Download/ O come OpenOffice

Suite completa, multipiattaforma e gratuita, con tutto quel che occorre per la vita d'ufficio, tranne il caffè e le relazioni extraconiugali


NB: il Forum di OpenOffice è nella scheda di PI Download, clicca qui

Open source, ovvero a codice aperto. OpenOffice.org, per gli amici OOo, è un progetto aperto che va avanti da molti anni (qui la storia, su Wikipedia) e che partì dalle “ceneri” di StarOffice, una suite per ufficio tedesca e proprietaria che fu acquisita dalla Sun Microsystem. Già nel 2000 il codice sorgente venne aperto e nacque la comunità OpenOffice.org, che si occupa dello sviluppo dei vari programmi che compongono la suite, la correzione di eventuali bug e l’implementazione di nuove caratteristiche, con il supporto di tantissimi sviluppatori e traduttori indipendenti nonché l’aiuto di aziende come Novell, Red Hat, Debian, Intel e tantissime altre.

Il risultato è un gruppo di programmi gratuito e a codice aperto, disponibile in 36 lingue e multipiattaforma per i sistemi più diffusi (Windows, Linux, OsX, Solaris, etc) ed oggi con pieno supporto oltre al PDF anche ai formati ” OpenDocument ” che vengono sempre più spesso preferiti ai formati proprietari da enti governativi e istituzioni pubbliche di mezzo mondo.

Le differenze tra un formato proprietario ed un altro “aperto” sono numerose e tra queste, ad esempio, la possibilità per programmi di ogni genere di gestire documenti creati con formati aperti evitando le limitazioni dei formati proprietari. Ma, soprattutto, ai formati aperti viene attribuita la “longevità” di un documento: un documento creato con uno standard “aperto” è potenzialmente immortale.

Volendo sintetizzare ulteriormente: se per aprire un documento creato con formato proprietario ed un programma proprietario, tra 20 anni, sarà obbligatoriamente necessario il programma proprietario che l’ha generato (che lo apre e modifica in un modo e secondo un codice che conosce soltanto chi ha scritto quel programma, insomma!) un documento “open” creato con uno standard “aperto” invece sarà potenzialmente utilizzabile e modificabile da chiunque, visto che le specifiche di quel documento, ed il modo in cui è possibile aprirlo e modificarlo ed i codici necessari per farlo, sono già oggi disponibili a tutti.

È sufficiente provare ad aprire un “doc” creato con Office2003 col bloc notes di Windows per rendersi conto di quanto e come molto spesso senza accorgersene… leghiamo le sorti e la longevità di un documento alla presenza o meno di un determinato programma ed il suo relativo acquisto e possesso.

Tutto questo, evidentemente, pressuppone delle scelte sia per chi utilizza questi programmi sia per chi li produce: lo scontro tra formati proprietari e formati aperti va ormai radicalizzandosi e non è un caso che anche colossi del calibro di Microsoft, storicamente legati ai formati proprietari, abbiano dato segno di valutare con attenzione questo genere di alternativa.

NB: il Forum di OpenOffice è nella scheda di PI Download, clicca qui





NB: il Forum di OpenOffice2 è nella scheda di PI Download, clicca qui

OpenOffice.org quindi non è solo una suite per ufficio, è appunto una scelta.
La scelta, ad esempio, di cominciare a pensare che i propri documenti, tabelle, conti, presentazioni e lettere d’amore saranno sempre disponibili e consultabili, e che non saranno più legati ad una suite blindata e commerciale, che magari tra 10 anni non aprirà più quel tipo di documenti.

In pratica frasi come “Dannazione, dove ho messo il cd di Office21 per aprire sti documenti che Office 34 non mi apre più?” saranno un lontano ricordo per tutti gli utilizzatori di OOo.

In campo pubblico o istituzionale la questione è ancor più seria, perché si tratta ad esempio di operare la scelta “politica” di legare, o meno, la storia ed il passato di un archivio o di uno Stato ad una azienda (ed alla sua sorte!) piuttosto che affidarsi ad una comunità aperta ed in continuo sviluppo nonché a formati condivisi e sicuri, oggi perlopiù gestiti da software open source, il cui codice aperto è anche garanzia di trasparenza.

Quando si parla di scelta tra una suite come MS Office, caratterizzata da un altissimo numero di funzionalità e da una diffusione che la rende ancor oggi uno standard de facto , ed un prodotto come Open Office non si stanno solo mettendo sullo stesso piano due cose che sono in realtà molto diverse ma si rischia anche di cadere in una “guerra di religione” che non avvantaggia nessuno.

Non ha senso evidentemente confrontare un piatto di pasta offerto gratuitamente in una sagra (e sai quel che ci mettono dentro!) con una cena da 200 euro in un ristorante chic (e non sai quel che ci mettono dentro!). Entrambe riempiono lo stomaco (e a volte ci riesce meglio il piatto di pasta della sagra!) ma nascono e vengono distribuite secondo logiche differenti e destinate a pubblici differenti.

È la grande e definitiva scelta tra un sistema e dei formati aperti, ed un sistema e dei formati di cui conoscono i codici e le sorti solo i proprietari. È la scelta di creare documenti, d’ufficio e non, che siano o meno dipendenti e quindi legati al prodotto che li ha generati.

Ma anche la casalinga di Voghera, per scrivere le proprie ricette alle amiche o per tenere i conti di casa, può e deve scegliere tra una suite commerciale dal costo di qualche centinaio d’euro ed una suite gratuita come questa. Di OOo può godere anche una piccola azienda o il singolo professionista, oltre a tutti gli altri utenti comuni mortali che non vogliono o non possono spendere qualche centinaio d’euro, o che non vogliono ricorrere alle peraltro diffusissime versioni craccate, dunque illegali, delle suite commerciali.
NB: il Forum di OpenOffice2 è nella scheda di PI Download, clicca qui



NB: il Forum di OpenOffice è nella scheda di PI Download, clicca qui

OpenOffice è liberamente distribuibile ed utilizzabile in qualsiasi ambito, casalingo o professionale, commerciale, governativo o educativo: a scuola, in vacanza, in albergo, in un posto di accesso pubblico, in biblioteca, in sexy shop o in centrale nucleare etc etc e può essere installato su tutte le postazioni che si vuole: farne CD distribuirli ad amici e parenti non costituisce un reato ed è anzi consigliato e desiderato da chi produce e promuove questo software.

OpenOffice.org consiste in un corposo download di qualche decina di megabyte (un paio d’ore di download per chi non ha Adsl, e per il quale è consigliabile un download manager o la versione BitTorrent per un download “a rate”).

La nuova versione è più piacevole nell’aspetto di quella precedente ed offre un mucchio di novità (vedi qui ), dispone di una interfaccia amichevole e intuitiva che rende disponibili anche procedure guidate per la creazione di documenti o di progetti, da quelli più semplici e comuni a quelli più complessi.

Oltre al citato formato “OpenDocument”, OOo esporta i documenti anche in formato PDF, ed è aumentata la compatibilità con i materiali prodotti con MS Office. Una ompatibilità che in realtà è in qualche modo già a doppio senso se si considera che OpenOffice2 può salvare documenti anche nei formati digeriti da Office (Word, Excel, Rtf etc) sebbene, e il programma avvisa l’utente, in fase di conversione a questi formati qualche regola di formattazione potrebbe andar perduta.

L’installazione richiede pochissimi minuti e propone la scelta dei vari componenti della Suite. La versione completa per Windows occupa circa 200 Mega di hard disk e crea un gruppo di programmi con tutti i collegamenti agli strumenti di OOo.

I cinque elementi principali della suite (Writer, Calc, Impress, Draw e Base) sono accessibili anche tramite il bottoncino “QuickStart” che si può piazzare vicino all’orologio di sistema e che consente di lanciare le singole applicazioni con un clic. Oltre a questi esiste anche il componente MATH che permette di creare equazioni e formule matematiche da utilizzare all’interno di presentazioni, fogli elettronici e documenti di testo.

NB: il Forum di OpenOffice è nella scheda di PI Download, clicca qui



NB: il Forum di OpenOffice è nella scheda di PI Download, clicca qui

Open Office è composto da vari programmi, eccoli nel dettaglio:

BASE : il nuovo programma della famiglia dedicato alla gestione ed interazione con database Adabas D, Ado, Acess, MySQL e compatibile con lo standard ODBC e JDBC. Ma Base è dedicato anche a chi vuole creare da zero un archivio di qualsiasi tipo, sfruttando il “motore” HSQL che ora ruggisce all’interno della suite OpenOffice2, con procedure guidate, rapporti e tabelle.

DRAW : semplice ma completo programma grafico vettoriale, con molti strumenti per creare diagrammi di flusso e “illustrazioni” aziendali.

IMPRESS : presentazioni multimediali con animazioni ed effetti, dissolvenze

ed i due cavalli di battaglia recensiti in due schede a parte, nelle ultime pagine di questo articolo:

WRITER : il Word Processor, la VideoScrittura targata OpenOffice

CALC : il foglio di calcolo completo e flessibile, lo spreadsheet per tutti i gusti, il foglio elettronico di OpenOffice!

Per alcune funzioni OOo richiede la presenza di Java . Il progetto PLIO , che si occupa della traduzione dei dizionari e del programma, ha sempre bisogno di collaboratori e volontari. Beati gli uomini di buona volontà, perché grazie a loro è il futuro dei progetti “open”.

NB: il Forum di OpenOffice2 è nella scheda di PI Download, clicca qui



a cura di Luca Schiavoni e Giulio Fornasar per PI Download

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • silvia scrive:
    errore ortografico nel mess precedente
    scusate l'errore ortografico
  • Anonimo scrive:
    FACILE ADSL CHEAPNET 640/256 ATTENTI!!!
    Buonasera,Desidero rendere pubblico quanto avviene in Italia con un gestore adsl (forse più d'uno...ma io intanto inizio con questo).Ebbene ho stipulato un contratto adsl 640/256, ho fatto innumerevoli verifiche ed ho constato che la velocità media è estremamente inferiore ad una connessione di tipo analogico a 56Kb/s.State attenti alla c.d. banda garantita, non garantiscono una bella maxxa...in casi di estremo traffico cheapnet dovrebbe garantirmi 10Kb/s, purtroppo facendo una media siamo ben al di sotto dei 3Kb/s...il Sig.Tecnico coccodrillo dice che è un problema della TELECOM...e si lava le manine con i miei soldini.LA CATENA DI S'ANTONIO ERA IDEATA DAI POVERI(idea) ORA LA SFRUTTANO LE AZIENDE DI TELECOMUNICAZIONI...DENUNZIATELI COME FACCIO IO, CHE VADANO A ZAPPARE SE NON HANNO IDEA DI TLC...NELLE ALTRE NAZIONI L'ADSL COSTA MENO DELLA META' CONFRONTATO CON I NOSTRI STANDARD QUALITATIVI.HO LE FOTO DI QUANTO DICHIARO LE METTERO' PRESTO IN UN BLOG E MI RIFACCIO SENTIRE:)
    • silvia scrive:
      Re: FACILE ADSL CHEAPNET 640/256 ATTENTI!!!
      ciao anch'io ho avuto un cattivo rapporto con cheapnet,oltre a non essre competitivi,non sono per niente professionali.Ho avuto un disguido con la scadenza di dicembre,e lo pagata il 07 genaio 2008,nel frattempo loro mi hanno disattivato la linea,e pretendono anche un costo per l'attivazione.Ho mandato loro disdetta con raccomandata ,e ho preteso l'attivazione della linea fino alla scadenza del contratto e il distacco solo dopo la scadenza dei 30 giorni di preavviso.Invito tutti coloro che mi leggono a diffidare dal fare contratti con codesta ditta perchè vi riserva sorprese
  • supergap scrive:
    Re: ADSL italiana sotto processo
    OGGETTO: che fine ha fatto la mia ADSL? Io sottoscritto, D'ANDREA ALFREDO, residente in Caserta, Via Tommaso Campanella 15, località San Clemente con utenza telefonica 0823 / 341160 formulo questa perplessità, ai sigg. della Wind Infostrada e della Telecom Italia.I fatti: premesso che il mio numero è stato coperto da abbonamento ADSL già dal lontano 2002 con ALICE FLAT e fino a maggio 2005, a quella data sono stato contatto dalla Wind Infostrada che mi offriva il contratto Tutto Incluso linea voce + Adsl, senza pagare il canone Telecom, un'unica bolletta e per sempre. Ho sottoscritto questo abbonamento e fino al 24/02/2006 non ho avuto problemi di navigazione, non andavo a 4 Mega come pubblicizzato, ma mi accontentavo dei 640 kbps..Dopo questa data sono iniziati i problemi di qualità della linea e di internet, in pratica la navigazione non raggiungeva neppure i 56 kbps di una tradizionale linea analogica.Dopo 36 giorni di contatti giornalieri, con invio di Email, fax e telefonate al 155, dove mi consigliavano sempre la stessa cosa, provi a fare il test sul 155.it, provi a , faccia questo.., ma niente da fare.Intanto il 30 marzo c.a. dopo aver verificato la copertura del mio numero di telefono sul sito della Telecom, ho deciso di contattare il 187 chiedendo di ritornare con loro, sia voce che Adsl, mantenendo lo stesso numero di telefono.Risposta: non ci sono problemi, solo bisogna aspettare una ventina di giorni perché loperatore Wind ci liberi completamente la linea. Intanto dietro loro istruzioni lo stesso giorno cioè il 30 ho inviato raccomandata A.R. per la disdetta ed il giorno successivo, cioè il 31 marzo, via fax, ho richiesto il servizio alla Telecom Italia. Il giorno 21 aprile riesco ad avere la linea voce ma non quella ADSL.Risposta delloperatore Telecom il suo numero non è coperto da ADSL, una volta non si parlava della zona, se era coperta o meno ? No è il suo numero. Difatti sistematicamente le mie richieste vengo prima inserite e poi cancellate dalla rete. Non sanno darmi una risposta. Capita.Il bello è che oggi al mio numero di telefono non sono abilitati nemmeno tutti gli altri operatori vedi Infostrada, Tele2, Tiscali, Fastweb, mentre prima tutto era possibile con tutti.A questo punto mi domando la mia linea telefonica dove è stata dirottata? e da quale operatore?Ricordo che la disdetta alla Wind Infostrada è stata fatto dopo la verifica positiva con Telecom Italia. Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Apriamo un sito "guida all'ADSL"
    Apriamo un sito "guida all'ADSL" e raccogliamo i voti della gente sulle varie caratteristiche del provider. Una cosa tipo i voti di IMDB per i film. Alla voce "tempi di attivazione", voti da 0 a 9, lo stesso per i tempi di disdetta. Vedremo se questo non renderà immediatamente evidente a tutti i ritardi dei vari isp. Ragazzi, li possiamo fregare con l'informazione, come dice Beppe Grillo! Se loro sanno che l'utente non saprà mai che loro sono lenti, non gliene fregherà mai nulla di migliorare il servizio!
  • Anonimo scrive:
    ADSL sotto processo? Meglio la "MAMMA"
    ...solo un url http://www.delink.it ed una sola parola a squarciagola: VERGOGNA !!! :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Assistenza LIBERO
    Una sola risposta dopo 2 giorni ed una telefonata di 27 minuti di attesa si è conclusa con l'operatrice molto maleducata che ha buttato giu il telefono.Una settimana per riuscire a dire a qualcuno dell'assenza di portante... nonostante avessi registrato la cosa sul sito dell'assistenza e mandato TRE fax minatori, il guasto pero' non risultava aperto!Adesso aspetto e uso connessioni di amici per leggere la posta e continuo a pagare 29 Euro al mese.P.S. L'operatrice con cui ho parlato dopo una settimana era la stessa che mi aveva buttato giu il telefono ma non ho potuto dire nulla per non rischiare che lo rifacesse, quante probabilità ci sono di trovare la stessa persona?Evidentemente non hanno poi così tanto personale, ecco perchè è sempre occupato!P.P.S Provate a chiamare il servizio commerciale, guarda caso rispondono velocemente. Parafrasando un film verrebbe da dire: "Un'azienda tutta marketing e distintivo". Per favore meno Fiorello-Mike e piu' assistenza!
  • Anonimo scrive:
    Telecom = Agicom ???
    mah! mi sorge il dubbio che agicom abbia deigli interessi in Telecom, può essere?Tanto in italia tutto è possibile no?Al limite faranno una legge per cui telecom può fare quello che per gli altri è una violazione alle leggi.
  • Anonimo scrive:
    Telecom Non mi stacca l' ADSL da GIUGNO!
    Salve,Io ho fatto richiesta di distacco della mia adsl da giugno!!!Ho anche mandato la disdetta scaricata dal sito di Libero con la quale avrebbero avuto 30 giorni a norma di legge per cessarmi il servizio a favore della adsl offertami da WindInfostrada che avevo sottoscritto. Ma nulla di nulla sono più di 6 mesi che non ottengo risposta. Vorrei sapere se in Italia esiste ancora la legge o siamo come si evince nella Repubblica delle Banane dove tutto si può ed ognuno fà come vuole?!?Ho segnalato il caso alle "Iene" ed a "Mi Manda Rai Tre" ma senza successo. Telecom gode di agganci potenti all' interno del governo italiano, anzi di sicuro...L' unico atto che mi si prospetta è quello di non pagare più le bollette in maniera che vengano a staccarmi la linea ed io possa riattivarla con un altro operatore.
  • Anonimo scrive:
    Ecco perche'....
    Ecco perche' la telecom ha chiamato un mio amico (che non usa internet) e gli ha detto che gli davano l'adsl anche se non avrebbe sottoscritto all'abbonamento...tutto per continuare la corsa al monopolio........
  • Anonimo scrive:
    MA SI DESSERO DA FARE!!!!
    Guardiamo le cose obiettivamente.. qui da me non esiste nessun operatore che offra un'offerta in umbundling.. e abito a 10 km da Trento, capoluogo di regione!!Se i concorrenti si dessero una mossa con investimenti ed infrastrutture proprie, e dessero un servizio di maggiore qualità si vedrebbe subito quanto ci metterebbe mamma telecom a perdere significative quote di mercato..purtroppo non è così, gli operatori concorrenti non fanno altro che lamentarsi del fatto che non possono agevolmente RIVENDERE CIO' CHE TELECOM AFFITTA A LORO... che volete che ne venga fuori??E' logico, come in parte "giustificabile" che telecom tenda a disturbare queste procedure.. sinceramente... lo farei anch'io fossi nella stessa situazione dell'incumbent... e poi... siamo in Italia...
    • Anonimo scrive:
      Re: MA SI DESSERO DA FARE!!!!
      ma come vuoi che guadagnigno ? con i bruscolini ? intanto telecom fuori dalle suddette 00 e poi si vede i lresto, io voglio la fibra a casa non l'umbounding ...
    • Anonimo scrive:
      Re: MA SI DESSERO DA FARE!!!!
      nessun operatore alternativo ti portera' MAI doppino, fibra, wi-max a 10 km da Trento, perche' NON gli conviene, punto e basta! O rete telecom o niente (la rete telecom e' stata costruita con soldi pubblici, mica con quelli di Tronchetto Provera...)L'unica azienda che ha una rete che entra gia' in TUTTE le case e' la azienda elettrica locale,(di proprieta' di mamma provincia troppo autonoma di trento), che ovviamente non investira' un solo eurocent per portarti internet veloce in casa.
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SI DESSERO DA FARE!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        nessun operatore alternativo ti portera' MAI
        doppino, fibra, wi-max a 10 km da Trento, perche'
        NON gli conviene, punto e basta! O rete telecom o
        niente (la rete telecom e' stata costruita con
        soldi pubblici, mica con quelli di Tronchetto
        Provera...)

