Download/ Dban il distruttore, e soci

Un sestetto di piccoli e utili programmini, per distruggere, spegnere, analizzare e ricordare








a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gian marco chirienti scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    Ma quali XXXXXXXte, con solo 78 euro iva inclusa posso spostare il mio computer in ogni presa elettrica di casa mia........prima di sparare sentenze, informatevi..............
  • Anonimo scrive:
    problema..consiglio?
    volevo sapere se io ho due pc collegati a rete elettriche diverse ma con lo stesso contatore elettrico...le homeplug funzionano?grazie
  • Anonimo scrive:
    Consiglio
    A quale distanza massima(lunghezza cavo elettrico) il dispositivo di connessione lan alla rete elettrica può funzionare correttamente ?Meglio wireless ?
  • Anonimo scrive:
    DISTANZA MASSIMA DI FUNZIONAMENTO
    A quale distanza massima un dispositivo di questo tipo(rete lan via cavo elettrico) può funzionare correttamente ? Vorrei collegarmi con un pc che si trova a 400 mt di distanza, meglio utilizzare il wireless lan (con router) o questo dispositivo di connessione lan alla rete elettrica ?
  • Anonimo scrive:
    Si,ok,ma quando?
    Salve a tutti non avendo un linea telefonica a causa dei costi esosi della telecom,mi piacerebbe sapere fra quanto tempo sarà possibile utilizzare la linea elettrica per il collegamento internet ad alta velocità.Potreste aiutarmi?Grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: Anonimo
    Hai ragione. Ma proprio perchè
    è facoltativa è normale che io
    ragazzini sedicenni che studiano al liceo
    classico che monteranno i LAnpower in casa
    per giocare in rete da due pc diversi non
    attiveranno protocolli di criptazione...Io ragazzino che studio a un lice scientifico e uso i Devolo x giocare ho attivato il sistema di criptazione...
  • Anonimo scrive:
    Re: MA se attacco
    http://www.webgif.com/bonfa/nomi/billy.gif
  • Alessandrox scrive:
    X i tecnici: PowerLine
    Leggendo alcuni dati tecnici della tecnologia POwerLine sembrerebbe che la trasmissione sulla rete elettrica si basi su una tecnica di multiplexing a divisione di frequenza ortogonale, cosa che mi lascia supporre che i nodi possano trasmettere insieme, contemporaneamente senza che i segnali interferiscano tra loro...tra l' altro e' lo stesso metodo di modulazione della portante radio utilizzato nelle reti IEEE 802.11a e IEEE 802.11g.Cosa che mi farebbe ben sperare in un suo ulteriore sviluppo: per ora siamo ad una banda totale di 14Mbps, ma non e' detto che non possa aumentare.==================================Modificato dall'autore il 16/05/2004 22.10.18
  • Alessandrox scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: Anonimo
    -

    Si ma puoi anche separare il modem dall'

    UPS... o metterlo a monte, se e' fatto
    come

    si deve dovrebbe infischiarsene delle

    sovratensioni. A parte che ho visto
    modelli

    con la doppia spina ma senza

    (apparentemente) la terra... e tutto
    cio'

    che entra in una presa di corrente
    senza la

    terra tende a fare casini...
    in che senso ?!?!?
    il mio pc come quasi tutto ciò che si
    infila nella mia 'ciabatta' sotto la
    scrivania non ha la messa a terra...
    forse giusto alcuni elettrodomestici.Dunque quasi sicuramente i cavi che alimentano il tuo PC , se sono ma lo sono, standard hanno "la terra", se la ciabatta ha la messa a terra ed il tuo impianto elettrico e' a norma e la terra e' funzionante non dovresti avere problemi (le prese elettriche a muro hanno 3 entrate, se i cavi hanno 3 spinotti sei a posto). Senno'... zzzituoi.
  • Anonimo scrive:
    Confusione
    Ho notato leggendo questo forum che molta gente ha fatto confusione.Principalmente le cose sono due.1) Cablaggio della casa (creazione di una LAN insomma). Puo' tornare utile quando i pc sono distanti, e il cablaggio con cavi cat5/6 e' difficoltoso. Puo' far comodo anche nel caso di lettori divx da tavolo con scheda ethernet :-)2) Connettivita' verso Internet attraverso la rete elettrica. Non me ne intendo, ma credo siano in pochi a fornirla. Leggevo tempo fa di prove fatte in Germania, del tutto insoddisfacenti. Ma si sa, la tecnologia avanza ...Hope this helps, ciao !!
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato

    è corretto vedere
    la PLC come backbone per i servizi di campoVeramente a me 14mbit (condivisi!) sembrano moolto poco per una backbone.Saluti
  • Anonimo scrive:
    se si guasta il disaccoppiatore ?
    Cosa succede, mi arriva direttamente la 220 sul mouse ?Va in fumo tutto il pc e io divento fluorescente ?? :)
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    A Grosseto funziona alla grande!
  • Anonimo scrive:
    Meglio tardi....
    GRAZIE! per la meravigliosa rivoluzione tecnologica.Ma adesso che ci faccio con la mia WIFI a 54Mb/s ?Ah, ho capito ora devo andare in giro per casa con 50 metri di prolunga. GENIALE !
  • Anonimo scrive:
    Una proposta forse stupida
    Conoscete speakeasy? http://speakeasy.net/Ebbene, questi furbacchioni hanno avuto un'idea interessante: la banda che tu non usi in un contratto flat, perché non venderla al tuo vicino di casa? E costoro hanno organizzato un complesso sistema basato su wifi, e pare che funzioni.Leggendo quest'idea della lan su rete elettrica, il collegamento mi è parso lampante: perché non provare a realizzare una rete di condivisione di banda basata sulla rete elettrica?Senza però questa volta tirare in ballo soldi o guadagni: semplicemente, se io non uso la banda, visto che ho una flat la faccio usare al mio vicino di casa, o ad un qualunque altro utente della rete di vicinato. Così farà lui. Il tutto dovrà naturalmente essere ben gestito...Ciò potrebbe aprire nuovi orizzonti: ad esempio, potrei decidere di aprire un sito internet sulla rete vicinale. Tale sito sarebbe gratuito, avrebbe una banda pari a quella offerta dalla rete ecc...Tanti potrebero decidere di connettersi alla rete... alla fine, in certi momenti della giornata la disponibilità di banda potrebbe essere tale che chi, ad esempio, non ha la possibilità di pagare una costosissima connessione adsl, potrebbe decidere di fare l'investimento e prendere parte solo alla rete vicinale. Avendo così accesso a tutti i siti e le risorse vicinali, e con un pò di fortuna, anche ad internet, nei momenti di scarso utilizzo. Si creerebbe così una rete intrinsecamente vicina ai problemi ed agli interessi del quartiere, o della città, a seconda dell'estensione della elan. Una rete senza provider, dove tutti possono pubblicare un sito internet con ampia capacità di banda... tra l'altro, immagino che un sito in una simile rete avrebbe una potenziale capacità di upload pari alla somma delle capacità di upload di tutti i singoli vicini connessi alla rete vera. Natursalemente, gli interessi personali (l'uso della propria banda) avrebbero indiscusso predominio su quelli comunitari (se mi serve tutta la banda, la uso tutta io, se nn ne uso una parte, te la regalo).Che ne pensate?dada_dna at yahoo dot it
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia esperienza: ti cambia la vita
    T'è cambiata la vita si ma dalle seghe, altro che topone in frigo: il cervello in pappa ti è andato
  • Anonimo scrive:
    Re: bravo 10+
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho collegato 3 PC in casa usando la rete
    elettrica.
    Funziona tutto benissimo, anche troppo!
    Vi spiego: una volta stavo trasferendo un
    film porno tra un PC e l'altro, proprio in
    quel momento un fulmine si abbatte sulla mia
    casa. Panico! Invece sembra tutto
    tranquillo, tutto funziona. SEMBRA...
    Infatti dopo un'oretta apro il frigorifero e
    cosa ci trovo? La mitica Anita Blond,
    protagonista del film che stavo trasferendo!
    Che mi dice "oh dear I'm so cold! Warm me
    up, please..." non vi dico cosa è
    successo dopo :p

    Da allora la mia vita non è
    più la stessa. Ho già tre
    topone in giro per casa e durante i
    temporali sto tutto il tempo a trasferire
    film porno fra un pc e l'altro... :DBravo 10+
  • TADsince1995 scrive:
    Re: La mia esperienza: ti cambia la vita

    Infatti dopo un'oretta apro il frigorifero e
    cosa ci trovo? Beh... Io stavo ricompilando il kernel e dentro il freezer ci ho trovato un pinguino! Almeno era a temperatura ideale! ;)TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: non è così
    -
    Il circuito a bassa tensione è
    separato dalla rete elettrica mediante un
    trasformatore d'isolamento, oppure da un
    sistema ottico (diodo trasmettitore
    più fotodiodo). Questo impedisce, in
    caso di guasti, di bruciare i circuiti di
    bassa tensione. (rivista PcOpen, settembre
    2003, pag. 27)Sisi con certi limiti... se sono disturbi da sfiammatura induzioni ectct ma se ti scende una carica di 300.000V prima di cuoce il trasformatorino e relativo adattatore poi i pc e tanti saluti.Minimo sarà d'obbligo farsi un assicurazione sui danni elettrici, che cmq consiglio a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Portata di 200 metri... che vuol dir

    "è necessario che le prese elettriche
    usate facciano capo a un unico contatore, il
    quale fungerà quindi anche da
    firewall. Il vicino, usando un altro
    contatore, non potrà accedere alla
    rete. "Siam sicuri? Si dice anceh delle onde convogliate vero?Eppure io dialogo cu un sistema del genere fra casa mia e di mia nonna che è la casa vicino con un contatore per ogniduno e circa 50mt di distanza....e coem si senteeeeee
  • Anonimo scrive:
    Re: non è così
    - Scritto da: Anonimo
    mi immagino le sovratensioni... non puoi
    filtrare xè degrada il segnale e
    ZZZZZZAP che ti fotte il pc al primo fulmineIl circuito a bassa tensione è separato dalla rete elettrica mediante un trasformatore d'isolamento, oppure da un sistema ottico (diodo trasmettitore più fotodiodo). Questo impedisce, in caso di guasti, di bruciare i circuiti di bassa tensione. (rivista PcOpen, settembre 2003, pag. 27)
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    - Scritto da: Anonimo
    Libera scelta redazionale. Diversa dal farsi
    pubblicità gratuita su un target
    pregiatissimo di tecnici della materia.
    Ripeto, è una questione di
    signorilità, o di netiquette.
    Ma non vorrei aprire un flame...Per il sales di ILight: non sottovaluterei il costo del cablaggio, quando si tratta di 5000 punti... cmq è corretto vedere la PLC come backbone per i servizi di campo - nel mio caso, la stiamo valutando per le reti di telecontrollo, visto che i quadri sono alimentati da rete.Per inciso, ho nominato ILight solo per vedere se c'era in "ascolto" qualche sales... ed è proprio così. Diciamo che è un "quasi-redazionale". OK?Non me ne voglia il CEO di ILight, che conosco bene e saluto!
  • Anonimo scrive:
    Re: Attenti alla scossa!!
    Ma và!!!!Ho un firewall in pura porcellana!
  • Anonimo scrive:
    Re: Portata di 200 metri... che vuol dir
    - Scritto da: Anonimo
    sisi che dici come si potrebbe chiamare??
    hmmmm
    asp che ci penso.... hmmmm

