Download estate/ Xp a 40 gradi

Cambiare il Boot e la pelle di XP, accedere in modo comodo ai servizi di sistema e gustarsi un VideoCD in santa pace





a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Sui diritti d'autore sui CD vergini:
    Allora se gli utenti dei P2P sono "milioni di ladri",, che dire della SIAE che chiede diritti d'autore su CD vuoti?Se io voglio farmi il backup su CD del mio hard disk... devo pagare i diritti d'autore alla SIAE... per cosa?Se io voglio mettere su un CD i MIEI lavori... devo pagare i diritti d'autore alla SIAE... per cosa?Indi:non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Nel senso che o combatti il P2P e non solo, perchè posso anche benissimo fare P2P reale porta a porta (vado da un amico e copio.... o mi presta il CD, ecc), OPPURE, legalizzi DI FATTO la cosa esigendo un balzello, tassa o che dir si volgia su OGNI CD vergine che chiunque acquista.E pensiamo a QUANTI CD vergini vengono tassati di circa mezzo Euro (1000 Lire) se non sbaglio.... quanto incassano?Forse anche di più che sulla vendita di un CD!Perchè sono i numeri, la quantità che fa il guadagno, non la speculazione... se uno specula, lo si bypassa in qualche modo.... non viene da chiedersi perchè è nato il P2P?E' forse giusto che case discografiche e cantanti debbano essere TUTTI miliardari?Lavorano come tutti... e come tutti hanno diritto a guadagnare e vivere decorosamente... facendo anche un bellissimo lavoro, quale il cantante, cantautore, musicista.... (molto meglio di lavorare in fabbrica, non credete?). Quindi mi pare che siano giò fortunati a poter fare un lavoro che gli piace e da soddisfazioni (successo, notorietà, ecc), ma che adesso devano pure fare la parte dei MORTI DI FAME, non mi sembra giusto.E' la gente, gente come me, come te che leggi, come noi, comuni mortali con il nostro normalissimo lavoro e ahimè normalissimo stipendio, che comprano o non comprano i loro dischi.... ma se per comprare un CD devo spendere quanto spendo per mangiare pranzo una settimana..... c'è qualcosa che non quadra...In conclusione, visto che già pago i diritti d'autore sui CD VERGINI, mi sento in pace con la mia coscienza se dentro il CD ci metto della musica scaricata da internet... i diritti li ho già pagati prima, anzi ne ho anche pagati in eccesso per i CD su cui metto i miei dati da me redatti e creati, quindi....smettiamola di fare gli ingordi!
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P=furto?
    Infatti ora marocchini vari si stanno riproducendo come conigli e se provate ad avvicinarli vi spennano aumentando il loro lucro appoggiandosi a mille scusanti di rischio più elevato e così via... Bello eh?
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P=furto?
    - Scritto da: HostFat
    A me vien da pensare che anche la malavita
    abbia perso moltissimo a causa del p2p ...
    può essere?
    Può essere che il p2p abbia dato
    dispiacere sia alla distribuzione legale che
    alla distribuzione organizzata illegale?
    Ha colpito chiunque potesse avere un
    guadagno dalla distribuzione di questi
    materiali.In effetti da quanto si usa scaricare *tutto* da internet, anche il marocchino di turno e le varie bancarelle, ci hanno perso.
  • Anonimo scrive:
    Re: State scaricando?
    - Scritto da: Anonimo
    Così, per curiositàSi, come tutte le mattine dopo il caffe. Tutto regolare da questo punto di vista :D
  • Anonimo scrive:
    chiuso un altro sito....
    la fine che ha fatto enkey l'ha fatto pure theblackdragonda oggi è posto sotto sequetro un'altra vittima illustre di Urbani e co.
  • Anonimo scrive:
    Leggi di mercato
    Vorrei sapere che diavolo vogliono questi.Stiamo o no seguendo le leggi del sano capitalismo?E' vero o no, che il mercato lo fanno gli utenti ?Da quando in quà ci si dimentica che quando si impone un monopolio, anche di fatto, non si fà altro che scatenare una concorrenza nascosta, che usa qualunque mezzo per emergere?Abbiamo dimenticato la storia ??Che la smettano di scassare i coglioni, si pieghino alle leggi del mercato, abbassino i prezzi e inizino una SERIA concorrenza al P2P. Di gente che ama comprare gli originali ce ne sono milioni, me compreso, se ne hanno una seria possibilità.E gli altri che schiattino.
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P=furto?
    Infatti adesso la MALAVITA vuol riprendersi la fetta di mercato distruggendo il P2P. Questa legge è voluta fortemente dalla MAFIA che non guadagnava più!
  • avvelenato scrive:
    Re: Courtney & C.
    - Scritto da: JRoger

    il punto è: mai sentiti gli
    Evanescence?

    ecco, sono sputati ai Lacuna Coil.

    Mah... A me *pare* che le chitarre siano
    piu' robuste, negli Evanescence.

    Poi magari mi sbaglio io.... ;)differenze non significative nel contesto del discorso. Si può tranquillamente far ascoltare un brano dei lacuna coil ad un tizio che conosce gli evanescence grazie ad mtv, e fargli credere che è il loro nuovo singolo.
  • JRoger scrive:
    Re: Courtney & C.

    il punto è: mai sentiti gli Evanescence?
    ecco, sono sputati ai Lacuna Coil.Mah... A me *pare* che le chitarre siano piu' robuste, negli Evanescence.Poi magari mi sbaglio io.... ;)
  • JRoger scrive:
    Re: fai questa prova
    - Scritto da: avvelenato
    - Scritto da: Anonimo

    Ridicolo.Bellissima scusa per scaricare
    e

    basta altro che storie.

    www.shingokick.supereva.it/bravo.swf BELLISSIMO!!!!!!!!!!!!!!! Scaricato e messo da parte, so che mi servira', nemmeno tanto di rado.... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Cd di 20 anni fa ancora a 20 euro...

    In effetti, va molto male. Almeno ridiamoci
    su.
    I gusti musicali sono gusti ed è
    completamente intuile fare discussioni sulla
    musica "vecchia" o "nuova". Però per
    esempio nei corsi di chitarra rock e metal
    della scuola di musica dove vado anch'io il
    90% delle partiture da studiare sono di
    brani anni '70 e '80. Se non impari Hendrix
    e Clapton, Black Sabbath e Deep Purple non
    vai da nessuna parte, non ci piove. Ma se
    non hai sentito e risentito i pezzi
    più difficili e gli assoli più
    pieni di trucchi, col cacchio che li suoni
    decentemente solo con la tablatura... quindi
    ci vogliono i "vecchi" CD, e con sti prezzi
    stiamo freschi..........Sono d'accordo su tutto(ho un amico che suona la chitarra e dice le stesse cose),soprattutto sul riderci su(perchè,vista la situazione,è l'unica cosa da fare).
  • Anonimo scrive:
    Re: Cd di 20 anni fa ancora a 20 euro...
    - Scritto da: Anonimo
    Umorismo a parte,mi sembra che vada
    già parecchio male: cd di 20-30-40
    anni fa a 20 euro OGGI e a più di 20
    fra qualche anno.In effetti, va molto male. Almeno ridiamoci su. I gusti musicali sono gusti ed è completamente intuile fare discussioni sulla musica "vecchia" o "nuova". Però per esempio nei corsi di chitarra rock e metal della scuola di musica dove vado anch'io il 90% delle partiture da studiare sono di brani anni '70 e '80. Se non impari Hendrix e Clapton, Black Sabbath e Deep Purple non vai da nessuna parte, non ci piove. Ma se non hai sentito e risentito i pezzi più difficili e gli assoli più pieni di trucchi, col cacchio che li suoni decentemente solo con la tablatura... quindi ci vogliono i "vecchi" CD, e con sti prezzi stiamo freschi..........
  • Anonimo scrive:
    Re: Cd di 20 anni fa ancora a 20 euro...

    Beh sì, però poteva andare
    peggio. Cd di 20 anni fa a 20 euro, e di 40
    anni fa a 40 euro.............. roba che
    Verdi e Rossini te li facevano pagare 200
    euri...........Umorismo a parte,mi sembra che vada già parecchio male: cd di 20-30-40 anni fa a 20 euro OGGI e a più di 20 fra qualche anno.Mi sembra giusto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Cd di 20 anni fa ancora a 20 euro...
    - Scritto da: Anonimo

    In pratica adeguano il prezzo dei vecchi cd
    a quello dei nuoviBeh sì, però poteva andare peggio. Cd di 20 anni fa a 20 euro, e di 40 anni fa a 40 euro.............. roba che Verdi e Rossini te li facevano pagare 200 euri...........
  • Anonimo scrive:
    Cd di 20 anni fa ancora a 20 euro...
    Nessuno dei cari artisti ha mai avanzato l'ipotesi che un cd di qualche decennio fa costi ancora esageratamente sui 20 euro o poco meno (vero cari Pink Floyd, Beatles, Mina, Venditti...)? Che con con la scusa del 'remastered' e qualche inutile inedito lo smerciate ancora a prezzo pieno? Vergognatevi!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cd di 20 anni fa ancora a 20 euro...
      - Scritto da: Anonimo
      Nessuno dei cari artisti ha mai avanzato
      l'ipotesi che un cd di qualche decennio fa
      costi ancora esageratamente sui 20 euro o
      poco meno (vero cari Pink Floyd, Beatles,
      Mina, Venditti...)? Che con con la scusa del
      'remastered' e qualche inutile inedito lo
      smerciate ancora a prezzo pieno?
      Vergognatevi!!!!!!Il bello è che non è prezzo pieno,è più alto(prezzo pieno sarebbe il prezzo che costava il cd all'uscita).In pratica adeguano il prezzo dei vecchi cd a quello dei nuovi(e succede per tutti i vecchi cd che non siano in offerta).
  • Anonimo scrive:
    Ora guadagnao con le suonerie...
    Sono più le suonerie per cellulari scaricate che copie di cd singoli vedute...Il trucco? Semplice: la SIAE paga l'artista per ogni suoneria scaricata...Andando avanti così ci tasserenno anche ogni motivetto che fischiettiamo...
  • avvelenato scrive:
    Re: State scaricando?
    - Scritto da: Anonimo
    come si fa lo strip?con un controller raid ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: State scaricando?
    come si fa lo strip?
  • Anonimo scrive:
    Re: I ladri non sono gli utenti


    Ma tu che ne sai della SIAE e affini?

    Sai leggere? ho amici musici e forse loro
    della SIAE ne sanno qualcosa , a parte che
    basta il pizzo sui supporti per farmi una
    idea ben precisa di cosa sia la siae, ed
    anche una certa trasmissione di report mi ha
    fatto aumentare la "stima" di sti strozzini Ahhhh. proprio una bella trasmissione, l'ho vista pure io, e non ho mai visto una sputtanata cosi' spudorata da un partito (la tipa e' comunista) perche' la SIAE aveva rifiutato di politicizzarsi (leggi dare incarichi a gente di quel partito)





    Come dicevo in un'altro thread se

    l'artista


    vuole come e' giusto che sia
    guadagnare

    con


    cio' che produce, si
    autoproducesse, a

    che


    servono major, trafficoni at
    similia?


    perche' devo pagarli io sti
    parassiti?Ma che cazzo dici?


    produciti da solo, se sei bravo
    avrai i

    tuoi


    fans, se no, esistono tanti campi

    incolti


    bisognosi di cure!Ma smettila



    LA zappa e' meglio che tee la dai in
    testa

    da solo, visto che non sai un cazzo e
    parli

    a vanvera, occupati tu del tuo
    orticeello,

    non del mio

    Tuo? sei un musico? e ti lamenti di cosa?
    che io scarico un tuo brano? oibo' dovresti
    essere felice che sei sui p2p si vede che
    sei bravo, e se sei bravo, come mai piangi
    miseria? colpa del p2p? non credo, mai
    provato a fare un concerto?

    Argomenta cio io ho scritto, magari usando
    un po' di cortesia, poi possiamo pure
    discutere.Ok: leggi qua, http://db8.meroni.it/pooh/posta/risposta_sdo.html

    Ciao contadino mancato ( con tutto il
    rispetto per i contadini, loro si che si
    fanno il culo) Sono stato contadino, cisscio, (ce l'ho ancora sulla carta di identita') e tu?
    • Anonimo scrive:
      Re: I ladri non sono gli utenti
      - Scritto da: Anonimo
      Ahhhh. proprio una bella trasmissione, l'ho
      vista pure io, e non ho mai visto una
      sputtanata cosi' spudorata da un partito (la
      tipa e' comunista) perche' la SIAE aveva
      rifiutato di politicizzarsi (leggi dare
      incarichi a gente di quel partito)certo che certa gente non si smentisce mai... quando si fa informazione non va bene... o quando si fa informazione si è dei maledetti comunisti (frase tipicamente di destra). trovo inutile far politica su forum di questo tipo e ridicolo farla senza un briciolo di buon senso (come in questo caso).
      Sono stato contadino, cisscio, (ce l'ho
      ancora sulla carta di identita') e tu?e allora torna a zappar la terra piuttosto che tediarci con discorsi stupidi, volgari e manchevoli di rispetto nei confronti di chi legge questo forum.
  • Anonimo scrive:
    Bastaaaaa! (Proposta)
    Questi sono tutti scemi e bruciati nel cervello . ti vogliono dire QUELLO CHE DEVI FARE DELLA TUA VITA. E DEL TU LAVORO. IO IL MIO LAVORO LO VENDO AL PREZZO CHE VOGLIO, SE COSTO TROPPO, NESSUNO MI VUOLE E MUOIO DI FAME, (il mercato)Se non hai il grano per comprare il cd, stai senza, visto che poi si lamentano del basso livello di qualita' della musica, evitino di comprarla, cosi' se nessuno la compra, gli artisti di merda moriranno di fame...La soluzione migliore?Chi vuole Britney spears se la compra e paga 20 euro, se no sta senza (lui e anche lei perche' cosi' non guadagna)Chi ama i cosiddetti artisti veri e alternativi, li segua e li promuova su internet, cosi' si creera' un "mercato nuovo" (che per ora non ha fatto un franco da nessuna parte,,,) con le regole dettate dagli internettari...Il mercato migliore sopravvivera'.MA QUESTO NON GIUSTIFICA IL FURTOAllora andiamo nelle gioiellerie e nei supermercati e facciamo la "SPESA AUTARCHICA"Ma nel frattempo, NON ROMPANO I COGLIONI CON SCUSE IGNOBILI PER FOTTERE LA MUSICA GRATIS. CHE TANTO IL 90 PERCENTO DEI RAGAZZOTTI NON ARGOMENTA QUESTE SCELTE, USA LA MODA E LA MASSA PER FOTTERE GLI ALTRI E INTANTO PAGA DA 1 A 3 EURI PER UNA SUONERIA DI MMERDA (e ne scaricano circa 5 milioni al mese) MA NON VOGLIONO PAGARE PIU' DI 20 c. PER UNA CANZONE INTERA.
  • HostFat scrive:
    Re: P2P=furto?
    A me vien da pensare che anche la malavita abbia perso moltissimo a causa del p2p ... può essere?Può essere che il p2p abbia dato dispiacere sia alla distribuzione legale che alla distribuzione organizzata illegale?Ha colpito chiunque potesse avere un guadagno dalla distribuzione di questi materiali.
  • Anonimo scrive:
    Bellissimo
    http://www.rai.it/news/articolonews/0,9217,82704,00.htmlLa protezione del diritto d'autore e' un ostacolo allo sviluppo delle telecomunicazioni o questo sviluppo uccidera' il cinema, l'editoria e l'industria del disco? Le due posizioni estreme si sono fronteggiate nel corso del convegno romano su 'La pirateria contro le opere dell'ingegno' organizzato dall'autorita' per le garanzie nelle Comunicazioni. Da una parte Vito Alfano, rappresentante della Siae, con la difesa a oltranza del diritto d'autore e la richiesta di sanzioni anche contro l'uso personale e privato di registrazioni pirata e di copie da Internet. Dall'altra la posizione del relatore Vincenzo Franceschelli dell'universita' di Milano-Bicocca, che vede un conflitto fra la tutela troppo stretta del diritto d'autore e il libero sviluppo delle telecomunicazioni e in particolare di internet. Nel suo intervento lo studioso ha ripercorso la breve ma tumultuosa storia della cosiddetta pirateria: dalle fotocopie illegali di testi scritti, alla pratica di scaricare dalla Rete gratuitamente i brani musicali, fino al boom delle videocassette e dei dvd pirata e ai film scaricati da internet. Secondo Franceschelli, il punto di equilibrio e' nella difesa dell'uso personale delle registrazioni: un modo per non imbrigliare (messo che sia tecnicamente possibile) lo sviluppo delle telecomunicazioni. L'uso personale non garantisce un bel nulla, ribatte il rappresentante della Siae: nel momento in cui ci si avvia a una situazione in cui tutti avranno un computer a disposizione e un facile accesso a internet, tutti potranno ascoltare musica e vedere film gratis, le industrie della musica, del cinema e del libro chiuderanno. "Se io fossi Bin Laden- ha detto per paradosso Alfano - anziche' spendere tempo e denaro ad addestrare piloti suicidi per gli aeroplani, aprirei un piccolo sito in un paese africano o asiatico e metterei in Rete gratuitamente tutti i nuovi film. Cosi' in un paio d'anni Hollywood chiuderebbe e la nostra stessa civilta' occidentale andrebbe in crisi con i suoi valori di libera circolazione delle idee e di produzione culturale". MORALE:meno male che c'è gente come Alfano che tutela i diritti degli autori...io proporrei per mandarlo a Zelig...ATTENTATO!!! oppure 1) è il solito raccomandato del politico di turno 2) Ha davvero paura che non si possa più comprare l'ultima Ferrari
  • Anonimo scrive:
    Meglio ladri che mafiosi come le majors!
  • lupocattivo scrive:
    P2P=furto?
    Noto con profondo rammarico che ancora ci si dibatte attorno al misterioso quesito. Personalmente io credo che una copia mp3 sia come l'abito che una volonterosa sartina realizza per se, prendendo "a modello" quello prodotto dalla "grande firma".Occorre poi capire quale sia il "valore sottratto" ai cosiddetti detentori dei "diritti connessi". Per quanto ne so io sembra che la musica sia commercializzata "un tanto al kilo". Come dire che un "Rembrabdt" lo posso acquistare allo stesso prezzo di una "crosta" qualsiasi.... O meglio, vorrebbero farmi pagare una sua "fotocopia" come se fosse l'originale"... domani telefono a Christie's e gli vendo l'idea. Ma nella musica.... è diverso...obbietterà qualcuno. Non credo proprio! Nella musica l'originale è il pezzo "dal vivo", il resto è "fotocopia" e come tale dovrebbe essere commercializzato a prezzi "minimi". Il compito delle case discografiche dovrebbe essere quello di produrre i cosiddetti "album" con tutto quel corredo di contorno che fanno la gioia di noi clienti (per i quadri lo si fa producendo le "litografie"). Purtroppo Mazza e co. non hanno capito che a noi piace avere la nostra bella "collezione".... Taluni dedicano persino una parete se non un'intera stanza per tenere in bella mostra gli originali. Certamente siamo cresciuti nel gusto e visti i prezzi "da rapina" praticati nel settore, e la cattiva abitudine di "chiudere" l'album con pezzi di "riempimento", spesso utilizziamo gli mp3 come "assaggio" prima di passare all'acquisto. Alla fine di tutto il ragionamento a me (e spero a molti altri) il P2P appare come un fenomeno relativamente poco incisivo su quello che dovrebbe e potrebbe essere il mercato della musica. Dovrebbero preoccuparsi e molto invece di quel mercato "illegale" gestito dalla malavita (quella vera) che pone in commercio copie spesso indistinguibili dagli originali, bollino SIAE incluso. Chiudo quì, per non essere inutilmente prolisso, ma credo di aver interpretato il pensiero di molti ex clienti delle majors, causati dalla inettitudine commerciale di quest'ultime più che dall'avvento del P2P.Un caloroso ciao a tutti dal Lupo.
  • Anonimo scrive:
    Re: State scaricando?
    - Scritto da: avvelenato
    - Scritto da: Anonimo

    Così, per curiosità

    no, sto solo sharando.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 18/07/2004 20.06.15Col mulo o con DC?;)
  • avvelenato scrive:
    Re: State scaricando?
    - Scritto da: Anonimo
    Così, per curiositàno, sto solo sharando.==================================Modificato dall'autore il 18/07/2004 20.06.15
  • Anonimo scrive:
    State scaricando?
    Così, per curiosità
  • Anonimo scrive:
    Re: Non capiscono che così è peggio!
    Vorrei dire la mia sull'uso dei sistemi P2P...Io penso che le major partino da un presupposto sbagliato...io penso che la gente che scarica musica, film o altro non lo faccia perchè gli fa piacere fare qualcosa di illegale...ma solo per poter sentire l'ultimo successo di Vasco..che nn tutti possono permettere di comprare "legalmente" visti i prezzi improponibili!!Io penso che a tutti faccia piacere avere il cd originale con il libretto rispetto a quello comprato dal'extra-comunitario che magari si sente male e che ha una copertina stampata a bassa risoluzione...!Io il cd originale lo compro solo quando lo trovo in offerta a 5-7? o magari comprato usato su ebay o nei negozi...nel frattempo...sento quello scaricato da internet....!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Non capiscono che così è peggio!
    - Scritto da: TADsince1995

    Sinceramente non ho mai fatto un grosso uso
    del p2p, anche perchè non ho i mezzi
    per farlo (sono ancora con la 56k!)
    però mi viene da ridere a vedere come
    le major sbraitano contro il fenomeno e come
    siano così ciechi da non capire che
    ormai il p2p è nell'anima della rete,
    legale o illegale che sia. Bloccando Napster
    hanno dato inizio loro stessi a un processo
    incontrollabile che nemmeno tutte le polizie
    e le gdf del mondo potranno mai arrestare.beh anche quando sono state create le droghe sintetiche come l'acido lisergico o l'XTC si e' creato un processo incontrollabile che nessuna polizia puo' arrestare .. pero' la polizia lo contiene discreatamente , si e' creato una sorta di equilibrio tra drogati, spacciatori e retate. Lo stesso dovrebbe avvenire con il P2P ma in fretta, prima che la piaga si diffonda troppo.. ovviamente parlo di chi condivide opere illegalmente
    Dopo Napster sono nate tantissime
    alternative e oggi i sistemi di filesharing
    proliferano a dismisura.anche le droghe sintetiche si sono diffuse a macchia d'olio

    Ma io penso che più loro attaccano
    con sistemi anni '40 tipo sequestri e
    processi vari, peggio sarà. Il p2p
    sta andando nella direzione dell'anonimato
    quasi totale. Stanno nascendo dei network
    pensati in modo da garantire l'anonimato
    assoluto e la quasi impossibilità di
    essere rintracciati, dico "quasi"
    perchè si potrebbe pure venir
    rintracciati, ma ci vorrebbe uno spiegamento
    di forze e di tempo impensabile per
    rintracciarne UNO, figuriamoci milioni...invece e' semplice, se uno condivide cose legali non serve la criptazione , se si nasconde vuol dire che intrinsecamente fa qualcosa di illegale, tornando al paragone di cui sopra, se un poliziotto vede un tipo che distribuisce sconti per il circo si ferma e prende un biglietto, se vede un tipo semimascherato che si mimetizza consegnando francobolli nell'oscurita' e' uno che spaccia LSD di sicuro ;D
    Quindi una volta che si renderanno conto di
    non poter fare nulla contro i sistemi
    criptati diranno "il p2p è illegale e
    basta" a prescindere dall'uso che se ne fa.vedi sopra , chi condivide roba legale non ha bisogno di nascondersi , i p2p criptati non fanno altro che accelerare la morte del P2P di qualunque tipo
    Spero si rendano conto che questo fenomeno
    non è bloccabile con la "forza", ma
    con la "strategia".basta iniziare con le multe e vedrai che fine fanno i milioni di P2Peer

    TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: Un link utile
    - Scritto da: Anonimo
    il link sarà utile ma il pdf
    è assolutamente inutile.Preferivi un .doc? :|
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    Ok chiuso è veramente noioso.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
  • Anonimo scrive:
    ??? < (g.mondi)

    Basta con la storia dei ladri, stavolta
    l'avete tirata fuori voi.
    Vorra' dire che seguiro' siti con
    giornalisti meno ignoranti e con meno
    trolls.Ciaonon solo il titolo e' provocatorio, com'e' ovvio se segui PI, ma credo che il contenuto di quanto scritto lo renda palese. Se poi leggi cose precedenti scritte da me su questo tema potrai essere ancora piu' certo della cosa.Per quanto riguarda PI, la redazione ha solo mantenuto un titolo che avevo dato io al mio commento.Gilberto
  • Anonimo scrive:
    Re: Il buon Gilberto.... < (g.mondi)

    ... sarei curioso di sapere quando prende
    dalle varie telecom e compagnia per
    esprimere questi concetti che alimentano
    solo i guadagni dei provider.Dici che dovrei farmi pagare?Se questo e' quello che deduci dal mio commento forse varebbe la pena provarci.Gilberto
  • Anonimo scrive:
    E il mulo lo prese nel...
    Speriamo che non sia così alla fine del mese:s
  • Anonimo scrive:
    Re: punto informatico buffone
    è sparito un pezzo di topic sucsa.Dicevo che il titolo era stato scelto da Mondi come da lui stesso detto in un topic e che era volutamente provocatorio..PS non so se Mondi prende qualcosa dagli isp (come s'insinua in altri topic) ma di certo non guadagna sulle visite a PI
  • Anonimo scrive:
    Il buon Gilberto....
    ... sarei curioso di sapere quando prende dalle varie telecom e compagnia per esprimere questi concetti che alimentano solo i guadagni dei provider.Sveglia!Discografici e cinematografari sono dei cavernicoli, il vero pericolo per la libertà è che ci facciano credere di averla raggiunta quando in realtà la connessione alla rete è controllatissima (almeno nel 99% dei casi).Facciamo una scomessa? Che quando tutti i produttori di contenuti saranno schiattati (manca poco) i cataloghi di contenuti verranno acquisiti dai provider e improvvisamente tutto diventerà a pagamento? La storiella delle pay tv non vi dice niente? Una volta il tennis, la pallavlo, il basket e molte partite di calcio erano gratis............
  • Anonimo scrive:
    Ekleptical lo fa apposta
  • Anonimo scrive:
    Re: punto informatico buffone
    A parte che si capisce poco di cio' che hai detto, non ti sfiora il dubbio che con i titoli "provocatori" (di cui non c'era affatto bisogno, visto che si e' arrivati all'esasperazione) essi ci campino ?
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    si infatti hai ragioneciao
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    bravo bravo peccato che tu non hai capito neanche quella iniziale che avrebbe capito un bambinovai a laura' :D
  • Anonimo scrive:
    Re: punto informatico buffone
    - Scritto da: Anonimo
    Basta con la storia dei ladri, stavolta
    l'avete tirata fuori voi.gurda che come detto da lui stesso in altri post il titamente provocatori...informati prima di fa figureemmè
  • Anonimo scrive:
    punto informatico buffone
    Basta con la storia dei ladri, stavolta l'avete tirata fuori voi.Vorra' dire che seguiro' siti con giornalisti meno ignoranti e con meno trolls.PI, e' un consiglio, creare ad arte i trolls oppure farli esporre in questa maniera, alla lunga, non paga.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    Detto da te è una barzelletta, non ti capisci da solo,il bello è che stavi rimarcando e spiegando.....Evita per favore.Eccoti la tua perla:"non capisco la tua sorpresa, forse hai confuso il soggetto rileggi bene la frase, non tutti [sottinteso utilizzatore di filesharing] (magari solo l'1%) non viola il c."io la frase l'ho riletta bene :"non tutti [sottinteso utilizzatore di filesharing] (magari solo l'1%) non viola il c"e tu?Non si direbbe.Ciao,ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo
    nel tuo caso ti
    insegneranno un po' di grammatica e
    sintassi, muahahahaha il bue che dice cornuto all'asino :D
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    Ps Questo balletto è sempre più inutile dal momento che alla fine ci siamo capiti.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    Come ho già detto avevo letto male il primo post (detto qui http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690904) nel secondo post :http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690609tu mi facevi di nuovo presente il tuo punto di vista dicendo l'esatto contrario,ovviamente mi sono fidato e non sono andato a controllare, il post è tuo e a quello ho risposto.Se non ti capisci da solo come ti possono capire gli altri?Non ci sono corsi di recupero per distratti e quindi vado a mare,nel tuo caso ti insegneranno un po' di grammatica e sintassi, magari accoppialo a un corso di buone maniere e modestia .Di certo non ti fa maleCiao,ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    mio posthttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690606tua risposta in cui credi che l'1% sia chi lo usa illegalmente e non il viceversahttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690607bye byeci vediamo per i corsi di recupero
  • Anonimo scrive:
    Re: Un link utile
    il link sarà utile ma il pdf è assolutamente inutile.
  • Anonimo scrive:
    Re: re.............
    Peccato siate 4 gatti.....
  • Anonimo scrive:
    un titolo sbagliato? - (g.mondi)
    Ciaonon sono della redazione di PI ma quello e' il titolo che ho scelto per il mio commento e che e' stato mantenuto dalla redazione, credo, perche' provocatorio. La corrispondenza tra quanto scritto (per esempio sulla consapevolezza dell'illegalita') e il titolo a mio parere crea una provocazione interessante. Evidentemente mi sbagliavo.SalutiGilberto
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    La pietra dello scandalo è in quello successivo e per quello era la risposta con la considerazione sul doppio non,è inutile che la meni.Sul primo ho già detto.In quale post mi avresti rimandato al primo?Hai semplicemente precisato e citato te medesimo facendo un macello e a quello ho risposto,chi si immaginava che tu non sapessi quello che avevi scritto nel tuo post precedente. Quali soggetti?Avevi solo un minestrone di non, verbi mal coniugati e parentesi tonde, evidentemente non tornava neanche a te ;).Ciao,ciao :D:D:D:D:D:DPs Tutti si sbaglia, ma hai veramente esagerato.
  • Anonimo scrive:
    generazione egoista
    mi ricollego al 3d "E gli amanuensi?", per leggerla da un altro punto di vista,quella generazione, gli ammanuensi appunto, hanno con generosità donato ai posteri cultura e conoscenza "for free"questa generazione non si comporta con altrettanta generosità: pensiamo, oltre alla negazione della libera cultura, allo scaricare debiti pubblici da paura sulle spalle dei giovani (chi pagherà le pensioni di lorsignori se non i giovani p2pisti di oggi?)anche questa credo sia una delle componenti.ciao a tuttimax
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo
    Mi sembrava strano e sono andato a
    ricontrollare,per il post originale confermo
    quanto detto,ho incrociato i post, bravo ora hai capito?
    ma per
    la doppia negazione mi riferivo a questo:
    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690609infatti ti avevo già detto che li avevo sbagliato per foga e ti avevo rimandato al post originariohttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690606
    Oltre all'analisi logica ridarei
    un'occhiatina anche a quella grammaticale
    hai mescolato in maniera audace singolare e
    plurale.errori che nel post originale non c'erano
    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690609 e non mi venire a dire che ti sei confuso con quello dopo perchè la risposta in cui ai confuso i soggetti è venuta prima...bye bye :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Giriamo sempre in tondo..
    Si ma se i cd costassero di meno credo che una parte di scrocconi inizierebbe a comprare perché il gioco no vale la candela, meglio originale che le sanzioni(o peggio),ma se il costo rimane alto allora uno il rischio lo corre.
  • Anonimo scrive:
    Re: COMPRARE LA MUSICA FA SCHIFO!
    - Scritto da: fasibia


    IL CDèCOSABRUTTAECOSAINGIUSTA



    PS. Questo post non e' ironico..

    vorrei tanto sapere CHI ha votato
    "interessante" questo interventoLo psichiatra che ha in cura l'invasato autore del post ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    Mi sembrava strano e sono andato a ricontrollare,per il post originale confermo quanto detto,ho incrociato i post, ma per la doppia negazione mi riferivo a questo:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690609"non capisco la tua sorpresa, forse hai confuso il soggetto rileggi bene la frase, non tutti [sottinteso utilizzatore di filesharing] (magari solo l'1%) non viola il c." [taglia incolla]Le battute te le risparmio, fattele da solo,prima di dar lezioni controlla quello che scrivi,un errore può scappare a chiunque. Oltre all'analisi logica ridarei un'occhiatina anche a quella grammaticale hai mescolato in maniera audace singolare e plurale. Forse volevi dire :"non tutti,magari solo l'1%, violano il c"Comunque sia, bisogna che ti decidi,share di materiale open o difesa ad oltranza del p2p di materiale coperto da c.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    l'antitrust è un po' lento ma

    funziona bene,

    E' VERO!!! per una volta devo spezzare una
    lancia a favore di questo tizio e concordare
    con lui. Infatti come tutti sanno negli
    ultimi dieci anni i prezzi dei CD nuovi sono
    costantemente scesi, quasi dimezzati, ed
    inoltre quando ci sono nuove uscite i prezzi
    sono diversissimi da CD a CD. Inoltre oggi
    comprare un CD costa molto meno di quanto
    costava comprare un LP nel 1985 (compresa l'
    inflazione). Grazie antitrust! Grazie
    majors! Abbasso il P2P!

    Bravo, finalmente un commento sensato.Evidentemente non giri per negozi di musica. I l prezzo varia di parecchio da negozio a negozio,se poi ti fa fatica vai in edicola o scarica dai negozi a pagamento sul web.Il p2p è un clamoroso abuso.


    nessuno ti autorizza a farti

    giustizia da solo.

    E' GIUSTISSIMO! Quando lo stato non tutela i
    semplici cittadini ma si comporta
    ingiustamente e difende solo gli interessi
    dei potenti non bisogna agire o protestare o
    disobbedire ma bisogna lobbyzzare i governi
    per farsi fare leggi su misura in modo da
    rafforzare i propri privilegi. Ma possibile
    che questi ladri non lo vogliano capire???
    Sui governi lobbyzzati ci andrei piano,finora vi hanno evitato le sanzioni penali che le lobby volevano da tempo, ma avete veramente esagerato e la corda si è rotta.Era proprio indispensabile mettere a giro le ultime uscite?

    Comunque non prendiamoci

    in giro qui vogliono scaricare e basta
    poche

    scuse.

    Ancora una volta non posso che annuire!
    Volete solo scaricare!! Non volete comprare
    ma scaricare!!! Io spero che il P2P venga
    chiuso così smetterete di scaricare
    SENZA ricominciare a comprare così
    tanti artisti verranno finalmente mollati
    dalle loro etichette e torneranno a lavorare
    in fabbrica. Finalmente potrò
    lavorare accanto a ER PIOTTA il mio idolo
    preferito!!!! GRAZIE A TUTTI !!!!!
    Hai visto trovi anche lavoro che vuoi di più!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo




    Se non leggessi solo Topolino e PI

    SEEEE, figurati se lui legge qualcosa
    diverso da PI e Topolino, non perdere tempo
    a spiegarglielo tanto questi P2Pari sono
    tutti uguali.


    sapresti

    che l'antitrust ha già
    bastonato le

    major una volta (97)

    Tanto i P2Pari non ti ascoltano, è
    inutile, come fai a fargli capire che l'
    antitrust americano ha indagato le major e
    che queste erano talmente nel giusto ed
    erano talmente palese che erano innocenti
    che non sono andati neppure al processo!!!!
    Infatti hanno patteggiato prima ancora di
    andare in aula ed hanno pagato un
    risarcimento in buona parte sotto forma di
    CD, che sono carissimi e a loro costano
    tantissimo!!! Per questo è stato un
    colpo durissimo per le majors, perché
    con quello che costano i CD (20 euro) dover
    devolvere un milione di CD gratis prodotti
    da loro stesse è come se avessero
    speso 20 milioni di euro una cifra tremenda
    per delle semplici etichette discografiche
    ed hanno talmente imparato la lezione e
    promesso di non farlo più che oggi
    siamo veramente in una situazione di
    non-monopolio. Ma vaglielo a spiegare a chi
    scarica...
    Fornisco cd musicali alle scuole così chi scarica non deve spendere migliaia di euro tra computer cd-dvd, carte di credito, connessione adsl, per fare i comodi propri,poveri nulla tenenti.Hai visto come sono generose.Comunque nel '98 han pagato in pecunia,controllare.



    Mica tanto se poi finanziano le
    aziende del

    settore in crisi con i soldi miei.

