Download/ Gioca sano Gioca italiano.1

Tradizioni ma non solo, dal sette e mezzo alla simulazione del truzzo! Perchè sfidare il Pc a Dama non è soltanto un Solitario








a cura di Luca Schiavoni .
Usate solo questa email per segnalazioni, grazie!

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E allora perchè non si trova più nulla ?
    Se veramente il P2P non è in calo, perchè non si riesce più a trovare materiale interessante da scaricare?
    • Anonimo scrive:
      Re: E allora perchè non si trova più nulla ?
      - Scritto da: Anonimo
      Se veramente il P2P non è in calo,
      perchè non si riesce più a
      trovare materiale interessante da scaricare?Sei tu che non sai cercare :-)
  • Anonimo scrive:
    Il giorno dello sciacallo....
    Sciacallate finche' si puo', tanto mica sparate a nessuno...Pero' siete degli sciacalli ugualmente, non producete nulla, non immettete nulla di vostro, "scambiate " cose di altri senza pagare un ghello a nessuno con la scusa delle multinazionali "catttive" e della siae "cattivissima"!Questa non e' liberta' di comunicazione, e' semplicemente bieco opportunismo ammantato di belle parole...Siete voi che per succhiare musica e film "agratis" state affondando il P2P, una tecnologia intelligente sputtanata da un gruppo di persone che di sicuro intelligenti non sono, ma furbette di sicuro...E' la solita filosofia del Tutto e Subito, la musica per voi non ha piu' nessun valore, come ogni cosa che non viene sudata e guadagnata.Pero' il grano alle telecom glielo date, eh?A chi invece spende per farvi godere la musichetta invece no.Non se lo merita.QUINDI:Chiamatevi tra voi come vi pare, per me e per la storia e per il buon senso e per la REALTA' DEI FATTI siete solo SCIACALLI....
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giorno dello sciacallo....
      come sciacalli..chiamiamoli cosi...sono tutte quelle persone che APROFITTANO dei contributi statali per fare film di 4 ordine che non li va a vedere nessuno...oppure la SIAE che prende 5 volte le tasse se uno si compra una videocamera e fa il fimino alla figlia...5 VOLTE LA TASSA ALLA SIAE...Prima di sputare sentenze...usiamo quella parte del corpo che serve a pensare...e non quellaltra parte che normalmente viene usate per espellere le scorie solide...grazie per l'attenzione....
      • Anonimo scrive:
        Re: Il giorno dello sciacallo....
        scusa ma,il tuo insegnante di italiano era TOPO GIGIO ? ragiona con il tuo di cervelli e non credere che il tuo scritto sia ""tutto quel buon senso"" che supponi tu.ti auguro tempi migliori,non offuscati dalla tua palese ignoranza.ciao !!!!!
        • TPK scrive:
          Re: Il giorno dello sciacallo....
          - Scritto da: Anonimo
          scusa ma,il tuo insegnante di italiano era
          TOPO GIGIO ? ragiona con il tuo di cervelli
          e non credere che il tuo scritto sia
          ""tutto quel buon senso"" che supponi tu.ti
          auguro tempi migliori,non offuscati dalla
          tua palese ignoranza.ciao !!!!! ragiona con il tuo di cervell o " tutto quel buon senso " supponi tu. timigliori, nonignoranza. ciao Mi sa che eravate compagni di banco eh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il giorno dello sciacallo....
        - Scritto da: Anonimo
        come sciacalli..chiamiamoli cosi...sono
        tutte quelle persone che APROFITTANO dei
        contributi statali per fare film di 4 ordine
        che non li va a vedere nessuno...Esatto anche loro, fai un bell'elenco dei film finanziati e guarda a chi hanno dato i soldi negli ultimi 10 anni... vedrai delle belle sorprese, politicamente parlando :-) oppure la
        SIAE che prende 5 volte le tasse se uno si
        compra una videocamera e fa il fimino alla
        figlia...
        5 VOLTE LA TASSA ALLA SIAE...5 Volte? e che vuol dire?Se non ci fossero i furbetti e la pirateria, col cavolo che andrebbero a prendere soldi dagli strumenti, e comunque, carino, guarda bene "quanti" soldi si prendono prima di dire kazzate

        Prima di sputare sentenze...usiamo quella
        parte del corpo che serve a pensare...e non
        quellaltra parte che normalmente viene usate
        per espellere le scorie solide...Vale anche per te
        grazie per l'attenzione....E' interessante vedere come la confutazione degli argomenti e' effettuata su basi diverse, cioe', confermate di essere sciacalli?
    • ANONIMO scrive:
      Re: Il giorno dello sciacallo....
      20 a cd 30 a dvd siamo stufi di pagare. e ti ricordo che il p2p danneggia la musuca il cinema e il software meno dell 1%. Quelle delle major sono tutte scuse per farci pagare di più. Ma ricorda che la pirateria è SEMPRE UN PASSO AVANTI A LORO E A VOI. LA PIRATERIA NON MORIRA' MAI NESSUN SISTEMA FERMERA' MAI LA SITUAZIONE ATTUALE E IL P2P NON MORIRA' MAI!METTETEVELO BENE IN TESTA. SIAMO SEMPRE UN PASSO AVANTI ANCHE 2!
  • nefasto scrive:
    [OT] biblioteche e Urbani
    Apparente colpo di scena con scambio dei ruoli agli Stati generali dell'Editoria sullo sfondo di un generale malcontento per le politiche governative nei confronti dell'editoria e della cultura. Il Ministro Urbani avrebbe dichiarato secondo alcune fonti giornalistiche (si veda l'articolo di Alessandro Zaccuri su Avvenire del 15 settembre 2004) che "Quanto alle biblioteche, puntiamo a erogare più fondi, anche se l?introduzione del ticket richiesto dalla Ue è ormai un atto dovuto. Chi lo pagherà? Con tutta probabilità le biblioteche stesse, in modo da non creare disaffezione da parte degli utenti".A questa affermazione gli editori hanno risposto per voce di Federico Motta presidente Aie sostenendo che l'Aie "Non ha mai detto che ci deve essere un ticket sui prestiti. Né ha mai detto che il compenso deve gravare sul bilancio delle biblioteche. La nostra richiesta è sempre stata quella di attuare questa normativa difendendo i bilanci delle biblioteche, proprio perché - come in molti hanno ribadito in questi giorni - sappiamo bene qual è la loro importanza.."Stati generali dell'editoria Articolo di A. Zaccuri su Avvenire 15/9/04 Testo completo dell'intervento di Federico Motta penso che saremo noi a pagare...
    • Anonimo scrive:
      Petizione contro i libri a pagamento:
      http://www.nopago.orghttp://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2004/02_Febbraio/25/biblioteche.shtmlUna direttiva Ue vuole imporre il pagamento dei diritti d'autore.Libri in prestito dalla biblioteca? Paga un ticket!Su Internet petizioni e un appello a Prodi. Si mobilitano i forum e i blog. Intesa consumatori: «Semplicemente allucinante».P.S. Io ho firmato già da tempo....
  • Anonimo scrive:
    LA MAFIA PROTESTA !!!!!
    BASTA!! IL GOVERNO FACCIA QUALCOSA!!!Se la gente si scarica le musichette con il pc, noi la nostra roba a chi la vendiamo? I nostri immigrati negri sfruttati e bastonati, a chi venderanno la loro mercanzia???BASTA! CHE INTERVENGA IL GOVERNO!
  • Anonimo scrive:
    www.BayTSP.com
    Ciao, a me non risulta proprio che la BayTSP faccia solo delle rilevazioni. è una società che per conto delle varie major, si occupa di infiltrarsi nel computer degli utenti collegati alle varie reti peer-to-peer, Edonkey per esempio, per indagare se state scaricando un file protetto da copyright, e quindi segnalarlo al vostro provider. Quindi attenzione ragazzi ;o)
  • Anonimo scrive:
    non credo che morirà mai!
    Con programmi come ANTs e Mute che proteggono la privacy credo che difficilmente morirà, anzi sarà sempre più diffuso ed anonimo. Sembra che la tecnologia si ritorca contro chi l'ha creata e credeva di poter spremere gli utenti sempre di più!!!!Vedremo, solo il tempo potra' dirci come andranno le cose!Comunque anche le major e gli artisti non spariranno proprio come è successo per i libri ed il software.
    • Anonimo scrive:
      Re: non credo che morirà mai!
      - Scritto da: Anonimo
      Con programmi come ANTs e Mute che
      proteggono la privacy credo che
      difficilmente morirà, anzi
      sarà sempre più diffuso ed
      anonimo. Sembra che la tecnologia si ritorca
      contro chi l'ha creata e credeva di poter
      spremere gli utenti sempre di più!!!!Povero fesso, sogna...


