in grado di far niente, lasciamo
      intendere che sia la nostra mossa vincente".

      :-/sono i brutti ricordi della Petizione contro la legge l'Editoriahttp://punto-informatico.it/p.asp?i=38107
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    Ma tu sei veramente di coccio !!!!!!! Mi vorresti spiegare come si può pensare di riuscire a fare si che tutti gli utenti di fastweb si scarichino LEGALMENTE almeno 2/3 film a settimana, ed allo stesso tempo impedire che su quella stessa rete ogni utente si scarichi un solo film illegale a settimana, facendone inoltre 4/5 copie per amici e parenti. Dai prova un po a spiegare come si può fare. Sono proprio curioso .
  • Anonimo scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto
    Con una differenza :Droga e prostituzione sono, dalla morale comune, considerati mali sociali. Il P2P no. Sarà duro motivare eventuali retate di fronte al popolo, che se ne potrebbe ricordare alle successive elezioni ...Saluti,Piwi
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il solito articolo vuoto

    un pò come dire: quando finirà
    la prostituzione o l'uso di droghe o l'abuso
    di alcool? never.... c'è sempre stato
    e sempre ci sarà... e questa è
    una risposta seriaVero, ma guarda le situazioni che citi. I magnaccia ogni tanto finiscono in galera, le prostitute vengono espulse, gli spacciatori arrestati, le patenti per guida in ebbrezza sequestrate e così via....Sono comportamenti sanzionati. Continuano, ma chi viene beccato paga.Non potete pensare realisticamente di passarla liscia per sempre! Siate realisti!
  • Ekleptical scrive:
    Il solito articolo vuoto
    Che Punto Informatico sia un aperto fiancheggiatore del peer to peer, era ormai evidente e non c'era bisogno dell'intervento del Direttore per capirlo.Del resto basta vedere gli sharer piratozzi che abbondano nei Forum e bisogna pur accontentare l'audience.Tutta gente peraltro che, quando parla, critica il vecchio sistema, ma non propone mai niente e il Direttore di questa testa non fa eccezione.Se volete essere credibili dovreste formulare una proposta alternativa e convincente, ma non siete in grado perchè l'unico vostro interesse è lo scrocco.Mi spiace per voi, ma così siete perdenti. E a scottarsi non sarà il ministro oggi, nè la comunità europea domani, ma voi p2pari.Siate realisti una buona volta e mettetevi in testa che le case discografiche e cinematografiche non falliranno mai. Ed in nessun paese civile lo sharing sarà mai legalizzato, nè sarà mai tollerato dai soggetti di cui sopra. La battaglia è lunga e voi siete perdenti in partenza, perchè la vittoria è impossibile. Potete giocare solo in difesa, ma non si va avanti molto così.Attendo l'annuncio della prima retata di sharer su PI. Il giorno dopo vedrete che il problema p2p in Italia sarà risolto. Paradossalmente sarete voi di PI i primi a contribuire alla fine, pubblicandola! Una divertente nemesi.Buon divertimento a tutti finchè dura! Non contateci troppo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      - Scritto da: Ekleptical
      Del resto basta vedere gli sharer piratozzi
      che abbondano nei Forum e bisogna pur
      accontentare l'audience.Ecco, visto che non ti senti rappresentato puoi andartene. Vedrai che non sentiremo la tua mancanza.
      Siate realisti una buona volta e mettetevi
      in testa che le case discografiche e
      cinematografiche non falliranno mai. Ed in
      nessun paese civile lo sharing sarà
      mai legalizzato, nè sarà mai
      tollerato dai soggetti di cui sopra. La
      battaglia è lunga e voi siete
      perdenti in partenza, perchè la
      vittoria è impossibile. Potete
      giocare solo in difesa, ma non si va avanti
      molto così. Si' si', certo.Adesso perche' non concludi l'intervento con un bel:"IL MONDO E' MMMIOOOOO !!! UHAHAHAH" ?
      • Ekleptical scrive:
        Re: Il solito articolo vuoto

        Si' si', certo.
        Adesso perche' non concludi l'intervento con
        un bel:
        "IL MONDO E' MMMIOOOOO !!! UHAHAHAH" ?Se, se...Ora, facciamo una domanda seria per una volta, vediamo se qualcuno sa rispondere.Quale sarà l'esito della lotta, secondo voi?Pensate sul serio che il p2p verrà legalizzato???? E se siete assennati e non lo pensate, quale sarà la soluzione?Pensate che i produttori di contenuti un giorno si arrenderanno e diranno "ma sì, fate pure"? Fate sul serio?Sono curioso!Scenari realistici, non deliri da utopista fumato, grazie....Il p2p finora è campato per un motivo molto semplice: è stato trascurato. Ora la situazione è cambiata e indietro non si torna più.Quindi rispondete alla domanda. Anche il Direttore, che sono curioso! :P
        • Anonimo scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          Ipotizzo .......Secondo me, il P2P, alle (molto) lunghe, verrà dichiarato illegale. Molti continueranno ad utilizzare i vecchi software a loro rischio e pericolo; altri sposteranno l'attenzione su nuovi software che rendono più difficile l'identificazione, sempre a loro rischio e pericolo. La gran parte degli utenti, però, preferirà, tra i soliti mugugni e vaffanculi, abbandonare il P2P. Il quale, conseguentemente, tornerà ad essere un fenomeno underground sul quale il nocivo interesse di discografici/produttori vari/SIAE/FIMI/guardie, ecc.ecc.ecc. scemerà. Allentatasi la morsa, chi potrà, continuerà a condividere e scaricare.Non è plausibile ?Saluti,Piwi
        • Silenx scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
        • Anonimo scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          un pò come dire: quando finirà la prostituzione o l'uso di droghe o l'abuso di alcool? never.... c'è sempre stato e sempre ci sarà... e questa è una risposta seria
        • Anonimo scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          - Scritto da: Ekleptical

          Si' si', certo.

