Diploma militare per Red Hat Linux

Il sistema operativo Advanced Server di Red Hat è la prima distribuzione Linux a strappare al Dipartimento della Difesa americano una certificazione che gli aprirà la strada verso le agenzie federali. IBM è della compagnia


Washington (USA) – Red Hat è riuscita a portarsi a casa una certificazione, la Common Operating Environment (COE) del Department of Defense (DoD) Defense Information Systems Agency ( DISA ), che fornisce alla propria distribuzione hi-end, l’ Advanced Server , un lasciapassare per l’accesso agli enti governativi americani.

E’ la prima volta che il Governo americano assegna ad una distribuzione Linux la certificazione COE: a riceverla sono quelle piattaforme – fino ad oggi l’hanno ottenuta Solaris 8, HP-UX, Windows NT e AIX – che rispondono a certi requisiti funzionali standard in campi quali l’interfaccia grafica, l’architettura e l’interoperabilità. L’obiettivo dell’iniziativa, varata nel 1993, è quello di facilitare la formazione del personale e rendere quanto più possibile omogeneo l’uso di software militare su sistemi differenti.

L’attestazione del DoD, ampiamente riconosciuta nel mondo governativo americano, aggiunge Red Hat Linux Advanced Server a quella stretta cerchia di sistemi operativi, il cui uso è approvato all’interno degli ambienti mission-critical del Pentagono e delle agenzie federali.

Il DoD ha fornito la propria certificazione alla versione di Red Hat Linux Advanced Server che gira sui sistemi eServer xSeries 330 di IBM.

“Il fatto che Red Hat sia stata in grado di ottenere la conformità COE per Red Hat Linux Advanced Server fa svanire gli ultimi dubbi sulla preparazione del software open source per l’entrata nel mercato enterprise”, ha dichiarato Michael Tiemann, CTO di Red Hat.

“Questa certificazione – ha poi aggiunto Jim Stallings, general manager di IBM per Linux – mette in grado le agenzie federali di trarre vantaggio delle superiori caratteristiche di sicurezza e interoperabilità fornite da Linux all’interno degli ambienti mission-critical: questo ad una frazione del costo delle soluzioni tradizionali”.

La certificazione COE potrebbe andare a beneficio anche di Oracle, che ha ora sottoposto all’approvazione del DoD il proprio database Oracle9i Real Application Clusters, e di HP, sui cui server ProLiant gira la distribuzione hi-end di Red Hat.

In uno sforzo parallelo, e per certi versi più ambizioso di quello di Red Hat, Cyber Security Policy and Research Institute sta cercando di ottenere per Linux un’altra certificazione governativa, chiamata Common Criteria (CC), che valuta nello specifico il livello di sicurezza e affidabilità dei prodotti di infrastruttura tecnologica. Lo scorso anno Windows 2000 ha ottenuto una certificazione CC di livello 4: il massimo è 7.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    perchè non si può rispondere agli OT
    sposta al messaggio precedente
  • Anonimo scrive:
    [OT] Perche' non riesco a rispondere???
    Visualizzando il primo messaggio di questo forum (ot anch'esso...) nn viene data la possibilita' di rispondere ... rtfm o c'e' qualcosa che nn va?
  • Anonimo scrive:
    richiede registrazione! :-(
    devi essere loggato per usarlo :-(echeccazzo
    • Anonimo scrive:
      Re: richiede registrazione! :-(
      Ci mettevi di meno a registrarti che a scrivere questo messaggio =DScherzi a parte, non vedo il problema... dopotutto è gratis. Un mi sembra una gran richiesta.- Scritto da: Anonimo
      devi essere loggato per usarlo :-(

      echeccazzo
      • Anonimo scrive:
        Re: richiede registrazione! :-(
        - Scritto da: Anonimo
        Ci mettevi di meno a registrarti che a
        scrivere questo messaggio =D
        Scherzi a parte, non vedo il problema...
        dopotutto è gratis. Un mi sembra una gran
        richiesta.

