Download/ Player sì, ma alternativo

Quick! Real! Toys! Nani e Bonk! Non mancano mai le sorprese quando si scaricano programmi da Internet








a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • matteo dangelo scrive:
    XXXXXXX
    ciupa
  • Anonimo scrive:
    SCO deve (dovrebbe) rimborsare i danni ?
    Non credete ?Un anno di diffamazioni gratuite costano parecchio !!SCO, vai a SCOpare il mare, va ...
  • Anonimo scrive:
    una sola parolina
    Una sola parola, dacchè ne so più di diritto che di informatica:Chi afferma d'avere un diritto che potrebbe recare pregiudizio ad altri, ha l'onere di dimostrarlo.Buon lavoro, SCO !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Sco NON parla del caso sco VS IBM !!!!
    e non lo fa perché in tribunale succede ben altro.Chiamata a rispondere della validità delle sue accuse contro IBM, Sco si TIRA INDIETRO:http://www.groklaw.net/article.php?story=20031206202454712a queste 11 domande sco non è mai riuscita a rispondere finora. Eppure fanno parte della chiamata in correo di IBM.Ma insomma, SCO : esattamente che cosa rimproveri a IBM ?Dal comportamento che tieni nel luogo che vale (cioè l'aula) non si capisce nulla: farfugli, zoppichi, ... sembri uno scolaretto che non ha studiato. Sei arrivato perfino a dire che non sai cosa IBM abbia "rubato" dal "patrimonio" IP.Ecco come si comportano i venditori di fumo: al momento di vedere l'arrosto che si cela dietro il fumo, gli imbroglioni si sciolgono al sole
  • DPY scrive:
    Studiarsi le licenze, no?

    Io non ho mai sentito nessun esponente del
    mondo open source dire: ?va bene, mostra quali
    sono le parti di codice che violano il vostro
    copyright e noi riconosceremo i relativi diritti e poi
    procederemo ad una strategia successiva che
    potrà essere, ad esempio, l'eliminazione o
    l'acquisto della relativa licenza?. L'opzione che
    viene proposta è invece quella di ?va bene, ho
    capito, se secondo te questa roba è dentro tu
    provacelo. Quando ce lo avrai provato e ci avrai
    fatto vedere tutto il codice incriminato noi lo
    toglieremo?.A parte il fatto che mi sembra che fra le due ipotesi ci sia più di qualche punto di contatto, l'idea di "acquistare la relativa licenza" è resa impossibile dal fatto che il codice di Linux è rilasciato sotto GPL, il che significa che qualsiasi licenza acquisita da SCO dovrebbe consentire la redistribuzione dello stesso codice sotto GPL, una cosa che SCO non consentirà mai perché distruggerebbe il valore dei suoi preziosi asset rilasciandoli disponibili a chiunque. Nella migliore delle ipotesi l'intervistato è a digiuno di questi problemi, e quindi non ha molto titolo per parlare. Lascio a chi legge le ipotesi peggiori.
  • Anonimo scrive:
    cazzo ma nessuno in italia ci tutela??
    quanto ho capito ai vertici del governo italiano a nessuno frega un caxxo di opensource come libertà di espressione, non frega un caxxo neanche se coglioni del calibro di SCO come questo loro rappresentante possano venir a estorcere alle aziende italiane del denaro non avendo mai mostrato delle prove! La germania ha fatto valere i diritti ed ha multato SCO pesantemente, a differenza degli Italiani costretti a chinare il capo perchè sanno gia che nessuno piu in alto li tutela e mai li tutelerà. Bella prova! Che bello essere italiano! facciamo sempre una bella figura... di cacca!PS: aggiungo infine che se fossi stato io a fare le domande a questo pagliaccio della SCO avrei posto dei questiti piu "incisivi" . A me sembra che il giornalista sia stato molto poco attento ai discorsi campati in aria che gli propineva il tale, e che quindi non sia stato in grado di rispondergli adeguatamente, forse il giornalista non era preparato? boh!, vabbè, pazienza, come siamo abituati a dire qui in italia: "tanto non cambia nulla.." .
    • DPY scrive:
      Re: cazzo ma nessuno in italia ci tutela??
      Scritto da: Anonimo
      Da quanto ho capito ai vertici del governo
      italiano a nessuno frega un caxxo di
      opensource come libertà di espressione, non
      frega un caxxo neanche se coglioni del
      calibro di SCO come questo loro
      rappresentante possano venir a estorcere
      alle aziende italiane del denaro non avendo
      mai mostrato delle prove!Scusa, ma cosa c'entra il governo? In Germania non è stato il governo, una qualche organizzazione si è mossa ed ha ottenuto dei risultati, se qui in Italia non è successo il governo non c'entra nulla. Per quel poco che so, in Italia esiste l'obbligo di perseguire quelli che sono reati penali, i.e. se le forze dell'ordine sono a conoscenza di qualcuno che ha commesso un reato sono obbligate a indagare e perseguire anche se non c'è una denuncia oppure se la denuncia è stata presentata e poi ritirata. Se non si tratta di un reato penale (non mi risulta che fare affermazioni presumibilmente false ricada in questo ambito) sta al cittadino che si sente danneggiato reagire con i necessari passi a livello legale.
      PS: aggiungo infine che se fossi stato io a
      fare le domande a questo pagliaccio della
      SCO avrei posto dei questiti piu "incisivi"Con il solo risultato che il dirigente SCO non avrebbe risposto e non ci sarebbe stata alcuna intervista. IMHO l'intervista, così come è stata fatta ha fallito negli intenti: è presumibile che a SCO non interessasse nulla dei 200 e passa commenti velenosi scritti da privati , ma semplicemente che volesse dare un segno alle aziende italiane, dicendo che il problema non riguarda solo gli U.S.A., ma si allargherà, se non si è già allargato, a livello mondiale, e quindi interesserà anche l'Italia. A questo punto, alcune aziene si informeranno, vedranno cosa è successo negli U.S.A. fino ad ora, scopriranno che la campagna di licenze SCO ha avuto esiti molto deludenti fra gli end user, e decideranno di seguire la stessa strada. Nel frattempo, ora sappiamo che la sede italiana di SCO è intenzionata a seguire la casa madre nelle sue richieste, e questo provocherà un repentino calo della sua popolarità anche negli end user nostrani. Se chi legge l'intervista è un minimo informato, nota subito che alcuni punti critici non sono stati minimamente toccati, come quello relativo all'affermazione sul "mostrare il rogito": concordo con l'intervistato che la cosa più semplice sarebbe mostrare il codice incrimitato (e dimostrare che se ne possiedono i diritti), sfortunatamente questa è l'unica cosa che non è stata fatta, l'unica volta che è successo SCO ha fatto una figura barbina mostrando del codice sul quale non poteva pretendere alcun diritto esclusivo. Non serve un gran genio per capirlo, e quindi l'intevista si risolve lo stesso in un boomerang per SCO e per l'intervistato.Se io, oggi come oggi, fossi un dipendente di SCO qui in Italia inizierei a preoccuparmi seriamente della mia posizione: non sto parlando dell'eventualità di assumere delle guardie del corpo come sembra che abbiano fatto i dirigenti (mi auguro non siano mai necessarie), ma semplicemente sulla stabilità del mio posto: se SCO inizia a incassare una serie di sconfitte la sua sopravvivenza è a rischio. Se invece le sue richieste vengono soddisfatte, la mission di SCO potrebbe passare da software house (bisognosa quindi di uno staff tecnico e di supporto al cliente) a ditta di legali interessata solo a far fruttare le sue proprietà intellettuali, per le quali non servono tecnici, ma solo avvocati.
  • Anonimo scrive:
    La Procura della Repubblica ...
    ... dovrebbe a mio avviso indagare ed accertare se ci sono gli estremi per procedere contro SCO per tentata truffa e tentata estorsione. Le aziende contattate da SCO dovrebbero precipitarsi dalla Procura oppure dalla Guardia di Finanza e sporgere immediatamente denuncia. Le parole del sig Zanni al riguardo sono illuminanti e spero vivamente che le richieste di risarcimento danni che alla fine arriveranno lo lascino in mutande: "In Italia al momento speriamo di non dover essere coinvolti in cause legali. Anche qui abbiamo cominciato a dialogare con alcuni grossi utenti i quali sono ora coscienti del problema e di come uscirne. Devo francamente dire che i soggetti con cui siamo entrati in contatto, anche aziende molto piccole, hanno capito benissimo il merito della questione: questo è del resto molto chiaro e davvero non comprendo come a volte venga presentato in maniera così ingarbugliata."
    • Anonimo scrive:
      Re: La Procura della Repubblica ...
      - Scritto da: Anonimo.....
      "In Italia al momento speriamo di non dover
      essere coinvolti in cause legali. Anche qui
      abbiamo cominciato a dialogare con alcuni
      grossi utenti i quali sono ora coscienti del
      problema e di come uscirne. Devo francamente
      dire che i soggetti con cui siamo entrati in
      contatto, anche aziende molto piccole, hanno
      capito benissimo il merito della questione:
      questo è del resto molto chiaro e davvero
      non comprendo come a volte venga presentato
      in maniera così ingarbugliata."L'ultima volta che ho sentito un discorso simile era al cinema, e lo pronunciava Marlon Brando....
  • Anonimo scrive:
    IBM-SCO 2-0
    Judge Tells SCO: No, *You* Have to Show the Code FirstFriday, December 05 2003 @ 04:13 PM ESTThe big news from the hearing today is that Judge Wells told SCO that they have to go first. They have to show IBM what code they are alleging is infringing. All during discovery, SCO has been telling IBM they had to show all their code first, and then SCO would identify the alleged infringements. IBM kept telling SCO in reply that they had the burden, as plaintiffs, to at least tell IBM what code was involved. Today the judge told SCO that IBM was right. SCO has 30 days to comply. IBM doesn't have to turn over anything until they do it. The judge's order will be filed Wednesday, and SCO has a month to show the code. They can't force IBM to go first. That dance is over.Cody Hilton of Guru Labs , a Utah Linux training company, attended the hearing, and the second big piece of news is that David Boies didn't show up. Darl's brother represented SCO. His brother is Kevin McBride, the same person we noted who was involved in writing the Open Letter yesterday.Why Boies didn't show up is hard to understand. And then again, maybe not. Brent Hatch was there and so was Darl. There was no media presence at all. Or more accurately, there was a lot of press there in the building but they were all there to cover the Olympic bribery trial , which got thrown out by the judge. Nobody in the courthouse was interested in talking to Darl today, according to my eyewitnesses, to the extent that they noticed, and they were looking.Cody talked to him, though, after it was over. He asked him why he was there, and Darl said he just wanted to get a feel for it. Cody asked him what he thought about how it went, with IBM winning both motions. Darl said he expected it. Cody rode in the elevator with IBM's Marriott and asked him how he felt about how things went. Marriott said, "We're happy. Everything went as we'd planned. We're happy with the decision."For IBM, it was David Marriott and Todd M. Shaughnessy. There were about 15 people there sitting in the gallery, including one woman, who rumor had it might be the patent attorney SCO hired and mentioned as possibly having a conflict of interest. But that is only a rumor.The room was small, with maybe seats in the gallery for about 20 people, but no one was denied entrance. There were seats available.Cody says that when the judge entered, she told them that it was her inclination to grant IBM's motions, and then she let both sides speak. First, SCO's Keven McBride spoke for about 40 minutes. The judge interrupted a few times and to Cody, it seemed like the presentation was hard to follow. Basically, he was arguing that IBM should hand over code first, so SCO could go over it and then categorize the violations as to whether they were copyright violations, trade secret, etc. Then Marriott spoke for IBM. He spoke for only 20 minutes. Cody described it as clear, crisp, easy to follow, easy to understand. He cited a case, Xerox Corp. v. International Business Machines Corp., he believes, which you can find mentioned here, in footnote 3 of IBM's Memorandum in Opposition to SCO's Motion to Compel Discovery, where the judge ruled like this:"[3] See also Xerox Corp. v. International Business Machines Corp., 64 F.R.D. 367, 371 (S.D.N.Y., 1974) ('[Plaintiff] should be able to identify in detail the trade secrets and confidential information alleged to have been misappropriated by [defendant]. Clearly until this is done, neither the court nor the parties can know, with any degree of certainty, whether discovery is relevant or not; and it is doubtful whether [plaintiff] can undertake a meaningful discovery program'.)"The hearing lasted an hour and a half.Frank Sorenson was there too and he also reports similarly:"Judge Wells came into the courtroom, and announced that she had read all the filings and the relevant case law, and it was her intention to grant IBM's Motions and postpone any further Discovery until this matter was cleared up
  • Anonimo scrive:
    ma loro se la sono pagata, la licenza?
    no perché qui http://uptime.netcraft.net/up/graph?site=www.sco.it risulta che usano SO Linux, per il loro sito... e anche qui: http://uptime.netcraft.net/up/graph?site=www.sco.comquasi quasi li denuncio alla BSA...
  • Anonimo scrive:
    NEWS: Il giudice dice di no a SCO, prima
    mostri il codicehttp://www.groklaw.net/article.php?story=20031205161348100Il sito è affollatissimo.. se non entrate subito riprovate!(linux)
    • Anonimo scrive:
      Neanche l'avvocato ...
      Pare che il costosissimo avvocato di SCO (D. Boies) non si sia neanche presentato all'udienza, e che SCO si sia fatta rappresentare dal fratello del CEO.Forse anche l'avvocato ha paura di essere messo in relazione con una banda di perdenti ?
    • Anonimo scrive:
      Zanni: ci dica che ne pensa
      Direi che sarebbe bello aggiungere la domandina all'intervista....ROTFL
      • Ekleptical scrive:
        Re: Zanni: ci dica che ne pensa

        Direi che sarebbe bello aggiungere la
        domandina all'intervista....Non vedo cosa cambi.Partite sempre dal presupposto che SCO dica balle.Se SCO non ha mentito, non avrà problemi ad adeguarsi alla richiesta del giudice e da lì in poi per la IBM saranno ca**i!Bisogna aspettare mese prossimo per sapere se investire in un bel pacco di azioni SCO o meno. Tutto qua.
        • Anonimo scrive:
          Re: Zanni: ci dica che ne pensa
          - Scritto da: Ekleptical

          Direi che sarebbe bello aggiungere la

          domandina all'intervista....

          Non vedo cosa cambi.
          Partite sempre dal presupposto che SCO dica
          balle.che è infatti il presupposto giusto.Sta scritto nella costituzione italiana , all'articolo 27
          Se SCO non ha mentito, non avrà problemi ad
          adeguarsi alla richiesta del giudice e da lì
          in poi per la IBM saranno ca**i!peccato che, stando al resoconto dell'udienza di ieri, hanno cercato in tutti i modi di non presentare le prove
          Bisogna aspettare mese prossimo per sapere
          se investire in un bel pacco di azioni SCO o
          meno. Tutto qua.ma la loro riluttanza a presentare le prove è già un chiaro segno.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Zanni: ci dica che ne pensa

            ma la loro riluttanza a presentare le prove
            è già un chiaro segno.Prima o poi dovevano presentarle comunque, no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Zanni: ci dica che ne pensa
            - Scritto da: Ekleptical

            ma la loro riluttanza a presentare le
            prove

            è già un chiaro segno.

            Prima o poi dovevano presentarle comunque,
            no?oggi il titolo SCO è in flessione... chissà perché....
          • Anonimo scrive:
            Re: Zanni: ci dica che ne pensa
            - Scritto da: Ekleptical

            ma la loro riluttanza a presentare le
            prove

            è già un chiaro segno.

            Prima o poi dovevano presentarle comunque,
            no?Certo, ma a loro è quello che doveva succedere *prima* di presentare le prove che interessava, sarebbe a dire proseguire con la tattica del FUD per ottenere i seguenti vantaggi: 1) far alzare il valore delle azioni (per favorire incassi eccezionali da parte di tutti i dirigenti) 2) estorcere denaro a grandi e piccole aziende 3) sollevare un polverone sperando di essere acquisiti da qualcuno prima dell'inevitabile disfatta legale. Non dimentichiamoci che SCO ha prima di tutto minacciato IBM di fare causa, con lo scopo di ottenere un indennizzo miliardario per mettere tutto a tacere oppure essere acquisiti da IBM e risolvere tutti i problemi finanziari e occupazionali. Quando entrambe le possibilità sono sfumate SCO ormai non poteva fare nient'alro che dare seguito al bluff, tanto ormai non avevano più nulla da perdere, l'azienda era spacciata sia finanziariamente che tecnologicamente, potevano solo fare i kamikaze e sperare di ottenere il massimo vantaggio da una situazione senza altri sbocchi. Possibile che il fatto che SCO si sia resa conto solo oggi di aver subito una violazione contrattuale da parte di IBM, proprio quando IBM, guardacaso, sta imbastendo un grosso business su Linux, non ti dica niente? E le prove assolutamente ridicole che SCO ha presentato ai giornalisti? Se avessero avuto anche solo un frammento di codice inequivocabilmente copiato da presentare alla stampa lo avrebbero già fatto per incentivare al massimo la loro attuale strategia. Hanno provato a confondere le acque con esempi ridicoli e sono stati derisi, ora cercano di buttarla sull'ideologia accusando (come fa Microsoft) la GPL di essere una licenza antiamericana. Come ha detto un importante legale: quando i fatti sono contro di te bisogna mettere l'accento sull'aspetto formale delle leggi, quando le leggi sono contro di te bisogna puntare sui fatti, quando sia le leggi che i fatti sono contro di te non ti rimane che sbattere i pugni sul tavolo e fare confusione, esattamente ciò che sta facendo SCO.Gianluca Cardinale
        • Anonimo scrive:
          Re: Zanni: ci dica che ne pensa
          - Scritto da: Ekleptical

          Direi che sarebbe bello aggiungere la

          domandina all'intervista....

          Non vedo cosa cambi.
          Partite sempre dal presupposto che SCO dica
          balle.Bisogna dire che una situazione nella quale l'accusatore nasconde le prove, mentre l'accusato pretende che vengano fatte vedere, è quantomeno anomala. Non credi ?
          Se SCO non ha mentito, non avrà problemi ad
          adeguarsi alla richiesta del giudice e da lì
          in poi per la IBM saranno ca**i!Mah... in Germania, di fronte alla stessa richiesta, ha preferito una condanna per diffamazione....
          Bisogna aspettare mese prossimo per sapere
          se investire in un bel pacco di azioni SCO o
          meno. Tutto qua.Già.... Così se poi SCO vince il processo, si può attendere speranzosi in un futuro roseo per l'attività della società.... attività in un campo dove gli interlocutori di SCO si chiamano IBM, Silicon, SUN, Novell....Probabilmente quelli che oggi investono in SCO sono gli stessi che qualche hanno fa si sono investiti pure la camicia nella New Economy......
          • Ekleptical scrive:
            Re: Zanni: ci dica che ne pensa

            Probabilmente quelli che oggi investono in
            SCO sono gli stessi che qualche hanno fa si
            sono investiti pure la camicia nella New
            Economy......Guarda che una ipotetica vittoria di SCO equivale ad un risarcimento danni a 7-8 zeri.. in euro!!!!!Col primo dividendo mi ci sistemo per il resto della vita!Poi può anche fallire, chissenefrega! :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Zanni: ci dica che ne pensa
            - Scritto da: Ekleptical

            Probabilmente quelli che oggi investono in

            SCO sono gli stessi che qualche hanno fa
            si

            sono investiti pure la camicia nella New

            Economy......

            Guarda che una ipotetica vittoria di SCO
            equivale ad un risarcimento danni a 7-8
            zeri.. in euro!!!!!
            Col primo dividendo mi ci sistemo per il
            resto della vita!Chissa' da dove viene questo mito di fare i soldi senza guadagnarseli ... guarda caso, pero', sei in perfetta sintonia con le idee di SCO.
          • DPY scrive:
            Re: Zanni: ci dica che ne pensa

            Chissa' da dove viene questo mito di fare i
            soldi senza guadagnarseli ... guarda caso,
            pero', sei in perfetta sintonia con le idee
            di SCO.Non credo che le cose stiano proprio in questa forma: l'investimento in borsa è un gioco 'di rischio' che contempla anche questi aspetti. Non è detto che debba essere definito solo un modo di fare i soldi senza guadagnarseli , è sicuramente un modo per poterne fare una buona quantità, con il rischio di perderne altrettanti. Durante i periodi di boom (e quello legato alla New Economy non ha fatto eccezione) diventa un gioco molto popolare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Zanni: ci dica che ne pensa
          - Scritto da: Ekleptical

          Direi che sarebbe bello aggiungere la

          domandina all'intervista....

          Non vedo cosa cambi.
          Partite sempre dal presupposto che SCO dica
          balle.No non e' un presupposto necessario il merito della questione e' molto diverso!Il fatto che SCO dica balle (cosa gia vista publicamente quando hanno mostrato parte del codice in questione) e' solo uno degli aspetti.Sco ha ancora un paio di problemucci da superare (oltre alle balle)Il primo e' dimostrare che il codice NUMA o JFS sia legato all'accordo di non disclosure (anziche' come dice IBM di totale proprieta' IBM)... e qui francamente penso che IBM ha ottime frecce al suo arco dato che e' piu' che noto che tale codice era di esclusivo uso dei sistemi Dynix e AIX (e niente affato dei sistemi genericamente UNIX).Sembrerebbe molto stranoche IBM abbia fatto errori cosi' grossolani.Il secondo e' dimostrare che nel codice rilasciato da Caldera nelle fasi antecedenti la acquisizione da parte di SCO non contenesse gia' il codice in questione (che quindi Caldera avrebbe rilasciato a pieno titolo).E il terzo dimostrare che tale codice non faccia parte di quello quello del gigantesco repository degli USL contenente il codice rilasciato "public domain" all'epoca della causa (vinta) da BSD vs USL.Impresa non facile per chi (come si e' visto al dibattito con i developpers) non avendo sviluppato quasi nulla in proprio (il vecchio staff di SCO e' ormai totalmente migrato ad altre aziende) non ha idea della "impronta genetica" del codice di cui sopra!Senza contare la questione realmente propblematica della accusa presentata da IBM relativa al copyright del proprio codice rilasciato (e su quest non ci sono ne dubbi ne prove da mostrare) da SCO nella sua versione di Linux.E li si che davvero son c**i amarissimi!I poverelli di spirito come te dovrebbero quantomeno avere prudenza quando sparano affermazioni sul "dare per scontato".Ma anche qui ... se le tue affermazioni fossero di solito prudenti non avrei ragione di chiamarti Micopterus Salmoides! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Zanni: ci dica che ne pensa
            - Scritto da: Anonimo

            Ma anche qui ... se le tue affermazioni
            fossero di solito prudenti non avrei ragione
            di chiamarti Micopterus Salmoides! :DSei un mito! :D :D :D
        • DPY scrive:
          Re: Zanni: ci dica che ne pensa

          Non vedo cosa cambi.
          Partite sempre dal presupposto che SCO dica
          balle.

          Se SCO non ha mentito, non avrà problemi ad
          adeguarsi alla richiesta del giudice e da lì
          in poi per la IBM saranno ca**i!Un buon avvocato non svela mai le sue carte fino a che non è necessario, visto che prima le tira fuori più tempo ha l'avversario per smontarle, questo è vero, tuttavia sospetto che se hanno così timore che vengano smontate non devono avere una così gran fiducia nelle prove stesse. In caso contrario già ora potrebbero avere degli argomenti molto più convincenti per chiedere soldi alle aziende: se non li usano significa che ritengono conveniente rimanere in questa posizione di incertezza più possibile. Questo nonostante il fatto che, come dici tu, se il mese prossimo le dimostrazioni fossero convincenti, il titolo potrebbe schizzare alle stelle. Lascio a chi legge ipotizzare perché abbiano voluto ritardare il più possibile questo rialzo.A proposito, c'è una motivazione molto semplice per partire dal presupposto che SCO non la racconti giusta, basta leggere i testi (pubblici) dei documenti preparati dal loro staff per la causa contro IBM: fino ad ora non ho letto una sola analisi sostenere la correttezza delle loro affermazioni (parlo delle affermazioni tecniche che dovrebbero essere alla base delle pretese violazioni degli accordi con IBM, non di generiche analisi finanziarie sulle prospettive dell'azienda), se sai trovarne qualcuna...
        • Anonimo scrive:
          Re: Zanni: ci dica che ne pensa

          Se SCO non ha mentito, non avrà problemi ad
          adeguarsi alla richiesta del giudice e da lì
          in poi per la IBM saranno ca**i!