          Adesso perche' non concludi
          l'intervento con

          un bel:

          "IL MONDO E' MMMIOOOOO !!! UHAHAHAH" ?

          Se, se...

          Ora, facciamo una domanda seria per una
          volta, vediamo se qualcuno sa rispondere.

          Quale sarà l'esito della lotta,
          secondo voi?Premessa: non si puo' pensare di bloccare il P2P perchè equivarrebbe a voler negare la natura stessa di internet, in forma criptata o meno continuerà sempre ad esistere. Col tempo sarà chiaro che il commercio di CD è finito e realtà come iTunes (o etichette convertesi a questa filosofia) subentreranno completamente per quanto concerne tutto l'aspetto distributivo della musica. Con la smaterializzazione del supporto fisico e un notevole ridimensionamento dei costi di produzione e distribuzione il capitale iniziale investito dalle major diventerà sempre meno rilevante e il bene intellettuale creato dall'artista diventerà molto più prezioso, ergo, il rapporto di forza artista-major muterà e senzadubbio diminuiranno anche i contratti-cappio e i ricatti dell'attuale industria discografica perchè un artista dotato di un piccolo capitale potrà autoprodursi facilmente accordandosi con realtà come quella della Apple.Per contrastare il P2P la distribuzione on line dovrà battere il P2P sul piano dei vantaggi oggettivi e non su quello legale, ovvero puntare su una sistema di vendita facile da usare, veloce, enciclopedico e dotato di contenuti non facilmente ottenibili tramite il P2P (brani in formado WAV, video, interviste, foto in alta risoluzione, backstage, etc..) il tutto a prezzi drasticamente ridotti, individuando nella quantità e non nel prezzo unitario il veicolo principale di guadagno.Le major del disco non hanno capito niente: il P2P *ha* dei punti deboli, ma non quelli che credono loro: loro denunciano 1000 utenti oggi e i dieci milioni di utenti di domani utilizzeranno un'altra tecnologia. Il punto debole è che il P2P non ha una direzione centralizzata come potrebbe essere un sistema di distribuzione commerciale e permanente, nè puo' offrire con facilità certi contenuti. Ma se non accettano il ridimensionamento dei guadagni unitari non si potrà nemmeno iniziare a pensare a questa strategia.Alberto Scala
        • Anonimo scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          - Scritto da: Ekleptical
          Pensate sul serio che il p2p verrà
          legalizzato?Il p2p E' legale. Fattene una ragione.Al massimo e' illegale scambiarsi file protetti da copyright, ma c'e' poco da fare. Come nessuno, in un paese democratico, puo' impedirti comportamenti comunque illegali e sgraditi ai potentati economici come guardare un film noleggiato in compagnia di amici, suonare dischi ad una festa privata o masterizzare un cd ad un amico.Allo stesso modo dovranno rassegnarsi a lasciare che la gente si scambi mp3, warez e quant'altro. Nessun artista o casa discografica andra' in rovina, al massimo dovranno accontentarsi di guadagnare meno (comunque TROPPO).
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      - Scritto da: Ekleptical
      Che Punto Informatico sia un aperto
      fiancheggiatore del peer to peer, era ormai
      evidente e non c'era bisogno dell'intervento
      del Direttore per capirlo.
      Del resto basta vedere gli sharer piratozzi
      che abbondano nei Forum e bisogna pur
      accontentare l'audience.
      Tutta gente peraltro che, quando parla,
      critica il vecchio sistema, ma non propone
      mai niente e il Direttore di questa testa
      non fa eccezione.
      Se volete essere credibili dovreste
      formulare una proposta alternativa e
      convincente, ma non siete in grado
      perchè l'unico vostro interesse
      è lo scrocco.

      Mi spiace per voi, ma così siete
      perdenti. E a scottarsi non sarà il
      ministro oggi, nè la comunità
      europea domani, ma voi p2pari.

      Siate realisti una buona volta e mettetevi
      in testa che le case discografiche e
      cinematografiche non falliranno mai. Ed in
      nessun paese civile lo sharing sarà
      mai legalizzato, nè sarà mai
      tollerato dai soggetti di cui sopra. La
      battaglia è lunga e voi siete
      perdenti in partenza, perchè la
      vittoria è impossibile. Potete
      giocare solo in difesa, ma non si va avanti
      molto così.

      Attendo l'annuncio della prima retata di
      sharer su PI. Il giorno dopo vedrete che il
      problema p2p in Italia sarà risolto.
      Paradossalmente sarete voi di PI i primi a
      contribuire alla fine, pubblicandola! Una
      divertente nemesi.

