Donazioni via SMS, maretta sull'IVA

Gli operatori di telefonia mobile non sono affatto soddisfatti della normativa che esclude l'IVA solo per un certo tipo di messaggini di solidarietà


Roma – C’è una sostanziale insoddisfazione nei commenti degli operatori di telefonia mobile all’approvazione in Parlamento in via definitiva di un decreto che esclude l’IVA sugli SMS di beneficenza. O, meglio, solo su un certo tipo di SMS.

Il provvedimento, infatti, esclude l’imposizione dell’IVA sui messaggini che consentono agli utenti di utilizzare il proprio cellulare per effettuare una donazione, ma soltanto quando questa riguarda “aiuti a popolazioni colpite da catastrofi naturali”.

Questa definizione, evidentemente, è stata messa a punto in seguito all’immane tragedia che ha sconvolto l’Asia meridionale meno di due mesi fa, un dramma che ha spinto un elevatissimo numero di italiani ad utilizzare gli SMS per effettuare una donazione e certo ha contribuito a far passare rapidamente la nuova normativa.

Ma i carrier non sono soddisfatti, la ritengono incompleta e limitata. “Gli operatori mobili TIM, Vodafone, Wind e 3 – si legge in una nota congiunta diffusa nelle scorse ore – giudicano come un primo passo verso la giusta direzione ma non risolutivo il decreto approvato”. A loro dire, infatti, la normativa “non tiene conto pienamente della genesi e della rilevanza progressivamente assunta dall’SMS come diffuso strumento di donazione”.

I carrier hanno sottolineato che negli ultimi tre anni gli SMS di solidarietà hanno contribuito a risolvere situazioni assai pesanti non solo in seguito a calamità naturali ma anche per iniziative sanitarie, sociali e per progetti di ricerca di primo rilievo, ad esempio la ricerca sulle malattie genetiche promossa da Telethon . Quello di oggi, dunque, è un provvedimento che agli operatori appare “discriminatorio” rispetto alle altre iniziative condotte con questo strumento.

“La situazione così creata – conclude la nota – risulterà ingestibile nel rapporto con i cittadini che si aspettano un trattamento fiscale omogeneo per queste varie iniziative di donazione benefica”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il furbo scrive:
    Per me le originali sono un ricordo
    Scadano o non scadano, non le uso da anni.Per HP, comunque basta tirare indietro l'orologio del pc prima di mandare le stampe. Quindi, cartuccia nuova, la ricarico decine di volte, quando scade? semplice, metto la data indietro nel pc e via....Comunque questa data di scadenza c'è nelle professionali, nel mio studio io utilizzo vari plotter e stampanti che usano le cartucce 10, 11, 88 etc. Tutte collegate ad un pc con data di 3 anni fa e stampo dagli altri in rete (con data giusta) senza problemi. Quindi la scadenza è facilmente aggirabile!!!Ringrazio quelli di cartucciacanta per avermi svelato questo trucchetto che mi ha fatto risparmiare centinaia di euretti alla faccia di HP !!!!
  • Saxman scrive:
    SSC Service Utility per Epson
    Ragazzi.,che delusione :) pensavo che foste tutti a conoscenza di SSC che permette di "imbrogliare" il chippetto malefico della Epson...Trovate il programma (che ha diverse feature) su:http://www.ssclg.com/epsone.shtmlMa non intesate il sito !!! :D ;)Saxman
    • Anonimo scrive:
      Re: SSC Service Utility per Epson
      Grande!!!sai mica se esiste anche per HP un software dekl genere?
