Download/ Ma quale Dvd? Viva il VideoCD!

Basta un Cd da mezzo euro ed un masterizzatore comune per stipare più di un'ora di video, immagini e menu. Chi può darti di più? - Prima Parte


Roma – Il VideoCd è un formato standard sviluppato da Philips con scarso successo una decina di anni fa ed oggi soppiantato completamente dal Dvd per la visualizzazione di video su dischetti. Ma allora perché parlarne, e perché i più diffusi programmi di masterizzazione di Cd “domestici” (EasyCd, Nero, WinOnCd etc) consentono di creare Cd in questo formato? Forse perchè il VideoCd, di qualità audio e video superiore al Vhs (ma inferiore al SVhs, all’Hi8 e ovviamente al Dvd) ha il pregio di poter essere visto su qualsiasi Pc anche non recentissimo, e su qualsiasi lettore Dvd casalingo capace di leggere i Cd registrabili.. che possono essere registrati con minima spesa e attrezzatura.

Se il PC è dotato di lettore DVD si può leggere comodamente il VideoCd con lo stesso software che legge i Dvd (PowerDvd ad esempio) oltre che con il MediaPlayer di sistema.
I VideoCd sono anche “multipiattaforma” nel senso che anche un utente Apple può leggere, o creare, cd video leggibili e scambiabili con altri utenti di altri sistemi e viceversa, senza perdersi nel dedalo dei formati QuickTime, Avi, Divx…

Il visualizzatore QuickTime su MacOs visualizza i filmati presenti sul VideoCd, ed esistono comunque programmini freeware e shareware per visualizzare i dorati dischetti video economici.

VideoCd e non Dvd, dunque, anche perchè per creare un VideoCd è sufficiente un masterizzatore qualsiasi ed il programma di masterizzazione che solitamente viene fornito con l’hardware. Il supporto vergine costa solo poche manciate di eurocent e se il filmato di partenza non è di alta qualità (ad esempio una vecchia videoregistrazione) il formato VideoCd è sufficiente per conservarlo e renderlo accessibile anche con nuovi dispositivi (lettori Dvd e Pc).

Con una scheda di acquisizione da qualche decina d’euro, infatti, è possibile con poco impegno riversare vecchie videocassette preservandole dal tempo e mantenendone vivi i colori ed i suoni. Oppure è possibile creare dei VideoCd con raccolte di video ed immagini trovate in rete, e persino di filmati Flash per allietare amici e parenti.
Il VideoCD può anche contenere un “menu” di scelta, per accedere velocemente ad un particolare filmato contenuto nella raccolta.

Il VCD è uno standard, il che significa che per crearne uno bisogna rispettare delle specifiche per il formato del video (MPEG 352 pixel per 288, 25 fotogrammi al secondo) e per l’audio (16 bit, 44100Hz). Esistono numerosi programmini che consentono di convertire video, immagini e animazioni in video “formato Vcd” pronti per essere masterizzati, o che consentono di manipolare i video MPEG. Eccone alcuni.


VCDEasy (gratuito per Windows, 9025k)
VideoCd facile, ovvero VCDEasy.
Tanto facile non è visto che le opzioni ed i programmi compresi nella suite VCDEasy sono molti e non tutti immediati, ma con un po’ di pazienza il programma può diventare il cuore della creazione di dischi video di buona qualità e classe.

Il softwarone cura la creazione del disco dall’assemblaggio e dalla modifica dei file video, alla creazione di menu interattivi (sul sito sono presenti numerose guide all’uso di questi strumenti avanzati) e via via fino alla masterizzazione del VideoCd vero e proprio (grazie al software OpenSource integrato CdrDAO).
Il programma include anche degli strumenti per estrarre brani video da VideoCd esistenti (VCDxRip) o per la creazione di immagini Mpeg da usare come elementi per i menu interattivi.

VCDEasy è disponibile in moltissime lingue, italiano compreso, e può comunque essere usato in maniera molto semplice creando un VCD in poche mosse. E’ sufficiente selezionare nella finestra principale i vari filmati da inserire nella raccolta video, selezionare il masterizzatore da usare e premere il tasto “Salva”. Il softwarone provvederà a creare tutti i file necessari e a registrare su Cd il tutto. Ma molta più soddisfazione la dà curiosare tra le opzioni, creare menù personalizzati e tenere sotto controllo tutte le fasi della creazione.

TMPGEnc 2.510 (gratuito per Windows, 1484k)
Tsunami Mpeg Encoder è un programma gratuito che consente di convertire in MPEG dei video esistenti in altri formati.
TMPGEnc permette anche di tagliare pezzi di video, mascherare i lati del video se soffrono di “sfrangettature” (come accade talvolta con i nastri Vhs, quando presentano distorsioni o imprecisioni). Il tutto disponendo di molte opzioni, come quella per l’applicazioni di filtri che “ammorbidiscano” le immagini del filmato.

Tutte le operazioni si possono configurare seguendo una procedura guidata che termina con la creazione vera e propria del filmato finale, che può richiedere anche qualche ora per l’elaborazione. Il programma installa anche un convertitore in Mpeg2 (il formato usato per creare Dvd) in prova per 30 giorni.


QuickVCD (gratuito per Windows, 1758k)
Windows può visualizzare un VideoCd con il suo MediaPlayer integrato (è sufficiente andare a frugare nella cartellina “MPEGAV” del Cd che contiene i file video “.DAT”..) ma certo il sistema non è dei più semplici!

QuickVCD è un piccolo freeware che sfruttando il MediaPlayer (versione 6 o successiva) offre anche un menuino dal quale poter accedere con un clic ai vari “capitoli” del VideoCd.

Purtroppo se da un lato è possibile selezionare i capitoli dall’altro non si può visualizzare l’eventuale menu di selezione presente sul VCD, né interagire in alcun modo con esso.

Nella sostanza, dunque, il programma è una semplice interfaccia per accedere soltanto ai filmati presenti sul dischetto, e visualizzarli anche a tutto schermo.

Lalim VCD Player (gratuito per Windows, 73k)
Piccolo e gratuito visualizzatore di VideoCd, con una interfaccia che mostra il video in grande e una serie di bottoncioni numerati per selezionare le diverse scene o filmati presenti sul cd. Tre grossi potenziometri permettono di modificare il volume generale, e i toni alti e bassi.

Lalim VCD non richiede installazione, va semplicemente scaricato ed estratto dall’archivio Zip, ed è pronto per funzionare. Il programma può anche essere usato come lettore Cd anche se in questo caso l’interfaccia risulta assurdamente enorme e bruttina a confronto con altri “media player” generici.


ReSound (gratuito per Windows, 15554k)
Utility per rimpiazzare il sonoro presente su un filmato.. con un altro. E’ possibile con pochi clic ad esempio inserire un sottofondo musicale, o parlato, ad un filmato senza sonoro o con un sonoro poco interessante.

Resound legge molti formati di audio (mp3, Wav, avi, mov.. etc) e legge molti formati video (avi, mpg, mov, wmv e asf) ed esporta il risultato finale del suo lavoro in Avi, anche compresso.
Se la durata dell’audio o del video non coincidono è possibile “stiracchiare” sia l’uno che l’altro fino a raggiungere una identica lunghezza, altrimenti è possibile lasciare del nero in fondo al video, o del silenzio in coda all’audio.

Il programma è estremamente semplice e con pochissime funzioni, e sostituisce totalmente l’audio originale con il nuovo sonoro. Può dunque essere utile per vivacizzare alcuni filmati o per sonorizzare video “muti”.

JPGVideo 1.04.0.0 (gratuito per Windows, 420k)
JPGAvi (shareware 25$ per Windows, 974k)
JPGVideo consente di creare un file video da una serie di immagini in formato JPG a patto che abbiano tutte la stessa dimensione.
Ad esempio, da una serie di scatti effettuati con una webcam è possibile costruire con pochi click un filmato, semplicemente selezionando la cartellina che contiene tutte le immagini, scegliendo il numero di fotogrammi al secondo e inserendo il nome del video da creare.

JPGAvi è la versione evoluta di JPGVideo, che legge immagini in molti formati (Jpg, Bmp, Gif, Tif, Tga) e permette di configurare più liberamente i tempi di visualizzazione di una singola immagine all’interno del filmato. Consente, dunque, di creare uno slide show con tanto di sottofondo musicale in formato Wav.

Il programma permette anche di ruotare e modificare luminosità e contrasto di ogni singola immagine presente nello show. La versione viene distribuita in prova ed è limitata ad un uso di 30 giorni nei quali stampa la scritta “JPGAVi Shareware Version” in tutti i filmati che produce finchè non la si registra, pagando 25 dollari.


