Download/ Show must go on!

Visualizzatori, proiezioni di diapositive, immagini che scorrono. Tra un font rinominato ed un piccolo programmone










a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Forza chiara! Spacchiamogli il culo!
  • Anonimo scrive:
    basta pedo, basta!
    Santiddio! Ma la volete finire di scambiarvi materiale pedografico? Non vi accorgete di quanta bruttura questa attività vi getta addosso e nell'anima? A parte il rischio della prigione, rendetevi conto che state male, che avete un'ossessione che non vi fa godere la vita, che non potete avere amici, non potete vivere serenamente le gioie!E magari siete dei papà con dei figli: ma come li guardate in faccia i vostri bambini dopo aver visto quegl'altri uccisi da un sesso che fa solo danni e crea solo brutture?Smettetela, per favore. Smettetela. E cambiate vita, diventate SANI! Cambiate inclinazioni... magari datevi al calcio, o ai viaggi, alla scrittura di racconti... Qualunque cosa, basta che non sia *quella*! Ok? Ci posso contare? Ci possiamo contare?Grazie
  • Anonimo scrive:
    MA CHE DISINFORMAZIONE!
    Sembra che d'improvviso il p2p sia l'anticamera del carcere... Ragioniamo un attimo, eh? a) Quanti sono quelli collegati allo sharing in un dato momento: 2 milioni, 3? Come si fa a controllarli tutti, *contemporaneamente* e a fondo? b) Se fossi un don Di Noto, potrei fare solo dei controlli a caso, con campioni molto molto piccoli per necessità e anche perché tutto l'abaradan costa e non credo che la Polizia postale abbia tutte queste risorse inesauribili di soldi e di addetti che si prestano a visonare questa immondizia... c) Assodato che non posso controllare tutti e per sempre, oltre che andare a casaccio, userei la logica e mi chiederei: ma fa più danni chi fa l'upload o chi fa il download? Ovviamente il primo, e allora i miei colpi a casaccio, che già devono essere pochi, li indirizzo prevalentemente (o solo!) verso l'upload, almeno riduco le perdite di tempo e di risorse... d) Infine: ammesso che becco il downloadder con l'IP o altro: che me ne faccio di queste informazioni? Come le uso? Lo denuncio? E in base a quale accusa? Gli mando i poliziotti a casa? Sì, però in questo caso quello deve aver conservato il materiale illecito; ma se non glielo si trova, che succede? Cade la detenzione, e che resta? E tutto questo andirivieni di giudici che devono studiare se avviare o no una perquisizione, di forze di polizia che la devono eseguire, di magistrati che devono valutare i reati (quando li trovano)... non è un girotondo un po' troppo grosso e costoso per iniziarlo solo sulla base di qualche collegamento p2p di cui si può essere anche inconsci e non malintenzionati?
    • Anonimo scrive:
      Re: MA CHE DISINFORMAZIONE!
      Legge 269/98 - Art. 4.(Detenzione di materiale pornografico) 1. Dopo l'articolo 600-ter del codice penale, introdotto dall'articolo 3 della presente legge, e' inserito il seguente: "Art. 600-quater - (Detenzione di materiale pornografico). Chiunque, al di fuori delle ipotesi previste nell'articolo 600-ter, consapevolmente si procura o dispone di materiale pornografico prodotto mediante lo sfruttamento sessuale dei minori degli anni diciotto e' punito con la reclusione fino a tre anni o con la multa non inferiore a lire tre milioni". ______________Mi spiegate il passaggio "... consapevolmente si procura o dispone..."?Secondo me è lì il grosso equivoco. Chi ci capisce è bravo, e può far la differenza :-(
  • Anonimo scrive:
    "Forza Chiara"
    Facciamo tutti gli scandalizzati... Chi non ha cercato di scaricare almeno una volta "Forza Chiara", il noto filmato su Chiara da Perugia?
    • Anonimo scrive:
      Re: "Forza Chiara"
      Hai ragione ma in ogni caso quel ragazzo va punito io ho visto quel filmato ma senza sapere cosa c'era dietro... Ora mi sento direttamente in causa povera ragazza... Anche con me la mia ex siè comportata veramente male ma mai mi sognerei di fargliela pagare in una maniera così meschina
      • Anonimo scrive:
        Re: "Forza Chiara"
        credo che tutti quelli che colpevolizzano il ragazzo e fanno passare lei da santarellina siano proprio degli ingenui!!voi credete che una santarellina possa fare quello che ha fatto lei davanti una telecamera??o che possa riuscire a parlare al telefono cosi disinvolta mentre fa sesso??o ancora che sia cosi esperta??o che voglia farsi chiamare tr**a mentre fa sesso??se il video è su internet è sicuramente colpa anche sua!
        • Anonimo scrive:
          Re: "Forza Chiara"
          io non lo ho visto ma ne sento perlare spesso e ammetto che un po di curiosita mi sta venendo.Cmq penso che il filmato non necessariamente sia stato messo in rete dal ragazzo.magari stava condividendo il fil esenza saperlo.poi è stato fatto girare!!a volte la gente condivide anche file riservati e non lo sa oppure un suo amico sapendo dell'esistenza del filmato glielo ha rubato..
      • Anonimo scrive:
        Re: "Forza Chiara"
        mavva chi chiara era un zoccoletta!
    • Anonimo scrive:
      Re: "Forza Chiara"
      il discorso di fondo secondo me è questo:si sono ripresi con una telecamera cazzo, volevano farsi notare no?
  • Anonimo scrive:
    Te pareva...
    ...che avrebbero associato al p2p la pedofilia, che avrebbero cercato un pretesto per scagliarsi contro il file-sharing. Se non sono i pedofili saranno i terroristi o la mafia, il cartello dei colombiani o trafficanti di organi. Mossa più che prevedibile.
  • Anonimo scrive:
    si bravo
    lo sapevo che spuntava il forcaiolo, rilassati non ci sono mai stato in thailandia , ma mi annoia quando si parla di bambini che si diventi tutti patetici e irrazionali , allora vedi che e' un fenomeno che va combattuto fuori dalla rete.rilassati sherlock holmes e tienik d'occhio i tuoi vicini
  • Anonimo scrive:
    Telefono - Rapine
    Da quando in qua il telefono c'è mai entrato qualcosa con le rapine in banca ???IPOCRITI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!Siete delle bestie ! Anzi no, peggio !
  • Anonimo scrive:
    L'ITALIA UN POPOLO LIBERO...............
    Vorrei dire solo na cosa scambiare e condividere qualkosa nn significa ne trafficar e ne rubbar...............Pensate a cose piu serie del tipo PEDOFILIA .... DROGA .... VIOLENZA...E creare piu posti d lavoro ............ no a certe cose che nn fanno male a nessuno .................
  • Anonimo scrive:
    ma sapete o no quello che scrivete???
    ma dico LO SAPETE O NO QUELLO CHE ANDATE DICENDO: STATE GENERALIZZANDO DA MATTI..UN ESEMPIO: GLI HUB IN DC++ SONO CONTROLLATI GRATUITAMENTE DA MODERATORI...KAZAA MI SEMBRA CHE OFFRA FILTRI ANTI-PORCHERIA....INSOMMA CHI VUOLE PORCHERIA LA TROVERA' IN RETE COME DAGLI AMICI....
  • Anonimo scrive:
    Voi attaccate il P2P intanto R@ygold....
    Voi major del caxxo attaccate il p2p perchè vi fa comodo strumentalizzarlo!Intanto R@ygold & Co. condividono il loro lurido materiale:li beccate nel mondo reale non in rete a meno che non abbiate intenzione di calpestare le nostre libertà!
  • Anonimo scrive:
    Ho un idea...
    Per accontentare la RIIA nella sua crociata disinteressata contro il pedoporno, filtriamo nei P2P tutti i file .AVI, . MPG, .JPG e lasciamo che siano sharabili solo i .MP3...Come dite? Non gli andrebbe bene neanche così? Ma come pensate male... ;)
  • lattenero scrive:
    Siamo tutti un pò ipocriti...?
    Mi pare di capire che l'opinione generale è che in fondo è meglio che un maniaco stia a casa a vedersi/scambairsi/comprarsi due foto pittosto che andare in giro a cercare vittime. Dimenticate però che tutti questi pippaioli alimentano il serbatoio clienti di organizzazioni che procurano "il materiale" in maniera sistematica e "professionale" magari nei paesi dell'est dove non è poi difficile far sparire un piccolo corpicino...E aggiungo che ho la convinzione che in ogni caso la stragrande maggiornza di quelli che friuscono del materiale per via telematica se venisse a mancare loro questa via grazie a controlli efficaci non si azzarderebbe poi a provarci nella vita reale...Anch'io sarei per una rete completamente libera, è chiaro, ma degli strumenti di controllo perlomeno sul p2p, vista la portata mondiale del fenomeno internet è doverosa.In fondo sono disposto anche a tollerare che il mio governo o un ente internazionale filtri i files che scambio, le emails che scrivo, anche quelle commerciali, cosa volete che me ne freghi. Devo forse sentirmi soffocato, leso, per questo? Oggi scambio films, scarico mp3 e softwares. Perchè è comodo, perchè tanto lo fanno tutti, perchè è gratis....Se un giorno dovrò rinunciarvi per una sicurezza comune più grande comincierò a comprarli solo i films, magari pochi, ascoltare la radio ecc... Non siamo ipocriti: è comodo nascondersi dietro il pretesto di una rete libera per fare i propri comodi. E sono convinto che per il solito 99,999% dei friutori del p2p sia così.Ora lo si usa (quasi)solo per scaricarsi materiale a scrocco (illegalmente). Io per primo.
    • Rey_ scrive:
      Re: Siamo tutti un pò ipocriti...?
      - Scritto da: lattenero
      Mi pare di capire che l'opinione generale
      è che in fondo è meglio che un
      maniaco stia a casa a
      vedersi/scambairsi/comprarsi due foto
      pittosto che andare in giro a cercare
      vittime. Dimenticate però che tuttiAvevo gia' risposto a simile discorso qui: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=525924
      Anch'io sarei per una rete completamente
      libera, è chiaro, ma degli strumenti
      di controllo perlomeno sul p2p, vista la
      portata mondiale del fenomeno internet
      è doverosa.NO. NO. ENNE-O. MAI! Ho spiegato nel precedente link i miei perche'.
      In fondo sono disposto anche a tollerare che
      il mio governo o un ente internazionale
      filtri i files che scambio, le emails che
      scrivo, anche quelle commerciali, cosa
      volete che me ne freghi. Devo forse sentirmi
      soffocato, leso, per questo? Esatto. Io ad esempio non ammetto ASSOLUTAMENTE che chicchessia mi controlli l'e-mail o i files. Domani si scopre che i pedoanarcoterroristintegralisti usano il telefono, e allora debbo sopportare che qualcuno ascolti le mie telefonate? Poi scopriranno che i cattivi, tra loro, PARLANO! Dovro' registrare tutto quello che dico e consegnare le cassette in Questura? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tutti un pò ipocriti...?