      Vedremo, solo il tempo potra' dirci come
      andranno le cose!Per te, male....

      Comunque anche le major e gli artisti non
      spariranno proprio come è successo
      per i libri ed il software.Il libri spariranno a qualche anno dall'introduzione degli ebook a carta virtuale, il software te lo regaleranno con le macchine, come facevano una volta.Poveretti, vi state dando la zappa sui piedi da soli e non ve ne accorgete....Anzi, ve ne accorgerete presto.....
  • Anonimo scrive:
    SIAE ahahahah!!!!
    come da oggetto!!!
  • Anonimo scrive:
    è vero
    e infatti sul mulo c'è sempre più gente e più roba....
  • Anonimo scrive:
    Giusto o sbagliato?
    Pur essendo uno che in passato ha usato qualche volta il P2P, sono il primo a riconoscere che lo scambio file (e sappiamo tutti di quali file si sta parlando, e che il P2P non vive sulla messa in condivisione dei filmini delle vacanze) è illegale. Lo è perchè lo dice la legge (giusta o sbagliata non importa qui), lo è perchè è indubitabile che almeno qualcosa di quello che si è scaricato lo si sarebbe comprato (parlo per me, ma so anche di altri che conosco, anche perché ho visto scaricare intere discografie che oggi si trovano a pochi euro nei negozi), sottraendo quindi guadagno a chi lavora nel settore (se uno nella vita ha deciso di campare facendo il musicista di professione, non credo sia molto contento di vedersi sottrarre diritti, royalties e quant'altro - che poi magari questi siano poca cosa rispetto al costo dei CD o dei DVD e che questo sia così elevato è un altro discorso, ma come due cose sbagliate non ne fanno una giusta, cosi' un furto non si giustifica col prezzo della merce). Il P2P fa comodo, piace, fa risparmiare bei soldini (a parte quel che si spendono per la connessione....) ma il succo del discorso è che si entra in possesso di un bene per il quale si dovrebbe pagare. Furto è una parola troppo grossa? Trovatemene un'altra che descriva lo stesso risultato...... Il fatto che lo scambio sia tecnicamente possibile e difficile da reprimere non lo rende giusto e giustificabile. E tantomeno lo rende una dimostrazione di libertà, come ho sentito dire. Ciò che è bello, facile e divertente (e pure gratuito) non diventa automaticamente "giusto". Se io potessi fare subito copie illimitate del computer dal quale sto scrivendo, e regalarle a chi ne fa richiesta, che fine farebbe il negozio di PC, il fabbricante dei componenti e i suoi dipendenti, il programmatore di software eccetera? Finchè il sistema vigente si basa sullo scambio beni contro denaro (che è quello che permette di vivere a tutti, anche a quelli che difendono il P2P e che evidentemente non sono coinvolti dal danno che producono) usufruire di un bene senza pagarlo resterà legalmente e moralmente sbagliato.E, per piacere, non date subito del troll a chi la pensa diversamente da voi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto o sbagliato?
      - Scritto da: Anonimo
      Pur essendo uno che in passato ha usato
      qualche volta il P2P, sono il primo a
      riconoscere che lo scambio file (e sappiamo
      tutti di quali file si sta parlando, e che
      il P2P non vive sulla messa in condivisione
      dei filmini delle vacanze) è
      illegale. Lo è perchè lo dice
      la legge (giusta o sbagliata non importa
      qui), lo è perchè è
      indubitabile che almeno qualcosa di quello
      che si è scaricato lo si sarebbe
      comprato (parlo per me, ma so anche di altri
      che conosco, anche perché ho visto
      scaricare intere discografie che oggi si
      trovano a pochi euro nei negozi), sottraendo
      quindi guadagno a chi lavora nel settore (se
      uno nella vita ha deciso di campare facendo
      il musicista di professione, non credo sia
      molto contento di vedersi sottrarre diritti,
      royalties e quant'altro - che poi magari
      questi siano poca cosa rispetto al costo dei
      CD o dei DVD e che questo sia così
      elevato è un altro discorso, ma come
      due cose sbagliate non ne fanno una giusta,
      cosi' un furto non si giustifica col prezzo
      della merce). Il P2P fa comodo, piace, fa
      risparmiare bei soldini (a parte quel che si
      spendono per la connessione....) ma il succo
      del discorso è che si entra in
      possesso di un bene per il quale si dovrebbe
      pagare. Furto è una parola troppo
      grossa? Trovatemene un'altra che descriva lo
      stesso risultato...... Il fatto che lo
      scambio sia tecnicamente possibile e
      difficile da reprimere non lo rende giusto e
      giustificabile. E tantomeno lo rende una
      dimostrazione di libertà, come ho
      sentito dire. Ciò che è bello,
      facile e divertente (e pure gratuito) non
      diventa automaticamente "giusto". Se io
      potessi fare subito copie illimitate del
      computer dal quale sto scrivendo, e
      regalarle a chi ne fa richiesta, che fine
      farebbe il negozio di PC, il fabbricante dei
      componenti e i suoi dipendenti, il
      programmatore di software eccetera?
      Finchè il sistema vigente si basa
      sullo scambio beni contro denaro (che
      è quello che permette di vivere a
      tutti, anche a quelli che difendono il P2P e
      che evidentemente non sono coinvolti dal
      danno che producono) usufruire di un bene
      senza pagarlo resterà legalmente e
      moralmente sbagliato.
      E, per piacere, non date subito del troll a
      chi la pensa diversamente da voi....Il ragionamento non farebbe una grinza se quando compri un Cd, DVD o altra mercanzia del genere pagassi direttamente l'autore. invece con sistema attuale l'autore percepisce un compenso pattuito da un contratto con la minor di turno, mentre il Guadagno lo fa la minor; giova forse ricordare che le eventuali riedizioni di un Cd non fanno praticamente guadagnare l'autore ma fa guadagnere montagne di $$ ad altri che per una firma posta su un pezzo di carta detengono i cosidetti "diritti"...:(E pensare che in origine il copyright serviva per riconoscere il diritto dell'autore a limitare o regolare le copie di un suo lavoro affinché guadagnasse lui, non altri...patetico come siamo caduti in basso per brama di $$!:@
      • jank scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        - Scritto da: Anonimo