          Bisogna aspettare mese prossimo per sapere
          se investire in un bel pacco di azioni SCO o
          meno. Tutto qua.Sara' come dici, ma le mie Cirio non le scambierei con altrettante SCO.
  • Anonimo scrive:
    Cirio sono 2 anni che fa crack..mah...
    Alla faccia della giustizia.Lo scandalo Cirio e' scoppiato in concomitanza con gli scandali Enron/Worldcom/.. in USA, solo che in USA hanno preso a calci in culo i responsabili nel giro di 2 mesi.Non mi piacciono gli americani (di destra) (anzi ho capito che mi stanno davvero sulle palle), pero' in molte cose sono molto piu' seri che da noi.I responsabili qui in Itali' hanno avuto 2 anni per insabbiare, forcare, birigare, corrompere. Non e' giustizia questa.Speriamo che questa sia la volta buona ....
  • Anonimo scrive:
    Bel paragone ...
    "Estremizzando, sarebbe come rubare una macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo tre anni e tentare di risolvere la questione limitandosi a restituire le chiavi."Nella parafrasi si e' scordato di aggiungere un paio di cosette:- Per tre anni non si e' mai accorto che gli era stata fregata l'auto- Per tre anni noi abbiamo usato inconsapevolmente un'auto rubata.Non aggiungo altro ... mi viene troppo da ridere :-)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Bel paragone ...
      .... e aggiungerei che se io ho una macchina che non so essere rubata qualcuno me lo deve dimostrare eccome, che sia rubata, documenti alla mano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bel paragone ...

        .... e aggiungerei che se io ho una macchina
        che non so essere rubata qualcuno me lo deve
        dimostrare eccome, che sia rubata, documenti
        alla mano.sinel paese dei balocchi forsese tu hai una macchina che non sai essere rubata, incorri comunque nel reato di incauto acquisto (dimostrata la buona fede)e' come costruisrsi una casa e poi dire che non sapevi che il terreno non era edificabilesempre abusivismo edilizio e'...anche dopo 10 anni
        • Anonimo scrive:
          Re: Bel paragone ...

          si
          nel paese dei balocchi forse
          se tu hai una macchina che non sai essere
          rubata, incorri comunque nel reato di
          incauto acquisto (dimostrata la buona fede)Questo è vero, ma ( e te lo dice un agente di P.G.) il giudice per poterti condannare per furto o ricettazione deve avere le prove che l'auto è rubata ( certificato di proprietà del veicolo che attesti che il conducente non è il proprietario e che il conducente non è entrato in possesso dell'auto con il consenso del proprietario e denuncia del proprietario ) e queste prove devono essere portate dal denunciante.E' chi denuncia che deve dimostrare che c'è stato un reato; si chiama presunzione d'innocenza......mai sentito parlare?E comunque come qualcun'altro ha già fatto notare qui il paragone non regge perchè l'esempio è impostato sul codice penale mentre la causa tra SCO e IBM è una causa civile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bel paragone ...

      "Estremizzando, sarebbe come rubare una
      macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo
      tre anni e tentare di risolvere la questione
      limitandosi a restituire le chiavi."

      Nella parafrasi si e' scordato di aggiungere
      un paio di cosette:
      - Per tre anni non si e' mai accorto che gli
      era stata fregata l'autoininfluentedal momento in cui denuncio il furto, quell'auto e' a tutti gli effetti un'auto rubatae chi se ne e' appropriato e' un ladro
      - Per tre anni noi abbiamo usato
      inconsapevolmente un'auto rubata.se tutto va bene si inculano solo chi l'auto l'ha rubatama sempre di auto rubata si trattail reato non si estingue con la vendita
      • Anonimo scrive:
        Re: Bel paragone ...
        - Scritto da: Anonimo

        "Estremizzando, sarebbe come rubare una

        macchina, farsi fermare dai carabinieri
        dopo

        tre anni e tentare di risolvere la
        questione

        limitandosi a restituire le chiavi."



        Nella parafrasi si e' scordato di
        aggiungere

        un paio di cosette:

        - Per tre anni non si e' mai accorto che
        gli

        era stata fregata l'auto

        ininfluente
        dal momento in cui denuncio il furto,
        quell'auto e' a tutti gli effetti un'auto
        rubata
        e chi se ne e' appropriato e' un ladroininfluente esiste pure l'usucapione(si lo so, l'usucapione e' solo per beni immobili, era solo per far capire che l'esempio non calzava molto, anzi per nulla!).

        - Per tre anni noi abbiamo usato

        inconsapevolmente un'auto rubata.

        se tutto va bene si inculano solo chi l'auto
        l'ha rubata
        ma sempre di auto rubata si tratta
        il reato non si estingue con la venditaComunque non credo che una denuncia fatta anni e anni dopo sia valida. Spero ci sia una specie di prescrizione, altrimenti non sarebbe piu' finita.Ciao!
  • Anonimo scrive:
    zanni ha i calzini bucati
    e gli hanno promesso un aumento per venire qui a fare questa figura da mediocre, stanno cercando di trasformare il piombo in oro, cioe' un'azienda che affonda in una miniera inesauribile di diritti intellettuali.e poi c'e' anche qualcuno che dice che il copyright favorisce l'innovazione tecnologica.poverini in fondo mi fanno pena, in poverta' diventiamo tutti cattivi.
    • Sky scrive:
      Re: zanni ha i calzini bucati
      Ah ah ah ah... il tuo è uno degli interventi più spiritosi che ho letto... ed oltre a tutto sembra pure che tu abbia ragione! :-)Aggiungerei un paio di cosette che l'articolo m'ha portato a pensare:"Ovviamente questo problema potrebbe avere conseguenza importanti per l'industria, ed è questo che secondo me ha creato prese di posizione di non compromesso: la vicenda ha dimensioni enormi, soprattutto tenuto conto delle posizioni così rigide tenute dalle parti in causa. Scremato da una componente ideologica, che non interessa il mercato, la soluzione è semplice e perfettamente comprensibile per il mercato, che non ne verrebbe danneggiato." Cioè.... questo qui è "marchettaro puro": per lui le cose basta dirle che "sono così". :-O Altra citazione:"Quando SCO si è accorta che all'interno di Linux vi era un chiaro problema legato alla violazione dei propri diritti ha immediatamente sospeso la distribuzione del proprio sistema operativo Linux. Quando SCO distribuiva Linux non era evidentemente a conoscenza che Linux contenesse un numero così importante di proprietà intellettuali di SCO." traducendo: "finchè il codice era degli altri non avevamo problemi a rivenderne la pacchettizzazione (guadagnandoci) e mettendo tutto sotto GPL... però quando ci siamo accorti che altri facevano i soldi con il nostro codice (e qui mi viene da ridere) abbiamo intentato una causa mostruosa a chi aveva i soldi per farci star zitti (seeee... illusi)". ;-) Ed infine:"Il puro fatto di sostituire il codice è un'opzione che oltre a essere tecnicamente non praticabile non affronta il problema del riconoscimento dei diritti." cioè... loro dicono che se scrivo "a++" violo il loro (C) perchè quello l'hanno scritto loro... e che non posso nemmeno scrivere "a = a + 1" perchè "questo non risolverebbe il problema"... ma andiamo... sono veramente dei poveretti (come lo era Caldera prima di loro).
  • Anonimo scrive:
    ATTENZIONE! NEWS: Batosta per SCO!!!!
    SCO, messa all'angolo da IBM, ha collezionato il suo primo insuccesso nella questione SCOVsIBM:http://www.groklaw.net/article.php?story=20031205143009441buona lettura
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENZIONE! NEWS: Batosta per SCO!!!
      - Scritto da: Anonimo
      SCO, messa all'angolo da IBM, ha
      collezionato il suo primo insuccesso nella
      questione SCOVsIBM:

      http://www.groklaw.net/article.php?story=2003

      buona lettura
      SCO, apparently, has 30 days to provide specific answers to IBM's interrogatoriesQuindi finalmente dovranno tirar fuori le "prove" che finora hanno negato, oppure potranno essere condannati per calunnia
    • Anonimo scrive:
      Come dovevasi dimostrare
      Appena entrati in tribunale, il loro teorema si scioglie come neve al sole...Secondo me, in fondo, è anche un bene che sia scoppiato qusto caso. Finora la GPL, anche se ha valore giuridico, non ha mai superato la prova tribunale. Un caso come questo, la cui vittoria è scontata, costituirà un precedente forte, e l'intera comunità Linux non potrà che uscirne rafforzata.(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Come dovevasi dimostrare
        - Scritto da: Anonimo
        Appena entrati in tribunale, il loro teorema
        si scioglie come neve al sole...

        Secondo me, in fondo, è anche un bene che
        sia scoppiato qusto caso. Finora la GPL,
        anche se ha valore giuridico, non ha mai
        superato la prova tribunale. Un caso come
        questo, la cui vittoria è scontata,
        costituirà un precedente forte, e l'intera
        comunità Linux non potrà che uscirne
        rafforzata.

        (linux)Fa piacere notare che finalmente qualcuno se ne accorga e veda ora come IBM abbia fatto bene a non "transare" come i mezzi economici gli avrebbero largamente consentito!Per la prima volta in vita mia sono costretto ad ammettere che IBM (che certo non ho mai amato) ha tenuto un comportamento rispettoso e corretto nei confronti della comunita' opensource e tutte le mosse fino ad ora sono un punto a favore di GNU e della sua immagine a "lungo termine".Mi sa che qualcuno (non parlo solo di SCO) faceva meglio a lasciar dormire il gigante! :D
        • HotEngine scrive:
          Re: Come dovevasi dimostrare
          - Scritto da: Anonimo
          Per la prima volta in vita mia sono
          costretto ad ammettere che IBM (che certo
          non ho mai amato) ha tenuto un comportamento
          rispettoso e corretto nei confronti della
          comunita' opensource e tutte le mosse fino
          ad ora sono un punto a favore di GNU e della
          sua immagine a "lungo termine".E vorrei vedere! Dove li trova migliaia di programmatori che lavorano gratis?
          • Anonimo scrive:
            Re: Come dovevasi dimostrare
            - Scritto da: HotEngine

            - Scritto da: Anonimo


            Per la prima volta in vita mia sono

            costretto ad ammettere che IBM (che certo

            non ho mai amato) ha tenuto un
            comportamento

            rispettoso e corretto nei confronti della

            comunita' opensource e tutte le mosse fino

            ad ora sono un punto a favore di GNU e
            della

            sua immagine a "lungo termine".

            E vorrei vedere! Dove li trova migliaia di
            programmatori che lavorano gratis?Non lavorano mica per IBM! lavorano per se!Il che non si puo' certo dire di chi paga fior di royalties a M$ :DIn sostanza chi lavora GNU viene pagato per il suo lavoro dal committente e non deve nulla a nessuno e puo' mettere il proprio lavoro a disposizione degli altri (gratis o no).Nel caso di chi lavora closed il primo a incassare (os+royalties) e' M$ il programmatore per vendere comunque deve (gli piaccia o no) continuare ( vita) a far incassare M$!E adesso mi dica caro furbetto chi e' che lavora gratis per chi? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Come dovevasi dimostrare
        - Scritto da: Anonimo
        Appena entrati in tribunale, il loro teorema
        si scioglie come neve al sole...

        Secondo me, in fondo, è anche un bene che
        sia scoppiato qusto caso. Finora la GPL,
        anche se ha valore giuridico, non ha mai
        superato la prova tribunale. Veramente la GPL e' gia' passata in tribunale piu' volte, uscendone sempre vincitrice.
      • golbez scrive:
        Non capisco due cose.
        - Scritto da: Anonimo
        Appena entrati in tribunale, il loro teorema
        si scioglie come neve al sole...

        Secondo me, in fondo, è anche un bene che
        sia scoppiato qusto caso. Finora la GPL,
        anche se ha valore giuridico, non ha mai
        superato la prova tribunale. Un caso come
        questo, la cui vittoria è scontata,
        costituirà un precedente forte, e l'intera
        comunità Linux non potrà che uscirne
        rafforzata.

        (linux)Sono d'accordissimo.... Il bello di Linux appunto è il senso di communità che lo lega.. anche se sono ancora molti quelli che pensano che Linux sia una specie di prendi-e-usa-gratis...[OT]Ho sbagliato a mettere il titolo, sorry.....[/OT]==================================Modificato dall'autore il 06/12/2003 11.34.42
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENZIONE! NEWS: evvai!
      evvai! zump zump parapazum!Adesso tocca a noi ballare! :D
  • Santos-Dumont scrive:
    La vedremo!
    Leggendo l'intervista al manager regionale di SCO, si giunge inevitabilmente ad una conclusione: SCO, oltre ad essere piccola, è pure alla frutta. Non si spiega altrimenti questa smania di conquistare il riconoscimento legale dei propri diritti intellettuali, naturalmente per farli fruttare economicamente sfruttando in seguito un ricatto più o meno velato verso gli utenti finali (certe dichiarazioni di intenti "angelici" non convincono affatto): regolarizzate la vostra posizione acquistando un nostro prodotto o sarete passibili di denuncia.Alcune considerazioni elementari:1) I kernel antecedenti il 2.4 non contengono codice incriminato? Bene, la comunità del software libero troverà la forza per ripartire da lì, qualora a SCO venisse concesso di non rivelare quali siano le parti di codice soggette a copyright (cosa di cui dubito). Tanto rumore per nulla...2) Caldera/SCO non sapeva che Linux contenesse codice coperto da diritti intellettuali, e neppure la comunità free evidentemente lo sapeva (rischiare di inficiare tanti sforzi congiunti per poche manciate di codice, seppure "vitale", non mi sembra proprio una politica sana e in armonia con la GPL.) Cio nonostante SCO ora vuole riscuotere i suoi diriti intellettuali. Ma fino ad ora dove è stata SCO? Mica è da ieri che i kernel 2.4 sono disponibili... Abbiamo un bel caso di un presunto proprietario che non sapeva di possedere ed un presunto ladro che non sapeva di rubare. Altro che ladro d'auto: è chi accusa che deve portare le prove, caro signore! E lei accusa l'intera comunità free di furto intellettuale, al che forse sarebbe lei passibile di denuncia per diffamazione. O forse che se le rubano un auto, prende la prima con i connotati giusti (marca, modello, colore, anno, etc.) senza verificare se si tratta realmente della sua?! Mi risulta che la legge italiana punisca l'intenzione di nuocere o la mancanza di diligenza. E sicuramente il lavoro della comunità free è sempre stato improntato alla "diligenza del buon padre di famiglia".3) L'intervistato si guarda bene, al di là dell'atteggiamento da "io lo sapevo già" per i casi RedHat e SuSe, dal rilevare l'andamento in crescita del software free, e non solo sul fronte dei server. Si percepisce un astio dissimulato per l'idea stessa di Free Software secondo la GPL (non appare a caso quel sottile distinguo tra Open Source e GPL) perchè sottrae aree di utenza privilegiate agli artigli dei rapaci. Vedansi i numerosi casi di governi e amministrazioni locali che da diverso tempo ormai si rivolgono al software libero. Ma i "milioni di server" rappresentano milioni di utenti da depredare, vero?4) Nell'intervista si afferma una cosa inesatta riguardo la GPL. Mi riferisco al passaggio da licenza GPL a licenza commerciale e viceversa. Quando avviene in uno qualunque dei due sensi, e si è in presenza di vari autori, occorre il consenso unanime per effettuare l'operazione. In mancanza dell'unanimità la versione vecchia rimane con la propria licenza originale e se ne può rilasciare una nuova versione senza i contributi dei dissenzienti. Come esempio pratico abbiamo Sourceforge, divenuto proprietario, e la sua uiltima incarnazione libera adottata dalla FSF e rinominata Savannah. Rimando all'ottimo articolo pubblicato a pagina 31 del numero di novembre di Linux Magazine. L'intervistato è a conoscenza del dettaglio, altrimenti non elencherebbe tra le possibili "soluzioni" il ritorno al kernel 2.2...Comunque il nodo è solo uno. C'è chi vule lucrare all'infinito sulla concessione in uso del software, e chi invece vuole che siano posti dei limiti. Sotto sotto è la stessa diatriba esistente tra libera condivisione P2P e acerrima difesa dei diritti intellettuali da parte di chi s'e abituato a lucrare su queste cose. Vedremo sul campo chi trionferà...Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: La vedremo!
      - Scritto da: Santos-Dumontma sei veramente te quello della foto ? Che dire ? Un idolo !!!
    • Santos-Dumont scrive:
      [OT] No, non sono io
      L'avatar, intendo dire... Si tratta di Alistair (o Aleister) Crowley, famoso mago, forse il più famoso dell'era moderna.
      • Anonimo scrive:
        Re: iper [OT] No, non sono io
        - Scritto da: Santos-Dumont
        L'avatar, intendo dire... Si tratta di
        Alistair (o Aleister) Crowley, famoso mago,
        forse il più famoso dell'era moderna.Chiii?Chi sarebbe Questo mago?va bene va bene e' molto OT ma la curiosita' non e' mica un reato!
        • Alessandrox scrive:
          Re: iper [OT] No, non sono io
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Santos-Dumont

          L'avatar, intendo dire... Si tratta di

          Alistair (o Aleister) Crowley, famoso
          mago,

          forse il più famoso dell'era moderna.

          Chiii?
          Chi sarebbe Questo mago?
          va bene va bene e' molto OT ma la curiosita'
          non e' mica un reato!Meglio non fare troppe domande su Aleister...senno' stanotte viene a tirarti i piedi :-D
        • Santos-Dumont scrive:
          Re: iper [OT] No, non sono io
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Santos-Dumont

          L'avatar, intendo dire... Si tratta di

          Alistair (o Aleister) Crowley, famoso
          mago,

          forse il più famoso dell'era moderna.

          Chiii?
          Chi sarebbe Questo mago?
          va bene va bene e' molto OT ma la curiosita'
          non e' mica un reato!Troverai tantissimi riferimenti su Google impostando il nome come parametro di ricerca. Prova pure con il termine Thelema. E se vuoi un riferimento bibliografico, posso darti "Magick", edito in Italia da Astrolabio nel lontano 1976...La legge principale di Crowley è " Fa ciò che vuoi saràa l'unica legge" (nel senso che ognuno deve cercare la propria strada in maniera indipendente.)Ciao.
  • Cavallo GolOso scrive:
    ipse dixit, dunque?
    leggo divertito Io non ho mai sentito nessun esponente del mondo open source dire: ?va bene, mostra quali sono le parti di codice che violano il vostro copyright e noi riconosceremo i relativi diritti e poi procederemo ad una strategia successiva che potrà essere, ad esempio, l'eliminazione o l'acquisto della relativa licenza?. L'opzione che viene proposta è invece quella di ?va bene, ho capito, se secondo te questa roba è dentro tu provacelo. Quando ce lo avrai provato e ci avrai fatto vedere tutto il codice incriminato noi lo toglieremo?. Questo approccio non ha fondamento legale. Estremizzando, sarebbe come rubare una macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo tre anni e tentare di risolvere la questione limitandosi a restituire le chiavi. Però è strano come questo aspetto non sia stato giustamente commentato dalla stampa. E mi scompiscio, perchè sono in buona.Ma come?Il suo esempio va utilizzato per spiegare a lei , signore, che la posizione degli esponenti opensource (da qui in poi "eos" per brevità) dice "signori carabinieri, voi affermate che questa macchina sia rubata. Io affermo il contrario; finchè non ci sono prove, non solo non vi do le chiavi, ma vorrei anche un tantinello accusarvi di diffamazione. Ma siccome sono un buono, ti dico, mostrami quello che ritieni rubato; finchè non lo farai, io non faccio proprio un bel niente".Il problema poi - IMHO - è che effettivamente determinate procedure o algoritmi (piccolissimi o semplici idee) possono sembrare copiate. Sono dei semplici concetti a cui magari altri sono arrivati per conto proprio: vi paiono copiati? Si cambiano, perchè è l'idea e ciò che fanno che non potete rivendicare come copiato.Questo secondo me; ne so comunque effettivamente poco, preferirei una integrazione di qualcuno che il codice lo conosce e che ha visto qualche prova.Altrimenti, caro signore, sarebbe come se io, trovatomi con il mio negozio di verdure che non vende, arrivassi da lei e dicessi "lei mi ha rubato il negozio".Minimo lei mi dice "provalo".No?Lei (SCO) afferma che è già vero il furto, o sbaglio?==================================Modificato dall'autore il 10/02/2004 13.48.06
    • Anonimo scrive:
      Re: ipse dixit, dunque?
      Mentre il rappresentante di SCO ha fatto un paragone (discutibile se vuoi) che può essere ricondotto a riferimenti normativi realmente esistenti, i tuoi esempi sono pietosi: più che farti leggere il codice sorgente avresti bisogno di qualcuno che ti leggesse un bignamino di diritto penale, proc. pen, ecc.Buona fortuna EOS
      • The FoX scrive:
        Re: ipse dixit, dunque?
        - Scritto da: Anonimo
        Mentre il rappresentante di SCO ha fatto un
        paragone (discutibile se vuoi) che può
        essere ricondotto a riferimenti normativi
        realmente esistenti, i tuoi esempi sono
        pietosi: più che farti leggere il codice
        sorgente avresti bisogno di qualcuno che ti
        leggesse un bignamino di diritto penale,
        proc. pen, ecc.
        Buona fortuna EOSIl comportamento si SCO a quali riferimenti normativi realmete esistenti puo' essere ricondotto?Ovvero, lanciare accuse, presentare denuncie, citare in tribunale, il tutto senza presentare prove, e poi anche pretendere soldi senza una sentenza che attesti che la richiesta sia legittima... i bignamini in questi casi cosa suggeriscono?
        • Anonimo scrive:
          Re: ipse dixit, dunque?
          Guarda che la mia era una scherzosa provocazione: il problema è che il rappresentante di SCO è stato così abile che per controbattere bisognerebbe conoscere i contratti che sarebbero stati violati. Quindi valutare il peso di una qualsiasi decisione negli USA nel nostro paese che, te lo dico sinceramente, non vale un fico finché non viene investito un Nostro Magistrato dalla questione. Io mi sento però tranquillo e continuerò ad utilizzare tutti i sistemi che mi pare, poiché acquisiti lecitamente e convinto che qualsiasi decisione futura (presa in Italia) non potrà comunque avere effetto retro attivo. Sugli HomeUsers e sulle aziende. Ciao. Umberto
          • Anonimo scrive:
            Re: ipse dixit, dunque?
            - Scritto da: Anonimocut
            per controbattere bisognerebbe conoscere i
            contratti che sarebbero stati violati.cutMa caro umberto li conosciamo sono pubblicati come documenti presentati dai comparenti sul sito stesso della corte oltre che su groklaw!;-) sappiamo tutto e conosciamo tutto cio' che serve per giudicare! (in U.S. atti e docomunti di una causa sono sempre pubblici e sappiamo tutto quello che sa il giudice e gli permette di giudicare) chiaro? ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: ipse dixit, dunque?
        - Scritto da: Anonimo
        Mentre il rappresentante di SCO ha fatto un
        paragone (discutibile se vuoi) che può
        essere ricondotto a riferimenti normativi
        realmente esistenti, i tuoi esempi sono
        pietosi: più che farti leggere il codice
        sorgente avresti bisogno di qualcuno che ti
        leggesse un bignamino di diritto penale,
        proc. pen, ecc.
        Buona fortuna EOSEsistenti? in che senso esistenti?Sfoglia bene il bignamino e vedrai che il furto (paragone di SCO) e' diritto penale (senza neppure entrare nel merito del fatto che e' citato in modo sbagliato perche' anche in penale le cose stanno molto ma molto diversamente) e invece il diritto civile (in questo caso contratto tra privati) e' completamente una altra cosa e (purtroppo per te e loro) comprende in ogni caso la responsabilita' civile (persino in U.S) se fai una accusa e non la provi non solo perdi la causa ma oltretutto sei responsabile (oltre che di diffamazione) anche dei danni morali e materiali derivanti e ne sei responsabile "in solido".Qui e' meglio che il bignamino lo sfoglino molto ma molto in fretta! perche' se la loro intenzione non e' quella di fuggire con la cassa saranno chiamati a rispondere in soldoni e mi sa che a fronte di questo il fatto di perdere la causa e pagare i legali sara' veramente roba da ridere!..Non credo che IBM sia disposta a metterci una pietra sopra!Se questa fosse stata l'intenzione potevano comprarsi tutta SCO (come McBride stesso aveva ammesso di sperare) con gli spiccioli di una giornata di spesa e gli avrebbero dato anche il resto! :DIBM evidentemente ha tutta l'intenzione di dare "l'esempio" e mi pare una mossa strategica di largo respiro che punta in modo esplicito ad accreditare il business con l'open source!Ripassa il bignamino e gia' che ci sei anche quello del marketing (oltre che a quello legale) forse poi capisci meglio! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ipse dixit, dunque?
        invece ha ragione, perche' quelli di sco non capiscono proprio un bel cavolo e sono solo dei buffoni visto che una delle prima cose che disse torvalds quando scoppio' il caso e' che se proprio c'era del codice incriminato di mostarlo a lui in modo che potesse rimuoverlo dal kernel..invece loro insistono a dire che nessun esponente del movimento open se offerto di fare questa cosa...questo fa capire quanto non abbiano nulla di effetivamente vero e vogliano solo continuare a starnazzare le loro cavolate e basta.
  • Anonimo scrive:
    integrare e/o riscrivere la GPL?
    leggendo questo"Tornando al caso SCO, le normative che regolamentano il copyright non permettono la perdita del copyright se non per un atto esplicito da parte del titolare dei diritti di proprietà."penso che allora forse a GPL è stata scritta male. se questi tizi adesso riescono a usare il trucco del buco in questo modo ...forse va integrato un tacito assenso ... oppure non si accettano partecipazioni se non con firma digitale che afferma ogni 5 secondi che tu rinunci al copyright ecc ecc ... ?
    • Anonimo scrive:
      Re: integrare e/o riscrivere la GPL?
      [cut]
      penso che allora forse a GPL è stata scritta
      male.
      se questi tizi adesso riescono a usare il
      trucco del buco in questo modo ...
      forse va integrato un tacito assenso ...io DEVO avere il diritto di scegliere cosa diffondere gratuitamente e cosa no.il tacito assenso, mi toglierebbe questo diritto.
      oppure non si accettano partecipazioni se
      non con firma digitale che afferma ogni 5
      secondi che tu rinunci al copyright ecc eccimho, è sufficiente che ci sia una clausola che dice che TUTTO quanto io distribuisco sotto GPL è stato da me verificato e sono disposto a rilasciarlo sotto tale licenza.e se questa clausola c'è già, x sco c'è poca speranza...
      • Anonimo scrive:
        Re: integrare e/o riscrivere la GPL?