      Mi pare di capire che l'opinione generale
      è che in fondo è meglio che un
      maniaco stia a casa a
      vedersi/scambairsi/Si
      comprarsi due fotoNO! qui hai proprio capito male (anzi, hai capito proprio il contrario, leggi meglio i post precedenti e non aggiungere quello che non c'è scritto solo perchè ti sei fatto un'idea in questo senso)
      pittosto che andare in giro a cercare
      vittime. Dimenticate però che tutti
      questi pippaioli alimentano il serbatoio
      clienti di organizzazioni che procurano "il
      materiale" in maniera sistematica e
      "professionale" magari nei paesi dell'est
      dove non è poi difficile far sparire
      un piccolo corpicino...Visto che hai capito male il punto prima, qui sei partito per la tangente...quello che dici mi sembra fosse ben chiaro a tutti, infatti tutti i post CONDANNANO più o meno implicitamente qualsiasi commercio/produzione di materiale di questo tipo, ma fanno notare che il p2p è proprio l'ultimo posto da censurare per limitare il COMMERCIO di questo materiale.Una censura del p2p non porterebbe alla riduzione del *mercato* del materiale pedopornografico, ma fa comodo a molti e così si preferisce spingere su questo.
      E aggiungo che ho la convinzione che in ogni
      caso la stragrande maggiornza di quelli che
      friuscono del materiale per via telematica
      se venisse a mancare loro questa via grazie
      a controlli efficaci non si azzarderebbe poi
      a provarci nella vita reale...Certo, ovviamente la quasi totalità delle persone che vengono a contatto con materiale pedopornografico via p2p non ci proverebbero mai nella vita reale, soprattutto perchè non sono pedofili, sono maniaci del monitor, pippaioli incalliti, curiosi pervertiti, oppure sfigati che scaricano tutto quello che gli capita a tiro basta che siano immagini e poi si trovano in mezzo qualche immagine di questo tipo...Cominciamo a fare delle distinzioni tra i veri pedofili, quelli che il materiale lo cercano, lo comprano, lo commissionano, lo pagano, lo producono e gli utenti internet, che girano, scaricano, cliccano...fa comodo fare di tutta l'erba un fascio,soprattutto quando l'obiettivo non è quello dichiarato.[...]Per il resto del tuo intervento: NO non esiste nessuna scusa valida per limitare la libertà, nessun fine nessuna emergenza. Prima si garantisce la libertà poi si risolvono tutti gli altri problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tutti un pò ipocriti...?
      - Scritto da: latteneroScusa ma parti da premesse sbagliate. Il P2P non c'entra nulla con il commercio. Se le immagini pedopornografiche fossero sui sistemi P2P allora sarebbero gratis e chi le produce non ne ricaverebbe alcun vantaggio. Se poi vuoi dirmi che il P2P può essere usato come mezzo convenuto di uno scambio al termine di una transazione GIA' effettuata in altro modo allora ti do' ragione, ma lo stesso varebbe per la posta, per IRC, per ICQ, per l'email e non so per quanti altri mezzi di comunicazione.Il P2P non è un network commerciale, non più di quanto non lo siano tutti gli mezzi di comunicazione. Non accetto che venga additato come il principale propagatore di un fenomeno con cui non ha niente da spartire in via diretta, è il solito attacco strumentale. La gente sta zitta perchè è composta principalmente di individui che ancora non sanno niente di reti P2P e a malapena hanno visto il web da qualche parte, così fanno il gioco di quelle lobby che vorrebbe bloccare i liberi sistemi di file sharing, strumentalizzando la loro facile indignazione, ad uso della protezione dei loro interessi economici. Ma ora basta. Questa, come si sul dire, è accademia. Mi pare strano solo il fatto di doverci tornare sopra ogni tanto, quando qualcuno tira ancora in ballo l'argomento della presunta incidenza del P2P sulla pedofilia reale.Alberto
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo tutti un pò ipocriti...?
        siamo sempre alla stessa storia. Qualcuno fa leva su di un sentimento collettivo. Questa volta e' il p2p ma anche internet in generale. "Internet e' il male perche' i nostri figli blablabla, il p2p e' il male perche' i pedofili blablabla"Si agita lo spauracchio ed e' evidente a chi lo si agita, non al peerer ma alla massa che di internet ha solo sentito dire.Adesso sotto mira ci sono gli sharers, ieri erano le discoteche."I giovani muoiono per le strade perche' le discoteche chiudono alla mattina"Ma io dico, ma si potra' mai ragionare in questi termini ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Siamo tutti un pò ipocriti...?

          Adesso sotto mira ci sono gli sharers, ieri
          erano le discoteche.
          "I giovani muoiono per le strade perche' le
          discoteche chiudono alla mattina"
          Ma io dico, ma si potra' mai ragionare in
          questi termini ?Già, nessuno si è mai permesso di dire che i giovani muoiono perchè wolkswagen crea macchine da 200Km/h, altrimenti poi l'industrialotto a chi li vende quei bestioni superveloci e potenti?Qui come al solito si fanno gli interessi di quelli con i soldi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tutti un pò ipocriti...?
      - Scritto da: lattenero
      Mi pare di capire che l'opinione generale
      è che in fondo è meglio che un
      maniaco stia a casa a
      vedersi/scambairsi/comprarsi due foto
      pittosto che andare in giro a cercare
      vittime. Dimenticate però che tutti
      questi pippaioli alimentano il serbatoio
      clienti di organizzazioni che procurano "il
      materiale" in maniera sistematica e
      "professionale" magari nei paesi dell'est
      dove non è poi difficile far sparire
      un piccolo corpicino...Cioe' tu pensi che chi abusa dei bambini lo faccia per soldi ?Senza contare che stiamo parlando di p2p, cioe' di roba che non viene pagata.
  • Anonimo scrive:
    p2p=gratis / porno=$£?
    C'è una cosa che non capisco:io ho sempre visto la pedofilia come un incredibile business.Mi spiego: chi "produce" materiale pedopornografico io ho sempre pensato lo facesse per soldi. Anche perchè quanti sono quelli che andrebbero a rischiare così tanto per hobby?Ecco, il punto è: se il pedoporno gira sul p2p, per definizione gratuito, a chi produce quanto gli potrà mai fregare di mettere il loro materiale nelle reti di file-sharing se non ce ne ricavano mezza lira sbiadita?
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p=gratis / porno=$£?
      Bella domanda.Vai a farla al Congresso...
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p=gratis / porno=$£?
      Pure chi produce materiale pornografico non pedo lo fa per soldi, eppure il p2p ne è stracolmo. Per di più molti sperano in un anonimato (inesistente) del p2p....
      • Anonimo scrive:
        Re: p2p=gratis / porno=$£?

        Pure chi produce materiale pornografico non
        pedo lo fa per soldi, eppure il p2p ne
        è stracolmo. Visto che quasi nessuno disdegna un po' di pornografia, il tenerla in share garantisce di poter fare scambi...in ogni caso non ho capito il tuo ragionamento..cosa ci guadagnano i pornografi se il prono circola sul p2p? Non certo che aumenti l'acquisto del loro materiale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Consigliatemi un ottimo p2p
    con mldonkey in questo momento sto connesso contemporaneamente a edonkey, overnet, fasttrack(kazaa) e gnutella....vai tranquillo
    • Anonimo scrive:
      Re: Consigliatemi un ottimo p2p
      - Scritto da: Anonimo

      con mldonkey in questo momento sto connesso
      contemporaneamente a edonkey, overnet,
      fasttrack(kazaa) e gnutella....

      vai tranquilloNo, non è questo che cercavo :)Sapevo già della sua esistenza :DGrazie mille comunque ;)
  • Anonimo scrive:
    è sbagliato...
    ...condannare il mezzo, qualunque sia il fine.
  • Anonimo scrive:
    Si il pedo tenta di entrare nel P2P
    Io so che il pedo tenta di entrare nel p2p. Penso chele intenzioni si fermino a quella Eboli tanto ammiratadai cristiani. Dato che il p2p non consente di realizzareguadagni: x . Tipo se vuoi ics brano o video devi dareics cifra euro o dollari. Uno comunque scarica quello che vuole, sto pedo non so bene che fine faccia nel p2p.Secondo me è una delle tante scuse che vengono accampate per attaccare sharing o p2p.
  • Anonimo scrive:
    Consiglio di 1 Avvocato o esperto in mat
    eria.Un anno fa ho inserito dei link a TGP per adulti sullo spazio digilander (prima di comprarmi un dominio) digilander ha segnalato il tutto alla polizia postale di Roma per diffusione immagini pedopornografiche.Ovviamente le foto riatraevano soggetti ben più che maggiorenni direi quasi sulla trentina in modo inequivocabile.Dopo un anno di attesa per le indagini, una perquisizione presso la stanza dove tengo il PC, 800 euro spesi per l'avvocato per la difesa.... mi comunicano che la pratica è stata archiviata perchè il reato non sussiste (reato penale)Ora mi chiedo, io non ho mai scaricato tali foto,non mi interessano e schifo chi sfrutta i minori, specialmente in questo modo subdolo come quello sessuale....Come posso fare per difendermi e far valere i miei diritti, dato che l'avvocato ha spinto per l'archiviazione del caso.Posso rivalermi su digilander per falsa accusa?O devo ritenermi già fortunato di non essere stato accusato anche se estraneo a questi atti?GrazieMarco
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio di 1 Avvocato o esperto in mat
      Denuncia digiland per calunnia. Se vincerai "potresti" ottenere anche un risarcimento dei danni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio di 1 Avvocato o esperto in mat
      e per quanto tempo ti hanno tenuto il pc sotto sequestro?
    • Anonimo scrive:
      Re: Consiglio di 1 Avvocato o esperto in mat

      Come posso fare per difendermi e far valere
      i miei diritti, dato che l'avvocato ha
      spinto per l'archiviazione del caso.
      Posso rivalermi su digilander per falsa
      accusa?
      O devo ritenermi già fortunato di non
      essere stato accusato anche se estraneo a
      questi atti?Denunciali, e se l'avvocato non vuole o ti sconsiglia, cambia avvocato, per me ci prendi anche dei soldi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Consiglio di 1 Avvocato o esperto in mat
        Mi hanno sequestrato il PC per 1 anno e complessivamente l'Hard Disk per 1 anno e mezzo, come corpo di reato...Hanno fatto una segnalazione errata a casaccio, senza fondamento, la polizia ha portato avanti la cosa senza prove e ci ho rimesso per benino, 800 euro di avvocato, rompe eh- Scritto da: Anonimo


        Come posso fare per difendermi e far
        valere

        i miei diritti, dato che l'avvocato ha

        spinto per l'archiviazione del caso.

        Posso rivalermi su digilander per falsa

        accusa?

        O devo ritenermi già fortunato
        di non

        essere stato accusato anche se estraneo
        a

        questi atti?

        Denunciali, e se l'avvocato non vuole o ti
        sconsiglia, cambia avvocato, per me ci
        prendi anche dei soldi.
  • Anonimo scrive:
    una esperienza personale in thailandia..
    tre anni fa andai in thailandia, per motivi di turismo, assieme ad un amico, non lo nego, ero interessato anche ad andare con delle ragazze compresa la prostituzione... camminando per bangkok, mi avvicina una signora dicendomi, italiano, vuoi ragazze bellissime? io perché no? vediamo ste ragazze bellissime.... e la seguo in uno scantinato, dove trovo una bambina di si e no 8 anni...mi sento malissimo a vederla, la guarda e gli faccio e questa chi è?ragazza bellissima... mi fa lei.è una bambina!!!a italiani piace così... tutto vogliono questo, tu no?scappo via da quell'inferno, non sono andato con nessuna ragazza in thailandia e il resto dei miei giorni li ho passati pensando a quella frase "a italiani piace così" mi sono vergognato del mio paese, e ho ripensato a tutti quelli che conoscevo che sono andati in thailandia, e mi dicevano, vedrai ti divertirai un mondo....mi spiace di non aver potuto fare nulla per quella bambina, provai ad accennare la cosa ad un ufficio di polizia, e mi hanno riso in faccia quando gliel'ho detto...da allora non posso che pensare ogni volta che leggo di pedofilia a tutta la gente che va in vacanza laggiù o in chissà quanti altri posti dove è normale così....altro che p2p, cuba, giamaica, thailandia, santo domingo, ecco dove bisogna fare le indagini....
    • Anonimo scrive:
      Re: una esperienza personale in thailandia..
      - Scritto da: Anonimo
      tre anni fa andai in thailandia, per motivi
      di turismo, assieme ad un amico, non lo
      nego, ero interessato anche ad andare con
      delle ragazze compresa la prostituzione...
      camminando per bangkok, mi avvicina una
      signora dicendomi, italiano, vuoi ragazze
      bellissime?
      io perché no? vediamo ste ragazze
      bellissime.... e la seguo in uno scantinato,
      dove trovo una bambina di si e no 8 anni...
      mi sento malissimo a vederla, la guarda e
      gli faccio e questa chi è?
      ragazza bellissima... mi fa lei.

      è una bambina!!!
      a italiani piace così... tutto
      vogliono questo, tu no?

      scappo via da quell'inferno, non sono andato
      con nessuna ragazza in thailandia e il resto
      dei miei giorni li ho passati pensando a
      quella frase "a italiani piace così"
      mi sono vergognato del mio paese, e ho
      ripensato a tutti quelli che conoscevo che
      sono andati in thailandia, e mi dicevano,
      vedrai ti divertirai un mondo....

      mi spiace di non aver potuto fare nulla per
      quella bambina, provai ad accennare la cosa
      ad un ufficio di polizia, e mi hanno riso in
      faccia quando gliel'ho detto...

      da allora non posso che pensare ogni volta
      che leggo di pedofilia a tutta la gente che
      va in vacanza laggiù o in
      chissà quanti altri posti dove
      è normale così....

      altro che p2p, cuba, giamaica, thailandia,
      santo domingo, ecco dove bisogna fare le
      indagini....... vero, ma il guaio è che laggiù le autorità potrebbero essere compiacenti (e sono dei basta***)
      • Anonimo scrive:
        Re: una esperienza personale in thailandia..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        tre anni fa andai in thailandia, per
        motivi(...)



        altro che p2p, cuba, giamaica,
        thailandia,

        santo domingo, ecco dove bisogna fare le

        indagini....

        ... vero, ma il guaio è che
        laggiù le autorità potrebbero
        essere compiacenti (e sono dei basta***)"Potrebbero"??? Beata ingenuità...
      • Anonimo scrive:
        Re: una esperienza personale in thailandia..
        Complimenti per il quoting!
      • Anonimo scrive:
        Re: una esperienza personale in thailand
        - Scritto da: Anonimo
        ... vero, ma il guaio è che
        laggiù le autorità potrebbero
        essere compiacenti (e sono dei basta***)Sono compiacenti anche i genitori e (in un certo senso) le stesse vittime che preferiscono lo schifo alla fame ed alle malattie.Se dovessimo cercare dei responsabili dovremmo guardare un po' a casa nostra e chiederci perche' noi siamo cosi' ricchi e loro cosi' poveri.
    • warrior666 scrive:
      Re: una esperienza personale in thailandia..
      Vedi davanti ad uno spettacolo del genere 1° ti rendi conto che il mondo fa schifo, 2° che non puoi fare niente.. anche se avessi picchiato la signora e rapito la bambina, al limite avresti potuto salvare lei ma più probabilmente saresti finito nei guai.. Però quello che rimane celato e nascosto agl'occhi dei più è tollerato dai benpensanti. Penso che la pedofilia resti al l80% confinata all'interno della famiglia, quello che si vede on-line o su p2p è solo la punta dell'iceberg, eppure ci si accanisce contro con tutti i mezzi anche quello di limitare le libertà di tutti.Perchè in fondo il discorso che ritorna in questi post è che si possono bloccare tutte le tecnologie del mondo, ma questo non fermerà la perversione, la rallenterà, la renderà più difficoltosa ma niente di più. Per ottenere questo risultato vale la pena perdere tutti i vantaggi collegati alle nuove tecnologie?
      • Anonimo scrive:
        Re: una esperienza personale in thailandia..

        possono bloccare tutte le tecnologie del
        mondo, ma questo non fermerà la
        perversione, la rallenterà, la
        renderà più difficoltosa ma
        niente di più. Temo che non la rallenterà...la renderà più forte invece.Il pervertito che non può sfogare la sua perversione non si mette certo l'anima in pace nè va a farsi curare...si sfoga in qualche altro modo, magari ammazzando i gatti randagi, picchiando la moglie o facendo del male a se stesso...oppure perdendo la testa e facendo chissà cosa.Se per repressione delle pedofilia si intende semplicemente fare sparire il pedoporno da internet (così non si vede)..si sta facendo un errore enorme.Sono sicuro (come tutti, credo) che attualmente il modo di affrontare il problema pedofilia in rete sia sbagliato..la mia paura è che sia anche controproducente.
    • Anonimo scrive:
      Re: una esperienza personale in thailand
      assunto che la pedofilia faccia schifo, mi chiedo: se sto scaricando un'immagine 'sexy' (o oltre) tramite p2p e poi scopro che è pedofila (i nomi non sono sempre indicativi del contenuto...) che faccio? Rischio l'incriminazione?Se dicono che la rischia chi condivide, si sa pure che un filmato io lo condivido anche mentre lo scarico e magari non sono ancora riuscito a vederlo...
    • Anonimo scrive:
      un altr esperienza personale in thailand
      tutto uguale, solo che ho provato.niente di che meglio le adulte.lo sapete perche' mi e' venuta la curiosita'?perche' qui e' proibito e invece li e' LEGALE anzi se chiedi in giro ti dicono che e' un fatto culturale che e' normale..l'economia locale in gran parte e' basata su questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: un altr esperienza personale in thailand
        Ho letto i vostri commenti: a me spaventa il titolo "Pedorno è parte del P2P" :certo se non si combatte il fenomeno nel mondo reale è naturale che questa gente approfitti anche del P2P per scambiare video ed immagini!
      • Anonimo scrive:
        Re: un altr esperienza personale in thailand
        - Scritto da: Anonimo
        tutto uguale, solo che ho provato.
        niente di che meglio le adulte.Non suona molto bello rendere il forum partecipe dei propri crimini sessuali...
    • Anonimo scrive:
      post da denuncia
      - Scritto da: Anonimo
      tre anni fa andai in thailandia, per motivi
      di turismo, camminando per bangkok, mi avvicina una
      signora dicendomi, italiano, vuoi ragazze
      bellissime?e la seguo in uno scantinato,
      dove trovo una bambina di si e no 8 anni...

      altro che p2p, cuba, giamaica, thailandia,
      santo domingo, ecco dove bisogna fare le
      indagini....il governo Thailandese ha varato da molti anni delle severe leggi contro la pedofilia, soprattutto dopo le pressioni degli Stati Uniti (che hanno stanziato milioni e milioni di dollari per favorire la legislazione antipedofilia), questo post e' totalmente fasullo ed estremamente denigratorio nei confronti di quello splendido paese.. Giro questo post all'ambasciata thailandese perche' intraprenda le azioni che riterra' opportune
    • croccoscracco scrive:
      Re: una esperienza personale in thailandia..
      ...hai perfettamente ragione:) :)
  • Ekleptical scrive:
    Non ho capito...
    Secondo quelli del P2P United questa è una difesa????A me sembra un modo alla Tafazzi di spararsi sui maroni da soli!Non capisco il senso della mossa! Si voglion suicidare? Boh?Come dovrebbe reagire secondo loro un parlamentare, che peraltro sa che la pressochè totalità della popolazione è a favore di qualsiasi misura drastica per stroncare il fenomeno?Negli USA gode di ampia popolarità la castrazione chimica dei pedofili, figuratevi cosa sono disposti ad accettare gli americani sul p2p!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non ho capito...
      - Scritto da: Ekleptical
      Secondo quelli del P2P United questa
      è una difesa????
      A me sembra un modo alla Tafazzi di spararsi
      sui maroni da soli!
      Non capisco il senso della mossa! Si voglion
      suicidare? Boh?
      Come dovrebbe reagire secondo loro un
      parlamentare, che peraltro sa che la
      pressochè totalità della
      popolazione è a favore di qualsiasi
      misura drastica per stroncare il fenomeno?

      Negli USA gode di ampia popolarità la
      castrazione chimica dei pedofili, figuratevi
      cosa sono disposti ad accettare gli
      americani sul p2p!Ammettilo Ekpleptical, saresti a favore della castrazione degli utenti p2p! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho capito...
        - Scritto da: Anonimo

        Ammettilo Ekpleptical, saresti a favore
        della castrazione degli utenti p2p! :DIo invece sono a favore della castrazione di tutti gli Ekleptical :D
    • sigsegv scrive:
      Re: Non ho capito...
      - Scritto da: Ekleptical
      Come dovrebbe reagire secondo loro un
      parlamentare, che peraltro sa che la
      pressochè totalità della
      popolazione è a favore di qualsiasi
      misura drastica per stroncare il fenomeno?Perché FAT e NTFS permettono di salvare materiale pedopornografico senza che *nessuno* alla Microsoft sia mai stato inquisito?
  • warrior666 scrive:
    Re: Consigliatemi un ottimo p2p
    SHAREAZA
    • Anonimo scrive:
      Re: Consigliatemi un ottimo p2p
      - Scritto da: warrior666
      SHAREAZAGrazie, ma anche quello l'ho scartato.Qui sul forum si parlò di un programma analogo ma opensource.era tipo eZula, eZaa... non ricordo il nome. Quasi certamente la seconda lettera era una zeta.Aiutatemi ;)
  • Anonimo scrive:
    Protesta: banner stupido
    Protesto con la redazione per il banner apposto a commento dell'articolo, recante la scritta p2p teen show.Teen non è una parola abitualmente associata alla pedopornograia in rete, ma alla legalissima (per ora)pornografia 18-22. Sopra i 18-22 il termine abitualmente adottato è "babes".Viste le serie discussioni sui recenti disegni di legge su maggiorenni che sembrano minori non vorrei che la redazione cadesse negli stessi ecquivoci che abbagliano i legislatori. Grazie.La lotta al pedoporno si fa con il rigore dell'indagine e la precisione da parte dei mezzi di informazione.Sul p2p circola oni schifezza, ma è disgustosa questa demonizzazione strumentale del mezzo in sé.
    • Anonimo scrive:
      Re: Protesta: banner stupido
      - Scritto da: Anonimo
      Protesto con la redazione per il banner
      apposto a commento dell'articolo, recante la
      scritta p2p teen show.

      Teen non è una parola abitualmente
      associata alla pedopornograia in rete, ma
      alla legalissima (per ora)pornografia 18-22.

      Sopra i 18-22 il termine abitualmente
      adottato è "babes".
      Viste le serie discussioni sui recenti
      disegni di legge su maggiorenni che sembrano
      minori non vorrei che la redazione cadesse
      negli stessi ecquivoci che abbagliano i
      legislatori.
      Grazie.

      La lotta al pedoporno si fa con il rigore
      dell'indagine e la precisione da parte dei
      mezzi di informazione.
      Sul p2p circola oni schifezza, ma è
      disgustosa questa demonizzazione strumentale
      del mezzo in sé.
      Ti è rimasto un pò di senso di umorismo in mezzo ai denti.......sputerei anche quello!
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Protesta: banner stupido (?)
      - Scritto da: Anonimo
      Protesto con la redazione per il banner
      apposto a commento dell'articolo, recante la
      scritta p2p teen show.
      Teen non è una parola abitualmente
      associata alla pedopornograia in rete, ma
      alla legalissima (per ora)pornografia 18-22.Ciao, Teen e' una parola inglese, e sappiamo bene tutti cosa significa.
      Viste le serie discussioni sui recenti
      disegni di legge su maggiorenni che sembrano
      minori non vorrei che la redazione cadesse
      negli stessi ecquivoci che abbagliano i
      legislatori.
      La lotta al pedoporno si fa con il rigore
      dell'indagine e la precisione da parte dei
      mezzi di informazione.a volte le mie illustrazioni, a corredo dell'articolo di punta del giorno, giocano proprio sull'ironia dei luoghi comuni con i quali molte cose "di internet" vengono interpretate. Ma non e' questo il caso
      Sul p2p circola oni schifezza, ma è
      disgustosa questa demonizzazione strumentale
      del mezzo in sé.concordo pienamente. Ma questo non puo' ne deve limitare la possibilita' di parlarne in qualsiasi modo possibile. Anche con un "banner" o illustrazione che tutto era tranne che una demonizzazione strumentale disgustosa. E comunque non posso concordare che la parola "teen" non si riferisca a siti pedofili e/o filopedofili.Ne' che si riferisca a 22enni.. Per "Teen" si intendono proprio le eta' che finiscono per "teen" eh ;) quindi 13/19 Thirteen,Fourteen ,Fifteen, Sixteen, Seventeen, Eighteen, Nineteen...per estensione , e logica quindi, tutto cio che e' minorenne. E quindi in questo caso.. illegale. ciaoLucaSchiavonips - mai provato "teen" su Google eh
  • Anonimo scrive:
    Britney Spears...
    Britney Spears e amichette ci campano da sempre sullo sfruttamento degli istinti para-pedofili della massa di beoti che le osannano.Ah, che affascinanti le contraddizioni della nostra società..|:D :p
  • Anonimo scrive:
    solita questione
    bisogna concentrarsi sulla causa tui tutto ciò, non sul sintomo (la pedofilia)
  • Anonimo scrive:
    Prete abusa di una 12enne
    Notizia di oggi, prete abusa da un anno di una 13enne tenuta sotto minaccia. Questa ragazzina si e' forse risparmiata questi abusi grazie alle leggi liberticide antipedofilia, ai divieti di scambiare e detenere materiale pedopornografico, alla caccia alle streghe contro pedofili+internet+p2p o grazie al pedocensore don di noto o al telefono arcobaleno o a tutti gli altri pedocacciatori-di-teste?La risposta e' no!La violenza e' la' fuori, muovete il culo e salvate chi ne ha bisogno invece di sbattere in galera gente che non ha mai molestato nessuno!
  • Anonimo scrive:
    Disgustoso
    Trovo semplicemente disgustoso che la RIAA per perseguire i propri interessi usi il pretesto della lotta a qualcosa di disgustoso.A questa stregua, dovreemmo abolire qualunque privacy, possibilita' di criptare i dati e anche qualunque mezzo di comunicazione.Di certo con il telefono si possono organizzare rapine...Allora proibiamo il telefono oppure registriamo tutte le telefonate?E' veramente disgustoso
    • warrior666 scrive:
      Re: Disgustoso
      Governo americano - Terrorismo
    • Anonimo scrive:
      Re: Disgustoso

