Download/ Gratis, il clone DVD

Clonare o copiare, Dvd e Cd in vari formati. Insieme ad un manipolo di bigliettini e altri sistemi per non scordare nulla











a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Shurizen scrive:
    Contro corrente
    I miei due centesimi...I plugin non servono a nulla, sono la maniera con cui i webmaster (categoria di braccia rubate all'agricoltura non indifferente) scarsi sopperiscono alla loro inutilità con immagini, scritte animate, musiche, senza accorgersi che il loro sito è vuoto e inutile.Le applet Java sono dei relitti del dot-boom, il Flash è bello perchè gli utenti sono dei pecoroni sbavanti, Active-X e simili non meritano nemmeno commenti.Audio e video possono essere scaricati e visti con programi appositi, invece che nelle finestrelle in streaming.Flammate pure.
    • Anonimo scrive:
      Re: Contro corrente
      Sarebbe da dirtene 4, e sono sicuro che sia utenti linux o ms sarebbero d'accordo con me, ma la verita' e cosi vuoto ed innapropiato il tuo interveto che non dico niente e ti ignoro. ma pensa prima di parlare, non deve mica pagare il plug-in ad eolas, anche se.......
  • Anonimo scrive:
    Pensate se..
    qualcuno avesse brevetteto le schermate blu e i messaggi d'errore fuorvianti, allora si che dovrebbero riprogrammare tutto da 0!
  • Anonimo scrive:
    Coerenza:
    Dalla parte di Linux contro SCO,Dalla parte (sigh) di MIcrosoft contro EOLAS.Chi vuole campare sul lavoro degli altri va eliminato dalla scena, chi permette certi brevetti andrebbe arrestato.quindi per una volta tengo microsoft, pur digitando da Konqueror sulla mia fiammante MDK 9.2Fermo restando che è l'UNICA volta:(linux)(linux)(linux)(win) // mai più
  • Anonimo scrive:
    Dove finiremo
    ormai le aziende dell' IT spendono + in avvocati che in innovazione. Qualcosa dovrà cambiare son c****.I brevetti POSSONO essere un mezzo utile per difendere la proprietà intellettuale e finanziare la ricerca, ma chi li rilascia deve avere un minimo di serietà.
  • Anonimo scrive:
    Browser più sicuro?
    Magari senza tanti plugin IE ed Outlook saranno più sicuri.Speriamo che qualcuno abbia brevettato anche i popup e i dialer autoinstallanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Browser più sicuro?
      - Scritto da: Anonimo
      Magari senza tanti plugin IE ed Outlook
      saranno più sicuri.peccato che Eolas parli di qualsiasi tipo di plugin per qualsiasi browser..questo significa che i plugin, se MS perdesse, diventerebbero illegali anche per Opera, Mozilla, ecc.. niente piu' flash, java applets, ecc...
      Speriamo che qualcuno abbia brevettato anche
      i popup e i dialer autoinstallanti.questo sarebbe solo un bene :)
  • Anonimo scrive:
    Il brevetto (minianalisi) ....
    Da una veloce lettura sembra che descriva proprio la tecnologia in grado di includere"oggetti" dentro le pagine web, ma se si approfondisce si scopre che ....Intanto la cosa buffa e' che il tag che hanno inventato e' proprio quello che si usa ora EMBED, ecc, eccMa l' uso che viene descritto non e' quello inteso attualmente che avviene nel 99,99 % dei casi, ovvero, cito dal brevetto, comunque non importa leggere:--Due to the relatively low bandwidth of the Internet (as compared to today's large data objects) and the relatively small amount of processing power available at client computers, many valuable tasks performed by computers cannot be performed by users at client computers on the Internet.......Once an image representing a new viewpoint is computed the frame image is transmitted over the network to the user's client computer where it is displayed at a designated position within a hypermedia document. By transmitting only enough information to update the image, the need for a high bandwidth data connection is reduced. Compression can be used to further reduce the bandwidth requirements for data transmission. --ovvero qui si parla non di integrare programmi all' interno del browser in maniera dinamica, come ad esempio flash, java, activex, ecc, ecc. ma di trovare un modo per permettere di visualizzare "cose complesse" ad esempio come nel brevetto si legge "un immagine tridimensionale complessa", elaborata dal server e mandata al client sotto forma di frame, oppure una procedura molto complessa elaborata dal server e sempre mandata sotto forma di risultato al client, ecc, ecc.Cosi' da sfruttare la potenza del server per fare quello che il client non potrebbe fare, oppure limitare la quantita' di banda da utilizzare per visualizzare "grossi oggetti", riporto altro spezzone-----------Thus, it is desirable to have a system that allows a user at a small client computer connected to the Internet to locate, retrieve and manipulate data objects when the data objects are bandwidth-intensive and compute-intensive. ------------Non mi sembra che qualcosa del genere venga usato comunemente in IE o in altri browser, e che questa la tecnologia usata per flash, java, activex, ecc, che ne dite ???Inoltre qui si parla sempre di un server, ma sappiamo che le tecnologie comuni citate prima, non hanno minimamente bisogno di un server per funzionare, ma basta soltanto il client e i contenuti ...ci sentiamo, a presto--P.S. per punto informatico, il programma di gestione commenti ha dei problemi con i tag html, e cosi' il mio messaggio di prima e' stato troncato solo perche' avevo inserito il tag EMDED all' interno del messaggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il brevetto (minianalisi) ....
      - Scritto da: Anonimo
      Da una veloce lettura sembra che descriva
      proprio la tecnologia in grado di
      includere"oggetti" dentro le pagine web, ma
      se si approfondisce si scopre che ....

      Intanto la cosa buffa e' che il tag che
      hanno inventato e' proprio quello che si usa
      ora EMBED, ecc, ecc

      Ma l' uso che viene descritto non e' quello
      inteso attualmente che avviene nel 99,99 %
      dei casi, ovvero, cito dal brevetto,[cut]Secondo me hai interpretato male... Parla di inserire un mime type per utilizzare qualunque tipo di oggetti e come esempio riportano fogli di calcolo, databases, word processor, dati postscript, ...La cosa che non capisco è la data: fine 1998. Ma queste robe non esistevano già? Qual'era la novità?Ciao. Radel
  • Anonimo scrive:
    Il brevetto (minianalisi) ....
    http://patft.uspto.gov/netacgi/nph-Parser?Sect1=PTO2&Sect2=HITOFF&u=/netahtml/search-adv.htm&r=94&f=G&l=50&d=PTXT&p=1&p=2&S1=5838906&OS=5838906&RS=5838906Da una veloce lettura sembra che descriva proprio la tecnologia in grado di includere
  • Anonimo scrive:
    Eolas e il mondo opensource
    La Eolas si è dichiarata più volte amica del mondo opensource e ha assicurato che troverà una soluzione indolore al problema per la comunità.http://www.eweek.com/article2/0,4149,1437469,00.asp Eolas Discussing Browser Patent With Linux CommunityDoyle said that he is a supporter of open-source development and has been involved in the development community for the open-source TcL (Tool Command Language) scripting language. "I believe we can come up with a solution to help encourage the open-source movement and expand competition in the browser space," he said. Aggiungo che la Eloas ha inventato anche questo:A final note: Eolas also 'invented' (designed, actually) the now-ubiquitous stylized "e" logo. IBM purchased rights to use it from us in 1997.Cioè ha inventato un logo con una chiocciolina con la "e" al posto della "a" che poi ha venduto a IBM... se non è un mondo di pazzi questo.
  • diegoitaliait scrive:
    E' mo so cavoli
    Per una volta internauti unitevi sia che voi siate di fede linux, mac, win o altro che esso sia.Per una volta microsoft, non e' il monopolista che fa e disfa, ma ben si e' il primo che paghera le conseguenze degli errori di altri e soprattutto dell'incoscenza di eolas.Ma pensate, il browser, che possiede quasi il 90% della gente potrebbe non uscire, o meglio potrebbe non supportare tecnologie, sul quale il web master, o altre persone hanno puntato tutte le loro forze.E la verita' nessuno si salva visto che queste tecnologie sono alla base di molti standar, insomma vi immaginate che mezzo web sia non visibile, una catastrofe.Per una volta speriamo che Microsoft , vincaForza Microsoft siamo con te'.E per l'intelligentone che ha scritto che la microsoft si meritava quella pena, gli consiglio di rivedere l'articolo e tutti i suoi anessi.
    • Ics-pi scrive:
      Re: E' mo so cavoli
      Mi sembra che gli standard di M$ non siano....ehm....apprezzati da tutti, prova a rileggere le vecchie discussioni, per esempio le tecnologie semiproprietarie del brauser e gli active-ics non erano proprio benvoluti.Controlla bene le vecchie discussioni e vedrai che ti darai torto da solo ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: E' mo so cavoli. - Si, ma per M$
      Col cavolo che siamo con M$. Ha guadagnato $$ rimbecillendo gli utenti, qualche $ lo potrà tirare fuori.Sono contrario alle leggi sul copyright appena introdotte, ma non sarà DI CERTO il caso M$ a farmi battere, anzi... penso alle piccole azienda che si sono viste scopiazziare i prodotti.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' mo so cavoli. - Si, ma per M$
        - Scritto da: Anonimo
        Col cavolo che siamo con M$. Ha guadagnato
        $$ rimbecillendo gli utenti, qualche $ lo
        potrà tirare fuori.

