Download/ Cinquina col ClonatoreDvd

Perché copiare quando si può clonare? Ecco il più atteso programma di masterizzazione insieme a quattro amici suoi, da scaricare





La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Difendere...
    il diritto di SCROCCO mascherato dietro la solita "liberta' di parola" (e di rubare).
  • Anonimo scrive:
    Ekleptical nasconditi!
    r favore lascia in pace i lettori di PIma quando lavori nel tuo negozio di dischi non hai altro da fare che romperelepalle qui su PI????Basta
  • chakra66 scrive:
    Un'altra prospettiva
    Forse sarebbe bene cominciare a guardare la cosa sotto un'altra prospettiva. Andiamo a vedere esempi concreti di campagne di sensibilizzazione che hanno funzionato. Sto pensando alle varie campagne di boicottaggio che hanno riguardato multinazionali del calibro di nestlè, Reebok, Nike, Shell. Alcune durano ancora ma altre (Nike, Nestlè), si sono concluse felicemente (controllate il sito di Altromercato o simili ad esempio)Abbiamo un potere tremendo, diamo un voto politico molto più spesso di quanto pensiamo, ogni volta che entriamo in un negozio abbiamo la possibilità di influenzare le scelte di chi sta sopra di noi. Non pensate ci vogliano decine di milioni di persone ma bastano qualche milione in TUTTO IL MONDO che esercitano questto potere per far scattare le sirene d'allarme dei potenti.E' già stato fatto, può essere ripetuto. Non ci vogliono estremismi, ci vuole pazienza.secondo me la cosa potrà prendere piede solo se i cittadini Europei si convincono che anche la musica cosiddetta "leggera" è cultura e come tale deve essere data la possibilità a tutti di poterne usufruire a prezzi commisurati alle proprie reali possibilità.Un'ultima cosa, è chiaro che di una multinazionale vanno boicottati tutti i prodotti in blocco, che ci vuole un'organizzazione che informi, sostenga e guidi nell'azione e che un po' di persone si convincano che possono votare ogni volta che scelgono di spendere i propri soldi.Byechakra66
    • Anonimo scrive:
      l'alternativa gia' c'e'

      la musica cosiddetta "leggera" è
      cultura e come tale deve essere data la
      possibilità a tutti di poterne usufruire a
      prezzi commisurati alle proprie reali
      possibilità.la possibilita' e' gia' data, si chiama iTunes di Apple.1 euro per ogni MP3 che vuoi scaricare, possibilita' di ascoltare un anteprima di qualsiasi canzone prima di comprarla. facile, veloce, e perfettamente legale!
      • Anonimo scrive:
        Re: l'alternativa gia' c'e'
        Un euro ogni Mp3 è un prezzo dettato dal mercato....Il fatto che "esista la possibilità di saricare musica legalmente pagando il singolo brano" è sicuramente una possibilità in più, ma non è un'obiezione valida alla considerazione (ben più generale) dell'iniziatore del thread (anzi mi sembra un invito a remare maggiormente contro un mercato strutturalmente obsoleto...che tratta i suoi clienti come criminali)Gli utenti possono influenzare il mercato, se sono utenti consapevoli, sono tanti e agiscono in accordo, possono ottenere molto di più che la nascita di music store online.(i quali sono nati perchè qualuno ha fiutato che AGLI UTENTI sarebbe potuto interessare, sono stati gli utenti della rete, con la loro propensione a scaricare mp3 che hanno accellerato la nascita di "negozi virtuali" come il citato iTunes).iTunes è stato qualcosa che un imprenditore ha creato perchè ha visto dove andava il mercato...Il concetto espresso invece ha una valenza molto più ampia (scusate le ripetizioni...è tardi): le multinazionali sono potenti, ma gli utenti sono potenzialmente molto più potenti, se un numero sufficiente di essi decide che non vale la pena di comprare un prodotto... il produttore: -fallisce-viene a patti-riesce ad abbindolarli con campagne pubblicitarie ad hoc-chiede che venga fatta una legge che imponga il suo punto di vistaMaggiore è il numero degli utenti che protestano (non acquistando per esempio) e maggiore la loro consapevolezza, più le ultime due opzioni diventano difficili da attuare.
        • Imperatore scrive:
          domanda e offerta
          Si, il concetto che hai espresso ("multinazionali forti" "utenti che hanno potere ecc.") e' la splendida legge della domanda ed offerta. Il mercato e' il contesto in cui agiscono queste forze. C'e' un po' di confusione nei termini che usi (gli utenti-ovvero la domanda - non "influenzano" il mercato, ma ne fanno parte; e non e' "il mercato" ad essere "strutturalmente obsoleto" ma in caso l'offerta) ma quello che segnali sembra essere un'inadeguatezza dell'offerta (i produttori di musica) rispetto alla domanda (gli utenti). E' per questo che sono in azione le leggi della domanda ed offerta che stabiliranno l'offerta adeguata e soprattutto il prezzo della musica online ed offline.
        • Anonimo scrive:
          Re: l'alternativa gia' c'e'
          - Scritto da: Anonimo
          Un euro ogni Mp3 è un prezzo dettato dal
          mercato....
          Il fatto che "esista la possibilità di
          saricare musica legalmente pagando il
          singolo brano" è sicuramente una possibilità
          in più,Legalmente !?Ma dove !?Ragazzi, qua continuate a citare itunes... ma ditemi un po', questi dove te lo aggiungono il bollino siae !?Se copio la musica dentro un player portatile mp3 come faccio a dimostrare che e' musica acquistata in modo legale ?!Se ti viene la polizia postale in casa digli che i tuoi mp3 sono legali e vedi quante risate si faranno. Intanto ti sequestrano pure il cane e tra una ventina d'anni si vedra'.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'alternativa gia' c'e'
        - Scritto da: Anonimo
        la possibilita' e' gia' data, si chiama
        iTunes di Apple.