      A questa stregua, dovreemmo abolire
      qualunque privacy, possibilita' di criptare
      i dati e anche qualunque mezzo di
      comunicazione.Di questo passo i pedofili veri avranno già cambiato canali di distribuzione e d'ora in poi verranno incriminati solo poveracci che hanno scaricato il file sbagliato, curiosi imbecilli e pervertiti generici.Ma basterà annunciare al mondo una grande vittoria contro la pedofilia ogni 4-6 mesi e tutti staranno contenti...tanto è questo che importa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Disgustoso
        Contro proposta, se loro si possono fare gli affari nostri, allora anche noi possiamo farci quelli loro no? Chi sono loro, dei? Sono sicuro che anche loro qualche vizietto ce l'hanno. Mi pare di capire che loro sono esenti da controlli. Beh, così non mi va bene, anche loro devono essere monitorati.
  • Anonimo scrive:
    ieri...
    ... stavo scaricando un por*azzo con overnet, sia ben chiaro, è un video di quelli in vendita, perfettamente legale, l'ho trovato su sharereactor (del quale mi fido molto), ad un certo punto per curiosità ho cliccato per vedere i client dai quali lo stavo scaricando, c'era gente che ha rinominato questo file con parole chiave riconducibili chiaramente alla pedo-pornografia... che faccio continuo a scaricarlo ?
  • Anonimo scrive:
    Re: IPOCRITI!!!
    Penso che chiunque sia abituato ad utilizzare un programma p2p capisca benissimo quanta ipocrisia c'è nei discorsi della riia e nei discorsi anti pedofilia in generale.Idem per chiunque utilizza intenet da un po' di tempo e per tutte le persone interessate all'argomento e dotate di un po' di buon senso.Peccato che la maggior parte delle persone nel mondo:1) non usa il p2p o lo usa senza capirlo2) non usa internet o lo lo usa sempliciemente come uno strumento, senza capirlo3) in generale non è interessata ai problemi della retePertanto tende a credere a quello che le si dice.Forse questo cambierà e forse no..sta di fatto che internet in generale e il p2p fanno paura:Perchè le informazioni circolano in modo troppo libero e poco contollabile (anche solo leggendo i forum, tra i commenti si trovano spesso idee e punti di vista che consentono di leggere qualsiasi notizia in modo diverso da come l'autore avrebbe voluto), perchè trovi sempre qualcuno che è disposto a spiegarti gratis ciò che qualcun'altro vorrebbe spiegarti a pagamento, oppure non vorrebbe mai farti sapere. Il p2p consente di trasmettersi informazioni di qualsiasi tipo virtualmente senza censura, indipendentemente da quello che pubblicità e marketing vorrebbero...e ancora gratis.La rete è un pericolo, ma non il pericolo che tutte queste persone dicono, è un pericolo per loro e per il loro modo di pensare e di operare (che ha consentito loro di arrivare dove sono arrivati, in un mondo pre-rete).
  • lunix scrive:
    Reagire...
    Buon giorno a tutti... mi trovo in Belgio attualmente per lavoro e vi posso assicurare che qui il problema della pedofilia è molto sentito.Non voglio certo cominciare a parlare di storia antica, ma sappiamo tutti bene (spero) che la pedofilia (nell'accezione moderna del termine) è SEMPRE stata presente nella storia dell'umanità, ben prima dell'invenzione del telefono o addirittua del sistema postale... il telefono, la posta, le vecchie BBS, internet e qualunque altra tecnologia che verrà inventata nel futuro sono solo degli STRUMENTI, che possono essere utilizzati bene o male.Voglio essere chiaro: il mio disprezzo più profondo va a quelle persone che commettono degli atti terribili nei confronti dei bambini.Ma non è certo internet ad incoraggiare queste pratiche.Qui in Belgio è famosissimo il caso di Dutroux : ve lo ricordate? l'onesto cittadino che passava il tempo a rapire, seviziare ed eliminare delle ragazzine... julie e melissa sono le due più conosciute...Bene, questo onesto signore (il processo è ancora in corso da anni ed anni) non agiva in contro proprio ma come "picciotto" di un'organizzazione, un network della pedofilia internazionale (qui in Belgio sono cadute già molte teste nella politica).Beh, questo disgraziato, quest'Anticristo (come il cardinale Martens lo ha chiamato qualche giorno fa) non sa nemmeno utilizzare il computer, non ha mai visto internet e men che meno il p2p... Per compiere le sue nefandezze utilizzava un'automobile: scorrazzava tranquillo nelle strade dei paesini e quando vedeva una bella bambina... hop, la caricava in macchina.Cosa facciamo? aboliamo l'utilizzazione delle automobili perchè possono essere utilizzate per questi fini?Impediamo ai bambini di camminare per la strada se hanno meno di 19 anni (aveva rapito anche una 18enne...)?Imposiamo il coprifuoco? Obblighiamo ad avere un'autorizzazione per poter essere da solo in macchina?Ovviamente no, non sarebbe utile e nemmeno intelligente fare tutto cio'...Allora perchè accanirsi contro internet? Quest'ultimo non è che un mezzo, uno strumento di lavoro. Punto.Se qualcuno lo usa male, bisogna punirlo. Lui, l'utilizzatore perverso, non le persone che lavorano o che si divertono in modo legale (mettiamo da parte la discussione sul copyright, non è inerente al post).Questo è quanto. Viva la libertà, sempre ed ad ogni costo.Anche la libertà di punire severamente dei comportamente talmente nefasti.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Reagire...

      Allora perchè accanirsi contro
      internet? Perchè siamo governati da un branco di vecchi rimbambiti che non sanno nemmeno dove sta di casa la tecnologia; riescono a trovarla utile solo quando possono spremerci soldi a palate.Con internet si ragiona troppo, si legge troppa informazione non censurata, pensare è un male, quindi vogliono imbavagliarla.Hanno fatto male i conti, come sempre del resto... la storia non ha insegnato niente a nessuno, men che meno ai politici.Parafrasando una frase di Groucho Marx, "intelligenza politica è una contraddizione in termini".
    • Anonimo scrive:
      Re: Reagire...
      Sono solo in parte daccordo: i pedofili che usano le automobili per fare non dico quello che ha fatto il serial killer belga, ma anche solo per far i guardoni sono statisticamente insignificanti. Internet ed il p2p sono invece sì uno strumento, ma uno strumento che da
    • lunix scrive:
      Re: Reagire...

      Certo è che servono con urgenza
      strumenti non dico repressivi per tutti, ma
      di serio controllo, che senza essere lesivi
      della liberà individuale consentano
      di bloccare un fenomeno chechè se ne
      dica diffusissimo sul p2p.
      Ora bisogna vedere solo quanti sono disposti
      a riunciare a un pò della nostra
      libertà per arginarlo...quello che dici è sicuramente sensato, ma credo che si dovrebbe riuscire a trovare il modo di far "coabitare" l'esigenze di controllo e, perchè no, anche di prevenzione di certi aberranti crimini con l'esigenza assoluta della libertà...
    • Anonimo scrive:
      Re: Reagire...
      - Scritto da: lattenero
      Certo è che servono con urgenza
      strumenti non dico repressivi per tutti, ma
      di serio controllo, che senza essere lesivi
      della liberà individuale consentano
      di bloccare un fenomeno chechè se ne
      dica diffusissimo sul p2p.
      Ora bisogna vedere solo quanti sono disposti
      a riunciare a un pò della nostra
      libertà per arginarlo...Sono molto perplesso...ma possibile che non capiateche la tecnologia ci pone di fronte a una scelta storica? O si crea una rete telematica dove TUTTI, criminali compresi sono liberi di comunicare, o si crea una rete in cui TUTTI gli utenti sono controllati e schedati.... non ci sono alternative..se non nei discorsi dei populisti (costanzo show-porta a porta-il parlamento)
      • lattenero scrive:
        Re: Reagire...