        imho, è sufficiente che ci sia una
        clausola che dice che TUTTO quanto io
        distribuisco sotto GPL è stato da me
        verificato e sono disposto a rilasciarlo
        sotto tale licenza.
        e se questa clausola c'è già, x sco c'è
        poca speranza... E questa clausola c'e' infatti !
  • Anonimo scrive:
    nient'altro che FUD
    Ragazzi, fosse una tattica per farci perdere tempo e distoglierci dallo sviluppo... A leggere questa minchiata di intervista e le minchiate dette da McBride si perde solo tempo. Torniamo a programmare che è meglio. A tal proposito desidero dare un consiglio a SCO: tornate a programmare pure voi se ancora vi ricordate come si fa.FUD FUD FUD FUD
    • Anonimo scrive:
      Re: nient'altro che FUD
      - Scritto da: Anonimo
      Ragazzi, fosse una tattica per farci perdere
      tempo e distoglierci dallo sviluppo... A
      leggere questa minchiata di intervista e le
      minchiate dette da McBride si perde solo
      tempo. Torniamo a programmare che è meglio.
      A tal proposito desidero dare un consiglio a
      SCO: tornate a programmare pure voi se
      ancora vi ricordate come si fa.
      FUD FUD FUD FUDI programmatori li hanno licenziati per pagare gli avvocati!e' cosi' che McBride porta avanti l'azienda! :D
  • Tit. scrive:
    Signor Zanni, sii serio!
    Mi sembra che lei stia eludendo molti campi di discussione.Elogio la sua abilità nelle acrobazie per non toccare temi scomodi, ma bisogna rendere conto delle proprie parole quando si parla in pubblico, dimostri ciò che dice.Lei (in quanto rappresentante SCO) sostiene che la licenza GPL toglie valore al software come tale, ma non motiva la sua affermazione, non avanza una tesi a sostegno.E' peraltro sotto gli occhi di tutti che la stragrande maggioranza del software GPL comunemente usato è di eccellente qualità, il che smentisce le sueaffermazioni e quelle di quanti la pensano come SCO.D'altra parte se non fosse di qualità non sarebbe un temibile concorrente, non si scomoderebbe nè SCO nè tantomeno Microsoft per combatterla: l'ammissione di eccellenza della GPL viene da voi buttata fuori dalla porta ma vi rientra dalla finestra.Sono sicuro che lei in prima persona si rende conto che tali affermazioni possono appartenere al diritto ed alla cultura americani, ma in Europa abbiamo l'eredità culturale di una filosofia che ci permette di esportare i cervelli che in America non hanno: noi, figli di Aristotele e del razionalismo, ci nutriamo di dimostrazioni con una ferrea consecutio logica,altrimenti è giusto tacciare l'interlocutore di superficialità, pressappochismo e improvvisazione.Di conseguenza il pensiero che viene sollevato di rimando è che si cerchi qualsiasi motivo, pretestuoso perfino, per difendere una posizione commerciale senza una via d'uscita e senza prospettive. Il che agli occhi dei clienti potrebbe suonare:
    • Anonimo scrive:
      Re: Signor Zanni, sii serio! (2) Tit.
      Di conseguenza il pensiero che viene sollevato di rimando è che si cerchi qualsiasi motivo, pretestuoso perfino, per difendere una posizione commerciale senza una via d'uscita e senza prospettive. Il che agli occhi dei clienti potrebbe suonare: "Mi aggrappo a qualsiasi cosa perché non ho le capacità di impormi nel mercato con prodotti di qualità".Il fatto che tolga valore all'industria del software non viene, anche qui, dimostrato con nessun dato, non c'è una tesi che sia degnamente proponibile; è una mera affermazione come quella dove chiunque può affermare di essere un genio: dimostrarlo è un altro paio di maniche.E' anzi vero il contrario di ciò che lei sostiene: il valore all'industria del software viene enormemente esaltato dalla licenza GPL, e lo dimostra il fatto che c'è tanto vaporware.Vede, se da un lato il vaporware può essere un sintomo di risorse sprecate, dall'altro è la chiara dimostrazione che sopravvive solo il software valido, funzionanate, robusto, affidabile: una selezione naturale, somma legge, che permette l'evoluzione.Vengono, con questo modello, messe in seria difficoltà quelle industrie che vivono sui prodotti "mucche da mungere" ma che non sono attrici nel campo dell'innovazione, della sicurezza, della ricerca, della risposta agli utenti. E' giusto così, è una legge di Natura.Alla luce di queste considerazioni sembra che la SCO stia cercando la propria conservazione della specie per vie legali. Forse che le vie tecniche non sono per voi percorribili? Eppure la Novell (solo per citare un esempio) lo sta facendo.Si metta lei nei panni di un manager: davvero lascerebbe delle tecnologie all'avanguardia in mano a chi vive di copyright? Sarebbe molto miope.Non dico che la SCO viva di copyright, ma agli occhi di chi osserva sembra questa la strada che vuole percorrere.Per inciso, l'esempio del dipendente Oracle è francamente un abbaglio: il dipendente Oracle non è proprietario del codice, non ha nessun diritto di metterlo sotto GPL.Il parallelo che lei ha fatto è pertanto inconsistente: chi ha messo il presunto codice SCO sotto GPL è stata l'azienda che deteneva i diritti per farlo (sempre che Novell non abbia voce in capitolo) al lcontrario del dipendente Oracle.Parliamo della proprietà intellettuale.Se il desiderio di un autore è quello che la sua opera venga distribuita secondo certi canoni previsti dalla GPL, un eventuale divieto sarebbe una violazione della libertà dell'individuo: la libertà intellettuale e della persona vengono tutelate nel momento in cui la licenza permette all'autore di fare del proprio pensiero ciò che desidera.Affidare un prodotto dell'ingegno sotto una licenza diversa dalla GPL fa parte della libertà di scelta di ognuno. Vietare la divulgazione del pensiero e delle conoscenze è una cultura che fa parte delle grandi dittature del secolo scorso e anche di questo, tutte inesorabilmente fallimentari.E' peraltro dimostrato dalla Storia che i periodi di massimo splendore delle civiltà sono quelli che hanno visto la circolazione delle idee e della cultura.E' in questa ottica che viene dimostrato che la licenza GPL non solo tutela l'individuo, le sue libertà e le sue opere, ma è soprattutto una promessa di crescita della civiltà.D'altra parte l'ha detto anche lei: "ciò che va a finire sotto la GPL ci deve andare per un atto esplicito di chi detiene la totale proprietà del codice" contro l'idea del McBride che invece vuole la testa della GPL apropristicamente:http://slashdot.org/articles/03/12/05/0515215.shtml?tid=123&tid=187&tid=88&tid=99Per ultimo: il fatto che SCO non sapeva che in Linux ci fosse del codice proprietario è una brutta affermazione; come dire che SCO vende qualcosa, anche se non sa neanche lei cosa. Uno scivolone che mette a nudo degli errori da sprovveduti.D'altra parte il fatto che non sapeva cosa ci fosse dentro il kernel è un'affermazione a cui si può credere solo sulla fiducia, ma i fatti non ci sono.Ancora. Se la SCO non era a conoscenza di quel codice, era una sua mancanza, non è lecito che i suoi errori danneggino gli altri.Come vede le ho portato degli argomenti, non mere affermazioni e proclami dogmatici.Quelle sono tecniche lasciate agli americani: loro non si fermano a pensare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Signor Zanni, sii serio! (2) Tit.
        - Scritto da: Anonimo
        Ancora. Se la SCO non era a conoscenza di
        quel codice, era una sua mancanza, non è
        lecito che i suoi errori danneggino gli
        altri.
        beh... si potrebbe pure discutere sul carattere di SCO, ma resterebbe comunque il reato di violazione di copyright
        • Anonimo scrive:
          Re: Signor Zanni, sii serio! (2) Tit.
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Ancora. Se la SCO non era a conoscenza di

          quel codice, era una sua mancanza, non è

          lecito che i suoi errori danneggino gli

          altri.



          beh... si potrebbe pure discutere sul
          carattere di SCO, ma resterebbe comunque il
          reato di violazione di copyrightQuale reato ?Non mi risulta nessun reato!Bastasse dire e semplicemente affermare di aver subito un danno per avere ragione e il risarcimento staremmo freschi!Secondo te i tribunali cosi ci stanno a fare?Caro mio per affermare che c'e' un reato bisogna provarlo e (qui viene il bello) prepararsi a subirne le conseguenze in termini di danno se non si riesce a dimostrarlo ... vorro vedere cosa succede e chi paga (e con quali soldi) quando SCO avra' perso la causa! :D
    • MemoRemigi scrive:
      Re: Signor Zanni, sii serio!
      Il signor zanni di sicuro non si abbassa a leggere sto forum, perchè non gli mandi la tua mail direttamente ?Poi magari ci pubblichi qui la risposta, così ci facciamo delle grasse risate ! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Signor Zanni, sii serio!
      Zanni fa il suo lavoro, cazzo deve dire?
      • Anonimo scrive:
        Re: Signor Zanni, sii serio!
        Penso che la critica a GPL non fosse sulla qualità del software stesso, ma sul tipo di licenza.
        • dotnet scrive:
          Re: Signor Zanni, sii serio!
          - Scritto da: Anonimo
          Penso che la critica a GPL non fosse sulla
          qualità del software stesso, ma sul tipo di
          licenza.si... probabilmente l'autore del thread ha scritto tanto senza nemmeno aver letto tutto l'articolo...mah...
      • Anonimo scrive:
        Re: Signor Zanni, sii serio!
        - Scritto da: Anonimo
        Zanni fa il suo lavoro, cazzo deve dire?Ad esempio potrebbe farlo bene (oltre a farlo).Mi pare che il mondo sia sufficientemente inflazionato di "Manager" e "Business men" (sedicenti tali) che con la loro insipienza portano le aziende e le economie al collasso (Enron docet).Fare il proprio lavoro dovrebbe voler dire farlo al massimo delle possibilita' che la professionalita' ti mette a disposizione.Quando la professionalita' non e' commisurata al ruolo in una economia "sana" ci sono tre possibili soluzioni.1) si licenzia chi occupa il ruolo senza averne le qualita'2) si sostituisce la persona e gli si da' un incarico piu' adatto alle sue capacita'3) si fallisce! :DNon mi risulta (a oggi) che ci siano alternative!
        • Anonimo scrive:
          Re: Signor Zanni, sii serio!

          Ad esempio potrebbe farlo bene (oltre a
          farlo).
          Mi pare che il mondo sia sufficientemente
          inflazionato di "Manager" e "Business men"
          (sedicenti tali) che con la loro insipienza
          portano le aziende e le economie al collasso
          (Enron docet).
          quella non si chiama insipienzasi chiama frodee' reato
          Fare il proprio lavoro dovrebbe voler dire
          farlo al massimo delle possibilita' che la
          professionalita' ti mette a disposizione.
          e non sputare mai nel piatto dove mangi
          Quando la professionalita' non e'
          commisurata al ruolo in una economia "sana"
          ci sono tre possibili soluzioni.

          1) si licenzia chi occupa il ruolo senza
          averne le qualita'magari in SCO pensano che le qualita siano piu' che sufficentie questo basta perche' il tizio stia li
          2) si sostituisce la persona e gli si da' un
          incarico piu' adatto alle sue capacita'mettendone un'altra che avrebbe detto le stesse identiche cose
          3) si fallisce! :D
          fa parte del rischio di impresa
          Non mi risulta (a oggi) che ci siano
          alternative!
          • Anonimo scrive:
            Re: Signor Zanni, sii serio!
            - Scritto da: Anonimo

            Ad esempio potrebbe farlo bene (oltre a

            farlo).

            Mi pare che il mondo sia sufficientemente

            inflazionato di "Manager" e "Business men"

            (sedicenti tali) che con la loro
            insipienza

            portano le aziende e le economie al
            collasso

            (Enron docet).



            quella non si chiama insipienza
            si chiama frode
            e' reatoAnche la diffamazione e' reato! la insipienza sta appunto nel correre il rischio di una denuncia senza rendersene conto (come e' successo in germania dove SCO ha levato le tende)Quindi l'insipienza resta eccome!


            Fare il proprio lavoro dovrebbe voler dire

            farlo al massimo delle possibilita' che la

            professionalita' ti mette a disposizione.



            e non sputare mai nel piatto dove mangi
            Certo tuttavia fare l'interesse della azienda per cui lavori (enron docet appunto) non coincide necessariamente col fare l'interesse del CEO di quella azienda! Forse e' chi dice sempre si a sputare nel piatto dove mangia non ci avevi mai pensato?

            Quando la professionalita' non e'

            commisurata al ruolo in una economia
            "sana"

            ci sono tre possibili soluzioni.



            1) si licenzia chi occupa il ruolo senza

            averne le qualita'

            magari in SCO pensano che le qualita siano
            piu' che sufficenti
            e questo basta perche' il tizio stia li


            2) si sostituisce la persona e gli si da'
            un

            incarico piu' adatto alle sue capacita'

            mettendone un'altra che avrebbe detto le
            stesse identiche cose
            No mettendone un altra ugualmente insipiente avrebbe detto le stesse cose!


            3) si fallisce! :D



            fa parte del rischio di impresa
            Ecco su questo siamo d'accordo!Il bravo manager infatti serve a mantenere il piu' basso possibile il "rischio di impresa"...A te non risulta? :D

            Non mi risulta (a oggi) che ci siano

            alternative!
    • Anonimo scrive:
      Re: Signor Zanni, sii serio!

      E' peraltro sotto gli occhi di tutti che la
      stragrande maggioranza del software GPL
      comunemente usato è di eccellente qualità,
      il che smentisce le sue
      affermazioni e quelle di quanti la pensano
      come SCO.dimostrazione?anche lei non porta nessun argomento a supporto della sua tesi
      D'altra parte se non fosse di qualità non
      sarebbe un temibile concorrente, non si
      scomoderebbe nè SCO nè tantomeno Microsoft
      per combatterla: l'ammissione di eccellenza
      della GPL viene da voi buttata fuori dalla
      porta ma vi rientra dalla finestra.
      Assolutamente opinabileA mio avviso se il software GPL non fosse _anche_ gratis non sarebbe assolutamente concorrenziale dal punto di vista qualitativoesclusi pochi rari esempi di eccellenza come linux (il kernel), mozilla o apache
      hanno: noi, figli di Aristotele e del
      razionalismo, ci nutriamo di dimostrazioni
      con una ferrea consecutio logica,
      altrimenti è giusto tacciare l'interlocutore
      di superficialità, pressappochismo e
      improvvisazione.
      Non e' giustoE' solo leggittimoChe e' diverso
  • Anonimo scrive:
    SCO in difficoltà finanziarie?
    http://biz.yahoo.com/rc/031205/tech_sco_1.htmlSCO ritarderà di 2 settimane la comunicazione della sua situazione finanziaria.Le spese di avvocatura stanno facendosi sentire
    • MemoRemigi scrive:
      Re: SCO in difficoltà finanziarie?
      - Scritto da: Anonimo
      http://biz.yahoo.com/rc/031205/tech_sco_1.htm

      SCO ritarderà di 2 settimane la
      comunicazione della sua situazione
      finanziaria.

      Le spese di avvocatura stanno facendosi
      sentirePiù che altro pare che nessuno se la fili più !Nessuno compra più quel cesso di OS che vende.I vecchi clienti stanno migrando a Linux (fregandosene altamente delle sue minacce).Per me muore prima di arrivare al processo.
      • Anonimo scrive:
        Re: SCO in difficoltà finanziarie?
        - Scritto da: MemoRemigi
        Più che altro pare che nessuno se la fili
        più !
        Nessuno compra più quel cesso di OS che
        vende.
        I vecchi clienti stanno migrando a Linux
        (fregandosene altamente delle sue minacce).

        Per me muore prima di arrivare al processo.Mi ricorda quando Apple cito' M$ perche' gli aveva copiatol'interfaccia utente...Solo che M$ aveva i soldi per portare avanti la causa per anni.Credo che SCO, fara' la stessa fine.Sempre se non trova un finanziatore esterno (M$ ?).
        • Anonimo scrive:
          Re: SCO in difficoltà finanziarie?

          Mi ricorda quando Apple cito' M$ perche' gli
          aveva copiato
          l'interfaccia utente...
          Solo che M$ aveva i soldi per portare avanti
          la causa per anni.E com'e' finita? Che la M$ ha di fatto acquisito la Apple che ha fatto cadere la denuncia. E' chiaro come il sole che SCO ha enormi problemi finanziari. Da quanto non rilascia una nuova versione del suo OS? E perche' ha cominciato a licenziare gli sviluppatori? gli indici delle borse NON sono per nulla lo specchio della situazione economica di un'azienda. Se gli indici sono schizzati verso l'alto e' stato dopo le denunce, quindi per speculazione.Per me SCO sta denunciando IBM, nella speranza di farsi assorbire ed evitare l'inevitabile affondamento.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO in difficoltà finanziarie?
      - Scritto da: Anonimo
      http://biz.yahoo.com/rc/031205/tech_sco_1.htm

      SCO ritarderà di 2 settimane la
      comunicazione della sua situazione
      finanziaria.

      Le spese di avvocatura stanno facendosi
      sentire
      Spetta che telefono a Bill.Drinnnnnnn....Drinnn.........pronto? Hy mr. Gates, I am Brian the chief of SCO.Ohh dear, by, tel me plese..........Whe have a problem Bill..........What?, tell me.......I have finished my momey for the fill againnst LINUX........HOHHHHHHH!!!! my darling, no PROBLEM!!...an a moment please, i asck to my wife......WIFE, WIFEEEEEEE, come on please, mr Briam the chief of SCO have finisched the money for the lawsuit against LINUX.......what we can do for him...ohooooooooooo Bill, we can't no more take money to SCO......, we also finish our money,.......tell to mr Brian that I don't can sale my ass......ssssssstttttttttttt, wihe, please, there is mr Brian on the phone.....ehmmmmm......mr Brian!!.....mr Brian!!I am sorry, mr Brian, but my wife have finisched money and .........also ..............our ass........Ohooo no Bill, and i what do???Mr Brian, Open your ass if you wanna Closed Linux code.......
      • Anonimo scrive:
        Re: SCO in difficoltà finanziarie?
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo


        http://biz.yahoo.com/rc/031205/tech_sco_1.htm



        SCO ritarderà di 2 settimane la

        comunicazione della sua situazione

        finanziaria.



        Le spese di avvocatura stanno facendosi

        sentire

        Spetta che telefono a Bill.
        Drinnnnnnn....Drinnn.........pronto? Hy mr.
        Gates, I am Brian the chief of SCO.

        Ohh dear, by, tel me plese..........

        Whe have a problem Bill..........

        What?, tell me.......

        I have finished my momey for the fill
        againnst LINUX........

        HOHHHHHHH!!!! my darling, no PROBLEM!!...an
        a moment please, i asck to my
        wife......WIFE, WIFEEEEEEE, come on please,
        mr Briam the chief of SCO have finisched the
        money for the lawsuit against
        LINUX.......what we can do for him...
        ohooooooooooo Bill, we can't no more take
        money to SCO......, we also finish our
        money,.......tell to mr Brian that I don't
        can sale my ass......
        ssssssstttttttttttt, wihe, please, there is
        mr Brian on the phone.....

        ehmmmmm......mr Brian!!.....mr Brian!!
        I am sorry, mr Brian, but my wife have
        finisched money and .........also
        ..............our ass........

        Ohooo no Bill, and i what do???

