Distretti hi-tech per la ricerca

Ne parla Moratti


Milano – Il ministro della Ricerca Letizia Moratti ha presentato oggi i “distretti ad alta tecnologia” che negli ultimi tre anni hanno sviluppato attività di sostegno alla ricerca e all’innovazione dell’industria italiana.

“I distretti – spiega una nota del Ministero – si inseriscono nella più ampia strategia messa a punto dal Governo per il rilancio della ricerca, resa operativa dalle Linee-guida e dal Programma nazionale della ricerca 2005-2007 recentemente approvato”. “Una strategia – ha detto il Ministro – che si fonda su tre punti-chiave: la ricerca finalizzata al miglioramento della qualità della vita per quanto riguarda la salute, la sicurezza e l’ambiente; la ricerca per l’accrescimento della competitività sul piano internazionale delle nostre imprese; la ricerca per lo sviluppo sostenibile a livello globale”.

“I distretti – ha continuato Moratti – nascono con l’obiettivo di creare un circolo virtuoso tra talenti, aziende e finanziamenti pubblici e privati e consentono alle grandi e alle piccole e medie imprese di collaborare su un terreno di innovazione spinta, per raccogliere, già nel breve periodo, risultati mirati alla crescita delle economie locali a differente grado di sviluppo e con vocazioni produttive diversificate. Fino ad oggi – di concerto con le Regioni, gli Enti locali, le imprese, le Università, gli Enti pubblici di ricerca, riuniti su base territoriale, e sfruttando il sistema del venture-capital – abbiamo dato vita a 11 distretti high-tech che hanno riscosso grande interesse a livello europeo e internazionale”.

Le iniziative realizzate riguardano:
– Tecnologie Ict wireless e wireline – Regione Piemonte;
– Nanotecnologie – Regione Veneto;
– Biotecnologie – Regione Lombardia;
– ICT – Regione Lombardia;
– Nuovi materiali – Regione Lombardia;
– Sistemi intelligenti integrati – Regione Liguria;
– Meccanica avanzata – Regione Emilia-Romagna;
– Biomedicina molecolare – Regione Friuli-Venezia Giulia;
– Aerospazio Difesa – Regione Lazio;
– Materiali polimerici e compositi – Regione Campania;
– Micro e nano-sistemi – Regione Siciliana.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti