Domini .eu, gestione anche italiana

Insistenti indiscrezioni indicano nella coalizione italo-belga-svedese EurID il gestore degli ormai imminenti domini internet europei. Si attende il responso ufficiale


Roma – Potrebbe essere parzialmente italiana la futura gestione dei domini internet europei.eu, ormai non più così lontani dal mercato. In queste ore si diffondono voci insistenti sul fatto che tra i tanti aspiranti la Commissione Europea avrebbe deciso di scegliere il consorzio EurID, formato dai belgi DNS-BE, dal NIC svedese e dal CNR italiano.

Come si ricorderà, nei mesi scorsi la Commissione aveva varato il provvedimento destinato a dare vita al registro europeo che diventerà il punto di riferimento per i nuovi domini e che dovrà occuparsi di stringere le necessarie partnership con i registrar dei diversi paesi.

Di ufficiale, mentre scriviamo, non c’è ancora nulla ma in ogni caso, sia se verrà selezionato EurID (European Registry for Internet Domains) oppure no, dopo la nomina definitiva, l’Unione Europea dovrà richiedere al Dipartimento del Commercio americano la delega alla gestione dei.eu attraverso la IANA , che gestisce il sistema dei domini internet.. Il tutto seguirà le procedure già individuate dall’ ICANN , che sovraintende alle regole dei domini internet. I domini.eu saranno tecnicamente considerati alla stregua di una qualsiasi estensione nazionale (come.it o.tv).

Nel bando della Commissione, il registro dei domini.eu sarà scelto in ogni caso sulla base di quattro parametri essenziali: capacità di aumentare la competizione del mercato internet, stabilità finanziaria dell’organizzazione, disponibilità delle necessarie risorse tecniche ed umane, qualità dei servizi.

Nelle scorse ore, infine, si è anche saputo che il nuovo presidente e CEO dell’ICANN a partire dal 27 marzo sarà l’australiano Paul Twomey, che sostituirà l’attuale presidente Stuart Lynn.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ben gli sta
    Anzi gli farei un altro prelievo e sulla nota spese di fine mese come causale gli scrivo "per la tua scemenza: tributo all'umanità"
  • Anonimo scrive:
    Ma va?!?!?
    Uno ti dice "dammi il numero della tua carta di credito, fidati, non ti addebito nulla, devo solo controllare chi sei".Ci hai creduto?Bravo!Allora la prossima volta dagli anche il numero di conto corrente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma va?!?!?
      hahah anon credevo che qualcuno ci sarebbe mai cascato!!!ma vabbè.. d'altronde qui in italia hanno venduto migliaia di bandiere della pace.. .. .. ... fatte con gli scarti della raffinazione del petrolio......... :-
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma va?!?!?
        - Scritto da: Anonimo
        hahah anon credevo che qualcuno ci sarebbe
        mai cascato!!!
        ma vabbè.. d'altronde qui in italia hanno
        venduto migliaia di bandiere della pace.. ..
        .. ... fatte con gli scarti della
        raffinazione del petrolio......... :-Poi ci spiegherai che cazzo c'entra ...Alessandro
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma va?!?!?
      No, no, non dire così...è giusto tutelare gli ignoranti, poverini...Credo proprio che i pipinotti che elargiscono in giro il n° della loro CC siano gli stessi che si ritrovano la bolletta da 300 euri grazie all'ennesimo dialer che hanno scaricato...Ben gli stà.Figuriamoci poi se è il caso di impegnare risorse, spendere tempo e denaro per legiferare a riguardo e tutelare questi imbec**li.Hai bisogno del mago, della suoneria, della donnina nuda...PAGA !!!W Wanna Marchi!!!Luca.
Chiudi i commenti