      Buon divertimento a tutti finchè
      dura! Non contateci troppo...mah', io contuero a ripeterlo..... il tuo discorso e senza senso, sparisce il p2p?ci sono i marocchini nelle piazze che venderanno cio che si provurava sul p2p, non capisco che logica ti porti a pensare che eliminato il p2p, il problema sara' risolto.....Inoltre, e indubbio che alla base del p2p vi e anche un problema economico , ma tra il risparmio di chi fatica ad arrivare a fine mese , e l'aumento del conto in banca di chi ha gia la pancia gonfia di soldi, nella sua bella casa con piscina, indubbiamente preferisco il risparmio di chi ha minor soldi per potersi permettere la villa con piscina...............ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      Il livore e la rabbia che trasuda il tuo intervento sono il migliore indicatore di quanto anche tu sia conscio di scrivere delle emerite c.....e :) La gabbia della tu paranoia non ti permette di vedere al di la di 20 cmm del tuo naso ..... la razza cui appartieni e condannata all'estinzione allo stesso modo di come si è estinto l'uomo di Neanderthal quando sulla terra è apparso un bipede più evoluto di lui . I miei figli leggeranno delle persone come te sui libri di storia o al museo .
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      La battaglia è lunga, l'hai detto tu. Ce n'è per Terabytes di dati, pronti ad essere condivisi con i sistemi di una volta, e nuovamente condivisi sul web quando i tempi torneranno propizi. Del resto, la tecnologia non va avanti solo per voi, ed inoltre è risaputo che estirpato il male sociale in un luogo, esso rinasce in un altro. Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      - Scritto da: Ekleptical(...)
      Se volete essere credibili dovreste
      formulare una proposta alternativa e
      convincente, ma non siete in grado
      perchè l'unico vostro interesse
      è lo scrocco.odiosissimo ekpletical. che eri senza la morosa si era capito e questo ti causa brucior di stomaco e voglia di rompere i maroni - e ci sta bene.Ma il resto come ci può star bene?Vedere che una cosa è sbagliata è un conto, proporne un'altra è una cosa diversa. Ma non per questo si deve omettere di segnalare quella sbagliata!un 10 e lode al direttore di PI per la sua metafora relativa ad Urbani "Si trova nella singolare situazione di un ingegnere che è convinto di poter prescrivere la dieta ad un neonato con problemi di crescita meglio di quanto farebbe un comitato scientifico di esperti pediatri"ROTFL! :)
      • Ekleptical scrive:
        Re: Il solito articolo vuoto

        Vedere che una cosa è sbagliata
        è un conto, proporne un'altra
        è una cosa diversa.Come si suol dire, a criticare e basta son buoni tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          - Scritto da: Ekleptical

          Vedere che una cosa è sbagliata

          è un conto, proporne un'altra

          è una cosa diversa.

          Come si suol dire, a criticare e basta son
          buoni tutti.Ce l'hai ampiamente dimostrato, grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto

      Attendo l'annuncio della prima retata di
      sharer su PI. Il giorno dopo vedrete che il
      problema p2p in Italia sarà risolto.
      Paradossalmente sarete voi di PI i primi a
      contribuire alla fine, pubblicandola! Una
      divertente nemesi.

      Buon divertimento a tutti finchè
      dura! Non contateci troppo...Qui non si tratta di essere o no favorevoli al p2p, qui si tratta di essere o no favorevoli ad un controllo di massa. E tu non puoi tirartene fuori dicendo "non contateci troppo"!L'incidenza del p2p sul fatturato delle major è zero se confrontato al danno che una legge come quella proposta da un Urbani in un delirio di onnipotenza avrebbe su una società libera, imperfetta ma sostanzialmente ancora libera.Senza esprimere un parere politico, io penso che ad una persona come Giuliano Urbani non può e non deve essere consentito di ricoprire l'incarico di Ministro della Repubblica Italiana.Ma caspita! Uno che non partecipa al CdM in segno di protesta perché non si vuole discutere il suo progettino? Ma ti rendi conto che quest'uomo ricopre una delle cariche più importanti del paese? Che rappresenta una parte del nostro paese nel mondo?Ma santi numi!Qui arriva un produttore cinematografico che non riesce a vendere i suoi prodotti schifosi e con il fare di una vecchia baldracca isterica pretende di metterci tutti indistintamente alla gogna.Con una legge dello Stato Italiano.Solo perché vuole provare a vedere se così riuscirà a vendere la sua m***a?Ma tu sei d'accordo con tutto questo?Proposte alternative?Noi dobbiamo fare proposte alternative?A quale proposta dobbiamo presentare delle alternative?A certi giochini non ci sono alternative.Se il ministro Urbani ti arriva in casa e ti dice che vuole entrare perché lui è un Ministro della Repubblica Italiana, tu che fai?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il solito articolo vuoto


        Se il ministro Urbani ti arriva in casa e ti
        dice che vuole entrare perché lui
        è un Ministro della Repubblica
        Italiana, tu che fai?Mi metto alla finestra con un fucile a piombini.Saluti,Piwi
      • Ekleptical scrive:
        Re: Il solito articolo vuoto

        Se il ministro Urbani ti arriva in casa e ti
        dice che vuole entrare perché lui
        è un Ministro della Repubblica
        Italiana, tu che fai?Correggimi se sbaglio, ma la polizia ti può entrare in casa, mi pare, se stai in quella casa compi qualcosa di illegale, o no?E sharare è illegale. Quindi dov'è la cosa scandalosa, la violazione di libertà?Peraltro sono stufo di sentire la parola libertà a totale sproposito. Come insegnano alle elementari, libertà significa fare quello che voglio purchè ciò non invada la libertà di qualcun altro. I cineasti e i musicisti esercitano la libertà di distribuire le proprie opere vendendole. E' una libera scelta.Sharare non ha nulla anche vedere col concetto di libertà di cui sopra. Cade perfettamente nell'invasione! Il concetto p2p è esprimile come "fare quel cavolo che voglio io. punto", più correttamente definibile come anarchia, non libertà.==================================Modificato dall'autore il 08/03/2004 2.26.20
        • Anonimo scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          - Scritto da: Ekleptical

          Se il ministro Urbani ti arriva in casa
          e ti

          dice che vuole entrare perché lui

          è un Ministro della Repubblica

          Italiana, tu che fai?