        Mr Brian, Open your ass if you wanna Closed
        Linux code.......
        L'inglese fa un pochino schifo ma il resto e' davvero divertente uhahahah grande! ;-)
  • Anonimo scrive:
    SCO ha pienamente ragione
    Come da topic. Finalmente i nodi verranno al pettine (win)
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO fa pienamente fetore
      - Scritto da: Anonimo
      Come da topic. Finalmente i nodi verranno al
      pettine (win)ai winmaniac è rimasta la speranza di un amico esterno per combattere l'Open SourceE' un buon segnale. Significa che sta aumentando il loro timore di perdere la battaglia
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO ha pienamente ragione
      - Scritto da: Anonimo
      Come da topic. Finalmente i nodi verranno al
      pettine (win)Si il pettine di GNU/Linux! siete alla frutta! Poveri piccoli zombies mi fate pena! :D
  • Anonimo scrive:
    SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
    Ora non vorrei partire per voli pindarici ma SCO ha già detto che in futuro intenterà causa ai vari BSD.La conclusione logica è che, essendo Windows oggi in parte basato su codice sotto licenza BSD tratto proprio da BSD si ha il paradosso di SCO che fà causa a Microsoft ?!?A mio avviso c'è qualcosa che non gira...
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Ora non vorrei partire per voli pindarici ma
      SCO ha già detto che in futuro intenterà
      causa ai vari BSD.
      La conclusione logica è che, essendo Windows
      oggi in parte basato su codice sotto licenza
      BSD tratto proprio da BSD si ha il paradosso
      di SCO che fà causa a Microsoft ?!?
      A mio avviso c'è qualcosa che non gira...Quello che non gira sono gli ingranacci nella testolina del CEO di sco.Neppure parlarne in un paese a common law (dove le sentenze fanno giurisprudenza) e dove AT&T ha perso gia' una causa contro le universita' californiane su BSD diversi anni fa :D
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
      I voli pindarici credo li abbia iniziati a fare SCO... ;) a seguire la loro filosofia cmq SCO dovrebbe fare causa alla Microsoft.Ma, continuiamo il volo... non chiedera' a Microsoft di rimuovere il codice "copiato", anche perche' SCO non rivela quale parte del codice e' stato copiato, si limita ad affermarlo e chiedera' a Microsoft dei soldi.E non e' finita! Cosi' come SCO chiede soldi agli utilizzatori di linux, sco chiedera' i soldi direttamente agli utilizzatori di Windows!OK: sto delirando, ma sto seguendo la filosofia SCO... :):)
    • Zeross scrive:
      Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Ora non vorrei partire per voli pindarici ma
      SCO ha già detto che in futuro intenterà
      causa ai vari BSD.
      La conclusione logica è che, essendo Windows
      oggi in parte basato su codice sotto licenza
      BSD tratto proprio da BSD si ha il paradosso
      di SCO che fà causa a Microsoft ?!?
      A mio avviso c'è qualcosa che non gira...Dire che Windows è in parte basato su BSD non è esatto.Da BSD Microsoft ha reimplementato lo stack TCP/IP, il che non vuol dire che il codice sia uguale, solo gli algoritmi sono gli stessi (+ o -, dato che immagino siano in continua evoluzione).Ad ogni modo Microsoft ha comprato ad inizio anno, per i suoi Windows UNIX Services, da SCO una licenza per lo sfruttamento delle proprietà intellettuali riguardanti appunto UNIX, ergo credo non abbia nulla da temere.Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: Anonimo

        Ora non vorrei partire per voli pindarici
        ma

        SCO ha già detto che in futuro intenterà

        causa ai vari BSD.

        La conclusione logica è che, essendo
        Windows

        oggi in parte basato su codice sotto
        licenza

        BSD tratto proprio da BSD si ha il
        paradosso

        di SCO che fà causa a Microsoft ?!?

        A mio avviso c'è qualcosa che non gira...

        Dire che Windows è in parte basato su BSD
        non è esatto.
        Da BSD Microsoft ha reimplementato lo stack
        TCP/IP, il che non vuol dire che il codice
        sia uguale, solo gli algoritmi sono gli
        stessi (+ o -, dato che immagino siano in
        continua evoluzione).

        Ad ogni modo Microsoft ha comprato ad inizio
        anno, per i suoi Windows UNIX Services, da
        SCO una licenza per lo sfruttamento delle
        proprietà intellettuali riguardanti appunto
        UNIX, ergo credo non abbia nulla da temere.


        ZerossCome BSD che ha gia vinto la cusa con AT&T anni fa e AT&T era davvero chi aveva fatto "unix" figuriamoci le possibilita' che ha SCO! in un paese "common law" via siamo seri! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft

        Dire che Windows è in parte basato su BSD
        non è esatto.
        Da BSD Microsoft ha reimplementato lo stack
        TCP/IP, il che non vuol dire che il codice
        sia uguale, solo gli algoritmi sono gli
        stessi IIRC avevano usato pari pari il codice di BSD.
      • Shrike scrive:
        Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft

        Dire che Windows è in parte basato su BSD
        non è esatto.
        Da BSD Microsoft ha reimplementato lo stack
        TCP/IP, il che non vuol dire che il codice
        sia uguale, solo gli algoritmi sono gli
        stessi (+ o -, dato che immagino siano in
        continua evoluzione).Ti devo correggere. Il layer TCP implementato originariamente dalla Microsoft presentava sotto le medesime condizioni un identico comportamento "critico" a quello implementato l'anno precedente in FreeBSD. Da qui il forte sospetto che tu dici. In tempi relativamente brevi la Microsoft fu costretta (legalmente) a mostrare la parte di sorgente richiesta e si appuro' che si trattava di una clonazione tipo copy & paste (addirittura variabili e funzioni con lo stesso nome). Puoi verificare tu stesso se riesci a trovare gli "atti" (sono passati anni e io non li ho piu', o per lo meno non riesco a ritrovarli). Da quel momento Microsoft fu ovviamente costretta a termini di legge a riscrivere quella parte di codice, oltre a subire una sanzione monetaria sia risarcitiva che punitiva (elevata in termini assoluti, poco rilevanti per i profitti del colosso; per inciso, la legge americana prevede le sanzioni "punitive").Cordiali saluti.The Shrike
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
      Microsoft ha già comprato la licenza da SCO mesi fa per evitare qualsiasi problema.
      • Anonimo scrive:
        [OT]Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
        - Scritto da: Anonimo
        Microsoft ha già comprato la licenza da SCO
        mesi fa per evitare qualsiasi problema.Cinque minuti fa mi sono passato tre centesimi dalla tasca destra dei pantaloni alla tasca sinistra dei pantaloni. Ce c'enta, direte voi? Appunto... mi sono messo l'OT da solo, non vedete?:-)
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT]Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft

          Cinque minuti fa mi sono passato tre
          centesimi dalla tasca destra dei pantaloni
          alla tasca sinistra dei pantaloni. Ma non diciamo scempiaggini, per favore.Questa è paranoia. Tra un pò è colpa di Microsoft anche se ti tamponano con la macchina.Ma dai...Ermanno
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO vs Linux vs BSD vs Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Ora non vorrei partire per voli pindarici ma
      SCO ha già detto che in futuro intenterà
      causa ai vari BSD.
      La conclusione logica è che, essendo Windows
      oggi in parte basato su codice sotto licenza
      BSD tratto proprio da BSD si ha il paradosso
      di SCO che fà causa a Microsoft ?!?
      A mio avviso c'è qualcosa che non gira...A me sembra tutto chiaro. SCO non ha alcuna possibilità di vincere la causa, ma non è questa l'intenzione. La situazione legale del codice Unix-Linux-BSD è abbastanza aggrovigliata per tenere viva una causa per un paio d'anni e questo basta. SCO (che lo si ricordi non è SCO ma è un moncherino di Caldera che ha acquistato il marchio SCO) viene solo usata come "kamikaze" per far esplodere una carica di FUD contro i sistemi *nix in generale e quelli open source in particolare. Chi è il mandante di tale "siluro" è abbastanza facile da indovinare.Del resto è sufficiente spargere FUD a pioggia in maniera da arrestare o rallentare la diffuzione di Linux/*BSD nell'ambito server (nei constesti aziendali si ha una gran paura delle beghe legali e basta un vago timore per cambiare decisione, anche se con costi maggiori). Questo fino al 2005/2006, quando cioè potrà uscire Longhorn, sistema che porterà a termine la totale blindatura dei sistemi Microsoft: file system nativamente incompatibile e chiuso, sistemi di cifratura proprietari incorporati, un sistema d'uso fortemente "fidelizzante" (la vera forza dei prodotti MS), sinergia con bios personalizzati-microsoft e predisposti per Palladium. Questa tesi può sembrare paranoica, ma se ci si pensa dall'ottica di un amministratore (di sistema, ma non solo) da questa diatriba esce screditata anche e soprattutto SCO. Quale manager prudente e timoroso che "contempla" il polverone vorrebbe investire su di un qualunque *nix? Non è forse meglio puntare subito sul "sicuro" Windows 2003 server? Bisogna solo vedere chi avrà paura delle ombre e chi andrà per la sua strada. L'unica cosa sicura è che al momento SCO non ha presentato *alcuna* prova e quando ha provato a farlo si è coperta di ridicolo con presunti plagi che palesemente non sono tali. Si vedano le due accurate analisi sugli ultimi numeri di Redhat magazine, ma basta fare una ricerca su Google: in un caso si tratta di vecchio codice di derivazione BSD, ma fortemente diversificato, e nell'altro codice che attualmente non esiste più da tempo nel kernel e che risale ad un brandello di codice stampato nei manuali di programmazione su Unix da vent'anni e ben fuori dalla stretta del copyright ufficiale UNIX.SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    porcodo Za
    cane ma perche' non fanno vedere sto codice sara' tutta una montatura?saranno dei quaqquaraqqua'?
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiaro e preciso

    Mi spiace contraddirti ma li conosciamo
    benissimo i documenti e i contratti sono
    pubblicati su www.groklaw.net e sono copie
    conformi di quelli presentati dai legali
    dell'una e dell'altra parte e resi di
    pubblico dominio (come da legge U.S.) dalla
    giurisdizione cui il caso e' stato
    presentato!ok ok, tutto quello che volete, però io continuo ad essere di un altro partito: non me ne frega niente di SCO IBM e MS, uso quello che mi serve (per lavoro utilizzo sia MS che Linux) e problemi non ne ho, la causa di SCO non mi turba, non sono preoccupato di utilizzare un prodotto illegale.Appena il giudice emetterà una sentenza si vedrà cosa fare: dovrò pagare unalicenza alla SCO, potrò farle le scoregge? si vedrà..Invece proprio chi dovrebbe essere più tranquillo si scalda tanto, mi ricorda certe gente che va allo stadio non tanto per vedere la partita ma per fare a botte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiaro e preciso
      - Scritto da: Anonimo


      Mi spiace contraddirti ma li conosciamo

      benissimo i documenti e i contratti sono

      pubblicati su www.groklaw.net e sono copie

      conformi di quelli presentati dai legali

      dell'una e dell'altra parte e resi di

      pubblico dominio (come da legge U.S.)
      dalla

      giurisdizione cui il caso e' stato

      presentato!

      ok ok, tutto quello che volete, però io
      continuo ad essere di un altro partito: non
      me ne frega niente di SCO IBM e MS, uso
      quello che mi serve (per lavoro utilizzo sia
      MS che Linux) e problemi non ne ho, la causa
      di SCO non mi turba, non sono preoccupato di
      utilizzare un prodotto illegale.
      Appena il giudice emetterà una sentenza si
      vedrà cosa fare: dovrò pagare unalicenza
      alla SCO, potrò farle le scoregge? si
      vedrà..
      Invece proprio chi dovrebbe essere più
      tranquillo si scalda tanto, mi ricorda certe
      gente che va allo stadio non tanto per
      vedere la partita ma per fare a botte.Ma adori i paragoni e le assunzioni sbagliate?Stadio? qui non si fa tifo ne si sta alla finestra a vedere chi vince, qui si parla di libera scelta e di diritti delle persone di disporre del proprio lavoro e delle proprie conoscenze senza dovere per forza stare ai ricatti di questo o quel bullo (sco M$ o IBM che sia).Se pensi allo stadio hai capito molto poco!Qui la gente non si scalda per i goal ne per Totti ma per i propri sacrosanti diritti! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiaro e preciso


        Qui la gente non si scalda per i goal ne per
        Totti ma per i propri sacrosanti diritti! :DE chi te li calpesta? qualcuno è venuto a cancellarti il disco fisso?torna a lavorare va...
        • Anonimo scrive:
          Re: Chiaro e preciso
          - Scritto da: Anonimo




          Qui la gente non si scalda per i goal ne
          per

          Totti ma per i propri sacrosanti diritti!
          :D

          E chi te li calpesta? qualcuno è venuto a
          cancellarti il disco fisso?

          torna a lavorare va...Vale per te caro mio!Io non vado certo in giro ad accusare la gente di fare tifo da stadio!Ma avevamo gia capito tutto il "peso" delle tue argomentazioni caro Lamer! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Chiaro e preciso

            Vale per te caro mio!
            Io non vado certo in giro ad accusare la
            gente di fare tifo da stadio!
            Ma avevamo gia capito tutto il "peso" delle
            tue argomentazioni caro Lamer! :DPrendila come accusa, per me è la mia opinione, posso esprimerla o devo chiederti il permesso, fascistone?
          • Anonimo scrive:
            Re: Chiaro e preciso
            - Scritto da: Anonimo


            Vale per te caro mio!

            Io non vado certo in giro ad accusare la

            gente di fare tifo da stadio!

            Ma avevamo gia capito tutto il "peso"
            delle

            tue argomentazioni caro Lamer! :D

            Prendila come accusa, per me è la mia
            opinione, posso esprimerla o devo chiederti
            il permesso, fascistone?Mi pare che tu insista sul terreno sbagliato dato che 1) le opinioni non sono certo vietate ma purtroppo per te permane per chiun que di buon senso una piccola ma ben visibile differenza tra i tifosi e i sostenitori di un diritto per di piu' sancito dalla legge!2) il dare del fascistone a chi non e' daccordo porta inevitabilmente chi ha seguito il thread a giudicare sulla genuita' del tuo sentimento "democratico".3) non sono interessato a proseguire oltre chi vuole si e' gia fatto la sua idea su chi sia il fascistone!Buonanotte cocco! :D
  • Anonimo scrive:
    Orlando Zanni sei un
    grande professionista
  • MemoRemigi scrive:
    LE PROVE !!! MANCANO LE PROVE !!!
    Finchè non mostrano sto codice incriminato possono dire quelloc eh vogliono ma rimangono dei TRUFFATORI !!!!
  • Anonimo scrive:
    manca l'ultima domanda
    qual'è il codice copiato?ce lo fate vedere il "rogito che dimostra che la cosa è vostra"?
  • Anonimo scrive:
    E della licenza BSD nessuno parla?
    Forse quegli ignoranti di SCO non sanno nemmeno della sua esistenza, ma come la mettiamo con FreeBSD, OpenBsd e NetBsd, e relative licenze?SCO sa che con la licenza BSD e' possibile integrare software open source dentro soluzioni commerciali?Quando SCO scoprira' l'esistenza di BSD sicuramente impazzira', certo se fosse una azienda che sviluppa software e non una azienda di avvocati, qualcuno si sarebbe gia' accorto che non c'e' solo Linux.Chissa' cosa succedera' poi quando verranno a sapere che lo stack TCP/IP della Microsoft e' stato preso da BSD...certamente faranno causa a Gates, oppure tutti gli utenti Windows dovranno pagare la licenza sia Bill che a SCO...a me viene da ridere...
    • Anonimo scrive:
      Re: E della licenza BSD nessuno parla?
      ci stanno già pensando... e con gli stessi metodi...http://www.atnewyork.com/news/article.php/3110981- Scritto da: Anonimo
      Forse quegli ignoranti di SCO non sanno
      nemmeno della sua esistenza, ma come la
      mettiamo con FreeBSD, OpenBsd e NetBsd, e
      relative licenze?

      SCO sa che con la licenza BSD e' possibile
      integrare software open source dentro
      soluzioni commerciali?

      Quando SCO scoprira' l'esistenza di BSD
      sicuramente impazzira', certo se fosse una
      azienda che sviluppa software e non una
      azienda di avvocati, qualcuno si sarebbe
      gia' accorto che non c'e' solo Linux.

      Chissa' cosa succedera' poi quando verranno
      a sapere che lo stack TCP/IP della Microsoft
      e' stato preso da BSD...
      certamente faranno causa a Gates, oppure
      tutti gli utenti Windows dovranno pagare la
      licenza sia Bill che a SCO...

      a me viene da ridere...
  • Anonimo scrive:
    EDDEFICENTEEEE
    nni dicci chi ti vende la roba!! e' troppobuona!!te la qui la classe dirigente patetici mafiosi incapaci di generare profitto in altro modo che sulle spalle altrui!vai alla catena manager dei miei stivali.
  • Anonimo scrive:
    orlando non e' stupido !
    lando ha un tumore al cervello!!!nessuno puo' essere cosi stupido!
  • Anonimo scrive:
    orlando buffone
    lando buffone
  • Anonimo scrive:
    Come si temeva...
    Linux diventerà a breve un qualunque sistema operativo a pagamento come tutti gli altri, come M$, Apple etc. etc. con la differenza che gli altri funzionano e ci puoi fare tutto... con Linux hai grossissimi limiti sugli applicativi, periferiche non riconosciute e chi più ne ha più ne metta.
    • MemoRemigi scrive:
      E DA COSA DEDUCI CIO' ?
      Il tuo è solo FUD, probabilmente sei un dipendente/azionista micro$oft.Dacci qualche prova !Dai dai, da cosa deduci ciò che affermi !Siamo tutti ansioni di ascoltarti !
      • Anonimo scrive:
        Re: E DA COSA DEDUCI CIO' ?
        LOLNon ci gira nulla... quel che ci gira è software di serie B
        • MemoRemigi scrive:
          Re: E DA COSA DEDUCI CIO' ?
          - Scritto da: Anonimo
          LOL

          Non ci gira nulla... quel che ci gira è
          software di serie B???
        • Anonimo scrive:
          Re: E DA COSA DEDUCI CIO' ?
          - Scritto da: Anonimo
          LOL

          Non ci gira nulla... quel che ci gira è
          software di serie Bnon provarci:la deduzione che pretendevi di aver fatto è relativa alla futura natura di SO prezzato.rimaniamo in attesa dell'illuminazione che sembri aver avuto
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiaro e preciso


    Gia' chiaro come una pozzanghera di fango.
    Gli affari tra IBM e SCO li conosciamo,
    perche' SCO li ha messi in piazza.
    Se già li conosciamo allora è ancora più chiaro

    Certo certo, tra un po' mi dirai anche che
    cappuccetto rosso abita vicino a te
    Io sono libero di dire ciò che preferisco e tu di crederci o no, il punto è che se ti porto in tribunale sarà un giudice a dire se dicevo una stronzata o no.
    Nessuno ti dice di non usare Linux a parte
    SCO.
    In compenso 3/4 degli analisti ti dicono di
    non usare SCO.......
    Qua sicuramente sbagliano, ma ripeto che bisogna aspettare
    Pensa che io non sono un utente linux, ma
    non per questo non mi rendo conto che se in
    Germania non raccontano tutte queste cazzate
    campate per aria, senza mostrare niente di
    reale, la cosa mi fa' comunque pensare che
    siano una manica di CAZZARI, mi rendo anche
    conto che non c'e' nessuna fanfara mediatica
    di IBM, ma semmai e' di SCO i cui dirigenti
    sono ben felici dell'aumento del prezzo
    delle azioni, anche perche', persa la causa
    le azioni varranno meno della carta igenica
    : QUINDI MEGLIO ALZARNE IL PREZZO E
    SCAPPARE.
    A questo si aggiunge che SCO ha detto una
    marea di CAZZATE : c'e' qualcosa nel codice,
    ma non ti dico cos'e', tu nel dubbio non
    usare niente, anche se io fino a ieri
    vendevo (linux caldera) rendendo cosi'
    accessibile in prima persona i miei segreti
    sotto copyright.

    Per non parlare del fatto che non esisteva
    nessun problema 5 minuti prima che una
    manica di LAMER vendesse aria fritta che fa'
    risparmiare 5 centesimi per transazione.prima di questi lamer non c'era neppure l'home computer, ricordatelo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiaro e preciso
      - Scritto da: Anonimo



      Gia' chiaro come una pozzanghera di fango.

      Gli affari tra IBM e SCO li conosciamo,

      perche' SCO li ha messi in piazza.



      Se già li conosciamo allora è ancora più
      chiaro




      Certo certo, tra un po' mi dirai anche che

      cappuccetto rosso abita vicino a te



      Io sono libero di dire ciò che preferisco e
      tu di crederci o no, il punto è che se ti
      porto in tribunale sarà un giudice a dire se
      dicevo una stronzata o no.


      Nessuno ti dice di non usare Linux a parte

      SCO.

      In compenso 3/4 degli analisti ti dicono
      di

      non usare SCO.......



      Qua sicuramente sbagliano, ma ripeto che
      bisogna aspettare



      Pensa che io non sono un utente linux, ma

      non per questo non mi rendo conto che se
      in

      Germania non raccontano tutte queste
      cazzate

      campate per aria, senza mostrare niente di

      reale, la cosa mi fa' comunque pensare che

      siano una manica di CAZZARI, mi rendo
      anche

      conto che non c'e' nessuna fanfara
      mediatica

      di IBM, ma semmai e' di SCO i cui
      dirigenti

      sono ben felici dell'aumento del prezzo

      delle azioni, anche perche', persa la
      causa

      le azioni varranno meno della carta
      igenica

      : QUINDI MEGLIO ALZARNE IL PREZZO E

      SCAPPARE.

      A questo si aggiunge che SCO ha detto una

      marea di CAZZATE : c'e' qualcosa nel
      codice,

      ma non ti dico cos'e', tu nel dubbio non

      usare niente, anche se io fino a ieri

      vendevo (linux caldera) rendendo cosi'

      accessibile in prima persona i miei
      segreti

      sotto copyright.



      Per non parlare del fatto che non esisteva

      nessun problema 5 minuti prima che una

      manica di LAMER vendesse aria fritta che
      fa'

      risparmiare 5 centesimi per transazione.

      prima di questi lamer non c'era neppure
      l'home computer, ricordatelo.Ripassa la storia! il PC nasce con due diffusissimi hw (Apple e TandyRS) solo dopo diverso tempo (1980) compare il PC IBM con un O.S. (MS-DOS) derivato da un altro O.S. che era allora il piu' diffuso per HW low-end (PC) e si chiamava CP/M.M$ si e' limitata a modificare il CP/M di cui aveva acquisito la licenza di sviluppo.Inoltre senza la spinta di IBM M$ non avrebbe certo avuto le opportunita' di essere quello che e'.La memoria corta e' un gran brutto difetto e fa scambiare lucciole e lanterne! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiaro e preciso


        Ripassa la storia! il PC nasce con due
        diffusissimi hw (Apple e TandyRS) solo dopo
        diverso tempo (1980) compare il PC IBM con
        un O.S. (MS-DOS) derivato da un altro O.S.
        che era allora il piu' diffuso per HW
        low-end (PC) e si chiamava CP/M.
        M$ si e' limitata a modificare il CP/M di
        cui aveva acquisito la licenza di sviluppo.
        Inoltre senza la spinta di IBM M$ non
        avrebbe certo avuto le opportunita' di
        essere quello che e'.
        La memoria corta e' un gran brutto difetto e
        fa scambiare lucciole e lanterne! :DParlavo di fatto, vuoi tornare a chi ha inventato il transistor?Queste sono conversazioni da bar, e tanto per intenderci: se apple e ibm sono i pionieri dell'informatica come mai MS adesso ne detiene il monopolio? Ah si dimenticavo, pratiche scorrette.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chiaro e preciso
          - Scritto da: Anonimo




          Ripassa la storia! il PC nasce con due

          diffusissimi hw (Apple e TandyRS) solo
          dopo

          diverso tempo (1980) compare il PC IBM con

          un O.S. (MS-DOS) derivato da un altro O.S.

          che era allora il piu' diffuso per HW

          low-end (PC) e si chiamava CP/M.