        1 euro per ogni MP3 che vuoi scaricare,
        possibilita' di ascoltare un anteprima di
        qualsiasi canzone prima di comprarla.
        facile, veloce, e perfettamente legale!Ah bello.. e se mi voglio fare un CD, con 20 canzoni dovrei spendere 20 dollari, per avere poi un CD di mp3, che come tutti sanno non possono raggiungere la qualità di un CD normale, ed inoltre non avrei la copertina. Bel risparmio! Bella alternativa! Per la finanza poi, un CD masterizzato è sempre un CD masterizzato, quindi te lo sequestrano e poi dimostrerai in seguito il tuo diritto a possederlo...
        • Anonimo scrive:
          Re: l'alternativa gia' c'e'
          - Scritto da: Anonimo
          Per la finanza poi, un CD masterizzato è
          sempre un CD masterizzato, quindi te lo
          sequestrano e poi dimostrerai in seguito il
          tuo diritto a possederlo...Infatti, musica legale un par di p...Al di la' della convenienza (che non c'e') voglio proprio sapere da eclettico e l'altro azionista siae come far considerare "legali" alle forze dell'ordine questi mp3.Perche' la faccenda e' tutta qua: legale contro illegale.Ma se devo pagare per restare nell'illegalita'... beh, ROTFL.Lo facessero loro due visto che sono tanto furbi.
          • Imperatore scrive:
            legale

            Infatti, musica legale un par di p...Musica legale al 100%, ci mancherebbe altro. purtroppo l'esperienza recente ha equiparato nella coscienza collettiva mp3=illegale, o cd masterizzato=illegale. Ovviamente quando le musiche le acquisti non e' cosi'!I dettagli dal sito di Apple:It?s easy, it?s fair and it?s legalThe iTunes Music Store is fast and convenient for you, and fair to the artists and record companies. In a nutshell, you can play your music on up to three computers, enjoy unlimited synching with your iPods, burn unlimited CDs of individual songs, and burn unchanged playlists up to 10 times each.
          • Anonimo scrive:
            Re: legale
            - Scritto da: Imperatore

            Infatti, musica legale un par di p...
            Musica legale al 100%, ci mancherebbe altro.[snip]D'accordo, e' legale.Ma come ho gia' detto in un altro thread, non e' chi acquista che bisogna convincere ma le forze dell'ordine locali.Insomma, all'atto pratico vai a dimostrare che quello che tieni e' legale anche se non hai il cd originale... secondo me ti sequestrano tutto ed hai voglia ad aspettare.
          • Imperatore scrive:
            hai la ricevuta
            hai la ricevuta di pagamento e l'estratto della carta di credito che dimostra che hai acquistato legalmente quella musica.
        • Anonimo scrive:
          Re: l'alternativa gia' c'e'
          - Scritto da: Anonimo
          Ah bello.. e se mi voglio fare un CD, con 20
          canzoni dovrei spendere 20 dollari, per
          avere poi un CD di mp3, che come tutti sanno
          non possono raggiungere la qualità di un CD
          normale, ed inoltre non avrei la copertina.
          Bel risparmio! Bella alternativa! Senza considerare il costo della connessione e del supporto vuoto (di questi tempi e con l'aumento, poi...).
      • Anonimo scrive:
        Re: l'alternativa gia' c'e'
        ma come si fa a sentire un brano compresso in mp3? la qualità sonora è distrutta dalla pessima compressione, per non parlare dello sfasamento tra canale sx e dx. o si usano formati decenti o neanche 1 euro vale qualunque brano mp3. meglio il vecchio vinile...
  • Imperatore scrive:
    l'articolista omette...
    l'articolista omette.......la parte centrale del testo del EFF:"Il problema e' che non c'e' al momento un sistema adequato che consenta agli amanti della musica l'accesso alla loro musica preferita compensando allo stesso momento gli artisti e i detentori del diritto d'autore"al che e' facile rispondere che gia' C'E' questo SISTEMA ADEGUATO e si chiama iTunes di Apple: 99 cents ad MP3, 10 euro ad album, possibilita' di ascoltare i preview, sistema facile, veloce, e perfettamente legale!-------------------("The problem is that there is no adequate system in place that allows music lovers access to their favorite music while compensating artists and copyright holders")
    • Ekleptical scrive:
      Re: l'articolista omette...