        Il ragionamento non farebbe una grinza se
        quando compri un Cd, DVD o altra mercanzia
        del genere pagassi direttamente l'autore.
        invece con sistema attuale l'autore
        percepisce un compenso pattuito da un
        contratto con la minor di turno, mentre il
        Guadagno lo fa la minor; giova forse
        ricordare che le eventuali riedizioni di un
        Cd non fanno praticamente guadagnare
        l'autore ma fa guadagnere montagne di $$ ad
        altri che per una firma posta su un pezzo di
        carta detengono i cosidetti "diritti"...:Domanda:Ma quando compro "The best of" Fabrizio De Andrè o Giorgio Gaber o Jimi Hendrix o Jim Morrison o John Lennon o ... Claudio Villa : a chi vanno i soldi???
        • Anonimo scrive:
          Re: Giusto o sbagliato?
          - Scritto da: jank
          Domanda:
          Ma quando compro "The best of" Fabrizio De
          Andrè o Giorgio Gaber o Jimi Hendrix
          o Jim Morrison o John Lennon o ... Claudio
          Villa : a chi vanno i soldi???Agli eredi, se ce ne sono. Altrimenti... non so.
        • reflection scrive:
          Re: Giusto o sbagliato?
          - Scritto da: jank
          Domanda:
          Ma quando compro "The best of" Fabrizio De
          Andrè o Giorgio Gaber o Jimi Hendrix
          o Jim Morrison o John Lennon o ... Claudio
          Villa : a chi vanno i soldi???EMI, BMG, o nonsochi, che poi rigira la quota autore a chi ha ereditato i diritti, come fossero gli artisti stessi in quesitone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        - Scritto da: Anonimo
        Il ragionamento non farebbe una grinza se
        quando compri un Cd, DVD o altra mercanzia
        del genere pagassi direttamente l'autore.
        invece con sistema attuale l'autore
        percepisce un compenso pattuito da un
        contratto con la minor di turno, mentre il
        Guadagno lo fa la minor; giova forse
        ricordare che le eventuali riedizioni di un
        Cd non fanno praticamente guadagnare
        l'autore ma fa guadagnere montagne di $$ ad
        altri Questo è sempre esistito da quando ci sono le edizioni musicali (che nell'ottocento erano le copie degli spartiti dell'opera e degli arrangiamneti/adattamenti per altri stumenti, oggi sono i supporti discografici), e comunque, posto che l'autore da solo non ha la possibilità i gestire la produzione e distribuzione delle propire opere, si deve affidare ad un'azienda che ha comunque spese e rischi d'impresa, oltre che ovvie finalità di lucro. Che queste ultime possano anche esere spropositate d'accordo, ma se è vero quello che dici, cioè che l'autore non è la parte che trae il guadagno maggiore, è acnhe vero che scaticando la sua musica invece che comprarla lo si danneggia ancora di più,senza infliggere (almeno nella situazione attuale) un danno così rilevante alle aziende discografiche.
        • Anonimo scrive:
          Re: Giusto o sbagliato?
          sbagliato oggi con pochi euro al mese si affitta un sito in housing una bella adsl anche lui e manda online i brani anche in formato wave dato che ora scaricare 700Mbyte ci metti pochissimo 1 ora al massimo ed hai qualità pari e sarei per un cd con 1 canzoni che mi scelgo io pagare anche 2 euro in wave e 50 cents in mp3...Non lo fanno perchè sono dei dinosauri e come tali si estingueranno e verranno fuori altre creature (mammiferi) che usando le nuove tecnologie (il fuoco) conquisteranno il mondo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto o sbagliato?
    • Bombardiere scrive:
      Re: Giusto o sbagliato?
      - Scritto da: Anonimo
      Pur essendo uno che in passato ha usato
      qualche volta il P2P, sono il primo a
      riconoscere che lo scambio file (e sappiamo
      tutti di quali file si sta parlando, e che
      il P2P non vive sulla messa in condivisione
      dei filmini delle vacanze) è
      illegale. Lo è perchè lo dice
      la legge (giusta o sbagliata non importa
      qui), lo è perchè è
      indubitabile che almeno qualcosa di quello
      che si è scaricato lo si sarebbe
      comprato (parlo per me, ma so anche di altri
      che conosco, anche perché ho visto
      scaricare intere discografie che oggi si
      trovano a pochi euro nei negozi), sottraendo
      quindi guadagno a chi lavora nel settore (se
      uno nella vita ha deciso di campare facendo
      il musicista di professione, non credo sia
      molto contento di vedersi sottrarre diritti,
      royalties e quant'altro - che poi magari
      questi siano poca cosa rispetto al costo dei
      CD o dei DVD e che questo sia così
      elevato è un altro discorso, ma come
      due cose sbagliate non ne fanno una giusta,
      cosi' un furto non si giustifica col prezzo
      della merce). Il P2P fa comodo, piace, fa
      risparmiare bei soldini (a parte quel che si
      spendono per la connessione....) ma il succo
      del discorso è che si entra in
      possesso di un bene per il quale si dovrebbe
      pagare. Furto è una parola troppo
      grossa? Trovatemene un'altra che descriva lo
      stesso risultato...... Il fatto che lo
      scambio sia tecnicamente possibile e
      difficile da reprimere non lo rende giusto e
      giustificabile. E tantomeno lo rende una
      dimostrazione di libertà, come ho
      sentito dire. Ciò che è bello,
      facile e divertente (e pure gratuito) non
      diventa automaticamente "giusto". Se io
      potessi fare subito copie illimitate del
      computer dal quale sto scrivendo, e
      regalarle a chi ne fa richiesta, che fine
      farebbe il negozio di PC, il fabbricante dei
      componenti e i suoi dipendenti, il
      programmatore di software eccetera?
      Finchè il sistema vigente si basa
      sullo scambio beni contro denaro (che
      è quello che permette di vivere a
      tutti, anche a quelli che difendono il P2P e
      che evidentemente non sono coinvolti dal
      danno che producono) usufruire di un bene
      senza pagarlo resterà legalmente e
      moralmente sbagliato.
      E, per piacere, non date subito del troll a
      chi la pensa diversamente da voi....Personalmente vorrei farti vedere la questione con una luce differente: Allora, una persona si compra il cd originale di un cantante, e poi con il masterizzatore ne fa 10 copie e le distribuisce ai suoi amici, OVVIAMENTE GRATIS. I suoi amici fanno la stessa cosa. PERCHE' QUESTO NON LO FANNO PASSARE PER REATO? Non è anche questa una forma di condivisione e distribuzione degli mp3, filmati ecc ecc? Perchè non cercano di fermare anche il commercio di masterizzatori? Ve lo dico io il perchè: PERCHE' CI SONO TROPPI INTERESSI DA PARTE DELLE AZIENDE PRODUTTRICI ANCHE LORO PIENE DI SOLDI E FORSE ANCHE DI PIU', e non conviene nemmeno alle major cercare di eliminarli, visto che anche LE AZIENDE CHE PRODUCONO CD E MASTERIZZATORI, sono alcune volte anche padroni DELLE STESSE CASE DISCOGRAFICHE.E poi c'è la tassa sui masterizzatori, non dimentichiamolo..... ALLA FACCIA DELLA COERENZA!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        - Scritto da: Bombardiere
        Personalmente vorrei farti vedere la
        questione con una luce differente: Allora,
        una persona si compra il cd originale di un
        cantante, e poi con il masterizzatore ne fa
        10 copie e le distribuisce ai suoi amici,
        OVVIAMENTE GRATIS. I suoi amici fanno la
        stessa cosa. PERCHE' QUESTO NON LO FANNO
        PASSARE PER REATO? In effetti.......http://punto-informatico.it/p.asp?i=50125
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto o sbagliato?
      - Scritto da: Anonimo
      Pur essendo uno che in passato ha usato
      qualche volta il P2P, sono il primo a
      riconoscere che lo scambio file (e sappiamo
      tutti di quali file si sta parlando, e che
      il P2P non vive sulla messa in condivisione
      dei filmini delle vacanze) è
      illegale. Lo è perchè lo dice
      la legge (giusta o sbagliata non importa
      qui), E' qui che ti sbagli .... la legge .... le leggi sono fatte per che cosa ? per tutelare la societa' ? per tutelare pochi eletti ? per tutelare i soliti 4 furbini ?lo è perchè è
      indubitabile che almeno qualcosa di quello
      che si è scaricato lo si sarebbe
      comprato (parlo per me, ma so anche di altri
      che conosco, anche perché ho visto
      scaricare intere discografie che oggi si
      trovano a pochi euro nei negozi), sottraendo
      quindi guadagno a chi lavora nel settore (se
      uno nella vita ha deciso di campare facendo
      il musicista di professione, non credo sia
      molto contento di vedersi sottrarre diritti,
      royalties e quant'altro - Se il musicista in questione non avesse i soldi per comprarsi da mangiare per pagare l'affitto per soddisfare i propri bisogni di prima necessita' , ma voglio andare oltre se il musicista non potesse permettersi qualche lusso, qualcosa che il 90% degli italiani non si puo' permettere inizierei forse a riflettere su cio' che dici...che poi magari
      questi siano poca cosa rispetto al costo dei
      CD o dei DVD e che questo sia così
      elevato è un altro discorso, ma come
      due cose sbagliate non ne fanno una giusta,
      cosi' un furto non si giustifica col prezzo
      della merce). Il P2P fa comodo, piace, fa
      risparmiare bei soldini (a parte quel che si
      spendono per la connessione....) ma il succo
      del discorso è che si entra in
      possesso di un bene per il quale si dovrebbe
      pagare. Furto è una parola troppo
      grossa? Si perche non e' un furto.
      Trovatemene un'altra che descriva lo
      stesso risultato...... COPIA .... COPIARE ... DUPLICAZIONE ... REPLICA.... ce ne sono tante ...mo NON FURTO... Il fatto che lo
      scambio sia tecnicamente possibile e
      difficile da reprimere non lo rende giusto e
      giustificabile. E tantomeno lo rende una
      dimostrazione di libertà, come ho
      sentito dire. Ciò che è bello,
      facile e divertente (e pure gratuito) non
      diventa automaticamente "giusto". Se io
      potessi fare subito copie illimitate del
      computer dal quale sto scrivendo, e
      regalarle a chi ne fa richiesta, che fine
      farebbe il negozio di PC, il fabbricante dei
      componenti e i suoi dipendenti, il
      programmatore di software eccetera?Il MONDO CAMBIEREBBE ... se domani possiamo fare copie illimitate di tutto ... non ci sarebbe piu' la fame nel mondo .. non ci sarebbero ricchi e poveri ......
      Finchè il sistema vigente si basa
      sullo scambio beni contro denaro (che
      è quello che permette di vivere a
      tutti, anche a quelli che difendono il P2P e
      che evidentemente non sono coinvolti dal
      danno che producono) usufruire di un bene
      senza pagarlo resterà legalmente e
      moralmente sbagliato.SE LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE RITIENE CHE UNA COSA SIA GIUSTA e' GIUSTARICORDIAMOCI QUALCOSA : LIBERTA' Ricordiamoci che la gente non e' tutta ricca .... ricordiamoci che le persone da rispettare e da ammirare non sono I politici, i cantanti, gli attori o i partecipanti del grande fratello che per loro e' tutto facile, ma le persone che riscono a sopravvivere con poco, alle persone che devono vivere con 800 euro al mese ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        Scusa ma metti troppa carne al fuoco: legalità, giustizia, libertà, benessere personale e collettivo, giustizia sociale.....Ma non si parlava di file sharing?
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?

        SE LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE RITIENE
        CHE UNA COSA SIA GIUSTA e' GIUSTAFrase pericolosissima questa se presa come dogma.... riflettici...
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        - Scritto da: Anonimo

        Il MONDO CAMBIEREBBE ... se domani possiamo
        fare copie illimitate di tutto ... non ci
        sarebbe piu' la fame nel mondo .. non ci
        sarebbero ricchi e poveri ......e chi creerebbe più la copia originale? E poi... credi che avresti ancora tutta la scelta musicale di oggi?Musica e cinema diventerebbero un fenomeno squisitamente locale e dilettantistico in brevissimo tempo... ma ci vuole testa e lungimiranza per cogliere questi sottili dettagli...
        SE LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE RITIENE
        CHE UNA COSA SIA GIUSTA e' GIUSTAsei messo male amico... credo di aver perso del tempo prezioso a risponderti
    • Anonimo scrive:
      Non e' furto
      Copiare dei bytes non e' furto per la legge italiana.Sentenza della Cassazione13 novembre 2003 - 29 gennaio 2004, 3449 (02110/2003)http://www.penale.it/giuris/cass_026.htm
    • 3p scrive:
      Re: Giusto o sbagliato?
      Se trovassi il modo di clonare i pomodori e di renderli disponibili a pubblico ad 1 cent al kilo che fine farebbero gli agricoltori? (Non so se ricordi i filmeti dove si distruggevano tonnellate di pomodori per tenere alto il prezzo...)Se trovassi un mezzo di trasporto più efficiente dei cavalli che fine farebbero i produttori di carrozze, allevatori,... (ops questo è già successo)Non dico che scmbiarsi musica sul p2p sia corretto al 100%, lo considero una "legittima difesa" contro uno status arrogante, ingordo e fuori dal tempo, perpetrato da una schifosissima lobby.
      • rumenta scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        - Scritto da: 3p
        Se trovassi il modo di clonare i pomodori e
        di renderli disponibili a pubblico ad 1 cent
        al kilo che fine farebbero gli agricoltori?
        (Non so se ricordi i filmeti dove si
        distruggevano tonnellate di pomodori per
        tenere alto il prezzo...)ma LOL.... allora è per questo che hanno crocifisso Gesù!!!perchè aveva moltiplicato pani e pesci, e per di più GRATIS!!!! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        - Scritto da: 3p
        Se trovassi il modo di clonare i pomodori e
        di renderli disponibili a pubblico ad 1 cent
        al kilo che fine farebbero gli agricoltori?
        (Non so se ricordi i filmeti dove si
        distruggevano tonnellate di pomodori per
        tenere alto il prezzo...)
        Se trovassi un mezzo di trasporto più
        efficiente dei cavalli che fine farebbero i
        produttori di carrozze, allevatori,... (ops
        questo è già successo)
        Non dico che scmbiarsi musica sul p2p sia
        corretto al 100%, lo considero una
        "legittima difesa" contro uno status
        arrogante, ingordo e fuori dal tempo,
        perpetrato da una schifosissima lobby.vedi il tuo discorso sarebbe perfetto se l'oggetto non fosse la musica e il cinema (anziché i pomodori)la musica e il cinema non sono un bene di prima necessità, ergo nessuno si preoccuperebbe più di farti vedere l'ultimo video degli U2... probabilmente non sapresti nemmeno che hanno fatto un nuovo video (probabilmente Bono si cercherebbe un lavoro più dignitoso e suonerebbe solo nella cantina di casa sua per hobby)certe cose sono nate e si sono sviluppate solo grazie al commercio e al lucro... non facciamo per favore il paragone con la moltiplicazione del pane e del pesce...se il pane, il pesce, la macchina, il frigorifero si duplicassero con codesta facilità, nessuno avrebbe più motivo di lavorare e saremmo tutti felici e contenti
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto o sbagliato?
      - Scritto da: Anonimo
      Pur essendo uno che in passato ha usato
      qualche volta il P2P, sono il primo a
      riconoscere che lo scambio file (e sappiamo
      tutti di quali file si sta parlando, e che
      il P2P non vive sulla messa in condivisione
      dei filmini delle vacanze) è
      illegale. Lo è perchè lo dice
      la legge (giusta o sbagliata non importa
      qui), lo è perchè è
      indubitabile che almeno qualcosa di quello
      che si è scaricato lo si sarebbe
      comprato (parlo per me, ma so anche di altri
      che conosco, anche perché ho visto
      scaricare intere discografie che oggi si
      trovano a pochi euro nei negozi), sottraendo
      quindi guadagno a chi lavora nel settore (se
      uno nella vita ha deciso di campare facendo
      il musicista di professione, non credo sia
      molto contento di vedersi sottrarre diritti,
      royalties e quant'altro - che poi magari
      questi siano poca cosa rispetto al costo dei
      CD o dei DVD e che questo sia così
      elevato è un altro discorso, ma come
      due cose sbagliate non ne fanno una giusta,
      cosi' un furto non si giustifica col prezzo
      della merce). Il P2P fa comodo, piace, fa
      risparmiare bei soldini (a parte quel che si
      spendono per la connessione....) ma il succo
      del discorso è che si entra in
      possesso di un bene per il quale si dovrebbe
      pagare. Furto è una parola troppo
      grossa? Trovatemene un'altra che descriva lo
      stesso risultato...... Il fatto che lo
      scambio sia tecnicamente possibile e
      difficile da reprimere non lo rende giusto e
      giustificabile. E tantomeno lo rende una
      dimostrazione di libertà, come ho
      sentito dire. Ciò che è bello,
      facile e divertente (e pure gratuito) non
      diventa automaticamente "giusto". Se io
      potessi fare subito copie illimitate del
      computer dal quale sto scrivendo, e
      regalarle a chi ne fa richiesta, che fine
      farebbe il negozio di PC, il fabbricante dei
      componenti e i suoi dipendenti, il
      programmatore di software eccetera?
      Finchè il sistema vigente si basa
      sullo scambio beni contro denaro (che
      è quello che permette di vivere a
      tutti, anche a quelli che difendono il P2P e
      che evidentemente non sono coinvolti dal
      danno che producono) usufruire di un bene
      senza pagarlo resterà legalmente e
      moralmente sbagliato.
      E, per piacere, non date subito del troll a
      chi la pensa diversamente da voi....Ufff... Ormai di queste cose se ne è già parlato fino alla nausea, e la conclusione alla fine è sempre la stessa.E cioè: se vogliono ridurre il p2p devono abbassare i prezzi, non ci sono ne se, e ne ma che tengano.Non si capisce il perchè in Italia io debba pagare un cd quasi il doppio rispetto a quello che lo paga un tedesco o un americano.E la cosa sconcertante e che le majors , e nella fattispecie il sig Mazza non habbia mai detto una sola parola a giustificazione dei prezzi che praticano. Un po come dire: "se ti va è così, altrimenti acoltati il karaoke". E credimi queste son cose che fanno inbufalire non poco le persone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        stai parlando di Mazza................................................................................................................................appunto
      • Anonimo scrive:
        Re: Giusto o sbagliato?
        - Scritto da: Anonimo

        Ufff... Ormai di queste cose se ne è
        già parlato fino alla nausea, e la
        conclusione alla fine è sempre la
        stessa.
        E cioè: se vogliono ridurre il p2p
        devono abbassare i prezzi, non ci sono ne
        se, e ne ma che tengano.
        Non si capisce il perchè in Italia io
        debba pagare un cd quasi il doppio rispetto
        a quello che lo paga un tedesco o un
        americano.uffa... ma voi per capire un concetto ve la prendete pure comoda...in america e in germania il p2p va che è una bomba... anzi direi che gli italiani, paragonati agli americani, sono molto ma molto rispettosi della leggequindi, si potrebbe formulare che:diminuendo i prezzi dei CD e dei DVD, il p2p non cambia mai... anzi, cresce!E cresce per un fattore psicologico: più è basso il prezzo di un CD e più la gente ritiene di non commettere alcun reato scaricando uno o più brani con il mulo
    • Anonimo scrive:
      Re: Giusto o sbagliato?
      - Scritto da: Anonimo
      Pur essendo uno che in passato ha usato
      qualche volta il P2P, sono il primo a
      riconoscere che lo scambio file (e sappiamo
      tutti di quali file si sta parlando, e che
      il P2P non vive sulla messa in condivisione
      dei filmini delle vacanze) è
      illegale. Lo è perchè lo dice
      la legge (giusta o sbagliata non importa
      qui), Importa eccome. Le leggi sbagliate non vanno rispettate altrimenti saremmo ancora alla servitu' della gleba.
  • Anonimo scrive:
    Lo sapevamo....
  • Anonimo scrive:
    Ma la luce va pure via...
    Divertitevi a sciacallare, finche' c'e' corrente...Per quello che mi riguarda, proporrei alle autorita' costituite il taglio della corrente di casa per chi commette reati "virtuali", non pene pecuniarie o galera, stai 6 mesi senza luce e sono cazzi tuoi...
    • Anonimo scrive:
      Quei due minuti fatali per il cervello..
      - Scritto da: Anonimo
      Divertitevi a sciacallare, finche' c'e'
      corrente...

      Per quello che mi riguarda, proporrei alle
      autorita' costituite il taglio della
      corrente di casa per chi commette reati
      "virtuali", non pene pecuniarie o galera,
      stai 6 mesi senza luce e sono cazzi tuoi...Mi sa che quand'eri in incubatrice se ne sia andata via la luce.... sei sicuro che tuo padre non registrasse delle VHS in quel periodo??? :D :D :D Barone dello Zwanlandshire(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma la luce va pure via...
      - Scritto da: Anonimo
      Divertitevi a sciacallare, finche' c'e'
      corrente...

      Per quello che mi riguarda, proporrei alle
      autorita' costituite il taglio della
      corrente di casa per chi commette reati
      "virtuali", non pene pecuniarie o galera,
      stai 6 mesi senza luce e sono cazzi tuoi...Ottimo idea. Favoriresti pure i produttori di gruppi elettrogeni :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma la luce va pure via...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Divertitevi a sciacallare, finche' c'e'

        corrente...



        Per quello che mi riguarda, proporrei
        alle

        autorita' costituite il taglio della

        corrente di casa per chi commette reati

        "virtuali", non pene pecuniarie o
        galera,

        stai 6 mesi senza luce e sono cazzi
        tuoi...

        Ottimo idea. Favoriresti pure i produttori
        di gruppi elettrogeni :)Io metto in esercizio un reattore nucleare modello Chernobyl:D:D:D:D:D:D:D
        • FAM scrive:
          Re: Ma la luce va pure via...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Divertitevi a sciacallare, finche'
          c'e'


          corrente...





          Per quello che mi riguarda,
          proporrei

          alle


          autorita' costituite il taglio
          della


          corrente di casa per chi commette
          reati


          "virtuali", non pene pecuniarie o

          galera,


          stai 6 mesi senza luce e sono cazzi

          tuoi...



          Ottimo idea. Favoriresti pure i
          produttori

          di gruppi elettrogeni :)

          Io metto in esercizio un reattore nucleare
          modello Chernobyl
          :D:D:D:D:D:D:DE poi attacchiamo una lan di computer attaccati al SETI! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma la luce va pure via...
            - Scritto da: FAM

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            Divertitevi a sciacallare,
            finche'

            c'e'



            corrente...







            Per quello che mi riguarda,

            proporrei


            alle



            autorita' costituite il taglio

            della



            corrente di casa per chi
            commette

            reati



            "virtuali", non pene
            pecuniarie o


            galera,



            stai 6 mesi senza luce e sono
            cazzi


            tuoi...





            Ottimo idea. Favoriresti pure i

            produttori


            di gruppi elettrogeni :)



            Io metto in esercizio un reattore
            nucleare

            modello Chernobyl

            :D:D:D:D:D:D:D


            E poi attacchiamo una lan di computer
            attaccati al SETI! :DIo l'ho fatto :D:D:D:D:D:D
          • ANONIMO scrive:
            Re: Ma la luce va pure via...
            P2P P2P DOWNLOAD LEGALE CON CANONE DA 10 AL MESE E' QUESTO CHE CI VUOLE!PENSATE:NON CI SAREBBE PIU' PIRATERIA CHI VUOLE COMPRA LORIGINALE CHI VUOLE LO SCARICA. SI METTE UN UNICA LEGGE SUL COPIRYGHT KE SARA': SE TI BECCO COL CD IN MANO KE LO PASSI ALL'AMICO O KE LO VENDI TI TAGLIO LE MANI(COME IN TURCHIA).LA MAFIA E TUTTA LA CRIMINALITA' ORGANIZZATA LA SI PORTA NELLA "SALERNO-REGGIO CALABRIA A FARE ASFALTO IN AGOSTO. E NEGLI ALTRI MESI IN SIBERIA IN PIGIAMA.IN QUESTO MODO LE MAJOR NON AVREBBERO PIU' SCUSE DATO CHE CI GUADAGNANO CMQ (IL P2P NON DANNEGGIA LA MUSICA E STATO FATTO UNO STUDIO))I PROVIDER SAREBBERO CONTENTI PERKè LA GENTE USA LA BANDA LARGA E FINE DI OGNI PROBLEMA. QUESTA SAREBBE LA LEGGE SUL COPYRIGHT. NIENTE PROTEZZIONI ANTI-COPIA SUI MP3 O AVI TANTO DOPO 1 O 2 GIORNI VENGONO BIPASSATE (VEDI TRUSTED COMPUTING FRA POCHI ANNI). FINENON LAMENTATEVI DEL P2P NEL BENE O NEL MALE LO USANO TUTTI (ANCHE LE MAJOR) CIAO BELLI
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma la luce va pure via...
      - Scritto da: Anonimo
      Divertitevi a sciacallare, finche' c'e'
      corrente...

      Per quello che mi riguarda, proporrei alle
      autorita' costituite il taglio della
      corrente di casa per chi commette reati
      "virtuali", non pene pecuniarie o galera,
      stai 6 mesi senza luce e sono cazzi tuoi...Siccome in certe zone basta un temporale per farla andare via, prega il Padreterno,,,
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma la luce va pure via...
      - Scritto da: Anonimo
      Divertitevi a sciacallare, finche' c'e'
      corrente...pensa che un giorno useremo la corrente per estrarre l'idorogeno da utilizzare sulle auto a inquinamento da combustione nullo, ma e' un altro discorso.
      Per quello che mi riguarda, proporrei alle
      autorita' costituite il taglio della
      corrente di casa per chi commette reati
      "virtuali", non pene pecuniarie o galera,
      stai 6 mesi senza luce e sono cazzi tuoi...che lavoro fai?
    • carobeppe scrive:
      Re: Ma la luce va pure via...
      - Scritto da: Anonimo
      Divertitevi a sciacallare, finche' c'e'
      corrente...

      Per quello che mi riguarda, proporrei alle
      autorita' costituite il taglio della
      corrente di casa per chi commette reati
      "virtuali", non pene pecuniarie o galera,
      stai 6 mesi senza luce e sono cazzi tuoi...peccato che esistono i gruppi elettrogeni, le batterie, il caricabatteria da auto per i portatili e millanta diavolerie ....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma la luce va pure via...

        peccato che esistono i gruppi elettrogeni,
        le batterie, il caricabatteria da auto per i
        portatili e millanta diavolerie ....E inveceno... tra pochi anni petrolio stop...Chi dice 20 chi dice 5 chi dice meno (col petrolio ci fanno pure la plastica non solo l'energia) ma tra poco finisce. e allora sono cazzi per le tecnologie.A meno che non andiamo tutti a mollo prima... ( vedi clima) e se i cinesi partono a consumare come gli americani gli anni si riducono in mesi e l'inquinamento va alle stelle.Quindi Sciacallate finche' si puo', tanto mica sparate a nessuno...Pero' siete degli sciacalli ugualmente, non producete nulla, non immettete nullo di vostro, "scambiate " cose di altri senza pagare un ghello e questa non e' liberta' di comunicazione, e' semplicemente bieco opportunismo ammantato di belle parole...
  • Anonimo scrive:
    Nuova strategia
    Ecco ora grazie a questi "nuovi" studi di misurazione per controllare il traffico P2P urleranno l'illegalità dei programmi. :s
  • Anonimo scrive:
    La Pirati &Co ringrazia
    Evviva evviva!!, ecco quello che gli azionisti della summenzionata azienda urlano sempr di più. Grazie tante p2p, che ci permetti di meglio perseguire i nostri scopi aziendali, grazie p2p che ci permetti di arricchirci rubandoGRAZIE GRAZIE GRAZIE
    • TrollSpammer scrive:
      Re: La Pirati &Co ringrazia
      scusa come si fa ad arricchirsi col p2p? così lo faccio anche io ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: La Pirati &Co ringrazia
        scarichi tramite p2p un film (o un software), magari non troppo vecchio, lo masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.
        • Anonimo scrive:
          Re: La Pirati &Co ringrazia
          - Scritto da: Anonimo
          scarichi tramite p2p un film (o un
          software), magari non troppo vecchio, lo
          masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.ma looooooooooool, ma chi cazzo le fa ste cose... ma per piacere :D
          • Anonimo scrive:
            Re: La Pirati &Co ringrazia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            scarichi tramite p2p un film (o un

            software), magari non troppo vecchio, lo

            masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.

            ma looooooooooool, ma chi cazzo le fa ste
            cose... ma per piacere :DSarebbe interessante sbirciare dentro il tuo HD...
          • Anonimo scrive:
            Re: La Pirati &Co ringrazia
            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            scarichi tramite p2p un film (o un


            software), magari non troppo
            vecchio, lo


            masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.



            ma looooooooooool, ma chi cazzo le fa
            ste

            cose... ma per piacere :D

            Sarebbe interessante sbirciare dentro il tuo
            HD...ma anche dentro il tuo, e in casa tua sai...
          • TrollSpammer scrive:
            Re: La Pirati &Co ringrazia
            a parte che masterizzando un dvd da un divx scaricato viene una schifezza, uno deve star collegato ore per scaricare un film rischiando di essere beccato, quando con meno di 1 euro puoi noleggiare un DVD e ripparlo in meno di 30 minuti, a qualità ottima.
        • LordBison scrive:
          Re: La Pirati &Co ringrazia
          - Scritto da: Anonimo
          scarichi tramite p2p un film (o un
          software), magari non troppo vecchio, lo
          masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.La mafia non scarica da internet ne le immette in internet (non tutto almeno)
          • Anonimo scrive:
            Re: La Pirati &Co ringrazia
            - Scritto da: LordBison

            - Scritto da: Anonimo

            scarichi tramite p2p un film (o un

            software), magari non troppo vecchio, lo

            masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.
            La mafia non scarica da internet ne le
            immette in internet (non tutto almeno)Salve sono Mario La Mafia, vorrei precisare che io non scarico da internet, grazie.
        • Anonimo scrive:
          Re: La Pirati &Co ringrazia
          - Scritto da: Anonimo
          scarichi tramite p2p un film (o un
          software), magari non troppo vecchio, lo
          masterizzi e lo vendi a 7-10 euro. Io spero per te che tu stia deliberatamente trollando e non abbia davvero la segatura nella scatola cranica, come il tuo post lascia sospettare.
        • Anonimo scrive:
          Re: La Pirati &Co ringrazia
          - Scritto da: Anonimo
          scarichi tramite p2p un film (o un
          software), magari non troppo vecchio, lo
          masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.Sai già il fatto tuo eh????Il p2p fa guadagnare meno i pirati perchè chi ha un ADSL può liberamente scaricare!O ti rode perchè non riesci più a piazzare niente???Ciao (troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: La Pirati &Co ringrazia
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            scarichi tramite p2p un film (o un

            software), magari non troppo vecchio, lo

            masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.

            Sai già il fatto tuo eh????
            Il p2p fa guadagnare meno i pirati
            perchè chi ha un ADSL può
            liberamente scaricare!
            O ti rode perchè non riesci
            più a piazzare niente???

            Ciao (troll)[sarcastico on]Lui no essere droll, ma marocco buono venudo da Afriga ghe ber golba del p2p no riuscire biù vendere cd masderizzadi[sarcastico off]Se un ambulante ti vuole offrire la sua mercanzia e tu gli dici che non ti interessa perchè lo hai già scaricato, vedi come va in bestia:D:D:D:D:D:D:D:D:D
          • Anonimo scrive:
            Re: La Pirati &Co ringrazia
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            scarichi tramite p2p un film (o un


            software), magari non troppo
            vecchio, lo


            masterizzi e lo vendi a 7-10 euro.



            Sai già il fatto tuo eh????

            Il p2p fa guadagnare meno i pirati

            perchè chi ha un ADSL può

            liberamente scaricare!

            O ti rode perchè non riesci

            più a piazzare niente???



            Ciao (troll)

            [sarcastico on]
            Lui no essere droll, ma marocco buono venudo
            da Afriga ghe ber golba del p2p no riuscire
            biù vendere cd masderizzadi
            [sarcastico off]

            Se un ambulante ti vuole offrire la sua
            mercanzia e tu gli dici che non ti interessa
            perchè lo hai già scaricato,
            vedi come va in bestia

            :D:D:D:D:D:D:D:D:DInfatti, mi sembrava un dejavù di quando ho risposto ad uno: "No grazie! Faccio da me!!!":D:D:D:D:D:D
        • Anonimo scrive:
          Re: La Pirati &Co ringrazia
          Ma sei scemo?Quelli che vendono su cd-dvd film piratati non si riforniscono certo sul p2p1) é rischioso2) qualitá bassaFanno prima a1) noleggio+rip2) marocchino di fiduciaTe capí?
    • Anonimo scrive:
      Re: La Pirati &Co ringrazia

      di arricchirci rubandoguarda che le major non usano p2p...
  • TrollSpammer scrive:
    Fra 10 anni
    Da uno studio condotto da me fra 10 anni il p2p non sarà più come adesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fra 10 anni
      .... ma sarà ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Fra 10 anni
      anche io nello studio da me condotto ero giunto alla stessa conclusione: tra 10 anni il pitupì sarà diverso da come è oggi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fra 10 anni
      - Scritto da: TrollSpammer
      Da uno studio condotto da me fra 10 anni il
      p2p non sarà più come adesso.mi hai battuto sul tempo! anche io volevo pubblicare il mio studio: tra 10 anni infatti il p2p sara' come sara' tra 10 anni!ma via... fammi il piacere...
      • Anonimo scrive:
        Re: Fra 10 anni
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: TrollSpammer

        Da uno studio condotto da me fra 10
        anni il

        p2p non sarà più come
        adesso.