    • Anonimo scrive:
      Re: SSC Service Utility per Epson
      Scusa, ho letto con interesse il fatto che esistesse una utility cosi interessante per epson. L'ho scaricata, ma essendo inglese, lingua che io conosco poco, non riesco a capire bene le varie funzioni ed ho paura di provocare dei danni. Mi sapresti spiegare in breve le varie opzioni del prg ed in particolare, se è possibile azzerare il cip delle cartuccedella mia cx 3650 dopo una ricarica delle cartucce?Grazie
  • Anonimo scrive:
    si essiccano...
    potrebbe anche darsi che le cartucce moderne siano troppo permeabili all'aria e senza bisogno di chippetti fantascientifici il loro inchiostro si "prosciughi" dopo un certo periodo di tempo... questa almeno e' la conclusione cui sono arrivato io, visto che anche a me l'inchiostro si esaurisce senza utilizzare la stampante. Di sicuro il costo delle cartucce e' proibitivo.Anche questo fa parte della catastrofe economica che stiamo vivendo e che un giorno leggeremo nei libri di storia
  • Anonimo scrive:
    A me succede il contrario....
    Con la mia HP mi capita sempre l'opposto, cioé il computer dice che la cartuccia è a metà, ma si vede lontano un chilometro che è finito l'inchiostro (per davvero) :-DPer la serie: non fidarsi di quello che dice l'indicatore :-)
  • Anonimo scrive:
    standard industriali
    Gli standard industriali di cui si parla a fine articolo riguardano stampanti laser! :|
  • pikappa scrive:
    anche quelle di epson sono così
    Hanno un numero predefinito di "gocce" di inchiostro all'interno di un chip, infatti per poterle ricaricare con la siringa ti vendono anche un aggeggino che resetta la cartuccia facendogli credere di essere piena, sarebbe interessante provare a resettarne una senza riempirla e vedere quanto va avanti :-D
  • carlobassetti scrive:
    sulle cartucce lucrano in maniera sporca
    Presso il mio studio (grafica) abbiamo tre stampanti HP. In particolare una (una all-in-one fax,scanner, stampante, ecc) quando ha una delle due cartucce esaurita (una nera e una 3 colori) si blocca del tutto impedendo qualsiasi attività di stampa. Già questo fa un po' arrabbiare e insospettire: starà all'utente decidere se una stampa con banding e colori virati gli va bene o meno...).Fatto sta che qualche mese fa una cartuccia nera era difettosa: non segnalava il suo esaurimento. Così la stampante ha continuato a stampare anche senza nero. E qui la scoperta: anche in documenti solo neri (bn o grayscale), anche in docuenti con SOLO TESTO NERO questo tesorino di stampante usa 4 colori, ovvero oltre al nero aggiunge anche ciano, magenta e giallo. Nel mio caso visto che nero non ce n'era più venivano documenti di testo violetti. :@Non mi si dica adesso che il nero a quattro canali è più bello del nero solo K: si tratta esattamente del mio mestiere, il nero K100 C0 M0 Y0 è il migliore per chiarezza, tono e profondità! 8)Quale può essere il motivo dunque se non fare in modo che la cartuccia dei colori finisca più in fretta costringendomi a spendere il settimanale mucchietto di euri? :|:s:(
    • Anonimo scrive:
      A me il contrario
      Non voglio dire che godo a pagare certi prezzi pero' le mie due stampanti HP qui in ufficio non ci hanno MAI tradito e funzionano alla perfezione. Ovvio che uso solo ricambi originali.
      • carlobassetti scrive:
        Re: A me il contrario
        anche io ho solo HP perchè sono solide e fanno il loro lavoro senza l'umoralità delle Epson (che a volte pare abbiano un anima e godere a fare scherzi).Ciò non toglie che le case produttici lucrino sulle cartucce in maniera sporca.
        • Anonimo scrive:
          Re: A me il contrario
          amo le cartucce hp perche' cambi anche la testina di stampa e hai sempre la stampante con una qualità "come nuova".un ex utente epson.
  • Anonimo scrive:
    Da consumarsi preferibilmente...
    va bene, accetto anche questo pero' HP deve mettermi sulla confezione ingredienti e data di scadenza!!!
  • Anonimo scrive:
    Vero successo anche a me 2 settimane fa
    La cartuccia del nero ha scadenza di AGOSTO 2005 ed ancora piena, ma da gennaio la psc 2100 (stampante/fax/scanner) non ne voleva sapere di inizializzarsi, mi dava sempre errore.Ho contattato l'HP via email e dopo alcune prove (hard reset, test) mi hanno inviato una cartuiccia nuova (ma con scadenza a gennaio 2006) dalla francia.Naturalmente, appena inserita la stampante ha iniziato a funzionare.