      al che e' facile rispondere che gia' C'E'
      questo SISTEMA ADEGUATO e si chiama iTunes
      di Apple: 99 cents ad MP3, 10 euro ad album,
      possibilita' di ascoltare i preview, sistema
      facile, veloce, e perfettamente legale!E se l'articolista e la EFF (in malafede) si informassero di più, saprebbero che la Apple è l'ultima arrivata sulla piazza e che di servizi analoghi ce ne sono già altri.Quindi la base di partenza del ragionamento è semplicemente falsa!
      • Anonimo scrive:
        Re: l'articolista omette...
        bravi ora fatevi le seghe a vicenda
        • Imperatore scrive:
          come al solito...
          ...non avete argomenti per controbattere
          • Anonimo scrive:
            Re: come al solito...
            Scusa l'ignoranza, mi spieghi in cosa iTunes è differente dalla vendita "classica" di musica?E' comodo, è facile, forse non a buon mercato quanto si vorrebbe ma comunque un bel passo avanti... ma tutto questo cosa c'entra con il passo omesso?In termini di remunerazione dell'autore intendo. Le Major discografiche c'entrano ugualmente mi sembra, ed i costi a brano non sono molto differenti da quelli di un CD.Grazie per eventuali chiarimenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: come al solito...
            ..intendevo dire i costi AL brano..sorry
          • Imperatore scrive:
            scaricare MP3 legalmente
            - Scritto da: Anonimo
            Scusa l'ignoranza, mi spieghi in cosa iTunes
            è differente dalla vendita "classica" di
            musica?semplice: e' vendita di musica online in formato MP3.
            E' comodo, è facile, forse non a buon
            mercato quanto si vorrebbe ma comunque un
            bel passo avanti... ma tutto questo cosa
            c'entra con il passo omesso?c'entra in quanto il passo omesso parlava di un'assenza di un sistema adeguato che consenta di accedere alla musica e allo stesso tempo compensare gli artisti e i detentori di copyright. Questo era vero prima, non adesso! Prima c'erano solo due alternative: ti compri il CD nel negozio (legale ma obsoleto) oppure ti scarichi l'MP3 online (moderno ma illegale). Quello che mancava era un mercato di MP3 online che fosse legale. Questo e' stato fatto con iTunes (e simili, ma iTunes e' il primo vero sistema ben fatto) .
            In termini di remunerazione dell'autore
            intendo. Le Major discografiche c'entrano
            ugualmente mi sembra, ed i costi a brano non
            sono molto differenti da quelli di un CD.Le major discografiche c'entreranno fin quando gli artisti riterranno che hanno ancora bisogno di una casa discografica per produrre e distribuire le loro canzoni. Non sta a te ne' a me decidere se e quando le Major devono essere messe fuori gioco o no. Se l'artista ritiene che c'e' una convenienza nell'utilizzare una major rispetto ad andare da solo, e' libero di continuare ad usufruire della casa discografica. Ed anche quando ritiene sia conveniente andare da solo, dubito che l'artista sara' disposto a vendere un suo brano a meno di 1 euro.
          • Anonimo scrive:
            Re: scaricare MP3 legalmente
            Quindi in realtà non cambia nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: scaricare MP3 legalmente
            se per te "cambiare" significa avere la musica GRATIS allora no, non cambia nulla...
          • Anonimo scrive:
            Re: come al solito... sbagli
            iTunes è un'idiozia (come tutti quelli che vendono _files musicali_ online). E` stupido spendere anche 1 solo cent per acquistare files, anche fossero lossless (vedi http://www.livephish.com/). Per 10 euro si deve ESIGERE l'album originale con tanto di copertine, booklet, ecc !!! (non prendeteci per folli, conosciamo bene i costi di produzione dei CD).L'ideale sarebbe comprarlo direttamente dall'artista, previo un ascolto _per intero_ dell'opera (anche a "bassa qualità", come già specificato nel thread
            Siete tutti obsoleti
            Forward AgencyCrediamo (sempre) nel progresso.contatti: fwdprojects@email.it
          • egemonikon scrive:
            Re: come al solito... sbagli
            Sono d'accordo. E non dimentichiamo la critica di base, importantissima: i costi per i cosidetti diritti d'autore sono imposti anche agli artisti che non vogliono tutele poichè hanno piena fiducia nella fedeltà dei fruitori. Insomma, quando ci parlano di diritti d'autore ricordiamo sempre che spesso dietro ad essi non ci sono gli interessi di chi crea bensì di chi sfrutta e mercifica l'atto creativo.una critica un po' troppo radicale, lo capisco, ma non credo per questo sia giusto metterla da parte.un caro salutoegemonikon
          • Anonimo scrive:
            Re: come al solito... sbagli
            barvo, come si fa a spendere anche solo un cent per quella merda di compressione dell'mp3?
          • Imperatore scrive:
            L'ideale sarebbe...
            - Scritto da: Anonimo
            iTunes è un'idiozia (come tutti quelli che
            vendono _files musicali_ online). E` stupido
            spendere anche 1 solo cent per acquistare
            files, anche fossero lossless (vedi
            http://www.livephish.com/).
            Per 10 euro si
            deve ESIGERE l'album originale con tanto di
            copertine, booklet, ecc !!! (non prendeteci
            per folli, conosciamo bene i costi di
            produzione dei CD).
            L'ideale sarebbe comprarlo direttamente
            dall'artista, previo un ascolto _per intero_
            dell'opera (anche a "bassa qualità", come
            già specificato nel thread
            Siete tutti
            obsoleti
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ideale sarebbe...
            - Scritto da: Imperatore
            Purtroppo sono tutti obsoleti e non vogliono
            adeguarsi a questa mia esigenza! Pagare? Che
            idiozia!!! Ma chi l'ha inventato questo
            concetto? Tutti dovrebbero lavorare per me,
            GRATIS !!!Sei il fratello p*rla di eclettico ?!
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ideale sarebbe...
            Era ironico, IDIOTA- Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Imperatore

            Purtroppo sono tutti obsoleti e non
            vogliono

            adeguarsi a questa mia esigenza! Pagare?
            Che

            idiozia!!! Ma chi l'ha inventato questo

            concetto? Tutti dovrebbero lavorare per
            me,

            GRATIS !!!