          M$ si e' limitata a modificare il CP/M di

          cui aveva acquisito la licenza di
          sviluppo.

          Inoltre senza la spinta di IBM M$ non

          avrebbe certo avuto le opportunita' di

          essere quello che e'.

          La memoria corta e' un gran brutto
          difetto e

          fa scambiare lucciole e lanterne! :D

          Parlavo di fatto, vuoi tornare a chi ha
          inventato il transistor?
          Queste sono conversazioni da bar, e tanto
          per intenderci: se apple e ibm sono i
          pionieri dell'informatica come mai MS adesso
          ne detiene il monopolio? Ah si dimenticavo,
          pratiche scorrette.Forse non capisci l'italiano...Quelli che ho citato sono i fatti (altro che di fatto).Quanto al monopolio di M$ dietro ci stanno sia le pratiche scorrette che la poderosa mano che IBM gli ha dato (assieme a tanti altri) prima che litigassero in famiglia (PS/2 microchannel VS ISA/EISA e OS/2 vs Win).Forse ti scordi che OS/2 e' un prodotto M$ con networking implementato 3com (lo stesso che usa ora M$ per la sua M$network).Un altra poderosa mano glila danno quelli come te che si sono scordati la posizione eretta e vivono costantemente a 90 gradi! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Chiaro e preciso


            Forse non capisci l'italiano...
            Quelli che ho citato sono i fatti (altro che
            di fatto).Lo capisco, ed i fatti sono che i pc in casa di tutti li ha portati bill gates. Tu mi hai risposto con la storia dei calcolatori elettronici tipico del sapientino che ha studiato senza aver mai visto la realtà.
            Quanto al monopolio di M$ dietro ci stanno
            sia le pratiche scorrette che la poderosa
            mano che IBM gli ha dato (assieme a tanti
            altri) prima che litigassero in famiglia
            (PS/2 microchannel VS ISA/EISA e OS/2 vs
            Win).
            Forse ti scordi che OS/2 e' un prodotto M$
            con networking implementato 3com (lo stesso
            che usa ora M$ per la sua M$network).E questo si sapeva, vuoi raccontarmi anche della scoperta dell'acqua calda?
            Un altra poderosa mano glila danno quelli
            come te che si sono scordati la posizione
            eretta e vivono costantemente a 90 gradi! :DSe vuoi provocare ci sei riuscito, sei un maleducato.ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiaro e preciso

    Avrà ragione solo quando tirerà fuori le
    fantomatiche prove. In giurisprudenza esiste
    ancora la presunzione di innocenza. Invece
    sembra che SCO voglia applicare la
    presunzione di colpevolezza....
    Difatti ha portato IBM in aula per dei motivi che non hanno niente a che fare con linux, non credo che le prove le farà vedere a me o a te e tantomeno alla comunità linux, hai capito o no?

    Fa il distinguo tra copyright e violazione

    contrattuali da parte di IBM quindi potete

    parlare finchè volete ma sono affari tra
    IBM

    e SCO che noi non conosciamo.

    Già..... solo che le violazioni contrattuali
    sarebbero sulla presunta cessione di codice
    coperto da copyright....
    E tu chi sei per dire che non sia vero? non sei un avvocato che ha visto i documenti, per questo dico che bisogna aspettare, potrebbe essere tutta una montatura ma anche no, non si tratta più di due righe di codice che non ci vogliono far vedere

    Già.... i proclami di McBride non sono fatti
    per dare pubblicità alla vicenda....
    Hai ragione, però magari ognuno cerca di mettere in rilievo gli aspetti che preferisce

    A giorni alterni..... SCO ogni tanto dice
    che non bisogna usare Linux (è arrivata ad
    offrire dei soldi in cambio della
    migrazione...) e ogni tanto che si può usare
    (basta pagare la licenza a SCO) .....
    Questo si sa solo dalle notizie che si sentono in rete, bisognerebbe vedere i fatti.

    PS: e comunque molti utenti linux sono
    degli

    integralisti vergognosi, un pò di

    obbiettività non guasterebbe.

    Anche molti utenti non linux.....Hai ragione
  • jclark scrive:
    Re: Chiaro e preciso


    Per non parlare del fatto che non esisteva
    nessun problema 5 minuti prima che una
    manica di LAMER vendesse aria fritta che fa'
    risparmiare 5 centesimi per transazione.questa me la segno perche' e' troppo bella :)
  • Anonimo scrive:
    Torvalds è un ladro!
    ...ha rubacchiato un pò qua e un pò là da Unix e ci ha fatto Linux....Ora spera di farla franca facendosi aiutare da IBM e altre...Forse riuscirà a fare fessi i giudici...ma il ladrocinio rimane come infame marchio per la comunità Linux...------------------------------------------------------------------Boicotta il GPL! Sta distruggendo l'informatica, sta mandando in rovina tutte le società. SCO e SOLARIS stanno tirando le cuoia, presto altre società finiranno in crisi.Sarà sempre più difficile per gli sviluppatori trovare lavoro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvalds è un ladro!
      altro che si vuole beccare delle querele ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvalds è un ladro!
      1) Forse un ripasso alla storia di come ha avuto origine linux non ti guasterebbe....2) Prima di estremizzare e parlare di Solaris ci penserei bene e verificherei le applicazzioni e servizi mission-critical che riesce a gestire.3) non aprire flame per favore limitati a gestire il tuo "sito" :)Buona giornataw|z4rd
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvalds è un ladro!
      nfronfronf...zzzz.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvalds è un ladro!

      ---------------------------------------------
      Boicotta il GPL! Sta distruggendo
      l'informatica, sta mandando in rovina tutte
      le società. SCO e SOLARIS stanno tirando le
      cuoia, presto altre società finiranno in
      crisi.
      Sarà sempre più difficile per gli
      sviluppatori trovare lavoro...eh già ... solaris mica va benissimo...http://www.solaristhemovie.com/ :'(Sun invece non so :$
    • Anonimo scrive:
      Re: Torvalds è un ladro!



      Sarà sempre più difficile per gli

      sviluppatori trovare lavoro...

      No gli sviluppatori lavoreranno di piu'
      perche' del loro lavoro ci sara' sempre piu'
      bisogno ... di te invece... peccato!...:D...Ho forse nominato Microsoft? No!Ho detto (e ribadisco) che il GPL è un cancro che va estirpato nel mondo informatico.1) Vorrei sapere come fai a dire che se SUN, SCO, IBM, RH, MDK e così via fallissero si avrebbero più posti di lavoro per i programmatori.2) Con la GPL gli introiti di tutte le aziende si ridurranno e così si ridurranno ulteriormente i posti di lavoro (e non solo per i programmatori).3) Se sei dipendente di un'azienda il lavoro di programmazione non è tuo ma dell'azienda. (ad esempio Si è mai visto un elettricista dipendente di un'azienda reclamare la paternità di impianto elettrico oppure un barman reclamare il possesso di un caffè?)La comunità degli informatici dovrebbe unirsi e chiedere di riconoscere l'illegalità della GPL.
    • MemoRemigi scrive:
      Re: Torvalds è un ladro!
      Senti, io capisco che tu abbia dei gravi problemi mentali e non riesca a fare un ragionamento coerente neanche se ti impegni per 24 ore, però devi anche capire che qui ci sono persone un po' parecchio molto assai più intelligenti di te, che dei tuoi commenti non se ne fanno nulla e a cui dai solo fastidio.Certo, potresti obiettare che tutti hanno il diritto di esprimere la propria opinione e quindi anche tu hai il diritto di esprimere la tua opinione per quanto insignificate, fondamentalmente errata e pateticamente banale, però vorrei anche che capissi che uno che va in giro a publicizzare un sito come il tuo NON HA ALCUN DIRITTO e basta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Torvalds è un ladro!
        - Scritto da: MemoRemigi

        Senti, io capisco che tu abbia dei gravi
        problemi mentali e non riesca a fare un
        ragionamento coerente neanche se ti impegni
        per 24 ore, però devi anche capire che qui
        ci sono persone un po' parecchio molto assai
        più intelligenti di te, che dei tuoi
        commenti non se ne fanno nulla e a cui dai
        solo fastidio.
        Certo, potresti obiettare che tutti hanno il
        diritto di esprimere la propria opinione e
        quindi anche tu hai il diritto di esprimere
        la tua opinione per quanto insignificate,
        fondamentalmente errata e pateticamente
        banale, però vorrei anche che capissi che
        uno che va in giro a publicizzare un sito
        come il tuo NON HA ALCUN DIRITTO e basta.Ribaltiamo il tuo ragionamento:Nel tuo profilo metti un marchio che incita a boicottare microsoft, è libera opinione o reato?Che diritti hai tu che invece, non lavori in campo informatico e parli di informatica... che non possiedi un sito e quindi non hai neanche nulla da pubblicizzare e quindi neanche il Know-how necessario per svilupparlo?Con quale titolo parli? In realtà nessuno...
        • Anonimo scrive:
          Re: Torvalds è un ladro!
          rche? Tu ke know how hai? A giudicare dal prodotto "sito" e dai tuoi sproloqui mi sa che nemmeno tu sai qualcosa di informatica...Bye WarfoX
  • Anonimo scrive:
    Sarà...
    Ho letto solamente la prima parte, mi sono fermato li e non voglio proseguire oltre.Dunque coloro che usano Linux sono colpevoli, in buona fedde ma colpevoli, questo è il succo del discorso.Quindi per il momento e solo per il momento possono continuare ad usare il SO in questione ma sappiano che al momento del processo le cose potrebbero cambiare.Su cosa si basa questa informazione?Sul nulla.Non è stata presentata nessuna prova, nessuna riga di codice incriminato e, quelle poche righe mostrate, non hanno nessuna autenticità.Se non è FUD questo....Si parla di violazione contratturale.Ora se io violo un contratto qualsiasi mi scrivono i legali della controparte per chiedermi i risarcimenti in base a PROVE CERTIFICATE della richiesta stessa altriamenti, correggetemi se sbaglio, stiamo al tentativo di estorsione.Grunch
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarà...

      altriamenti, correggetemi se sbaglio, stiamo
      al tentativo di estorsione.Quello che dici e' esatto!Il comportamento di SCO in tutta questa vicenda e' paragonabile a quello dei picciotti che vanno a chiedere il "pizzo" ai negozianti del quartiere dove abitano.Accusano di furto e senza aspettare nessuna sentenza e portare nessuna prova pretendono dei soldi ... alla fine di questa vicenda penso ci saranno un bel po' di denunce per diffamazione ed estorsione verso SCO e anche varie querele verso sto' tizio che ci paragona a ladri d'auto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarà...

        Accusano di furto e senza aspettare nessuna
        sentenza e portare nessuna prova pretendono
        dei soldi ...Concordo. Riprendendo l'esempio dell'immobile direi che il "rogito" e' rappresentato dai listati. Finche' non mostrano nero su bianco, riga su riga, l'eventuale codice copiato non credo possano pretendere qualcosa lagalmente al 100%
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarà...
          Rispondo a tutti e due i precedenti post.Mi spingo oltre.A mio avviso per ottenere il copyright bisognerebbe, alla stregua di una canzone per esempio, depositare le righe di codice e poterle consultare liberamente.Così ogni persona che scrive programmi potrebbe sapere subito se il suo lavoro è in violazione del diritto di autore di altriCerto in questo modo alcuni uffici legali sarebbero alla fame ma tant'è.....Grunch
  • Anonimo scrive:
    Sco e i programmi di spinta dei prodotti
    Hahhahahhahahhahaha... scusate, ma la cosa mi fa immensamente ridere. Uso unixware perche' sto sviluppando un progetto che andra venduto in un altra nazione dove la base di Sco unix e' importante. E' vecchio, lento, pesante, ha un interfaccia per la quale ho rivalutato CDE sugli RS6000 (che gia' mi sembra ancorato a terra). Senza contare la shell terribile di default, senza history, il compilatore penoso per il quale devo modificare sorgenti scritti secondo le diretteve ANSI..E loro spingono cosa? Quali prodotti? SCO e' finita nell'oblio da tempo e sarebbe ormai cadavere senza l'ingresso di Caldera prima e i soldi di "Venture Capital" poi...Consiglio all'intervistato di cercarsi un altro lavoro, se riesce a trovarlo dopo le minchiate dette....
  • Anonimo scrive:
    ma come si permette
    quel babbeo fa' l'esempio:"Estremizzando, sarebbe come rubare una macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo tre anni e tentare di risolvere la questione limitandosi a restituire le chiavi."pero' dimentica che il "farsi fermare dai carabinieri dopo tre anni" non calza assolutamente come esempio perche' loro non hanno ancora portato nessuna e dico NESSUNA prova che noi abbiamo rubato la macchina, altro che flagranza di reato!!!Non estremizzando sarebbe come incolpare qualcuno di un furto senza mostrare nessuna prova in tribunale e poi pretendere per altre vie la restituzione di qualcosa che non abbiamo. E' questo invece un comportamento da criminali, da mafiosi!!E semplicemente VERGOGNOSO!!!!!Ma come si permette di parlare in questi termini!E' da querela!
    • Ekleptical scrive:
      Re: ma come si permette

      Non estremizzando sarebbe come incolpare
      qualcuno di un furto senza mostrare nessuna
      prova in tribunaleGuarda che perchè ti becchino e ti fermino per furto basta una denuncia!Il tribunale viene molto DOPO, come giustamente si fa notare nell'intervista!Secondo me il mondo Open Source dal tribunale avrà una mazzata paurosa e come al solito si scaglierà contro la giustizia ingiusta, il mondo dominato dai potenti (con dalla loro parte una delle più grosse e potenti aziende del pianeta) e ridicolaggini varie.Il problema di fondo è che capirete (forse) di software, ma di legge ZERO! E' quello che vi frega!Saluti.
      • MemoRemigi scrive:
        Re: ma come si permette
        - Scritto da: Ekleptical
        Il problema di fondo è che capirete (forse)
        di software, ma di legge ZERO! E' quello che
        vi frega!Invece tu capisci tutto e non ti frega nessuno eh ?A me pare che tu sia uno che per paura si schiera sempre e solo dalla parte dei potenti lasciando perdere qualsiasi ragionamento logico per capire quale è la parte migliore da cui schierarsi.La dimostrazione lampante è la tua totale adesione alle (ridicole) cause della RIAA.Quello che penso io è che invece SCO si beccherà una mazzata paurosa in tribunale, dato che NON HA PROVE (o le avrebbe già mostrate) e tutte le sue accuse sono BALLE GALATTICHE.SCO verrà cancellata dalla faccia della terra e dovrà pagare una quantità di dollari tale per rifonder eil danno d'immagine all'IBM che andrà in fallimento all'istante.Naturalmente se arriverà al processo in vita, dato che nessuno più sta comprando quel cesso di OS di OpenUnix o come cacchio si chiama, e dato anche che la maggior parte degli analisti consigliano caldamente di stare alla larga da SCO e i suoi risibile prodotti.Saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma come si permette
          La parte con cui schierarsi e' SEMPRE quella dei potenti.Se poi perdono...si corre in soccorso dei vincitori.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma come si permette
        - Scritto da: Ekleptical

        Non estremizzando sarebbe come incolpare

        qualcuno di un furto senza mostrare
        nessuna

        prova in tribunale

        Guarda che perchè ti becchino e ti fermino
        per furto basta una denuncia!
        Il tribunale viene molto DOPO, come
        giustamente si fa notare nell'intervista!Certo a parte il fatto che per denunciare un furto devi dimostrare il possesso legale (qualunque sia il titolo di possesso) del bene di cui denunci il furto!Inoltre la legge sul copyright ricade nel codice civile (non penale) a differenza del furto.Cosi' come quella (l'unica in questione nel caso) che regola i contratti tra soggetti privati.e col furto (ne con le relative procedure di denuncia) non ha nulla da spartire!Come al solito dietro la facciata appare lampante l'ignoranza di cui accusi gli altri! :DQui quello che dimostra di non capire nulla di legge (oltre che di software) sei tu!Ma questa non e' una novita' vero Micopterus Salmoides ? :D
      • The FoX scrive:
        Re: ma come si permette
        - Scritto da: Ekleptical
        Guarda che perchè ti becchino e ti fermino
        per furto basta una denuncia!E se la denuncia non e' fondata?Qui c'e' una societa' (SCO)che grida "al ladro! al ladro!" senza aver mai dimostrato di aver subito un furto, ma intantoprocede con intimidazioni di stampo mafioso verso utenti nonsuoi (non che coi suoi possa...) per farsi pagare licenze per un soft non suo e che nel peggiore dei casi forse contieneuna netta minoranza di suo codice (a volte proprio essere generosi).E' e resta solo un'operazione di "confondi e diffama"!!! :@A meno che qualcuno non tiri fuori, ed in maniera pubblica,prove certe.Ma visto che sostieni il contrario, forse tu sei al corrente difatti e cose di cui e' allo scuro il resto del mondo.Se volessi metterci a parte... cosi' da convincerci delle tue tesi...
        Secondo me il mondo Open Source dal
        tribunale avrà una mazzata paurosa e come alBasi x sostenere questa tua opinione?
        Il problema di fondo è che capirete (forse)
        di software, ma di legge ZERO! E' quello che
        vi frega!
        Saluti.Anche te, a quanto pare.Le accuse vanno PROVATE!!! E di prove SCO non ne ha prodotte!!! (salvo quello spettacolino degno di Zelig... codice che non poteva funzionare xche' conteneva errori... ridicoli!!!!)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma come si permette


      E semplicemente VERGOGNOSO!!!!!
      Ma come si permette di parlare in questi
      termini!
      E' da querela! E' vergognoso che non capisci una mazza, l'esempio è SE è vero che hanno rubato qualcosa ed è ovvio che chi ti ferma sa che la merce è rubata.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma come si permette
        - Scritto da: Anonimo




        E semplicemente VERGOGNOSO!!!!!

        Ma come si permette di parlare in questi

        termini!

        E' da querela!

        E' vergognoso che non capisci una mazza,
        l'esempio è SE è vero che hanno rubato
        qualcosa ed è ovvio che chi ti ferma sa che
        la merce è rubata.Come no dimmi dove stai che ti fermo proclamando che mi hai rubato un pacco con 1.000.000.000 di euro!Le prove? le portero' in seguito ...da dove venivano quie soldi? mi spiace ma questo e' un mio segreto!Nel frattempo ripagami il danno! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: ma come si permette
        - Scritto da: Anonimo




        E semplicemente VERGOGNOSO!!!!!

        Ma come si permette di parlare in questi

        termini!

        E' da querela!

        E' vergognoso che non capisci una mazza,
        l'esempio è SE è vero che hanno rubato
        qualcosa ed è ovvio che chi ti ferma sa che
        la merce è rubata.un altro babbeo ... accendi il cervello prima di azionare la lingua!
  • MemoRemigi scrive:
    Ma che domande sono ????
    A me sembra che le domande fatte da PI al tizio di SCO siano un po' banalotte.Ci sarebbero state un sacco di domande sicuramente "pungenti" ma anche rivelatorie, e invece mi pare che quelle fatte siano le solite domande di turno.Per esempio, perhè non gli è stato chiesto come mai queste fantomatiche righe di codice non sono ancora state mostrate ?Non mi sembra una domanda da poco questa !Scusa PI, ma a questo articolo do un 5--
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che domande sono ????
      - Scritto da: MemoRemigi

      A me sembra che le domande fatte da PI al
      tizio di SCO siano un po' banalotte.

      Ci sarebbero state un sacco di domande
      sicuramente "pungenti" ma anche rivelatorie,
      e invece mi pare che quelle fatte siano le
      solite domande di turno.

      Per esempio, perhè non gli è stato chiesto
      come mai queste fantomatiche righe di codice
      non sono ancora state mostrate ?
      Non mi sembra una domanda da poco questa !

      Scusa PI, ma a questo articolo do un 5--Facciamo 4 e 1/2 e non se ne parla piu' (fosse per me anche meno) le ambiguita' e gli ammiccamenti sono evidenti e siamo al limite della "intervista in ginocchio"....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che domande sono ????
      - Scritto da: MemoRemigi

      A me sembra che le domande fatte da PI al
      tizio di SCO siano un po' banalotte.

      Ci sarebbero state un sacco di domande
      sicuramente "pungenti" ma anche rivelatorie,
      e invece mi pare che quelle fatte siano le
      solite domande di turno.

      Per esempio, perhè non gli è stato chiesto
      come mai queste fantomatiche righe di codice
      non sono ancora state mostrate ?
      Non mi sembra una domanda da poco questa !

      Scusa PI, ma a questo articolo do un 5--si non ha fatto domande precise o non ha sostenuto il fatto che un acquirente di linux, ignaro del fatto che in linux ci possano essere proprietà intellettuali coperte da copyright, non è 1° responsabile, 2° ha diritto ad avere una certezza delle rivendicazioni prima di dover pagare se vuole continuare ad usare quel kernel, 3° cambiare sistema o kernel 8privo di ogni parte legata a copyright sco) senza pagare nulla.Quello che fa sco e dire: la tua macchina è mia, e io cliente dico no è mia la ho comprata dal concessionario XYZ, e SCO dice si ma è mia percui comincia a pagare per l'uso della macchina, ed io dico dimostrami prima che è tua, e sco dice prima inizia a pagare poi io lo dimostro che è mia.Chi usa Linux (e qui IBM, Red Hat ecc non centrano) ha diritto ad aspettare la decisione di un tribunale che dimostro la ragione o no di sco, così è intimidazione e ricatto anche se SCO avessa ragione ma come dice lei stessa, in un paese di diritto ci sonor egole e le regole dicono di aspettare un giudizio di un tribunale.
  • Anonimo scrive:
    siante onesti, dietro voi c'è bill m$...
    Siate onesti, nessuno così dal nulla volta la gabbana così e tenta un suicidio commerciale come voi... nessuno che non sia sponsorizzato da "chissà chi"...Eh già, ma che ne volete sapere voi della filiale italiana di quello che decidono i veri capi, quelli della sede centrale?...Voi dire solo quello che vi dicono di dire... piccoli pesciolini rossi da acquario...Io se fossi di sco mi sarei già dimesso, ci farei una figura migliore...
    • Anonimo scrive:
      Re: siante onesti, dietro voi c'è bill m$...
      - Scritto da: Anonimo
      Siate onesti, nessuno così dal nulla volta
      la gabbana così e tenta un suicidio
      commerciale come voi... nessuno che non sia
      sponsorizzato da "chissà chi"...

      Eh già, ma che ne volete sapere voi della
      filiale italiana di quello che decidono i
      veri capi, quelli della sede centrale?...
      Voi dire solo quello che vi dicono di
      dire... piccoli pesciolini rossi da
      acquario...
      Io se fossi di sco mi sarei già dimesso, ci
      farei una figura migliore...comunque su alcune cose hanno ragione, di open source le aziende non riescono a vivere, bisogna capire che anche nell'open bisogna pagare qualcosa altrimenti le aziende non riesconoa guadagnare. IBM gudagna altrove ma chi fa solo linux no, è giusto aiutarli riconoscendo comunque un prezzo al loro lavoro
      • MemoRemigi scrive:
        Re: siante onesti, dietro voi c'è bill m$...
        - Scritto da: Anonimo
        comunque su alcune cose hanno ragione, di
        open source le aziende non riescono a
        vivere, bisogna capire che anche nell'open
        bisogna pagare qualcosa altrimenti le
        aziende non riesconoa guadagnare. IBM
        gudagna altrove ma chi fa solo linux no, è
        giusto aiutarli riconoscendo comunque un
        prezzo al loro lavoroSi paga l'assistenza, e ti assicuro che le aziende la vogliono, altrimenti invece di installare RedHat installerebbero Debian.Le aziende vogliono l'assistenza, il supporto e la garanzia che se qualcosa non va al cliente puoi dire che è colpa di un altro.E comunque se uno non vuole lavorare con l'open source mica è obbligato a farlo !Che si sviluppi il suo codice INTERAMENTE e lo venda come fanno gli altri.
        • Anonimo scrive:
          Re: siante onesti, dietro voi c'è bill m$...