          Correggimi se sbaglio, ma la polizia ti
          può entrare in casa, mi pare, se stai
          in quella casa compi qualcosa di illegale, o
          no?
          E sharare è illegale. Quindi
          dov'è la cosa scandalosa, la
          violazione di libertà?Se fai qualcosa di illegale ?Se fai qualcosa che è un danno alla società e che quindi è illegale.Ragionando come fai tu allora la polizia mi può entrare in casa se faccio una fotocopia ad un parente o ad un amico di un libro di testo o di alcune pagine perchè non ne detengo i diritti... tanto per fare un esempio banale.... ?!??!Certo, è illegale formalmente (lo è anche il prestito dell'unica copia originale per le folli leggi sul copyright...), ma per questo si vuole usare la repressione delle forze di polizia ? Iniziamo a mettere in galera tutte quelle persone che prestano un libro ad un amico perchè causano un mancato introito all'industria visto che quel prestito causerà un presunto mancato acquisto allora , eh ?!E tu pensi pure di essere un imprenditore immagino, vero?
          Peraltro sono stufo di sentire la parola
          libertà a totale sproposito. Come
          insegnano alle elementari, libertà
          significa fare quello che voglio
          purchè ciò non invada la
          libertà di qualcun altro. I cineasti
          e i musicisti esercitano la libertà
          di distribuire le proprie opere vendendole.
          E' una libera scelta.A prezzi che impongono e che prentendono che le forze di polizia degli stati obblighino la gente a pagare.... bel libero mercato , grande bravura ci vuole a far soldi così !E ti sembra un comportamento lecito ? Di solito questo modo di fare viene definito in ben altro modo che non imprenditoria.....
          Sharare non ha nulla anche vedere col
          concetto di libertà di cui sopra.
          Cade perfettamente nell'invasione! Il
          concetto p2p è esprimile come "fare
          quel cavolo che voglio io. punto",
          più correttamente definibile come
          anarchia, non libertà.No, niente affatto. Il P2P è una cosa normalissima che accadeva prima della sua nascita in forma più ristretta magari ma accadeva comunque. Ai tempi delle VHS le persone si scambiavano le copie per posta ad esempio di programmi televisivi da una parte all'altra del mondo. Certo, anche oggi scaricare un programma televisivo dalla rete è illegale formalmente ma allora iniziamo a mettere in galera tutti quelli che hanno un videoregistratore o un registratore DVD da tavolo perchè non solo li usano per registrare illegalmente i programmi televisivi ma poi potrebbero prestare le loro copie o farne altre copie ad amici e parenti che poi magari dopo quando escono i cofanetti delle serie Tv potrebbero non comprarli o potrebbero non affittare il film passato in Tv o comprarsi il DVD , eh?! Ma sì, tutti in galera per mancato introito all'industria, sono tutti pericolosi criminali come i terroristi e spacciatori di droga, vero ?!Ma scendi dal tuo piedistallo e rischia un pò dei tuoi soldi per davvero ! I finanziamenti pubblici ve lo devono togliere tutti ! Se vuoi produrre usa i tuoi soldi e non le tasse mie e degli altri cittadini, tanto per iniziare !
        • zirgo scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          - Scritto da: Ekleptical
          Sharare non ha nulla anche vedere col
          concetto di libertà di cui sopra.
          Cade perfettamente nell'invasione! Il
          concetto p2p è esprimile come "fare
          quel cavolo che voglio io. punto",
          più correttamente definibile come
          anarchia, non libertà.
          il concetto di anarchia è ben più ampio del semplice "ognuno fa quel che vuole".L'anarchia semplicemente ripone estrema fiducia nell'uomo, considerato essere giudizievole ed equilibrato.Che l'anarchia oggi non possa essere applicata è un altro discorso (siamo ben lungi dall'essere meritevoli di tanta fiducia nei nostri confronti (ed è per questo che manco lontanamente penseremmo di riporla negli altri)), ma per favore, non parlare per sentito dire...Sembra di sentire la solita (dis)equazione comunismo = gulag!!!Aggiungo anche che se davvero il p2p danneggiasse così pesantemente le vendite delle major, mi spieghi allora come mai, a suon di spot pubblicitari, siamo continuamente "invogliati" a comprare l'ultimo CD di quel o quell'altro cantante?Come mai ogni mese escono film a non finire, quando esse stesse, le major, dichiarano di non poter più finanziare la realizzazione di nuove opere "d'arte"?Eppure i soldi per realizzare film dalla dubbia qualità ce li hanno, i soldi per pubblicizzare i loro prodotti ce li hanno...dove stanno allora le perdita?la Kidman fa i capricci perchè vuole essere pagata 100mila $ in più per accettare la parte?Jay Kay non può comprarsi la nuova ferrari?ma per favore... investissero meno in pubblicità e abbassassero i prezzi se proprio non vogliono modificare modello di business...e non devo essere io consumatore a proporgliene uno nuovo, ma i manager che pagano a peso d'oro!!! Ci hanno preso per dei polli da spennare, e tu, carissimo epiklettico, gli dai ragione per crederlo!!zirgo==================================Modificato dall'autore il 08/03/2004 3.10.17
        • allanon scrive:
          Re: Il solito articolo vuoto
          Caro Ekleptical,cominci quasi ad assermi simpatico, sai? Se non ci fossi tu udrei sempre e solo la stessa campana...E poi hai il coraggio di esporti alle critiche ed alla pubblica gogna, se pure virtuale...Ma, mio malgrado, non posso passare sopra alle fesserie che dici :D1- modello alternativo? L'hanno già inventato tassando a sproposito i CD, basta tassare la connessione e ti ho trovato il primo modello alternativo2- si vendono orribili musichette da cellulari a 1 euro, dico, saranno in grado di vendere 1 mp3 a un euro?3- Una musica, un film, hanno spesso un florido mercato dei gadget, a volte questo mercato supera quello relativo ai diritti in se, pensa a Lucas quato ci ha fatto di gadget in guerre stellari3 modelli possibili, ma questo non è un libro di fantascenza, non dobbiamo disegnare noi possibili scenari! Se io sapessi a priori come si evolverà il mercato (che so io, musica a pagamento on-line) investirei nelle azioni di quel mercato, ma non ho la palla di vetro...Dando per scontato che io non credo a pieno in nessuno di questi 3 mercati, dando per scontato che 100 anni fa non esisteva un mercato della musica o del cinema (concertisti e attori da teatro campavano grazie al difficile lavoro dei loro operatori, gente che rischiava di morire di fame in quaresima ti ricordo!)...Una cosa è certa, siamo alle soglie di un cambiamento, e come tutti i cambiamenti ucciderà le specie più restie ad adattarsi...E successo in passato e sta succedendo anche ora, quindi apri gli occhi e comincia ad essere più obbiettivo...Un ultima cosa, non credo che tu stia facendo gli interessi delle case discografiche se è questo che credi, anzi...Sei diventato, almeno in questo forum, il nemico da combattere, ed una guerra ha sempre bisogno di un nemico...Sei esattamente quello che mancava, un bersaglio su cui focalizzare le ire degli utenti, e come vedi ce ne sono tanti...Ogni legge ha bisogno di un minimo di consenzo popolare, se lo scopo delle major era crearlo artificialmente hanno miseramente fallito, la loro guerra non fa che leggittimare di giorno in giorno il P2P.Ti lascio a illuderti che fra un anno o dieci tutto andrà come tu hai ipotizzato, in fondo un pò di fantascenza non ha mai fatto male a nessuno :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Il solito articolo vuoto
        - Scritto da: Anonimo
        Se il ministro Urbani ti arriva in casa e ti
        dice che vuole entrare perché lui
        è un Ministro della Repubblica
        Italiana, tu che fai?Mi metto a sbraitare in dialetto locale,dico che c'è l'ho duro e brucio la bandiera italiana, o magar minaccio di pulirmici,dopo un mesetto sono ministro :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      - Scritto da: Ekleptical
      Mi spiace per voi, ma così siete
      perdenti. E a scottarsi non sarà il
      ministro oggi, nè la comunità
      europea domani, ma voi p2pari.ahahah sento sto disco da napster in poi (o come disse gigi d'alessio a sanremo napsterre) :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      Caro amico,mi dispiace, ma sei tu che ti illudi: ormai anche con i cellulari ci si può collegare alle reti di condivisione e scaricare tutti i tipi di files... che vuoi fare? Sequestrare tutti i telefonini? E cosa ne pensi delle connessioni satellitari? Ormai sei fuori dal mondo. Mi fai ricordare di quell'australopiteco americano che ebbe la grande pensata di censurare sulle reti televisive americane l'agguato contro i marines americani a Nassirya...le famiglie allora si informarono utilizzando le tv satellitari ed Internet....anche una semplice casalinga sapeva come superare la censura di regime!! A quando la proibizione delle cassette VHS e dei videoregistratori? A quando la proibizione delle musicassette? Il vero dato è che pagano gli attori 10 milioni di dollari per un mese di lavoro e poi ci vogliono vendere i DVD a 25 euro (una nostra mezza giornata di lavoro!).
      • Anonimo scrive:
        Re: Il solito articolo vuoto
        - Scritto da: Anonimo
        Caro amico,
        mi dispiace, ma sei tu che ti illudi: ormai
        anche con i cellulari ci si può
        collegare alle reti di condivisione e
        scaricare tutti i tipi di files... che vuoi
        fare? Sequestrare tutti i telefonini? E cosa
        ne pensi delle connessioni satellitari?
        Ormai sei fuori dal mondo. Mi fai ricordare
        di quell'australopiteco americano che ebbe
        la grande pensata di censurare sulle reti
        televisive americane l'agguato contro i
        marines americani a Nassirya...le famiglie
        allora si informarono utilizzando le tv
        satellitari ed Internet....anche una
        semplice casalinga sapeva come superare la
        censura di regime!! A quando la proibizione
        delle cassette VHS e dei videoregistratori?
        A quando la proibizione delle musicassette?
        Il vero dato è che pagano gli attori
        10 milioni di dollari per un mese di lavoro
        e poi ci vogliono vendere i DVD a 25 euro
        (una nostra mezza giornata di lavoro!).No, no. Tutte le connessioni che citi sono controllate e controllabili facilmente, l'unica cosa che veramente potrebbe scatenare un inferno per questi dirigenti incompetenti ed il cartello che hanno creato in tutto il mondo a causa della loro inettitudine ed ingordigia sarebbe la proliferazione massiccia del Wi Fi. Se tutti gli utenti con banda larga mettessero su un Access Point e fosse fatta divulgare una password di accesso alla propria rete e magari si creasse un sistema di mirroring come con i satelliti utilizzando sistemi di Wi Fi più potenti che un gruppo o i più fortunati possono comprarsi, nel giro di pochi mesi vi sarebbe un tale proliferare di reti private connesse tra loro che triangolarle tutte per scoprirne la posizione diverrebbe impossibile o comunque talmente dispendioso che sarebbero costretti a rinunciare.Ed è proprio ciò che accadrà quando Intel poi inserirà il WiFi ovunque. E' sicuro che sui sistemi metteranno un metodo per identificarli univocamente così come è legge in Europa che mettere un Access Point a disposizione con le antenne fuori casa e quindi accessibile dall'esterno è illegale (ma che altra bella assurdità !) , ma sicuramente vi saranno anche modi per nascondere i codici di identificazione stile Palladium/DRM del proprio Access Point e si verrebbe a creare una rete fra privati alternativa all' Internet ufficiale. Un recente articolo pubblicato mi sembra su TheRegister o su TheInquirer mi parlava proprio di questo e dello scenario che si prospetta con la proliferazione massiccia del WiFi... Sarà una rete clandestina ma sarà così tanto ampia che l'unico modo per distruggerla sarebbe quello di mettere al bando tutti i dispositivi WiFi vietandone la fabbricazione e la vendita e poi dovrebbero usare l'esercito ed i servizi segreti per triangolare la posizione di ogni AccessPoint esistente per poter fare delle retate oppure istituire la legge marziale....Scenario apocalittico da film da fantascienza ? Forse, ma visto quello che hanno in cantiere questi dirigenti senza cervello ed alcuna idea di imprenditoria e capitalismo ma col conto in banca gigantesco non è che sia tanto inverosimile...
    • Anonimo scrive:
      Le proposte di Ekleptical

      Tutta gente peraltro che, quando parla,
      critica il vecchio sistema, ma non propone
      mai niente Come no?Senti che belle proposte medianti tra diritti degli autori e diritto alla cultura degli utenti:Copyright a 20 anni dalla pubblicazioneRiportare il costo della musica all' equivalente odierno del 1989 sulla base di un' inflazione stimata al 3% annuo (=circa 13 euro per CD nuovi).CD in nice-price dopo 5 anni. (5-8 euro a seconda dell' età)IVA al 4% anche su CD e DVD.Indagine governativa sulla reale concorrenza in questo settoreAbolizione del monopolio SIAE con istituzione di soggetti alternativi sul modello dei sindacatiResponabilità solo civile per violazioni non commerciali del copyrightNo a leggi in contrasto con la salvaguardia della privacy per favorire interessi industriali particolariTrasparenza nei contratti tra artista ed etichetta, diritti d' autore incedibili dall' autore all' etichetta per i primi 10 anni.Estensione dei diritti di fair-use.Diritto alla copia di backup, illegalità sanzionata per impedimenti come macrovision, CSS, cd non-standard.Illegalità sanzionata per situazioni di attribuzione diretta dei costi promozionali agli utenti tipo l' infame "DISCO-TV" (come avviene oggi se le società petrolifere fanno un apromozione, per legge i costi degli omaggi o della promozione non possono ricadere in modo diretto sulla benzina).
    • saruman scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      - Scritto da: Ekleptical
      Che Punto Informatico sia un aperto
      fiancheggiatore del peer to peer, era ormai
      evidente e non c'era bisogno dell'intervento
      del Direttore per capirlo.
      Del resto basta vedere gli sharer piratozzi
      che abbondano nei Forum e bisogna pur
      accontentare l'audience.
      Tutta gente peraltro che, quando parla,
      critica il vecchio sistema, ma non propone
      mai niente e il Direttore di questa testa
      non fa eccezione.
      Se volete essere credibili dovreste
      formulare una proposta alternativa e
      convincente, ma non siete in grado
      perchè l'unico vostro interesse
      è lo scrocco.