            Sei il fratello p*rla di eclettico ?!
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ideale sarebbe... :|
            - Scritto da: Imperatore
            L'ideale per me sarebbe avere tutta la
            musica GRATIS recapitata a casa in CD
            originali con autografo e dedica
            dell'artista in cui mi ringrazia per
            ascoltare la sua musica.
            Errato. Se un'opera artistica ti piace DEVI pagare l'autore. Questo comporta uno stimolo per lui a lavorare meglio e con motivazione maggiore. Non pagare l'arte, peraltro, sarebbe psicologicamente negativo perché la considereresti di poco valore.[Ho diversi album completi in MP3 -ad alta qualità- ma comunque appena ne ho la possibilità li acquisto originali, perché credo sia un dovere morale supportare gli artisti che mi piacciono]
            Gli MP3 dovrebbero essere automaticamente inseriti nel
            mio Hard drive, senza che io li debba cercare e
            sprecare tempo a scaricarli, perche' un file
            MP3 non vale nemmeno un secondo del mio
            tempo.
            Esatto, quindi tanto vale sprecare meno tempo, magari scaricando files di dimensioni minori (e quindi di qualità inferiore) senza scervellarsi per cercarli: basterebbe semplicemente inserirli nei siti ufficiali degli artisti.
            Purtroppo sono tutti obsoleti e non vogliono
            adeguarsi a questa mia esigenza!
            Al contrario, gli artisti emergenti stanno cercando nuovi metodi per promuovere la loro musica e questo ne è uno !
            Pagare? Che idiozia!!! Ma chi l'ha inventato questo
            concetto? Tutti dovrebbero lavorare per me,
            GRATIS !!!
            Se la tua è ironia è assolutamente fuori luogo, se invece la pensi davvero così allora la musica non conta molto per te.Nota: sei pregato di controbattere con argomenti tangibili e non con illazioni gratuite, grazie.

            Forward Agency
          • Imperatore scrive:
            mi spiego meglio...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Imperatore

            L'ideale per me sarebbe avere tutta la

            musica GRATIS recapitata a casa in CD

            originali con autografo e dedica

            dell'artista in cui mi ringrazia per

            ascoltare la sua musica.


            Errato.
            Se un'opera artistica ti piace DEVI pagare
            l'autore. ma scusa, pagare l'arte e' mortificante sia per me sia soprattutto per l'artista. sarebbe come pagare l'amore!!! mettici anche il discorso della libera fruizione della cultura e il accesso libero a livello globale...
            Questo comporta uno stimolo per
            lui a lavorare meglio e con motivazione
            maggiore. Non pagare l'arte, peraltro,
            sarebbe psicologicamente negativo perché la
            considereresti di poco valore.affatto. se un artista e' stimolato dai soldi allora non e' un artista, ma un commerciante!!!a livello psicologico poi, pagare l'arte e' come pagare l'amore, quindi una devianza sociale, una forma di prostituzione. proprio perche' la considero di alto valore non la pago! Gli artisti e i produttori dovrebbero essere orgogliosi di lavorare e produrre le proprie opere musicali GRATIS per me e per tutta la comunita' transnazionale e multimediale in favore della sensibilizzazione e dell'accrescimento emo-culturale nonche' della promozione di valori alternativi ai vecchi concetti obsoleti come quello di "pagare" (una parola bruttissima che odio) inclulcatoci da multinazionali senza scrupoli...pagare l'arte (e farsi pagare per l'arte) e' un concetto veramente orribile e obsoleto!
    • Anonimo scrive:
      Re: l'articolista omette...
      Mi domando solo una cosa...Perchè invece di scagliarsi contro il mondo P2P, le major non si chiedono, ed indagano di conseguenza, su come la musica "sfugga" (veramente?) ai loro canali comerciali (anche a livello informatico) e si prersenta gratuitamente per i networks che distribuiscono software file - sharing? Secondo me il vero reato contro il copyright è da ricercare appunto in questa "fuoriuscita" della musica...Della serie: spero di non aver detto una grandissima cavolata...
  • Anonimo scrive:
    copiright?
    Qui continuate a discutere di battaglie per la libertà, di diritti dei cittadini, dei voti di bush.. mah? Il copiright esiste, e chi di voi sostiene che copiare una canzone o un film senza pagare alcun prezzo sia legale?Sarebbe come se qualche furbetto non pagasse le tasse chi sosterrebbe che è giusto ancor più che legale?Il p2p di per se è solo una tecnologia, come una pistola è un mezzo per fare qualcosa. Di per se non è ne buona ne cattiva, questo dipende dall'uso.Chi ha dei diritti li imponga così come fa la riaa, loro vogliono bloccare lo scambio di materiale protetto da copyright e siavoi bloccate i loro introiti non acquistando più nulla coperto da copyright. é un pò come con windows tutti la menano a Bill che monopolizza il mercato, ma caz..o se lo fa è perchè tutti comprano o copiano i suoi s.o.In sostanza se vuoi le comodità le devi pagare, Credo esistano un sacco di buoni gruppi musicali sconosciuti che potrebbero diventare famosissimi facendo viaggiare la loro musica a "gratis" sulla rete, una volta fatta la gavetta e diventati famosi potrebbero iniziare a farsi pagare dalle major o direttamente dai fruitori. Intanto con un sistema così saremmo noi consumatori a decidere chi deve fare successo e chi deve cambiare lavoro, e questo non sarebbe più deciso da una tavolata di businessman che hanno deciso che quest'estate si godono i ritmi latini....
