Download, il quartetto software

a cura di Luca Schiavoni - Quattro programmini per bloccare i dialers, recuperare Outlook Express, trasformare Explorer in Opera e tuffarsi in rete in compagnia
a cura di Luca Schiavoni - Quattro programmini per bloccare i dialers, recuperare Outlook Express, trasformare Explorer in Opera e tuffarsi in rete in compagnia


StopDialers (gratuito per Windows, 690k)
Basta con le sorprese in bolletta, basta coi pentimenti, con gli mp3 scaricati a 4 euro al minuto. Ora se ci si connette ad un malefico “dialer” per scaricare suonerie e loghi dal Cile bisogna volerlo davvero…! StopDialer è un piccolo programmino gratuito italiano, opera di Giulio Bottini di Cremona, in corso di sviluppo ma funzionante già correttamente su Windows95/98 e Me.

Il software non distrugge i programmini succhiabollette, ma è semplicemente una ulteriore “chiave di sicurezza” per evitare collegamenti che non siano presenti tra quelli “autorizzati”. Standosene buono nel SystemTray tiene sotto controllo quali numeri di telefono vengono digitati dal sistema per connettersi ed è possibile in punta di clic selezionare le sole connessioni permesse. Se un dialer, o qualsiasi altra cosa di oggi o di domani, prova a connettersi ad un numero non autorizzato.. uno spernacchio digitale con finestra di avviso avverte l’utente che qualcosa di brutto sta avvenendo sulla linea telefonica. E la connessione viene troncata.

Dedicato a tutti quelli che fanno doppio clic del mouse su qualsiasi icona del desktop che si chiama “SUONERIE.EXE” o “FONDIPROFONDI.EXE” senza sapere di cosa si tratta, e senza leggersi nelle microscopiche info le tariffe gonfiate che vi sono allegate.

BackRex Outlook Express Backup (Shareware per Windows 24$, 397k)
“Ritorno al Futuro” insegna che a volte tornare indietro nel tempo può risolvere alcuni problemi. BackRex è una software house specializzata nei programmi di backup, e questo Outlook Express Backup è un programma utile per tutti coloro che usano assiduamente, e profondamente, il programmone Microsoft di posta elettronica.

Da un computer all’altro, da una installazione di Windows ad un altra, da una versione di Outlook Express ad un altra, da una installazione precedente ad un altra… come si possono spostare tutte le personalizzazioni, compresi gli account, le regole dei messaggi, le firme, le cartelline, la lista di mittenti bloccati ed i newsgroup con pochi clic? I più smanettoni risponderanno che basta copiare determinate chiavi di registro, salvare alcuni file nascosti in Windows, copiare cartelline il cui nome comincia per 54 caratteri casuali (un giorno a Redmond qualcuno si renderà conto di tutto questo..).

Chi invece vuol farlo in maniera semplice e guidata può affidarsi al programma della BackRex, che contiene come “bonus” anche alcune funzioni di backup per Internet Explorer (preferiti, configurazione Proxy, personalizzazioni di sicurezza, cronologia). La versione di prova del programma ha qualche funzione disabilitata o limitata, ma permette comunque tramite una procedura guidata di effettuare copie e recupero dati e decidere se quei 24 dollari richiesti per l’edizione completa valgono la spesa.


AvantBrowser (gratuito per Windows, 769k)
Un tempo aveva un nome degno di un innesto transgenico terribile, si chiamava “IE Opera”, ovvero Opera trapiantato dentro Internet Explorer. Ora si chiama AvantBRowser ed è un programmino ancora in versione Beta che si occupa di aggiungere al browser più utilizzato alcune funzionalità che gli mancano.
L’unico browser che non ha ancora il Tabbed Browsing (ovvero la possibilità di aprire più pagine Web nella stessa finestra), una delle caratteristiche di Opera e Mozilla che tanto piace ai loro utilizzatori, grazie ad AvantBrowser potranno assaporare la navigazione tra linguette anche col browserone di Mamma Microsoft.

Disponibile in una dozzina di lingue, tra cui per fortuna anche l’italiano, il programma piazza anche un iconcina nel SystemTray dalla quale è possibile attivare o disattivare alcune funzioni come il PopUp Stopper (per eliminare le finestre Pop Up tanto amate da tutti) o il caricamento delle immagini, o semplicemente per ridurre velocemente ad icona il navigatore.
Navigare tra diverse finestre sovrapposte, selezionabili tramite linguette, risulta molto comodo per chi apre molte finestre contemporaneamente o chi ha una connessione lenta. Quando l’utente tiene premuto il maiuscolo della tastiera cliccando su un link, Avant Browser carica la pagina in background, mostrando una nuova linguetta con tanto di indicatore del caricamento. In questo modo è possibile, ad esempio, aprire una decina di link contemporaneamente e passare da una pagina all’altra soltanto quando la pagina desiderata è completamente disponibile.

AvantBrowser può anche aggiungere alcune funzioni al mouse, ad esempio abilitando il tasto centrale al caricamento in background dei link (comodissimo!). Oppure, tenendo premuto il tasto destro e poi cliccando sul sinistro (e viceversa), si può andare avanti e indietro tra le pagine navigate senza accedere ai bottoni “avanti e indietro” del browser.
Quisquilie? Pinzellacchere? Dipende. Navigare senza immagini e poterle disattivare con due click sul SystemTray è una gran comodità a volte, così come passare da una pagina all’altra senza rincorrerle sul desktop di Windows. Sono le piccole cose che fanno di Opera un comodo browser, e quelle piccole cose che mancavano (secondo alcuni) ad Internet Explorer.

È persino possibile salvare dei gruppi di finestre, per coloro che navigano sempre sugli stessi 4 siti o che, ad esempio, se consultano le news vogliono vederle su almeno 3 siti contemporaneamente. Creando un gruppo “news” è possibile far aprire contemporaneamente tutti i siti in esso contenuti. Dulcis in fundo: Google è il motore di ricerca “incorporato” nell’interfaccia di Avant Browser.

Nota bene.. durante l’installazione, e nell’interfaccia di AvantBrowser, viene proposta l’installazione di un PlugIn chiamato UcMore, considerato da molti un cosiddetto Spyware (ovviamente gli interessati e AvantBrowser stesso negano). A buoni intenditori poche parole ed un link; http://www.ucmore.com per saperne di più.

NetRun (gratuito per Windows, 119k)
Il software dello Zar presenta NetRun, che fa esattamente quel che dice il nome. Quando si va on line.. esegue programmi. Quando ci si disconnette.. li chiude. Una volta configurato il gruppo di programmi da lanciare in automatico, NetRun se ne sta buonino nel SystemTray ad attendere una connessione (di qualsiasi tipo) e lancia le varie applicazioni con un ritardo configurabile (ma come valore di base distanzia i vari “lanci” di mezzo secondo). Una comodità in più per chi utilizza la rete con più programmi contemporaneamente, o per chi vuol trovarsi un gruppo di programmi “preferiti” disponibili in punta di clic attraverso l’iconcina di NetRun. Fortunatamente le opzioni permettono anche di non chiudere le applicazioni quando si chiude la connessione, il che risulterebbe particolarmente antipatico nel caso la linea cadesse accidentalmente… ehm…

a cura di Luca Schiavoni

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 12 2002
Link copiato negli appunti