      Mi spiace per voi, ma così siete
      perdenti. E a scottarsi non sarà il
      ministro oggi, nè la comunità
      europea domani, ma voi p2pari.

      Siate realisti una buona volta e mettetevi
      in testa che le case discografiche e
      cinematografiche non falliranno mai. Ed in
      nessun paese civile lo sharing sarà
      mai legalizzato, nè sarà mai
      tollerato dai soggetti di cui sopra. La
      battaglia è lunga e voi siete
      perdenti in partenza, perchè la
      vittoria è impossibile. Potete
      giocare solo in difesa, ma non si va avanti
      molto così.

      Attendo l'annuncio della prima retata di
      sharer su PI. Il giorno dopo vedrete che il
      problema p2p in Italia sarà risolto.
      Paradossalmente sarete voi di PI i primi a
      contribuire alla fine, pubblicandola! Una
      divertente nemesi.

      Buon divertimento a tutti finchè
      dura! Non contateci troppo...Quello che invece nn riesco a capire io è il perchè ti permettano ancora di postare su questo forum vista la tua profonda ignoranza e incapacità di comprendere un articolo. "Ma quello che sappiamo tutti ormai da qualche giorno è che il buon ministro non ha alcuna competenza su Internet e peer-to-peer. Eppure anche su questo intende legiferare, persino senza dibattito con i colleghi ministri, con gli operatori del settore o con qualche avvertita associazione del consumo. Si trova nella singolare situazione di un ingegnere che è convinto di poter prescrivere la dieta ad un neonato con problemi di crescita meglio di quanto farebbe un comitato scientifico di esperti pediatri."Questo significa conoscere la politica, gli organi competenti e come funzionano le leggi. Impara a leggere e informati sulle leggi italiane e su come funzionano le votazioni per i disegni di legge. Forse quel giorno avrai un minimo di cultura e allora forse potrai aprire la bocca. Fino a quel giorno tieniti le tue idee in tasca che non fai altro che fare figuracce e dimostrare tutta la tua incompetenza. Colgo l'occasione per fare tutti i miei COMPLIMENTI al direttore di PI che ha dimostrato che si può ancora parlare liberamente ed esprimere le proprie opinioni. Ekleptical studia che forse impari qualcosa........
    • Pulsar scrive:
      Signor Ekliptical...
      ...Voglio spiegarti dei validi motivi per cui questo decreto è osceno.1) I provider non sono assolutamente responsabili di ciò che fanno gli utenti, inoltre gli utenti sono esseri intelligenti e coscienti e sanno cosa fanno, imporre ai provider di essere come guardie allo zoo per tenere in gabbia gli utenti come animali feroci è improponibile.2) Il controllo stesso e l'applicazione di filtri è tecnologicamente impossibile, nonchè immorale dato che se anche fosse possibile, sarebbe umanamente impossibile che uno staff di persone controllasse l'intero traffico di Internet e quindi questo compito verrebbe assegnato a una macchina? già, ma quale macchina? fantascientifica! una macchina dovrebbe sorvegliare e decidere le sorti di un utente?3) La privacy dove la mettiamo? stare seduti a casa davanti al PC e non appena connessi ad Internet sapere che sei osservato costantemente fino al momento della disconnessione, è pazzesco.Il mio pensiero è: serve una regolamentazione che vada bene per tutte le categorie, questa proposta di legge vuole aiutare solamente le major e penalizza pesantemente tutte le altre categorie, inoltre fosse almeno una proposta intelligente, Urbani dimostra un'ignoranza mostruosa sulla tecnologia, inoltre pretende che la sua proposta debba essere accettata senza discussioni, ottimo, un comportamento davvero degno di un paese democratico (sulla carta, intendiamoci)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto

      Attendo l'annuncio della prima retata di
      sharer su PI. Il giorno dopo vedrete che il
      problema p2p in Italia sarà risolto.anch'io l'attendo, e sono sicuro come te che il p2p sparirà o cmq sarà molto ridimensionato, poi sarà spassosissimo vedere i bilanci delle major ancora in rosso poiché gli utenti continueranno a non comprare! sarà bellissimio vedere cosa inventeranno allora per giustificare le presunte perdite...dopo che milioni di persone saranno finite in galera non ci sarà più nessuno con cui prendersela :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      E' vuoto solo perchè dice solo cose che tu non vuoi sentire...come al solito.Se anche ci saranno le retate che tu auspichi, aspetta un mese prima di scrivere qui gongolando.Dopo un mese il p2p sarà in ripresa e il numero di utenti sarà tornato quello di prima o quasi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il solito articolo vuoto
        - Scritto da: Anonimo
        E' vuoto solo perchè dice solo cose
        che tu non vuoi sentire...come al solito.
        Se anche ci saranno le retate che tu
        auspichi, aspetta un mese prima di scrivere
        qui gongolando.
        Dopo un mese il p2p sarà in ripresa e
        il numero di utenti sarà tornato
        quello di prima o quasi.Se passa quella legge nelle retate ci finiscono tutti, tu compreso. Ma che criptazione e criptazione, lo volete capire che gli ISP registrano ogni singolo movimento fino all'ultimo bit di un singolo pacchetto ? Sanno esattamente cosa succede e se vengono costretti per legge a farlo metteranno le persone più esperte che hanno ad assicurarsi di beccare ogni singolo illecito pur di non pagare le multe. Si vanteranno di quante famiglie beccano in flagrante e faranno a gara a chi è più bravo a denunciare, ecco cosa accadrà.
    • Anonimo scrive:
      MA GLI RISPONDETE PURE!!!!
      Ormai dovreste aver capito che è irrecuperabile.... lasciate perdere sto troll e spendete il vostro tempo in questioni più serie....
      • Anonimo scrive:
        Re: MA GLI RISPONDETE PURE!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Ormai dovreste aver capito che è
        irrecuperabile.... lasciate perdere sto
        troll e spendete il vostro tempo in
        questioni più serie....Io ho il forte sospetto che o sia uno degli esponenti delle associazioni come SIAE oppure uno della GdF o che addirittura dietro il suo nick scrivano più persone di queste associazioni.Non sarebbe la prima volta che fanno di queste cose, trattando normali cittadini come se fossero spacciatori di cocaina, alla faccia della libertà di parola e della democrazia.
    • ilGimmy scrive:
      Re: Il solito articolo vuoto
      - Scritto da: Ekleptical
      cinematografiche non falliranno mai. Ed in
      nessun paese civile lo sharing sarà
      mai legalizzato, nè sarà mai
      tollerato dai soggetti di cui sopra. LaSaranno contenti i canadesi, sapendo di vivere in un paese incivile. Glielo dici tu?Cmq leggendo il tuo post inizio a credere che tu non ti possa permettere l'ADSL, e quindi rosichi :PCiao
  • Anonimo scrive:
    La mostruosità degli interessi economici
    Queste major,pur di fare soldi,sono disposte a tutto!Crimininalizzando l'utente,le major avranno ciò che meritano:anzi lo stanno già avendo! 8)
    • Ekleptical scrive:
      Re: La mostruosità degli interessi economici
      Perchè, voi non agite per interesse economico?La scusa non è che la roba costa troppo? Non è una ragione economica questa?Quanta ipocrisia!
      • Anonimo scrive:
        Re: La mostruosità degli interessi econo
        - Scritto da: Ekleptical
        Perchè, voi non agite per interesse
        economico?Superficiale come sempre, non vedi oltre il tuo naso. Ti meriti le leggi peggiori che un politico puo' approvare.
        • Ekleptical scrive:
          Re: La mostruosità degli interessi econo

          Superficiale come sempre, non vedi oltre il
          tuo naso.Semplicemente io non sono ipocrita.
          Ti meriti le leggi peggiori che un
          politico puo' approvare.Infatti ho mandato un fax di solidarietà al Ministro l'altro giorno...
          • Anonimo scrive:
            Re: La mostruosità degli interessi econo
            - Scritto da: Ekleptical

            Ti meriti le leggi peggiori che un

            politico puo' approvare.
            Infatti ho mandato un fax di
            solidarietà al Ministro l'altro
            giorno...In pratica sei un pupazzetto.
          • Anonimo scrive:
            Re: La mostruosità degli interessi econo

            Infatti ho mandato un fax di solidarietà al Ministro l'altro giornose è vero quando vedo il tuo nome bypasso.E' proprio una persona che ha bisogno di solidarietà.Perchè non si oppone, dato che è ministero dei bei culturali, ai vari condoni che danneggiano patrimonio culturale italiano?Apparte che un politico che afferma di non avere bisogno di discutere andrebbe cacciato su due piedi (discutere prima di fare è la politica)..
        • Anonimo scrive:
          Re: La mostruosità degli interessi econo
          La sagra del bamboccio.Un minimo di economia no eh?Vai in libreria e prenditi un libro di Microeconomia e Macroeconomia cosi forse se riuscirai a capirli comprenderai che un monopolio è una inefficienza del mercato e come tale deve essere eliminato.Per questo è vietato, non per idee politiche, ma perchè è inefficiente.
          • Anonimo scrive:
            Re: La mostruosità degli interessi econo
            mi riferivo all'eklotcocoso ovviamente
          • Ekleptical scrive:
            Re: La mostruosità degli interessi econo

