Direct Note Access, per spezzare gli accordi

Consente di lavorare sulle singole note di un accordo, modificandone tempo e tonalità: una rivoluzione per la musica digitale

Roma – I software in grado di manipolare l’audio sono strumenti indispensabili per coloro che si occupano di musica digitale. La tecnologia ha finora permesso di gestire operazioni, anche complesse, sfruttando le onde sonore corrispondenti ai suoni musicali. Se si esclude l’utilizzo di periferiche MIDI, sino ad oggi non è stato mai possibile separare le singole note degli accordi riprodotti da una chitarra. Ha destato stupore dunque la presentazione di una nuova e promettente tecnologia che permette di selezionare e modificare singole note appartenenti a uno stesso gruppo polifonico .

Direct Note Access Al recente Frankfurt Musikmesse 2008 è stato annunciato Direct Note Access , un sistema che, applicato ai moderni software musicali, consentirebbe di intervenire singolarmente sulle note riprodotte in un complesso di suoni . L’autore che si cela dietro questa rivoluzione digitale è Peter Neubäcker, un programmatore tedesco con alle spalle un passato da chitarrista. L’azienda coinvolta nello sviluppo della tecnologia è Celemony , fondata in Germania nel 2000. Grazie all’impiego di Direct Note Access sarà possibile lavorare su materiale audio in un modo completamente nuovo.

Secondo Michael Bierylo, professore del Berklee College of Music di Boston, un software del genere rappresenterebbe una sorta di santo graal nel settore della musica digitale. Le principali innovazioni apportate dal prodotto di Neubäcker consistono nel modificare tonalità e tempo delle singole note , così da intervenire specificamente su porzioni di accordi.

Gli attuali sistemi di registrazione digitale consentono di trattare i gruppi di note come entità singole, per cui la variazione di fattori come la tonalità o il tempo di riproduzione comporta una variazione dell’intero gruppo sonoro. La tecnologia MIDI consente di intervenire sulle singole note, ma non permette di gestire allo stesso modo la registrazione sonora di un normale pianoforte o di una chitarra acustica. È proprio in questo campo che verrà impiegato il nuovo sistema.

L’implementazione del sistema di riconoscimento avverrà in autunno con l’uscita della seconda versione del plug-in Melodyne , e successivamente con altri prodotti della stessa famiglia software.

Alessandro Lucarelli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    telefono usa e getta
    Bhe, questa notizia ha un parallelo con una precedente nella quale si stava cercando di commercializzare i cellulari usa e getta. In particolare questa notizia mette in evidenza una emergenza inquinamento che peggiorerà senza dubbio nel momento in cui i telefoni cellulari usa e getta saranno prodotti e venduti in massa.
  • Manwë scrive:
    Rifiuti
    Tanto poi mandano tutto in Campania.Ma ora c'è Silvio...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 aprile 2008 11.27-----------------------------------------------------------
    • Mah scrive:
      Re: Rifiuti
      Modificato dall' autore il 18 aprile 2008 11.27
      --------------------------------------------------Guarda che quel tanto poi mandano tutto in campania forse bisognerebbe domandarlo agli amministratori campani e i loro amici.Ricordati bene che c'e qualcuno che ci guadagna cifre da paura,noi poveri c.....i qui al nord facciamo raccolta differenziata da una vita,diversi sacchetti,diversi colori e contenuti differenti.In campania invece tutto fa pattume,pensate a mandare via bassolino,iervolino e &.
      • Risposta al commento scrive:
        Re: Rifiuti
        Lavoro da molti anni per una delle quattro ditte padane che scaricano migliaia di tonnellate di rifiuti in discariche sparse su tutto il meridione d'Italia, mandiamo giù anche rifiuti nocivi e non trattati di altre nazioni.Posso assicurarti che a parte qualche politico campano, tutti gli altri non hanno niente a che fare con "l'emergenza".Al contrario di come funziona in Lombardia, dove vi rubiamo i soldi dalla bolletta ENEL in cambio vi diamo tumori attraverso gli inceneritori.
  • biffuz scrive:
    Centri di raccolta impreparati
    Dalle mie parti ogni paese ha un proprio centro di raccolta differenziata, dove portare tutto quello che non può venire raccolto a domicilio. L'elettronica finisce dritta nel cassone degli ingombranti...
    • Trolled scrive:
      Re: Centri di raccolta impreparati
      si ma non è sufficiente...è dal centro di raccolta differenziata che deve continuare la differenziata, non come capita a napoli (immagini di striscia) che poi tutto viene scaricato nei campi.
    • Den Lord Troll scrive:
      Re: Centri di raccolta impreparati
      in molti paesi europei hai contenitori differenziati per numero civico anche se il condominio ne comprende 4 o 5 ..... e campane per il vetro etc a macchia d'olio
  • OCIO scrive:
    Le fonti soni in quei link azzurri
    le fonti sono citate nell'articolo, io almeno le ho trovate li'. e' il bello di utilizzare internet e il cosidetto ipertesto.
  • asia asia scrive:
    mmm
    l'importante nn ci fanno pagare pure per buttarli i rifiuti speciali...certo che nessuno..lo fa.
  • mimzy scrive:
    fonti?
    La Svizzera non vanta un primato mondiale, la raccolta differenziata nel paese supera di poco il 50%.Il record e' tenuto dai paesi del nord europa.
    • OCIO scrive:
      Re: fonti?
      - Scritto da: mimzy
      La Svizzera non vanta un primato mondiale, la
      raccolta differenziata nel paese supera di poco
      il
      50%.
      Il record e' tenuto dai paesi del nord europa.le fonti sono citate nell'articolo, io almeno le ho trovate li'. e' il bello di utilizzare internet e il cosidetto ipertesto. ed e' anche il bello di punto informatico, una delle poche testate a citare le fonti delle sue notizie.
      • mimzy scrive:
        Re: fonti?
        - Scritto da: OCIO
        le fonti sono citate nell'articolo, io almeno le
        ho trovate li'. e' il bello di utilizzare
        internet e il cosidetto ipertesto. ed e' anche il
        bello di punto informatico, una delle poche
        testate a citare le fonti delle sue
        notizie.eppero' e' sbagliato ;)http://www.bafu.admin.ch/aktuell/medieninformation/00004/index.html?lang=it&msg-id=16107poco piu' del 50%: " Il riciclaggio dei rifiuti urbani recuperati con la raccolta differenziata resta superiore al 50 per cento."ciao
        • Trolled scrive:
          Re: fonti?
          leggilo tutto l'articolo che citi.dipende da che tipo di rifiuto si parla, per il vetro è ben sopra al 50% (che si riferisce ai rifiuti urbani)...e sono dati 2006."La quota dei rifiuti recuperati con la raccolta differenziata e riciclati sul totale dei rifiuti urbani si è stabilizzata a livelli elevati, attestandosi oltre il 50 per cento. Nel raffronto internazionale la Svizzera resta pertanto nel plotone di testa. Per alcuni tipi di raccolta differenziata, come quella del vetro (con una quota riciclata del 95%), il potenziale di riciclaggio è pressoché esaurito, mentre per altre frazioni di rifiuti, come la carta e il cartone, i metalli, i rifiuti biodegradabili, le pile come pure gli apparecchi elettrici ed elettronici, la quota riciclata può ancora essere incrementata sia attraverso un'ottimizzazione sistematica della logistica della raccolta sia mediante l'informazione e la motivazione dei consumatori."inoltre la tassa sul sacco aiuta a non buttare di tutto nella pattumiera
          • mimzy scrive:
            Re: fonti?
            - Scritto da: Trolled
            leggilo tutto l'articolo che citi.

            dipende da che tipo di rifiuto si parla, per il
            vetro è ben sopra al 50% (che si riferisce ai
            rifiuti urbani)...e sono dati
            2006.si ma nell'articolo di pi non si specifica, quindi fa credere che si tratti di un primato su tutti i rifiuti riciclati, il che non é vero.
            Nel raffronto
            internazionale la Svizzera resta pertanto nel
            plotone di testa.nel "plotone di testa" non in testa come si evince dall'articolo di pi: "primato mondiale".
            inoltre la tassa sul sacco aiuta a non buttare di
            tutto nella
            pattumieravero, con quello che viene a costare un sacco! però la tassa sul sacco non c'é in tutti i comuni.ciao
    • Trolled scrive:
      Re: fonti?
      fonti?
    • FabioDeep scrive:
      Re: fonti?
      Vivo in Svizzera da alcuni mesi e dalle mie parti la raccolta differenziata non sanno neanche cosa sia. Quando sono arrivato ho chiesto ai vicini e mi hanno detto che buttano tutto nel sacco nero: vetro, carta, umido, alluminio.... Certo se vuoi puoi prendere la macchina, fare qualche kilometro ed andare in discarica a portare il vetro, ma non lo fa nessuno. Io sto accumulando il vetro in cantina perchè mi rifiuto di buttarlo nel sacco nero come gli altri.
  • micersoft scrive:
    ma dove le prendete queste notizie false
    siamo tra i primi nel mondo a differenziarci per la raccolta dei rifiuti differenziati, cercate quanto meno di avere un fondamento veritiero nelle vostre notizie se no rischiate solo di scadere nel non veritiero e nessuno vi leggera piu!
    • mimzy scrive:
      Re: ma dove le prendete queste notizie false
      - Scritto da: micersoft
      siamo tra i primi nel mondo a differenziarci per
      la raccolta dei rifiuti differenziatinon mi sembra. da quello che so in Italia solo poco piu' del 20% viene riciclato, con punte di 30% al nord e 10% al sud
    • apadabelli scrive:
      Re: ma dove le prendete queste notizie false
      Suvvia. Che anche da noi molta roba finisca nel pattume comune non e' certo un segreto. C'e' sempre un margine di miglioramento a parte nell'essere permalosi... a quanto pare.
    • Zozzone scrive:
      Re: ma dove le prendete queste notizie false
      - Scritto da: micersoft
      siamo tra i primi nel mondo a differenziarci per
      la raccolta dei rifiuti differenziati, cercate
      quanto meno di avere un fondamento veritiero
      nelle vostre notizie se no rischiate solo di
      scadere nel non veritiero e nessuno vi leggera
      piu!http://www.repubblica.it/2006/07/sezioni/cronaca/napoli-spazzatura/napoli-spazzatura/sian_8585715_44450.jpgQuesta foto è di Lugano o di Napoli?
      • mimzy scrive:
        Re: ma dove le prendete queste notizie false
        - Scritto da: Zozzone
        Questa foto è di Lugano o di Napoli?a me fanno ridere quando riguardo a Napoli parlano dell' "emergenza rifiuti". ma quale emergenza? un'emergenza é qualcosa che per definizione é passeggero, dura quell'attimo che serve per rimettere le cose aposto.altro che emergenza, quella della spazzatura di Napoli é ormai la normalità!
        • Mah scrive:
          Re: ma dove le prendete queste notizie false
          Io posso parlare per esperienza personale,nel 1987 sono stato a napoli per lavoro e la situazione era leggermente meno di quella attuale,ricordo che era un usanza o forse meglio definirla regola quella di buttare il bel sacchettino di rifiuti dal balcone.A settembre facevano la salsa e si vedeva colare tutto lo scarto dei pomori lungo i marciapiedi.Purtroppo non so se si riuscira' mai ad inculcare loro una mentalita' con conseguente comportamento civile,so che tutto questo sembrera' razzismo ma purtroppo e' solo una triste realta'.Ci vorrebbe una vera autonomia delle regioni solo in questo modo si potrebbero ottenere dei risultati,invece qui l'andazzo e' alcuni pagano anche per gli altri e quest'ultimi se ne fregano di ogni regola.Questa e' l'italia.
    • IvanPro scrive:
      Re: ma dove le prendete queste notizie false
      sarebbero da riciclare anche la grammatica, la sintassi e l'ortografia di micersoft...:-P :-P :-P
  • Den Lord Troll scrive:
    tse ... campa cavallo
    fa prima a finire la prossima era geologica del calendario maya che non a concretizzarsi una politica nazionale del riciclo
Chiudi i commenti