        Sono molto perplesso...ma possibile che non
        capiateche la tecnologia ci pone di fronte a
        una scelta storica? O si crea una rete
        telematica dove TUTTI, criminali compresi
        sono liberi di comunicare, o si crea una
        rete in cui TUTTI gli utenti sono
        controllati e schedati.... non ci sono
        alternative..se non nei discorsi dei
        populisti (costanzo show-porta a porta-il
        parlamento)Provo a rispondere a te. Voi dite che in fondo è meglio che il maniaco stia a casa a vedersi/scambairsi/comprarsi due foto pittosto che andare in giro a cercare vittime. Dimenticate che tutti questi pippaioli però alimentano il serbatoio clienti di organizzazioni che procurano "il materiale" in maniera sistematica e "professionale" magari nei paesi dell'est dove non è poi difficile far spariore un piccolo corpicino...Anch'io sono per una rete libera, è chiaro, ma degli strumenti di controllo vista la portata mondiale del fenomeno internet è doverosa. In fondo sono disposto anche a tollerare che il mio governo o un enbte internazionale filtri, i files che scambio, le emails che scrivo, anche quelle commerciali, cosa volete che me ne freghi. Devo forse sentirmi soffocato per questo? Oggi scambio film, scarico mp3 e softwares, scarico pornazzi. Perchè è comodo, perchè tanto lo fanno tutti, perchè è gratis....Se un giono dovrò rinunciarvi per una sicurezza comune più grande comincierò a comprarli solo i films, magari pochi, ascoltare la radio ecc... Non siamo ipocriti: è comodo nascondersi dietro il pretesto di una rete libera per fare i propri comodi. E sono convinto che per il solito 99,999% dei friutori del p2p sia così.Ora lo si usa (quasi)solo per scaricarsi materiale a scrocco (illegalmente). Io per primo.
        • Rey_ scrive:
          Re: Reagire...
          - Scritto da: lattenero

          Provo a rispondere a te. Voi dite che in
          fondo è meglio che il maniaco stia a
          casa a vedersi/scambairsi/comprarsi due foto
          pittosto che andare in giro a cercare
          vittime. Dimenticate che tutti questi
          pippaioli però alimentano il
          serbatoio clienti di organizzazioni che
          procurano "il materiale" in maniera
          sistematica e "professionale" magari nei
          paesi dell'est dove non è poi
          difficile far spariore un piccolo
          corpicino...
          Hai ragione anche tu, pero' considera che si sta parlando del P2P, quindi per definizione GRATIS, a meno che poi uno prenda accordi in ICQ per pagare, ma e' l'eccezione.Quindi, cosi' stando la cosa, il pedopippaiolo non alimentera' un tubo, abboccandosi alla gia' impressionante (per contenuto e volume) produzione esistente.ALLA LUNGA potrebbe poi cercare di piu', diciamo pero' che piduppando i pedos si potrebbe auspicare un periodo di tempo in cui, vuoi per sicurezza loro, vuoi per pigrizia, etc., moltissimi pervertiti se ne stiano turati in casa propria. Cosa gia' buona di per se', ma anche una buona opportunita' per le autorita' di individuare e perseguire che produce e lucra su 'ste porkate. Piuttosto che -ad esempio- scassare i marrons-glacee a chi si scarica MP3...
          Anch'io sono per una rete libera, è
          chiaro, ma degli strumenti di controllo
          vista la portata mondiale del fenomeno
          internet è doverosa. In fondo sono
          disposto anche a tollerare che il mio
          governo o un enbte internazionale filtri, i
          files che scambio, le emails che scrivo,
          anche quelle commerciali, cosa volete che me
          ne freghi. Devo forse sentirmi soffocato per
          questo? Si', dovresti. Perche' chi controlla il controllore?Oggi ti puo' star bene che filtrino il pedo. Intanto bisogna vedere come lo filtrano... Che farebbero? visionerebbero tutto il materiale in transito? Impossibile. Un filtro che calcoli per foto o frames la percentuale di color rosa carne e l'altezza o lunghezza dei soggetti ricorrenti? Fin tropoo facile da eludere...Al massimo potrebbe essere un controllo sul nomefile, sai che utilità...Ma poi, perche' domani chi ti dice che non filtrino anche parole? Magari "alternativa" "opposizione""protesta"??? Se cominci, non puoi sapere dove ti fermerai.
          Oggi scambio film, scarico mp3 e softwares,
          scarico pornazzi. Perchè è
          comodo, perchè tanto lo fanno tutti,
          perchè è gratis....
          Se un giono dovrò rinunciarvi per una
          sicurezza comune più grande
          comincierò a comprarli solo i films,
          magari pochi, ascoltare la radio ecc...
          Non siamo ipocriti: è comodo
          nascondersi dietro il pretesto di una rete
          libera per fare i propri comodi. E sono
          convinto che per il solito 99,999% dei
          friutori del p2p sia così.Non condivido, ma non c'entra. Per i motivi che dicevo, la rete DEVE rimanere libera, con tutti i pericoli che porta. Semmai, sono gli uenti, i genitori oggi e i figli domani, che andranno istruiti.
          Ora lo si usa (quasi)solo per scaricarsi
          materiale a scrocco (illegalmente). Io per
          primo.E allora? Vogliamo anche chiudere l'Adriatico, perche' tanto serve piu' che altro a far passare gommoni carichi di droga, armi e a volte disperati? :)
  • Anonimo scrive:
    Re: IPOCRITI!!!
    Pienamente d'accordo tutto strumentalizzato per far passare il p2p per la bestia bruta. E tanti.. ci cascano
    • Anonimo scrive:
      Noooo esperti di comunicazione
      - Scritto da: Anonimo
      Pienamente d'accordo tutto strumentalizzato
      per far passare il p2p per la bestia bruta.
      E tanti.. ci cascanoL'essenza della "postdemocrazia" (leggete il libro di Crouch!) passa dal strumentalizzare le opinioni di coloro che non sono interessati all'argomento in modo da nascondere le vere maggioranze.Esempi:- il quorum ai referendum, dove il non raggiungimento è dovuto da un 40% di non interessati ("Non è un problema mio") e un 15% di contrari che vince su un 45% di favorevoli- gli antiabolizionisti quando si parla di liberalizzazione delle droghe leggere- i moralisti- quelli che non usano internet che appoggiano le iniziative contro tutto (senza neanche sapere cos'è, ma tanto ci pensa "l'informazione" a dirgli come pensare).e via verso la "Società servile" prevista da Belloc (a quando il ritorno FORMALE della schiavitù come strumento di "creazione di ricchezza"?).
  • Anonimo scrive:
    incoraggiamo il P2P PEDOPORNO
    scusate.. se la diffusione di mp3 gratuiti distrugge il mercato discografico allora la diffusione di foto pedo distruggera' il mercato della pedopornografia, chi comprera' piu' materiale pedo se l'ha a disposizione gratis e se nessuno comprera' piu' non sara' piu' conveniente sfruttare i minori per guardagnare illecitamente.. ok, e' solo una provocazione ma il discorso regge
    • Anonimo scrive:
      Re: incoraggiamo il P2P PEDOPORNO
      - Scritto da: Anonimo
      scusate.. se la diffusione di mp3 gratuiti
      distrugge il mercato discografico allora la
      diffusione di foto pedo distruggera' il
      mercato della pedopornografia, chi comprera'
      piu' materiale pedo se l'ha a disposizione
      gratis e se nessuno comprera' piu' non sara'
      piu' conveniente sfruttare i minori per
      guardagnare illecitamente..

      ok, e' solo una provocazione ma il discorso
      regge Ottima provocazione.
      • ryoga scrive:
        Re: incoraggiamo il P2P PEDOPORNO
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        scusate.. se la diffusione di mp3
        gratuiti

        distrugge il mercato discografico
        allora la

        diffusione di foto pedo distruggera' il

        mercato della pedopornografia, chi
        comprera'

        piu' materiale pedo se l'ha a
        disposizione

        gratis e se nessuno comprera' piu' non
        sara'

        piu' conveniente sfruttare i minori per

        guardagnare illecitamente..



        ok, e' solo una provocazione ma il
        discorso

        regge

        Ottima provocazione.
        Incominciate mettendo le VOSTRE di figlie in pubblico e senza veli.....*Sempre piu' scandalizzato*P.s. : Non odio il p2p, ma la pedopornografia ovunque essa si trovi.
        • Rey_ scrive:
          Re: incoraggiamo il P2P PEDOPORNO
          - Scritto da: ryoga

          Incominciate mettendo le VOSTRE di figlie in
          pubblico e senza veli.....

          *Sempre piu' scandalizzato*
          P.s. : Non odio il p2p, ma la
          pedopornografia ovunque essa si trovi.Dài, hai capito al contrario.... E' evidente che la pedopornografia va condannata e stroncata, OK?Ma, allora *provocatoriamente* se e' vero che gli MP3 avrebbero ucciso il mercato della musica, pituppando le pornate uccideremmo anche quel mercato....Ergo, sapendo perfettamente che la seconda ipotesi e' pura follia, se ne deduce quanto regga e sia credibile la prima.;) my two cents.
          • Anonimo scrive:
            la provocazione non regge
            E' intelligente questa provocazione, però non regge. La musica ha un mercato legale ed originario all esterno del p2p i cui prezzi sono, come noto, molto alti ma legali. La pedofilia ha un mercato illegale e sommerso anche fuori dal p2p ed i prezzi sono calcolati in base alla "qualità" (bleah, parola che non ci incastra!) del prodotto... In pratica il mercato illegale del pedoporno ha solo spostato le sue vie di comunicazione e di reperimento materiale, il paragone può essere fatto solo con il mercato illegale della musica che però è nettamente inferiore (per vendite e soprattutto gestione) al mercato legale della musica.Solo un ragionamento su di un concetto, la provocazione è simpatica ed il pedoporno un schifezza.
          • Rey_ scrive:
            Re: la provocazione non regge
            - Scritto da: Anonimo
            E' intelligente questa provocazione,
            però non regge. A me pare il contrario... :)
            La musica ha un mercato legale ed originario
            all esterno del p2p i cui prezzi sono, come
            noto, molto alti ma legali.