  • Anonimo scrive:
    Confronto Epson, Lexmark, Canon
    Lexmark: per carità, scandaloso il fatto che con il driver delle stampanti più economiche (tipo la z34, che ho), ti installano una sorta di malware che si chiama lexpps e che non si può togliere! Non è dato sapere cosa faccia questo spyware, ma sicuramente è ridicolo che si avvia all'accensione del PC anche se la stampante è spenta. Costo della cartuccia impossibile da sostenere, anche perché durano molto poco. Le cartucce costano più delle stampanti.Epson: incoerenti e costosi. Prima dicevano che le era meglio ci fosse una sola cartuccia con tutti i colori dentro, così, a loro dire, ogni volta ne dovevi cambiare solo una e ti costava meno; ora fanno anche loro le stampanti con colori separati. Il chip è qualcosa di cui non fidarsi, perché se non si sa se effettivamente hanno addirittura una "scadenza", mi pare di ricordare che sicuramente calcolano il numero di pagine stampate, e che dopo un tot di pagine danno inchiostro zero anche se non è a zero. Inoltre la testina è a loro dire di maggior qualità, ma se si rompe? Le cartucce originali dovrebbero costare molto meno essendo sprovviste di testina.Olivetti: ho avuto infelicemente una Artjet 12 pagata 30 euro, la cartuccia (con testina incorporata) costa 40 euro. Mai più non guardare il costo del ricambio prima di comprare una stampante.Canon: ho appena acquistato una PIXMA I1500 e sono più che soddisfatto. Stampa di qualità e (volendo) senza margini, ottimo driver, silenziosa. Le cartucce durano poco ma non hanno chip, e comunque calcolando la quantità di inchiostro e i prezzi costano meno. Quelle più evolute hanno serbatoi separati per ogni colore, ottimo perché si sa che non tutti i colori vengono utilizzati allo stesso modo (la Pixma di cui sopra non ce li ha) la testina si può sostituire (se si dovesse rompere), e al momento sono più che soddisfatto. Pensavo che tutti i produttori di stampanti ti volessero fregare ma forse non è così...
    • Anonimo scrive:
      Re: Confronto Epson, Lexmark, Canon
      - Scritto da: Anonimo
      Lexmark: per carità, scandaloso il
      fatto che con il driver delle stampanti
      più economiche (tipo la z34, che ho),
      ti installano una sorta di malware che si
      chiama lexpps e che non si può
      togliere! Non è dato sapere cosa
      faccia questo spyware, ma sicuramente
      è ridicolo che si avvia
      all'accensione del PC anche se la stampante
      è spenta. In realtà non è malevolo ma causa molti problemi di crash usando altri programmi... e non si può togliere anche per chi non usa la stampante in rete (serve ad abilitarla)
    • Anonimo scrive:
      Re: Confronto Epson, Lexmark, Canon
      Ottimo confronto...ma non hai mai acqistato quelle che IMHO ritengo essere le migliori stampanti sia ink che laser per rapporto qualità-prezzo nonchè costi di gestione e costi totali per singola stampa: le stampanti della SAMSUNG.Se devi comprarne una nuova, visto che ne hai provate tante, prova anche questa, magari prima di acquistare leggi qualche recensione e confronto proposto su HW Upgrade, Tom's HW, o PC Professionale di qualche mese fà su carta stampata (la comparativa dovrebbe esserci anche online); io ho acquistato 2 mesi fa una Samsung - Laser ml-1520 a ?99 ed è perfetta sotto ogni punto di vista (tra poco acquisterò anche il modello laser a colori, perchè questa è bianco e nero).Ciao !!!
  • Anonimo scrive:
    anche epson, probabilmente.....
    a me e successo qualcosa di simile su stampante epson c62.....le cartucce colore e nero hanno smesso di funzionare, insieme, dopo un bel po di inutilizzo; mai ricaricate ma mezze piene, sprogrammate hanno ripreso a funzionare con tutti i colori............