        Sono contrario alle leggi sul copyright
        appena introdotte, ma non sarà DI
        CERTO il caso M$ a farmi battere, anzi...
        penso alle piccole azienda che si sono viste
        scopiazziare i prodotti.peccato che vorrebbe dire anche niente piu' plugin per mozilla, firebird, opera.. niente piu' java applets, flash..
    • Anonimo scrive:
      Re: E' mo so cavoli
      preoccupati di imparare a scrivere in italiano piuttosto
  • Anonimo scrive:
    giusto cosi`!
    Per una volta il colosso se la prende in quel posto, non capisco l'insorgere di tutti per difendere quegli avanzi di galera e monopolisti della microsoft...
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto cosi`!
      - Scritto da: Anonimo
      Per una volta il colosso se la prende in
      quel posto, non capisco l'insorgere di tutti
      per difendere quegli avanzi di galera e
      monopolisti della microsoft...Perché è una problematica che ATTUALMENTE riguarda solo microsoft. Se non hai capito che in futuro potrebbe riguardare tutti gli altri browser non so cosa dirti.
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto cosi`!
      - Scritto da: Anonimo
      Per una volta il colosso se la prende in
      quel posto, non capisco l'insorgere di tutti
      per difendere quegli avanzi di galera e
      monopolisti della microsoft...perchè Mozilla è il prossimo,se Eolas lo decide.fidati: non c'è da stare allegri.
      • Sandro kensan scrive:
        Re: giusto cosi`!
        - Scritto da: Anonimo
        perchè Mozilla è il prossimo,
        se Eolas lo decide.
        fidati: non c'è da stare allegri.E chi lo dice che mozilla è il rpossimo? Tu? e con quali argomenti?Invece io dico la mia: se vinco la schedina metto su un severe a Milano con una bella banda per scaricare mozilla in tutto il mondo. In questo caso che fai tu e che fa Eolas? Nulla! Le leggi sono europee e qui non ci sono i brevetti (ancora).Se piazzo il server in India che fai tu e che fa Eolas? Nulla! perché in India (credo) non ci sono brevetti sw.Insomma i problemi non ci sono anzi sono solo problemi da spaventapasseri...
        • Anonimo scrive:
          Re: giusto cosi`!
          - Scritto da: Sandro kensan

          - Scritto da: Anonimo


          perchè Mozilla è il
          prossimo,

          se Eolas lo decide.

          fidati: non c'è da stare allegri.

          E chi lo dice che mozilla è il
          rpossimo? Tu? e con quali argomenti?
          Invece io dico la mia: se vinco la schedina
          metto su un severe a Milano con una bella
          banda per scaricare mozilla in tutto il
          mondo. eccetto in USA perche' sarebbe illegale per chiunque scaricare il browser. Attualmente tutti i residenti in USA che sviluppano Mozilla o altri, dovrebbero:1. smettere (perche' starebbero lavorando a qualcosa di illegale)2. cambiare nazione (non credo che lo farebbero)
          In questo caso che fai tu e che fa
          Eolas? Nulla! Le leggi sono europee e qui
          non ci sono i brevetti (ancora).con tutti gli amiconi degli americani, credi davvero che prima o poi non arrivino anche in italia?

          Se piazzo il server in India che fai tu e
          che fa Eolas? Nulla! perché in India
          (credo) non ci sono brevetti sw.
          peccato che tutti i server in USA non dovrebbero piu' supportare plugin/applet, nessuno in USA puo' usare uno qualsiasi dei browser esistenti oggi..insomma, 2 differenti internet..
    • Anonimo scrive:
      Re: giusto cosi`!

      quel posto, non capisco l'insorgere di tutti
      per difendere quegli avanzi di galera e
      monopolisti della microsoft...avanzi di galera?stai parecchio male....
  • Anonimo scrive:
    Forse non tutto il male..
    I contenziosi riguardanti i brevetti che vedono piccole case schierate contro i colossi del software si vanno moltiplicando. Il sistema dei brevetti software, spinto perchè utile per rafforzare il controllo dei big sul mercato, sta uscendo dal controllo di questi. E se i brevetti non fanno più comodo a chi li ha voluti, non possono che morire.
  • Anonimo scrive:
    Cosa fareste al giudice federale?
    Io lo appenderei per le palle....Probabilmente è uno che non ha neanche lontanamente idea di cosa sia internet e di quanto lavoro ci stia dietro.... :(
    • Locke scrive:
      Re: Cosa fareste al giudice federale?
      - Scritto da: Anonimo
      Io lo appenderei per le palle....
      Probabilmente è uno che non ha
      neanche lontanamente idea di cosa sia
      internet e di quanto lavoro ci stia
      dietro.... :(Il giudice federale ha soltanto applicato la legge. E' il suo lavoro. Ha semplicemente fatto la cosa giusta.E' la legge che è sbagliata, ma finchè la legge c'è, va seguita.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa fareste al giudice federale?
        Ma che bravo bambino!!! Ubbidiente e rispettoso...Non crescere mai per favore!!!;) ;) ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa fareste al giudice federale?
          - Scritto da: Anonimo
          Ma che bravo bambino!!! Ubbidiente e
          rispettoso...
          Non crescere mai per favore!!!
          ;) ;) ;)Crescere vuol dire imparare ad accettare anche ciò che non ti piace. Dura Lex sed Lex. Le leggi non si disattendono, si cambiano. E più difficile, è vero, ma gli adulti responsabili si comportano in questo modo. I bambini, invece, continuano a far marachellle e pernacchie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa fareste al giudice federale?
            - Scritto da: Anonimo


            Crescere vuol dire imparare ad accettare
            anche ciò che non ti piace. Dura Lex
            sed Lex. Le leggi non si disattendono, si
            cambiano. E più difficile, è
            vero, ma gli adulti responsabili si
            comportano in questo modo. I bambini,
            invece, continuano a far marachellle e
            pernacchie.Guarda che in america le sentenze fanno giurisprudenza. Ma non come un consiglio: le sentenze sono considerate leggi. Domani un altro giudice può dire che è giusto fare la stessa cosa a mozilla perchè questo qui ha dato torto a microsoft.Mentre questo qui poteva dargli torto a eolas e avrebbe dato una nuova interpretazione che poteva aiutare l'umanità. Ma non ne ha avuto il coraggio...Non è come in italia il sistema americano (che piaccia o meno sono altri discorsi non adatti a PI)Ciao. Radel
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa fareste al giudice federale?
            I casi sono due (anzi tre...). O sei un idealista, oppure ti illudi sapendo di illuderti. O tutte e due le cose...Buona nottata(voglio vedere se questa risposta verrà messa fra gli OT e i troll...)
  • Anonimo scrive:
    Perche' non semplici "Royalties" ?
    Francamente non capisco la strategia di questa azienda "Eolas", finalizzata a intascare un mega-risarcimento "una tantum" per le sue presunte tecnologie coperte da brevetto, piuttosto che campare da ora in poi il diritto di royalties da tutti i produttori di browser, o di pagine web, o chissa' chi altro.Ovviamente anche i polli sanno che la stragrande maggioranza degli utilizzatori di browser usano IE di Microsoft, e che in tribunale certe cifre vanno chieste a chi si puo' permettere di sborsarle, pero' la pretesa di royalties secondo me darebbe ritorni piu' vantaggiosi e duratori nel tempo (se si considera il numero di soggetti fruitori, in un ruolo o nell'altro, delle tecnologie applet, ActiveX, etc..).Se qualcuno mi sa spiegare questa strategia...Ciao Paolo
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' non semplici "Royalties" ?
      E' chiaro che eolas non ha la possibilita' di competere su quel "mercato" e utilizza il brevetto per quello per cui e' stato effettivamente creato: gestire il mercato tramite il monopolio temporaneo concesso.Ora, e' abbastanza assurdo che ora il mondo insorga dicendo che rivendicando questo brevetto si limita lo sviluppo di internet dato che ci sono persone che ormai da molti anni vanno ripetendo che i brevetti limitano lo sviluppo tecnologico, e non mi riferisco soltanto alla diffusione di determinate tecnologie (cosa comunque ostacolata dallo strumento brevetto) ma sopratutto alle possibilita' reali di portare avanti una ricerca.Dopodiche' e' sempre la stessa storia: un'altra azienda e' cascata nelle trappole che essa stessa ha impiantato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' non semplici "Royalties" ?

        Dopodiche' e' sempre la stessa storia:
        un'altra azienda e' cascata nelle trappole
        che essa stessa ha impiantato.si ma e' vero anche il contrariose Eolas puo "togliere" 520 milioni di dollari a MS, che li ha da spendere, cosa possono fare IBM, Microsoft e tutte le grandi detentrici di brevetti nei confronti di chi questi soldi non li ha?questa sentenza e' una male, anche se a pagare per una volta e' MS
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non semplici "Royalties" ?
          - Scritto da: Anonimo


          Dopodiche' e' sempre la stessa storia:

          un'altra azienda e' cascata nelle
          trappole

          che essa stessa ha impiantato.

          si ma e' vero anche il contrario
          se Eolas puo "togliere" 520 milioni di
          dollari a MS, che li ha da spendere, cosa
          possono fare IBM, Microsoft e tutte le
          grandi detentrici di brevetti nei confronti
          di chi questi soldi non li ha?
          questa sentenza e' una male, anche se a
          pagare per una volta e' MSc'è pure una futtuta ironia in questa storia....se gli altri perdono l'appello, quello skifo di browser chè non è altro che un ammasso di bug sbrodolante di nome Internet Explorer sparirà persempre...il problema e chè se questo succede,,,tutta internet la prende in quel posto...GRRRR CHE RABBIA
    • Zeross scrive:
      Re: Perche' non semplici "Royalties" ?
      - Scritto da: Anonimo
      Francamente non capisco la strategia di
      questa azienda "Eolas", finalizzata a
      intascare un mega-risarcimento "una tantum"
      per le sue presunte tecnologie coperte da
      brevetto, piuttosto che campare da ora in
      poi il diritto di royalties da tutti i
      produttori di browser, o di pagine web, o
      chissa' chi altro.

      Ovviamente anche i polli sanno che la
      stragrande maggioranza degli utilizzatori di
      browser usano IE di Microsoft, e che in
      tribunale certe cifre vanno chieste a chi si
      puo' permettere di sborsarle, pero' la
      pretesa di royalties secondo me darebbe
      ritorni piu' vantaggiosi e duratori nel
      tempo (se si considera il numero di soggetti
      fruitori, in un ruolo o nell'altro, delle
      tecnologie applet, ActiveX, etc..).

      Se qualcuno mi sa spiegare questa
      strategia...Detto, fatto. La risposta è molto semplice: il tribunale non può costringere nessuno a comprare (pagare le royalties) le proprietà intellettuali di Eolas.E' nel suo potere infliggere una sanzione per quanto compiuto finora, e far cessare la situazione di illecito.Ora, per attuare questo ci sono 2 strade:1 - acquistare una licenza di Eolas per l'utilizzo del brevetto in questione2 - cessare l'utilizzo illecito del suddetto brevettoOra MS, viste anche le esose royalties richieste, ha deciso per la seconda opzione, e da qualche mese esiste una versione di test di IE che non infrange più la proprietà intellettuale di Eolas.Se alla fine dell'iter giudiziario il brevetto di Eolas sarà riconosciuto come valido, MS cesserà la distribuzione dell'attuale versione di IE, sostituendola con la nuova.A quel punto i problemi di queste modifiche passeranno agli sviluppatori web...Zeross
  • Anonimo scrive:
    Solo profitto
    Ma come si può pensare di lasciare lo sviluppo delle tecnologie e il progresso informatico (per non parlare del resto) in mano a gente come questa?
  • Anonimo scrive:
    Non solo MS paghera'...
    dal sito ufficiale di Eolas:" The patent covers Web browsers that support such currently popular technologies as ActiveX components, Java applets, and Navigator plug-ins "Quindi pagheranno (forse) tutti !(win)(linux)(apple) = (troll)
  • lorenzaccio scrive:
    Per i parlamentari euroei
    Meditate, gente, meditate...E speriamo che meditino davvero prima di scopiazzare gli USA.
  • Anonimo scrive:
    Verrei leggere il brevetto
    Dato che lavoro in questo campo sto cercando informazioni su questo brevetto. Purtroppo le mie ricerche nella banca dati US non hanno dato risultati. Se qualcuno è a conoscenza del numero di brevetto o del titolo mi sarebbe di grande aiuto.Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: Verrei leggere il brevetto
      Mi rispondo da solo dato che l'ho trovato Us 5838906.Per chi volesse leggerlo lo può trovare su http://www.uspto.gov/ciao
  • Anonimo scrive:
    M$ DEVE pagare...
    ... non vorrete che il libero mercato ne soffra, vero ?non vorrete che vengano calpestati i diritti di EOLAS, vero ?bene, allora che M$ paghi...
    • Anonimo scrive:
      Re: M$ DEVE pagare...
      - Scritto da: Anonimo
      ... non vorrete che il libero mercato ne
      soffra, vero ?
      non vorrete che vengano calpestati i diritti
      di EOLAS, vero ?

      bene, allora che M$ paghi...se microsoft paga, poi anche mozilla, opera e tutti i browser che supportano plugin/applet diventeranno illegali in USA.
    • ryoga scrive:
      Re: M$ DEVE pagare...
      - Scritto da: Anonimo
      ... non vorrete che il libero mercato ne
      soffra, vero ?
      non vorrete che vengano calpestati i diritti
      di EOLAS, vero ?

      bene, allora che M$ paghi...Se e' giusto, deve pagare, MA a quanto dicono, quelli di EOLAS hanno brevettato un'idea gia' nota ( come se tu brevetti l'acqua calda ), quindi attendiamo bene il finale.
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ DEVE pagare...

        Se e' giusto, deve pagare, MA a quanto
        dicono, quelli di EOLAS hanno brevettato
        un'idea gia' nota ( come se tu brevetti
        l'acqua calda ), quindi attendiamo bene il
        finale.Scusa ma tu non hai mai sentito parlare di biopirateria?(cioe' il meccanismo per cui grandi multinazionali delle biotecnologie brevettano - dove possibile - particolari sequenze di dna esistenti in parti del mondo, per cosi' dire, non occidentali o metodi di coltivazione indigeni)
        • ryoga scrive:
          Re: M$ DEVE pagare...
          - Scritto da: Anonimo


          Se e' giusto, deve pagare, MA a quanto

          dicono, quelli di EOLAS hanno brevettato

          un'idea gia' nota ( come se tu brevetti

          l'acqua calda ), quindi attendiamo bene
          il

          finale.

          Scusa ma tu non hai mai sentito parlare di
          biopirateria?No sorry, cmq a quanto pare cio' che hanno brevettato quelli della EOLAS era un meccanismo "simile" a quello creato da uno studente (o ricercatore? ) universitario americano.E se non erro, la brevettabilita' da parte di terzi di cose scoperte, non e' tanto "valido" :)Cmq. vado per sentito dire :)
    • Anonimo scrive:
      Re: M$ DEVE pagare...

      bene, allora che M$ paghi...ma MS ce li ha e paghera'e sticazzima chi domani dovra' pagare e quei soldi non li ha?
  • vegeta scrive:
    beh se trema il w3c
    c'è da preoccuparsi.non penso ce il problema sia solo di microsoft.non vedo perchè altrimenti il w3c si dovrebbe preoccupare della cosa
    • Self3x scrive:
      Re: beh se trema il w3c
      beh ma il w3c si danna perche' cio' spingera le aziende ad abbondonare certi standard creando piu' caos sul web.non per questioni economiche
      • Anonimo scrive:
        Re: beh se trema il w3c
        - Scritto da: Self3x
        beh ma il w3c si danna perche' cio' spingera
        le aziende ad abbondonare certi standard
        creando piu' caos sul web.

        non per questioni economicheE questo è un bene, così io che ho mozilla non avrò più problemi nel visualizzare pagine web create 'ad hoc' per chi ha iexplorer. Ognuno rilascerà il suo plugin per tutti i browser...
      • Anonimo scrive:
        Re: beh se trema il w3c
        chiaro ma a noi questo conviene?
  • Anonimo scrive:
    Ma...
    con 500 e passa milioni di dollari...Microsoft non fa prima a comprarsi Eolas + Brevetto??
    • AndreaMilano scrive:
      Re: Ma...
      il 25% del brevetto dovrebbe spettare ad una universita', che fa compra pure quella?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      Dalla padella alla bracie !!!Sarebbe l'opportunita' per rimuovere di mezzo i concorrenti fastidiosi(linux)Non ci voglio pensare !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      - Scritto da: Anonimo
      con 500 e passa milioni di
      dollari...Microsoft non fa prima a comprarsi
      Eolas + Brevetto??ammesso che i proprietari vogliano vendersela, mica sono obbligati
  • Anonimo scrive:
    Micro$oft, stavolta siamo con te !
    Eh già ! Questa potrebbe essere la spinta per fare la mossa giusta: perché continuare ad investire risorse su Internet Explorer ? Ed OutLook ?Buttateli e preinstallate Firebird e Thunderbird !( http://www.mozillaitalia.org/archive/ )Pensate che bella figura fareste sia coi clienti (che non si vedranno più infattati computers) e quanto potreste risparmiare !BrUtE AiD
    • Anonimo scrive:
      Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !
      Guarda che se non l'hai ancora capito microsoft è solo la prima....Se Eolas dovesse vincere in appello se la prenderebbe poi con netscape, opera e i vari mozzilla firebird ecc.. ecc...Se non lo sai Eolas dichiara di avere i brevetti di gestione plug-in e applet che praticamente TUTTI i browser utilizzano.Se vince questa battaglia potrai in poco tempo tutti i browser cadranno... Capisci la grandezza del problema, non si tratta di M$ o Linux, il problema è moooolto più grosso, troll!(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che se non l'hai ancora capito
        microsoft è solo la prima....
        Se Eolas dovesse vincere in appello se la
        prenderebbe poi con netscape, opera e i vari
        mozzilla firebird ecc.. ecc...
        Se non lo sai Eolas dichiara di avere i
        brevetti di gestione plug-in e applet che
        praticamente TUTTI i browser utilizzano.
        Se vince questa battaglia potrai in poco
        tempo tutti i browser cadranno... Capisci la
        grandezza del problema, non si tratta di M$
        o Linux, il problema è moooolto
        più grosso, troll!(troll)meglio ! così ritorneremo ai bei vecchi tempi in cui le pagine web non erano inzozzate di tutta stà robaccia !!!
        • shevathas scrive:
          Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !

          meglio ! così ritorneremo ai bei
          vecchi tempi in cui le pagine web non erano
          inzozzate di tutta stà robaccia !!!(troll) e se un domani qualcuno si alzasse dal letto e citasse la intel perchè lui aveva brevettato l'idea di un sistema elettronico di trattamento dell'informazione ?(troll)il problema è che la legge sui brevetti è malformulata, spero che questi casi dimostrino che è mglio non far brevettare le idee ma solamente le implementazioni di queste ultime, altrimenti i casi assurdi si moltiplicherebbero esponenzialmente
          • Mijato scrive:
            Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !

            il problema è che la legge sui
            brevetti è malformulata, spero che
            questi casi dimostrino che è mglio
            non far brevettare le idee ma solamente le
            implementazioni di queste ultime, altrimenti
            i casi assurdi si moltiplicherebbero
            esponenzialmenteNo, è una troll ata!La protezione della proprietà intellettuale è la spinta del progresso: come tu (forse) non sai l'invenzione non è più il tizio che si alza alla mattina con la folgorazione ma il risultato di una politica di investimento di x risorse (money) per t tempo al quale ricercatori si dedicheranno.Nei libri di economia non è proprio un'equazione esatta, ma quasi ed è in base a questo ragionamento che la Intel (x es.) annuncia oggi che nel 2012 avremo processori a 100.000 mhz anche se oggi non ha la benchè minima idea se lo farà col silicio, il rame, il superconduttore o la carne umana :-)Bada bene, prima di essere accusato di capitalismo : non sono solo le industrie che si finanziano coi brevetti, ma fior di università (anche nel caso di Eolas) dai cui laboratori escono ricerca ed innovazione.Se non proteggi la proprietà intellettuale, chi avrà voglia di investire fondi per scoprire qualcosa i cui ricavati andranno a finanziare chi riuscirà a farne il miglior marketing.Già me lo vedo il futuro: grosse società intente con uno sforzo intenso di marketing, del quale ovviamente saranno maestri, a far passare per novità cose banali e rifritte, mentre l'innovazione latita.Come scusa? Windows 2003 server? :-)... Il futuro è già qui (e risparmi 5 cent di euro a transazione!!)
          • pippo75 scrive:
            Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !

            La protezione della proprietà
            intellettuale è la spinta del
            progresso: come tu (forse) non sai
            l'invenzione non è più il
            tizio che si alza alla mattina con la
            folgorazione ma il risultato di una politica
            di investimento di x risorse (money) per t
            tempo al quale ricercatori si dedicheranno.proprietà intelletuale:il bottone Buy su un sito che parla di oggetti usati.Il brevetto sul dondolo.Il brevetto su un rimando ad un'altra pagina (hyperlink).Il brevetto sul concetto di plug-ins.Brevetti su come dare un nome ad un dominio.Il brevetto sulle lavagnetteIl brevetto sul download a pagamento di musica.Il brevetto sull'annuncio "cercasi" per gli oggetti usati.Hai perfettamente ragione, bisogna risarcire anni di ricerche di questi illsutri ingegneri, menti sovraumane, io a questi darei il nobel dell'innovazione e della tecnica.Mesi e mesi di studio, se lo meritano un riconoscimento.W il brevetto sulla ruota, innovazione dell'ultimo secolo.Come diceva un illustre personaggio, ci sono fior di ingegneri che studiano come rubare 2mila lire ad un poveraccio.
          • shevathas scrive:
            Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !

            La protezione della proprietà
            intellettuale è la spinta del
            progresso: come tu (forse) non sai
            l'invenzione non è più il
            tizio che si alza alla mattina con la
            folgorazione ma il risultato di una politica
            di investimento di x risorse (money) per t
            tempo al quale ricercatori si dedicheranno.
            Si, ricerca studio e anche qualcosa di concreto, ti faccio un esempio: julies verne brevetta l' idea di mandare uomini sulla luna. oggi gli eredi fanno causa alla nasa e questa quanto dovrebbe pagare ?La intel brevetta l' idea di creare processori più veloci, quanto dovrebbero pagare la AMD ?Prendendo l'esempio di sopra il brevetto dell'idea di fare processori più veloci è un brevetto assurdo e inutile, un altro paio di maniche se oltre all'idea la intel brevetta anche l'implementazione , ovvero il sistema per fare i processori più veloci,tecnologia a 0,000000001 micron, uso di folletti ecc. ecc..

            Bada bene, prima di essere accusato di
            capitalismo : non sono solo le industrie che
            si finanziano coi brevetti, ma fior di
            università (anche nel caso di Eolas)
            dai cui laboratori escono ricerca ed
            innovazione.
            a questo ha risposto bene il messaggio di sotto.
            Se non proteggi la proprietà
            intellettuale, chi avrà voglia di
            investire fondi per scoprire qualcosa i cui
            ricavati andranno a finanziare chi
            riuscirà a farne il miglior
            marketing.
            se la proteggi troppo i fondi andranno a finanziare chi impone le royaltis sulle idee.
            Già me lo vedo il futuro: grosse
            società intente con uno sforzo
            intenso di marketing, del quale ovviamente
            saranno maestri, a far passare per
            novità cose banali e rifritte, mentre
            l'innovazione latita.un futuro molto recente... vedi il brevetto della fila per andare a fare pipi o quell'australiano che è riuscito a brevettare la ruota. :\\
            Come scusa? Windows 2003 server? :\\)
            ... Il futuro è già qui (e
            risparmi 5 cent di euro a transazione!!)per tua informazione io ho bretato l'idea di fare più in fretta pertanto adesso intento una causa miliardaria con la microsoft :)==================================Modificato dall'autore il 18/01/2004 9.18.47
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che se non l'hai ancora capito
        microsoft è solo la prima....
        Se Eolas dovesse vincere in appello se la
        prenderebbe poi con netscape, opera e i vari
        mozzilla firebird ecc.. ecc...Questo non è vero, Mozilla non è un software commerciale è un Mozilla.org, questa parolina dice poco a chi non sa nulla del sw Libero ma se si conosce anche solo la crosta del problema si arriva a capire che si tratta di una organizzazione mondiale con sede "il mondo".Il punto di accesso è internet e l'indirizzo www.mozilla.org, i server possono essere spostati dove più è conveniente, serve solo un po' (molta) di banda. I coder e quelli della ditta .org abitano dovunque.Anche gli aòericano potranno scaricare il solito Mz, Eolas o meno e credo proprio che non sarà illegale il suo uso, problemi simili sono stati risolti facendo leggi che mettano in regola (come nel caso degli algoritmi crittografici). Il problema potrebbe essere per le aziende usa.Per il resto del mondo non vi è alcuna convenienza a fermare il progresso e a fare marcia indietro. w3c o meno Mozilla, konquerror e altri seguiranno i loro utenti e i loro coders o meglio la comunità .org andrà per la propria strada come sempre ha fatto, eventualmente con un bel fork se ci sono delle resistenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !

          Questo non è vero, Mozilla non
          è un software commerciale è un
          Mozilla.org, questa parolina dice poco a chi
          non sa nulla del sw Libero ma se si conosce
          anche solo la crosta del problema si arriva
          a capire che si tratta di una organizzazione
          mondiale con sede "il mondo".okallora mozilla sara fuori legge "solo" in USArisolto il problema secondo te?
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !
            - Scritto da: Anonimo
            ok
            allora mozilla sara fuori legge "solo" in USA
            risolto il problema secondo te?Per il mio orticello grande come tutto il mondo usa escusa il rpoblema è risolto. Poi per risolvere anche il problema negli states si potrebbe cambiare legge, cambiare presidente, cambiare ... ma questo non è un mio problema, io non vivo la.A dir la verità mi ci vorrebbe anche una modalità "americana" sul mio browser Mozilla versione 2.0, dovrei navigare anche su siti americani ogni tanto (ma questo è un problema mio e di pochi altri).P.S. Mozilla 1.6 è uscito, scaricate la vostra lucertola da www.mozilla.org, se volete il browser guardate firebird, se volete il mailer+ng guardate thunderbird, se volette un pacchetto unico: mozilla.==================================Modificato dall'autore il 16/01/2004 22.35.12
      • Anonimo scrive:
        Re: Micro$oft, stavolta siamo con te !
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che se non l'hai ancora capito
        microsoft è solo la prima....
        Se Eolas dovesse vincere in appello se la
        prenderebbe poi con netscape, opera e i vari
        mozzilla firebird ecc.. ecc...
        Se non lo sai Eolas dichiara di avere i
        brevetti di gestione plug-in e applet che
        praticamente TUTTI i browser utilizzano.
        Se vince questa battaglia potrai in poco
        tempo tutti i browser cadranno... Capisci la
        grandezza del problema, non si tratta di M$
        o Linux, il problema è moooolto
        più grosso, troll!(troll)
        Ha ha ha !Il software Open non è arginabile da nessuna ditta !Come ti spiegheresti sennò la distribuzione di L.A.M.E. ?E XviD ? Semplicemente potrebbero impedire la distribuzione dei binari, ma non dei sorgenti.Vorrà dire che ci si dovrà dotare di compilatori...Io non sono un Troll ma tu sei un lamer...BrUtE AiD
  • Anonimo scrive:
    ... Eolas ... chi è costui ?
    come direbbe Don Abbondio: "Carneade che è costui ?"Questa vicenda dimostra l'assurdità del brevetto sul software ! Salvo poche rarissime eccezioni, da trattare a livello di super-esperti, consentire la brevettabilità di funzionalità sw è dannoso per lo sviluppo del progresso delle tecnologie e dannoso per la collettività !Vi ricordate quando British Telecom ha rivendicato il brevetto sul "link" ? Che assudità !Occorre dichiarare nulli i brevetti e di pubblico dominio tutte le tecnologie che sono alla base del funzionamento di internet !
    • Anonimo scrive:
      Re: ... Eolas ... chi è costui ?
      - Scritto da: Anonimo
      come direbbe Don Abbondio: "Carneade che
      è costui ?"
      [...]Degli illustri sconosciuti che hanno trovato un modo per fare un sacco di soldi.Vorrei vedere tutti quanti voi paladini della giustizia se rinuncereste a 512 milioni di $ in nome della libertà.
      Occorre dichiarare nulli i brevetti e di
      pubblico dominio tutte le tecnologie che
      sono alla base del funzionamento di internetEvviva l'anarchia.
    • pippo75 scrive:
      Re: ... Eolas ... chi è costui ?

