Download/ Emule Plus e 4 amici

Sarà lui il nuovo principe del P2P? Nel frattempo si fanno puzzle, album flash e si ordinano i plugin. Con un occhio ai processi di Windows






Programmi P2P già recensiti negli ultimi mesi:

P2P Reloaded!
Waste, EarthStation 5, OneMX, WWW FileShare, Morpheus 3, PeerBuddy,
K-Lite Codec Pack, KazaaScanner

Condividi et impera
KazaaLite, SongSpy, FileNavigator4, Swaptor, Sunshine UN, Tesla, FileShare 1.1
Overnet, Dagsta e segnalazioni

Share! Share! Share!
Shareaza, Piolet, SoulSeek, PySoulSeek, EMule, LeecHammer, KaZuperNodes

e ora il candidato al trono!




a cura di Luca Schiavoni

usate questa email per segnalazioni, critiche, aggiornamenti, proposte e curiosità che riguardano i download, grazie!

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    sguazza!!!
    asera si sguazza!!!!(troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll) (troll)&(troll)
  • Anonimo scrive:
    la mia esperienza - PA e l'accessibilità
    Ho messo a punto un po' di cms per varie PA, inserimento notizie, pagine ecc....peccato che nonostante la struttura sia assolutamente a standard siano i contenuti (copiati e incollati da word o altre schifezze) inseriti dai dipendenti / collaboratori a portare i siti a non-standard.Con buona pace di scano & Cciao ciao
    • rscano scrive:
      Re: la mia esperienza - PA e l'accessibilità
      - Scritto da: Anonimo
      Ho messo a punto un po' di cms per varie PA,
      inserimento notizie, pagine ecc....peccato
      che nonostante la struttura sia
      assolutamente a standard siano i contenuti
      (copiati e incollati da word o altre
      schifezze) inseriti dai dipendenti /
      collaboratori a portare i siti a
      non-standard.Se con il copia/incolla da word non viene pulito il codice allora è il CMS da sistemare ;-)Comunque è vero... i dipendenti P.A. vanno formati... e la legge lo prevede.
      • Anonimo scrive:
        Re: la mia esperienza - PA e l'accessibilità
        in teoria se il mondo fosse tutto bello e rosa word dovrebbe poter esportare in docbook e di lì basterebbe un bel foglio xslt per produrre xhtml 1.0 strict, ma fino al prossimi office (e solo la versione più cara) ciccia
  • pikappa scrive:
    a proposito di accessibilità
    http://new.camera.it/Altre_SezioniSM/1580/documentotesto.ASPAnche se in piccolo trovo apprezzabile questa scelta, il sito è visualizzabile e usufruibile praticamente da ogni piattaforma.
  • Anonimo scrive:
    link al sito dell ministero innovazione?
    qualcuno puo' postare per favore un link all'annuncio originale da parte del ministero,oppure link a qualche agenzia ANSA ecc.thanks.
  • Anonimo scrive:
    l'accessibilità web è una bufala
    parlate con un non vedente, con un disabile motorio che navighino e chiedegli se freghi loro qualcosa dei livelli di accessibilità A, AA, AAA.poi ne riparliamo.
    • rscano scrive:
      Re: l'accessibilità web è una bufala
      - Scritto da: Anonimo
      parlate con un non vedente, con un disabile
      motorio che navighino e chiedegli se freghi
      loro qualcosa dei livelli di accessibilità
      A, AA, AAA.
      poi ne riparliamo.Mah mi pare che i non vedenti che partecipano alla lista webaccessibile in www.itlists.org (e che tra l'altro sono sviluppatori) non mi sembrano molto d'accordo con il tuo punto di vista...
    • Anonimo scrive:
      Re: l'accessibilità web è una bufala
      "Noi" come PLUG (Prato Linux User Group) abbiamo organizzato piu' serate sul tema della Web Accessibility invitando la UIC (Unione Italiana Ciechi) a presenziare. Non solo la UIC è stata entusiasta di partecipare e molto grata dell'essere stata chiamata in causa, ma 3 portatori di handicap hanno dato una dimsotrazione di come loro navighino e sorpattutto di come non abbiano problemi con siti ben realizzati (AA) e di come si perdano completamente con siti fatti a bischero. Un esperienza davvero significativa che consiglio di fare a tutti i webMonster che ci sono in circolazione!Ciao, Krecker
      • Anonimo scrive:
        Re: l'accessibilità web è una bufala
        Ciao,come faccio a sapere se il mio sito è accessibile?C'è qualche online check automatico che mi consenta di sapere se il sito è consultabile, ad esempio, dai sistemi di lettura che usano i non vedenti?
        • Anonimo scrive:
          Re: l'accessibilità web è una bufala
          Ciao!Allora, innanzitutto dovresti controllare le linee guida nel sito del W3Chttp://www.w3c.org/qui trovi la traduzione in italianohttp://www.aib.it/aib/cwai/WAI-trad.htmPoi, questi sono due validatori che ti permettono di verificare se il tuo sito soddisfa le esigenze delle linee guida:in inglesehttp://bobby.watchfire.com/bobby/html/en/index.jspin italianohttp://www.webxtutti.it/testa.htmQuesti invece sono siti in cui si parla di accessibilità e usabilitàhttp://www.usabile.it/http://www.webusabile.it/Infine ti suggerirei di visitare html.it, nella sezione dedicata all'accessibilità.http://www.html.it/accessibilita/Spero di esserti stata utile!Ciao S.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'accessibilità web è una bufala
      be' se il sito è fatto in modo che uno screen-reader non sbarelli di brutto certo che è utile
  • rscano scrive:
    ... e un grazie a Punto Informatico :)
    Penso che sia doveroso un ringraziamento anche a Punto Informatico come unico quotidiano online che ha seguito tutto l'iter della legge, dalla prima proposta Campa-Palmieri presentata a Venezia il 16 dicembre scorso, alla proposta Stanca, alle proposte di emendamenti, alla lista pdl3486, ....Grazie ancora.... ma non abbassiam la guardia... ora passa al Senato e poi entro 90 giorni dovrà esser fatto il regolamento (sulla creazione del quale vigileremo come sempre a favore dell'accesso universale proposto dal W3C)
    • Anonimo scrive:
      Re: ... e un grazie a Punto Informatico
      - Scritto da: rscano
      Penso che sia doveroso un ringraziamento
      anche a Punto Informatico come unico
      quotidiano online che ha seguito tutto
      l'iter della legge [...]Anche se poteva nominare, tra gli altri, anche chi si e' battuto con il coltello tra i denti per proporre questa legge.Onore al merito a te e al tuo staff.
      • rscano scrive:
        Re: ... e un grazie a Punto Informatico
        - Scritto da: Anonimo
        Anche se poteva nominare, tra gli altri,
        anche chi si e' battuto con il coltello tra
        i denti per proporre questa legge.
        Onore al merito a te e al tuo staff.L'importante è il risultato... chi c'ha lavorato lo sa ed è stato bene non mettere il mio riferimento altrimenti i membri del CAS (Club Anti Scano) si sarebbero scatenati :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ... e un grazie a Punto Informatico :)
      - Scritto da: rscano
      Penso che sia doveroso un ringraziamento
      anche a Punto Informatico come unico
      quotidiano online che ha seguito tutto
      l'iter della legge, dalla prima proposta
      Campa-Palmieri presentata a Venezia il 16
      dicembre scorso, alla proposta Stanca, alle
      proposte di emendamenti, alla lista pdl3486,
      ....

      Grazie ancora.... ma non abbassiam la
      guardia... ora passa al Senato e poi entro
      90 giorni dovrà esser fatto il regolamento
      (sulla creazione del quale vigileremo come
      sempre a favore dell'accesso universale
      proposto dal W3C)Agganciandomi ai miei altri mail, posso chiedere di vigilare anche sul concetto di "anybrowser"? Estendendolo anche al concetto di "anyOS"?Non facciamo che anche l'accessibilita' ai portatori di handicap si trasformi in un altro monopolio mono-OS.Ci vuole la "biodiversita" anche per i computer.Ciao, Ermanno Polli
      • rscano scrive:
        Re: ... e un grazie a Punto Informatico :)
        - Scritto da: Anonimo
        Agganciandomi ai miei altri mail, posso
        chiedere di vigilare anche sul concetto di
        "anybrowser"? Estendendolo anche al concetto
        di "anyOS"?
        Non facciamo che anche l'accessibilita' ai
        portatori di handicap si trasformi in un
        altro monopolio mono-OS.

        Ci vuole la "biodiversita" anche per i
        computer.Il concetto di accesso universale ed il progetto WAI del W3C mira già a quello :)
  • ldsandon scrive:
    Non bastano le leggi
    Bisogna poi applicarle. Quella sulle barriere architettoniche è ben più vecchia, ma per molti disabili potersi muovere in alcune città ed edifici è ancora un incubo...E' vero che è più facile aggiornare un sito di un edificio - vedremo.
    • rscano scrive:
      Re: Non bastano le leggi
      - Scritto da: ldsandon
      Bisogna poi applicarle. Quella sulle
      barriere architettoniche è ben più vecchia,
      ma per molti disabili potersi muovere in
      alcune città ed edifici è ancora un
      incubo...E' più difficile spostare un muro fisico che uno "virtuale"
      E' vero che è più facile aggiornare un sito
      di un edificio - vedremo.Noi vigileremo per questo :)
      • ryoga scrive:
        Re: Non bastano le leggi
        - Scritto da: rscano
        E' più difficile spostare un muro fisico che
        uno "virtuale":D ecco che entra in gioco il "professionista" giusto? A volte, e' piu' facile spostare un muro "fisico" che uno "virtuale"

        E' vero che è più facile aggiornare un
        sito

        di un edificio - vedremo.

        Noi vigileremo per questo :)Ma te non facevi il programmatore nel tempo libero? Ma quanti lavori vuoi fare? Comunque, ritornando all'articolo....io non sono contro questa proposta di legge ( ci mancherebbe ), ma questo, per me, e' il segno che gli Stati vogliono entrare ancora di piu' all'interno della rete monopolizzandola.
        • rscano scrive:
          Re: Non bastano le leggi
          - Scritto da: ryoga
          Ma te non facevi il programmatore nel tempo
          libero? Veramente lo fo come lavoro :)
          Ma quanti lavori vuoi fare? Questo non è lavoro... non sono pagato per questo ma non significa che per tale motivo non devo supportare iniziative di valorizzazione del Web :)
          Comunque, ritornando all'articolo....io non
          sono contro questa proposta di legge ( ci
          mancherebbe ), ma questo, per me, e' il
          segno che gli Stati vogliono entrare ancora
          di piu' all'interno della rete
          monopolizzandola.No, questo significa che gli stati si adeguano civilmente alle direttive internazionali come le raccomandazioni del W3C obbligando le P.A. ad adeguare i propri siti web: in un paese come il nostro senza "obbligo" la P.A. non fa nulla :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non bastano le leggi
            - Scritto da: rscano

            - Scritto da: ryoga

            Ma te non facevi il programmatore nel
            tempo

            libero?

            Veramente lo fo come lavoro :)


            Ma quanti lavori vuoi fare?

            Questo non è lavoro... non sono pagato per
            questo ma non significa che per tale motivo
            non devo supportare iniziative di
            valorizzazione del Web :)


            Comunque, ritornando all'articolo....io
            non

            sono contro questa proposta di legge ( ci

            mancherebbe ), ma questo, per me, e' il

            segno che gli Stati vogliono entrare
            ancora

            di piu' all'interno della rete

            monopolizzandola.

            No, questo significa che gli stati si
            adeguano civilmente alle direttive
            internazionali come le raccomandazioni del
            W3C obbligando le P.A. ad adeguare i propri
            siti web: in un paese come il nostro senza
            "obbligo" la P.A. non fa nulla :)Tranne inchinarsi davanti a Bill...
          • rscano scrive:
            Re: Non bastano le leggi
            - Scritto da: Anonimo
            Tranne inchinarsi davanti a Bill...Gli uomini di Bill, come quelli di IBM, Oracle, Netscape, ecc. ecc. lavorano tutti assieme all'interno del W3C ed anche nel gruppo delle WCAG :)E' interesse di tutti avere degli standard di qualità :)
          • ryoga scrive:
            Re: Non bastano le leggi
            Mah.... io preferivo la rete "libera" di un tempo, dove c'erano gli standard dettati da organizzazioni no-profit che facevano leva sul buon senso delle persone.Mettere leggi che impongano ad un sito di esser fatto in un determinato modo, limitano la creativita' delle persone in primis e la liberta' di scelta ( non so come si dice "secondo"....mai fatto il liceo :P )Bye :)
      • ryoga scrive:
        Re: Non bastano le leggi
        - Scritto da: rscano
        E' più difficile spostare un muro fisico che
        uno "virtuale":D ecco che entra in gioco il "professionista" giusto? A volte, e' piu' facile spostare un muro "fisico" che uno "virtuale"

        E' vero che è più facile aggiornare un
        sito

        di un edificio - vedremo.

        Noi vigileremo per questo :)Ma te non facevi il programmatore nel tempo libero? Ma quanti lavori vuoi fare? Comunque, ritornando all'articolo....io non sono contro questa proposta di legge ( ci mancherebbe ), ma questo, per me, e' il segno che gli Stati vogliono entrare ancora di piu' all'interno della rete monopolizzandola.
        • marinamancini scrive:
          Re: Non bastano le leggi
          La PA ha il dovere e l'obbligo di adeguarsi, e anche se a piccoli passi lo sta facendo. Occorrerebbe maggiore informazione e formazione, rendere dunque accessibili anche le informazioni nel modo più chiaro possibile, evitando linguaggi da iniziati.
          • rscano scrive:
            Re: Non bastano le leggi
            - Scritto da: marinamancini
            La PA ha il dovere e l'obbligo di adeguarsi,
            e anche se a piccoli passi lo sta facendo.
            Occorrerebbe maggiore informazione e
            formazione, rendere dunque accessibili anche
            le informazioni nel modo più chiaro
            possibile, evitando linguaggi da iniziati.Concordo :)nella legge difatti si fa riferimento alla formazione nella P.A. e alle sanzioni per i dirigenti che non seguono le indicazioni sulla formazione interna :)
      • ryoga scrive:
        Re: Non bastano le leggi
        - Scritto da: rscano
        E' più difficile spostare un muro fisico che
        uno "virtuale":D ecco che entra in gioco il "professionista" giusto? A volte, e' piu' facile spostare un muro "fisico" che uno "virtuale"

        E' vero che è più facile aggiornare un
        sito

        di un edificio - vedremo.

        Noi vigileremo per questo :)Ma te non facevi il programmatore nel tempo libero? Ma quanti lavori vuoi fare? Comunque, ritornando all'articolo....io non sono contro questa proposta di legge ( ci mancherebbe ), ma questo, per me, e' il segno che gli Stati vogliono entrare ancora di piu' all'interno della rete monopolizzandola.
    • Crazy scrive:
      Re: Non bastano le Leggi OK
      Io incomincerei con il riconoscere il Diritto di titti ad avere un Computer in Casa, e per chi non puo` permetterselo devono essere messi a disposizione delle Famiglie Bonus fino a 1000 Euro per fare si che tutti in Casa abbiano il mezzo con cui poi Collegarsi ad Internet, altrimenti e` come il non avere il Telefono in Casa... beh, adesso se ne puo` anche fare a meno grazie al Cellulare, ma per andare in internet... azni, includerei anche dei mini corsi per insegnare a muoversi nel Web, corsi di poche ore, ma che possono essere sufficienti a lanciare una persona nella rete mondiale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non bastano le Leggi OK
        - Scritto da: Crazy
        Io incomincerei con il riconoscere il
        Diritto di titti ad avere un Computer in
        Casa, e per chi non puo` permetterselo
        devono essere messi a disposizione delle
        Famiglie Bonus fino a 1000 Euro per fare si
        che tutti in Casa abbiano il mezzo con cui
        poi Collegarsi ad Internet, altrimenti e`
        come il non avere il Telefono in Casa...
        beh, adesso se ne puo` anche fare a meno
        grazie al Cellulare, ma per andare in
        internet... azni, includerei anche dei mini
        corsi per insegnare a muoversi nel Web,
        corsi di poche ore, ma che possono essere
        sufficienti a lanciare una persona nella
        rete mondiale.Interessante la tua proposta. Ma c'e' tanta, tantissima gente che del computer ed internet non gliene puo' fregare di meno.Inoltre chi ha bisogno realmente di un computer ed internet ma non se lo puo' permettere, sono veramente pochi. Ho assistino personalmente ad una scena in cui la caritas e la croce rossa si contendevano l'assistenza dell'unico poveretto del paese ...Non siamo messi cosi' male ... dai ! Ed evitiamo gli sprechi.
  • Anonimo scrive:
    Browser compatibili
    Ma qui si menziona solo come accessibilità il problema dei disabili, ma non si fa cenno come accessibilità quello dei browser.Non ditemi che il fatto di trovarsi le porte sbarrate ai servizi della PA se non si utilizza Explorer non frega a nessuno !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Browser compatibili
      - Scritto da: Anonimo
      Ma qui si menziona solo come accessibilità
      il problema dei disabili, ma non si fa cenno
      come accessibilità quello dei browser.
      Non ditemi che il fatto di trovarsi le porte
      sbarrate ai servizi della PA se non si
      utilizza Explorer non frega a nessuno !!!!!Per non paralre di vari sitemi operativi. Sono andato a cercare i numeri telefonici 7xx, 899, e vari e ho trovato, sul *sito del ministero*, l'elenco.. dentro dei files *.exe :-(Se non hai la "roba di Bill"...Gli ho mandato un mail, ma la mailbox deve essere stata reindirizzata su /dev/null. :-((Tristemente, Ermanno Polli
      • Anonimo scrive:
        Re: Browser compatibili
        Come al solito la "media" dei commenti su notizie del genere a mio avviso finalmente riguardanti senso di civiltà, viene reso banale parlando di questione di "potere" o di "politica". Cosa c'entra ora Microsoft in tutto questo mi chiedo, qualcuno ora mi verrà a dire che per caso Linux è più facile da utilizzare per un portatore d'handicap? Fatemi il piacere.Io piuttosto evidenzierei come i dispositivi di input siano ancora inadeguati, vi siete mai chiesto quanto sia difficile utilizzare un mouse o una tastiera per un portatore d'handicap? E soprattutto evidenzierei come ogni "sussidio" informatico se così lo vogliamo chiamare, abbia un costo spropositato in maniera da penalizzare ancor più chi vive non per sua colpa un disagio, disagio a volte aggravato proprio dall'avanzare della tecnologia (vedi cellulari con tasti microscopici nella media...).Questi sono i problemi e questi "sforzi" del nostro parlamento sono solo un millesimo di quello che uno stato "assistenzialista" come si definisce quello italiano, dovrebbe veramente affrontare. Saluti a tutti. Fabrizio
        • BlueSky scrive:
          Re: Browser compatibili

          Come al solito la "media" dei commenti su
          notizie del genere a mio avviso finalmente
          riguardanti senso di civiltà, viene reso
          banale parlando di questione di "potere" o
          di "politica". La questione è il fatto che si utilizzano formati proprietari, leggibili solo con programmi proprietari e solo su alcune piattaforme. Questo quando le stesse informazioni potrebbero essere date con formati standard, leggibili ovunque, indipendentemente dal programma o sistema operativo usato. Ormai Excel permette di creare un foglio html con le informazioni contenute. Non si tratta quindi di costi o tempi lunghi, ma semplicemente della volontà di rendere le informazioni libere da vincoli di questo genere.
          Cosa c'entra ora Microsoft in
          tutto questo mi chiedo, qualcuno ora mi
          verrà a dire che per caso Linux è più facile
          da utilizzare per un portatore d'handicap?
          Fatemi il piacere.Nulla, è una questione di buonsenso e civiltà della pubblica amministrazione. La critica infatti era fatta verso di essa e non contro Microsoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: Browser compatibili
            - Scritto da: BlueSky
            e, con 2 "
            ", e' fabrizio:

            Come al solito la "media" dei commenti su

            notizie del genere a mio avviso finalmente

            riguardanti senso di civiltà, viene reso

            banale parlando di questione di "potere" o

            di "politica".
            La questione è il fatto che si utilizzano
            formati proprietari, leggibili solo con
            programmi proprietari e solo su alcune
            piattaforme. Questo quando le stesse
            informazioni potrebbero essere date con
            formati standard, leggibili ovunque,
            indipendentemente dal programma o sistema
            operativo usato. Ormai Excel permette di[snip]

            Cosa c'entra ora Microsoft in

            tutto questo mi chiedo, qualcuno ora mi

            verrà a dire che per caso Linux è più
            facile

            da utilizzare per un portatore d'handicap?

            Fatemi il piacere.