    internet?MAN--
    Metropolitan Area Network... internet è un altra cosa ;:)
  • Anonimo scrive:
    Attenti alla scossa!!
    Attenti alla scossa!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    -
    Si ma puoi anche separare il modem dall'
    UPS... o metterlo a monte, se e' fatto come
    si deve dovrebbe infischiarsene delle
    sovratensioni. A parte che ho visto modelli
    con la doppia spina ma senza
    (apparentemente) la terra... e tutto cio'
    che entra in una presa di corrente senza la
    terra tende a fare casini...
    in che senso ?!?!?il mio pc come quasi tutto ciò che si infila nella mia 'ciabatta' sotto la scrivania non ha la messa a terra... forse giusto alcuni elettrodomestici.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fulminato dalla rete...
    Già fratello.. la complessità cresce continuamente. E anche io sono messo come te. E su questi forum facciamo a gara a chi fa più il fenomeno (anche se anonimo) o a chi coglie un errore anche minimo nell'intervento altrui. Invece dovremmo aiutarci di più.
  • Anonimo scrive:
    Re: Nuova elettronica...
    Le onde convogliate sono vecchie come il mondo come tecnologia... Qualunque modulazione di segnali portanti allora non è affatto nuova!
  • Anonimo scrive:
    Re: w i fulmini

    mi immagino le sovratensioni... non puoi
    filtrare xè degrada il segnale e
    ZZZZZZAP che ti fotte il pc al primo fulmineSi perchè con i modem tradizionali invece...
  • Teo_ scrive:
    Re: Nuova elettronica...
    - Scritto da: Anonimo
    Ricordo che sulla nota rivista di
    elettronica c'era un progetto per accendere
    la macchina del caffe' direttamente dalla
    camera da letto con un "telecomando"
    collegato alla presa elettrica che inviava
    un segnale captato dalla macchina del
    caffe'.
    L'avevo anch'io quel numero della rivista :)Mi compravo lo scatone dei 12 numeri arretrati una volta all'anno e che spasso costruire i microtrasmettitori FM a 10-12 mila lire...
  • Alessandrox scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: Anonimo
    Genialità è avere poche idee
    ma confuse...
    se OGNI appartamento ha 14 mbit di banda e
    nel tuo palazzo ci sono 20 appartamenti in
    teoria alla scatola dell'ENEL nell'androne
    di casa tua ci dovrebbe essere una linea da
    280 Mbit... nell' articolo c'e' scritto: "una banda totale di 14 Mbps" il che vuol dire , se interpreto bene l' italiano, che si dovrebbe fare il conto 14/20 e non 14X20.Ehh troppo bello!
  • Alessandrox scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: sh4d
    - Scritto da: Alessandrox

    Tranquillo... l' UPS non deve
    garantirti la

    connessione di rete ma l' integrita'
    del PC

    e possibilmente un suo spegnimento non

    improvviso. Questo continueranno a
    farlo ed

    e' piu' importante di avere una
    connessione

    sempre ON

    Pippe mentali delle 0.54

    Facciamo una ipotesi sul futuro aspetto di
    questi modem.
    Dunque, immagino che in nome della
    semplicità di montaggio/installazione
    dispongano di due connettori: uno alla
    corrente elettrica per alimentazione e
    segnale e l'altro che va al pc (una banale
    usb2 o firewire) per il trasferimento dati.
    Se metti un ups per prevenire gli sbalzi di
    tensione presumibilimente lo usi anche per
    alimentare il modem. Secondo me inficia
    sulla natura del segnale: è come se
    tu steganografi un messaggio dentro a un
    file .mp3, dopodichè lo trasformi in
    wav e lo ricomprimi. Il risultato è
    un mp3 di grandezza e suono praticamente
    identici, ma il messaggio è andato a
    farsi benedire.Si ma puoi anche separare il modem dall' UPS... o metterlo a monte, se e' fatto come si deve dovrebbe infischiarsene delle sovratensioni. A parte che ho visto modelli con la doppia spina ma senza (apparentemente) la terra... e tutto cio' che entra in una presa di corrente senza la terra tende a fare casini...
    Poi nella sostanza se va via la luce te ne
    freghi di alimentare il modem, in quanto
    prendi linea dalla rete elettica :)Chiaro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fulminato dalla rete...
    - Scritto da: Anonimo
    Non è la tecnologia per reti
    complesse.. :)
    solo un accrocchio risparmia fili e tempo.Gia :)Stesso discorso per il wireless, a cui pero' ho dovuto far passare tutto il traffico in criptato per motivi di sicurezza e controlli periodici per valutare il livello di sicurezza e quando mi chiamano per dirmi che non va la rete mi chiedo.1) Quell'impiegato sa di cosa sta parlando?2) Il pc dell'impiegato e' acceso?3) il pc ha un accesso alla rete?4) il cavetto di rete del pc e' staccato?5) software failures?6) vpn caduta?7) bridge wireless non piu' funzionante?8) route smanettato male dal nuovo sistemista?9) server spentoecc...ed ora si aggiunge la lan sulla rete elettrica che non va?Per non parlare dei nuovi problemi di sicurezza. :
  • Anonimo scrive:
    Nuova elettronica...
    Ricordo che sulla nota rivista di elettronica c'era un progetto per accendere la macchina del caffe' direttamente dalla camera da letto con un "telecomando" collegato alla presa elettrica che inviava un segnale captato dalla macchina del caffe'.Non si tratta di un idea completamente nuova eh :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Fulminato dalla rete...
    Non è la tecnologia per reti complesse.. :-)solo un accrocchio risparmia fili e tempo.
  • Anonimo scrive:
    Fulminato dalla rete...
    Adesso installare reti complesse ed eterogenee diventera' anche pericoloso oltre che complicato. :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia esperienza: ti cambia la vita
    beh, tutto ok ginche non ci trovi Rocco Siffredi :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    Hai ragione. Ma proprio perchè è facoltativa è normale che io ragazzini sedicenni che studiano al liceo classico che monteranno i LAnpower in casa per giocare in rete da due pc diversi non attiveranno protocolli di criptazione...
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    Libera scelta redazionale. Diversa dal farsi pubblicità gratuita su un target pregiatissimo di tecnici della materia. Ripeto, è una questione di signorilità, o di netiquette. Ma non vorrei aprire un flame...
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    - Scritto da: Anonimo
    Forse mantenersi sul vago ed evitare
    l'indirizzo internet della vostra
    società sarebbe stato più
    signorile.
    E mi riferisco anche al moderatore.
    Un conto è segnalare un prodotto
    (libera scelta di utente nei confronti di
    altri utenti) un conto è promuovere i
    propri.
    Saluti un pò scocciati.veramente ilight è stata tirata in ballo da un altro utente. E poi vorrei precisare che l'articolo giornalistico stesso di punto-informatico, da cui nasce questo forum, contiene link esplicito ad ilight.it ed espliciti riferimenti al suo prodotto.M.B.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?

