Download, il quartetto software

a cura di Luca Schiavoni - Quattro programmini per bloccare i dialers, recuperare Outlook Express, trasformare Explorer in Opera e tuffarsi in rete in compagnia


StopDialers (gratuito per Windows, 690k)
Basta con le sorprese in bolletta, basta coi pentimenti, con gli mp3 scaricati a 4 euro al minuto. Ora se ci si connette ad un malefico “dialer” per scaricare suonerie e loghi dal Cile bisogna volerlo davvero…! StopDialer è un piccolo programmino gratuito italiano, opera di Giulio Bottini di Cremona, in corso di sviluppo ma funzionante già correttamente su Windows95/98 e Me.

Il software non distrugge i programmini succhiabollette, ma è semplicemente una ulteriore “chiave di sicurezza” per evitare collegamenti che non siano presenti tra quelli “autorizzati”. Standosene buono nel SystemTray tiene sotto controllo quali numeri di telefono vengono digitati dal sistema per connettersi ed è possibile in punta di clic selezionare le sole connessioni permesse. Se un dialer, o qualsiasi altra cosa di oggi o di domani, prova a connettersi ad un numero non autorizzato.. uno spernacchio digitale con finestra di avviso avverte l’utente che qualcosa di brutto sta avvenendo sulla linea telefonica. E la connessione viene troncata.

Dedicato a tutti quelli che fanno doppio clic del mouse su qualsiasi icona del desktop che si chiama “SUONERIE.EXE” o “FONDIPROFONDI.EXE” senza sapere di cosa si tratta, e senza leggersi nelle microscopiche info le tariffe gonfiate che vi sono allegate.

BackRex Outlook Express Backup (Shareware per Windows 24$, 397k)
“Ritorno al Futuro” insegna che a volte tornare indietro nel tempo può risolvere alcuni problemi. BackRex è una software house specializzata nei programmi di backup, e questo Outlook Express Backup è un programma utile per tutti coloro che usano assiduamente, e profondamente, il programmone Microsoft di posta elettronica.

Da un computer all’altro, da una installazione di Windows ad un altra, da una versione di Outlook Express ad un altra, da una installazione precedente ad un altra… come si possono spostare tutte le personalizzazioni, compresi gli account, le regole dei messaggi, le firme, le cartelline, la lista di mittenti bloccati ed i newsgroup con pochi clic? I più smanettoni risponderanno che basta copiare determinate chiavi di registro, salvare alcuni file nascosti in Windows, copiare cartelline il cui nome comincia per 54 caratteri casuali (un giorno a Redmond qualcuno si renderà conto di tutto questo..).

Chi invece vuol farlo in maniera semplice e guidata può affidarsi al programma della BackRex, che contiene come “bonus” anche alcune funzioni di backup per Internet Explorer (preferiti, configurazione Proxy, personalizzazioni di sicurezza, cronologia). La versione di prova del programma ha qualche funzione disabilitata o limitata, ma permette comunque tramite una procedura guidata di effettuare copie e recupero dati e decidere se quei 24 dollari richiesti per l’edizione completa valgono la spesa.


AvantBrowser (gratuito per Windows, 769k)
Un tempo aveva un nome degno di un innesto transgenico terribile, si chiamava “IE Opera”, ovvero Opera trapiantato dentro Internet Explorer. Ora si chiama AvantBRowser ed è un programmino ancora in versione Beta che si occupa di aggiungere al browser più utilizzato alcune funzionalità che gli mancano.
L’unico browser che non ha ancora il Tabbed Browsing (ovvero la possibilità di aprire più pagine Web nella stessa finestra), una delle caratteristiche di Opera e Mozilla che tanto piace ai loro utilizzatori, grazie ad AvantBrowser potranno assaporare la navigazione tra linguette anche col browserone di Mamma Microsoft.

Disponibile in una dozzina di lingue, tra cui per fortuna anche l’italiano, il programma piazza anche un iconcina nel SystemTray dalla quale è possibile attivare o disattivare alcune funzioni come il PopUp Stopper (per eliminare le finestre Pop Up tanto amate da tutti) o il caricamento delle immagini, o semplicemente per ridurre velocemente ad icona il navigatore.
Navigare tra diverse finestre sovrapposte, selezionabili tramite linguette, risulta molto comodo per chi apre molte finestre contemporaneamente o chi ha una connessione lenta. Quando l’utente tiene premuto il maiuscolo della tastiera cliccando su un link, Avant Browser carica la pagina in background, mostrando una nuova linguetta con tanto di indicatore del caricamento. In questo modo è possibile, ad esempio, aprire una decina di link contemporaneamente e passare da una pagina all’altra soltanto quando la pagina desiderata è completamente disponibile.

AvantBrowser può anche aggiungere alcune funzioni al mouse, ad esempio abilitando il tasto centrale al caricamento in background dei link (comodissimo!). Oppure, tenendo premuto il tasto destro e poi cliccando sul sinistro (e viceversa), si può andare avanti e indietro tra le pagine navigate senza accedere ai bottoni “avanti e indietro” del browser.
Quisquilie? Pinzellacchere? Dipende. Navigare senza immagini e poterle disattivare con due click sul SystemTray è una gran comodità a volte, così come passare da una pagina all’altra senza rincorrerle sul desktop di Windows. Sono le piccole cose che fanno di Opera un comodo browser, e quelle piccole cose che mancavano (secondo alcuni) ad Internet Explorer.

È persino possibile salvare dei gruppi di finestre, per coloro che navigano sempre sugli stessi 4 siti o che, ad esempio, se consultano le news vogliono vederle su almeno 3 siti contemporaneamente. Creando un gruppo “news” è possibile far aprire contemporaneamente tutti i siti in esso contenuti. Dulcis in fundo: Google è il motore di ricerca “incorporato” nell’interfaccia di Avant Browser.

Nota bene.. durante l’installazione, e nell’interfaccia di AvantBrowser, viene proposta l’installazione di un PlugIn chiamato UcMore, considerato da molti un cosiddetto Spyware (ovviamente gli interessati e AvantBrowser stesso negano). A buoni intenditori poche parole ed un link; http://www.ucmore.com per saperne di più.

NetRun (gratuito per Windows, 119k)
Il software dello Zar presenta NetRun, che fa esattamente quel che dice il nome. Quando si va on line.. esegue programmi. Quando ci si disconnette.. li chiude. Una volta configurato il gruppo di programmi da lanciare in automatico, NetRun se ne sta buonino nel SystemTray ad attendere una connessione (di qualsiasi tipo) e lancia le varie applicazioni con un ritardo configurabile (ma come valore di base distanzia i vari “lanci” di mezzo secondo). Una comodità in più per chi utilizza la rete con più programmi contemporaneamente, o per chi vuol trovarsi un gruppo di programmi “preferiti” disponibili in punta di clic attraverso l’iconcina di NetRun. Fortunatamente le opzioni permettono anche di non chiudere le applicazioni quando si chiude la connessione, il che risulterebbe particolarmente antipatico nel caso la linea cadesse accidentalmente… ehm…

a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    Veramente dispiaciuto....
    Per l' infimo livello degli interventi di certi individuiSenza argomenti, capaci solo di offendere, incapaci di distinguere tra una frase ed un periodo...Puo' anche darsi che lo facciano apposta ma cio' non depone a favore della loro intelligenza... mi fanno solo pena perche' hanno il VUOTO SPINTO nella testa.E come si suol dire: dalle rape il sangue non si spreme.Spero che non siano tra i sostenitori dell' OPenSource perche' con questa gente non puo' esserci futuro.Concludo scrivendo che l' iniziativa di persone come il Papini e' lodevole e va' incoraggiata ma ho ancora l' impressione che siano delle mosche bianche, occorre secondo me un maggior coordinamento attraverso l' appoggio dei vari movimenti e vari LUGs ed occorre far tesoro di queste esperienze per portarle come esempio tra chi ancora rimane scettico.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Veramente dispiaciuto....
      Concordo pienamente con te, sulla eccessiva presenza di "persone", che non sanno fare altro che battere sulla tastiera e affidarsi al caso, nel comporre un discorso di senso compiuto.Purtroppo, per esperienza personale, devo dirti che alcuni ( per fortuna non tutti ) di questi individui, sono proprio tra quelli che sostengono l'OpenSource, il problema e' che a loro interessa eslusivamente la parola GRATIS, e il fatto che rappresenti la moda del momento.- Scritto da: Alessandrox
      Per l' infimo livello degli interventi di
      certi individui
      Senza argomenti, capaci solo di offendere,
      incapaci di distinguere tra una frase ed un
      periodo...
      Puo' anche darsi che lo facciano apposta ma
      cio' non depone a favore della loro
      intelligenza...
      mi fanno solo pena perche' hanno il VUOTO
      SPINTO nella testa.
      E come si suol dire: dalle rape il sangue
      non si spreme.
      Spero che non siano tra i sostenitori dell'
      OPenSource perche' con questa gente non puo'
      esserci futuro.

      Concludo scrivendo che l' iniziativa di
      persone come il Papini e' lodevole e va'
      incoraggiata ma ho ancora l' impressione che
      siano delle mosche bianche, occorre secondo
      me un maggior coordinamento attraverso l'
      appoggio dei vari movimenti e vari LUGs ed
      occorre far tesoro di queste esperienze per
      portarle come esempio tra chi ancora rimane
      scettico.
      Saluti
      • Alessandrox scrive:
        Re: Veramente dispiaciuto....
        Io in genere sono una persona diplomatica ma la presenza di queste persone (che io definisco approfittatori) puo' essere un grosso problema perche' contribuiscono a far passare un' immagine profondamente distorta dell' Opensource. e ne frenano la diffusione.A volte basta non dargli troppo peso, altre volte non mi risparmio nel criticarli e nello svalutare il loro pensiero distorto.- Scritto da: Anonimo
        Concordo pienamente con te, sulla eccessiva
        presenza di "persone", che non sanno fare
        altro che battere sulla tastiera e affidarsi
        al caso, nel comporre un discorso di senso
        compiuto.
        Purtroppo, per esperienza personale, devo
        dirti che alcuni ( per fortuna non tutti )
        di questi individui, sono proprio tra quelli
        che sostengono l'OpenSource, il problema e'
        che a loro interessa eslusivamente la parola
        GRATIS, e il fatto che rappresenti la moda
        del momento.


        - Scritto da: Alessandrox

        Per l' infimo livello degli interventi di

        certi individui

        Senza argomenti, capaci solo di offendere,

        incapaci di distinguere tra una frase ed
        un

        periodo...

        Puo' anche darsi che lo facciano apposta
        ma

        cio' non depone a favore della loro

        intelligenza...

        mi fanno solo pena perche' hanno il VUOTO

        SPINTO nella testa.

        E come si suol dire: dalle rape il sangue

        non si spreme.

        Spero che non siano tra i sostenitori
        dell'

        OPenSource perche' con questa gente non
        puo'

        esserci futuro.



        Concludo scrivendo che l' iniziativa di

        persone come il Papini e' lodevole e va'

        incoraggiata ma ho ancora l' impressione
        che

        siano delle mosche bianche, occorre
        secondo

        me un maggior coordinamento attraverso l'

        appoggio dei vari movimenti e vari LUGs ed

        occorre far tesoro di queste esperienze
        per

        portarle come esempio tra chi ancora
        rimane

        scettico.

        Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Opensorciari convinti :)

    Ultimamente però mi sono preso un rischio:
    ad una ditta che mi hanno chiesto che
    programma mi sentivo di consigliare loro per
    la gestione degli ordini, lla fatturazione,
    e qualcosa di contabilità... beh, ho offerto
    una soluzione open! Sql-ledger!

    http://www.sql-ledger.org/screenshots.htmlVeramente interessante il tuo articolo! Sono appena stato su sql-ledger, ho letto le FAQ, e ho trovato pure una lista di alcune aziende italiane che già usano questo prodotto.Bello davvero! Da quanto ho capito è una specie di web server, e i client operano tramite un browser: giusto?Lo sto già scaricando e poi vedrò di provarlo sul mio PC (purtroppo non so usare Linux, ma ho visto che c'è una specie di versione sotto Windows. Spero di riuscire a farla funzionare, altrimenti vedrò di farmelo mostrare da un amico che sa usare molto bene sia Linux che BSD).Dagli screenshot sembra un prodotto molto curato e potente, e potrebbe proprio fare al caso mio (ho intenzione di sostituire il vecchio programma che funziona in DOS, e che tra l'altro essendo "monoutente" è installato su di un unico PC, quindi lo si può usare solo uno alla volta... con questo fantomatico sql-lagger sarebbe risolto tutto).Grazie davvero per questo tuo post illuminante! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Opensorciari convinti :)

      Bello davvero! Da quanto ho capito è una
      specie di web server, e i client operano
      tramite un browser: giusto?Corretto.
      Lo sto già scaricando e poi vedrò di
      provarlo sul mio PC (purtroppo non so usare
      Linux, ma ho visto che c'è una specie di
      versione sotto Windows....che è una schifezza!Lascia perdere: gira sotto cygwin (se sai cos'è).
      (ho intenzione di sostituire il
      vecchio programma che funziona in DOS, e che
      tra l'altro essendo "monoutente" èMa supporta l'euro quel residuato bellico? :-D
      Grazie davvero per questo tuo post
      illuminante! :)Figurati...
      • Alessandrox scrive:
        Re: Opensorciari convinti :)
        - Scritto da: Anonimo

        (ho intenzione di sostituire il

        vecchio programma che funziona in DOS, e
        che

        tra l'altro essendo "monoutente" è
        Ma supporta l'euro quel residuato bellico?
        :-DEuroUpdatehttp://php.dadacasa.supereva.it/faqdos/faqdos.htm?pInoltre ci sono alcune "estensioni" per il dos che ne consentono un limitato uso miulriutente, un porting di X e anche i SymLinksOvviamente la multiutenza dipende anche dai programmi che si usano:esistono dei database (basati su dbf) che consentono un po' di accessi simultanei, hanno il locking a livello record ecc.Poi esiste lo stack TCP per DOS, c'e' SSH ci si puo' fare un print server ecc ecc.C'e' molto anche di OpenSource ovviamente (www.opendos.org, ma io preferisco il DRDOS)Volendo si trovano un sacco di cosette carine per questo "residuato bellico".IO direi anzi che l' OPenSource ha contribuito a rendere ancora vitale e abbastanza attuale questo vetusto (ma mica tanto visto che e' alla base di WIn9X) Sistema Operativo.Ciaofelice di essere un po OT alla faccia di tanti altri.
        • Anonimo scrive:
          Re: Opensorciari convinti :)

          IO direi anzi che l' OPenSource ha
          contribuito a rendere ancora vitale e
          abbastanza attuale questo vetusto (ma mica
          tanto visto che e' alla base di WIn9X)
          Sistema Operativo.Completamente daccordo :)Però visto che esiste una soluzione migliore in questo caso (ossia usare direttamente sql-ledger) perché usare tacconi sopra il DOS? :)Cmq conoscevo già i link che mi hai dato... anzi, vi passo pure il link di calmira www.calmira.org, una shell sostitutiva di program manager per win 3.X che permette grandi cose! :)
  • Anonimo scrive:
    Si parla di sitemi operativi?
    E di procedure? di formati di interscambio dati? (oltre che fra desktop, tra amministrazione e amministrazione e tra amministrazione e utente) quando si parla? E di piano editoriale quando si parla? Oppure si gestiscono le informazioni senza pensare a come e da chi vengono usate e come vengono preservate? (e non dico dalla curiosità degli 'americani' (!), ma dall'obolescenza delle tecnologie)Qualcuno si ricorda del progetto Lorenzo?Si fà politica con i progetti e con le procedure o con gli strumenti? Si userà sw open e tanto basta?Non sarà meglio decidere di usare quello che serve (linux, m$, cpm) quando serve e su un progetto chiaro?Forse il comune dovrebbe imparare dall'Ospedale pediatrico Meyer http://www.meyer.itConsiglerei anche di meditare, anche, sui costi di manutenzione dei sistemi operativi visto lo stato di salute delle amministrazioni locali nei tempi di berluskaiser.Per dare un esempio. A firenze ci sono quartieri con alta densità di immigrati cinesi. Come si usa il web per coinvolgerli, informarli, ascoltarli?così: http://www.comune.fi.it/servizi_pubblici/urp/cinesi.htmDubito che centrino i sorgenti. Le scappatoie portano poco lontano, soprattutto quando sono slogan e prese di posizione estemporanee de tipo "gli americani ci spiano, e forse anche le banche". Usare i computer in un'amministrazione pubblica è fare politica. E la qualità di come la si fà è importante. E distingue.Giovanni
    • Anonimo scrive:
      Re: Si parla di sitemi operativi?
      consiglio il link della pagine del sito del comune di firenze dove il Papini è consigliere comunale e dove il Consiglio Comunale di Firenze si occupa di sitemi operativi.http://www.comune.firenze.itIl primo link che si vedein alto a sinistra, dove c'è scritto 'sindaco'E questa giunta scade il prossimo anno.Non ho parole.
      • Anonimo scrive:
        Re: Si parla di sitemi operativi?
        Scusami ma proprio non ho capito cosa intendi!Il Papini consigliere comunale Verde(alpapin@unifi.it)- Scritto da: Anonimo
        consiglio il link della pagine del sito del
        comune di firenze dove il Papini è
        consigliere comunale e dove il Consiglio
        Comunale di Firenze si occupa di sitemi
        operativi.

        http://www.comune.firenze.it

        Il primo link che si vede
        in alto a sinistra, dove c'è scritto
        'sindaco'

        E questa giunta scade il prossimo anno.
        Non ho parole.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Si parla di sitemi operativi?
      - Scritto da: Anonimo
      E di procedure? di formati di interscambio
      dati? (oltre che fra desktop, tra
      amministrazione e amministrazione e tra
      amministrazione e utente) quando si parla?Cio ho provato io (scambio di documenti office) ma mi hanno tacciato di OT...Bella gente eh...E che sostiene L' OpenSource!Ma che vadano a VANGARE...
      E di piano editoriale quando si parla?
      Oppure si gestiscono le informazioni senza
      pensare a come e da chi vengono usate e come
      vengono preservate? (e non dico dalla
      curiosità degli 'americani' (!), ma
      dall'obolescenza delle tecnologie)
      Qualcuno si ricorda del progetto Lorenzo?
      Si fà politica con i progetti e con le
      procedure o con gli strumenti? Si userà sw
      open e tanto basta?
      Non sarà meglio decidere di usare quello che
      serve (linux, m$, cpm) quando serve e su un
      progetto chiaro?Si parla si parla... ma non qui' perche'... leggete leggete... e' OT.
      Forse il comune dovrebbe imparare
      dall'Ospedale pediatrico Meyer
      http://www.meyer.it
      Consiglerei anche di meditare, anche, sui
      costi di manutenzione dei sistemi operativi
      visto lo stato di salute delle
      amministrazioni locali nei tempi di
      berluskaiser.Beh non e' che prima se la passassero tanto meglio... almeno stando alle periodiche lamentele che apparivano sui quotidiani.Comunque usare i computers nella PA dovrebbe essere soprattutto segno di lungimiranza (anche politica). Ovviamente non basta usarli... vanno usati bene e questo implica tante cose e tanti argomenti che pero' mi hanno detto essere OT almeno qui'...Valli a capire.
  • Alessandrox scrive:
    Tutto molto bello ma...
    Concordo con il principio, sostengo volentieri l' OpenS. ma obbiettivamente alcune difficolta' ci sono, in particolare, per esempio, ne ho incontrate con OO, non certo per le sue funzionalita' (direi abbastanza complete ed intuitive, anche se migliorabili) ma per una questione pratica dovuta proprio alla mancanza di standard (eccettuati quelli pseudo, i "de facto") nel campo dei documenti:consideriamo che nella stragrande maggioranza degli uffici, la stragrande maggioranza del personale usa documenti M$ ovvero li salva e li legge in quel formato e benche' possa aprire e salvare anche vari altri formati, tendenzialmente sara' portata a salvarli nel formato M$.Chi usa OO la prima cosa di cui deve preoccuparsi sara' rendere i propri documenti leggibili anche a quella maggioranza che NON usa OO:Foglio di calcolo: quale alternativa al formati XLS 97? Testo: qui' si potrebbe usare l' RTF pero' in alcuni casi, se si devono allegare delle immagini , non risulta molto comodo (vengono scorporate dal documento, in se non sbagliato di principio ma spesso non si rivedono all' interno); allora anche in questo caso il formato piu' generico risulta il M$.doc.Considerate anche che molti usano ancora Office97.Tutto questo con buona pace dei , pur eccellenti, formati nativi di OO che vanno a farsi benedire.Una ottima soluzione sarebbe quella di predisporre dei filtri di import/export in formato OO per Office almeno dal 97 in su.Allora SI che si lotterebbe ad armi pari ma fintantoche' si sara' costretti (anche solo per questioni di compatibilita' con la maggioranza) ad appoggiarci sempre ai soliti formati M$... ragazzi non c'e' proprio storia, ottimi strumenti come OO rischiano di essere soltanto dei bellissimi succedanei, invece di vivere realmente di vita prorpria.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto molto bello ma...
      si si tutto molto bello ma che cacchio c'entra con la creazione di un portale che eroga servizi??? mica si parlava di desktop in uffici comunali, o non hai letto l'articolo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutto molto bello ma...
        - Scritto da: Anonimo
        si si tutto molto bello ma che cacchio
        c'entra con la creazione di un portale che
        eroga servizi??? mica si parlava di desktop
        in uffici comunali, o non hai letto
        l'articolo?.......oltretutto, nessuno ti vieta di impostarti i filtri per excel e word con OO, quindi i problemi che dici non li vedo proprio
        • Alessandrox scrive:
          Re: Tutto molto bello ma...
          - Scritto da: Anonimo
          .......oltretutto, nessuno ti vieta di
          impostarti i filtri per excel e word con OO,
          quindi i problemi che dici non li vedo
          proprioE dove sta scritto che non ho potuto farlo?E' piu' che evidente che NON hai letto bene il mio messaggio:Secondo me e' una grossa limitazione dover impostare i filtri per esportare in XLS e Word, cioe' in pratica va a farsi benedire la storia dei "formati open" visto che alla fine TUTTI siamo costretti ad appoggiarci a formati proprietari.Allora la "battaglia" per il SW libero (anche un documento e' un SW o sbaglio?) nelle pubbliche amministrazioni nel campo dei tools per la creazione di portali anche se venisse vinta sarebbe una vittoria di pirro....IMHO ovviamente.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Tutto molto bello ma...
        - Scritto da: Anonimo
        si si tutto molto bello ma che cacchio
        c'entra con la creazione di un portale che
        eroga servizi??? mica si parlava di desktop
        in uffici comunali, o non hai letto
        l'articolo?riporto:"L'uso dei software proprietari - ha spiegato lo stesso Papini, già promotore in altre occasioni del software libero - ovvero senza codice sorgente, nell'ambito della pubblica amministrazione e per l'e-governement pone gravissimi dubbi sulla sicurezza dei dati sensibili gestiti dagli enti pubblici. L'uso di software libero per l'e-governement è una priorità per garantire la sicurezza dei dati e per il potenziamento delle case produttrici di software italiane".Questo vale SOLO per i tools per la creazione dei portali? O DORMI? E' a questa affermazione che ho fatto il mio appunto.Qui' si parla anche di SW libero nella pubblica amministrazione in senso generico e OO puo' anche essere visto come un unsieme di strumenti per offrire servizi: a che serve battersi per avere un portale fatto con SW OPenSource se poi magari i documenti che si possono prelevare sono fatti con M$Office?O ragionate (come spesso accade) a comparimenti stagni?Siccome i movimenti OpenSource si battono per l'uso del rlativo sw nelle istituzioni pubbliche io ho scritto la mia.
        • Alessandrox scrive:
          Errata corrige per la redazione...?
          O per il Papini?Involontariamente ho riportato un passo della dichiarazione del Papini che ha un' incongruenza- Scritto da: Alessandrox
          riporto:
          "L'uso dei software proprietari - ha
          spiegato lo stesso Papini, già promotore in
          altre occasioni del software libero - ovvero
          senza codice sorgente,Forse voleva dire CON codice sorgente allegato... Oppure e' un' errore dell' autore dell' articolo?
          nell'ambito della
          pubblica amministrazione e per
          l'e-governement pone gravissimi dubbi sulla
          sicurezza dei dati sensibili gestiti dagli
          enti pubblici. L'uso di software libero per
          l'e-governement è una priorità per garantire
          la sicurezza dei dati e per il potenziamento
          delle case produttrici di software
          italiane".
          • Anonimo scrive:
            Re: Errata corrige per la redazione...?
            a me pare congruente.Scusa il software proprietario viene rilasciato con i codici sorgenti? Da quando?Ciao ;))
          • Anonimo scrive:
            Re: Errata corrige per la redazione...?
            Confermo:errata corrige ....La frase giusta è:«L'uso dei software proprietari, ovvero senza codice sorgente, nell'ambito della pubblica amministrazione e per l'e-governement - ha spiegato Papini - pone gravissimi dubbi sulla sicurezza dei dati sensibili gestiti dagli enti pubblici. L'uso di software libero per l'e-governement è una priorità per garantire la sicurezza dei dati e per potenziamento delle case produttrici di software italiane». Alessio Papini
          • Anonimo scrive:
            Re: Errata corrige per la redazione...?
            A me, a parte l'inciso tra trattini sembrano identiche le due frasi, quella dell'articolo e quella che hai riportato.In quella che hai riportato manca l'articolo "il".Non capisco il problema, non è che me lo spiegate?Grazie!!!Ciao
          • Alessandrox scrive:
            Re: Errata corrige per la redazione...?
            - Scritto da: Anonimo
            A me, a parte l'inciso tra trattini sembrano
            identiche le due frasi, quella dell'articolo
            e quella che hai riportato.
            In quella che hai riportato manca l'articolo
            "il".
            Non capisco il problema, non è che me lo
            spiegate?
            Grazie!!!Forse ho interpretato male io:" già promotore inaltre occasioni del software libero - ovverosenza codice sorgente, "Sul momento l' ho interpretata come incongruenza (pero' c'e' il trattino)....rispetto a«L'uso dei software proprietari, ovvero senza codice sorgente, nell'ambito della pubblica amministrazione ...». Tutto qui'.
          • Anonimo scrive:
            Re: Errata corrige per la redazione...?
            su qui e su qua l'accento non và
          • Anonimo scrive:
            Re: Errata corrige per la redazione...?
            E' solo l'inciso che era posizionato nel punto errato per cui sembrava che fosse il software libero senza disponibilità del codice sorgente (ovviamente è il contrario).E' già stato corretto dagli attivissimi gestori di punto-informatico!CiaoAlessio Papini
          • Alessandrox scrive:
            X Alessio Papini
            - Scritto da: Anonimo
            E' solo l'inciso che era posizionato nel
            punto errato per cui sembrava che fosse il
            software libero senza disponibilità del
            codice sorgente (ovviamente è il contrario).
            E' già stato corretto dagli attivissimi
            gestori di punto-informatico!Tranquillo non era cosi' grave :)Mi dispiace solo che la maggioranza di coloro che sono intervenuti lo abbiano fatto con spirito polemico invece di inviare magari critiche ma costruttive. Senza argomenti, solo offese.Bah!
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto molto bello ma...
          ma sai leggere? che cazzo c'entra quella affermazione generica sul SL di Papini col fatto che la notizia parla di un portale che eroga servizi non di stramaledetti desktop, ci arrivi??
          • Alessandrox scrive:
            Re: Tutto molto bello ma...
            - Scritto da: Anonimo
            ma sai leggere? che cazzo c'entra quella
            affermazione generica sul SL di Papini col
            fatto che la notizia parla di un portale che
            eroga servizi non di stramaledetti desktop,
            ci arrivi??Riporto di nuovo perche' sei DURO come le pigne verdi:"L'uso dei software proprietari - ha spiegato lo stesso Papini, già promotore in altre occasioni del software libero - ovvero senza codice sorgente, nell'ambito della pubblica amministrazione e per l'e-governement pone gravissimi dubbi sulla sicurezza dei dati sensibili gestiti dagli enti pubblici. L'uso di software libero per l'e-governement è una priorità per garantire la sicurezza dei dati e per il potenziamento delle case produttrici di software italiane".Del resto dell' articolo me ne strafotto perche' ne prendo atto e reputo l'iniziativa una buona cosa pero' quando si parla di SW LIBERO in senso lato ed in generale(come appunto nel testo che ho riportato in cui si perde il riferimento specifico al PORTALE) sono IO libero O NO di esprimere una mia opinione riportando un caso in particolare?E' CHIARO (ma non per te che hai evidenti difficolta' di comprensione) che nel testo che ho riportato non ci si riferisce solo a SW per costruire i portali ma a TUTTO il sw libero.ORA dimostrami il contrario.Buone feste (anche al tuo cervello).
          • Alessandrox scrive:
            Magari...
            Forse l'unico "errore" mio e' stato quello di non riportare da subito il virgolettato alla fine dell' articolo.Comunque non capisco tutto questo TUO astio e livore... sei in grado di argomentare su quello che ho scritto oppure sai solo offendere perche' (evidentemente) miseramente a corto di argomenti? O incapace di articolare frasi che non siano offensive?Si O nO?- Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da: Anonimo

            ma sai leggere? che cazzo c'entra quella

            affermazione generica sul SL di Papini col

            fatto che la notizia parla di un portale
            che

            eroga servizi non di stramaledetti
            desktop,

            ci arrivi??

            Riporto di nuovo perche' sei DURO come le
            pigne verdi:

            "L'uso dei software proprietari - ha
            spiegato lo stesso Papini, già promotore in
            altre occasioni del software libero - ovvero
            senza codice sorgente, nell'ambito della
            pubblica amministrazione e per
            l'e-governement pone gravissimi dubbi sulla
            sicurezza dei dati sensibili gestiti dagli
            enti pubblici. L'uso di software libero per
            l'e-governement è una priorità per garantire
            la sicurezza dei dati e per il potenziamento
            delle case produttrici di software
            italiane".

            Del resto dell' articolo me ne strafotto
            perche' ne prendo atto e reputo l'iniziativa
            una buona cosa pero' quando si parla di SW
            LIBERO in senso lato ed in generale(come
            appunto nel testo che ho riportato in cui si
            perde il riferimento specifico al PORTALE)
            sono IO libero O NO di esprimere una mia
            opinione riportando un caso in particolare?
            E' CHIARO (ma non per te che hai evidenti
            difficolta' di comprensione) che nel testo
            che ho riportato non ci si riferisce solo a
            SW per costruire i portali ma a TUTTO il sw
            libero.
            ORA dimostrami il contrario.
            Buone feste (anche al tuo cervello).
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutto molto bello ma...
            - Scritto da: Alessandrox
            Del resto dell' articolo me ne strafottolo vedi che sei OT? vatti a rileggere l'articolo e poi posta in topic invece di pigliare una frase fuori dal contesto e scrivere amenita' su di essa.
          • Alessandrox scrive:
            Chi guarda la pagliuzza...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Alessandrox

            Del resto dell' articolo me ne strafotto
            lo vedi che sei OT? vatti a rileggere
            l'articolo e poi posta in topic invece di
            pigliare una frase fuori dal contesto e
            scrivere amenita' su di essa.E TU ora che stai facendo?O DORMI?Non era una FRASE ma un periodo molto lungo (evidentemente non sei in grado di distinguere le due cose) e dal senso generico (di sw opensource in generale nella PA si parla)Dato ovviamente per scontato ed essendo daccordo con il resto:Se tu fai un discorso composto da VARIE affermazioni posso io fare le mie osservazioni solo su una delle tue affermazioni o no?Si parla Prima di un PORTALE, POI di SW OPEN in senso generico o NO?Smentiscimi su questo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi guarda la pagliuzza...
            ahahha sei troppo fesso non c'e' gusto a trollare con gente come te e' come sparare sulla croce rossa (abboccate con tutte le scarpe da subito ahahahahaha)
Chiudi i commenti