            Vai in libreria e prenditi un libro di
            Microeconomia e Macroeconomia cosi forse se
            riuscirai a capirli comprenderai che un
            monopolio è una inefficienza del
            mercato e come tale deve essere eliminato.
            Per questo è vietato, non per idee
            politiche, ma perchè è
            inefficiente.Non siamo in monopolio, siamo in oligopolio. Che è ben diverso e se quei libri li hai aperti, saprai che è il sistema migliore per la crescita industriale. Quello cinematografico è un esempio quasi perfetto di concorrenza monopolistica!
          • Anonimo scrive:
            Re: La mostruosità degli interessi econo
            - Scritto da: Ekleptical

            Non siamo in monopolio, siamo in oligopolio.
            Che è ben diverso e se quei libri li
            hai aperti, saprai che è il sistema
            migliore per la crescita industriale. Quello
            cinematografico è un esempio quasi
            perfetto di concorrenza monopolistica!il sistema migliore è l'open source!
          • Anonimo scrive:
            Re: La mostruosità degli interessi econo

            Non siamo in monopolio, siamo in oligopolio. Che è ben

            diverso e se quei libri li hai aperti, saprai che è il sistema
            migliore per la crescita industriale.Che culo, un nobel per l'economia e non lo sapevamo.I libri oltre che aprirli bisognerebbe leggerli e capirli.La tua è una affermazione superficiale e riduttiva.Appiattire tutto, senza correlarlo alla realtà locale e di settore, non sta in piedi.Migliore per chi?Per gli utenti o per le imprese?Crescita industriale valutata con che parametri?
      • Anonimo scrive:
        Re: La mostruosità degli interessi economici
        Ma tu non eri quello che delle major se ne fregava e difendeva le indie? Ah, scusa. Si vede che è cambiato l' operatore di turno al call-center Ekleptical :D
      • Anonimo scrive:
        Re: La mostruosità degli interessi economici
        Si ma "noi" non facciamo cambiare le leggi per i nostri comodi.
      • Anonimo scrive:
        Re: La mostruosità degli interessi economici
        - Scritto da: Ekleptical
        Perchè, voi non agite per interesse
        economico?
        La scusa non è che la roba costa
        troppo? Non è una ragione economica
        questa?

        Quanta ipocrisia!già, magari uno che guadagna 800 euro al emse, paga l'affitto ecc ha i 25 euro che servono epr pagare un CD vero? o i 30 euro pagare il DVD di l'armata brancaleone..ma fammi il piacere!! ma chis ei un figlio di papa? tanto ci pensa il paparino a pagare tutto vero????
  • Anonimo scrive:
    Dedica
  • Anonimo scrive:
    La spada di Damocle
    Questo provvedimento (se mai verrà approvato) oltre al precedente decreto legge 354/2003 che ha modificato l'art. 132 del decreto legislativo 196/2003, cioè il nuovo codice sulla privacy che non ha fatto nemmeno in tempo ad entrare in vigore, hanno un immediato sapore di incostituzionalità. Già l'altro, adottato con il ricorso alla decretazione d'urgenza durante il periodo natalizio e per di più nel testo di un decreto dal fuorviante titolo "Disposizioni urgenti per il funzionamento dei tribunali delle acque" ha suscitato il severo giudizio del Garante della privacy, probaibilmente irritato perché una norma tanto potenzialmente lesiva della privacy degli utenti sia stata inserita, con il gusto del paradosso, proprio nel nuovissimo codice in materia. Ma la cosa più preoccupante è che già fin dalla Conferenza di Stoccolma del 2000 i governi europei avevano stabilito che l'introduzione di simili norme può costituire una violazione dei diritti fondamentali garantiti dall'art. 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e dalla Convenzione del Consiglio d'Europa sul trattamento automatizzato dei dati di carattere personale, oltre che dagli articoli 7 e 8 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea e da diversi articoli della Costituzione Italiana.
    • Anonimo scrive:
      Re: La spada di Damocle
      - Scritto da: Anonimo
      e da
      diversi articoli della Costituzione
      Italiana.la costituzione italiana se è per questo è solo utopia
  • Anonimo scrive:
    Un milione di sentenze ?
    ... l'ho scritto anche tra le migliaia di commenti precedenti :Un milione di sentenze vuol dire come minimo qualche centinaio di migliaia di processi ! Immaginate una situazione simile in Italia, la giustizia penale e civile ingolfata di denunzie, un inferno di sentenze, ordinanze, decreti, sospensioni, rinvii, ricorsi, controricorsi, impugnazioni ... ce n'è per decine di anni di lavoro !... VOGLIO FARE L'AVVOCATOOOOOOOOOOOOOOO !!!Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Un milione di sentenze ?
      - Scritto da: Anonimo
      ... l'ho scritto anche tra le migliaia di
      commenti precedenti :

      Un milione di sentenze vuol dire come minimo
      qualche centinaio di migliaia di processi !
      Immaginate una situazione simile in Italia,
      la giustizia penale e civile ingolfata di
      denunzie, un inferno di sentenze, ordinanze,
      decreti, sospensioni, rinvii, ricorsi,
      controricorsi, impugnazioni ... ce
      n'è per decine di anni di lavoro !

      ... VOGLIO FARE L'AVVOCATOOOOOOOOOOOOOOO !!!

      Saluti,
      Piwibeh', sono nati un milione di posti di lavoro ... perche non possono esserci un milione di sentenze?lol
      • Anonimo scrive:
        Re: Un milione di sentenze ?
        Finiranno con il riaprire i lager, per internare i condivisori
        • Anonimo scrive:
          Re: Un milione di sentenze ?
          E questi metteranno su una bella rete interna per condividere le informazioni :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Un milione di sentenze ?

        beh', sono nati un milione di posti di
        lavoro ... perche non possono esserci un
        milione di sentenze?lolUn milione di posti di lavoro ................ma dove sulla luna forse
Chiudi i commenti