    • avvelenato scrive:
      Re: copyright.
      - Scritto da: Anonimo
      Qui continuate a discutere di battaglie per
      la libertà, di diritti dei cittadini, dei
      voti di bush.. mah?
      Il copiright esiste, e chi di voi sostiene
      che copiare una canzone o un film senza
      pagare alcun prezzo sia legale?
      Sarebbe come se qualche furbetto non pagasse
      le tasse chi sosterrebbe che è giusto ancor
      più che legale?
      Il p2p di per se è solo una tecnologia, come
      una pistola è un mezzo per fare qualcosa. Di
      per se non è ne buona ne cattiva, questo
      dipende dall'uso.
      Chi ha dei diritti li imponga così come fa
      la riaa, loro vogliono bloccare lo scambio
      di materiale protetto da copyright e sia
      voi bloccate i loro introiti non acquistando
      più nulla coperto da copyright. é un pò come
      con windows tutti la menano a Bill che
      monopolizza il mercato, ma caz..o se lo fa è
      perchè tutti comprano o copiano i suoi s.o.
      In sostanza se vuoi le comodità le devi
      pagare,
      Credo esistano un sacco di buoni gruppi
      musicali sconosciuti che potrebbero
      diventare famosissimi facendo viaggiare la
      loro musica a "gratis" sulla rete, una volta
      fatta la gavetta e diventati famosi
      potrebbero iniziare a farsi pagare dalle
      major o direttamente dai fruitori. Intanto
      con un sistema così saremmo noi consumatori
      a decidere chi deve fare successo e chi deve
      cambiare lavoro, e questo non sarebbe più
      deciso da una tavolata di businessman che
      hanno deciso che quest'estate si godono i
      ritmi latini.... Poter controllare il flusso delle informazioni è necessario per salvaguardare il copyright; ne consegue che se consentiamo che le nostre informazioni vengano filtrate, e alcune lasciate passare e altre no, in modo che ai detentori del (c) venga riconosciuto il loro volere, è possibile anche filtrare altri tipi di informazioni.ma questo è un discorso troppo avanti per i nostri tempi, basta dare un occhiata a qualche giornale per rendersene conto.quello invece che mi preme, è che esiste un mezzo incredibile per poter distribuire musica di generi differentissimi fra di loro. Esistono svariatissimi modi per retribuire gli artisti; ma finché le vecchie strutture non verranno abbattute, sarà difficile vengano esplorate nuove possibilità.le "vecchie strutture", dalla loro, non vogliono saperne minimamente di "rinnovarsi" o di "arrendersi" al tempo che scorre. Perché se io cerco il cd degli it's immaterial devo andare a Londra a pescarlo? Loro, le majors, se la stanno tanto prendendo, perché la gente raffina i propri gusti... se la prendono perché mentre la vendita dei cd cresce, sempre più accade che la gente preferisca riscoprire cd vecchi (magari non presenti in magazzino), piuttosto che correre dietro alle ultime novità..se la prendono persino con le web-radio, di fatto uccidendole, queste che non facevano altro che pubblicizzare gratuitamente gruppi che in altro modo non avrebbero potuto essere ascoltati, con una qualità e una praticità tali da non essere cagione di nessuna preoccupazione, per quanto concerne la concorrenza col cd... chi rinuncierebbe a comprare un cd interessante, avendo a disposizione in cambio la web-radio?le majors se la prendono col cliente del p2p, perché grazie a questo conosce bands che con le majors non hanno nulla a che fare.il p2p per quanto mi riguarda è la nemesi del consumatore.la RIAA (e la SIAE) ha ucciso le web-radio, ha ucciso Napster, ha ucciso AudioGalaxy.vuole uccidere una possibilità incredibile di comunicazione, fatta di scambio di musica e di un rapporto più vicino coll'artista (io ne ho beccati parecchi, su p2p.)noi possiamo uccidere la riaa. avvelenato che alla facciazza del sistema discografico, finisce di masterizzarsi gli ultimi cd-mp3 da portarsi in ferie ^_^
      • Anonimo scrive:
        Re: copyright? :D :D!
        http://www.ecn.org/contropotere/nocopyright.htmLeggetevi Benjamin Tucker!Io mi sono letto "Copia Pure" e ricordatevi che per una reale competizione ci vuole il diritto di copiare! Cyberdirittodicopiare!
    • Anonimo scrive:
      Re: copiright?
      Infatti senza P2P i gemboy non sarebbero arrivati alla popolarita' che hanno adesso !Chi non li conosce ?
  • Anonimo scrive:
    Siete tutti obsoleti
    Sì, la EFF ha ragione il P2P è bene.Sì, le Mayor hanno ragione il P2P uccide il mercato della musica.Soluzione ?Perché non consentire un P2P "limitato" (non come quello proposto da MicroSoft nel numero delle persone) in qualità ?Basterebbe dire: OK, scambiatevi la musica ma solo in mono e a questi bitrates.Posso garantire che per valutare un brano è più che sufficiente 32 Hz/40 Kb (in Vorbis, ovviamente).Scaricate qualche brano da www.scura.tk se non ci credete.Di più: perché non distribuire la musica dai siti ufficiali degli artisti ?