    • Anonimo scrive:
      Re: anche epson, probabilmente.....

      sprogrammate hanno ripreso a funzionare con
      tutti i colori............Scusa ma come si fa a sprogrammare una cartuccia?E' importante saperlo perche cosi possiamo provare tutti.Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: anche epson, probabilmente.....
        beh, per le epson (controlla le compatibilita') e' facile, i programmatori li vendono (15 euro circa) :-)
  • Anonimo scrive:
    E ....se anche le cartucce Philips?
    Possiedo un FAX tipo "j-jet" della Philips con cartuccia di stampa PFA 421. E' già la seconda volta che acquisto una cartuccia nuova (costo 40 ?) e dopo alcuni mesi, pur avendo effettuato pochissime stampe, la stampa diventa illeggibile e compare la segnalazione "cartuccia esaurita". A nulla serve effettuare la pulizia della cartuccia come indicato dal manuale di istruzioni.Che si tratti di un caso analogo a quello segnalato per le cartucce HP?
  • Anonimo scrive:
    a proposito di HP leggete
    lavoro in un centro/concessionario HP-Compaq in Emilia-Romagna, se vi dico cosa succede vi mettete le mani nei capelli, non centra molto con le cartucce, che comunque costano esageratamente, ma con i pezzi di ricambio:vi porto un esempio per capire bene:arriva un cliente e lascia il suo notebook fuori garanzia, con un guasto.Spesso il guasto e' minimo e riparabile, ma viene generalizzato sulla mother Board la quale viene sostituita a un prezzo esorbitante ( e fin qui ok lo sappiamo tutti ) quello che non sapete e' che invece tale azienda riesce in maniera non molto ortodossa ad avere il pezzo di ricambio come se fosse in garanzia, e facendo pagare il pezzo di ricambio al cliente ad un costo esagerato, a volte addirittura maggiore del prezzo che sarebbe giusto. ora ok, tutti devono guadagnarci,. ma fregando le persone no, se io ho un pezzo anche fuori garanzia ma che non pago, lo faccio pagare meno al cliente, il quale tornera' senza doversi strappare i capelli.Spesso il cliente lascia il suo notebook per via della cifra esorbitante .... mentre invece tale notebook puo' funzionare e viene usato come parti di ricambio che verranno vendute , ma che si sa, torneranno indietro guaste dopo tot tempo, facendo pagare al cliente cifre esorbitanti di manodopera .... ovviamente vi porrete la domanda: ma se il cliente viene a riprendere il suo notebook?bhe in questo caso viene creato davvero il guasto sulla mother board :(( e' tristissimo cio' ma e' bene che sappiate.I pezzi di ricambio di altre parti, vengono dichiarati cambiati in garanzia, ma spesso sono residui di laboratorio mal funzionanti, e idem come sopra, dopo tot tempo, torneranno indietro e via di salassi di euro in manodopera.Informatevi bene prima, forse vi conviene mandare il vostro prodotto HP direttamente a milano alla sede, nei concessionari di zona succedono le peggio tragattine che si possano immaginare.Giusto gadagnare, ma non sulla ignoranza degli altri.p.s.: questi erano solo due esempi, ma ce ne sarebbero molti altri.siete avvisatiSaluti
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: a proposito di HP leggete
      cmq queste truffe e prese x i fondelli succedono in qualunque settore e campo: a me x esempio hanno ciulato molti pezzi interni del mio nuovissimo scarabeo quando, a seguito di un incidente, ha dovuto subire delle riparazioni. Sto parlando di officina Aprilia...
    • Anonimo scrive:
      Re: a proposito di HP leggete
      Anche se si sa che accadono cose simili a sentirle da chi ci lavora sono sempre storie tristi e schifose!! :sChe vergogna. :( :(
    • Fabio scrive:
      Re: a proposito di HP leggete
      Basta non essere coglioni io mi segno il seriale dei singoli pezzi contenuti nel portatile e se vengono cambiati faccio causa a chi a messo le mani dentro il pc
  • Anonimo scrive:
    Forse pure a me...