        L'unica azienda che ha una rete che entra gia' in
        TUTTE le case e' la azienda elettrica locale,(di
        proprieta' di mamma provincia troppo autonoma di
        trento), che ovviamente non investira' un solo
        eurocent per portarti internet veloce in casa.Qui forse ti sbagli... entro la prossima estate la mia zona sarà coperta dalla rete fastweb (il centro urbano di TN è già cablato..).. confermato dalla società stessa...
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SI DESSERO DA FARE!!!!
        - Scritto da: Anonimo
        nessun operatore alternativo ti portera' MAI
        doppino, fibra, wi-max a 10 km da Trento, perche'
        NON gli conviene, punto e basta! O rete telecom o
        niente (la rete telecom e' stata costruita con
        soldi pubblici, mica con quelli di Tronchetto
        Provera...)

        L'unica azienda che ha una rete che entra gia' in
        TUTTE le case e' la azienda elettrica locale,(di
        proprieta' di mamma provincia troppo autonoma di
        trento), che ovviamente non investira' un solo
        eurocent per portarti internet veloce in casa.Ti dà noia il fatto che sia "troppo" autonoma?!? nn ho capito il senso di questa precisazione...
  • Anonimo scrive:
    Chiudete l'AGCOM !
    AGCOM = 300 persone tra Napoli e Roma pagati con i soldi delle Ns. tasse che non sono capaci a far rispettare le regole ! Chiudiamo l'AGCOM e assegnamo il personale ai Tribunali che ne hanno bisogno e che svolgono le loro funzioni !
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiudete l'AGCOM !
      - Scritto da: Anonimo
      AGCOM = 300 persone tra Napoli e Roma pagati con
      i soldi delle Ns. tasse che non sono capaci a far
      rispettare le regole ! Chiudiamo l'AGCOM e
      assegnamo il personale ai Tribunali che ne hanno
      bisogno e che svolgono le loro funzioni !straquoto di brutto, non vorrei passare per razzista/classista ma certe cose statali/parastatali/parac... sono state, sono e saranno ahimè il marchio della Repubblica delle banane!Servono sulla carta, ma in realtà (forse neanche per colpa loro) non fanno esecutivo, che è l'unica cosa che porta al risultato.
  • Anonimo scrive:
    una soluzione?
    Visto che:La sostanza dei fatti è che Telecom Italia sta dimostrando, in questa fase, un nuovo atteggiamento di sfida: mal sopporta di essere regolamentata. Quindi cerca di sfuggirvi quanto più possibile. Arrivando persino alla disubbidienza esplicita a quanto ordinato dall'Agcom. "Del resto, che cosa rischia Telecom a disubbidire? Una multa? Sarà sempre inferiore a quanto Telecom riesce a ottenere, facendo piazza pulita degli utenti, grazie a un'offerta anticoncorrenziale", dice Andrea Valli, l'avvocato che rappresenta AIIP. Si smembra telecom.telecom voce e telecom dati.con l'bbligo di cambiare nome all'azieda dati. ad esempio ALICE s.p.a.
    • Anonimo scrive:
      Re: una soluzione?
      Io spero almeno che Tronketto e co falliscano tutti, e che il suddetto "signore" passi la vita a lavare i vetri ai semafori, così capirà anche cos' è il    LAVORO!!!     ;)   ;)     ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: una soluzione?
        Quoto. E lo dico ben sapendo quali conseguenze possa comportare il fallimento di telecom. Prima falliscono e meglio sara'.
  • Anonimo scrive:
    Concorso di colpa ?
    Prendiamo atto della PROTERVIA e OSTENTATA PREVARICAZIONE che c'è nell'atteggiamento di Telecozz nel NON volersi far regolamentare e nel voler mantenere la propria posizione dominante e anti-concorrenziale,ma chiediamocise oltre il 70% delle ADSL sono 'Alice' la colpa è solo di Telecozz, o forse è anche colpa del c.d. "itagliano medio", che NON incoraggia la concorrenza, NON prova i fornitori alternativi a Telecozz e quindi non dà loro una possibilità, assoggettandosi a farsi fare pelo e contropelo sempre dalla stessa antipaticissima sanguisuga ?E' anche colpa dell'utenza ignorante e superficiale se Telecozz ha quella quota di mercato !
    • Anonimo scrive:
      Re: Concorso di colpa ?
      ...
      se oltre il 70% delle ADSL sono 'Alice' la colpa
      è solo di Telecozz, o forse è anche colpa del
      c.d. "itagliano medio", che NON incoraggia la
      concorrenza, NON prova i fornitori alternativi a...Sai che c'e' molta gente che, come me, con la ADSL ci deve lavorare ??Con Telecom, circa ogni mese c'e' almeno un disservizio grave che mi lascia senza connettivita', a volte dura pochi minuti, a volte qualche ora, una volta ho avuto un disservizio di una intera settimana.Visto che quelli che tu chiami 'alternativi' sono solo dei rivenditori di Telecom, come puoi anche lontanamente sperare che offrano un servizio migliore quando il 'collo di bottiglia' e' sempre e solo Telecom Italia ?Farei anche io a meno di Alice, ma una offerta tecnicamente (non solo commercialmente!) migliore di Telecom, oggi, purtroppo, non esiste. Ci si tura il naso e si va avanti alla meno peggio.... e se il Pil cresce solo dello 0,3%, credo che dobbiamo farci i complimenti per non aver avuto una crescita negativa nonostante Telecom Italia.S.
      • manta scrive:
        Re: Concorso di colpa ?

        Farei anche io a meno di Alice, ma una offerta
        tecnicamente (non solo commercialmente!) migliore
        di Telecom, oggi, purtroppo, non esiste. pensavo di averle sentite tutte...no..questa mi è proprio nuova...
        • Anonimo scrive:
          Re: Concorso di colpa ?
          - Scritto da: manta

          Farei anche io a meno di Alice, ma una offerta

          tecnicamente (non solo commercialmente!)
          migliore

          di Telecom, oggi, purtroppo, non esiste.

          pensavo di averle sentite tutte...
          no..questa mi è proprio nuova...Infatti è proprio una cavolata dire che in pratica c'è solo Telecozz ! (sono quello che ha iniziato il 3d).Tanto per essere chiaro, io uso ADSL flat della Tiscali sin dal 2001-2002 quando era una 320/128 K e sono molto soddisfatto.Inoltre oggi mi costa meno questa ADSL, che nel frattempo è diventata una 6Mbit, di quanto costa una Alice a 2 Mbit ai miei amici che hanno scelto Telecozz dicendo 'tanto tutti i provider passano da Telecozz' ...... discorso vecchio e sterile, se permetti, come è evidente anche dal fatto che molti operatori sono decisamente svincolati da Telecozz grazie all'unbundling delle infrastrutture ADSL a livello di centrale.continuate a dare i vostri soli al tronchetto dell'infelicità, ma non lamentatevi se poi non avete da scegliere !
          • AlexanderT scrive:
            Re: Concorso di colpa ?
            - Scritto da: Anonimo

            Infatti è proprio una cavolata dire che in
            pratica c'è solo Telecozz ! (sono quello che ha
            iniziato il 3d).
            Tanto per essere chiaro, io uso ADSL flat della
            Tiscali sin dal 2001-2002 quando era una 320/128
            K e sono molto soddisfatto.
            Inoltre oggi mi costa meno questa ADSL, che nel
            frattempo è diventata una 6Mbit, di quanto costa
            una Alice a 2 Mbit ai miei amici che hanno scelto
            Telecozz dicendo 'tanto tutti i provider passano
            da Telecozz' ...

            ... discorso vecchio e sterile, se permetti, come
            è evidente anche dal fatto che molti operatori
            sono decisamente svincolati da Telecozz grazie
            all'unbundling delle infrastrutture ADSL a
            livello di centrale.

            continuate a dare i vostri soli al tronchetto
            dell'infelicità, ma non lamentatevi se poi non
            avete da scegliere !confermo, anche io utilizzo dal 2000 operatori diversi da Telecom, tipo it.net (leggi Wind) e ngi (altra societa di it.net), e con tutti e 2 ho sempre avuto linee Hdsl/Adsl molto + veloci delle corrispondenti Telecom, le dorsali sono loro e solo x l'ultimo miglio bisogna passare dalle centrali Telecom, e qui nasce il problema, nel senso che se ci sono problemi hardware devono intervenire i tecnici Telecom, con i tipici tempi che tutti conosciamo :) !.A parte questo 'piccolo' problema, sto' veramente bene, velocita' garantite elevate, discreta assistenza commerciale/tecnico (x quest'ultimo punto pesa il fatto che sono costretti a passare da Telecom x gli interventi nelle centrali e questo allunga i tempi), anche se costano di + non tornerei indietro, anche questo aiuta il mercato a crescere veramente, e poi non dimenticate che dall'anno prossimo arrivera' il Wi-Max :)ciao a tutti
  • bit01 scrive:
    Il paese dei diritti perduti
    In Italia, per ottenere qualcosa, bisogna anadare in tribunale e pagare di tasca propria per farsi semplicemente riconoscere i propri diritti, non c'è niente da fare.Per quanto gli operatori utilizzino in affitto linee pienamente gestite da Telecom, hanno ragione ad arrabbiarsi se un loro cliente decide di attivare un'ADSL e se ne trova già un'altra attivata senza sapere perchè (e non è che te la attivino gratis, ti costa 30 euri circa in bolletta e se non si sta attenti la si paga e buonanotte).Questo meccaniscmo di concorrenza di Telecom non è lecito! Non è leale! Ma allora domani mattina ai clienti della società in cui lavoro attiviamo, nella prossima fattura, un bel servizio non richiesto e intaschiamo i soldini senza uno straccio di firma di contratto!!Ma vi pare logico? E si deve andare in tribunale con tutti i rompimenti del caso per far smettere a Telecom di prendere in giro la gente? Telecom vuole farsi odiare dalle persone, questa è la verità! I suoi servizi non sono male ma se s'inguaia in questi trucchetti da poveracci si gioca la credibilità che ha agli occhi degli ultimi sostenitori rimasti. Ad oggi NON c'è alternativa alle loro linee! Inutile pensare di toglierla e dimenticarla per sempre! Forse in alune grandi città Fastweb l'ha battuta, ma è una goccia in un mare.Telecom dovrebbe solo trattare i suoi clienti con più rispetto. Dovrebbe finirla di fare la parte del grasso maiale avido di soldi e spillare quattrini dalle tasche degli Italiani.Ha le linee, i servizi, l'ADSL tuttora più affidabile e ben gestita, un parco clienti pressochè infinito...no, vuole di più, vuole fregare tutti, fregando al contempo se stessa e gli unici in grado di tenerla in piedi: noi.
  • JoJo79 scrive:
    Leggete le avventure di questa persona..
    Andate qua e leggete in che situazione si trova http://www.bloggers.it/tuttoincluso/impressionante. Anche io sono con Wind e mi sto' trovand da cani. Abbonato a Luglio al TuttoIncluso, a breve mando la disdetta per tornare a Telecom dal Luglio del 2006.
  • Funz scrive:
    Tre mesi per disattivarmi l'ADSL
    Tre mesi per disattivarmi l'ADSL dell'operatore precedente (tin.it), pur essendo il contratto disdetto, con grande incazzatura e decine di chiamate all'incolpevole Eutelia perche' non mi attivava la nuova ADSL... grazie Telecom, mi auguro che te la facciano pagare fino in fondo
    • Anonimo scrive:
      Re: Tre mesi per disattivarmi l'ADSL
      - Scritto da: Funz
      Tre mesi per disattivarmi l'ADSL dell'operatore
      precedente (tin.it), pur essendo il contratto
      disdetto, con grande incazzatura e decine di
      chiamate all'incolpevole Eutelia perche' non mi
      attivava la nuova ADSL...
      grazie Telecom, mi auguro che te la facciano
      pagare fino in fondoTi quoto perchè aspetto da più di due mesi... però la colpa é solitamente anche del vecchio operatore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tre mesi per disattivarmi l'ADSL
      - Scritto da: Funz
      Tre mesi per disattivarmi l'ADSL dell'operatore
      precedente (tin.it), pur essendo il contratto
      disdetto, con grande incazzatura e decine di
      chiamate all'incolpevole Eutelia perche' non mi
      attivava la nuova ADSL...
      grazie Telecom, mi auguro che te la facciano
      pagare fino in fondoGiusto per sapere, ma la luce della portante ti rimaneva accesa quindi ?Perche' pure io ho disdetto tin.it (2 adsl addirittura)e solamente dopo 4gg la portante non c'era piu'(luce lampeggiante) in tutte e 2 le adsl (ad indirizzi diversi), ora non so se le linee risultino effettivamente libere, ho cmq fatto gia' richiesta di 2 adsl nuove sulle medesime linee, vedremo come va a finire ;-)
  • Anonimo scrive:
    Tanto Tele2 ti fa pagare lo stesso
    Ho chiesto a suo tempo l'ADSL a Tele2. Questa, dopo avermi risposto che non poteva attivarmi l'ADSL a causa di Telecom che bloccava l'installazione sostenendo che avevo già l'ADSL attiva con un'altro misterioso operatore, ha cominciato a mandarmi le bollette bimestrali. Io ho sospeso i pagamenti e segnalato il disguido, ma ancora oggi, da luglio, Tele2 continua a mandarmi i solleciti di pagamento e le bollette. Notare anche che non sono più intestatario del numero di telefono sul quale sarebbe installata la fantomatica ADSL Tele2.Mi sembra che le compagnie telefoniche siano tutte fatte della stessa pasta...Ciao a tuttiAlfredo
  • marcel scrive:
    Ma chi paga?
    Eutelia, Wind, Tiscali pagano il noleggio delle linee a Telecom ma chi paga lo sviluppo tecnologico delle medesime?Tutti utilizzano la tecnologia ADSL ma chi l'ha sperimentata ed ha investito soldi a fiumi per poter consentire a tutti - pur con tutti gli incovenienti per cui Telecom viene condannata - di utilizzarla al meglio?Ora sia Wind che Tiscali stanno realizzando, dicono, proprie linee: beh! questa si che è una notizia positiva: cominciassero ad investire e. soprattutto, ad assumere fior di ricercatori informatici per progettare reti e tecnologie migliori di quelle che ha progettato Telecom, pur avendo ereditato da SIP un magma di personale che ha dovuto riconvertire, trasferire all'estero (Santo bauscia padano (Berlusca) che con i suoi intrallazzi da piazzista è riuscito a piazzare reti di TLC dappertutto: ex.Jugoslavia, Turchia. Russia...ecc.), specializzare, ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi paga?
      Se riesci a dirmi quanta innovazione ha apportato Telecom DOPO essere stata comprata dal signor Tronchetto dell'infelicità coi soldi che non aveva.Prima non vale eh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi paga?
      Guarda che i soldi per la "sperimentazione" e i gli "investimenti" glieli dai tu a Telecom con il canone.E poi capirai che investimenti,le nostre infrastrutture sono tra le più obsolete d'Europa e ci sono ancora milioni di persone non coperte da adsl!....
  • Anonimo scrive:
    Non conto più
    Le persone alle quali faccio togliere servizi telecom, ogni giorno ad un amico ad un conoscente a persone conosciute per caso, lavoro costantemente e fervidamente per mandare in rovina Telecom.Un lavoro impossibile ?Certo se sono solo, ma bisogna impegnarsi, far capire a tutti come si può far fallireTelecom.Il debito che ha è enorme, se le cose si inceppano sono condannati ad andare in rovina.Bastano piccole cose a volte, leggere una bolletta con un amico e spiegare quali sono i servizi che non servono e per cui viene tartassato inutilmente. Cambiare operatore è cosa buona e giusta, poi è vero sappiamo la situazione delle linee, ma iniziamo a dare alle altre società le risorse economiche per far diventare la rete Telecom "vecchia".Forza perchè non vi impegnate anche Voi, passa parola, "Roviniamo Telecom Italia" per un mondo migliore...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non conto più
      Certo che se ci limitiamo ad un ragionamento del genere non facciamo molta strada. Telecom avrà forse la colpa di fare un pò più di ostruzionismo di quanto dovrebbe nei confronti degli altri operatori, ma è l'unico operatore a continuare ad investire grosse somme nell'ammodernamento delle infrastrutture di rete (unica eccezione Fastweb, ma negli ultimi due anni anche lei ha drasticamente ridotto gli investimenti). Se pensiamo poi al fallimento di Telecom, forse varrebbe la pena pensare anche a quale impatto avrebbe sul Paese un evento del genere e quale danno provocherebbe alle decine di migliaia di famiglie che campano sullo stipendio di Telecom. Occorre impegnarsi per far funzionare meglio il patrimonio di rete e servizi che abbiamo a disposizione, pretendendo sì il rispetto delle regole, ma non la distruzione indiscriminata del valore.- Scritto da: Anonimo
      Le persone alle quali faccio togliere servizi
      telecom, ogni giorno ad un amico ad un conoscente
      a persone conosciute per caso, lavoro
      costantemente e fervidamente per mandare in
      rovina Telecom.
      Un lavoro impossibile ?
      Certo se sono solo, ma bisogna impegnarsi, far
      capire a tutti come si può far fallireTelecom.
      Il debito che ha è enorme, se le cose si
      inceppano sono condannati ad andare in rovina.
      Bastano piccole cose a volte, leggere una
      bolletta con un amico e spiegare quali sono i
      servizi che non servono e per cui viene
      tartassato inutilmente.
      Cambiare operatore è cosa buona e giusta, poi è
      vero sappiamo la situazione delle linee, ma
      iniziamo a dare alle altre società le risorse
      economiche per far diventare la rete Telecom
      "vecchia".
      Forza perchè non vi impegnate anche Voi, passa
      parola, "Roviniamo Telecom Italia" per un mondo
      migliore... :s
      • Anonimo scrive:
        Re: Non conto più
        - Scritto da: Anonimo
        Certo che se ci limitiamo ad un ragionamento del
        genere non facciamo molta strada. Telecom avrà
        forse la colpa di fare un pò più di ostruzionismo
        di quanto dovrebbe nei confronti degli altri
        operatori, ma è l'unico operatore a continuare ad
        investire grosse somme nell'ammodernamento delle
        infrastrutture di rete (unica eccezione Fastweb,
        ma negli ultimi due anni anche lei ha
        drasticamente ridotto gli investimenti). Se
        pensiamo poi al fallimento di Telecom, forse
        varrebbe la pena pensare anche a quale impatto
        avrebbe sul Paese un evento del genere e quale
        danno provocherebbe alle decine di migliaia di
        famiglie che campano sullo stipendio di Telecom.
        Occorre impegnarsi per far funzionare meglio il
        patrimonio di rete e servizi che abbiamo a
        disposizione, pretendendo sì il rispetto delle
        regole, ma non la distruzione indiscriminata del
        valore. Non posso che quotare ;) E aggiungo: ma se l'utente che ha iniziato il theard, vuol fallire Telecom, lo sa che se fallisce, fallisce anche la compagnia per cui lavora?Le centrali e le linee son Telecom, c'è poco da fare ;) La verità è un altra: gli altri provider, campano alle spalle di Telecom...utilizzando le sue linee, le sue centrali e i suoi tecnici...quando ci son problemi!!!!!!E siccome è un dato di fatto che le altre adsl che non sono Telecom....sono una mezza truffa per quel che offrono...mi dite chi è quel folle che passa da Telecom a qualche altra compagnia???Ieri ho dovuto mandare a quel paese una operatrice Infostrada...che in tutti i modi voleva convincermi che Infostrada era migliore di Telecom e a farmi aderire ad una loro offerta (in teoria potrei andare in ULL)...mi stavo scompisciando dalle risate!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non conto più
          Gli italiani dalla memoria corta. O forse solo opportunisti stupidi.Telecom ha acquistato dallo stato ad un prezzo irrisorio le infrastrutture pagate dagli stessi cittadini con gli anni. Ora, pretendere che un ente privato riesca a cablare anche solo una frazione di italia per fare concorrenza a TLC e' quanto meno anacronistico, oltre che antieconomico per qualunque soggetto (anche TLC stessa se dovesse partire da zero).
          • Anonimo scrive:
            Re: Non conto più
            mi spiace dirlo ma è da bastardinside dire ad un amico di lasciare l'adsl telecozz per un'altra :|raga dalle mie parti le adsl alternative vanno a 56k qundo riesci a navigare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non conto più
            Io non ho adsl Telecom.. 300 kbit di banda garantita e ho sempre full banda.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non conto più