    Forward AgencyCrediamo (sempre) nel progresso.contatti: fwdprojects@email.it
    • Ribelle scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      Perchè non proporre invece i CD a ? 5.00 invece di 20 ???Vedrai come cala il P2P sugli mp3 ......
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete tutti obsoleti

      Perché non consentire un P2P "limitato" (non
      come quello proposto da MicroSoft nel numero
      delle persone) in qualità ?
      Basterebbe dire: OK, scambiatevi la musica
      ma solo in mono e a questi bitrates.
      Posso garantire che per valutare un brano è
      più che sufficiente 32 Hz/40 Kb (in Vorbis,
      ovviamente).aizzatore dello scarsismo!!!!aiuto!!!!mi raccomando , no WMA, no OGG (per ora)si MPC, si Mp3 LAME!!!seguite queste guide per fare gli mp3 migliori (alzare la qualità nello sharing è un dovere!!) :http://www.esseerre.it/winmx3/filempc.htm--melomane
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete tutti obsoleti


      Di più: perché non distribuire la musica dai
      siti ufficiali degli artisti ?
      Alcuni lo fanno... giusto oggi ho visto che sul sito di carole king (che in america ha un certo seguito) fa scaricare gratis il suo ultimo singolo...
  • Ekleptical scrive:
    Domanda per l'articolista...
    Giusto per curioisità, potrei sapere quali sono queste fantomatiche "molte cause" vinte dalla EFF nei tribunali americani?
  • Cavallo GolOso scrive:
    tiro ... "mancino" ;-)
    Voglio vedere se il popolo americano del filesharing alla giusta incitazione "Nei soli Stati Uniti - continua la EFF - ci sono 60 milioni di persone che usano il file sharing, più gente di quanta abbia votato l'attuale presidente in carica. Se ci uniamo tutti e difendiamo i nostri diritti, potremo cambiare la legge" ci starà ... ha un sapore particolare ... di una ideologia di cui hanno tanto paura ... ... magari questa volta che gli torna utile non la riconoscono ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: tiro ... "mancino" ;-)
      Se si uniscono Bush dirà loro che sono Comunisti...quindi saranno cacciati come le volpi in inghilterra...già ce li vedo sui barconi a cercare la salvezza a cuba :)
    • Anonimo scrive:
      Re: tiro ... "mancino" ;-)
      - Scritto da: Cavallo GolOso
      Voglio vedere se il popolo americano del
      filesharing alla giusta incitazione "Nei
      soli Stati Uniti - continua la EFF - ci sono
      60 milioni di persone che usano il file
      sharing, più gente di quanta abbia votato
      l'attuale presidente in carica. Se ci uniamo
      tutti e difendiamo i nostri diritti, potremo
      cambiare la legge" ci starà ... ha un
      sapore particolare... di una
      ideologia di cui hanno tanto paura ... E' vero. E' tutta colpa di Bush. E di Berlusconi.Piove, gverno ladro.Viva la pace, viva il Che, nessuna guerra è giusta.
  • Ekleptical scrive:
    Ma quale paladina?
    La EFF, per quanti si forzi e spari ai quattro venti, è di un'insignificanza assoluta!Non conta niente e non influisce su niente!E' l'associazione più inutile che sia mai stata creata!Puro nulal verbale e nient'altro.Per esprimerlo con finezza, non la cagherà nessuno, come è sempre successo.
    • baudolino scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      Sshh ...Zitti !!!
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      - Scritto da: Ekleptical
      La EFF, per quanti si forzi e spari ai
      quattro venti, è di un'insignificanza
      assoluta!(cut)
      Per esprimerlo con finezza, non la cagherà
      nessuno, come è sempre successo. e se 60 milioni di persone la cagassero?in fondo anche una sola "insignificante" persona può divenire un leader ... se si tratta di una organizzazione, con l'attitudine appunto ad "organizzare", tanto meglio :-)sono solo dei "se", ma starò volentieri a vedere se almeno negli USA se la popolazione davvero vuole qualcosa, la ottiene.Sarà davvero interessante.
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ma quale paladina?

        e se 60 milioni di persone la cagassero?
        in fondo anche una sola
        "insignificante" persona può divenire un
        leaderNessuna persona insignificante può divenire un leader.E' una boutade per sempliciotti credere il contrario.Peraltro faccio notare che di quei 60 milioni (stima a occhio):15-20 saranno minorenni, che quindi a livello di voto contano zero.i restanti 40 sono sicurametne pressochè tutti sotto i 30 anni, quindi gente abituata in USA a non votare mai. E quindi a livello politico Bush e Clinton possono sbattersene allegramente (scusate il lnguaggio, sono in fase elegante stasera)Concludo con la considerazione che il 100% degli utenti usano il sistema solo perchè si credono anonimi e intoccabili. Appena capiranno di non esserlo mollerano il gioco, senza tante lamentele.Quelli "ideologicamente" interessati al p2p e a continuare la lotta non sono sufficienti nemmeno per eleggere il sindaco di Cinisello Balsamo, altro che presidenziali USA o Congresso.Giusto per riportare i voli pindarici alla realtà.La morale finale è ...già scritta nel post iniziale!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma quale paladina?
          Non voglio darti torto.. perchè effettivamente è abbastanza utopistico credere che il "peso" [d'obbligo le virgolette] della EFF sia tale da arrivare ad aprire le acque, ma anche gli eccessi di pessimismo sono fuorvianti.La verità come sempre sta nel mezzo: se la EFF non facesse un cazzo [tanto per stare eleganti] non significa che le cose rimarrebbero immutate. Intanto è un passaparola, è un far circolare la voce, è un'informazione -diversa e controcorrente- che gira. Magari tra pochi, ma intanto gira..In fondo anche Stallmann all'inizio era un signor nessuno, eppure oggi ha il suo seguito.Chi vivrà, vedrà..
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma quale paladina?
            - Scritto da: Anonimo(cut)
            La verità come sempre sta nel mezzo: se lameno male, un po' di saggezza :)
            EFF non facesse un cazzo [tanto per stare
            eleganti] non significa che le cose
            rimarrebbero immutate. Intanto è un
            passaparola, è un far circolare la voce, è
            un'informazione -diversa e controcorrente-
            che gira. Magari tra pochi, ma intanto
            gira..a dire la verità, sulla pagina citata da PI, non c'è solo passaparola ... c'è supporto legale ed economico a chi ne ha bisogno, se ha problemi con gli argomenti che EFF sostiene.Ovviamente chiedono fondi.Ma la RIAA lavora gratis?
            In fondo anche Stallmann all'inizio era un
            signor nessuno, eppure oggi ha il suo
            seguito.
            Chi vivrà, vedrà..Sospendiamo il giudizio fino a nuovi elementi, voglio proprio vedere
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma quale paladina?
          - Scritto da: Ekleptical
          Nessuna persona insignificante può divenire
          un leader.Le persone cambiano, pure tu un giorno potresti essere preso sul serio...8)
          i restanti 40 sono sicurametne pressochè
          tutti sotto i 30 anni, quindi gente abituata
          in USA a non votare mai. Il punto e' che sono loro che saranno presi a calci in culo. E questo e' un forte stimolo a cambiare comportamenti...
          (scusate il lnguaggio, sono in
          fase elegante stasera)Si? Non avevo notato... ;)
          Concludo con la considerazione che il 100%
          degli utenti usano il sistema solo perchè si
          credono anonimi e intoccabili. Appena
          capiranno di non esserlo mollerano il gioco,
          senza tante lamentele.Da "scarico quello che voglio" a "se voglio qualcosa lo pago salato, se lo trovo" senza lamentele? Ci credero' solo quando lo vedro'...
          La morale finale è ...già scritta nel post
          iniziale!Non so. Non la vedo cosi' pacifica...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma quale paladina?
          - Scritto da: Ekleptical

          e se 60 milioni di persone la cagassero?

