Download/ Piccole utili utility

Estensioni Firefox, posta e browser predefiniti o meno, trucchi per OE ed un aiutino per il defrag di Windows

a cura di PI Download

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rach3 scrive:
    mst Defrag
    è un software di deframmentazione proattivo che lavora completamente in background ed ha un impatto davvero minimo sul sistema.Bye Bye defrag di windows 8)
  • no berluska scrive:
    ...
    ....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2006 10.39-----------------------------------------------------------
  • eu scrive:
    Nessuna differenza
    Non ho trovato alcuna differenza rispetto alla deframmentazione "tradizionale". Risparmio di tempo? Non mi sembra. Poi non mi piace che il pc resti in mano a questo programma per tanto tempo senza possibilità di intervenire, con Sospendi, Arresta, Visulalizza Rapporto. Lo disinstallo. Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna differenza
      - Scritto da: eu
      Non ho trovato alcuna differenza rispetto alla
      deframmentazione "tradizionale". Risparmio di
      tempo? Non mi sembra. Poi non mi piace che il pc
      resti in mano a questo programma per tanto tempo
      senza possibilità di intervenire, con Sospendi,
      Arresta, Visulalizza Rapporto.

      Lo disinstallo. Ciaosarebbe interessante sapere come hai calcolato il risparmio del tempo (hai deframmentato lo stesso disco con le stesse identiche deframmentazioni due volte?) qualsiasi programma se eseguito da solo fa prima, il processore e la memoria lavorano solo per lui. e' matematica eh. Se la memoria e la CPU vengono condivise con altre applicazioni va da se che la deframmentazione impiega più tempo. .no?
      • eu scrive:
        Re: Nessuna differenza


        sarebbe interessante sapere come hai calcolato il
        risparmio del tempo (hai deframmentato lo stesso
        disco con le stesse identiche deframmentazioni
        due volte?)


        qualsiasi programma se eseguito da solo fa prima,
        il processore e la memoria lavorano solo per lui.
        e' matematica eh. Se la memoria e la CPU vengono
        condivise con altre applicazioni va da se che la
        deframmentazione impiega più tempo.
        .


        no?Ho usato il termine non mi sembra, basandomi in modo approssimativo sul tempo delle precedenti deframmentazioni. Quello che dici sul programma eseguito da solo è ovvio(a proposito, grazie per questa notizia fresca di giornata) ma non ti passa per la mente che il programma potrebbe non rendere le prestazioni vantate. No?
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuna differenza
          - Scritto da: eu



          sarebbe interessante sapere come hai calcolato
          il

          risparmio del tempo (hai deframmentato lo stesso

          disco con le stesse identiche deframmentazioni

          due volte?)





          qualsiasi programma se eseguito da solo fa
          prima,

          il processore e la memoria lavorano solo per
          lui.

          e' matematica eh. Se la memoria e la CPU vengono

          condivise con altre applicazioni va da se che la

          deframmentazione impiega più tempo.

          .





          no?


          Ho usato il termine non mi sembra, basandomi in
          modo approssimativo sul tempo delle precedenti
          deframmentazioni. Quello che dici sul programma
          eseguito da solo è ovvio(a proposito, grazie per
          questa notizia fresca di giornata) ma non ti
          passa per la mente che il programma potrebbe non
          rendere le prestazioni vantate. No?Si, pero' e' vero anche il contrario.Penso che sarebbe la notizia del giorno se un programma eseguito da solo, utilizzando il 100% di RAM e processore.. ci impiega lo stesso tempo SE condivide risorse e memoria con decine d'altri.no? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Nessuna differenza

          Ho usato il termine non mi sembra, basandomi inTuo titolo del Tuo thread"Nessuna differenza"Inizio del thread con"Non ho trovato alcuna differenza rispetto alla deframmentazione "tradizionale""ora se vuoi rimangiarti le parole.. buon appetito, e' anche ora di pranzo :D
          • eu scrive:
            Re: Nessuna differenza
            - Scritto da:


            Ho usato il termine non mi sembra, basandomi in


            Tuo titolo del Tuo thread

            "Nessuna differenza"