      Questa vicenda dimostra l'assurdità
      del brevetto sul software ! Salvo poche
      rarissime eccezioni, da trattare a livello
      di super-esperti, consentire la
      brevettabilità di funzionalità
      sw è dannoso per lo sviluppo del
      progresso delle tecnologie e dannoso per la
      collettività !il problema non è la brevettabilità del software, ma la brevettabilità di idee generiche, come se io brevettassi il modo per spostare un oggeto piu' lontano, ogni volta che sposti un oggetto dovresti pagare, è assurdo.MS puo' anche permettesrsi di pagare quella cifra, ma se poi la causa si estenderebbe alle altre ditte che distribuiscono browser, queste potrebbero reggere il confronto (dopo tutto loro parlano di plug in generale)Tra le ditte americane:- Netscape- Red-hat- Lindowse tante altre......
      • Anonimo scrive:
        Re: ... Eolas ... chi è costui ?
        netscape non produce piu' il suo browser, caso mai MozillaRedHat, Lindows e le altre distro non creano software in se per se, ma lo inseriscono nel cd, quindi non sono direttamente in causacaso mai:Opera, WinAmp, Nero e forse Mozilla, dico forse perche' sviluppa in maniera OpenSource quindi non direttamente legata agli USA (un progetto opensource non ha un oimite geografico ben definito)Poi metterei in dubbio pure Opera, che essendo Norvegese non cade nella trappola americana, al piu' non potra' distribuire il browser negli USA
        • pippo75 scrive:
          Re: ... Eolas ... chi è costui ?
          - Scritto da: Anonimo
          netscape non produce piu' il suo browser,
          caso mai MozillaPero' nel passato lo ha creato e per quel periodo dovrebbe pagare ugualmente.
          RedHat, Lindows e le altre distro non creano
          software in se per se, ma lo inseriscono nel
          cd, quindi non sono direttamente in causaPero' se vogliono distribuire un prodotto devono essere sicure che questo risulti in regola, nel caso del browser che supporta plug, devono darlo solo se questo ha pagato i diritti.
          caso mai:
          Opera, WinAmp, Nero e forse Mozilla, dico
          forse perche' sviluppa in maniera OpenSource
          quindi non direttamente legata agli USA (un
          progetto opensource non ha un oimite
          geografico ben definito)Ma in teoria in diritti li devi pagare anche se sviluppi in modo open, quindi quando distribuisci mozilla in USA chi lo distribuisce deve assicurarsi che il prodotto sia in regola con le leggi del luogo.
  • natan scrive:
    Come in BT contro Prodigy...
    Vi ricordate la storia del brevetto sugli hyperlink? Ogni tanto la libertà della rete viene messa in crisi proprio dai meccanismi che dovrebbero difendere le invenzioni, soltanto che questa volta - sono d'accordo con Avvelenato - ho l'impressione che Microsoft non cercherà di vincere la causa, quanto di limitare i costi in appello. Se infatti produrre un browser da domani avesse un costo in termini di brevetti, quanti distributori di browser potrebbero permetterselo?Non mi sento molto ottimista, anche perché in tutta questa storia la chiave di volta potrebbe essere il W3C, che invece a sua volta di mettere in dubbio il sistema dei brevetti riguardo "invenzioni" che poi alla fine non sono altro che logica umana applicata al web (come nel caso del pulsante "buy now" di eBay) cerca di mettere in cattiva luce Eolas... Se anche funzionasse non tarderebbe molto ad arrivare il prossimo speculatore di turno a riscrivere le sorti di un settore intero.
  • Anonimo scrive:
    Ma come è possibile
    che un brevetto impedisca di utilizzare uno standard?e allora che ci sta a fare lo standard?sparissero tutti i plugin e altri artifici stile flash ne sarei contento....
    • blakwolf scrive:
      Re: Ma come è possibile
      probabilmente per utilizzare un embedding software si richiederà l'autorizzazione dell'utente ogni volta
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma come è possibile
        no, io mi chiedevo come è stato possibile registrare un brevetto che di fatto blocca l'utilizzo di uno standardE' come se potessi brevettare il fatto che per misurare una distanza occorre utilizzare un metro.il metro è standard. io posso inventarmi una mia unità di misura e brevettarla, ma non vedo come sia possibile (dal punto di vista logico/sensato) brevettare "l'uso del metro"Questo brevetto impedisce di utilizzare plug-in dentro i browser, ma i plug-in sono standard? se sì come sopra, se no' pace, ne faccio a meno di flash e altro (in parte scherzo, FORSE esistono casi in cui i plugin possono essere utili, forse per l'home banking, mah, non so, se ne può fare a meno)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma come è possibile
          Il fatto e', a quanto pare, che qualcuno ha inventato il metro (per seguire il tuo esempio) e non ha deciso di brevettarlo.Tutti hanno trovato il 'metro' comodo e lo hanno adottato come standard...Poi un bel giorno, l'inventore (o presunto tale) si alza e decide di brevettarlo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come è possibile
      Il plugin in se per se NON e' uno standard, e' un concetto.Un concetto ormai radicato e quindi diffuso, ma non e' standard, infatti ognuno puo' decidere di implementarli nel proprio software come meglio crede, (i plugin per mozilla non girano su IE)Quindi:No standard, ma concetto.Ed e' qui che viene l'assrudo dei brevetti americani, quello di brevettare un concetto
  • Sandro kensan scrive:
    Il mondo guarda la baruffa
    Si, penso che non cambierò browser ne sito se il w3c cambia le regole per questioni interne americane, poi non lo troverei giusto, i siti italiani sono tutti visibili.I browser eropei sono molti, forse potrebbero fare versioni mondiali e versioni americane, un po' come si isola un malato. Per vedere i siti americani basterebbe aggiungere un po' di codice al browser ma sarebbe utilizzato solo da 4 gatti, quei pochi che per informarsi accedono a risorse americane.I servizi di email sono in gran parte europei o possono essere forniti in Europa, quindi potrebbe capitare una spaccatura digitale, un digital divide...:)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo guarda la baruffa
      beh, io sono dell'idea che come dici tu, solo IE sara' influenzato da cio' !!quindi che dire:A MORTE IE !!!!Mozilla e Opera sono , il primo opensource quindi fuori dal gioco, perche' spostabile in zone piu' tranquille e il secondo e' norvegese.gli americani si attaccheranno al tram oppure scaricheranno dall'europa il browser a loro piu' congeniale.IE, che come ben sappiamo e' reperibile in allegato a windows non potra' piu' essere commercializzato e visto che il futuro windows doveva essere legato al browseraccio, beh, cavoli della M$ ... HAHAHAHA
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo guarda la baruffa
        - Scritto da: Anonimo
        beh, io sono dell'idea che come dici tu,
        solo IE sara' influenzato da cio' !!

        quindi che dire:

        A MORTE IE !!!!

        Mozilla e Opera sono , il primo opensource
        quindi fuori dal gioco, perche' spostabile
        in zone piu' tranquille e il secondo e'
        norvegese.balle, risulterebbe illegale, e poi non e' "sposti" una intera ditta a caso in giro per il mondo. Il problema diventerebbe piu' globale.. vedi il W3C.. tutti gli sviluppatori residenti in USA di mozilla o qualsiasi altro browser, sarebbero perseguitati dalla legge

        gli americani si attaccheranno al tram
        oppure scaricheranno dall'europa il browser
        a loro piu' congeniale.no, sarebbe illegale comunque per loro, perche' usano un software illegale all'interno del loro stato