    Il problema vero (e verificato) è che
    ci sono problemi di induzione. Il segnale
    viene tristemente irradiato in cavi
    adiacenti e non solo nella stessa canalina.
    Si spera che siano solo quelli del mio
    appartamento e non ci sia, dall'altra parte
    del tavolato, a pochi cm di mattoni forati,
    la canalina del vicino.Io ho il Devolo collegato dalla cantina (dove ho l'accesso ADSL) in casa.Per accedere alla cantina, devo conoscere il codice del Devolo installato. In più ti viene offerta la possibilità di criptazione e di accesso comunque tramite autenticazione (che sono entrambe facoltative).I difetti che ho riscontrato sono:- non c'è continuita su un UPS (normale poichè le tensione viene ricampionata);- vanno al massimo a 10Mbps (e più ci si allontana meno veloci si va).
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    Forse mantenersi sul vago ed evitare l'indirizzo internet della vostra società sarebbe stato più signorile. E mi riferisco anche al moderatore. Un conto è segnalare un prodotto (libera scelta di utente nei confronti di altri utenti) un conto è promuovere i propri.Saluti un pò scocciati.
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    - Scritto da: Anonimo
    Ho partecipato ad un progetto pilota con
    iLight: 5 mila euro per portare 5 punti in
    un albergo. Il problema non è
    l'hardware, comunque costoso, ma la
    realizzazione dei bridge tra rete di potenza
    e rete dati (in particolare nelle cabine
    MT). Soluzione scartata a favore del Wi-Fi
    (che è costato meno della
    metà).Salve. Rispondo per conto di ilight.vorrei puntualizzare che il 'kit base' plc per gli alberghi di ilight comprende la copertura di tutto l'edificio (non solo 5 punti!) indipendentemente dal numero di stanze e di sale, e la fornitura, per iniziare, di 5 'modem plc', utilizzabili liberamente in qualsiasi presa. 5 modem non significa 5 punti ma 5 utenti contemporanei, che è ben diverso in un albergo!!!Comprende poi l'access gateway che permette di stampare i ticket con user id e password di singolo uso per l'autenticazione delle sessioni a tempo degli utenti e relativa stampante. Poi il router che gestisce gli account degli utenti in modo automatico e trasparente per l'albergatore e si occupa della configurazione automatica dei client con la nuovissima tecnologia di UniversalNat. Poi comprende la copertura wifi della reception/hall. Comprende i servizi di perosonalizzzione, configurazione ed installazione IT presso il cliente. Il tutto a meno della cifra indicata... Curiamo molto la sinergia con wifi. Riteniamo plc sia forte alleato di wifi e non concorrente/alternativa. Plc permette di posizionare accesspoint wifi presso qualsiasi presa elettrica dell'albergo, senza nuove infrastrutture altrimenti inevitabili ed in modo flessibile a discrezione dell'albergatore. Senza interventi di personale esterno.Abbiamo numerosi albergatori soddisfatti, che hanno percepito quanto l'offerta ilight sia flessibile per le loro particolarissime esigenze.Mirko Bagnoli. bagnoli@ilight.itwww.ilight.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    - Scritto da: Anonimo
    Ho partecipato ad un progetto pilota con
    iLight: 5 mila euro per portare 5 punti in
    un albergo. Il problema non è
    l'hardware, comunque costoso, ma la
    realizzazione dei bridge tra rete di potenza
    e rete dati (in particolare nelle cabine
    MT). Soluzione scartata a favore del Wi-Fi
    (che è costato meno della
    metà).
    Secondo me è una soluzione
    interessante se costruisci edifici nuovi e
    progetti l'impianto a partire dalle cabine
    (infatti la stiamo valutando per un nuovo
    ospedale).Non ci credo! Hai coperto con un servizio wifi tutte le stanze dell'albergo con 2500 euro, installazione e cablaggio compresi! ma quante stanze hai? in tema ho appena scritto questo:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=627355D.
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    - Scritto da: Anonimo
    Secondo me è una soluzione
    interessante se costruisci edifici nuovi e
    progetti l'impianto a partire dalle cabine
    (infatti la stiamo valutando per un nuovo
    ospedale).Uhm imho se costruisci edifici nuovi gia' che sei dietro a cablare la rete elettrica e telefonica tantovale mettere anche quella dati su ethernet..PS ma la banda reale non e' intorno ai 4-5 mbit ? (cosi' diceva Pc-professionale...)
  • Anonimo scrive:
    Re: Portata di 200 metri... che vuol dire ?
    sisi che dici come si potrebbe chiamare?? hmmmmasp che ci penso.... hmmmminternet?:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    Per carità.. io parlavo di esperienze di piccole reti in piccoli edifici o in appartamento. Non è proprio il caso tuo.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    Sciampiaggini...Il segnale viene iniettato a livello di trasformatore di media sul quartiere/condominio.L'indirizzo Ip al tuo frigorifero chi lo da? Tu o un DHCP? ma non farmi ridere. "Arturoooo! Spegni il rasolio che si è preso l'IP che mi serve per il forno! Altrimenti niente patate!"Il problema vero (e verificato) è che ci sono problemi di induzione. Il segnale viene tristemente irradiato in cavi adiacenti e non solo nella stessa canalina. Si spera che siano solo quelli del mio appartamento e non ci sia, dall'altra parte del tavolato, a pochi cm di mattoni forati, la canalina del vicino.
  • Anonimo scrive:
    Re: Io lo ho sperimentato
    Ho partecipato ad un progetto pilota con iLight: 5 mila euro per portare 5 punti in un albergo. Il problema non è l'hardware, comunque costoso, ma la realizzazione dei bridge tra rete di potenza e rete dati (in particolare nelle cabine MT). Soluzione scartata a favore del Wi-Fi (che è costato meno della metà).Secondo me è una soluzione interessante se costruisci edifici nuovi e progetti l'impianto a partire dalle cabine (infatti la stiamo valutando per un nuovo ospedale).- Scritto da: Anonimo
    Ho sperimentato questo tipo di tecnologie
    per lavoro. Una delle nostre filiali
    è un una villa antica e di pregio.
    Impossibile portare il cat5 dappertutto.
    Vincoli: Qualunque disaccoppiamento
    interrompe il segnale. Quindi trasformatori
    di palazzo piuttosto che gruppi di
    continuità azzerano il segnale.
    Disturbi. I motori elettici possono causare
    degrado del segnale ma non in modo eccessivo
    (phon e frullatori compresi)
    Banda effettiva: 10 Mb al massimo nelle
    condizioni ideali.
    Con gli impianti elettrici più
    obsoleti le prestazioni peggiorano.
    Comodità... totale. Dalla spina, con
    un box grande come un pacchetto di sigarette
    puoi uscire anche con 4 Ethernet...
    www.digicom.it/digisit/schedpro.nsf/ITprodott
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?

    Ma qui si parla di utenza domestica! Se manca la corrente
    che mi frega di usare internet?
    Su una server farm mica usano sto sistema!Infatti..Secondo me è un sistema utilissimo per l'utenza domestica..Collego due o più pc senza bucare muri e attaccare cavi nuovi.A casa se va via la corrente accendo le candele, altro che ups!
  • Anonimo scrive:
    Re: E le interferenze?

    Dimentichi i 18 MHz. opsss... hai ragione.E' un pò che non faccio attività HF73sRoberto
  • frk scrive:
    Re: Portata di 200 metri... che vuol dir
    Ma li leggi gli articoli, o scrivi tanto per farlo?Questi dispositivi non li vende solo L'Enel, quindi visto che gli altri non ti possono cambiare contatore, cosa pensi?E' ovvio che il contatore attuale va bene, al massimo qualche modello più vecchio potrebbe far passare la rete lan fuori dal tuo appartamento (per ipotesi), ma non devi cambiare contatore per usare questa tecnologia!
  • Anonimo scrive:
    Re: larghezza di banda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    14 mbit non sono pochi per certe
    realta' ?

    Per ogni larghezza N esiste qualche
    realtà per la quale N è
    poco.... ok, pero' stiamo parlando di una nuova tecnologia che fornisce una larghezza di banda pari a quella su cavo coassiale di un bel po' di anni fa.
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia esperienza: ti cambia la vita
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    MA COSA DICI?Probabilmente 'proteggi' la lobby degli instalaltori di cavi!abbiamo coperto l'albergo di 170 stanze in cui lavoro in mezza giornata!!!ora da ogni presa possiamo offrire ai clienti internet.in più in ogni presa posso mettere un accesspoint wifi!!! Offro copertura wireless dove mi pare in albergo e posso spostarla quando mi pare: non ho cablaggi di nessun genere!!a questo aggiungi che abbiamo speso una fesseria (relativamente ad un cablaggio). Come fai a dire che non funziona o non esiste! E' una figata e sono sicuro che si diffonderà, almeno negli alberghi...D
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    io nel dubbio ho spento il congelatore ... speriamo che tutti i DVD / DivX che ci sono dentro non mi facciano la muffa ....huahuauhahuahuauhahuauhauha
  • Anonimo scrive:
    Re: larghezza di banda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    14 mbit non sono pochi per certe
    realta' ?

    Per ogni larghezza N esiste qualche
    realtà per la quale N è
    poco....che saggezza. mi inchino. mi hai illuminato.comunque sta per essere rilasciato ufficialmente lo standard homeplug AV. già è stato presentato qualche prototipo alle fiere di settore. avrà da specifiche circa 150megabit di banda. si chiama AV perchè dovrà servire per trasportare in casa i segnali digitali dai vari dvd - decoder satellitari - digitale terrestre - home cinema - internet ecc ecc senza cavi usando la rete elettrica.Sarà disponiobile tra qualche mese.http://www.homeplug.com/powerline/experience_page2.html
  • Anonimo scrive:
    Re: MA se attacco
    Ti dico la verità.. nel PowerLan i disturbi si concentrano soprattutto nella fase di spunto e sono comunque apprezzabili in maniera sensibile con motori che sfiammano (molto vecchi) .. ho visto funzionare accrocchi PowerLan con disturbi indotti (appositamente) di ogni genere...Però su pannello...
  • Anonimo scrive:
    Re: MA se attacco
    tutti i motori elettrici producono interferenze sulla rete che dcegraderanno il segnale, quindi va più lebto o peggio smette di funzionare.una soluzione sarà prima o poi l'uso di filtri come per ADSL nelle lavatrici secondo me, ma una soluzione artigianale non la proporrei a nessunio perche un fiultro capace di resistere alla potenza di una lavatrice lo vedo un po difficile da realizzare, costoso etc etc.l'unica soluzione che vedo nel futuro quando questi prodotti saranno più diffusi e le lavatrici avranno un indirizzo IP, allora saranno i produrttori di lavatrici ad avere il problema di no immettere nella rete troppo rumore, altrimenti la lavatricxe non comunica =)ciaoooooo
  • Anonimo scrive:
    Re: E le interferenze?

    Tra i 4 Mhz e i 21 Mhz ci sono ben 4 bande
    radioamatoriali: 7, 10, 14 e 21 Mhz
    Se nello stesso palazzo (o anche vicino)
    c'è un radioamatore che trasmette con
    500 W (ma anche meno) sai che
    interferenze... Per non parlare di quelle
    che potrebbero essere generate da quella
    mega-antenna che diventa l'impianto
    elettrico rendendo di fatto impossibile
    l'attività su queste bande :'(Dimentichi i 18 MHz. Per non parlare del fatto che su alcune frequenze (7, 14 MHz ad esempio) il Piano Nazionale di ripartizione delle frequenze prevede il servizio di radioamatore ad uso esclusivo. Ciò consente anche di fare richiesta al Ministero affinchè intervenga in caso di interferenze prodotte da altri servizi, su quelle frequenze.In ogni caso, non solo i radioamatori andranno a scontrarsi con questa nuova tipologia di trasmissione, ma tutti gli enti pubblici e privati che utilizzano, per ragioni di opportunità, le gamme HF.Alla fine, si dovrà trovare una soluzione, visto che 500 watt irradiati con una yagi 3-4 elementi creerebbe non pochi problemi agli utenti che utilizzeranno questa tipologia di trasmissione dati.
  • Anonimo scrive:
    Re: w i fulmini
    - Scritto da: Anonimo
    mi immagino le sovratensioni... non puoi
    filtrare xè degrada il segnale e
    ZZZZZZAP che ti fotte il pc al primo fulminepuoi mettere tutti i filtri e ups che vuoi sul pc... basta che il modem plc homeplug sia prima del filtro /ups.al modem plc se costruito bene delle sovra e sotto tensioni non frega niente... se invece va via la corrente del tutto resti senza rete! ooops
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?

    Pippe mentali delle 0.54

    Facciamo una ipotesi sul futuro aspetto di
    questi modem.
    Dunque, immagino che in nome della
    semplicità di montaggio/installazione
    dispongano di due connettori: uno alla
    corrente elettrica per alimentazione e
    segnale e l'altro che va al pc (una banale
    usb2 o firewire) per il trasferimento dati.
    Se metti un ups per prevenire gli sbalzi di
    tensione presumibilimente lo usi anche per
    alimentare il modem. Secondo me inficia
    sulla natura del segnale: è come se
    tu steganografi un messaggio dentro a un
    file .mp3, dopodichè lo trasformi in
    wav e lo ricomprimi. Il risultato è
    un mp3 di grandezza e suono praticamente
    identici, ma il messaggio è andato a
    farsi benedire.
    Poi nella sostanza se va via la luce te ne
    freghi di alimentare il modem, in quanto
    prendi linea dalla rete elettica :)da anni vengono usati interfoni che utilizzano la linea elettrica per trasmettere il segnale voce, hanno sicuramente studiato e la cosa e migliorato, non credo propongano un servizio che non da sufficiente qualità, se funzionasse male in poco tempo lo saprebbe tutto il mercato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dove comprare
    http://www.digicom.it/digisit/schedpro.nsf/ITprodottiIDX/PowerSwitch10100
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    chi è il fesso?http://www.digicom.it/digisit/schedpro.nsf/ITprodottiIDX/PowerSwitch10100
  • Anonimo scrive:
    Io lo ho sperimentato
    Ho sperimentato questo tipo di tecnologie per lavoro. Una delle nostre filiali è un una villa antica e di pregio. Impossibile portare il cat5 dappertutto. Vincoli: Qualunque disaccoppiamento interrompe il segnale. Quindi trasformatori di palazzo piuttosto che gruppi di continuità azzerano il segnale. Disturbi. I motori elettici possono causare degrado del segnale ma non in modo eccessivo (phon e frullatori compresi)Banda effettiva: 10 Mb al massimo nelle condizioni ideali.Con gli impianti elettrici più obsoleti le prestazioni peggiorano.Comodità... totale. Dalla spina, con un box grande come un pacchetto di sigarette puoi uscire anche con 4 Ethernet...http://www.digicom.it/digisit/schedpro.nsf/ITprodottiIDX/PowerSwitch10100
  • Anonimo scrive:
    Re: Portata di 200 metri... che vuol dir
    quindi dovranno pure sostituirmi il contatore vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: w i fulmini
    ahahahahno... in realtà all'arrivo del fulmine la rete andrà a 45000Mb per qualche secondo poi... il tuo pc viaggerà indietro nel tempo :p(come nel film "ritorno al futuro) ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Portata di 200 metri... che vuol dire ?
    beh... se così fosse potremmo creare una lan nazionale o cittadina !
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia esperienza: ti cambia la vita
    - Scritto da: Anonimo
    A me è successa quasi la stessa
    cosa.... solo che stavo facendo
    l'aggiornamento di Windows e dentro il frigo
    ho trovato Ballmer tutto sudato che si
    muoveva come una scimmia gridando
    "Developer... developer..." :(Vabbé, Ballmer se l'hai surgelato ci mangi per 5 mesi. Te e tutto il condominio.:)
  • Anonimo scrive:
    E le interferenze?

    La rete elettrica vicino alla presa cui è collegato l'adattatore acquista quindi
    nuove frequenze (comprese tra i 4MHz e 21MHz), sulle quali potranno
    viaggiare i dati. Tra i 4 Mhz e i 21 Mhz ci sono ben 4 bande radioamatoriali: 7, 10, 14 e 21 MhzSe nello stesso palazzo (o anche vicino) c'è un radioamatore che trasmette con 500 W (ma anche meno) sai che interferenze... Per non parlare di quelle che potrebbero essere generate da quella mega-antenna che diventa l'impianto elettrico rendendo di fatto impossibile l'attività su queste bande :'(Roberto
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia esperienza: ti cambia la vita
    - Scritto da: Anonimo....
    Da allora la mia vita non è
    più la stessa. Ho già tre
    topone in giro per casa e durante i
    temporali sto tutto il tempo a trasferire
    film porno fra un pc e l'altro... :DA me è successa quasi la stessa cosa.... solo che stavo facendo l'aggiornamento di Windows e dentro il frigo ho trovato Ballmer tutto sudato che si muoveva come una scimmia gridando "Developer... developer..." :-(
  • Anonimo scrive:
    Re: Portata di 200 metri... che vuol dir
    - Scritto da: Anonimo
    Scusate l'ignoranza, ma ciò vuol dire
    che posso collegare il mio pc a quello del
    mio amico che vive nel palazzo di fronte al
    mio e che magari mi condivide il suo accesso
    fastweb ;) ??"È necessario che le prese elettriche usate facciano capo a un unico contatore, il quale fungerà quindi anche da firewall. Il vicino, usando un altro contatore, non potrà accedere alla rete. "
  • Anonimo scrive:
    La mia esperienza: ti cambia la vita
    Io ho collegato 3 PC in casa usando la rete elettrica.Funziona tutto benissimo, anche troppo!Vi spiego: una volta stavo trasferendo un film porno tra un PC e l'altro, proprio in quel momento un fulmine si abbatte sulla mia casa. Panico! Invece sembra tutto tranquillo, tutto funziona. SEMBRA...Infatti dopo un'oretta apro il frigorifero e cosa ci trovo? La mitica Anita Blond, protagonista del film che stavo trasferendo! Che mi dice "oh dear I'm so cold! Warm me up, please..." non vi dico cosa è successo dopo :pDa allora la mia vita non è più la stessa. Ho già tre topone in giro per casa e durante i temporali sto tutto il tempo a trasferire film porno fra un pc e l'altro... :D
  • Anonimo scrive:
    Portata di 200 metri... che vuol dire ?
    Scusate l'ignoranza, ma ciò vuol dire che posso collegare il mio pc a quello del mio amico che vive nel palazzo di fronte al mio e che magari mi condivide il suo accesso fastweb ;) ??
  • alexmirandola scrive:
    Re: w i fulmini
    ahahahah ci sara da divertirsi..
  • Anonimo scrive:
    w i fulmini
    mi immagino le sovratensioni... non puoi filtrare xè degrada il segnale e ZZZZZZAP che ti fotte il pc al primo fulmine
  • Luca69 scrive:
    Re: Sicura?