          La verità è un altra: gli altri provider, campano
          alle spalle di Telecom...utilizzando le sue
          linee, le sue centrali e i suoi tecnici...quando
          ci son problemi!!!!!!Certo, certo... infatti Ttelecom le linee le "regala", mica le affitta...E se per caso le vuole affittare lo fa sottocosto, vero?Ma per piacere.....Claudio
        • Anonimo scrive:
          Re: Non conto più
          La soluzione? WiMAX aiutaci tuuu!! Aiutaci a mandare in fallimento il Tronketto e quella banda di parassiti col nome di "manager" che lo contornano. Spero che si ritrovino tutti a lavare i vetri ai semaforiii!!!     :@     :@    :@     :@     :@     :@     :@
        • Anonimo scrive:
          Re: Non conto più

          La verità è un altra: gli altri provider, campano
          alle spalle di Telecom...utilizzando le sue
          linee, le sue centrali e i suoi tecnici...quando
          ci son problemi!!!!!!
          E siccome è un dato di fatto che le altre adsl
          che non sono Telecom....sono una mezza truffa per
          quel che offrono...mi dite chi è quel folle che
          passa da Telecom a qualche altra compagnia???A scatenato, ma dove vivi, le hai mai provate le adsl dei piccoli operatori seri?Pur dovendo utilizzare l'ultimo miglio di Telecom sono più performanti delle varie Alice nel paese dei balocchi (che è l'Italia).Certi comportamenti, più che ostruzionistici, sono alla stregua di una truffa!
          • Anonimo scrive:
            Re: Non conto più
            - Scritto da: Anonimo

            La verità è un altra: gli altri provider,
            campano

            alle spalle di Telecom...utilizzando le sue

            linee, le sue centrali e i suoi tecnici...quando

            ci son problemi!!!!!!

            E siccome è un dato di fatto che le altre adsl

            che non sono Telecom....sono una mezza truffa
            per

            quel che offrono...mi dite chi è quel folle che

            passa da Telecom a qualche altra compagnia???

            A scatenato, ma dove vivi, le hai mai provate le
            adsl dei piccoli operatori seri?

            Pur dovendo utilizzare l'ultimo miglio di Telecom
            sono più performanti delle varie Alice nel paese
            dei balocchi (che è l'Italia).

            Certi comportamenti, più che ostruzionistici,
            sono alla stregua di una truffa!Scusa, ma infatti chi si lamenta di Alice??Io pago 20 ? e ho una 4 mega....I piccoli operatori??Provati ai tempi delle flat su analogica inizi 2000...e i problemi che ho avuto non te li puoi immaginare:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non conto più
        - Scritto da: Anonimo
        Certo che se ci limitiamo ad un ragionamento del
        genere non facciamo molta strada. Telecom avrà
        forse la colpa di fare un pò più di ostruzionismo
        di quanto dovrebbe nei confronti degli altri
        operatori, ma è l'unico operatore a continuare ad
        investire grosse somme nell'ammodernamento delle
        infrastrutture di rete (unica eccezione Fastweb,
        ma negli ultimi due anni anche lei ha
        drasticamente ridotto gli investimenti). hahahaha ... questa e' veramente buona ... l'unico ammodernamento che fanno e' cambiare CDA aumentare il debito che hanno e stop ....L'ultimo ammodernamento delle "linee" dalle mie parti lo hanno fatto 20 anni fa .... (con i soldi dello stato) il mio doppino di rame passa in un pozzetto completamente sfasciato pieno di acqua e qualsiasi cosa ti venga in mente ...(non so per quale miracolo funziona la mia adsl) e come il mio cavo... il cavo dei miei vicini e di quasi tutti i parenti e amici ....sogna sogna ....
  • Benny scrive:
    Ecco un palese caso d'ingiustizia
    Nel 2003 ho sottoscritto un contratto ADSL flat con Tiscali. Tutto bene per un anno, poi mi hanno portato a 4000 mb (in verità non ha mai raggiunto i 2000) ma i problemi sono stati incredibili...mancanza di linea per 20 giorni, distacchi continuati ecc. Per risolvere il problema, mi riportarono la linea a 640...e da allora (aprile 2005) tutto va meglio. Il fatto grave ed incredibile, è, che continuo a pagare 29,90 euro al mese, invece di 15 euro mensili, o meno, che sarebbe la dovuta tariffa in vigore...Praticamente è come se il fruttivendolo mi vendesse 640 grammi di mele....pretendendo il pagamento (per forza) per 4 kili!!!!! NON C'E' VERSO DI POTERE RISOLVERE QUESTA INGIUSTIZIA "CAMORRISTICA"...!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco un palese caso d'ingiustizia
      E' VERO!!!! ho avuto anche io lo stesso problema, alla fine gli mandai una raccomandata con disdetta immediata del contratto.Dopo due giorni sono stato contattato e mi hanno adeguato il contratto.Certo ne ho passate di tutti i colori, addirittura una commerciale di tiscali mi ha detto "Tanto lei non puo fare nulla perchè ha firmato il contratto da 39? mensile valido per 12 mesi." E' una vergogna!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco un palese caso d'ingiustizia
      - Scritto da: Benny
      Nel 2003 ho sottoscritto un contratto ADSL flat
      con Tiscali. Tutto bene per un anno, poi mi hanno
      portato a 4000 mb (in verità non ha mai raggiunto
      i 2000) ma i problemi sono stati
      incredibili...mancanza di linea per 20 giorni,
      distacchi continuati ecc. Per risolvere il
      problema, mi riportarono la linea a 640...e da
      allora (aprile 2005) tutto va meglio. Il fatto
      grave ed incredibile, è, che continuo a pagare
      29,90 euro al mese, invece di 15 euro mensili, o
      meno, che sarebbe la dovuta tariffa in vigore...
      Praticamente è come se il fruttivendolo mi
      vendesse 640 grammi di mele....pretendendo il
      pagamento (per forza) per 4 kili!!!!!
      NON C'E' VERSO DI POTERE RISOLVERE QUESTA
      INGIUSTIZIA "CAMORRISTICA"...! Chissà perchè allora a me, dopo una semplice email al servizio clienti, scritta però con tutti i puntini sulle 'i', mi hanno ridotto il canone da 36,95 a 29,95 euro, adeguandolo a quello dei nuovi clienti flat ?Evidentemente bisogna farsi sentire !E questo vale per tutti, specie per Teleco$
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco un palese caso d'ingiustizia
        Ah bene...IO sapevo cche se non si invia una raccomandata A.R. nemmeno ci prendono in considerazione....potresti inviarci il testo del messaggio con tutti i puntini sulle i?Grazie mille- Scritto da: Anonimo
        Chissà perchè allora a me, dopo una semplice
        email al servizio clienti, scritta però con tutti
        i puntini sulle 'i', mi hanno ridotto il canone
        da 36,95 a 29,95 euro, adeguandolo a quello dei
        nuovi clienti flat ?
        Evidentemente bisogna farsi sentire !
        E questo vale per tutti, specie per Teleco$
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco un palese caso d'ingiustizia

        Chissà perchè allora a me, dopo una semplice
        email al servizio clienti, scritta però con tutti
        i puntini sulle 'i', mi hanno ridotto il canone
        da 36,95 a 29,95 euro, adeguandolo a quello dei
        nuovi clienti flat ?