        IE, che come ben sappiamo e' reperibile in
        allegato a windows non potra' piu' essere
        commercializzato e visto che il futuro
        windows doveva essere legato al
        browseraccio, beh, cavoli della M$ ...
        HAHAHAHAche mente piccola che devi avere..
        • blakwolf scrive:
          Re: Il mondo guarda la baruffa
          onestamente non penso che andrà come dici tu, infatti la legge americana colpisce le società produttrici non il prodotto diretto o le divisioni, quindi probabilmente microsoft diffonderà il nuovo browser senza embedding, e sia il w3c sia mozilla.org verranno costretti a cambiare.... quindi se cambiano gli standard anche gli altri browser dovranno cambiare
          • Sandro kensan scrive:
            Re: Il mondo guarda la baruffa
            - Scritto da: blakwolf
            onestamente non penso che andrà come
            dici tu, infatti la legge americana colpisce
            le società produttrici non il
            prodotto diretto o le divisioni, quindi
            probabilmente microsoft diffonderà il
            nuovo browser senza embedding,Su questo anch'io ho la stessa idea, i browser ufficiali avranno una stessa versione worldwide ma quelli che non hanno aspirazioni commerciali non è sicuro che seguano il w3c.Tra l'altro suppongo che la MPL ovvero la NPL (dovrebbero essere simili) supporti il forking, quindi non è pensabile che gli utenti europei vengano privati di indispensabili funzionalità supportati da tutti i siti del mondo (eccetto gli usa)
            e sia il w3c
            sia mozilla.org verranno costretti a
            cambiare.... quindi se cambiano gli standard
            anche gli altri browser dovranno cambiareDimentiche forse il potere del forking? Mi pare che il tuo "costretti" non tenga in considerazione gente che non ama le costrizioni e che ti piazza un bel fork quando gli rompi le scatole con regole assurde.Il nostro baronetto (o quel che è) Barners Lee farà un aggiornamento del 4.01 per il mondo e uno per l'area usa, molto semplice. (siamo al 4.01?)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mondo guarda la baruffa


          IE, che come ben sappiamo e' reperibile
          in

          allegato a windows non potra' piu'
          essere

          commercializzato e visto che il futuro

          windows doveva essere legato al

          browseraccio, beh, cavoli della M$ ...

          HAHAHAHA

          che mente piccola che devi avere..
          ma lascialo perdere.... non vedi chetarnaga che è
  • Anonimo scrive:
    E poi dicono che i brevetti...
    favoriscono l'innovazione. See, come no. Voglio proprio vedere chi si arrischia più a scrivere anche solo un hello world, se nessuno che produce software, né programmatori né multinazionali è al sicuro dal beccarsi citazioni multimiliardarie per violazione di brevetto.No, è un danno per tutti. anche per i potenti.(ora che ci penso... se MS acquisice Eolas.... no, non ci voglio pensare.)
    • Anonimo scrive:
      Re: E poi dicono che i brevetti...
      - Scritto da: Anonimo
      Voglio proprio vedere chi si arrischia
      più a scrivere anche solo un hello
      world,Nessuno si arrischia: io ho appena brevettato l' "Hello World".Insegni informatica? Mi devi pagare una royalty!:)Scusate la battutacciaMarco
      • Anonimo scrive:
        Re: E poi dicono che i brevetti...
        Io non mi sento di incolpare nemmeno il giudice per aver applicato le leggi. Sono le loro leggi che sono sbagliate, perche' frutto di un sistema economico-politico sostenuto dall'economia. Loro che potrebbero basarsi solo sulla superiorita' militare... Se fossi il presidente degli USA, mi basterebbe una telefonata e farei chiudere EOlas (con un bombardamento). A mio avviso e' ora di cominciare a staccarsi da questo sistema economico di non-libero mercato che farebbe skifo anche a Ramsete II ! Quando collasseranno definitivamente, noi europei li seguiremo a ruota o ci decidiamo a far valere la nostra maturita' storica? Sapete, visto che geograficamente siamo il centro del mondo ed ex dominatori del mondo conosciute, fate vobis....
        • Anonimo scrive:
          Re: E poi dicono che i brevetti...
          - Scritto da: Anonimo

          Sapete, visto che geograficamente siamo il
          centro del mondo ed ex dominatori del mondo
          conosciute, fate vobis....mmm... come fai ad essere il centro del mondo se la Terra in cui viviamo è una sfera, (o cmq una sfera schiacciata, ma non cambia nulla)?
        • AndreaMilano scrive:
          Re: E poi dicono che i brevetti...
          fortunatamente qcosa di diverso lo facciamo....- Scritto da: Anonimo
          farebbe skifo anche a Ramsete II ! Quando
          collasseranno definitivamente, noi europei
          li seguiremo a ruota o ci decidiamo a far
          valere la nostra maturita' storica?
        • MrFaber scrive:
          Re: E poi dicono che i brevetti...
          - Scritto da: Anonimo
          visto che geograficamente siamo il
          centro del mondo ed ex dominatori del mondo
          conosciute, fate vobis....Mi sa che le loro mappe sono diverse dalle tue :)
  • bacarozz83 scrive:
    paga microsoft!!
    buaaahahahahah gli sta bene!!!!!!!!!!!!!!!!(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
    • avvelenato scrive:
      Re: paga microsoft!!
      - Scritto da: bacarozz83
      buaaahahahahah gli sta bene!!!!!!!!!!!!!!!!
      (linux)(linux)(linux)(linux)(linux)bah.in tutti gli strategici, sacrificare una piccola parte per mantenere il tutto è una mossa sempre necessaria, prima o poi.O a dama non hai mai offerto in pasto una pedina?microsoft sotto sotto, preferirebbe pagare che mettere in discussione il sistema dei brevetti.
    • Anonimo scrive:
      Re: paga microsoft!!
      Bè spero che tu sia un troll, perchè altriemnti non hai capito proprio una cippa della notizia.
      • bacarozz83 scrive:
        re:
        no, non è che non l'ho capito l'articolo, non l'ho proprio letto!!!ho letto che microsoft deve pagare e già son contento così!!!!bon!(linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: re:
        • leonardo() scrive:
          Re: Google e` affidabile?
          - Scritto da: bacarozz83
          no, non è che non l'ho capito
          l'articolo, non l'ho proprio letto!!!
          ho letto che microsoft deve pagare e
          già son contento così!!!!
          bon!
          (linux)Bon, se sei contento per questo non nuoce a nessuno. Ma se leggi l'articolo capisci che se va vanti questa storia non solo microsoft sborsera' quattrini.
          • leonardo() scrive:
            Argh!
            Cosa e' successo? Ho semplicemente fatto il reply e per tutta risposta mi ritovo con quel titolo sul post!?!? :o:s:|
          • avvelenato scrive:
            Re: Argh!
            - Scritto da: leonardo()
            Cosa e' successo? Ho semplicemente fatto il
            reply e per tutta risposta mi ritovo con
            quel titolo sul post!?!? :o:s:|attento alla gestione dei form su mozilla e similari...
          • Anonimo scrive:
            Re: Argh!
            Ma che stai dicendo ?Mozilla che centra ???????????????????????????????stai denigrando senza causa reale , attento !!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Argh!
            - Scritto da: Anonimo
            Ma che stai dicendo ?

            Mozilla che centra
            ???????????????????????????????


            stai denigrando senza causa reale , attento
            !!!!!Purtroppo, invece, ha ragione. E poi non sta denigrando nessuno, ma quanto è scaduto questo forum, ormai c'è solo troll e gente che si offende perchè uno respira?
          • leonardo() scrive:
            Re: Argh!
            - Scritto da: avvelenato
            - Scritto da: leonardo()

            Cosa e' successo? Ho semplicemente
            fatto il

            reply e per tutta risposta mi ritovo con

            quel titolo sul post!?!? :o:s:|

            attento alla gestione dei form su mozilla e
            similari...Ehi, ti sembro uno che usa mozilla?(veramente si)E guarda caso c'hai azzeccato, me ne sono accorto dopo il secondo post..strano,m'ha sempre funzionato qua sul forum di PI il passw manager, boh...
        • ryoga scrive:
          Re: re:
          - Scritto da: bacarozz83
          no, non è che non l'ho capito
          l'articolo, non l'ho proprio letto!!!
          ho letto che microsoft deve pagare e
          già son contento così!!!!
          bon!
          (linux)Ah ecco....quindi sei un (troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: re:
            - Scritto da: ryoga

            - Scritto da: bacarozz83

            no, non è che non l'ho capito

            l'articolo, non l'ho proprio letto!!!

            ho letto che microsoft deve pagare e

            già son contento così!!!!

            bon!