          RedHat installerebbero Debian.
          Sicuro? o perchè il marketing paga, e paga sempre, non per niente gates è l'uomo più ricco del mondo (o quasi)Comuqnue bella scelta, red-hat non farà più supporto e debian è stata cracckata
          • Anonimo scrive:
            Re: siante onesti, dietro voi c'è bill m$...
            - Scritto da: Anonimo

            RedHat installerebbero Debian.



            Sicuro? o perchè il marketing paga, e paga
            sempre, non per niente gates è l'uomo più
            ricco del mondo (o quasi)

            Comuqnue bella scelta, red-hat non farà più
            supporto e debian è stata cracckataVuoi dire come quelli che hanno Win 95/98/ME e cosi via ?Quanto al crackata M$ e' da tempo "leader di mercato" :D
    • dotnet scrive:
      Re: siante onesti, dietro voi c'è bill m$...
      - Scritto da: Anonimo
      Siate onesti, nessuno così dal nulla volta
      la gabbana così e tenta un suicidio
      commerciale come voi... nessuno che non sia
      sponsorizzato da "chissà chi"...
      potrebbero pure avere ragione, no?
      • Anonimo scrive:
        Re: siante onesti, dietro voi c'è bill m$...
        - Scritto da: dotnet

        - Scritto da: Anonimo

        Siate onesti, nessuno così dal nulla volta

        la gabbana così e tenta un suicidio

        commerciale come voi... nessuno che non
        sia

        sponsorizzato da "chissà chi"...



        potrebbero pure avere ragione, no?Su cosa?Il loro software e' inusabile antidiluviano e non in grado di reggere la concorrenza del mercato!Nessuno se non loro ne ha colpa!Se Sco Unixware e compafnia bella fanno pena sarebbe colpa di linux?questa e' veramente eccezzionale!Ma tu sei davvero un genio!Oppure loro sono eccezzionalmente "sfortunati" e l'open source fa guadagnare gli altri (RHAT, SUSE, IBM HP, DELL, ORACLE ecc.. ecc..)e guarda caso a loro invece no?Mah! la gente e' disposta a inventarsi di tutto pur di non lavorare! :D
  • Anonimo scrive:
    Gli rimangono solo illazioni e menzogne
    Le affermazioni di Zanni si mantengono ovviamente vaghe e nebulose a riprova che SCO non possiede prove per sostenere le sue rivendicazioni. Zanni si limita a blaterare vagamente di copyright e contratti violati senza entrare nel merito di nessuna delle due questioni, mi domando che razza di credibilità può pensare di avere un'azienda che adotta una simile strategia. Quando anche Zanni non dice cose interessanti e pertinenti tipo che sembrerebbe che esistano le leggi da qualche migliaio di anni e che andrebbero rispettate, porta esempi talmente travisati e palesemente errati da essere esileranti.A proposito dell'adesione alla licenza GPL da parte di SCO ai tempi di Caldera dice che se "un impiegato" rilascia codice proprietario sotto licenza GPL di un'azienda non significa che quest'ultima vi aderisca, e credo che questo sia palese, ma, per quanto riguarda SCO, le cose non stanno affatto così. Caldera ha aderito alla GPL, non un suo dipendente, un fuoriuscito o una spia, Caldera come azienda ha sottoscritto questa licenza e non può piangere se ora i buoi sono fuggiti, ammesso che i buoi siano mai esistiti, e se sono esistiti, ammesso che siano mai stati di SCO. In merito a questo punto e al precedente SCO non ha mai fornito uno straccio di prova e quelle che sono state esibite, per la loro natura e provienza, hanno chiarito definitivamente che le rivendicazioni di SCO sono puro e semplice FUD. Credo si faccia un errore anche a dargli tutto questo spazio, SCO non merita alcuna attenzione a parte semplicemente di perire nel processo che ha mosso a IBM come ormai è destinata a fare.Gianluca Cardinale
    • Giambo scrive:
      Re: Gli rimangono solo illazioni e menzo
      - Scritto da: Anonimo
      [...]Bell'intervento, chiaro e preciso.Vorrei averlo scritto io :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli rimangono solo illazioni e menzogne
      - Scritto da: Anonimo
      Le affermazioni di Zanni si mantengono
      ovviamente vaghe e nebulose a riprova che
      SCO non possiede prove per sostenere le sue
      rivendicazioni. Zanni si limita a blaterare
      vagamente di copyright e contratti violati
      senza entrare nel merito di nessuna delle
      due questioni, mi domando che razza di
      credibilità può pensare di avere un'azienda
      che adotta una simile strategia.
      sono vaghe perchè è giusto siano vaghe, nessuno sano di mente va a svelare le sue strategie fino al momento di usarle. Alcuen dette sono comunque vere, linux non da da mangiare alle aziende che più di tutti si impegnano nella sua compilazione.
      Quando anche Zanni non dice cose
      interessanti e pertinenti tipo che
      sembrerebbe che esistano le leggi da qualche
      migliaio di anni e che andrebbero
      rispettate, porta esempi talmente travisati
      e palesemente errati da essere esileranti.non sono d'accordo, certo tira acqua al suo mulino ma non ha tutti i torti, negare i diritti altrui quando leciti è sbagliato da ambo le parti, SCo ci sta provando e non so fino a che punto riuscirà ma non ha comunque tutti i torti.

      A proposito dell'adesione alla licenza GPL
      da parte di SCO ai tempi di Caldera dice che
      se "un impiegato" rilascia codice
      proprietario sotto licenza GPL di un'azienda
      non significa che quest'ultima vi aderisca,
      e credo che questo sia palese, ma, per
      quanto riguarda SCO, le cose non stanno
      affatto così. Caldera ha aderito alla GPL,
      non un suo dipendente, un fuoriuscito o una
      spia, Caldera come azienda ha sottoscritto
      questa licenza e non può piangere se ora i
      buoi sono fuggiti, ammesso che i buoi siano
      mai esistiti, e se sono esistiti, ammesso
      che siano mai stati di SCO. In merito a
      questo punto e al precedente SCO non ha mai
      fornito uno straccio di prova e quelle che
      sono state esibite, per la loro natura e
      provienza, hanno chiarito definitivamente
      che le rivendicazioni di SCO sono puro e
      semplice FUD. sono d'accordo, prima di aderire a una licenza devi controllare che ciò che metti in licenza sia tutto e solo quello che ci vuoi mettere, se non analizzi il codice prima è colpa tua che non hai vigilato, se un dipendente lo mette di nascosto e colpa tua perchè è un tuo dipendente e poi ti rivali su di lui al limite. Dire io non sapevo che dentro c'era quello è troppo, come dice il giudice Santi Licheri sempre, vigilantibus Vigilante e non dormientibus dormiente (spero aver scritto giusto il latino). Però ripeto non è privo di senso quello che ha detto, e ha anche dei fondamenti legali, si aprte da un errore di fondo, hanno dormito e da li però usando argomentazione a volte tirate altre meno sull'onda della elgge cavalcano uan battaglia e non mi apre che siano così scemi da fare tutto ciò solo per pagare poi centinaia di migliaia di dollari per una causa persa e avere nel frattempo venduto qualche licenza unix in più rovinandosi per sempre la reputazione.

      Credo si faccia un errore anche a dargli
      tutto questo spazio, SCO non merita alcuna
      attenzione a parte semplicemente di perire
      nel processo che ha mosso a IBM come ormai è
      destinata a fare.

      Gianluca Cardinale
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli rimangono solo illazioni e menzogne

        battaglia e non mi apre che siano così scemi
        da fare tutto ciò solo per pagare poi
        centinaia di migliaia di dollari per una
        causa persa e avere nel frattempo vendutoAssunto sbagliato, gli scemi esistono e in qualche azienda devono pur lavorare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli rimangono solo illazioni e menzogne
          - Scritto da: Anonimo
          Assunto sbagliato, gli scemi esistono e in
          qualche azienda devono pur lavorare. Spero vivamente che gli avvocati di IBM la pensino diversamente da te, altrimenti si presenteranno alla causa oltremodo impreparati e perderanno a mani basse.Il software open perderà se i diffusori dello stesso sono come te.Dare dell' idiota alle persone le allontana non le avvicina.
  • Anonimo scrive:
    il vostro unix
    il vostro unix non esiste. Ho avuto sotto gli occhi gente che installava e provava linux 3 anni fa perche' fuggiva via urlando dal vostro unix.Avete un prodotto scadente, e adesso da compagnia di software scadente siete diventati una compagnia di avvocati e parole altrettanto scadenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: il vostro unix
      - Scritto da: munehiro
      il vostro unix non esiste. Ho avuto sotto
      gli occhi gente che installava e provava
      linux 3 anni fa perche' fuggiva via urlando
      dal vostro unix.
      Avete un prodotto scadente, e adesso da
      compagnia di software scadente siete
      diventati una compagnia di avvocati e paroleDirei di piu' dati gli argomenti che si sono letti mi pare che anche gli avvocati rientrino nella "tradizione" SCO sono scadenti! :D
      altrettanto scadenti.
  • red5lion scrive:
    Re: Ridicolo
    Concordo pienamente.SCO ha rilasciato in licenza gratuita (GPL) Linux Caldera.SCO. non un suo dipendente.SCO "avrebbe" il copyright su unix.SCO rilascia un suo kernel linux sotto GPL.SCO ha regalato unix.adesso non può rivendicarne i diritti.Non sapeva di essere in possesso dei diritti unix?Beh, chi è causa del suo mal pianga se stesso..purtroppo.E' come se qualcuno vendesse la sua intera casa e poi si scoprisse che nel controsoffitto c'era un diamante di 400 carati. Beh, non può più accampare diritti su quanto ha venduto/ceduto/regalato.L'atto è concluso e perfezionato, ergo ciccia!!
  • Anonimo scrive:
    Ma una sentenza US vale in Europa ???
    Oppure dovrebbe essere fatto una nuova causa ? Tenuto conto che leleggi europee NON sono le stesse di quelle USA ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma una sentenza US vale in Europa ???
      - Scritto da: Anonimo
      Oppure dovrebbe essere fatto una nuova causa
      ? Tenuto conto che le
      leggi europee NON sono le stesse di quelle
      USA ?Tenuto conto di questo, il sito web e le dichiarazioni pubbliche di SCO in Germania sono di tutt'altro tono, nonche' il tipo ed il numero di cause, aperte.Cause aperte CONTRO SCO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma una sentenza US vale in Europa ???
      - Scritto da: Anonimo
      Oppure dovrebbe essere fatto una nuova causa
      ? Tenuto conto che le
      leggi europee NON sono le stesse di quelle
      USA ?Non centra un emerita mazza con il caso SCO e le sue accuse a LINUX, ma x FORTUNA qui in Europa non ci sono leggi così IDIOTE sul copyright del SW come negli USA, han tentato di mettercele utimamente con l' ECDL in approvazione presso il PArlamento Europeo, ma per fortuna, vista la sollevazione che c'è stata in tutta Europa, l' attacco delle lobbies del SW proprietario è stato RESPINTO almeno x ora e comunque, li curiamo e li attendiamo al varco alla prox votazione nel merito che dovrebbe esserci questo mese o l' altro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma una sentenza US vale in Europa ???
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: Anonimo

        Oppure dovrebbe essere fatto una nuova
        causa

        ? Tenuto conto che le

        leggi europee NON sono le stesse di quelle

        USA ?

        Non centra un emerita mazza con il caso SCO
        e le sue accuse a LINUX, ma x FORTUNA qui in
        Europa non ci sono leggi così IDIOTE sul
        copyright del SW come negli USA, han tentato
        di mettercele utimamente con l' ECDL in
        approvazione presso il PArlamento Europeo,
        ma per fortuna, vista la sollevazione che
        c'è stata in tutta Europa, l' attacco delle
        lobbies del SW proprietario è stato RESPINTO
        almeno x ora e comunque, li curiamo e li
        attendiamo al varco alla prox votazione nel
        merito che dovrebbe esserci questo mese o l'
        altro.qui si aprla di cose diverse, non si parla di brevetti ma di copyright, e qui da noi il software è coperto da diritto d'autore, copyright, come negli usa e il discorso è lo stesso. SCO accusa violazione di copyright e non di brevetto, copia di parte del codice e non di uso di brevetto. Cerchiamo di elggere bene e non fare confusione, sono due cose differenti.e onestamente il diritto d'autore non cozza con l'open source, il kernel di linux è open ma sempre il copyright è di Linus.Mi pare anche giusto proteggere le proprie proprietà intellettuali, così coma proteggiamo quelle fisiche, casa e macchina. La brevettibilità del software è altra cosa, oggi se invento un software capace di fare il caffè, ho il copyright sul mio software che viene protetto dalla legge sul diritto d'autore e ciò significa che lo si può usare solo alle condizioni che stabilisco io, open o closed con o senza licenza. Nulla vieta a nessuno di fare un software diverso che faccia il caffè. E' solo vietato che utlizzi parti del mio software, ma non posso certo vietargli di fare software alternativi. Con il brevetto invece io brevetto l'idea del software che fa il caffè, poi posso anche non farlo questo software ma se lo fai tu o mi paghi i diritti per los ruttamento del mio brevetto o non fai il software. Leggere cona ttenzione sempre please
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma una sentenza US vale in Europa ???

        Non centra un emerita mazza con il caso SCO
        e le sue accuse a LINUX, ma x FORTUNA qui in
        Europa non ci sono leggi così IDIOTE sul
        copyright del SW come negli USA, han tentato
        di mettercele utimamente con l' ECDL in
        approvazione presso il PArlamento Europeo,
        ma per fortuna, vista la sollevazione che
        c'è stata in tutta Europa, l' attacco delle
        lobbies del SW proprietario è stato RESPINTO
        almeno x ora e comunque, li curiamo e li
        attendiamo al varco alla prox votazione nel
        merito che dovrebbe esserci questo mese o l'
        altro.fai una confusione allucinante tra brevetti e copyright, qui da noi il copyright esiste anche per il software, non c'è per ora solo il brevetto. SCO accusa una violazione di copyright e non di brevetto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma una sentenza US vale in Europa ???
          - Scritto da: Anonimo


          Non centra un emerita mazza con il caso
          SCO

          e le sue accuse a LINUX, ma x FORTUNA qui
          in

          Europa non ci sono leggi così IDIOTE sul

          copyright del SW come negli USA, han
          tentato

          di mettercele utimamente con l' ECDL in

          approvazione presso il PArlamento Europeo,

          ma per fortuna, vista la sollevazione che

          c'è stata in tutta Europa, l' attacco
          delle

          lobbies del SW proprietario è stato
          RESPINTO

          almeno x ora e comunque, li curiamo e li

          attendiamo al varco alla prox votazione
          nel

          merito che dovrebbe esserci questo mese o
          l'

          altro.

          fai una confusione allucinante tra brevetti
          e copyright, qui da noi il copyright esiste
          anche per il software, non c'è per ora solo
          il brevetto. SCO accusa una violazione di
          copyright e non di brevetto.Sarà come dici te, ma il succo è lo stesso!
      • matteo.moro scrive:
        Re: Ma una sentenza US vale in Europa ??


        [...] leggi così IDIOTE sul copyright del SW [...]
        [...] ECDL in approvazione presso il PArlamento
        Europeo [...]
        Uhm... EUCD forse, in questo caso l'ECDL (per quanto schifezza sia) non c'entra una mazza :-Dciao.TeO:-)
  • Anonimo scrive:
    Azienda sacrificabile
    La strada di SCO è quella verso il burrone.Sta cercando di portare con sé più persone innocenti che può.A chi giova questo comportamento?
  • malex scrive:
    Due aspetti da valutare
    Due aspetti da valutare nella vicenda SCO:1) SCO non ha ancora mostrato una prova che sia una, ad eccezione di quei pezzi di codice che evidentemente erano open source. Di fatto la SCO non ci ha ancora mostrato il "rogito".2) Da quando è iniziata questa storia il valore delle azioni SCO sono schizzate in alto e molti dirigienti della SCO hanno venduto molte azioni.Meditate gente, meditate.
  • Anonimo scrive:
    ma SCO fa nuovi prodotti?
    Sco sta' sviluppando qualcosa, o ha smesso di fare prodotti da quando ha aperto la causa?
  • Giambo scrive:
    LE PROVE !!
    Le prove, VOGLIAMO LE PROVE !!Finche' non vedo le prove, il signor Orlando Zanni e' un bugiardo e un calunniatore che cerca di estorcere denaro.
  • Anonimo scrive:
    Il consorzio delle piccole aziende
    La SCO sta cercando di far dismettere Linux alle piccole aziende, impaurite di perdere la causa, per far installare i suoi prodotti e guadagnare market share.Le piccole aziende utilizzatrici di Linux dovrebbero unirsi e fare fronte comune (anche legalmente) contro SCO affinchè si discuta solo dopo la sentenza del processo con IBM ed eventualmente si vada davanti al giudice
    • Anonimo scrive:
      Re: Il consorzio delle piccole aziende
      - Scritto da: Anonimo
      La SCO sta cercando di far dismettere Linux
      alle piccole aziende, impaurite di perdere
      la causa, per far installare i suoi prodotti
      e guadagnare market share.In tutta franchezza non penso proprio : 1) perche' le piccole ditte se ne sbattono altamente2) perche' una piccola ditta non sa' neanche chi cavolo sia sco3) perche' al massimo sco puo' fare riferimento a grandi ditte per far soldi4) se sco perde la causa con ibm, vengono tutti licenziati in tronco, e tutto cio' che e' intestato a sco diventa proprieta' di ibm5) non c'e' analista che sebbene indichi di fare attenzione con linux, non ti dica che comunque DI CERTO non devi prendere niente da SCO oggi, perche' la sua e' la situazione piu' traballante, alla fine se hai linux una via di fuga la trovi, se hai sco e sco viene rasa al suolo, ti ritrovi con una licenza che vale meno della carta su cui e' scritta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il consorzio delle piccole aziende
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        La SCO sta cercando di far dismettere
        Linux

        alle piccole aziende, impaurite di perdere

        la causa, per far installare i suoi
        prodotti

        e guadagnare market share.

        In tutta franchezza non penso proprio :
        1) perche' le piccole ditte se ne sbattono
        altamente
        2) perche' una piccola ditta non sa' neanche
        chi cavolo sia sco
        3) perche' al massimo sco puo' fare
        riferimento a grandi ditte per far soldi
        4) se sco perde la causa con ibm, vengono
        tutti licenziati in tronco, e tutto cio' che
        e' intestato a sco diventa proprieta' di ibm
        5) non c'e' analista che sebbene indichi di
        fare attenzione con linux, non ti dica che
        comunque DI CERTO non devi prendere niente
        da SCO oggi, perche' la sua e' la situazione
        piu' traballante, alla fine se hai linux una
        via di fuga la trovi, se hai sco e sco viene
        rasa al suolo, ti ritrovi con una licenza
        che vale meno della carta su cui e' scritta.Giusto, anche queste tre obiezioni sono punti plausibili, sempre meglio però farsi vedere attenti e reattivi contro qualcuno che anche se velatamente e maldestramente, minaccia di citarti.
  • Anonimo scrive:
    Orlando Zanni c'e' l'ha un lavoro?
    Ma la domanda piu' importante :cosa fara' se SCO perde la causa, e nell'impossibilita' di risarcire IBM, fallisce e viene rasa al suolo, mentre il terreno viene cosparso di sale, dove pensate voi futuri ex-dipendendi SCO di poter trovare un nuovo lavoro?Non avete pensato all'ostracismo tecnologico che potreste subire da qualunque azienda informatica che non sia Microsoft ?Ha fatto dei mutui? Come vede il suo futuro? E' preoccupato per la causa in corso? Ha gia' spedito dei curriculum a nuove ditte?Le risulta che il vostro CEO intenda avanzare pretese sulla scoperta del fuoco? Avete gia' richiesto un ingiunzione preliminare a Dio, per aver inventato l'amore? Ritiene che l'amore sia un concetto comunista come la GPL?Ma cosa ancora piu' importante : ma cosa fumate in SCO? Sigari? ....certo certo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Orlando Zanni ha un lavoro?
      Se superiamo il fatto che sono un analfabeta incallito, devo dire che ripensadoci le seguenti domande non sono per nulla cretine:1) Ha fatto dei mutui? 2) Come vede il suo futuro?3) E' preoccupato per la causa in corso? e aggiungerei persino :4) in SCO state sviluppando nuovi programmi?cya
  • Anonimo scrive:
    Tutti In piedi! Entra la Corte!
    Basta con minacce di denuncia.SCO, vuoi il sangue?Lo avrai, nelle aule di giustizia in cui dovrai rispondere delle tue calunnie.Buon lavoro agli avvocati italiani cui dovrete versare la ricca parcella, sottraendola dalla voce di bilancio di Ricerca & Sviluppo.
  • Anonimo scrive:
    Intervento inutile
    Quello ci SCO e' un intervento inutile per milioni di motivi.L'unica cosa di cui parlano e' questo fantomatico codice "copiato" da Linux in maniera -fanno intendere- sibillina e camuffata. Insomma vogliono far capire che se Linux o qualunque altro sistema operativo utilizza il first-fit per l'allocazione della memoria, e il first-fit e' utilizzato anche nel "loro" Unix, il first-fit di Linux e' illegale????Personalmente aspetto l'esito del processo. Una cosa e' certa: non possono fare nulla contro la GPL. Ogni autore e' libero di licenziare il suo codice come preferisce. E' come se io dicessi che la Licenza d'uso di Microsoft non mi piace perche' limita alcune delle mie liberta': potrei soltanto non utilizzarla.A SCO brucia il fatto che molta gente faccia business con software opensource. E' un'azienda vecchia. Ha una mentalita' vecchia. Ha dei software vecchi. E tutti i vecchi prima o poi muoiono.......
  • Anonimo scrive:
    Non piace la GPL a SCO?
    ah, a voi della SCO non piace la GPL vero ?e allora come mai , se andate nel sito : ftp://ftp2.caldera.com/pub/skunkware/osr5/vols/che è un sito SCO , è pieno di software GPLcompilato da SCO per il vostro UNIX ??..uhm...muble..muble... Comunque concordo una osservazione: SCO Openserver ( non so di OpenUnix 8 ) è sicuramentescarsino come Unix, anche se è abbastanza solido( ma antiquato: e lo dico perchè lo conosco bene) Di Fiducia_Zero
  • DPY scrive:
    Articolo inutile
    Una dichiarazione del genere non serve a nulla: se SCO vincerà la causa con IBM ed eventualmente anche le successive porterà a casa qualcosa, ma non saranno le dichiarazioni di questo genere a ricostruire una reputazione irrimediabilmente distrutta. Il commerciale avrebbe potuto demolire punto per punto qualsiasi dichiarazione avversa (cosa che comunque non ha fatto), ma tanto per come sono compromesse le cose non sarebbe servito a nulla, nessuno lo ascolterà.Se, per caso disgraziato, SCO vedrà le sue richieste respinte su una significativa quantità di fronti, il danno derivato potrebbe portare alla cessazione delle attività, con somma soddisfazione dei suoi attuali clienti che non avranno più supporto né aggiornamenti. Per questo motivo, anche senza volersi addentrare nei loro problemi di violazione di IP e altro, in questo momento io non acquisterei uno spillo da SCO, visto il rischio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiaro e preciso
    - Scritto da: Anonimo
    PS: e comunque molti utenti linux sono degli
    integralisti vergognosi, un pò di
    obbiettività non guasterebbe.l'obiettività c'è tutta. Se ti danno del ladro e chiedi all'accusatore di mostrare le PROVE, e lui non te le mostra, il minimo che puoi fare è gridare alla calunniaE il fatto che non te ne accorgi rende il tuo intervento poco obiettivo
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiaro e preciso

      l'obiettività c'è tutta.
      Se ti danno del ladro e chiedi
      all'accusatore di mostrare le PROVE, e lui
      non te le mostra, il minimo che puoi fare è
      gridare alla calunnia
      E il fatto che non te ne accorgi rende il
      tuo intervento poco obiettivoStai continuando a guardare il dito, hanno qualcosa in mano che non è semplicemente del codice scopiazzato, ed anche se fosse lo faranno vedere ai giudici per farsi dare dei risarcimenti, non certo alla comunità open-source che te lo fa sparire il giorno dopo.
  • Anonimo scrive:
    re: Chiaro e preciso
    non so, SCO parte dal presupposto che, comunque vadano le cose nella causa IBM, gli utenti sono nel torto, non per colpa loro, ma nel torto.A me sembra l'opposto: ogni riga di codice GNU viene firmata dal "proprietario" che si assume la responsabilità su quella parte di codice, quindi l'unico "colpevole" è lui. Quando ho scritto una (piccolissima) parte per il compilatore gcc, la OSF mi ha mandato una lettera in cui ho dovuto dichiarare sotto la mia responsabilità che quel codice è farina del mio sacco e che lo metto sotto GPLIl paragone con le "cose fisiche" non regge: è chiaro che se A vende a B una casa che però è di proprietà di C, C ha in diritto di riprendersela, anche se A non ne ha colpa. Forse un altro paragone rende meglio: se ascolto una radio che poi risulta che non abbia pagato la SIAE, questa cosa fa? rintraccia tutti quelli che ascoltavano quella radio e gli fa pagare i diritti d'autore?Se IBM è colpevole, pagherà, il giudice, se è corretto, darà alla comunità Linux un "congruo" tempo per riscrivere il codice "illegale" (magari pagati da IBM, se verrà dimostrata la sua colpevolezza) e stop, nessun utente linux versi anche solo un euro per questo
    • Anonimo scrive:
      Re: re: Chiaro e preciso