    Io ho una stampante multifunzionale HP, quella che fa anche da scanner/fotocopiatrice.La stampante e' a colori a getto di inchiostro e fa uso delle normali cartucce numero 56 e 57 (codici HP).Naturalmente ho proceduto con siringone e ricarca per rimettere l'inchiostro man mano che si esauriva...Ebbene, il nero, dopo una dozzina di ricariche, ha cessato di stampare, nonostante la cartuccia fosse ancora mezza piena.Dopo un po' di tentativi per rimetterla in vita, l'ho sostituita con una di quelle rigenerate e vado avanti ancora a siringhe.Pensavo che la cartuccia originale si fosse consumata del tutto, dopo migliaia di pagine e piu' di dieci ricariche......e ora salta fuori questa notizia qua!Mah...
  • Anonimo scrive:
    cosa succederà...
    Vorrei raccontare la mia storia con adsl alice con Telecom Italia . Da giugno 2003 fino a luglio 2004 ho passato un periodo molto difficile , mi sono capitate dalla parte di telecom italia tante anomalie , errori di sistema , problemi tecnici che non finivano mai , Ogni volta quando chiamavo 187 trovavo una anomalia in più .Sono stati trasferiti i miei dati con Tin It 187 tante vole mi avava confermato che il servizio adsl è attivo sul mio numero 0107401191 invece no lo era , perche dopo aver provato fare configurazione risulatava che non c?è il segnale adsl. La linia (era solo attiva dalla parte amministrativa per farmi pagare le bolette ) 4 agosto 2004 mi è stato tolto servizio adsl e pure la linia telefonica che ho pagato due volte la attivazione di numero 0107401191 Ho fatto pure 2 contratti con fastweb 23luglio 2003 e 9 novembre 2003 mi hanno garantito la copertura adsl pure arrivo delle fibre ottice fino a casa mia che è una sciochezza e poi per le mie domande perche la linia non va mi passavano ufficio dei numeri non attivi dopo di che cadeva la linia. 26 luglio 2004 finalmente ha funzionato adsl perfettamente .Mia moglie era tanto felice della attivazione ma la sua felicità durava solamente 8 giorni dal 26 luglio 2004 fino 4 agosto 2004 . Per questa storia di adsl mia moglie è entrata in una profondissima depressione . Dopo tutte queste anomalie , problemi tecnici, qell tempo di aspettare, le mie domande per adsl si annulavano per un errore di sistema . 4 agosto 2004 il servizio con sangue freda è stato tolto per colpa di una boletta per alice di terzo bimestre 2004 quando la linia non era ancora attiva 5 agosto ho pagato 124 euro anticipato fino a novambre per la linia telefonica . Ho aspettato 5 mesi fino a gennaio 2005 sperando che telecom risolve il mio problema è non mi fa pagare il servizio non funzionanteDal giugno 2003 fino a novembre 2004 ho spedito a telecom italia 59 raccomandate con le fatture pagate e per chidere un favore di attivare adsl .Da 4 agosto 2004 non sono stato chiamato dalla parte di telecom , ho ricevuto solo qualche bolette da pagare per adsl non attiva, ultima era da pagare alice canoni residui 1 anno di servizio periodo dal 5 ottobre 2004 fino a 13 luglio 2005 ( 293 euro)!!!! siamo a febbraio 2005 io adsl ho usato 8 giorni in quell periodo di canone resido un anno di servizio come era scritto sulla boletta Chi avrebbe pagato una boletta del genere ? credo che nesuno che ha una famiglia da mattenere . Non mi sono mai permesso di offendere nesuno con la pazienza aspettavo la linia Dopo aver perso le speranze della attivazione ho iniziato cercare aiuto scrivando a i reti televisivi la striscia notizia , mi manda rai tre . Con i miei amici per una protesta contro ingiustizia abbiamo messo in giro milliaie di fotocopie a Milano a Genova descrivendo tutta la storia. Poco fa sono stato chiamato da una persona da ufficio dei consumatori che mi ha promesso di aiutare pero sono sempre le parole vuote .1 febbraio 2005 ho fatto un contratto con un altro gestore per adsl senza linia telefonica ho pagato gia soldi anticipati . Dovevo essere chiamato entro 10 giorni da un tecnico di telecom e invece niente . Tra poco vogliamo andare con amici a Roma a matterci 5 mila fotocopie per protestare per i diritti di un cliente che non deve pagare il servizio quando non è attivo . Vorrei chiedere ancora una volta i reti televisivi di un aiuto di risolvere il mio problema .
  • Anonimo scrive:
    Le cartucce costano come la stampante...
    A me e' convenuto comperare una stampante nuova piuttosto che le cartucce per la mia stampante vecchia... non solo il prezzo era lo stesso, ma le cartucce per la mia vecchia stampante iniziano ad essere introvabili, i negozianti tendono a tenere le cartucce degli ultimi modelli e visto che ogni volta che esce una stampante, cambia anche la cartuccia (non capisco il perche', specialmente per stampanti come le Epson dove la cartuccia non contiene la testina di stampa), un negozio inizia ad avere difficolta' a tenere tutti gli svariati modelli di cartucce presenti....
    • Anonimo scrive:
      Re: Le cartucce costano come la stampant

      stampa), un negozio inizia ad avere
      difficolta' a tenere tutti gli svariati
      modelli di cartucce presenti....le compri on line dai siti che, di mestiere, vendonocartucce originali / compatibili oppure i kit di ricarica.
  • Anonimo scrive:
    Costo scandaloso.
    Secondo me basterebbe una denuncia per il costo scandaloso delle cartucce a getto d'inchiostro, la spesa e' insostenibile se si stampa abbastanza spesso. Ho anche provato a ricaricarle con un kit apposito ma ho solo rovinato la cartuccia:(Conoscete qualche sito che compari il costo delle stampanti anche in base ai ricambi o alla facilita' di autoricaricarle?
    • Anonimo scrive:
      Re: Costo scandaloso.
      - Scritto da: Anonimo
      Secondo me basterebbe una denuncia per il
      costo scandaloso delle cartucce a getto
      d'inchiostro, la spesa e' insostenibile se
      si stampa abbastanza spesso. Ho anche
      provato a ricaricarle con un kit apposito ma
      ho solo rovinato la cartuccia:(

      Conoscete qualche sito che compari il costo
      delle stampanti anche in base ai ricambi o
      alla facilita' di autoricaricarle?Guarda, ti dò la mia esperienza orma quinquennale con Epson, HP e CanonEpson: Cartuccia separata dalla testina di stampa, che però è inchiavardata nella stampante e non acessibile all'utente. Le cartucce erano facili da ricaricare, ora un o' meno visto che hanno tutte il chippino "intelligente" (si fa per dire") che comunque e resettabile col kit di alcune case (refill ad esempio). Purtroppo però gli ugelli della testina hanno tendenza a sporcarsi e il fenomeno a un certo punto è irreversibile. Usando inchiostri non originali avverrà un po' prima ma anche con gli originali una epson non regge oltre 2 anni di uso quotidiano non intenso. Sostituirle la testina in laboratorio costa comunque quasi come una stampante nuova.HP; Cartucce con testina di stampa metallica integrata e circuiteria stampata anessa sul corpo della cartuccia. La testina è progettata per un "usa e getta".. quasi sempre dopo sole 2 ricariche la qualità di stampa è fortemente degradata. Tenere presente che se, per risparmiare, compri una compatibile, questa è in realtà una "originale" usata e riciclata, la cui testina ha già subito una ricarica (se sei sfortunato anche più)Canon: cartucce separate dalal testina e testina asportabile semplicemente agendo su una leva (il che favorisce anche il tentativo di rigenerarla con bagni di acqua calda e detersivo. a volte funziona!)La cartuccia si uò riempire tranquillamente più volte, niente chippetti del cavolo. Io sulla mia i455 ho riutilizzato la cartuccia nera ormai 20 volte senza calo di qualità.Segreto per il successo della ricarica (valido per tutit i modelli): Quando compare il segnale di inchiostro in via di esaurimento ricaricare SUBITO e NON aspettaregiornate o nottate con la spugna quasi secca per fare l'operazione!8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Costo scandaloso.
        Dal 1992 ad oggi ho acquistato e quindi usato vari tipi di stampante sia laser che inkjet. Per quanto riguarda le inkjet ho avuto una brutta esperienza con una Epson Stylus Photo, soddisfacente per quanto riguarda la stampa di fotografie, ma che mi ha ben presto lasciato perchè già al secondo ricambio (originale!) le testine si sono intasate/bloccate e non c'è stato verso di rimetterlai in sesto: da dimenticare!!! La Hp che uso attualmente mi sembra immune da questo problema (per il momento....) ma sono d'accordo sul fatto che le cartucce di ricambio costano troppo, se poi è vera la notizia della scadenza la Hp meriterebbe il "patibolo". Se consideriamo i problemi esposti in questa discussione ritengo più interessanti le laserjet, ho anche una di quelle ed un'altra ne ho avuta in passato, basta sostituire il toner, niente testine che si intasano e che hanno bisogno del bagnetto caldo. Fino a poco tempo fa il punto negativo delle laserjet (economiche...)era la mancanza del colore, ma a quanto pare negli ultimi tempi le laser a colori si sino ribassate moltissimo di prezzo e quindi le ritengo le stampanti ideali del prossimo (non lontano) futuro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Costo scandaloso.
          Ma davvero le stampanti laser a colori hanno costi di gestione più economici delle ink-jet?Dovro rifarmi i conti.... ma mi sa che non hai tenuto conto delle ricariche dei toner a colori che, oltretutto, non puoi neanche effettuare in modalità "fai da te".Comunque, l'unica soluzione più che lamentarsi dei costi delle ricariche, consiste nell'uso generalizzato dei sistemi alternativi.Prima o poi, le case produttrici termineranno questa loro operazione truffaldina di regalare le stampanti per farti pagare le cartucce degli inchiostri ... o no? Mi sa che rimane valido un vecchio detto "sin che ghe aqua ghe pess" [traduzione] sinchè c'è acqua ci sono pesci (boccaloni per la precisione)[/traduzione]
          • Anonimo scrive:
            Re: Costo scandaloso.
            - Scritto da: Anonimo
            Ma davvero le stampanti laser a colori hanno
            costi di gestione più economici delle
            ink-jet?Vero, costo dei consumabili alla mano nel giro di un anno ti sei ripagato la differenza di costo, e per i successivi guadagni
      • Guybrush scrive:
        Re: Costo scandaloso.
        [...]
        Epson: Cartuccia separata dalla testina di
        stampa, che però è[...]
        Sostituirle la testina in laboratorio costa
        comunque quasi come una stampante nuova.Confermo da ex possessore di epson stylus photo 700: all'epoca era una ottima stampante, finche' una cartuccia di inchiostro ORIGINALE non mi ha ostruito il giallo. Stampate pagata 350mila e abbandonata perche' la riparazione mi sarebbe costata quasi 300.
        HP; Cartucce con testina di stampa metallica[...]
        sfortunato anche più)Ri-confermo, anche se in alcuni modelli s'e' adottatata la strategia canon. Ignoro se i serbatoi siano dotati di chippetto. Mi pare di no, ma devo controllare.
        Canon: cartucce separate dalal testina e[...]
        volte senza calo di qualità.La mia proSSima stampante sara' canon.
        Segreto per il successo della ricarica[...]
        quasi secca per fare l'operazione!8)Yeah.
        G.T.
        • Anonimo scrive:
          Re: Costo scandaloso.
          guardate che nelle canon la testina è considerata un consumabile...ogni tot di cicli di stampa si deteriora e va cambiata. Costa quasi quanto la stampante. E non si riesce facilmente a farla rivivere con acqua calda e sapone...l'unica vera alternativa per abbattere i costi di stampa, di 8-12 volte, sono le laser a colori, soprattutto con i prezzi che si trovano ultimamente in giro, sui 500-600 euro per i modelli entry level...Pha
  • marcodilenardo scrive:
    E brava..
    .. la signora
Chiudi i commenti