        Evidentemente bisogna farsi sentire !
        E questo vale per tutti, specie per Teleco$
        successo anche a me, solo che dissi che volevo disdire
  • andyzan scrive:
    SIAMO UN PAESE DEL TERZO MONDO
    In Francia, TUTTI hanno la portante DSL, chi vuole sfruttarla deve solo munirsi del relativo CD del provider scelto, installarlo, ED E' GIA' ON-LINE; si registra e da quel momento può navigare pagando il relativo abbonamento al provider dove ci si è appena registrati.In poche parole, chi vuole la DSL ha bisogno SOLO di un CD e cinque minuti di pazienza, IN FRANCIA.E pensare che quando sono all'estero, prima mi offendevo quando mi dicevano: "Ah, italiano!? Mafia!"; ora non mi offendo più, faccio solo "Spallucce"....
    • MiFAn scrive:
      Re: SIAMO UN PAESE DEL TERZO MONDO
      - Scritto da: andyzan
      In Francia, TUTTI hanno la portante DSL, chi
      vuole sfruttarla deve solo munirsi del relativo
      CD del provider scelto, installarlo, ED E' GIA'
      ON-LINE; si registra e da quel momento può
      navigare pagando il relativo abbonamento al
      provider dove ci si è appena registrati.

      In poche parole, chi vuole la DSL ha bisogno SOLO
      di un CD e cinque minuti di pazienza, IN FRANCIA.

      E pensare che quando sono all'estero, prima mi
      offendevo quando mi dicevano: "Ah, italiano!?
      Mafia!"; ora non mi offendo più, faccio solo
      "Spallucce"....La Mafia ti porterebbe l'ADSL in 5 minuti.
      • ldsandon scrive:
        Re: SIAMO UN PAESE DEL TERZO MONDO

        La Mafia ti porterebbe l'ADSL in 5 minuti.Sì, poi quando la vuoi disdire ti spara... e il canone sarebbe pari al 20% del tuo stipendio.
    • berlin scrive:
      Re: SIAMO UN PAESE DEL TERZO MONDO

      In Francia, TUTTI hanno la portante DSL, chi
      vuole sfruttarla deve solo munirsi del relativo
      CD del provider scelto, installarlo, ED E' GIA'
      ON-LINE; si registra e da quel momento può
      navigare pagando il relativo abbonamento al
      provider dove ci si è appena registrati.

      In poche parole, chi vuole la DSL ha bisogno SOLO
      di un CD e cinque minuti di pazienza, IN FRANCIA.Guarda, sono in Francia, ho attivato da un mese una 8 mbit con Cegetel (18 ? compreso l'affitto obbligatorio di modem router), e c'hanno messo 9 giorni ad attivarmela. La storia della portante non la sapevo, ma quando ho attaccato il modem la prima volta ancora non navigavo, ma non ti so dire se la portante c'era oppure no. Tutti gli operatori (France Telecom inclusa) mi avevano dato un tempo di almeno 5 giorni dalla richiesta di attivazione per navigare. Tanto più, scusa, che il disaccoppiamento linea telefonica/adsl (io sono in decouple parziale, ovvero mantengo la linea telefonica FT ma le frequenze adsl sono di cegetel che arriva al dslam con la propria rete) deve essere fatto fisicamente, in centrale, per andare sul doppino FT. Quindi mi suona strano che ci sia 'più portante per tutti' di default... Forse quello che dici tu vale in aree ben delimitate e per FT. Mi smentisci?
      E pensare che quando sono all'estero, prima mi
      offendevo quando mi dicevano: "Ah, italiano!?
      Mafia!"; ora non mi offendo più, faccio solo
      "Spallucce"....Ma questo te lo quoto lo stesso.Berlin
      • andyzan scrive:
        Re: SIAMO UN PAESE DEL TERZO MONDO
        Dove sei tu non so, io mi riferivo a Lione, di conseguenza penso sia uguale per tutti i francesi....
    • Xnusa scrive:
      Re: SIAMO UN PAESE DEL TERZO MONDO
      - Scritto da: andyzan
      In Francia, TUTTI hanno la portante DSL, chi
      vuole sfruttarla deve solo munirsi del relativo
      CD del provider scelto, installarlo, ED E' GIA'
      ON-LINE; si registra e da quel momento può
      navigare pagando il relativo abbonamento al
      provider dove ci si è appena registrati.Interessante...credevo che questo non fosse nemmeno fattibile tecnicamente.Però mi chiedevo: in Francia chi si occupa di attivare la portante? Lo fa France Telecom, che poi lascia via libera a tutti gli ISP alternativi, oppure qualunque operatore può attivare la portante e lasciarla a disposizione anche dei concorrenti?
      In poche parole, chi vuole la DSL ha bisogno SOLO
      di un CD e cinque minuti di pazienza, IN FRANCIA.

      E pensare che quando sono all'estero, prima mi
      offendevo quando mi dicevano: "Ah, italiano!?
      Mafia!"; ora non mi offendo più, faccio solo
      "Spallucce"....Beh, che in Italia viga un certo sistema mafioso, malavitoso o inteso più genericamente come malcostume è vero, ma nonostante ciò chi fa affermazioni di questo genere sugli italiani è in ogni caso una persona con poco tatto.==================================Modificato dall'autore il 18/11/2005 16.20.19
      • berlin scrive:
        Re: SIAMO UN PAESE DEL TERZO MONDO

        Interessante...credevo che questo non fosse
        nemmeno fattibile tecnicamente.
        Però mi chiedevo: in Francia chi si occupa di
        attivare la portante? Lo fa France Telecom, che
        poi lascia via libera a tutti gli ISP
        alternativi, oppure qualunque operatore può
        attivare la portante e lasciarla a disposizione
        anche dei concorrenti?Bè, mi faccio le tue stesse domande, e credo che il nostro amico di sopra abbia solo 'inventato' qualcosa o riportato inesattezze per sentito dire. Almeno, io mi sono informato un paio di settimane su newsgroups, forum e siti francesi prima di scegliere operatore e sta cosa della portante clicca e vai mi sembra un'assurdità.E' vero che in Francia hai servizi di marketing più invasivi, per cui è facile che esistano cd che butti dentro, ti si connettono con il modem PSTN, ti fanno sottoscrivere un servizio (abbonamento ptsn o adsl) in veramente 2 click senza farti capire quello che succede. Ma poi il servizio è in generale migliore (e lo paghi!!). Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Dettagli mancanti
    si parla di adsl fantasma, ma che dire della teleconomy internet che non figura da nessuna parte?io sono collegato con telecom ed ho attivato "on-line" la teleconomy internet 191, però quando vado a controllare le mie opzioni, la teleconomy non figura, perchè? lo fanno a posta? cmq ho stampato la copia de contratto dove la clausola on-line parla chiaro, e se fanno i furbi li bastono una volta per tutte!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Dettagli mancanti
      Sicuramente Telecom ha delle responsabilità che però da quello che si legge nell'articolo mi sembrano piuttosto marginali.Mi chiedo se io che sono in ULLcon Libero e ho una 4Mbps e vivo a fianco di una centrale Telecom raggiunta da Libero ho davvero poca banda(80Kbps) allora come pensano gli ISP di poter attivare altre migliaia di ADSL se gia quelle che anno non riescono a servirle???Continuo a dirlo qui il problema e molto più grosso di quello che vogliono farci credere,secondo me mancano gli investimenti veri nelle infrastrutture di rete mentre fioccano miliardi in pubblicità costosissime che servono solamente a legare il cliente per un anno vendendo quello che in realtà non possono offrire(banda ADSL),intascando comunque soldi veri senza possibilità per il cliente di disdire il contratto per inadempienza(non garantiscono nulla).Bene continuiamo così senza investimenti con reti sottosviluppate e diamo sempre la colpa ad altri(Telecom) e poi non lamentiamoci se stiamo diventando a tutti gli effetti un paese del TERZO MONDO.
      • Paperolibero scrive:
        Re: Dettagli mancanti
        :( Sicuramente in questo mondo nessuno è perfetto ne TELECOM ne gli ISP concorrenti, ma sicuramente il primo gode del fatto che se non passi prima da lui non attivi una bella cippa. Io vivo poco fuori il comune di Bologna e mi sembra di vivere in Uganda (senza offesa per gli ugandesi) niente ADSL niente UMTS, il WIFI manco a parlarne e anche il segnale GSM fa schifo !!!! Per navigare in rete mi rimane o la linea a 56K o l'ISDN a 128K se va !!!Per il satellite ti tocca rivolgerti sempre ad Alice !! Ora è stata fatta una raccolta di firme per farci dare da TELECOM l'attivazione dell'ADSL nella loro centrale.... Ma come contropartita loro vogliono un abbonamento ad Alice per un anno , secondo voi è giusto ??? Non dovrebbe essere un diritto di tutti poter avere una accesso a banda larga nel paese delle tre " I " ???Poi se ce lo daranno (è tutto in forse) fra un anno saranno dolori per chi giustamente vorrà rivolgersi ad un altro concessionario !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Dettagli mancanti
          - Scritto da: Paperolibero
          :(
          Ora è stata fatta una raccolta di firme per
          farci dare da TELECOM l'attivazione dell'ADSL
          nella loro centrale.... Ma come contropartita
          loro vogliono un abbonamento ad Alice per un anno
          , secondo voi è giusto ???Visto che Telecom spende soldi per attivare l'ADSL e non e' una opera di beneficenza, mi sembra il minimo.
          Non dovrebbe essere un
          diritto di tutti poter avere una accesso a banda
          larga nel paese delle tre " I " ???Sì, dovrebbe certamente, ma chi paga? Non certo una società privata che vuole guadagnare: qui dovrebbe intervenire lo stato ma evidentemente le priorità sono altre.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            no il discorso è che nessuno vuole farci cresere, ma continuare a mangiare sulle nostre spalle fino all'osso, ci vorrebbero + investimenti in infrastrutture e meno pubblicità.. ma siamo nella repubblica delle banae, non dimentichiamocelo :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            Anche Io ho fatto L'opzione on line. Gran cosa. L'ho scoperta leggendo proprio il sito 191.it, Era in HOme Page. Adesso nn è piu in homepage. ma dopo 3 Secondi l'ho trovata. http://www.191.it/cgi-bin/di_191/di/191/di3/demand/extProductView.do?productOid=536903937&BV_UseBVCookie=Yes.Io nn difendo telecom, pero per lavoro ho a che fare quotidianamente con i loro prodotti. E PER ME, Il problema maggiore nn è TELECOM, Ma l'italiano medio come TE, IGNORANTE E PRESUNTUOSO.DOPOTUTTO viviamo in una nazione dove ci sono 2 cellulari per italiano, ma un italiano su 100 è in grado di configurare un client di posta elettronica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            - Scritto da: Anonimo
            Anche Io ho fatto L'opzione on line. Gran cosa.
            L'ho scoperta leggendo proprio il sito 191.it,
            Era in HOme Page. Adesso nn è piu in homepage. ma
            dopo 3 Secondi l'ho trovata.
            http://www.191.it/cgi-bin/di_191/di/191/di3/demand

            Io nn difendo telecom, pero per lavoro ho a che
            fare quotidianamente con i loro prodotti. E PER
            ME, Il problema maggiore nn è TELECOM, Ma
            l'italiano medio come TE, IGNORANTE E
            PRESUNTUOSO.
            DOPOTUTTO viviamo in una nazione dove ci sono 2
            cellulari per italiano, ma un italiano su 100 è
            in grado di configurare un client di posta
            elettronica.premesso che ignorante sei tu per primo!adesso funziona, ma l'altro giorno no!se l'altro giorno funzionava, secondo te sarebbe stato logico aver affermato il contrario?stammi bene trollone!
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            Che vuol dire "adesso funziona" ? ahhahaha, dai, sii sincero, nn lo trovavi perchè nn era piu in homepage, o perchè sei impedito oppure perchè nn hai perso neanche 3 secondi a cercare, e subito hai sputato sentenze e fatto dietrologia. Tu hai affermato che l'avevano nascosto apposta.... non che non funzionava. Cmq perchè sarei un troll? PErchè non mi firmo? (mi scoccio di registrarmi, mi chiamo fabrizio cmq). o perchè ho inveito contro l'ennessima cazzata? Oramai sono anni che sto forum è frequentato perlopiu' da gente piagnucolona che nn ha la testa per riflettere e vomita qua e la' le solite cose. Ecco perchè nn posto quasi mai. Ed ecco perchè sentirmi dare del troll da te mi riempe di orgoglio. Byez Byez senza rancore.P.S.: se mi hai dato dell'ignorante per la grammatica il trollone sei te che nn conosci neanche la prima rulez dellle netiquette.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            Grande Fabrizio! Condivido tutto in pieno, purtroppo siamo circondati da utonti... ;-))
          • Anonimo scrive:
            9 --
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            - Scritto da: Anonimo
            Che vuol dire "adesso funziona" ? ahhahaha, dai,
            sii sincero, nn lo trovavi perchè nn era piu in
            homepage, o perchè sei impedito oppure perchè nn
            hai perso neanche 3 secondi a cercare, e subito
            hai sputato sentenze e fatto dietrologia. Tu hai
            affermato che l'avevano nascosto apposta.... non
            che non funzionava. Cmq perchè sarei un troll?
            PErchè non mi firmo? (mi scoccio di registrarmi,
            mi chiamo fabrizio cmq). o perchè ho inveito
            contro l'ennessima cazzata? Oramai sono anni che
            sto forum è frequentato perlopiu' da gente
            piagnucolona che nn ha la testa per riflettere e
            vomita qua e la' le solite cose. Ecco perchè nn
            posto quasi mai. Ed ecco perchè sentirmi dare del
            troll da te mi riempe di orgoglio. Byez Byez
            senza rancore.

            P.S.: se mi hai dato dell'ignorante per la
            grammatica il trollone sei te che nn conosci
            neanche la prima rulez dellle netiquette.vai a vedere adesso se funziona!cmq facevo prima a non rispondere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            Sono sempre Fabrizio.... No Genuine... Non ti arrampicare sugli specchi. Smettila con sta storiella del funzia non funzia. Un disservizio è un disservizio. Tu parlavi di occultamento di termini contrattuali... il tuo post Si intitola DETTAGLI MANCANTI....non si intitola mica : IL SITO DEL 191 è sempre off. Dai, stacce.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dettagli mancanti
            Azz..quasi quasi .... ma com'è.... io so troll e tu te ne vai nel forum delle xrosse con le ginocchia sui ceci?
Chiudi i commenti