        mi hai battuto sul tempo! anche io volevo
        pubblicare il mio studio: tra 10 anni
        infatti il p2p sara' come sara' tra 10 anni!
        ma via... fammi il piacere...secondo un mio studio io il mio studio lo pubblichero' tra dieci anni
    • Anonimo scrive:
      Re: "come adesso"....
      - Scritto da: TrollSpammer
      Da uno studio condotto da me fra 10 anni il p2p non
      sarà più come adesso.Appunto "come adesso"........
  • Anonimo scrive:
    Le MAJOR lo beccherno..........
  • Anonimo scrive:
    il p2p non può essere fermato
    la gente lo brama, spende cifre in materiale (pc, cd, dvd), connessioni e non teme nullo visto che è forte del gruppo che gli sta intorno. Pian piano il fenomeno aumenterà, usciranno client criptati e più veloci. Sistemi nuovi usciranno.Sarà meglio per loro assecondare la corrente. Quando escono nuove tecnologie la gente perde il lavoro e altri se ne creano. Il tempo delle major è finito.
    • Anonimo scrive:
      Re: il p2p non può essere fermato
      Quando escono nuove tecnologie PRODUTTIVE, questa e' una tecnologia per RUBARE, non mi sembra la stessa cosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: il p2p non può essere fermato
        - Scritto da: Anonimo
        Quando escono nuove tecnologie PRODUTTIVE,
        questa e' una tecnologia per RUBARE, non mi
        sembra la stessa cosa.E allora troviamo un metodo per accontentare tutti;di proposte valide ce ne sono tante, la risposta che abbiamo avuto e' sempre la stessa, ovvero galera per chi scambia.
        • Anonimo scrive:
          Re: il p2p non può essere fermato
          Ma scusate..perchè 'rubare'?..il Credo con cui il concetto di 'Rete' fu promosso, attestato sin dai primi tempi, non era 'Conoscenza Libera e Accessibile Per Tutti'?Ovvio, so come si sta cercando di piegarlo nella realtà..ma questo non vuol certo dire che sottometterò tutto alla sporca cupidigia delle majors..x non dire che le basi concettuali di chi assume aprioristicamente il 'pensiero' di queste NON regge, e da nessun lato, alla prima analisi un minimo approfondita (realistica)..
      • Anonimo scrive:
        Re: il p2p non può essere fermato
        - Scritto da: Anonimo
        Quando escono nuove tecnologie PRODUTTIVE,
        questa e' una tecnologia per RUBARE, non mi
        sembra la stessa cosa.Purtroppo il tuo intelletto limitato è stato plagiato.Il P2P è una tecnologia produttiva, se non hai capito le enormi potenzialità è inutile che mi metta a spiegartele.Purtroppo il pressing delle major, della stampa faziosa, di tutti quelli che da anni portano avanti la demonizzazione di Internet e dei politicanti ignoranti sta cominciando a sortire i suoi effetti sulle menti più deboli, le menti che hanno bisogno di essere imboccate e che danno per buono tutto quello che gli viene propinato.Prima di sparare idiozie, leggiti un po di documentazione tecnica, cerca di capire che cos'è il P2P, creati una tua opinione.Allora, forse, capirai che P2P è solo un mezzo. Se questo mezzo viene utilizzato per scopi illeciti, non è colpa del mezzo, ma di chi lo usa.Non ho le prove, ma sono sicuro che pedofili, trafficanti di armi e di droga, e qualsiasi altra sorta di delinquenti sanno organizzarsi per telefono o addirittura per posta. Lo scorso anno la vicenda Wanna Marchi ci ha fatto presente che l'illecito può avvenire anche tramite la televisione.Che cosa facciamo, combattiamo i delinquenti o cancelliamo dalla faccia della terra telefono, posta, tv e qualsiasi altro mezzo di comunicazione?E' questo quello che vogliono... Relegarci in scatole a tenuta stagna, senza farci sapere cosa accade nelle altre scatole, così non possiamo lamentarci e prendiamo per oro colato quel poco che ci fanno avere. Tutte le dittature di questo mondo hanno operato in questo modo. Ma stiamo in campana, quella in cui stiamo andando incontro non è una dittatura politica... E' una dittatura ordita da grandi multinazionali che ci considerano numeri su pezzi di carta... Cerchiamo di salvarci finchè siamo in tempo, o vivremo presto un concentrato degli aspetti peggiori di tutte le dittature che sono esistite fino ad oggi, e se riescono nel loro intento, ne saremo pure contenti...SalutiJack Rackham
        • Anonimo scrive:
          Re: il p2p non può essere fermato
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Quando escono nuove tecnologie
          PRODUTTIVE,

          questa e' una tecnologia per RUBARE,
          non mi

          sembra la stessa cosa.

          Purtroppo il tuo intelletto limitato
          è stato plagiato.
          Il P2P è una tecnologia produttiva,
          se non hai capito le enormi
          potenzialità è inutile che mi
          metta a spiegartele.
          Purtroppo il pressing delle major, della
          stampa faziosa, di tutti quelli che da anni
          portano avanti la demonizzazione di Internet
          e dei politicanti ignoranti sta cominciando
          a sortire i suoi effetti sulle menti
          più deboli, le menti che hanno
          bisogno di essere imboccate e che danno per
          buono tutto quello che gli viene propinato.
          Prima di sparare idiozie, leggiti un po di
          documentazione tecnica, cerca di capire che
          cos'è il P2P, creati una tua
          opinione.
          Allora, forse, capirai che P2P è solo
          un mezzo. Se questo mezzo viene utilizzato
          per scopi illeciti, non è colpa del
          mezzo, ma di chi lo usa.
          Non ho le prove, ma sono sicuro che
          pedofili, trafficanti di armi e di droga, e
          qualsiasi altra sorta di delinquenti sanno
          organizzarsi per telefono o addirittura per
          posta. Lo scorso anno la vicenda Wanna
          Marchi ci ha fatto presente che l'illecito
          può avvenire anche tramite la
          televisione.
          Che cosa facciamo, combattiamo i delinquenti
          o cancelliamo dalla faccia della terra
          telefono, posta, tv e qualsiasi altro mezzo
          di comunicazione?
          E' questo quello che vogliono... Relegarci
          in scatole a tenuta stagna, senza farci
          sapere cosa accade nelle altre scatole,
          così non possiamo lamentarci e
          prendiamo per oro colato quel poco che ci
          fanno avere. Tutte le dittature di questo
          mondo hanno operato in questo modo. Ma
          stiamo in campana, quella in cui stiamo
          andando incontro non è una dittatura
          politica... E' una dittatura ordita da
          grandi multinazionali che ci considerano
          numeri su pezzi di carta... Cerchiamo di
          salvarci finchè siamo in tempo, o
          vivremo presto un concentrato degli aspetti
          peggiori di tutte le dittature che sono
          esistite fino ad oggi, e se riescono nel
          loro intento, ne saremo pure contenti...

          Saluti
          Jack Rackham
        • Anonimo scrive:
          Re: il p2p non può essere fermato

          E' questo quello che vogliono... Relegarci
          in scatole a tenuta stagna, senza farci
          sapere cosa accade nelle altre scatole,
          così non possiamo lamentarci e
          prendiamo per oro colato quel poco che ci
          fanno avere. Tutte le dittature di questo
          mondo hanno operato in questo modo. Ma
          stiamo in campana, quella in cui stiamo
          andando incontro non è una dittatura
          politica... E' una dittatura ordita da
          grandi multinazionali che ci considerano
          numeri su pezzi di carta... Cerchiamo di
          salvarci finchè siamo in tempo, o
          vivremo presto un concentrato degli aspetti
          peggiori di tutte le dittature che sono
          esistite fino ad oggi, e se riescono nel
          loro intento, ne saremo pure contenti...

          Saluti
          Jack Rackhamazz... molto lucido, in una parola: Matrix
      • yenaplyskyn scrive:
        Re: il p2p non può essere fermato
        Winston Churchill scrisse:se una persona fuma sotto il cartello Vietato fumare la si multase 10 persone fumano sotto lo stesso cartello le s invita a farlo da un'altra partese 100 persone fumano...si toglie il cartello!!!a buon intenditor poche parole
  • Di-Gi scrive:
    P2P Never Die
    Come da oggetto :)
  • Anonimo scrive:
    azzzzzz.....
    Se ne sono accorti pure loro....sono allibito....
    • Anonimo scrive:
      Re: azzzzzz.....
      sono dei geni!!!!!:D:D:D
      • Anonimo scrive:
        Re: azzzzzz.....
        - Scritto da: Anonimo
        sono dei geni!!!!!:D:D:D Ah , molte grazie anche se lo sapevamo gia! Ve ne siete accorti pure voi,eh?:):):):):);):D:p:|;):o:@:s:(:$8):'(:(win)(linux)(apple)(troll)
Chiudi i commenti