          in fondo anche una sola

          "insignificante" persona può divenire un

          leader

          Nessuna persona insignificante può divenire
          un leader.
          E' una boutade per sempliciotti credere il
          contrario. Come no! Vallo a dire a Sior Gates, che e' diventato, a torto o a ragione, Leader del software sullla terra emersa (e anche dello spazio, visto che girava win2000 sulla stazione orbitante) in poco piu' di 10 anni. Su, caro Ekleptical, non ti far prender la mano, che poi mi diventi proprio uguale a quelli che flammano nei tuo post. Hola!
        • Ribelle scrive:
          Re: Ma quale paladina?
          - Scritto da: Ekleptical

          e se 60 milioni di persone la cagassero?

          in fondo anche una sola

          "insignificante" persona può divenire un

          leader

          Nessuna persona insignificante può divenire
          un leader.
          E' una boutade per sempliciotti credere il
          contrario.Mi sembra che è un sempliciotto solo chi semplifica eccessivamente... Ma d'altronde è una tua vecchia e risaputa abitudine.

          Peraltro faccio notare che di quei 60
          milioni (stima a occhio):
          15-20 saranno minorenni, che quindi a
          livello di voto contano zero.
          i restanti 40 sono sicurametne pressochè
          tutti sotto i 30 anni, quindi gente abituata
          in USA a non votare mai.Cacchio , ma come sei informato !!!! Immagino le tue autorevoli fonti ... ma mi dispiace di contraddirti: secondo le più recenti indagini, i maggiori scaricatori di MP3 e film è la fascia che oscilla fra i 25 e i 40 anni, tutti con diritto di voto.E poichè in america serve un discreto reddito per potersi permettere ADSL, computer e similia, è proprio la fascia che vota di più......
          E quindi a livello
          politico Bush e Clinton possono sbattersene
          allegramente (scusate il lnguaggio, sono in
          fase elegante stasera)

          Concludo con la considerazione che il 100%
          degli utenti usano il sistema solo perchè si
          credono anonimi e intoccabili. Appena
          capiranno di non esserlo mollerano il gioco,
          senza tante lamentele.Incredibile. Quindi, secondo te, tutti siamo ( e sono ) completamente menefreghisti e capaci di far qualcosa solo perchè ci sentiamo ( e si sentono ) anonimi.... una delle poche cose degli americani è che effettivamente sono MOLTO più disposti a combattere di noi per quello che ritengono giusto.Per cui, io mi spetto delle sorprese da loro.....
          Quelli "ideologicamente" interessati al p2p
          e a continuare la lotta non sono sufficienti
          nemmeno per eleggere il sindaco di Cinisello
          Balsamo, altro che presidenziali USA o
          Congresso.

          Giusto per riportare i voli pindarici alla
          realtà.
          La morale finale è ...già scritta nel post
          iniziale!Secondo me, esageri tu: ma invece di poetici voli pindarici, temo di più un'intossicazione di pseudo-autoritarismo.....Curati, e rifletti di più.SalutiRibelle
          • Cavallo GolOso scrive:
            Re: Ma quale paladina?
            - Scritto da: Ribelle

            credono anonimi e intoccabili. Appena

            capiranno di non esserlo mollerano il
            gioco,

            senza tante lamentele.

            Incredibile. Quindi, secondo te, tutti siamo
            ( e sono ) completamente menefreghisti e
            capaci di far qualcosa solo perchè ci
            sentiamo ( e si sentono ) anonimi.... una
            delle poche cose degli americani è che
            effettivamente sono MOLTO più disposti a
            combattere di noi per quello che ritengono
            giusto.
            Per cui, io mi spetto delle sorprese da
            loro.....è infatti quello che aspetto di vedere.come una sorta di "speranza nell'umanità".Se nemmeno loro che sono al calduccio, che hanno tutto, che hanno un rispetto vero per la costituzione e sono sempre agguerriti se credono in qualcosa - dico - se nemmeno loro riescono a farsi sentire ... allora c'è davvero poca speranza.Certo, hanno spesso bisogno di "seguire qualcuno", di "sentirsi parte di qualcosa" ... beh, questa dovrebbe essere la formula giusta, con la EFF in testa, no?Chi lo sa. Per questo è una faccenda interessante. E' molto meno terra-terra di quello che sembra, una faccenda seria.e mo' basta, scusatemi :)magari ci si rivede 'sta sera.ciao!!!
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ma quale paladina?

            una
            delle poche cose degli americani è che
            effettivamente sono MOLTO più disposti a
            combattere di noi per quello che ritengono
            giusto.
            Per cui, io mi spetto delle sorprese da
            loro.....Io no.Solo uno di noi 2 avrà ragione. Vedremo chi...
        • grossogrosso scrive:
          Re: Ma quale paladina?

          Nessuna persona insignificante può divenire
          un leaderChe leggerezza che hai nel giudicare la eff. Non sai che hanno difeso 2600.com, che hanno preso le parti di Napster, che hanno vinto con Morpheus... Che si sono battuti contro i brevetti senza ritegno, che sono la piu' ascoltata lobby non industriale al Congresso, che i loro avvocati hanno un sindacato di categoria come quelli dell'aclu diverso dagli altri, che hanno difeso l'autore del decss.... Mamma mia quanta leggerezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma quale paladina?
            - Scritto da: grossogrosso

            Nessuna persona insignificante può
            divenire

            un leader

            Che leggerezza che hai nel giudicare la eff.
            Non sai che hanno difeso 2600.com, che hanno
            preso le parti di Napster, che hanno vinto
            con Morpheus... Che si sono battuti contro i
            brevetti senza ritegno, che sono la piu'
            ascoltata lobby non industriale al
            Congresso, che i loro avvocati hanno un
            sindacato di categoria come quelli dell'aclu
            diverso dagli altri, che hanno difeso
            l'autore del decss....
            Mamma mia quanta leggerezza.su su ... era una boutade per sempliciotti, non badarci!
          • Ekleptical scrive:
            Re: Ma quale paladina?