            Inizio del thread con
            "Non ho trovato alcuna differenza rispetto alla
            deframmentazione
            "tradizionale""

            ora se vuoi rimangiarti le parole.. buon
            appetito, e' anche ora di pranzo
            :DHo aggiunto anche Risparmio di tempo? Non mi sembra. Tu pensi di riaparmiare e usalo. Lasciate gli altri liberi di decidere, caro e cari non autenticati. Per me il discorso è chiuso come ho chiuso SpeeDefrag buttandolo nel cestino. Buona nontte e buon defrag con SpeeDefrag-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2006 21.02-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuna differenza

        qualsiasi programma se eseguito da solo fa prima,
        il processore e la memoria lavorano solo per lui.
        e' matematica eh. Se la memoria e la CPU vengono
        condivise con altre applicazioni va da se che la
        deframmentazione impiega più tempo.E' matematica vero? Però...1) Se hai più RAM di quella che stai usando, non ti cambia nulla in termini di prestazioni. Non penso che un programma di deframmentazione si succhi chissà quanta memoria. Certo che, se vuoi deframmentare e tenere 10 programmi aperti, ma in questo caso sarebbe meglio lasciar perdere.....2) Idem la CPU, un programma di deframmentazione non succhia tantissimo tempo di CPU (il collo di bottiglia sono le letture/scritture su disco). Per cui anche in questo caso, avendo su altri processi che succhiano CPU (moderatamente) non cambia le prestazioni della deframmentazione.3) L'attenzione va rivolta a tutto quello che fa accesso al disco mentre stai deframmentando. Certo che se mentre deframmenti lanci una scansione antivirus... (su due dischi separati magari lo puoi fare ;-). Anche qui, un SO tirato su qualche accesso al disco ogni tanto lo fa (i vari servizi e processi di sistema qualcosa fanno sempre), ma l'overhead è minimo se uno non scatena applicativi che fanno molto I/O su disco.La mia conclusione.... continuerò a deframmentare mentre navigo.......con un modesto AMD Athlon e 512Mb di ram...
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuna differenza
      - Scritto da: eu
      Non ho trovato alcuna differenza rispetto alla
      deframmentazione "tradizionale". Risparmio di
      tempo? Non mi sembra. Poi non mi piace che il pc
      resti in mano a questo programma per tanto tempo
      senza possibilità di intervenire, con Sospendi,
      Arresta, Visulalizza Rapporto.

      Lo disinstallo. Ciaomah! i processi dell'antivirus, il file di swap, i tanti piccoli processi che vanno a scrivere sull'hd imponendo un nuovo riavvio della defrag.. il programma è utile, però una versione tipo dos (come la scansione di avast al riavvio di pc infetto o come partition magic quando crea le partizioni) non sarebbe male
  • reXistenZ scrive:
    ho una curiosità
    "In questo modo tutta la memoria e le risorse del computer saranno dedicate alla frammentazione, riducendo il tempo necessario per questa noiosa operazione di routine. "E che differenza c'è rispetto al lanciare il defrag di XP senza avviare nessun'altra applicazione?Possibile che il refresh della finestra di defrag porti via così tanta memoria e velocità?(chiedo)
    • Anonimo scrive:
      Re: ho una curiosità
      - Scritto da: reXistenZ
      "In questo modo tutta la memoria e le risorse del
      computer saranno dedicate alla frammentazione,
      riducendo il tempo necessario per questa noiosa
      operazione di routine.
      "

      E che differenza c'è rispetto al lanciare il
      defrag di XP senza avviare nessun'altra
      applicazione?
      Possibile che il refresh della finestra di defrag
      porti via così tanta memoria e
      velocità?

      (chiedo)La mia curiosità invece è: nel duemilasei (2006!!!!!!) esiste ancora un sistema che ha bisogno del defraaaaaaaag?????Ma che stiamo scherzando?!?! :| :| :| :| :| :| :|
      • Anonimo scrive:
        Re: ho una curiosità
        - Scritto da:

        - Scritto da: reXistenZ

        "In questo modo tutta la memoria e le risorse
        del

        computer saranno dedicate alla frammentazione,

        riducendo il tempo necessario per questa noiosa

        operazione di routine.

        "



        E che differenza c'è rispetto al lanciare il

        defrag di XP senza avviare nessun'altra

        applicazione?

        Possibile che il refresh della finestra di
        defrag

        porti via così tanta memoria e

        velocità?



        (chiedo)


        La mia curiosità invece è: nel duemilasei
        (2006!!!!!!) esiste ancora un sistema che ha
        bisogno del
        defraaaaaaaag?????

        Ma che stiamo scherzando?!?!

        :| :| :| :| :| :| :|Perchè? Che c'è di male?
      • Anonimo scrive:
        Re: ho una curiosità
        Ecco il troll di turno...Che pazienza ci vuole... :
      • Anonimo scrive:
        Re: ho una curiosità
        - Scritto da:
        La mia curiosità invece è: nel duemilasei
        (2006!!!!!!) esiste ancora un sistema che non
        ha il supporto dei produttori di periferiche?

        Ma che stiamo scherzando?!?!

        :| :| :| :| :| :| :|Hai ragione.
      • Anonimo scrive:
        E le GUI?
        - Scritto da:
        La mia curiosità invece è: nel duemilasei
        (2006!!!!!!) esiste ancora un sistema che ha
        bisogno del
        defraaaaaaaag?????