      Il paragone con le "cose fisiche" non regge:
      è chiaro che se A vende a B una casa che
      però è di proprietà di C, C ha in diritto di
      riprendersela, anche se A non ne ha colpa.Io credo che ci sia sotto qualche brevetto, il codice si può anche cambiare ma rimane il copyright sull'idea
      Forse un altro paragone rende meglio: se
      ascolto una radio che poi risulta che non
      abbia pagato la SIAE, questa cosa fa?
      rintraccia tutti quelli che ascoltavano
      quella radio e gli fa pagare i diritti
      d'autore?No, forse è meglio il paragone delle cose fisiche, il brano passa nell'etere e va via, l'installazione linux rimane.
      Se IBM è colpevole, pagherà, il giudice, se
      è corretto, darà alla comunità Linux un
      "congruo" tempo per riscrivere il codice
      "illegale" (magari pagati da IBM, se verrà
      dimostrata la sua colpevolezza) e stop,
      nessun utente linux versi anche solo un euro
      per questoCome detto prima credo si tratti di qualcosa tipo brevetto, difatti il tizio fa l'esempio della casa parlando di "rogito", anche se il "l'abusivo" ne cambia la facciata, i muri e via dicendo la proprietà rimane a chi ne detiene il possesso al catasto.Non lo dico perchè sono pro o contro qualcosa e qualcuno, ma sembra che l'intervistato parli con cognizione di causa e forse qualche asso nella manica lo hanno veramente.
  • Anonimo scrive:
    cosa penso dello Unix di SCO?
    Oggi non sussistono motivi reali per acquistare uno dei loro Sistemi Operativi, sopratutto se la nostra azienda gestisce dati sensibili e importanti. SCO può anche essere il vero UNIX®, ma di tutti i sistemi UNIX® credo si tratti anche del peggiore.
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa penso dello Unix di SCO?
      - Scritto da: Anonimo
      Oggi non sussistono motivi reali per
      acquistare uno dei loro Sistemi Operativi,
      sopratutto se la nostra azienda gestisce
      dati sensibili e importanti. SCO può anche
      essere il vero UNIX®, ma di tutti i sistemi
      UNIX® credo si tratti anche del peggiore.Ci avete mai lavorato con UnixWare??? e' un vero catorcio....
      • Mechano scrive:
        Re: cosa penso dello Unix di SCO?
        - Scritto da: Anonimo
        Ci avete mai lavorato con UnixWare??? e' un
        vero catorcio....Mamma mia, gia' open server (che ci avra' di aperto poi?) e' uno schifo, unixware mi ha fatto cascare le braccia.Credo che quest'azienda dietro al nome Unix ha venduto per anni fuffa e ci ha marciato dietro.Se molti utenti si sono fatti un'idea di Unix come di vecchio e antiquato guardando alle "meraviglie" Microzot, molto lo si deve a quella porcata dei loro sistemi operativi.MacOSX e' l'esempio di come si possa stravolgere Unix rendendolo un server o un potente e facile strumento desktop.Linux e' lo strumento libero per eccellenza che puo' adattarsi a tutto ed avere anche lui i fronzoli o le ultime novita' tecnologiche in fatto di rete, file system e servizi.SCO? Il suo nome e' da sempre legato al Cobol e le procedure con interfaccia a caratteri. Non che abbia qualcosa contro i VT100 e i terminali a caratteri, anzi ritengo una procedura a caratteri come la migliore interfaccia possibile per form d'immissione e ricerca dati per applicazioni particolari come le procedure fiscali e finanziarie.Io lo boicottavo SCO e infatti l'azienda per cui ho lavorato e che installava SCO e' passata a Sun Interactive e poi Solaris Base Server, e finalmente le multiport Specialix hanno cominciato a lavorare. come si deve.Oggi lavorano con Linux e fanno cose che gli altri si sognano come servizi e utility che trovi gia' nelle installazioni base.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
  • Anonimo scrive:
    Re: Chiaro e preciso
    - Scritto da: Anonimo
    mi dispiace ma il tizio è stato molto chiaro
    e per me ha ragione.
    Fa il distinguo tra copyright e violazione
    contrattuali da parte di IBM quindi potete
    parlare finchè volete ma sono affari tra IBM
    e SCO che noi non conosciamo. Si vabbeh... tanto il codice copiato dovranno mostrarcelo prima o poi.. e noi aspetteremo solo quello... siamo li' pronti... li stiamo aspettando al varco.. tempo una settimana e' sara' tutto riscritto.. e poi non potranno piu' rompere le balle .. ahr ahr ahr!
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiaro e preciso

      Si vabbeh... tanto il codice copiato
      dovranno mostrarcelo prima o poi.. e noi
      aspetteremo solo quello... siamo li'
      pronti... li stiamo aspettando al varco..
      tempo una settimana e' sara' tutto
      riscritto..
      e poi non potranno piu' rompere le balle ..
      ahr ahr ahr! Ma allora non hai capito, la storia del copyright è secondaria, è stata sollevata solo per far fumo, da quello che dice IBM ha violato accordi commerciali, chi se frega di due righe copiate?
  • Anonimo scrive:
    E che mi frega di SCO ?
    Uso Linux 2.4 e presto passerò a Linux 2.6Lo uso a casa sul mio server e l'ho installato su molte macchine in azienda...Una sola cosa sono certo:NON PAGHERO' MAI UNO SOLO CENTESIMO DI EURO A SCOPrima mi mostrino il codice o le parti di codice incriminato, ammesso che esistano cosa che io dubito...Poi provvederò io stesso, se necessario, a rimuoverlo dai sorgenti del Kernel di Linux visto che quasi sicuramente non è vitale per il suo funzionamento...E poi da me l'unica cosa che avranno sarà un caloroso saluto con la manina...
  • linolino scrive:
    Le mani nella marmellata
    (linux)Sta gentaglia non riuscendo a guadagnare in modo pulito stà cercando di ricattare mare e monti...D'altra parte c'è gente che campa simulando incidenti e truffando le assicurazioni...
  • Anonimo scrive:
    Ha concluso con una stupidata.
    "Estremizzando, sarebbe come rubare una macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo tre anni e tentare di risolvere la questione limitandosi a restituire le chiavi."Primo le chiavi me le hai consegnate 3 anni fà e mi hai fatto girare tranquillamente.Secondo dopo 3 anni hai fatto una denuncia di furto, senza chiedermi di restituirti le chiavi.Mi pare evidente che i casi siano 2 o SCO ha dormito per 3 anni (e chi dorme non piglia pesci) oppure vuol fare la furba per non pagare il dazio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha concluso con una stupidata.
      - Scritto da: Anonimo
      "Estremizzando, sarebbe come rubare una
      macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo
      tre anni e tentare di risolvere la questione
      limitandosi a restituire le chiavi."Qui stiamo parlando di copyright quindi il paragone e' sbagliato.E' esattamente come ha detto lui : accusano di uso non autorizzata di un immobile, e chiedono l'affitto di ventanni in un'unica botta. Peccato che ora valga l'usocapione.Perche' se non proteggi i tuoi "segreti" il copyright si brucia: e visto che Caldare ha venduto linux per un bel pezzo, ora puo' solo piangere.
    • emidio101 scrive:
      Re: Ha concluso con una stupidata.

      Mi pare evidente che i casi siano 2 o SCO
      ha dormito per 3 anni (e chi dorme non
      piglia pesci) oppure vuol fare la furba per
      non pagare il dazio.Gia proprio cosi! Pare anche a me..in entrambi i casi SCO rimane scorretta
  • Anonimo scrive:
    quanto sei commerciale SCO??
    è forse nostro il dovere di controollare che ogni singolo pezzetto del codice non siia copiato??? ma poi... copiato da cosa??? non abbiamo la possibilità di controllare i codici sorgenti di Wissoze o di Unix o di qualsiasi alttro SO commerciale al mondo.....così come non hanno questa possibilità tutti gli sviluppatori linux fino hai più alti livelli.Se uno sviluppatore del kernel volontariamente o meno inserisse pezzi di codice "commerciali" nessuno potrebbe saperlo a parte chi detiene quei pezzi di codice, in quanto unici a poterlo visionare.Per cui non vedo altra soluzione che modificare quelle parti di codice (dice essere impossibile ma lo dice per proprio interesse! )e continuare...e cmq continuo a leggere FORTI interessi commerciali nel lanciare queste accuse... vogliono screditare linux e ci stanno riuscendo... vendendo nuove e fresche licenze Unix...mi sembra che stiano sparando alla crocerossa per vendere il proprio servizio di prontosoccorso... bha...la cosa che mi fa rabbia è che con questa politica di terrore vendano il proprio prodotto... non mi piace x nulla! soprattutto xè chiamano le aziende proponendo unix come unico modo per mettersi al riparo da CONGETTURE... xè finchè il tribunale non dichiari la comunità in difetto... esse sono solo CONGETTURE... Sco non vuole capire che le due azioni legali sono legate intrinsecamente xè decadendo una decade anche l'altra... non essendoci illecito non vedo xè dire di passare ad una licenza unix... no???
    • Anonimo scrive:
      Re: quanto sei commerciale SCO??
      - Scritto da: Anonimo
      è forse nostro il dovere di controollare che
      ogni singolo pezzetto del codice non siia
      copiato??? ma poi... copiato da cosa??? non
      abbiamo la possibilità di controllare i
      codici sorgenti di Wissoze o di Unix o di
      qualsiasi alttro SO commerciale al
      mondo.....
      così come non hanno questa possibilità tutti
      gli sviluppatori linux fino hai più alti
      livelli.Cazzi vostri. Siete voi i paladini dell'Open Source. Solo adesso scoprite che l'Open Source ha dei costi?
      • Anonimo scrive:
        Re: quanto sei commerciale SCO??
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        è forse nostro il dovere di controollare
        che

        ogni singolo pezzetto del codice non siia

        copiato??? ma poi... copiato da cosa???
        non

        abbiamo la possibilità di controllare i

        codici sorgenti di Wissoze o di Unix o di

        qualsiasi alttro SO commerciale al

        mondo.....

        così come non hanno questa possibilità
        tutti

        gli sviluppatori linux fino hai più alti

        livelli.

        Cazzi vostri. Siete voi i paladini dell'Open
        Source. Solo adesso scoprite che l'Open
        Source ha dei costi?Vorresti dire che invece il "closed source" facilita questo controllo? a me pere che lo complichi!Sei sicuro (e in quale modo puoi esserlo) che dentro il tuo codice "proprietario" non c'e' la proprieta' altrui? Lo ha scritto "from scratch" ? (codice macchina) noo? e hai usato algoritmi pubblicati da qualcuno? erano brevettati? come dimostri che e' o non e' cosi? dato che il codice non e' visibile ....Salvo il fatto che poi (ironia della sorte) proprio facendo strings su alcuni pezzi di codice M$ ti trovi di fronte :"Copyright the regent university of california"... (prego notare la parola copyright)... Il closed source non risolve il problema della proprieta' intellettuale.. semmai lo complica :D
  • Anonimo scrive:
    quando si levano dal kazzo sti ladri ?
  • avvelenato scrive:
    eliminare il codice non basterebbe
    è inutile menare il can per l'aia.AMMETTIAMO per assurdo che abbiano ragione, e il codice "copiato" non provenga in realtà da una delle infinite realtà licenziate in bsd like (delle quali tra l'altro hanno implicitamente ammesso nell'articolo di gradire molto la politica, a differenza della licenza GPL)però se anche avessero per sbaglio ragione, eliminare il codice non basterebbe. E' plausibile pensare che una volta il codice è stato diffuso su internet, rivendicarne una segretezza oramai svelata è impossibile. E' un po' come il caso di forza chiara, oramai il video è impossibile rimuoverlo dal giro.fine. Non è un attacco a (linux), tant'é che credo nel caso che questo delirio cassandriano si ritrovasse ad essere nel giusto, IBM avrebbe tutti i soldi che vuole per pagarsi la multa e comprarsi la licenza necessaria per rendere il codice in questione GPL. e sono contenti tutti (meno quei pochi che hanno comprato la "protezione" SCO)
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: eliminare il codice
      - Scritto da: avvelenatoE' un po' come il
      caso di forza chiara, oramai il video è
      impossibile rimuoverlo dal giro.Ehi, non l'avrai mica scaricato... :)
      • avvelenato scrive:
        Re: [OT] Re: eliminare il codice
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: avvelenato
        E' un po' come il

        caso di forza chiara, oramai il video è

        impossibile rimuoverlo dal giro.

        Ehi, non l'avrai mica scaricato... :)no, ho deciso di smettere coi porno.
        • zirgo scrive:
          Re: [OT] Re: eliminare il codice
          ehi ma sei ancora sveglio a quest'ora?bene..allora non sono il solo che bazzica in internet di notte...;)
    • giangiweb scrive:
      non è la formula della cocacola!
      Dici cose sacrosante infatti stanno combattendo una battaglia persa! Tanto che un serio ufficio brevetti non dovrebbe più accettare i rinnovi dei brevetti unix (sorvoliamo sull'opportunità di brevettare il software...).Capiamoci: non è la formula della coca-cola: i detentori del codice Unix che si sono succeduti negli anni hanno licenziato il codice in lungo e in largo (BSD compreso) e migliaia di sviluppatori anno visto il codice e i vari derivati e uno dei più grandi "distributori" del codice Unix è stata SUN!!! Allora perché SUN è al sicuro mentre IBM e SGI sono sotto accusa?Hanno tentato la mossa di farsi comprare da qualcuno (IBM in primis) e non ce l'hanno fatta... ora si stanno solo impantanando...Giangi
      • Anonimo scrive:
        OT Re: non è la formula della cocacola!
        So che l'intervento è OT, ma una curiosità: per quanto possa sembrare strano, la formula della Coca Cola non è brevettata: il brevetto avrebbe infatti richiesto per essere registrato... l'elenco delle sostanze che la compongono e cioè la formula!Sappiamo tutti della fortuna della Coca Cola: intendiamolo come un segnale beneaugurante per Linux ed in generale di tutto ciò che è libero da Copyright!Preciso che il paragone Linux - Coca Cola vale solo come augurio: paragonare una Multinazionale con marchio, questo si registrato, con un sistema operativo o meglio con una licenza che vuole globalizzare il mondo ma (spero) non con soli fini commerciali ma con fini ideologici (Debian docet!) è come paragonare diavolo e acqua santa! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: eliminare il codice non basterebbe
      - Scritto da: avvelenato
      però se anche avessero per sbaglio ragione,
      eliminare il codice non basterebbe. Scusa, ma sei sicuro di capire di che si parla?
      E' plausibile pensare che
      una volta il codice è stato diffuso su
      internet, rivendicarne una segretezza oramai
      svelata è impossibile. Non si parla di segretezza. Non c'e' praticamente nulla nel vecchio codice di Unix di cui non si conosca approfonditamente il funzionamento. Si parla del diritto di utilizzarlo, che e' una cosa diversa.Le uniche cose 'nuove' di cui si tratta sono quelle sviluppate da IBM e altre compagnie, di cui SCO, con una interpretazione che mi sembra _folle_ del concetto di 'lavoro derivato', tenta di attribuirsi la paternita'.Proprio perche' si parla sostanzialmente di diritto di utilizzo, eliminare il codice derivato da SCO fa perdere valore ad ogni pretesa.Ed e' anche il motivo per cui SCO ha tirato fuori la sua interpretazione 'estensiva' del concetto di lavoro derivato: se qualcosa deriva da codice in origine detenuto da SCO (anche se adesso e' completamente cambiato, evoluto, riscritto), e' ancora di SCO. :|
      IBM avrebbe tutti i soldi che vuole
      per pagarsi la multa e comprarsi la licenza
      necessaria per rendere il codice in
      questione GPL. LOL.Se per puro caso la SCO vincesse, avrebbe tutto l'interesse a vendere licenze _in perpetuo_, senza mai cedere pero' la proprieta'. In tal caso, il codice non potrebbe mai diventare GPL.
    • Anonimo scrive:
      Re: eliminare il codice non basterebbe
      Quindi?Cosa dovrebbe fare la comunità Linux se Sco avesse ragione?Linux dovrebbe cessare il suo sviluppo?Linux dovrebbe finire nelle mani di Sco.Se dovesse essere che qualche migliaia di righe di codice (che sono e non sono molte) dovessero essere "copiate" da Unix non basterebbe rimuoverle?Tutto ciò non ha senso.Apparte che le risposte nell'articolo sono ridicole, con esempi campati in aria, come quello dello sviluppatore di Oracle!Che sempio è?L'esempio corretto sarebbe "se Oracle mettesse i suoi prodotti su gpl.."Sco ha tentato di fare fortuna con la gpl, ha visto che non ha funzionato e si è rimangiata tutto.E' semplicemente patetico da parte del managment non riconoscerlo.E poi non capisco perchè Linux, col codice di BSD disponibile, avrebbe dovuto copiare da quello di Unix closed.Masochismo?Se l'errore è di qualche sviluppatore, si fa uscire la versione con il codice depurato e via.Se sco (lo scrivo in piccolo) ha ragione verrà risarcita da IBM e farà causa alle aziende o troverà accordi.Ma Linux in quanto tale una volta liberatosi dal codice sotto licenza sco sarebbe a posto (dovrebbe al limite pagare per le versioni passate).
      • Anonimo scrive:
        Re: eliminare il codice non basterebbe
        Ho riletto il tuo post e forse l'avevo interpretato male.La tua conclusione è corretta.Avere dei brevetti e delle licenze comporta anche dei doveri precisi, vale a dire che la segretezza del prodotto va difesa adeguatamente.Sco rilasciando sotto gpl la distribuzione di sicuro non l'ha fatto.Anche se legalmente poi bisogna vedere.La tua è una considerazione logica ma è la legge che vale.Fatto sta che rivendicare la segretezza per unix è cosa dura.Tutti coloro che hanno visto il codice sorgente dovrebbero firmare "patt"i di non divulgazione, ma codice di unix penso ormai si trovi anche in certi libri, dispense universitarie ecc..D'altra parte se uno sviluppatore conosce quel codice senza aver sottoscritto un contratto di licenza..
    • gerry scrive:
      Re: eliminare il codice non basterebbe
      - Scritto da: avvelenato
      è inutile menare il can per l'aia.
      però se anche avessero per sbaglio ragione,
      eliminare il codice
      non basterebbe. E' plausibile pensare che
      una volta il codice è stato diffuso su
      internet, rivendicarne una segretezza oramai
      svelata è impossibile. E' un po' come il
      caso di forza chiara, oramai il video è
      impossibile rimuoverlo dal giro.Chi ce lo ha messo dovrà pagare. Punto.Gli utilizzatori non sono colpevoli di violazione di copyright, perchè non lo sapevano. La tesi della macchina Estremizzando, sarebbe come rubare una macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo tre anni e tentare di risolvere la questione limitandosi a restituire le chiavi. Non è esatta.Un utilizzatore non ha rubato la macchina, gli è stata data spacciandola per una macchina acquisita in modo legale, dopodichè ci si è accorti che era invece rubata.Come può l'utilizzatore poter essere considerato corresponsabile di questo?
    • Anonimo scrive:
      E Si ricordano adesso del copyright
      - Scritto da: avvelenato
      è inutile menare il can per l'aia.