SLideShow Movie Maker (gratuito per Windows, 553k)
Joern Thiemann è un personaggio da conoscere ed il suo sito che lo mostra con tanto di spada laser sguainata nasconde un po’ troppo un vero e proprio gioiello…
SlideShow Movie Maker, chiamato SSMM all’interno del sito e rintanato in questa pagina , è un ottimo programma capace di realizzare filmati partendo da una serie di immagini di qualsiasi dimensione in formato Jpg o Bmp.

E’ disponibile una grandissima quantità di opzioni ed effetti di transizione, applicabili persino ai testi modificabili che è possibile inserire a corredo delle immagini.
L’interfaccia abbastanza semplice e spartana del programma consente di inserire un elenco di immagini e di selezionare, per ognuna di esse singolarmente o per tutto l’elenco contemporaneamente, il tempo di visualizzazione dell immagine, del testo, il tempo dell’effetto di transizione ed il tipo di transizione.

Il testo può apparire in varie posizioni, e con vari effetti, colori e dimensioni, ed è anche possibile inserire una musica di sottofondo che si ripete, o che sfuma dopo un determinato intervallo di tempo.

La musica e la sequenza di immagini possono anche essere sincronizzate manualmente con una semplice procedura guidata che permette di inserire con un clic la foto successiva mentre si ascolta il brano musicale scelto per il sottofondo. In questo modo la temporizzazione tra una immagine e l’altra viene registrata ed eseguita in sincrono con la musica durante la creazione del filmato.
SSMM salva in formato AVI con varie compressioni configurabili dall’utente sia per il formato video che per l’audio. E tutto questo in 500k di programma!

CombiMovie (gratuito per Windows, 370k)
Colla per filmati MPEG! Combimovie incolla più filmati insieme, nel caso si voglia raggruppare una sequenza di video o ricomporre una sequenza salvata in più file separati.

E’ possibile visionare una anteprima del risultato, e cambiare l’ordine dei filmati nella sequenza da incollare. Una volta deciso l’ordine, e il nome del filmato risultante la somma dei filmati inseriti in lista, CombiMovie fa tutto il resto (prendendosi ovviamente il suo tempo…).

a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    Il piatto in cui si mangia...
    www.sco.itAllora che tolgano tutti i riferimenti a Linux a la smettano di pubblicizzarlo e per giunta una loro versione...Se non e' questa una congiura non puo' essere che uno scherzo, oppure questa vicenda non puo' deporre a favore della loro intelligenza (per usare una frase diplomatica).Ci manca solo che IBM accusi LINUX di avere al suo interno dei codici di AIX...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il piatto in cui si mangia...
      - Scritto da: Alessandrox
      www.sco.it

      Allora che tolgano tutti i riferimenti a
      Linux a la smettano di pubblicizzarlo e per
      giunta una loro versione...Già.....Che buffoni....La cosa che mi da più fastidio è che quando falliranno (visto che nessuno li caga...), almeno per quanto riguarda la distribuzione Linux, usciranno fuori i soliti win-maniacs a gioire perche un'altra distro Linux è fallita...
  • Anonimo scrive:
    Ho visto la luce 2
    - Scritto da: Anonimo
    Emh...

    quale luce, dove?
    Sai così, giusto per chiarezza!La LUCE !!!!Ieri sera, in camera mia, a cavalcioni sopra di me !!!!Altro che luce: FUOCHI D'ARTIFICO E BOTTI !!!!E poi mi ha detto: SEI UN DEMONE DI SOLARIS !!!!
  • Anonimo scrive:
    Ma come è possibile ?
    Scusate ma nnn capisco: un sistema decisamente "vecchio" come Linux come può peroccupare SCO? Mica avranno paura che gli mangi fette di mercato? Ma se, a dir bene, non supera il 2% !!!Io non li capisco........
  • Anonimo scrive:
    Che amarezza...
    SCO vuole dei soldi perche' dice che in linux hanno usato roba loro....Ma SCO (che prima era Caldera) ha usato per un pezzo Linux.Bella gratitudine....
  • Anonimo scrive:
    bella lì
    alla faccia dell'open source
    • Anonimo scrive:
      Re: bella lì
      - Scritto da: Anonimo
      alla faccia dell'open sourceHanno fatto tanto puzzo per la pagliuzza *BSD (che è roba di tutti e di nessuno, come gli esempi d'implementazione che ci sono in tutti i testi standard di programmazione, altro che GPL) e, come al solito, non vedono la trave nel loro occhio... quando è nata SCO torvalds andava all'asilo, voglio proprio farmi due risate stavolta.
  • Anonimo scrive:
    Pessima scelta
    Se Sco Group si affida a Boies, Sco avrà ben poche possibilità di spuntarla, visto i risultati che Boies ha ottenuto con Napster e con il dipartimento di giustizia americano.
  • Anonimo scrive:
    Vorrei capire...
    "SCO, che rivendica i diritti su alcune delle porzioni più importanti dei codici UNIX acquisiti dai Bell Labs, vuole capire se chi utilizza un sistema operativo UNIX o Linux non debba chiedere un'apposita licenza all'azienda."Non sono ne' un avvocato ne' un programmatore, ma uso solo Linux da end user. Da quel che mi sembra di capire, però, se l'articolo è preciso e le cose stanno nei termini posti nella citazione, allora cosa vogliono questi?SCO potrà vantare tutti i diritti su UNIX (tm), ma Linux non è UNIX. Linux è GNU, e "GNU is Not UNIX". Linux è stato riscritto da zero. Codice fresco e diverso. Se le tengano ben care le loro porzioni di codice, Linux non le usa.Se invece si vuole dire che Linux "copia" perché è un sistema della famiglia degli Unices (plurale di Unix, inteso genericamente come categoria di sistemi operativi != dallo UNIX della Bell), e rassomiglia al loro UNIX(tm), di nuovo cosa vogliono. Mo', siccome esiste M$ Office, ad esempio, è proibito scrivere wordprocessors? E che dire di tutti gli atri Unices (Solaris, Aix, Free/Open/Net/BSD...) Quelli non violano perché rassomigliano?pi_n@
  • Anonimo scrive:
    giu' la cresta!
    si, certo sco, avrai anche un ottimo avvocato, ma dovrai vedertela con le decine di avvocati della ibm, della sun, di hp.
  • Anonimo scrive:
    Potrebbe essere uno stimolo !
    Se riuscissero a provare che Linux viola alcuni brevetti (a parte il fatto che basterebbe rilasciare *solo* i sorgenti per risolvere il problema) potrebbe finalmente essere l'occasione per accantonarlo (insieme a Win).A nostro modesto parere ci sono tecnologie più d'avanguardia...

    Forward AgencyCrediamo (sempre) nel progresso.contatti: fwdprojects@email.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Potrebbe essere uno stimolo !
      - Scritto da: Anonimo
      Se riuscissero a provare che Linux viola
      alcuni brevetti (a parte il fatto che
      basterebbe rilasciare *solo* i sorgenti per
      risolvere il problema) potrebbe finalmenteChe stronzata !!!!
      essere l'occasione per accantonarlo (insieme
      a Win).
      A nostro modesto parere ci sono tecnologie
      più d'avanguardia...Ad esempio ?


      Forward Agency
      Crediamo (sempre) nel progresso.Tu e chi ?
      • JosaFat scrive:
        Re: Potrebbe essere uno stimolo !
        Cavoli, il post di questa "agenzia di inoltro" mi pare la Trollata dell'Anno 2003! E' un concentrato di ignoranza e boria in un numero veramente esiguo di parole!Complimentoni
    • KerNivore scrive:
      Re: Potrebbe essere uno stimolo !
      - Scritto da: Anonimo
      Se riuscissero a provare che Linux viola
      alcuni brevetti (a parte il fatto che
      basterebbe rilasciare *solo* i sorgenti per
      risolvere il problema) potrebbe finalmente
      essere l'occasione per accantonarlo (insieme
      a Win).
      A nostro modesto parere ci sono tecnologie
      più d'avanguardia...



      Forward Agency
      Crediamo (sempre) nel progresso.Lo stimolo che mi viene dalle azioni di SCO e quello che mi viene da questo post e' identico...Ed e' lo stimolo di andare al cesso....
  • Vaira scrive:
    Boises

    Dalla sua ci sarà però Boies, che in questi anni, dopo aver
    difeso Napster, ha assistito il dipartimento della Giustizia
    nella causa antitrust contro Microsoft.E sarebbe uno dei più grandi avvocati d'america?Ma una buona l'ha combinata?Non mi sembra he il dipartimento di giustizia e Napster se la siano cavata tanto bene contro M$
    • Anonimo scrive:
      Re: Boises
      - Scritto da: Vaira

      E sarebbe uno dei più grandi avvocati
      d'america?
      Ma una buona l'ha combinata?
      Non mi sembra he il dipartimento di
      giustizia e Napster se la siano cavata tanto
      bene contro M$Forse è bravissimo, solo che magari porta una sfiga della madonna...
      :-]Tit.
    • Anonimo scrive:
      Re: Boises
      Il tipo NON è sicuramente una volpe, e non dovrebbe riuscire a far danni a linux, ma comunque ricordati che M$ ha finanziato con una paccata di milioni di dollari la corsa presidenziale dell' attuale presidente guerrafondaio americano ......MAI DIMENTICARE il potere del $ ( e della grana in genere ...).Ne abbiamo begli esempi anche in Italia .....PUAH !!Ribelle
  • Anonimo scrive:
    Passa IBM e....
    Quando passa IBM, copyright o non copyright, passa sopra SCO come un rullo compressore e nessuno si ricorderà più nulla :)Se è vero che in America vige la legge del più forte applicata alle multinazionali, succederà questo.
  • Anonimo scrive:
    Ha difeso napster?
    Allora non c'è alcun pericolo ;-)))))
  • Anonimo scrive:
    Le credenziali dell'avvocato [di Takx]

    Dalla sua ci sarà però Boies, che in questi anni, dopo aver
    difeso Napster, ha assistito il dipartimento della Giustizia
    nella causa antitrust contro Microsoft.Beh, se è per questo...A quanto ricordo Napster gettò la spugna, e Microsoft ha praticamente vinto la causa...Non mi sembrano ottime credenziali ;-) Takx
  • enzogupi scrive:
    State tranquilli: non troveranno nulla!
    Chi ha pacchettizzato le varie distribuzioni(soprattutto Debian, che ha evidenziato fortementela differenza tra pacchetti free e non-free)ha posto molta attenzione a non includere codiceche non fosse GPL.Quindi state tranquilli, non c'è problema.GNU's Not Unix.SCO farà solo una figuraccia (poveretti).
    • Anonimo scrive:
      Re: State tranquilli: non troveranno nul
      - Scritto da: enzogupi
      Chi ha pacchettizzato le varie distribuzioni
      (soprattutto Debian, che ha evidenziato
      fortemente
      la differenza tra pacchetti free e non-free)
      ha posto molta attenzione a non includere
      codice
      che non fosse GPL.
      Quindi state tranquilli, non c'è problema.
      GNU's Not Unix.

      SCO farà solo una figuraccia (poveretti).
      Ma non dovevano essere falliti già da parecchi anni? Certo è dura per chi negli anni 80 faceva pagare decine di milioni una tecnologia che adesso è completamente gratuita...
      • Anonimo scrive:
        Re: State tranquilli: non troveranno nul
        Intendi dire che è una tecnologia vecchia di 20 anni?....
        • Anonimo scrive:
          Re: State tranquilli: non troveranno nul
          - Scritto da: Anonimo
          Intendi dire che è una tecnologia vecchia di
          20 anni?....beh, a quanto ne so, l'architettura di unix è stata progettata negli anni settanta... il fatto che venga utilizzata ancora oggi con successo dimostra che le menti che l'hanno concepita erano abbastanza ispirate:)
          • pikappa scrive:
            Re: State tranquilli: non troveranno nul
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Intendi dire che è una tecnologia vecchia
            di

            20 anni?....