            Nulla, è una questione di buonsenso e
            civiltà della pubblica amministrazione. La
            critica infatti era fatta verso di essa e
            non contro Microsoft.Grazie, Blue Sky. Mi hai capito perfettamente.E per quanto ha detto Fabrizio, posso dire che io mi riferivo agli "handicappati di Bill", cioe' a chi *non* ha un sistema Windows.In primis, il target del mail era l'amministrazione e chi c'e' sopra, che usa e obbliga (praticamente... Niente imposizioni formali) ad usare il sistema Windows.Tutto qui. Ermanno Polli
        • Anonimo scrive:
          Re: Browser compatibili
          - Scritto da: Anonimo
          Io piuttosto evidenzierei come i dispositivi
          di input siano ancora inadeguati, vi siete
          mai chiesto quanto sia difficile utilizzare
          un mouse o una tastiera per un portatore
          d'handicap? E soprattutto evidenzierei comeDispositivi diversi ne esistono. Il problema è che, con pagine non accessibili o non realizzate correttamente, non funzionano (si riferisce anche a questo il problema dell'accessibilità). Per esempio, un browser vocale dovrebbe poter riconoscere la lingua in cui è scritta la pagina, per funzionare bene; esiste un apposito attributo HTML, che spesso non viene usato, vanificando quindi l'utilità del browser vocale. E per i costi sono d'accordo, chiunque abbia problemi dovrebbe avere almeno uno sconto (come succede per esempio con le automobili, anche se e' comunque troppo poco).
      • logitech scrive:
        Re: Browser compatibili
        - Scritto da: Anonimo

        Per non paralre di vari sitemi operativi.
        Sono andato a cercare i numeri telefonici
        7xx, 899, e vari e ho trovato, sul *sito
        del ministero*, l'elenco.. dentro dei files
        *.exe :-(
        Se non hai la "roba di Bill"...
        Gli ho mandato un mail, ma la mailbox deve
        essere stata reindirizzata su /dev/null.
        :-((Gli hai citato le conclusioni della commisione sull'Open Source, che impongono a tutta la PA di disporre di almeno una copia di ogni documento in formati liberi?Perchè se non le avesse, quell'uffcio va contro le ultime disposizioni governative.
        • Anonimo scrive:
          Re: Browser compatibili
          - Scritto da: logitech

          - Scritto da: Anonimo



          Per non paralre di vari sitemi operativi.

          Sono andato a cercare i numeri telefonici

          7xx, 899, e vari e ho trovato, sul *sito

          del ministero*, l'elenco.. dentro dei
          files

          *.exe :-(

          Se non hai la "roba di Bill"...

          Gli ho mandato un mail, ma la mailbox
          deve

          essere stata reindirizzata su /dev/null.

          :-((
          Scusa il ritardo, ma questo modo di fare mailing list e' piuttosto scomodo e difficile da seguire..
          Gli hai citato le conclusioni della
          commisione sull'Open Source, che impongono a
          tutta la PA di disporre di almeno una copia
          di ogni documento in formati liberi?
          Perchè se non le avesse, quell'uffcio va
          contro le ultime disposizioni governative.Neanche sapevo di questo, ne' della commissione, ne' delle conclusioni.A me pare una cosa ovvia, ma a quanto pare c'e' voluta una commissione. :-(Mai capitato di protestare perche' ti mandono in mail dei documenti doc (nel senso di formato... ;-) )?Provero' a tornare sul sito (a 'ricchiapparlo... ;-) ) che *non* ho bookmarkato.Ciao, Ermanno
    • Anonimo scrive:
      Re: Browser compatibili
      - Scritto da: Anonimo
      Ma qui si menziona solo come accessibilità
      il problema dei disabili, ma non si fa cenno
      come accessibilità quello dei browser.Mi sembra, ma non ne sono sicuro, che nella legge si indichi chiaramente che le pagine devono poter essere consultate con qualsiasi UA (quindi abche con qualsiasi browser).
    • pikappa scrive:
      Re: Browser compatibili
      - Scritto da: Anonimo
      Ma qui si menziona solo come accessibilità
      il problema dei disabili, ma non si fa cenno
      come accessibilità quello dei browser.
      Non ditemi che il fatto di trovarsi le porte
      sbarrate ai servizi della PA se non si
      utilizza Explorer non frega a nessuno !!!!!Boh forse qualcosa si muove, guarda il link del mio post (a proposito di acessibilità) oppure vai su new.camera.it e pigia su download plugin, troverai qualche sorpresa
    • Anonimo scrive:
      Re: Browser compatibili
      e il bello è che se ora si farà siti totalmente accessibili secondo la specifica wai-aaa ora non funzioneranno più su explorer, ci sarà da divertirsi:-)ad es: il diffusissimo layout a colonne, non dovrebbe MAI essere fatto a tabelle, ma con la gestione dei float o elementi con posizione assoluta explorer è un assoluto disastro
  • Anonimo scrive:
    finalmente...
    una buona notiziajavascript:htmlconsentito()javascript:htmlconsentito()
Chiudi i commenti