    p.s.: l'unica cosa interessante è
    forse il fatto che che una prolunga
    elettrica costa meno del cavo utp cat.5Trovami un'azienda che cabla un albergo di 300 camere per 5000?! Neppure se gli operai sono albanesi sottopagati ;)
    p.s.2: altra cosa interessante: se
    interpongo un gruppo di continuità
    tra la rete elettrica e il modem il segnale
    non si degrada?Anche se fosse, metti il modem prima del gruppo di continuitá.
    p.s.3: gli ups per i servizi su internet
    diventeranno inutili: se va via la luce va
    via la rete, e il server/pc rimane acceso
    senza connessione... bella continuità
    del servizio!Ma qui si parla di utenza domestica! Se manca la corrente che mi frega di usare internet?Su una server farm mica usano sto sistema!
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    - Scritto da: Anonimo
    difetto: che non esiste.Non esiste perche' non la vendono sullo scaffale dell'Auchan?
  • Mechano scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: sh4d
    p.s.2: altra cosa interessante: se
    interpongo un gruppo di continuità
    tra la rete elettrica e il modem il segnale
    non si degrada?Ma a te chi ti dice di attaccare la spina dell'elettro-modem all'UPS?La devi attaccare a monte dell'UPS.Il discorso black-out invece e' ben diverso...
  • Anonimo scrive:
    Re: larghezza di banda
    - Scritto da: Anonimo
    14 mbit non sono pochi per certe realta' ?Per ogni larghezza N esiste qualche realtà per la quale N è poco....
  • Anonimo scrive:
    Re: MA se attacco

    - Scritto da: incuso

    un asciugacapelli o il frullatore cosa

    succede :@ ?



    M.

    --

    incuso.altervista.org

    ti asciughi i capelli o ti bevi un
    frappè.. 8)Grande! (anche a me è venuta in mente la stessa risposta)Ciao, Marzio
  • Anonimo scrive:
    larghezza di banda
    14 mbit non sono pochi per certe realta' ?
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    - Scritto da: Anonimo
    Sono anni ormai che questa puttanata della
    connettività su rete elettrica
    ritorna periodicamente, come un tormentone.

    Ogni volta dichiarazioni sensazionali, e
    ogni volta il giorno dopo non ne parla
    più nessuno.

    E' una autentica fesseria, tanto è
    vero che di concreto non c'è nulla.
    Avete mai visto qualcosa di funzionante ?
    No. Solo un caterva di parole e di fesserie.


    Però state sicuri che tra quallche
    mese ci sarà qualche altro pirla che
    riscopre l'acqua calda e che verrà a
    decantarci le meraviglie di questa
    mirabolante tecnologia, con un piccolo
    difetto: che non esiste.
    (troll)(troll)(troll)(troll)(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    - Scritto da: Anonimo
    Sono anni ormai che questa puttanata della
    connettività su rete elettrica
    ritorna periodicamente, come un tormentone.

    Ogni volta dichiarazioni sensazionali, e
    ogni volta il giorno dopo non ne parla
    più nessuno. stavolta la FESSERIA l'hai detta te.
  • Anonimo scrive:
    Re: MA se attacco
    - Scritto da: incuso
    un asciugacapelli o il frullatore cosa
    succede :@ ?

    M.
    --
    incuso.altervista.org dipende da cosa accendi.Se l' asciugacapelli ti esce un getto di aria dal monitor, se un frullatore ti esce il frullato; preparati davanti al monitor coon una padella se no ti cade tutto sulla tastiera e ti si appiccicano i tasti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?