            (linux)

            Ah ecco....quindi sei un (troll)Si e' proprio un troll non degno di essere un linuxaro ... anzi se volete ve lo regaliamo .. gente cosi' sta meglio dalla vostra parte! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: re:
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: ryoga



            - Scritto da: bacarozz83


            no, non è che non l'ho
            capito


            l'articolo, non l'ho proprio
            letto!!!


            ho letto che microsoft deve pagare
            e


            già son contento
            così!!!!


            bon!


            (linux)



            Ah ecco....quindi sei un (troll)

            Si e' proprio un troll non degno di essere
            un linuxaro ... anzi se volete ve lo
            regaliamo .. gente cosi' sta meglio dalla
            vostra parte! :Dperche'?
  • Anonimo scrive:
    Contenti loro....
    Bene, sono contento....fermi non fraintendete non sono contento che Microsoft debba pagare (bè un pò si....) ma del fatto che questa è l'ennesima riprova che il sistema di brevetti così come è stato concepito in America fa più danni ed ha più conseguenze negative di quelle psotive...non si possono brevettare semplici idee o concetti o prozioni di codice! spero vivamente che il fatto che siano chiamati in causa grossi nomi del settore porti ad un cambiamento drastico e radicale delle suddete regole.
    • Anonimo scrive:
      Re: Contenti loro....
      ******Una situazione talmente evidente da aver spinto ad alcune clamorose dichiarazioni Tim Murris, chairman della Commissione federale sul Commercio, secondo cui è ora di ripensare ai brevetti americani, anche alla luce delle diverse decisioni assunte dall'Unione Europea.*********vuoi vedere che alla fine riusciamo ad imporre qualcosa noi....anche se il nostro brevetto europeo non sia il massimo, ma meglio del loro....cmq la sitauzione è paradossale, prima tutte le grosse Aziende pretendono che siano rispettati i loro brevetti, anche i più stupidi, poi se proprio queste sono chiamate in causa da un'altra Azineda a cui hanno permesso di brevettare stupidamente e lo sottolineo un certo concetto, allora NO, non va bene, non sia mai, perchè in questo caso si fanno più danni che altro, vedi proprio brevetto Eolas, che vede Microsoft, W3c e via dicendo, ora tutti amici contro Eolas....sia chiaro non sostengo Eolas, non sostengono il loro brevetto, non sostengo i sistema di brevetti americano......ma visto che lo hanno voluto o vale pe tutti o per nessuno e non quando fa comodo solo a qualcuno....e come al solito ci rimetteremo noi, specialmente perchè se passa si dovranno riprogettare molte molte molte cose......in base a nuovi "standard"........
      • Anonimo scrive:
        Re: Contenti loro....
        sono totalmente daccordo con te mi hai tolto le parole di bocca.In fondo questa legge chi l'ha voluta?le grandi major, e ora che gli si rivolta giustamente contro (ognuno a diritto a rivendicare i propri brevetti) allora non vale +.
      • Anonimo scrive:
        Re: Contenti loro....
        beh, mi sa che pero' sara' sorte solo per IE !!Mozilla e' opensource e tutto sommato extra-statale (non e' legato per forza agli USA e se lo e', basta spostare la sede del progetto e finita li)Opera e' norvegese.quindi sono cavoli di IE e di Safari (apple)Quindi:se muore IE meglio, un software scritto coi piedi in meno, per quanto riguarda mozilla & opera, semplicemente rimmarrano li alla faccia di M$ vantaggio di essere opensource
        • Anonimo scrive:
          Re: Contenti loro....
          no un attimo, io la melina col cuoricino non la volevo !!!volevo solo scrivere ( apple )
          • Anonimo scrive:
            Re: Contenti loro....
            - Scritto da: Anonimo
            no un attimo, io la melina col cuoricino non
            la volevo !!!

            volevo solo scrivere ( apple )Il concetto si è capito ugualmente ;)
          • Anonimo scrive:
            OT Re: Contenti loro....
          • Anonimo scrive:
            Re: Contenti loro....
            - Scritto da: Anonimo
            no un attimo, io la melina col cuoricino non
            la volevo !!!

            volevo solo scrivere ( apple )Non lamentarti troppo perché pare che punto informatico non possa fare a meno di questa simpatica stronzata.O ragazzi e di questo brevetto fresco fresco che mi dite?:Domain registrars sued over URL patenthttp://news.com.com/2100-1038-5141810.html?tag=nefd_hed
        • Anonimo scrive:
          Re: Contenti loro....
          allora, alcune precisazioni e alune affermazioni, poi ognuno scriva e dica ciò che vuole:affermazione 1) che microsoft paghi, sono cavoli suoi per quanto riguarda la mera questione danarifera. non sono pro linux nè pro mac nè pro windows, non mi pronuncio in merito, esula dal problema di cui si discuteaffermazione 2) il sistema di brevetti americano fa acqua da tutte le parti. e questa, più che un'affermazione mia personale, mi sembra possa dirsi che è una cruda veritàprecisazione 1) non è sufficiente che un browser sia open source per non violare il brevetto in questione e altri simili. non deve implementare la tecnologia sottoposta a brevetto oppure deve pagare, punto e stopprecisazione 2) non è sufficiente che chi ha creato il browser risieda all'estero per non avere noie. o meglio, il produttore non le avrà ma potrebbe averle chi scarica il browser, se nel suo paese quel browser è illegale. vedasi la questione della criptazione dei dati che in america era gestita in modo diverso rispetto ad altri paesi e certi sistemi di criptazione erano ritenuti illegali perchè violavano non mi ricordo più quale normativa americanaaffermazione 3) se faccio un sito che viene visto solo da europei è tutto ok (ma da quando in qua un sito è visto solo da europei????) ma chi deve creare siti accessibili ovunque dovrà sobbarcarsi del lavoro in più. che sia il detect del browser per redirezionarlo sulla pagina ad hoc o che sia la modifica del codice per renderlo conforme e compoatibile con sta' cippa di brevetto eolas, alla fine ci rimette anche e soprattutto chi crea pagine web. e non è poco. passi per i soldi di microsoft (che tanto prima o poi se li riguadagna), ma se da ora in avanti qualsiasi brevetto babbeo registrato in america comporta delle modifiche a quelli che ormai erano acquisiti come standard di progettazione delle pagine web, siamo fregati... e non mi si venga a dire che tutto questo è un danno solo per gli americani, che non potranno più usare IE o comunque browser con tecnologie sottoposte a brevetto. non è credibile un web d'elite accessibile all'europa e agli stati-nonUSA e un web accesibile ai soli USA. va a farsi benedire il concetto stesso di WWW: web sì, ma world wide mica tanto ;)byebyered cat
          • Anonimo scrive:
            Re: Contenti loro....
            e non mi si venga a dire che
            tutto questo è un danno solo per gli
            americani, che non potranno più usare
            IE o comunque browser con tecnologie
            sottoposte a brevetto. non è
            credibile un web d'elite accessibile
            all'europa e agli stati-nonUSA e un web
            accesibile ai soli USA. va a farsi benedire
            il concetto stesso di WWW: web sì, ma
            world wide mica tanto ;)

            byebye
            red catMa dopo il punto, la maiuscola? ;)
        • ryoga scrive:
          Re: Contenti loro....
          Bravissimo....e quando gli utonti installeranno la nuova versione di IE che non rispettera' gli standard sotto brevetto 906, tu pensi che le TUE pagine web si vedranno? Sara' un problema SOLO di M$?Ca**o....personalmente dovro' fare 3 versioni di ogni sito....uno IE 6 Like, uno N$ Like, ed uno IE 7(o8) like.Guarda solo il tuo orticello....
Chiudi i commenti