        - Scritto da: Anonimo

        devi essere loggato per usarlo :-(



        echeccazzohai ragione, ho fatto! :-)
  • Anonimo scrive:
    e' straordinario!
    credo che pochi si rendano conto della portata di questo argomento! :-O
  • Anonimo scrive:
    VEDETE DI USARLO!!!
    chi fa filesharing potrebbe contribuire, mettendo SERIAMENTE i tag!dato che è bidirezionale funzia per tutti!!!su raga!facciamolo!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: VEDETE DI USARLO!!!
      Io ho i miei dubbi sulla funzionalità di questa cosa... quante sono le probabilità che qualcuno inserisca informazioni sbagliate ? Ad esempio, se ho un brano di Fabrizio De André qualcuno può mettere come artista "Fabrizio _d_e Andr_è_ o _é" o "Fabrizio _D_e Andr_e_", non so se mi sono spiegato. Questo renderebbe il sistema inutile, non trovate ? Spero che qualcuno mi contraddica perchè questo progetto è potenzialmente una gran bella cosa.
      • Cavallo GolOso scrive:
        Re: VEDETE DI USARLO!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Io ho i miei dubbi sulla funzionalità di
        questa cosa... beh ... parti con il piede sbagliato, ma hai ragione a non dare troppa fiducia a tutto il genere umano nel suo complesso ;-)che sia funzionale, non ci sono dubbi :-)lo hai provato? ^____^ gli dici "ascoltati questi" si calcola il TRM se la conosce già e non ha il trm, grazie amico, fai il submit e il prossimo che arriva avrà il riconoscimento fatto se non la conosce, non fai altro che guidarlo all'interno del freedb.org per importare dati che ci sono già se non c'è nemmeno li, puoi fare il submit sia del cd che del TRM è possibile fare l'editing di qualsiasi cosa e sei sei un cazzone, credo, vieni bandito come editor (immagino ci sia una certa affidabilità da garantire oppure dimostrare quanto cazzoni si sia) Credo che ogni editor possa contribuire per centellinare e rifinire il database (che comunque rimane evidenziato nei cambiamenti)
        quante sono le probabilità
        che qualcuno inserisca informazioni
        sbagliate ? Ad esempio,....Non sono poi molte.Le persone imprecise e poco attente, di solito usano i dati per chiedere i dati, non per immetterli ad uso di tutti.Questo "DI SOLITO".Per il resto, la probabilità di digitare male è chiaramente abbastanza alta ... ma di solito uno che CI TIENE ad inserire il dato, lo fa con la maggior cura possibile,, non ti pare?Voglio dire: l'errore umano esiste e lo sappiamo, nessuno lo nega.Bisogna però vedere CHI fa questi submit ... per esempio tu sei la dimostrazione di una persona che fa attenzione.
        Questo renderebbe il sistema
        inutile, non trovate ? no, secondo me lo rende solo potenzialmente imperfetto, chiaramente. Ma anche perfezionabile del resto.In fondo il freedb ha le stesse pecche, se vuoi... e io per ora non ho mai cambiato qualcosa di quello che ho trovato ... forse si può anche andare a camnbiare qualcosa.Mi informerò.
        Spero che qualcuno mi
        contraddica perchè questo progetto è
        potenzialmente una gran bella cosa.Non si può dire che sbagli ... solo ... credo che sia meno tragico di come sembra. Spero che tutti faranno submit più accurati possibile. Tu lo farai?:-)
  • Anonimo scrive:
    Bitzi, tigertree, magnetlink
    se aprissero le relazioni con questi tipi di collegamento sarebbe il massimo
  • Anonimo scrive:
    Inglesismi...
    Inglese italianizzato secondo cattivissima abitudine informatica:"I servizi di ricerca offerti da MusicBrainz possono essere acceduti direttamente..."Tradotto in italiano:"Ai servizi di ricerca offerti da MusicBrainz si può accedere direttamente..."
Chiudi i commenti