            beh, a quanto ne so, l'architettura di unix
            è stata progettata negli anni settanta... il
            fatto che venga utilizzata ancora oggi con
            successo dimostra che le menti che l'hanno
            concepita erano abbastanza ispirate:)Beh se non sbaglio nello stesso periodo hanno inventato l'LSD :-PPP
        • Vaira scrive:
          Re: State tranquilli: non troveranno nul
          La statua della pietà di Michelangelo è vecchia di secoli se è per quello ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: State tranquilli: non troveranno nul
          - Scritto da: Anonimo
          Intendi dire che è una tecnologia vecchia di
          20 anni?....Sara' anche vecchia di 20 anni, ma ti ricordo che fino alla meta' degli anni 90 il 90% della gente lavorava con sistemi operativi che facevano ridere al confronto dei vari unix (vedi windows 3.1 e vari che non potevano nemmeno prelazionare i processi)
        • Anonimo scrive:
          Re: State tranquilli: non troveranno nul
          - Scritto da: Anonimo
          Intendi dire che è una tecnologia vecchia di
          20 anni?....No, che è una tecnologia con 20 anni di esperienza.......Al contrario di tante altre che ne hanno ben di meno.Ribelle
    • Anonimo scrive:
      Re: State tranquilli: non troveranno nul
      - Scritto da: enzogupi
      Chi ha pacchettizzato le varie distribuzioni
      (soprattutto Debian, che ha evidenziato
      fortemente
      la differenza tra pacchetti free e non-free)
      ha posto molta attenzione a non includere
      codice
      che non fosse GPL.Allora perche non toglie l'XFree che e' sottolicenza BSD/MIT?E poi la licenza non ha nulla a che vederecon i brevetti...Anche lame encoder e' GPL, ma l'MP3 e' coperto daibrevetti di Thomson Multimedia (o chicchessia).
  • Anonimo scrive:
    Brevetti??
    Intanto in Italia non valgono, cmq di solito tutto quello che viene distribuito come GPL è nato sotto la stessa licenza: miei cari signori della Caldera, ricordate che GNU's not UNIX e che questo affossa il mercato e prima o poi ne subirete le conseguenze anche voi. Poi io pasteggerò con i vostri resti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetti??
      - Scritto da: Anonimo
      Intanto in Italia non valgono, cmq di solito
      tutto quello che viene distribuito come GPL
      è nato sotto la stessa licenza: miei cari
      signori della Caldera, ricordate che GNU's
      not UNIX e che questo affossa il mercato e
      prima o poi ne subirete le conseguenze anche
      voi. Poi io pasteggerò con i vostri resti. I brevetti se ci sono valgono (guarda lo stesso punto 7 dellalicenza GPL2); il fatto che poi quelli sul software non valgano in alcuni paesi (fra i quali non ci sono gli USA) e' diminore importanza. Anche i brevetti sulla crittografia a 128bit non valevano in molti paesi, ma nessuno includeva l'RSA nelle distribuzioni fintanto che non sono scaduti i suoi brevetti si questae fin quando il governo USA non ha dato l'OK sull'esportazione di crittografia...SCO sta cercando di tirar su qualche soldo visto che non ci e' riuscita ne' con la distribuzione Linux Caldera (che oggettivamente fa cagare) ne' con lo stesso SCO Unix...per quanto neso gli sviluppatori del kernel Linux sono sempre molto attenti aibrevetti, e anche dovesse venire fuori qualcosa di brevettato,sarebbe rimosso o bypassato nel giro di 24 ore, come succedecon il GIF...
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetti??
      L'ufficio brevetti europeo l'anno scorso, in barba alle leggi che lo riguardano, ha approvato i brevetti anche qui (così come ha approvato brevetti sulla vita umana anche se vietati, ecc. ecc. - basta pagare e ottieni tutto). Gli affari si fanno con la forza, non con la capacità imprenditoriale e l'innovazione. Più che costruttori di tecnologia oggi le grandi aziende informatiche sono diventate venditori di fumo (cioè di diritti su brevetti spesso demenziali o ovvi). Perché prima ho detto "con la forza" ? Ma è ovvio: se vìoli una loro proprietà intellettuale arriva la polizia e porta via tutto. Altro che concorrenza leale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Brevetti??
      - Scritto da: Anonimo
      Intanto in Italia non valgono, ...falso: esistono convenzioni internazionali
      [...] ricordate che GNU's not UNIX [...]questo è un motto, e Linux non è GNU: Linux usa pezzi di GNU e ha fatto pure incazzare molto quelli du GNU che hanno fatto un loro Unix ci hanno messo dieci anni e poco prima di averlo finito sono stati fregati in corsa da Linux che era un Kernel + un sacco di roba "rubata" a GNU che però dava il diritto di farlo.Inolter che c'entra: ci sono infiniti pezzi delle varie versioni di Unix sottoposti a Copyright e se è vero che GNU e/o Linux includono parte di questi è evidente che devono rispettare lo stesso, a prescindere dalla filosofia di open source.Io mi auguro che questo no sia vero, purtroppo temo lo sia dato che GNU e Linux hanno eridatato molto da Berkley e quello non era software per nulla libero.Questo lo so peché ho lavorato in un posto dove avevano una licenza con diritto di commercializzazione di prodotti basati su quel codice e ti assicuro che quella licenza aveva un valore commerciale pauroso.
      • TeX scrive:
        Re: Brevetti??
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Intanto in Italia non valgono, ...

        falso: esistono convenzioni internazionaliE quì abbiamo stabilito che la giurisprudenza non è il tuo mestiere....O pretendi che le leggi dei diversi Stati siano tutte uguali ?Per quanto riguarda il brevetto degli algoritmi (ammesso che sia applicabile in questo caso, cosa che dubito alquanto), e, ad esempio, la diffusione del software di cifratura, le legislazioni USA ed europee sono ben diverse.

