Diminuiscono gli utenti Internet americani

Lo sostiene uno studio dell'autorevole TRI, secondo cui per la prima volta nel primo trimestre di quest'anno il numero di americani abbonati a servizi di accesso alla Rete è diminuito


New York (USA) – Non era mai accaduto, ma secondo le rilevazioni di Telecommunications Reports International (TRI) non ci sono dubbi che sia successo: nei primi tre mesi di quest’anno il numero complessivo di utenti americani abbonati a servizi di accesso ad Internet è diminuito.

Gli esperti, che a breve pubblicheranno i risultati completi dell’indagine, sostengono che questa contrazione degli abbonati si deve al fallimento dei provider di servizi Internet gratuiti, associato alle mille difficoltà dei servizi a banda larga xDSL, servizi che stentano a partire nonostante la forte richiesta di tecnologie broadband.

TRI sostiene che, nel primo trimestre del 2001, il numero di famiglie americane abbonate a servizi di accesso è sceso dello 0,29 per cento, attestandosi a quota 68,5 milioni. E questo nonostante una crescita del mercato nel suo complesso.

Ma, ha spiegato una dei direttori TRI, Amy Fickling, il dato di questi mesi colpisce profondamente in quanto nei trimestri precedenti la crescita si era attestata attorno al 20 per cento: “Questo studio indica che il calo è dovuto alla perdita di abbonati quando numerosi provider dei servizi gratuiti hanno chiuso. Il numero di abbonati in quel segmento è sceso del 19 per cento nel primo trimestre”.

Si tratta di un calo che supera di gran lungo l’aumento degli abbonamenti dial-up tradizionali, pari al 7 per cento. Sono 50 milioni gli abbonati a questi servizi di accesso negli States.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    monopolio windows
    peccato che tiscali e picus funzionino solo per windows dipendenti, Mac, linux, Solaris etc sono tagliati fuori, net2phone almeno per mac c`e`
Chiudi i commenti