Download estate/ In quattro col P2P

Cercare musica d'autore, convertire numeri romani, cambiare nome a tutti i file e convertire migliaia di valori in altri. Sotto l'ombrellone





a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Richiesta
    Buon giorno sono uno studente di bergamo... sto preparando la tesina per scuola superiore... vorrei portare all'esame il progetto MONO... potrei avere una documentazione dettagliata sul vostro progetto grazie per la collaborazione..mi può risp su robertaeluca@tiscali.itgrazieluca
    • Anonimo scrive:
      Re: Richiesta
      - Scritto da:
      Buon giorno sono uno studente di bergamo... sto
      preparando la tesina per scuola superiore...
      vorrei portare all'esame il progetto MONO...
      potrei avere una documentazione dettagliata sul
      vostro progetto grazie per la
      collaborazione..
      mi può risp su robertaeluca@tiscali.it
      grazie
      lucaCome mai stai commentao un articolo di PI come se stessi rispondendo a una persona del progetto? Fra l'altro si tratta di un articolo scritto nel 2 luglio del 2004!Info sul progetto mono le trovi qui:http://www.mono-project.com
  • Anonimo scrive:
    Re: java .not basic javascript?

    Inoltre puoi creare applicazioni che fanno
    cose turche come prelevare dinamicamente
    plugins dalla rete, in quanto il runtime sa
    eseguire un matching tra le policy impostate
    sul tuo sistema e quello che il bytecode
    vuole fare. Quindi, sicurezza garantita. Con
    puro compilato te la dimentichi una roba
    così.Cazzate lo puoi fare benissimo. Si chiama rpc, e garantisce che un pc con win2k possa scaricare un plugin come Sasser [detto plugin di spegnimento] senza che l'utente debba nemmeno avere il problema di capire cosa succede con inutili richieste di autorizzazione.
  • Anonimo scrive:
    Ma dot GNU (.GNU)???
    Come da oggetto... con l'uscita di mono tutti si sono messi a dire che sarà la piattaforma di sviluppo preferenziale per Linux...Ma DOT GNU? Sappiamo che è ancora indietro con lo sviluppo, nonostante sia in rapida evoluzione... ma anche se fosse vicino al rilascio in versione 1.0, che vantaggi svantaggi differenze ha con il progetto Mono? Non è un inutile spreco di energie nello riscrivere codice che alla fin fine fa le stesse cose?Mah, sono perplesso.
  • Anonimo scrive:
    C# ha un grosso difetto...
    A mio avviso quel che manca effettivamente è un ragionamento di base.Dieci anni fa quando non c'era bisogno di sfornare programmi su programmi in tempi brevissimi e chi se ne frega delle prestazioni c'era anche un altra classe di programmatori.I programmatori sono come dei dinosauri, tendono ad estinguersi e ad essere sostituiti da altri dinosauri; i C-dinosauri a poco a poco vanno diminuendo ma sono tanti e la specie ancora un minimo prolifica (i Cobol-dinosauri speriamo tutti che smettano di figliare al più presto).Ora, il problema è legato allo stato attuale delle cose; è un periodo di recessione (e non esiste più la mezza stagione) e quindi le software house piccole e medie puntano sul dare programmi e tool in tempi brevi, non possono semplicemente permettersi di perdere tempi-uomo per indottrinare i programmatori a nuovi linguaggi o migrare librerie e tool consolidati.Microsoft ha fatto l'errore di cercare di tirar fuori qualcosa con J++, dicendo che era bellissimo, carinissimo, utilissimo, che avrebbe conquistato il mondo... ma non vedo molto J++ in giro oggi...Spostare un programmatore da un linguaggio ad un altro richiede tempo e spostare un progetto da un linguaggio ad un altro richiede ALTRO tempo.I progetti nuovi possono iniziare in C#, ma bisogna prima sopperire programmatori abili in C#... il che vuol dire risorse che molte società non vogliono spendere.Ammettiamo comunque che ci sia gente pronta a migrare... perchè passare a C# ? Java non sarà meraviglioso ma SUN ha dato prova negli anni di voler tenere in vita Java come linguaggio universale e lo ha difeso con le unghie e coi denti... Microsoft ora sta lanciando C#, quanto durerà ?Non voglio essere di parte ma per un programmatore imparare un linguaggio non è un trauma, ma richiede il suo tempo, e buttare nel mondo dell'informatica l'ennesimo linguaggio (oltre ovviamente a buttar via le vecchie API windows per sostituirle con un sistema nuovo, avalon) non fa pensare a microsoft come ad una società capace di "fissarsi" su qualcosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: C# ha un grosso difetto...
      - Scritto da: Anonimo
      A mio avviso quel che manca effettivamente
      è un ragionamento di base.
      Dieci anni fa quando non c'era bisogno di
      sfornare programmi su programmi in tempi
      brevissimi e chi se ne frega delle
      prestazioni c'era anche un altra classe di
      programmatori.
      I programmatori sono come dei dinosauri,
      tendono ad estinguersi e ad essere
      sostituiti da altri dinosauri; i C-dinosauri
      a poco a poco vanno diminuendo ma sono tanti
      e la specie ancora un minimo prolifica (i
      Cobol-dinosauri speriamo tutti che smettano
      di figliare al più presto).
      Ora, il problema è legato allo stato
      attuale delle cose; è un periodo di
      recessione (e non esiste più la mezza
      stagione) e quindi le software house piccole
      e medie puntano sul dare programmi e tool in
      tempi brevi, non possono semplicemente
      permettersi di perdere tempi-uomo per
      indottrinare i programmatori a nuovi
      linguaggi o migrare librerie e tool
      consolidati.
      Microsoft ha fatto l'errore di cercare di
      tirar fuori qualcosa con J++, dicendo che
      era bellissimo, carinissimo, utilissimo, che
      avrebbe conquistato il mondo... ma non vedo
      molto J++ in giro oggi...
      Spostare un programmatore da un linguaggio
      ad un altro richiede tempo e spostare un
      progetto da un linguaggio ad un altro
      richiede ALTRO tempo.
      I progetti nuovi possono iniziare in C#, ma
      bisogna prima sopperire programmatori abili
      in C#... il che vuol dire risorse che molte
      società non vogliono spendere.
      Ammettiamo comunque che ci sia gente pronta
      a migrare... perchè passare a C# ?
      Java non sarà meraviglioso ma SUN ha
      dato prova negli anni di voler tenere in
      vita Java come linguaggio universale e lo ha
      difeso con le unghie e coi denti...
      Microsoft ora sta lanciando C#, quanto
      durerà ?
      Non voglio essere di parte ma per un
      programmatore imparare un linguaggio non
      è un trauma, ma richiede il suo
      tempo, e buttare nel mondo dell'informatica
      l'ennesimo linguaggio (oltre ovviamente a
      buttar via le vecchie API windows per
      sostituirle con un sistema nuovo, avalon)
      non fa pensare a microsoft come ad una
      società capace di "fissarsi" su
      qualcosa.Concordo su tutto. Nonostante la sua carica di sh monopolistica e quindi molto importante, non è cmq in grado di garantire negli anni il perdurare delle tecnologie che lei stessa produce... Questo è indice di scarso interesse nei riguardi delle persone che investono il loro tempo e il loro denaro nello sviluppo di applicativi...Mah..
    • Anonimo scrive:
      Re: C# ha un grosso difetto...
      - Scritto da: Anonimo
      A mio avviso quel che manca effettivamente
      è un ragionamento di base.
      Dieci anni fa quando non c'era bisogno di
      sfornare programmi su programmi in tempi
      brevissimi e chi se ne frega delle
      prestazioni c'era anche un altra classe di
      programmatori.
      I programmatori sono come dei dinosauri,
      tendono ad estinguersi e ad essere
      sostituiti da altri dinosauri; i C-dinosauri
      a poco a poco vanno diminuendo ma sono tanti
      e la specie ancora un minimo prolifica (i
      Cobol-dinosauri speriamo tutti che smettano
      di figliare al più presto).
      Ora, il problema è legato allo stato
      attuale delle cose; è un periodo di
      recessione (e non esiste più la mezza
      stagione) e quindi le software house piccole
      e medie puntano sul dare programmi e tool in
      tempi brevi, non possono semplicemente
      permettersi di perdere tempi-uomo per
      indottrinare i programmatori a nuovi
      linguaggi o migrare librerie e tool
      consolidati.
      Microsoft ha fatto l'errore di cercare di
      tirar fuori qualcosa con J++, dicendo che
      era bellissimo, carinissimo, utilissimo, che
      avrebbe conquistato il mondo... ma non vedo
      molto J++ in giro oggi...
      Spostare un programmatore da un linguaggio
      ad un altro richiede tempo e spostare un
      progetto da un linguaggio ad un altro
      richiede ALTRO tempo.
      I progetti nuovi possono iniziare in C#, ma
      bisogna prima sopperire programmatori abili
      in C#... il che vuol dire risorse che molte
      società non vogliono spendere.
      Ammettiamo comunque che ci sia gente pronta
      a migrare... perchè passare a C# ?
      Java non sarà meraviglioso ma SUN ha
      dato prova negli anni di voler tenere in
      vita Java come linguaggio universale e lo ha
      difeso con le unghie e coi denti...
      Microsoft ora sta lanciando C#, quanto
      durerà ?
      Non voglio essere di parte ma per un
      programmatore imparare un linguaggio non
      è un trauma, ma richiede il suo
      tempo, e buttare nel mondo dell'informatica
      l'ennesimo linguaggio (oltre ovviamente a
      buttar via le vecchie API windows per
      sostituirle con un sistema nuovo, avalon)
      non fa pensare a microsoft come ad una
      società capace di "fissarsi" su
      qualcosa.Scusa, ma quale linguaggio proponi? quale ami e ritieni migliore? Con .NET non c'e' un problema di linguaggio, si puo' usare VB, C#, managed C++, o J++ tanto il codice generato e' sempre quello, e pure il codice sorgente sembra simile.No, non possono buttar via il framework, e non lo faranno. Le vecchie API di windows (quelle per le MFC), sono disponibili e lo saranno finche' ci sara' il sistema..NET non e' una tecnologia molto diversa da Java, non sostituira niente, e comunque nessuno scrivera' mai un codec video in C#, e non ci sara' il porting di unreal verso .NET.
    • Anonimo scrive:
      Re: C# :Guarda che ora ti affidi a Icaza
      ti preoccupi di chi seguira il progetto in futuro quando billy mollera'?Icaza, Novell.....
  • Anonimo scrive:
    Nine Language Performance Round-up
    http://www.osnews.com/story.php?news_id=5602&page=3
    • Anonimo scrive:
      Re: Nine Language Performance Round-up
      - Scritto da: Anonimo
      www.osnews.com/story.php?news_id=5602&page=3 gcc -O3in alcune circostanze rende il codice piu' lento. Le applicazioni vanno compilate con -O2.e comunque per curiosita' ho dato un occhiata al codice:...double doubleResult = doubleMin;double i = doubleMin;while (i < doubleMax){doubleResult -= i++;...etc. beh, i++ con i double in c non fa niente. dubito che il ciclo abbia fine.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nine Language Performance Round-up
        - Scritto da: Anonimo

        in alcune circostanze rende il codice piu'
        lento. Le applicazioni vanno compilate con
        -O2.Eh beh, poi bisogna anche guardare l'umidità dell'aria, la concentrazione di polveri fini, se Marte era in quadratura con Giove... certa gente è capace di arrampicarsi su qualsiasi specchio pur di non ammettere che i dati sconfessano sonoramente certe illusioni.
        etc. beh, i++ con i double in c non fa
        niente. dubito che il ciclo abbia fine.Stranamente con gli altri compilatori il ciclo HA fine, e un bel pezzo prima di quella patacca di GCC. Chissà perché... Venendo a cose serie, spiace di non aver visto coinvolti nel test Digital Mars, Open Watcom e i mitici compilatori Borland (ai tempi del 3.1 non ce n'era per nessuno). Ci sarebbe stato da ghignare ancor di più.
  • Anonimo scrive:
    Programmatori allo specchio...
    Programmatori o presunti tali.Alla fine di tutte le vostre diatribe solo una cosa si capisce chiaramente dai vosti post:"Quello che faccio IO e' bello ed interessante e impegnativo mentre quello che fanno gli altri e' banale, stupido ed elementare".Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un settore sempre piu' coperto di ridocolo :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmatori allo specchio...
      - Scritto da: Anonimo
      Programmatori o presunti tali.
      Alla fine di tutte le vostre diatribe solo
      una cosa si capisce chiaramente dai vosti
      post:
      "Quello che faccio IO e' bello ed
      interessante e impegnativo mentre quello che
      fanno gli altri e' banale, stupido ed
      elementare".

      Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un
      settore sempre piu' coperto di ridocolo :|http://www.geilerscheiss.de/videos/dogpiss.ram
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmatori allo specchio...
      - Scritto da: Anonimo
      Programmatori o presunti tali.
      Alla fine di tutte le vostre diatribe solo
      una cosa si capisce chiaramente dai vosti
      post:
      "Quello che faccio IO e' bello ed
      interessante e impegnativo mentre quello che
      fanno gli altri e' banale, stupido ed
      elementare".

      Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un
      settore sempre piu' coperto di ridocolo :|Non credo che questo forum sia frequentato da programmatori ma da smanettoni da rivista e non di piu' :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Programmatori allo specchio...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Programmatori o presunti tali.

        Alla fine di tutte le vostre diatribe
        solo

        una cosa si capisce chiaramente dai
        vosti

        post:

        "Quello che faccio IO e' bello ed

        interessante e impegnativo mentre
        quello che

        fanno gli altri e' banale, stupido ed

        elementare".



        Non mi meraviglio che l'IT in Italia
        sia un

        settore sempre piu' coperto di ridocolo
        :|

        Non credo che questo forum sia frequentato
        da programmatori ma da smanettoni da rivista
        e non di piu' :D :Dhttp://burpsandfarts.com/farts/whisper.wavhttp://www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.wav
        • Anonimo scrive:
          Re: Programmatori allo specchio...
          http://www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.wav :D :D :DBello!! l'ho messo come suono alla chiusura di windows :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmatori allo specchio...

      Programmatori o presunti tali.
      Alla fine di tutte le vostre diatribe solo
      una cosa si capisce chiaramente dai vosti
      post:
      "Quello che faccio IO e' bello ed
      interessante e impegnativo mentre quello che
      fanno gli altri e' banale, stupido ed
      elementare".

      Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un
      settore sempre piu' coperto di ridocolo :|Non credo che il settore IT abbia qualcosa a che fare con chi ha scritto post in questo forum, sebbene qualcuno abbia fatto cosiderazioni "consone" la maggior parte di loro sembra dimostrare disturbi nelle relazioni sociali, frustazioni represse, ego spoporzionato rispetto alle reali possibilita'.
      • Anonimo scrive:
        Re: Programmatori allo specchio...
        - Scritto da: Anonimo

        Programmatori o presunti tali.

        Alla fine di tutte le vostre diatribe
        solo

        una cosa si capisce chiaramente dai
        vosti

        post:

        "Quello che faccio IO e' bello ed

        interessante e impegnativo mentre
        quello che

        fanno gli altri e' banale, stupido ed

        elementare".



        Non mi meraviglio che l'IT in Italia
        sia un

        settore sempre piu' coperto di ridocolo
        :|

        Non credo che il settore IT abbia qualcosa a
        che fare con chi ha scritto post in questo
        forum, sebbene qualcuno abbia fatto
        cosiderazioni "consone" la maggior parte di
        loro sembra dimostrare disturbi nelle
        relazioni sociali, frustazioni represse, ego
        spoporzionato rispetto alle reali
        possibilita'.http://burpsandfarts.com/farts/whisper.wavhttp://www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.wav
        • Anonimo scrive:
          Re: Programmatori allo specchio...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Programmatori o presunti tali.


          Alla fine di tutte le vostre
          diatribe

          solo


          una cosa si capisce chiaramente dai

          vosti


          post:


          "Quello che faccio IO e' bello ed


          interessante e impegnativo mentre

          quello che


          fanno gli altri e' banale, stupido
          ed


          elementare".





          Non mi meraviglio che l'IT in
          Italia

          sia un


          settore sempre piu' coperto di
          ridocolo

          :|



          Non credo che il settore IT abbia
          qualcosa a

          che fare con chi ha scritto post in
          questo

          forum, sebbene qualcuno abbia fatto

          cosiderazioni "consone" la maggior
          parte di

          loro sembra dimostrare disturbi nelle

          relazioni sociali, frustazioni
          represse, ego

          spoporzionato rispetto alle reali

          possibilita'.


          burpsandfarts.com/farts/whisper.wav
          www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.wavInoltre da questi link si evince anche quali siano i loro siti preferiti e cosa gli piaccia ascoltare :D
  • Anonimo scrive:
    OT Classica frase pubblicitaria copiata
  • Anonimo scrive:
    C# - il linguaggio di maggior successo
    C'e' una recente tesi di laurea di un tizio che titola proprio "Il C# - il linguaggio di maggior successo della storia?". La sua tesi e' che il C# sara' il linguaggio piu' longevo e a piu' rapida diffusione della storia dell'informatica. Le ragioni? Sostanzialmente che e' un linguaggio capace di andare incontro alle esigenze di tutte le fasce di utenza, dal professionista a cui offre la versatilita' del contatto con l'hardware con puntatori e il P/Invoke, alla grande azienda a cui offre l'architettura object oriented pura e la portabilita', fino al principiante a cui offre un linguaggio intuitivo e blindato contro i bug. Insomma, Anders Hejlsberg e' da molti considerato un genio per il lavoro fatto alla Borland, ma la verita' e' che il lavoro fatto per creare il C# sara' probabilmente cio' per cui sara' ricordato tra i giganti della rivoluzione informatica.
    • Anonimo scrive:
      Re: C# - il linguaggio di maggior succes
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' una recente tesi di laurea di un tizio
      che titola
      proprio "Il C# - il linguaggio di maggior
      successo
      della storia?".
      La sua tesi e' che il C# sara' il
      linguaggio piu'
      longevo e a piu' rapida diffusione della
      storia
      dell'informatica.

      Le ragioni? Sostanzialmente che e' un
      linguaggio
      capace di andare incontro alle esigenze di
      tutte le fasce di utenza, dal professionista
      a cui offre la versatilita' del contatto
      con l'hardware
      con puntatori e il P/Invoke, alla grande
      azienda
      a cui offre l'architettura object oriented
      pura e
      la portabilita', fino al principiante a cui
      offre un
      linguaggio intuitivo e blindato contro i
      bug.
      Insomma, Anders Hejlsberg e' da molti
      considerato
      un genio per il lavoro fatto alla Borland,
      ma
      la verita' e' che il lavoro fatto per
      creare il C# sara'
      probabilmente cio' per cui sara' ricordato
      tra i giganti della rivoluzione informatica.Classica frase pubblicitaria copiata per di più dal sito della Microsoft :-)) !
    • Anonimo scrive:
      Re: C# - il linguaggio di maggior succes
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' una recente tesi di laurea di un tizio
      che titola
      proprio "Il C# - il linguaggio di maggior
      successo
      della storia?".
      La sua tesi e' che il C# sara' il
      linguaggio piu'
      longevo e a piu' rapida diffusione della
      storia
      dell'informatica.

      Le ragioni? Sostanzialmente che e' un
      linguaggio
      capace di andare incontro alle esigenze di
      tutte le fasce di utenzaMa in cosa si laurea il tipo che ha scrittouna tesi cosi' lecchina ?C# e' QUASI come la maggior parte dei linguaggidi programmazione, ma con il non trascurabileproblema che quando il gioco si fa pesante(trad.: non puoi permetterti il peso di tutto il runtime .Net o ti servono prestazioni piu elevate)si ritorna ad usare il C.
    • Anonimo scrive:
      Re: C# - il linguaggio di maggior successo
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' una recente tesi di laurea di un tizio
      che titola
      proprio "Il C# - il linguaggio di maggior
      successo
      della storia?". il mio professore di informatica lo definisce uno dei piu' grandi flop della storia, non perche' sia male ma perche' e' un pastrocchio che ha preso qui e la dai vari linguaggi senza offrire nulla di innovativo e senza dare indicazioni precise al programmatore... per esempio se uno vuole usare i puntatori usa il c/c++/objc , java non te li fa usare (da' una precisa alternativa) .. il c# doveva fare lo stesso invece te li fa usare in particolari condizioni LOL per questo lui dice che e' un pessimo linguaggio per scopi prettamente didattici ... del resto java dopo 3 anni era diffusissimo ovunque, il c# (vedi anche il thread della diffusione dei linguaggi su sourceforge) non lo usa quasi nessuno ;) chi vivra' vedra'.. io per ora uso per lo piu' il C e java , un po' di c++ e mi piacerebbe imparare l'obj-C
    • ldsandon scrive:
      Re: C# - il linguaggio di maggior successo

      Insomma, Anders Hejlsberg e' da molti
      considerato
      un genio per il lavoro fatto alla Borland,
      ma
      la verita' e' che il lavoro fatto per
      creare il C# sara'
      probabilmente cio' per cui sara' ricordato
      tra i giganti della rivoluzione informatica.Difatti C# non è altro che "Delphi + Java", con qualche aggiunta/miglioramento dovuti all'esperienza maturata nel frattempo - vedi gli attributi.Non è un caso che Borland appia potuto fare il porting di Delphi su .NET con pochissime modifiche, al punto che può bastare una semplice ricompilazione, cosa che MS non ha potuto fare per VB.C# è stato meglio accettato di Delphi 1) Perché deriva dal C e non dal Pascal 2) Perché è MS.Poi solo il tempo giudichera, magari fra un paio d'anni MS se ne esce con C Cube urlando ai quattro venti che è la nuova soluzione finale di tutti i problemi di sviluppo...
      • Anonimo scrive:
        Re: C# - il linguaggio di maggior succes
        - Scritto da: ldsandon
        paio d'anni MS se ne esce con C Cube urlando
        ai quattro venti che è la nuova
        soluzione finale di tutti i problemi di
        sviluppo...Geniale C Cube, che poi verrebbe scritto come C^3 o C3... se fossi in te lo metterei sotto copyright, poi arriva MS, fa il linguaggio e ti compra il nome :D
    • Anonimo scrive:
      Re: C# - il linguaggio di maggior succes
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' una recente tesi di laurea di un tizio
      che titola
      proprio "Il C# - il linguaggio di maggior
      successo
      della storia?".
      La sua tesi e' che il C# sara' il
      linguaggio piu'
      longevo e a piu' rapida diffusione della
      storia
      dell'informatica.Pensavo che le tesi di informatica non basassero le loro conclusioni su fuffa. E questo detto da uno a cui piace molto il C#
    • Anonimo scrive:
      Re: C# - il linguaggio di maggior successo
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' una recente tesi di laurea di un tizio
      che titola
      proprio "Il C# - il linguaggio di maggior
      successo
      della storia?".
      La sua tesi e' che il C# sara' il
      linguaggio piu'
      longevo e a piu' rapida diffusione della
      storia
      dell'informatica.

      Le ragioni? Sostanzialmente che e' un
      linguaggio
      capace di andare incontro alle esigenze di
      tutte le fasce di utenza, dal professionista
      a cui offre la versatilita' del contatto
      con l'hardware
      con puntatori e il P/Invoke, alla grande
      azienda
      a cui offre l'architettura object oriented
      pura e
      la portabilita', fino al principiante a cui
      offre un
      linguaggio intuitivo e blindato contro i
      bug.
      Insomma, Anders Hejlsberg e' da molti
      considerato
      un genio per il lavoro fatto alla Borland,
      ma
      la verita' e' che il lavoro fatto per
      creare il C# sara'
      probabilmente cio' per cui sara' ricordato
      tra i giganti della rivoluzione informatica.Ma chi l'ha pagato per fare una tesi del genere?C# e' sicuramente un bel liguaggio (Sono un utente soddisfatto) pero' non si puo comparare il periodo in cui e' nato c# (2000 ca.) al periodo in cui e' nato il c (1969) o il c++(1985 ca.) (Secoli nell'informatica).Inoltre mi sembra che di linguaggi rubusti e ben fatti ce ne sono tanti solo che non hanno dietro MS che li spinge non solo basandosi sulle qualita' ma anche con un po di 'mafia'?Infine perche' un liguaggio di ottima qualita come Eiffel sicuramente superiore a c# non ha avuto lo stesso successo?Penso che in questo caso valga solo il fattore MS.Come il sucesso del c fu determinato dall'allora supermonopolista Bell e non solo dalle sue indubbie qualita. (Secondo me' il c e' ancora uno dei migliori liguaggi in circolazione)
      • Anonimo scrive:
        Re: C# - il linguaggio di maggior succes
        Delphi cmq è un ottimo linguaggio, robusto e dalla semplice sintassi.. non capisco tutto questo astio nei confronti dell'object Pascal..Cmq il panorama dei linguaggi di programmazione è una Jungla senza fine, fittissima, piena di intrecci...Ad esempio, se proprio volete saperlo oltre al C e compagnia esiste anche il D... e a detta di molti è un linguaggio SPETTACOLARE anche se utilizzato da uno 0.1%, e questo 0.1% lo usa solamente per dimostrare che questo linguaggio è UTILIZZABILE.. roba ridicola, a numeri, anche se ribadisco che è un linguaggio spettacolare..http://www.digitalmars.com/d/
        • Anonimo scrive:
          Re: C# - il linguaggio di maggior succes
          Ho trovato una comparazione tra vari linguaggi e il D.http://www.digitalmars.com/d/comparison.html
    • Anonimo scrive:
      Re: C# - il linguaggio di maggior successo
      - Scritto da: Anonimo

      C'e' una recente tesi di laurea di un tizio
      che titola
      proprio "Il C# - il linguaggio di maggior
      successo
      della storia?".
      La sua tesi e' che il C# sara' il
      linguaggio piu'
      longevo e a piu' rapida diffusione della
      storia
      dell'informatica.Guarda che il titolo della tesi era "Java - Il linguaggio di maggior successo della storia!"Quando hanno copiato la tesi hanno cambiato poche cose : Java con C# e ! con ?.Il punto di domanda era doveroso, xke' tutti si chiedevano se Microsoft boicottera' i propri progetti ed i propri client come con java e j++.Jump :start a new project.
  • Anonimo scrive:
    Chiacchiere. E' il mercato che sceglie.
    Il linguaggio di programmazione che gli studenti dovranno imparare non e' il migliore, ma quello che il mercato sceglie. E i fatti sono che .NET e' l'architettura che nonostante sia appena nata, e' indicata dai report economici gia' come la piu' adottata dalle aziende IT (56% .NET contro 44% JAVA). Informatevi sui fatti, non sulle parole:http://www.tekrati.com/T2/Analyst_Research/ResearchAnnouncementsDetails.asp?Newsid=2685
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiacchiere. E' il mercato che scegl
      - Scritto da: Anonimo

      Il linguaggio di programmazione che gli
      studenti
      dovranno imparare non e' il migliore, ma
      quello
      che il mercato sceglie.

      E i fatti sono che .NET e' l'architettura
      che
      nonostante sia appena nata, e' indicata dai
      report
      economici gia' come la piu' adottata
      dalle aziende IT (56% .NET contro 44% JAVA).

      Informatevi sui fatti, non sulle parole:
      www.tekrati.com/T2/Analyst_Research/ResearchAClassica frase pubblicitaria copiata per di più dal sito della Microsoft ) !
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiacchiere. E' il mercato che scegl
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        Il linguaggio di programmazione che gli

        studenti

        dovranno imparare non e' il migliore,
        ma

        quello

        che il mercato sceglie.



        E i fatti sono che .NET e'
        l'architettura

        che

        nonostante sia appena nata, e'
        indicata dai

        report

        economici gia' come la piu' adottata

        dalle aziende IT (56% .NET contro 44%
        JAVA).



        Informatevi sui fatti, non sulle
        parole:


        www.tekrati.com/T2/Analyst_Research/ResearchA

        Classica frase pubblicitaria copiata per di
        più dal sito della Microsoft ) !tu scrivi sempre la stessa cosa???ma sai scrivere altro???la tua è la CLASSICA frase copiata dal manuale del perfetto linaro, capitolo 2, paragrafo 4: screditare ad ogni costo TUTTI i prodotti di m$ e chi li sostiene.....classica frase cosa???che è il mercato a scegliere???e allora chi è secondo te?scagnozzi mafiosi inviati a fare presioni da zio bill?il tuo pinguinazzo incarnato per farti felice?gli alieni?i mutanti?o un pinguino mutante alieno che assomiglia a zio bill e che fa il mafioso?????
    • KrecKer scrive:
      Re: Chiacchiere. E' il mercato che sceglie.
      Il linguaggio che gli studenti devono imparare non è uno e non è quello che il mercato sceglie, ma sono quelli piu' adatti alla didattica. Quello che gli studenti devono imparare sono i principi dei vari paradigmi di programmazione. Assimilati i principi per passare a programmare da un linguaggio ad un altro basta una settimana col manuale alla mano per imparare le particolarità specifiche del linguaggio in questione.Ciao
    • ldsandon scrive:
      Re: Chiacchiere. E' il mercato che sceglie.
      Se volete farvi quattro risate, confrontate le ricerche di mercato e le analisi di 4-5 anni fa e confrontatele con la situazione attuale...Comunque .NET ha un grosso vantaggio: chi vuole fare sviluppo Windows con strumenti MS non ha alternative.
  • Anonimo scrive:
    Ma un link ad un confronto tra C# e C++?
    Invece di litigare, qualcuno ha un link ad un articolo che confronti C# a C++ nei dettagli? Che ovviamente non sia di parte.
    • ldsandon scrive:
      Re: Ma un link ad un confronto tra C# e C++?
      Sono due cose diverse. C# assomiglia molto di più a Java (completamente OO, ereditarietà singola) che al C++.Il nome C è stato scelto con oculatezza dal marketing per non spaventare i possibili acquirenti, e suggerendo un passaggio "morbido" che in realtà non esiste.
  • Anonimo scrive:
    Il futuro è il presente
    Ragazzi, fate attenzione e piano con commenti sarcastici. A mio avviso questo è un giorno chiave per l'open source di oggi e di domaniMono non è un clone della tecnologia MS, Mono è l'evoluzione che abbraccia anche il mondo open, portando con se una ventata di standardizzazione, nuove opportunità di sviluppo e un potenziale strategico di compatibilità verso il mondo proprietario.Mono, insieme al kernel di linux, mozila, gnome e kde possono determinare il successo o il fallimento del mondo open source nel mercato che conta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il futuro è il presente
      - Scritto da: Anonimo
      Ragazzi, fate attenzione e piano con
      commenti sarcastici.

      A mio avviso questo è un giorno
      chiave per l'open source di oggi e di domani

      Mono non è un clone della tecnologia
      MS, Mono è l'evoluzione che abbraccia
      anche il mondo open, portando con se una
      ventata di standardizzazione, nuove
      opportunità di sviluppo e un
      potenziale strategico di
      compatibilità verso il mondo
      proprietario.

      Mono, insieme al kernel di linux, mozila,
      gnome e kde possono determinare il successo
      o il fallimento del mondo open source nel
      mercato che conta.Sottoscrivo. Tant'è vero che Novell s'è mossa subito acquistato Ximian (che sviluppa Gnome e Mono) e Suse.Se ne vedranno delle belle.
      • debianaro scrive:
        Re: Oh mamma mia
        - Scritto da: Anonimo
        Sottoscrivo. Tant'è vero che Novell
        s'è mossa subito acquistato Ximian
        (che sviluppa Gnome e Mono) e Suse.

        Se ne vedranno delle belle.sottoscrivo alla grande pure io :)gli eseguibili .NET sono anni luce piu tecnologigidei .class java.
        • Mechano scrive:
          Re: Oh mamma mia
          - Scritto da: debianaro
          sottoscrivo alla grande pure io :)
          gli eseguibili .NET sono anni luce piu
          tecnologigi
          dei .class java.Che vuol dire tecnologici?Sono entrambi bytecode, su livelli diversi ma bytecode...--Ciao. Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Oh mamma mia
          - Scritto da: debianaro
          - Scritto da: Anonimo

          Sottoscrivo. Tant'è vero che
          Novell

          s'è mossa subito acquistato
          Ximian

          (che sviluppa Gnome e Mono) e Suse.



          Se ne vedranno delle belle.

          sottoscrivo alla grande pure io :)
          gli eseguibili .NET sono anni luce piu
          tecnologigi
          dei .class java.Sono diversi, anzi il NET è il derivato da Java per la precisione VisualJava Microsoft, che Sun fece cancellare perchè è peggiore ed quindi danneggiava l'immagine del linguaggio.Personalmente sono stufo di applicazioni NET che non funzionano.Spero che su Linux funzionino meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh mamma mia
            ah che bello essere ignoranti, puoi sparare cavolate senza preoccuparti che siano vere, puoi dire di avere ragione senza preoccuparti.....NET NON E' derivato da java!!!!!!!!!!!quello di cui parli è il Visual J++, un prodotto SCHIFOSO MAI usato da nessuno, perché rendeva i programmi java legati a windows, quindi a che serve sviluppare in java se poi funziona solo su windows? cerca di sapere di cosa parli!!Recentemente la ms ha prodotto il Visual J#, che non centra niente con java, se non per la sintassi del linguaggio, che è un supporto per .NET del java, perché spero che tu lo sappia, puoi programmare in qualsiasi linguaggio per .NET e usare classi di diversi linguaggi (puoi anche programmare in ada su .net)
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh mamma mia
            Puoi anche scrivere bytecode java partendo da sorgenti C/C++, esiste un apposito compilatore, solo che è a pagamento.
  • Anonimo scrive:
    quake2.net
    http://zone.ni.com/devzone/conceptd.nsf/webmain/54CD4A0FFB56171E86256DA5004F6B90#7leggete, le prestazioni sono all'85%!!!!!!!!!!!!!rinunciando al 15% voi impiegate circa 1/3 a svilupparlo
    • Anonimo scrive:
      Re: quake2.net
      - Scritto da: Anonimo
      zone.ni.com/devzone/conceptd.nsf/webmain/54CD

      leggete, le prestazioni sono
      all'85%!!!!!!!!!!!!!
      rinunciando al 15% voi impiegate circa 1/3 a
      svilupparloClassica frase pubblicitaria copiata per di più dal sito della Microsoft ) !
      • Anonimo scrive:
        Re: quake2.net
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        zone.ni.com/devzone/conceptd.nsf/webmain/54CD



        leggete, le prestazioni sono

        all'85%!!!!!!!!!!!!!

        rinunciando al 15% voi impiegate circa
        1/3 a

        svilupparlo
        Classica frase pubblicitaria copiata per di
        più dal sito della Microsoft ) !Sarà anche una frase pubblicitaria ma se vuoi quake 2 .net lo puoi provare e valutare di persona, facendoci tutti i benchmark che vuoi. Non fuffa, ma qualcosa di concreto.
        • Anonimo scrive:
          Re: quake2.net
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo





          zone.ni.com/devzone/conceptd.nsf/webmain/54CD





          leggete, le prestazioni sono


          all'85%!!!!!!!!!!!!!


          rinunciando al 15% voi impiegate
          circa

          1/3 a


          svilupparlo

          Classica frase pubblicitaria copiata
          per di

          più dal sito della Microsoft ) !

          Sarà anche una frase pubblicitaria ma
          se vuoi quake 2 .net lo puoi provare e
          valutare di persona, facendoci tutti i
          benchmark che vuoi. Non fuffa, ma qualcosa
          di concreto.Ciononostante, finchè si tratta di Quake 2 una perdita del 15% delle prestazioni sarà anche accettabile.Ma prova ad applicare la stessa questione a motori grafici del grado di CryEngine (far cry), o Doom3 o Source...Inutile fare, per applicazioni che richiedono performance pura, rimaniamo fedeli al vecchio linguaggio compilato....
          • Anonimo scrive:
            Re: quake2.net
            - Scritto da: Anonimo

            Ciononostante, finchè si tratta di
            Quake 2 una perdita del 15% delle
            prestazioni sarà anche accettabile.

            Ma prova ad applicare la stessa questione a
            motori grafici del grado di CryEngine (far
            cry), o Doom3 o Source...

            Inutile fare, per applicazioni che
            richiedono performance pura, rimaniamo
            fedeli al vecchio linguaggio compilato....Certo, chi dice niente. Beata l'ora che i giochi vengano scritti in C - C++, ma .NET in quanto a prestazioni non va paragonato a questi due linguaggi, ma la sua concorrenza reale come linguaggio è java
  • Anonimo scrive:
    uso dei linguaggi/framework su S/F
    C (13785 projects) C# (1596 projects) C++ (13922 projects) Java (12588 projects)come vedete l'accoppiata C/C++ e' ancora quella piu' diffusa per sviluppare ma java sta accorciando le distanze, il c# (o do diesis) e' praticamente ancora sconosciuto e veramente poco usato quindi tutte le chiacchiere in questo forum lasciano il tempo che trovano
    • Anonimo scrive:
      Re: uso dei linguaggi/framework su S/F
      forse perché C esiste da quasi 30 anni, il C++ da un po' di meno e il java da 15 anni, mentre il C# si e no da 3-4?
      • Anonimo scrive:
        Re: uso dei linguaggi/framework su S/F
        - Scritto da: Anonimo
        forse perché C esiste da quasi 30
        anni, il C++ da un po' di meno e il java da
        15 anni, mentre il C# si e no da 3-4?Ti illudi il motivo e' diverso!... domandina.... in quale linguaggio e' scritto C#? ... e java?.... e C?..risposta... sono scritti tutti con lo stesso linguaggio base!Indovina quale dei tre! :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: uso dei linguaggi/framework su S/F
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          forse perché C esiste da quasi 30

          anni, il C++ da un po' di meno e il
          java da

          15 anni, mentre il C# si e no da 3-4?

          Ti illudi il motivo e' diverso!
          ... domandina.... in quale linguaggio e'
          scritto C#? ... e java?.... e C?..
          risposta... sono scritti tutti con lo stesso
          linguaggio base!
          Indovina quale dei tre! :)Assembly :D :D :D ma ormai chi programma piu' in assembly, e chi programma piu' in C.Risposta: chi deve!!, chi puo' programma con linguaggi di alto livello (che non e' un complimento) oppure con i wizard e le macro.Ragazzi l'importante e che ci sia qualcuno che paghi!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: uso dei linguaggi/framework su S/F
        - Scritto da: Anonimo
        forse perché C esiste da quasi 30
        anni, il C++ da un po' di meno e il java da
        15 anni, mentre il C# si e no da 3-4?interessante il c# e' battuto alla grande anche da python :D ma chi lo usa allora?
      • Anonimo scrive:
        Re: uso dei linguaggi/framework su S/F
        java da
        15 anni, mentre il C# si e no da 3-4?java esiste da 8 anni per essere precisi
    • Anonimo scrive:
      Re: uso dei linguaggi/framework su S/F
      - Scritto da: Anonimo
      C (13785 projects)
           C# (1596 projects)
           C++ (13922
      projects)
           Java (12588
      projects)

      come vedete l'accoppiata C/C++ e' ancora
      quella piu' diffusa per sviluppare ma java
      sta accorciando le distanze, il c# (o do
      diesis) e' praticamente ancora sconosciuto e
      veramente poco usato quindi tutte le
      chiacchiere in questo forum lasciano il
      tempo che trovano Sbagli! il mondo e' stato "scritto in 6 gg. ... IPL in VisualBasic e animali (dai mammiferi in su) in do diesis...!Non ci credi?....Allora Billy G# ti manda come Lucifero all'inferno... dove e' pieno di gente che che scrive addirittura! direttamente in do (senza diesis!)...;-)Tu devi essere di quelli che pensa che che COM COM+ e SOAP siano un derivato di RPC vero?...All'inferno allora! con tutti quei maledetti che hanno scritto gli O.S. e il middleware in C.. e che credono che la testa conti piu' del linguaggio!
    • Anonimo scrive:
      Re: uso dei linguaggi/framework su S/F
      - Scritto da: Anonimo
      C (13785 projects)
           C# (1596 projects)
           C++ (13922
      projects)
           Java (12588
      projects)

      come vedete l'accoppiata C/C++ e' ancora
      quella piu' diffusa per sviluppare ma java
      sta accorciando le distanze, il c# (o do
      diesis) e' praticamente ancora sconosciuto e
      veramente poco usato quindi tutte le
      chiacchiere in questo forum lasciano il
      tempo che trovano
      le tue conclusioni senza un minimo di logica invece sono ben accette, come sempre quando si tenta si dimostrare idee assurde!Ogni linguaggio alla nascita presenta una curva di 'rodaggio' in cui i programmatori si avvicinano con cautela al nuovo strumento, una curva di apprendimento/consolidazione (e credo sia la fase in cui si trova il c#) e poi il decollo o il declino...paragonare linguaggi come il c che esiste da sempre (be quasi) con linguaggi nuovi e per i quali si è giustamante ancora scettici non ha alcun senso, lo stesso vale per java c++ e via dicendo...se volevi fare il paragone dovevi impagnarti molto di più...fare il paragone con i medesimi linguggi alla loro nascita (3 anni per c# vs 3 di java) tenendo conto del numero di linguggi già disponibili (con cui competere) del numero di programmatori e delle tipologie di problematiche per diffusione (inteso come il tipo di programmi che il linguggio è orientato a creare: con l'aumento sconsiderato dei db relazionali da piccole ditte è poco probabile una diffusione immediata di linguaggi evoluti come c # e ci si orienterà molto più su linguaggi più semplici ed immediati come vb5-6) che quindi possono dare il boost ad un linguaggio piuttosto che ad un altro.Ovviamente non volevi fare un vero paragone ma cercavi solo qualche numeretto da mescolare nel cappello nel tantativo di screditare un linguaggio che non ti piace!affari tuoi.....per curiosità hai provato c#??o solo perchè e ms la tua religione ti vieta di avvicinarti?peccato perchè è davvero un ottimo linguaggio...una nota rifllessiva, se le tue conclusioni fossero giuste allora dovrei anche dedurre che:dato che os ms coprono circa l'80/90% del mercatoallora gli altri sono ciofeche??non ti pare un pò campata in aria un'analisi come questa?è lo stesso sragionamento che fai tu....ciao ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Da ex amighista pro linux anti-micro

    si, ma questo grazie ello sforzo del
    progetto mono, .NET è stata pensatat
    da M$ per essere 'multipiattaforma' nel
    senso che gira su tutte le versioni di
    win...non tutte le versioni di win
  • Anonimo scrive:
    Programmare in C++ è obsoleto...........
    http://www.research.att.com/~bs/applications.htmlchissa' perchè poi si vocifera che l'Italia è famossissima al mondo nel settore del software development..............
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmare in C++ è obsoleto.......
      - Scritto da: Anonimo
      www.research.att.com/~bs/applications.html

      chissa' perchè poi si vocifera che
      l'Italia è famossissima al mondo nel
      settore del software
      development..............Se per questo in italia vi sono ancora molti programmi scritti in cobol, nel mondo è ancora usatissimo il fortran, eppure tu non li definiresti due linguaggi obsoleti?Cmq questa gara a chi ce l'ha più lungo (eh, il C/C++ è solo per i più duri) mi disgusta veramente, ed è questa la mentalità tipica dell'italia. Come ha detto qualcun altro: lo scopo del programmatore è risolvere dei problemi, e a tal fine il linguaggio è solo un mezzo per raggiungere lo scopo, non una filosofia di vita
      • Anonimo scrive:
        Re: Programmare in C++ è obsoleto.......
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        www.research.att.com/~bs/applications.html



        chissa' perchè poi si vocifera
        che

        l'Italia è famossissima al mondo
        nel

        settore del software

        development..............

        Se per questo in italia vi sono ancora molti
        programmi scritti in cobol, nel mondo
        è ancora usatissimo il fortran,
        eppure tu non li definiresti due linguaggi
        obsoleti?

        Cmq questa gara a chi ce l'ha più
        lungo (eh, il C/C++ è solo per i
        più duri) mi disgusta veramente, ed
        è questa la mentalità tipica
        dell'italia. Come ha detto qualcun altro: lo
        scopo del programmatore è risolvere
        dei problemi, e a tal fine il linguaggio
        è solo un mezzo per raggiungere lo
        scopo, non una filosofia di vitaConcordo.. personalmente sono sempre stato un programmatore Delphi e per questo spesso ci si è trovati derisi da chi invece è più "cazzuto" e programma in C++.Ciò non toglie però che alcuni linguaggi siano veramente pessimi e mal concepiti (ma non mi dilungherò su questo per evitare flame), per fortuna sono pochi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmare in C++ è obsoleto...........
      - Scritto da: Anonimo
      www.research.att.com/~bs/applications.html

      chissa' perchè poi si vocifera che
      l'Italia è famossissima al mondo nel
      settore del software
      development..............Eclissati su dai..Il linguaggio è uno strumento, l'arte ce la mette chi lo usa.Pinocchio non si sa se è stato intagliato con un coltello o con uno scalpello di precisione, sta di fatto che è un'opera d'arte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Programmare in C++ è obsoleto.......
      - Scritto da: Anonimo
      www.research.att.com/~bs/applications.html

      chissa' perchè poi si vocifera che
      l'Italia è famossissima al mondo nel
      settore del software
      development..............che mi tocca leggere.....
  • Anonimo scrive:
    Re: .NET non è una copia di Java.
    non hai mai usato il visual studio seriamente vero? mi spiace per te
  • ciko scrive:
    Re: Da ex amighista pro linux anti-microsoft

    Lasciatevelo dire: questa volta microsoft ha lavorato PIU' CHE BENE. ma per favore... c#.NET non è altro che il cut&paste di Java... ASP.NET non è altro che jsp...niente di innovativo, si sono solo resi conto del clamoroso difetto di Java (il fatto di non appartenere a loro) e ne hanno ricopiato l'architettura. Non hanno fatto niente di più di quanto hanno fatto i ragazzi di Ximian, che però non definiscono Mono
    • Faxxi scrive:
      Re: Da ex amighista pro linux anti-microsoft
      Come ho già scritto nel post precedente, evidentemente non sviluppi su web (o almeno molto poco).Speriamo davvero che Microsoft non affondi Mono...è un gran progetto!!!
      • ciko scrive:
        Re: Da ex amighista pro linux anti-micro
        xchè cos'ha ASP.NET che non ha JSP? la biz-logic può essere separata allo stesso modo...sinceramente non ho usato molto jsp, ma le due cose mi sembrano + o - equivalenti
        • deltree scrive:
          Re: Da ex amighista pro linux anti-micro
          - Scritto da: ciko
          xchè cos'ha ASP.NET che non ha JSP?
          la biz-logic può essere separata allo
          stesso modo...
          sinceramente non ho usato molto jsp, ma le
          due cose mi sembrano + o - equivalentiASP.NET e .NET non ha la velocità di Java e non ha estensioni multimediali degne di tal nome tanto per dirne una :)Inoltre così come le VM open Java si sono sclerotizzate a vecchie versioni presumo che anche Mono rimarrà dov'è ora per anni. Non è così semplice portare nuove tecnologie VM con del buono e sano hacking. Specie se anche NET passerà al JIT Compiler ottimizzante di Java (hanno stretto un'accordo di collaborazione che prevede convergenza dei linguaggi sotto l'egida Sun).
          • Anonimo scrive:
            Re: Da ex amighista pro linux anti-micro

            ASP.NET e .NET non ha la velocità di
            Java e non ha estensioni multimediali degne
            di tal nome tanto per dirne una :)inoltre non ha l'immensa libreria di framework e tool , quelli di apache in primis
            Inoltre così come le VM open Java si
            sono sclerotizzate a vecchie versioni
            presumo che anche Mono rimarrà
            dov'è ora per anni. diciamo che sara' difficile che qualche azienda lo usi in production , perche' e' possibile che da un momento all'altro le versioni win e lin prendano strade differenti e allora tanto vale usare java
            Specie se anche NET passerà al JIT
            Compiler ottimizzante di Java (hanno stretto
            un'accordo di collaborazione che prevede
            convergenza dei linguaggi sotto l'egida
            Sun).spero di no, la tecnologia di ottimizzazione a hotspot e' anni luce avanti al jit di microsoft che sun usava nel 1998, inoltre sun ha introdotto tecniche di ottimizzazione della gestione della memoria sviluppate da apple nel jdk1.5. Questo e' java, ogni grande societa' da' degli apporti notevoli perche' interessa a tutti (apple, ibm, mondo open).. microsoft invece e' ferma al palo perche' non va oltre l'accordo commerciale
          • Faxxi scrive:
            Re: Da ex amighista pro linux anti-micro
            Ok, 'quasi' tutto vero (anche se utilizzare java nella stessa frase con velocità, mi sembra comunque antitetico).Lavoro in una azienda che crea progetti web (non semplici siti vetrina) di una certa mole e complessità.Vi garantisco che, nonostante il numero elevato di visite, che hanno richiesto in diversi casi l'adozione di tecnologie quali clustering/load balancing, sia con progetti realizzati in JSP che realizzati in ASP.NET non abbiamo riscontrato mai particolari criticità. Anzi, ammetto che se queste si presentavano, il problema era sempre legato a codice non scritto troppo bene (a volte...anche mea culpa :( ).Però, vi garantisco che sviluppare un progetto web in .net ci richiede meno tempo e meno risorse, anche nel lungo termine.Quindi, ripeto, evviva Mono! Speriamo che diventi un framework adottato e mantenuto...soprattutto per chi, come noi, lavora anche con PA.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da ex amighista pro linux anti-micro
      Mmmm... mai visto la gestione degli eventi in .NET?mai vista la programmazione con attributi di .NET?Mai visti i delegati (puntatori gestiti a funzione)?Mai viste le policy di sicurezza che ti permette di settare .NET?No, mi sa di no. Che fai? lotti per partito preso? In Java puoi dire che il framework non può operare su una directory? Puoi impersonificare un utente (non da codice)?Puoi dare permessi al framework a livello di macchina o utente?Bada bene, tu stai parlando di C#, che è scopiazzato sintatticamente da Java, che è scopiazzato da C++, che è scopiazzato da C, che scopiazza da.....Sai, non è che il mondo sia fatto da completi cog***ni che reinventano l'acqua calda tutte le volte. Si parte dove tu o il tuo avversario è arrivato, si capiscono gli errori, si migliora e si va avanti....progresso! CiaoLuca- Scritto da: ciko

      Lasciatevelo dire: questa volta
      microsoft ha lavorato PIU' CHE BENE.

      ma per favore... c#.NET non è altro
      che il cut&paste di Java...
      ASP.NET non è altro che jsp...
      niente di innovativo, si sono solo resi
      conto del clamoroso difetto di Java (il
      fatto di non appartenere a loro) e ne hanno
      ricopiato l'architettura. Non hanno fatto
      niente di più di quanto hanno fatto i
      ragazzi di Ximian, che però non
      definiscono Mono
    • Anonimo scrive:
      Re: Da ex amighista pro linux anti-micro
      - Scritto da: ciko

      Lasciatevelo dire: questa volta
      microsoft ha lavorato PIU' CHE BENE.

      ma per favore... c#.NET non è altro
      che il cut&paste di Java...
      ASP.NET non è altro che jsp...
      niente di innovativo, si sono solo resi
      conto del clamoroso difetto di Java (il
      fatto di non appartenere a loro) e ne hanno
      ricopiato l'architettura. Non hanno fatto
      niente di più di quanto hanno fatto i
      ragazzi di Ximian, che però non
      definiscono MonoGuarda che è sata la SUN ad vietare alla Microsoft di fare una schifezza chiamandola VisualJ, allora ecco c#, poi jsp è 1000000000 più potente di asp.
      • Anonimo scrive:
        Re: Da ex amighista pro linux anti-micro
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: ciko


        Lasciatevelo dire: questa volta

        microsoft ha lavorato PIU' CHE BENE.



        ma per favore... c#.NET non è
        altro

        che il cut&paste di Java...

        ASP.NET non è altro che jsp...

        niente di innovativo, si sono solo resi

        conto del clamoroso difetto di Java (il

        fatto di non appartenere a loro) e ne
        hanno

        ricopiato l'architettura. Non hanno
        fatto

        niente di più di quanto hanno
        fatto i

        ragazzi di Ximian, che però non

        definiscono Mono

        Guarda che è sata la SUN ad vietare
        alla Microsoft di fare una schifezza
        chiamandola VisualJ, allora ecco c#, poi jsp
        è 1000000000 più potente di
        asp.di asp vecchio, ma qui si sta parlando di ASP.NET
  • Anonimo scrive:
    La paura dei puntatori.......
    La paura dei puntatori, fobie dal mondo dei Javisti, VBisti, Pythonati, e tuti gli altri fancazzisti.....Chiunque si sia trovato a sviluppare un software con la S maiuscola in linguaggio C, prima o poi si troverà di fronte a un bivio: perdere il sonno nel tentativo di capire come si utilizzano i puntatori, o continuare a scrivere codice come se questi non esistessero. Quando poi si inizia sul serio, la scarsa confidenza che questi misteriosi oggetti generano nella maggior parte degli esseri umani, porta ad una selezione naturale: da una parte coloro, generalmente additati come pazzi o esibizionisti, che sanno riconoscere a prima vista un puntatore ad una funzione che accetta come parametro un puntatore a caratteri e ritorna un puntatore ad interi:int * (* funcpointer)(char * varname);da una funzione che accetta come parametro il puntatore a funzione che ho appena definito e ritorna un puntatore a puntatore ad interi:int ** funcname(int * (* funcpointer)(char * varname));dall'altra quelli che ancora non si rendono bene conto del perchè una stringa, in C, si dichiara come un puntatore a caratteri. Più si va avanti nel tempo, più questa forbice si allarga: i "bravi" si mettono le mani nei capelli perchè trovano il codice scritto dagli altri estremamente ridondante, i "somari" i capelli se li strappano perchè trovano intraducibile il codice scritto con interminabili sequenze di frecce e stellette; immaginate dentro un'azienda gli scompensi che questo diverso modo di programmare può portare nel caso di progetti di una certa importanza, dove il codice viene scritto da più persone e poi assiemato (sarà forse per questo motivo che gli illuminati imprenditori italiani seguono ancora la vecchia logica "un progetto- un uomo"?).Tutto il software professionale ("Estero"), che si usa, state usando, e userete, è stato e sarà scritto in C%++o.
    • Anonimo scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......
    • Anonimo scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......
      - Scritto da: Anonimo
      La paura dei puntatori, fobie dal mondo dei
      Javisti, VBisti, Pythonati, e tuti gli altri
      fancazzisti.....
      Guarda che non è questione di paura - la questione dei puntatori non è nulla di esoterico - è questione che l'utilizzo errato dei puntatori può portare ad errori disastrosi.
      che sanno riconoscere a prima
      vista un puntatore ad una funzione che
      accetta come parametro un puntatore a
      caratteri e ritorna un puntatore ad interi:

      int * (* funcpointer)(char * varname);
      I puntatori a funzione sono un modo poco elegante per risolvere il problema. Esistono altri linguaggi che lo hanno risolto in maniera decisamente più elegante.
      (sarà forse
      per questo motivo che gli illuminati
      imprenditori italiani seguono ancora la
      vecchia logica "un progetto- un uomo"?).
      La logica un progetto un uomo è in genere dovuto a codice scritto male, non comentato, oscurato, in definitiva poco o per nulla manutenibile e scritto da persone poco professionali.
    • Anonimo scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......
      La difficoltà nello sviluppo di un software non è data ne dal fatto di usare i puntatori o meno ne dal linguaggio che uno uso, ma dal problema che uno deve risolvere ... scrivere ste cose non ha senso fare un programmino per la gestione di una rubrica telefonica è semplice da realizzare in C++ come in Java o in Basic, fare un programma di gestione turnazioni è un pò più complesso in tutti i linguaggi e con tutti i puntatori del mondo.... Non è lo strumento è il problema il centro del lavoro di un programmatore
    • pippo75 scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......


      int * (* funcpointer)(char * varname);

      da una funzione che accetta come parametro
      il puntatore a funzione che ho appena
      definito e ritorna un puntatore a puntatore
      ad interi:

      int ** funcname(int * (* funcpointer)(char *
      varname));sbaglio o c'e' una regole (del tipo si legge a destra-sinistra e la parentesi cambiano la precedenza)Ricordo che al tempo parlavo con un proprio di queste cose, purtroppo non vedo il C (TurboC++3.0) dal 97.ciao edNull pointer assigment o se preferisci Abdnormal program termination.
      • Anonimo scrive:
        Re: La paura dei puntatori.......
        - Scritto da: pippo75



        int * (* funcpointer)(char * varname);



        da una funzione che accetta come
        parametro

        il puntatore a funzione che ho appena

        definito e ritorna un puntatore a
        puntatore

        ad interi:



        int ** funcname(int * (*
        funcpointer)(char *

        varname));


        sbaglio o c'e' una regole (del tipo si legge
        a destra-sinistra e la parentesi cambiano la
        precedenza)
        Ricordo che al tempo parlavo con un proprio
        di queste cose, purtroppo non vedo il C
        (TurboC++3.0) dal 97.

        ciao edEsistono queste regolehttp://www.math.grin.edu/~stone/courses/languages/C-syntax.xhtml
    • Anonimo scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......
      obsoleto
      • Anonimo scrive:
        Re: La paura dei puntatori.......
        - Scritto da: Anonimo
        obsoletobhe allora anche linux, windows, oracle, mysql, postgresql, maya, 3dsmax, lightwave, renderman, photoshop, avid, final cut,.....segue lista infinita di software professionali........... sono obsoleti....to' italioti.http://www.research.att.com/~bs/applications.html
        • Anonimo scrive:
          Re: La paura dei puntatori.......
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          obsoleto

          bhe allora anche linux, windows, oracle,
          mysql, postgresql, maya, 3dsmax, lightwave,
          renderman, photoshop, avid, final
          cut,.....segue lista infinita di software
          professionali........... sono obsoleti....
          E' obsoleto il tuo modo di pensare (e anche tipico da italiota, tipologia di persone che tu disprezzi ma che fanno sempre a gara a chi ce l'ha più lungo), non certo il software fatto in C++
    • Anonimo scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......
      - Scritto da: Anonimo
      int * (* funcpointer)(char * varname);
      int ** funcname(int * (* funcpointer)(char *
      varname));Questo e' un classico esempio di "spaghetti code" e chi ricorre a questa torba non e' un bravo programmatore.
      • Anonimo scrive:
        Re: La paura dei puntatori.......
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo


        int * (* funcpointer)(char * varname);

        int ** funcname(int * (*
        funcpointer)(char *

        varname));

        Questo e' un classico esempio di "spaghetti
        code" e chi ricorre a questa torba non e' un
        bravo programmatore.accomodati Oh grande bravo programmamuccaftp://ftp.kernel.org
        • Anonimo scrive:
          Re: La paura dei puntatori.......
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          int * (* funcpointer)(char *
          varname);


          int ** funcname(int * (*

          funcpointer)(char *


          varname));



          Questo e' un classico esempio di
          "spaghetti

          code" e chi ricorre a questa torba non
          e' un

          bravo programmatore.

          accomodati Oh grande bravo programmamucca
          target="_blank"
          ftp://ftp.kernel.org Li dentro gli spaghetti code son necessari: è un kernel e deve pompare, tant'è vero che è C (non C++).
          • Anonimo scrive:
            Re: La paura dei puntatori.......
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo






            int * (* funcpointer)(char *

            varname);



            int ** funcname(int * (*


            funcpointer)(char *



            varname));





            Questo e' un classico esempio di

            "spaghetti


            code" e chi ricorre a questa torba
            non

            e' un


            bravo programmatore.



            accomodati Oh grande bravo
            programmamucca


            target="_blank"
            href="ftp://ftp.kernel.org"
            target="_blank"
            ftp://ftp.kernel.org

            Li dentro gli spaghetti code son necessari:
            è un kernel e deve pompare,
            tant'è vero che è C (non C++).per la miseria, e dove avrei detto che è scritto in C++?
      • Anonimo scrive:
        Re: La paura dei puntatori.......
        - Scritto da: Anonimo

        int * (* funcpointer)(char * varname);

        int ** funcname(int * (*
        funcpointer)(char *

        varname));

        Questo e' un classico esempio di "spaghetti
        code" e chi ricorre a questa torba non e' un
        bravo programmatore.Il tuo amato java, VB-skifezz e perfino C++ trasformano i tuoi "oggetti" in nient'altro che strutture contenenti quel genere di puntatori ai tuoi "metodi" degli oggettini visuali. RTTI, overloading, classi virtuali pure... tutte belle parole per descrivere QUELLA ROBA che succede al "tuo" codice, giocando con puntatori a strutture di puntatori a funzioni che ritornano puntatori... senza che tu ne sappia una mazza.Ora tu fai quel che ti pare, ma il Vero Programmatore ha il totale controllo della situazione e SA cosa succede nella macchina e al SUO codice. Chi viene dall'assembly, e NON sei un Programmatore se non vieni da lì, se li mangia a colazione quei puntatori che terrorizzano i programmatorini con i linguaggini moderni di serie Z.
        • Anonimo scrive:
          Re: La paura dei puntatori.......
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          int * (* funcpointer)(char *
          varname);


          int ** funcname(int * (*

          funcpointer)(char *


          varname));



          Questo e' un classico esempio di
          "spaghetti

          code" e chi ricorre a questa torba non
          e' un

          bravo programmatore.

          Il tuo amato java, VB-skifezz e perfino C++
          trasformano i tuoi "oggetti" in nient'altro
          che strutture contenenti quel genere di
          puntatori ai tuoi "metodi" degli oggettini
          visuali. RTTI, overloading, classi virtuali
          pure... tutte belle parole per descrivere
          QUELLA ROBA che succede al "tuo" codice,
          giocando con puntatori a strutture di
          puntatori a funzioni che ritornano
          puntatori... senza che tu ne sappia una
          mazza.
          Ora tu fai quel che ti pare, ma il Vero
          Programmatore ha il totale controllo della
          situazione e SA cosa succede nella macchina
          e al SUO codice. Chi viene dall'assembly, e
          NON sei un Programmatore se non vieni da
          lì, se li mangia a colazione quei
          puntatori che terrorizzano i programmatorini
          con i linguaggini moderni di serie Z.credevo di essere solo mi hai rincuorato, sono l'autore del thread:)
    • Anonimo scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......
      - Scritto da: Anonimo
      La paura dei puntatori, fobie dal mondo dei
      Javisti, VBisti, Pythonati, e tuti gli altri
      fancazzisti..... I puntatori hanno un difetto teorico dimostrato in computer science che sostanzialmente causa il 90% dei bug conosciuti. Eliminarli, come fanno molti linguaggi, o obbligare il programmatore ad usare la keyword "unsafe" prima di usarli come fa il C#, e' stata una decisione lungamente auspicata dai maggiori teorici informatici del mondo. La migrazione avverra', ma non puoi pretendere che questi linguaggi, nati da pochissimo, possano gia' essere adottati nelle aziende dove lavorano veterani del C++ che difficilmente torneranno a scuola ad imparare i nuovi linguaggi. Quando i vecchi del C++ se ne andranno e faranno posto alle nuove generazioni, cresciute a Java e C#, nessuna azienda avra' piu' ragioni per tornare ai vecchi linguaggi dove i bug rendevano impossibile rispettare le date stabilite con il cliente. Accadra', sia che noi lo vogliamo o meno. Perche' le aziende che non lo faranno produrranno applicativi talmente difettosi, inaffidabili e pieni di buchi rispetto agli altri, che i clienti non potranno permettersi di sceglierli solo perche' offrono performance il 5% superiori. L'informatica e' una sorta di ecosistema a selezione naturale, dove il fattore principale dell'estinzione e' il bug, e solo secondariamente la performance. Il resto viene da se'.
      • Anonimo scrive:
        la bellezza dei puntatori

        I puntatori hanno un difetto teoricoi puntatori si capiscono in un millisecondo se invece di partire dal C si parte dall'assembly e si capisce ESATTAMENTE cosa fa la cpu, piu' si usano astrazioni meno si capisce cosa succede a basso livello piu' si fa contenta la microsoft che da sempre spinge sull'approccio scatola nera.. usa ma senza capire che c'e' sotto i programmatori di oggi non hanno idea di come funzioni una cpu, la velocita' del sistema a portato a usare layer su layer, astrazioni su astrazioni, a creare programmi inutilmente grandi e lenti... poi quando esce qualcosa scritto bene come opera (3mb , velocissimo, e con centinaia di funzionalita' che gli altri programmi che pesano da 30MB ai 45MB si sognano) tutti a gridare al miracolo.. in realta' opera e' un programma scritto bene , gli altri sono semplicemente scritti male
        dimostrato in
        computer science che sostanzialmente
        causa il 90% dei bug conosciuti.il problema non sono i puntatori ma i cattivi programmatori
        Eliminarli,su internet e quando c'e' in gioco la sicurezza e' conveniente usare java o .not , pero' in java e' difficile fare casini , in do diesis volendo fare un porting spesso sei costretto ad usare i puntatori e siamo punto e accapo
        La migrazione avverra', ma non puoi
        pretendere
        che questi linguaggi, nati da pochissimo,
        possano
        gia' essere adottati nelle aziende dove
        lavorano
        veterani del C++ che difficilmente
        torneranno
        a scuola ad imparare i nuovi linguaggi. nelle grandi aziende (esperienza personale a roma) si fidano di quel che dice ibm e sun, se ibm dice che java e' cosa buona e giusta loro usano java.. m$ viene completamente snobbata o derisa in libera concorrenza pero' spesso ci sono precisi accordi commerciali e allora si usa .not
        Quando i vecchi del C++ il linguaggio piu' diffuso al mondo e' il C (tralasciando il cobol), il c++ e' un linguaggio ancora relativamente nuovo se ne andranno
        e faranno posto alle nuove generazioni,
        cresciute a Java e C#, nessuna
        azienda avra' piu' ragioni per tornare ai
        vecchi
        linguaggi dove i bug rendevano impossibile
        rispettare le date stabilite con il cliente.ti sbagli completamente, devi conoscerli entrambi , il C/c++ ti serve per il codice nativo, veloce e non decompilabile .. java e c# sono utili per i web service o per applicazioni di nicchia. Se provi a scrivere un office in c# o java soltanto pochissimi lo useranno se e' disponibile l'equivalente in codice nativo
        Accadra', sia che noi lo vogliamo o meno.
        Perche' le aziende che non lo faranno
        produrranno applicativi talmente difettosi,
        inaffidabili e pieni di buchi rispetto agli
        altri, che i clienti non potranno
        permettersi
        di sceglierli solo perche' offrono
        performance
        il 5% superiori.te non sai cosa sia la programmazione , puoi scrivere codice C solido come una roccia anche al primo colpo e del codice superbuggato in java , il problema non e' il linguaggio .
        L'informatica e' una sorta di
        ecosistema a selezione naturale, dove
        il fattore principale dell'estinzione e' il
        bug,
        e solo secondariamente la performance.
        Il resto viene da se'.allora la microsoft dovrebbe essere estinta da 10 anni HAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHA
        • Anonimo scrive:
          Re: la bellezza dei puntatori
          - Scritto da: Anonimo



          I puntatori hanno un difetto teorico

          i puntatori si capiscono in un millisecondo
          se invece di partire dal C si parte
          dall'assembly e si capisce ESATTAMENTE cosa
          fa la cpu, piu' si usano astrazioni meno si
          capisce cosa succede a basso livello piu' si
          fa contenta la microsoft che da sempre
          spinge sull'approccio scatola nera.. usa ma
          senza capire che c'e' sotto
          Il problema è proprio questo: se non te ne sei accorto l'informatica (o se avessi studiato qualcosa in più del tuo bel manuale di C/C++) nella sua evoluzione sta portando ad astrarre sempre di più la macchina. Questo non perché gli informatici ed i programmatori siano diventati degli idioti e non ce la fanno più ad usare l'assembler, semplicemente perché man mano che la complessità dei progetti e dei programmi cresce, riveste sempre più importanza descrivere il COSA FARE rispetto al COME FARLO. Secondo me, anzi, tra un po' incominceranno a venire fuori linguaggi multiparadigma (e ne esistono già degli esempi), che prenderanno il meglio dei vari linguaggi imperativi e di quelli dichiarativi. Quando programmi con un linguaggio di alto livello, non te ne sbatte niente (o quasi) di come si comporta a livello hardware la macchina che farà girare il programma semplicemente perché non stai programmando quella macchina, ma una macchina virtuale molto più astratta (e quella la devi conoscere molto bene). In questo senso i puntatori sono una soluzione molto poco elegante.
          sistema a portato a usare layer su layer,
          astrazioni su astrazioni, a creare programmi
          inutilmente grandi e lenti... Ne riparleremo quando i programmi saranno quasi solo distribuiti a cosa servono tutte queste layer---


          dimostrato in

          computer science che sostanzialmente

          causa il 90% dei bug conosciuti.

          il problema non sono i puntatori ma i
          cattivi programmatori
          No, assolutamente. Il problema sono proprio i puntatori, che generano una quantità mostruosa di bug e soprattutto i peggiori bug sono causati proprio dall'utilizzo errato dei puntatori. Le persone non sono infallibili e commettono spesso errori, bravi o eccellenti programmatori compresi.Mi sembri come quelle persone che, appena uscì l'abs sulle automobili, rimase schifato da tale sistema. Quando poi gli si faceva notare che ciò avrebbe portato ad una diminuzione del numero di incidenti, ovviamente ti rispondevano che la colpa non era dei freni, ma dei cattivi automobilisti che non sapevano come frenare in caso di emergenza. Sarà un caso, però mi sembra che tale sistema lo adottino anche i professionisti nella formula uno.

          Quando i vecchi del C++

          il linguaggio piu' diffuso al mondo e' il C
          (tralasciando il cobol), il c++ e' un
          linguaggio ancora relativamente nuovo
          L'informatica avanza, oramai il C++ non è più definibile come un linguaggio relativamente nuovo, soprattutto se si confronta con alcuni dei linguaggi di nuova concezione
          te non sai cosa sia la programmazione , puoi
          scrivere codice C solido come una roccia
          anche al primo colpo e del codice
          superbuggato in java , il problema non e' il
          linguaggio .
          Tutto è possibile a questo mondo, anche fare 6 al superenalotto, basta saper valutare correttamente le probabilità e non farsi illusioni.
        • Riot scrive:
          Re: la bellezza dei puntatori
          - Scritto da: Anonimo



          I puntatori hanno un difetto teorico

          i puntatori si capiscono in un millisecondo
          se invece di partire dal C si parte
          dall'assembly e si capisce ESATTAMENTE cosa
          fa la cpu, piu' si usano astrazioni meno si
          capisce cosa succede a basso livello piu' si
          fa contenta la microsoft che da sempre
          spinge sull'approccio scatola nera.. usa ma
          senza capire che c'e' sotto

          i programmatori di oggi non hanno idea di
          come funzioni una cpu, la velocita' del
          sistema a portato a usare layer su layer,
          astrazioni su astrazioni, a creare programmi
          inutilmente grandi e lenti... poi quando
          esce qualcosa scritto bene come opera (3mb ,
          velocissimo, e con centinaia di
          funzionalita' che gli altri programmi che
          pesano da 30MB ai 45MB si sognano) tutti a
          gridare al miracolo.. in realta' opera e' un
          programma scritto bene , gli altri sono
          semplicemente scritti male Fondamentalmente sono d'accordo, non c'è motivo per permettere una gestione così esplicita dei puntatori. Già il C++ permette di utilizzarli usando il costrutto new che è più vicino ad un modo di pensare umano.

          dimostrato in

          computer science che sostanzialmente

          causa il 90% dei bug conosciuti.

          il problema non sono i puntatori ma i
          cattivi programmatoriIl problema è che i programmatori sono esseri umani e quindi commettono errori, seguendo il tuo discorso dovremmo essere tutti a programmare con l'Assembly, ma questo porterebbe a tempi di sviluppo lunghissimo ed aumenterebbe la possibilità di bug.Il miglior linguaggio di programmazione (inteso come rapporto sforzi-risultati) è quello che più si avvicina al modo di pensare umano, mantenendo una certa efficienza, i linguaggi ad oggetti sono un'ottima sintesi di questo.
          • Anonimo scrive:
            Re: la bellezza dei puntatori
            - Scritto da: Riot

            - Scritto da: Anonimo






            I puntatori hanno un difetto
            teorico



            i puntatori si capiscono in un
            millisecondo

            se invece di partire dal C si parte

            dall'assembly e si capisce ESATTAMENTE
            cosa

            fa la cpu, piu' si usano astrazioni
            meno si

            capisce cosa succede a basso livello
            piu' si

            fa contenta la microsoft che da sempre

            spinge sull'approccio scatola nera..
            usa ma

            senza capire che c'e' sotto



            i programmatori di oggi non hanno idea
            di

            come funzioni una cpu, la velocita' del

            sistema a portato a usare layer su
            layer,

            astrazioni su astrazioni, a creare
            programmi

            inutilmente grandi e lenti... poi quando

            esce qualcosa scritto bene come opera
            (3mb ,

            velocissimo, e con centinaia di

            funzionalita' che gli altri programmi
            che

            pesano da 30MB ai 45MB si sognano)
            tutti a

            gridare al miracolo.. in realta' opera
            e' un

            programma scritto bene , gli altri sono

            semplicemente scritti male

            Fondamentalmente sono d'accordo, non
            c'è motivo per permettere una
            gestione così esplicita dei
            puntatori. Già il C++ permette di
            utilizzarli usando il costrutto new che
            è più vicino ad un modo di
            pensare umano.



            dimostrato in


            computer science che
            sostanzialmente


            causa il 90% dei bug conosciuti.



            il problema non sono i puntatori ma i

            cattivi programmatori

            Il problema è che i programmatori
            sono esseri umani e quindi commettono
            errori, seguendo il tuo discorso dovremmo
            essere tutti a programmare con l'Assembly,
            ma questo porterebbe a tempi di sviluppo
            lunghissimo ed aumenterebbe la
            possibilità di bug.

            Il miglior linguaggio di programmazione
            (inteso come rapporto sforzi-risultati)
            è quello che più si avvicina
            al modo di pensare umano, mantenendo una
            certa efficienza, i linguaggi ad oggetti
            sono un'ottima sintesi di questo.il paradigma logico secondo me è ancora più ad alto livello
    • Anonimo scrive:
      Re: La paura dei puntatori.......

      La paura dei puntatori, fobie dal mondo dei
      Javisti, VBisti, Pythonati, e tuti gli altri
      fancazzisti.....Meno male che ci sei tu che almeno spara cavolate.
      Chiunque si sia trovato a sviluppare un
      software con la S maiuscola in linguaggio C,
      prima o poi si troverà di fronte a un
      bivio: perdere il sonno nel tentativo di
      capire come si utilizzano i puntatoriDavvero occorre perdere il sonno per delle cose cosi' banali.
      , o
      continuare a scrivere codice come se questi
      non esistessero. I puntatori esistono e si utilizzano se ce' ne' la necessita' altrimenti e' meglio lasciar fare all'interprete.
      Quando poi si inizia sul
      serio, la scarsa confidenza che questi
      misteriosi oggetti generano nella maggior
      parte degli esseri umani, porta ad una
      selezione naturale: da una parte coloro,
      generalmente additati come pazzi o
      esibizionisti, che sanno riconoscere a prima
      vista un puntatore ad una funzione che
      accetta come parametro un puntatore a
      caratteri e ritorna un puntatore ad interi:O madonna ma davvero la sai riconoscere una funzione cosi' hoooo che brrraaavo.Ok siamo seri, quelli che sviluppano in python se hanno bisogno di librerie veloci o driver particolari se li costruiscono in c poi li utilizzano tramite python.E non ci crederai, usano anche i puntatori e si divertono tanto a debaggare qualche programmino che riporta "segmetation fault" :D
      Il resto lo taglio perche' si avvicina troppo alla schizzofrenia.Se saper utilizzare i puntatori vuol dire saper programmare allora saper utilizzare un martello vuol dire essere ingegneri civili :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    cacciamo redhat da gnome
    mono sta riscuotendo un grandissimo successo nelmondo linux e sopratutto fra i vari sostenitori di GNOME,purtroppo pero alcuni signori,forse guidati dall'alto stanno cercando di screditare il lavoro di miguel de icazae i suoi collaboratori al fine di rallentare o addirittura negarel'utilizzo di .NET sotto linux/gnome.sto parlando di havoc pennington e seth nickel.questi signori hanno da tempo ingaggiato una battaglia disensibilizzazione al fine di annullare l'utilizzo di monosulla piattaforma GNOME.questo perche ?è molto semplice havoc e seth lavorano per la redhatla quale è impegnata a diffondere soluzioni linux enterprise e fanno di java la loro punta di diamante.se mono avrà successo,redhat si troverà costrettaa prendere dei provvedimenti piuttosto seri al fine di limitare i danni di vendita che ne deriverebbero.ed è per questa ragione che i 2 si dilettano a sparareFUD contro mono e .NET ingenerale.
    • Anonimo scrive:
      Re: cacciamo redhat da gnome
      hanno tutto il mio sostegno morale
      • Anonimo scrive:
        Re: cacciamo redhat da gnome
        - Scritto da: Anonimo
        hanno tutto il mio sostegno moraleMa quale sostegno questa gente è la rovina per linuxforse non hai ben chiaro chi siano questi 2 loschi figurimono deve essere integrato su gnome.
        • Anonimo scrive:
          Re: cacciamo redhat da gnome
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          hanno tutto il mio sostegno morale

          Ma quale sostegno questa gente è la
          rovina per linux
          forse non hai ben chiaro chi siano questi 2
          loschi figuri
          mono deve essere integrato su gnome.mono deve morire come progetto
  • Anonimo scrive:
    Spingere le vendite di computers .NET
    .net spinge i programmatori a generare codice inefficente che richiedera macchine sempre piu' performanti e quindi ne spinge la vendita.Insomma diventeremo tutti programmtori sullo stile M$, ma in compenso impiegheremo meno tempo a sviluppare ma molto piu' tempo a risolvere bugs e dettagli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Spingere le vendite di computers .NET
      fai un programma con i bug tramite .net e ti regalo 1 milione. Come fai a fare un programma buggato in .net? Se ci riesci cosa riuscirai a combinare con i puntatori di C++
      • Anonimo scrive:
        Re: Spingere le vendite di computers .NE
        - Scritto da: Anonimo
        fai un programma con i bug tramite .net e ti
        regalo 1 milione. Come fai a fare un
        programma buggato in .net? Se ci riesci cosa
        riuscirai a combinare con i puntatori di C++veramente il problema non e' tanto di C# o di .NET in se stesso ma le wizard di creazione del codice di Visual Studio, solo per visualizzare una tabella di dati genera una quantita' di codice inutile che fa paura
      • deltree scrive:
        Re: Spingere le vendite di computers .NE
        - Scritto da: Anonimo
        fai un programma con i bug tramite .net e ti
        regalo 1 milione. Come fai a fare un
        programma buggato in .net? Se ci riesci cosa
        riuscirai a combinare con i puntatori di C++E' vero, non si possono scrivere programmi con bug ma ci sono già 5 virus in grado di infettare e diffondersi tramite .NET. Alla faccia della Virtual Machine e della security policy!
        • Anonimo scrive:
          Re: Spingere le vendite di computers .NE

          E' vero, non si possono scrivere programmi
          con bug ma ci sono già 5 virus in
          grado di infettare e diffondersi tramite
          .NET. Alla faccia della Virtual Machine e
          della security policy!Lo hai letto sulla "Gazzetta dello Sport"? Cita le fonti, oppure taci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spingere le vendite di computers .NET

        fai un programma con i bug tramite .net e ti
        regalo 1 milione. Come fai a fare un
        programma buggato in .net? Se ci riesci cosa
        riuscirai a combinare con i puntatori di C++Per progammare non intendo utilizzare i wizard. :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Spingere le vendite di computers .NE
      - Scritto da: Anonimo
      .net spinge i programmatori a generare
      codice inefficente che richiedera macchine
      sempre piu' performanti e quindi ne spinge
      la vendita.
      Perché? Tranne il caso delle eccezioni, dove si possono sentire campane diverse tra sviluppatori java e sviluppatori c#, non vedo che differenza ci sia tra l'inefficienza di codice .net o di codice java. Comunque mi sembra che uno dei linguaggi di programmazione più "adorati" in giro, cioé python (che è un gran bel linguaggio) non sia certo una scheggia...
      Insomma diventeremo tutti programmtori sullo
      stile M$, ma in compenso impiegheremo meno
      tempo a sviluppare ma molto piu' tempo a
      risolvere bugs e dettagli.Guarda, se c'è una cosa dove linguaggi come C# o Java sono avvantaggiati rispetto, che ne so, ad un linguaggio a caso come il C o il C++ è proprio nel minor numero di errori che è possibile commettere, e soprattutto nella più facile individuazione degli stessi.Arrendetevi, linguaggi come il C oramai hanno fatto il loro tempo, fino ad una decina di anni si programmava in C qualsiasi cosa, ora l'ambito di utilizzo del C è diventato molto più ristretto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Spingere le vendite di computers .NE
        - Scritto da: Anonimo

        Arrendetevi, linguaggi come il C oramai
        hanno fatto il loro tempo, fino ad una
        decina di anni si programmava in C qualsiasi
        cosa, ora l'ambito di utilizzo del C
        è diventato molto più
        ristretto.Il 99,9999999999999999% del Software è scritto in C/C++il resto sono gestionali del ca**o venduti solo nell'ambito italiano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Spingere le vendite di computers .NE
          - Scritto da: Anonimo
          Il 99,9999999999999999% del Software
          è scritto in C/C++
          il resto sono gestionali del ca**o venduti
          solo nell'ambito italiano.Fonte? Visto che scrivi tanto per dar aria alle dita....
      • deltree scrive:
        Re: Spingere le vendite di computers .NE

        Perché? Tranne il caso delle
        eccezioni, dove si possono sentire campane
        diverse tra sviluppatori java e sviluppatori
        c#, non vedo che differenza ci sia tra
        l'inefficienza di codice .net o di codice
        java.Aspetta, Java ormai è un linguaggio compilato e superottimizzante, l'unica differenza tra lui e C++ è che Java compila JIT e C++ compila aprioristicamente (con tutti gli svantaggi sulle ottimizzazioni che questo comporta).Parlare di un linguaggio che è migliore o uguale prestazionalmente a Visual C++ come di un linguaggio inefficente non mi pare cosa. L'unica sezione Java che ancora paga della carenza prestazionale è la sezione sul calcolo trigonometrico che usa algoritmi a doppia precisione ereditati dal Fortran. Per il resto, a meno di non disabilitare HotSpot (senza il quale Java torna ad essere interpretato come .NET), ci troviamo di fronte ad un linguaggio con tutti i crismi dei linguaggi tradizionali, ma in grado di adattarsi all'architettura hardware al momento dell'esecuzione.Ci sarà una ragione perché nel distributed computing e nei server side seri, nonché nei laboratori a calcolo spinto Java spopola, non credi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Spingere le vendite di computers .NE
          - Scritto da: deltree

          Perché? Tranne il caso delle

          eccezioni, dove si possono sentire
          campane

          diverse tra sviluppatori java e
          sviluppatori

          c#, non vedo che differenza ci sia tra

          l'inefficienza di codice .net o di
          codice

          java.

          Aspetta, Java ormai è un linguaggio
          compilato e superottimizzante, l'unica
          differenza tra lui e C++ è che Java
          compila JIT e C++ compila aprioristicamente
          (con tutti gli svantaggi sulle
          ottimizzazioni che questo comporta).
          Parlare di un linguaggio che è
          migliore o uguale prestazionalmente a Visual
          C++ come di un linguaggio inefficente non mi
          pare cosa. L'unica sezione Java che ancora
          paga della carenza prestazionale è la
          sezione sul calcolo trigonometrico che usa
          algoritmi a doppia precisione ereditati dal
          Fortran.
          Per il resto, a meno di non disabilitare
          HotSpot (senza il quale Java torna ad essere
          interpretato come .NET), ci troviamo di
          fronte ad un linguaggio con tutti i crismi
          dei linguaggi tradizionali, ma in grado di
          adattarsi all'architettura hardware al
          momento dell'esecuzione.

          Ci sarà una ragione perché nel
          distributed computing e nei server side
          seri, nonché nei laboratori a calcolo
          spinto Java spopola, non credi?Si credo!... la ragione e'.... marketing? :-)I buoni programmi li fanno i buoni programmatori! (che sono pochi) i linguaggi sono semplici astrazioni!Pensare che il livello di astrazione utilizzato influenzi la comprensione o risoluzione dei problemi e' tipico di chi non sa come risolverli ... i problemi!...:-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Spingere le vendite di computers .NE

            Si credo!... la ragione e'.... marketing? :)

            I buoni programmi li fanno i buoni
            programmatori! (che sono pochi) i linguaggi
            sono semplici astrazioni!
            Pensare che il livello di astrazione
            utilizzato influenzi la comprensione o
            risoluzione dei problemi e' tipico di chi
            non sa come risolverli ... i problemi!...
            :)Se sei abituato a programmare da solo forse, ma se lavori in team l'astrazione e' fondamentale nella programmazione del software.
        • Anonimo scrive:
          Re: Spingere le vendite di computers .NE
          ma perché prima di parlare (di scrivere) non ti informi...uffa, pure su .NET c'è il jit, e da sempre, non come in java che ce l'hanno messo perché qualcuno si è accorto che era un pochino lento, il codice per .NET gira quasi come il codice nativo, ormai non c'è quasi più differenza, neanche su pc non troppo nuovi (ho un p3 500, e non noto differenze tra applicazioni native e applicazioni per .net)quindi per favore basta con le leggende metropolitane per screditare a tutti i costi qualcosa
          • deltree scrive:
            Re: Spingere le vendite di computers .NE
            E' chi scredita? Dico solo che un linguaggio per applicazioni, mentre Java sta avendo un futuro molto roseo (e lo sarà ancora dfi più in futuro) nel 3D, nei giochi professionali e nelle applicazioni distribuite ad alte prestazioni.Una differenza c'è e non è irrilevante.
  • Anonimo scrive:
    [OT]Grazie punto informatico
    Sono news come queste che mi mettono di buon umore...ho perso un 'ora a leggere tutti i post e mi stò ancora rotolando per terra dalle risate...:D
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT]Grazie punto informatico
      hai ragione,io pureprogrammatori siete peggio delle vecchie portinaie bacucche!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT]Grazie punto informatico
        - Scritto da: Anonimo
        hai ragione,io pure
        programmatori siete peggio delle vecchie
        portinaie bacucche!!!Grandee questa è buona:D:D:D
        • Faxxi scrive:
          Re: [OT]Grazie punto informatico
          Ahime...sono un programmatore...ma di fronte a certi post non posso far altro che quotare :$
  • ilgrulloparlant scrive:
    Chi mi spiega il vantaggio
    Chi mi spiega il vantaggio di scrivere un programma in Visual C++ .Net (gestito) invece che in C#?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi mi spiega il vantaggio
      Beh direi nessuno....nel senso che sono 2 linguaggi diversi creati per fare cose diverse...Il c++ lo usi x sfruttare spesso risorse hardware il c# lo puoi utilizzare x il resto.Ma che c'entra questo???
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi mi spiega il vantaggio
      - Scritto da: ilgrulloparlant
      Chi mi spiega il vantaggio di scrivere un
      programma in Visual C++ .Net (gestito)
      invece che in C#?A uno di quei convegni M$ dove si mangia ogni due ore al buffet, a questa domanda lo speaker ha detto: "Se devi sviluppare un driver o un libreria grafica, usa C++, altrimenti vi consigliamo indubbiamente C#." Poi s'è fermato un po', ha pensato, e ha aggiunto "anche se sinceramente avrei dubbi per la libreria grafica, potrebbe convenire sviluppare pure quella in C#"
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi mi spiega il vantaggio
      - Scritto da: ilgrulloparlant
      Chi mi spiega il vantaggio di scrivere un
      programma in Visual C++ .Net (gestito)
      invece che in C#?in c++ gira piu' veloce e non e' possibile risalire al sorgente, in c# e' piu' lento e con un decompilatore chiunque puo' risalire al sorgente (spesso e' anche + leggibile dell'originale), cambiarlo e ricompilare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi mi spiega il vantaggio
        HO SCRITTO C++ GESTITO....CHE VUOL DIRE ESEGUITO ALL'INTERNO DI .NET..."QUINDI E VA UGUALE NINI".............
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi mi spiega il vantaggio

      Chi mi spiega il vantaggio di scrivere un
      programma in Visual C++ .Net (gestito)
      invece che in C#?In managed C++ puoi effettuare chiamate alla API del sistema operativo sottostante senza passare per P/Invoke, e anche mixare all'interno dello stesso assembly codice managed _e_ unmanaged. Ciò detto, l'attuale MC++.NET, e conviene aspettare la disponibilità del compilatore C++/CLI, sul quale stanno lavorando Herb Sutter e Stanley Lippman
  • Anonimo scrive:
    Re: java .not basic javascript?

    e tutto per usare il polimorfismo perche' e'
    da fighetti !!!! Gli unici fighetti sono quelli che continuano a programmare in c puro nel 2004.
    Ormai con tutti quei GIGAHertZ avete
    dimenticato come si programma un cristo di
    processore. Non ce lo siamo dimenticati. Abbiamo solo delegato le ottimizzazioni asm ai compilatori perche' ad un certo punto ci si e' resi conto che quando devi scrivere progetti moderni di milioni di linee di codice, ottimizzare a mano diventa umanamente impossible, per non parlare della portabilita'. Ma forse tu hai sempre lavorato ai listatini c di due pagine delle riviste "Io programmo", e non sai cosa sia l'informatica del mondo reale.
    • Anonimo scrive:
      Re: java .not basic javascript?
      - Scritto da: Anonimo


      e tutto per usare il polimorfismo
      perche' e'

      da fighetti !!!!

      Gli unici fighetti sono quelli che
      continuano
      a programmare in c puro nel 2004.


      Ormai con tutti quei GIGAHertZ avete

      dimenticato come si programma un cristo
      di

      processore.

      Non ce lo siamo dimenticati. Abbiamo solo
      delegato le ottimizzazioni asm ai
      compilatori
      perche' ad un certo punto ci si e' resi
      conto
      che quando devi scrivere progetti moderni
      di milioni di linee di codice, ottimizzare
      a mano diventa umanamente impossible,
      per non parlare della portabilita'.

      Ma forse tu hai sempre lavorato ai listatini
      c di due pagine delle riviste "Io
      programmo", e
      non sai cosa sia l'informatica del mondo
      reale.
      O forse è Fred Flintstone!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: .NET non è una copia di Java.
    - Scritto da: Anonimo

    "il programmatore è troppo stupido

    per saper gestire i puntatori quindi glielo

    impediamo del tutto".
    e hanno pensato bene.
    meno scelte hai ha disposizione per fare una
    cosa meno puoi fare una scelta sbagliata. Non diciamo cavolate. per favore. Che una scelta sia buona o sbagliata dipende dal problema che devi risolvere. Credi che le librerie a basso livello di Java (quelle che ad esempio si occupano della manipolazione delle bitmap) siano state scritte senza usare puntatori? Ripeto: leggersi qualche testo di algoritmi e strutture dati (Knuth: The Art of Computer Programming) prima di dire che i puntatori non servono a niente.Certo, se poi ci si occupa solo di scrivere gestionali e pagine web, mi sembra più che normale che ci si abitui a non pensare affatto ai "tempi d'esecuzione".
    Invece in c# puoi fare ancora le struct (per
    i programmatori che non capiscono cos'e' una
    classe ) le goto (per quelli che
    non sanno usare le if).Si vede che non hai mai programmato in C++.in C++ non esiste NESSUNA differenza fra struct e classi: sono sinonimi.In C++ hai la possibilità di allocare istanze (di struct o di classi) sia staticamente che dinamicamente.Ci sono dei casi in cui l'allocazione dinamica, tanto cara ai progettisti Java è una spina nel culo, perchè AMMAZZA le prestazioni di cose che sarebbero velocissime se fossero allocate nello stack anzichè nell'heap.Per capire di cosa sto parlando basta che ti prendi un qualunque libro di C++ (Thinking in C++ di bruce eckell lo puoi scaricare da internet gratuitamente ed ha un ottima trattazione di questo) e ti guardi tutte le considerazioni che vengono fatte riguardo le performance di una classe atta a rappresentare i numeri complessi.in C# le struct si distinguono dalle classi perchè le prime sono allocate staticamente e le seconde dinamicamente.In altre parole: se devo implementare l'oggetto "Numero Complesso" uso una struct. sarei un pazzo se usassi una classe. In java non hai alternative: DEVI isare una classe.
    ecco allora retifico le goto te le scrive il
    tool RAD.ci sono degli utilizzi della goto che non fanno più schifo degli utilizzi dei costrutti break/continue.(in pratica non c'è niente di male nell'usare la GOTO per saltare fuori da DUE cicli nidificati (alcuni linguaggi hanno la possibilità di scrivere "break 2" per dire che vuoi uscire fuori anche dal secondo ciclo")Sicuramente ci sono programmatori cani che utilizzerebbero in continuazione il GOTO anche al posto degli IF, ma io sono dell'idea che limitare il linguaggio per consentire anche agli stupidi di dire di essere dei programmatori serva solo a rompere i coglioni ai programmatori veri.
    idem... ma esiste ancora qualcuno che crea
    applicazioni client server o per il desktop? Non esistono solo gli ordini online.
    hai ragione, fanno schifo, ma chi lo batte
    sqlplus ?mi riferivo all'Enterprise Manager
    • il_guru scrive:
      Re: .NET non è una copia di Java.


      Si vede che non hai mai programmato in C++.
      in C++ non esiste NESSUNA differenza fra
      struct e classi: sono sinonimi.
      In C++ hai la possibilità di allocare
      istanze (di struct o di classi) sia
      staticamente che dinamicamente.
      solo una precisazione... struct e class in C++ NON sono la stessa cosa!
      • Anonimo scrive:
        Re: .NET non è una copia di Java.
        - Scritto da: il_guru
        solo una precisazione... struct e class in
        C++ NON sono la stessa cosa!Vero, struct di default è public, class è private. Altre differenze?:)
        • il_guru scrive:
          Re: .NET non è una copia di Java.
          ereditarietà e polimorfismo non mi sembra poco
          • Anonimo scrive:
            Re: .NET non è una copia di Java.
            - Scritto da: il_guru
            ereditarietà e polimorfismo
            non mi sembra pocoA me invece si! :-)
          • il_guru scrive:
            Re: .NET non è una copia di Java.
            probabilmente programmi molto poco a oggetti ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: .NET non è una copia di Java.

            ereditarietà e polimorfismo
            non mi sembra pocostai scherzando, vero? Guarda che in C++ puoi fare:struct Base{};struct Derivata : Base{};senza alcun problema.... Che sia il caso di riprendere in mano i libri di: Stroustrup, Eckel e Lippman? :-)
          • il_guru scrive:
            Re: .NET non è una copia di Java.
            mumbleresto dubbiosoin effeti dal glossario del c++ di stroustrup si trovastruct: class with members public by default. però non so se da standard puro sia derivabile, non sapreianche se sicuramente è più "corretto" usare class se si vuole derivare
          • Anonimo scrive:
            Re: .NET non è una copia di Java.
            - Scritto da: il_guru
            mumble
            resto dubbioso
            in effeti dal glossario del c++ di
            stroustrup si trova
            struct: class with members public by
            default.
            però non so se da standard puro sia
            derivabile, non saprei
            anche se sicuramente è più
            "corretto" usare class se si vuole derivarehttp://www.devx.com/tips/Tip/14842Cmq si, un programma che usa struct e le usa come classi fa veramente orrore. Il classico "spaghetti code" che a qualcuno di questo forum piace così tanto...
  • Anonimo scrive:
    .Net vs Java
    In questo forum penso che vi siano multi studenti universitari,preparati forse ma fuori dalla realta del lavoro, che senso ha discutere le prestazioni .Net o Java qual'è il più veloce... La velocità interessa a un 5% degli applicativi. Nel resto delle applicazioni l'utente del software sarà ben contento di andare a fare una pausa caffè mentre il pc lavora...... La pulizia del codice interessa poco al programmatore, se il programmatore non coincide con il "capo", al programmatore non dispiace che il suo codice sia poco leggibile anzi se il sorgente del programma è poco leggibile diminuiscono le possibilità di sostituzione (del dipendente)... La cosa che veramente conta nella scelta di un linguaggio è la velocità di sviluppo il tempo che ci metto a soddisfare in qualche modo la richiesta del cliente,che è quello che paga e che ha ragione....il resto è fuffa
    • Anonimo scrive:
      Re: .Net vs Java
      Speriamo che i programmatori che lavorano sui sistemi RT o sull'elettronica per auotovetture non la pensino come te!
      • Anonimo scrive:
        Re: .Net vs Java
        In genere la gente...alle 18 vuole fare festa......
      • Anonimo scrive:
        Re: .Net vs Java
        Anche i programmatori di sistemi di sicurezza per automobili hanno un capo che ha come obiettivo la realizzazione di un sistema CHE FUNZIONA in tempi brevi. Non preoccupatevi.
    • Anonimo scrive:
      Re: .Net vs Java

      In questo forum penso che vi siano multi
      studenti universitari,preparati forse ma
      fuori dalla realta del lavoro, che senso ha
      discutere le prestazioni .Net o Java
      qual'è il più veloce... La
      velocità interessa a un 5% degli
      applicativi. Nel resto delle applicazioni
      l'utente del software sarà ben
      contento di andare a fare una pausa
      caffè mentre il pc lavora...... La
      pulizia del codice interessa poco al
      programmatore, Non e' cosi' se lavori in team, oppure se il progetto e' complesso ed il codice deve essere evoluto.Comunque se veramente la pensi cosi' prova a programmare in perl utilizzado questa filosofia, vedrai che risate.
      se il programmatore non
      coincide con il "capo", al programmatore non
      dispiace che il suo codice sia poco
      leggibile anzi se il sorgente del programma
      è poco leggibile diminuiscono le
      possibilità di sostituzione (del
      dipendente)... Se fai al massimo qualche macro in word, o accosti alla meno peggio applicativi o classi trovate chi sa dove, ed ecco che la piattaforma .net fa al caso tuo :D, allora va bene, ma per progetti complessi dove si parla di qualita' del software saresti sostituito immediatamente.
      La cosa che veramente conta
      nella scelta di un linguaggio è la
      velocità di sviluppo il tempo che ci
      metto a soddisfare in qualche modo la
      richiesta del cliente,che è quello
      che paga e che ha ragione....il resto
      è fuffaDipende dal cliente, se ha la sua piccola media azienda e cambia idea ogni 5 minuti, quello che hai detto va bene, ma se ti si presentano davanti con spefiche precise e limiti e obiettivi ben definiti allora...
      • Anonimo scrive:
        Re: .Net vs Java
        Quindi allora .Net dici tu,io dubito cmq, non va bene per quei software che hanno come riferimento le grandi o grandissime azienda....ok facciamo un pò di conti....mmm il 5 - 10 % e che avevo detto io........
    • Anonimo scrive:
      Re: .Net vs Java
      - Scritto da: Anonimo
      In questo forum penso che vi siano multi
      studenti universitari,preparati forse ma
      fuori dalla realta del lavoro, che senso ha
      discutere le prestazioni .Net o Java
      qual'è il più veloce... Gia'.... dopo 3 anni di esperienza di consulenza a livello medio-alto (progetti medio-lunghi in grosse aziende) non posso che dire una cosa: quella che descrivi è una situazione molto diffusa (purtroppo) nel mondo del lavoro.
    • Anonimo scrive:
      Re: .Net vs Java
      Il mondo è pieno di gente che spara discorsi poco validi.Ricordo ancora il perchè usare il merge-sort al posto del quick sort: è più veloce e scala meglio, se gira più veloce vorrà dire che girerà sempre più veloce, indipendentemente dalla potenza della macchina sottostante.Ti do una notizia nuova... si comincia a usare il framework java per sviluppare applicazioni server, magari sotto apache e tomcat.Java ha una cosa interessante detta portabilità, un cliente può comprare un server java ed usarlo su linux, windows, sun e via dicendo... questo permette alla società di non dover fare porting e di avere un sistema full round.Dov'è l'importanza delle prestazioni? Se un server java deve gestire diverse sessioni concorrenti probabilmente ci guadagna ad usare codice più veloce.Detto questo:Java è lento (purtroppo) ed esoso come richieste di memoria..NET è molto più veloce e flessibile (anche perchè si può scrivere in qualsiasi linguaggio per compilare bytecode.NET).D'altro canto java astrae completamente la macchina sottostante, .NET no (Avery Lee si è divertito a ricompilare il VirtualDub in .NET e gli girava un 15% più lento, ma gli girava tutto, e tutti sappiamo quanto il VirtualDub scavi in profondità nel cuore di Windows).Da come l'ho sempre vista io .NET è un formaggino spalmato su una bruschetta, non copre tutto!Microsoft ha lanciato .NET (sempre a mio avviso) semplicemente perchè le SUE piattaforme si stanno moltiplicando (ora siamo a tre: IA32, IA64, XP64) e quindi conviene programmare bytecode ed evitare il porting delle applicazioni fra diverse architetture con lo stesso sistema operativo.Che .NET giri in modo così flessibile sotto diversi sistemi operativi ho i miei dubbi (ma Mono 1.0 è appena arrivato, non ci vorrà molto per accorgersene... proviamo Quake2.NET su Linux?).Relativamente all'idea già esposta di tenere .NET fuori da linux sono completamente daccordo... intanto non se ne sente il bisogno per le applicazioni di sistema (uno dei punti di forza di linux è la compilazione dell'intero sistema per la macchina) e comunque ci sono ancora diverse ambiguità dal punto di vista delle licenze e via dicendo.Se domani Microsoft dovesse rilasciare un set di funzionalità avanzate per .NET e le proteggesse con un copyright "kludge" il mondo di Mono finirebbe per soffrirne e si tirerebbe dietro tutti gli ambiti che hanno investito su .NET.Ciò non toglie che Novell abbia agito come i suoi analisti le hanno consigliato ma ricordiamo che Novell è la stessa società che fino a cinque/sei anni fa insisteva a dire che i suoi protocolli di rete erano i più diffusi al mondo (ricordate l'adesivo "Yes, it runs on NetWare"), neanche loro sono infallibili.Just my Two cents
  • Anonimo scrive:
    Re: java .not basic javascript?
    E' chiaro che non hai capito una beneamata ceppa sull'evoluzione dei sistemi informatici.A dire il vero dai la sensazione di non aver capito un granchè in generale, probabilmente perchè non ci hai mai pensato.
  • Anonimo scrive:
    Re: .NET non è una copia di Java.

    ma eclipse ha un interface designer come
    visual studio ?www.eclipse.org/vepè in sviluppo. Considera che la 3.0 definitiva di eclipse è uscita.... ieri.Oppure esistono ottimi plugins commerciali, che ti costano indubbiamente meno di VS:http://www.swt-designer.com/ad esempio
  • Anonimo scrive:
    Re: .NET non è una copia di Java.
    Parlando di Oracle

    e stiamo parlando di una delle due

    maggiori

    software house del mondo, non di

    programmatori esattamente incapaci.

    Dimentici IBM, da cui proviene appunto
    eclipse e SWT.E dimentica che Oracle se ne frega assai poco dei toolmodaioli, dato che oltretutto quello che non puoi fare dentroSQLPLUS e` veramente poco.
  • Anonimo scrive:
    Re: java .not basic javascript?
    Ecco il solito commento del cazzaro informatico che avrà appena superato l'esamino in assembler seguito da quello in c
  • Anonimo scrive:
    Linari: dite grazie a zio Bill
    ...ok ok... sono un (troll)dont worry
    • Anonimo scrive:
      Re: Linari: dite grazie a zio Bill
      - Scritto da: Anonimo
      ...ok ok... sono un (troll)

      dont worryNo semmai dite grazie ad Sun !
      • Anonimo scrive:
        Re: Linari: dite grazie a zio Bill
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...ok ok... sono un (troll)



        dont worry

        No semmai dite grazie ad Sun !e perchè che c'entra???(troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linari: dite grazie a zio Bill
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          ...ok ok... sono un (troll)





          dont worry



          No semmai dite grazie ad Sun !

          e perchè che c'entra???
          (troll)Patacca, il "funzionamento" che sta alla base di .NET esiste da anni... si chiama Java... mai sentito dire? Cmq l'ha fatto Sun, ecco perchè l'utente prima di me ha suggerito di ringraziare lei e NON Zio Bill.
  • Anonimo scrive:
    link?
    perchè tutti i siti di mono (http://www.go-mono.com, http://www.monodevelop.com) non funzionano? link sbagliati o DoS attack?mah... non è che saranno fatti in ASP.NET e girati con Mono? :
    • Anonimo scrive:
      Re: link?
      - Scritto da: Anonimo
      perchè tutti i siti di mono
      (www.go-mono.com , www.monodevelop.com ) non
      funzionano?
      link sbagliati o DoS attack?
      mah... non è che saranno fatti in
      ASP.NET e girati con Mono? :sara che e' uscita ieri la 1.0 e tutti giu a scaricare?il nuovo sito comuqnue e' mono-project.com
      • Anonimo scrive:
        Re: link?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        perchè tutti i siti di mono

        (www.go-mono.com , www.monodevelop.com
        ) non

        funzionano?

        link sbagliati o DoS attack?

        mah... non è che saranno fatti in

        ASP.NET e girati con Mono? :

        sara che e' uscita ieri la 1.0 e tutti giu a
        scaricare?
        il nuovo sito comuqnue e' mono-project.comA me sti siti cmq vanno benissimo...
  • Anonimo scrive:
    benchmark mono/net/java mono perde
    tanto per smentire chi si riempie la bocca di cose che non sa http://weblogs.cs.cornell.edu/AllThingsDistributed/archives/000052.html saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: benchmark mono/net/java mono perde
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per smentire chi si riempie la bocca
      di cose che non sa

      weblogs.cs.cornell.edu/AllThingsDistributed/a

      saluticerto che per confrontare le prestazioni di .NET che è in fase di sviluppo da qualche anno con Java chè in fase di sviluppo da più tempo con mono che è molto più recente , ci vuole proprio il cervello di una gallina...
      • Anonimo scrive:
        Re: benchmark mono/net/java mono perde
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        tanto per smentire chi si riempie la
        bocca

        di cose che non sa




        weblogs.cs.cornell.edu/AllThingsDistributed/a



        saluti

        certo che per confrontare le prestazioni di
        .NET che è in fase di sviluppo da
        qualche anno con Java chè in fase di
        sviluppo da più tempo con mono che
        è molto più recente , ci vuole
        proprio il cervello di una gallina...Inoltre il benchmark e' del 5/5/2003 (piu' di un anno fa) e mono 1.0 e' appena stato rilasciato!
      • Anonimo scrive:
        Re: benchmark mono/net/java mono perde
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        tanto per smentire chi si riempie la
        bocca

        di cose che non sa




        weblogs.cs.cornell.edu/AllThingsDistributed/a



        saluti

        certo che per confrontare le prestazioni di
        .NET che è in fase di sviluppo da
        qualche anno con Java chè in fase di
        sviluppo da più tempo con mono che
        è molto più recente , ci vuole
        proprio il cervello di una gallina...Quel link è vecchio se guardi sotto c'è pure un commento di De Icaza.
    • Anonimo scrive:
      Re: benchmark mono/net/java mono perde
      - Scritto da: Anonimo
      tanto per smentire chi si riempie la bocca
      di cose che non sa

      weblogs.cs.cornell.edu/AllThingsDistributed/a

      salutiNotare che hanno usato mono 0.23Inoltre credo che la maggior parte dei post in questo forum abbiano espressamente detto che mono ha prestazioni attualmente inferiori a .net di microsoft
  • Anonimo scrive:
    Re: c#, .NET e API... un po di confusion
    prima di voler dare spiegazioni agli altri (leggi: fare il sapientone), almeno cerca di capire di cosa parlil'elf è un FORMATO (derivante dal coff) non è il codice nativo!!!!!!!!!!!!!!!!!! puoi pure compilare file java in exe di windows, ma è sempre assembler, il formato dell'eseguibile è una cosa secondariama per favore, esperti lettori di computer magazine o il mio pc, informatevi prima di voler fare i sapientoni!
    • Anonimo scrive:
      Re: c#, .NET e API... un po di confusion
      - Scritto da: Anonimo
      prima di voler dare spiegazioni agli altri
      (leggi: fare il sapientone), almeno cerca di
      capire di cosa parlivirgolette "Un tempo esisteva anche una JRE scritta da microsoft, naturalmente che rendeva incompatibili tutte le altre JRE. GCJ (gnu) permette di "compilare" un'applicazione scritta in java non in bytecode ma in codice nativo (ELF) con un conseguente aumento di prestazioni..."HAHAHAHAHAHAHA un genio dell'informatica costui, io lo metterei tra le migliori 10 spiegazioni di sempre :D
    • Anonimo scrive:
      Re: c#, .NET e API... un po di confusion
      - Scritto da: Anonimo
      prima di voler dare spiegazioni agli altri
      (leggi: fare il sapientone), almeno cerca di
      capire di cosa parli
      l'elf è un FORMATO (derivante dal
      coff) non è il codice
      nativo!!!!!!!!!!!!!!!!!! puoi pure compilarepresumo intendesse ELF come dire EXE, pure l'exe è solo un formato che incapsula codice nativo (mov, int, div, mul....) come l'elf è il formato che incapsula gli stessi mov, int, div, mul di un qualsiasi generico eseguibile nativo....siete proprio dei cazzari che si inalberano per qualsiasi cosa senza avere nessuno spirito critico..
  • Anonimo scrive:
    Tutorial gtk#
    Esistono tutorial (libri, etc) completi che aiutino a programmare in c# usando queste librerie?
  • Anonimo scrive:
    Re: c#, .NET e API... un po di confusione..

    Esistono altre implementazioni di java, da
    Kaffe fino alla JDK di IBM.... Un tempo
    esisteva anche una JRE scritta da microsoft,
    naturalmente che rendeva incompatibili tutte
    le altre JRE. C'e' ancora. Solo che ora e' compatibile
    Tuttavia il problema non è il
    linguaggio C# ma tutto il framework che sta
    dietro a .NET, De Icaza suppone che
    microsoft non cambierà le API... speriamo che LE CAMBI
    speriamo... comunque prepariamoci aquesto perche' se cambiano le API, LINUX rimarra'il solo OS capace di far girare le varie versionidi sw creato da clienti Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: c#, .NET e API... un po di confusion
      - Scritto da: Anonimo
      speriamo che LE CAMBI

      speriamo... comunque prepariamoci a

      questo perche' se cambiano le API, LINUX
      rimarra'
      il solo OS capace di far girare le varie
      versioni
      di sw creato da clienti Microsoft.Questa da dove ti è venuta fuori? Guarda che possono convivere tranquillamente più versioni di .NET sulla stessa macchina. Inoltre mono,tanto per dire, si deve appoggiare alle gtk per visualizzare le finestrelle, visto che non dispone di window.forms. E non ha nemmeno le ADO. Mi spieghi come faranno delle applicazioni scritte per windows a girare sotto linux?
  • Anonimo scrive:
    Re: c#, .NET e API... un po di confusion
    Scritto da: Anonimo
    Tuttavia il problema non è il
    linguaggio C# ma tutto il framework che sta
    dietro a .NET, De Icaza suppone che
    microsoft non cambierà le API... ipotizziamo che microsoft si voglia dare una zappatasulle palle cambiando le API del .NET.bene... mono puo tranquillamente forkare il framework e renderloancora piu linux centrico (come peraltro sta gia facendo ) riducendo al minimo i danni.gtk# sono royalty freebuona parte del framework è ECMA standard ci sono delle esclusive mono quali gli standard posix xml e database.secondo me una mossa del genere renderebbe la migrazione linux istantanea.
    speriamo... comunque prepariamoci a
    sviluppare con #gtk ... sicuramente sono
    già portabili e c'e' maggior
    controllo (il male minore)...hai detto bene gtk# funziona meglio su linux oltretuttoqui microsoft non puo toccare nulla.
    .... io comunque rimango perplesso e prima
    di addentrarmi in questo progetto lo staro'
    a guardare da scettico per un po...io ho gia deciso sviluppero le mie prossime apps linuxcon .NET e le web apps in php python e per ultima sceltaASP.NET ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: c#, .NET e API... un po di confusion
      mono puo tranquillamente forkare il
      framework e renderlo
      ancora piu linux centrico (come peraltro sta
      gia facendo )
      riducendo al minimo i danni.ma in questo caso linux avrebbe copiato davvero microsoft creando un sistema capace di eseguire lento e decompilabile codice bytecode (come java) togliendo l'unico vantaggio che giustifica l'utilizzo di java, la compatibilita' binaria tra os differenti
      gtk# sono royalty free
      buona parte del framework è ECMA
      standard vuoi mette un bel ecchissenefrega? ;) io dovrei sviluppare su un layer software che ASTRAE dalla libreria gtk per avere del codice che gira piu' lentamente e solo sulle gtk? LOL!!! ma tanto vale programmare chiamando nativamente le API
      ci sono delle esclusive mono
      quali gli standard posix
      xml e database.LOL embrace and extend? :D
      hai detto bene gtk# funziona meglio su linux
      oltretutto
      qui microsoft non puo toccare nulla.no funziona SOLO su linux , m$ non puo' toccare nulla perche' non gliene frega nulla e probabilmente anche al resto della comunita' degli sviluppatori
      io ho gia deciso sviluppero le mie prossime
      apps linux
      con .NETcondoglianze ;) il problema sara' poi vendere l'accrocco a qualcuno e le web apps in php python e per
      ultima scelta
      ASP.NET tranne python te li sei scelti proprio bene i linguaggi di scripting :D
      • Anonimo scrive:
        Re: c#, .NET e API... un po di confusion
        - Scritto da: Anonimo

        hai detto bene gtk# funziona meglio su
        linux

        oltretutto

        qui microsoft non puo toccare nulla.

        no funziona SOLO su linux , m$ non puo'
        toccare nulla perche' non gliene frega nulla
        e probabilmente anche al resto della
        comunita' degli sviluppatori
        Ma perché scrivre bischerate? GTK funziona anche su windows, tranquillo, così come gtk#. Un'applicazione scritta usando gtk# la porti tranquillamente su tutte i SO dove gira gtk, e sono tanti, più di quelli che pensi
      • Anonimo scrive:
        Re: c#, .NET e API... un po di confusion

        ma in questo caso linux avrebbe copiato
        davvero microsoft creando un sistema capace
        di eseguire lento e decompilabile codice
        bytecode (come java) togliendo l'unico
        vantaggio che giustifica l'utilizzo di java,
        la compatibilita' binaria tra os differenti
        .NET lento? Hai provato a "giocare" con Quake2 ricompilato per .NET?http://www.vertigosoftware.com/Quake2.htmCredo proprio di no: altrimenti non diresti tutte queste stupidate
  • Anonimo scrive:
    Re: Da ex amighista pro linux anti-micro
    la ms non può brevettare ne .net ne c#, perché sono standard apertiè come ritchie brevettasse il C o stroustroup brevettasse il C++, non possono farlo semplicemente perché sono diventati degli standard aperticome daltronde la sun non ha brevettato ne java ne la jvm, dato che chiunque può farsi un implementazione della jvm
  • Anonimo scrive:
    Re: .NET non è una copia di Java.
    allora buttiamo via java e risolviamo il problema tanot fa schifo
  • Anonimo scrive:
    Python...
    gira su win e linux, e se desiderate velocita' potete sempre creare librerie in c facilmente integrabili in python.Ovvero potete avere la potenza del C e la velocita' di sviluppo di un linguaggio OOP.
    • Anonimo scrive:
      Re: Python...
      - Scritto da: Anonimo
      gira su win e linux, e se desiderate
      velocita' potete sempre creare librerie in c
      facilmente integrabili in python.

      Ovvero potete avere la potenza del C e la
      velocita' di sviluppo di un linguaggio OOP.so che stanno facendo una versione di python chegirerà su mono http://www.ironpython.com.purtroppo non so quando la termineranno :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Python...

        so che stanno facendo una versione di python
        che
        girerà su mono www.ironpython.com .
        purtroppo non so quando la termineranno :(Ma serve veramente?Non puo' essere usato, ad esempio per applicazioni web, senza per forza dover utilizzare la piattaforma mono?
        • Anonimo scrive:
          Re: Python...

          Ma serve veramente?
          Non puo' essere usato, ad esempio per
          applicazioni web, senza per forza dover
          utilizzare la piattaforma mono?serve siora puoi integrare il codice python in un applicativo web scritto in vb.net che usa librerie scritte in c#il tutto senza dover neanche ricompilare o avere i sorgenti perche la compatibilita' e' a livello di bytecode e di frameworkfico no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            che porcheria :-( un'applicazione deve nascere bene sin dalla progettazione, sti framework che ti permettono di mettere insieme un'accozzaglia di roba incollata insieme sono veramente un abominio (oltre che poco performanti).
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            - Scritto da: Anonimo
            che porcheria :( un'applicazione deve
            nascere bene sin dalla progettazione, sti
            framework che ti permettono di mettere
            insieme un'accozzaglia di roba incollata
            insieme sono veramente un abominio (oltre
            che poco performanti).perche python non ha un framework secondo te ? oppure è diventato famoso solo per la sua sintassi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            che porcheria :( un'applicazione deve

            nascere bene sin dalla progettazione,
            sti

            framework che ti permettono di mettere

            insieme un'accozzaglia di roba incollata

            insieme sono veramente un abominio
            (oltre

            che poco performanti).

            perche python non ha un framework secondo
            te ?
            oppure è diventato famoso solo per la
            sua sintassi ? Python ha Zope come web framework ma creare prodotti per zope vuol dire rispettare determinate procedure e standar qualitativi.Un framework come .net permette di mettere assieme varii software senza troppo sforzo e sperando di non incasinare tutto, l'obiettivo e' far lavorare piu' velocemente i programmatori e vendere piu' velocemente computer che dovranno essere piu' performanti per supportare questo modo di "programmare"
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            sono della stessa idea.e condivido pure il "programmare" ... tra virgolette :-)
            Un framework come .net permette di mettere
            assieme varii software senza troppo sforzo e
            sperando di non incasinare tutto,
            l'obiettivo e' far lavorare piu' velocemente
            i programmatori e vendere piu' velocemente
            computer che dovranno essere piu'
            performanti per supportare questo modo di
            "programmare"
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...

            l'obiettivo e' far lavorare piu' velocemente
            i programmatori e vendere piu' velocemente
            computer che dovranno essere piu'
            performanti per supportare questo modo di
            "programmare"Come dire che un python (risaputamente interpretato) per avere un minimo di benchmark paragonabile ad un C# non necessità di un mostro hardware? C'illumini grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...

            Come dire che un python (risaputamente
            interpretato) per avere un minimo di
            benchmark paragonabile ad un C# non
            necessità di un mostro hardware?Python genera un file di pseudocodice la prima volta che viene lo script viene interpretato, questo rende piu' veloci i futuri utilizzi dello stesso script.Volendo il codice puo' anche essere compilato.Oppure, la dove la velocita' e' d'obbigo, e' possibile scrivere delle librerie in C, C++ ed integrarle nel proprio progetto python.
            C'illumini grazie.Se vuoi essere illuminato ce' il sito www.python.org a disposizione, io non sono una lampada :D (cazzata)
        • Anonimo scrive:
          Re: Python...

          Ma serve veramente?
          Non puo' essere usato, ad esempio per
          applicazioni web, senza per forza dover
          utilizzare la piattaforma mono?certo che si può! Rimane il fatto che le performance di ironpython sono + elevate di quelle offerte dal runtime nativo, quindi perchè porsi il problema?
    • Anonimo scrive:
      Re: Python...
      ossia quello che si puo' fare in Java tramite JNI
      • Anonimo scrive:
        Re: Python...
        - Scritto da: Anonimo
        ossia quello che si puo' fare in Java
        tramite JNICon il vantaggio di molte meno righe di codice e di codice piu' pulito ed intuitivo.Python non ti blocca il pc per l'esagerata pesantezza del framework
        • KerNivore scrive:
          Re: Python...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          ossia quello che si puo' fare in Java

          tramite JNI

          Con il vantaggio di molte meno righe di
          codice e di codice piu' pulito ed intuitivo.
          Python non ti blocca il pc per l'esagerata
          pesantezza del frameworkSi ma python non ti fornisce tutte le features di java. Adoro python ma fare un confronto tra java e python senza metterli nel contesto giusto (cioe' senza specificare "per farene cosa") e' assurdo.Semplicemente sono due strumenti complementari (che in alcune situazioni sono intercambiabili)
        • Anonimo scrive:
          Re: Python...

          Con il vantaggio di molte meno righe di
          codice e di codice piu' pulito ed intuitivo.
          Python non ti blocca il pc per l'esagerata
          pesantezza del frameworkdi java non e' pesante il framework ma la virtual machinepython e' interpretatoovvio che l'interprete sia molto piu' leggero
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...

            di java non e' pesante il framework ma la
            virtual machine
            python e' interpretato
            ovvio che l'interprete sia molto piu' leggeroe lento
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            - Scritto da: Anonimo

            di java non e' pesante il framework ma
            la

            virtual machine

            python e' interpretato

            ovvio che l'interprete sia molto piu'
            leggero

            e lentoSolo la prima volta puoi viene creato un file di psedocodice come avviene in java
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            - Scritto da: Anonimo
            Solo la prima volta puoi viene creato un
            file di psedocodice come avviene in javaNon pensare che il pseudocodice python sia qualcosa di raffinato come quello che avviene su java o su .net
      • Anonimo scrive:
        Re: Python...

        ossia quello che si puo' fare in Java
        tramite JNIcioe tutto cio che puoi fare con mono direttamente con mono (o con .net) utilizzando p/invokesenza dover passare per jni o cazzate strane
    • Anonimo scrive:
      Re: Python...
      I linguaggi che non tipizzati mi fanno pettare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Python...
        - Scritto da: Anonimo
        I linguaggi che non tipizzati mi fanno
        pettare.Se il programmatore fa pettare anche i suoi programmi fanno pettare indipendentemente dal linguaggio.In piu' una forte tipizzazione toglierebbe parecchi dei vantaggi e della velocita' di sviluppo tipici del python.
        • debianaro scrive:
          Re: Python...
          - Scritto da: Anonimo
          In piu' una forte tipizzazione toglierebbe
          parecchi dei vantaggi e della velocita' di
          sviluppo tipici del python.c'e chi preferisce lo strong type e chi no.python se fosse tipizzato perderebbe moltidei suoi vantaggi IMHO va bene cosi.comunque c# non è da scartare a priori io personalmente mi ci sto divertendo una cifraa giocare con le gtk# :)==================================Modificato dall'autore il 03/07/2004 19.12.43
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            Tutti dietro al bordello delle varie multinazionali che a forza di marchette vi fanno bere le peggiori cazzate di questo mondo eh ? :DPython e' fortemente tipato, ma dinamicamente, informarsi prima di parlottare, rimediate brutte figure :)Python 2.3.4 (#2, May 27 2004, 23:34:09)[GCC 3.3.3 [FreeBSD] 20031106] on freebsd5Type
          • Anonimo scrive:
            Re: Python...
            - Scritto da: Anonimo
            Tutti dietro al bordello delle varie
            multinazionali che a forza di marchette vi
            fanno bere le peggiori cazzate di questo
            mondo eh ? :D
            Python e' fortemente tipato, ma
            dinamicamente, informarsi prima di
            parlottare, rimediate brutte figure :)Senti, visto il livello medio dei commenti di questo forum non credere ci siano molte persone che sanno la differenza tra tipizzazione statica e dinamica. Quindi zitto e non lamentarti ;)
  • Anonimo scrive:
    Finalmente :D Mona funziona...
    Penso che la parte piu' difficile del porting sia stata la famosa schermata blu riuscire a farla apparire anche via web e' stata veramente un impresa.Ce' anche una virtual machine per far girare gli ultimi virus che si possono prendere dalla rete, ok non girano tutti, ma buona parte.Le backdoor per i cracker, almeno quelle classiche, sono in fase di attivazione.Una decina di cicli rallenteranno il sistema per dare la reale sensazione di essere su una piattaforma win.Il sistema si blocchera' in momenti diversi per dare anche allo smanettone linux l'ebrezza dei continui riavii.Davvero molto realistico. :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente :D Mona funziona...
      - Scritto da: Anonimo
      Penso che la parte piu' difficile del
      porting
      Davvero molto realistico. :D :D :DNon solo: c'è anche una schermata in cui sembra che siano presenti tutti i driver necessari per l'hardware !:-)Simone
      • Faxxi scrive:
        Re: Finalmente :D Mona funziona...
        Evidentemente sviluppate poco su web...Finalmente è uscito Mono!!! Fantastico!(win)(linux)(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente :D Mona funziona...
          - Scritto da: Faxxi
          Evidentemente sviluppate poco su web...
          Finalmente è uscito Mono!!!
          Fantastico!

          (win)(linux)(apple)Evidentemente hai una idea singolare sul WEB! probabilmente ti sei perso qualche pezzetto di storia sia antecedente che posteriore a .netRileggi a partire dall'inizio (cern lib) fino a oggi... quando hai finito se pensi ancora che web=.net ricomincia daccapo ... non hai capito ancora nulla!....Ripeti il processo fino a che il risultato della operazione non e' web.neta quel punto puoi fermarti! ... hai capito... :-)
          • Faxxi scrive:
            Re: Finalmente :D Mona funziona...
            Senti, sviluppo su web da circa 10 anni.Non mi sembra di aver scritto .NET = web.Ma, per lo sviluppo di applicazioni web, è un ottimo framework, e così anche gli strumenti di sviluppo che Microsoft gli ha creato attorno. Sparare stupidamente a zero su ogni cosa che fa Microsoft è veramente ridicolo, esattamente come è ridicolo non voler considerare il mondo Linux. Ma, nel 2004, tirare fuori ancora le storie delle schermate blu e menate di sto genere...gestisco personalmente server Windows 2000 che non riavvio da mesi, e i motivi di riavvio non sono state certo schermate blu.Detto questo, non nascondo di preferire Linux, ma un framework potente (soprattutto per la velocità di sviluppo che garantisce) come .NET manca (o meglio, se Mono continua a vivere...non manca più).Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente :D Mona funziona...
            più che altro non funziona una sega.. che palle..avevo provato ad installarla tramite l'autoupdate di ximian.. ma nemmeno lui riusciva a risolvere le dipendenze.. adesso ho scaricato uno zip da 58 mega.. e lo zip è corrotto.... mettermi a risolvere le dipendenze una per una non è cosa.. l'ultima volta che l'ho fatto alla 57 esima dipendenza (e non scherzo) mi sono annoiato...Grazie al cavolo che le applicazioni per unix sono pochi K o al max pochi mega... tutto il resto non è incluso...Bah.. continuiamo a criticare windows e mac... la loro semplicità per adesso non ha eguali.. e non è una cosa da sottovalutare.. Per quanto riguarda mono invece.. sono contentissimo della sua uscita.. speriamo ci riescano ad avviarla.. credo che con l'avvento di ".Net" sotto linux inizieremo a vedere delle belle cose e a sfruttare magari questi famosi web service che tante poche gioie hanno regalato sotto windows.. GL ai nuovi programmatori mono.. e HF a chi si accinge ad installarla.. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente :D Mona funziona...

            credo che con
            l'avvento di ".Net" sotto linux inizieremo a
            vedere delle belle cose e a sfruttare magari
            questi famosi web service che tante poche
            gioie hanno regalato sotto windows.. I web services attualmente sono pura propaganda di M$. LE specifiche WS-X non sono ancora standard (non tutte intendo). Ad esempio non ti è possibile lanciare transazioni distribuite su Web Service. Indipendentemente dalla tecnologia: è il protocollo a non essere ancora stabile..NET includeva una semplice implementazione di uno stack su SOAP. Poi hanno rilasciato le WSE, ma ancora non ci siamo.Insomma, se oggi volesso costruire una app distribuita basata su ws non potrei. Sia che lo volessi fare in C++, che in java, che in .NETMarketing a cui abboccano in molti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente :D Mona funziona...
          - Scritto da: Faxxi
          Evidentemente sviluppate poco su web...
          Finalmente è uscito Mono!!!
          Fantastico!

          (win)(linux)(apple)Io da 10 anni che programmo su web, quando usci Java vidi che con Java posso fare programmi veri e propri su WEB di qualsiasi tipo !Provalo ed abbandonerai la tecnologia .NET al volo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente :D Mona funziona...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Faxxi

            Evidentemente sviluppate poco su web...

            Finalmente è uscito Mono!!!

            Fantastico!



            (win)(linux)(apple)

            Io da 10 anni che programmo su web, quando
            usci Java vidi che con Java posso fare
            programmi veri e propri su WEB di qualsiasi
            tipo !
            Provalo ed abbandonerai la tecnologia .NET
            al volo!
            Perchè con .NET no?
  • Anonimo scrive:
    Re: chiariamo bene cosa sia mono
    Dall'esempio che hai fatto ho capito perche' molti miei amici che lavorano in .NET e che volevano passare a Linux ma si sono sempre trovati a dover farei conti con la complessita' delle librerie, ora hanno installato Linux con MONO. Non so quale sia la situazione generale, ma in tre aziende che frequento per lavoro, Linux e' entrato grazie a MONO (nella mia sfortunatamente ancora no, ma ci arriveranno). Anche se io ho sempre sospettato che MONO fosse un cavallo di Troia della Microsoft per conquistare Linux, la realta' si sta volgendo contro la stessa MS: che l'unico ostacolo che impediva agli sviluppatori Microsoft di passare su Linux e' stato superato. Secondo me MS dovra' correre ai ripari prima della migrazione di massa.
  • Anonimo scrive:
    Re: chiariamo bene cosa sia mono
    Il java va su tutti i SO, sui palmari, sui cellulari e tra un po' probabilmente funzionerà pure sulle lavatrici!
    • Anonimo scrive:
      Re: chiariamo bene cosa sia mono
      - Scritto da: Anonimo

      Il java va su tutti i SO, sui palmari, sui
      cellulari e tra un po' probabilmente
      funzionerà pure sulle lavatrici!Per cosa credi abbiano creato .net?
      • Anonimo scrive:
        Re: chiariamo bene cosa sia mono
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        Il java va su tutti i SO, sui palmari,
        sui

        cellulari e tra un po' probabilmente

        funzionerà pure sulle lavatrici!

        Per cosa credi abbiano creato .net?Per mettere Windows sui palmari, sui cellulari e tra un po' probabilmente pure sulle lavatrici!:D
      • gerry scrive:
        Re: chiariamo bene cosa sia mono
        - Scritto da: Anonimo
        Per cosa credi abbiano creato .net?Il fatto è che per certe cose (per esempio le interfacce grafiche) ti ritrovi gli stessi problemi di prima.Devi scriverne due (o meglio x) o portare tutto il sistema dietro con te.
    • Anonimo scrive:
      Re: chiariamo bene cosa sia mono
      Quote:Il java va su tutti i SO, sui palmari, sui cellulari e tra un po' probabilmente funzionerà pure sulle lavatrici!-----------------------------------------------------------------------------Un po' [OT] il mio intervento, ma l'embrione di Java era nato con lo scopo proprio di creare software di gestione per lavatrici ed elettrodomestici! Il caso ha poi voluto che sia arrivato dov'è.La sua fortuna è stata quella di essere presente quando la comunità sentiva l'esigenza di scrivere codice per per siti dinamici, per tool multipiattaforma, per dispositivi diversi dal normale PC. :oCosì come M$ ha avuto la fortuna di trovarsi al posto giusto nell momento giusto (gli albori con la IBM) e non è certamente la software house leader mondiale per le sue qualità intrinseche, così Java si erge a Re del Free Programming solo perchè è stato il primo a svincolare il programmatore dal dispositivo e dall'ambinte. Ma i primi non sono sempre i migliori, e i migliori non sempre vincono... :'(Ognuno segua la strada che crede migliore, il bello della vita è appunto la sua varietà. ;)Happy programming! :)
  • Anonimo scrive:
    Re: chiariamo bene cosa sia mono
    - Scritto da: Anonimo
    mono/.NET mi dispiace dirlo ma è
    decisamente piu veloce
    della VM JAVA.[....]
    guardate questo esempio

    C# finestra gnome
    using Gtk;
    using System;
    public class Finestra
    {bene, ma poi come porto questa applicazione su una macchina win senza le Gtk??? in java non ho questo problema, le app girano avunque (vedi cosa è stato pensato per la grafica con le javax.swing) !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: chiariamo bene cosa sia mono
      - Scritto da: Anonimo
      bene, ma poi come porto questa applicazione
      su una macchina win senza le Gtk??? in java
      non ho questo problema, le app girano
      avunque (vedi cosa è stato pensato
      per la grafica con le javax.swing) !!!!è molto semplice ti porti dietro le gtk su win,e comunque non mi interessa la portabilitàvisto che uso perenemmente linux.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: chiariamo bene cosa sia mono

      bene, ma poi come porto questa applicazione
      su una macchina win senza le Gtk??? in java
      non ho questo problema, le app girano
      avunque (vedi cosa è stato pensato
      per la grafica con le javax.swing) !!!!basta copiare gtk.dll nella directory dell'applicazione o installare gtk# nella GAC (gobal assembly cache) e il gioco e' fattosenza dover ricompilare
  • Anonimo scrive:
    Re: chiariamo bene cosa sia mono
    - Scritto da: Anonimo
    ma lo stesso esempio scritto in C non ha
    meno righe di codice ?heheh :) si teoricamente per questi piccoli esempi cha meno linee di codice.la vera potenzialita che ho apprezzato di c# è quella di creare oggetti gtk composti sfruttando l'ereditarietà.per esempiopublic class Composto : HBox{ private Button btok; private Button btcanc; public Composto() : base(true,2) { this.btok = new Button("Ok"); this.btcanc = new Button("Cancel"); this.PackStart(btok,true,true,0); this.PackStart(btcam,true,true,0); }}per utilizzarlo sul programma bastaComposto comp = new Composto();comp.Show();questo è un piccolo esempio,la stessa cosa in c richiedeval'utilizzo di 2 file, 4 macro predefinite per il casting e si e nouna 70ina di linee di codice.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: chiariamo bene cosa sia mono
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: Anonimo

      ma lo stesso esempio scritto in C non ha

      meno righe di codice ?

      heheh :) si teoricamente per questi piccoli
      esempi c
      ha meno linee di codice.
      la vera potenzialita che ho apprezzato di c#
      è quella di creare oggetti gtk
      composti sfruttando
      l'ereditarietà.
      per esempio

      public class Composto : HBox
      {
      private Button
      btok;
      private Button
      btcanc;
      pub
      {&n
      &nb
      &nb
      &nb
      &nb
      &nb
      }
      per utilizzarlo sul programma basta
      Composto comp = new Composto();
      comp.Show();

      questo è un piccolo esempio,la stessa
      cosa in c richiedeva
      l'utilizzo di 2 file, 4 macro predefinite
      per il casting e si e no
      una 70ina di linee di codice.
      ciaoallora per progetti complessi c'è davvero un bel risparmio.ciao
  • Anonimo scrive:
    Povera gente...
    Tutti a farsi la guerra di religione... A dire "M$ schifo", "Linux, open: tutto fiko"... Ma avete provato .NET? Avete capito la potenza? E soprattutto: AVETE CAPITO CHE NON è PROPRIETARIO ED è PRATICAMENTE OPEN?
    • KerNivore scrive:
      Re: Povera gente...
      - Scritto da: Anonimo
      Tutti a farsi la guerra di religione... A
      dire "M$ schifo", "Linux, open: tutto
      fiko"... Ma avete provato .NET? Avete capito
      la potenza? E soprattutto: AVETE CAPITO CHE
      NON è PROPRIETARIO ED è
      PRATICAMENTE OPEN?Ma tu l'hai capito cosa vuol dire open ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Povera gente... certo..


        Tutti a farsi la guerra di religione...
        A

        dire "M$ schifo", "Linux, open: tutto

        fiko"... Ma avete provato .NET? Avete
        capito

        la potenza? E soprattutto: AVETE
        CAPITO CHE

        NON è PROPRIETARIO ED è

        PRATICAMENTE OPEN?

        Ma tu l'hai capito cosa vuol dire open ?Certo, l'Explorer e' open, con tutti i buchi che ha, tutti ci si possono infilare. :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Povera gente...

        Ma tu l'hai capito cosa vuol dire open ?Vuol dire che avrebbero dovuto darmi i sorgenti di quella ca@@o di .NET, invece mi han lasciato solo con Anakrino per portarla su Mono!
    • Anonimo scrive:
      Re: Povera gente...
      - Scritto da: Anonimo
      Tutti a farsi la guerra di religione... A
      dire "M$ schifo", "Linux, open: tutto
      fiko"... Ma avete provato .NET? Avete capito
      la potenza? E soprattutto: AVETE CAPITO CHE
      NON è PROPRIETARIO ED è
      PRATICAMENTE OPEN?l'ho provato e sinceramente non lo trovo niente di particolare, sara' che ho provato anche altri prodotti ma mi sembra uno tra tanti e la sua scarsa diffusione ne e' la conferma penso
  • pikappa scrive:
    manca apple all'appello
    Già mancherebbe solo lei (difficile che lo faccia) ma se scendesse in campo supportando mono credo che m$ poi avrebbe qualche problemino a rendere incompatibili le successive versioni di .net e finalmente si avrebbe un linguaggio e una piattaforma "quasi" universali (con buona pace di chi odia .net solo perchè è roba M$)
    • Anonimo scrive:
      Re: manca apple all'appello
      - Scritto da: pikappa
      Già mancherebbe solo lei (difficile
      che lo faccia) ma se scendesse in campo
      supportando mono credo che m$ poi avrebbe
      qualche problemino a rendere incompatibili
      le successive versioni di .net e finalmente
      si avrebbe un linguaggio e una piattaforma
      "quasi" universali (con buona pace di chi
      odia .net solo perchè è roba
      M$)lo ha gia' fatto con Java.Solo che se oggi cambia le specifiche, sputtana anchei suoi clienti che usano la 1.0 su windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: manca apple all'appello
      recentemente cercavo di verificare se applicativi .net girano su mac os X ed ho trovato che è compatibile con mono.confermate?
      • Anonimo scrive:
        Re: manca apple all'appello
        mi confermo da solo. il framework è disponibile all'indirizzo: http://go-mono.com/archive/1.0/macos/MonoFramework-1.0.dmgciao!- Scritto da: Anonimo
        recentemente cercavo di verificare se
        applicativi .net girano su mac os X ed ho
        trovato che è compatibile con mono.
        confermate?
    • Anonimo scrive:
      Re: manca apple all'appello
      - Scritto da: pikappa
      Già mancherebbe solo lei (difficile
      che lo faccia) ma se scendesse in campo
      supportando mono credo che m$ poi avrebbe
      qualche problemino a rendere incompatibili
      le successive versioni di .netapple e' l'unico os ad avere una JVM integrata e che JVM! Grazie a delle tecniche innovative di gestione della memoria spesso e' difficile accorgersi che si tratta di programmi java... qualcuno si e' accorto ad esempio che limewire e' JAVA? :D e finalmente
      si avrebbe un linguaggio e una piattaforma
      "quasi" universali (con buona pace di chi
      odia .net solo perchè è roba
      M$)osx ha un server X11 nativo e ci puoi far girare le gtk quindi non dovrebbero esserci problemi.. pero' per noi osxisti X11 e' sempre un acrocco, veloce quanto vuoi, ci facciamo girare openoffice, gimp ecc.. ma da' sempre quella sensazione di non nativita' ;)
  • Anonimo scrive:
    C# e' molto meglio di Java
    Ho avuto modo di lavorare sia con c# che con Java.E devo dire che c# e' veramente un bel linguaggio molto migliore di Java (Nonostante l'evidente e ingannevole similitudine della sintassi).Quello che posso dire e' che C# e' stato fatto pensando alla programmazione reale senza puntare ai modelli teorici di OOP che ultimamente sono un po' troppo di moda!Per i critici, bisogna dire che C# e' uno standard ISO quindi MS ha (almeno in parte) rinuciato a monopolizzarlo.Quindi almeno per questa volta MS ha lavorato bene.Infine penso che c# sotto Linux sia una bella cosa.NB. Il Marketing MS dice che C# e' derivato dal C++ questa e' una balla, in quato la programmazione in C# e C++ sono due cose molto diverse.
    • Anonimo scrive:
      Re: C# e' molto meglio di Java
      - Scritto da: Anonimo
      Ho avuto modo di lavorare sia con c# che con
      Java.
      E devo dire che c# e' veramente un bel
      linguaggio molto migliore di Java
      (Nonostante l'evidente e ingannevole
      similitudine della sintassi).Beh, diciamo che il linguaggio in se stesso non si discosta da Java, forse ti riferisci al fatto che il framework .NET risulta più usabile delle librerie Java (anche se per Java esiste una libreria per fare qualsiasi cosa :-) )

      Quello che posso dire e' che C# e' stato
      fatto pensando alla programmazione reale
      senza puntare ai modelli teorici di OOP che
      ultimamente sono un po' troppo di moda!Non sono d'accordo. C# è OOP, così come Java, anche perchè si appoggia sul framework .NET che è interamente ad oggetti.
      Per i critici, bisogna dire che C# e' uno
      standard ISO quindi MS ha (almeno in parte)
      rinuciato a monopolizzarlo.

      Quindi almeno per questa volta MS ha
      lavorato bene.

      Infine penso che c# sotto Linux sia una
      bella cosa.

      NB. Il Marketing MS dice che C# e' derivato
      dal C++ questa e' una balla, in quato la
      programmazione in C# e C++ sono due cose
      molto diverse.E su questa affermazione ci sarebbe da scrivere una critica di almeno un qualche centinaio di righe............SalutiFederico
      • Anonimo scrive:
        Re: C# e' molto meglio di Java


        NB. Il Marketing MS dice che C# e'
        derivato

        dal C++ questa e' una balla, in quato la

        programmazione in C# e C++ sono due cose

        molto diverse.
        E su questa affermazione ci sarebbe da
        scrivere una critica di almeno un qualche
        centinaio di righe............

        Saluti
        FedericoCosa intendi?In C++ c'e' la genericita (template) ereditarieta multiplagestione statica delle classi e via putatoreassenza della garbage collectiongestione degli operatori diversa da quella di c#ci sono 'veri' tipi primitiviIn C# ereditarieta semplice per le classi multipla per le interfacceGarbage collection presenteClassi gestite per referenzeOperatori diversi da c++ (forse solo meno completi)I tipi primitivi (vedi int, foat...) sono delle strutture statiche ma con molte caratteristiche delle classi (ed ereditano da Object).Programmazione coi delegates (function poiter se preferisci)Assenza della genericita' (teplate o polimorfismo statico)Per non parlare delle differenze nella gestione dei progetti, sull'uso della reflection, delle macro deli attributi e altro che forse dimentico.Quindi C# e C++ per me' sono due mondi molto differenti!Ciao
    • Giambo scrive:
      Re: C# e' molto meglio di Java
      - Scritto da: Anonimo
      Ho avuto modo di lavorare sia con c# che con
      Java.
      E devo dire che c# e' veramente un bel
      linguaggio molto migliore di Java
      (Nonostante l'evidente e ingannevole
      similitudine della sintassi).C# e' una copia di Java, con in piu' quelle cose che in Java mancano. O mancavano, sta' per uscire la 1.5 (O J2SE5.0, se veramente vogliono chiamarla cosi').Purtroppo non sempre la bellezza di un linguaggio ne determina il successo (Vedi perl :-)), ma e' la comunita' che puo' decretarne la vita o la morte.Indubbiamente Java ha una comunita' fortissima (Paragonabile a quella di C/C++ ?) e offre strumenti veramente formidabili (Eclipse 3.0, Hibernate, ...) che al momento in C# mancano.Vedremo, ma non la vedo molto rosea, C# esiste gia' da un bel po' di tempo, ma sembra stenti a decollare.
      • Anonimo scrive:
        Re: C# e' molto meglio di Java
        - Scritto da: Giambo
        ...
        Vedremo, ma non la vedo molto rosea, C#
        esiste gia' da un bel po' di tempo, ma
        sembra stenti a decollare.direi che il punto e' proprio questo . . . se ne parla da anni ormai, almeno 3 . . . ma personalemnte non vedo niente di serio fatto in questo linguaggio a parte le solite pippe C# e' melgio di Java, C# ha questo. C# a quello che poi nella realta vuol dire poco
        • Anonimo scrive:
          Re: C# e' molto meglio di Java

          - Scritto da: Giambo
          direi che il punto e' proprio questo . . .
          se ne parla da anni ormai, almeno 3 . . . ma
          personalemnte non vedo niente di serio fatto
          in questo linguaggio a parte le solite pippe
          C# e' melgio di Java, C# ha questo. C# a
          quello che poi nella realta vuol dire pocoil punto è che ci stanno perlomeno sotto linux monodevelop,ifolder,dashboard,simias,beagle f-spot,evolution-sharp, nautilus-monognomeirc xsp.tutti programmi che vedremo in un prossimo futuro (settembre ottobre) su suse 10.0.quindi prima di sparare stronzate quali l'assenza di applicazioni informati preventivamente.sul fronte windows onestamente non so quante apps NETci siano,ma a chi interessa ?
      • Anonimo scrive:
        Re: C# e' molto meglio di Java
        - Scritto da: Giambo
        C# e' una copia di Java, con in piu' quelle
        cose che in Java mancano. O mancavano, sta'
        per uscire la 1.5 (O J2SE5.0, se veramente
        vogliono chiamarla cosi').c# è un linguaggio di programmazionemolto piu espressivo di java ha le struct i puntatori i delegates il boxing e l'unboxinggli attributi ......sta roba qui secondo te è merda ? java ha un framework datato che risente del temponon ha la possibilita di accedere ad aree di memoria(come se i programmatori fossero delle scimmie ) per interfacciarsi con librerie native sei costretto ad utilizzarequell'orrendo wrapper di jni ma scherziamo ?
        Purtroppo non sempre la bellezza di un
        linguaggio ne determina il successo (Vedi
        perl :)), ma e' la comunita' che puo'
        decretarne la vita o la morte.IMHO prevedo una morte per java....
        Indubbiamente Java ha una comunita'
        fortissima (Paragonabile a quella di C/C++
        ?) e offre strumenti veramente formidabili
        (Eclipse 3.0, Hibernate, ...) che al momento
        in C# mancano.come no adesso con la versione 1.0 di mono linux darà un calcio nel culo alla vm smatratadi java.
        Vedremo, ma non la vedo molto rosea, C#
        esiste gia' da un bel po' di tempo, ma
        sembra stenti a decollare.è decollata e nemmeno ve ne siete accorti.....quando la totalita delle apps su desktop sarannomanaged forse ti accorgerai che .NET non è tuttosto schifo anzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: C# e' molto meglio di Java
      ovviamente la moda di parlare per la gloria persistecon visual studio .net (2002 e 2003) NON SEI COSTRETTO ad usare nessun framework, puoi fare progetti in C#, in C++ managed e in vb.net per il framework, ma puoi benissimo fare normali applicazioni win32 con o senza mfc in console o windows application, senza problemi
    • Anonimo scrive:
      Re: C# e' molto meglio di Java
      - Scritto da: Anonimo
      Io direi che C# e + o - equivalente a Java
      ma con un grave difetto, vale adire il mdoo
      in cui sono gestite (meglio, non sono
      gestite leecezzioni): non esiste il concetto
      di checked exception.. incredibile! modo
      sicuro per incoraggiare la scrittura di
      programmi pieni di bachi!La gestione delle eccezioni c'è.
  • Anonimo scrive:
    Facciamo sempre decadere la qualita..
    Certo che il moderatore che legge sti forum si annoiera a morte!E dira che ci sono una fracca di pagliacci gente che spara a zero a partito preso. Che ci si sottomente a Bill se si segue una tecnologia.. allora ci si è sottomessi anche quando sono stati fatti i driver per leggere la fat32 e l'ntfs. e il samba compatibile con il software di BILL. Ma smettetela di dire vaccate . Avete visto il film "Attimo fuggente"? "Salite sopra un tavolo" .. guardate la cosa da un punto di vista più alto. Compatibilità integrazione.. la NOVELL è stupida altrimenti perchè non ha capito che non serve .net? Noi l'abbiamo capito e lei no.. Dai non mandiamo in depressione il moderatore che deve leggere sti messaggi.Purtroppo bisognerebbe avere un sito con statistiche e dati economici alla mano di linux windows software vari e forse si potrebbe percepire che il punto di vista con cui guardiamo certe cose è "sbagliato"!
  • Anonimo scrive:
    C e Jave,vb.net linux e windows....
    Sono un programmatore e sviluppo in visual basic, sembra ci sia qualcosa di male , ma scusate tra java,C# e vb (6 .net) quali sono le differenze di prestazioni, si puo' discutere il linguaggio, consiglio di vedere di vb.net che è un C# più leggibile, perchè le differenze sono veramente poche, conosco un pò di C++/C# e di Java, ma non ho mai sviluppato nulla di serio, solo prove per cultura personale dove lavoro e per il tipo di applicazioni che faccio VB ( 6 per il 90 % degli applicativi e vb.net e Asp.Net per il restante 10%) va più che bene....... Il fatto che ci sia una versione di .Net per linux può essere anche interessante ma non credo che riuscirei MAI a convincere uno e dico 1 cliente a lasciare Windows ..............
    • doppiaemme scrive:
      Re: C e Jave,vb.net linux e windows....

      Sono un programmatore e sviluppo in visual
      basic,Ottimo esempio di ossimoro!
      • Anonimo scrive:
        Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
        ma perchè trollate sempre....vb probabilmente è il linguaggio più usato al mondo...
        • Anonimo scrive:
          Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
          - Scritto da: Anonimo
          ma perchè trollate sempre....vb
          probabilmente è il linguaggio
          più usato al mondo...Programmare e Visual Basic sono ossimori... da cui si deduce che tutte le persone che creano qualcosa in vb non sono programmatori... dai dai, che i programmtori VB vengono considerati di serie B da tutti, compreso anche chi sviluppa in VC++ o C#
          • Anonimo scrive:
            Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
            Ma credi veramente che sviluppare un applicativo che non sia aprire una finistra, la difficolta si data dal tipo di linguaggio che usi..?? Scrivere oggi un programma in vb.net o in C# cambia poco veramente poco, e definire di serie B chi usa un linguaggio che ha prestazioni identiche a C# e quindi superiori a Java...io sinceramente non vi capisco ...If a = b then...End ifè peggioif (a == b) {...}mahhhhh ...vedete voi....
          • Anonimo scrive:
            Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
            - Scritto da: Anonimo
            Ma credi veramente che sviluppare un
            applicativo che non sia aprire una finistra,
            la difficolta si data dal tipo di linguaggio
            che usi..?? Il basic è un linguaggio nato (male) per la didattica e perché facile da imparare. La microsoft, in quanto il basic era caro a Bill Gates, ha spinto tale linguaggio oltre ogni limite, facendolo diventare un linguaggio quasi serio, ad oggetti, etc. Quasi serio, perché va bene per sviluppare applicazioni semplici.
          • Anonimo scrive:
            Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
            Ripeto anche a te scrivi "Applicazioni semplici".... ma tu che intendi per semplici?.... certo nessuno pensa di fare un programma che richieda uso intenso delle risorse della cpu, ma questo vale anche per Java o C#. Vb6, C#, Java, servono per i classici software "gestionali" ... Insomma realizzare un programma di Contabilità Generale in Vb6 si realizza bene senza nessun tipo di limitazione e il risultato è più che soddisfacente... nulla vieta di realizzarlo in C o Java, o come sto iniziando a fare io Vb.Net ma al cliente cambia poco poco....
          • Anonimo scrive:
            Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
            - Scritto da: Anonimo
            Ripeto anche a te scrivi "Applicazioni
            semplici".... ma tu che intendi per
            semplici?.... certo nessuno pensa di fare un
            programma che richieda uso intenso delle
            risorse della cpuRibadisco, semplice o complicato non ha nulla a che vedere con la quantità di cpu consumata...anzi....in VB6 fin che usi i tipi di dato semplici va tutto bene, già se inizi ad usare array a 2 dimensioni con allocazione dinamica della memoria le cose si complicano (il redim lo puoi fare solo con il secondo indice), ma hai mai provato a scrivere una classe in VB 6 che restituisce una struttura?
          • Iperion scrive:
            Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Ripeto anche a te scrivi "Applicazioni

            semplici".... ma tu che intendi per

            semplici?.... certo nessuno pensa di
            fare un

            programma che richieda uso intenso delle

            risorse della cpu

            Ribadisco, semplice o complicato non ha
            nulla a che vedere con la quantità di
            cpu consumata...anzi....
            in VB6 fin che usi i tipi di dato semplici
            va tutto bene, già se inizi ad usare
            array a 2 dimensioni con allocazione
            dinamica della memoria le cose si complicano
            (il redim lo puoi fare solo con il secondo
            indice), ma hai mai provato a scrivere una
            classe in VB 6 che restituisce una
            struttura? Credo che stiate portando la discussione un po' troppo in OT. Stanno parlando di Vb.net, non di vb6. E c'è un abisso tra i due linguaggi, veramente. Vb.net è un linguaggio, vb6 è uno script.(e a me vb.net pare tanto un c# con sintassi diversa)
    • Anonimo scrive:
      Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
      scrivi "Conosco molto bene VB6 e ti assicuro che con quel linguaggio non vai oltre un certo punto".... ma tu che intendi per certo punto?.... certo nessuno pensa di fare un programma che richieda uso intenso delle risorse della cpu, ma questo vale anche per Java o C#. Vb6, C#, Java, servono per i classici software "gestionali" ... Insomma realizzare un programma di Contabilità Generale in Vb6 si realizza bene senza nessun tipo di limitazione e il risultato è più che soddisfacente... nulla vieta di realizzarlo in C o Java, o come sto iniziando a fare io Vb.Net ma al cliente cambia poco poco....
      • Anonimo scrive:
        Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
        - Scritto da: Anonimo

        Vb6, C#, Java, servono per i classici
        software "gestionali" ... Insomma realizzare
        un programma di Contabilità Generale
        in Vb6 si realizza bene senza nessun tipo di
        limitazione e il risultato è
        più che soddisfacente... nulla vieta
        di realizzarlo in C o Java, o come sto
        iniziando a fare io Vb.Net ma al cliente
        cambia poco poco....Il problema è proprio questo: il tuo universo è il sw gestionale. Allora il vb va bene. Cmq java serve per creare sw gestionale... ROTFL... java può anche servire per creare sw gestionale.
        • Anonimo scrive:
          Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
          E per sapere così..per curisità, invece il tuo universo forse ho un idea distorta ma io penso che un buon 60-80% dei programmatori lavorono a software gestionali....
      • Anonimo scrive:
        Re: C e Jave,vb.net linux e windows....

        certo nessuno pensa di fare un
        programma che richieda uso intenso delle
        risorse della cpu, ma questo vale anche per
        Java o C#.
        Vb6, C#, Java, servono per i classici
        software "gestionali" ... Insomma realizzare
        un programma di Contabilità Generale
        in Vb6 si realizza bene senza nessun tipo di
        limitazione e il risultato è
        più che soddisfacenteImmagina pero' che il tuo sw gestionale debba interfacciarsi con le app gia' esistenti dal cliente, che debba parlare con SAP, dialogare con la configurazione gestita in windCild, richiedere servizi via SOAP al portale dell'azienda e alla fine depositare i risultati su uno Z/os... E' pur sempre un gestionale, non consumi molta cpu, ma se lo fai in VB prima di finirlo ti sei già tagliato le vene... e non abbiamo nemmeno parlato di connessioni ai database che con gli ODBC ti costringono a installare sw e configurare tutti i client!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
          Sugli ODBC non vedo il problema sinceramente.., per il Z/os esistono librerie per fornite di teze parti per vb, per SOAP ugualmente non vedo il problema.....Detto questo ma apparte gli Odbc, ma in quante applicazioni vengono usate queste "funzioni" .... mahh Io non ho capito ma voi che tipo software sviluppate ..per sapere....
          • Anonimo scrive:
            Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
            Come non vedi il problema con gli odbc? ogni volta che decidi di usarli decidi anche di costringere qualcuno a fare qualche tipo di configurazione sul client dell'utente!!! e' una cosa fuori dal mondo e improponibile se hai un certo numero di client da installare.Per gli oggetti forniti dall'esterno, certo ci sono, fin che ne hai 1 va bene, ma quando cominciano ad essere 3 o 4 il tuo sw diventa una schifezza e non puo' competere con quelli scritti in altri linguaggi.
          • Anlan scrive:
            Re: C e Jave,vb.net linux e windows....
            - Scritto da: Anonimo
            Come non vedi il problema con gli odbc?
            ogni volta che decidi di usarli decidi anche
            di costringere qualcuno a fare qualche tipo
            di configurazione sul client dell'utente!!!
            e' una cosa fuori dal mondo e improponibile
            se hai un certo numero di client da
            installare.In una LAN non è un grosso problema : push install di una DSN su file. L'utente manco se ne accorge e non devi mandare in giro nessun galoppino. ;)
  • Anonimo scrive:
    JAVA FREE
    A questo punto la Sun dovrebbe fare questo passo...Guido
  • Anonimo scrive:
    ottimo .NET gira su linux
    ora rimane da portare solo Explorer e Outlook ok me lo dico da solo (troll) :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ottimo .NET gira su linux
      - Scritto da: Anonimo
      ora rimane da portare solo Explorer e
      Outlook

      ok me lo dico da solo (troll) :DUna buona trollata (troll)
    • Anonimo scrive:
      Macchè...
      ...rimane solo da portare Evolution su .NET. E lo stanno facendo...
  • Alessandrox scrive:
    Parte cruciale...
    "...Mono, con l'appoggio di Novell, sembra destinato a divenire una parte cruciale del sistema Linux"A prescindere dalla bonta' o meno di Mono e .Net, sulle quali non mi metto a discutere, la di sopra affermazione mi pare un po' azzardata, che Mono abbia la sua importanza puo' darsi ma farne addirittura una parte cruciale del sistema mi pare sbagliato. Non tanto per una questione tecnica ma piuttosto... politica.==================================Modificato dall'autore il 02/07/2004 2.51.41
    • Anonimo scrive:
      Re: Parte cruciale...
      - Scritto da: Alessandrox
      A prescindere dalla bonta' o meno di Mono e
      .Net, sulle quali non mi metto a discutere,
      la di sopra affermazione mi pare un po'
      azzardata, che Mono abbia la sua importanzaParrebbe marketing.Di cruciale in Linux per il momento c'e' migliorare l'SMP, allargare la compatibilita' dell'hardware e integrare ed estendere la GUI.Ma soprattutto tanta ma tanta pulizia tra i tasselli che lo compongono. Cominciano ad esserci troppe librerie da mantenere e troppi programmi che se non allineati alle varie versioni vanno in pappa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Parte cruciale...
      o piu' che altro perche' Linux a vissuto benissimo senza fino ad oggi :D
  • Anonimo scrive:
    Finitela di fare la guerra
    C#, insieme a Java (per chi vuole il massimo dell'astrazione dalla macchina) e il C++ (per chi vuole mantenere il contatto con la macchina), e' uno dei migliori linguaggi esistenti. Non c'e' quindi nulla di cui sorprendersi. Invece di litigare, i veri informatici conoscono bene tutti e tre questi linguaggi e sanno quali applicazioni richiedono l'uno o l'altro. E' difficile conoscere oggi un professionista che non sappia programmare in C++, C# e Java. E' quindi naturale che per tutti e tre escano ogni anno nuovi compilatori su varie piattaforme. Chi si vuole schierare pro o contro un linguaggio, come fosse una crociata, sono solo i troll troppo giovani che il mondo del lavoro probabilmente non lo conoscono ancora, perche' se lo conoscessero saprebbero che nelle vere aziende accanto a molte Linux box vi sono altrettante box Windows. Svegliatevi, e studiate i linguaggi che combattete. Forse imparerete qualcosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finitela di fare la guerra
      - Scritto da: Anonimo

      C#, insieme a Java (per chi vuole
      il massimo dell'astrazione dalla macchina)
      e il C++ (per chi vuole mantenere il
      contatto
      con la macchina), e' uno dei migliori
      linguaggi
      esistenti. Non c'e' quindi nulla di cui
      sorprendersi.

      Invece di litigare, i veri informatici
      conoscono
      bene tutti e tre questi linguaggi e sanno
      quali applicazioni richiedono l'uno o
      l'altro.

      E' difficile conoscere oggi un
      professionista
      che non sappia programmare in C++, C#
      e Java. E' quindi naturale che per tutti e
      tre
      escano ogni anno nuovi compilatori su varie
      piattaforme.sorry ma C# non lo conosco (quanto conosco gli altri 2) ... vuoi dire che non sono piu' un professionista ?
      Chi si vuole schierare pro o contro un
      linguaggio,
      come fosse una crociata, sono solo i
      troll troppo giovani che il mondo del
      lavoro
      probabilmente non lo conoscono ancora,
      perche' se lo conoscessero saprebbero che
      nelle vere aziende accanto a molte Linux box
      vi sono altrettante box Windows.Non si tratta di schierarsi pro o contro un semplice linguaggio, si tratta di capire se è corretto o meno seguire una strada tracciata da bill gates sulla quale cascheremo in diversi tranelli che ancora non conosciamo... purtroppo bill ha sempre fatto cosi' e lo farà ancora..
      Svegliatevi, e studiate i linguaggi che
      combattete.
      Forse imparerete qualcosa.Io studio i linguaggi che mi servono nel lavoro, ancora non ho capito a cosa mi potrebbe servire .NET (C# ancora ancora...)non vedo tutta questa innovazione di .net... non vedo tutta questa necessità di impararlo .... ci sono cose serie molto piu' importanti da fare...Per quanto riguarda le windows box.. beh.. io ho fatto voto e sto cercando pian piano di smatellarle ovunque... nella mia rete sono già TUTTE out, ora pian piano le sto smantellando dai miei clienti e devo dire che fino ad ora sono rimasti TUTTI contenti... in un paio di casi solo sono stato costretto ad esportare un'applicazione con il Terminal Server ... appena capiterà l'occasione smantellero' anche quel server li...questa è vera innovazione ragazzi!
      • Anonimo scrive:
        Re: Finitela di fare la guerra
        - Scritto da: Anonimo
        Non si tratta di schierarsi pro o contro un
        semplice linguaggio, si tratta di capire se
        è corretto o meno seguire una strada
        tracciata da bill gates sulla quale
        cascheremo in diversi tranelli che ancora
        non conosciamo... purtroppo bill ha sempre
        fatto cosi' e lo farà ancora..Non lo fa Bill. Bill propose un prodotto. La gente lo acquistò. E' una semplice constatazione verificare che ne fu, e ne è, soddisfatta, in quanto continua a chiedere i suoi prodotti. Marketing o non marketing, dumping o meno, pressioni o meno, è stato il mercato a decretare la supremazia di MS.Le alternative non mancano ma, Apple a parte, non sono assolutamente allo stesso livello per l'utente medio. Ovvero il 90% dell'utenza.
        Io studio i linguaggi che mi servono nel
        lavoro, ancora non ho capito a cosa mi
        potrebbe servire .NET Se nonti spiace te lo dico io: a far sì che in futuro si passi al noleggio degli applicativi.
        Per quanto riguarda le windows box.. beh..
        io ho fatto voto e sto cercando pian piano
        di smatellarle ovunque... nella mia rete
        sono già TUTTE out,Bravo, è un ottimo sistema per tagliarsi fuori dal mondo.
        ora pian piano le
        sto smantellando dai miei clientiChissà come saranno contenti.....
        e devo
        dire che fino ad ora sono rimasti TUTTI
        contenti...Appunto.........
        in un paio di casi solo sono
        stato costretto ad esportare un'applicazione
        con il Terminal Server ... appena
        capiterà l'occasione smantellero'
        anche quel server li...
        questa è vera innovazione ragazzi!Sì, ma adesso smetti di sognare e torna al gestionale che domani hai da spiegare perchè con il 98 della segretaria si pianta........Notte.
        • Anonimo scrive:
          Re: Finitela di fare la guerra

          Non lo fa Bill. Bill propose un prodotto. La
          gente lo acquistò. E' una semplice
          constatazione verificare che ne fu, e ne
          è, soddisfatta, in quanto continua a
          chiedere i suoi prodotti. Marketing o non
          marketing, dumping o meno, pressioni o meno,
          è stato il mercato a decretare la
          supremazia di MS...Evidentemente le oltre duemila pagine, per limitarci all´italia, che google da´ su:microsoft "abuso di posizione dominante" non fanno parte dell´universo parallelo in cui vivi tu.Nel mio universo, il sistema qualitativamente piu´ a misura di utente (power users compresi) e´ indiscutibilmente il mac. Il piu´ potente e meglio controllabile e´ linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: Finitela di fare la guerra
            si ma l'utente medio non ha 3000 euro da spendere per un mac, o perdere 10 anni di vita per imparare a fare 2 cacchiate su linux, la piattaforma ibm (quindi x86, isa/pci e tutto il resto) ha avuto successo perché COSTAVA POCO non perché fosse la migliore
      • Anonimo scrive:
        Re: Finitela di fare la guerra
        Quello che hai scritto dimostra come tu non sia quello che per cui ti spacci.Quanti anni hai, 15, 16?
      • Anonimo scrive:
        Re: Finitela di fare la guerra
        - Scritto da: Anonimo

        sorry ma C# non lo conosco (quanto conosco
        gli altri 2) ... vuoi dire che non sono piu'
        un professionista ?
        No significa soltanto che dovresti prendere contatto con la nuova realtà. Intanto sappi che, spero di non ripetere qualcosa di già scritto nel thread, C# è a tutti gli effetti linguaggio standard riconosciuto dal W3C: non a caso fa parte del framework Mono. Questo si traduce in un superamento del limite di non-portabilità delle applicazioni windows che ora potranno girare anche su linux. Non bisogna avere timore di essere oggi più dipendenti dalla MS di quanto non lo si sia già della SUN (leggi Java)... Stefano
      • Anonimo scrive:
        Re: Finitela di fare la guerra
        Anch'io conosco solo C, C++ e Java, ma non C# (però conosco la musica e ti posso dire che è una nota un semitono sopra il do :$).Ma non mi sento per questo menomato. Inoltre vorrei ricordare la breve storia della programmazione su windows di Davide Bianchi:http://www.soft-land.org/cgibin/doc.pl?doc=commenti/xp&tpl=commentiQuoto:"il fatto che, con il rilascio di Longhorn, Microsoft sembra decisa ad abbandonare molti componenti alla base di MS.NET: se ciò fosse vero, questo potrebbe costringere il progetto Mono a riscrivere buona parte del suo codice e rinunciare, come pare disposta a fare il colosso di Redmond, alla piena compatibilità con MS.NET Framework 1.1."Già si sono pentiti di .NET?Quando la finiranno con contunue novità inutili? Guido
        • Anonimo scrive:
          Re: Finitela di fare la guerra

          "il fatto che, con il rilascio di Longhorn,
          Microsoft sembra decisa ad abbandonare moltisembra o siamo sicuri?
          componenti alla base di MS.NET: se
          ciò fosse vero, questo potrebbe
          costringere il progetto Mono a riscrivere
          buona parte del suo codice e rinunciare,perche'?mono andra per la sua strada seguendo lo standard ECMAla compatibilita con MS.net e' solo eye candyma mono puo' camminare con le sue gambe
          come pare disposta a fare il colosso di
          Redmond, alla piena compatibilità con
          MS.NET Framework 1.1."
          e allora?anche se fosse?nessuno obbliga mono a fare quello che fa MS
          Già si sono pentiti di .NET?
          Quando la finiranno con contunue
          novità inutili?
          Guidonon credo propriofinalmente MS farebbe una mossa seriarinunciare alla retrocompatibilita (che poi piu' versioni di .net possono convivere pacificamente quindi non vedo il problema) per fare veramente qualcosa di nuovo
    • Anonimo scrive:
      Re: Finitela di fare la guerra
      per quanto mi riguarda NET puo' rimanere dov'e'.non mi aiuta minimamente alla realizzazione di applicativi web dove ormai utilizzo framework stracollaudati e personalizzati con i quali tiro su applicativi in tmepi incredibili altro che .NET su Linux poi . . . ma che vergogna !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Finitela di fare la guerra
        - Scritto da: Anonimo
        per quanto mi riguarda NET puo' rimanere
        dov'e'.
        non mi aiuta minimamente alla realizzazione
        di applicativi web dove ormai utilizzo
        framework stracollaudati e personalizzati
        con i quali tiro su applicativi in tmepi
        incredibili altro che .NET su Linux poi . .
        . ma che vergogna !!!mi dici quali framework stracollaudati usi? ( non sono ironico, è una domanda seria )personalmente per lavoro uso .Net da poco più di un anno e devo dire che quello che il tempo necessario a creare applicazioni, ma sopratutto applicazioni web, si è enormemente ridotto rispetto a quando usavo asp 3.0 o php.Specialmente con Visual Studio è davvero veloce tirare su un'applicazione web, come IDe lo trovo ottimo ( anche se costoso, ma ora #develop è molto migliorato e penso che a casa lo userò sempre + spesso )
    • Anonimo scrive:
      Re: Finitela di fare la guerra
      Sono un programmatore e sviluppo in visual basic, sembra ci sia qualcosa di male , ma scusate tra java,C# e vb (6 .net) quali sono le differenze di prestazioni, si puo' discutere il linguaggio, consiglio di vedere di vb.net che è un C# più leggibile, perchè le differenze sono veramente poche, conosco un pò di C++/C# e di Java, ma non ho mai sviluppato nulla di serio, solo prove per cultura personale dove lavoro e per il tipo di applicazioni che faccio VB ( 6 per il 90 % degli applicativi e vb.net e Asp.Net per il restante 10%) va più che bene....... Il fatto che ci sia una versione di .Net per linux può essere anche interessante ma non credo che riuscirei MAI a convincere uno e dico 1 cliente a lasciare Windows ..............
      • Anonimo scrive:
        Re: Finitela di fare la guerra
        io penso semplicemente che sia Win che Linux siano 2 buoni SO, solo che sn destinati a categorie d'utenti differenti.Win avrà tutti i suoi problemi, ma è + comodo e semplice da utilizzare mentre Linux è un prodotto migliore ma destinato (almeno x ora) ad un utenza + avanzata.(linux)8)
  • Anonimo scrive:
    via .NET da Linux!!
    Non lasciamoci fregare, non spendiamo "energie" per valorizzare la tecnologia proprietaria (che poi non ha nulla di innovativo) di microsoft... via .NET da LINUX !!!!!Microsoft trema perchè il mercato dei server sta barcollando e .NET gli servirà un domani per poter dire "la tecnologia l'ho fatta io, le altre sono pallide imitazioni"... Esistono già alternative valide a .Net perchè perdere tempo per aiutare Bill Gates ?
    • Anonimo scrive:
      Re: via .NET da Linux!!
      - Scritto da: Anonimo
      Non lasciamoci fregare, non spendiamo
      "energie" per valorizzare la tecnologia
      proprietaria (che poi non ha nulla di
      innovativo) di microsoft...

      via .NET da LINUX !!!!!

      Microsoft trema perchè il mercato dei
      server sta barcollando e .NET gli
      servirà un domani per poter dire "la
      tecnologia l'ho fatta io, le altre sono
      pallide imitazioni"... Esistono già
      alternative valide a .Net perchè
      perdere tempo per aiutare Bill Gates ?Beh casomai direbbe qualcosaltro...Per il mercato dei server linux non può che essere una buona notizia.Stavo già pensando di mettere in bilanciamento di carico un server web con mono e linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: via .NET da Linux!!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo
        Beh casomai direbbe qualcosaltro...

        Per il mercato dei server linux non
        può che essere una buona notizia.
        Stavo già pensando di mettere in
        bilanciamento di carico un server web con
        mono e linux.Perchè non lo fai con un bel server JBOSS ? esiste qualcosa di meglio ? bah... .net luccica ma npn è oro è una brutta copiatura di JAVA..
        • Anonimo scrive:
          Re: via .NET da Linux!!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Beh casomai direbbe qualcosaltro...



          Per il mercato dei server linux non

          può che essere una buona notizia.

          Stavo già pensando di mettere in

          bilanciamento di carico un server web
          con

          mono e linux.

          Perchè non lo fai con un bel server
          JBOSS ? esiste qualcosa di meglio ? bah...
          .net luccica ma npn è oro è
          una brutta copiatura di JAVA..Perchè devo bilanciare applicazioni che già girano su .NET...
          • Anonimo scrive:
            Re: via .NET da Linux!!

            Perchè devo bilanciare applicazioni
            che già girano su .NET... Eh... succede quando il project manager ha i paraocchi...
        • Anonimo scrive:
          Re: via .NET da Linux!!

          Perchè non lo fai con un bel server
          JBOSS ? esiste qualcosa di meglio ? bah...
          .net luccica ma npn è oro è
          una brutta copiatura di JAVA..che skifo java :P odio i portali e i siti fatti in jsp, sono lenti come lumache, per visualizzare una pagina devi aspettare a volte una decina di secondi buoni e ti fanno perdere un sacco di tempo, java e' obsoleta, mono e .net fanno quel che fa java solo molto meglio e esageratamente piu' veloce.
          • Anonimo scrive:
            Re: via .NET da Linux!!
            - Scritto da: Anonimo

            Perchè non lo fai con un bel
            server

            JBOSS ? esiste qualcosa di meglio ?
            bah...

            .net luccica ma npn è oro
            è

            una brutta copiatura di JAVA..

            che skifo java :p odio i portali e i siti
            fatti in jsp, sono lenti come lumache, per
            visualizzare una pagina devi aspettare a
            volte una decina di secondi buoni e ti fanno
            perdere un sacco di tempo, java e' obsoleta,
            mono e .net fanno quel che fa java solo
            molto meglio e esageratamente piu' veloce.ma chi te le ha dette queste fesserie ? hai fatto dei test ?, io si e ti posso che la velocita' e' paragonabile senza contare che Java e' molto piu' collaudato e non e lagato ad un solo applicatio server. ci servlet container che fanno la barba a qualunque pagina ASP.NET
          • Anonimo scrive:
            Re: via .NET da Linux!!


            ma chi te le ha dette queste fesserie ? hai
            fatto dei test ?, io si e ti posso che la
            velocita' e' paragonabile senza contare che
            Java e' molto piu' collaudato e non e lagato
            ad un solo applicatio server. ci servlet
            container che fanno la barba a qualunque
            pagina ASP.NETlink per favore, altrimenti anche io posso dire che java gira a un centesimo della velocità di .net.
        • Anonimo scrive:
          Re: via .NET da Linux!!

          Perchè non lo fai con un bel server
          JBOSS ? esiste qualcosa di meglio ? bah...
          .net luccica ma npn è oro è
          una brutta copiatura di JAVA..perche' ti e' mai venuto in mente che non esiste un'implementazione di java TOTALLY FREE??????mentre invece mono e' GPL dalla prima all'ultima rigapaura di andare nella direzione in cui va MS anche se questa volta sembra buona?mi sembri come uno che piuttosto che dare ragione alla guida che gli sta sul cazzo, se ne gira per la savana da solo e si fa sbranare da un leoneun po da coglione non trovi?
    • Anonimo scrive:
      Re: via .NET da Linux!!
      - Scritto da: Anonimo
      Non lasciamoci fregare, non spendiamo
      "energie" per valorizzare la tecnologia
      proprietaria (che poi non ha nulla di
      innovativo) di microsoft...
      .NET non è proprietario. Bastava leggere l'articolo per saperlo
      • Anonimo scrive:
        Re: via .NET da Linux!!
        - Scritto da: Anonimo
        Nemmeno l'html lo è... ma guarda un
        po cosè successo... appena IE ha
        preso piede ha iniziato a modificare
        l'interpretazione delle pagine sbattendo via
        praticamente ogni altro browser....E' anche vero però che pure Netscape prima dell'arrivo di internet explorer aveva l'abitudine di modificare l'html come le pareva fregandosene degli standard.
    • Anonimo scrive:
      Re: via .NET da Linux!!
      Alternative valide a .NET???E' .NET l'alternativa valida al resto. (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: via .NET da Linux!!
      - Scritto da: Anonimo
      Non lasciamoci fregare, non spendiamo
      "energie" per valorizzare la tecnologia
      proprietaria (che poi non ha nulla di
      innovativo) di microsoft...
      via .NET da LINUX !!!!!Per Java non è mai stato detto "via da Linux!"...eppure anche quella è una tecnologia proprietaria. Come mai?
      • Anonimo scrive:
        Re: via .NET da Linux!!
        beh perché java non l'ha fatto l'ms, purtroppo per i ragazzini linuxari che usano da ieri mandrake (o forse qualche amico "hacker" gli ha installato slackware o debian) e si credono sapientoni qualsiasi cosa fa ms è fatta malefaccio notare che java solo recentemente lo stanno aprendo, ma è(era) una tecnologia ultra proprietaria, .NET è stato fin dall'inizio uno standard ISO (standard ISO, non lo danno a cani e porci), e poi basta co sta storia che .NET è una copia di java.NET è un framework, Java è solo un linguaggio di programmazione, uno dei migliori questo si, ma la Sun dovrebbe lavorarci sopra, invece di perdere tempo a mettere in Java le feature del C# perché mo va di moda giocare a chi copia di piùsecondo me .NET su linux è una cosa che serviva, e spero vivamente che Mono sia compatibile con altri sistemi operativi, perché .NET è un bel progetto, e la ms ha fatto benissimo a rendere pubbliche le specifiche, dato che sarà il futuropoi se uno vuole usare java liberissimo, ma evitiamo di dire che qualsiasi cosa fa ms è cattiva e tutto il resto è buono, la sun come la ms è una società quotata in borsa con fatturati di miliardi ogni anno, non fanno niente per la gloria, ma si sa, l'invidia delle persone raggiunge livelli assurdi
        • Anonimo scrive:
          Re: via .NET da Linux!!
          Post da applausi!:)
        • Anonimo scrive:
          Re: via .NET da Linux!!
          - Scritto da: MadiC


          Serve soprattutto per avere una grossa fetta
          di programmatori windows gia' pronti per
          linux... il che non e' poco!
          Giusto per mettere in evidenza una cosa che penso anche io.Bye.
      • Anonimo scrive:
        Re: via .NET da Linux!!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Non lasciamoci fregare, non spendiamo

        "energie" per valorizzare la tecnologia

        proprietaria (che poi non ha nulla di

        innovativo) di microsoft...

        via .NET da LINUX !!!!!

        Per Java non è mai stato detto "via
        da Linux!"...eppure anche quella è
        una tecnologia proprietaria. Come mai?forse perche' Java e' uno standard industriale aperto al contrario di NET
        • Anonimo scrive:
          Re: via .NET da Linux!!
          riformula la frase, .NET è uno standard aperto al contrario di java che lo stanno aprendo adessomammamia quanto è brutta l'ignoranza
    • Anonimo scrive:
      LINARI :(
      - Scritto da: Anonimo
      Non lasciamoci fregare, non spendiamo
      "energie" per valorizzare la tecnologia
      proprietaria (che poi non ha nulla di
      innovativo) di microsoft...

      via .NET da LINUX !!!!!

      Microsoft trema perchè il mercato dei
      server sta barcollando e .NET gli
      servirà un domani per poter dire "la
      tecnologia l'ho fatta io, le altre sono
      pallide imitazioni"... Esistono già
      alternative valide a .Net perchè
      perdere tempo per aiutare Bill Gates ?Voi linari non capite e non capirete mai una cippa di informatica
  • Anonimo scrive:
    buona notizia per linux
    il C# potrebbe diventare il linguaggio sostitutivo del C++ per la maggior parte delle applicazioni (specie quando uscirà longhorn). Portarlo sotto linux significa poter avere molti programmi windows senza dover usare emulatori. Per chi dice che .net fa schifo è perchè vive in Italia. All'estero gli sviluppatori .net iniziano ad essere sempre più attivi.Secondo me ottima cosa, .net vi assicuro che se ben usato è migliore di java sia come velocità (non so su linux) che come potenzialità essendo il framework assurdamente ampio e semplice. Il java è molto più lento di .net (ve lo dice uno che ci ha lavorato per 3 anni).
    • Anonimo scrive:
      Re: buona notizia per linux
      Perché brutta notizia? L'unica brutta notizia è per adesso non poter usare alcune librerie, tipo System.Windows.Forms, che qualcuno diceva fossero soggette a brevetto
      • Anonimo scrive:
        Re: buona notizia per linux
        - Scritto da: Anonimo
        Perché brutta notizia? L'unica brutta
        notizia è per adesso non poter usare
        alcune librerie, tipo System.Windows.Forms,
        che qualcuno diceva fossero soggette a
        brevettoAllora non sono scemo io...Anche io avevo letto "brutta notizia" nel titolo... ora è buona notizia!
    • Anonimo scrive:
      Re: buona notizia per linux
      - Scritto da: Anonimo
      Il java è molto più lento di
      .net (ve lo dice uno che ci ha lavorato per
      3 anni).Io li uso entrambi. Devo dire che non sono d'accordo con te. Java è assolutamente performante e su alcune cose scala meglio di .NET. In generale sono abbastanza simili. Forse hai usato quella schifezza di Swing o una JVM non buona.
    • Anonimo scrive:
      Re: buona notizia per linux
      - Scritto da: Anonimo
      il C# potrebbe diventare il linguaggio
      sostitutivo del C++ per la maggior parte
      delle applicazioniLino deve morire.
      • Anonimo scrive:
        Re: buona notizia per linux
        - Scritto da: Anonimo

        Lino deve morire.Sei solo geloso perché Rasmus Lino (ebbene si, trattasi proprio di lui), con i soldi che ha raccattato con la sua catena di S. Antonio, si è pagato un biglietto aereo, è venuto in Italia e si è tromb**o tua moglie, tua sorella e la tua fidanzata.Ma tu continua ad usare Windows, e così, come si vedeva anni fa in una pubblicità M$, anche tu troverai una segertaria di azienda che non capisce un tubo di pc e che ti chiederà se sei sposato.Nel frattempo buona fortuna.
    • Anonimo scrive:
      Re: buona notizia per linux
      - Scritto da: Anonimo
      il C# potrebbe diventare il linguaggio
      sostitutivo del C++ per la maggior parte
      delle applicazionibeh e' un linguaggino, simile a java1.5 , nulla di eccezionale.. io preferisco java o pyton per il bytecode e C/c++ per il nativo (specie quando
      uscirà longhorn).allora se ne parla tra 3 anni :D Portarlo sotto
      linux significa poter avere molti programmi
      windows senza dover usare emulatori. ma il do diesis gia' esisteva da anni per linux, il problema era usare il framework .not Per chi
      dice che .net fa schifo è
      perchè vive in Italia. All'estero gli
      sviluppatori .net iniziano ad essere sempre
      più attivi.nessuno dice che .not faccia schifo, semplicemente e' una tecnologia nuova, ieri parlavo con un tecnico hp riguardo il loro porting del sistema medicale (che girava sotto hp-ux) sotto .not , mi ha fatto vedere come funzionava e abbiamo riso per 2 ore.. crash a tutto spiano, lentezza esasperante e bug (in confronto alla roccia che gira sotto hp-ux) questo sia perche' i programmatori non lo conoscono bene, sia perche' e' pur sempre fatto da m$ e quindi uno un po' se la aspetta la cattiva qualita' e qualche decina di migliaia di bug
      Secondo me ottima cosa, .net vi assicuro che
      se ben usato è migliore di java sia
      come velocità (non so su linux) che
      come potenzialità essendo il
      framework assurdamente ampio e semplice. io l'ho studiato per lavoro.. e' un framework decente anche considerato che e' stato l'ultimo ad uscire, pero' in giro trovi lo 0.1% del codice che c'e' per java (o forse meno) e che ti consente di fare tutto dalla rete neurale al sistema di rendering di immagini di tipo medico, alla libreria per l'analisi dei dati finanziari ecc.. Riguardo la velocita' pare che la versione per linux sia molto piu' lenta ma sinceramente non ho ancora visto un benchmark
      Il java è molto più lento di
      .net (ve lo dice uno che ci ha lavorato per
      3 anni).java e' molto veloce per quello che fa, cioe' consentire l'utilizzo di milioni di applicazioni senza dover ricompilare, pensa che il nostro sito web e' in java e performa quasi come apache, quando dobbiamo spostarlo su win o osx non cambiamo nulla e funge..not sara' anche piu' veloce su windows non lo metto in dubbio, appena posso lo scarico su OSX e provo a fare dei bench i miei 2c sono i soliti, io uso j2ee , dipendo da Sun e sono tranquillo , chi usa .NOT sotto linux e' schiavo di microsoft e per giunta il porting non e' nemmeno stato autorizzato, a loro basta cambiare un po' le api e il formato dei bytecode per fare buttare agli autori del porting tutto, oppure basta palladium e addio Linux.NOT per sempre buona fortuna
    • KerNivore scrive:
      Re: buona notizia per linux
      - Scritto da: Anonimo
      il C# potrebbe diventare il linguaggio
      sostitutivo del C++ per la maggior parte
      delle applicazioni (specie quando
      uscirà longhorn). Portarlo sotto
      linux significa poter avere molti programmi
      windows senza dover usare emulatori.Non finche' non ci sara' una implementazione libera delle Windows.Form (ammesso che mai ce ne sara' una)
      Per chi
      dice che .net fa schifo è
      perchè vive in Italia. All'estero gli
      sviluppatori .net iniziano ad essere sempre
      più attivi.Ah beh ! Quindi dovremmo dire per forza che .net e' bello ?:-)
      Secondo me ottima cosa, .net vi assicuro che
      se ben usato è migliore di java sia
      come velocità (non so su linux) che
      come potenzialità essendo il
      framework assurdamente ampio e semplice. Java ha dalla sua di essere una piattaforma robusta e collaudata. La stassa cosa non si puo' certo dire per .net.
      Il java è molto più lento di
      .net (ve lo dice uno che ci ha lavorato per
      3 anni).Mi sembra strano.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: buona notizia per linux
      - Scritto da: Anonimo
      Il java è molto più lento di
      .net (ve lo dice uno che ci ha lavorato per
      3 anni).strano, io ho riscontrato esatamente l'opposto, per compilare ed eseguire una semplice form impiega una vita, senza contare con Visual Studio NET e' un mattone immenso.Mi sono sempre trovato bene con il Visual Studio 6, ma il .NET e' diventato troppo pesante.. . . sara' una mia impressione . . . boh
  • Anonimo scrive:
    Ennesima copiatura? :)
    E ancora.... via così. Linux insiste con l'avvicinamento alle tecnologie Microsoft.... eh ragazzi, tante parole poi si va dove tira il vento, bravi ;)
    • KerNivore scrive:
      Re: Ennesima copiatura? :)
      - Scritto da: Anonimo
      E ancora.... via così. Linux insiste
      con l'avvicinamento alle tecnologie
      Microsoft.... eh ragazzi, tante parole poi
      si va dove tira il vento, bravi ;)LOL !Vuoi spiegarmi cosa avrebbe inventato m$ in .net ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima copiatura? :)
        Non girare la frittata, hai capito *benissimo* cosa intendevo dire ;) suvvia... non ci aggrappiamo a tutto. .NET è roba Microsoft al 200% (originale o meno che sia).
        • KerNivore scrive:
          Re: Ennesima copiatura? :)
          - Scritto da: Anonimo
          Non girare la frittata, hai capito
          *benissimo* cosa intendevo dire ;) suvvia...
          non ci aggrappiamo a tutto. .NET è
          roba Microsoft al 200% (originale o meno che
          sia).Forse sei te che non hai capito cosa volevo dire io :che microsoft con .net non ha inventato proprio niente.Si tratta di una scoppiazzatura di java bella e buona. Anzi, nemmeno tanto bella e nemmeno tanto buona !Suvvia ! Stare qui ad accusare il team di mono di aver copiato m$ mi sembra proprio ridicolo !
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            Ti ripeto. Si cerca di far funzionare .NET su Linux. Il resto cosa c'entra. .NET è o non è roba Microsoft? Ecco, appunto. Lascia stare che non sia originale e altre cazzate, manco IE è originale e infatti Linux si guarda bene dal creare un clone... ma dot net evidentemente....
          • doppiaemme scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Ti ripeto. Si cerca di far funzionare .NET
            su Linux. Il resto cosa c'entra. .NET
            è o non è roba Microsoft?
            Ecco, appunto. Lascia stare che non sia
            originale e altre cazzate, manco IE è
            originale e infatti Linux si guarda bene dal
            creare un clone... ma dot net
            evidentemente....Non sono uno sviluppatore quindi potrei sbagliarmi ma lo spirito di .NET non era anche quello di fornire un lingaggio (C#) che potesse essere "compilato"anche su altri sistemi? A me sembra una buona notizia sia per ms che per la comunità.
          • KerNivore scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: doppiaemme
            Non sono uno sviluppatore quindi potrei
            sbagliarmi ma lo spirito di .NET non era
            anche quello di fornire un lingaggio (C#)
            che potesse essere "compilato"anche su
            altri sistemi? A me sembra una buona notizia
            sia per ms che per la comunità.Microsoft quando intende "altri sistemi" intende dire :Win 98, Win 2k, Win XP, Win 2003 server ecc...Questi sono "gli altri" secondo microsoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            è roba sua quindi è giusto che decida lei chi sono gli altri.
          • KerNivore scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            è roba sua quindi è giusto che
            decida lei chi sono gli altri.Guarda che mica li sto sgridando !Ho solo spiegato la concezione _distorta_ del concetto di "altri sistemi operativi" che ha microsoft.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)

            concezione _distorta_ del concetto di "altri sistemi
            operativi" che ha microsoft.Mah io sinceramente non ricordo di aver mai letto che l'intenzione di Microsoft era quella di far girare tutto anche su "altri" sistemi. Mai letto, mai sentito dire.
          • KerNivore scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            concezione _distorta_ del concetto di
            "altri sistemi

            operativi" che ha microsoft.

            Mah io sinceramente non ricordo di aver mai
            letto che l'intenzione di Microsoft era
            quella di far girare tutto anche su "altri"
            sistemi. Mai letto, mai sentito dire.E infatti, io non ho mai detto questo !Ma li leggi i post o fai reply in automatico ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: KerNivore
            E infatti, io non ho mai detto questo !

            Ma li leggi i post o fai reply in automatico
            ?
            Non so perché ma quando kernivore si infila in un thread prima o poi dice questa frasetta del "mi leggi o fai reply automatico".Impara a rispettare gli altri e cerca di essere meno arrogante
          • KerNivore scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: KerNivore


            E infatti, io non ho mai detto questo !



            Ma li leggi i post o fai reply in
            automatico

            ?



            Non so perché ma quando kernivore si
            infila in un thread prima o poi dice questa
            frasetta del "mi leggi o fai reply
            automatico".Perche' se uno risponde mettedomi in bocca cose che non ho mai detto vuol dire che non legge nemmeno i post e scrive la prima cosa che gli viene in mente.
            Impara a rispettare gli altri e cerca di
            essere meno arroganteCome ti permetti di venirmi a dire cosa devo imparare a fare ?Se hai qualcosa da dire sull'argomento dillo, altrimenti taci, o per lo meno, non quotare i miei messaggi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            concezione _distorta_ del concetto di
            "altri sistemi

            operativi" che ha microsoft.

            Mah io sinceramente non ricordo di aver mai
            letto che l'intenzione di Microsoft era
            quella di far girare tutto anche su "altri"
            sistemi. Mai letto, mai sentito dire.Durante i primi tempi Microsoft aveva fatto girare una implementazione di NET chiamata "Rotor" specifica per sistemi unix/linux e bsd, poi ovviamente abbandonata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)

            Durante i primi tempi Microsoft aveva fatto
            girare una implementazione di NET chiamata
            "Rotor" specifica per sistemi unix/linux e
            bsd, poi ovviamente abbandonata.Ecco.E tutti fanno finta di non aver letto questa cosa.Come anche il fatto che, per esempio, ASP.NET di M$ gira tutt'ora anche su Apache senza bisogno di IIS.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)


            Mah io sinceramente non ricordo di aver
            mai

            letto che l'intenzione di Microsoft era

            quella di far girare tutto anche su
            "altri"

            sistemi. Mai letto, mai sentito dire.

            Durante i primi tempi Microsoft aveva fatto
            girare una implementazione di NET chiamata
            "Rotor" specifica per sistemi unix/linux e
            bsd, poi ovviamente abbandonata.norotor e' una versione castrata di .net specifica SOLO per bsdche poi e' stata portata anche sotto linuxe' praticamente il compilatore c#, parte delle librerie ecma con un garbage collector che fa pena e senza jit compilerin pratica poco piu' di un giocattolo tanto perperche' i settori in cui .net primeggia per ora sono proprio la garbage collectione e il jit compiler che hanno performance davvero notevoli
          • TeX scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            concezione _distorta_ del concetto di
            "altri sistemi

            operativi" che ha microsoft.

            Mah io sinceramente non ricordo di aver mai
            letto che l'intenzione di Microsoft era
            quella di far girare tutto anche su "altri"
            sistemi. Mai letto, mai sentito dire.Sinceramente mi chiedo cosa serva un sistema multipiattaforma fatto per girare su una piattaforma sola......Comunque se proprio ti scandalizza il porting di un sistema di sviluppo o di un compilatore allora ti consigio di andare sul sito della Microsoft e cercare 'Interix'.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            Non è questo il punto. è come se la gente dicesse "Internet Explorer fa schifo, a morte Bill" e poi domani uscisse qualcosa per far girare IE su Linux. Far girare .NET su Linux significa accettare il prodotto di casa M$. Non si tratta di un .NET "per Linux", open e indipendente. Si tratta di una cosa che fa girare quello originale. Quindi è come dire che ci si piega a Gates, as usual.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Non è questo il punto. è come
            se la gente dicesse "Internet Explorer fa
            schifo, a morte Bill" e poi domani uscisse
            qualcosa per far girare IE su Linux. Far
            girare .NET su Linux significa accettare il
            prodotto di casa M$. Non si tratta di un
            .NET "per Linux", open e indipendente. Si
            tratta di una cosa che fa girare quello
            originale. Quindi è come dire che ci
            si piega a Gates, as usual.Si, ma non so se è più un bene o un male...Vuol dire probabilmente anche far girare quasi tutte le future applicazioni per win, anche su linux....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Si, ma non so se è più un bene
            o un male...

            Vuol dire probabilmente anche far girare
            quasi tutte le future applicazioni per win,
            anche su linux.... E' un bene, e se dovessi progettare sw lo sapresti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Si, ma non so se è più un
            bene

            o un male...



            Vuol dire probabilmente anche far girare

            quasi tutte le future applicazioni per
            win,

            anche su linux....

            E' un bene, e se dovessi progettare sw lo
            saprestiE' un bene ma con Mono non sarà possibile, poiché System.Windows.Forms non è implementato e non lo sarà (non è coperto dagli standard ed è brevettato).Anche se venisse implementato nessuna distribuzione lo inserirà, per paura di ritorsioni legali. Il progetto Mono è destinato o al fallimento o alla programmazione di interfacce grafiche con altre librerie create da zero (come le gtk#).La programmazione cross-platform ha un solo nome: le librerie QT.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Si, ma non so se è
            più un

            bene


            o un male...





            Vuol dire probabilmente anche far
            girare


            quasi tutte le future applicazioni
            per

            win,


            anche su linux....



            E' un bene, e se dovessi progettare sw
            lo

            sapresti


            E' un bene ma con Mono non sarà
            possibile, poiché
            System.Windows.Forms non è
            implementato e non lo sarà (non
            è coperto dagli standard ed è
            brevettato).
            Anche se venisse implementato nessuna
            distribuzione lo inserirà, per paura
            di ritorsioni legali. Il progetto Mono
            è destinato o al fallimento o alla
            programmazione di interfacce grafiche con
            altre librerie create da zero (come le
            gtk#).

            La programmazione cross-platform ha un solo
            nome: le librerie QT.Scusate ma ho letto male io o sul sito di mono non dicono che le windows.forms sono in implementazione (e usciranno prossimamente), e non che sono coperte da brevetti? Dove l'avete letta sta cosa dei brevetti ?!?!
          • KerNivore scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Si, ma non so se è più un bene
            o un male...

            Vuol dire probabilmente anche far girare
            quasi tutte le future applicazioni per win,
            anche su linux.... Mah... come gia' ha fatto notare qualcuno, microsoft potrebbe nascondere delle trappole nella licenza.Se molto software "cruciale" nella diffusione e sviluppo di linux venisse scritto per mono, microsoft potrebbe uscirsene al momento giusto con una gabola e renderlo inutilizzabile ! A quel punto linux farebbe un salto indietro e microsoft un balzo in avanti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: KerNivore

            - Scritto da: Anonimo


            Si, ma non so se è più un
            bene

            o un male...



            Vuol dire probabilmente anche far girare

            quasi tutte le future applicazioni per
            win,

            anche su linux....

            Mah... come gia' ha fatto notare qualcuno,
            microsoft potrebbe nascondere delle trappole
            nella licenza.

            Se molto software "cruciale" nella
            diffusione e sviluppo di linux venisse
            scritto per mono, microsoft potrebbe
            uscirsene al momento giusto con una gabola e
            renderlo inutilizzabile !
            Si, questo potrebbe essere il problema. Però non capisco come si possa scrivere software per mono. Se lo scrivi utilizzando il framework, è .NET, non è per mono. Gira sia su win che su mono... quindi?D'altra parte però molto del software che verrà prodotto per .NET girerà anche su linuxOra, resta da vedere se mono potrò essere bloccato per vie legali... insomma la licenza è scritta,
            A quel punto linux farebbe un salto indietro
            e microsoft un balzo in avanti...
          • gerry scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            Mah... come gia' ha fatto notare
            qualcuno,

            microsoft potrebbe nascondere delle
            trappole

            nella licenza.



            Se molto software "cruciale" nella

            diffusione e sviluppo di linux venisse

            scritto per mono, microsoft potrebbe

            uscirsene al momento giusto con una
            gabola e

            renderlo inutilizzabile !



            Si, questo potrebbe essere il problema.

            Però non capisco come si possa
            scrivere software per mono.
            Se lo scrivi utilizzando il framework,
            è .NET, non è per mono. Gira
            sia su win che su mono... quindi?
            D'altra parte però molto del software
            che verrà prodotto per .NET
            girerà anche su linuxMi spiegarono le gabole della faccenda.Buona parte di .NET è sottoposto ad una specifica ISO, quindi è al riparo da ogni possibile attacco.Se non sbaglio il compilatore, la macchina virtuale e il linguaggio C#.Ci sono però molti componenti che invece sono proprietà esclusiva di MS.Per esempio le citate ASP.NET, le interfaccie grafiche e altre cose.Il compilatore non possono renderlo closed, visto che è ISO, ma potrebero reclamare la proprietà di queste tecnologie di contorno.
          • gerry scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Non è questo il punto. è come
            se la gente dicesse "Internet Explorer fa
            schifo, a morte Bill" e poi domani uscisse
            qualcosa per far girare IE su Linux. Far
            girare .NET su Linux significa accettare il
            prodotto di casa M$. Non si tratta di un
            .NET "per Linux", open e indipendente. Si
            tratta di una cosa che fa girare quello
            originale.:NET non è un prodotto. L'implementazione MS di .NET è un prodotto..NET è un insieme di tecnologie (compilatori e Macchine Virtuali più alcuni componenti standard) una parte delle quali sono standard ISO.Non è che hanno portato il prodotto MS, hanno scritto qualcosa di compatibile col prodotto MS perchè compatibile con le specifiche ISO.Del resto nemmeno Java è openSource eppure esistono compilatori e JVM per linux. La tecnologia è buona, è anche innovativa pur basando parte dei suoi contenuti su cose già fatte ed aggiungendone altre.Anche MS supporta Perl dentro .NET, non vedo perchè farne un dramma.==================================Modificato dall'autore il 02/07/2004 9.45.08
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Non è questo il punto. è come
            se la gente dicesse "Internet Explorer fa
            schifo, a morte Bill" e poi domani uscisse
            qualcosa per far girare IE su Linux. E fin qui va bene, hai ragione.
            Far
            girare .NET su Linux significa accettare il
            prodotto di casa M$. Già meno bene, .NET non è un'applicazione, quindi non ha senso parlare di farla girare per Linux.
            Non si tratta di un
            .NET "per Linux", open e indipendente. Che è esattamente quello che è Mono, le specifiche .NET implementate in Linux in modo open e indipendente.
            Si
            tratta di una cosa che fa girare quello
            originale. Palesemente falso.
            Quindi è come dire che ci
            si piega a Gates, as usual./* no comment */
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            Ecco uno che ha detto forse la cosa più intelligente su questo forum oggi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: KerNivore

            Forse sei te che non hai capito cosa volevo
            dire io :
            che microsoft con .net non ha inventato
            proprio niente.

            Si tratta di una scoppiazzatura di java
            bella e buona. Anzi, nemmeno tanto bella e
            nemmeno tanto buona !
            LOLM$ ha copiato da java tutte le cose buone e ha riscritto ottimamente quello che in java non va bene.Dire che non è "nemmeno tanto bella e nemmeno tanto buona" vuol dire che non conosci bene nessuna delle 2 tecnologie.Ma è obbligatorio postare ad ogni notizia su PI?(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            per me il team di Mono poteva impiegare meglio il tempo facendosi i cazzi suoi
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            per me il team di Mono poteva impiegare
            meglio il tempo facendosi i cazzi suoiAnche tu potevi impiegare meglio il tempo facendoti i c@xxi tuoi....8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            per me il team di Mono poteva impiegare

            meglio il tempo facendosi i cazzi suoi
            Anche tu potevi impiegare meglio il tempo
            facendoti i c@xxi tuoi....8)stesso dicasi per te
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            per me il team di Mono poteva
            impiegare


            meglio il tempo facendosi i cazzi
            suoi

            Anche tu potevi impiegare meglio il
            tempo

            facendoti i c@xxi tuoi....8)

            stesso dicasi per te(:@ on)Purtroppo per te io mi stavo facendo i c@xxi miei in quanto stavo informandomi su un argomento...(:@ off)quando qualcuno che non ha nulla da fare, evidentemente, se non rompere i cosidetti esprimendo un commento idiota (IHMO),si è beccato l'unica risposta logica al suo post!:(8);):)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            (:@ on)
            Purtroppo per te io mi stavo facendo i c@xxi
            miei in quanto stavo informandomi su un
            argomento...(:@ off)quando qualcuno che non
            ha nulla da fare, evidentemente, se non
            rompere i cosidetti esprimendo un commento
            idiota (IHMO),
            si è beccato l'unica risposta logica
            al suo post!
            :(8);):)se ti stavi facendo i cazzi tuoi allora non sentirti in obbligo di rispondere a qualocsa che non condividi
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima copiatura? :)
          Ascolta ma hai la faccia tutta bianca con un pallino rosso al naso? Se si non ci faccio caso al tuo messaggio. La microsoft ha costruito .net copiando da java una serie di cose paurose.Svegliati e studia!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima copiatura? :)

        Sarebbe ora di finirla con queste
        sciocchezze sulle prestazioni! Presumo che dal tuo punto di vista, e per le tue limitate necessità di programmazione, le prestazioni non siano un parametro fondamentale.Ma nella realtà esistono, oltre alle applicazioni banali, anche progetti software complessi (e corposi) che devono fare i conti con le prestazioni.In questi i casi, sin dalla fase progettuale bisogna prendere scelte software (il linguaggio usato, il livello di ottimizzazione degli algoritmi, lo sfruttamento più o meno diretto di specifiche caratteristiche hardware delle piattaforme su cui il software dovrà girare) che possono determinare costi aggiuntivi ingenti, per DECINE DI MIGLIAIA di euro o dollari.Quindi ben venga il sistema comodo ed efficiente per permettere a tutti i programmatori di ottenere buoni risultati in tempi stretti, ma per favore lasciamo da parte tutti quei progetti che necessitano di progettisti con le contropa##e per la creazione di algoritmi ultraottimizzati e linguaggi di programmazione che non fagocitano troppe risorse.Se tu prendessi un qualunque motore di ricerca abbastanza utilizzato dall'utenza e sostituissi il C++ utilizzato fino a quel momento con qualche altro linguaggio ciucciacpu/ram/hd, vedresti che i tempi di risposta per una ricerca salirebbero a qualche decina di secondi. :-)Quando c'è bisogno di fare TANTI CALCOLI, un algoritmo cazzuto e un compilatore che crea codice ottimizzato sono STRETTAMENTE INDISPENSABILI.Che poi tu non ne abbia mai avuto bisogno, perché non hai mai messo mano a progetti simili (e sono tantissimi, ma tu forse non li conosci), è un altro discorso.E ti dirò di più: se la stessa mentalità usata per portare avanti progetti molto complessi venisse usata per programmare anche i software più "terra terra", invece di perseguire la comodità avremmo programmatori mediamente più in gamba e meno necessità di aggiornare continuamente l'hardware.
      • gerry scrive:
        Re: Ennesima copiatura? :)
        - Scritto da: Anonimo
        Poi qualcuno mi spiegherà dove
        cacchio risparmiero' i miei bei 10 centesimi
        per transazione, se il programma che andro'
        ad utilizzare, scritto in .NET, sarà
        piu' lento e richiederà maggiori
        risorse per funzionare e soprattutto, non
        fà alcuna transazione...E questa lo sai cos'è? La filosofia unix:Preferisci la portabilità all’efficienza– l’hardware diventa sempre più veloce– raramente la soluzione più efficiente è anche portabileE poi dicono che .NET è innovativo :P
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima copiatura? :)
          - Scritto da: gerry

          E poi dicono che .NET è innovativo :pvermanete lo dicono solo quelli che usavano Visual Studio 6, chia usava altre piattaforme difficilmente dice che .NET e' innovativo. sono innovazioni per Visual Studio quello sì
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima copiatura? :)
      - Scritto da: Anonimo
      E ancora.... via così. Linux insiste
      con l'avvicinamento alle tecnologie
      Microsoft.... eh ragazzi, tante parole poi
      si va dove tira il vento, bravi ;)L'hanno standardizzato, cosa c'è da lamentarsi? Fosse stata fatta una scopiazzatura di visual basic quando ancora non c'era .net avrei capito, ma delle critiche sul porting di un linguaggio standardizzato proprio no
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima copiatura? :)
        Piuttosto che ammettere le cose si fanno giri di parole... un classico.
        • KerNivore scrive:
          Re: Ennesima copiatura? :)
          - Scritto da: Anonimo
          Piuttosto che ammettere le cose si fanno
          giri di parole... un classico.Beh, catalogare come "giro di parole" una spiegazione limpida e' sintomo che si sono finite le motivazioni per continuare la discussione.Ed e' quindi inutile continuarla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ennesima copiatura? :)
          - Scritto da: Anonimo
          Piuttosto che ammettere le cose si fanno
          giri di parole... un classico.Non sono giri di parole. Microsoft ha deciso di far diventare C# e la piattaforma .net degli standard. Dopo di che non vedo non capisco il problema nel creare una implementazione alternativa a quella di microsoft di UNO STANDARD.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)

            non vedo non capisco il problema nel creare una
            implementazione alternativa a quella di microsoft di UNO
            STANDARD.Si si ma lo standard di cui parli è un prodotto MICROSOFT. Come mai ADESSO va bene affiancarsi a Gates? Fatemi capire. Perchè non si sviluppa un .NET alternativo "open" indipendente da Microsoft?
          • KerNivore scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Si si ma lo standard di cui parli è
            un prodotto MICROSOFT. Come mai ADESSO va
            bene affiancarsi a Gates? Fatemi capire.
            Perchè non si sviluppa un .NET
            alternativo "open" indipendente da
            Microsoft?Guarda che mono E' UN .NET ALTERNATIVO, "OPEN" E INDIPENDENTE DA MICROSOFT !!!E' un implementazione di uno standard.E' un concetto cosi' difficile da capire ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: KerNivore
            E' un implementazione di uno standard.

            E' un concetto cosi' difficile da capire ?Credo che nel suo vocabolario dopo stagno ci sia stendardo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Si si ma lo standard di cui parli è
            un prodotto MICROSOFT. Non ci capiamo. Allora, te lo spiego in parole semplici. Le specifiche di .NET e di C# sono uno standard. Sono dei documenti dove ci sarà sopra il timbro ISO e ECMA.Il prodotto di Microsoft è un'implementazione di tali specifiche. Oramai poco importa se quelle specifiche le ha portate Microsoft. SONO UNO STANDARD, così come il diametro dei bulloni o gli standard di qualità per le aziende tipo ISO 9001 o Vision tal dei tali
            Fatemi capire.
            Perchè non si sviluppa un .NET
            alternativo "open" indipendente da
            Microsoft?Chiamasi Mono. Bastato su uno standard ECMA.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            Non lo so.... non me ne intendo.... forse vuol sentirsi dire che microsoft ha fatto una cosa interessante.... sai la necessità di appartenenza.... se il suo padrone ha fatto una cosa buona si sentirà migliore anche lui....Microsoft ha fatto una cosa interessante?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Microsoft ha fatto una cosa interessante?Si. Probabilmente hai ragione, è quello che si vuole sentir dire.Microsoft ha fatto qualcosa di interessante
          • LordBison scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Microsoft ha fatto una cosa
            interessante?

            Si. Probabilmente hai ragione, è
            quello che si vuole sentir dire.

            Microsoft ha fatto qualcosa di interessanteanche se l'idea l'ha copiata da java :D
          • gerry scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: LordBison

            Microsoft ha fatto qualcosa di
            interessante
            anche se l'idea l'ha copiata da java :DPerò bisogna ammettere che ci ha anche messo del suo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)


            Microsoft ha fatto qualcosa di
            interessante
            anche se l'idea l'ha copiata da java :Ddifficile, visto che è la JVM 1.5 ad essere una scopiazzatura di .NET (attributi ed autoboxing in primis)
          • KerNivore scrive:
            Re: Ennesima copiatura? :)
            - Scritto da: Anonimo
            Non lo so.... non me ne intendo.... forse
            vuol sentirsi dire che microsoft ha fatto
            una cosa interessante.... sai la
            necessità di appartenenza.... se il
            suo padrone ha fatto una cosa buona si
            sentirà migliore anche lui....
            Microsoft ha fatto una cosa interessante?Purtroppo no, perche' i concetti che stanno dietro a .net non sono innovativi e quindi non si puo' dire che abbia fatto chissa' quale rivoluzione.L'implementazione di qualcosa di compatibile a .net non e' legata al fatto che sia una cosa interessante e vada copiata, ma piu' che altro e' una "necessita'" o meglio, una mossa "strategica".O per lo meno cosi' la intende chi lavora dietro al progetto Mono.Personalmente la ritengo un idea fallimentare, ma questa e' un'altra storia :)Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima copiatura? :)
      - Scritto da: Anonimo
      E ancora.... via così. Linux insiste
      con l'avvicinamento alle tecnologie
      Microsoft.... eh ragazzi, tante parole poi
      si va dove tira il vento, bravi ;)gia' gia', che sballo.Ora se vuoi usare mantenere il tuo sw per Windows, devi usare linux AHAHAHAHAHAH
  • Anonimo scrive:
    Grandi!
    Speriamo che in futuro ci sia una piena compatibilità con MS.NETC# è un ottimo linguaggio, ed è anche standardizzato, e può veramente favorire sia la migrazione di applicazione che di programmatori tra i vari sistemi operativi
    • Mechano scrive:
      Re: Grandi!
      - Scritto da: Anonimo
      Speriamo che in futuro ci sia una piena
      compatibilità con MS.NET

      C# è un ottimo linguaggio, ed
      è anche standardizzato, e può
      veramente favorire sia la migrazione di
      applicazione che di programmatori tra i vari
      sistemi operativiAspetta a cantare vittoria!M$ e' furba, s'e' fatta bella con la storia della standardizzazione ECMA/ISO ma si e' lasciata aperta un mare di scappatoie e licenze capestro!--Ciao. Mr. Mechano
    • KerNivore scrive:
      Re: Grandi!
      - Scritto da: Anonimo
      Speriamo che in futuro ci sia una piena
      compatibilità con MS.NET

      C# è un ottimo linguaggio, ed
      è anche standardizzatoC# come linguaggio fa abbastanza pena. E' solo un java abbruttito.Speriamo che Sun si decida ad apire presto Java...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandi!
        - Scritto da: KerNivore

        - Scritto da: Anonimo

        Speriamo che in futuro ci sia una piena

        compatibilità con MS.NET



        C# è un ottimo linguaggio, ed

        è anche standardizzato

        C# come linguaggio fa abbastanza pena. E'
        solo un java abbruttito.Dai dai.... è java abbellito. Trovo gli attribute molto comodi e i delegate pure.
        Speriamo che Sun si decida ad apire presto
        Java...Java 1.5 è già in beta2. Templetizzazione e attribute già attivi. Non capisco perchè non portino il sistema di delegate e gestione delle chiamate asincrone di .NET sotto java. A parer mio quel thread pool sotterraneo è una vera figata.
        • KerNivore scrive:
          Re: Grandi!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: KerNivore



          - Scritto da: Anonimo


          Speriamo che in futuro ci sia una
          piena


          compatibilità con MS.NET





          C# è un ottimo linguaggio,
          ed


          è anche standardizzato



          C# come linguaggio fa abbastanza pena.
          E'

          solo un java abbruttito.

          Dai dai.... è java abbellito.Naaaaaa :-)
          Trovo
          gli attribute molto comodi e i delegate
          pure.Concordo, ma sinceramente non mi sembra possibile sviluppare del codice serio finche' non rendono obbligatorio dichiarare le eccezioni che vengono sollevate dai metodi delle classi :-)(e non rendono obbligatorio gestirle !!!!)
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: KerNivore
            Concordo, ma sinceramente non mi sembra
            possibile sviluppare del codice serio
            finche' non rendono obbligatorio dichiarare
            le eccezioni che vengono sollevate dai
            metodi delle classi :)

            (e non rendono obbligatorio gestirle !!!!)Non è una scelta casuale ma pensata a fondo. C'era in giro una bella intervista al progettista che spiegava perchè l'ha fatto così. Devo dire che mi ha convinto (ma il mio socio la pensa al contrario).
          • KerNivore scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: KerNivore

            Concordo, ma sinceramente non mi sembra

            possibile sviluppare del codice serio

            finche' non rendono obbligatorio
            dichiarare

            le eccezioni che vengono sollevate dai

            metodi delle classi :)



            (e non rendono obbligatorio gestirle
            !!!!)

            Non è una scelta casuale ma pensata a
            fondo. C'era in giro una bella intervista al
            progettista che spiegava perchè l'ha
            fatto così. Devo dire che mi ha
            convinto (ma il mio socio la pensa al
            contrario). Se hai qualche riferimento sarei curioso di leggere le motivazioni tecniche. Io, in malafede sicuramente :-) , penso che l'abbiano fatto perche' non dover gestire le eccezioni in modo "serio" ti fa aumentare la velocita' di sviluppo, solo che lo paghi con codice peggiore e meno gestibile.IMHO, questa e' la filosofia che ha sempre caratterizzato i prodotti microsoft : ti fa fare le cose velocemente ma male.PS: Non voglio scatenare un flame (al quale non avrei voglia di rispondere). So perfettamente di essere di parte e non voglio convincere nessuno di aver ragione ! E' solo la mia opinione.Ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: KerNivore
            Se hai qualche riferimento sarei curioso di
            leggere le motivazioni tecniche. Purtroppo non mi ricordo dov'era l'intervista (in tre parti) ma cercando su MSDN o via Google dovresti trovarla.
            Io, in malafede sicuramente :) , penso che
            l'abbiano fatto perche' non dover gestire le
            eccezioni in modo "serio" ti fa aumentare la
            velocita' di sviluppo, solo che lo paghi con
            codice peggiore e meno gestibile.Prima di tutto il responsabile del C# era l'architetto di Delphi (quindi una persona sicuramente preparata come molte in MS in questo periodo). Una delle motivazioni era psicologica. Sosteneva che obbligando a dichiarare le eccezioni e a gestirle il programmatore medio (per motivi di tempo, di incultura o altro) finisce per scrivere codice del tipotry { ...}catch (Exception e) { ...}che non è molto significativo per la gestione dell'errore. In pratica sostiene che in questo caso è meglio lasciare la gestione alla VM (o CLR in questo caso). In effetti somiglia a ciò che Smalltalk fa da anni. In questo modo si genera meno confusione ed è più facile individuare gli errori.Visto il codice Java che mi è capitato di vedere negli ultimi anni penso che abbia ragione.Certo che in un mondo ideale non è bello ma... viviamo in un mondo ideale?P.S.: finalmente un argomento interessante e non le solite scemenze.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            Mi autorispondo con un link:http://www.sys-con.com/dotnet/article.cfm?id=215&count=10954&tot=3&page=1Non è l'intervista che citavo ma va bene lo stesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!

            Non è una scelta casuale ma pensata a
            fondo. C'era in giro una bella intervista al
            progettista che spiegava perchè l'ha
            fatto così. Devo dire che mi ha
            convinto (ma il mio socio la pensa al
            contrario). eccola:http://www.artima.com/intv/handcuffs.htmlE' una intervista di Bruce Eckel ad Anders Hejilsberg, progettista di Turbo Pascal, Delphi e C# (che curriculum, ragazzi!).
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandi!
        - Scritto da: KerNivore
        C# come linguaggio fa abbastanza pena. E'
        solo un java abbruttito.Tanto brutto che Java 1.5 ne copia molte caratteristiche.Per fortuna che è arrivata Microsoft altrimenti Java sarebbe ancora fermo. La concorrenza fa bene.
        • KerNivore scrive:
          Re: Grandi!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: KerNivore


          C# come linguaggio fa abbastanza pena.
          E'

          solo un java abbruttito.

          Tanto brutto che Java 1.5 ne copia molte
          caratteristiche.Molte ? Diciamo un paio.
          Per fortuna che è arrivata Microsoft
          altrimenti Java sarebbe ancora fermo. La
          concorrenza fa bene.Java non e' mai stato fermo, nemmeno prima che uscisse .net. Comunque concordo che la concorrenza fa bene. A entrambe le parti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: KerNivore

            Per fortuna che è arrivata
            Microsoft

            altrimenti Java sarebbe ancora fermo. La

            concorrenza fa bene.

            Java non e' mai stato fermo, nemmeno prima
            che uscisse .net. Beh... il linguaggio era un po' bloccato. E anche la facilità d'uso di J2EE lasciava a desiderare. Dopo i primi successi di .NET hanno accelerato i generics, aggiunto i decoratori, definto JSF, cambiato gli EJB e altro ancora. Senza la pressione della concorrenza non avremmo queste interessanti novità (o perlomeno starebbero ancora litigando nei comitati). A me Java piace ma dobbiamo dare a Cesare ciò che è di Cesare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandi!

        C# come linguaggio fa abbastanza pena. E'
        solo un java abbruttito.C# è l'essenza della perfezione! Vorrei proprio che tu che fai un'affermazione del genere mi spieghi cosa c'è di brutto e/o penoso in C#...
        Speriamo che Sun si decida ad apire presto
        Java...Sun è morta, solo che ancora non ci si rende conto... Anche se ormai "aprisse Java" non fregherebbe nulla a nessuno... È solo una mia opinione...
    • Anonimo scrive:
      Re: Grandi!
      - Scritto da: Anonimo
      Speriamo che in futuro ci sia una piena
      compatibilità con MS.NET

      C# è un ottimo linguaggio, ed
      è anche standardizzato, e può
      veramente favorire sia la migrazione di
      applicazione che di programmatori tra i vari
      sistemi operativipersonalmente non so che farmente di C#, non lo usa quasi nessuno, non mi e' mai capitato di vedere richieste di sviluppo in C#. comunque ben venga
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandi!

        personalmente non so che farmente di C#, non lo usa quasi
        nessuno, non mi e' mai capitato di vedere richieste di
        sviluppo in C#. comunque ben vengaAllora con lo stesso criterio perchè scegliere (per dire) Opera o Mozilla al posto di altri browser. Tanto non li usa praticamente nessuno, in confronto a IE
        • Anonimo scrive:
          Re: Grandi!
          - Scritto da: Anonimo

          personalmente non so che farmente di
          C#, non lo usa quasi

          nessuno, non mi e' mai capitato di
          vedere richieste di

          sviluppo in C#. comunque ben venga

          Allora con lo stesso criterio perchè
          scegliere (per dire) Opera o Mozilla al
          posto di altri browser. Tanto non li usa
          praticamente nessuno, in confronto a IEMi sa che C# è un po' più usato di Opera o Mozilla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            Già e infatti ecco che la comunità "open" cerca di fare in modo che funzioni pure da loro. Ma C# non è un prodotto Microsoft (copiato o meno è comunque Microsoft)? Non faceva tanto schifo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: Anonimo
            Già e infatti ecco che la
            comunità "open" cerca di fare in modo
            che funzioni pure da loro. Ma C# non
            è un prodotto Microsoft (copiato o
            meno è comunque Microsoft)? Non
            faceva tanto schifo?A quelli della comunità "open" fa schifo pure Java. Sulle questioni religiose è difficile discutere. Altro che cattedrale e bazar. Sono dei preti bigotti e chiusi.E adesso vado a dormire che domani devo proporre una soluzione J2EE ad un cliente (su un application server commerciale non open source).
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            A quelli della comunità "open" fa
            schifo pure Java. Sulle questioni religiose
            è difficile discutere. Altro che
            cattedrale e bazar. Sono dei preti bigotti e
            chiusi.

            E adesso vado a dormire che domani devo
            proporre una soluzione J2EE ad un cliente
            (su un application server commerciale non
            open source).Hai proprio ragione... jakarta e Jboss non sono mica sw libero...... beata ignoranza!
          • LordBison scrive:
            Re: Grandi!
            - Scritto da: Anonimo
            Già e infatti ecco che la
            comunità "open" cerca di fare in modo
            che funzioni pure da loro. Ma C# non
            è un prodotto Microsoft (copiato o
            meno è comunque Microsoft)? Non
            faceva tanto schifo?nessuno dice che MS fa solo cose schifose...il problema non è come fa le cose ma come si comporta, e il fatto che il codice è chiuso fa si che spesso ci sono bug enormi nei loro software.cmq in questo caso è una tecnologia Standard o quasi e ricordo che la microsoft ha fatto una versione Java non standard prima ancora di .NET. :DInfine ricordo che il bello di linux è la possibilità di fregarsene di tecnologie porpietarie, ossia è ingrando di comunicare con qualsiesi computer della terra, fregandosene del SO. Naturalmente se non ci sono problemi legali ;)ah un altra cosa allora la MS ha rubato il C (esisteva prima di windows/dos) o il C++ o il basic dal C64?
  • Anonimo scrive:
    Performance
    Qualcuno saprebbe dirmi che performance ottiene rispetto al framework che gira su win?
    • Anonimo scrive:
      Re: Performance
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno saprebbe dirmi che performance
      ottiene rispetto al framework che gira su
      win?Da qualcosa vista in giro per i forum di sviluppo su Linux ha meno di un 10% di gap, ma sono da vedere i vari contesti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Performance
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Qualcuno saprebbe dirmi che performance

        ottiene rispetto al framework che gira
        su

        win?

        Da qualcosa vista in giro per i forum di
        sviluppo su Linux ha meno di un 10% di gap,
        ma sono da vedere i vari contesti.
        ...però grazie a Mono puoi far girare le ASP.NET sotto Apache. Fanculo il 10%!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Performance
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Qualcuno saprebbe dirmi che
          performance


          ottiene rispetto al framework che
          gira

          su


          win?



          Da qualcosa vista in giro per i forum di

          sviluppo su Linux ha meno di un 10% di
          gap,

          ma sono da vedere i vari contesti.



          ...però grazie a Mono puoi far girare
          le ASP.NET sotto Apache. Fanculo il 10%!!!!e cosa te ne fai delle ASP.NET sotto Apache ? non puoi usare PHP ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Qualcuno saprebbe dirmi che

            performance



            ottiene rispetto al framework
            che

            gira


            su



            win?





            Da qualcosa vista in giro per i
            forum di


            sviluppo su Linux ha meno di un
            10% di

            gap,


            ma sono da vedere i vari contesti.






            ...però grazie a Mono puoi far
            girare

            le ASP.NET sotto Apache. Fanculo il
            10%!!!!

            e cosa te ne fai delle ASP.NET sotto Apache
            ? non puoi usare PHP ?No, mi trovo meglio, sono architetturalmente più eleganti (anche di jsp) sviluppo più in fretta e il server macina un througput decisamente superiore. L'idea di rinunciare ad IIS e win mi attizza molto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo
            No, mi trovo meglio, sono architetturalmente
            più eleganti (anche di jsp) sviluppo
            più in fretta e il server macina un
            througput decisamente superiore. L'idea di
            rinunciare ad IIS e win mi attizza molto.beh a ognuno la sua, io ad esempio con ASP.NET non mi ci trovo proprio
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo
            No, mi trovo meglio, sono architetturalmente
            più eleganti (anche di jsp) Perchè più eleganti di JSP? A me paiono abbastanza equivalenti. Su alcune cose Java mi pare anche più elegante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance

            Perchè più eleganti di JSP? A
            me paiono abbastanza equivalenti. Su alcune
            cose Java mi pare anche più elegante.Tipo? :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance

            e cosa te ne fai delle ASP.NET sotto Apache ? non puoi
            usare PHP ?Eh si, perchè asp.NET e PHP sono la stessa cosa. Uguale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            non mi sembra che nessuna abbia affermato questo, ma nella stragrande maggioranza dei casi con PHP fai delle cose eccelse
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo
            non mi sembra che nessuna abbia affermato
            questo, ma nella stragrande maggioranza dei
            casi con PHP fai delle cose eccelseConfermo PHP e' cresciuto bene e la v5 sara' favolosa.Ci si possono fare anche grandi progetti e molto complessi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo

            Confermo PHP e' cresciuto bene e la v5 sara'
            favolosa.
            Ci si possono fare anche grandi progetti e
            molto complessi.
            confermo, tra tutti i linguaggi per web e' quello che mi ha dato piu' soddisfazione di tutti :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            Io ho trovato PHP orrendo e poco performante. In pratica il VisualBASIC del web.Ma probabilmente dipende dalla dimensione delle applicazioni.Non che ASP (che è molto diverso da ASP.NET) sia tanto meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo
            Io ho trovato PHP orrendo e poco
            performante. In pratica il VisualBASIC del
            web.

            Ma probabilmente dipende dalla dimensione
            delle applicazioni.

            Non che ASP (che è molto diverso da
            ASP.NET) sia tanto meglio.mmm... io sviluppo principalmente con ASP.NET, ma PHP non lo puoi paragonare ad ASP vecchio ( in nulla, nè come performance, nè come altro)
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            Non ho paragonato ASP a PHP: li trovo brutti entrambi.Invece ASP.NET e JSP/Servlet/JSF sono molto più eleganti e performanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo
            Non ho paragonato ASP a PHP: li trovo brutti
            entrambi.

            Invece ASP.NET e JSP/Servlet/JSF sono molto
            più eleganti e performanti.Sviluppo in JAVA da anni (ultimamente con jboss e j2ee), ho sviluppato anche con PHP (per fortuna non ho mai avuto bisogno di affrontare ASP) e devo dire che sono rimasto affascinato dalla sua semplicità e chiarezza.Chiaramente è ancora immaturo per progetto medio grandi/grandi ma puo' essere (a mio modestissimo parere) usato nel 95% delle applicazioni prodotte. Per il restante 5% java va benissimo, è sufficientemente performante, con JBOSS metti server in clustering in un batter d'occhio e le applicazioni sono sicure.non capisco proprio questo entusiasmo per .net ... io non seguirei senza incertezze un precorso che ci è stato tracciato da quel vecchio marpione di bill... i trabocchetti che adotterà li conosce già.... e già tra brevetti e drm ci sta facendo un danno enorme!
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo
            Io ho trovato PHP orrendo e poco
            performante. In pratica il VisualBASIC del
            web.Io ho trovato Monica Bellucci orrenda e poco performante. In pratica mia nonna in carriola.
            Ma probabilmente dipende dalla dimensione
            delle applicazioni.Ma probabilmente dipende dalle dimensioni della carriola.
            Non che ASP (che è molto diverso da
            ASP.NET) sia tanto meglio.Non che Tina Pica (che è molto diversa da Ave Ninchi) sia tanto meglio.Tit.
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            Puoi sparare tutte le scemenze che vuoi ma la verità è che PHP non scala!
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance
            Nel senso che non puoi mettere un cluster di webserver/PHP?:?
          • Anlan scrive:
            Re: Performance
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Io ho trovato PHP orrendo e poco

            performante. In pratica il VisualBASIC
            del

            web.

            Io ho trovato Monica Bellucci orrenda e poco
            performante. In pratica mia nonna in
            carriola.


            Ma probabilmente dipende dalla
            dimensione

            delle applicazioni.

            Ma probabilmente dipende dalle dimensioni
            della carriola.


            Non che ASP (che è molto diverso
            da

            ASP.NET) sia tanto meglio.

            Non che Tina Pica (che è molto
            diversa da Ave Ninchi) sia tanto meglio.

            Tit.ROTFL
          • Anonimo scrive:
            Re: Performance

            e cosa te ne fai delle ASP.NET sotto Apache
            ? non puoi usare PHP ?E perchè non assembler?Vuoi paragonare la potenza, la velocità di sviluppo e le performance di ASP.NET con PHP/JSP o altro?Mah... Ok la guerra santa tra open e closed, tra linari e winari... Ma ora stiamo esagerando... Se anche i vostri amici si sono spaccati il sedere per questo progetto Mono allo scopo di portare il Framework .NET sotto Linux ci sarà un motivo, no?Se esisteva già qualcosa di equivalente che scopo c'era?
        • Anonimo scrive:
          Re: Performance

          ...però grazie a Mono puoi far girare
          le ASP.NET sotto Apache. Fanculo il 10%!!!!ASP.NET di M$ gira anche sotto Apache da quando è nato.E' la prima cosa che viene detta su un qualsiasi libro che parli ASP.NET: IIS non è necessario.
      • Anonimo scrive:
        Re: Performance
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Qualcuno saprebbe dirmi che performance

        ottiene rispetto al framework che gira
        su

        win?

        Da qualcosa vista in giro per i forum di
        sviluppo su Linux ha meno di un 10% di gap,
        ma sono da vedere i vari contesti.
        Grazie, cercherò di provare la nuova versione appena possibile.Purtroppo avevo avuto alcuni problemi con le precedenti sotto apache 1.3 e non l'ho potuto testare a fondo, anche per mancanza di tempo.Spero che sia abbastanza stabile per le mie applicazioni....
Chiudi i commenti