        [...] ricordate che GNU's not UNIX [...]

        questo è un motto, e Linux non è GNU: Linux
        usa pezzi di GNU e ha fatto pure incazzare
        molto quelli du GNU che hanno fatto un loro
        Unix ci hanno messo dieci anni e poco prima
        di averlo finito sono stati fregati in corsa
        da Linux che era un Kernel + un sacco di
        roba "rubata" a GNU che però dava il diritto
        di farlo.E adesso abbiamo stabilito che neppure l'informatica è il tuo mestiere...Linux non ha preso un bel nulla da GNU. Linux è solo il kernel. GNU non ha ancora finito di sviluppare un kernel stabile e quindi è venuto naturale accorpare il kernel Linux agli strumenti GNU per creare il sistema operativo GNU/Linux, che comunemente viene chiamato Linux facendo confusione con il kernel.Gli strumenti GNU di Linux (inteso come s.o.) non sono stati rubati, visto che continuano ad essere sviluppati da GNU. E anche se fossero stati presi e modificati non sarebbero comunque stati rubati, visto che sono rilasciati con licenza GPL.Comunque immagino che tu abbia un link che provi l'incazzatura di quelli di GNU.... aspettiamo tutti con ansia...
        Inolter che c'entra: ci sono infiniti pezzi
        delle varie versioni di Unix sottoposti a
        Copyright e se è vero che GNU e/o Linux
        includono parte di questi è evidente che
        devono rispettare lo stesso, a prescindere
        dalla filosofia di open source.Chi avrebbe mai detto che GNU e/o Linux includono pezzi di di codice qualche Unix proprietario ? Link please....
      • Anonimo scrive:
        Re: Brevetti??
        - Scritto da: Anonimo[CUT]
        Io mi auguro che questo no sia vero,
        purtroppo temo lo sia dato che GNU e Linux
        hanno eridatato molto da Berkley e quello
        non era software per nulla libero.[CUT]Linux da Berkley non ha ereditato praticamente un ca220 (se per Linux intendi il kernel)... hanno sempore preferito riscrivere tutto da 0
  • Anonimo scrive:
    linux fuorilegge altro che su ogni pc
    bye bye linari prima poi il vostro scatolozzo linaro finira dove merita nella fogna
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni p
      - Scritto da: Anonimo
      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognaVa bene.Tu invece torna a piratarti office e i giochini...
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni p
      Beh, se finisce nella fogna non dovrai spostarti da casa tua per poterlo utilizzare...
    • Akiro scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni pc

      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognaDa quanto usi un personal computer?
    • Parliamone scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni pc
      - Scritto da: Anonimo
      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognaNon ti capisco. Veramente.
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni pc
      Messaggio molto utile, grazie.Ogni tanto serve a ricordare al mondo che esistono sempre e sempre esisteranno gli analfabeti, decerebr*ti, cogl**ni, imbe**lli come te.Hai visto mai, ci dovessimo illudere sul livello intellettuale dei nostri interlocutori.
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge? Dov'è la SENTENZA
      ballista
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge? dov'è la SENTENZA?
      - Scritto da: Anonimo
      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognadov'è la sentenza CHE LO ATTESTA, signor ballista ?
    • kermit scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni pc
      - Scritto da: Anonimo
      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognaLE VIRGOLE, PER LA MADONNA!!!! LE VIRGOLEEEEE!!!!!!!!C'è qualcuno su questo forum per cui la punteggiatura è una lontana chimera!.oO Kermit, la rana delle fogne Oo.
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge[perchè tanto odio?]
      - Scritto da: Anonimo
      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognaUn palese tentativo di flame, mi chiedo comunqueil perchè di tanto odio..(p.s. usa anche le virgole, è il tastino in basso vicino alla "M", grazie)
    • DPY scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni p
      - Scritto da: Anonimo
      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognaSarebbe (forse) possibile, se fossimo negli U.S.A., ove tutto questo sta accadendo, e ove ,vista l'intelligenza da te dimostrata, ti auguro di andare e non tornare più. Qui in Europa non è possibile brevettare il software, e quindi vedo qualche 'leggerissima' difficoltà in più. So già che qualcuno salterà su dicendo che prima o poi si potrà fare anche qui, ma per cose come queste avremmo esempi di 'prior art' quanti se ne vogliono.
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni p
      sei un babbo
    • Anonimo scrive:
      Re: linux fuorilegge altro che su ogni p