            La pedofilia ha un mercato illegale e
            sommerso anche fuori dal p2p ed i prezzi
            sono calcolati in base alla "qualità"
            (bleah, parola che non ci incastra!) del
            prodotto...
            OK, e quindi? Ci sono due diversi prodotti, A e B, hanno il loro prezzo, in P2P girano copie aggratis.Allora, se il fabbricante di A strombazza che il P2P gli uccide il mercato, perche' non puo' esser vero anche per B ???O, se B col fischio che chiude per causa del P2P, non sara' che i mercati di A contan balle a raffica?
            Solo un ragionamento su di un concetto, la
            provocazione è simpatica ed il
            pedoporno un schifezza.Concordo pienamente. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: la provocazione non regge
            è che sono diversi i mercati di partenza e le loro connotazioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: la provocazione non regge


            OK, e quindi?   Ci sono due
            diversi prodotti, A e B, hanno il loro
            prezzo, in P2P girano copie aggratis.

            Allora, se il fabbricante di A strombazza
            che il P2P gli uccide il mercato, perche'
            non puo' esser vero anche per B ???

            O, se B col fischio che chiude per causa del
            P2P, non sara' che i mercati di A contan
            balle a raffica?Forse A dovrebbe imparare da B a sfruttare la rete per i suoi guadagni, invece di intentare cause come sparare ad un nugolo di zanzare
      • Anonimo scrive:
        Re: incoraggiamo il P2P PEDOPORNO
        c'e' qualcosa meglio di ottimo.bisogna farne di piu' basta con il pensiero gregge
        • Anonimo scrive:
          Re: incoraggiamo il P2P PEDOPORNO
          E la questione novità? Io penso che come l'amante della musica voglia sentire sempre cose nuove in quanto non ci si può fossilizzare...allo stesso modo l'amante del pedoporno voglia vedere soggetti nuovi (scuate l'accostamento che da amate della musica fa rabbrividire per primo me, anche se daa un punto di vista puramente associativo è perfettamente cristallino il paragone...)...il fatto di averli gratis o a pagamento non distoglierà mai qualcuno dal farlo, forse cambierà il soggetto: da chi lo fa per piacere a chi per interesse...quindi la provocazione mi sembra assurda perchè come il p2p può squilibrare le entrate ma non uccidere la fantasia...allo stesso modo non si può fermare chi vuole certe cose semplicemente sperando che non essendoci più un profitto nessuno le metterà in circolazione.In questi casi il problema sta nell'uomo e da nessun'altra parte...se non ci fosse richiesta...purtroppo invece...
  • Anonimo scrive:
    "the children"
    Whenever a politician starts talking about "the children," keep one eye on your wallet and the other on your liberty.
  • Anonimo scrive:
    La fine: ci NATteranno tutti.
    Così tanti saluti al P2P e compagnia.Solo filmini idioti e musichette usa e getta (e rigetta).Tutti consumatori felici e contenti, avvezzi ai bisogni fittizi, pronti con l'obolo in mano per cantare "Tanti Auguri A Te" al compleanno di turno.Il fine di questo capitalismo d'assalto è _dividere_ e isolare gli individui con lo scopo di evitare scambi pericolosi e contaminazioni deleterie (hai sentito il nuovo cd di Spìrz? Sì, mi fa cagare! Ma come!). Altro scopo e monopolizzare la comunicazione al fine di vendere contenuti di qualunque tipo, per spillare quattrini a non finire e generare bisogni indotti che non avrebbero nessuna rilevanza, se non dopo una idonea propaganda massmediale.
    • Anonimo scrive:
      Re: La fine: ci NATteranno tutti.
      - Scritto da: Anonimo
      Così tanti saluti al P2P e compagnia.

      Solo filmini idioti e musichette usa e getta
      (e rigetta).nella storia ne abbiamo esempi noti...togliere la terra ai piccoli contadini e creare i grandi latifondi...nella finanza creativa altrettanto..e vedrete con la genetica e il copyright che succederà :)quindi obolo agli artisti SI copyright NO :)perchè anche se sembra che quello che ho detto non c'entri niente con la questione tutto questo macello è partito dalla RIAA...fatevi un paio di conti :)
    • Anonimo scrive:
      Re: La fine: ci NATteranno tutti.
      - Scritto da: Anonimo
      Così tanti saluti al P2P e compagnia.

      Solo filmini idioti e musichette usa e getta
      (e rigetta).

      Tutti consumatori felici e contenti, avvezzi
      ai bisogni fittizi, pronti con l'obolo in
      mano per cantare "Tanti Auguri A Te" al
      compleanno di turno.Scherzi? Non sai che una di quelle Major ha acquistato i diritti della musichetta di Happy Birthday to you?E che devi ringraziarli se ti concedono di cantarla gratis?E che se la fanno pagare molto salata ogni volta che qualche film o evento in cui girano tanti $$$ ne fa uso...Cerca su google, cerca.
    • Anonimo scrive:
      Re: La fine: ci NATteranno tutti.
      cosa vuol dire NATare ?
  • Anonimo scrive:
    cavolate
    di quel 40% di immagini pedoporno probabilmente il 90% è commercial-crap, cioè ragazze maggiorenni che fanno pubblicità a siti porno con tanto di dominio .com-...l'altra crap, quella pedoporno c'è ma ovviamente chi diffonde tali immagini ha connessioni sicure, non rintracciabili...chi ha un sito web anche se posta da connessione non rintracciabile prima o poi si vedrà il sito chiuso...a meno che come illustrerò sotto non sia uno che ci fa i soldi con queste cose (ed è qui che si dovrebbe battere per sconfiggere la violenza sui bambini che la pedopornografia aumenta)col p2p è solo più complicato ma è come col telefono...io per fortuna il telefono ce l'ho ancora anche se sicuramente lo usano anche i pedofili...il pedoporno ha le sue roccaforti nei siti web sicuri in domini irrintracciabili e accessi ristretti a pagamento con carta di credito (che verrà sicuramente controllata per vedere se è sospetta, cioè se può provenire da chi indaga o meno)..e potrebbero essere criptate con steganografia magari pure watermarkate con codici legati a quelli della carta (come a dire al fruitore tientele strette se no sono cavoli tuoi)quindi se si riuscisse a far capire che il p2p è un protocollo, standardizzarlo magari, e rassicurare l'opinione pubblica più sensibile a questi temi che usare il p2p è come fare una telefonata e quindi c'è sempre la possibilità di una registrazione e di essere rintracciati così come di un mascheramento dell'identità da parte di soggetti criminali, forse la finiremo di falcidiare le libertà in nome del benessere dei bambini di cui a nessuno frega poi tanto, visto che i politici dei paesi anglosassoni usano la tematica per fare carriera e la RIAA disgustosamente li sta usando per chiudere il p2p in generale..forse in una società diversa la evidente strumentalizzazione della RIAA del pedoporno per fronteggiare il p2p sarebbe illegale.... ma in una tale società forse non esisterebbe nemmeno il pedoporno... :)vabbè con la mia filosofia spicciola v'ho rotto :)buonanotte....
  • Anonimo scrive:
    Morpheus 4: che ne pensate?
    Qualcuno lo usa? E' possibile che sia come affermano sul sito, "the only American file-sharing software ruled legal by a U.S. federal court"?Su CNET quasi la metà ne dà parere negativo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Morpheus 4: che ne pensate?
      L'affermazione sulla legalità o meno e' dovuta al fatto che morfeus aveva vinto efettivamente una battaglia legale negli usa...I pareri negativi invece sono dovuti al fatto che è pieno zeppo di spyware..byez
  • Anonimo scrive:
    Associazione porno/informatica
    Ma anche nella vostra citta' le riviste porno in edicola sono sempre di fianco a quelle di informatica?Che sia un caso?Geppo
    • samu scrive:
      Re: Associazione porno/informatica
      - Scritto da: Anonimo
      Ma anche nella vostra citta' le riviste
      porno in edicola sono sempre di fianco a
      quelle di informatica?si e sono sopra o sotto ai fumetti

      Che sia un caso?... non commento
  • Anonimo scrive:
    SIAMO TUTTI PEDOFILI. Punto!
    SI' E' VERO !! SIAMO TUTTI PEDOFILI SU INTERNET !!!MA ANCHE PEDERASTI !!! E NON SOLO !!!Ci sono anche NEGRI, BIANCHI, GIALLI, ROSSI, DISADATTATI, EBREI, NAZISTI, COMUNISTI, MUSULMANI, TALEBANI, TRAVESTITI, FETICISTI, COPROFAGI ed altra varia umanità!E siamo tutti, dico TUTTI, pedofili. La soluzione ce l'ho io: CAMERE A GAS ! GASSIAMOLI TUTTI !!! PURIFICHIAMO IL MONDO !!Per il moderatore:Lei non si vergogna a leggere certe notizie IDIOTE che invece dell'essere riportate meriterebbero il BIASIMO generale?Per la redazione:Arginate il profluvio di queste notizie-idiozie-allarmismo, per favore. Grazie.Se mi censurate, non me ne frega nulla. Rileggete Voltaire, TUTTI ! Anche i pedofili !
    • Anonimo scrive:
      Re: SIAMO TUTTI PEDOFILI. Punto!
      No.Ma io ho la certezza che non mi piacciono i bambini. Non ho neanche figli.Per quanto mi riguarda puoi aver studiato anche i principali dialetti pigmei... E' il contenuto, che ti manca... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: SIAMO TUTTI PEDOFILI. Punto!
        - Scritto da: Anonimo
        Vorrei inoltre ricordare a tutti che
        è altamente improbabile che i
        circuiti di sharing vengano imabvagliati, e
        che anche se ciò dovesse
        malauguratamente accadere, per la natura
        stessa della Rete, è impossibileecco preoccupiamoci di questo...la natura della rete sta cambiando...le recinzioni in inghilterra nel '600...la stessa cosa...ecco perchè un imbrigliamento del p2p impensabile fino a cinque anni fa oggi purtroppo non è un ipotesi da scartare...
        Napster, e non saranno certo quattro
        politicanti della nuova generazione, privi
        della classe che potevano avere i più
        beceri dei loro predecessori, a cambiare lobeh se i predecessori dovevano avere classe per essere beceri forse era perchè la società era diversa...se oggi non ce l'hanno e possono irridere addirittura quei politci di lungo corso immagina dove stiamo andando...io sono sulla tua stessa lugnhezza d'onda ma come hai scritto tu questo thread verrà malinterpretato di brutto e quindi non la vedo tanto bene :)
        • Anonimo scrive:
          Re: SIAMO TUTTI PEDOFILI. Punto!

          ecco preoccupiamoci di questo...
          la natura della rete sta cambiando...
          le recinzioni in inghilterra nel '600...
          la stessa cosa...
          ecco perchè un imbrigliamento del p2p
          impensabile fino a cinque anni fa oggi
          purtroppo non è un ipotesi da
          scartare...La Rete non è solo p2p. E lo sharing può avvenire in qualsiasi modo. Quello dei programmi p2p è solo attualmente il più sfruttato e comodo, ma da che esistono 2 computer collegati tra loro, [questa è la natura della rete] lo scambio sarà sempre possibile.Il rischio maggiore, oggi come oggi, è costringere i provider ad agire sui contenuti. Questo metterebbe in ginocchio qualsiasi scambio, ma sarebbe una grave limitazione della libertà di espressione. Un cambiamento in tal senso credo che significherebbe modificazioni della libertà non solo a livello Internet ma anche nel quotidiano.. quindi veramente uno scenario da regime, che mi auguro sia molto ma molto lontano dalla realtà.
    • Anonimo scrive:
      Re: SIAMO TUTTI PEDOFILI. Punto!

      Arginate il profluvio di queste
      notizie-idiozie-allarmismo, per favore.Ma guarda hai ragione, pero' qui sostanzialmente si misura l'evolversi di una congiura liberticida, e forse vale la pena non perdere l'occasione di testimoniare che, per fortuna, qualcuno ancora sa distingure e riconoscere la propaganda di bassa lega.
      • Anonimo scrive:
        Re: SIAMO TUTTI PEDOFILI. Punto!
        - Scritto da: Anonimo
        Ma guarda hai ragione, pero' qui
        sostanzialmente si misura l'evolversi di una
        congiura liberticida, e forse vale la pena
        non perdere l'occasione di testimoniare che,
        per fortuna, qualcuno ancora sa distingure e
        riconoscere la propaganda di bassa lega.Hai ragione. Di questo ne devo dare atto a PI e a tutti i partecipanti al forum. E' che di leggere queste notizie, talvolta, non sono più capace, in termini di sopportazione.Chiedo scusa per i toni, ma ho veramente sclerato.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: SIAMO TUTTI PEDOFILI. Punto!
      - Scritto da: Anonimo

      SI' E' VERO !!
      SIAMO TUTTI PEDOFILI SU INTERNET !!!

      MA ANCHE PEDERASTI !!! E NON SOLO !!!

      Ci sono anche NEGRI, BIANCHI, GIALLI, ROSSI,
      DISADATTATI, EBREI, NAZISTI, COMUNISTI,
      MUSULMANI, TALEBANI, TRAVESTITI, FETICISTI,
      COPROFAGI ed altra varia umanità!
      Ci sono anche i cannibali e quelli a cui *piace* essere uccisi e mangiati: http://www.cnn.com/2004/WORLD/europe/01/30/germany.cannibal/index.html:| :D
  • Anonimo scrive:
    Piena ragione.
    In effetti è vero. Non è possibile controllare il circolo su internet di questa merda.I nostri cari deputati/governatori/blablabla americani (democratici, liberali, bigotti) non ricordano, però, che la pedopornografia, anche senza l'ausilio del p2p, ha un mercato incontrollato da anni. Non vorranno mica farci credere che i 50enni single che partono per la Thailandia hanno intenzione di godersi il panorama? E sono solo io che ricordo di qualche pretucolo (americano, ma chi sa quanti ce ne sono...) che non molto tempo fa educava molto bene i propri "fedeli minorenni"? Non lo faceva grazie ad internet... Ma questo non ci interessa più, è passato di moda. Ora il male è il p2p. Mah...
    • Ekleptical scrive:
      Re: Piena ragione.

      Non vorranno mica farci credere che i 50enni
      single che partono per la Thailandia hanno
      intenzione di godersi il panorama?In Italia esiste una legge che ti sbatte in galera quando torni, anche se lo fai in Thailandia, se ti beccano!
      E sono
      solo io che ricordo di qualche pretucolo
      (americano, ma chi sa quanti ce ne sono...)
      che non molto tempo fa educava molto bene i
      propri "fedeli minorenni"?La Chiesa Cattolica in USA è al fallimento, per tutte le condanne e i casini giudiziari che deve subire!Mica la passano liscia!
      Ma questo non ci
      interessa più, è passato di
      moda.A me sembra che si stiano dando da fare, invece.
  • Anonimo scrive:
    Pedo-animal-scat porno in edicola
    A chi interessa materiale molto specifico non serve internet, basta andare in una delle tante edicole "compiacenti". Quelle edicole che di giorno sono aperte da un lato, di notte dall'altro. Gli edicolanti basta intortarseli un po', allungare un cinquantone magari... ed ecco servito su un piatto d'argento videocassette e giornaletti che più ci aggradano. Di ogni genere, per ogni perversione. Questo lo sanno anche i sassi, eppure le edicole sono sempre lì, nessuno effettua controlli per farle chiudere pur sapendo che di notte "arrotondano" vendendo anche materiale illecito.
    • Anonimo scrive:
      Che schifo...
      Questi, sì ,devono andare "al gabbio". Schifosi ...Che vergogna... Ma, figli, ne hanno anche loro?Ciao da Giorgio in Taranto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che schifo...
        Bravo. Questi sì, gli altri no. Ecco un altro figlio dell'inquisizione...
        • Anonimo scrive:
          Re: Che schifo...
          Cosa mai tu vuoi dire ? Fatti conoscere e non nasconderti dietro l'aninomato !!! Sono stufo ! Mio emai===
          k@katamail.com Io ho paura solamente del giudizio di Domennedio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che schifo...
            - Scritto da: Anonimo
            Io ho paura solamente del giudizio di
            Domennedio.Domennedio ? Per favore, usa il latino, non il volgare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che schifo...
            Alè.. questo è andato, chiamate la neuro..
      • Anonimo scrive:
        Re: Che schifo...
        - Scritto da: Arcidiavolo
        Questi, sì ,devono andare "al
        gabbio". Schifosi...Che vergogna...
        Ma, figli, ne hanno anche loro?Ovvio. Sennò le foto dove le andrebbero a pescare? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Pedo-animal-scat porno in edicola
      Sinceramente ho i miei dubbi che quel genere di materiale lo si possa trovare dall'edicolante. Probabilmente potrai trovare riviste che appagano ogni genere di perversione ma di sicuro non troverai quelle pedopornografiche. Non dico che non esistano ma, di sicuro, non le trovi dall'edicolante neppure di notte... spero che tu stessi facendo solo ironia. Franco
    • Anonimo scrive:
      Re: Pedo-animal-scat porno in edicola
      - Scritto da: Anonimo
      A chi interessa materiale molto specifico
      non serve internet, basta andare in una
      delle tante edicole "compiacenti". Quelle
      edicole che di giorno sono aperte da un
      lato, di notte dall'altro. Gli edicolanti
      basta intortarseli un po', allungare un
      cinquantone magari... ed ecco servito su un
      piatto d'argento videocassette e giornaletti
      che più ci aggradano. Di ogni genere,
      per ogni perversione. Questo lo sanno anche
      i sassi, eppure le edicole sono sempre
      lì, nessuno effettua controlli per
      farle chiudere pur sapendo che di notte
      "arrotondano" vendendo anche materiale
      illecito.premesso che il pedo è uno schifo e va vietato in ogni caso... per quanto riguarda scat e animal ... se uno è un pò perverso sono anche fatti suoi !
    • Anonimo scrive:
      Re: Pedo-animal-scat porno in edicola
      Hai lanciato un'accusa grave nei confronti della categoria degli edicolanti. Hai le prove? (troll)
Chiudi i commenti