    p.s.3: gli ups per i servizi su internet
    diventeranno inutili: se va via la luce va
    via la rete, e il server/pc rimane acceso
    senza connessione... bella continuità
    del servizio!Anche Fastweb, se non c'è corrente non hai il telefono ne internet, rimani fuori dal mondo.
  • Anonimo scrive:
    Dove comprare
    Sul sito chipstation.it ci sono questi apparecchi e costano poco, con meno di 70 euro li compri ... la cosa buona e che non hai bisogno di driver particolari quindi anche con linux puoi fare una rete ...Buon divertimento
  • gerry scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: sh4d
    Sicura per chi?
    rabbrividisco al pensiero che la mia rete
    elettrica oltre che ricevere
    elettricità...ne spedisca!
    Qualsiasi elettrodomestico a 220v potrebbe
    includere chippetti nascosti per gli usi
    piu' disparati. Signore Pietà...Guardala in confronto alla tecnologia wireless. Con il wireless un elettrodomestico non deve manco essere connesso alla rete per ascoltare quello che passa per aria.Inoltre con una electrolan mettere fuori gioco un elettrodomestico di cui non ti fidi è facile, basta filtrare la presa a cui è attaccato (immagino esistano dei filtri) per isolarlo.==================================Modificato dall'autore il 14/05/2004 9.04.28
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    Certo ma sarebbe un complotto organizzato da ogni produttore di elettrodomestici + enel + chissachi.Per fare che poi?Mettere un sensore nel phon che riveli che shampo usi per fare ricerche di mercato più precise?Il punto è che ormai siamo circondati dalla tecnologia e ne siamo dipendenti, e questo un po' ci spaventa perchè dobbiamo fidarci delle aziende il cui interesse è guadagnare.Al limite si potrebbe sempre fare un controllo sui dati che arrivano al o dal dispositivo che si attacca alla rete elettrica.
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    Scusa se te lo dico, ma questo è un discorso che non sta in piedi.La tecnologia evolve, e un giorno si possono fre cose che in passato non si potevano.Mi sa che ti dovresti documentare, anzichè parlare "a vanvara".Che non siano diffusi è un altro discorso, che non si possano fare è errato.Che ci siano sparate e promesse non mantenute è verissimo (non solo in tecnologia), ma che la rete elettrica possa trasportare dati è appurato e ormai fattibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    3) Se ti fai un giro sul sito enel.it ti becchi il dispositivo Electr@lan per farti la tua lannuccia con velocità fino a 10 Mbps........ non esiste perchè non ti informi :p
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: Anonimo
    Genialità è avere poche idee
    ma confuse..._ben_ confuse, mi raccomando. :p
    riescono a malapena a
    fare alcune cose basilari (staccarti il
    contatore quando superi un certo wattaggio,
    appunto), non certo sniffarti e forwardare
    pacchetti!Sfugge il concetto: se oggi costruiscono l'infrastruttura, _domani_ probabilmente la utilizzeranno.
  • Sirswatch scrive:
    Re: FESSERIA RICORRENTE
    Mi dispiace contraddirti ma nei nostri uffici usiamo i dipositivi Homeplug venduti da Allnet e siamo soddisfattissimi:1) Non hai altra radiofrequenza che ti bombarda 10 ore al giorno2) Se devi spostare una scrivania non hai il panico della presa ethernet da spostare
  • Anonimo scrive:
    FESSERIA RICORRENTE
    Sono anni ormai che questa puttanata della connettività su rete elettrica ritorna periodicamente, come un tormentone. Ogni volta dichiarazioni sensazionali, e ogni volta il giorno dopo non ne parla più nessuno. E' una autentica fesseria, tanto è vero che di concreto non c'è nulla. Avete mai visto qualcosa di funzionante ? No. Solo un caterva di parole e di fesserie. Però state sicuri che tra quallche mese ci sarà qualche altro pirla che riscopre l'acqua calda e che verrà a decantarci le meraviglie di questa mirabolante tecnologia, con un piccolo difetto: che non esiste.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sicura?
    Genialità è avere poche idee ma confuse...se OGNI appartamento ha 14 mbit di banda e nel tuo palazzo ci sono 20 appartamenti in teoria alla scatola dell'ENEL nell'androne di casa tua ci dovrebbe essere una linea da 280 Mbit... dubito che l'ENEL porti le connessioni in fibra per spiarci, detto questo contatori che hanno un software tutto loro(e riprogrammando quelli elettronici via IRDA c'è gente che si porta il contatore da 3 a 6 kW) riescono a malapena a fare alcune cose basilari (staccarti il contatore quando superi un certo wattaggio, appunto), non certo sniffarti e forwardare pacchetti!
  • sh4d scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: Alessandrox
    Tranquillo... l' UPS non deve garantirti la
    connessione di rete ma l' integrita' del PC
    e possibilmente un suo spegnimento non
    improvviso. Questo continueranno a farlo ed
    e' piu' importante di avere una connessione
    sempre ONPippe mentali delle 0.54Facciamo una ipotesi sul futuro aspetto di questi modem.Dunque, immagino che in nome della semplicità di montaggio/installazione dispongano di due connettori: uno alla corrente elettrica per alimentazione e segnale e l'altro che va al pc (una banale usb2 o firewire) per il trasferimento dati. Se metti un ups per prevenire gli sbalzi di tensione presumibilimente lo usi anche per alimentare il modem. Secondo me inficia sulla natura del segnale: è come se tu steganografi un messaggio dentro a un file .mp3, dopodichè lo trasformi in wav e lo ricomprimi. Il risultato è un mp3 di grandezza e suono praticamente identici, ma il messaggio è andato a farsi benedire.Poi nella sostanza se va via la luce te ne freghi di alimentare il modem, in quanto prendi linea dalla rete elettica :)
  • Alessandrox scrive:
    Re: Sicura?
    - Scritto da: sh4d
    p.s.3: gli ups per i servizi su internet
    diventeranno inutili: se va via la luce va
    via la rete, e il server/pc rimane acceso
    senza connessione... bella continuità
    del servizio!Tranquillo... l' UPS non deve garantirti la connessione di rete ma l' integrita' del PC e possibilmente un suo spegnimento non improvviso. Questo continueranno a farlo ed e' piu' importante di avere una connessione sempre ON
  • sh4d scrive:
    Sicura?
    Sicura per chi?rabbrividisco al pensiero che la mia rete elettrica oltre che ricevere elettricità...ne spedisca!Qualsiasi elettrodomestico a 220v potrebbe includere chippetti nascosti per gli usi piu' disparati. Signore Pietà...p.s.: l'unica cosa interessante è forse il fatto che che una prolunga elettrica costa meno del cavo utp cat.5p.s.2: altra cosa interessante: se interpongo un gruppo di continuità tra la rete elettrica e il modem il segnale non si degrada?p.s.3: gli ups per i servizi su internet diventeranno inutili: se va via la luce va via la rete, e il server/pc rimane acceso senza connessione... bella continuità del servizio!
  • Anonimo scrive:
    Re: MA se attacco
    - Scritto da: incuso
    un asciugacapelli o il frullatore cosa
    succede :@ ?

    M.
    --
    incuso.altervista.org ti asciughi i capelli o ti bevi un frappè.. 8)
  • incuso scrive:
    MA se attacco
    un asciugacapelli o il frullatore cosa succede :@ ?M.--http://incuso.altervista.org
  • Anonimo scrive:
    Mi sembra un' ottima idea
    ...oltre che una buona tecnologia da sfruttare ed a disposizione di tutti con relativa semplicità
Chiudi i commenti