      AMMETTIAMO per assurdo che abbiano ragione,
      e il codice "copiato" non provenga in realtà
      da una delle infinite realtà licenziate in
      bsd like (delle quali tra l'altro hanno
      implicitamente ammesso nell'articolo di
      gradire molto la politica, a differenza
      della licenza GPL)Non conosco i motivi della discordia (non sono mai stati pubblicati) ma non può un'azienda stare zitta per anni e poi appena vede un mercato e un profitto rivendicare dei diritti...è troppo facile e molto immorale.Credo che se avessero gridato al lupo 5 anni fa non sarebbe importato a nessuno...neanche a SCO!E' come se oggi chi ha inventato la ruota voglia rivendicare il diritto di costruzione. (Gli anni in informatica sono paragonabili a decenni di sviluppo della tecnologia )Falsi moralisti: usano la legge per legalizzare comportamenti assolutamente non corretti
    • XavierX scrive:
      Re: eliminare il codice non basterebbe

      E' plausibile pensare che una volta il codice è stato diffuso
      su internet, rivendicarne una segretezza oramai svelata è
      impossibile.A me non interessa che rendano pubblico il codice che ritengono copiato, ma che sia valutato in tribunale da degli esperti.A quel punto il giudice incaricato decidera' se ci sono violazioni su brevetti e liberta' intellettuali.So che la cosa sara' molto complicata: Unix e' in giro da molti anni, sono stati creati diversi derivati, moltissimo sviluppatori ci hanno lavorato sopra...Bisogna anche vedere su cosa SCO abbia i diritti.La vedo luuuuuunga...
    • jclark scrive:
      Re: eliminare il codice non basterebbe


      AMMETTIAMO per assurdo che abbiano ragione,
      e il codice "copiato" Negli ultimi due anni SCO è stata un'azienda Linux, perché nel 2001 è stata acquisita da Caldera. È rimasta sul mercato per un anno e mezzo come Caldera cercando di commercializzare Linux e cercando di farci business.chi ci puo' assicurare che in questo periodo gli sviluppatori di caldera non hanno inserito le righe di codice incriminato?Non in malafede sia chiaro ma un ragionamento logico mi porta a pensare che se ho una cosa che funziona bene ed entro in una comunita' in cui la condivisione e' alla base dell'esistenza stessa la infilerei dentro senza pensarci 2 volte. eliminare il codice non basterebbe. E' plausibile pensare che una volta il codice è stato diffuso su internet, rivendicarne una segretezza oramai svelata è impossibile.no inoltre bisognerebbe sostituire quel codice con dell'altro parimenti funzionale altrimenti il kernel avrebbe delel funzioni in meno e sarebbe un ritorno al passato. E' un po' come il
      caso di forza chiara, oramai il video è
      impossibile rimuoverlo dal giro.
      professo la mia ignoranza che cos'e' forza chiara?
      Non è un attacco a (linux), tant'é cheLa seconda è di eliminare il problema alla radice sostituendo Linux con un altro sistema operativo che non violi i nostri copyright: questo può essere una versione di Linux basata su di un kernel precedente al 2.4 o un qualsiasi altro sistema operativo. scusa ma qui non sono d'accordo con te, e' un attacco a linux mi pare di leggere chiaramente che l'importante e' che non ci sia il kernel attuale, cioe' linux stesso in altre parole e l'accenno alle versioni kernel precedenti mi pare ridicola, molto piu' indicativa secondo me la parte finale della frase "qualsiasi altro sistema operativo" ovviamente non Novell perche' sono brutti e ladri anche loro, quindi passiamo tutti a che cosa? Quello che secondo me e' un aspetto che viene sottovalutato non so se di proposito o volutamente e' che se per caso dovessero spuntarla si creerebbe un movimento di denaro impressionante.mi spiego meglio, molta gente moltissima gente passerebbe a bsd in una delle sue distro pur di non dargliela vinta (io sono tra questi) pensate ai fermi macchina per riconvertire i server alle societa' di consulenti che sino al gorno prima installavano linux che dovrebbero di corsa riconvertire a bsd non lo farebbero certo gratis ovviamente, in termini di spesa per una piccola/media azienda quanto peserebbe?Quanta gente "scottata" comprerebbe licenze di "altri sistemi operativi" per stare tranquilla?Io mi rendo conto dei miei limiti sono un tecnico e ragiono in termini di soluzione del problema, ma e' triste e danantamente deprimente vedere che i legulei da strapazzo sono quelli che fanno ballare tutti sulla punta di un dito.scusate lo sfogo. ==================================Modificato dall'autore il 05/12/2003 11.05.29
  • giangiweb scrive:
    e parla di diritto?!?!
    Cioè, la sua soluzione è: "vi hanno venduto una cosa rubata a me, ora pagate e poi si discute di cosa voglio ulteriormente da voi". Questa è una questione di diritto elementare, non le baggianate che ci ha propinato sto tizio!E' come se io comprassi una bicicletta rubata in buona fede, poi arriva la polizia e mi dice che devo pagare l'affitto della bicicletta al legittimo proprietario per il tempo che l'ho tenuta e dopo sono pure obbligato a tenermela pagandolo un prezzo che decide lui! E il bello è che al proprietario la bicicletta l'hanno rubata 2 anni fa e ha deciso di fare la denuncia solo ieri perché mi ha visto su quella bicicletta che, a suo dire, assomiglia tanto... ma tanto tanto, alla sua e per dimostrarlo sostiene di avere una vecchia foto di lui con la bici, che ammette sia un po' difficile da riconoscere... ma intanto non la fa vedere a nessuno...Peccato che il diritto dica proprio il contrario:1) se io non sono il ladro non sono responsabile del mio uso in buona fede della bicicletta2) non puoi fare una denuncia quando ti pare e dire: "quella era la mia bicicletta", devi provarlo!Bè, se ragionano tutti così i dipendenti di SCO, la comunità open source non ha sicuramente niente da temere... :)Però se fossi in lui inizierei a mandare un po' di curriculm in giro, perché tra un paio d'anni non esisterà più nessuna SCO...Giangi
    • Anonimo scrive:
      Re: e parla di diritto?!?!
      ottima osservazione!aggiungerei che il tizio della SCO sostiene che la SCO non è contro GPL ma contro l'ibm e le società che hanno trafugato i suoi segreti, allo stesso tempo però la SCO vuole combattere la GPL perchè l'ha chiamata in causa l'IBM come scudo alle proprie malefatte ( e che caxxo centrerebbe?) e abbattere Linux perchè contiene inconsapevolmente del codice proprietario.Avrei voluto che l'intervistatore di punto informatico avesse iteragito e controbattuto un po piu, sembrerebbe quasi che il tipo della sco gli avesse avuto davanti le domande con netto anticipo.Beh, comq sia voglio dire al omino della SCO che i politici li conosciamo bene e anche il loro modo di arrampicarsi sugli specchi, pagliacci! .
  • theDRaKKaR scrive:
    ma quand'è che falliscono?
    è tristissimo vedere la loro agonia, qualcuno dovrebbe finirli
    • Anonimo scrive:
      Re: ma quand'è che falliscono?
      - Scritto da: theDRaKKaR
      è tristissimo vedere la loro agonia,
      qualcuno dovrebbe finirliqui si vede solo la vostra di agonia....
      • Anonimo scrive:
        Re: ma quand'è che falliscono?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: theDRaKKaR

        è tristissimo vedere la loro agonia,

        qualcuno dovrebbe finirli

        qui si vede solo la vostra di agonia....(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma quand'è che falliscono?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: theDRaKKaR

        è tristissimo vedere la loro agonia,

        qualcuno dovrebbe finirli

        qui si vede solo la vostra di agonia....lo vedremo.
  • Anonimo scrive:
    e se avessero ragione?
    mettiamo (per assurdo imho) che quelli di sco avessero ragione.Loro sanno quale parte di codice e' stata copiata/rubata, aspettano il momento propizio, che ne so, l'uscita del kernel 2.6 che permetterebbe a linux di fare il grande salto, per poi mostrare finalmente in tribunale le prove del misfatto.In questa logica sarebbe piu' che sensato il comportamento di sco, perche' in questo modo farebbero molto piu' male, avvantaggiando un noto monopolista che li foraggia di $$ e che sta vedendo ridimensionato il suo modello di business.Vista cosi' non fa una piega.E siccome non credo che improvvisamente quelli si sco sono usciti tutti di senno e hanno deciso di sputtanare un'azienda che ha fatto tanto per l'informatica in generale (ricordo che sco e' stata la prima alternativa seria su x86 ai grossi macchinoni unix), questo atteggiamento mi fa stare su chi va la'.Avessero mostrato subito il codice, tempo 2 ore e il kernel sarebbe uscito con una nuova versione pulita, e tutto il 2.6 sarebbe stato scritto su questa versione epurata dal codice rubato.Mah, magari sono paranoico, ma aspetterei a dare gudizi.
    • Anonimo scrive:
      Re: e se avessero ragione?
      - Scritto da: Anonimo
      mettiamo (per assurdo imho) che quelli di
      sco avessero ragione.
      Loro sanno quale parte di codice e' stata
      copiata/rubata, aspettano il momento
      propizio, che ne so, l'uscita del kernel 2.6
      che permetterebbe a linux di fare il grande
      salto, per poi mostrare finalmente in
      tribunale le prove del misfatto.
      In questa logica sarebbe piu' che sensato il
      comportamento di sco, perche' in questo modo
      farebbero molto piu' male, avvantaggiando un
      noto monopolista che li foraggia di $$ e che
      sta vedendo ridimensionato il suo modello di
      business.

      Vista cosi' non fa una piega.

      E siccome non credo che improvvisamente
      quelli si sco sono usciti tutti di senno e
      hanno deciso di sputtanare un'azienda che ha
      fatto tanto per l'informatica in generale
      (ricordo che sco e' stata la prima
      alternativa seria su x86 ai grossi
      macchinoni unix), questo atteggiamento mi fa
      stare su chi va la'.

      Avessero mostrato subito il codice, tempo 2
      ore e il kernel sarebbe uscito con una nuova
      versione pulita, e tutto il 2.6 sarebbe
      stato scritto su questa versione epurata dal
      codice rubato.

      Mah, magari sono paranoico, ma aspetterei a
      dare gudizi.Guarda qui http://finance.yahoo.com/q?s=SCOXun anno fa, prima che SCO uscisse con questa storia, le loro azioni valevano sì e no un paio di dollari...Ora capisci? Rialzano con accuse giorno dopo giorno, senza provarle, e investitori in cerca di soldi facili (un po' stupidi, a dir la verità) gli danno fiducia..E' di qualche mese fa la notizia secondo la quale diverse teste importanti di SCO si siano vendute tutte le loro azioni...Anche perché prima di questa storia, SCO ormai non vendeva più nulla, e il suo UNIXWare era con l'acqua alla gola. Come dire, "se dovemo fa il botto, famolo grande".
      • Anonimo scrive:
        Re: e se avessero ragione?
        Molto plausibile la cosa, le azioni salgono e guadagnano soldi, qualche azienda si intimorisce e molla un altro po' di soldi, perdono la causa chiudono e chi si e visto si e visto.SCO e no! e no! e no!
        • Anonimo scrive:
          Re: e se avessero ragione?
          - Scritto da: Anonimo
          Molto plausibile la cosa, le azioni salgono
          e guadagnano soldi, qualche azienda si
          intimorisce e molla un altro po' di soldi,
          perdono la causa chiudono e chi si e visto
          si e visto.Esatto. E sai qual è la cosa triste? Che ci stanno riuscendo..
    • pierpaolopezzo scrive:
      Re: e se avessero ragione?
      Mi spiegheresti, sempre ipotizzando che sia vero ciò che dice SCO, come sarebbe possibile riscrivere in 2 ore tutto il codice copiato? Non basterebbero 2 mesi.
      • Anonimo scrive:
        Re: e se avessero ragione?
        - Scritto da: pierpaolopezzo
        Mi spiegheresti, sempre ipotizzando che sia
        vero ciò che dice SCO, come sarebbe
        possibile riscrivere in 2 ore tutto il
        codice copiato? Non basterebbero 2 mesi.io avevo capito che la parte incriminata era di un centinaio di righe.. non chiedermi dove l'ho letto, non lo ricordo.Se hai altre fonti fammelo sapere
    • Anonimo scrive:
      Re: cercano di vendere
      Io ho un amico che lavora nella divisione marketing di IBM. Quando gli ho chiesto che cosa se ne dice in Big Blue di tutta la faccenda, la sua risposta è stata: "cazzate. La grande mamma blu ha una licenza perpetua e irrevocabile".Insomma, in IBM sembrano non voltarsi neanche a considerarli, questi di SCO...
  • Anonimo scrive:
    HAHAHAHA
    HAHAHAHAHA
  • Anonimo scrive:
    BLA BLA BLA BLA
    BLA BLA BLA BLA solo questo dicono ormai da troppo tempo, SCO ci ha stufato continua a dire che esiste del codice di sua proprietà nel kernel 2.4 e 2.6 di Linux, ma in tanto tempo non hanno mostrato neanche una sola riga di codice che sia alla base di queste affermazioni. Se io ho delle prove contro IBM o contro gli utenti di Linux le mostro subito in tribunale e non la faccio tanto lunga se sono sicuro di vincere. Da questo anche un bambino dedurrebbe che mentono spudoratamente sapendo di mentire e stanno cercando di spillare soldi alle aziende.
    • Anonimo scrive:
      Re: BLA BLA BLA BLA
      - Scritto da: Anonimo
      BLA BLA BLA BLA solo questo dicono ormai da
      troppo tempo, SCO ci ha stufato continua a
      dire che esiste del codice di sua proprietà
      nel kernel 2.4 e 2.6 di Linux, ma in tanto
      tempo non hanno mostrato neanche una sola
      riga di codice che sia alla base di queste
      affermazioni. Se io ho delle prove contro
      IBM o contro gli utenti di Linux le mostro
      subito in tribunale e non la faccio tanto
      lunga se sono sicuro di vincere. Da questo
      anche un bambino dedurrebbe che mentono
      spudoratamente sapendo di mentire e stanno
      cercando di spillare soldi alle aziende.Quelli di SCO sono dei gran ballisti tritapalle.Dove CAZZO è il "loro???" codice in LINUX?!!!Dove CAZZO è!!!PALLISTI TRITAPALLE!Fateci vedere dove CAZZO è il "vostro??" codice!!Avete rotto il cazzo a tutto il mondo ormai, ogni giorno ne tirate fuori una, minacciate, dite che spedite fatture a chi manco vi conosce, ma che cazzo volete?!!
  • Anonimo scrive:
    SCO VERGOGNATI
    tocchi il mio pinguino ti inchiappetto io prima di IBM e di tutti gli altri.Quale cazzo di codici vi avrebbero "rubato"??Millantatori siete, terroristi!Tornatevene a rintanarvi nelle fogne.
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO VERGOGNATI

      SCO ritiene di avere un problema di violazione
      dei propri diritti che l'ha pesantemente danneggiata:Il problema di SCO è che la società da tempo produce solo cause giudiziarie e nientaltro.Il fallimento è quello che gli auguriamo
  • Anonimo scrive:
    tale Orlando Zanni dice: siete dei ladri
    paragona anche a dei ladri di macchine. In un paese civile come la Germania, un atteggiamento di questo tipo porta alla condanna penale per diffamazionehttp://www.golem.de/0309/27238.htmlMa se agli utenti , LUG e imprese italiane piace sentirsi dare del ladro senza far nulla ....
  • Anonimo scrive:
    Una cosa è certa
    Quando questa storiella sarà finita, con la sconfitta ed il fallimento di SCO (che ha investito TUTTO in questa causa), mi chiedo i vari Darl McBride e l'intervistato in questione dove cavolo andranno.. si troveranno zampe all'aria.. non credo che nessuno avrebbe il coraggio di fargli dirigere qualcosa (a parte il traffico..)Dirigenti di SCO, talmente bravi da assicurarli alle patrie galere
  • Anonimo scrive:
    Titolo dell'articolo
    SCO-parla del caso IBM-Linux:$
  • Anonimo scrive:
    Perplessità
    Ho letto l'intervista due volte, e praticamente questo "Manager" non dice niente. Se hanno sbagliato, o qualche dipendente ha sbagliato, o qualcuno ha rubato codice, perchè hanno accusato fin da subito che "è stato rubato del codice"?Perchè io, utente Linux, anzi GNU/LINUX, dovrei comprare una licenza senza dati di fatto. Scordiamoci per un attimo il tutto, supponiamo che non voglia cambiare il codice, o sistema operativo, e che, come dice il "Manager", io sia in buona fede; io a questo punto, se Linux è "illegale", voglio comprare una licenza unix, allora ho diritto a vedere le prove, ho diritto a vedere almeno una parte del codice copiato, altrimenti come faccio ad essere sicuro che stanno dicendo la verità?Domani voglio provare a telefonare a SCO Italia e sentire cosa mi dicono alla richiesta: "Io uso linux, voglio regolarizzare la mia situazione; fatemi pervenire un fax con alcune righe di codice copiate ed io compro la vostra licenza".Altra questione, perchè tirare in solo IBM? perchè accusare anche Novell? che tra l'altro dice di avere la proprietà intelletuale di SCO? Perchè non prendersela con Linus Torvalds che è mantainer del kernel, e quindi dovrebbe sapere, o almeno è uno dei pochi in grado di giudicare. Perchè citare google come "a conoscenza dei fatti"? non mi risulta che google faccia distribuzioni linux, al più le installa nei suoi server.Personalmente ritengo questo un puro senzasionalismo mediatico di un'azienda che non solo sta per tirare l'ultimo respiro (e se lo merita), ma che credo venga manovrata da qualcun'altro.
  • Anonimo scrive:
    cuntributi ufficiali di SCO a linux
    http://www.groklaw.net/article.php?story=20031130210334574#c28934mi fa specie che l'intervistatore non ne fosse a conoscenza, e non li abbia contestati al rappresentante di sco
    • Anonimo scrive:
      Re: cuntributi ufficiali di SCO a linux
      - Scritto da: Anonimo

      http://www.groklaw.net/article.php?story=2003

      mi fa specie che l'intervistatore non ne
      fosse a conoscenza, e non li abbia
      contestati al rappresentante di scoArticolo molto interessante, grazie!Alex
  • Anonimo scrive:
    ma perche gli si da importanza?
    interviste, articoli, proclami, tourma che sono dei cioccolatai si vede fin troppo bene, perche' tutto questo rilievo?dai, signor SCO, vieni a casa mia a dirmi che sono illegale, vieni, ti aspetto...(linux)
  • Anonimo scrive:
    La cosa che non riesce a capire
    Rimane sorpreso della richiesta di sapere quale è il codice per toglierlo."Estremizzando, sarebbe come rubare una macchina, farsi fermare dai carabinieri dopo tre anni e tentare di risolvere la questione limitandosi a restituire le chiavi. Però è strano come questo aspetto non sia stato giustamente commentato dalla stampa"Allora se troviamo quello che ha rubato la nostra macchina gli diciamo: guarda io ti faccio causa intanto tu tieni le chiavi e se vuoi la macchina prestala anche ai tuoi amici, ai tuoi parenti che a me sta bene così. Al massimo dopo denuncio anche loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: La cosa che non riesce a capire
      Il problema fondamentale è un altro, SCO si reca dai carabinieri per denunciare il furto della macchina, ma si rifiuta di mostrare i documenti che provano che la macchina è sua. Mi sembra una bell'arrampicata sugli specchi quella di questo dirigente, un'arrampicata degna dei suoi colleghi americani.
  • Anonimo scrive:
    Se finisce come in Germania ...
    SCO e' stata denunciata, processata e condannata. Ogni qualvolta affermano di essere proprietari di cose di cui non sono, devono pagare una multa di 10,000 Euro, per cui ora si guardano bene da assumere questo atteggiamento da gangster.Questo e' veramente un racket da gangster: vendono l'immateriale, la protezione contro i propri stessi crimini. Se veramente c'e' del loro codice nel kernel, dicano qual'e': verrebbe eliminato in una mezzora. Senza contare che hanno distribuito e continuano a distribuire il kernel sotto licenza GPL, e che fanno uso di technologie Open-Source come Samba spacciandole per innovazioni proprie ...Possibile che in Italia nessuno abbia ancora denunciato questi clown ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Se finisce come in Germania ...
      Forse, perchè di clowns, fra i politici italiani ve ne sono in numero maggiore, e continuano a pagare licenze milionarie per la P.A. (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se finisce come in Germania ...
      - Scritto da: Anonimo
      SCO e' stata denunciata, processata e
      condannata. Ogni qualvolta affermano di
      essere proprietari di cose di cui non sono,
      devono pagare una multa di 10,000 Euro, per
      cui ora si guardano bene da assumere questo
      atteggiamento da gangster.
      Questo e' veramente un racket da gangster:
      vendono l'immateriale, la protezione contro
      i propri stessi crimini. Se veramente c'e'
      del loro codice nel kernel, dicano qual'e':
      verrebbe eliminato in una mezzora.
      Senza contare che hanno distribuito e
      continuano a distribuire il kernel sotto
      licenza GPL, e che fanno uso di technologie
      Open-Source come Samba spacciandole per
      innovazioni proprie ...
      Possibile che in Italia nessuno abbia ancora
      denunciato questi clown ?Forse non tutti sono sicuri come te che SCO abbia torto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se finisce come in Germania ...
        e centra se sono sicuri o meno?nessuno puo pretendere dei soldi da te dicendoti che detieni illegalmente qualcosa di suo!Io un tipo cosi lo denuncerei come minimo per tentativo di estorsione e poi tutte le altre correlazioni del caso..x la sco: SCO SIETE DEI PAGLIACCI !!!! sarete ricordati come la merda della comunità informatica
    • Anonimo scrive:
      Re: Se finisce come in Germania ...
      - Scritto da: Anonimo
      Possibile che in Italia nessuno abbia ancora
      denunciato questi clown ?aspetta...
  • Anonimo scrive:
    Domande

    "le normative che regolamentano il copyright non permettono la
    perdita del copyright se non per un atto esplicito da parte del
    titolare dei diritti di proprietà."La vendita sotto una chiara licenza non può essere considerato "atto esplicito" in quanto accettazione della nuova licenza?
    "Quando SCO distribuiva Linux non era evidentemente a
    conoscenza che Linux contenesse un numero così importante
    di proprietà intellettuali di SCO. "L'ignoranza è scusante? e se si non può esserlo anche per chi ha introdotto il presunto codice proprietario?
  • Anonimo scrive:
    come arrampicarsi sugli specchi
    "Noi abbiamo effettivamente fatto delle accuse a IBM, accuse molto specifiche: violazione del contratto, concorrenza sleale, ingerenza negli affari, furto dei segreti industriali."Tutto questo per qualche decina di righe di codice?Ma andate a lavorare, va.... braccia rubate all'agricoltura..."Dal momento in cui SCO è scesa in campo, a inizio anno, ha trovato una chiusura estrema su tutti i fronti da parte dei suoi vari interlocutori, quindi a questo punto intende passare a una seconda fase in cui, come ho detto prima, potrebbe essere per noi necessario ricorrere al tribunale contro alcuni grossi utenti di Linux con cui non siamo riusciti a trovare un accordo."Per forza ha trovato estrema chiusura... se le aziende dovessero dare soldi a tutti quelli che glieli chiedessero sostenendo di averne diritto per i motivi più strampalati, chiuderebbero in due giorni.
  • Anonimo scrive:
    Cose da non credere
    della serie SCO contro il mondo. credono di aver trovato la gallina dalle uova d'oro e recuperare una strategia aziendale fallimentare con un barbatrucco.a proposito, lo sapete che state violando un copyright? in realta' il bit l'ho inventato io! mi dovete tutti 100 euro a testa o vi cito tutti in tribunale!ora ve lo dimostro: una volta in un foglio di carta avevo scritto "1-0". dimostratemi che non l'avete copiato!che si nascondano...
    • Anonimo scrive:
      Re: Cose da non credere

      a proposito, lo sapete che state violando un
      copyright? in realta' il bit l'ho inventato
      io!
      ora ve lo dimostro: una volta in un foglio
      di carta avevo scritto "1-0". dimostratemi
      che non l'avete copiato!chemme frega.... io scrivo sempre "0-1" .... e così vinco in trasferta :D(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cose da non credere

      a proposito, lo sapete che state violando un
      copyright? in realta' il bit l'ho inventato
      io! mi dovete tutti 100 euro a testa o vi
      cito tutti in tribunale!che noia, tutte le volte le solitebattute :-/
  • Anonimo scrive:
    Il rogito...
    SCO ancora non lo ha mostrato 'sto benedetto rogito.Quindi perché gli utenti dovrebbero crederle?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il rogito...
      - Scritto da: Anonimo
      SCO ancora non lo ha mostrato 'sto benedetto
      rogito.

      Quindi perché gli utenti dovrebbero crederle?Esatto, è questo il punto fondamentale. Il paragone di SCO non sta in piedi!Che mostrino queste benedette linee di codice incriminate! Inutile sparare fregnacce sul fatto che nessuno ti vuole pagare quando:1) Nonostante quello che dicono, conta molto vincere la causa con IBM2) Non hanno ancora mostrato mezza prova (ovvero le hanno mostrate ma erano ridicole) riguardo a possibili violazioni di copyright
  • Anonimo scrive:
    SCO attacca Linux
    La speranza è che SCO venga mangiata al più presto dal pinguino così ce la togliamo dalle scatole con le sue minacce a chi usa Linux e con le sue assurde accuse.SCO si vede tagliata fuori e si arrampica sui vetri attaccando LINUX e la comunità Open Source accusandola di aver "rubato...sich..." suo????? codice????SCO vuole campare a sbafo di royalties che non le son dovute e che col cacchio le si daranno.Tra l' altro, sullo stile di microzoz che si fa scudo con la BSE minaccia chi utilizza Linux di trascinarlo in tribunale facendo del puro terrorismo........e non si vergognano nemmeno delle assurdità che van in giro cianciando.Speriamo che prima IBM, poi la comunità Open Source gli presentino il conto per le accuse false rivolte loro.E che i tribunali USA o di altro non trascinino qesta buffonata all' infinito.
Chiudi i commenti