    Siamo in piena sintonia!! Infatti i
    finanziamenti al cinema esistevano
    già da prima che la banda larga
    (quella cosa che permette di scaricare i
    film) si diffondesse, le aziende erano
    già in crisi perché sapevano
    che un giorno sarebbe arrivato il mostruoso
    P2P e quindi mettevano (giustamente e
    legalmente) da parte i finanziamenti
    pubblici per i tempi duri a venire. Ma
    vaglielo a spiegare a questi scaricatori
    folli...
    I finanziamenti al cinema non si applicano come dici tu, non c'entra nulla, altri, vedi FIMI e affini, non prendono neanche quelli.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo




    No il problema è la violazione
    del

    diritto d'autore che è
    illegittima,

    Esatto. Il diritto d' autore è
    sacrosanto è scritto come un diritto
    inalienabile in tutte le costituzioni del
    mondo infatti ci fu a suo tempo una proposta
    di emendare l' art.1 della costituzione
    italiana: "L' italia è una Repubblica
    fondata sul lavoro e sul diritto d' autore"
    ma i soliti comunisti non la fecero passare.
    E comunque il diritto d' autore deve essere
    più importante di altri diritti,
    certo i diritti umani, il diritto alla
    privacy ecc... tutte cose sacrosante
    però PRIMA deve venire il diritto d'
    autore perché è grazie a noi
    autori se il mondo progredisce e va avanti,
    il mio amico DJ Francesco infatti ha
    portato con la sua canzone (copiata)
    più benefici al mondo della
    penicillina ed è giusto che egli
    riceva una rendita vitalizia per questo e
    chi gliela vuole sottrarre è solo un
    ladro ed invidioso.
    Blah,blah,blah,assolutamente inconcludente.Evidentemente se è riuscito a copiare evitando una denuncia per plagio è stato bravo,se non brilli per originalità prova a fare lo stesso.Ah non sai fare neanche questo....peccato vuol dire che comprerai i cd di chi lo sa fare.

    le equazioncine le lascio alla FIMI.
    Certo

    non è un fenomeno da trascurare

    Concordo! Infatti se io prendo un CD e ne
    faccio 1000 copie sul mio hard disk io sto
    sottraendo 20.000 Euro agli autori e causo
    20.000 euro di danni all' industria e questo
    non è giusto per non parlare delle
    tasse evase su queste mille copie di un CD
    sul mio hard disk. Inoltre se tutti
    facessimo tante copie di CD sui nostri hard
    disk (la faccio, la cancello, la faccio, la
    cancello e così via) e poi pagassimo
    20 euro per ognuna delle copie che abbiamo
    fatto gli artisti avrebbero molte più
    retribuzioni come giustamente si meritano e
    si creerebbero moltissimi posti di lavoro e
    l' economia si riprenderebbe.
    Con quello che dici evidentemente a te si applica bene l'equazione FIMI 1:1;anche te con la storia dei posti di lavoro,tipica di chi vuol fare il comodo proprio con la roba d'altri. E' una scusa buona per ogni stagione.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo


    Quale bollino ,ne vedi a giro ? Non
    l'hanno

    adottato neanche i siti commerciali e

    mancano i decreti attuativi,se ti
    riferisci

    alla legge Urbani.

    vero ma se non ci sono le modifiche qualcosa
    si deve fa, c'è anche un esposto che
    dovrà fare il suo corso
    e inoltre la tassa sui masterizzatori
    gradirei non pagarla
    Han già detto che la cambiano e nessuno l'ha adottato con il p2p non c'entra nulla.Per il resto basta rinunciare alla copia privata non so se è un affare.


    Mi sa che nel periodo originale
    c'è

    un non di troppo.

    Comunque ok ora ci siamo capiti,
    così

    mi torna. :)






    no, il non di troppo c'è ora, il
    periodo originario era:
    "ci vuol tanto a capire che non
    tutti (magari solo l'1%) usano il p2p per
    violare il c." [fatto con un taglia incolla]
    il che, per chi sa leggere e conosce
    l'analisi logica (3 media, non chiedo molto)
    significa, svolgendo l'implicito,
    esattamente:

    non tutti usano il p2p per violare il
    copyright e imho la parte che lo usa
    legalmente è quantificabile come
    minimo all'1%

    questo è quello che c'è
    scritto, capisco che non tutti hanno quel
    titolo di studio, ma non potevo essere a
    conoscenza del livello culturale del mio
    interlocutore
    Avevo letto male ,sorry,stavo leggendo anche altri post e li ho incrociati; ciò non giustifica il tuo comportamento.In linea di massima ti consiglio di evitare certi apprezzamenti,è già la seconda volta.Il tuo interlocutore potrebbe non gradire, conta fina a trenta prima di insultare sconosciuti.Comunque è evidente che l'educazione a scuola non la insegnano proprio.



    Questo nessuno glielo ha mai tolto sono

    molto meno sprovveduti di quel che non
    si

    creda.

    eh già, hai ragione sanno anche
    leggere e firmare (o mettere una x, o far
    firmare qualcuno per loro) petizioni
    :DTeoria diffusa ma i fatti la smentiscono, sanno benissimo cosa firmano.Tutta qui la tua difesa del p2p di materiale coperto da (c), un po' di offese e di ovvietà che non c'entrano nulla? Un po' fragilino.
  • Anonimo scrive:
    Re: "P2P, milioni di ladri"


    Sbagliato !

    Se sei in un luogo pubblico ti fotografo
    quanto mi pare e non ti devo niente !

    Studia che è meglio....che non gli devi niente è certoche tu possa fotografarlo quanto vuoi dubito, almeno a giudicare dalla 196/2003
  • HostFat scrive:
    Re: re.............
    Come funziona la storia della legge? Le leggi servono per far si che la maggioranza le rispetti. Per far si che la maggioranza ne possa godere.Uccidere è vietato xkè porterebbe danno alla maggioranza della gente no?Considerate i vantaggi e gli svantaggi del p2p. E considerati i vantaggi e gli svantaggi delle "attuali" leggi sul copyright/diritto d'autore. Ora per tutti questi vantaggi e svantaggi considerate la maggioranza dove si trova ...==================================Modificato dall'autore il 17/07/2004 20.05.18
  • Anonimo scrive:
    Re: re:basta...................
    - Scritto da: Anonimo
    mi sono rotto il azz di questa crociata
    contro il p2p la soluzione semplice :chi la
    vuole usare la usa e se incopmbe in sanzioni
    sono azz suoi ,chi invece è contro
    non l'ha usa e basta.:|:|:|:|:|è la cosa più sensata che ho letto finora qua dentro!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: re.............
    Allora se si e' tanti nell'infrangere una legge, si puo' fare di tutto?
  • Anonimo scrive:
    re.............
    siamo in tanti e non ci fermeranno.....................:@:@
  • Anonimo scrive:
    re:basta...................
    mi sono rotto il azz di questa crociata contro il p2p la soluzione semplice :chi la vuole usare la usa e se incopmbe in sanzioni sono azz suoi ,chi invece è contro non l'ha usa e basta.:|:|:|:|:|
  • avvelenato scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    l'antitrust è un po' lento
    ma


    funziona bene, nessuno ti
    autorizza a

    farti



    eoooo già

    funziona benissimo

    LOL



    ps la marmotta che incarta cioccolata
    lavora

    lì?

    Se non leggessi solo Topolino e PI sapresti
    che l'antitrust ha già bastonato le
    major una volta (97) e sono di nuovo sotto
    inchiesta,ergo funziona.Per le industrie del
    cioccolato non so,non credo comunque la
    marmotta sia perseguibile a termini di
    legge.
    quando per eccesso di velocità mi faranno una multa di 10cents potrò dire che la giustizia è uguale per tutti.






    giustizia da solo.



    mai detto questo


    E' quello che fai se usi il p2p con questa
    scusa




    Comunque non prendiamoci


    in giro qui vogliono scaricare e
    basta

    poche


    scuse.

    affari loro

    Mica tanto se poi finanziano le aziende del
    settore in crisi con i soldi miei.indignati, è un problema di chi appoggia certi finanziamenti, non certo dei p2pari.
  • avvelenato scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Ekleptical

    deciditi, le vendite aumentano o

    diminuiscono?

    Finora erano in crollo libero. Questo, dai
    primi dati, sembra l'anno del recupero, a
    livello USA.
    In Italia il mercato musicale è morto
    da anni, anche prima di Napster se la
    passava male. E' una frazione ridicola
    rispetto al resto dei mercati nazionali
    europei, nonstante l'Italia sia uno dei
    più popolosi paesi d'Europa.



    no perché, se le vendite
    aumentano

    e se itunes tira nonostante il p2p

    perché tanta ostinazione contro
    il

    p2p?

    Beh, legalizzarlo non si può, come le
    sigarette di contrabbando, quindi bisogna
    sempre rompere i maroni. E senza p2p il
    mercato online sarebbe molto più
    sviluppato. Mi puoi dire che 20 euro sono
    tanti per un CD, ma 1 euro per un brano se
    lo può permettere chiunque... e
    considerando quanti milioni di suonerie a
    2-3 euro si vendono, fatti 2 conti.soggettivamente può essere poco, e non escludo di potervi fare qualche compera lì (ci sarebbe sex dwarf dei soft cell che mi farebbe comodo avere con un buon ripping e bitrate)cmq questo è quanto ho scritto a (c)warrior riguardo ai prezzi: poi c'è il fattore prezzi, che però imho è strettamente legato alla qualità, e in secundis a discorsi più politico-economici:1 dollaro o euro a brano, per un aac a 128kbps, per giunta drm e che per poterlo convertire in mp3 (da ascoltare sul lettore portatile) devo masterizzarmici prima 1cd.. imho non ne vale la pena.il discorso politico economico invece è questo: si sà che dei 99cents, circa 60 vanno alle etichette in royalities.Non è vergognoso? Se andassero agli artisti, li spenderei volentieri (anche se vorrei vedere dove andrebbero a pescare i the twins, dei quali desiderei parecchio una versione ben rippata di "Face to face (heart to heart)" )Ma vanno a gente CHE NON FA NIENTE!Anzi hanno ostacolato tutti questi sistemi!Itunes fa IL RIVENDITORE DEL RIVENDITORE! dimenticavo: se i sistemi di distr. online non rendono è solo colpa loro.E' colpa dei drm che sono poco elasticihttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=688955e che francamente abolirei in toto.Se ci pensi è lo stesso motivo per il quale la sony, al di là del Cipango e di qualche invasato nostrano (:D) non vende molti minidisc e neanche lettori "mp3/atrac"... te lo dico con cognizione di causa, visto che stavo per comprare un net-minidisc e poi leggendone le specifiche ci ho ripensato.==================================Modificato dall'autore il 17/07/2004 18.20.20
  • avvelenato scrive:
    Re: Courtney & C.
    - Scritto da: Ekleptical

    dipende da tante cose, il post te l'ho

    copiato, evidentemente i Milanesissimi

    Lacuna Coil non avevano favori da fare a

    qualcuno dello showbiz (o non avevano
    voglia

    di fare favori, e se pensi che Cristina

    Scabbia è pure carina -ma

    fidanzatissima- capisci che generi di
    favori

    intendo)

    Io questi che credono che ci sia una
    congiura nefasta da parte delle major che
    obbligano la gente ad ascoltare robaccia
    (che peraltro non è sempre vero) non
    li ho mai capiti.

    Mi sembrano sempre persone un po' frustrate,
    che vorrebbero condividere le loro passioni
    musicali, ma che non trovando nessuno fra
    amici e conoscenti, si incazzano ed
    increduli se la pigliano con le major o
    quant'altro.

    Personalmente non ho mai cercato
    l'"approvazione" di nessuno. Me ne frego e
    sto benissimo anche con un CD che non
    conosce nessuno nel raggio di 20 Km tranne
    me. La cosa non mi crea problema alcuno.

    Anzi, avendo l'attitudine allo "scopritore
    di talenti", mi fa piacere passare CD in
    giro o far ascoltare roba ad altra gente e
    mi vanto di aver fatto "scoprire" ad amici e
    conoscenti molti artisti poi diventati
    famosi anni prima che lo fossero. Il fatto
    è che, quando propongo le cose
    più strane, nella gran parte dei casi
    non incontrano. E piantiamola una buona
    volta con 'sta storia delle major.

    Musica particolare vuol dire sensazioni
    particolari e quindi pubblico particolare.
    E' inevitabilmente così. In rari
    casi, non prevedibili, ci può essere
    l'incontro con la sensibilità di
    massa, ma in genere rimangono mondi lontani.

    Alla maggior parte della gente della musica
    non frega granchè. Gli basta sentire
    il pezzo carino e divertente per zompettare
    o per allietarsi la giornata, o per piangere
    delle proprie disgrazie sentimentali con
    Pausini & c.
    Stop!

    Ergo, alla maggior parte della gente di
    musica impegnata, fuori dagli schemi e
    difficile, non frega proprio niente. Non
    è quello che cercano dalla musica.

    Ragion per cui, anche in un mondo privo di
    major che "controllano" il gusto, la gente
    ascolterebbe lo stesso la Britney di turno
    (che peraltro ha ottimi produttori, che
    conoscono i gusti del pubblico... è
    il loro lavoro).

    Chi pensa il contrario è un illuso.

    Il mondo è bello perchè
    è vario. Convivi con la tua
    "anomalia" rispetto alla massa! Che problema
    c'è? (Io me ne vanterei... questione
    di gusti! :D)

    Peraltro farei notare che chi ama la musica
    non ascolta Britney, ma la buona musica se
    la va a cercare. E' solo chi non ha la
    passione che ascolta "robaccia".a questo punto penso che tu non conosca i Lacuna Coil.ti aggiorno, è una goth metal band banalotta che ha copiato a mani larghe da tiamat, the gathering, e decine altri.btw a me nella loro ingenuità risultano (risultavano, prima di Comalies) gradevoli.Li ho fatti ascoltare a un po' di persone potenzialmente interessate, e hanno gradito. Oggettivamente piacciono; ovviamente targettizzando accuratamente l'audience.Però il discorso che fai te sul fatto che alla gente solitamente non piaccia la musica strana e non le interessi la musica se non per zompettare è verissimo; ci sono arrivato anche io, da un po', ma anche io.il punto è: mai sentiti gli Evanescence?ecco, sono sputati ai Lacuna Coil.Solo che i Lacuna Coil sono milanesi, sono validi tecnicamente, e su mtv ci sono andati solo da pochissimo e qualche passata sporadicaPerché hanno puntato sugli Evanescence e non sui Lacuna Coil? noi non lo sapremo mai, io però ho qualche sospetto. Legato anche al fatto che l'italia e la musica sono agli antipodi, e che si preferisca puntare tutto su una band ingenua che rinuncia inconsapevolmente ad ogni profitto con contratti capestro, e che potrebbe anche sparire nel giro di una stagione, che ad una band che ha la possibilità di evolversi ma pretende di guadagnarci.per il resto, ti assicuro che il p2p cambia più persone di quanto tu possa immaginare: io ne ho viste di persone alle quali sembrava non fregar nulla della musica, essendo sfiduciati da un sistema che neanche presentava loro l'esistenza di determinate realtà (chi non è figlio di appassionati di musica; chi abita in provincia; chi non conosce molti amici; ecc)cmq è una cosa troppo bella perché possa essere stroncata: l'alternativa qual'è? andarsi a duplicarsi la duplicazione della cassetta demo della bands inculata in egitto della quale si è letto un articolo sulla fotocopia della fotocopia di una fanzine? naaah.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical

    Il fatto che in nessun altro paese ce la si
    prende con la società degli autori
    non ti fa venire il dubbio che non sia
    l'istituzione in sè il problema, ma
    la "variante" italiana?uaò sbaglio o c'è un accenno di critica?a sto punto, se non è un falso allarme, dico ekleptical for president con un po' più di convinzione
  • Ekleptical scrive:
    Re: deciditi ekleptical

    Vediamo... la SIAE esiste da un secoloGli equivalenti SIAE esistono in tutti i paesi del globo e NESSUNO se la prende con loro fra i p2pari internazionali, tranne che in Italia.La RIAA, per la cronaca, non è la SIAE USA, ma l'equivalente di FIMI.Il fatto che in nessun altro paese ce la si prende con la società degli autori non ti fa venire il dubbio che non sia l'istituzione in sè il problema, ma la "variante" italiana?
  • Ekleptical scrive:
    Re: deciditi ekleptical

    deciditi, le vendite aumentano o
    diminuiscono?Finora erano in crollo libero. Questo, dai primi dati, sembra l'anno del recupero, a livello USA.In Italia il mercato musicale è morto da anni, anche prima di Napster se la passava male. E' una frazione ridicola rispetto al resto dei mercati nazionali europei, nonstante l'Italia sia uno dei più popolosi paesi d'Europa.
    no perché, se le vendite aumentano
    e se itunes tira nonostante il p2p
    perché tanta ostinazione contro il
    p2p?Beh, legalizzarlo non si può, come le sigarette di contrabbando, quindi bisogna sempre rompere i maroni. E senza p2p il mercato online sarebbe molto più sviluppato. Mi puoi dire che 20 euro sono tanti per un CD, ma 1 euro per un brano se lo può permettere chiunque... e considerando quanti milioni di suonerie a 2-3 euro si vendono, fatti 2 conti.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical

    Quale bollino ,ne vedi a giro ? Non l'hanno
    adottato neanche i siti commerciali e
    mancano i decreti attuativi,se ti riferisci
    alla legge Urbani.vero ma se non ci sono le modifiche qualcosa si deve fa, c'è anche un esposto che dovrà fare il suo corsoe inoltre la tassa sui masterizzatori gradirei non pagarla
    Mi sa che nel periodo originale c'è
    un non di troppo.
    Comunque ok ora ci siamo capiti, così
    mi torna. :)

    no, il non di troppo c'è ora, il periodo originario era:"ci vuol tanto a capire che non tutti (magari solo l'1%) usano il p2p per violare il c." [fatto con un taglia incolla]il che, per chi sa leggere e conosce l'analisi logica (3 media, non chiedo molto) significa, svolgendo l'implicito, esattamente: non tutti usano il p2p per violare il copyright e imho la parte che lo usa legalmente è quantificabile come minimo all'1%questo è quello che c'è scritto, capisco che non tutti hanno quel titolo di studio, ma non potevo essere a conoscenza del livello culturale del mio interlocutore
    Questo nessuno glielo ha mai tolto sono
    molto meno sprovveduti di quel che non si
    creda.eh già, hai ragione sanno anche leggere e firmare (o mettere una x, o far firmare qualcuno per loro) petizioni :D
  • Ekleptical scrive:
    Re: Courtney & C.

    dipende da tante cose, il post te l'ho
    copiato, evidentemente i Milanesissimi
    Lacuna Coil non avevano favori da fare a
    qualcuno dello showbiz (o non avevano voglia
    di fare favori, e se pensi che Cristina
    Scabbia è pure carina -ma
    fidanzatissima- capisci che generi di favori
    intendo)Io questi che credono che ci sia una congiura nefasta da parte delle major che obbligano la gente ad ascoltare robaccia (che peraltro non è sempre vero) non li ho mai capiti.Mi sembrano sempre persone un po' frustrate, che vorrebbero condividere le loro passioni musicali, ma che non trovando nessuno fra amici e conoscenti, si incazzano ed increduli se la pigliano con le major o quant'altro.Personalmente non ho mai cercato l'"approvazione" di nessuno. Me ne frego e sto benissimo anche con un CD che non conosce nessuno nel raggio di 20 Km tranne me. La cosa non mi crea problema alcuno.Anzi, avendo l'attitudine allo "scopritore di talenti", mi fa piacere passare CD in giro o far ascoltare roba ad altra gente e mi vanto di aver fatto "scoprire" ad amici e conoscenti molti artisti poi diventati famosi anni prima che lo fossero. Il fatto è che, quando propongo le cose più strane, nella gran parte dei casi non incontrano. E piantiamola una buona volta con 'sta storia delle major.Musica particolare vuol dire sensazioni particolari e quindi pubblico particolare. E' inevitabilmente così. In rari casi, non prevedibili, ci può essere l'incontro con la sensibilità di massa, ma in genere rimangono mondi lontani.Alla maggior parte della gente della musica non frega granchè. Gli basta sentire il pezzo carino e divertente per zompettare o per allietarsi la giornata, o per piangere delle proprie disgrazie sentimentali con Pausini & c.Stop!Ergo, alla maggior parte della gente di musica impegnata, fuori dagli schemi e difficile, non frega proprio niente. Non è quello che cercano dalla musica. Ragion per cui, anche in un mondo privo di major che "controllano" il gusto, la gente ascolterebbe lo stesso la Britney di turno (che peraltro ha ottimi produttori, che conoscono i gusti del pubblico... è il loro lavoro).Chi pensa il contrario è un illuso.Il mondo è bello perchè è vario. Convivi con la tua "anomalia" rispetto alla massa! Che problema c'è? (Io me ne vanterei... questione di gusti! :D)Peraltro farei notare che chi ama la musica non ascolta Britney, ma la buona musica se la va a cercare. E' solo chi non ha la passione che ascolta "robaccia".
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia

    Per quanto riguarda il p2p rimarrà
    però sempre illegale, che piaccia o
    no ai suoi utentei, perchè danneggia
    leggittimi interessi di altre persone. Primo
    fra tutti il diritto di fare quello che
    vogliono del frutto del proprio lavoro e di
    scegliere a chi venderlo o regalarlo come
    vogliono. Il lavoro è loro e se lo
    giostrano loro.Questa fa proprio ridere... Dov'era il diritto di fare quello che vogliono del proprio lavoro quando agli 883 è stato impedito di regalare alcuni mp3 su internet?http://punto-informatico.it/p.asp?i=41024Bene se la SIAE puo decidere del lavoro di altri... chissa mai che lo possano decidere anche gli utenti del p2p..Ah.. gia ma loro sono dei ladri invece alla SIAE....
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      Questa fa proprio ridere...
      Dov'era il diritto di fare quello che
      vogliono del proprio lavoro quando agli 883
      è stato impedito di regalare alcuni
      mp3 su internet?
      Bene se la SIAE puo decidere del lavoro di
      altri...E' scorretto porre così la questione. La SIAE per associarsi prevede un contratto con l'autore. In questo contratto la SIAE si prende in toto la gestione dei diritti, cosa voluta dall'artista che firma apposta, visto che difficilmente può andare in giro per locali a controllare dove suonano il suo pezzo, ecc...In questo contratto la SIAE prevede che la gestione sia loro, totale, senza eccezioni. Tutto qua. Dato che il contratto è vincolante, se ti associ con loro la conseguenza è che non puoi più dar via gratis i brani, anche in beneficienza. Forse era meglio che leggevi prima di firmare se non ti sta bene...Il problema al solito è il monopolio SIAE. Ci fossero almeno un paio di società di raccolta diritti, le cose magari sarebbero diverse. Ma il monopolio SIAE è sancito esplicitamente dalla legge, finchè non la si cambia non c'è alternativa.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questione di filosofia

        cosa voluta dall'artista è abbastanza squallido sostenere acriticamente che la scelta dell'autore è una scelta libera...il monopolio di cui poi parli non è solo un monopolio sui diritti, ma si riflette nella possibilità di boicottare chi decidesse di stare in proprio (non è fantascienza sappiamo tutti i casi già successi)in una situazione del genere parlare di libera scelta mi sembra abbastanza ardito...mi si passi il paragone certamente paradossale (e come tale da prendere con le molle)ma se teniamo questo metro di giudizio anche iscriverisi al PNF era una libera scelta :|
      • Anonimo scrive:
        Curiosità mia...
        E l'autore puo decidere di non associarsi?Puo decidere di vendere i suoi dischi senza associarsi alla SIAE?
        • avvelenato scrive:
          Re: Curiosità mia...
          - Scritto da: Anonimo
          E l'autore puo decidere di non associarsi?
          Puo decidere di vendere i suoi dischi senza
          associarsi alla SIAE?sì.peccato che la siae la deve pagare - indirettamente - lo stesso, perché andrà a suonare in locali che la pagano, perché i borderò dei concerti verranno passati all'ispettore siae, e per giunta da questi borderò risulterà alla siae che il nome del gruppo non esiste nel loro database, e quindi i soldi... gnam!se la siae non esistesse, il locale pagherebbe la band magari un poco di più e tutto finirebbe lì.
  • Anonimo scrive:
    Re: Giriamo sempre in tondo..

    Diciamo anche che ci sono persone che anche
    se un cd audio costasse 19 euro,
    scaricherebbero lo stesso, (anche a 10 euro)
    purtroppo gli scrocconi esistono e sempre
    esisterannoOvviamente pesanvo pensavo in lire..:$
  • Anonimo scrive:
    Giriamo sempre in tondo..
    L'unico modo legale ed efficace per noi consumatori e l'astensione dall'acquisto.Fino a che si scarichera' a rullo i parassiti avranno la scusa di invocare leggi restrittive e tenere i prezzi alti.Non comprate a questi prezzi, per forza di cose mancando gli itroiti i prezzi si abbasseranno, certo c'e' sempre il rischio di richiesta di nuovi balzelli dalla parte della banda siaotti, ma lo stato non e' cosi fesso.Diciamo anche che ci sono persone che anche se un cd audio costasse 19 euro, scaricherebbero lo stesso, (anche a 10 euro) purtroppo gli scrocconi esistono e sempre esisteranno
  • avvelenato scrive:
    Re: fai questa prova
    - Scritto da: Anonimo
    Ridicolo.Bellissima scusa per scaricare e
    basta altro che storie.http://www.shingokick.supereva.it/bravo.swf
  • avvelenato scrive:
    Re: Courtney & C.
    - Scritto da: (C)Warrior


    E' un potere incredibile se ci pensi.

    Oggidì il 90% degli introiti

    provengono dall'estero, ad esempio.

    Perché i Lacuna Coil fanno un

    successone in america e qua se li
    inculano

    in relativamente pochi, ma guarda un
    po' che

    sono tutti a canticchiare gli
    Evanescence?

    la storia è piena di gruppi che in
    america sono di grande successo, e (almeno
    in italia) non li conosce quasi nessuno:
    Dave Matthews Band, Hootie & Blowfish ad
    esempio
    Penso che sia perchè le major hanno
    dei dipartimenti di marketing che studiano
    cosa promuovere e in quale mercato,
    considerando l'assunto base che il ragazzo
    medio non può comprare più di
    X CD al mese. dipende da tante cose, il post te l'ho copiato, evidentemente i Milanesissimi Lacuna Coil non avevano favori da fare a qualcuno dello showbiz (o non avevano voglia di fare favori, e se pensi che Cristina Scabbia è pure carina -ma fidanzatissima- capisci che generi di favori intendo)


    ti linko un'articolo illuminante
    scritto da

    Courtney:

    Interessante. Mi sembra di capire che il suo
    punto è: visto che comunque di soldi
    non ne ho visti, perchè me li hanno
    fregati le major, tanto vale che dò
    via la musica "a offerta libera"
    (eventualmente anche nulla) sperando nel
    buon cuore dei miei fans.
    Vedi, penso che la sua iniziativa sia
    lodevole, ma il punto è proprio che
    se mi scarico un suo brano senza pagarlo
    *è lei* che a monte ha deciso che
    è consentito, non io a valle.
    Se questo modello di business
    riuscirà, fantastico. Credo che
    l'ostacolo principale sia la promozione, ma
    si troverà un modo.no, il punto è smuovere le acque. Puoi stare a vedere il mondo che va a puttane da dietro una vetrina per un po', poi decidi di rompere il vetro.btw spesso altri cantanti non possono decidere delle loro stesse canzoni. Sul sito linkato ci sono altri pezzi del manifesto di Courtney Love, li hai letti? Hai letto la parte dedicata al "lavoro in affitto"?e se non ti basta leggi quahttp://punto-informatico.it/p.asp?i=41024


    ecco perché sono a favore del
    p2p,

    per adesso.

    quando il sistema crollerà e ci

    saranno tanti itunes allora potrò

    tornare ad oppormi,

    ok però non capisco perchè ci
    devono essere "tanti" itunes. Un sito non
    basta? ci sono troppi utenti collegati e non
    riesci a scaricare?
    Forse volevi dire "quando la maggior parte
    degli acquisti dei brani avverrà
    tramite iTunes o simili".
    Ok perfetto, hai cominciato a farlo tu
    intanto, o aspetti che prima si muovano gli
    altri?
    no ce ne vogliono tanti, affinché il mercato venga stimolato in concorrenza e standardizzazione sull'offerta.Se uno mi offre gli aac (drm protected), l'altro mi offre i wma (drm protected), un terzo mi offre gli atrac (drm protected), io cosa ci metto nel mio lettore mp3.poi c'è il fattore prezzi, che però imho è strettamente legato alla qualità, e in secundis a discorsi più politico-economici:1 dollaro o euro a brano, per un aac a 128kbps, per giunta drm e che per poterlo convertire in mp3 (da ascoltare sul lettore portatile) devo masterizzarmici prima 1cd.. imho non ne vale la pena.il discorso politico economico invece è questo: si sà che dei 99cents, circa 60 vanno alle etichette in royalities.Non è vergognoso? Se andassero agli artisti, li spenderei volentieri (anche se vorrei vedere dove andrebbero a pescare i the twins, dei quali desiderei parecchio una versione ben rippata di "Face to face (heart to heart)" )Ma vanno a gente CHE NON FA NIENTE!Anzi hanno ostacolato tutti questi sistemi!Itunes fa IL RIVENDITORE DEL RIVENDITORE!intanto io ho comprato ad 8 euro (al concerto dei Cinema Strange) il meraviglioso cd degli Ottodix, mai sentiti prima, sono i Bluvertigo dei poveri, il booklet è stampato su carta fotografica con una stampante prosumer, e anche il lato stampato del cd trapela in parte una certa economicità (cmq nn è un cd-r, ma uscito dalla "fabbrica"), però si capisce che se volessero contenere i costi potrebbero benissimo tutti!E -cosa sorprendente- il cd suona davvero bene! Certo, facile con musica semielettronica nascondere le magagne del diy, ma vuol dire che la possibilità di fare musica con spese non eccessive, c'è!dimenticavo, non reca alcun bollino Siae.La Siae è da abolire, o da dividere al massimo in quattro enti concorrenti (scusate il gioco di parole).
  • Anonimo scrive:
    Qua in Italia? (Re: Effetto Pecora)


    Uau, in Italia facciamo 8,3 milioni di

    utenti p2p!

    (visto che da quello che scrivi nel resto

    del mondo il p2p non esiste)

    Esiste, ma la max concentrazione e' qua.Massima concentrazione qua???? In Italia???Ma che stai a di?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non capiscono che così è peggio!
    Non capiscono, non vogliono capire e non capiranno mai.L'unica cosa che vedono sono i loro conti che si assottigliano. E invece di dare la colpa alla loro avidita' e aridita', accusano gli altri (P2P e simili)
  • TADsince1995 scrive:
    Non capiscono che così è peggio!
    Sinceramente non ho mai fatto un grosso uso del p2p, anche perchè non ho i mezzi per farlo (sono ancora con la 56k!) però mi viene da ridere a vedere come le major sbraitano contro il fenomeno e come siano così ciechi da non capire che ormai il p2p è nell'anima della rete, legale o illegale che sia. Bloccando Napster hanno dato inizio loro stessi a un processo incontrollabile che nemmeno tutte le polizie e le gdf del mondo potranno mai arrestare. Dopo Napster sono nate tantissime alternative e oggi i sistemi di filesharing proliferano a dismisura. Ma io penso che più loro attaccano con sistemi anni '40 tipo sequestri e processi vari, peggio sarà. Il p2p sta andando nella direzione dell'anonimato quasi totale. Stanno nascendo dei network pensati in modo da garantire l'anonimato assoluto e la quasi impossibilità di essere rintracciati, dico "quasi" perchè si potrebbe pure venir rintracciati, ma ci vorrebbe uno spiegamento di forze e di tempo impensabile per rintracciarne UNO, figuriamoci milioni... Quindi una volta che si renderanno conto di non poter fare nulla contro i sistemi criptati diranno "il p2p è illegale e basta" a prescindere dall'uso che se ne fa. Ma questo sarebbe impossibile oltre che stupido, in quanto del p2p se ne può fare anche un uso lecito e non importa che il 99% della gente lo usi per scambiarsi i divx, inoltre rendilo illegale quanto vuoi, ma se non puoi dimostrare che lo sto usando la tua illegalità rimane carta straccia.Spero si rendano conto che questo fenomeno non è bloccabile con la "forza", ma con la "strategia".TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo

    No il problema è la violazione del
    diritto d'autore che è illegittima,Esatto. Il diritto d' autore è sacrosanto è scritto come un diritto inalienabile in tutte le costituzioni del mondo infatti ci fu a suo tempo una proposta di emendare l' art.1 della costituzione italiana: "L' italia è una Repubblica fondata sul lavoro e sul diritto d' autore" ma i soliti comunisti non la fecero passare. E comunque il diritto d' autore deve essere più importante di altri diritti, certo i diritti umani, il diritto alla privacy ecc... tutte cose sacrosante però PRIMA deve venire il diritto d' autore perché è grazie a noi autori se il mondo progredisce e va avanti, il mio amico DJ Francesco infatti ha portato con la sua canzone (copiata) più benefici al mondo della penicillina ed è giusto che egli riceva una rendita vitalizia per questo e chi gliela vuole sottrarre è solo un ladro ed invidioso.
    le equazioncine le lascio alla FIMI. Certo
    non è un fenomeno da trascurareConcordo! Infatti se io prendo un CD e ne faccio 1000 copie sul mio hard disk io sto sottraendo 20.000 Euro agli autori e causo 20.000 euro di danni all' industria e questo non è giusto per non parlare delle tasse evase su queste mille copie di un CD sul mio hard disk. Inoltre se tutti facessimo tante copie di CD sui nostri hard disk (la faccio, la cancello, la faccio, la cancello e così via) e poi pagassimo 20 euro per ognuna delle copie che abbiamo fatto gli artisti avrebbero molte più retribuzioni come giustamente si meritano e si creerebbero moltissimi posti di lavoro e l' economia si riprenderebbe.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical


    Se non leggessi solo Topolino e PI SEEEE, figurati se lui legge qualcosa diverso da PI e Topolino, non perdere tempo a spiegarglielo tanto questi P2Pari sono tutti uguali.
    sapresti
    che l'antitrust ha già bastonato le
    major una volta (97) Tanto i P2Pari non ti ascoltano, è inutile, come fai a fargli capire che l' antitrust americano ha indagato le major e che queste erano talmente nel giusto ed erano talmente palese che erano innocenti che non sono andati neppure al processo!!!! Infatti hanno patteggiato prima ancora di andare in aula ed hanno pagato un risarcimento in buona parte sotto forma di CD, che sono carissimi e a loro costano tantissimo!!! Per questo è stato un colpo durissimo per le majors, perché con quello che costano i CD (20 euro) dover devolvere un milione di CD gratis prodotti da loro stesse è come se avessero speso 20 milioni di euro una cifra tremenda per delle semplici etichette discografiche ed hanno talmente imparato la lezione e promesso di non farlo più che oggi siamo veramente in una situazione di non-monopolio. Ma vaglielo a spiegare a chi scarica...

    Mica tanto se poi finanziano le aziende del
    settore in crisi con i soldi miei.Siamo in piena sintonia!! Infatti i finanziamenti al cinema esistevano già da prima che la banda larga (quella cosa che permette di scaricare i film) si diffondesse, le aziende erano già in crisi perché sapevano che un giorno sarebbe arrivato il mostruoso P2P e quindi mettevano (giustamente e legalmente) da parte i finanziamenti pubblici per i tempi duri a venire. Ma vaglielo a spiegare a questi scaricatori folli...
  • BillTorvalds scrive:
    Re: Trolleggiamenti...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Bella scusa ma finchè condividi

    legittimamente quello che sai niente di
    male

    anzi la cosa andrebbe incentivata,
    quando

    violi le leggi sul diritto d'autore
    infatti smettete tutti di tenere la merda in
    share e iniiate a tenere delle distro di
    linuxGià fatto !!! ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo
    l'antitrust è un po' lento ma
    funziona bene, E' VERO!!! per una volta devo spezzare una lancia a favore di questo tizio e concordare con lui. Infatti come tutti sanno negli ultimi dieci anni i prezzi dei CD nuovi sono costantemente scesi, quasi dimezzati, ed inoltre quando ci sono nuove uscite i prezzi sono diversissimi da CD a CD. Inoltre oggi comprare un CD costa molto meno di quanto costava comprare un LP nel 1985 (compresa l' inflazione). Grazie antitrust! Grazie majors! Abbasso il P2P!Bravo, finalmente un commento sensato.
    nessuno ti autorizza a farti
    giustizia da solo.E' GIUSTISSIMO! Quando lo stato non tutela i semplici cittadini ma si comporta ingiustamente e difende solo gli interessi dei potenti non bisogna agire o protestare o disobbedire ma bisogna lobbyzzare i governi per farsi fare leggi su misura in modo da rafforzare i propri privilegi. Ma possibile che questi ladri non lo vogliano capire???
    Comunque non prendiamoci
    in giro qui vogliono scaricare e basta poche
    scuse.Ancora una volta non posso che annuire! Volete solo scaricare!! Non volete comprare ma scaricare!!! Io spero che il P2P venga chiuso così smetterete di scaricare SENZA ricominciare a comprare così tanti artisti verranno finalmente mollati dalle loro etichette e torneranno a lavorare in fabbrica. Finalmente potrò lavorare accanto a ER PIOTTA il mio idolo preferito!!!! GRAZIE A TUTTI !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo
    Certo a botte di antitrust dopo aver
    cancellato gli illeciti commessi degli
    utenti !!!!!Vediamo... la SIAE esiste da un secolo, il cartello delle majors da almeno vent' anni, il p2p da 5 anni.... procediamo in ordine cronologico va' !
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo




    Quello che è legale perchè

    open non è in discussione ed

    è inutile che lo ritiri
    fuori.L'ho

    già detto, lo share di materiale
    open

    andrebbe incentivato. A termini di
    legge non

    c'è problema è
    perfettamente

    legale.

    c'è sempre il bollino ::D
    Quale bollino ,ne vedi a giro ? Non l'hanno adottato neanche i siti commerciali e mancano i decreti attuativi,se ti riferisci alla legge Urbani.Al momento l'unica normativa valida è quella del bollino SIAE e non si applica al caso.

    Dai 1% stai scherzando?

    non capisco la tua sorpresa, forse hai
    confuso il soggetto rileggi bene la frase,
    non tutti [sottinteso utilizzatore di
    filesharing] (magari solo l'1%) non viola il
    c.

    probabilmente quelli che usano legalmente il
    p2p sono una percentuale ben maggiore, ma
    temo che tu credessi che io intendessi che
    solo l'1% viola il c.Mi sa che nel periodo originale c'è un non di troppo.Comunque ok ora ci siamo capiti, così mi torna. :-)


    Come ti dicevo non credo
    nell'equazioncina

    1:1 ma indubitabilmente il problema
    esiste e

    ma il non sparare equazioni a caso aiuta la
    discussione, almeno imho
    D'accordo lasciamole alla FIMI.

    comunque è diritto dell'autore

    decidere i canali di distribuzione.

    volessi iddio che si riprendessero questo
    diritto sacrosantoQuesto nessuno glielo ha mai tolto sono molto meno sprovveduti di quel che non si creda.
  • Anonimo scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    il mio mulo va un po' a zig zag, ogni tanto si ferma e poi riparte, ma mi accontento :D
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical


    Quello che è legale perchè
    open non è in discussione ed
    è inutile che lo ritiri fuori.L'ho
    già detto, lo share di materiale open
    andrebbe incentivato. A termini di legge non
    c'è problema è perfettamente
    legale.c'è sempre il bollino ::D
    Dai 1% stai scherzando?non capisco la tua sorpresa, forse hai confuso il soggetto rileggi bene la frase, non tutti [sottinteso utilizzatore di filesharing] (magari solo l'1%) non viola il c.probabilmente quelli che usano legalmente il p2p sono una percentuale ben maggiore, ma temo che tu credessi che io intendessi che solo l'1% viola il c.
    Come ti dicevo non credo nell'equazioncina
    1:1 ma indubitabilmente il problema esiste ema il non sparare equazioni a caso aiuta la discussione, almeno imho
    comunque è diritto dell'autore
    decidere i canali di distribuzione.volessi iddio che si riprendessero questo diritto sacrosanto
  • Anonimo scrive:
    che brutto il week end
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo


    No stavolta non ci siamo leggiti le
    sanzioni

    e non sono certo bruscoletti.






    lette - paragonate al loro fatturato - messo
    a ridere
    in termini assoluti sembranoi mazate in
    termini relativi sono uno scappellotto sulla
    guancia

    Da quando si tirana gli scappellotti sulle guance :-).Il 2% del fatturato non è simbolico per un'azienda quotata in borsa, anzi,devi tener di conto dei danni indotti che la sanzione causa.


    Giacchè fai il finto scemo p2p di

    materiale coperto da (c),lo sapevi
    anche da

    te, ma te lo ripeto. E chi dipinge
    niente

    è un

    illecito e basta.




    io sarò finto scemo, ma tu lo sei sul
    serio... Modera i temini ho usato solo un modo di dire,non era un attacco personale.
    ci vuol tanto a capire che non
    tutti (magari solo l'1%) usano il p2p per
    violare il c.

    io volevo solo dirti che lo uso e c'è
    una marea di materiale e musica fruibile
    legalmente (se poi si contribuisce tanto
    meglio) l'ho detto solo perchè spesso
    si tende a generalizzare (sbagliando),
    rivolgendoti al tuo interlocutore momentaneo
    (io) gli hai attribuito pensieri e
    comportamenti che magari sono della massa,
    ma di certo non puoi addebitarli al singolo
    se non lo conosci
    Quello che è legale perchè open non è in discussione ed è inutile che lo ritiri fuori.L'ho già detto, lo share di materiale open andrebbe incentivato. A termini di legge non c'è problema è perfettamente legale.Dai 1% stai scherzando?


    No il problema è la violazione
    del

    diritto d'autore che è
    illegittima,

    le equazioncine le lascio alla FIMI.
    Certo

    non è un fenomeno da trascurare

    ecco lasciamo quelle cose ridicole a chi fa
    il pagliaccio di mestiere e discutiamo
    seriamente, non è meglio?Come ti dicevo non credo nell'equazioncina 1:1 ma indubitabilmente il problema esiste e comunque è diritto dell'autore decidere i canali di distribuzione.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical

    No stavolta non ci siamo leggiti le sanzioni
    e non sono certo bruscoletti.

    lette - paragonate al loro fatturato - messo a riderein termini assoluti sembranoi mazate in termini relativi sono uno scappellotto sulla guancia

    Giacchè fai il finto scemo p2p di
    materiale coperto da (c),lo sapevi anche da
    te, ma te lo ripeto. E chi dipinge niente
    è un
    illecito e basta.
    io sarò finto scemo, ma tu lo sei sul serio... ci vuol tanto a capire che non tutti (magari solo l'1%) usano il p2p per violare il c.io volevo solo dirti che lo uso e c'è una marea di materiale e musica fruibile legalmente (se poi si contribuisce tanto meglio) l'ho detto solo perchè spesso si tende a generalizzare (sbagliando), rivolgendoti al tuo interlocutore momentaneo (io) gli hai attribuito pensieri e comportamenti che magari sono della massa, ma di certo non puoi addebitarli al singolo se non lo conosci
    No il problema è la violazione del
    diritto d'autore che è illegittima,
    le equazioncine le lascio alla FIMI. Certo
    non è un fenomeno da trascurareecco lasciamo quelle cose ridicole a chi fa il pagliaccio di mestiere e discutiamo seriamente, non è meglio?
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo


    Se non leggessi solo Topolino e PI
    sapresti

    che l'antitrust ha già
    bastonato le

    major una volta (97) e sono di nuovo
    sotto

    inchiesta,ergo funziona.Per le
    industrie del

    cioccolato non so,non credo comunque la

    marmotta sia perseguibile a termini di

    legge.

    davvero troppo poco...

    anche ms è stata più volta
    "sanzionata" ma paragoniamo la sanzione al
    fatturato ora paragoniamo la multa allo
    stipendio...mi sembra ci sia una certa
    sproporzione o no?
    No stavolta non ci siamo leggiti le sanzioni e non sono certo bruscoletti.


    E' quello che fai se usi il p2p con
    questa

    scusa



    per usare il p2p visto che utilizzare un
    programma di file sharing non vuol dire
    commetere reato (chi vuol capire capisca,
    nel frattempo w i beatallica) non ho bisogno
    di scuse, non pensare che tutti siano come
    vuoi dipingerli
    Giacchè fai il finto scemo p2p di materiale coperto da (c),lo sapevi anche da te, ma te lo ripeto. E chi dipinge niente è un illecito e basta.


    Mica tanto se poi finanziano le
    aziende del

    settore in crisi con i soldi miei.

    intendevo affari loro che usano certe scuse
    per scaricare...

    ma dalla tua affermazione mi sembra che tu
    sia allineato sulle posizioni che vedono il
    mercato in crisi solo per colpa del p2p
    (anche ora che si sta riprendendo) e che
    accettano l'equazione mp3 scaricato = cd non
    venduto... beh queste posizioni non mi
    sembrano molto realisiche ne base per un
    ragionamento serio (se ce n'è la
    volontà)No il problema è la violazione del diritto d'autore che è illegittima, le equazioncine le lascio alla FIMI. Certo non è un fenomeno da trascurare
  • Anonimo scrive:
    Re: Trolleggiamenti ?
    - Scritto da: Anonimo
    Bella scusa ma finchè condividi
    legittimamente quello che sai niente di male
    anzi la cosa andrebbe incentivata, quando
    violi le leggi sul diritto d'autore infatti smettete tutti di tenere la merda in share e iniiate a tenere delle distro di linux
  • Anonimo scrive:
    Re: Trolleggiamenti ?
    Bella scusa ma finchè condividi legittimamente quello che sai niente di male anzi la cosa andrebbe incentivata, quando violi le leggi sul diritto d'autore il discorso cambia perchè ledi i diritti degli autori delle opere.In parole povere: distribuisci materiale open ok è lo spirito della rete, distribuisci materiale coperto da (c) sei solo uno che sta facendo il furbo e cerca una zona franca.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical

    Se non leggessi solo Topolino e PI sapresti
    che l'antitrust ha già bastonato le
    major una volta (97) e sono di nuovo sotto
    inchiesta,ergo funziona.Per le industrie del
    cioccolato non so,non credo comunque la
    marmotta sia perseguibile a termini di
    legge.davvero troppo poco...anche ms è stata più volta "sanzionata" ma paragoniamo la sanzione al fatturato ora paragoniamo la multa allo stipendio...mi sembra ci sia una certa sproporzione o no?
    E' quello che fai se usi il p2p con questa
    scusa
    per usare il p2p visto che utilizzare un programma di file sharing non vuol dire commetere reato (chi vuol capire capisca, nel frattempo w i beatallica) non ho bisogno di scuse, non pensare che tutti siano come vuoi dipingerli
    Mica tanto se poi finanziano le aziende del
    settore in crisi con i soldi miei.intendevo affari loro che usano certe scuse per scaricare...ma dalla tua affermazione mi sembra che tu sia allineato sulle posizioni che vedono il mercato in crisi solo per colpa del p2p (anche ora che si sta riprendendo) e che accettano l'equazione mp3 scaricato = cd non venduto... beh queste posizioni non mi sembrano molto realisiche ne base per un ragionamento serio (se ce n'è la volontà)
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
    Occhio che devi dimostrare che la provenienza è legittima se ti beccano in macchina con trenta cd copiati sta a te dimostrare la loro provenienza.Comunque la legge è chiara.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      - Scritto da: Anonimo
      Occhio che devi dimostrare che la
      provenienza è legittima se ti beccano
      in macchina con trenta cd copiati sta a te
      dimostrare la loro provenienza.Comunque la
      legge è chiara.cioè basta che dica da quale amico ho preso l'originale o da quale biblioteca ho preso il dvd in prestito?
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
        Teoricamente sì.Ma se ti fanno un controllo devi anche dimostrare che l'opera è effettivamente dove dici.Se l'amico perde il cd , sono cavoli.Occhio ai libri perchè c'è il limite del 15% a meno che non siano rari o fuori produzione,idem per le riviste.Comunque il problema esiste se giri con pacchi di cd copiati, per due cd si fidano sulla parola.
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi

          Comunque il problema esiste se giri con
          pacchi di cd copiati,scriverò sulla copertina la fonte così me la ricordo :D
  • BillTorvalds scrive:
    Trolleggiamenti ?
    - Scritto da: Anonimo
    Capito,sembrava un'analisi ma evidentemente
    apri solo la bocca per dargli fiato. Insomma
    sono trolleggiamenti pro p2p.Quello che voglio dire è che il P2P non è importante perchè ti ci puoi scaricare le canzonette di Paola e Chiara (ma a questo punto potrei dire di Piero Pelù e i 59 ladroni) o qualche schifo di film di quelli in giro oggi (che non guardo neanche alla Pay TV, pur pagando un regolare abbonamento).Il P2P è importante e basta, va difeso per principio. Fino a poco tempo fa dicevamo che un computer non collegato a Internet serve a ben poco, non sfruttando le enormi potenzialità della rete. Presto ci accorgeremo di non poter fare più a meno del P2P. P2P è condivisione di cultura, le cazzate come filmacci e canzonette lasciano il tempo che trovano e comunque il mondo (e il mercato) è cambiato e se anche qualcuno non è daccordo è una cosa inevitabile. Condividere è un dovere civile... :)
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    l'antitrust è un po' lento ma

    funziona bene, nessuno ti autorizza a
    farti

    eoooo già
    funziona benissimo
    LOL

    ps la marmotta che incarta cioccolata lavora
    lì?Se non leggessi solo Topolino e PI sapresti che l'antitrust ha già bastonato le major una volta (97) e sono di nuovo sotto inchiesta,ergo funziona.Per le industrie del cioccolato non so,non credo comunque la marmotta sia perseguibile a termini di legge.


    giustizia da solo.

    mai detto questo
    E' quello che fai se usi il p2p con questa scusa

    Comunque non prendiamoci

    in giro qui vogliono scaricare e basta
    poche

    scuse.
    affari loroMica tanto se poi finanziano le aziende del settore in crisi con i soldi miei.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo
    l'antitrust è un po' lento ma
    funziona bene, nessuno ti autorizza a fartieoooo giàfunziona benissimoLOLps la marmotta che incarta cioccolata lavora lì?
    giustizia da solo.mai detto questo
    Comunque non prendiamoci
    in giro qui vogliono scaricare e basta poche
    scuse.affari loro
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    l'antitrust è un po' lento ma funziona bene, nessuno ti autorizza a farti giustizia da solo.Comunque non prendiamoci in giro qui vogliono scaricare e basta poche scuse.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo
    Certo a botte di antitrust dopo aver
    cancellato gli illeciti commessi degli
    utenti !!!!!ho visto come funziona l'antitrust..e poi gli illeciti vanno combattuti da entrambo i versi, perchè solo da una parte (sempre dalla stessa parte)?
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    Certo a botte di antitrust dopo aver cancellato gli illeciti commessi degli utenti !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Anonimo
    Che c'entra un illecito è un illecito
    e va fermato!!!!!!!!!!!Finalmente uno che è d' accordo nel sanzionare le majors e chiudere la SIAE !!
  • Anonimo scrive:
    Re: Analisi ?
    Capito,sembrava un'analisi ma evidentemente apri solo la bocca per dargli fiato. Insomma sono trolleggiamenti pro p2p.
  • BillTorvalds scrive:
    Analisi ?
    - Scritto da: Anonimo
    Analisi ridicola, internet non è p2p
    dimateriale coperto da (c) ne tanto meno
    un'autorizzazione a delinquere.Non ho fatto nessuna analisi, non ne ho il tempo, caro (troll)
  • (C)Warrior scrive:
    Courtney & C.

    E' un potere incredibile se ci pensi.
    Oggidì il 90% degli introiti
    provengono dall'estero, ad esempio.
    Perché i Lacuna Coil fanno un
    successone in america e qua se li inculano
    in relativamente pochi, ma guarda un po' che
    sono tutti a canticchiare gli Evanescence?la storia è piena di gruppi che in america sono di grande successo, e (almeno in italia) non li conosce quasi nessuno: Dave Matthews Band, Hootie & Blowfish ad esempioPenso che sia perchè le major hanno dei dipartimenti di marketing che studiano cosa promuovere e in quale mercato, considerando l'assunto base che il ragazzo medio non può comprare più di X CD al mese.
    ti linko un'articolo illuminante scritto da
    Courtney:Interessante. Mi sembra di capire che il suo punto è: visto che comunque di soldi non ne ho visti, perchè me li hanno fregati le major, tanto vale che dò via la musica "a offerta libera" (eventualmente anche nulla) sperando nel buon cuore dei miei fans.Vedi, penso che la sua iniziativa sia lodevole, ma il punto è proprio che se mi scarico un suo brano senza pagarlo *è lei* che a monte ha deciso che è consentito, non io a valle.Se questo modello di business riuscirà, fantastico. Credo che l'ostacolo principale sia la promozione, ma si troverà un modo.
    ecco perché sono a favore del p2p,
    per adesso.
    quando il sistema crollerà e ci
    saranno tanti itunes allora potrò
    tornare ad oppormi, ok però non capisco perchè ci devono essere "tanti" itunes. Un sito non basta? ci sono troppi utenti collegati e non riesci a scaricare?Forse volevi dire "quando la maggior parte degli acquisti dei brani avverrà tramite iTunes o simili".Ok perfetto, hai cominciato a farlo tu intanto, o aspetti che prima si muovano gli altri?
  • Anonimo scrive:
    Re: E Gutenberg? e Xerox?
    Nel mondo dei sogni.Stanno zitti perchè altri sono pagati per difendere i loro diritti,vedi gli antipaticoni di SIAE e FIMI..
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    Diritto d'autore questo sconosciuto,tipico di chi non ha mai scritto un testo in vita sua.
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    Migliaia ma dove? ma quando? giacchè c'eri potevi dire milioni....decine di milioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    Il 5 emendamento stralol,Paese sbagliato.
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    Sicuro,ci daresti un link alle numerose sentenze.
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    Tranquillo come se tu fossi l'unico furbo finito in mano alla gdf con HD criptati.....Sveglia.
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia tesi a favore del P2P...
    Tira dritto ma se ti beccano non venire a far lagne sulla censura e amenità varie.
  • Anonimo scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    Senti col post di sopra ti sei tagliato le gambe da solo tu scarichi altro che comprare.Di come usi il p2p è pieno il forum.
  • avvelenato scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    - Scritto da: Anonimo
    StraLOL, e che prova ? Sei buffissimo.1) che i dischi li compro2) che sei un troll.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mi stai facendo tardare, Ecleptikal.
    Analisi ridicola, internet non è p2p dimateriale coperto da (c) ne tanto meno un'autorizzazione a delinquere.
  • Anonimo scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    Il post giusto era questo,sempre roba tua:http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=688216ora ho capito,bye bye furbacchione, comoda la vita in questa maniera,ne riparliamo quando ti mantieni da solo.
  • Anonimo scrive:
    Re: fai questa prova
    Ridicolo.Bellissima scusa per scaricare e basta altro che storie.
  • Anonimo scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    StraLOL, e che prova ? Sei buffissimo.
  • Anonimo scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    Che c'entra un illecito è un illecito e va fermato!!!!!!!!!!!
  • avvelenato scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    - Scritto da: Anonimo
    Perchè prima che facevi?La minaccia
    può venire solo da chi compra che non
    è certo chi scarica.tieni, scemo di guerra: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=687884
  • avvelenato scrive:
    Re: fai questa prova
    - Scritto da: (C)Warrior


    invito tutti i pro-p2p a fare lo stesso
    e a

    lasciare sbraitare questi quattro
    nonnetti

    luddisti. Quando si accorgeranno che la

    musica non è morta, anzi è

    rinata, quelli che dubitavano si

    ricrederanno, quelli in malafede

    rosicheranno.

    ciao, sono uno di quei nonnetti (non mi
    sembra di aver sbraitato però)
    Mi sembra che sei amante della musica;
    probabilmente vai ai concerti e qualche
    volta riesci a incontrare la band per due
    chiacchiere dopo lo show. Se ti trovassi in
    questa situazione,
    ti invito a fare questa prova: tra un
    complimento e una pacca sulla spalla, prova
    a esternare a loro le tue ragioni pro p2p, e
    magari digli anche che se non era per il
    p2p, non li avresti mai conosciuti. Io penso
    che le reazioni andranno da una smorfia di
    sorpresa/incavolamento alla domanda
    esplicita "ok però poi il CD l'hai
    comprato?"
    Poi magari chiedigli di farti l'autografo
    sul CD masterizzato.
    Sarei curioso di sapere una statistica delle
    reazioni, almeno a livello di espressione
    facciale.
    risponderò giusto a te rompendo un attimo il muro di silenzio.ti rispondo che i cd li compro, ai concerti, quando non sono a prezzi assurdi (imho un esordiente dovrebbe vergognarsi di avere cd a 18euro su un banco dove magari li smercia la ragazza del cantante.)quindi non mi capiterà mai che presenti il cd masterizzato da autografare.ti risponderò che sono stato più volte contattato da bands su soulseek e audiogalaxy.ti risponderò che se ho comprato "in a reveire" dei Lacuna Coil è stato anche grazie ad mp3.com (che è stato affondato senza alcun tentativo di mediazione, perché alle majors stava sul cazzo)diciamocelo, le majors si cagano in mano del p2p, non tanto perché le vendite di dischi calano o perché questo ostacola in qualche modo i "mercati virtuali" alla itunes (e guarda come ekleptical casca nelle mie trappole :D http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=690521 ) le majors (e solo le majors, il resto parla per strumentalizzazione, ignoranza, paura o ricatti) temono il p2p perché farà perdere loro il controllo decisionale su cosa l'audience può ascoltare o no. E' un potere incredibile se ci pensi.Oggidì il 90% degli introiti provengono dall'estero, ad esempio.Perché i Lacuna Coil fanno un successone in america e qua se li inculano in relativamente pochi, ma guarda un po' che sono tutti a canticchiare gli Evanescence?ti linko un'articolo illuminante scritto da Courtney:http://www.hitparadeitalia.it/a_courtneyit4.htm Il sistema di filtri delle corporazioni, che è il sistema che vi ha dato (a mio modesto parere) un pezzo di spazzatura come "Mambo N. 5" e non vi ha lasciato ascoltare il brillante disco di Cat Power o il fantastico disco di Sleater Kinney, ovviamente non ha buon gusto. Ma non abbiamo mai pagato i distributori/etichette per il loro buon gusto. Non sono mai stati come Yahoo e hanno fornito un servizio di filtri.Ci sono un sacco di fattori che hanno fatto decidere a un distributore se spingere un disco attraverso il sistema:Quanto potente è il management?Chi deve un favore a chi?Di quale promoter indipendente è cugino il batterista?In quale parte dell'anno fiscale la compagnia farà uscire il disco?Il tasso di royalty dell'artistà è così oscenamente sfavorevole da essere praticamente 100% profitto invece che solo 95% in maniera che se il disco vende, è letteralmente un furto?Quanto spazio c'è negli espositori quest'anno?Il disco è stato quasi una hit in Europa di modo che c'è pressione della corporation per farlo funzionare?La band manderà a farsi fottere la sua carriera live per suonare show gratuiti per le stazioni radio?La canzone dell'artista suona simile a quella di qualcun'altro che le stazioni radio suoneranno perché si adatta al sound del mese?L'artista ha messo la canzone nella colonna sonora di un film in modo che lo studio cinematografico paghi per il video?Questi fattori influenzano le decisioni che avvengono nel sistema. Non il gusto del pubblico. Tutte queste cose stanno per essere sradicate adesso. Sono arrivate al capolinea. Non abbiamo più bisogno dei guardiani [aka etichette, n.d.avve] . Non ci servono più. ecco perché sono a favore del p2p, per adesso.quando il sistema crollerà e ci saranno tanti itunes allora potrò tornare ad oppormi, come mi ci opponevo (moderatamente però, non con fanatismo cieco) 3 anni fa, quando compravo a manetta anche a costo di non uscire la sera e quindi di rimanere senz'amici (i soldi sono pochi e li devo gestire tra varie priorità, si sarà capito).
  • avvelenato scrive:
    Re: deciditi ekleptical
    - Scritto da: Ekleptical

    domandati perché le vendite

    diminuiscono o non aumentano come ci si

    aspetterebbe, eppure i prezzi sono
    sempre

    gli stessi!

    Beeep. Sbagliato. Le vendite iniziano ad
    aumentare.
    In UK l'ultimo è stato un anno di
    recupero. Negli USA questi primi mesi
    dell'anno hanno visto un'impennata delle
    vendite (peraltro con dischi personalmente
    orribili, ma agli americani l'ammorbamento
    hip-hop truzzo che shiaccia gli altri generi
    piace). Si inizia a diffondere una certa
    aria di ottimismo che il peggio sia passato
    e si prevede che questo sarà il primo
    anno, dal 2000, che segna un incremento
    (invece che la cronica perdita) rispetto
    all'anno precedente.

    E iTunes è in ascesa, tutti soldi che
    prima non esistevano, che si vanno ad
    aggiungere agli introiti tradizionali.

    Quindi gli Ultras del post iniziale del
    tizio avranno di che rosicare. Aspettate e
    sperate che le case discografiche crollino.
    Anzi, hanno più soldi da sprecare per
    rompervi le balle, che cmq per principio vi
    odiano quanto voi odiate loro.deciditi, le vendite aumentano o diminuiscono?no perché, se le vendite aumentanoe se itunes tira nonostante il p2pperché tanta ostinazione contro il p2p?(btw una mia tesi ce l'ho, ovviamente abbastanza complottistica)
  • Anonimo scrive:
    Bel parlare
    Ma è possibile che leggendo questi post si vedono persone che difendono i cantanti? Ma che avete i paraocchi? Voglio invitarvi ad un ragionamento logico e anche molto semplice: comprando un masterizzatore nel prezzo pago anche dei diritti d'autore che POTENZIALMENTE infrangerò, comprando dei supporti vergini nel prezzo pago dei diritti d'autore che POTENZIALMENTE infrangerò, comprando "opere dell'ingegno" nel prezzo pago dei diritti d'autore, se voglio comprare un'opera dell'ingegno uguale a quella precedente non pago solo il supporto ma l'intero importo(quindi un'atra volta i diritti d'autore che avevo già pagato), i diritti d'autore di cui tanto si parla sono gestiti dalla SIAE la quale oltre a riscuotere in modo arbitrario i diritti d'autore nel caso di radio, tv etc(perché per la stesse canzoni o altro, applicano tariffe diverse se sei Radio Sconosciuta Intrnescional o Radio 2, in modo forfettario e contrattabile), riscuote quello delle vendite di suddetti supporti sia vergini che con oper dell'ignegno, in più riscuote ma stavolta dagli artisti una quota annua d'iscrizione al servizio(che è bene saperlo non è obbligatorio per gli artisti iscriversi), ma la cosa divertente è che la Siae non distribuisce il dovuto agli artisti secondo un criterio logico ma in base alla classe raggiunta dall'artista, dalla quale non scenderà mai più a vita e non solo continuerà ad esserne titolare per altri 70 anni dopo la morte. La siae fa la parte dell'asso pigliatutto e la colpa non è nostra ma è di chi è al governo e fa finta di niente(destra o sinistra è uguale la situazione è così da moltissimo tempo).Bisogna capire che questo sistema è un male per i giovani artisti che nella scala della siae non prendono un c###o e che con quello che spetterebbe a loro pagano i grandi artisti.Fate caso quando alla tv passano i titoli di coda di qualsiasi show vedrete i presentatori inseriti tra gli autori del programma, è uno stratagemma semplice per abbassare il compenso fisso da un lato e garantirselo a vita dall'altro(parlo dell'artista)!!! Non siamo noi utenti del P2P a danneggiare gli artisti ma la stessa SIAE!!!Spero che alla luce di tutto questo possano finalmente finire le accuse contro il p2p, non siamo noi i ladri. Non venitemi a dire che per 20 ? non si muore, perché è vero e lo so, ma mentre io per spendere 20 ? ci devo pensare su, per decidere a cosa rinunciare, loro si fanno le vacnze in Sardegna nei loro villoni arrivandoci sulle loro barche, dove al loro arrivo trovano le loro belle mercedes per andare dove c###o gli pare, e li devo sentire pure lamentare,NO NON CI STO!!! Loro se lo meritano che i loro guadagni dimuiscano e spero che rasentino il lastrico così vedono cosa vuol dire comprare un cd originale!!!A tanto per dirla tutta perché la siae non fa nulla contro chi copia le canzoni altrui facendone un business(parlo dei cantanti)? Siamo tutti bravi a fare scarica barile, soprattutto qui in Italia.
  • Anonimo scrive:
    Un link utile
    http://www.newglobal.it/documenti/dirittoautori.pdf
  • Anonimo scrive:
    Re: Effetto Pecora
    - Scritto da: LordCasco
    forse perchè il cavetto per collegare
    cell e pc costa moooolto di più che
    scaricare una suoneriaNo... perchè il microcefalo di chi scarica suonerie da cellulare a 2 euro al colpo non è in grado nemmeno di capire quale capo del cavetto si collega al cell e quale al pc.La cosa grave (molto grave) è che questa è gente che domani entrerà nel mondo del lavoro non essendo neppure in grado soffiarsi il nasino da soli. La superficialità di questa razza di adolescenti mi spaventa.Teras Kasi Master
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
    Chiedilo agli scrocconi che duplicano cd è colpa loro, paghi per i loro vizi.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      - Scritto da: Anonimo
      Chiedilo agli scrocconi che duplicano cd
      è colpa loro, paghi per i loro vizi.in realtà secondo la siae è per un rimporso della copia di backup...ovvero un rimborso perchè non ti compri 2-3 cd presupponendo che prima o poi uno si rovini...quello che dici tu è una legalizzazione della copia che la siae e company non vogliono neanche sentire nominare... e una tassa su una cosa illegale non si può mettere, a meno che non sia un condono ma non mi sembra questo il casosintetizzando tutta la pappardella: nun di stronzate!
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
        La copia privata e la copia di backup sono cose diverse documentati prima di pontificare.
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
          - Scritto da: Anonimo
          La copia privata e la copia di backup sono
          cose diverse documentati prima di
          pontificare.il cd copiato per l'amico non è copia privata...nun di strunzate che se mazza ti sente ti scomunica
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            Se l'amico si fa una copia da solo è copia privata, 633/41, se lo fai te è reato.
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            - Scritto da: Anonimo
            Se l'amico si fa una copia da solo è
            copia privata, si ma deve avere l'originale, non è che se la fa del cd che gli hai prestato...vedere post illuminanti del mazza a riguardo
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            No non è così,direttamente dalla SIAE:http://www.siae.it/utilizzaopere.asp?link_page=MusicaMFV_CopiaPrivataNormativa.htm&open_menu=yesE' un'eccezione per copia privata, se lui è l'unico fruitore e fa la copia da solo no problem, se lo presta non essendo un'originale è reato. Riassumendo il master deve essere un originale cui tu hai accesso in maniera legittima e la copia la devi fare e usare solo tu.Il caso della copia di backup è un sottocaso di questo.Se mi dai le esternazioni di Mazza vediamo che cosa ha detto, di solito ci giocano perchè sanno benissimo come stanno le cose.
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            Dimenticavo ovviamente devi aver pagato tutte le gabelle su strumenti di riproduzione e supporti.Se compri i supporti o il masterizzatore in Germania non vale ed è reato.
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            interessante, ora vado più a cuor leggero per quel paio di cd che ho copiato da un prestito di un amico, prima avevo paura anche a cambiare cd (nel caso ci fosse un gdf in giro) quando li ascoltavo sul lettore portatile
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            - Scritto da: Anonimo
            No non è così,direttamente
            dalla SIAE:
            www.siae.it/utilizzaopere.asp?link_page=Music
            E' un'eccezione per copia privata, se lui
            è l'unico fruitore e fa la copia da
            solo no problem, se lo presta non essendo
            un'originale è reato. Riassumendo il
            master deve essere un originale cui tu hai
            accesso in maniera legittima e la copia la
            devi fare e usare solo tu.Il caso della
            copia di backup è un sottocaso di
            questo.
            Se mi dai le esternazioni di Mazza vediamo
            che cosa ha detto, di solito ci giocano
            perchè sanno benissimo come stanno le
            cose.Da quello che dici, è legale che io noleggi un dvd e mi faccia una copia privata?Mi sfugge qualcosa?
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            Per la copia privata no,non ti sfugge niente :-). Leggiti la normativa o il riassuntone sul sito SIAE, spesso la gente si basa sul sentito dire .
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            - Scritto da: Anonimo
            Per la copia privata no,non ti sfugge niente
            :). Leggiti la normativa o il riassuntone
            sul sito SIAE, spesso la gente si basa sul
            sentito dire .secondo me mazza ci apre le natiche se scopre simpaticamente che la gente noleggia i dvd e se li copia...magari ha torto, ma poi davanti a un giudice mi difendi tu spero
          • Anonimo scrive:
            Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
            Mazza può dire quello che gli pare ma la legge parla chiaro per la copia privata,basta guardare il sito SIAE o leggere la 633/41.Il giudice è tenuto ad applicare la legge mica a concretizzare i desideri delle lobby,che poi a loro non piaccia è un altro discorso. Personalmente ritengo impossibile legalizzare il p2p, ma la copia privata è un diritto per cui si paga e anche parecchio sia sui supporti che sui dispositivi,quindi hanno poco di cui lamentarsi l'hanno voluta loro.
  • Anonimo scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    Perchè prima che facevi?La minaccia può venire solo da chi compra che non è certo chi scarica.
  • Anonimo scrive:
    Re: E gli amanuensi?
    Non dire scemenze erano testi scaduti di diritti,puoi farlo anche oggi ;);););)
  • (C)Warrior scrive:
    fai questa prova

    invito tutti i pro-p2p a fare lo stesso e a
    lasciare sbraitare questi quattro nonnetti
    luddisti. Quando si accorgeranno che la
    musica non è morta, anzi è
    rinata, quelli che dubitavano si
    ricrederanno, quelli in malafede
    rosicheranno.ciao, sono uno di quei nonnetti (non mi sembra di aver sbraitato però)Mi sembra che sei amante della musica; probabilmente vai ai concerti e qualche volta riesci a incontrare la band per due chiacchiere dopo lo show. Se ti trovassi in questa situazione, ti invito a fare questa prova: tra un complimento e una pacca sulla spalla, prova a esternare a loro le tue ragioni pro p2p, e magari digli anche che se non era per il p2p, non li avresti mai conosciuti. Io penso che le reazioni andranno da una smorfia di sorpresa/incavolamento alla domanda esplicita "ok però poi il CD l'hai comprato?"Poi magari chiedigli di farti l'autografo sul CD masterizzato.Sarei curioso di sapere una statistica delle reazioni, almeno a livello di espressione facciale.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Anonimo
    Quanta voglia di innovazione con la roba
    d'altri.Da domani si innova e si taglia lo
    stipendio a te o ai tuoi genitori, a seconda
    dell'età.Che ne dici?più basso di quelle miseria che ti danno adesso per vivere? Dai è impossibile ci stanno già riducendo alla fame......
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci sono meno file musicali...
    Basta che non si esageri, con la flat 56K un MP3 dietro l'altro lo posso prendere, una discografia completa è un po' più complessa. Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...
    - Scritto da: Ekleptical
    Beeep. Sbagliato. Le vendite iniziano ad
    aumentare.Con, paradossalmente, una certa difficolta' delle major a continuare nella linea 'i pirati ci stanno uccidendo'...Pensa un po', pare che avessero ragione quelli che dicevano che l'impatto del P2P sulle vendite fosse tutto sommato piuttosto limitato...
  • Anonimo scrive:
    Massa di truffaldini...
    Ma vi rendete conto che con il vostro p2p e i vostri MP3 fate perdere qualche denaro a dei poveri miliardari? Come faranno a cambiare la tappezzeria della Ferrari una settimana si e l'altra pure? Non avete cuore.Proponiamo una legge che disponga:1) divieto di fischiettare sotto la doccia qualunque brano musicale (bollino insaponato)2) divieto di suonare il clacson in modo da riprodurre una qualsiasi sequenza di note depositata presso la SIAE. (bollino autista in.ca xx a to)3) divieto di usare citazioni di film nei discorsi con gli amici.4) pena la katapulta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Premiate chi viene incontro al pubblico
    E' praticamente la filosofia piu' giusta.Mi domando perche' i VideoGiochi vecchi di qualche anno vengano venduti allegati alle riviste di settore a prezzi bassi (bei titoli davvero), mentre per la musica, anche un album vecchio di anni, (che magari non acquista piu' nessuno o quasi) debba costare quasi come un album appena uscito...Ci sono casi dove conviene piu' acquistare il VideoGioco in edicola che dal pirata. Questa e' una buona mossa per combattere davvero la pirateria...
  • Anonimo scrive:
    Re: COMPRARE LA MUSICA FA SCHIFO!
    - Scritto da: fasibia


    IL CDèCOSABRUTTAECOSAINGIUSTA



    PS. Questo post non e' ironico..

    vorrei tanto sapere CHI ha votato
    "interessante" questo interventoSemplice: uno che di ironia ne ha da vendere!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: COMPRARE LA MUSICA FA SCHIFO!
    Convincere che il CD fa schifo?Naah....Bisogna creare la convinzione, ecc... troppa fatica.Informate le persone che di quel CD che comprano solo qualche briciola va al musicista. La fetta piu' grossa e' della major. Questo si che puo' causare la repulsione...
  • Anonimo scrive:
    Premiate chi viene incontro al pubblico
    Se vedete in edicola o in negozio un CD con musica che vi piace ed è a buon mercato, non esitate a comprarlo: darete 2 lezioni 2 a quelle case discografiche che tengono alti i prezzi e ritengono che la pirateria vada combattuta solo in tribunale.
  • Anonimo scrive:
    Re: questione di semantica
    FURTO
  • Anonimo scrive:
    Re: "P2P, milioni di ladri"
    Paghi il fatto di vivere in un Paese dove è figo appropiarsi dei beni altrui,rifattela con chi copia.
  • fasibia scrive:
    Re: COMPRARE LA MUSICA FA SCHIFO!

    IL CDèCOSABRUTTAECOSAINGIUSTA

    PS. Questo post non e' ironico..vorrei tanto sapere CHI ha votato "interessante" questo intervento
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    - Scritto da: Anonimo
    molti (se lo fanno tutti, che male
    c'è?) è sbagliato oltre che
    tipico dell'adolescenza.Tu invece tieni in ben poco conto i nostri diritti di cittadini. Voglio invitarti a riflettere sulle castronerie che hai espresso in capo a questo post. La legge Urbani infrange un principio di proporzionalità fra illecito e sanzione, la galera, in un Paese dove la scontano in pochi, è allo stesso tempo tecnicamente improponibile e giuridicamente insostenibile per un danno patrimoniale solamente ipotetico mentre la criptazione è una pratica legale non puo' costituire aggravante. Le sanzioni amministrative non significano impunibilità, inizino intanto ad applicare quelle, visto che non l'hanno mai fatto. L'inefficienza della polizia a reprimere in modo proporzionato un illecito non puo' essere bilanciata con pene assurde che facciano un capro espiatorio di quei pochi in grado di essere individuati. E sul cambiare la legge Urbani sono tutti d'accordo a cominciare da Urbani, esclusa la FIMI naturalmente ma loro non fanno testo.Insomma il nostro amico qui sarà pure adolescente, ma tu devi andarti a rivedere qualcosa.
  • Anonimo scrive:
    COMPRARE LA MUSICA FA SCHIFO!
    A me i CD fanno schifo, a me i musicisti marionette delle major fanno schifo, ma mi fanno ancora piu' schifo chi compra i CD (eccetto qualche anima pia che vive al di fuori del mondo ).Perche ?Semplice chi oggi compra i CD e' uno stupido snob , niente di piu' niente di meno, e non c'e gente peggiore che gli snob stupidi, che seguono da bravi cagnolini con la lingua di fuori color marrone i dettami dei venditori .....Quindi volete essere nel giusto ? vuoi dimostrarti inteligente e non una pecora ? vuoi essere "IN" ?NON COMPRARE ne ONLINE ne in negozzi , disprezza chi compra i CD, schifati da chi ti mostra questa immondizia. Convinci i tuoi amici che i CD sono schifo, Ah... NON condividere nemmeno niente con P2P , al limite ascolta la radio perche se anche tu fai cosi' presto sentirai un botto, un botto cosi' grosso che ti riempira di felicita' il tuo cuore perche' significa che e' la fine di lor signori arroganti.IL CDèCOSABRUTTAECOSAINGIUSTAPS. Questo post non e' ironico..
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo
    ...sta per arrivare la finanza !!Ma tu credi veramente che migliaia di cittadini stiano zitti solo perchè un giorno De Laurentiis s'è svegliato col proposito di farsi fare una bella legge ad hoc?? Sveglia! La tua amata forca Urbani sta per avvicinarsi alla fine...
  • BillTorvalds scrive:
    Mi stai facendo tardare, Ecleptikal...
    Vogliono venderti la banda larga, ma vogliono che non la usi.E poi, non è una scusa questa, il P2P è la più grande invenzione dopo Internet stessa, la sua stessa essenza, il suo futuro, infinitamente più importante degli interessi delle major o di qualunque altra categoria.Adesso vado, veramente. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    ciao vattene (troll)

    saluti
  • BillTorvalds scrive:
    Ebbene sì, sono io...
    ...quello dei 42 euro al mese, ma non volevo essere divertente (vedi voto dato al mio post), parlavo sul serio.Adesso non ho il tempo di argomentare, ma penso che il nocciolo della questione sia tutto qui, probabilmente qualcuno di voi potrà sviluppare meglio il concetto, io adesso stacco e vado a casa, farò una capatina su PI più tardi.P.S.: Non ho conteggiato le altre due linee ADSL che ho qui sul lavoro, altrimenti la spesa si alza di molto.
  • Ekleptical scrive:
    Re: La mia tesi a favore del P2P...

    ... è che pago un canone mensile di
    42 euro per l'ADSL e tutto quello che mi
    arriva sul doppino telefonico me lo posso
    prendere. :)Mi stai dicendo che quando vai in autostrada, visto che paghi il pedaggio, hai diritto a saccheggiare l'autogrill?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...

    La fame nel mondo?, no, inkazziamoci perche'
    non ci vogliono fare scaricare le
    canzonette... ma noi lo facciamo lo stesso,
    per dispetto, perche' non e' giusto che i
    dischi costino etc....

    L'altro giorno volevo comprare un libro raro
    e dopo varie ricerche ho trrovato unb
    editore che lo vendeva, in anastatica, a 500
    euro circa...

    NE faccio a meno o lo compro con notevole
    sforzo finanziario? ci tengo veramente a
    quel libro?se sei coerente, non compri il libro e dai i 500 euro in beneficienza. facile no?
  • Ekleptical scrive:
    Re: Questione di privilegi

    La musica, l'arte e il cinema esistevano
    prima dei discografici e dei produttori.Sbagliato, il cinema no! Non è mai esistito cinema senza produttori in tutta la storia. Costa troppo.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...

    domandati perché le vendite
    diminuiscono o non aumentano come ci si
    aspetterebbe, eppure i prezzi sono sempre
    gli stessi!Beeep. Sbagliato. Le vendite iniziano ad aumentare.In UK l'ultimo è stato un anno di recupero. Negli USA questi primi mesi dell'anno hanno visto un'impennata delle vendite (peraltro con dischi personalmente orribili, ma agli americani l'ammorbamento hip-hop truzzo che shiaccia gli altri generi piace). Si inizia a diffondere una certa aria di ottimismo che il peggio sia passato e si prevede che questo sarà il primo anno, dal 2000, che segna un incremento (invece che la cronica perdita) rispetto all'anno precedente.E iTunes è in ascesa, tutti soldi che prima non esistevano, che si vanno ad aggiungere agli introiti tradizionali.Quindi gli Ultras del post iniziale del tizio avranno di che rosicare. Aspettate e sperate che le case discografiche crollino. Anzi, hanno più soldi da sprecare per rompervi le balle, che cmq per principio vi odiano quanto voi odiate loro.
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia tesi a favore del P2P...
    - Scritto da: Anonimo
    ... è che pago un canone mensile di
    42 euro per l'ADSL e tutto quello che mi
    arriva sul doppino telefonico me lo posso
    prendere. :)Bravo, quoto! E da adesso in poi basta chiacchiere, come sostiene Avvelenato. Che si scannino pure con le loro tesi. Come diceva la buonanima, "noi tireremo dritto".
  • Anonimo scrive:
    La mia tesi a favore del P2P...
    ... è che pago un canone mensile di 42 euro per l'ADSL e tutto quello che mi arriva sul doppino telefonico me lo posso prendere. :)
  • Anonimo scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    - Scritto da: TPK
    Io penso che i malavitosi hanno legalizzato
    una convivenza dei macrosistemi. Altrimenti
    ripensavo alla storia del caos come
    possibile generatore. Percio' la situazione
    potrebbe non essere pulita come quando e'
    cominciata..LOLTira bene il genere pulp sul p2p?
  • Ekleptical scrive:
    Re: E' questione di filosofia

    ammazza quanto sei brutto in quella foto,
    spero per te che dipenda dal fatto che vieni
    male in foto altrimenti non vorrei essere
    nei tuoi panniTsk. Dipende dalla foto, tranquillo. Doveva essere il meno riconoscibile e più imboscata possibile! Ci tengo al'incolumità! :P
  • TPK scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    Io penso che i malavitosi hanno legalizzato una convivenza dei macrosistemi. Altrimenti ripensavo alla storia del caos come possibile generatore. Percio' la situazione potrebbe non essere pulita come quando e' cominciata..
  • Anonimo scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...

    Se voglio una cosa me la compro, ma se non
    ho i soldi non la rubo....cazzo ti sei dimenticato la ferrari, peccato eri quasi perfetto
  • Anonimo scrive:
    Re: temi l'ira dell'uomo silenzioso
    Ok, basta che prometti di non scaricare nulla di Tiziano Ferro (è per il tuo bene). :):):):)P.S. : visto che ci sei butta su eDonkey va. ;)
  • avvelenato scrive:
    temi l'ira dell'uomo silenzioso
    Sapete che cosa vi dico?ho argomentato fin troppo le mie tesi a favore del p2p, a sfavore del sistema attuale di distribuzione, a favore della necessità di un mercato di musica legalizzato e migliore, che magari sfrutti l'assenza di costi di gestione del p2p, che magari non la sfrutti ma per lo meno sfrutti internet, ecc.mi sono stancato, ho scritto troppo.accenderò soulseek e lascerò sia lui a parlare per me.tanti saluti.invito tutti i pro-p2p a fare lo stesso e a lasciare sbraitare questi quattro nonnetti luddisti. Quando si accorgeranno che la musica non è morta, anzi è rinata, quelli che dubitavano si ricrederanno, quelli in malafede rosicheranno.
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    - Scritto da: Anonimo
    ormai l'utente p2p (e se minorenne i
    genitori) e' consapevole di commettere un
    reato (illecito ?) scaricando opere di
    ingegno senza pagare nulla (uso personale: e
    questo e' male) e addirittura ridistribuendo
    il materiale ottenuto illegalmente a milioni
    di altre persone (spaccio: e questo e'
    peggio).Mi sono appena affacciato alla finestra.Sai quante auto ci sono in divieto di sosta qua sotto?Io dico che tutti quelli che hanno parcheggiato li' sono perfettamente consapevoli che e' vietato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione di privilegi
    - Scritto da: Anonimo
    Nun me scuccia'..

    tanto muore pure tu...e non provarlo a scriverlo il napoletano se non sei capace...il napoletano scritto è un'arte, lasciala a Edoardo e a pochi eletti
  • Anonimo scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...
    Azz... è il primo post in cui mi tocca dirti che non sono d'accordo con te.IO Tiziano Ferro non lo posso vedere.:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Allora anche chi sente la radio è un
    mezzo ladro. Io non pago niente per
    sentire la radio e allora? Alscolto quella
    e non compro niente. Il problema è
    che se un brano non mi piace, allora
    penserò che tutto l'album faccia
    così schifo e l'artista avrà
    ancora meno speranze di vendere.
    Se voglio fare "caching", registro su
    cassetta o megio direttamente in mp3 (certe
    schede radio lo fanno).
    I discorsi delle major fanno acqua.MI hai tolto le parole di bocca e me lo stavo chiedendo......ma se mi registro tutto dalla radio o dalla tv sono un ladro? Non stò pagando niente all'autore
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con sta storia dei ladri!!!

      MI hai tolto le parole di bocca e me lo
      stavo chiedendo......ma se mi registro tutto
      dalla radio o dalla tv sono un ladro? Non
      stò pagando niente all'autorenon per niente in usa si stanno attrezzando per non farti più registrare dalla tv... ma loro sono avanti, noi ci arriviamo un po' dopo :D
      • BillTorvalds scrive:
        Registrare dalla TV
        - Scritto da: Anonimo



        MI hai tolto le parole di bocca e me lo

        stavo chiedendo......ma se mi registro
        tutto

        dalla radio o dalla tv sono un ladro?
        Non

        stò pagando niente all'autore


        non per niente in usa si stanno attrezzando
        per non farti più registrare dalla
        tv... ma loro sono avanti, noi ci arriviamo
        un po' dopo :D... e dove li mettiamo gli interessi dei produttori di decoder digitali con annesso PVR e di altri dispositivi dediti all' acquisizione e registrazione di flussi audio/video ?Esistono persino dei dischi fissi esterni con tanto di schermetto che possono registrare video in vari formati (soprattutto Mpeg4, se non mi sbaglio) se collegati ad una sorgente video, masterizzatori DVD con incorporata la scheda di acquisizione video (il nuovo Iomega, ad esempio) e tutta una serie di altri ammennicoli per i quali si prospetta un fiorente mercato. ;)P.S. : La conosco la storia di Sky e dei decoder NDS, la conosco. :(
        • Anonimo scrive:
          Re: Registrare dalla TV

          ... e dove li mettiamo gli interessi dei
          produttori di decoder digitali nel cesso, si vede che non devolvono abbastanza ai politici
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
      Paghi il diritto di copia privata con imposta sia sulle cassette che sullo strumento di registrazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
        - Scritto da: Anonimo
        Paghi il diritto di copia privata con
        imposta sia sulle cassette che sullo
        strumento di registrazione.in realtà la copia da tv è soltantoper la visione differita, in quanto la tv ha pagato i diritti per 1 visione e non per tutta la vita
        • Anonimo scrive:
          Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
          Se mi trovi il punto della legge dove è scritto. Non c'è scritto da nessuna parte eppure il limite del 15% sui libri l'hanno messo nero su bianco. Se la legge non osta è legittimo purchè usi supporti e mezzi di registrazione su cui hai pagato le gabelle.
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
            - Scritto da: Anonimo
            Se la
            legge non osta è legittimo
            purchè usi supporti e mezzi di
            registrazione su cui hai pagato le gabelle.il problema è che la persona da cui copi (la tv) non ha comprato i diritti tout court per trasmettere l'opera, ma a comprato (lei, ma poi ne benefici tu) i diritti per una sola visione
          • Anonimo scrive:
            Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
            Guarda che le tv pagano anche in base al fatto che tu possa registrare,comunque alla legge interessa che tu abbia accesso legittimo all'opera ed è il caso della tv,se mi dici dove è scritto quello che dici nella 633/41 ne parliamo.Bada bene che parliamo di copia privata, non di un diritto di ridistribuzione.
  • 3p scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...
    - Scritto da: Anonimo
    Quello che faccio per i problemi seri (a
    parte la mia sopravvivenza) sono fatti miei,
    non tuoi...a ME certamente non devi rendere conto di nulla. Ci mancherebbe...
    Se per problema intendi le canzonette, ho
    gia' esposto il mio punto di vistaClassificando l'umanità con grande perizia...Ma se il libro che cerchi te lo proponessero fotocopiato o su file?
  • avvelenato scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...
    - Scritto da: Anonimo
    Se una cosa non me la posso permettere, ne
    faccio a meno, il mercato
    si autoregola... Quello che resta invenduto
    va nel rusco e i soldi investiti lo seguono.il tuo ragionamento avrebbe senso in un regime di libero mercato.domandati perché le vendite diminuiscono o non aumentano come ci si aspetterebbe, eppure i prezzi sono sempre gli stessi!btw, uno che definisce la musica come "bene non indispensabile" è evidente che non ama la musica, e sottolineo il fatto che concordo e condivido il disprezzo per gli ipocriti che dicono "questo fa schifo questo fa pena" ma poi scaricano tutto. a me Tiziano Ferro piace !
  • Anonimo scrive:
    Re: Questione di privilegi
    Nun me scuccia'..tanto muore pure tu...
  • Anonimo scrive:
    Re: coscienza e buon senso

    parli tu e allo stato attuale il p2p non
    c'entra assolutamente nulla e lo stà
    dimostrando anche la Apple con iTunes e
    tutti i servizi legali di musica su
    Internet. scusa ma che c'entra il p2p con iTunes? l'unica cosa che hanno in comune è che trattano musica in formato digitale. Il p2p fatto in modo sconsiderato, fa crollare gli introiti delle Major stampa-CD *E* di iTunes
    • Anonimo scrive:
      Re: coscienza e buon senso
      - Scritto da: Anonimo


      parli tu e allo stato attuale il p2p non

      c'entra assolutamente nulla e lo
      stà

      dimostrando anche la Apple con iTunes e

      tutti i servizi legali di musica su

      Internet.

      scusa ma che c'entra il p2p con iTunes?
      l'unica cosa che hanno in comune è
      che trattano musica in formato digitale.
      Il p2p fatto in modo sconsiderato, fa
      crollare gli introiti delle Major stampa-CD
      *E* di iTunes
      Voglio dire che il p2p non toglie soldi al mercato legale. Il fatto che iTunes ha tanto successo nonostante esista il p2p vuol dire che la gente, se ha i soldi e il prezzo è adeguato, ha piacere di pagare gli artisti per il loro lavoro.La maggior parte della roba che viene scambiata col p2p, viene scaricata per provare, testare, perchè al momento non ho i soldi ma vorrei ascoltare quell'ultima canzone (che magari comprerò il mese prossimo), etc.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...
    Quello che faccio per i problemi seri (a parte la mia sopravvivenza) sono fatti miei, non tuoi...Se per problema intendi le canzonette, ho gia' esposto il mio punto di vista
  • 3p scrive:
    Re: Il muro di gomma e la rivoluzione...
    - Scritto da: Anonimo
    La fame nel mondo?, no, inkazziamoci perche'
    non ci vogliono fare scaricare le
    canzonette... ma noi lo facciamo lo stesso,
    per dispetto, perche' non e' giusto che i
    dischi costino etc....Sembri mia nonna che diceva: "non avanzare la pasta che i bambini del Biafra muoiono di fame"...TU cosa fai x il problema?
  • Anonimo scrive:
    Una questione psicologica
    Pare che le case discografiche e cinematografiche abbiano dato vita, con le organizzazioni di tutela dei diritti d'autore, a veri e propri "cartelli" che solo di recente società coraggiose come Apple sono riuscite a far scricchiolare. A mio parere, il fatto di detenere i diritti d'autore non ne autorizza l'abuso, ad esempio aumentando i costi e cercando di soffocare soluzioni che possano soddisfare il pubblico senza sfociare nella pirateria. Sotto questo punto di vista, equivale a speculare sulla pelle degli appassionati e spesso anche degli autori stessi, come sempre più spesso si apprende dai media; RIAA ed alcune altre organizzazioni similari tutelano solo gli editori, compresi quelli che sfruttano i loro autori sol perché questi ultimi non hanno abbastanza mezzi per autoprodursi.Per quanto riguarda lo scambio, esso non è una novità dell'Era Internet: scagli la prima pietra contro il p2p chi non ha mai scambiato, ai tempi delle care vecchie cassette a nastro, brani con i suoi amici, servendosi di un normale Hi-Fi a doppia cassetta. Allora, si duplicavano le proprie cassette e si scambiavano le copie con quelle realizzate dai propri amici, perché è umana l'inclinazione a condividere le proprie conoscenze e le proprie emozioni. Non stupitevi se le "campagne di sensibilizzazione" non producono i risultati sperati!Non metto in dubbio che il p2p possa sfociare nella pirateria: Napster aveva permesso a migliaia di ragazzi di farsi in casa interi LP dei loro artisti preferiti, un eccesso sicuramente inaccettabile; ma a farlo sono, oggi come ieri, pochi deficienti! NON SIAMO MILIONI DI LADRI!A proposito: chi ci garantisce che i colossi non possano commettere "atti di pirateria" ai danni del pubblico e degli artisti? Cosa sono gli "eBooks"? Come mai non stanno simpatici a Richard Stallman?Anche le valanghe di cause giudiziarie intentate dalla RIAA possono essere giudicate una forma di pirateria, dal momento che si tratta di crimini commessi addirittura con la legge a favore! infatti, la RIAA parla di utenti che, condividendo, avrebbero fatto desistere altri utenti dall'acquisto dei CD originali e chiedono loro risarcimenti stratosferici ma ignorano (o vogliono che i giudici ignorino) il fatto che la stragrande maggioranza degli scaricatori di brani protetti, in assenza della piaga del p2p non avrebbero comunque comprato gli originali o avrebbero comprato ben poco, in rapporto a ciò che hanno scaricato. Motivo? La mancanza di soldi è un valido deterrente all'acquisto, mentre la curiosità favorisce l'uso del p2p: se ogni cosa fosse a pagamento per il consumatore diretto e i costi fossero elevati, la vita sarebbe davvero triste.Forse, per estirpare la piaga della pirateria ci vorrebbe semplicemente un rapporto più "Confuciano" tra editore, autore e consumatore; molto meglio se ad un autore fosse possibile legarsi contemporaneamente a più case discografiche (utopia?); basti pensare che molte delle decisioni più sagge prese dalle case discografiche e di home video sono in risposta all'unica forma di concorrenza che hanno e che temono: la pirateria. E' giusto servirsi dei mezzi legali per punire chi specula sul lavoro degli altri vendendo materiale non suo ma la strategia di battaglie legali propugnata dalla RIAA serve più a reprimere la natura umana che a far giustizia e tutelare i diritti degli aventi diritto.P.S.: Quando un pirata viene dipinto come un pericolo sociale alla stregua di un killer o di un rapinatore dal grilletto facile, è una forma di ingiuria & diffamazione?P.P.S.: E' giusto comminargli pene adatte a chi commette "crimini contro la persona"?P.P.P.S.: Scusatemi per i periodi troppo lunghi, un viziaccio che non riesco proprio a togliermi!
  • 3p scrive:
    Re: E Gutenberg? e Xerox?
    - Scritto da: (C)Warrior
    Lì a stracciarsi le vesti era una
    categoria di "duplicatori", ora a
    stracciarsi le vesti ci sono invece degli
    "autori", e non completamente a torto a mio
    avviso. La major non mi sembrano grandi autori... e Mazza si lamenta di più di Elio.imho il problema non sono gli autori (che vanno giustamente retribuiti) sono i privilegi dei distributori. E vanno eliminati, a zero.
  • (C)Warrior scrive:
    Re: E Gutenberg? e Xerox?
    Con la pressa da
    stampa, gli amanuensi, non solo quelli
    religiosi (i frati che in pratica
    guadagnavano fior di denari per i conventi),
    ma anche quelli laici (che erano quelli che
    guadagnavano tantissimo da questa
    attivita'), iniziarono a stracciarsi le
    vesti dichiarando che sarebbe morta la
    letteratura, che nessuno avrebbe piu'
    scritto niente, ecc.. ecc.. questa
    "canzone" e' vecchia di secoli, ma si canta
    ancora oggi... :)sì però adesso è un pò diverso: lì le opere erano di dominio pubblico (Bibbia etc.) e se uno voleva essere autore lo faceva per passione e non per vil danaro.Lì a stracciarsi le vesti era una categoria di "duplicatori", ora a stracciarsi le vesti ci sono invece degli "autori", e non completamente a torto a mio avviso. Diciamo che un paragone più azzeccato con la situazione che descrivi sopra, si può fare oggi con i librai (nel senso venditori di libri) che si stanno stracciando le vesti per quella storia dei testi scolastici scaricabili da internet.
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    - Scritto da: Anonimo
    e come si concilia questa sua posizione con
    il diritto di fare quello che si vuole del
    proprio lavoro?Di chi? Mia o di ekleptical? Nel caso di ekleptical chiedilo a lui. Nel mio caso sono perfettamente coerente (ovvero l'autore decide come fruire della sua opera e gli altri si devono adeguare. Quindi no al p2p e no allo scopiazzare codice gpl in programmi non gpl, e via dicendo)
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      e come si concilia questa sua posizione
      con

      il diritto di fare quello che si vuole
      del

      proprio lavoro?

      Di chi? Mia o di ekleptical? sua secondo te a chi si riferisce? pensi forse che in un forum sia uso darsi del lei? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000

    Quella di churchill era una battuta detta in
    un contesto specifico. E' da stupidi cercare
    di estrapolarla dal contesto in cui è
    stata detta ed applicarla sempre e comunque
    in maniera dogmatica giusto per tirare
    l'acqua al proprio mulino. quella di churchill non era una battuta era un lapidario richiamo a quali sono i fondamenti del diritto... è certamente esportabile in altri campi a patto che non si modifichi la sua natura, ovvero essere un richiamo ai fonadmenti del diitto, se si dimentica questo (o se non si sanno quali siano questi fondamenti) sia gli esempi pro p2p sia qelli paradossali fatti in seguito, perdono significato
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      - Scritto da: Anonimo
      quella di churchill non era una battuta era
      un lapidario richiamo a quali sono i
      fondamenti del diritto... è
      certamente esportabile in altri campi a
      patto che non si modifichi la sua natura,
      ovvero essere un richiamo ai fonadmenti del
      diitto, se si dimentica questo (o se non si
      sanno quali siano questi fondamenti) sia gli
      esempi pro p2p sia qelli paradossali fatti
      in seguito, perdono significatoNon diciamo baggianate. La battuta di churchill può valere solo in alcuni contesti, *non può* e *non deve* valere in senso assoluto.Ripeto: se la gente cominciasse a non pagare più le tasse (come in Italia già avviene), la soluzione *non è* quella di eliminarle. Come se la gente cominciasse ad ammazzare la soluzione *non potrebbe* essere quella di depenalizzare l'omicidio. Le leggi vanno create pensando *al bene della collettività*, per questo quella frase può andare bene in alcuni contesti - in particolare quelli in cui l'interesse dell'individuo ed il bene della collettività coincidono -, mentre in altri non può assolutamente andare bene, in particolare nel caso che l'interesse dell'individuo sia all'opposto del bene collettivo, come ad esempio succede nelle tasse, dove l'interesse dell'individuo coincide con il non pagarle, ma questo comporterebbe un peggioramente sostanziale, se non un'azzeramento, del benessere della collettività.
      • Anonimo scrive:
        Re: colpire un ladro per educarne 1000

        Non diciamo baggianate. La battuta di
        churchill può valere solo in alcuni
        contesti, *non può* e *non deve*
        valere in senso assoluto.
        se tu sapessi leggere e avessi cognizione di quali sono i fondamenti che portano all'aggregazione in gruppi sociali ti renderesti conto che abbiamo detto più o meno cose simili... purtroppo sei voluto partire lancia in resta senza capire (o sforzarti di capire) tutto il ragionamento... :)
      • paperinox scrive:
        Re: colpire un ladro per educarne 1000
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        quella di churchill non era una battuta
        era

        un lapidario richiamo a quali sono i

        fondamenti del diritto... è

        certamente esportabile in altri campi a

        patto che non si modifichi la sua
        natura,

        ovvero essere un richiamo ai fonadmenti
        del

        diitto, se si dimentica questo (o se
        non si

        sanno quali siano questi fondamenti)
        sia gli

        esempi pro p2p sia qelli paradossali
        fatti

        in seguito, perdono significato

        Non diciamo baggianate. La battuta di
        churchill può valere solo in alcuni
        contesti, *non può* e *non deve*
        valere in senso assoluto.hemmmm.... e questo lo decidi tu vero??

        Ripeto: se la gente cominciasse a non pagare
        più le tasse (come in Italia
        già avviene), la soluzione *non
        è* quella di eliminarle. hemmm.... abbassarle no, vero??certo, dobbiamo essere tutti dei bravi cittadini, anche se sentiamo di essere presi per i fondelli in continuazione, pagando per avere servizi scadenti, tutele inesistenti e leggi che, per un semplice illecito, ti fanno rischiare la galera, mentre chi ci dovrebbe stare è libero di circolare.e in queste condizioni i cittadini, secondo te, se possono evadere non lo fanno?? Come se la
        gente cominciasse ad ammazzare la soluzione
        *non potrebbe* essere quella di
        depenalizzare l'omicidio. stai facendo il solito esempio fuori dal contesto..... ah ma forse stai solo cercando di sostituire la Ferrari :Dfacezie a parte, probabilmente facendo un piccolo sforzo ti rendi conto che stai paragonando il diritto fondamentale all'incolumità della persona con un illecito francamente ridicolo.....Le leggi vanno
        create pensando *al bene della
        collettività*, hemmm.... e lo decidi tu qual è il bene della collettività??perchè le leggi sul (c) sono fatte sicuramente a favore della collettività.....per questo quella
        frase può andare bene in alcuni
        contesti - in particolare quelli in cui
        l'interesse dell'individuo ed il bene della
        collettività coincidono -, e quando l'insieme di questi individui diventa una parte consistente della collettività come la mettiamo???li minacciamo con leggi demenziali???oppure li "rieduchiamo" (magari chiudendoli tutti in qualche gulag) come proponevi qualche post più sotto??mentre in
        altri non può assolutamente andare
        bene, in particolare nel caso che
        l'interesse dell'individuo sia all'opposto
        del bene collettivo, in effetti il mio interesse a scaricare mp3 o DivX sta all'opposto del bene collettivo..... ma collettivo cosa significa?? il bene della collettività intesa come stato o come collettività dele major???perchè c'è una certa piccolissima differenza sai.......come ad esempio succede
        nelle tasse, dove l'interesse dell'individuo
        coincide con il non pagarle, ma questo
        comporterebbe un peggioramente sostanziale,
        se non un'azzeramento, del benessere della
        collettività.ancora a paragonare gli interessi di pochissimi con qualcosa che ha attinenza con gli interessi di molti..... non puoi paragonare tasse e diritti d'autore, sono due cose sostanzialmente diverse, nella forma e nello scopo, le une servono per sostenere una nazione e sono obbligatorie, gli altri solo una persona o un ristretto gruppo di persone e sono facoltative (nel senso che li paghi solo se acquisti il bene).guarda che non puoi prendere la prima cosa che capita per fare un esempio, se no rischi di non dimostrare nulla, se non addirittura il contrario......in conclusione un consiglio..... resta all'esempio della Ferrari 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo
    ...sta per arrivare la finanza !!mi hanno appena portato la versione craccata di alcohol 120%
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    il problema fondamentale è che eklepical è un fancazzista a tutto tondo, parcheggiato all'università e stipendiato dai genitori....finchè non muta quel laureando in ingegneria del suo profilo in laureato gli consiglierei di applicarsi un po' più allo studio e di cazzeggiare un po' meno., che nel tempo da lui perso a scrivere minchiate sull'open source (di cui non capisce nulla...non che di windows capisca di più) c'è gente che di lauree ne ha prese quasi due (al di là del fatto che non servono a molto, ma almeno la smetto di vampirizzare i suoi genitori)
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      il problema fondamentale è che
      eklepical è un fancazzista a tutto
      tondo, parcheggiato all'università e
      stipendiato dai genitori....finchè
      non muta quel laureando in ingegneria del
      suo profilo in laureatoTempo 4 mesi, mese più mese meno, grazie... :P
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questione di filosofia

        Tempo 4 mesi, mese più mese meno,
        grazie... :panno in più anno in meno...tanto che te frega, pagano i tuoi
        • Ekleptical scrive:
          Re: E' questione di filosofia

          anno in più anno in meno...tanto che
          te frega, pagano i tuoiIn effetti rientra fra i loro compiti. Non gli ho mica chiesto io di mettermi al mondo. Ma qui andiamo decisamente Off Topic...
          • Anonimo scrive:
            Re: E' questione di filosofia

            In effetti rientra fra i loro compiti. Non
            gli ho mica chiesto io di mettermi al mondo.
            Ma qui andiamo decisamente Off Topic...§OT per OT concluderei suggerendoti allora di non laurearti o lavorare neanche, tento già un notai è stato costretto (non dalla morale, ma dalla legge) a sborsare un paio di migliaia di euro al mese per il figlio mantenuto a vita :D
          • Ekleptical scrive:
            Re: E' questione di filosofia

            §OT per OT concluderei suggerendoti allora
            di non laurearti o lavorare neanche, tento
            già un notai è stato costretto
            (non dalla morale, ma dalla legge) a
            sborsare un paio di migliaia di euro al mese
            per il figlio mantenuto a vita :DOT per OT in effetti la mia idea (o meglio l'obiettivo) è di non farmene un cacchio di quella laurea. La prendo per farli contenti e per sicurezza.Poi ho intenzione di provare a fare tutt'altro. Se non va quantomeno non finisco a fare il cassiere di supermercato (con tutto il rispetto)! :PE in ogni caso alla priamoccasione svicolerò per mettermi in proprio.
          • Anonimo scrive:
            Re: E' questione di filosofia
            Rotfl..
  • avvelenato scrive:
    Re: colpire un ladro, tanto non funziona
    tanto non funziona.come vanno le statistiche di utilizzo del p2p in usa?la verità è che se non offri un alternativa, chi viene punito non solo non ammetterà a se stesso la sua colpevolezza, ma si sentirà perseguito dalla società e quindi in dovere di mettersi contro di essa.ergo:http://www.shingokick.supereva.it/bravo.swf- Scritto da: Anonimo
    ormai l'utente p2p (e se minorenne i
    genitori) e' consapevole di commettere un
    reato (illecito ?) scaricando opere di
    ingegno senza pagare nulla (uso personale: e
    questo e' male) e addirittura ridistribuendo
    il materiale ottenuto illegalmente a milioni
    di altre persone (spaccio: e questo e'
    peggio).
    Adesso penso sia il momento di agire, punire
    un ladro per educarne 1000, non esiste altra
    via .. magari si potrebbero aumentare le
    pene per chi cerca di camuffare lo spaccio
    di opere usando meccanismi di criptazione
    ecc..

    saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro, tanto non funziona
      - Scritto da: avvelenato
      la verità è che se non offri
      un alternativa, chi viene punito non solo
      non ammetterà a se stesso la sua
      colpevolezza, ma si sentirà
      perseguito dalla società e quindi
      in dovere di mettersi contro di essa.
      Basta rieducarli.
      • Anonimo scrive:
        Re: colpire un ladro, tanto non funziona


        Basta rieducarli.olio di ricino?
      • avvelenato scrive:
        Re: colpire un ladro, tanto non funziona
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: avvelenato

        la verità è che se non
        offri

        un alternativa, chi viene punito non
        solo

        non ammetterà a se stesso la sua

        colpevolezza, ma si sentirà

        perseguito dalla società e quindi

        in dovere di mettersi contro di essa.



        Basta rieducarli.e se non funziona, sopprimerli, giusto?
      • Anonimo scrive:
        Re: colpire un ladro, tanto non funziona
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: avvelenato

        la verità è che se non
        offri

        un alternativa, chi viene punito non
        solo

        non ammetterà a se stesso la sua

        colpevolezza, ma si sentirà

        perseguito dalla società e quindi

        in dovere di mettersi contro di essa.



        Basta rieducarli.Gulag??Ospedale psichiatrico??http://www.shingokick.supereva.it/bravo.swf
  • Anonimo scrive:
    Questione di privilegi
    Gente, e' inutile affannarsi.Le major sono come i dinosauri alle soglie dell'estinzione.Queste leggiucchielle sono gli ultimi colpi di coda di una bestia ferita e morente... Lasciamo che discografici e parassiti vari si godano il loro ultimo brindisi... Il Titanic su cui navigano sta affondando. Colpito da un iceberg chiamato P2P. Potranno tranquillizzarsi per la toppa "legge Urbani"... ma quando capiranno che la falla e' troppo grossa per essere arginata... beh... allora dovranno vendersi qualche villa...La musica, l'arte e il cinema esistevano prima dei discografici e dei produttori. E la loro scomparsa non sara' certo una grande perdita per la creativita'.Byebye dinos
  • Anonimo scrive:
    Re: E Gutenberg? e Xerox?
    EHEHHEHEHEHEH :DNon dimentichiamo che con l'invenzione della pressa da stampa gli amanuensi fecero una "guerra" per conservare i propri privilegi. La storia ci insegna che ogni volume copiato, essendo comunque un'opera rara, veniva pagata ben bene. Con la pressa da stampa, gli amanuensi, non solo quelli religiosi (i frati che in pratica guadagnavano fior di denari per i conventi), ma anche quelli laici (che erano quelli che guadagnavano tantissimo da questa attivita'), iniziarono a stracciarsi le vesti dichiarando che sarebbe morta la letteratura, che nessuno avrebbe piu' scritto niente, ecc.. ecc.. questa "canzone" e' vecchia di secoli, ma si canta ancora oggi... :)
  • Anonimo scrive:
    hihihihihi
    ihihihihihi..:D:Dhanno ragione......:);)
  • TPK scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo
    ... e si fara' dare (da te
    , personalmente ) la chiave di decrittazione
    , dietro debito ordine del magistrato...
    ma pensate di conoscere solo voi
    l'informatica ???E il diritto a non testimoniare contro sé stessi dove lo metti?
  • Anonimo scrive:
    Re: questione di semantica
    - Scritto da: (C)Warrior
    Qualche idea?
    [ ] Libero scambio di informazioni.[ ] Scambio culturale[ ] Copia[ ] Libera diffusione di opere che in teoria sono state fatte per essere fruite da più gente possibile ma che quando questo accade viene chiamato furto
    • (C)Warrior scrive:
      coscienza e buon senso

      [ ] Libero scambio di informazioni.
      [ ] Scambio culturale
      [ ] Copia
      [ ] Libera diffusione di opere che in teoria
      sono state fatte per essere fruite da
      più gente possibile ma che quando
      questo accade viene chiamato furtoIo credo che qualsiasi artista vorrebbe che le sue opere fossero fruite da piu gente possibile, e non gli importa se alcuni di questi fruitori non pagano, però vorrebbe anche che alla fine i suoi introiti gli permettano di vivere della sua arte e produrre ancora opere. Si tratta di un equilibrio.Almeno da quando si potevano stampare gli spartiti, tutti gli artisti hanno avuto dei fruitori che non pagavano per la fruizione. Finchè la percentuale dei fruitori non paganti si manteneva bassa, l'artista poteva vivere della sua arte, più o meno bene.La tecnologia odierna ha reso teoricamente possibile il fatto che su un campione di 100 persone, fino al 99% possa essere fruitore non pagante.L'argine allo squilibrio totale dell'equilibrio di cui parlavo prima non è più di tipo tecnico quindi; l'argine potenziale allo squilibrio oggi è diventato il nostro libero arbitrio, la nostra coscienza.Però anche senza che io tiri in ballo questioni di coscienza e che tu tiri in ballo questioni di universalità della fruizione:anche con un minimo di buonsenso si può capire che se prima un prodotto veniva finanziato da un mercato di acquirenti, quando quei finanziamenti vengono a crollare, crollerà anche la qualità del prodotto.
      • 3p scrive:
        Re: coscienza e buon senso
        - Scritto da: (C)Warrior
        anche con un minimo di buonsenso si
        può capire che se prima un prodotto
        veniva finanziato da un mercato di
        acquirenti, quando quei finanziamenti
        vengono a crollare, crollerà anche la
        qualità del prodotto.Mi stai dicendo che la musica di oggi è migliore di quella di es. decenni-secoli fa?Britney vs. Bach :)Piotta vs. i bravissimi madrigalisti medievali :sAzz, loro i CD non li vendevano...
      • Anonimo scrive:
        Re: coscienza e buon senso
        - Scritto da: (C)Warrior
        Io credo che qualsiasi artista vorrebbe che
        le sue opere fossero fruite da piu gente
        possibile, e non gli importa se alcuni di
        questi fruitori non pagano, però
        vorrebbe anche che alla fine i suoi introiti
        gli permettano di vivere della sua arte e
        produrre ancora opere. Si tratta di un
        equilibrio.
        Su questo sono perfettamente d'accordo. Ma allora perchè accanirsi tanto col p2p? Al momento attuale il p2p non toglie affatto soldi ai musicisti, quelli che compravano i cd prima continuano a comprarli anche adesso. Non puoi paragonarmi la qualità di un cd comprato in negozio (senza protezioni o drm) con quella di un mp3 scaricato dalla rete. E per i film è ancora peggio, se le major dicono che uno che scarica un divx non andrà mai a comprare il dvd o non andrà al cinema a vedere il film stanno solo sminuendo il loro lavoro.
        anche con un minimo di buonsenso si
        può capire che se prima un prodotto
        veniva finanziato da un mercato di
        acquirenti, quando quei finanziamenti
        vengono a crollare, crollerà anche la
        qualità del prodotto.
        Io mi auspico lo stesso equilibrio di cui parli tu e allo stato attuale il p2p non c'entra assolutamente nulla e lo stà dimostrando anche la Apple con iTunes e tutti i servizi legali di musica su Internet. Se solo lo capissero anche le major (anzi, meglio, se neanche esistessero le major).
      • Anonimo scrive:
        Re: coscienza e buon senso
        - Scritto da: (C)Warrior

        [ ] Libero scambio di informazioni.

        [ ] Scambio culturale

        [ ] Copia

        [ ] Libera diffusione di opere che in
        teoria

        sono state fatte per essere fruite da

        più gente possibile ma che quando

        questo accade viene chiamato furto

        Io credo che qualsiasi artista vorrebbe che
        le sue opere fossero fruite da piu gente
        possibile, e non gli importa se alcuni di
        questi fruitori non pagano, però
        vorrebbe anche che alla fine i suoi introiti
        gli permettano di vivere della sua arte e
        produrre ancora opere. Si tratta di un
        equilibrio.Il musicista potrebbe benissimo comporre la sua musica.Apre un sito su internet.Mette tutti i suoi brani liberamente scaricabili in MP3.Chi vuole il CD compila il form con i suoi dati, paga con carta di credito e il musicista gli spedisce a casa un CD con i brani, magari pure autografato col pennarello, tanto per rendere unico l'oggetto.Io dico che se provasse a fare cosi', producendo in proprio e vendendo via internet a 10 euro spese di spedizione comprese, sara' costretto ad assumere qualcuno che masterizza e spedisce, 24 ore su 24.E il guadagno netto per il musicista e' molto di piu' che quell'elemosina che gli promettono SIAE & Co. e che non gli danno mai.
        • Anonimo scrive:
          Re: coscienza e buon senso


          Il musicista potrebbe benissimo comporre la
          sua musica.
          Apre un sito su internet.
          Mette tutti i suoi brani liberamente
          scaricabili in MP3.più o meno come fanno i beatallica e come facevano i gem boy...cmq i guadagni più che dai cd sono dai concerti
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo

    [...]


    nel frattempo sei sotto processo ,e

    chissa


    perche penso che il giudice
    iniziera' a


    dubitare della tua buona fede ...



    le opinioni personali del giudice sono

    irrilevanti in questi casi, lui e
    l'accusa

    hanno le mani legate, l'unica cosa che

    possono fare e' sequestrare la macchina
    e

    tentare un attacco brute force macinando

    chiavi per migliaia di anni
    a parte che esistono dei cluster progettati
    appositamente per questo scopo e che esiste
    una cosa chiamata legge di Moore , l'altra
    cosa che possono fare e' tenerti
    continuamente sott'occhio per vedere se
    sgarri di nuovo .con il cluster anziche' metterci 20.000 anni ce ne metti solo 400 (poi un cluster lo impieghi per crackare UNA password, e tutti gli altri utenti sotto processo?); possono tenermi sott'occhio ma per la legge italiana io non ho sgarrato nemmeno la prima volta (assolto); quindi che fanno? reiterano il processo all'infinito? lascia perdere non possono fare assolutamente nulla
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    infatti, il fenomeno e' in crescita a dispetto di tutte le contromisure che le major stanno mettendo in campo
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    [...]

    nel frattempo sei sotto processo ,e
    chissa

    perche penso che il giudice iniziera' a

    dubitare della tua buona fede ...

    le opinioni personali del giudice sono
    irrilevanti in questi casi, lui e l'accusa
    hanno le mani legate, l'unica cosa che
    possono fare e' sequestrare la macchina e
    tentare un attacco brute force macinando
    chiavi per migliaia di anni a parte che esistono dei cluster progettati appositamente per questo scopo e che esiste una cosa chiamata legge di Moore , l'altra cosa che possono fare e' tenerti continuamente sott'occhio per vedere se sgarri di nuovo .
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo[...]
    nel frattempo sei sotto processo ,e chissa
    perche penso che il giudice iniziera' a
    dubitare della tua buona fede ...le opinioni personali del giudice sono irrilevanti in questi casi, lui e l'accusa hanno le mani legate, l'unica cosa che possono fare e' sequestrare la macchina e tentare un attacco brute force macinando chiavi per migliaia di anni
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    Veramente a leggere la notizia sembra che la pacchia non sia mai finita e che continui più di prima.
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo



    ...sta per arrivare la
    finanza !!





    che trovera' un bel filesystem
    criptato


    loop-aes

    ... e si fara'
    dare (da te

    , personalmente ) la chiave di
    decrittazione

    , dietro debito ordine del magistrato...

    ma pensate di conoscere solo voi

    l'informatica ???

    me la sono dimenticata, a quel punto sta
    all'accusa l'onere della prova (provare che
    me la sono dimenticata davvero, e voglio
    vedere come fanno)nel frattempo sei sotto processo ,e chissa perche penso che il giudice iniziera' a dubitare della tua buona fede ...
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    evidentemente non conosci la legge italiana, tu in questi casi puoi anche dire che non te la ricordi e loro non possono fare assolutamente nulla (gia successo in diverse sentenze)
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    ...sta per arrivare la finanza !!



    che trovera' un bel filesystem criptato

    loop-aes
    ... e si fara' dare (da te
    , personalmente ) la chiave di decrittazione
    , dietro debito ordine del magistrato...
    ma pensate di conoscere solo voi
    l'informatica ???me la sono dimenticata, a quel punto sta all'accusa l'onere della prova (provare che me la sono dimenticata davvero, e voglio vedere come fanno)
  • Anonimo scrive:
    Re: E Gutenberg? e Xerox?
    Ovviamente ironico! Sob è il mio destino essere incompreso:'(
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ...sta per arrivare la finanza !!

    che trovera' un bel filesystem criptato
    loop-aes... e si fara' dare (da te , personalmente ) la chiave di decrittazione , dietro debito ordine del magistrato...ma pensate di conoscere solo voi l'informatica ???
  • Anonimo scrive:
    Re: la pacchia e' finita ....
    - Scritto da: Anonimo
    ...sta per arrivare la finanza !!che trovera' un bel filesystem criptato loop-aes
  • Anonimo scrive:
    Re: E Gutenberg? e Xerox?
    ok scusa ma mi è venuto un dubbio: il tuo post originale, facevi sul serio o era sarcastico?- Scritto da: Anonimo
    Mentre ero intento a ricopiare spartiti ed a
    disegnare fiorellini mi sono reso conto
    delle conseguenze di quello che hai
    scritto... non dire ad alta voce che dal
    1450 hanno inventato la stampa.
    Mazza potrebbe considerarla un supporto per
    la memorizzazione dei dati e chiedere che
    vengano pagate le tasse a lui dovute su ogni
    "pressa" alla Gutenberg.
    Ovviamente con gli interessi!
  • Anonimo scrive:
    Re: guadagni coi concerti???
    Bravo!E seguire 10 minuti di applausi
  • Anonimo scrive:
    la pacchia e' finita ....
    ...sta per arrivare la finanza !!
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    si dai!magari il ladro impicchiamolo sul pennone di una antenna per cellulari che magari ne educhiamo 10.000il tutto, chiaramente, in diretta tv che così ne educhiamo ancora di più.e chi proprio non si riesce a educare lo mandiamo in un bel campo di lavoro.si dai!heil
  • Anonimo scrive:
    Re: E gli amanuensi?
    Perchè?Che cosa non hai capito -forse che è volutamente ironico-?
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    Giusto! Mettiamogli una bomba atomica in salotto! Non distrarti va'... torna a lucidare il tuo manganello e a controllare il prezzo dell'olio di ricino.- Scritto da: Anonimo
    ormai l'utente p2p (e se minorenne i
    genitori) e' consapevole di commettere un
    reato (illecito ?) scaricando opere di
    ingegno senza pagare nulla (uso personale: e
    questo e' male) e addirittura ridistribuendo
    il materiale ottenuto illegalmente a milioni
    di altre persone (spaccio: e questo e'
    peggio).
    Adesso penso sia il momento di agire, punire
    un ladro per educarne 1000, non esiste altra
    via .. magari si potrebbero aumentare le
    pene per chi cerca di camuffare lo spaccio
    di opere usando meccanismi di criptazione
    ecc..

    saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Quoto
    - Scritto da: (C)Warrior
    Ekleptical, hai messo a fuoco correttamente
    il problema.
    Quello tra p2pari e major è un
    dialogo tra sordi.appunto..... e le major hanno pure l'aggravante dei tappi alle orecchie :D

    Quello che dovrebbero fare le major,
    è *provare* a dare qualche segnale di
    buona volontà, tipo, niente copy
    protection, provare ad abbassare almeno di
    un paio di euro il prezzo dei CD, mmmmiiiiIIIIIIiiiiiiiiIIIIIII...... non ci posso credereeeEEEeee....... addirittura un paio di eurooOOOooo....... attenti a non andare in rovina, eh??e la copy protection possono pure mantenerla, tanto per quel che serve......oppure
    farli pagare a prezzo pieno però
    promettendo uno sconto su acquisti
    successivi, se il CD riesce a vendere
    più di X copie.questo meccanismo è degno di una grande mente, brevettalo subito e proponilo ai tuoi padroni, chissà che non ci ricavi un bonus sullo stipendio che ti passano per scrivere 'ste..... hemmm...... amenità :D

    Quello che dovrebbero fare i p2pari è
    un uso più responsabile del mezzo:
    non scaricare brani di recente uscita, e
    assolutamente non di bands emergenti, al
    primo disco.certamente, come no..... come se io proponessi al mio vicino di casa di duplicargli l'ultimo degli u2 solo tra un paio di mesi....ma toglimi una curiosità, non bastava lui (ekle)??ha cominciato a perdere colpi, visto che gli hanno affiancato pure te????
    • (C)Warrior scrive:
      Re: Quoto

      e la copy protection possono pure
      mantenerla, tanto per quel che serve......bè però rompe le scatole se hai un lettore CD di tipo vecchio e incompatibile
      questo meccanismo è degno di una
      grande mente, brevettalo subito e proponilosono contrario ai brevetti
      ai tuoi padroni, chissà che non ci
      ricavi un bonus sullo stipendio che ti
      passano per scrivere 'ste..... hemmm......
      amenità :Dsenti ma chi ti ha detto che io sono a libro paga delle majors?CopyrightWarrior difende il diritto dei copyright, a prescindere dal fatto che il detentore sia una Major pescecane o un poveraccio che cerca di vivere della sua arte, e specialmente per il secondo tipo di soggetto.

      non scaricare brani di recente uscita, e

      assolutamente non di bands emergenti, al

      primo disco.
      certamente, come no..... come se io
      proponessi al mio vicino di casa di
      duplicargli l'ultimo degli u2 solo tra un
      paio di mesi....non ti seguo. Per me, in questo dominio, "recente" significa che ha meno di 10 anni. Se vuoi scaricarti un CD degli U2 ante 1990 anzichè comprartelo, il danno per loro sarà relativamente insignificante. Se lo fai con l'ultimo, e tutti lo faranno, dubito che gli U2 potranno fare ancora dischi. Se lo fai per una band al primo-secondo disco, gli taglierai le gambe senza possibilità di appello.
      ma toglimi una curiosità, non bastava
      lui (ekle)??
      ha cominciato a perdere colpi, visto che gli
      hanno affiancato pure te????Secondo te è possibile che io ed ekleptical, non siamo degli evangelists infiltrati delle major, ma semplicemente non siamo d'accordo con quello che alcuni pensano?
  • Anonimo scrive:
    Re: E gli amanuensi?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Ma avete considerato i monaci amanuensi?




    eeeh ma loro non avevono il diritto d'autore
    sul groppone




    Ma siamo matti!!

    Sono loro gli antenati di noi
    ''maledetti

    ladri'' utenti p2p, quindi proporrei che

    nelle nostre scuole vengano additati
    come

    tali dai nostri professori di scuola.



    a dire il vero il primo antenato del p2p
    è stato gesù con la
    moltiplicazione dei pani e dei pesci...ma
    non è per questo che l'hanno
    crocifisso (almeno credo) E credi male! I pani e i pesci mancavano TUTTI del bollino SIAE regolamentare, se non lo sapevi, Caifa era il presidente dell'Associazione Papirografici di Israele e Ponzio Pilato il Comandante del Gruppo GdF di Gerusalemme.
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    magari beccano te caro mio
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    Non so sei ti sei accorto che gli assassini si fanno 6 mesi di galera con la condizionale grazie agli avvocati e agli psicologi. Non venire a raccontarci balle sulle pene.
  • Anonimo scrive:
    Re: I ladri non sono gli utenti
    Nessuno ti obbliga a comprarli, non stai parlando della cura per il cancro.
    • DuDe scrive:
      Re: I ladri non sono gli utenti
      - Scritto da: Anonimo
      Nessuno ti obbliga a comprarli, non stai
      parlando della cura per il cancro.Giustissimo, ma guarda un po' il destino cinico e beffardo, io DEVO pagare un pizzo a sti grassatori di artisti e siae a danno di una presunta pirateria, dai facciamo cosi' 5 anni a tutti quelli che comrano una zappa, ao' potenzialmente potresti ammazzarci qualcuno! Chiaro che poi la gente si ink******za e che fa'? usa l'unico modo di "protestare" infrangere la legge che li obbliga a mantenere prostitute droga e vizi a siae&C ossia copiare copiare copiare, scaricare a manetta, tanto ho gia' pagato no? Come dicevo in un'altro thread se l'artista vuole come e' giusto che sia guadagnare con cio' che produce, si autoproducesse, a che servono major, trafficoni at similia? perche' devo pagarli io sti parassiti? produciti da solo, se sei bravo avrai i tuoi fans, se no, esistono tanti campi incolti bisognosi di cure!
      • Anonimo scrive:
        Re: I ladri non sono gli utenti


        Nessuno ti obbliga a comprarli, non stai

        parlando della cura per il cancro.

        Giustissimo, ma guarda un po' il destino
        cinico e beffardo, io DEVO pagare un pizzo a
        sti grassatori di artisti e siae a danno di
        una presunta pirateria, dai facciamo cosi' 5
        anni a tutti quelli che comrano una zappa,
        ao' potenzialmente potresti ammazzarci
        qualcuno! Sei proprio stupido

        Chiaro che poi la gente si ink******za e che
        fa'? usa l'unico modo di "protestare"
        infrangere la legge che li obbliga a
        mantenere prostitute droga e vizi a siae&C
        ossia copiare copiare copiare, scaricare a
        manetta, tanto ho gia' pagato no? Ma tu che ne sai della SIAE e affini?

        Come dicevo in un'altro thread se l'artista
        vuole come e' giusto che sia guadagnare con
        cio' che produce, si autoproducesse, a che
        servono major, trafficoni at similia?
        perche' devo pagarli io sti parassiti?
        produciti da solo, se sei bravo avrai i tuoi
        fans, se no, esistono tanti campi incolti
        bisognosi di cure!LA zappa e' meglio che tee la dai in testa da solo, visto che non sai un cazzo e parli a vanvera, occupati tu del tuo orticeello, non del mio
        • DuDe scrive:
          Re: I ladri non sono gli utenti
          - Scritto da: Anonimo



          Nessuno ti obbliga a comprarli,
          non stai


          parlando della cura per il cancro.



          Giustissimo, ma guarda un po' il
          destino

          cinico e beffardo, io DEVO pagare un
          pizzo a

          sti grassatori di artisti e siae a
          danno di

          una presunta pirateria, dai facciamo
          cosi' 5

          anni a tutti quelli che comrano una
          zappa,

          ao' potenzialmente potresti ammazzarci

          qualcuno!

          Sei proprio stupidoO tu grande saggio, spezzaci il pane della conoscenza



          Chiaro che poi la gente si ink******za
          e che

          fa'? usa l'unico modo di "protestare"

          infrangere la legge che li obbliga a

          mantenere prostitute droga e vizi a
          siae&C

          ossia copiare copiare copiare,
          scaricare a

          manetta, tanto ho gia' pagato no?

          Ma tu che ne sai della SIAE e affini?Sai leggere? ho amici musici e forse loro della SIAE ne sanno qualcosa , a parte che basta il pizzo sui supporti per farmi una idea ben precisa di cosa sia la siae, ed anche una certa trasmissione di report mi ha fatto aumentare la "stima" di sti strozzini



          Come dicevo in un'altro thread se
          l'artista

          vuole come e' giusto che sia guadagnare
          con

          cio' che produce, si autoproducesse, a
          che

          servono major, trafficoni at similia?

          perche' devo pagarli io sti parassiti?

          produciti da solo, se sei bravo avrai i
          tuoi

          fans, se no, esistono tanti campi
          incolti

          bisognosi di cure!

          LA zappa e' meglio che tee la dai in testa
          da solo, visto che non sai un cazzo e parli
          a vanvera, occupati tu del tuo orticeello,
          non del mioTuo? sei un musico? e ti lamenti di cosa? che io scarico un tuo brano? oibo' dovresti essere felice che sei sui p2p si vede che sei bravo, e se sei bravo, come mai piangi miseria? colpa del p2p? non credo, mai provato a fare un concerto? Argomenta cio io ho scritto, magari usando un po' di cortesia, poi possiamo pure discutere.Ciao contadino mancato ( con tutto il rispetto per i contadini, loro si che si fanno il culo)
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
    Chi ruba e' un ladro.Chi copia musica senza rispettare il diritto d'autore, e' un ladro.Quale parte di "ladro" non hai capito?
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Chi ruba e' un ladro.
      Chi copia musica senza rispettare il diritto
      d'autore, e' un ladro.

      Quale parte di "ladro" non hai capito?Quella per cui non avendo sottratto nulla di materiale al cosidetto autore (anche perché se passa tramite agente NON é più padrone di niente....8)) non posso essere definito ladro secondo il vocabolario della lingua italiana e secondo il codice penale e di procedura penale.Se tu hai un vocabolario diverso da quello in uso nello stato italiano NON è problema mio ma tuo: aggiornalo e studia le leggi italiane in vigore!:@8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
      Non ho capito "Ladro" nella frase"Chi copia musica è una ladro"Me lo spieghi tu?Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Chi ruba e' un ladro.
      Chi copia musica senza rispettare il diritto
      d'autore, e' un ladro.

      Quale parte di "ladro" non hai capito?si bravo scrivi pure un dizionario della lingua come ca**o ti pare e poi vendilo a quei 60 falliti firmatari la petizione mazza....
    • Anonimo scrive:
      Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
      Allora anche chi sente la radio è un mezzo ladro. Io non pago niente per sentire la radio e allora? Alscolto quella e non compro niente. Il problema è che se un brano non mi piace, allora penserò che tutto l'album faccia così schifo e l'artista avrà ancora meno speranze di vendere.Se voglio fare "caching", registro su cassetta o megio direttamente in mp3 (certe schede radio lo fanno).I discorsi delle major fanno acqua.
  • Anonimo scrive:
    Re: E gli amanuensi?
    Ma cosa stai dicendo? Ti rendi conto dei paragoni che fai?
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    a te invece ti hanno già colpito..... ma sulla testa quando eri piccolo :D
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    - Scritto da: Anonimo
    ormai l'utente p2p (e se minorenne i
    genitori) e' consapevole di commettere un
    reato (illecito ?) scaricando opere di
    ingegno senza pagare nulla (uso personale: e
    questo e' male) e addirittura ridistribuendo
    il materiale ottenuto illegalmente a milioni
    di altre persone (spaccio: e questo e'
    peggio).
    Adesso penso sia il momento di agire, punire
    un ladro per educarne 1000, non esiste altra
    via .. magari si potrebbero aumentare le
    pene per chi cerca di camuffare lo spaccio
    di opere usando meccanismi di criptazione
    ecc..

    salutiil tuo solito "saluti" in fondo all'elenco delle cagate ti ha tradito..... sei sempre tu, il mio trollone preferito :Dhttp://www.urban75.com/Mag/troll.html
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    HAHAHAHAHAAAAAHAHAHAHAAAAAAAAA.......ME STO' A SCOMPISCIA'.......vai a Zelig, lì un futuro ce l'hai di sicuro :D
  • Anonimo scrive:
    Re: E Gutenberg? e Xerox?
    Mentre ero intento a ricopiare spartiti ed a disegnare fiorellini mi sono reso conto delle conseguenze di quello che hai scritto... non dire ad alta voce che dal 1450 hanno inventato la stampa.Mazza potrebbe considerarla un supporto per la memorizzazione dei dati e chiedere che vengano pagate le tasse a lui dovute su ogni "pressa" alla Gutenberg.Ovviamente con gli interessi!
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    E' veramente divertente che tu permetta alle major e agli artisti di fare quello che voglioni con il loro prodotto (assolutamente legittimo) chiamando in causa leggi di mercato, leggi e basta e tanti bla bla bla..... e che al contrario tu spali merda su quanti decidono di regalare il proprio (open Source) adducendo concorrenza sleale e tutto quello che ti passa per il cervello.Vorrei ricordati che la legge (quando applicata), punisce le pratiche monopolistiche e di cartello.. stranamente in giro trovo solo tutti i cd dai 19 ai 20.50 euro. I DVD tutti allo stesso prezzo..(parlo di grosse case).
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      - Scritto da: Anonimo
      E' veramente divertente che tu permetta alle
      major e agli artisti di fare quello che
      voglioni con il loro prodotto (assolutamente
      legittimo) chiamando in causa leggi di
      mercato, leggi e basta e tanti bla bla
      bla..... e che al contrario tu spali merda
      su quanti decidono di regalare il proprio
      (open Source) adducendo concorrenza sleale e
      tutto quello che ti passa per il cervello.
      Vorrei ricordati che la legge (quando
      applicata), punisce le pratiche
      monopolistiche e di cartello.. stranamente
      in giro trovo solo tutti i cd dai 19 ai
      20.50 euro. I DVD tutti allo stesso
      prezzo..(parlo di grosse case).

      Vabbe' dai ancora con la storia che la legge punisce i monopoli, e le assicurazioni? quelle sono obbligatorie se vuoi guidare eppure furino multate, ma la situazione? e' cambiata? non mi paredovrebbe essere cosi', come tu dici, ma come la realta' ci insegna eì tutto l'opposto!
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questione di filosofia
        Vabbeh un corno... esiste una legge che venga applicata, visto che esiste una legge che mi impone di pagare una tassa per rimborsare SIAE e affini.Inoltro il punto non e' questo ma l'incoerenza di Eklepcoso, che vuole che venga impedito con ogni mezzo e ogni modo di scambiare file protetti da (C), difendendo il lavoro e l'operato degli artisti, ma allo stesso modo vuole che venga impedito, e lo critica fortemente, il movimento open source.. quindi mi vuole impedire di fare quello che voglio del frutto del mio lavoro.. mavaff..
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      bla..... e che al contrario tu spali merda
      su quanti decidono di regalare il proprio
      (open Source) adducendo concorrenza sleale e
      tutto quello che ti passa per il cervello.Non ho mai detto che vada vietato. Quello che dico è che vi state dando la zappa sui piedi, o la bottiglia sui maroni da soli, come Tafazzi. Cerco di darvi una svegliata.Poi, che strano, vi ritrovate con un lavoro sempre più precario e sempre meno considerato, qualificato e pagato. Ognugno è libero di farsi male come crede.
      Vorrei ricordati che la legge (quando
      applicata), punisce le pratiche
      monopolistiche e di cartello.. stranamente
      in giro trovo solo tutti i cd dai 19 ai
      20.50 euro. I DVD tutti allo stesso
      prezzo..(parlo di grosse case).A riguardo di questa ennesimo luogo comune del p2paro, farei notare che nel campo artistico la concorrenza è inesistente, perchè non può esistere. Mi spiego: non è che se trovo il CD di Britney a 5 euro e di fianco quello dei Radiohead a 20, mi prendo quello di Britney perchè costa meno!Ogni prodotto è un unico che fa storia a sè. A differenza di pressochè tutti gli altri business il prezzo ha un impatto sulla domanda molto modesto. Non è una variabile di diversificazione.Puoi dirmi che sia influente sulla propensione all'acquisto, ma non in un ottica di alternativa fra beni, che è alla base della concorrenza.Qindi, anche in regime di concorrenza selvaggia, i prezzi dei CD, DVD, ecc.. non possono variare più di tanto. Ben che vada ci saranno differenze su pochi euro.Fondamentalmente quello artistico è per definizione un business basato su "micromonopoli".
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questione di filosofia

        Poi, che strano, vi ritrovate con un lavoro
        sempre più precario e sempre meno
        considerato, qualificato e pagato. Ognugno
        è libero di farsi male come crede.
        grazie delle attenzioni filantropiche, ma tu pensa a te e a quel poco/tanto che di certo sarai in grado di fare e produrre, nnoi pensiamo al nostro... non ti preoccupare non ti giochi il paradiso se le tue attività di evangelizzazione non vanno a buon fine
  • 3p scrive:
    Re: facciamone una questione semantica a
    - Scritto da: (C)Warrior
    Insomma, occorre coniare un nuovo termine
    per indicare "appropriazione (allo scopo di
    godimento) indebita di opere dell'intelletto
    intenzionalmente create allo scopo di
    profitto"

    Qualche idea?"Copia" magari... senza andare a scomodare fumosi neologismi.
  • (C)Warrior scrive:
    E Gutenberg? e Xerox?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma avete considerato i monaci amanuensi?
    Ma vi rendete conto che si scambiavano libri
    allo scopo di duplicarli e favorirne la
    circolazione? Ed inoltre si permettevano
    anche di miniarli ed abbellirli con immagini
    E a scuola ci insegnano che anche grazie a
    loro è sopravvissuta la cultura
    classica antica.A scuola insegnano anche che un certo Gutenberg verso il 1450 ha inventato la stampa.Questo ha inevitabilmente prodotto un trend per cui gli amanuensi hanno cominciato a domandarsi se valeva più la pena di perdere un mese per copiare una bibbia a mano, piuttosto che comprarne una stampata, con i soldi di una settimana di lavoro.Dopo pochi anni, i testi religiosi stampati, erano più economici di quelli copiati a mano. Questo ha provocato un trend per cui molte più persone di prima potevano accedere a libri e farsi una cultura (religiosa o meno, non importa)Dopo 5 secoli un certo Xerox ha fatto in modo che fotocopiare i libri fosse più economico che stamparli. A questo punto molti editori si sono chiesti se valeva la pena di investire nella stampa di nuove opere, e infatti molti autori si sono visti rifiutate pubblicazioni, o ridotti i compensi. Fa venire in mente qualcosa, applicato al mondo della musica?Vai a trascriverti a mano un pò di spartiti, abbelendoli coi fiorellini, vai
    tutti 60 cantautori italiani, correte a
    richiedere una revisione dei libri di
    storia.quali libri? quelli copiati a mano dagli amanuensi? o quelli fotocopiati?==================================Modificato dall'autore il 16/07/2004 13.33.08
  • Anonimo scrive:
    Re: E gli amanuensi?
    Ma ne sei sicuro?Prova a leggere tra le righe del Vangelo...è chiaro che la folla è stata plagiata dai Farisei (e se mazza e i vari non sono sepolcri imbiancati...) e hanno scelto Gesù al posto di Piotta.Inoltre il politico Pilato (che si sà era il rappresentante di Rome, cioè dell'Urbe, e per tanto era chiamato Urbano) ha dato carta bianca ai Farisei i quali dopo aver punito l'incriminato si sono preoccupati di garantirsi i diritti della storia vendendo ad Hollywood Jesus Christ Superstar.
  • Anonimo scrive:
    Re: E gli amanuensi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ma avete considerato i monaci amanuensi?
    eeeh ma loro non avevono il diritto d'autore sul groppone
    Ma siamo matti!!
    Sono loro gli antenati di noi ''maledetti
    ladri'' utenti p2p, quindi proporrei che
    nelle nostre scuole vengano additati come
    tali dai nostri professori di scuola.
    a dire il vero il primo antenato del p2p è stato gesù con la moltiplicazione dei pani e dei pesci...ma non è per questo che l'hanno crocifisso (almeno credo)
  • Anonimo scrive:
    E gli amanuensi?
    Ma avete considerato i monaci amanuensi?Ma vi rendete conto che si scambiavano libri allo scopo di duplicarli e favorirne la circolazione? Ed inoltre si permettevano anche di miniarli ed abbellirli con immagini a coloriE a scuola ci insegnano che anche grazie a loro è sopravvissuta la cultura classica antica.Ma siamo matti!!Sono loro gli antenati di noi ''maledetti ladri'' utenti p2p, quindi proporrei che nelle nostre scuole vengano additati come tali dai nostri professori di scuola.Ecco, è educando che si previene.Avanti Moratti, cosa aspetti Mazza, e voi tutti 60 cantautori italiani, correte a richiedere una revisione dei libri di storia.
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    E' lo sfruttamento commerciale non autorizzato a costituire un illecito.Se questa semplice regola viene costantemente travisata e manipolata per estorcere sempre e comunque soldi dalle tasche delle persone, è normale che milioni di cittadini si sentano nel diritto di ignorare le disposizioni che hanno tanto il sapore di antiche vessazioni da feudalesimo.Se ascolto una canzone che ho scaricato con il P2P non sto rubando proprio nulla. Non privo l'autore di nulla.E' assolutamente sbagliato dire che lo privo dei suoi diritti d'autore perchè non ha nessun diritto se dietro non c'è uno sfruttamento commerciale.L'autore può pretendere i suoi diritti solo da chi sfrutta le sue opere di ingegno per guadagnare dei soldi.Le modifiche alla legge sul diritto d'autore, che sostituisce "a scopo di lucro" con "a scopo di profitto", è semplicemente mostruosa e costruita ad oc per estorcere denaro senza averne alcun diritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      Condivido abbastanza.... ma per favore... ad hoc
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      - Scritto da: Anonimo
      Se ascolto una canzone che ho scaricato con
      il P2P non sto rubando proprio nulla. Non
      privo l'autore di nulla.
      E' assolutamente sbagliato dire che lo privo
      dei suoi diritti d'autore perchè non
      ha nessun diritto se dietro non c'è
      uno sfruttamento commerciale.Informati meglio. Il diritto d'autore esiste anche se non c'è sfruttamento economico. Inoltre stai privando l'autore della possibilità di decidere cosa fare della sua opera (stai decidendo per lui di renderla disponibile a gratis).
      • Anonimo scrive:
        Re: colpire un ladro per educarne 1000
        - Scritto da: Anonimo

        (stai decidendo per lui
        di renderla disponibile a gratis).spero valga anche il contrario (cioè liberta di rilasciarlo gratis o a codice aperto)...in definitiva ekle e company...se vale questo (e sicuramente vale) non rompete le palle all'open source
        • Anonimo scrive:
          Re: colpire un ladro per educarne 1000
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          (stai decidendo per lui

          di renderla disponibile a gratis).


          spero valga anche il contrario (cioè
          liberta di rilasciarlo gratis o a codice
          aperto)...in definitiva ekle e company...se
          vale questo (e sicuramente vale) non rompete
          le palle all'open sourceIo non sono contrario all'open source, anzi, e non sono ekleptical. Inoltre cmq una precisazione: ekle non è sfavorevole all'open source ma al free software.
          • Anonimo scrive:
            Re: colpire un ladro per educarne 1000


            spero valga anche il contrario
            (cioè

            liberta di rilasciarlo gratis o a codice

            aperto)...in definitiva ekle e
            company...se

            vale questo (e sicuramente vale) non
            rompete

            le palle all'open source

            Io non sono contrario all'open source, anzi,
            e non sono ekleptical. Inoltre cmq una
            precisazione: ekle non è sfavorevole
            all'open source ma al free software.e come si concilia questa sua posizione con il diritto di fare quello che si vuole del proprio lavoro?
      • Anonimo scrive:
        Re: colpire un ladro per educarne 1000
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        Se ascolto una canzone che ho scaricato
        con

        il P2P non sto rubando proprio nulla.
        Non

        privo l'autore di nulla.

        E' assolutamente sbagliato dire che lo
        privo

        dei suoi diritti d'autore perchè
        non

        ha nessun diritto se dietro non
        c'è

        uno sfruttamento commerciale.

        Informati meglio. Il diritto d'autore esiste
        anche se non c'è sfruttamento
        economico. Inoltre stai privando l'autore
        della possibilità di decidere cosa
        fare della sua opera (stai decidendo per lui
        di renderla disponibile a gratis).Mi sono informato bene, e ti assicuro che il diritto d'autore fino a non molto tempo fa serviva esclusivamente per tutelare l'autore dallo sfruttamento commerciale delle sue opere, senza il suo permesso.Ora questa legge e' stata trasformata in qualcosa di mostruoso e assurdo.Certo che l'autore puo' fare cio' che vuole della sua opera, ma nel momento in cui decide di renderla pubblica, non puo' piu' pretendere che tutti facciano cio' che dice lui. Se una cosa viene resa pubblica, vuol dire che puo' essere vista o ascoltata da chiunque, altrimenti la deve tenere nascosat e non farla vedere a nessuno, celandola come "segreto industriale".Ci stanno talmente bobmardando con pretese assurde che non riusciamo nemmeno piu' a capire queste differenze fondamentali.
        • avvelenato scrive:
          Re: colpire un ladro per educarne 1000
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo




          Se ascolto una canzone che ho
          scaricato

          con


          il P2P non sto rubando proprio
          nulla.

          Non


          privo l'autore di nulla.


          E' assolutamente sbagliato dire
          che lo

          privo


          dei suoi diritti d'autore
          perchè

          non


          ha nessun diritto se dietro non

          c'è


          uno sfruttamento commerciale.



          Informati meglio. Il diritto d'autore
          esiste

          anche se non c'è sfruttamento

          economico. Inoltre stai privando
          l'autore

          della possibilità di decidere
          cosa

          fare della sua opera (stai decidendo
          per lui

          di renderla disponibile a gratis).

          Mi sono informato bene, e ti assicuro che il
          diritto d'autore fino a non molto tempo fa
          serviva esclusivamente per tutelare l'autore
          dallo sfruttamento commerciale delle sue
          opere, senza il suo permesso.
          Ora questa legge e' stata trasformata in
          qualcosa di mostruoso e assurdo.

          Certo che l'autore puo' fare cio' che vuole
          della sua opera, ma nel momento in cui
          decide di renderla pubblica, non puo' piu'
          pretendere che tutti facciano cio' che dice
          lui. Se una cosa viene resa pubblica, vuol
          dire che puo' essere vista o ascoltata da
          chiunque, altrimenti la deve tenere nascosat
          e non farla vedere a nessuno, celandola come
          "segreto industriale".

          Ci stanno talmente bobmardando con pretese
          assurde che non riusciamo nemmeno piu' a
          capire queste differenze fondamentali.bravo, hai colto il punto!una volta che l'artista pubblica, l'ha resa pubblica, fine!l'alternativa sarebbe proporre la firma di una NDA ad ogni acquisto di cd, ma scommetto che se già oggi le vendite sono in picchiata, con una cosa del genere chiudono bottega da un giorno all'altro.==================================Modificato dall'autore il 16/07/2004 16.20.10
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
    - Scritto da: Anonimo
    ... visto che non vi piace essere chiamati
    ladri ...E' vero!! siamo tutti ladri e scrocconi, inoltre ODIAMO le etichette discografiche e sopratutto VOI "ARTISTI" di sta' cippa vi vogliamo vedere tutti con le chiappette per terra a fare la fame voi e i vostri produttori che ci vuoi fare? ci è presa così e vediamo chi vince. Ammazzate il P2P? E chi se ne frega!! L' importante è alimentare un clima di odio contro di voi e le vostre etichette, così, per sollazzarci, perché la vostra "ARTE" (hahahaha!) ce la date gratis o nulla. Come? Allora nulla? E chi se frega mica piangiamo. C'è il P2P? E noi prendiamo. Ci togliete il P2P e noi scambiamo a mano. Ci mettete la pena di morte? E vabe' finita la pacchia pazienza faremo a meno dei CD. Firmate pure 10000 petizioni contro i "pirati" (cioè tutti quelli che non si piegano al volere della vostra casa discografica) ma mettete bene in chiaro il nome eh? Da bravi burattini. Pronti per "La Fattoria"? Oh, sia chiaro, niente di personale eh? Ma che volete farci abbiamo fatto una scommessa per vedere quanti ne roviniamo smettendo di comprare... quanto abbiamo scommesso? 1 Euro.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      - Scritto da: Anonimo


      - Scritto da: Anonimo

      ... visto che non vi piace essere
      chiamati

      ladri ...

      E' vero!! siamo tutti ladri e scrocconi,
      inoltre ODIAMO le etichette discografiche e
      sopratutto VOI "ARTISTI" di sta' cippa vi
      vogliamo vedere tutti con le chiappette per
      terra a fare la fame voi e i vostri
      produttori che ci vuoi fare? ci è
      presa così e vediamo chi vince.
      Ammazzate il P2P? E chi se ne frega!! L'
      importante è alimentare un clima di
      odio contro di voi e le vostre etichette,
      così, per sollazzarci, perché
      la vostra "ARTE" (hahahaha!) ce la date
      gratis o nulla. Come? Allora nulla? E chi se
      frega mica piangiamo. C'è il P2P? E
      noi prendiamo. Ci togliete il P2P e noi
      scambiamo a mano. Ci mettete la pena di
      morte? E vabe' finita la pacchia pazienza
      faremo a meno dei CD. Firmate pure 10000
      petizioni contro i "pirati" (cioè
      tutti quelli che non si piegano al volere
      della vostra casa discografica) ma mettete
      bene in chiaro il nome eh? Da bravi
      burattini. Pronti per "La Fattoria"?

      Oh, sia chiaro, niente di personale eh? Ma
      che volete farci abbiamo fatto una scommessa
      per vedere quanti ne roviniamo smettendo di
      comprare... quanto abbiamo scommesso? 1
      Euro.Non hai citato il (C) dell'autore di "Una poltrona per due"....attento!
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      Cavolo.....sotto sotto lo pensavo anche io.Ma me ne sono reso conto solo dopo aver lettoil tuo post.E' arrivato il momento di scremare un bel po di immondizia.Iniziamo a fare sul serio.Riproponi il post in un nuovo thread.ci serve piu' spazio.
  • Anonimo scrive:
    ma certo... come no...

    Concordo con le previsioni di Montemagno per
    cui

    "quelli che sono oggi gli swappers
    più temuti diventeranno i
    protagonisti più ricercati dalle
    Major.
    Quanti file sei in grado di scambiare? Con
    chi ? Di che qualità? Con quale
    velocità?
    Le informazioni che oggi individuano un
    ?criminale? domani individueranno i ?go to
    guy?. "Sai riconoscere una bufala alla Carlo Massarini/Oliviero Toscani quando ne vedi una?
  • Anonimo scrive:
    Una piccola considerazione
    Non te la devi prendere.E' evidente che questo forum è frequentato da gente asservita ad altrui interessi.Puoi dire la cosa più giusta al mondo, ma non c'è miglior sordo di chi non vuole sentire.La cosa più singolare è che per salvare il portafogli incoraggiano comportamenti totalitari come il thread precedente.Quando un presidente di una associazione nazionale di categoria si permette di affermare che è corretto punire con la galera un semplice scambio di canzoni e contemporaneamente affermare che è giusto che il governi aiuti la suddetta categoria con sovvenzioni varie (tasse su supporti) ci si può aspettare di tutto tranne che razionalità e buon senso.Questo è il messaggio che traspare dal loro comportamento:"Voi non dovete avere richieste o lamentarvi. Voi dovete solo comperare i nostri prodotti ed incensare gli idoli che vi diamo in pasto"Quindi in definitiva...Non facciamoci irretire nè da loro nè dai personaggi pseudofamosi che costruiscono. Non crediamo ai loro messaggi e non consumiamo i loro prodotti... Magari solo allora capiranno di non poter farci fare tutto ed accetteranno di costruire un mercato più a misura di consumatore (e badate bene che non spero nemmeno in un mercato giusto)
  • (C)Warrior scrive:
    guadagni coi concerti???

    metà. Tra l'altro il grosso del
    guadagno di un gruppo musicale non sono le
    vendite dei CD ma i biglietti dei concerti.Ma per favore.... ecco un altro adepto dell'immaginario collettivo indotto da MTV e compagnia bella.Gli artisti guadagnano dai concerti, certo, ma quando i concerti si fanno.Mai sentito parlare di Promoter che hanno fatto bancarotta?Mai sentito di Promoter che, dopo un fiasco di vendite biglietti, non pagano gli artisti?Mercoledì dovevo andare al concerto di Monsters of Rock a Padova, biglietto comprato settimane prima. L'hanno annullato per "motivi tecnici", ovvero non avevano venduto abbastanza biglietti. E c'erano i Deep Purple dentro, mica bruscolini.
    • DuDe scrive:
      Re: guadagni coi concerti???
      - Scritto da: (C)Warrior
      Ma per favore....
      ecco un altro adepto dell'immaginario
      collettivo indotto da MTV e compagnia bella.
      Gli artisti guadagnano dai concerti, certo,
      ma quando i concerti si fanno.
      Mai sentito parlare di Promoter che hanno
      fatto bancarotta?
      Mai sentito di Promoter che, dopo un fiasco
      di vendite biglietti, non pagano gli
      artisti?

      Mercoledì dovevo andare al concerto
      di Monsters of Rock a Padova, biglietto
      comprato settimane prima.
      L'hanno annullato per "motivi tecnici",
      ovvero non avevano venduto abbastanza
      biglietti. E c'erano i Deep Purple dentro,
      mica bruscolini.
      Tu sei sicuro che i motivi tecnici siano da addebitare alla mancanza di vendita biglietti? se fosse cosi', prova a chiederti perche', sara' mica che spendere 30 euro per un concerto, a parecchi e' sembrato un po' esoso e quindi non l'hanno comprato? Oppure, sara' mica che il o gli artisti hanno chiesto cifre assurde? Ho un'amico musicista che ha pubblicato 2 cd parlando con lui mi ha detto che dai CD piglia 2 lire e non stento a crederci, mi ha pure detto che secondo lui la SIAE cosi' come e' e' un'associazione a delinquere legalizzata, in cui solo e sottolineo solo scopo e' ingrassare , i Big o chi fa' parte del CDA , il resto viene bellamente derubato! Come vive? be' ha una scuola di musica, fa' concerti, da' lezioni di Batteria, e campa bene, secondo lui l'unica cosa di buono che sta' facendo e' prevedere una specie di pensione.Che ci vuoi fare, e' un mondo difficile, se la gente non ha soldi mica puoi obbligarli a comprare per forza.Quello che non capisco e' come mai NESSUN artista o presunto tale parla a proposito della siae? mica perche' fa i suoi interessi a scapito, e' si a scapito, poiche' il pizzo sui dispositivi di archiviazione lo pago a quegli strozzini della siae, ao' nesuno che abbia da ridire, come nessuno abbia a che ridire dei vari trafficoni che ruotano intorno agli artisti, non ci rendiamo conto che esistono delle "attivita" del tutto inutili come i procuratori di quei simpaticoni dei calciatori, cosi' coem i " manager" di quei simpaticono dei musicisti a che servono? a parlare con chi dovrebbe "valorizzare" la loro arte???? oibo', e perche'? mica io ho un tizio che mi va' cercare lavoro, se sono alla ricerca, mi alzo e vo' a cercarlo da me mi domando, perche' questo non dovrebbe essere valido pure per chi fa' arte? ci vuoi campare? ok, promuoviti da te? non c'hai tempo? coltivati l'orticello! ==================================Modificato dall'autore il 16/07/2004 13.48.51
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
    eccone un altro...a te come ti dobbiamo chiamare ? Dinosauro ?
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    AHAHAHAHAHAHAma da dove esci ? (troll)(troll)(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000

      ma da dove esci ? (troll)(troll)(troll)così tanto? imho solo 1/2 (troll) sul trollometro- non ha parlato della ferrari- non ha detto che ci sono già arresti- non si chiama eklepticaldeve crescere, ma può essere una promessa :D
      • Anonimo scrive:
        Re: colpire un ladro per educarne 1000
        - Scritto da: Anonimo

        - non si chiama ekleptical
        ahahahahahahahahah bella questa.....
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
    Che stipendio mensile hai? 2000 Euro? o sei figlio di papà che quando ti serve qualcosa vai subito a casa e la mamma apre il portafoglio?mi sembra che da Ekleptical alla gente che scrive come il messagio di questo thread, sono tutti dei ricconi che comprano il cd o dvd originale non appena aprono i negozi!Cacchio non c'è neanche più bisogno della riduzione delle tasse perchè siamo tutti più ricchi o no? Berlusca docet!!
    • Ekleptical scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi

      Che stipendio mensile hai? 2000 Euro? o sei
      figlio di papà che quando ti serve
      qualcosa vai subito a casa e la mamma apre
      il portafoglio?mi sembra che da Ekleptical
      alla gente che scrive come il messagio di
      questo thread, sono tutti dei ricconi che
      comprano il cd o dvd originale non appena
      aprono i negozi!Non so che gente frequenti tu, ma tutti quelli che conosco, dall'operaio all'ingegnere, non hanno questo grosso problema di spesa per un CD; mica li manda in bancarotta.Magari è perchè nel NordEst stiamo messi meglio, che ti devo dire.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      Che pizza se non hai soldi ascolta la radio è gratis.
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Ma porca miseria!
    La vogliamo smettere di usare impropriamente
    la lingua di Dante?
    Passi l'uso improprio che ne fa la FIMI che
    sono notoriamente ignoranti e trogloditi.
    Passi l'uso improprio che ne fanno i troll
    da loro prezzolati.
    Passi l'uso improprio che ne fanno gli
    utonti.

    Ma dalla redazione di P.I. non e'
    ammissibile.non ti e' forse venuto il dubbio che quelli che vi davano dei ladri non fossero troll, ignoranti o trogloditi ma avessero semplicemente ragione?
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    - Scritto da: Anonimo
    IMHO, se la maggioranza della gente non
    rispetta una legge c'é qualcosa di
    sbagliato nella legge (per "la maggioranza",
    non intendo la maggioranza della popolazione
    ma di quelli che hanno la banda larga).la maggior parte degli zingari rubano ma questo non vuol dire che c'e' qualcosa di sbagliato nella legge
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      - Scritto da: Anonimo
      la maggior parte degli zingari rubano ma
      questo non vuol dire che c'e' qualcosa di
      sbagliato nella legge
      Ma il governo non dà incentivi per farci diventare tutti zingari. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      - Scritto da: Anonimo
      la maggior parte degli zingari rubano ma
      questo non vuol dire che c'e' qualcosa di
      sbagliato nella legge
      Ma gli zingari non sono la maggioranza della popolazione, prova invece a fare un bel sondaggio e a domandare ai cittadini se approvano le sanzioni penali del decreto Urbani, vedrai che risposta. Tanto è vero che perfino la maggioranza politica ha fatto marcia indietro, oppure pensi che lo facciano per fare una buona azione? Lo scenario da fascistello che desideri non lo vuole nessuno a parte Mazza e la FIMI, quindi se a te piace tanto cerca di farti assumere da loro oppure emigra in paesi come la Cina o la Corea del Nord dove troverai tante leggi simili a quella che ti auguri tanto.
  • Anonimo scrive:
    Re: colpire un ladro per educarne 1000
    IMHO, se la maggioranza della gente non rispetta una legge c'é qualcosa di sbagliato nella legge (per "la maggioranza", non intendo la maggioranza della popolazione ma di quelli che hanno la banda larga).
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      - Scritto da: Anonimo
      se la maggioranza della gente non
      rispetta una legge ......vuol dire che e' italiana. :DJames Tont (fu ! fu !) 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: colpire un ladro per educarne 1000
      - Scritto da: Anonimo
      IMHO, se la maggioranza della gente non
      rispetta una legge c'é qualcosa di
      sbagliato nella legge (per "la maggioranza",
      non intendo la maggioranza della popolazione
      ma di quelli che hanno la banda larga).Come il codice della strada?Sono sbagliate cinture, limiti di velocità, e cose del genere?Che ne dici inoltre dell'evasione fiscale?Sono sbagliate pure le tasse? A me non piacerebbe vivere in un'Italia senza tasse, non so tu, sempre se ti rendi contro di cosa vorrebbe dire eliminare le tasse.Di esempi del genere ce ne potrebbero essere diversi. A volte la protesta delle persone è giusta, a volte le persone protestano solo per il tornaconto personale, senza pensare alle conseguenze collettive. Quindi il tuo ragionamento, come quello di molti (se lo fanno tutti, che male c'è?) è sbagliato oltre che tipico dell'adolescenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: colpire un ladro per educarne 1000

        Quindi il tuo ragionamento, come quello di
        molti (se lo fanno tutti, che male
        c'è?) è sbagliato oltre che
        tipico dell'adolescenza.sarà adolescenziale ma spero sabbiate fosse di churchill... giusto o sbagliato che sia, giusto o sbagliato il modo che alcuni hanno di intenderlo
        • Anonimo scrive:
          Re: colpire un ladro per educarne 1000
          - Scritto da: Anonimo


          Quindi il tuo ragionamento, come quello
          di

          molti (se lo fanno tutti, che male

          c'è?) è sbagliato oltre
          che

          tipico dell'adolescenza.

          sarà adolescenziale ma spero sabbiate
          fosse di churchill... giusto o sbagliato che
          sia, giusto o sbagliato il modo che alcuni
          hanno di intenderloQuella di churchill era una battuta detta in un contesto specifico. E' da stupidi cercare di estrapolarla dal contesto in cui è stata detta ed applicarla sempre e comunque in maniera dogmatica giusto per tirare l'acqua al proprio mulino.
  • Anonimo scrive:
    Re: Oggi ladri..domani protagonisti
    - Scritto da: Anonimo
    Oggi la caccia al ladro, ma siamo sicuri che
    domani proprio il fatto che un utente
    è in grado di scambiare moltissimi
    file, non diventerà un atù
    molto ricercato dall'industria? dall'industria forse no ma di sicuro dalle gazzelle dei carabinieri :D
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
    - Scritto da: Anonimo
    ... visto che non vi piace essere chiamati
    ladri ...ti sei dimenticato la ferrari! (troll)
    • (C)Warrior scrive:
      ma basta con sta storia della Ferrari

      ti sei dimenticato la ferrari! (troll)Equiparare un CD musicale a una ferrari è una baggianata incredibile, e lo sarebbe anche se la ferrari costasse 20 euro.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma basta con sta storia della Ferrar
        - Scritto da: (C)Warrior
        Equiparare un CD musicale a una ferrari
        è una baggianata incredibile, e lo
        sarebbe anche se la ferrari costasse 20
        euro.Sfondi una porta aperta... non devi spiegarlo a lui, ma ai vari trolletti. Il che e' difficile, visto che non sono capaci di apprendere. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: ma basta con sta storia della Ferrar
          - Scritto da: Anonimo
          Sfondi una porta aperta... non devi
          spiegarlo a lui, ma ai vari trolletti. Il
          che e' difficile, visto che non sono capaci
          di apprendere. :)in primis va spiegata al mazza...è lui l'ideatore
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      No non ti preoccupare è parcheggiata qua sotto. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
    Se due persone fumano sotto un cartello "vietato fumare" gli si fà la multa.Se venti persone fumano sotto un cartello "vietato fumare" gli si dice di andare a fumare altrove.Se duecento persone fumano sotto un cartello "vietato fumare" si toglie il cartello.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      - Scritto da: Anonimo
      Se duecento persone fumano sotto un cartello
      "vietato fumare" si toglie il cartello.quindi se una persona stupra una donna va punita, se 20 stuprano una donna gli si stringe la mano ? urbaniiiii accorriiii
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      se 1000 persone fumano, invece si toglie il cartello e al suo posto si mette un distributore automatico di sigarette ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
        - Scritto da: Anonimo
        se 1000 persone fumano, invece si toglie il
        cartello e al suo posto si mette un
        distributore automatico di sigarette ;)Esatto, hai centrato il punto. Solo che le major vogliono mettere un ditributore che costa 5 euro a pacchetto, con le sigarette segnate che non puoi offrire a nessuno e che puoi fumare alla distanza massima di 10 metri dal distributore, altrimenti si spengono.:D:D:D:|Basta, devo smetterla di fumare...
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi

      Se duecento persone fumano sotto un cartello
      "vietato fumare" si toglie il cartello.Infatti per eliminare gli idi*ti di tutto il mondo basterebbe togliere i cartelli
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      Se 2 milioni di lombardi vogliono l'indipendenza........continuano a mantenere l'ItaliaCyNyC
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      - Scritto da: Anonimo
      Se duecento persone fumano sotto un cartello
      "vietato fumare" Arrivo io con un lanciafiamme e li riduco in un mucchietto di cenere . E poi c'e' chi dice che fumare non fa male! :p
    • Ekleptical scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi

      Se duecento persone fumano sotto un cartello
      "vietato fumare" si toglie il cartello.Col cavolo! Dipende da cosa ne pensano gli altri che non sono sotto al cartello!
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      Altra soluzione si mettono tre vigili sotto il cartello e li si multa a più non posso.:D
  • Anonimo scrive:
    colpire un ladro per educarne 1000
    ormai l'utente p2p (e se minorenne i genitori) e' consapevole di commettere un reato (illecito ?) scaricando opere di ingegno senza pagare nulla (uso personale: e questo e' male) e addirittura ridistribuendo il materiale ottenuto illegalmente a milioni di altre persone (spaccio: e questo e' peggio).Adesso penso sia il momento di agire, punire un ladro per educarne 1000, non esiste altra via .. magari si potrebbero aumentare le pene per chi cerca di camuffare lo spaccio di opere usando meccanismi di criptazione ecc.. saluti
  • Anonimo scrive:
    P2P , milioni di furbi e scrocconi
    ... visto che non vi piace essere chiamati ladri ...
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      Hai mai sentito parlare di un certo finanziamento alle major da parte dello stato (mi sembrano 80 milioni di euro) quelli dopotutto sono soldi anche miei e tuoi (... se paghi le tasse) e loro per me cosa hanno fatto in cambio?Hanno abbassato i prezzi?Mi hanno dato più qualità?Mi hanno dato qualcosa in più?Mi sembra proprio di no.... :@
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P , milioni di furbi e scrocconi
      Ah cavolo mi ero dimenticato!Perchè devo pagare tasse sui cd vergine che mi servono per salvare i cazzi miei?Perchè devo dare soldi per salvare le mie foto, i miei lavori o i miei filmati? Ti sembra giusto questo?
  • Anonimo scrive:
    Oggi ladri..domani protagonisti
    Oggi la caccia al ladro, ma siamo sicuri che domani proprio il fatto che un utente è in grado di scambiare moltissimi file, non diventerà un atù molto ricercato dall'industria? Concordo con le previsioni di Montemagno per cui "quelli che sono oggi gli swappers più temuti diventeranno i protagonisti più ricercati dalle Major.Quanti file sei in grado di scambiare? Con chi ? Di che qualità? Con quale velocità?Le informazioni che oggi individuano un ?criminale? domani individueranno i ?go to guy?. "
  • Anonimo scrive:
    Re: Basta con sta storia dei ladri!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Ma dalla redazione di P.I. non e'
    ammissibile.Se prima avevo qualche leggero dubbio, ora ho la certezza che con certi termini "Punto Informatico" ci campi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Effetto Pecora
    - Scritto da: Anonimo


    hai conosciuto artisti differenti da
    quelli

    che ho conosciuto io.

    ho conosciuto gente che ci campa e neanche
    tanto benne come si favoleggia qui sul forum

    che mi dici di quei sessanta fenomeni che hanno firmato la petizione mazza? non se la passano tanto bene? io cambio volentieri il mio budget con il più "povero" di loro.... credi che qualcuno accetterà?

    cmq esistono anche gli artisti non

    professionisti,

    abbasso laprofessionnalita'?non è abbasso la professionalità, ma ricominciando da artisti che al momento hanno meno professionalità si può iniziare a costruire un nuovo mercato.... quel mercato che ti fa tanta paura perchè non potrebbe più riconoscerti parcelle da capogiro per dire str***te....

    certo la qualità

    è quella che è, ma spesso

    è un piccolo scotto che viene

    ampiamente ripagato da una grandissima

    passione.

    bene, ci affideremo a loro.

    prendiamo la bastiglia e poi mettiamo su
    anche qualche ghigliottina, in nome del
    popolo sovrano...

    si vede proprio che dei destinato a
    distruggere, e non a costruire....ma tu cosa costruisci? barricate a difesa dei tuoi privilegi....quelli come te sono una buona parte del marcio che gira intorno al mercato degli audiovisivi in genere...
    • Ekleptical scrive:
      Re: Effetto Pecora

      che mi dici di quei sessanta fenomeni che
      hanno firmato la petizione mazza? non se la
      passano tanto bene? io cambio volentieri il
      mio budget con il più "povero" di
      loro.... credi che qualcuno
      accetterà?Credo di sì. Fra quei firmatari ci sono molti artisti "emergenti" alle prime armi. Guadagni sicuramente di più tu!
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora

        Credo di sì. Fra quei firmatari ci
        sono molti artisti "emergenti" alle prime
        armi. Guadagni sicuramente di più tu!tipo pappalardo...sta emergendo dal wc
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci sono meno file musicali...
    Secondo me è la notizia che è stata fraintesa/riportata male.Credo che non sia diminuito il numero assoluto di file mp3 ma la percentuale di file musicali rispetto ai film.
  • Anonimo scrive:
    Basta con sta storia dei ladri!!!
    Ma porca miseria!La vogliamo smettere di usare impropriamente la lingua di Dante?Passi l'uso improprio che ne fa la FIMI che sono notoriamente ignoranti e trogloditi.Passi l'uso improprio che ne fanno i troll da loro prezzolati.Passi l'uso improprio che ne fanno gli utonti.Ma dalla redazione di P.I. non e' ammissibile.Andate su qualunque dizionario a verificare il significato della parola "ladro" e "della parola "rubare" e constatate che non ha nulla a che vedere con la duplicazione e la condivisione del software.
    • (C)Warrior scrive:
      facciamone una questione semantica allor

      La vogliamo smettere di usare impropriamente
      la lingua di Dante?
      Andate su qualunque dizionario a verificare
      il significato della parola "ladro" e "della
      parola "rubare" e constatate che non ha
      nulla a che vedere con la duplicazione e la
      condivisione del software.ti riporto un mio post precedente, con testo a cui ho risposto:
      si fa una mera copia senza
      sottrarre l'originale al proprietario; e'
      sempre un reato ma NON e' furto.la copia non è più "mera" dal momento in cui la metti nel CD player e premi il tasto play, alzando abbastanza il volume da poterla sentire.Per quanto riguarda il termine "Furto":A questo punto occorrerebbe inventare una nuova parola.Per le opere dell'ingegno, specialmente se su supporti digitali, non esiste modo di ridurne sensibilmente *a priori* l'appropriazione indebita, come invece ad esempio la mela dal fruttivendolo. Per appropriarsi indebitamente di una mela, occorre rischiare; per appropriarsi indebitamente di un CD, o cerchi di rubarlo al negozio, rischiando come per la mela, oppure ti fai fare una copia da un amico, a rischio zero. Non è proprio come l'originale, manca il booklet etc. ma quello che più conta è ricopiato esattamente bit-per-bit.Insomma, occorre coniare un nuovo termine per indicare "appropriazione (allo scopo di godimento) indebita di opere dell'intelletto intenzionalmente create allo scopo di profitto"Qualche idea?
  • Anonimo scrive:
    Re: Scoperto il loro gioco!
    - Scritto da: Anonimo
    Allora
    perchè non colgono questi segnali e
    si adeguano invece di spendere fortune in
    uffici legali?Perchè il prezzo lo vogliono fare loro e se potessero chiederebbero una legge che ci obbliga a comprare X album o film al mese.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Scoperto il loro gioco!
      Lo stanno già facendo... quale credete che sia il fine ultimo di tutte queste manovre... alla fine chiederanno al governo di mettere una tassa fissa su chiunque abbia una connessione a banda larga: un "tot" al mese che andrà nelle tasche delle major, probabilmente per tramite della SIAE. In pratica, l'equivalente diretto dell'obbligo di acquistare X album all'anno.Nei mercati liberi, se la gente non compra si abbassano i prezzi; da noi, se la gente non compra la si obbliga a pagare tramite l'imposizione di una tassa a favore di entità private - un vero obbrobrio giuridico.
  • 3p scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Ekleptical
    Il metodo per duplicare i fagioli esiste
    già. Si chiama spartito. Ne trovi a
    iosa di musica classica. Prendi e suoni
    senza problemi nè diritto alcuno da
    pagare.Nonono: io infilo il fagiolo del contadino nel lettore floppy e dal lettore CD mi escono piatti di fagioli che faccio assaggiare ai miei amici via e-mailOgni tanto per assaggiare i nuovi fagioli vado all'agriturismo del contadino e gli mollo giù un po' di soldi...E vai di effetto serra! ;)Il duplicatore di fagioli è (linux)Filosofia spicciola (e un po' sciocca) a parte è giusto che l'artista venga GIUSTAMENTE retribuito. Oggi non siamo in quel caso, ma finchè c'è gente che compra (=
    accettano la situazione attuale) loro si faranno (e cinicamente li comprendo) i loro sporchi interessi.Tutto qui==================================Modificato dall'autore il 16/07/2004 11.21.51
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Ekleptical

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: 3p





    - Scritto da: Ekleptical




    Se compro un sacchetto di

    fagioli


    al




    supermercato e invece di


    mangiarmeli li




    pianto sotto terra per
    farne

    una


    piccola




    coltura (a meno che
    siano OGM)


    quale




    filosofia abbraccio?







    Quella del lavoro che ci
    metti tu

    per


    far



    crescere le piante. E sei
    libero di


    gestire



    il frutto del tuo lavoro come

    meglio


    credi.





    E se inventassi una macchinetta per


    moltiplicare i fagioli... il
    contadino


    potrebbe farmi accusarmi di furto
    (-



    mancato guadagno) perché il
    suo


    bellissimo fagilolo iniziale l'ha

    cresciuto


    lui ed i miei sono uguali al suo
    che non


    sarei riuscito a coltivare. Ed io


    distribuisco i miei clono-fagioli.





    Per filosofeggiare.


    Prrrrottt!!! Scusate, ho
    distribuito

    troppi


    fagioli. ;) Ah, il meteorismo...

    Ma la macchina esiste già e si
    chiama

    NATURA...

    Esiste anche in musica: si chiama chitarra,
    tastiera, ecc...
    Comrpateli e suona.Ok,io i fagioli so coltivarli ma non so suonare strumenti musicali e quindi per ascoltare musica devo imparare a suonare... bene bene tu musicista impara a coltivare così mangi anche tu.....
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      io non vedo prechè il filesharing deve essere incriminato così tanto,ma tutte le magagne checi sono sotto il nostro governo ... sotto le amministrazioni, noi paghiamo tutto dal cibo alla benzina all'assicurazione! cosa che mi ha messo in crisi questo mese! ma io non dico che non sia giusto, perchè altrimenti it sequestrano la macchina, io pago, ma preferirei pagare meno ma per tutto, non vedo perchè io che consumo, devo essere truffato in ogni cosa, sul lavoro per quanto riguarda lo stipendio,e nel resto della società perchè ogni uno vuole farsi la sua nicchia paradisiaca di soldi... è un problema di fondo di società, c'è gente di buon senso e gente senza buon senso o senso civico o senso morale come volete chiamarlo e da quel che vedo la gente di buon senso è indiscriminatamente trattata come l'ultimo truffatore del borgo.contiamo ben poco..tutti!
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      Ok,io i fagioli so coltivarli ma non so
      suonare strumenti musicali e quindi per
      ascoltare musica devo imparare a suonare...
      bene bene tu musicista impara a coltivare
      così mangi anche tu.....In effetti hanno inventato un magico strumento chiamato commercio, per risolvere questo problema. Ma in questo caso l'unico che pretende di usufruirne è il contadino, mentre l'altro pare non ne abbia diritto, secondo i p2pari.
      • 3p scrive:
        Re: E' questione di filosofia
        - Scritto da: Ekleptical
        In effetti hanno inventato un magico
        strumento chiamato commercio, per risolvere
        questo problema. Ma in questo caso l'unico
        che pretende di usufruirne è il
        contadino, mentre l'altro pare non ne abbia
        diritto, secondo i p2pari.Beh, il miglior rapporto qualità-prezzo si raggiunge nei casi "dal produttore al consumatore". Tra gli intermediari c'è sempre la voglia di "fare il furbo". Gli euro-prezzi insegnano...:@
  • Ekleptical scrive:
    Re: I ladri non sono gli utenti

    Sono le major che impongono prezzi assurdi.
    Potrebbero tranquillamente essere la
    metà. Tra l'altro il grosso del
    guadagno di un gruppo musicale non sono le
    vendite dei CD ma i biglietti dei concerti.Mbè? A parte che non è vero, dipende dai casi. Cmq non è che si io faccio A e B, con B che mi da maggiori guadagni di A, allora posso rinunciare tranquillamente ad A senza che cambi niente! Son sempre soldi persi!
    • Anonimo scrive:
      Re: I ladri non sono gli utenti
      Se B di da maggiori guadagni di A si vede che A non fa della bella musica quindi è il mercato stesso a non volere A
      • Anonimo scrive:
        Re: I ladri non sono gli utenti
        Ma C scarica a manetta A e quindi A interessa al mercato che furbescamente non vuol pagare.
    • Anonimo scrive:
      Re: I ladri non sono gli utenti
      Invece che "ekleptico" dovresti chiamarti "klept", non trovi che sarebbe più adatto a te, dato che in tutti i tuoi post ti schieri coi LADRONI delle Majors!?
  • jure scrive:
    I ladri non sono gli utenti
    Sono le major che impongono prezzi assurdi. Potrebbero tranquillamente essere la metà. Tra l'altro il grosso del guadagno di un gruppo musicale non sono le vendite dei CD ma i biglietti dei concerti.
  • Ekleptical scrive:
    Re: E' questione di filosofia

    Se compro un sacchetto di fagioli al
    supermercato e invece di mangiarmeli li
    pianto sotto terra per farne una piccola
    coltura (a meno che siano OGM) quale
    filosofia abbraccio?Quella del lavoro che ci metti tu per far crescere le piante. E sei libero di gestire il frutto del tuo lavoro come meglio credi.
    • 3p scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      - Scritto da: Ekleptical

      Se compro un sacchetto di fagioli al

      supermercato e invece di mangiarmeli li

      pianto sotto terra per farne una piccola

      coltura (a meno che siano OGM) quale

      filosofia abbraccio?

      Quella del lavoro che ci metti tu per far
      crescere le piante. E sei libero di gestire
      il frutto del tuo lavoro come meglio credi.E se inventassi una macchinetta per moltiplicare i fagioli... il contadino potrebbe farmi accusarmi di furto (-
      mancato guadagno) perché il suo bellissimo fagilolo iniziale l'ha cresciuto lui ed i miei sono uguali al suo che non sarei riuscito a coltivare. Ed io distribuisco i miei clono-fagioli.Per filosofeggiare. Prrrrottt!!! Scusate, ho distribuito troppi fagioli. ;) Ah, il meteorismo...
      • Ekleptical scrive:
        Re: E' questione di filosofia

        E se inventassi una macchinetta per
        moltiplicare i fagioli... il contadino
        potrebbe farmi accusarmi di furto (-

        mancato guadagno) perché il suo
        bellissimo fagilolo iniziale l'ha cresciuto
        luiIl metodo per duplicare i fagioli esiste già. Si chiama spartito. Ne trovi a iosa di musica classica. Prendi e suoni senza problemi nè diritto alcuno da pagare.Se vuoi l'ultimo fagiolo, quello che più ti piace, paghi il contadino che ha lavorato per produrlo, altrimenti il contadino evidentemente non te ne produrrà di nuovi e più deliziosi e ti duplicherai a vita lo stesso identico fagiolo con lo stesso identico sapore.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questione di filosofia
        - Scritto da: 3p

        - Scritto da: Ekleptical


        Se compro un sacchetto di fagioli
        al


        supermercato e invece di
        mangiarmeli li


        pianto sotto terra per farne una
        piccola


        coltura (a meno che siano OGM)
        quale


        filosofia abbraccio?



        Quella del lavoro che ci metti tu per
        far

        crescere le piante. E sei libero di
        gestire

        il frutto del tuo lavoro come meglio
        credi.

        E se inventassi una macchinetta per
        moltiplicare i fagioli... il contadino
        potrebbe farmi accusarmi di furto (-

        mancato guadagno) perché il suo
        bellissimo fagilolo iniziale l'ha cresciuto
        lui ed i miei sono uguali al suo che non
        sarei riuscito a coltivare. Ed io
        distribuisco i miei clono-fagioli.

        Per filosofeggiare.
        Prrrrottt!!! Scusate, ho distribuito troppi
        fagioli. ;) Ah, il meteorismo...Ma la macchina esiste già e si chiama NATURA...hai presente quella cosa che fa crescere e riprodurre piante e animali?:p Meno male che nessuno può sottometterla a (C): appartiene per chi ci crede al Creatore...8)E a tal proposito se i fagioli invece di mangiarli li semini per farne una coltura, NON violi nessun (C) e tantomeno procuri un danno ad un Contadino...non ce ne sono praticamente più:(8)
        • Ekleptical scrive:
          Re: E' questione di filosofia
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: 3p



          - Scritto da: Ekleptical



          Se compro un sacchetto di
          fagioli

          al



          supermercato e invece di

          mangiarmeli li



          pianto sotto terra per farne
          una

          piccola



          coltura (a meno che siano OGM)

          quale



          filosofia abbraccio?





          Quella del lavoro che ci metti tu
          per

          far


          crescere le piante. E sei libero di

          gestire


          il frutto del tuo lavoro come
          meglio

          credi.



          E se inventassi una macchinetta per

          moltiplicare i fagioli... il contadino

          potrebbe farmi accusarmi di furto (-


          mancato guadagno) perché il suo

          bellissimo fagilolo iniziale l'ha
          cresciuto

          lui ed i miei sono uguali al suo che non

          sarei riuscito a coltivare. Ed io

          distribuisco i miei clono-fagioli.



          Per filosofeggiare.

          Prrrrottt!!! Scusate, ho distribuito
          troppi

          fagioli. ;) Ah, il meteorismo...
          Ma la macchina esiste già e si chiama
          NATURA...Esiste anche in musica: si chiama chitarra, tastiera, ecc...Comrpateli e suona.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dati sul p2p:
    - Scritto da: Anonimo
    Qua sparano
    numeri a caso mi sa. Intanto I-tunes tarda
    ancora in europa. Chissà
    perchè...in america vende...eppure
    c'è il p2p. Vuoi vedere che qua in
    europa I-tunes sta antipatico a qlc1?Veramente iTunes Music Store è già disponibile in Europa.Riporto dal sito BlogMac: http://www.blogmac.it/------------------Steve Jobs, CEO di Apple, oggi 15/06/04 alle ore 11.00 a Londra, ha annunciato ufficialmente il lancio in Europa del servizio iTunes Music Store-Europe.iTMS-UE sarà disponibile da subito solo per i mercati tedesco, francese ed inglese, mentre il resto dei paesi (tra cui l'Italia) dovranno attendere Ottobre.Il motivo della scelta di questi tre paesi è stato indicato nel fatto che rappresentano oltre il 60 % del fatturato musicale europeo.Contrariamente alle anticipazioni, i prezzi per ora sono in linea con quelli d'Oltreoceano, in quanto per una canzone si spederanno 99 ? cent (9,99 ? per l'album), i prezzi sono comprensivi di tasse.----------------------
  • Anonimo scrive:
    Re: "P2P, milioni di ladri"
    Ottima considerazione., considerando che a noi i soldi li sottraggono veramente, quindi noi commettiamo un illecito e loro commettono un furto.
    • (C)Warrior scrive:
      Re: "P2P, milioni di ladri"

      Ottima considerazione., considerando che a
      noi i soldi li sottraggono veramente, quindi
      noi commettiamo un illecito e loro
      commettono un furto.Loro sottraggono soldi a noi?Ma scusa, ti fermano per la strada e ti obbligano a comprare il loro CD sotto minaccia? la loro musica ti è necessaria per svolgere le tue funzioni metaboliche di base?I consumatori hanno la possibilità di condizionare il mercato, con il loro potere di scelta e di astensione; prova ad usare questo potere. E' il modo di provare a far cambiare le cose, senza mettersi dalla parte del torto.
      • Anonimo scrive:
        Re: "P2P, milioni di ladri"

        I consumatori hanno la possibilità di
        condizionare il mercato, con il loro potere
        di scelta e di astensionenon in questo caso, pur ammettendo che uno non acquisti cd audio, può sempre acquistare cd-r (gabella), un hd per il pc (gabella), una compact flash per la fotocamera (gabella), una pen drive per trasportare i dati personali (gabella), ed inoltre il governo quando ad esempio finanzia il cinema (tipo 90 milioni di?, ti ricorda niente?) da dove pensi che prenda i soldi? ancora sicuro che nessuno ti costringa a pagare?
      • TPK scrive:
        Re: "P2P, milioni di ladri"
        - Scritto da: (C)Warrior


        Ottima considerazione., considerando
        che a

        noi i soldi li sottraggono veramente,
        quindi

        noi commettiamo un illecito e loro

        commettono un furto.

        Loro sottraggono soldi a noi?

        Ma scusa, ti fermano per la strada e ti
        obbligano a comprare il loro CD sotto
        minaccia? la loro musica ti è
        necessaria per svolgere le tue funzioni
        metaboliche di base?E la tassa sui CD vergini dove la metti?
        • Anonimo scrive:
          Re: "P2P, milioni di ladri"
          Paghi il fatto di vivere in un Paese dove è figo appropiarsi dei beni altrui,rifattela con chi copia e scarica.
      • Anonimo scrive:
        Re: "P2P, milioni di ladri"
        - Scritto da: (C)Warrior


        Ottima considerazione., considerando
        che a

        noi i soldi li sottraggono veramente,
        quindi

        noi commettiamo un illecito e loro

        commettono un furto.

        Loro sottraggono soldi a noi?

        Ma scusa, ti fermano per la strada e ti
        obbligano a comprare il loro CD sotto
        minaccia?peggio! hai presente la tassa sui supporti digitali? (spero tu sappia perche' recentemente comprare un cd costa molto piu' di prima) loro ti obbligano a pagarli anche se non compri nulla da loro e non gli togli nulla (uno i cd li puo' usare per archiviare le foto fatte con la propria fotocamera digitale, backuppare i propri dati, ecc..)
        • Anonimo scrive:
          Re: "P2P, milioni di ladri"
          - Scritto da: Anonimo
          peggio! hai presente la tassa sui supporti
          digitali? (spero tu sappia perche'
          recentemente comprare un cd costa molto piu'
          di prima) loro ti obbligano a pagarli anche
          se non compri nulla da loro e non gli togli
          nulla (uno i cd li puo' usare per archiviare
          le foto fatte con la propria fotocamera
          digitale, backuppare i propri dati, ecc..)Quoto.Aggiungo che da quando hanno messo il pizzo sui supporti digitali la vendità di cd vergini in Italia si è semplicemente dimezzata. Ora chi compra grandi quantità di cd per salvare i propri dati li compra all'estero, con grande gioia dei rivenditori italiani .
          • Anonimo scrive:
            Re: "P2P, milioni di ladri"
            Paghi il fatto di vivere in un Paese dove è figo appropiarsi dei beni altrui,rifattela con chi copia e ammazza così l'economia italiana.
        • Anonimo scrive:
          Re: "P2P, milioni di ladri"
          Paghi il fatto di vivere in un Paese dove è figo appropiarsi dei beni altrui,rifattela con chi copia.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Effetto Pecora

    Gia' oggi i
    cellulari di fascia alta riproducono gli MP3
    al posto delle suonerie, domani saranno
    tutti cosi'.Forse t'è sfuggito che i produttori di cell (che vendono suonerie loro stessi e sono pappa e ciccia per ovvi motivi coi gestori che tirano su un bel pacco di soldi con questo sistema), non essendo idioti masochisti, stanno già approntando ampi sistemi di DRM che ti impediranno di scroccare. E sul cell è un po' più difficile cambiare il software e aggirare la protezione...
    • Anonimo scrive:
      Re: Effetto Pecora
      - Scritto da: Ekleptical

      Gia' oggi i

      cellulari di fascia alta riproducono
      gli MP3

      al posto delle suonerie, domani saranno

      tutti cosi'.

      Forse t'è sfuggito che i produttori
      di cell (che vendono suonerie loro stessi e
      sono pappa e ciccia per ovvi motivi coi
      gestori che tirano su un bel pacco di soldi
      con questo sistema), non essendo idioti
      masochisti, stanno già approntando
      ampi sistemi di DRM che ti impediranno di
      scroccare. E sul cell è un po'
      più difficile cambiare il software e
      aggirare la protezione...Ma nenche impossibile se ci pensi un po'...8)
  • Earthquake scrive:
    Re: Ci sono meno file musicali...
    condivido in pieno, prima si cercava di scaricare canzone per canzone ora si prende direttamente tutto il disco si fa prima
  • Anonimo scrive:
    Re: Effetto Pecora
    - Scritto da: Anonimo


    hai conosciuto artisti differenti da
    quelli

    che ho conosciuto io.

    ho conosciuto gente che ci campa e neanche
    tanto benne come si favoleggia qui sul forum



    cmq esistono anche gli artisti non

    professionisti,

    abbasso laprofessionnalita'?

    certo la qualità

    è quella che è, ma spesso

    è un piccolo scotto che viene

    ampiamente ripagato da una grandissima

    passione.

    bene, ci affideremo a loro.

    prendiamo la bastiglia e poi mettiamo su
    anche qualche ghigliottina, in nome del
    popolo sovrano...

    si vede proprio che dei destinato a
    distruggere, e non a costruire....Tu invece sembri candidato a TJHooker
  • maciste scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Anonimo
    Quanta voglia di innovazione con la roba
    d'altri.Da domani si innova e si taglia lo
    stipendio a te o ai tuoi genitori, a seconda
    dell'età.Che ne dici?che succede...si perde il lavoro, si perdono privilegi, si perde potere d'acquisto, inoltre più si va avanti più si pagano tasse sui cd e sulle memorie in generale ma di quello non ti lamenti vero? contento di pagare il doppio un cd-r solo per le tasse?
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      Chiedi mica di togliere le imposta, vuoi scaricare musica a gratis.Se in Italia non si avesse il vizietto di copiare più che comprare quelle imposte non esisterebbero o sarebbero molto ridotte come avviene altrove in Europa.Quel che mi scoccia è che per copiare tu devo pagare anch'io.Fai una petizione per togliere la gabella e te la firmo anche subito.
      • maciste scrive:
        Re: E' questione di filosofia
        - Scritto da: Anonimo
        Chiedi mica di togliere le imposta, vuoi
        scaricare musica a gratis.Questa è una conclusione alla quale arrivi tu, peraltro divagando rispetto al messaggio a cui ho risposto; per inciso solo nell'ultima settimana ho acquistato 3 cd originali e mi appresto a prendere il quarto che si aggiungeranno agli oltre 100 che già ho, quindi prima di darmi dello scaricone pensaci un pò...
        Se in Italia non
        si avesse il vizietto di copiare più
        che comprare quelle imposte non
        esisterebbero o sarebbero molto ridotte come
        avviene altrove in Europa.Dove il p2p e le copie pirata ovviamente non esistono vero? ma dai...è pur vero che quelle imposte servono per ripagare la siae dei mancati introiti, ma ti rendi conto che nessuno le ha così alte? ti rendi conto che pesano anche sulle memory card che notoriamente servono per le fotocamere?
        Fai una petizione per togliere la gabella e
        te la firmo anche subito.Falla tu no? Hai detto che io sono un pirata e che tu devi pagare per me quindi saresti tu quello che attualmente ci perde? oppure hai la coda di paglia?
        • Anonimo scrive:
          Re: E' questione di filosofia
          - Scritto da: maciste

          - Scritto da: Anonimo

          Chiedi mica di togliere le imposta, vuoi

          scaricare musica a gratis.

          Questa è una conclusione alla quale
          arrivi tu, peraltro divagando rispetto al
          messaggio a cui ho risposto; per inciso solo
          nell'ultima settimana ho acquistato 3 cd
          originali e mi appresto a prendere il quarto
          che si aggiungeranno agli oltre 100 che
          già ho, quindi prima di darmi dello
          scaricone pensaci un pò...
          Ammesso che sia vero non vuol dir niente,dipende da quanta roba hai scaricato prima di comprare quei cd se la pensi come quello con cui si discuteva all'inizio,se invece sei contro il p2p di materiale coperto da (c) dillo subito e finiamola con questa pantomima. Per favore evitiamo giochini.

          Se in Italia non

          si avesse il vizietto di copiare
          più

          che comprare quelle imposte non

          esisterebbero o sarebbero molto ridotte
          come

          avviene altrove in Europa.

          Dove il p2p e le copie pirata ovviamente
          non esistono vero? ma dai...è pur
          vero che quelle imposte servono per ripagare
          la siae dei mancati introiti, ma ti rendi
          conto che nessuno le ha così alte? ti
          rendi conto che pesano anche sulle memory
          card che notoriamente servono per le
          fotocamere?Diciamo che se altrove la contraffazione è 10 da noi è 100 se non 1000.Ad esempio IItunes da noi parte in ritardo perchè siamo considerati un mercato a rischio e dove il livello di pirateria è altissimo e quindi commercialmente meno interessante,chi vorrebbe comprare musica on-line ringrazia.


          Fai una petizione per togliere la
          gabella e

          te la firmo anche subito.

          Falla tu no? Hai detto che io sono un pirata
          e che tu devi pagare per me quindi saresti
          tu quello che attualmente ci perde? oppure
          hai la coda di paglia?Deciditi, sei uno 'scaricone' oppure no.Ti lamenti delle gabelle, non è strumentale per continuare a scaricare, se non hai tu la coda di paglia butta giù la petizione e la firmiamo in contemporanea. Certo finchè la gente scarica e copia le gabelle restano là.
  • Anonimo scrive:
    Re: Scoperto il loro gioco!

    ladri ma vogliono solo pagare il giusto,
    anche se 99 cent. a brano mi sembrano sempre
    un pò troppi, vedo già le premesse per continuare a sfregazzare anche quello che costa "il giusto".Comunque 1 ? non mi pare troppo, se tieni conto molti brani sono perdibilibilissimi, uno si compra solo i melgio di ogni disco e quindi alla fine uno risparmia parecchio.Infatti i nostri cantautoruccoli, che vedono il richio di peredere guadagni, sono contrari alla vendita al pezzo adducendo scuse di qualità artistica compromessa di dischi che non possono essere tagliuzzati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scoperto il loro gioco!
      Non lo hanno detto solo i nostri 60 pseudo artisti (mi spiace per Elisa...ma ha perso la mia stima).Pensare che la stessa boiata l'hanno detta anche i Metallica.O tempora o mores
    • Anonimo scrive:
      Re: Scoperto il loro gioco!
      - Scritto da: Anonimo


      ladri ma vogliono solo pagare il giusto,

      anche se 99 cent. a brano mi sembrano
      sempre

      un pò troppi,

      vedo già le premesse per continuare a
      sfregazzare anche quello che costa "il
      giusto".

      Comunque 1 ? non mi pare troppo, se tieni
      conto molti brani sono perdibilibilissimi,
      uno si compra solo i melgio di ogni disco e
      quindi alla fine uno risparmia parecchio.
      Infatti i nostri cantautoruccoli, che vedono
      il richio di peredere guadagni, sono
      contrari alla vendita al pezzo adducendo
      scuse di qualità artistica
      compromessa di dischi che non possono essere
      tagliuzzati.Il problema per me e scegliere il meglio se non posso provarlo prima. Non ho tempo da perdere, la radio non va bene e i cd in ascolto nei negozi non sono di tutti gli artisti (ovviamente) ma di quelli del momento.Col P2p ho potuto ascoltare Shaman di Santana e mi è piaciuta personalmente solo una canzone. Che faccio? Il singolo di tale brano non c'è e di comprare tutto il cd non se ne parla. Mi trovassero la soluzione "lor signori" ai quali già ho pagato i balzelli su supporti e dispositivi.Passi questo episodio, ma per il futuro come farò se non posso usare il P2p a detta loro? Vorrà dire che non copmro più niente, alla faccia loro.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    ROTFL ci mancava l'agronomo :)
  • gerry scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: EklepticalQuoto tutto quello che hai detto.
    Per quanto riguarda il p2p rimarrà
    però sempre illegale, che piaccia o
    no ai suoi utentei, perchè danneggia
    leggittimi interessi di altre persone. Primo
    fra tutti il diritto di fare quello che
    vogliono del frutto del proprio lavoro e di
    scegliere a chi venderlo o regalarlo come
    vogliono. Il lavoro è loro e se lo
    giostrano loro.Giusto, ma le leggi e le regole si possono anche cambiare.Non dico di azzerare il copyright, ma una legislazione concepita quanto c'erano altri mezzi di distribuzione e di produzione va sicuramente rivista.Questa legge è sbilanciata a favore degli autori, che (come tu dici) ad oggi hanno il diritto di imporre quello che vogliono sulle opere.IMHO bisognerebbe, contestualmente al pensare di introdurre un sistema DRM, mettere per iscritto qualche diritto del consumatore.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      Quanta voglia di innovazione con la roba d'altri.Da domani si innova e si taglia lo stipendio a te o ai tuoi genitori, a seconda dell'età.Che ne dici?
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      Giusto, ma le leggi e le regole si possono
      anche cambiare.Sbagliato. E' una questione di principio che va ben al di là del diritto d'autore. E' la base di qualsiasi sistema libero. Non si possono obbligare le persone a dar via quello che fanno gratis, non in un sistema libero. Il bene della collettività (sempre che sia applicabile al caso) non può essere sulla pelle di altri.Se poi vogliamo entrare in un regime totalitario, che per definizione si arroga il diritto di decidere per gli altri, allora il discorso cambia.
      IMHO bisognerebbe, contestualmente al
      pensare di introdurre un sistema DRM,
      mettere per iscritto qualche diritto del
      consumatore.Consumatore è chi paga, non chi scrocca.
      • gerry scrive:
        Re: E' questione di filosofia
        - Scritto da: Ekleptical
        Sbagliato. E' una questione di principio che
        va ben al di là del diritto d'autore.
        E' la base di qualsiasi sistema libero. Non
        si possono obbligare le persone a dar via
        quello che fanno gratis, non in un sistema
        libero. Il bene della collettività
        (sempre che sia applicabile al caso) non
        può essere sulla pelle di altri.Tu hai pensato male senza motivo ;)Le leggi si possono anche cambiare non vuol dire "da domani il diritto di autore è abolito" viva lo scambio senza regole.Il copyright lo puoi far durare 1, 10, 70 anni o anche in eterno.Puoi stabilire che un consumatore ha diritto di farsi una copia di backup di quello che compra oppure no. Puoi stabilire che il consumatore ha diritto a copiare quello che ha comprato su tutti device in suo possesso oppure no.Puoi stabilire che ha diritto a riprodurre parti di un opera a scopo di recensione oppure no.Puoi stabilire che chi compra ha il diritto di usufruire l'opera in ambito famigliare oppure no.Se noti la maggior parte di questi sono dirtti acquisiti col tempo che non hanno però nessun fondamento giuridico. sono reati non perseguibili.Quindi dal punto di vista del consumatore sono carta straccia, perchè nel momento in diventano perseguibili i diritti di fatto decadono.E' cos' eretico, visto il cambio dei tempi, discutere di queste cose per mettere un po' d'ordine e stabilire una volta per tutte se tutti o alcuni di questi diritti non siano meritevoli di essere tutelati?
        Se poi vogliamo entrare in un regime
        totalitario, che per definizione si arroga
        il diritto di decidere per gli altri, allora
        il discorso cambia.Anche il regime democratico ammette limiti alla libertà.
        Consumatore è chi paga, non chi
        scrocca.Si, ma chi paga qualche diritto lo potrà pur pretendere, no?
  • Anonimo scrive:
    Re: "P2P, milioni di ladri"
    Paura? Inizia a fare i bagagli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ci sono meno file musicali...
    ROTFL! Vero ;)
    • parvati76 scrive:
      Re: Ci sono meno file musicali...
      Beh, non é cambiata la tipologia dei file, solo che circolano molti più file di grosse dimensioni. Prima la gente aveva il 56k e si scaricava un mp3, adesso ha un'adsl e si scarica la discografia completa o il film. Ed é anche logico che sia così.
  • Anonimo scrive:
    Re: "P2P, milioni di ladri"
    E' un danno patrimoniale che provochi all'autore, in sostanza rubi soldi quindi FURTO.
    • Anonimo scrive:
      Re: "P2P, milioni di ladri"
      - Scritto da: Anonimo
      E' un danno patrimoniale che provochi
      all'autore, in sostanza rubi soldi quindi
      FURTO.muahahahahah
    • Anonimo scrive:
      Re: "P2P, milioni di ladri"
      - Scritto da: Anonimo
      E' un danno patrimoniale che provochi
      all'autore, in sostanza rubi soldi quindi
      FURTO.Be, allora facciamo che quando vado in giro chi mi guarda deve pagarmi perchè io ho stabilito che la mia immagine vale 10? a sguardo. Allora chi mi guarda senza pagare sta rubando??
      • Anonimo scrive:
        Re: "P2P, milioni di ladri"
        Nessuno ti obbliga a comprare musica, tu ci obbligheresti a comprare la tua faccia, grazie non interessa. Peraltro non mi sembra che tu rientri tra le opere dell'ingegno. ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: "P2P, milioni di ladri"
          - Scritto da: Anonimo
          Peraltro non mi sembra
          che tu rientri tra le opere dell'ingegno. ;)anche alcuna musica per definirla opera d'ingegno ci vuole un certo coraggio :D
          • Anonimo scrive:
            Re: "P2P, milioni di ladri"
            Personalmente concordo ma se qualcuno scarica evidentemente...De gustibus.....:)
          • Anonimo scrive:
            Re: "P2P, milioni di ladri"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Peraltro non mi sembra

            che tu rientri tra le opere
            dell'ingegno. ;)

            anche alcuna musica per definirla opera
            d'ingegno ci vuole un certo coraggio :DAttualmente l'unico ingegno musicale :( (sic!) consiste nel prendere un pezzo di una canzone (questa si d'autore!!) ed inserirla, con un buon programma di mix audio, con una base, normalmente a 130-150 battute al minuto e spacciarla poi come proprio prodotto...:(:(:'(:'(:'(NO COMMENT :@Persino i chansonnier francesi (anni 35-50) hanno subito tale onta!!:(:(::'(
      • Anonimo scrive:
        Re: "P2P, milioni di ladri"

        Be, allora facciamo che quando vado in giro
        chi mi guarda deve pagarmi perchè io
        ho stabilito che la mia immagine vale 10? a
        sguardo. Allora chi mi guarda senza pagare
        sta rubando??No perché la legge stabilisce che tu non sei proprietario della tua immagine in pubblico.
        • Anonimo scrive:
          Re: "P2P, milioni di ladri"
          - Scritto da: Anonimo


          Be, allora facciamo che quando vado in
          giro

          chi mi guarda deve pagarmi
          perchè io

          ho stabilito che la mia immagine vale
          10? a

          sguardo. Allora chi mi guarda senza
          pagare

          sta rubando??

          No perché la legge stabilisce che tu
          non sei proprietario della tua immagine in
          pubblico.
          Forse non hai tutte le idee chiare: la mia immagine in pubblico è e resta mia personale tant'è vero che se voglio posso far fermare dalle autorità chi mi ha fotografato, filmato o comunque ha immortalato la mia immagine e fargli distruggere tutti gli originale e le copie delle mie immagini in suo possesso!8):$:@
          • Anonimo scrive:
            Re: "P2P, milioni di ladri"
            Voglio vederti mentre lo sostieni di fronte a un giudice :):):)
          • Anonimo scrive:
            Re: "P2P, milioni di ladri"
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Be, allora facciamo che quando
            vado in

            giro


            chi mi guarda deve pagarmi

            perchè io


            ho stabilito che la mia immagine
            vale

            10? a


            sguardo. Allora chi mi guarda senza

            pagare


            sta rubando??



            No perché la legge stabilisce
            che tu

            non sei proprietario della tua immagine
            in

            pubblico.


            Forse non hai tutte le idee chiare: la mia
            immagine in pubblico è e resta mia
            personale tant'è vero che se voglio
            posso far fermare dalle autorità chi
            mi ha fotografato, filmato o comunque ha
            immortalato la mia immagine e fargli
            distruggere tutti gli originale e le copie
            delle mie immagini in suo possesso!8):$:@Sbagliato ! Se sei in un luogo pubblico ti fotografo quanto mi pare e non ti devo niente ! Studia che è meglio....
    • Anonimo scrive:
      Re: "P2P, milioni di ladri"
      - Scritto da: Anonimo
      E' un danno patrimoniale che provochi
      all'autore, in sostanza rubi soldi quindi
      FURTO.STRA-LOL!
    • Anonimo scrive:
      Re: "P2P, milioni di ladri"
      - Scritto da: Anonimo
      E' un danno patrimoniale che provochi
      all'autoreOvviamente sei in grado di dimostrarlo, vero?Sei sicuro che se non ci fosse il p2p io andrei a comprare tutto quello che scarico?
    • Anonimo scrive:
      Re: "P2P, milioni di ladri"
      - Scritto da: Anonimo
      E' un danno patrimoniale che provochi
      all'autore, in sostanza rubi soldi quindi
      FURTO.Infatti sono tutti poveri gli autori, vero?
  • avvelenato scrive:
    Re: Effetto Pecora
    - Scritto da: Anonimo

    l'artista, da che mondo e' mondop, ha almeno
    1 manager, perche' se vuole fare lARTISTA e
    quindi coltivare i suoi travagli interiori
    che poi esprime nelle sue opere, non VUOLE e
    non PUO' pensare ai soldini... e poi chi
    paga per l'immagine, la grafica, la
    PROMOZIONE etc? credi che te la regalino
    pure sul net?hai conosciuto artisti differenti da quelli che ho conosciuto io.cmq esistono anche gli artisti non professionisti, certo la qualità è quella che è, ma spesso è un piccolo scotto che viene ampiamente ripagato da una grandissima passione.bene, ci affideremo a loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Effetto Pecora

      hai conosciuto artisti differenti da quelli
      che ho conosciuto io.ho conosciuto gente che ci campa e neanche tanto benne come si favoleggia qui sul forum

      cmq esistono anche gli artisti non
      professionisti, abbasso laprofessionnalita'?certo la qualità
      è quella che è, ma spesso
      è un piccolo scotto che viene
      ampiamente ripagato da una grandissima
      passione.
      bene, ci affideremo a loro.prendiamo la bastiglia e poi mettiamo su anche qualche ghigliottina, in nome del popolo sovrano...si vede proprio che dei destinato a distruggere, e non a costruire....
    • Ekleptical scrive:
      Re: Effetto Pecora

      cmq esistono anche gli artisti non
      professionisti, certo la qualità
      è quella che è, ma spesso
      è un piccolo scotto che viene
      ampiamente ripagato da una grandissima
      passione.Parla per te! Io gli amatori della domenica non li voglio. Non me ne sbatte una fava della passione, a me interessa il risultato! Puoi metterci tutta la passione del mondo, ma se quel che tiri fuori fa schifo, fa schifo e stop.E in vita mia di amatori che buttassero fuori risultati decenti ne ho sentiti un numero che si conta sulla punta delle dita (1 su 1000 ce la fa, perchè gli altri 999 fanno schifo, come mi piace dire).Quindi io sono ben contento di pagare il professionista per avere un risultato da professionista. Se tu ti accontenti della robaccia, buon per te. Io non ci penso nemmeno.Si può anche dividere il mercato in musica di serie B e C, aggratis, con Common Creative License e balle varie, perchè tanto nessuno li pagherebbe mai, e serie A professionale e ben fatta (indipendentemente dal genere e dal gusto singolo).Non vedo il problema. Basta che vi limitiate ad ascoltare quella di seconda categoria, se non avete voglia di pagare. Risolto il problema e nessuno si lamenta. Iniziate a farlo.Ma non pretendete che chi fa il professionista lo faccia aggratis per la vostra bella faccia. Peraltro semttiamola con la vaccata che "chi fa musica la deve fare solo per comunicare e avere dei fan a cui piace", perchè è una vaccata.Il vero artista del pubblico se ne FREGA. La musica si fa per sè, poi si comunica agli altri, ma non è MAI lo scopo del vero artista. Quando si compone non si pensa MAI al pubblico.Quelli che lo fanno costantemente si chiamano Birtney Spears (o meglio i suoi produttori che lei non scrive una nota), Backstreet Boys e compagnia.E' il commerciale che ragione come sopra, non il vero artista.
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora
        CUT
        Il vero artista del pubblico se ne FREGA. La
        musica si fa per sè, poi si comunica
        agli altri, ma non è MAI lo scopo del
        vero artista. Quando si compone non si pensa
        MAI al pubblico.

        Quelli che lo fanno costantemente si
        chiamano Birtney Spears (o meglio i suoi
        produttori che lei non scrive una nota),
        Backstreet Boys e compagnia.

        E' il commerciale che ragione come sopra,
        non il vero artista.Infatti gli unici che fanno i soldi da serie A (definizione tua) sono i tipi che hai citato, non certo gli Artisti, che fanno musica per se ma non hanno i soldi per permettersi il mega studio di registrazione e fare un prodotto da "serie A"!!!Come la mettiamo!:):|
        • Ekleptical scrive:
          Re: Effetto Pecora

          Infatti gli unici che fanno i soldi da serie
          A (definizione tua) sono i tipi che hai
          citato, non certo gli Artisti, che fanno
          musica per se ma non hanno i soldi per
          permettersi il mega studio di registrazione
          e fare un prodotto da "serie A"!!!
          Come la mettiamo!:):|Che oggi i prezzi sono molto calati e chiunque in salotto può produrre un prodotto di serie A- , ben superiore alla B di una volta.Quindi la qualità della produzione oggi come oggi ha un'importanza sempre più ridotta. La differenza la fa la creatività. Ovvio che se non hai nessuna creatività e non puoi nemmeno vendere la coscia sinuosa o il bicipite muscoloso, nessuno ti caga. Per quale motivo dovrebbero farlo?Ed è una cazzata che chi non è bravo non fa soldi. E' pieno di bravi artisti che guadagnano bene, perchè appunto bravi.E' una fissa vostra che conoscete solo Britney. E alcui nomi famosi sono anche bravi, peraltro. Non tutti vendono l'immagine e basta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Effetto Pecora


    Considera che quando la EFF ha proposto la
    flat alle major queste non si sono nemmeno
    sedute a parlarne... la cattiva coscienza
    non è solo degli utenti di file
    sharing...questo avverra' quandi i gestori umts e affini saranno costretti a creare offerte flat puntando sui servizi e quando avremmo degli ipod con cellulare annesso, e quindi neanche troppo nel futuro.il fatto che uno che tutti rubino non legalizza la cosa, e la EFF andava probabilmente ad avvisare i proprietari di contenuto che era meglio anticipare le mosse del"mercato" piuttosto che combatterlo "dopo", ma chi ha un azienda deve rispondere sul fatturato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Effetto Pecora
      - Scritto da: Anonimo
      questo avverra' quandi i gestori umts e
      affini saranno costretti a creare offerte
      flat puntando sui servizi e quando avremmo
      degli ipod con cellulare annesso, e quindi
      neanche troppo nel futuro.iPod wireless... è quello che vado dicendo da un po'... dota un iPod di connessione wi-fi e l'iPod non è piu' solo un jukebox portatile, ma un dispositivo di file sharing di massa portatile. A quel punto le major cosa faranno?
      • scorpioprise scrive:
        Effetto iPod
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        questo avverra' quandi i gestori umts e

        affini saranno costretti a creare
        offerte

        flat puntando sui servizi e quando
        avremmo

        degli ipod con cellulare annesso, e
        quindi

        neanche troppo nel futuro.

        iPod wireless... è quello che vado
        dicendo da un po'... dota un iPod di
        connessione wi-fi e l'iPod non è piu'
        solo un jukebox portatile, ma un dispositivo
        di file sharing di massa portatile. A quel
        punto le major cosa faranno?Pensa, con un piccolo scatolino, di cui non ricordo il nome, mi sembra iTune, mi pare, collegato su iPod 3G, puoi trasmettere sulle radio FM che ti circondano la musica dell'iPod.... Più sharing di così!Basta che si riesca ad acquisire da radio con una adeguata interfaccia e qualità e iPod diventerà il miglior strumento di sharing musicale (sulla breve distanza, ovviamente)! E poi spareranno su Jobs perchè ha creato la fine delle Majors....
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Ekleptical
    Per quanto riguarda il p2p rimarrà
    però sempre illegalePrima di tutto il P2P non è illegale, lo è la circolazione di materiale che non è stato autorizzato a quello scopo.Gia' oggi esistono molti contenuti che possono essere scambiati legalmente sui sistemi di file sharing, per i contenuti protetti l'idea di una flat si sta man mano profilando uscendo dalle nebbie dell'idealismo per diventare sempre piu' concreta. Potremmo configurare un nuovo diritto, il diritto di condivisione, all'editore che decidesse di concederlo sarebbe permesso di accedere ai proventi della flat. In questo modo il sistema di distribuzione centralizzato e decentralizzato potrebbero confrontarsi ad armi (legali) pari.
    Quindi scordatevi la legalizzazione.Stai generalizzando troppo. Qui il discorso non è se il P2P sarà illegale, legale o altro, il P2P non scomparirà, la questione è quale percentuale di cio' che viene scambiato resterà illegale. Per ora la percentuale di illegalità è alta, stiamo lavorando per abbassare quella percentuale, cercando, anche, di rendere di pubblico dominio alcuni contenuti che dovrebbero essere tali, come i film prodotti con i sovvenzionamenti statali non usciti nelle sale.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      Non sono certo quelli che presenti tu i problemi legati al p2p,non facciamo gli ipocriti i vari network sono pieni di materiale coperto da diritto d'autore altro che storie,magari fosse solo materiale sotto licenze open.
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      Gia' oggi esistono molti contenuti che
      possono essere scambiati legalmente sui
      sistemi di file sharing, per i contenuti
      protetti l'idea di una flat si sta man mano
      profilando uscendo dalle nebbieNon verrà mai fatto perchè una grossa fetta di utenza (la grande maggioranza) degli mp3 e del p2p se ne frega. Diventa una tassa ancora più assurda di quella sui CD-R.E se si può fare un abbonamento senza tassa nessuno, in un paese di disonesti come l'Italia, si sognerà mai di fare l'abbonamento tassato.E' un fallimento annunciato. Appartieni al blocco Rousseauiano, probabilmente.
      alta, stiamo lavorando per abbassare quella
      percentuale, cercando, anche, di rendere di
      pubblico dominio alcuni contenuti che
      dovrebbero essere tali, come i film prodotti
      con i sovvenzionamenti statali non usciti
      nelle sale.Boh, questa può anche essere un'idea... se gli autori e gli attori son d'accordo. Chi mette i soldi non detta legge. Il diritto d'autore è dell'autore.(O bisogna che sia ben scritto come clausola nel contratto, quindi cmq non vale per tutti i film passati)==================================Modificato dall'autore il 16/07/2004 10.18.18
  • Anonimo scrive:
    Re: Effetto Pecora

    un mare di cazzate, generalizzazioni, luoghi
    comuniNo, caro mio, DATI che io ho e che tu non hai...
    1) i drm che i sistemi di acquisto on line
    al di fuori di itunes offrono sono una
    follia Itunes si becca dal 40 al 60 % del granoin germania pagano una cifra esagerata perche' pagano pure i diritti connessi (pure sulle suonerie)il DRM va in europa dal 8 al 12 %
    2) chi compra una suoneria a 2 euro
    comprerebbe un brano a due euro, ovvioE no, perche quella la deve pagare l'altra la scarica in P2P
    3) chi compra una suoneria a 2 euro potrebbe
    non desiderare un disco a 20euroVero, ma ne paga fino a 3 per n pezzettino campionato (truetones)
    4) chi compra una suoneria a 2 euro NON
    COINCIDE con chi giudica alto il prezzo di
    itunesVero, ma solo perche' per 100 persone che portano avanti il discorso politico ce ne sono milioni che non gliene frega nulla, basta scaricare
    5) (chi compra una suoneria a 2 euro
    è vittima di un reato di
    circonvenzione d'incapace)Enormemente vero, il famoso "effetto pecora", che pero' non impedisce che le comprino lo stesso, alla faccia di tanti bei discorsi del cavolo.


    quindi, tieni da parte le tue -tsé-
    riflessioni, quando arriveranno itunes e
    simili per l'italia.Non sono riflessioni, bimbo, sono dati che forse non hai piacere di leggere, e io spero che itunes arrivi presto...
    • TPK scrive:
      Re: Effetto Pecora
      - Scritto da: Anonimo

      un mare di cazzate, generalizzazioni,
      luoghi

      comuni

      No, caro mio, DATI che io ho e che tu non
      hai...Ma chi sei?Il fan di Ekleptical?Un "artista" a cui rode che le sue canzoni non se le caghi nessuno come suonerie?Un troll della SIAE?
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora

        Ma chi sei?
        Il fan di Ekleptical?E chi e'?
        Un "artista" a cui rode che le sue canzoni
        non se le caghi nessuno come suonerie?nono
        Un troll della SIAE?NeppureSono uno che vive facendo il consulente per le aziende tecnologiche e ho avuto modo di lavorare con alcuni grossi gruppi europei che si occupano di queste cose (compagnie che fabbricano telefonini comprese) e per i quali questi dati sono vitali per le decisioni aziendali sugli investimenti futuri, e quindi non sono "rumours" cattati sul net, ma roba solida, in base a cui vengono investiti miliardi di euro ..Quindi quando vedo queste discussioni basate sul NIENTE, io, che amo la musica e ho amisci musicisti, mi sento in dovere di comunicare a chi parla di stronzate la realta' ECONOMICA DEI FATTI.E i fatti dicono che qua siete pecore, e neppure furbe...Comunque consolatevi. All'estero hanno anche loro dei problemi, anche se non come da noi (il mercato tedesco e quello francese fatturano singolarmente nell'ambito musicale 10 volte l'italia- il che vuol dire che da noi si e' sempre RUBATO PER PRINCIPIO) e che siamo entrati in un Europa CHE PROPRIO NON CI VOLEVA promettendo mari e monti.Non siate orgogliosi di essere Italioti. diventate Italiani, e forse avremo maggiore rispetto...
        • avvelenato scrive:
          Re: Effetto Pecora
          - Scritto da: Anonimo


          Ma chi sei?

          Il fan di Ekleptical?

          E chi e'?


          Un "artista" a cui rode che le sue
          canzoni

          non se le caghi nessuno come suonerie?

          nono

          Un troll della SIAE?

          Neppure

          Sono uno che vive facendo il consulente per
          le aziende tecnologiche e ho avuto modo di
          lavorare con alcuni grossi gruppi europei
          che si occupano di queste cose (compagnie
          che fabbricano telefonini comprese) e per i
          quali questi dati sono vitali per le
          decisioni aziendali sugli investimenti
          futuri, e quindi non sono "rumours" cattati
          sul net, ma roba solida, in base a cui
          vengono investiti miliardi di euro ..

          Quindi quando vedo queste discussioni basate
          sul NIENTE, io, che amo la musica e ho
          amisci musicisti, mi sento in dovere di
          comunicare a chi parla di stronzate la
          realta' ECONOMICA DEI FATTI.

          E i fatti dicono che qua siete pecore, e
          neppure furbe...
          Comunque consolatevi. All'estero hanno anche
          loro dei problemi, anche se non come da noi
          (il mercato tedesco e quello francese
          fatturano singolarmente nell'ambito musicale
          10 volte l'italia- il che vuol dire che da
          noi si e' sempre RUBATO PER PRINCIPIO) e che
          siamo entrati in un Europa CHE PROPRIO NON
          CI VOLEVA promettendo mari e monti.

          Non siate orgogliosi di essere Italioti.
          diventate Italiani, e forse avremo maggiore
          rispetto...

          uno che pretende di avere la verità infusa già mi risulta antipatico.uno che assimila chi "scarica" una suoneria (che spesso neanche ha internet, e quasi sempre a malapena sa usare una javachat) a chi scarica illegalmente da internet, non lo prendo con molta serietà.capisc'ammé, se tu vuoi essere preso sul serio fai questa distinzione nel tuo grandioso ragionamento.btw, anche io non vedo l'ora che arrivi itunes, perché ciò dimostrerà che la gente che ha voglia di pagare c'è.poi io ti dirò che secondo me itunes si fa pagare cmq tanto, l'hai detto anche te, in mezzo a tante inesattezze qualche osservazione intelligente l'hai fatta, il mercato è congestionato, e qui in italia si ruba di princìpio perché QUI CHI NON RUBA E' FESSO.perché chi non ruba o è ricchissimo (ma allora ha rubato altrove :@ ) oppure non gliene frega nulla, e allora rinuncia.siccome l'arte è qualcosa che trasporta passione, chi la desidera fa di tutto per averla, e nella storia non sono rari i casi di persone con problemi con la giustizia per furto (fisico) di libri o album.non ci vedo nulla di strano.quindi che si sbrighino a divellere ogni barriera che separa l'artista dal fan (e dalle possibilità del secondo di remunerare il primo senza rinunciare al cibo)
          • Anonimo scrive:
            Re: Effetto Pecora

            uno che pretende di avere la verità
            infusa già mi risulta antipatico.se la matematica non e' un opinione... ma anche la matematica risulta antipatica...

            uno che assimila chi "scarica" una suoneria
            (che spesso neanche ha internet, e quasi
            sempre a malapena sa usare una javachat) a
            chi scarica illegalmente da internet, non lo
            prendo con molta serietà.Non sono io che assimilo. sono i numerini di utenti che risultano, certamente ci sono piu' telefonini (si dice 60 milioni) che connessioni internet, ma il nodo e' proprio questo, quando i "!personal Commiunicator" sostituiranno i personal computer" che avverra'?

            capisc'ammé, se tu vuoi essere preso
            sul serio fai questa distinzione nel tuo
            grandioso ragionamento.Piu' che grandioso e' il riporto pratico di parecchie riunioni a cui ho partecipato

            btw, anche io non vedo l'ora che arrivi
            itunes, perché ciò
            dimostrerà che la gente che ha voglia
            di pagare c'è.Guarda caso, l'Italia fa sempre paura...

            poi io ti dirò che secondo me itunes
            si fa pagare cmq tanto, l'hai detto anche
            te, in mezzo a tante inesattezze qualche
            osservazione intelligente l'hai fatta, il
            mercato è congestionato, e qui in
            italia si ruba di princìpio
            perché QUI CHI NON RUBA E' FESSO.al proprietario della canzone (major o altri ) vanno dai 40 ai 60 ct per dollaro, il drm e' assolto nella misura determinata da ogni stato (mediamente il 9,5%) e la apple, distributore, ci va in pari solo perche' ti vende l'ipod... ti sembra un business quando a imposte assolte all'autore vanno 9 cents e al prodiuttore ne andranno si e no 35?

            perché chi non ruba o è
            ricchissimo (ma allora ha rubato altrove :@vero
            ) oppure non gliene frega nulla, e allora
            rinuncia.la volpe e l'uva?

            siccome l'arte è qualcosa che
            trasporta passione, chi la desidera fa di
            tutto per averla, e nella storia non sono
            rari i casi di persone con problemi con la
            giustizia per furto (fisico) di libri o
            album.allora rubiamo prima da mangiare...
            non ci vedo nulla di strano.


            quindi che si sbrighino a divellere ogni
            barriera che separa l'artista dal fan (e
            dalle possibilità del secondo di
            remunerare il primo senza rinunciare al
            cibo)l'artista, da che mondo e' mondop, ha almeno 1 manager, perche' se vuole fare lARTISTA e quindi coltivare i suoi travagli interiori che poi esprime nelle sue opere, non VUOLE e non PUO' pensare ai soldini... e poi chi paga per l'immagine, la grafica, la PROMOZIONE etc? credi che te la regalino pure sul net?Quando le macchine ssaranno interconnesse al cervello e ci permettaranno di dare corpo "virtuale" ai nostri sentimenti e a trasmetterle agli altri forse cambiera' veramente qualcosa, ma probabilmente sara' gia' tutto cambiato e saremo alla 10ma generazione di StarTrek (se non ci saremo estinti prima)
          • Anonimo scrive:
            Re: Effetto Pecora
            - Scritto da: Anonimo
            ti sembra un business quando
            a imposte assolte all'autore vanno 9 cents e
            al prodiuttore ne andranno si e no 35?Ma non eri tu quello a cui piacevano i numerini?Ovviamente la risposta dipende dal volume delle vendite: se e' abbastanza alto, sono cifre piuttosto buone.
        • Anonimo scrive:
          Re: Effetto Pecora
          - Scritto da: Anonimo


          Ma chi sei?

          Il fan di Ekleptical?

          E chi e'?


          Un "artista" a cui rode che le sue
          canzoni

          non se le caghi nessuno come suonerie?

          nono

          Un troll della SIAE?

          Neppure

          Sono uno che vive facendo il consulente per
          le aziende tecnologiche e ho avuto modo di
          lavorare con alcuni grossi gruppi europei
          che si occupano di queste cose (compagnie
          che fabbricano telefonini comprese) e per i
          quali questi dati sono vitali per le
          decisioni aziendali sugli investimenti
          futuri, e quindi non sono "rumours" cattati
          sul net, ma roba solida, in base a cui
          vengono investiti miliardi di euro ..

          Quindi quando vedo queste discussioni basate
          sul NIENTE, io, che amo la musica e ho
          amisci musicisti, mi sento in dovere di
          comunicare a chi parla di stronzate la
          realta' ECONOMICA DEI FATTI.

          E i fatti dicono che qua siete pecore, e
          neppure furbe...
          Comunque consolatevi. All'estero hanno anche
          loro dei problemi, anche se non come da noi
          (il mercato tedesco e quello francese
          fatturano singolarmente nell'ambito musicale
          10 volte l'italia- il che vuol dire che da
          noi si e' sempre RUBATO PER PRINCIPIO) e che
          siamo entrati in un Europa CHE PROPRIO NON
          CI VOLEVA promettendo mari e monti.

          Non siate orgogliosi di essere Italioti.
          diventate Italiani, e forse avremo maggiore
          rispetto...

          è arrivato rambo, tutti a casa...
  • Anonimo scrive:
    Re: majors
    - Scritto da: Anonimo
    sembra che bill abbia perso terreno, non
    potra' piu' essere il dominatore assoluto
    della distribuzione dei contenuti protetti
    in rete.. piu' il mondo va avanti piu'
    somiglia a una grande mela....e meno male... se avesse somigliato alla Micro$oft sai che mondo di .... (censura)
  • Anonimo scrive:
    Re: majors
    - Scritto da: Anonimo
    sembra che bill abbia perso terreno, non
    potra' piu' essere il dominatore assoluto
    della distribuzione dei contenuti protetti
    in rete.. piu' il mondo va avanti piu'
    somiglia a una grande mela..Ma questo commento l'hai scritto sotto acido?(troll)
  • TPK scrive:
    Re: Effetto Pecora
    - Scritto da: Anonimo


    Uau, in Italia facciamo 8,3 milioni di

    utenti p2p!

    (visto che da quello che scrivi nel
    resto

    del mondo il p2p non esiste)

    Esiste, ma la max concentrazione e' qua.Si si certo...

    Vedo che il paragone con le suonerie non
    colpisce..
    Britney Spears si apprezza meglio come suoneria che come mp3
    • Anonimo scrive:
      Re: Effetto Pecora
      - Scritto da: TPK

      - Scritto da: Anonimo




      Uau, in Italia facciamo 8,3
      milioni di


      utenti p2p!


      (visto che da quello che scrivi nel

      resto


      del mondo il p2p non esiste)



      Esiste, ma la max concentrazione e' qua.

      Si si certo...
      vuoi scommettere? che ti vergni, del tuo primato?



      Vedo che il paragone con le suonerie non

      colpisce..



      Britney Spears si apprezza meglio come
      suoneria che come mp3verissimo, fa cagare pure a mme, ma spiegami perche' le suonerie le pagano volentieri e le canzoni intere no...PECORE
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora
        - Scritto da: Anonimo




        Britney Spears si apprezza meglio come

        suoneria che come mp3

        verissimo, fa cagare pure a mme, ma spiegami
        perche' le suonerie le pagano volentieri e
        le canzoni intere no...

        PECOREBe' non tutti sanno usare i motori di ricerca perchè si trovano anche gratis e basta solo ricopiarle e funzionano e ti risparmi 2 Euro. Ma i ragazzini di oggi sono abituati a spendere finchè i soldi non se li guadagnano, ma basta che iniziano a lavorare e farsi un bel m@zzo e poi vedi se li spendono quei soldi per le suonerie del c@cchio!!!!:|:|:|
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: TPK



        - Scritto da: Anonimo






        Uau, in Italia facciamo 8,3

        milioni di



        utenti p2p!



        (visto che da quello che
        scrivi nel


        resto



        del mondo il p2p non esiste)





        Esiste, ma la max concentrazione
        e' qua.



        Si si certo...


        vuoi scommettere? che ti vergni, del tuo
        primato?





        Vedo che il paragone con le
        suonerie non


        colpisce..






        Britney Spears si apprezza meglio come

        suoneria che come mp3

        verissimo, fa cagare pure a mme, ma spiegami
        perche' le suonerie le pagano volentieri e
        le canzoni intere no...

        PECOREForse perché per il loro beneamato feticcio con antennino, microfono e altoparlante(schifosamente anti HiFi) farebbero di tutto....e non sono in grado (nella maggior parte dei casi) di collegare il loro feticcio all'altro feticcio casalingo il PC per trasferire via cavo una parzializzazione di una canzoncina....(canzone o musica sarebbe nome troppo autorevole!8))Che mondo!:(:D:$8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Effetto Pecora

          Forse perché per il loro beneamato
          feticcio con antennino, microfono e
          altoparlante(schifosamente anti HiFi)
          farebbero di tutto....e non sono in grado
          (nella maggior parte dei casi) di collegare
          il loro feticcio all'altro feticcio
          casalingo il PC per trasferire via cavo una
          parzializzazione di una
          canzoncina....(canzone o musica sarebbe nome
          troppo autorevole!8))
          Che mondo!:(:D:$8)forse perchè il cavetto per collegare cell e pc costa moooolto di più che scaricare una suoneria
    • cico scrive:
      Re: Effetto Pecora

      Britney Spears si apprezza meglio come
      suoneria che come mp3ROTFL
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora
        Visto che ho ragione?E poi mi parlate di cultura?Sono solo canzonette...E la gente SEMPLICEMENTE ha trovato un modo COMODISSIMO di non pagarle(incoraggiate dalle stronzate-peraltro filosoficamente condivisibili- che voi propugnate), pero' se non le ha nello squillo del tel non è trendy, e allora paga...come li chiamate questi, il popolo oppresso da una normativa fascista, i poveri ragazzi che non hanno altro mezzo per ascoltare musica che costa troppo?(ma se pagano molto di piu per le suonerie...) o solo UN BRANCO DI PECORE?
        • avvelenato scrive:
          Re: Effetto Pecora
          - Scritto da: Anonimo
          Visto che ho ragione?

          E poi mi parlate di cultura?

          Sono solo canzonette...

          E la gente SEMPLICEMENTE ha trovato un modo
          COMODISSIMO di non pagarle(incoraggiate
          dalle stronzate-peraltro filosoficamente
          condivisibili- che voi propugnate), pero' se
          non le ha nello squillo del tel non è
          trendy, e allora paga...

          come li chiamate questi, il popolo oppresso
          da una normativa fascista, i poveri ragazzi
          che non hanno altro mezzo per ascoltare
          musica che costa troppo?(ma se pagano molto
          di piu per le suonerie...) o solo UN BRANCO
          DI PECORE?forse ci arrivi: chi scarica suonerie è un imbecille.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Effetto Pecora

            forse ci arrivi: chi scarica suonerie
            è un imbecille.L'imbecille è chi ritiene che gli altri siano imbecilli solo perchè a loro piace fare cose che lui (da chissà che pulipto) ritiene stupide.Cosa peraltro applicabile anche a lui perchè senz'altro farà un tot di cose che altri riterrano a loro volta idiote. Quindi è automaticamente imbecille in base al suo stesso principio.(No, non ho mai scaricato suonerie, me le invento da me. Ma non ho mai sopportato chi ragiona come sopra, nemmeno fosse il cristo reincaranto che si permette di giudicare gli altri)
          • Anonimo scrive:
            Re: Effetto Pecora
            ekleptical, tu sei il capo degli scaricatori di suonerie.... quindi il capo degli.....
          • Anonimo scrive:
            Re: Effetto Pecora

            L'imbecille è chi ritiene che gli
            altri siano imbecilli solo perchè a
            loro piace fare cose che lui (da
            chissà che pulipto) ritiene stupide.
            Cosa peraltro applicabile anche a lui
            perchè senz'altro farà un tot
            di cose che altri riterrano a loro volta
            idiote. Quindi è automaticamente
            imbecille in base al suo stesso principio.

            (No, non ho mai scaricato suonerie, me le
            invento da me. Ma non ho mai sopportato chi
            ragiona come sopra, nemmeno fosse il cristo
            reincaranto che si permette di giudicare gli
            altri)'azz da che pulpito viene la predica!!!ma se non hai fatto altro che dare del ladro a chiunque non la pensi come te sul p2p????
          • Ekleptical scrive:
            Re: Effetto Pecora

            'azz da che pulpito viene la predica!!!
            ma se non hai fatto altro che dare del ladro
            a chiunque non la pensi come te sul p2p????a) Non ho mai dato del ladro, ma dello scroccone. E non è un parere, è un dato di fatto.b) Non ho mai detto che siete imbecilli perchè fate una cosa che non mi piace. Vi ho criticati, e ci mancherebbe altro che non si potesse, ma non ho dato dell'imbecille a nessuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Effetto Pecora

            ma non ho dato
            dell'imbecille a nessuno.anche perchè se è vero che le offese/accuse sono proporzionali alla statura (intellettiva/morale) di chi le fa le tue sarebbero complimenti
          • avvelenato scrive:
            Re: Effetto Pecora
            - Scritto da: Ekleptical

            forse ci arrivi: chi scarica suonerie

            è un imbecille.

            L'imbecille è chi ritiene che gli
            altri siano imbecilli solo perchè a
            loro piace fare cose che lui (da
            chissà che pulipto) ritiene stupide.
            Cosa peraltro applicabile anche a lui
            perchè senz'altro farà un tot
            di cose che altri riterrano a loro volta
            idiote. Quindi è automaticamente
            imbecille in base al suo stesso principio.

            (No, non ho mai scaricato suonerie, me le
            invento da me. Ma non ho mai sopportato chi
            ragiona come sopra, nemmeno fosse il cristo
            reincaranto che si permette di giudicare gli
            altri)mettiamola così, su 20 ragazzi che ho conosciuto e che scaricavano suonerie, 20 erano
          • Anonimo scrive:
            Re: Effetto Pecora
            Se lo dice uno che si è comprato un palmare....
  • avvelenato scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Ekleptical
    C'è chi ritiene alla Rousseau che gli
    uomini siano bravi e buoni e che quindi, se
    gliene si da l'occasione, si comportano
    bene.

    C'è chi ritiente che siano bastardi
    approfittatori, pronti ad accoltellarti alle
    spalle in ogni momento.il mondo non è bianco e non è nero, ma grigio.secondo me ci vuole bastone e carota.il problema è che adesso esagerano a minacciare bastonate, mentre di carote se ne scorge a malapena l'odore.mi capisci no?se la repressione al p2p urbani-style veniva fatta giusto dopo un'innovativo sistema di acquisto on-line*, o di un cambio radicale della legge sul copyright che consente lo sharing di roba anzianotta, o insomma qualcosa che faccia capire che esiste una controparte disposta a guardarsi allo specchio, probabilmente l'utenza avrebbe capito, non si sarebbe arrabbiata.*rossoalice NON è INNOVATIVO! :D==================================Modificato dall'autore il 16/07/2004 1.09.13
    • Anonimo scrive:
      Effetto Pecora
      All'utenza VERA, quella cha fa i numeri, NON GLIENE FREGA NULLA di tutte ste chiacchere...Si fa P2P perche' e' di moda e basta.Si comprano le suonerie pagandole da 1 a 3 euro (per dieci sec. di una canzone che poi rubi su internet perche' COSTA TROPPO o la compri su itunes a 1 euro circa) e si fanno circa 5 miioni di download di suonerie al mese solo in italia ( che arrivano come sms e quindi SENZA COSTI PER LE TELECOM)Quindi: Le major (e le minor) non beccano una lira dal P2PGli autori e Le major (e le minor) beccano una miseria dalle telecom (provate a discuterci...)quindi i musicisti devono lavorare gratis perche' un popolo di furbi (a tutti i livelli) ha deciso che deve andare cosi'?Non venitemi a tirare fuori stronzate come la cultura etc... per favore, si chiama EFFETTO PECORA, quello di cui gli italiani (italioti) sono i campioni del mondo...
      • TPK scrive:
        Re: Effetto Pecora
        - Scritto da: Anonimo
        Non venitemi a tirare fuori stronzate come
        la cultura etc... per favore, si chiama
        EFFETTO PECORA, quello di cui gli italiani
        (italioti) sono i campioni del mondo...Uau, in Italia facciamo 8,3 milioni di utenti p2p!(visto che da quello che scrivi nel resto del mondo il p2p non esiste)
      • avvelenato scrive:
        Re: Effetto Pecora
        - Scritto da: Anonimo
        All'utenza VERA, quella cha fa i numeri, NON
        GLIENE FREGA NULLA di tutte ste
        chiacchere...

        Si fa P2P perche' e' di moda e basta.

        Si comprano le suonerie pagandole da 1 a 3
        euro (per dieci sec. di una canzone che poi
        rubi su internet perche' COSTA TROPPO o la
        compri su itunes a 1 euro circa) e si fanno
        circa 5 miioni di download di suonerie al
        mese solo in italia ( che arrivano come sms
        e quindi SENZA COSTI PER LE TELECOM)

        Quindi:
        Le major (e le minor) non beccano una lira
        dal P2P
        Gli autori e Le major (e le minor) beccano
        una miseria dalle telecom (provate a
        discuterci...)

        quindi i musicisti devono lavorare gratis
        perche' un popolo di furbi (a tutti i
        livelli) ha deciso che deve andare cosi'?

        Non venitemi a tirare fuori stronzate come
        la cultura etc... per favore, si chiama
        EFFETTO PECORA, quello di cui gli italiani
        (italioti) sono i campioni del mondo...un mare di cazzate, generalizzazioni, luoghi comuni1) i drm che i sistemi di acquisto on line al di fuori di itunes offrono sono una follia2) chi compra una suoneria a 2 euro comprerebbe un brano a due euro, ovvio3) chi compra una suoneria a 2 euro potrebbe non desiderare un disco a 20euro4) chi compra una suoneria a 2 euro NON COINCIDE con chi giudica alto il prezzo di itunes5) (chi compra una suoneria a 2 euro è vittima di un reato di circonvenzione d'incapace)quindi, tieni da parte le tue -tsé- riflessioni, quando arriveranno itunes e simili per l'italia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora
        - Scritto da: Anonimo
        Si comprano le suonerie pagandole da 1 a 3
        euro (per dieci sec. di una canzone che poi
        rubi su internet perche' COSTA TROPPO o la
        compri su itunes a 1 euro circa) e si fanno
        circa 5 miioni di download di suonerie al
        mese solo in italia ( che arrivano come sms
        e quindi SENZA COSTI PER LE TELECOM)Comunque, tanto per parlare di suonerie, e con questo rispondo anche al dottor Mazza che giorni fa si vantava del numero di suonerie vendute... le suonerie, dicevo, non dureranno in eterno, anzi. Gia' oggi i cellulari di fascia alta riproducono gli MP3 al posto delle suonerie, domani saranno tutti cosi'. La suoneria di dieci secondi dovrà essere il brano originale... a quel punto perchè non tutto il brano, visto che ognuno preferirà un passaggio diverso della canzone? A questo punto addio suonerie... si scarica il brano direttamente, dal P2P o da itunes, ma cmq non la suoneria.
        quindi i musicisti devono lavorare gratis
        perche' un popolo di furbi (a tutti i
        livelli) ha deciso che deve andare cosi'?Considera che quando la EFF ha proposto la flat alle major queste non si sono nemmeno sedute a parlarne... la cattiva coscienza non è solo degli utenti di file sharing...
      • Anonimo scrive:
        Re: Effetto Pecora

        Non venitemi a tirare fuori stronzate come
        la cultura etc... per favore, si chiama
        EFFETTO PECORA, quello di cui gli italiani
        (italioti) sono i campioni del mondo...hai perfettamente ragione...ma c'è un PERO'se tu mi fai pagare la tassa sui supporti vuoti cd dvd HD etc (io per lavoro faccio lo sviluppatore web) xkè preventivamente il mio governo crede ke io ci possa scaricare e registrare della musica....ora va tanto di moda la parola preventiva.......a quel punto io sono legittimato a scaricarmi tutta la musica e i film etc ke vojo....capisci...voi fate i furbi???lo faccio ank'io...saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Ekleptical
    Per quanto riguarda il p2p rimarrà
    però sempre illegale, che piaccia o
    no ai suoi utentei, perchè danneggia
    leggittimi interessi di altre persone. Primo
    fra tutti il diritto di fare quello che
    vogliono del frutto del proprio lavoro e di
    scegliere a chi venderlo o regalarlo come
    vogliono. Il lavoro è loro e se lo
    giostrano loro.Ah, è per questo che come dei MERDOSI LADRI mi rubano i soldi con i balzelli, perchè il lavoro è loro però le foto del MIO lavoro le devo masterizzare su cd tassati per poi risarcire loro, e di cosa poi? Di non aver scaricato le loro insulse canzoni da quattro soldi, per la maggior parte frutto di plagi e scopiazzature? Sono dei gran signori, non c'è che dire.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    - Scritto da: Ekleptical
    Per quanto riguarda il p2p rimarrà
    però sempre illegale, che piaccia o
    no ai suoi utentei, perchè danneggia
    leggittimi interessi di altre persone. Primo
    fra tutti il diritto di fare quello che
    vogliono del frutto del proprio lavoro e di
    scegliere a chi venderlo o regalarlo come
    vogliono. Il lavoro è loro e se lo
    giostrano loro.D'accordo.Allora vai a chiedergli se mi ridanno tutti i balzelli sui cd in cui ho messo dati miei, lavoro mio , per quanto in gran parte amatoriale, e non le loro canzonette.
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      Allora vai a chiedergli se mi ridanno tutti
      i balzelli sui cd in cui ho messo dati miei,
      lavoro mio , per quanto in gran parte
      amatoriale, e non le loro canzonette.Il 95% dei musicisti non vede una lira su quei soldi. Valli a chiedere alla SIAE, non a loro. Che tanto, per come funziona l'Italia, se anche li togliessero, il giorno dopo il governo li rimpiazza con un'imposta di fabbricazione e l'importo non cambia! :P
      • avvelenato scrive:
        Re: E' questione di filosofia
        - Scritto da: Ekleptical

        Allora vai a chiedergli se mi ridanno
        tutti

        i balzelli sui cd in cui ho messo dati
        miei,

        lavoro mio , per quanto in gran
        parte

        amatoriale, e non le loro canzonette.

        Il 95% dei musicisti non vede una lira su
        quei soldi. Valli a chiedere alla SIAE, non
        a loro. Che tanto, per come funziona
        l'Italia, se anche li togliessero, il giorno
        dopo il governo li rimpiazza con un'imposta
        di fabbricazione e l'importo non cambia! :ptriste ammetterlo, ma hai ragione.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' questione di filosofia
          Mah... non capisco la logica...In pratica questi balzelli a favore della SIAE sono motivati dal fatto che "tanto l'utente che acquista un CD vergine lo acquista per copiare qualcosa = compiere un illecito".Ma e' giusto che lo stato imponga una tassa su un illecito?Quando si impone un pagamento su un illecito, allora lo stato lo riconosce come tale (l'illecito), e quindi deve 1) condonarlo o 2) sanzionarlo. Nessuna delle due cose viene fatta. Si parte dal presupposto di "tutti colpevoli".E' come mettere una tassa sulle pinze perche' possono essere usate per fregare i motorini parcheggiati...o anche l'IVA sui furti....
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questione di filosofia
        - Scritto da: Ekleptical
        Il 95% dei musicisti non vede una lira su
        quei soldi. Valli a chiedere alla SIAE, non
        a loro. Che tanto, per come funziona
        l'Italia, se anche li togliessero, il giorno
        dopo il governo li rimpiazza con un'imposta
        di fabbricazione e l'importo non cambia! :pCazzi loro... qui nessuno compra piu' CD e DVD-R in Italia... ci sono i produttori in rivolta... continuiamo cosi' e qui va tutto in sfacelo...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' questione di filosofia

        Il 95% dei musicisti non vede una lira su
        quei soldi. Valli a chiedere alla SIAE, non
        a loro. Che tanto, per come funziona
        l'Italia, se anche li togliessero, il giorno
        dopo il governo li rimpiazza con un'imposta
        di fabbricazione e l'importo non cambia! :pCerto che con questi loschi figuri al governo la nostra economia sto già immaginando dove se sta andando a finire.....
  • Anonimo scrive:
    Re: E' questione di filosofia
    invece io continuo a sottolineare una cosa: a Ekle, ma nun te ne dovevi stare fuori dalle scatole fino al week-end ?!?!? :-P
    • Ekleptical scrive:
      Re: E' questione di filosofia

      invece io continuo a sottolineare una cosa:
      a Ekle, ma nun te ne dovevi stare fuori
      dalle scatole fino al week-end ?!?!? :pNo, fino a oggi (ieri per i non nottambuli)! :PMa mò stacco, contento?
  • Anonimo scrive:
    Re: Dati sul p2p:

    ancora in europa. Chissà
    perchè...in america vende...eppure
    c'è il p2p. Vuoi vedere che qua in
    europa I-tunes sta antipatico a qlc1?Sicuramente ad almeno "60" artistoidi italioti:DDDD
    • Anonimo scrive:
      Re: Dati sul p2p:
      - Scritto da: Anonimo

      ancora in europa. Chissà

      perchè...in america
      vende...eppure

      c'è il p2p. Vuoi vedere che qua
      in

      europa I-tunes sta antipatico a qlc1?

      Sicuramente ad almeno "60" artistoidi
      italioti:DDDDA tal proposito ho notato che non c'è la firma delle sempreverde Orietta Berti: cos'é hanno tolto li Copyright su "Fin che la barca va, lasciala andare"??:p:$8)
  • Anonimo scrive:
    majors
    sembra che bill abbia perso terreno, non potra' piu' essere il dominatore assoluto della distribuzione dei contenuti protetti in rete.. piu' il mondo va avanti piu' somiglia a una grande mela..
  • Ekleptical scrive:
    E' questione di filosofia
    C'è chi ritiene alla Rousseau che gli uomini siano bravi e buoni e che quindi, se gliene si da l'occasione, si comportano bene.C'è chi ritiente che siano bastardi approfittatori, pronti ad accoltellarti alle spalle in ogni momento.Entrambe le posizioni (estreme) sono perfettamente giustificate e da tutti sperimentate nel corso della vita. A quale delle due affidarsi è questione di gusti personali.La RIAA evidentemente viaggia sulla seconda; i buonisti del p2p sulla prima. In entrambi i casi la presa di posizione è spudoratamente di parte (la propria) e poco attendibile. Quindi continueranno ad insultarsi for ever.Per quanto riguarda il p2p rimarrà però sempre illegale, che piaccia o no ai suoi utentei, perchè danneggia leggittimi interessi di altre persone. Primo fra tutti il diritto di fare quello che vogliono del frutto del proprio lavoro e di scegliere a chi venderlo o regalarlo come vogliono. Il lavoro è loro e se lo giostrano loro.Quindi scordatevi la legalizzazione. E' come per le sigarette di contrabbando. Anche se a Napoli vanno che è una bellezza (del resto si vendono pure le mozzarelle di contrabbando in città!), dando persino lavoro e quant'altro, sono e rimarranno illegali per sempre. E ogni tanto parte un ciclico intervento della polizia che per qualche giorno azzera il traffico.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      Ekleptical, ti leggo sempre volentieriprima o poi mi registro anch'io, potere identificare chi scrive è molto belloposso essere d'accordo o meno su quello che scrivi, ma trovo i tuoi interventi sempre ben fatti, intelligenti e stimolantibravo, che dire? se l'impatto con il mondo del lavoro, mobbing e quant'altro non trasformerà anche te in una grigia entità farai stradakeep up the good work!
    • sinadex scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      che sei di napoli?cmq basta farsi un giro per la strada, gli ambulanti stanno sempre lì...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      Se compro un sacchetto di fagioli al supermercato e invece di mangiarmeli li pianto sotto terra per farne una piccola coltura (a meno che siano OGM) quale filosofia abbraccio?
    • (C)Warrior scrive:
      Quoto
      Ekleptical, hai messo a fuoco correttamente il problema.Quello tra p2pari e major è un dialogo tra sordi.Quello che dovrebbero fare le major, è *provare* a dare qualche segnale di buona volontà, tipo, niente copy protection, provare ad abbassare almeno di un paio di euro il prezzo dei CD, oppure farli pagare a prezzo pieno però promettendo uno sconto su acquisti successivi, se il CD riesce a vendere più di X copie.Quello che dovrebbero fare i p2pari è un uso più responsabile del mezzo: non scaricare brani di recente uscita, e assolutamente non di bands emergenti, al primo disco.- Scritto da: Ekleptical
      C'è chi ritiene alla Rousseau che gli
      uomini siano bravi e buoni e che quindi, se
      gliene si da l'occasione, si comportano
      bene.

      C'è chi ritiente che siano bastardi
      approfittatori, pronti ad accoltellarti alle
      spalle in ogni momento.

      Entrambe le posizioni (estreme) sono
      perfettamente giustificate e da tutti
      sperimentate nel corso della vita. A quale
      delle due affidarsi è questione di
      gusti personali.

      La RIAA evidentemente viaggia sulla seconda;
      i buonisti del p2p sulla prima. In entrambi
      i casi la presa di posizione è
      spudoratamente di parte (la propria) e poco
      attendibile. Quindi continueranno ad
      insultarsi for ever.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      sei vecchio Ekleptical , vecchio vecchio e ancora vecchio.Il p2p doveva sparire nel giro di due anni ? ma facci il piacere....Avete perso la guerra, fatevene una ragione.:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: E' questione di filosofia
      ammazza quanto sei brutto in quella foto, spero per te che dipenda dal fatto che vieni male in foto altrimenti non vorrei essere nei tuoi panni
  • Anonimo scrive:
    "P2P, milioni di ladri"
    ma ladri ce sarete voi e 3/4 della palazzina vostra, ladri e ignoranti in quanto ladro e' chi sottrae un bene a qualcuno, nel caso dello scambio illegale di materiale protetto da copyright (anche il termine pirateria e' fuori luogo) si fa una mera copia senza sottrarre l'originale al proprietario; e' sempre un reato ma NON e' furto.
    • (C)Warrior scrive:
      questione di semantica

      si fa una mera copia senza
      sottrarre l'originale al proprietario; e'
      sempre un reato ma NON e' furto.la copia non è più "mera" dal momento in cui la metti nel CD player e premi il tasto play, alzando abbastanza il volume da poterla sentire.Per quanto riguarda il termine "Furto":A questo punto occorrerebbe inventare una nuova parola. Per le opere dell'ingegno, specialmente se su supporti digitali, non esiste modo di ridurne sensibilmente *a priori* l'appropriazione indebita, come invece ad esempio la mela dal fruttivendolo. Per appropriarsi indebitamente di una mela, occorre rischiare; per appropriarsi indebitamente di un CD, o cerchi di rubarlo al negozio, rischiando come per la mela, oppure ti fai fare una copia da un amico, a rischio zero. Non è proprio come l'originale, manca il booklet etc. ma quello che più conta è ricopiato esattamente bit-per-bit.Insomma, occorre coniare un nuovo termine per indicare "appropriazione (allo scopo di godimento) indebita di opere dell'intelletto intenzionalmente create allo scopo di profitto"Qualche idea?
  • avvelenato scrive:
    Re: Dati sul p2p:
    - Scritto da: Anonimo
    Intanto I-tunes tarda
    ancora in europa. Chissà
    perchè...in america vende...eppure
    c'è il p2p. Vuoi vedere che qua in
    europa I-tunes sta antipatico a qlc1?l'idea sarebbe di mantenere il prezzo al limite psicologico di 99 cents (che siano centesimi di euro o di dollari importa poco).peccato che con tasse e vari mangioni, sia molto più difficile qua che in us (infatti altrove avevo letto pronostici riguardo un sovrapprezzo in italia, 1.29cents a brano finale, poi smentito... ma puoi immaginarti che ci avevano pure pensato.)
  • Anonimo scrive:
    Re: Come fanno?
    Se vai su slyck.com , a destra ci sono i numeri degli utenti connessi per ogni rete;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Scoperto il loro gioco!

    anche se 99 cent. a brano mi sembrano sempre
    un pò troppi,ma se fanno pagare una suoneria 2 euro !!!
    • avvelenato scrive:
      Re: Scoperto il loro gioco!
      - Scritto da: Anonimo

      anche se 99 cent. a brano mi sembrano
      sempre

      un pò troppi,

      ma se fanno pagare una suoneria 2 euro !!!
      sì ma quella è circonvenzione d'incapace.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scoperto il loro gioco!
        - Scritto da: avvelenato
        - Scritto da: Anonimo


        anche se 99 cent. a brano mi
        sembrano

        sempre


        un pò troppi,



        ma se fanno pagare una suoneria 2 euro
        !!!



        sì ma quella è circonvenzione
        d'incapace.Incapace: si ma chi? Il ragazzino che ha il cellulare e scarica la souneria o i genitori che lo permettono?:(Forse entrambi!!!:$8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Scoperto il loro gioco!
      - Scritto da: Anonimo

      anche se 99 cent. a brano mi sembrano
      sempre

      un pò troppi,

      ma se fanno pagare una suoneria 2 euro !!!
      cretino chi la compra!!!!! gente che non ha mai fatto la spesa e non capisce bene il valore dei soldi.... spesso ragazzini....
  • Anonimo scrive:
    Scoperto il loro gioco!
    Beh, che dire. Finalmente si spera capiranno che chi condivide non è un criminale. Se I-Tunes funziona a meraviglia vorrà pur dire qualcosa! Prezzi accettabil in primis, scelta in secunsis e qualità in terzis. Visto, i files musicali sui canali di file shering sono diminuiti, segno che gli utenti non sono ladri ma vogliono solo pagare il giusto, anche se 99 cent. a brano mi sembrano sempre un pò troppi, comunque è già un segnale. Non diminuiscono i film ed il software, segno che i prezzi sono ancora troppo alti e che spesso la qualità lascia a desiderare. Allora perchè non colgono questi segnali e si adeguano invece di spendere fortune in uffici legali?
Chiudi i commenti