        Ma che stiamo scherzando?!?!

        :| :| :| :| :| :| :|Io preferisco un sistema che abbia bisogno del defrag, piuttosto che un sistema carente per la GUI. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: E le GUI?
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          La mia curiosità invece è: nel duemilasei

          (2006!!!!!!) esiste ancora un sistema che ha

          bisogno del

          defraaaaaaaag?????



          Ma che stiamo scherzando?!?!



          :| :| :| :| :| :| :|

          Io preferisco un sistema che abbia bisogno del
          defrag, piuttosto che un sistema carente per la
          GUI.
          :DNel tuo caso hai entrambi i difetti: io uso OSX...(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: E le GUI?
            - Scritto da:
            Nel tuo caso hai entrambi i difetti: io uso
            OSX...(rotfl)beh, nel tuo caso hai una limitazione inimmaginabile per tutti gli altri: dover comprare hardware senza possibilità di scelta fra i concorrenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: E le GUI?
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Nel tuo caso hai entrambi i difetti: io uso

            OSX...(rotfl)

            beh, nel tuo caso hai una limitazione
            inimmaginabile per tutti gli altri: dover
            comprare hardware senza possibilità di scelta fra
            i
            concorrenti.e come dice il mio pizzaiolo: concorrenti? non ce n'ho: so er mejo. Se voi magnà peggio, puoi sceglie! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: E le GUI?
            LOL :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E le GUI?
            - Scritto da:
            e come dice il mio pizzaiolo: concorrenti? non ce
            n'ho: so er mejo. Se voi magnà peggio, puoi
            sceglie!
            :)Non so perchè, ma non mi hai convinto nemmeno un po'.
          • Anonimo scrive:
            Re: E le GUI?
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            Nel tuo caso hai entrambi i difetti: io uso

            OSX...(rotfl)

            beh, nel tuo caso hai una limitazione
            inimmaginabile per tutti gli altri: dover
            comprare hardware senza possibilità di scelta fra
            i
            concorrenti.Cavolo non ci avevo pensato!!! :|Ma le pensate di notte 'ste chicche?! Ora devo risolvere anche come comprare una Golf che non sia Volkswagen.....(rotfl)(rotfl)(rotfl)E come riuscirò ad avere un Black Trinitron che non sia Sony???La differenza FONDAMENTALE tra chi usa Mac e chi usa Windows è proprio che chi usa Mac ha valutato entrambe le piattaforme e ha SCELTO, cosa che NESSUN utente Windows potrà mai dire. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: E le GUI?
            - Scritto da:
            Cavolo non ci avevo pensato!!! :|n on mi meraviglio.gli untenti mac sono abituati a far pensare jobs al loro posto.
            Ora devo risolvere anche come comprare una Golf
            che non sia
            Volkswagen.....(rotfl)(rotfl)(rotfl)perfetto.Il paragone delle automobili calza.Tu hai una golf in cui non puoi far entrare nulla che non sia marcato Volkswagen, gli utenti windows/linux hanno una macchina generica in cui mettono quello che vogliono loro, non quello che jobs ha deciso per loro.
            E come riuscirò ad avere un Black Trinitron che
            non sia
            Sony???non lo so, ma se fosse di jobs, potresti vederci solo macTV, mentre
            La differenza FONDAMENTALE tra chi usa Mac e chi
            usa Windows è proprio che chi usa Mac ha valutato
            entrambe le piattaforme e ha SCELTO, cosa che
            NESSUN utente Windows potrà mai
            dire.quindi se uno sceglie la tua religione ha scelto, mentre se non sceglie la tua non ha scelto.Mhhh... ragionamento interessante dove l'ho già sentito?
          • Anonimo scrive:
            Re: E le GUI?
            - Scritto da:

            La differenza FONDAMENTALE tra chi usa Mac e chi
            usa Windows è proprio che chi usa Mac ha valutato
            entrambe le piattaforme e ha SCELTO, cosa che
            NESSUN utente Windows potrà mai
            dire.
            ;)imbarazzante che nel 2006 c'e' chi lo pensa ancora veramente, comprando un sistema proprietario, che usa persino solo il SUO hardware proprietario (ovvero TU non puoi assemblarti un mac, ne' comprare un MAC prodotto da altri che non siano la casa madre Apple)imbarazzante, e OT in questo forum
      • Anonimo scrive:
        Re: ho una curiosità
        - Scritto da:

        - Scritto da: reXistenZ

        "In questo modo tutta la memoria e le risorse
        del

        computer saranno dedicate alla frammentazione,

        riducendo il tempo necessario per questa noiosa

        operazione di routine.

        "



        E che differenza c'è rispetto al lanciare il

        defrag di XP senza avviare nessun'altra

        applicazione?

        Possibile che il refresh della finestra di
        defrag

        porti via così tanta memoria e

        velocità?