      bye bye linari prima poi il vostro
      scatolozzo linaro finira dove merita nella
      fognaprovocatore, intanto te paga per il tuo "finestre" del menga...
  • Anonimo scrive:
    Gli Americani
    Possibile che non si fermino proprio di fronte a nulla per fare i soldi ?Beh, certo se hanno spianato l' afghanistan, figuriamoci se hanno remore per linux....
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli Americani
      - Scritto da: Anonimo
      Possibile che non si fermino proprio di
      fronte a nulla per fare i soldi ?
      Beh, certo se hanno spianato l' afghanistan,
      figuriamoci se hanno remore per linux....Se non ti sta bene così allora vattene a vivere in Russia
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli Americani
        Gli americani non sono diversi resto dell'umanità. L'unica differenza è che gran parte delle multinazionali ha sede là, ma le nostre non sono certo meglio. E se esiste questo stato di cose è perché c'è il contributo di tutti. Quanti di voi hanno firmato la petizione contro i brevetti sul software ?E non dite stronzate per favore, che (@%%0 c'entra la Russia ? Anche quella è abitata da homo sapiens.
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli Americani
        - Scritto da: Anonimo
        Se non ti sta bene così allora vattene a
        vivere in RussiaQuesto commento rientra nella categoria: potresti stare peggio, accontentati.Bel modo di fare, complimenti. Uno non ha piu` il diritto di criticare quello che non va bene nel suo paese perche' c'e` dove si vive peggio? Ma per favore...E comunque non siamo in america.
  • Anonimo scrive:
    Ho visto la luce
    Io l'ho vista ieri sera. A voi è mai capitato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho visto la luce
      Emh...quale luce, dove?Sai così, giusto per chiarezza!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho visto la luce
        - Scritto da: Anonimo
        Emh...

        quale luce, dove?
        Sai così, giusto per chiarezza!La LUCE !!!!Ieri sera, in camera mia, a cavalcioni sopra di me !!!!Altro che luce: FUOCHI D'ARTIFICO E BOTTI !!!!E poi mi ha detto: SEI UN DEMONE DI SOLARIS !!!!
  • Anonimo scrive:
    una garanzia!!

    Dalla sua ci sarà però Boies, che in questi anni, dopo aver
    difeso Napster, ha assistito il dipartimento della Giustizia
    nella causa antitrust contro Microsoft.Due processi meravigliosi!! HAuhuahuasperiamo che anche questo finisca nella stessa maniera :DDDDDD
  • Anonimo scrive:
    No Problem
    Dalla sua ci sarà però Boies, che in questi anni, dopo aver difeso Napster, ha assistito il dipartimento della Giustizia nella causa antitrust contro Microsoft. Nessun problema allora =)
    • Simplex scrive:
      Re: No Problem
      - Scritto da: Anonimo
      Dalla sua ci sarà però Boies, che in questi
      anni, dopo aver difeso Napster, ha assistito
      il dipartimento della Giustizia nella causa
      antitrust contro Microsoft.

      Nessun problema allora =)Hahahahaha... mi hai battuto sul tempo, mi associo, dunque,e da bravo mi metto in coda al tuo post ... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: No Problem
      Sono le 2 di notte quasi ma ho riso 5 minuti buoni per il tuo post :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: No Problem
      Occhi a croce la Microsoft ha vinto in USA per i soldi versati al GC Bush, che ora sta restituendo man mano i favori alle grandi industrie (alla faccia del libero mercato e della concorrenza...)Non so quale ruolo abbia avuto 'sto avvocato: Bush ha tolto i fondi per la causa civile, quindi c'è voluto abbastanza poco per vincere.Slainte74
Chiudi i commenti