            Che leggerezza che hai nel giudicare la eff.
            Non sai che hanno difeso 2600.comPerdendo
            , che hanno
            preso le parti di NapsterPerdendo
            , che hanno vinto
            con Morpheus...Ogni tanto per sbaglio capita pure quello.Prova a mettere in una lista tutte le cause su cui la EFF si è battuta negli ultimi 5 anni. Prova a fare il conto di quante ha perso e quante ne ha vinte. Ti renderai rapidamente conto che la proporzione è tipo 20 a 1.In altre parole, perdono quasi sempre.Questo voleva dire il mio post. E chi segue la EFF da anni e non l'ha sentita nominare per la prima volta l'altro ieri, non potrà che convenire, dati alla mano.
            Che si sono battuti contro i
            brevetti senza ritegnoPerdendo...
            , che sono la piu'
            ascoltata lobby non industriale al
            CongressoIo direi la lobby più ignorata...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma quale paladina?
            che uomo triste che sei...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      - Scritto da: Ekleptical
      La EFF, per quanti si forzi e spari ai
      quattro venti, è di un'insignificanza
      assoluta!
      Non conta niente e non influisce su niente!

      E' l'associazione più inutile che sia mai
      stata creata!
      Puro nulal verbale e nient'altro.

      Per esprimerlo con finezza, non la cagherà
      nessuno, come è sempre successo.a eklè ma sempre qua stai?cheppalle...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      - Scritto da: Ekleptical
      La EFF, per quanti si forzi e spari ai
      quattro venti, è di un'insignificanza
      assoluta!
      Non conta niente e non influisce su niente!Tu certamente conti ancora meno, ma allora perche' continui a propugnare le tue idee su questi forum ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      Almeno leggessi cos'e' la eff e di cosa si occupa!Vorrei farti notare che la eff non sta dicendo "Scaricate il mondo dal p2p" ma bensi' (secondo paragrafo dal link:)"The problem is that there is no adequate system in place that allows music lovers access to their favorite music while compensating artists and copyright holders."Mi sembra ben diverso, e purtroppo non si evince neanche dall'articolo di pi. Tralasciando quindi l'articolo come fonte di citazioni, troviamo in realta' che la eff ha lottato su un sacco (pardon, campagne di supporto) di casi:http://www.eff.org/Legal/active_legal.htmlEsempi:http://www.eff.org/IP/Video/Johansen_DeCSS_case/http://www.eff.org/IP/P2P/MGM_v_Grokster/E non si sono limitati a fare una paginetta con la raccolta dei casi e delle dichiarazioni nei tribunali , ma si sono impegnati a dare supporto legale tramite esperti. Tutto questo grazie alle donazioni degli iscritti. Sperando che la versione europea http://www.eff-europe.org/ venga attivata presto, potete dare un'occhiata alla versione italiana: http://www.alcei.it (che dovrebbe avere gli stessi obbiettivi dell'eff, ma putroppo non ho ancora letto bene / informato bene sulle finalita').Un saluto
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quale paladina?
        - Scritto da: Anonimo
        Almeno leggessi cos'e' la eff e di cosa si
        occupa!
        Vorrei farti notare che la eff non sta
        dicendo "Scaricate il mondo dal p2p" ma
        bensi' (secondo paragrafo dal link:)

        "The problem is that there is no adequate
        system in place that allows music lovers
        access to their favorite music while
        compensating artists and copyright holders."bah... there is "buying" systemse è per questo
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma quale paladina?
          - Scritto da: Anonimo
          bah...

          there is "buying" system
          se è per questoHAHAHA!! Dove hanno allungato di 20 anni le leggi sul copyright a favore della Disney solo per continuare a far avere piu' soldi?E' questo il sistema giusto?
      • Ekleptical scrive:
        Re: Ma quale paladina?

        Almeno leggessi cos'e' la eff e di cosa si
        occupa!Li conosco benissimo. Volevo iscrivermi 4 anni fa! Vedi te!Sono almeno 3 anni che sono abbonato e ricevo regolarmente la loro newsletter!Non conocordo minimamente con loro sulla qeustione p2p, che nulla ha che fare con la libertà.
        "The problem is that there is no adequate
        system in place that allows music lovers
        access to their favorite music while
        compensating artists and copyright holders."Apple ITunes, www.EMusic.com, www.popfile.de, www.dotmusic.com/ondemand, www.mtv.it (Store Online, DIgital Music), ecc...
        Mi sembra ben diverso, e purtroppo non si
        evince neanche dall'articolo di pi.Infatti è falso...
        E non si sono limitati a fare una paginetta
        con la raccolta dei casi e delle
        dichiarazioni nei tribunali , ma si sono
        impegnati a dare supporto legale tramite
        esperti.Non ho detto che la EFF non fa un tubo. Ho detto che non conta un tubo! E' ben diverso! L'impegno c'è, sono i risultati che mancano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      - Scritto da: Ekleptical
      Per esprimerlo con finezza, non la cagherà
      nessuno, come è sempre successo.un po come tutti fanno con te
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale paladina?
      - Scritto da: Ekleptical
      Non conta niente e non influisce su niente!Trollone in malafede !!!!!VIA DA QUESTO FORUM !
Chiudi i commenti