        (chiedo)


        La mia curiosità invece è: nel duemilasei
        (2006!!!!!!) esiste ancora un sistema che ha
        bisogno del
        defraaaaaaaag?????

        Ma che stiamo scherzando?!?!e perchè?tu hai inventato i bytes che quando c'è buco si spostano da soli per appiccicarsi e lo fanno senza rallentare nulla? :)
        • Anonimo scrive:
          Re: ho una curiosità
          - Scritto da:

          e perchè?
          tu hai inventato i bytes che quando c'è buco si
          spostano da soli per appiccicarsi e lo fanno
          senza rallentare nulla?
          :)Straquoto
          • Anonimo scrive:
            Re: ho una curiosità
            intendeva unità a memoria solida.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho una curiosità
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            e perchè?

            tu hai inventato i bytes che quando c'è buco si

            spostano da soli per appiccicarsi e lo fanno

            senza rallentare nulla?

            :)

            StraquotoNon l'ho inventato certo io, ma filesystem che non hanno bisogno del defrag esistono eccome, l'HFS+ di OSX per esempio defragga in automatico in scrittura tutti i file fino a 20MB ma anche i filesystem usati per Linux sono esenti da questo problema.Una cosa che dovete finalmente capire è che i "rallentamenti", dovuti per altro a un "multitasking" ridicolo e tale solo di nome, avvengono solo su Windows.L 'NTFS è rimasto l'unica merdicciola gravata da questa incombenza, tanto che MS ha "tentato" di sviluppare un nuovo filesystem per Vista... e sappiamo tutti che fine ha fatto: il solito VAPORWARE.Ciao belli.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho una curiosità
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:







            e perchè?


            tu hai inventato i bytes che quando c'è buco
            si


            spostano da soli per appiccicarsi e lo fanno


            senza rallentare nulla?


            :)



            Straquoto


            Non l'ho inventato certo io, ma filesystem che
            non hanno bisogno del defrag esistono eccome,
            l'HFS+ di OSX per esempio defragga in automatico
            in scrittura tutti i file fino a 20MB ma anche i
            filesystem usati per Linux sono esenti da questo
            problema.
            Una cosa che dovete finalmente capire è che i
            "rallentamenti", dovuti per altro a un
            "multitasking" ridicolo e tale solo di nome,
            avvengono solo su
            Windows.
            L 'NTFS è rimasto l'unica merdicciola gravata da
            questa incombenza, tanto che MS ha "tentato" di
            sviluppare un nuovo filesystem per Vista... e
            sappiamo tutti che fine ha fatto: il solito
            VAPORWARE.

            Ciao belli.Errore, il tuo file system di occupa delle deframmentazione automatica, non delle consequenzialita' automatica. Attento che sono due cose diverse e con il defrag di windows ottieni le due cose insieme, cosa che con linzozz od altri non hai.Ergo, molto meglio il defrag di windows che lancio quando dico io. Ho la liberta' di lanciarlo quando voglio io.
      • Anonimo scrive:
        Non c'e' da meravigliarsi
        - Scritto da:
        La mia curiosità invece è: nel duemilasei
        (2006!!!!!!) esiste ancora un sistema che ha
        bisogno del
        defraaaaaaaag?????

        Ma che stiamo scherzando?!?!

        :| :| :| :| :| :| :|Di cosa ti meravigli? Pensa che ancora oggi esistono speudo sistemi operati, sotto il nome di GNU/Linzozz, che ancora non sono user friendly :| :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Non c'e' da meravigliarsi
          quoto e straquotolinux è complesso e si fa tutto a riga di cmdci credo che è il più sicuro, devi scrivere anche il kernel e i drivers se vuoi usarlo sul tuo pcquindi ogni versione è diversa (linux)quando google sfornerà un OS lo farà basandosi su ReactOS e non su linux
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: ho una curiosità
      - Scritto da: reXistenZ
      "In questo modo tutta la memoria e le risorse del
      computer saranno dedicate alla frammentazione,
      riducendo il tempo necessario per questa noiosa
      operazione di routine.
      "

      E che differenza c'è rispetto al lanciare il
      defrag di XP senza avviare nessun'altra
      applicazione?
      Possibile che il refresh della finestra di defrag
      porti via così tanta memoria e
      velocità?

      (chiedo)La finestra di defrag, e TUTTO il sistema, comprese tutte le utility e programmi di Windows, oltre le tue applicazioni che partono all'avvio.E' scritto spero in maniera chiara.. il sistema viene avviato senza neanche il desktop, senza nulla. la differenza c'e', visto che in memoria viene caricata solo "l'azione" del defrag e null'altroNeanche antivirus, firewall, desktop, etc etcLucaS-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 novembre 2006 12.18-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti