Download/ Solo per i tuoi occhi

Scritte animate, spirali, testi Flash, Ascii art. Orpelli digitali, perchè anche l'occhio vuole la sua grossa parte, ed ha sempre fame












a cura di Luca Schiavoni

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    poi dicono che non è vero
    http://www.linux.it/GNU/
    • Anonimo scrive:
      Re: poi dicono che non è vero
      - Scritto da: Anonimo
      www.linux.it/GNU /sai che sei un po' fissato!cos'é pentito di aver votato il nano come presidente?
    • Anonimo scrive:
      Re: poi dicono che non è vero
      - Scritto da: Anonimo
      www.linux.it/GNU /Cosa non dovrebbe essere vero ?Che non esistono gli idioti ? Esistono esistono..... E quello che da una settimana a questa parte cerca disperatamente di dimostrare un collegamento fra informatica e politica (senza virgolette, a differenza del link che posti...) ne è un autorevole rappresentante...
  • Anonimo scrive:
    Utonti Windows a Nanna!
  • Anonimo scrive:
    ci sono ben altri problemi
  • Anonimo scrive:
    Torvalds
    senza di lui linux non sarebbe mai nato.Torvalds ha un approccio al software libero assai più pragmatico rispetto a quello del guru e fondatore del movimento Free Software, Richard Stallman,Torvalds si definisce "solo un ingegnere che vuole realizzare il miglior sistema operativo possibile": un obiettivo che, dice Torvalds, ha poco a che fare con gli ideali.http://punto-informatico.it/p.asp?i=43896basta co sta storia del comunismo(linux)
  • Anonimo scrive:
    Curioso ...
    Curiosa questa cosa del codice ....Mi sembra tutto molto aleatorio, sinceramente penso che tutta l'informatica moderna sia nata da evoluzioni di ciò che già esiste, si prende e si modifica, si fanno i "branch" e si trova qualcosa di nuovo.Cosa pensate che lo zio Billy abbia veramente inventato le RPC ? E il browser ?Il file system di win non nasce da DOS che è una scopiazzatura del PCM che deriva dalla logica di lavoro ad albero rovesciato di Unix ? Veramente siete convienti che tutti quelli che hanno scritto librerie per leggere le jpeg abbiano iniziato a scrivere il programma a partire da un libro e una pagina vuota senza nemmeno dare una sbirciatina a codice esistente, magari fornito in open source proprio dalle foudations e ad ispirarsi a questo ?Veramente siete convinti che nei vostri codec, non ci sia codice dell'MPEG group ?Poi c'è il discorso più complesso dei diritti intellettuali , quante volte sono state violate. Quale è il limite per il plagio ?Volete abolire l'opensource, perchè non ritenenete morlmente accettabile l'idea di un gruppo di persone che collaborano e condividono le proprie esperienze senza scopo di lucro ?Chi se ne frega ! Il problema è vostro e per essere coerenti , incominciate col cancellare tutto quello che avete sul PC e che ha l'aria di essere stato copiato da qualcosa d'altro, anzi buttate subito il PC perchè l'interfaccia a finestre a sua volta è una copia di quella di Apple.Saluti !
    • Anonimo scrive:
      Re: Curioso ...1+1=2
      100% daccordo!!!Mentre i suoi amici sviluppavano il codice...Bill annotava... e registrava il copyright!Ho un'idea! nessuno ha mai brevettato 1+1=2 che ne dici? Mi ci faccio un bel marchio registrato?!
      • Anonimo scrive:
        Re: Curioso ...1+1=2
        - Scritto da: Anonimo

        Ho un'idea! nessuno ha mai brevettato 1+1=2
        che ne dici? Mi ci faccio un bel marchio
        registrato?!
        ...annuncio al mondo di avere brevettato a loro insaputa l'intero patrimonio genetico di Bill e Darl (come, chi sono?). Li invito quindi a voler immediatamente cessare e desistere dal violare i miei diritti legali su di loro e sugli eventuali prodotti derivati realizzati a partire dal loro codice genetico, inclusi, ma non limitatatamente a, figli, nipoti, e discendenza tutta di ogni ordine e grado a fare data da oggi, giorno di registrazione dei brevetti. US PATENT #123456 "Brevetto sull'intero patrimonio genetico di Bill *****" e US PATENT #9876543 "Brevetto sull'intero patrimonio genetico di Darl *******" (ometto i cognomi nel rispetto delle norme sulla privacy). I due indvidui possono contattare lo scrivente per accordarsi sull'ammontare della licenza d'uso del DNA, che allo stato stanno illegalmente incorporando nelle loro cellule.Paradossale? Vedrete che è così che andremo a finire...
    • Anonimo scrive:
      Re: Curioso ...
      - Scritto da: Anonimo
      anzi buttate subito il PC
      perchè l'interfaccia a finestre a sua
      volta è una copia di quella di Apple......che l'ha copiata da Xerox
      • Anonimo scrive:
        Re: Curioso ...
        Veramente Xerox l'aveva proposta a Bill... Ma lui Rispose sdegnosamente.. "Noi Lavoriamo! Non giochiamo!". Erano gli anni in cui un PC faceva appena "beep" mentre tutti gli altri avevano grafica e suoni......Poi Xerox mostro' il suo "programma" a Steve Jobs (Apple) e lui disse "Bello! la integro nel sistema operativo!". Cosi' nacque "Lisa" la madre di tutti i MAC. Bill... Continuava a "lavorare"....Certo che "lavorava"... con quella ciofeka Intel detta 8088 parente dello Z8000 (8000 transistori per capirci!). Il MAC usava il Motorola 68000 (68000 transistori). E Bill deve aver unto le ruote giuste per scalzare tutti i concorrenti!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Curioso ...
          - Scritto da: Anonimo
          Veramente Xerox l'aveva proposta a Bill...[...]
          Poi Xerox mostro' il suo "programma" a Steve
          Jobs (apple)[...]La verita' e' che Jobs l'ha copiato prima di Gates...
          • Anonimo scrive:
            Re: Curioso ...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Veramente Xerox l'aveva proposta a
            Bill...
            [...]

            Poi Xerox mostro' il suo "programma" a
            Steve

            Jobs (apple)
            [...]

            La verita' e' che Jobs l'ha copiato prima di
            Gates...veramente non é così...eppure ti é stata spiegata bene com'é stata.Qual'é il problema??? esistono i Mac / Linux e Win ...dovrebbe bastarti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Curioso ...
            Spero che tu abbia letto bene la differenza dei processori impiegati..... Se tu ci capissi qualcosina in piu' dovresti sapere quanto costa in termini di programmazione il "porting" tra sisemi totalmente diversi!!! Pensa solo al BUS... IDE per intel e SCSI per MAC. A quei tempi i programmi li scrivevi in Assembly.... gia' 3 kappa erano un'impresa sovrumana... Mica come adesso dove 4 Kappa li occupa un cluster!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Curioso ...

            La verita' e' che Jobs l'ha copiato prima di
            Gates...hi hi, il solito provocatore .... e da dove l'avrebbe copiata sentiamo, visto che il primo computer è stato il Lysa e sul mercato non c'era nulla di simile ?
          • Anonimo scrive:
            Re: MacTroll Avanti!!!
            Lasciate che i MacTroll vengano a me (troll)(troll)(troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: MacTroll Avanti!!!
            - Scritto da: Anonimo
            Lasciate che i MacTroll vengano a me
            (troll)(troll)(troll)i MacUser da un utonto uindos?sogna!
      • Anonimo scrive:
        Re: Curioso ...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        anzi buttate subito il PC

        perchè l'interfaccia a finestre
        a sua

        volta è una copia di quella di
        Apple...

        ...che l'ha copiata da XeroxRispondo qui anche ai post successivi.La Xerox ha ceduto i programmi di interfaccia grafica a Jobs e non li ha registrati perche' all'epoca era impegnata nella guerra commerciale sul fronte delle fotocopiatrici e doveva difendersi dall'attacco delle nascenti case giapponesi.All'epoca il personal computer non esisteva cosi' come lo conosciamo oggi e tantomento si pensava ad un suo utilizzo come strumento di elaborazione personale e negli uffici.Era un giocattolo ed infatti si diceva che stavi giocando con il coputer.Al punto che sulle riviste venivano pubblicati interi listati di programmi che stavano su 2 o 3 pagine e l'uso di questo strumento era riservato a pochi, visti i costi di acquisizione.Il primo 386 - e parliamo di svariati anni dopo - fu costruito dalla Compaq e costava oltre 20 milioni di liere (ho detto 20.000.000) e nella recensione su McLink l'autore si chiedeva a chi potesse servire una simile potenza di calcolo se non ad aziende specializzate.Il Mac era un giocattolo grafico per ancora meno utenti, visti i prezzi, ed era considerato uno strumento per deficienti congeniti da chi usava un PC compatibile rigorosamente a riga di comando.Quindi Apple non ha copiato nulla, l'ha semplicemente comprato e Jobs - nella sua lungimiranza tecnica, veramente fuori sal comune - a mio avviso a commesso un solo, imperdonabile, errore: non ha effettuato il porting del suo sistema operativo su PC compatibili IBM.Lo avesse fatto subito avrebbe distrutto sul nascere Microsoft la quale non aveva la minima competenza tecnica in merito al punto che il primo sistema vagamente decente Win 3.11 e' arrivato dopo anni di sviluppo e svariati rovesci dal punto di vista commerciale.Jobs ha pensato a costruire un sistema proprietario alternativo a quello di M$ ed ha lasciato il campo libero alle prime sperimentazioni grafiche su PC, dopo e' stato troppo tardi.Grunch
        • Anonimo scrive:
          Re: Curioso ...
          Certo! Oggi a scuola sarebbe bene che assieme all'informatica insegnassero anche la "storia dell'informatica"!Concordo con la tua analisi sul giudizio di "giocattolo" che all'epoca affibbiavano ai personal. Se ben ricordo il Lysa non te lo portavi a casa con meno di 7 Megalirette....Il C64 1,2 Megalire!!! Comunque allora era tutto un gran fermento sulle GUI ... Ricordi Tramiel? il suo TOS? Il "traditore" del mitico AMIGA passato alla ATARI. Purtroppo Apple credo abbia solo peccato di orgoglio!!! E comunque nessuno ha mai voluto considerare il TCO (Total Cost of Ownership). Per un mac era "naturale" Avere il display a scala di grigi,lavorare in RETE, tstiera e mouse usavano gia' l'antenata dell'USB la ADB...e le periferiche tutte SCSI 5 o 6 volte piu' veloci delle IDE... poi io mai dovuto "aprire" un MAC!!!! Andava e basta! Ah dimenticavo aveva gia' l'accensione e lo spegnimento...soft. Billy ha solo giocato sulla diffusione (poco da tanti) e non sulla qualita'(tanto da pochi), in fin dei conti e' un conterraneo del buon veccho Ford.
          • Anonimo scrive:
            Re: Curioso ...
            - Scritto da: Anonimo
            Certo! Oggi a scuola sarebbe bene che
            assieme all'informatica insegnassero anche
            la "storia dell'informatica"!
            Concordo con la tua analisi sul giudizio di
            "giocattolo" che all'epoca affibbiavano ai
            personal. Se ben ricordo il Lysa non te lo
            portavi a casa con meno di 7
            Megalirette....Il C64 1,2 Megalire!!!
            Comunque allora era tutto un gran fermento
            sulle GUI ... Ricordi Tramiel? il suo TOS?
            Il "traditore" del mitico AMIGA passato alla
            ATARI. Purtroppo Apple credo abbia solo
            peccato di orgoglio!!! E comunque nessuno ha
            mai voluto considerare il TCO (Total Cost of
            Ownership). Per un mac era "naturale" Avere
            il display a scala di grigi,lavorare in
            RETE, tstiera e mouse usavano gia'
            l'antenata dell'USB la ADB...e le
            periferiche tutte SCSI 5 o 6 volte piu'
            veloci delle IDE... poi io mai dovuto
            "aprire" un MAC!!!! Andava e basta! Ah
            dimenticavo aveva gia' l'accensione e lo
            spegnimento...soft.
            Billy ha solo giocato sulla diffusione (poco
            da tanti) e non sulla qualita'(tanto da
            pochi), in fin dei conti e' un conterraneo
            del buon veccho Ford.Ciao solo una piccola nota:il mac in questione si chiama "Lisa" (come la figlia di Jobs) e non "Lysa".http://www.apple-history.com/frames/body.php?page=gallery&model=lisaCiao!
          • Anonimo scrive:
            Re: Curioso ...
            Gia'..... alle 15,23 avevo postato:...... Poi Xerox mostro' il suo "programma" a Steve Jobs e lui disse "Bello! la integro nel sistema operativo!". Cosi' nacque "Lisa" la madre di tutti i MAC. ....Poi mi hanno corretto.... Comunque grazie per la tua precisazione sono felice di non essere preda dell'Alzhaimer.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Curioso ...

          Il primo 386 - e parliamo di svariati anni
          dopo - fu costruito dalla Compaq e costava
          oltre 20 milioni di liere (ho detto
          20.000.000) e nella recensione su McLink
          l'autore si chiedeva a chi potesse servire
          una simile potenza di calcolo se non ad
          aziende specializzate.

          Il Mac era un giocattolo grafico per ancora
          meno utenti, visti i prezzi, ed era
          considerato uno strumento per deficienti
          congeniti da chi usava un PC compatibile
          rigorosamente a riga di comando.E nel frattempo Commodore creava il computer più rivoluzionario della storia, dotato di una potenza talmente incredibile che non è stato capito dalle masse e lo ha lasciato morire quando poteva dominare facendo le scatole a Bill e Steve. Il più grande peccato della storia dell'informatica.TAD Che ha sempre il suo bel 1200 pompatissimo accanto al cassone x86
  • Anonimo scrive:
    W SCO
  • Anonimo scrive:
    quale codice
    quale codice è stato incriminato?kernel o librerie?
    • Anonimo scrive:
      Re: quale codice
      - Scritto da: Anonimo
      quale codice è stato incriminato?

      kernel o librerie?Il codice di avviamento postale
  • Anonimo scrive:
    debian?
    fa http://www.debian.org/"Debian è un sistema operativo (OS) libero (free) per il tu ^^^^^^^^^^^^^^^^^computer. Un sistema operativo è l'insieme dei programmi di base ed utilità che fanno funzionare il tuo computer."ma stiamo scherzando ?ma stiamo scherzando ?ma stiamo scherzando ?perchè lo spacciano per sistema operativo quando è semplicemente una distro'?bha, io mi tengo slackware(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: debian?
      Ma che slackware... usa Windows punta e clicca!!! Tanto bill ci fa le patch, su linux non ci vanno nemmeno i worm, a che serve? (win)
    • Anonimo scrive:
      Re: debian?
      va beh, se stiamo lì a dire tutto ...ironia della sorte, quelli di debian vorrebbero che io chiamassi la mia distro mandrake gnu/linux...- Scritto da: Anonimo
      fa www.debian.org /

      "Debian è un sistema operativo (OS)
      libero (free) per il tu
      &nb
      computer. Un sistema operativo è
      l'insieme dei programmi di
      base ed utilità che fanno funzionare
      il tuo computer."

      ma stiamo scherzando ?
      ma stiamo scherzando ?
      ma stiamo scherzando ?

      perchè lo spacciano per sistema
      operativo quando è semplicemente una
      distro'?

      bha, io mi tengo slackware
      (linux)
    • Alessandrox scrive:
      Re: debian?
      - Scritto da: Anonimo
      fa www.debian.org /

      "Debian è un sistema operativo (OS)
      libero (free) per il tu
      &nb
      computer. Un sistema operativo è
      l'insieme dei programmi di
      base ed utilità che fanno funzionare
      il tuo computer."

      ma stiamo scherzando ?
      ma stiamo scherzando ?
      ma stiamo scherzando ?

      perchè lo spacciano per sistema
      operativo quando è semplicemente una
      distro'?"Debian systems currently use the Linux kernel. Linux is a completely free piece of software started by Linus Torvalds and supported by thousands of programmers worldwide.However, work is in progress to provide Debian for other kernels, primarily for the Hurd. The Hurd is a collection of servers that run on top of a microkernel (such as Mach) to implement different features. The Hurd is free software produced by the GNU project.A large part of the basic tools that fill out the operating system come from the GNU project; hence the names: GNU/Linux and GNU/Hurd. These tools are also free. "Debian e' un progetto, non sono necessariamente legati al kernel Linux ma prevedono di usarne anche altri quindi non e' una semplice distro linux, difatti ci sono versioni di Debian che fanno uso di altri Kernel, Hurd primariamente anche se sono ancora sperimentali. Ergo la loro definizione e' giusta perche' ne rispecchia gli intenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: debian?
  • Anonimo scrive:
    ma le QT
    sono di TrollTechcioè tecnologie dei Troll:D
    • Anonimo scrive:
      Re: ma le QT
      - Scritto da: Anonimo
      sono di TrollTech
      cioè tecnologie dei Troll:DBeh d'altro canto Microsoffice e Finestre non mi sembra che siano nomi per i quali c'e' voluta grande ispirazione poetica.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma le QT
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        sono di TrollTech

        cioè tecnologie dei Troll:D

        Beh d'altro canto Microsoffice e Finestre
        non mi sembra che siano nomi per i quali
        c'e' voluta grande ispirazione poetica.Ah ci aggiungo anche Guardafuori espresso, Esploratore Internet, Pagina Frontale.Solo FIAT coi nomi delle sue automobili riesce a fare peggio...
  • Anonimo scrive:
    nota informativa
    Open != gratisalmeno per quanto riguarda la GPL
    • Anonimo scrive:
      Re: nota informativa
      - Scritto da: Anonimo
      Open != gratis

      almeno per quanto riguarda la GPLSe tu pubblichi software sotto GPL nessuno è tenuto a pagarti un fico secco.Se ti chiedono il codice sorgente tu glielo devi dare senza guadagnarci una lira, puoi solo chiedere i soldi per le spese di spedizione e per il supporto se devi spedirlo per posta ordinaria.Loro poi prendono il codice e lo compilano:b) Il Programma sia accompagnato da un'offerta scritta, valida per almeno tre anni, di fornire a chiunque ne faccia richiesta una copia completa del codice sorgente, in una forma leggibile da calcolatore, in cambio di un compenso non superiore al costo del trasferimento fisico di tale copia, che deve essere fornita secondo le regole dei precedenti commi 1 e 2 su di un mezzo comunemente usato per lo scambio di programmi.
      • Anonimo scrive:
        Re: nota informativa
        Ma tu la licenza GPL l'hai letta?http://www.gnu.org/copyleft/gpl.html"The licenses for most software are designed to take away your freedom to share and change it. By contrast, the GNU General Public License is intended to guarantee your freedom to share and change free software--to make sure the software is free for all its users. This General Public License applies to most of the Free Software Foundation's software and to any other program whose authors commit to using it. (Some other Free Software Foundation software is covered by the GNU Library General Public License instead.) You can apply it to your programs, too. ""When we speak of free software, we are referring to ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^freedom, not price. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^ ^^^^^^^^ "Our General Public Licenses are designed to make sure that you have the freedom to distribute copies of free software (and charge for this service if you wish), that you receive source code or can get it if you want it, that you can change the software or use pieces of it in new free programs; and that you know you can do these things. To protect your rights, we need to make restrictions that forbid anyone to deny you these rights or to ask you to surrender the rights. These restrictions translate to certain responsibilities for you if you distribute copies of the software, or if you modify it. For example, if you distribute copies of such a program, whether gratis or for a fee, you must give the recipients all the ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^rights that you have. You must make sure that they, too, receive or can get the source code. And you must show them these terms so they know their rights. We protect your rights with two steps: (1) copyright the software, and (2) offer you this license which gives you legal permission to copy, distribute and/or modify the software. Also, for each author's protection and ours, we want to make certain that everyone understands that there is no warranty for this free software. If the software is modified by someone else and passed on, we want its recipients to know that what they have is not the original, so that any problems introduced by others will not reflect on the original authors' reputations. Finally, any free program is threatened constantly by software patents. We wish to avoid the danger that redistributors of a free program will individually obtain patent licenses, in effect making the program proprietary. To prevent this, we have made it clear that any patent must be licensed for everyone's free use or not licensed at all. The precise terms and conditions for copying, distribution and modification follow."ad ogni modo è più corretto direOpen Source != necessariamente GratuitoFree software == Software libero
      • Anonimo scrive:
        Re: nota informativa

        Se tu pubblichi software sotto GPL nessuno
        è tenuto a pagarti un fico secco.Se tu non mi paghi io non sono tenuto a darti nulla, tantomeno un software sotto GPL. Tu compramelo, pagami, ed allora hai la tua bella licenza che ti dà i tuoi bravi diritti, fra cui anche quello di ricompilartelo e di redistribuirlo se ti va. Ma finché non mi paghi, il software non lo puoi neanche annusare se io non voglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: nota informativa
          - Scritto da: Anonimo
          Se tu non mi paghi io non sono tenuto a
          darti nulla, tantomeno un software sotto
          GPL. Tu compramelo, pagami, ed allora hai la
          tua bella licenza che ti dà i tuoi
          bravi diritti, fra cui anche quello di
          ricompilartelo e di redistribuirlo se ti va.
          Ma finché non mi paghi, il software
          non lo puoi neanche annusare se io non
          voglio.Se tu lo pubblichi sei costretto per i termini della licenza GPL a darmi il software e chiedermi solo i soldi del supporto e le spese di spedizione, quindi senza guardagnarci una lira.Certo se non lo pubblichi ed è software commissionato su misura per me per uso interno me lo puoi vendere anche tramite GPL... Però alla fine del software GPL che vediamo io e te che senso ha che sia GPL? La forza della GPL è la condivisione del codice con tutti i programmatori sparsi per il mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo

            La forza della GPL è la
            condivisione del codice con tutti i
            programmatori sparsi per il mondo.ma chi sta dicendo il contrario!il post originale ha detto solo cheGPL non significa necessariamente GratisGPL significa obbligatoriamente Open Sourcehttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=555146
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo
            ma chi sta dicendo il contrario!
            il post originale ha detto solo che
            GPL non significa necessariamente Gratis
            GPL significa obbligatoriamente Open Source

            punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=555146E ti rigiro la domanda: chi dice il contrario?Qualcuno ha detto che non sia Open Source la GPL?In realtà il post originale ha detto che dire Open Source è diverso dal dire gratis... ma dipende dalla licenza Open Source che usi, la GPL certo deve molto del suo successo ANCHE al fatto che non richieda l'autorizzazione dell'autore per la duplicazione del suo software che tradotto significa zero euro per le licenze = GRATIS. Poi che nella licenza vogliano sottolineare che loro sono FREE AS SPEECH e non Free As beer è una scelta loro, ma di fatto le molte possibilità di ottenere il software gratis e legalmente grazie ai termini della licenza GPL non è meno importante nè si può negare totalmente neanche fosse un insulto.
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo


            In realtà il post originale ha detto
            che dire Open Source è diverso dal
            dire gratis... ma dipende dalla licenza Open
            Source che usi, la GPL certo deve molto del
            suo successo ANCHE al fatto che non richieda
            l'autorizzazione dell'autore per la
            duplicazione del suo software che tradotto
            significa zero euro per le licenze = GRATIS.
            Poi che nella licenza vogliano sottolineare
            che loro sono FREE AS SPEECH e non Free As
            beer è una scelta loro, ma di fatto
            le molte possibilità di ottenere il
            software gratis e legalmente grazie ai
            termini della licenza GPL non è meno
            importante nè si può negare
            totalmente neanche fosse un insulto.perchè allora non fare una licenza che unisca entrambi gli aspetti Open e Gratis?
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa

            perchè allora non fare una licenza
            che unisca entrambi gli aspetti Open e
            Gratis?In che senso? La GPL è la licenza che permette la massima libertà: se io ho il codice, posso dartelo gratis o posso farmi pagare, a seconda di come mi gira. Quello che non posso fare è darti solamente i binari e negarti l'accesso ai sorgenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa

            In realtà il post originale ha detto
            che dire Open Source è diverso dal
            dire gratis... ma dipende dalla licenza Open
            Source che usi, la GPL certo deve molto del
            suo successo ANCHE al fatto che non richieda
            l'autorizzazione dell'autore per la
            duplicazione del suo software che tradotto
            significa zero euro per le licenze = GRATIS.Hai un concetto di "gratis" molto particolare, ma di solito sono i detrattori di Linux quelli che fanno notare come il costo della licenza sia solamente un 5-6% del costo totale di utilizzo di un software.
            Poi che nella licenza vogliano sottolineare
            che loro sono FREE AS SPEECH e non Free As
            beer è una scelta loro, ma di fatto
            le molte possibilità di ottenere il
            software gratis e legalmente grazie ai
            termini della licenza GPL non è meno
            importante nè si può negare
            totalmente neanche fosse un insulto.Ponendo l'accento sul "gratis" ti concentri su un dettaglio secondario della licenza GPL, anzi su una conseguenza della GPL e non su uno dei suoi punti fondamentali.
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo
            Hai un concetto di "gratis" molto
            particolare, ma di solito sono i detrattori
            di Linux quelli che fanno notare come il
            costo della licenza sia solamente un 5-6%
            del costo totale di utilizzo di un software.E in cosa sarei detrattore? A me il gratis piace... Se però dovessi vendere il software mi piacerebbe meno, perché la consulenza il supporto ecc... è un mercato di nicchia
            Ponendo l'accento sul "gratis" ti concentri
            su un dettaglio secondario della licenza
            GPL, anzi su una conseguenza della GPL e non
            su uno dei suoi punti fondamentali.E' un dettaglio mica da poco, mi sembra che siano gli altri che vogliano evidenziare una cosa e non approfondire gli altri aspetti
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa

            E in cosa sarei detrattore? A me il gratis
            piace... Se però dovessi vendere il
            software mi piacerebbe meno, perché
            la consulenza il supporto ecc... è un
            mercato di nicchiaAncora ti una volta impunti sul gratis: GPL non significa gratis.E sul supporto sbagli: è un mercato tutt'altro che di nicchia, ed è in forte espansione.
            E' un dettaglio mica da poco, mi sembra che
            siano gli altri che vogliano evidenziare una
            cosa e non approfondire gli altri aspettiNon ho capito: cosa significa?
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa

            Se tu lo pubblichi sei costretto per i
            termini della licenza GPL a darmi il
            software e chiedermi solo i soldi del
            supporto e le spese di spedizione, quindi
            senza guardagnarci una lira.Allora: io scrivo il software. Tu ne hai bisogno, e quindi me lo chiedi. Io te lo do, ma in cambio del software ti faccio pagare.Si chiama capitalismo.Ora però introduciamo una difficoltà: oltre ai binari compilati, ti do anche i sorgenti. Si chiama GPL, e *non* mi costringe a darti il software, ma al massimo a darti i sorgenti *se già hai il software*.Risultato finale: tu hai il software ed i codici sorgenti, io ho i soldi, tutti siamo più felici.Cos'è che non riesci a capire in questa spiegazione?
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo
            Allora: io scrivo il software. Tu ne hai
            bisogno, e quindi me lo chiedi. Io te lo do,
            ma in cambio del software ti faccio pagare.
            Si chiama capitalismo.di nuovo con la storia che la GPL è comunismo ...
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Allora: io scrivo il software. Tu ne hai

            bisogno, e quindi me lo chiedi. Io te
            lo do,

            ma in cambio del software ti faccio
            pagare.

            Si chiama capitalismo.

            di nuovo con la storia che la GPL è
            comunismo ...No, la storia è una nuova: GPL è capitalismo.
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Allora: io scrivo il software. Tu ne hai

            bisogno, e quindi me lo chiedi. Io te
            lo do,

            ma in cambio del software ti faccio
            pagare.

            Si chiama capitalismo.

            di nuovo con la storia che la GPL è
            comunismo ...a rigor di logica lo è! :Dmetti in comunità i sorgenti dei tuoi programmi e rendi partecipe tutta la comunità del tuo lavoro, la comunità può rigirarti come un calzino il tuo lavoro e rimandartelo migliorato (o peggiorato) se questo non è comunismo cosa diavolo è?oppure non sappiamo più neppure parlare italiano?direttamente dal Devoto-Oli:Comunismo: dottrina politica, economica e sociale fondata sulla proprietà non individuale (mi pare di leggerci qualcosa in questa definizione) ma comune (anche in questa) dei beni sesitenti e dei mezzi di produzione!guarda caso spiega benissimo ciò che l'Open Source fa!io produco un software, lo pubblico sotto licenza GPL e chiunque può aprirlo come una cozza, smontarlo, rimontarlo e riprogrammarlo sempre che poi rimetta tutto il suo lavoro alla comunità che ne farà la "scempio" nel medesimo modo e lo rimetterà in circolo!meglio di così!ciaoigorps: non puoi battere un sistema così configurato perché milioni di persone che mettono il naso in un codice e se ne intendono trovano problemi e soluzioni molto più facilmente che 1000 programmatori chiusi nei loro stanzini!
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa
            - Scritto da: Anonimo
            Cos'è che non riesci a capire in
            questa spiegazione?Forse sei tu che non riesci a capire, una volta che pubblichi del software... Cioè vendi direttamente CD con il tuo programma, o lo alleghi a una rivista, o vendi un Decoder con sopra del software GPL.... ecc... Anche se io non ho comprato il tuo CD, o non ho comprato la rivista con il tuo programma allegato alla rivista, e non ho comprato il tuo decoder posso dirti:dammi i sorgenti al costo del supporto e delle spese di spedizioneTu sei costretto a darmeliio me li compilo e li distribuisco gratis al mondo interoCapisci? Io non compro nulla da te ma tu sei costretto a darmi i sorgenti. Darmi i sorgenti è come darmi il programma gratis
          • Anonimo scrive:
            Re: nota informativa

            Anche se io non ho comprato
            il tuo CD, o non ho comprato la rivista con
            il tuo programma allegato alla rivista, e
            non ho comprato il tuo decoder posso dirti:

            dammi i sorgenti al costo del supporto e
            delle spese di spedizione

            Tu sei costretto a darmeliAd obbligarmi a darti i sorgenti può essere solo la licenza GPL, ma se tu non hai già il programma la licenza non si applica.
            Capisci? Io non compro nulla da te ma tu sei
            costretto a darmi i sorgenti. Darmi i
            sorgenti è come darmi il programma
            gratisSolo che per avere il *diritto* ad avere i sorgenti devi già avere il programma: se non l'hai non hai neanche nessun diritto.
  • Anonimo scrive:
    Linus Torvalds
  • Anonimo scrive:
    il debito di SCO
    Ora sappiamo che Microsoft ha passato almeno 86 milioni di dollari a SCO.Inoltre è noto che, secondo la stessa SCO, le loro riserve di denaro ammontano a 68.5 milioni di dollari.E' ormai chiaro che se non fosse per Microsoft, SCO sarebbe ormai sotto di 15 milioni di dollari.Ma un debito non può essere evitato: ora SCO ha un debito nei confronti di Microsoft.Cosa ha chiesto Microsoft in cambio ?
    • Anonimo scrive:
      Re: il debito di SCO
      - Scritto da: Anonimo
      Ora sappiamo che Microsoft ha passato almeno
      86 milioni di dollari a SCO.ma quando mai?fatti non pugnette!!
      • Anonimo scrive:
        Re: il debito di SCO
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ora sappiamo che Microsoft ha passato
        almeno

        86 milioni di dollari a SCO.

        ma quando mai?http://opensource.org/weblog/2004/03/04#halloweenxupdatese ti dai da fare un po', con l'attività da negazionista che ti sei scelto, sta' sicuro che Microsoft ne da' qualcosina anche a te
        • Anonimo scrive:
          Re: il debito di SCO
          - Scritto da: Anonimo


          opensource.org/weblog/2004/03/04#halloweenxup

          se ti dai da fare un po', con
          l'attività da negazionista che ti sei
          scelto, sta' sicuro che Microsoft ne da'
          qualcosina anche a tequeste non sono prove!!! sevono prove giudiziali!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo
            queste non sono prove!!! sevono prove
            giudiziali!!!!ti hanno distrutto un mito?dai tranquillo M$ non é colpevole, é la migliore società del mondo e, produce software e OS favolosi e senza bug.
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            queste non sono prove!!! sevono prove

            giudiziali!!!!

            ti hanno distrutto un mito?
            dai tranquillo M$ non é colpevole,
            é la migliore società del
            mondo e, produce software e OS favolosi e
            senza bug.:-DDtra l'altro Microsoft non è nuova a manovre di questo tipo.il lupo perde il pelo....
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            queste non sono prove!!! sevono prove


            giudiziali!!!!

            appunto, in tribunale lo dventano. Dai che stavolta qualcuno è stato preso ben bene con il ditino nella marmellata.:-) :-)(linux) (apple) (commodore) (qnx) (open/free/netBSD) (aggiungete qui a piacere)
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo


            appunto, in tribunale lo dventano. Dai che
            stavolta qualcuno è stato preso ben
            bene con il ditino nella marmellata.

            :) :)

            (linux) (apple) (commodore) (qnx) (open/free/netBSD) ^^^^vorrai dire OpenQNX perchè QNX costa una paccata (a meno che ...):D
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo

            vorrai dire OpenQNX perchè QNX costa
            una paccata (a meno che ...):DConfermo. Cmq devo dire di aver tempo fa scaricato una demo del qnx commerciale. Sembrava carino... :-) Pero a parte quello, qnx non lo conosco. Io sono solo un utente finale linux. Non ho un mare di PC per installarci tutti i possibili so. Peccato. Il (qnx) lo avevo messo per gentilezza varso gli utentidi quel sistema operativo. Mi accorgo anche di aver tralasciato BeOS (e presto OBOS la versione open probabilmente non si chiamerà BeOS per questioni di marchio registrato).
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo

            Il (qnx) lo avevo messo per gentilezza varso
            gli utentidi quel sistema operativo. Mi
            accorgo anche di aver tralasciato BeOS (e
            presto OBOS la versione open probabilmente
            non si chiamerà BeOS per questioni di
            marchio registrato).ma se BeOS è fallita che senso ha mantenerne il marchio?
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo

            ma se BeOS è fallita che senso ha
            mantenerne il marchio?Credo che BeOS appartenga a Palm, o almeno qui dicono cosìhttp://www.befaqs.com/news/readstory.php?story=190Qui su Zdnet India addirittura sembra vendano ancora la versione Prohttp://www.zdnetindia.com/reviews/software/os/stories/9971.htmlmi sembra a 3150 rupie (ca. 56.50 ?, un centinaio di migliaia di vecchie lire).
          • Anonimo scrive:
            Re: il debito di SCO
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo






            opensource.org/weblog/2004/03/04#halloweenxup



            se ti dai da fare un po', con

            l'attività da negazionista che
            ti sei

            scelto, sta' sicuro che Microsoft ne da'

            qualcosina anche a te

            queste non sono prove!!! sevono prove
            giudiziali!!!!vallo a dire anche a SCO quando ti chiede i soldi delle sue licenze di linux...tristemente_famoso
  • Alessandrox scrive:
    Beh allora... Antitesi
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=553310Perche' non ho voglia di ripetermi.
    Chi ha coraggio di dire che l'open source
    non è comunismo, non ha capito nulla.Chi dice che Condivisione=Comunismo l' unica cosa che l' unico neurone funzionanante nel cervello gli permette di capire di questi 2 termini e' che entrambi cominciano con "Co". Per il resto Vuoto spinto nella testa.Comunque secondo me Linux non e' ne' comunista ne' capitalista.E' Radicale. :-))))
  • Anonimo scrive:
    record
  • Anonimo scrive:
    GPL e comunismo
    Ma comunista non è negativo tout court, il comunismo vuol dire comunità, condivisione delle risorse e linux è questo.La GPL difende la proprietà intellettuale, ma questa non veniva messa in discussione da Marx, il comunismo non ha mai voluto togliere ad esempio agli scrittori crediti nei loro testi. Il comunismo aboliva la proprietà privata (intesa come proprietà economica) e la GPL abolisce questa proprietà, se tu fornisci software sotto GPL rimani il proprietario intellettuale dell'opera ma non hai più alcun POTERE ECONOMICO verso terzi. Una persona può comprare la mandrake per supportarla ma niente gli impedisce di scaricarla gratis masterizzarla e regalarla al mondo intero.Il comunismo è stato considerato un'utopia perché un mondo dove tutti nascono uguali e hanno le stesse possibilità si scontra con il problema della limitatezza delle risorse materiali. Ma col software puoi distribuire lo stesso prodotto a tutti grazie ad internet e alla possibilità di duplicare il software ad un costo irrisorio. Quindi il parallelo Comunismo non è tanto campato in aria nè deve essere visto come una cosa negativa.
    • Anonimo scrive:
      Re: GPL e comunismo
      noi preferiamo chiamarla libertà.che col comunismo c'entra davvero molto poco. anche con quello teorico.- Scritto da: Anonimo
      Ma comunista non è negativo tout
      court, il comunismo vuol dire
      comunità, condivisione delle risorse
      e linux è questo.
      La GPL difende la proprietà
      intellettuale, ma questa non veniva messa in
      discussione da Marx, il comunismo non ha mai
      voluto togliere ad esempio agli scrittori
      crediti nei loro testi.
      Il comunismo aboliva la proprietà
      privata (intesa come proprietà
      economica) e la GPL abolisce questa
      proprietà, se tu fornisci software
      sotto GPL rimani il proprietario
      intellettuale dell'opera ma non hai
      più alcun POTERE ECONOMICO verso
      terzi. Una persona può comprare la
      mandrake per supportarla ma niente gli
      impedisce di scaricarla gratis masterizzarla
      e regalarla al mondo intero.
      Il comunismo è stato considerato
      un'utopia perché un mondo dove tutti
      nascono uguali e hanno le stesse
      possibilità si scontra con il
      problema della limitatezza delle risorse
      materiali. Ma col software puoi distribuire
      lo stesso prodotto a tutti grazie ad
      internet e alla possibilità di
      duplicare il software ad un costo irrisorio.
      Quindi il parallelo Comunismo non è
      tanto campato in aria nè deve essere
      visto come una cosa negativa.
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL e comunismo
        - Scritto da: Anonimo
        noi preferiamo chiamarla libertà.
        che col comunismo c'entra davvero molto
        poco. anche con quello teorico.
        Immagino che tu sia anche per la liberta' di quoting, nevvero?
    • dotnet scrive:
      Re: GPL e comunismo
      - Scritto da: Anonimo
      La GPL difende la proprietà
      intellettuale, ma questa non veniva messa in
      discussione da Marx, il comunismo non ha mai
      voluto togliere ad esempio agli scrittori
      crediti nei loro testi.
      Il comunismo aboliva la proprietà
      privata (intesa come proprietà
      economica) e la GPL abolisce questa
      proprietà, se tu fornisci software
      sotto GPL rimani il proprietario
      intellettuale dell'opera ma non hai
      più alcun POTERE ECONOMICO verso
      terzi. Una persona può comprare la
      mandrake per supportarla ma niente gli
      impedisce di scaricarla gratis masterizzarla
      e regalarla al mondo intero.Questo è fanatismo puro, frutto del comunismo più arrapato ed inconsapevole dei disastri maturati ove la legge di Stalin e Fidel ha messo radici...La storia insegna più della ragione... fattelo dire da marx...*** NO al comunismo del software, no alla GPL ***
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL e comunismo
        - Scritto da: dotnet

        - Scritto da: Anonimo


        La GPL difende la proprietà

        intellettuale, ma questa non veniva
        messa in

        discussione da Marx, il comunismo non
        ha mai

        voluto togliere ad esempio agli
        scrittori

        crediti nei loro testi.

        Il comunismo aboliva la proprietà

        privata (intesa come proprietà

        economica) e la GPL abolisce questa

        proprietà, se tu fornisci
        software

        sotto GPL rimani il proprietario

        intellettuale dell'opera ma non hai

        più alcun POTERE ECONOMICO verso

        terzi. Una persona può comprare
        la

        mandrake per supportarla ma niente gli

        impedisce di scaricarla gratis
        masterizzarla

        e regalarla al mondo intero.

        Questo è fanatismo puro, frutto del
        comunismo più arrapato ed
        inconsapevole dei disastri maturati ove la
        legge di Stalin e Fidel ha messo radici...

        La storia insegna più della
        ragione... fattelo dire da marx...

        *** NO al comunismo del software, no alla
        GPL ***A proposito di fanatici.... ecco sputare dotnet.....
        • Anonimo scrive:
          Re: GPL e comunismo
          - Scritto da: Anonimo
          A proposito di fanatici.... ecco sputare
          dotnet.....uno dei tanti Microservi e fanatici religiosi per il suo padrone Zio Bill Gay....(Gates)
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL e comunismo
        - Scritto da: dotnet
        Questo è fanatismo puro, frutto del
        comunismo più arrapato ed
        inconsapevole dei disastri maturati ove la
        legge di Stalin e Fidel ha messo radici...invece hitler, mussolini e berlusconi e altri fascisti/nazisti simili...???catasfofi per l'intera umanità....
        *** NO al comunismo del software, no alla
        GPL ***Hai ragione uniformiamoci tutti come delle macchine ad utilizzare il sistema operativo giocattolo M$ con la gui stile disneyland / Pokemon.
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL e comunismo
        - Scritto da: dotnet
        La storia insegna più della
        ragione... fattelo dire da marx...

        *** NO al comunismo del software, no alla
        GPL ***Che invece TU sia un fanatico del closed source ce lo dice già il tuo avatar... Il comunismo non c'entra una fava con la GPL, è una licenza come altre riconosciuta dal nostro codice giuridico, se non ti sta bene continua pure a rilasciare software sotto contratti Microsoft-style ma non discutere le scelte di chi ha deciso altrimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: GPL e comunismo
      - Scritto da: Anonimo
      proprietà, se tu fornisci software
      sotto GPL rimani il proprietario
      intellettuale dell'opera ma non hai
      più alcun POTERE ECONOMICO verso
      terzi. Leggi meglio la licenza, e' una questionepiu complessa, si mantiene il potereeconomico.Ognuno resta proprietario del *proprio* codicee puo rilasciarlo *anche* sotto altre licenzee guadagnare con esse(es: quelli di Trolltech le versioni piu recenti della libreria QT sotto Windows le forniscono solo a pagamento e con una licenza che non e' GPL o LPGL).E' solo se "fondi" nei tuoi sorgenti le contribuzioni di altriche te le hanno date come GPL che allora non puoirivendere il tutto sotto altre licenze (devi prima mettertid'accordo con gli altri che hanno fornito il restodei sorgenti integrati con i tuoi, oppure devi rimuoverele contribuzioni altrui).Se ci fai caso, vari progetti sotto GPL controllatida una singola azienda permettono licenzecommerciali alternative, ma per fare questonon accettano contributi "esterni" che siano sottoGPL.E' per questo che i markettari di MS se ne sonousciti con la menzogna di GPL = "codice virale"(certi tipi sono dei maestri a distorcere la realta').GPL e' stata ideata per essere"free as free speech" (libera come la libertadi opinione), non "free as beer" (liberacome la birra gratis).
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL e comunismo
        - Scritto da: Anonimo
        Leggi meglio la licenza, e' una questione
        piu complessa, si mantiene il potere
        economico.
        Ognuno resta proprietario del *proprio*
        codice
        e puo rilasciarlo *anche* sotto altre licenze
        e guadagnare con esse
        (es: quelli di Trolltech le versioni piu
        recenti della
        lib
        sol
        e
        con una licenza che non e' GPL o LPGL).Si ma certo possono fare una dual Licence, infatti se rilasciano il prodotto sotto licenza GPL o LGPL e licenza commerciale mantengono il loro potere economico solo nella licenza commerciale non su quella GPL. Chiedi a SUN che rilascia Staroffice e Openoffice. In teoria Openoffice in LGPL serviva per mettere i miglioramenti del mondo open source dentro Startoffice e vendere quest'ultimo in formato chiuso con dei pacchetti in più e il supporto. Solo che Openoffice per via del FREE AS BEER (che non è affatto escluso dal FREE AS SPEECH visto che la GPL/LGPL permette di ridistribuire il prodotto a terzi senza dover pagar nulla all'autore) ora sta sorpassando Staroffice e alla Sun si sono messi a dare supporto al prodotto Open.E' comunque una perdita di potere, prima potevano importi la vendita del prodotto e del supporto insieme. Così chi non aveva bisogno del supporto se lo pagava lo stesso. Ora invece danno supporto però questa non è una forma di potere, chiunque altro nel mondo potrebbe dare supporto a OpenOffice. Quindi c'è la LIBERTA' di dare supporto, è una possibilità che hanno per guadagnare, ma non è un diritto esclusivo su cui hanno una forma di POTERE COMMERCIALE, cosa che invece avevano prima con StarOffice.Pensiamo alle librerie QT, se uno vuole creare del software chiuso usando queste librerie deve pagare una licenza commerciale, se invece vuole rilasciarlo sotto licenza GPL può farlo gratuitamente perché questo non è in contrasto con le QT sotto licenza GPL.Tutto questo comunque non esclude che la GPL abbia delle similitudini con il comunismo. E' chiaro che se uno prende Marx alla lettera non vedrà mai queste similitudini, è un pensatore dell''800 quando scriveva non c'era la televisione, non c'erano i computer e tantomeno internet, le problematiche sociali erano altre... molti dei concetti di Marx sono ormai roba sorpassata, però non è nemmeno vero che Marx fosse un uomo a favore dello stato centrale e nemico della libertà: "La libertà consiste nel mutare lo Stato da organo sovrapposto alla società in organo assolutamente subordinato ad essa" (Marx-Engels opere scelte pag.969)E questo può anche essere visto nella filosofia Free Source dove si abdica la propria autonomia individuale per trovare in una qualche collettività una copertura alla proprie debolezze tecniche (un problema che io non so risolvere o un progetto che non sono in grado di ampliare lascio che mi aiuti la comunità a farlo) si accompagna alla tentazione collaterale di attuare tramite il collettivo una rivalsa della propria debolezza, creando col collettivo una forza superiore al potere centralizzato delle compagnie commerciali, passando all'estremo opposto dalla debolezza del collettivo in fase di nascita e sviluppo si passa alla forza del collettivo e della condivisione.Non dimentichiamo che proprio nel capitolo 6 del capitale Marx dedica un capitolo alla cooperazione. Marx individua una cooperazione di gruppo istintamente naturale esattamente come avviene nel mondo Open Source. Diverso è invece il caso di quella cooperazione di gruppo pilotata e asservita dal capitalismo, dove il rapporto tra il gruppo e i singoli viene trasformato in un rapporto di signoria e servitù.
        • deltree scrive:
          Re: GPL e comunismo
          Certo che confondere la licenza di QT come una licenza libera...Siccome il software GUI per Linux è di nicchia (e di solito è rivolto all'utenza desktop) i furboni stanno indottrinando milioni di persone nel mondo (vuoi anche coi fondi che passano a KDE) sull'usare la loro libreria. Poi in vero stile microsoftiano quando si tratterà di fare il port verso il mainstream (Windows) dovrai PER FORZA pagare una licenza commerciale anche se il software rimane open (non esiste QT gratis per Windows al di là della demo).Cmq quando un GPLista non affamato di potere e di essere il numero 1 nel mondo mi giustificherà perché una distro è venduta a prezzi stratosferici quando i ridistributori hanno diritto al solo costo di trasferimento (ES: Mandrake non scrive nulla del software che vende tranne il setup per fare un esempio e poco altro, diciamo un 1% sul totale dei binari).Giustificazioni sul supporto non valgono perché sono ormai 2 annetti che le distro commerciali in versione personal non forniscono alcun tipo di supporto, specie se installate su più di una macchina. Al massimo ti danno 1 o 2 giorni di hotline...Inoltre vorrei sapere come può un GPLista sentirsi tutelato quando poi scopre che la GNU non fornisce avvocati e supporto legale in caso di violazione della licenza a meno che non si ceda a loro il copyright e solo se loro ritengono che la cosa vada la pena di essere difesa, indipendentemente dal fatto che la GPL sia stata violata. Le giustificazioni citate sulla loro homepage sono ridicole e mi danno molto da pensare. Perché non fornirti un semplice avvocato pagato da loro? E se dopo la causa loro mi chiedono il conto e mi forniscono un sistema molto semplice per non pagare soldi che non ho (ovvero lasciargli i diritti)? Questo spiegherebbe anche perché sulla loro pagina ci sia scritto che loro si muovono solo se ne vale la pena (per un programma-cazzata non avrebbero interessi ma per un programmone con ampi risvolti commerciali). Insomma voi fareste il passaggio di proprietà incondizionato della vostra casa ad un guardiano di per tutta la durata della sorveglianza? E' ovvio che quello che pretendono è sproporzionato rispetto al servizio che offrono (si è mai visto un avvocato che per difendere i tuoi diritti ti fa cedere a lui i tuoi averi chiamati in causa perché se no in tribunale non ti può rappresentare?).Saranno solo paranoie ma ricordiamoci che se si cede il copyright a loro loro hanno tutto il diritto di far partire un fork sul tuo prodotto (oppure semplicemenet di incorporarlo in altro) anche se poi ti ridessero tutto indietro. Il problema è che per questo aspetto quasi nessuno si appella a GNU in caso di violazioni, per quello non ci sono mai state cause sulla violazione di GPL (o comunque ce ne sono state poche visto che le violazioni sono frequenti e abituali, persino nel settore delle distro - ma li fa comodo e nessuno si lamenta, ne parleremo quando avremo una equivalente di MS linux-based -).
          • TeX scrive:
            Re: GPL e comunismo
            - Scritto da: deltree....
            Poi in vero stile microsoftiano quando si
            tratterà di fare il port verso il
            mainstream (Windows) dovrai PER FORZA pagare
            una licenza commerciale anche se il software
            rimane open (non esiste QT gratis per
            Windows al di là della demo).Il che non è vero.... semplicemente non esiste QT compilato gratis per Windows.... che è un attimino diverso.Se ti prendi i sorgenti e li compili tu non c'è alcun problema...
            Cmq quando un GPLista non affamato di potere
            e di essere il numero 1 nel mondo mi
            giustificherà perché una
            distro è venduta a prezzi
            stratosferici quando i ridistributori hanno
            diritto al solo costo di trasferimento (ES:
            Mandrake non scrive nulla del software che
            vende tranne il setup per fare un esempio e
            poco altro, diciamo un 1% sul totale dei
            binari).
            Giustificazioni sul supporto non valgono
            perché sono ormai 2 annetti che le
            distro commerciali in versione personal non
            forniscono alcun tipo di supporto, specie se
            installate su più di una macchina. Al
            massimo ti danno 1 o 2 giorni di hotline...Vediamo se ci arrivi... le distro 'personal' liberamente scaricabili da internet, e quindi diciamo gratuite, non hanno supporto ed hanno solo pacchetti standard, mentre alcune distro commerciali hanno prezzi stratosferici.... vediamo se ci arrivi a capire il motivo della differenza...
            Inoltre vorrei sapere come può un
            GPLista sentirsi tutelato quando poi scopre
            che la GNU non fornisce avvocati e supporto
            legale in caso di violazione della licenza a
            meno che non si ceda a loro il copyright e
            solo se loro ritengono che la cosa vada la
            pena di essere difesa, indipendentemente dal
            fatto che la GPL sia stata violata. LeQuesta è un'altra cazzata grossa come una casa. GNU non è la legittima depositaria della licenza GPL. GPL è solo un modello di licenza. Tu quando scrivi un software ti scrivi anche le modalità di utilizzo, cioè la licenza. Ovviamente sei libero di copiare una licenza già esistente, ma questo non vuol dire che in sede legale i tuoi interessi debbano essere tutelati da chi per primo ha scritto la licenza. Tu potresti scrivere un software e disribuirlo con una licenza copiata pari pari dall'EULA di Microsoft. Ma non puoi pretendere che Microsoft ti tuteli su eventuali atti illeciti commessi sul tuo software......
            Saranno solo paranoie ma ricordiamoci che se
            si cede il copyright a loro loro hanno tutto
            il diritto di far partire un fork sul tuo
            prodotto (oppure semplicemenet di
            incorporarlo in altro) anche se poi ti
            ridessero tutto indietro. Il problemaGuarda che questo possono farlo comunque..... basta che si rimanga in ambito GPL....
          • Anonimo scrive:
            Re: GPL e comunismo
            - Scritto da: deltree
            Certo che confondere la licenza di QT come
            una licenza libera...Chi la confusa? Entrambi i messaggi che parlano di questa licenza spiegano che le librerie QT sono disponibili sotto GPL per chi vuole fare programmi Open Source e con una licenza commerciale per chi vuol fare software chiuso
    • Anonimo scrive:
      Re: GPL e comunismo
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL e comunismo
        - Scritto da: Anonimo
        Non hai capito che il
        comunismo ha ucciso quasi 80 milioni di
        vittime innocenti? E' vero me l'ha detto anche mio cuGGino... figurati uno ha letto le opere di Marx ed e' morto sul colpo...Ignorante
  • cla scrive:
    Re: tesi
    Amico, tu hai dei problemi nel comprendere i fondamenti dell'economia. Tutte le aziende che si proclamano liberiste fondano il loro business model su due elementi che liberisti non sono, e questi elementi sono:- Diritto d'autore- BrevettoTogliamoli e giochiamo a fare i liberisti per davvero e poi vediamo se ha più chance il movimento open source (liberista per eccellenza, visto che basa le sue fondamenta su poche regole e chiare) o le aziende closed che basano il loro busienss model su attività di Lobby , brevetti ecc ecc ecc ...Dai dai giochiamo a fare i libersiti dai!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: Anonimo
    Comunismo (tesi)W il comunismo e il PRCun tesserato al PRC
    • Anonimo scrive:
      Re: tesi
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Comunismo (tesi)

      W il comunismo e il PRC

      un tesserato al PRCw l'assembly e i plc.un tesserato al.. ehm .... uhm... cazzo ho perso la tessera. cos'era poi?
  • Anonimo scrive:
    Ho visto cose...
  • FDG scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: Anonimo
    Chi ha coraggio di dire che l'open source
    non è comunismo, non ha capito nulla.Spiegami tu dove sta il legame tra "dittatura del proletariato" e "processo di sviluppo condiviso". Intatto ti dovrebbe colpire il termine "dittatura". Hai mai visto qualche "zelota" dell'open source entrare in una azienda per prendere dei sorgenti e gridare "ESPROPRIO PROLETARIO!!!"? E poi spiegami ancora perché licenza e proprietà coincidono, visto che non l'ho capito! E infine, spiegami perché tutto ciò che è proprietà e che riguarda innumerevoli aspetti della nostra società per te è assimilabile al software. Se non sbaglio il comunismo non parla solo della proprietà di una cosa specifica (e sottolineo che si parla sempre di proprietà e non di licenze - non mi pare che abbiano inventato il comunismo per licenza).E quì mi fermo, mio caro genio della logica.
  • Anonimo scrive:
    Re: tesi
  • Anonimo scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: Anonimo
    Comunismo (tesi)
    Bisogna rompere le leggi del capitalismo
    cioè bisogna eliminare la
    proprietà privata dei mezzi di
    produzione. Tutti dobbiamo essere i
    proprietari perché tutti siamo i
    responsabili della produzione sociale.
    Il proletariato si deve unire alla piccola
    borghesia per lottare uniti contro la grande
    borghesia organizzando la dittatura del
    proletariato. Questo deve rappresentare un
    momento di transizione in quanto dopo si
    dovrà arrivare al comunismo di tutta
    la società civile.
    Egli pero non vuole uno stato comunista
    poiché questo si sostituirebbe ai
    vecchi padroni delle macchine. Deve essere
    la società protagonista, lo Stato non
    ha una funzione etica esso nasce solo per
    interessi economici, e qui riattacca Hegel
    che vedeva lo stato superiore alla
    società.
    In una società comunista non ci
    saranno più guerre perché
    nessuno avrà bisogno di prevalere
    sull?altro; l?istruzione sarà
    gratuità ed ognuno avrà
    secondo le proprie capacità e i
    propri bisogni. mmm.....ma chi sei il figlio di Bignami ?con affetto
  • Anonimo scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: Anonimo
    Sono daccordo con te. Il fenomeno Open
    Source ha effettivamente radici comuniste (e
    pericolose).Voto: (troll)(troll) O O O
  • Anonimo scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: Anonimo

    al rogo comunismo & c., viva l'open source e
    la libertà di crederci o no!vaglielo a dire a sandino
    • Anonimo scrive:
      Re: tesi
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      al rogo comunismo & c., viva l'open
      source e

      la libertà di crederci o no!

      vaglielo a dire a sandinosandino, chiunque tu sia, al rogo il comunismo& c. !contento?
  • Mechano scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: Anonimo
    Dopo Marx, nella storia, si è
    cominciato a vedere pure l?effetto economico
    dei fatti.

    Chi ha coraggio di dire che l'open source
    non è comunismo, non ha capito nulla.No no, sei tu che non hai capito niente ne' del comunismo ne' dell'opensource.L'opensource si basa sull'etica hacker, la condivisione proviene da un bisogno fisiologico dell'uomo. Capostipite (a memoria letteraria) della manifestazione di questo desiderio fu Platone con l'accademia.Le basi dell'opensource sono forse maggiormente indentificabili all'interno dell'insegnamento di Gesu' di Nazaret oppure dentro la maggior parte delle religioni orientali specie quella Shintoista.Anzi non vedo perche' Linux non debba proprio essere Shintoista invece che comunista.La religione Shintoista insegna il sacrificio e l'amore per la comunita' religiosa.Un esempio di contaminazione della religione Shintoista lo si ha nei cartoni animati Manga, dove gli erori fanno parte di una squadra per la quale sono disposti al sacrificio, nessuno ha un ruolo predominante ed ognuno ha egual importanza. In contraposizione con l'eroe americano spocchioso e individualista.La maggior parte di coloro che nominano il comunismo non solo non sanno di cosa stanno parlando e sono ignoranti come becchi (animali con le corna appartenenti alla razza ovi-caprina), ma sono certamente in malafede.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
    • Anonimo scrive:
      Re: tesi
      - Scritto da: Mechano

      No no, sei tu che non hai capito niente ne'
      del comunismo ne' dell'opensource.

      L'opensource si basa sull'etica hacker, la
      condivisione proviene da un bisogno
      fisiologico dell'uomo. Capostipite (a
      memoria letteraria) della manifestazione di
      questo desiderio fu Platone con l'accademia.

      Le basi dell'opensource sono forse
      maggiormente indentificabili all'interno
      dell'insegnamento di Gesu' di Nazaret oppure
      dentro la maggior parte delle religioni
      orientali specie quella Shintoista.

      Anzi non vedo perche' Linux non debba
      proprio essere Shintoista invece che
      comunista.
      La religione Shintoista insegna il
      sacrificio e l'amore per la comunita'
      religiosa.
      Un esempio di contaminazione della religione
      Shintoista lo si ha nei cartoni animati
      Manga, dove gli erori fanno parte di una
      squadra per la quale sono disposti al
      sacrificio, nessuno ha un ruolo predominante
      ed ognuno ha egual importanza. In
      contraposizione con l'eroe americano
      spocchioso e individualista.

      La maggior parte di coloro che nominano il
      comunismo non solo non sanno di cosa stanno
      parlando e sono ignoranti come becchi
      (animali con le corna appartenenti alla
      razza ovi-caprina), ma sono certamente in
      malafede.

      --
      Ciao.
      Mr. Mechanocomunismo = condivisione dei benidimostra il contrario
      • Anonimo scrive:
        Re: tesi
        - Scritto da: Anonimo
        comunismo = condivisione dei beni
        dimostra il contrario... che (troll)matrimonio = condivisione dei beniLinux = matrimonio
        • Anonimo scrive:
          Re: tesi
          - Scritto da: Anonimo

          matrimonio = condivisione dei beni

          Linux = matrimoniolinux = matrimonio con lius torvaglianicaz
        • Anonimo scrive:
          Re: tesi
          - Scritto da: Anonimo

          matrimonio = condivisione dei beni

          Linux = matrimoniolinux = matrimonio con linus torvaglianicaz
          • Anonimo scrive:
            Re: tesi
            - Scritto da: Anonimo
            linux = matrimonio con linus torvaglianicaz(troll)L'hai scritto 2 volte perche' temevi che qualcuno potesse non leggere questa idiozia?
          • Anonimo scrive:
            Re: tesi
            - Scritto da: Anonimo


            (troll)

            L'hai scritto 2 volte perche' temevi che
            qualcuno potesse non leggere questa idiozia?era sbagliato linus in lius
          • Anonimo scrive:
            Re: tesi
            - Scritto da: Anonimo
            era sbagliato linus in liusO tastiera nuova o licenza elementare
          • sigsegv scrive:
            Re: tesi
            - Scritto da: Anonimo

            linux = matrimonio con linus torvaglianicazUno dei concetti difficili da assimilare è che per fare il troll bisogna avere alcune doti, tra cui un'intelligenza almeno paragonabile a quella di una pianta grassa.
          • Anonimo scrive:
            Re: tesi
          • sigsegv scrive:
            Re: tesi
      • Mechano scrive:
        Re: tesi
        - Scritto da: Anonimo
        comunismo = condivisione dei beni
        dimostra il contrarioLinux non e' un bene!E' conoscenza. E condivisione della conoscenza non e' comunismo!La trasformazione della conoscenza in un bene e' una forzatura del mondo capitalistico. La conoscenza e' un'entita' che rimane alla condizione astratta sotto forma di idee e cognizioni, prodotta con un atto creativo e come tale dovrebbe essere un bene dell'umanita'.Eventuali beni materiali prodotti usando tale conoscenza non possono essere condivisi o donati poiche' costano energia e materie prime per la produzione.Anche le ricette di cucina sono conoscenza allo stato puro, dovremmo dire che le nostre mamme, suocere, mogli sono comuniste perche' le condividono e se le tramandano?Il piatto che ne viene fuori da tali ricette puo' essere condiviso se hai abbastanza soldi per sfamare tutti quelli che vogliono venire a mangiare a casa tua, ma ne converrai che ricadiamo sul discorso dei beni (in questo caso consumabili) derivanti dall'applicazione della conoscenza.Insomma stando al tuo raggionamento anche it.hobby.cucina e' pieno di comunisti... :)--Ciao. Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 05/03/2004 18.55.09==================================Modificato dall'autore il 05/03/2004 18.55.56
        • Anonimo scrive:
          Re: tesi
          - Scritto da: Mechano
          - Scritto da: Anonimo


          comunismo = condivisione dei beni

          dimostra il contrario

          Linux non e' un bene!
          E' conoscenza. E condivisione della
          conoscenza non e' comunismo!
          La trasformazione della conoscenza in un
          bene e' una forzatura del mondo
          capitalistico.
          La conoscenza e' un'entita' che rimane alla
          condizione astratta sotto forma di idee e
          cognizioni, prodotta con un atto creativo e
          come tale dovrebbe essere un bene
          dell'umanita'.

          Eventuali beni materiali prodotti usando
          tale conoscenza non possono essere condivisi
          o donati poiche' costano energia e materie
          prime per la produzione.

          Anche le ricette di cucina sono conoscenza
          allo stato puro, dovremmo dire che le nostre
          mamme, suocere, mogli sono comuniste perche'
          le condividono e se le tramandano?

          Il piatto che ne viene fuori da tali ricette
          puo' essere condiviso se hai abbastanza
          soldi per sfamare tutti quelli che vogliono
          venire a mangiare a casa tua, ma ne
          converrai che ricadiamo sul discorso dei
          beni (in questo caso consumabili) derivanti
          dall'applicazione della conoscenza.

          Insomma stando al tuo raggionamento anche
          it.hobby.cucina e' pieno di comunisti... :)

          --
          Ciao.
          Mr. MechanoProblema: "Perchè vi da tanto fastidio il comunismo?"Per comunismo non intendo quello storico russo, cinese etc, ma il comunismo idealizzato da marx.Perchè vi fa paura il comunismo?
          • Mechano scrive:
            Re: tesi
            - Scritto da: Anonimo
            Problema: "Perchè vi da tanto
            fastidio il comunismo?"

            Per comunismo non intendo quello storico
            russo, cinese etc, ma il comunismo
            idealizzato da marx.

            Perchè vi fa paura il comunismo?A parte che quoti da cani...A me personalmente non fa paura il comunismo, anzi penso che in molte ideologie di fondo come in alcune teorie dell'approccio marxista non sia male.Quello che temo e' il concetto che la gente comune ignorante ha della parola comunismo.Il mondo peggiora e gli individui diventano sempre piu' ignoranti (per volere dei mass media e delle aziende) ma quel che e' peggio e' che i moderni strumenti mediatici giornali, computer e Internet) danno a queste persone capacita' di esprimersi e di decidere senza avere cultura e competenze per farlo. Ed avere anche un seguito di pecoroni che gli da seguito perche' il suo ragionamento appare avere analogie affini.--Ciao. Mr. Mechano
          • Fred scrive:
            Re: tesi
            resta 9il fatto chel'unica cosa che possa in qualche modo legare Linux al comunismo e' il fatto che il papa' di Linus era redattore di un giornale comunista ma decisamente non mi sembra centrare molto con l'imformatica e sopratutto con l'open source, altra cosa io da sempre sono di destra e non mi sento in minima parte a disagio a usare Linux e a _condividere_ le idee del' opensource
    • Anonimo scrive:
      Re: tesi
      Sei un linaro cattocomunista :D
  • Mechano scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: Anonimo
    Sono daccordo con te. Il fenomeno Open
    Source ha effettivamente radici comuniste (e
    pericolose).Pericolose per chi? Per software house che da uno sforzo iniziale di produzione di un software artigianale e per nulla innovativo, ci guadagna all'infinito chiudendone il codice e spendendo solo per le macchine di marketing, bustarelle, ricatti e cercando di raggiungere una condizione di monopolio? Scusa ma preferisco le radici comuniste. Le trovo mooolto meno pericolose.--Ciao. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: tesi
      - Scritto da: Mechano

      - Scritto da: Anonimo


      Sono daccordo con te. Il fenomeno Open

      Source ha effettivamente radici
      comuniste (e

      pericolose).

      Pericolose per chi? Per software house che
      da uno sforzo iniziale di produzione di un
      software artigianale e per nulla innovativo,
      ci guadagna all'infinito chiudendone il
      codice e spendendo solo per le macchine di
      marketing, bustarelle, ricatti e cercando di
      raggiungere una condizione di monopolio?

      Scusa ma preferisco le radici comuniste. Le
      trovo mooolto meno pericolose.

      --
      Ciao.
      Mr. MechanoMechano !per la miseria ma devi proprio prenderlo sul serio?E' un troll... hai presente i troll?sono cosi' (troll)!
  • Anonimo scrive:
    Re: tesi
    - Scritto da: AnonimoHai ragione io non ho capito nulla! :DE il peggio e' che non sono affatto preoccupato! :DChe ne dici?
  • Anonimo scrive:
    Prima il "cadavere" di SCO...
    ... poi quello dei burattinai (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima il "cadavere" di SCO...
      - Scritto da: Anonimo
      ... poi quello dei burattinai (linux)Ti mettiamo allora nella lista :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima il "cadavere" di SCO...
        - Scritto da: Anonimo
        Ti mettiamo allora nella lista :DVoto: (troll) O O O O
  • Anonimo scrive:
    la verità ultima
    Livi riscatta la verità, ultima parola proibitadi Maurizio SchoepflinSi deve essere grati ad Antonio Livi, docente di Filosofia della conoscenza nell?Università Lateranense, per aver scritto un libro che, fin dal titolo ?Verità del pensiero. Fondamenti di logica aletica? si presenta come un?opera coraggiosa; sì, perché ci vuole coraggio per riproporre con decisione il tema della verità, in un momento storico-culturale in cui, eccettuata qualche vox clamantis in deserto, tutti sembrano rassegnati a vivere etsi veritas non daretur. E che Livi lo abbia fatto all?interno di un discorso rigorosamente filosofico è, per quanto ciò possa apparire paradossale, ancora più coraggioso, perché gli strali più acuminati contro la verità sono venuti, soprattutto in epoca moderna e contemporanea, ?proprio dalla filosofia, che dovrebbe avere come missione precipua quella di conoscere e amare la verità. Il tarlo dello scetticismo cominciò molto presto a corrodere le fondamenta stesse dell?edificio filosofico ? e non casualmente Livi dedica pagine molto interessanti a discutere l?obiezione scettica ? ma forse mai come oggi il pirronismo e il pilatismo (quid est veritas?) paiono farla da padroni. In questa situazione, Livi, che da oltre trent?anni, sulla scia di san Tommaso e di Etienne Gilson, ma senza trascurare gli apporti di alcune dottrine moderne quali quelle di Wittgenstein e Putnam, non si rassegna alla sconfitta del pensiero e alla cancellazione della verità, raccoglie i frutti dei suoi numerosi e approfonditi studi e lancia la sfida, elaborando una teoria epistemica basata sulla nozione di «senso comune» e finalizzata a trovare le condizioni nelle quali è possibile che il pensiero sia vero. Da questo programma speculativo è scaturito un trattato colposo e coerente, tutto imperniato sulla «questione-verità» e dedicata alla definizione della verità logica e all?esame del rapporto esistente tra verità ed esperienza, verità e dialettica, verità e testimonianza, verità e pensiero.Per quanto concerne l?ampio spazio riservato alla trattazione del tema della fede nella rivelazione, Livi spiega le sue intenzioni nei termini seguenti: «Tanto spazio è infatti giustificato dalla mia ferma convinzione che solo alla luce di un discorso coerente di logica aletica è possibile oggi riscattare il discorso sulla fede cristiana dagli equivoci insiti sia nel razionalismo neo-illuministico che la fede rifiuta in nome della critica, sia nel fideismo che ritiene di salvare la fede dalla critica razionalistica eludendo il problema del valore veritativo della fede e riducendola alla dimensione pragmatica o volontaristica». E anche questa appare una posizione piuttosto coraggiosa.ovviamente tutto questo significa linsux:D
    • Anonimo scrive:
      Re: la verità ultima
    • Anonimo scrive:
      Re: la verità ultima
      ovvero: un classico intervento del tutto fuori argomento di chi non ha nulla da dire ma ha le mani sulla tastiera
      • Alessandrox scrive:
        Re: la verità ultima
        - Scritto da: Anonimo
        ovvero: un classico intervento del tutto
        fuori argomento di chi non ha nulla da dire
        ma ha le mani sulla tastieraMi dispiace per te ma non essendo stato ancora spostato e' perfettamente In Topic e pertinente al tema.Strano ma vero.
    • Anonimo scrive:
      Re: la verità ultima
      Studentello spocchioso e immaturo.
    • Anonimo scrive:
      Re: la verità ultima
      il peggiore degli spaghetti-code è più leggibile.clap clap clap.- Scritto da: Anonimo
      Livi riscatta la verità, ultima
      parola proibita

      di Maurizio Schoepflin

      Si deve essere grati ad Antonio Livi,
      docente di Filosofia della conoscenza
      nell?Università Lateranense, per aver
      scritto un libro che, fin dal titolo
      ?Verità del pensiero. Fondamenti di
      logica aletica? si presenta come un?opera
      coraggiosa; sì, perché ci
      vuole coraggio per riproporre con decisione
      il tema della verità, in un momento
      storico-culturale in cui, eccettuata qualche
      vox clamantis in deserto, tutti sembrano
      rassegnati a vivere etsi veritas non
      daretur. E che Livi lo abbia fatto
      all?interno di un discorso rigorosamente
      filosofico è, per quanto ciò
      possa apparire paradossale, ancora
      più coraggioso, perché gli
      strali più acuminati contro la
      verità sono venuti, soprattutto in
      epoca moderna e contemporanea, ?proprio
      dalla filosofia, che dovrebbe avere come
      missione precipua quella di conoscere e
      amare la verità. Il tarlo dello
      scetticismo cominciò molto presto a
      corrodere le fondamenta stesse dell?edificio
      filosofico ? e non casualmente Livi dedica
      pagine molto interessanti a discutere
      l?obiezione scettica ? ma forse mai come
      oggi il pirronismo e il pilatismo (quid est
      veritas?) paiono farla da padroni. In questa
      situazione, Livi, che da oltre trent?anni,
      sulla scia di san Tommaso e di Etienne
      Gilson, ma senza trascurare gli apporti di
      alcune dottrine moderne quali quelle di
      Wittgenstein e Putnam, non si rassegna alla
      sconfitta del pensiero e alla cancellazione
      della verità, raccoglie i frutti dei
      suoi numerosi e approfonditi studi e lancia
      la sfida, elaborando una teoria epistemica
      basata sulla nozione di «senso comune» e
      finalizzata a trovare le condizioni nelle
      quali è possibile che il pensiero sia
      vero. Da questo programma speculativo
      è scaturito un trattato colposo e
      coerente, tutto imperniato sulla
      «questione-verità» e dedicata alla
      definizione della verità logica e
      all?esame del rapporto esistente tra
      verità ed esperienza, verità e
      dialettica, verità e testimonianza,
      verità e pensiero.

      Per quanto concerne l?ampio spazio riservato
      alla trattazione del tema della fede nella
      rivelazione, Livi spiega le sue intenzioni
      nei termini seguenti: «Tanto spazio è
      infatti giustificato dalla mia ferma
      convinzione che solo alla luce di un
      discorso coerente di logica aletica è
      possibile oggi riscattare il discorso sulla
      fede cristiana dagli equivoci insiti sia nel
      razionalismo neo-illuministico che la fede
      rifiuta in nome della critica, sia nel
      fideismo che ritiene di salvare la fede
      dalla critica razionalistica eludendo il
      problema del valore veritativo della fede e
      riducendola alla dimensione pragmatica o
      volontaristica». E anche questa appare una
      posizione piuttosto coraggiosa.

      ovviamente tutto questo significa linsux:D
    • Alessandrox scrive:
      Mi aspetto che
      Tutto questo thread finisca nel forum degli OT e dei TrollCome e' successo ad altri- Scritto da: Anonimo
      Livi riscatta la verità, ultima
      parola proibita

      di Maurizio Schoepflin

      Si deve essere grati ad Antonio Livi,
      docente di Filosofia della conoscenza
      nell?Università Lateranense, per aver
      scritto un libro che, fin dal titolo
      ?Verità del pensiero. Fondamenti di
      logica aletica? si presenta come un?opera
      coraggiosa; sì, perché ci
      vuole coraggio per riproporre con decisione
      il tema della verità, in un momento
      storico-culturale in cui, eccettuata qualche
      vox clamantis in deserto, tutti sembrano
      rassegnati a vivere etsi veritas non
      daretur. E che Livi lo abbia fatto
      all?interno di un discorso rigorosamente
      filosofico è, per quanto ciò
      possa apparire paradossale, ancora
      più coraggioso, perché gli
      strali più acuminati contro la
      verità sono venuti, soprattutto in
      epoca moderna e contemporanea, ?proprio
      dalla filosofia, che dovrebbe avere come
      missione precipua quella di conoscere e
      amare la verità. Il tarlo dello
      scetticismo cominciò molto presto a
      corrodere le fondamenta stesse dell?edificio
      filosofico ? e non casualmente Livi dedica
      pagine molto interessanti a discutere
      l?obiezione scettica ? ma forse mai come
      oggi il pirronismo e il pilatismo (quid est
      veritas?) paiono farla da padroni. In questa
      situazione, Livi, che da oltre trent?anni,
      sulla scia di san Tommaso e di Etienne
      Gilson, ma senza trascurare gli apporti di
      alcune dottrine moderne quali quelle di
      Wittgenstein e Putnam, non si rassegna alla
      sconfitta del pensiero e alla cancellazione
      della verità, raccoglie i frutti dei
      suoi numerosi e approfonditi studi e lancia
      la sfida, elaborando una teoria epistemica
      basata sulla nozione di «senso comune» e
      finalizzata a trovare le condizioni nelle
      quali è possibile che il pensiero sia
      vero. Da questo programma speculativo
      è scaturito un trattato colposo e
      coerente, tutto imperniato sulla
      «questione-verità» e dedicata alla
      definizione della verità logica e
      all?esame del rapporto esistente tra
      verità ed esperienza, verità e
      dialettica, verità e testimonianza,
      verità e pensiero.

      Per quanto concerne l?ampio spazio riservato
      alla trattazione del tema della fede nella
      rivelazione, Livi spiega le sue intenzioni
      nei termini seguenti: «Tanto spazio è
      infatti giustificato dalla mia ferma
      convinzione che solo alla luce di un
      discorso coerente di logica aletica è
      possibile oggi riscattare il discorso sulla
      fede cristiana dagli equivoci insiti sia nel
      razionalismo neo-illuministico che la fede
      rifiuta in nome della critica, sia nel
      fideismo che ritiene di salvare la fede
      dalla critica razionalistica eludendo il
      problema del valore veritativo della fede e
      riducendola alla dimensione pragmatica o
      volontaristica». E anche questa appare una
      posizione piuttosto coraggiosa.

      ovviamente tutto questo significa linsux:D
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi aspetto che
        - Scritto da: Alessandrox
        Tutto questo thread mi piace un sacco

        - Scritto da: Anonimo

        Livi riscatta la verità, ultima

        parola proibita



        di Maurizio Schoepflin



        Si deve essere grati ad Antonio Livi,

        docente di Filosofia della conoscenza

        nell?Università Lateranense, per
        aver

        scritto un libro che, fin dal titolo

        ?Verità del pensiero. Fondamenti
        di

        logica aletica? si presenta come
        un?opera

        coraggiosa; sì, perché ci

        vuole coraggio per riproporre con
        decisione

        il tema della verità, in un
        momento

        storico-culturale in cui, eccettuata
        qualche

        vox clamantis in deserto, tutti sembrano

        rassegnati a vivere etsi veritas non

        daretur. E che Livi lo abbia fatto

        all?interno di un discorso rigorosamente

        filosofico è, per quanto
        ciò

        possa apparire paradossale, ancora

        più coraggioso, perché gli

        strali più acuminati contro la

        verità sono venuti, soprattutto
        in

        epoca moderna e contemporanea, ?proprio

        dalla filosofia, che dovrebbe avere come

        missione precipua quella di conoscere e

        amare la verità. Il tarlo dello

        scetticismo cominciò molto
        presto a

        corrodere le fondamenta stesse
        dell?edificio

        filosofico ? e non casualmente Livi
        dedica

        pagine molto interessanti a discutere

        l?obiezione scettica ? ma forse mai
        come

        oggi il pirronismo e il pilatismo (quid
        est

        veritas?) paiono farla da padroni. In
        questa

        situazione, Livi, che da oltre
        trent?anni,

        sulla scia di san Tommaso e di Etienne

        Gilson, ma senza trascurare gli apporti
        di

        alcune dottrine moderne quali quelle di

        Wittgenstein e Putnam, non si rassegna
        alla

        sconfitta del pensiero e alla
        cancellazione

        della verità, raccoglie i frutti
        dei

        suoi numerosi e approfonditi studi e
        lancia

        la sfida, elaborando una teoria
        epistemica

        basata sulla nozione di «senso comune» e

        finalizzata a trovare le condizioni
        nelle

        quali è possibile che il
        pensiero sia

        vero. Da questo programma speculativo

        è scaturito un trattato colposo e

        coerente, tutto imperniato sulla

        «questione-verità» e dedicata
        alla

        definizione della verità logica e

        all?esame del rapporto esistente tra

        verità ed esperienza,
        verità e

        dialettica, verità e
        testimonianza,

        verità e pensiero.



        Per quanto concerne l?ampio spazio
        riservato

        alla trattazione del tema della fede
        nella

        rivelazione, Livi spiega le sue
        intenzioni

        nei termini seguenti: «Tanto spazio
        è

        infatti giustificato dalla mia ferma

        convinzione che solo alla luce di un

        discorso coerente di logica aletica
        è

        possibile oggi riscattare il discorso
        sulla

        fede cristiana dagli equivoci insiti
        sia nel

        razionalismo neo-illuministico che la
        fede

        rifiuta in nome della critica, sia nel

        fideismo che ritiene di salvare la fede

        dalla critica razionalistica eludendo il

        problema del valore veritativo della
        fede e

        riducendola alla dimensione pragmatica o

        volontaristica». E anche questa appare
        una

        posizione piuttosto coraggiosa.



        ovviamente tutto questo significa
        linsux:Dconcordo
        • Alessandrox scrive:
          Re: Mi aspetto che
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Alessandrox

          Tutto questo thread mi piace un saccoMamma redazioneeeee.....Visto che mi ha fatto?Teribbbbileeee.eee.e
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi aspetto che
        mi aspetto che impari a quotare meglio, prima di scrivere post eterni che non vogliono dire nulla e che non portano a nulla!più o meno ho seguito ciò che hai voluto offrirci però vorrei sapere dove volevi andare a parare!anche perché non mi sembra che porti a nulla!non chiudi il discorso!ciaoigorps: oppure ci vuoi tra le righe dire che MS è la Verità liberata dal Dogmatismo e Linux è la Verità Dogmatica e quindi "falsa" Verità?
  • MemoRemigi scrive:
    la mia opinione
    personalmente credo che SCO sia veramente messa male in seguito agli ultimi avvenimenti.- deve mostrare il codice incriminato ( o supposto tale) in 45 giorni- in germania non può più fiatare- pare ormai evidente che il suo scopo è quelo di fare da "ariete" contro Linux, ariete maneggiato da micro$oft (il documento uscito in questi giorni farà scalpore nei giorni a venire)- in australia è stata denunciata per calunnia (o qualcosa di simile)- ha già bruciato 20 milioni di dollari- ha perso il 50% in borsa nel giro di 2 settimane- non e crede nessuno- sta affrontando il mondo intero (e due colossi dell'IT)- denuncia i suoi clienti (e nanche due piccoli, due mostri del mercato)Insomma, la vedo dura per SCO, se fossi un suo dipendente starei già inviando CV a destra e amanca :)Just my 2 eurocents
    • Mechano scrive:
      Re: la mia opinione
      - Scritto da: MemoRemigi
      Insomma, la vedo dura per SCO, se fossi un
      suo dipendente starei già inviando CV
      a destra e amanca :)Una curiosita': ma a quando risale l'ultimo rilascio di una nuova versione di OpenServer o Unixware?--Ciao. Mr. Mechano
      • MemoRemigi scrive:
        Re: la mia opinione
        - Scritto da: Mechano
        Una curiosita': ma a quando risale l'ultimo
        rilascio di una nuova versione di OpenServer
        o Unixware?Io invece mi chiedo semplicemente se rilasciano ancora le patch !!!Mah !
        • Anonimo scrive:
          Re: la mia opinione
          - Scritto da: MemoRemigi

          - Scritto da: Mechano


          Una curiosita': ma a quando risale
          l'ultimo

          rilascio di una nuova versione di
          OpenServer

          o Unixware?

          Io invece mi chiedo semplicemente se
          rilasciano ancora le patch !!!

          Mah !spesso mi sembra::p(troll):p:@
      • Anonimo scrive:
        Re: la mia opinione
        - Scritto da: Mechano

        - Scritto da: MemoRemigi


        Insomma, la vedo dura per SCO, se fossi
        un

        suo dipendente starei già
        inviando CV

        a destra e amanca :)

        Una curiosita': ma a quando risale l'ultimo
        rilascio di una nuova versione di OpenServer
        o Unixware?

        --
        Ciao.
        Mr. MechanoUrca! non saprei! perche' secondo te qualcuno la compra?A quanto pare e' il miglio modo per essere accusati da SCO.Stanno sparando sui loro clienti! non so se te ne rendi conto!... anzi adesso che mi ci fai pensare... quasi quasi la compro cosi' vediamo se anno il coraggio di farmi causa!Tu dici che funziona? ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: la mia opinione
      - Scritto da: MemoRemigi

      personalmente credo che SCO sia veramente
      messa male in seguito agli ultimi
      avvenimenti.

      - deve mostrare il codice incriminato ( o
      supposto tale) in 45 giorniLo farà
      - pare ormai evidente che il suo scopo
      è quelo di fare da "ariete" contro
      Linux, ariete maneggiato da micro$oft (il
      documento uscito in questi giorni
      farà scalpore nei giorni a venire)L' hai letto su qualche volantino di propaganda comunista?(troll)
      Just my 2 eurocents(troll)
      • MemoRemigi scrive:
        Re: la mia opinione
        Troppo comodo dare del (troll) rispondendo solamente a ciò che si preferisce.Su tutti i punti da me elencati ha replicato solo a 2 e in modo neanche convincente !Perchè "lo farà" ??? SCO mostrerà il codice perchè glie lo dici tu ?Poi lasicamo perdere quella roba sui comunisti, c'è sta convinzione tra voi superficialotti dell'IT che Linux sia solo per comunisti cantinari, ma chissà com'è che io voto destra (e ci mancherebbe altro, la sinisra italiana fa pietà), non sono MAI stato in un centro sociale, e mi danno fastidio quelli che vanno in giro vestiti come degli straccioni solo perchè "povero fa figo e comunista".
        • Anonimo scrive:
          Re: la mia opinione
          - Scritto da: MemoRemigi

          c'è sta convinzione tra
          voi superficialotti dell'IT che Linux sia
          solo per comunisti, cantinari,frequantano i centri sociali, rollano canne stratosferiche, fanno a gara a chi ha la distro' più figa, nerd, ricompilano kernel tutto il giorno, si fanno le seghe sul poster di Linus Torvaglianicaztutto dimostrato scientificamente e sperimentato:D
          • Anonimo scrive:
            Re: la mia opinione
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: MemoRemigi



            c'è sta convinzione tra

            voi superficialotti dell'IT che Linux
            sia

            solo per comunisti, cantinari,

            frequantano i centri sociali, rollano canne
            stratosferiche, fanno a gara a chi ha la
            distro' più figa, nerd, ricompilano
            kernel tutto il giorno, si fanno le seghe
            sul poster di Linus Torvaglianicaz

            tutto dimostrato scientificamente e
            sperimentato:DE' tutto vero grazie per averci informato! alla prossima :-p
          • MemoRemigi scrive:
            Re: la mia opinione
            - Scritto da: Anonimo
            E' tutto vero grazie per averci informato!
            alla prossima :pSi si è vero, lo dice anche mio cuggggino che queste cose le sa !Non ci credi ? Guarda che lo dice mio cuggino, se non ci credi poi glie lo dico così ti fa un colpo che dopo tre giorni muori !
        • Anonimo scrive:
          Re: la mia opinione

          Poi lasicamo perdere quella roba sui
          comunisti, c'è sta convinzione tra
          voi superficialotti dell'IT che Linux sia
          solo per comunisti cantinari, ma
          chissà com'è che io voto
          destra (e ci mancherebbe altro, la sinisra
          italiana fa pietà), non sono MAI
          stato in un centro sociale, e mi danno
          fastidio quelli che vanno in giro vestiti
          come degli straccioni solo perchè
          "povero fa figo e comunista".beh..ora non esageriamo..da un eccesso all'altro..come se tutti quelli che votano a sinistra frequentino centri sociali e si vestono da straccioni...mi sembra quantomai riduttivo..
          • MemoRemigi scrive:
            Re: la mia opinione
            - Scritto da: Anonimo
            beh..ora non esageriamo..da un eccesso
            all'altro..come se tutti quelli che votano a
            sinistra frequentino centri sociali e si
            vestono da straccioni...mi sembra quantomai
            riduttivo..Era per rendere l'idea :)
          • Anonimo scrive:
            Re: la mia opinione
            - Scritto da: MemoRemigi

            - Scritto da: Anonimo


            beh..ora non esageriamo..da un eccesso

            all'altro..come se tutti quelli che
            votano a

            sinistra frequentino centri sociali e si

            vestono da straccioni...mi sembra
            quantomai

            riduttivo..

            Era per rendere l'idea :)Abbiamo capito... ma non era una gran bella idea! ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: la mia opinione

        L' hai letto su qualche volantino di
        propaganda comunista?
        ecco un altro che ha una vita di merda..
    • Anonimo scrive:
      Re: la mia opinione
      - Scritto da: MemoRemigi
      ....
      Insomma, la vedo dura per SCO, se fossi un
      suo dipendente starei già inviando CV
      a destra e amanca :)....E magari mentre invii CV a destra e a manca ci ficchi pure qualche email compromettente.... :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: la mia opinione
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: MemoRemigi


        ....

        Insomma, la vedo dura per SCO, se fossi
        un

        suo dipendente starei già
        inviando CV

        a destra e amanca :)
        ....

        E magari mentre invii CV a destra e a manca
        ci ficchi pure qualche email
        compromettente.... :)Infatti da quello che si capisce "tra le righe" deve essere andata proprio cosi' :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: la mia opinione
      • Anonimo scrive:
        Re: la mia opinione
        • Anonimo scrive:
          Re: la mia opinione
          Ciao ,che dire ?? Certo e' che le notizie e le smentite volano .....Pero' ... pero' ... nessuno si e' mai posto il problema ( remoto okkey .... ) ... e se SCO (arg ) avesse ragione ? Non riesco proprio ad immaginare una tale catastrofe. Personalmente odio la GPL , che considero da sempre una , bha... lasciamo stare che non voglio aprire flames.Personalmente ho sempre sviluppato e pubblicato software o in Public Domain ( che considero la vera liberta' ) o in closed.Sperem ...Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: la mia opinione
            - Scritto da: Anonimo
            Ciao ,

            che dire ?? Certo e' che le notizie e le
            smentite volano .....

            Pero' ... pero' ... nessuno si e' mai posto
            il problema ( remoto okkey .... ) ... e se
            SCO (arg ) avesse ragione ?

            Non riesco proprio ad immaginare una tale
            catastrofe.

            Personalmente odio la GPL , che considero da
            sempre una , bha... lasciamo stare che non
            voglio aprire flames.
            Personalmente ho sempre sviluppato e
            pubblicato software o in Public Domain ( che
            considero la vera liberta' ) o in closed.


            Sperem ...

            Ciao Non sperare a vanvera! sii coerente!Se quello che dici lo pensi devi sperare che SCO vinca!Dove sta il tuo problema? :DDovresti essere piu' che contento!O no?
          • Anonimo scrive:
            Re: la mia opinione
            Ciao ,No. Il fatto che a me una cosa non piaccia , non significa che debba scomparire.Per me il software , di base o applicativo, e' solo uno strumento di lavoro. Non sono un pro o un contro , tanto meno amo o non amo ( e' assurdo come si puo' amare un software !!! ).Li uso tutti , senza nessuna preferenza, come una chiave inglese o una pinza in base a quello che ci devo fare.Poi se vogliamo fare un discorso ideologico sulle liberta' , allora e' un'altra cosa.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: la mia opinione
            - Scritto da: Anonimo
            Ciao ,

            No. Il fatto che a me una cosa non piaccia ,
            non significa che debba scomparire.

            Per me il software , di base o applicativo,
            e' solo uno strumento di lavoro. Non sono un
            pro o un contro , tanto meno amo o non amo (
            e' assurdo come si puo' amare un software
            !!! ).

            Li uso tutti , senza nessuna preferenza,
            come una chiave inglese o una pinza in base
            a quello che ci devo fare.

            Poi se vogliamo fare un discorso ideologico
            sulle liberta' , allora e' un'altra cosa.Ecco bravo! e' un altra cosa!e di questo si occupa GPL mi pare tutto molto semplice!Non e' difficile da capire non ti pare?Quindi dato che si tratta, come tu dici, di un altra cosa segui la tua strada!Nessuno ti obbliga a essere daccordo!;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: la mia opinione
            Ciao,ma che ti ha punto una tarantola ? Il mio voleva essere un intervento costruttivo , non un flame.Comunque forse ho sbagliato.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: la mia opinione

      - deve mostrare il codice incriminato ( o
      supposto tale) in 45 giorni
      - in germania non può più
      fiatare
      - pare ormai evidente che il suo scopo
      è quelo di fare da "ariete" contro
      Linux, ariete maneggiato da micro$oft (il
      documento uscito in questi giorni
      farà scalpore nei giorni a venire)
      - in australia è stata denunciata per
      calunnia (o qualcosa di simile)
      - ha già bruciato 20 milioni di
      dollari
      - ha perso il 50% in borsa nel giro di 2
      settimane
      - non e crede nessuno
      - sta affrontando il mondo intero (e due
      colossi dell'IT)
      - denuncia i suoi clienti (e nanche due
      piccoli, due mostri del mercato)
      Ti faccio notare che hai fatto un riassunto dei post precedenti, le tue vedute si limitano a questo forum di linuxari quindi...non sono contro linux o a favore di SCO, dico solo che ci sarà da ridere ma il processo non possiamo farlo qua con un'analisi da maccherono col cacio.
  • Anonimo scrive:
    Avete fatto caso al particolare?
    Se leggete la lettera interna di SCO viene evidenziato come in pochi mesi SCO abbia bruciato circa 20milioni di dollari di quelli che aveva preso da Microsoft.... (e SCO non è un'azienda giganterrima come si puo' pensare erroneamente, è grossa, ma non tanto da bruciare tutti quei soldi...)Un'altra cosa che si evince nella lettera è che stavano studiando metodi per spremere altri soldi a Microsoft e ai partner Microsoft. In poche parole, SCO in traiettoria di bancarotta....
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete fatto caso al particolare?
      - Scritto da: Anonimo
      Se leggete la lettera interna di SCO viene
      evidenziato come in pochi mesi SCO abbia
      bruciato circa 20milioni di dollari di
      quelli che aveva preso da Microsoft.... (e
      SCO non è un'azienda giganterrima
      come si puo' pensare erroneamente, è
      grossa, ma non tanto da bruciare tutti quei
      soldi...)Ma per sapere questo non c'era bisogno di lettere, il Nasdaq e' sotto gli occhi di tutti, e il 50% di perdita del valore delle azioni in 52 settimane mi pare un bel record! :D Complimenti Darl ! :D
      Un'altra cosa che si evince nella lettera
      è che stavano studiando metodi per
      spremere altri soldi a Microsoft e ai
      partner Microsoft.
      In poche parole, SCO in traiettoria di
      bancarotta....
  • Anonimo scrive:
    Beh noi facciamo così
    Abbiamo terminato giusto ora una riunione di indirizzo, e vi posso assicurare che su Linux si va avanti, magari con cautela ma si prosegue, si vede che il gioco vale la candela, mentre tutto il parco dei prodotti SCO (pochi ormai) non verrà più aggiornato, ma lasciato morire lentamente, e sostituito.Buon divertimento.Se SCO non riesce a provare le sue accuse sarà divertente
  • Anonimo scrive:
    Microsoft & SCO in guai seri
    SCO ha confermato la veridicita' di un e-mail fatta circolare in Internet da un suo dipendente, nella quale si evince che Microsoft ha contribuito con 100 Ml di dollari per la campagna di SCO contro Linux.Questo avra' serie conseguenze per i processi anti-trust in cui Microsoft si trova coinvolta - e getta ombre stile Parmalat sui bilanci SCO ....e-mail:http://www.opensource.org/halloween/halloween10.htmlDettagli e considerazioni legali qui:http://www.groklaw.net/article.php?story=20040304174457123
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft & SCO in guai seri
      - Scritto da: Anonimo
      SCO ha confermato la veridicita' di un
      e-mail fatta circolare in Internet da un suo
      dipendente, nella quale si evince che
      Microsoft ha contribuito con 100 Ml di
      dollari per la campagna di SCO contro Linux....
      Dettagli e considerazioni legali qui:
      www.groklaw.net/article.php?story=20040304174ormai sono allo scoperto!
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft & SCO in guai seri
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        SCO ha confermato la veridicita' di un

        e-mail fatta circolare in Internet da
        un suo

        dipendente, nella quale si evince che

        Microsoft ha contribuito con 100 Ml di

        dollari per la campagna di SCO contro
        Linux.
        ...

        Dettagli e considerazioni legali qui:


        www.groklaw.net/article.php?story=20040304174


        ormai sono allo scoperto!Chissa' che qualche autorita' giudiziaria non cominci a muoversi anche in Italia ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft & SCO in guai seri
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          SCO ha confermato la veridicita'
          di un


          e-mail fatta circolare in Internet
          da

          un suo


          dipendente, nella quale si evince
          che


          Microsoft ha contribuito con 100
          Ml di


          dollari per la campagna di SCO
          contro

          Linux.

          ...


          Dettagli e considerazioni legali
          qui:





          www.groklaw.net/article.php?story=20040304174





          ormai sono allo scoperto!

          Chissa' che qualche autorita' giudiziaria
          non cominci a muoversi anche in Italia ...Speriamo di no! Tra i giudici italiani c'è chi combina autentici disastri!
          • Mechano scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo
            Speriamo di no! Tra i giudici italiani
            c'è chi combina autentici disastri!Ehehhe, c'e' uno che vuole rinchiudermi in prigione per omissione di soccorso in incidente con feriti...Peccato che il ferito fossi io, solo perche' al momento dell'urto con la moto ho battuto il piede e non ho sentito subito dolore per fermarmi poco dopo piu' avanti. Praticamente per lui io sarei fuggito facendo omissione di soccorso, a me stesso. I vigili imbecilli a cui ci siamo rivolti lo hanno segnalato e lui gli ha dato corda. E questo succede in provincia di Ascoli nelle Marche.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
          • MemoRemigi scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Mechano
            Ehehhe, c'e' uno che vuole rinchiudermi in
            prigione per omissione di soccorso in
            incidente con feriti...
            Peccato che il ferito fossi io, solo perche'
            al momento dell'urto con la moto ho battuto
            il piede e non ho sentito subito dolore per
            fermarmi poco dopo piu' avanti. Praticamente
            per lui io sarei fuggito facendo omissione
            di soccorso, a me stesso. I vigili imbecilli
            a cui ci siamo rivolti lo hanno segnalato e
            lui gli ha dato corda. E questo succede in
            provincia di Ascoli nelle Marche.Roba da Monty Python !!!Ma davvero o stai scherando ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: MemoRemigi

            - Scritto da: Mechano


            Ehehhe, c'e' uno che vuole rinchiudermi
            in

            prigione per omissione di soccorso in

            incidente con feriti...

            Peccato che il ferito fossi io, solo
            perche'

            al momento dell'urto con la moto ho
            battuto

            il piede e non ho sentito subito dolore
            per

            fermarmi poco dopo piu' avanti.
            Praticamente

            per lui io sarei fuggito facendo
            omissione

            di soccorso, a me stesso. I vigili
            imbecilli

            a cui ci siamo rivolti lo hanno
            segnalato e

            lui gli ha dato corda. E questo succede
            in

            provincia di Ascoli nelle Marche.

            Roba da Monty Python !!!

            Ma davvero o stai scherando ?Non faccio fatica a crederlo.
          • Mechano scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: MemoRemigi
            Praticamente

            per lui io sarei fuggito facendo
            omissione

            di soccorso, a me stesso. I vigili
            imbecilli
            Roba da Monty Python !!!

            Ma davvero o stai scherando ?Davvero! Sono stato inquisito e mi e' stato assegnato perfino l'avvocato d'ufficio. Mi costera' una milionata di avvocati per raggiungere un accordo extra-giudiaziario e non avere la nota sul casellario giudiziario. Il capitano dei Vigili Urbani che ha fatto questo giochetto, notificando la Pretura nonostante avessi portato il certificato medico (perche' andai al Pronto Soccorso piu' tardi) e la testimonianza anche del mio passeggero diceva chiaramente che dopo riparito mi ero fermato 200 metri piu' avanti a causa del dolore al piede sentito solo dopo i primi cambi di marcia (della moto).Si dice che questo comandante dei VVUU di Porto S. Giorgio (AP) di cognome faccia "Pagliaccio". Quando ho presentato ricorso alla Prefettura di Ascoli Piceno mi hanno chiamato per chiedermi se questa storia era vera o ero uno scemo che stava facendo uno scherzo, perche' non capivano come mai mi si voleva ritirare la patente e multare per omissione di soccorso a feriti ma il solo certificato medico che c'e' riporta il nome di colui che avrebbe anche omesso il soccorso. Che io sappia a chi tenta di suicidarsi gli si assegna un assistente sociale ma nessuno lo multa o gli ritira la patente, e perche' chi non si autosoccorre per strada subisce questo trattamento? Misteri italiani...Ma il bello e' che tutta questa storia nasce da cosa? Una ignoranza della lingua italiana, infatti nel leggere il comma 6 dell'articolo 189 che dice: "Chiunque, nelle condizioni di cui al comma1, e' passibile..." la virgola richiama il comma 1 che completa il comma 6, dicendo effettivamente "Chi e' coinvolto in un incidente alla cui condotta di guida sono riconducibili le cause". I furbacchioni dei VVUU di Porto S. Giorgio e del Pretore di Fermo (AP) si fermano a "Chiunque" non c'e' virgola.Quindi anche l'automobilista che non si e' fermato allo Stop mentre giungevo con la moto, sta passando gli stessi guai miei oltre ad avermi dovuto risarcire 10gg di convalescenza.Quindi non lamentiamoci se in America le cause ci sembrano assurde e dai risvolti piu' strani, come in questo caso di SCO, qua in Italia li battiamo tutti!! :-D--Ciao. Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            una volta ho visto 2 vigili urbani che volevano multare un carro funebre davanti ad una chiesa con un funerale in corso...autista : "ma il carro funebre è qui perchè c'è in corso un funerale e tra poco uscirà la bara" diceva l'autista ai vigilivigilie : "questo non è un nostro problema, questo mezzo quì non può stare"autista : "ma ci sarà pure un regolamento comunale che permette la sosta del carro funebre davanti ad una chiesa con un funerale in corso !"vigile : "non è di mia competenza sapere se c'è o no, io solo che quì la sosta è vietata e le faccio la multa"...nota : se la persona nella bara fosse stato un mio parente avrei pereso a cazzotti in faccia il vigile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo
            una volta ho visto 2 vigili urbani che
            volevano multare un carro funebre davanti ad
            una chiesa con un funerale in corso...

            autista : "ma il carro funebre è qui
            perchè c'è in corso un
            funerale e tra poco uscirà la bara"
            diceva l'autista ai vigili

            vigilie : "questo non è un nostro
            problema, questo mezzo quì non
            può stare"

            autista : "ma ci sarà pure un
            regolamento comunale che permette la sosta
            del carro funebre davanti ad una chiesa con
            un funerale in corso !"

            vigile : "non è di mia competenza
            sapere se c'è o no, io solo che
            quì la sosta è vietata e le
            faccio la multa"...

            nota : se la persona nella bara fosse stato
            un mio parente avrei pereso a cazzotti in
            faccia il vigile...Intessante... ma a noi checcefrega? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            magari leggere il post sopra ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo
            magari leggere il post sopra ?Non ceffrega lostesso! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo


            Speriamo di no! Tra i giudici italiani

            c'è chi combina autentici
            disastri!

            Ehehhe, c'e' uno che vuole rinchiudermi in
            prigione per omissione di soccorso in
            incidente con feriti...
            Peccato che il ferito fossi io, solo perche'
            al momento dell'urto con la moto ho battuto
            il piede e non ho sentito subito dolore per
            fermarmi poco dopo piu' avanti. Praticamente
            per lui io sarei fuggito facendo omissione
            di soccorso, a me stesso. I vigili imbecilli
            a cui ci siamo rivolti lo hanno segnalato e
            lui gli ha dato corda. E questo succede in
            provincia di Ascoli nelle Marche.Hai sbagliato tutto !!!!! Ai vigili dovevi dichiarare che stavi trasportando il ferito in ospedale.... altro che omissione di soccorso.......Poi ti ripresentavi dai vigili e dichiaravi che eri il ferito che era stato trasportato in un ospedale con una moto...
          • Mechano scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo
            Hai sbagliato tutto !!!!! Ai vigili dovevi
            dichiarare che stavi trasportando il ferito
            in ospedale.... altro che omissione di
            soccorso...
            ....Poi ti ripresentavi dai vigili e
            dichiaravi che eri il ferito che era stato
            trasportato in un ospedale con una moto...Fatto fatto... E sottoscritto anche dal testimone.Ma da un comandante dei VVUU che di cognome fa "Pagliaccio" che ti aspettavi?--Ciao. Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft & SCO in guai seri
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        SCO ha confermato la veridicita' di un

        e-mail fatta circolare in Internet da
        un suo

        dipendente, nella quale si evince che

        Microsoft ha contribuito con 100 Ml di

        dollari per la campagna di SCO contro
        Linux.
        ...

        Dettagli e considerazioni legali qui:


        www.groklaw.net/article.php?story=20040304174


        ormai sono allo scoperto!Ma dove sono allo scoperto? Bevi tutto quello che ti raccontano?
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft & SCO in guai seri
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          SCO ha confermato la veridicita'
          di un


          e-mail fatta circolare in Internet
          da

          un suo


          dipendente, nella quale si evince
          che


          Microsoft ha contribuito con 100
          Ml di


          dollari per la campagna di SCO
          contro

          Linux.

          ...


          Dettagli e considerazioni legali
          qui:





          www.groklaw.net/article.php?story=20040304174





          ormai sono allo scoperto!

          Ma dove sono allo scoperto? Bevi tutto
          quello che ti raccontano?Tu invece bevi e basta vero? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo

            Tu invece bevi e basta vero? :DCome te! Ti ho conosciuto in osteria :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri

            Tu invece bevi e basta vero? :DDai, non hai capito... è l'ex ministro dell'informazione irakena in piena azione. "Non ci sono carri armati americani a Baghdad..."Solo che qui si è mimetizzato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft & SCO in guai seri
      - Scritto da: Anonimo
      SCO ha confermato la veridicita' di un
      e-mail fatta circolare in Internet da un suo
      dipendente, nella quale si evince che
      Microsoft ha contribuito con 100 Ml di
      dollari per la campagna di SCO contro Linux.

      Questo avra' serie conseguenze per i
      processi anti-trust in cui Microsoft si
      trova coinvolta - e getta ombre stile
      Parmalat sui bilanci SCO ....Qualcuno ha denunciato l'accaduto? A me sinceramente danno fastidio coloro che affermano pubblicamente, nemmeno in modo velato, cose così pesanti e non denunciano. E' un po' come dire "Tizio è un assassino". O stai diffamando oppure abbi il coraggio e denuncia, poiché altrimenti sei moralmente un complice, visto che Tizio continua a rimanere a piede libero.
      • Mechano scrive:
        Re: Microsoft & SCO in guai seri
        - Scritto da: Anonimo
        Qualcuno ha denunciato l'accaduto? A me
        sinceramente danno fastidio coloro che
        affermano pubblicamente, nemmeno in modo
        velato, cose così pesanti e non
        denunciano. E' un po' come dire "Tizio
        è un assassino". O stai diffamando
        oppure abbi il coraggio e denuncia,
        poiché altrimenti sei moralmente un
        complice, visto che Tizio continua a
        rimanere a piede libero.Sta gia' denuniando la community opensource con vari portavoce (Eric Rymond) e nei suoi siti. Che devo dire non sono quasi mai spudoratamente di parte ne' tantomeno falsi. La community e' piuttosto corretta, bilanciata ed anche autocritica quando serve, contrariamente a luoghi come il sito Micro$oft e alcuni forum dentro MSN.--Ciao. Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft & SCO in guai seri
          - Scritto da: Mechano
          Sta gia' denuniando la community opensource
          con vari portavoce (Eric Rymond) e nei suoi
          siti. Che devo dire non sono quasi mai
          spudoratamente di parte ne' tantomeno falsi.
          La community e' piuttosto corretta,
          bilanciata ed anche autocritica quando
          serve, contrariamente a luoghi come il sito
          Micro$oft e alcuni forum dentro MSN.Io non ho assolutamente messo in dubbio l'onestà di Raymond o della comunità OS. Dico solo che se vero bisognerebbe agire legalmente. Se è vero, non mi sembra possibile che MS rimanga impunita, potrebbe tranquillamente ripetersi con chissà quali altri bersagli e tramite chissà quali altre ditte. E se nessuno denuncia in *tribunale*, MS rimarrà impunita, grazie anche a chi ha le prove ma non le usa.
          • Mechano scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo
            Io non ho assolutamente messo in dubbio
            l'onestà di Raymond o della
            comunità OS. Dico solo che se vero
            bisognerebbe agire legalmente. Se è
            vero, non mi sembra possibile che MS rimanga
            impunita, potrebbe tranquillamente ripetersi
            con chissà quali altri bersagli e
            tramite chissà quali altre ditte. E
            se nessuno denuncia in *tribunale*, MS
            rimarrà impunita, grazie anche a chi
            ha le prove ma non le usa. Per una lettera? E un po' di soldi dati a SCO per le licenze Unix, pagate volontariamente $100 milioni per "aiutare" SCO e sostenere la poveretta contro gli hacker ladri e profittatori? Non gli hanno fatto nulla quando dava regali a chi gli spiava le marche di computer che vendevano nei centri commerciali senza sistema operativo o con sistema diverso da Winzozz, per poi poter ricattare questi produttori di revocargli le licenze. Non gli fa causa nessuno quando muove miliardi di dollari finti tra l'azienda software e la Fondazione Gates di beneficenza per eludere il fisco...--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft & SCO in guai seri
          - Scritto da: Mechano

          Sta gia' denuniando la community opensource
          con vari portavoce (Eric Rymond) e nei suoi
          siti.vuoi dire che i topi sono usciti dalle cantine :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Mechano



            Sta gia' denuniando la community
            opensource

            con vari portavoce (Eric Rymond) e nei
            suoi

            siti.

            vuoi dire che i topi sono usciti dalle
            cantine :DNO Non parlava di te! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo

            vuoi dire che i topi sono usciti dalle
            cantine :Dcioè i topi sarebbero i linari:?D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            vuoi dire che i topi sono usciti dalle

            cantine :D

            cioè i topi sarebbero i linari:?DNo. I topi sono quelli che rosicano perchè gli brucia il culo, visto che con un sistema operativo serio non potranno più far finta di essere degli espertoni solo perchè sanno cliccare qualche icona...
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft & SCO in guai seri
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft & SCO in guai seri
      - Scritto da: Anonimo
      SCO ha confermato la veridicita' di un
      e-mail fatta circolare in Internet da un suo
      dipendente, nella quale si evince che
      Microsoft ha contribuito con 100 Ml di
      dollari per la campagna di SCO contro Linux.Che ci vuoi fare... Linux fa schifo, linux costa di più di windows, linux è pieno di bug, eccetera eccetera.E intanto si stanno cagando sotto.Un consiglio per M$: andate nelle università. Gli studentelli che son li oggi, sono gli informatici di domani. E quando escono son tutti linux-ready, java ready, .... ce l'avrete dura voi che vivete sulla gente cresciuta a Visual Basic, buahahahhaha!!!!
  • Anonimo scrive:
    Cla faranno a copiarle dal codice Linux?
    Il loro grande bluff ha fallito.Secondo voi ce la farà SCO a copiare le linee di codice in meno di 40 giorni ?????..inoltre ho vhiamato mamma orsa e mi ha detto:"prevedo grosse perdite,sia in tribunale che nella vita sentimentalo..senza parlare delle cause "minori" intetnate verso le aziende che adottano il "famigertato" Linux e la perdita di clienti che ne verrà furoi,la quale crescerà esponenzialmente senza pussibbilità di redenzione."LOL (linux)
  • Anonimo scrive:
    carissimo giudice ...
    .... visto che ci sta, perche' non da' una sbirciatina a tutto il codice xp ?
    • Anonimo scrive:
      Re: carissimo giudice ...
      - Scritto da: Anonimo
      .... visto che ci sta, perche' non da'
      una sbirciatina a
      tutto il codice xp ?
      Ma il motivo della causa lo hai capito??????Fatte na cultura....
      • Anonimo scrive:
        Re: carissimo giudice ...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        .... visto che ci sta, perche' non da'

             una
        sbirciatina a

        tutto il codice xp ?




        Ma il motivo della causa lo hai capito??????
        Fatte na cultura....Perche' tu puoi affermare con assoluta certezza che dentro XP non c'e' codice Unix o BSD ?che ci fa allora quel "Copyright the regent University Of California" in alcuni pezzi di software?Il giudice potrebbe voler vedere se ci sono casi in cui parte delle famigerate ABI sono usate in sistemi operativi totalmente diversi per farsi una opinione su quanto siano di pubblico dominio e generale utilizzo!E' improbabile ma giuridicamente sostenibile!Anche se non credo che succedera' (non sono l'autore del post) ;-)
        • Alessandrox scrive:
          Re: carissimo giudice ...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          .... visto che ci sta, perche' non
          da'


          una

          sbirciatina a


          tutto il codice xp ?








          Ma il motivo della causa lo hai
          capito??????

          Fatte na cultura....

          Perche' tu puoi affermare con assoluta
          certezza che dentro XP non c'e' codice Unix
          o BSD ?
          che ci fa allora quel "Copyright the regent
          University Of California" in alcuni pezzi di
          software?Scusa ma non e' previsto dalla stessa licenza BSD il poter riportare il codice in prodotto Closed con il solo obbligo di dichiararlo conun semplice: "Copyright the regent University Of California" ?E' proprio questo un punto debole di questa licenza che viene criticato dai sostenitori della GPL...
          Il giudice potrebbe voler vedere se ci sono
          casi in cui parte delle famigerate ABI sono
          usate in sistemi operativi totalmente
          diversi per farsi una opinione su quanto
          siano di pubblico dominio e generale
          utilizzo!
          E' improbabile ma giuridicamente sostenibile!
          Anche se non credo che succedera' (non sono
          l'autore del post) ;)Nessuno a mosso accuse su questo fronte, un giudice non credo possa inventarsi dei casi, deve giudicare e basta.
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
            - Scritto da: Alessandrox

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            .... visto che ci sta,
            perche' non

            da'



                 una


            sbirciatina a



            tutto il codice xp ?












            Ma il motivo della causa lo hai

            capito??????


            Fatte na cultura....



            Perche' tu puoi affermare con assoluta

            certezza che dentro XP non c'e' codice
            Unix

            o BSD ?

            che ci fa allora quel "Copyright the
            regent

            University Of California" in alcuni
            pezzi di

            software?

            Scusa ma non e' previsto dalla stessa
            licenza BSD il poter riportare il codice in
            prodotto Closed con il solo obbligo di
            dichiararlo conun semplice: "Copyright the
            regent University Of California" ?
            E' proprio questo un punto debole di questa
            licenza che viene criticato dai sostenitori
            della GPL...Forse ti sfugge che proprio SCO dice che anche le ABI BSD sono illegali!Non e' questione di GPL o BSD license ma di ABI secondo il settlement tra USL e BSDI, sempre se si prendono per buone le pretese di SCO.


            Il giudice potrebbe voler vedere se ci
            sono

            casi in cui parte delle famigerate ABI
            sono

            usate in sistemi operativi totalmente

            diversi per farsi una opinione su quanto

            siano di pubblico dominio e generale

            utilizzo!

            E' improbabile ma giuridicamente
            sostenibile!

            Anche se non credo che succedera' (non
            sono

            l'autore del post) ;)

            Nessuno a mosso accuse su questo fronte, un
            giudice non credo possa inventarsi dei casi,
            deve giudicare e basta.Veramente SCO ha mosso esplicite accuse anche a BSD!Quanto al potere del giudice il giudice puo' a sua discrezione acquisire quante informazioni crede o ritiene utili a formare il suo giudizio sul caso chiamando testimoni non direttamente coinvolti (in italia si direbbe persone o enti "informate sui fatti") o acquisire documenti non direttamente correlati alla cousa ma utili a formare il giudizio! :DCio' detto ripeto la possinilita' e' solo teorica! ;-)
          • Alessandrox scrive:
            Mi sa' che hai ragione...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Alessandrox



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo




            .... visto che ci sta,

            perche' non


            da'




            una



            sbirciatina a




            tutto il codice xp ?
















            Ma il motivo della causa lo
            hai


            capito??????



            Fatte na cultura....





            Perche' tu puoi affermare con
            assoluta


            certezza che dentro XP non c'e'
            codice

            Unix


            o BSD ?


            che ci fa allora quel "Copyright
            the

            regent


            University Of California" in alcuni

            pezzi di


            software?



            Scusa ma non e' previsto dalla stessa

            licenza BSD il poter riportare il
            codice in

            prodotto Closed con il solo obbligo di

            dichiararlo conun semplice: "Copyright
            the

            regent University Of California" ?

            E' proprio questo un punto debole di
            questa

            licenza che viene criticato dai
            sostenitori

            della GPL...

            Forse ti sfugge che proprio SCO dice che
            anche le ABI BSD sono illegali!

            Non e' questione di GPL o BSD license ma di
            ABI secondo il settlement tra USL e BSDI,
            sempre se si prendono per buone le pretese
            di SCO.





            Il giudice potrebbe voler vedere
            se ci

            sono


            casi in cui parte delle famigerate
            ABI

            sono


            usate in sistemi operativi
            totalmente


            diversi per farsi una opinione su
            quanto


            siano di pubblico dominio e
            generale


            utilizzo!


            E' improbabile ma giuridicamente

            sostenibile!


            Anche se non credo che succedera'
            (non

            sono


            l'autore del post) ;)



            Nessuno a mosso accuse su questo
            fronte, un

            giudice non credo possa inventarsi dei
            casi,

            deve giudicare e basta.
            Veramente SCO ha mosso esplicite accuse
            anche a BSD!
            Quanto al potere del giudice il giudice puo'
            a sua discrezione acquisire quante
            informazioni crede o ritiene utili a formare
            il suo giudizio sul caso chiamando testimoni
            non direttamente coinvolti (in italia si
            direbbe persone o enti "informate sui
            fatti") o acquisire documenti non
            direttamente correlati alla cousa ma utili a
            formare il giudizio! :D
            Cio' detto ripeto la possinilita' e' solo
            teorica! ;)Ho riguardato un po' la storia delle accuse di SCo e ce n'e' per tutti, anche per SUN, IRIX...Non per Microsoft (che e' bene ricordarlo fa uso di codice UNIX) perche' qualche mese fa' ha prontamente acquisito regolari diritti di licenza proprio da SCO. Eehehehehe.... FurrbiBAh staremo avedere.
        • Anonimo scrive:
          Re: carissimo giudice ...
          - Scritto da: Anonimo

          Perche' tu puoi affermare con assoluta
          certezza che dentro XP non c'e' codice Unix
          o BSD ?
          che ci fa allora quel "Copyright the regent
          University Of California" in alcuni pezzi di
          software?Dove l' hai letto? In un manifesto propagandistico di qualche LUG? :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Perche' tu puoi affermare con assoluta

            certezza che dentro XP non c'e' codice
            Unix

            o BSD ?

            che ci fa allora quel "Copyright the
            regent

            University Of California" in alcuni
            pezzi di

            software?

            Dove l' hai letto? In un manifesto
            propagandistico di qualche LUG? :DNo sul software (FTP) di Windows XP oltre che Sull'EULA di microsoft! che tu probabilmente non hai neppure mai letto Trollone! :DUsi copie pirata vero? come tutti i Winari! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
            - Scritto da: Anonimo

            No sul software (FTP) di Windows XP oltre
            che Sull'EULA di microsoft! che tu
            probabilmente non hai neppure mai letto
            Trollone! :D
            Usi copie pirata vero? come tutti i Winari!
            :Dma voi pensate che tutti i winari utilizzino copie pirata?
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            No sul software (FTP) di Windows XP
            oltre

            che Sull'EULA di microsoft! che tu

            probabilmente non hai neppure mai letto

            Trollone! :D

            Usi copie pirata vero? come tutti i
            Winari!

            :D

            ma voi pensate che tutti i winari utilizzino
            copie pirata?No semplicemente non ci interessa! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            No sul software (FTP) di Windows XP

            oltre


            che Sull'EULA di microsoft! che tu


            probabilmente non hai neppure mai
            letto


            Trollone! :D


            Usi copie pirata vero? come tutti i

            Winari!


            :D



            ma voi pensate che tutti i winari
            utilizzino

            copie pirata?

            No semplicemente non ci interessa! :Dporquè sois unos maricones :D
          • Anonimo scrive:
            Re: carissimo giudice ...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            No sul software (FTP) di
            Windows XP


            oltre



            che Sull'EULA di microsoft!
            che tu



            probabilmente non hai neppure
            mai

            letto



            Trollone! :D



            Usi copie pirata vero? come
            tutti i


            Winari!



            :D





            ma voi pensate che tutti i winari

            utilizzino


            copie pirata?



            No semplicemente non ci interessa! :D

            porquè sois unos maricones :DI adoro encontrarme con Bill Gates (guapo) hola! :D
  • Anonimo scrive:
    comincia il balletto della retromarcia
    SCO[perti] con le brache calate.CA (computer associates) fa marcia indietro e smentisce l'acquisto di licenze IP linux da SCO.http://www.groklaw.net/article.php?story=20040304231541412Il documento hallowen X sui finaziamenti SCO M$ e' autentico (fregati dall' invisible ink che tiene la storia delle correzzioni)http://www.groklaw.net/article.php?story=20040304174457123e infine anche la famigerata Laura DiDio fa marcia indietro...http://www.groklaw.net/article.php?story=20040303063248672Quando la barca affonda, i topi..... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: comincia il balletto della retromarc
      Ragazzi, non so voi, ma io non sto più nella pelle! Non vedo l'ora!! Quasi piango di gioia!
      • Anonimo scrive:
        Re: comincia il balletto della retromarc
        E c'e' di piu': le azioni sono in costante discesa! Erano a 17$ al primo gennaio, ieri erano a 11,6$... I topi stanno scappando a frotte!P.
  • MemoRemigi scrive:
    NN HO ANCORA LETTO LA NOTIZIA...
    ...ma volevo fare come d'obbligo i complimenti a Luca Schiavoni per l'illustrazione !
  • Anonimo scrive:
    Intanto Macromedia...
    Intanto Macromedia sta pensando di portare Flash MX su linux, per il momento migliorerà il funzionamento con wine e se la cosa avrà successo farà una release apposta per linuxhttp://news.com.com/2100-7344_3-5170061.html?tag=st_lh
    • Anonimo scrive:
      Re: Intanto Macromedia...
      Macromedia prima fallisce e meglio è per tutti, qualsiasi piattaforma usi.
      • ilGimmy scrive:
        Re: Intanto Macromedia...

        Macromedia prima fallisce e meglio è
        per tutti, qualsiasi piattaforma usi.Se i siti sono fatti male non e' colpa di flash, ma del webmaster.In compenso DreamWeaver e' il miglior editor mai visto (e non tirate in ballo Frontpage o GoLive! che sono due cessi immondi...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Intanto Macromedia...
          - Scritto da: ilGimmy

          Macromedia prima fallisce e meglio
          è

          per tutti, qualsiasi piattaforma usi.

          Se i siti sono fatti male non e' colpa di
          flash, ma del webmaster.
          In compenso DreamWeaver e' il miglior editor
          mai visto (e non tirate in ballo Frontpage o
          GoLive! che sono due cessi immondi...)
          Il milgior editor è un bel text editor (scegli tu: Blocco note, BBedit, Vi, Wordpad, Edit, ecc..) e tanta conoscenza dell'html, php, css e SQL. Cacchio gente, BASTA con questi software FaccioTuttoUgualeEFunzionaMale. Imparate a scrivere HTML DECENTE e RISPETTATE le direttive del w3c!Se usi Dreamweaver vuol dire che non sai farti una paginetta ben tabbata e pulita, quindi non sei un bravo webmaster/designer/programmatore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            BASTA con questi software
            FaccioTuttoUgualeEFunzionaMale. Imparate a
            scrivere HTML DECENTE e RISPETTATE le
            direttive del w3c!Bastava dire questo! Questo e' il succo della questione...il resto conta pochino! ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            Bastava dire questo!
            Questo e' il succo della questione...
            il resto conta pochino! ;)Quando mi infervoro mi infervoro!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo


            Quando mi infervoro mi infervoro!!il link di un tuo sito altrimenti non sei credibile sul fatto delle direttive w3c
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Quando mi infervoro mi infervoro!!

            il link di un tuo sito altrimenti non sei
            credibile sul fatto delle direttive w3cNon sono lui ma dovresti sapere che P.I. vieta la pubblicita' ;-)Pero' di link ne trovi fino che vuoi basta fare un giretto!Le tue sono scuse puerili :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo


            Non sono lui ma dovresti sapere che P.I.
            vieta la pubblicita' ;)
            Pero' di link ne trovi fino che vuoi basta
            fare un giretto!
            Le tue sono scuse puerili :Dlameriiiiiiiiiii il linnnnnnnnnkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk:@altrimenti siete solo lameriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Non sono lui ma dovresti sapere che P.I.

            vieta la pubblicita' ;)

            Pero' di link ne trovi fino che vuoi
            basta

            fare un giretto!

            Le tue sono scuse puerili :D

            lameriiiiiiiiiii il
            linnnnnnnnnkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk:@
            altrimenti siete solo
            lameriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiGia' risposto...ma se vuoi posso ripetere:www.w3c.org :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo
            lameriiiiiiiiiii il
            linnnnnnnnnkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk:@
            altrimenti siete solo
            lameriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiIl link non te lo do, non devo dimostrare nulla, se vuoi ti do qualche ripetizione di HTML base, tipo i colspan.....Se proprio lo vuoi sapere i miei siti, gli ultimi, sono fatti tutti in XML e CSS, senza una riga di HTML. Tutto a mano. Se ti fidi, bene, altrimenti arrangiati. Al mondo c'è gente che sa lavorare sul web e non applicare soltanto template.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo

            lameriiiiiiiiiii il


            linnnnnnnnnkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk:@

            altrimenti siete solo

            lameriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

            Il link non te lo do, non devo dimostrare
            nulla, se vuoi ti do qualche ripetizione di
            HTML base, tipo i colspan.....

            Se proprio lo vuoi sapere i miei siti, gli
            ultimi, sono fatti tutti in XML e CSS, senza
            una riga di HTML. Tutto a mano. Se ti fidi,
            bene, altrimenti arrangiati. Al mondo
            c'è gente che sa lavorare sul web e
            non applicare soltanto template.Lascialo perdere non vale la pena e' il solito (troll).
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo


            lameriiiiiiiiiii il





            linnnnnnnnnkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk:@


            altrimenti siete solo


            lameriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii



            Il link non te lo do, non devo
            dimostrare

            nulla, se vuoi ti do qualche
            ripetizione di

            HTML base, tipo i colspan.....



            Se proprio lo vuoi sapere i miei siti,
            gli

            ultimi, sono fatti tutti in XML e CSS,
            senza

            una riga di HTML. Tutto a mano. Se ti
            fidi,

            bene, altrimenti arrangiati. Al mondo

            c'è gente che sa lavorare sul
            web e

            non applicare soltanto template.

            Lascialo perdere non vale la pena e' il
            solito (troll).i troll siete voi che avete la coda di paglia, e scommetto che il vostro sito non è validato ecco la verità che vi fa tanto male!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo



            lameriiiiiiiiiii il









            linnnnnnnnnkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk:@



            altrimenti siete solo



            lameriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii





            Il link non te lo do, non devo

            dimostrare


            nulla, se vuoi ti do qualche

            ripetizione di


            HTML base, tipo i colspan.....





            Se proprio lo vuoi sapere i miei
            siti,

            gli


            ultimi, sono fatti tutti in XML e
            CSS,

            senza


            una riga di HTML. Tutto a mano. Se
            ti

            fidi,


            bene, altrimenti arrangiati. Al
            mondo


            c'è gente che sa lavorare
            sul

            web e


            non applicare soltanto template.



            Lascialo perdere non vale la pena e' il

            solito (troll).

            i troll siete voi che avete la coda di
            paglia, e scommetto che il vostro sito non
            è validato ecco la verità che
            vi fa tanto male!!!Ok!Chiedi il permesso a P.I.e se il modoretore dice che va bene te lo posto...Is up to you now caro (troll)!
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo


            Ok!
            Chiedi il permesso a P.I.
            e se il modoretore dice che va bene te lo
            posto
            ...
            Is up to you now caro (troll)!posta il link nel forum degli OT
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            posta il link nel forum degli OTNon riesco a capire dove stia il problema, link o meno, uno non si può fare un sito w3c compliant? Di sicuro se lo fa, e nel web ce ne sono parecchi, non lo fa con dreamweaver e flash! Di sicuro usa degli editor di testo evoluti ma non "sporcaccioni". Non ci credi che ci sono siti del genere? Fatti un giro sul sito del w3c (www.w3c.org) quello è fatto così, ti basta?Su su, se studi il manualetto dell'HTML un giorno ci arrivi anche tu!
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo


            Non riesco a capire dove stia il problema,
            link o meno, uno non si può fare un
            sito w3c compliant? Di sicuro se lo fa, e
            nel web ce ne sono parecchi, non lo fa con
            dreamweaver e flash! Di sicuro usa degli
            editor di testo evoluti ma non
            "sporcaccioni". Non ci credi che ci sono
            siti del genere? Fatti un giro sul sito del
            w3c (www.w3c.org) quello è fatto
            così, ti basta?

            Su su, se studi il manualetto dell'HTML un
            giorno ci arrivi anche tu!io personalmente uso kwrite per fare i siti solo che è facile mettersi in bocca "mantenetevi nello standard del w3c", senza prove siete solo fuffa
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            io personalmente uso kwrite per fare i siti
            solo che è facile mettersi in bocca
            "mantenetevi nello standard del w3c", senza
            prove siete solo fuffaE per quale ragione tu dovresti essere il giudice di quello che dico? Perchè ti DEVO dare delle prove? Io lo faccio, nel limite del possibile di quella fetecchia di explorer che usa i border, margins e padding fuori dallo standard del css e non supporta i css 2.Quanto allo scrivere codice w3c compliant non è difficile se sai quello che fai, l'unica certezza è che facendolo con tool (perchè questo sono) tipo dreamweaver ti trovi con pagine di 160K contro i 60K di una pagina ottimizzata. Quando lavori per grandi portali con centinaia di migliaia di view al giorno sono cose che contano!E tanto per chiarire non ti dirò quale portale è perchè il mio codice è stato tanto rimaneggiato da quei looser che lo hanno implementato nel loro osceno motore di pubblicazione e i "manager" dai capelli a punta l'hanno stravolto così tanto che non è più di sicuro w3c compliant. Purtroppo tante volte, in italia, succede questo: fai un lavoro fatto bene e 50 teste a cono te lo stravolgono! E solo per aggiungere del cavolo di codice JSP scritto male! Bah.Comunque il mio lavoro è sempre volto ad essere visibile su tutti i 5 browser più importanti e se esco dagli standard, nel 99% dei casi, è perchè sono costretto da Exploder (volesse MS aggiornarlo una buona volta). So come scrivere (da zero) una pagina HTML/DHTLM, PHP/MySQL (con collegamento e query), XML, Javascript e gli stylesheet CSS. Sono 8 (sì dal 95) anni che lavoro nel web e non mi piace che mi si faccia passare per pivello senza ragione.So di avere molte cose da imparare (JSP e Java su tutte), conosco i miei limiti, ma so anche che una scimmia di media intelligenza potrebbe scrivere un sito w3c compliant, non è una cosa difficile, quindi non capisco la tua ostinazione nel voler vedere un sito w3c compliant fatto da me. Cercane uno qualsiasi online e studia come è fatto: è così che si impara, non saltando addosso, senza motivo, agli altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Ok!

            Chiedi il permesso a P.I.

            e se il modoretore dice che va bene te
            lo

            posto

            ...

            Is up to you now caro (troll)!
            Va bene allora telo posto direttamente qui!http://www.censis.it/2/4131/censis.ASP
            posta il link nel forum degli OTCuntent ciccetti? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            RISPETTATE le
            direttive del w3c!nessuno lo fa e forse neanche tuhttp://validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fwww.google.ithttp://validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fpunto-informatico.it%2Fhttp://validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fwww.html.it&charset=%28detect+automatically%29&doctype=%28detect+automatically%29prova con il tuo sito e se hai coraggio posta il linkhttp://validator.w3.org/senza rancore
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            RISPETTATE le

            direttive del w3c!

            nessuno lo fa e forse neanche tu
            validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fwww.g
            validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fpunto
            validator.w3.org/check?uri=http%3A%2F%2Fwww.h


            prova con il tuo sito e se hai coraggio
            posta il link
            validator.w3.org /


            senza rancoreIl mio e' validato e con tanto di logo esposto!Lamerello da strapazzo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            Il mio e' validato e con tanto di logo
            esposto!
            Lamerello da strapazzo :Dil LINKKKKKKKKKKKKKK!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!111111111:@
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Il mio e' validato e con tanto di logo

            esposto!

            Lamerello da strapazzo :D

            il
            LINKKKKKKKKKKKKKK!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!11Va bene... come credi WWW.w3c.org :D
          • pingu scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            prova con il tuo sito e se hai coraggio
            posta il link
            validator.w3.org /

            senza rancoreNon sono l'autore del post
          • pingu scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            prova con il tuo sito e se hai coraggio
            posta il link
            validator.w3.org /

            senza rancoreNon sono l'autore del post "pro w3c" pero' nel mio piccolo (non avevo praticamente mai scritto nulla in HTML) mi sono fatto un sitarello che (pare) rispetti quei standard :)Se ci sono riuscito io :$http://slackpack.altervista.org/Tuttavia (per un creatore di pagine web professionista) penso che la cosa fondamentale sia quantomeno offrire una elevata accessibilita' (cosa che Punto Informatico sembra garantire)... effettivamente con siti piuttosto grossi e' difficile "poter esporre il loghetto" qualita' del w3c :)Ciao (linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: pingu

            - Scritto da: Anonimo


            prova con il tuo sito e se hai coraggio

            posta il link

            validator.w3.org /



            senza rancore

            Non sono l'autore del post "pro w3c" pero'
            nel mio piccolo (non avevo praticamente mai
            scritto nulla in HTML) mi sono fatto un
            sitarello che (pare) rispetti quei standard
            :)
            Se ci sono riuscito io :$

            slackpack.altervista.org /

            Tuttavia (per un creatore di pagine web
            professionista) penso che la cosa
            fondamentale sia quantomeno offrire una
            elevata accessibilita' (cosa che Punto
            Informatico sembra garantire)...
            effettivamente con siti piuttosto grossi e'
            difficile "poter esporre il loghetto"
            qualita' del w3c :)

            Ciao (linux)Non sono daccordo lo standard e' fatto proprio per garantire elevata accessibilita' (con tutti i browsers)..Certo se per accessibilita' intendi pupazzetti saltellanti stiamo parlando di cose diverse :-)
          • pingu scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            Non sono daccordo lo standard e' fatto
            proprio per garantire elevata accessibilita'
            (con tutti i browsers)..
            Certo se per accessibilita' intendi
            pupazzetti saltellanti stiamo parlando di
            cose diverse :)No, no... niente pupazzetti :)Io in linea di massima intendo questo: http://www.html.it/accessibilita/Certo sarebbe bello avere siti totalmente "w3c-compatibili" (soprattutto quelli della P.A.)http://www.ansa.it/fdg01/200403041522140443/200403041522140443.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: pingu

            No, no... niente pupazzetti :)
            Io in linea di massima intendo questo:
            www.html.it/accessibilita /

            Certo sarebbe bello avere siti totalmente
            "w3c-compatibili" (soprattutto quelli della
            P.A.)

            www.ansa.it/fdg01/200403041522140443/20040304da una direttiva di non so quale ministero paer, dico pare, che si debbano aggiornare per dare accessibilità ai disabili (non vedenti su tutti) e ai browser testuali. Questo dovrebbe bastare a far riscrivere i siti in modo umano, si spera.
        • Anonimo scrive:
          Re: Intanto Macromedia...
          - Scritto da: ilGimmy

          Macromedia prima fallisce e meglio
          è

          per tutti, qualsiasi piattaforma usi.

          Se i siti sono fatti male non e' colpa di
          flash, ma del webmaster.WebDesigner prego......il vero "WebMaster" di solito si occupa di altro...
          In compenso DreamWeaver e' il miglior editor
          mai visto (e non tirate in ballo Frontpage o
          GoLive! che sono due cessi immondi...)Golive e FrontPage piacciono tanto agli utonti windows!
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            Si vede che non hai provato:http://lcx.altervista.org/software/webstyles/default.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: Intanto Macromedia...
        - Scritto da: Anonimo
        Macromedia prima fallisce e meglio è
        per tutti, qualsiasi piattaforma usi.Sottoscrivo in pieno, basta con quelle porcherie che ti ammazzano la cpu, oltre alla lentezza del download.
        • Anonimo scrive:
          Re: Intanto Macromedia...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Macromedia prima fallisce e meglio
          è

          per tutti, qualsiasi piattaforma usi.

          Sottoscrivo in pieno, basta con quelle
          porcherie che ti ammazzano la cpu, oltre
          alla lentezza del download.Come si fa' a non essere daccordo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            ehi, se non siete capaci a usare bene il Flash, non prentevela col prodotto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            Cmq un esempio di cosa si possa fare credo siahttp://www.fififestival.net/Magari cambiate idea...Roby
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            Cmq un esempio di cosa si possa fare credo
            sia
            www.fififestival.net /

            Magari cambiate idea...
            RobyNon cambio mai idea sui prodotti proprietari!Una feature non standard e' semplicemente un danno e non porta a nessun vantaggio!La rete funziona sugli standard non sulle features piu' o meno proprietarie di questo o quel produttore non dovrebbe essere difficile da capire! ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            Indubbiamente tu hai ragione, ma allo stesso modo mi viene da pensare che prima di Flash non vi era modo di ottenere certi effetti ...(Non mi riferisco al fade)Quindi penso che nel momento in cui la fucina delle idee mi mettera un prodotto alternativo passero felice (magari aiutando come posso) al nuovo sistemaIntanto resto sui mie ogg al posto del mp3 e sui rtf al posto dei docSbaglio?Roby
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            Indubbiamente tu hai ragione, ma allo stesso
            modo mi viene da pensare che prima di Flash
            non vi era modo di ottenere certi effetti
            ...(Non mi riferisco al fade)

            Quindi penso che nel momento in cui la
            fucina delle idee mi mettera un prodotto
            alternativo passero felice (magari aiutando
            come posso) al nuovo sistema

            Intanto resto sui mie ogg al posto del mp3 e
            sui rtf al posto dei doc

            Sbaglio?
            RobyIn una parola sola NO ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Indubbiamente tu hai ragione, ma allo
            stesso

            modo mi viene da pensare che prima di
            Flash

            non vi era modo di ottenere certi
            effetti

            ...(Non mi riferisco al fade)



            Quindi penso che nel momento in cui la

            fucina delle idee mi mettera un prodotto

            alternativo passero felice (magari
            aiutando

            come posso) al nuovo sistema



            Intanto resto sui mie ogg al posto del
            mp3 e

            sui rtf al posto dei doc



            Sbaglio?

            Roby
            In una parola sola NO ;)E invece si. Se proprio vogliamo Flash può sostituire le gif animate, ma la sua utilità finisce lì. Coi soldi della licenza vi pagavate un bel manuale di PHP/MySQL, uno di CSS e avreste ottenuto gli stessi risultati, col vantaggio di essere più preparati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Indubbiamente tu hai ragione, ma
            allo

            stesso


            modo mi viene da pensare che prima
            di

            Flash


            non vi era modo di ottenere certi

            effetti


            ...(Non mi riferisco al fade)





            Quindi penso che nel momento in
            cui la


            fucina delle idee mi mettera un
            prodotto


            alternativo passero felice (magari

            aiutando


            come posso) al nuovo sistema





            Intanto resto sui mie ogg al posto
            del

            mp3 e


            sui rtf al posto dei doc





            Sbaglio?


            Roby

            In una parola sola NO ;)

            E invece si. Se proprio vogliamo Flash
            può sostituire le gif animate, ma la
            sua utilità finisce lì. Coi
            soldi della licenza vi pagavate un bel
            manuale di PHP/MySQL, uno di CSS e avreste
            ottenuto gli stessi risultati, col vantaggio
            di essere più preparati.Ma daaaii mi pare pentito!Ha detto che usa ogg e rtf...Non ha ribadito che usa flash...Un po' di tolleranza ... fagli fare un passo per volta.. vedrai che poi ci arriva da solo ;-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            E invece si. Se proprio vogliamo Flash
            può sostituire le gif animate, ma la
            sua utilità finisce lì.Ma non diciamo idiozie per favore!!! Flash vuol dire grafica vettoriale, vuol dire fare un'animazione complessa e occupare pochi kb col cavolo che lo sostituisci con le gif. Infatti Mozilla ha dichiarato che la grafica vettoriale riveste un ruolo importantissimo e vuole dare al SVG un ruolo importante nel suo browser.Al momento comunque non esistono tool del livello di FLASH per fare animazioni vettoriali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            E invece si. Se proprio vogliamo Flash

            può sostituire le gif animate,
            ma la

            sua utilità finisce lì.

            Ma non diciamo idiozie per favore!!! Flash
            vuol dire grafica vettoriale, vuol dire fare
            un'animazione complessa e occupare pochi kb
            col cavolo che lo sostituisci con le gif.
            Infatti Mozilla ha dichiarato che la grafica
            vettoriale riveste un ruolo importantissimo
            e vuole dare al SVG un ruolo importante nel
            suo browser.
            Al momento comunque non esistono tool delscusa una correzzione!...." livello di FLASH per fare animazioni vettoriali del tutto inutili" e che fanno perdere tempo col download costituendo una vera pena per chi usa un modem!".Cosi' va molto meglio! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            " livello di FLASH per fare animazioni
            vettoriali del tutto inutili" e che fanno
            perdere tempo col download costituendo una
            vera pena per chi usa un modem!".

            Cosi' va molto meglio! :DSe non sai di che parli mica è colpa mia, fare un'animazione vettoriale occupa pochissimi byte
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            " livello di FLASH per fare animazioni

            vettoriali del tutto inutili" e che
            fanno

            perdere tempo col download costituendo
            una

            vera pena per chi usa un modem!".



            Cosi' va molto meglio! :D

            Se non sai di che parli mica è colpa
            mia, fare un'animazione vettoriale occupa
            pochissimi byteNo la tua colpa e' che non ti rendi conto di come viene comunemente usato e di cio' che gli utenti vedono e "soffrono" (fai un giro di opinioni tra di loro) in rapporto al "beneficio" che ne ricavano!Mai sentito parlare di usabilita'? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            No la tua colpa e' che non ti rendi conto di
            come viene comunemente usato e di cio' che
            gli utenti vedono e "soffrono" (fai un giro
            di opinioni tra di loro) in rapporto al
            "beneficio" che ne ricavano!
            Mai sentito parlare di usabilita'? :DVeramente ne ho parlato nel messaggio, se la gente leggesse quello a cui replica farebbe una cortesia a tutti
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            No la tua colpa e' che non ti rendi
            conto di

            come viene comunemente usato e di cio'
            che

            gli utenti vedono e "soffrono" (fai un
            giro

            di opinioni tra di loro) in rapporto al

            "beneficio" che ne ricavano!

            Mai sentito parlare di usabilita'? :D

            Veramente ne ho parlato nel messaggio, se la
            gente leggesse quello a cui replica farebbe
            una cortesia a tuttiEvidentemente la tua idea di usabilita' o e' limitata o non concorda con quella degli utenti cui della animazione vettoriale non importa nulla!Se tu avessi fatto un poco di statistiche sui siti ti saresti reso conto che ormai tutti quelli che hanno flash offrono l'alternativa "tradizionale html"....Come sara? e come mai se vai a vedere le statistiche scopri che l'utente quando puo' scegliere clicca sempre sull'html?Ci sara' un motivo? tu che dici?Forse l'usabilta? che non e' il massimo?.Beati i poveri di spirito e quelli che non hanno mai dubbi!......
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            Evidentemente la tua idea di usabilita' o e'
            limitata o non concorda con quella degli
            utenti cui della animazione vettoriale non
            importa nulla!Invito anche te a leggere i messaggi del thread prima di scrivere, ho già scritto cosa penso dei siti che usano completamente il flash... inutile ripetere più volte le stesse cose se la gente legge come vuole lei
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Evidentemente la tua idea di usabilita'
            o e'

            limitata o non concorda con quella degli

            utenti cui della animazione vettoriale
            non

            importa nulla!

            Invito anche te a leggere i messaggi del
            thread prima di scrivere, ho già
            scritto cosa penso dei siti che usano
            completamente il flash... inutile ripetere
            più volte le stesse cose se la gente
            legge come vuole leima siete la stessa persona o state facendo la guerra?:D
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            Ma non diciamo idiozie per favore!!! Flash
            vuol dire grafica vettoriale, vuol dire fare
            un'animazione complessa e occupare pochi kb
            col cavolo che lo sostituisci con le gif.
            Infatti Mozilla ha dichiarato che la grafica
            vettoriale riveste un ruolo importantissimo
            e vuole dare al SVG un ruolo importante nel
            suo browser.
            Al momento comunque non esistono tool del
            livello di FLASH per fare animazioni
            vettoriali.Infatti ho detto: Flash può, se vogliamo, sostituire le gif animate. Solo quello è il suo merito, e solo le animazioni complesse perchè la scrittina che vola la fai in DHTML e usi gli stessi KB. SVG era molto meglio per altre cose, non di certo l'impatto visivo, da parte mia non lo ho mai usato (mi venivano cose decisamente involute come codice) limite mio per carità. Quanto al fare un sito TUTTO in flash non mi trovi d'accordo: è inutile e pesante. Pesante perchè devi caricare un sacco di roba che forse non usi, inutile perchè con troppa grafica (l'equilibrio ci vuole, il troppo no) fai perdere di vista i contenuti. Quanto poi al fare siti dinamici in flash....... .... scusate ...... mi sono addormentato ...... mentre flash parsava un XML.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            Quanto al fare
            un sito TUTTO in flash non mi trovi
            d'accordo: è inutile e pesante.
            Pesante perchè devi caricare un sacco
            di roba che forse non usi, inutile
            perchè con troppa grafica
            (l'equilibrio ci vuole, il troppo no) fai
            perdere di vista i contenuti. Quanto poi al
            fare siti dinamici in flash....... ....
            scusate ...... mi sono addormentato ......
            mentre flash parsava un XML.Ma io non ho detto che voglio i siti tutti in flash, forse l'avrà detto qualcun altro nel thread. Ma non per la pesantezza (la pesantezza è dovuta al fatto che ci infilano anche i suoni o alla scarsa attenzione nell'ottimizzazione) ma perché hanno una scarsa usabilità e comunque il semplice html per siti di contenuto è più adatto. Però fate ad esempio un'animazione da inserire in un sito web che descriva dei comportamenti chimici, con la grafica vettoriale si può ottenere un'animazione di pocke kb con un'ottima definizione che in AVI richiederebbe centinaia di megaCapisco che si critichino molti siti fatti con flash che fanno pena, ma Flash resta un tool eccezionale, criticherei l'uso che se ne fa, ma non lo strumento.Macromedia comunque a differenza di microsoft fa software di qualità, si potrebbe criticare perché usa formati proprietari però è anche vero che sul versante Open Source non ci sono prodotti all'altezza di Flash MX o Dreamweaver e anche il formato SVG è nato grazie alla collaborazione di Macromedia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo
            Cmq un esempio di cosa si possa fare credo
            sia
            www.fififestival.net /

            Magari cambiate idea...
            RobyNiente di infattibile con un po' di dhtml.Per le animazioni vettoriali posso essere d'accordo, ma il resto è superfluo e ferraginoso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Intanto Macromedia...
        - Scritto da: Anonimo
        Macromedia prima fallisce e meglio è
        per tutti, qualsiasi piattaforma usi.Io mi trovo molto bene con DreamWeaver e Director...quindi ovviamente non condivido le tue idee.
        • Anonimo scrive:
          Re: Intanto Macromedia...
          - Scritto da: Anonimo

          Io mi trovo molto bene con DreamWeaver e
          Director...quindi ovviamente non condivido
          le tue idee.ti consiglio di utilizzare comunque l'editor testuale di dreamWeaver.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intanto Macromedia...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Io mi trovo molto bene con DreamWeaver e

            Director...quindi ovviamente non
            condivido

            le tue idee.

            ti consiglio di utilizzare comunque l'editor
            testuale di dreamWeaver.si difatti con dreamweaver utilizzo anche BBedit.
  • Mechano scrive:
    Il giudice usa Linux
    Nel dibattito nato nei forum dopo la notizia della causa di SCO contro DaimlerCrysler e Autozone, qualcuno disse che per vincere questa causa SCO doveva sperare di non trovare un giudice che avesse la sua distro Linux nel suo portatile...Beh ecco qua e giudicate voi... Ahahahahahahah :-D-------Per ironia della sorte, il noto osservatorio del Web Netcraft ha rivelato che il sito del tribunale distrettuale del Nevada, dove SCO ha presentato la propria causa contro AutoZone, gira su Linux: sempre su Linux sarebbe basato anche il sistema utilizzato dal tribunale per la gestione delle cause e l'archiviazione automatizzata degli atti. Paradossalmente, per presentare la propria causa, SCO avrebbe dunque utilizzato un sistema basato su codice che ritiene in violazione dei suoi copyright.----Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giudice usa Linux
      - Scritto da: Mechano
      Nel dibattito nato nei forum dopo la notizia
      della causa di SCO contro DaimlerCrysler e
      Autozone, qualcuno disse che per vincere
      questa causa SCO doveva sperare di non
      trovare un giudice che avesse la sua distro
      Linux nel suo portatile...

      Beh ecco qua e giudicate voi...
      Ahahahahahahah :D

      -------
      Per ironia della sorte, il noto osservatorio
      del Web Netcraft ha rivelato che il sito del
      tribunale distrettuale del Nevada, dove SCO
      ha presentato la propria causa contro
      AutoZone, gira su Linux: sempre su Linux
      sarebbe basato anche il sistema utilizzato
      dal tribunale per la gestione delle cause e
      l'archiviazione automatizzata degli atti.
      Paradossalmente, per presentare la propria
      causa, SCO avrebbe dunque utilizzato un
      sistema basato su codice che ritiene in
      violazione dei suoi copyright.
      ----

      Ciao.
      Mr. Mechanosempre troll voi linuxari
      • Anonimo scrive:
        Re: Il giudice usa Linux
        - Scritto da: Anonimo
        sempre troll voi linuxarisempre inutili e senza spina dorsale voi troll...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il giudice usa Linux

        sempre troll voi linuxariSempre a rosicare voi winari
        • Anonimo scrive:
          Re: Il giudice usa Linux
          - Scritto da: Anonimo

          sempre troll voi linuxari

          Sempre a rosicare voi winariTutto quello che vuoi su i winari ma "rosicare" è proprio il contrario, basta leggere i forum quando si parla di MS.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giudice usa Linux
      - Scritto da: Mechanosempre su Linux
      sarebbe basato anche il sistema utilizzato
      dal tribunale per la gestione delle cause e
      l'archiviazione automatizzata degli atti.
      Paradossalmente, per presentare la propria
      causa, SCO avrebbe dunque utilizzato un
      sistema basato su codice che ritiene in
      violazione dei suoi copyright.
      ----

      Ciao.
      Mr. Mechano"sarebbe"...hai detto giusto.
      • Mechano scrive:
        Re: Il giudice usa Linux
        - Scritto da: Anonimo

        sarebbe basato anche il sistema
        "sarebbe"...hai detto giusto.Non l'ho detto io, sta scritto nell'articolo...--Ciao. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giudice usa Linux
      [cut]Legittimo sospetto? :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giudice usa Linux
      - Scritto da: Mechano
      Nel dibattito nato nei forum dopo la notizia
      della causa di SCO contro DaimlerCrysler e
      Autozone, qualcuno disse che per vincere
      questa causa SCO doveva sperare di non
      trovare un giudice che avesse la sua distro
      Linux nel suo portatile...

      Beh ecco qua e giudicate voi...
      Ahahahahahahah :D

      -------
      Per ironia della sorte, il noto osservatorio
      del Web Netcraft ha rivelato che il sito del
      tribunale distrettuale del Nevada, dove SCO
      ha presentato la propria causa contro
      AutoZone, gira su Linux: sempre su Linux
      sarebbe basato anche il sistema utilizzato
      dal tribunale per la gestione delle cause e
      l'archiviazione automatizzata degli atti.
      Paradossalmente, per presentare la propria
      causa, SCO avrebbe dunque utilizzato un
      sistema basato su codice che ritiene in
      violazione dei suoi copyright.
      ----

      Ciao.
      Mr. Mechano
      href="mailto:mechano@punto-informatico.it"
      meNon lo userà più quando SCO avrà vinto :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giudice usa Linux
      In ogni caso spero che il giudice non sia di parte, sennò è peggio per tutti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Il giudice usa Linux
        - Scritto da: Anonimo
        In ogni caso spero che il giudice non sia di
        parte, sennò è peggio per
        tutti...1) Usare Linux non e' "di parte" il caso e' tra SCO e IBM.2) Il giudice (ma in questo caso e' il tribunale) puo' usrae quello che crede, e' solo uno strumento e nulla ha a che vedere col suo giudizio.3) il giudice del caso atitrust contro M$ usava M$Word dobbiamo dedurne che era di parte? ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il giudice usa Linux
          - Scritto da: Anonimo

          1) Usare Linux non e' "di parte" il caso e'
          tra SCO e IBM.

          2) Il giudice (ma in questo caso e' il
          tribunale) puo' usrae quello che crede, e'
          solo uno strumento e nulla ha a che vedere
          col suo giudizio.

          3) il giudice del caso atitrust contro M$
          usava M$Word dobbiamo dedurne che era di
          parte? ;)Solo usando Linzozzzzzzz dimostra che è di parte
          • Anonimo scrive:
            Re: Il giudice usa Linux
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            1) Usare Linux non e' "di parte" il
            caso e'

            tra SCO e IBM.



            2) Il giudice (ma in questo caso e' il

            tribunale) puo' usrae quello che crede,
            e'

            solo uno strumento e nulla ha a che
            vedere

            col suo giudizio.



            3) il giudice del caso atitrust contro
            M$

            usava M$Word dobbiamo dedurne che era di

            parte? ;)

            Solo usando Linzozzzzzzz dimostra che
            è di parteAllora e' di parte anche SCO dato che usa Server Linux e open source tools! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Il giudice usa Linux
            - Scritto da: Anonimo

            Allora e' di parte anche SCO dato che usa
            Server Linux e open source tools! :DOpen source tools != linux gli open source tools sono nati una ventina di anni fa e linux era ancora nelle vostre menti bacate :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Il giudice usa Linux
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Allora e' di parte anche SCO dato che
            usa

            Server Linux e open source tools! :D

            Open source tools != linux

            gli open source tools sono nati una ventina
            di anni fa e linux era ancora nelle vostre
            menti bacate :DVero ! mau server Linux e' un server Linux punto e basta! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giudice usa Linux
      Cioe'? Se il giudice sportivo e' Juventino, allora e' probabile che squalifichi qualcuno del Milan solo per passione?
  • Anonimo scrive:
    FreeBSD
    Free yourself, free your mind, free your dreamstaste the powaenjoy FreeBSD(FreeBSD)
    • Anonimo scrive:
      Re: FreeBSD
      - Scritto da: Anonimo
      Free yourself, free your mind, free your
      dreams
      taste the powa

      enjoy FreeBSD

      (FreeBSD)dato che tra gli sviluppatori di FeeBSD e di Linux esiste collaborazione, TU non sei uno sviluppatore, al massimo sei un winzozzaro cerca di seminare zizzania... senza riuscirci.
      • Anonimo scrive:
        Re: FreeBSD
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Free yourself, free your mind, free your

        dreams

        taste the powa



        enjoy FreeBSD



        (FreeBSD)

        dato che tra gli sviluppatori di FeeBSD e di
        Linux esiste collaborazione, TU non sei uno
        sviluppatore, al massimo sei un winzozzaro
        cerca di seminare zizzania... senza
        riuscirci.Giusto! :-) linux ama freebsd e freebsd ama linux
      • Anonimo scrive:
        Re: FreeBSD
        - Scritto da: Anonimo

        dato che tra gli sviluppatori di FeeBSD e di
        Linux esiste collaborazione, TU non sei uno
        sviluppatore, al massimo sei un winzozzaro
        cerca di seminare zizzania... senza
        riuscirci.Volevi dire Linzozzzzz e linzozzzzzzzzzzzaro
    • Anonimo scrive:
      Re: FreeBSD
      La licenza BSD è in taluni casi utile, ma non permette un vero sviluppo comunitario: se fosse il caso, un domani, un colosso come Microsoft potrebbe prendere uno dei vari BSD, investire un sacco di soldi per evolverlo e non dare indietro i sorgenti.Si avrebbe quindi un BSD migliore, ma non open source, per cui ne beneficerebbe solo M$ e chi lo paga.Mi sembra un modello un po' rischioso
      • Alessandrox scrive:
        Re: FreeBSD
        - Scritto da: Anonimo
        La licenza BSD è in taluni casi
        utile, ma non permette un vero sviluppo
        comunitario: se fosse il caso, un domani, un
        colosso come Microsoft potrebbe prendere uno
        dei vari BSD, investire un sacco di soldi
        per evolverlo e non dare indietro i
        sorgenti.
        Si avrebbe quindi un BSD migliore, ma non
        open source, per cui ne beneficerebbe solo
        M$ e chi lo paga.
        Mi sembra un modello un po' rischiosoPer questo esiste o almeno e' stata proposta una licenza BSD modificata, piu' vicina alla LGPL
  • Anonimo scrive:
    Finalmente!
    Anche il giudice si deve essere rotto le p***e di questa telenovela (a proposito: MITICA l'immagine di copertina!). Tra un po' si saprà, praticamente senza ombra di dubbio, se la denuncia di SCO è solo chiacchiere o cìè dell'altro. E se posso fare il tifo: spero finisca in modo similare alla germania, con SCO che non può più aprire bocca su linux
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente!
      Si carina, ma il Pinguino non sta affatto piangendo, da quando S(quadra) C(azzari) O(limpica) ha tirato fuori sta storia gli saranno venuti centinaia di attacchi di risate.- Scritto da: Anonimo
      Anche il giudice si deve essere rotto le
      p***e di questa telenovela (a proposito:
      MITICA l'immagine di copertina!).
  • Anonimo scrive:
    Che gente!!!
    SCO avrebbe però adempiuto solo in parte. Quest'ultima si è giustificata sostenendo che per mostrare tutte le linee di codice che violano i propri copyright, deve prima avere accesso al codice sorgente di AIX e DinyxPer la serie prima accusiamo e poi vediamo di costruirci le prove...
  • Anonimo scrive:
    Qualche chicca interessante ;-)
    MS Word File Reveals Changes to SCO's PlansA Microsoft Word document of SCO's suit against DaimlerChrysler, seen by CNET News.com, originally identified Bank of America as the defendant instead of the automaker. This revision and others in the document can be seen through powerful but often forgotten features in Microsoft Word known as invisible electronic ink.http://news.com.com/2100-7344_3-5170073.htmlLeaked Memo Says Microsoft Raised $86 million for SCOEric S. Raymond's Open Source site has a new Halloween memo. The Halloween X memo, which ESR says he received by email from an anonymous whistleblower inside SCO, appears to confirm Microsoft's alleged funding of SCO's anti-Linux initiative. And the actual dollar amounts are much larger than previously rumored!http://slashdot.org/articles/04/03/04/1347234.shtml
  • Anonimo scrive:
    Le accuse di Raymond
    sono pesanti. Ha fatto male a gettare il sasso nello stagno con il solo scopo di increspare maggiormente le acque. I casi sono due:- Quello che dice è vero, ed allora dovrebbe essere suo dovere denunciare l'accaduto, in tribunale però, così venivano fuori gli altarini dietro questa vicenda- Quello che dice è falso, e allora doveva solo stare zitto, e se si becca una denuncia da parte di Microsoft gli sta bene
    • Mechano scrive:
      Re: Le accuse di Raymond
      - Scritto da: Anonimo
      - Quello che dice è vero, ed allora
      dovrebbe essere suo dovere denunciare
      l'accaduto, in tribunale però,
      così venivano fuori gli altarini
      dietro questa vicenda
      - Quello che dice è falso, e allora
      doveva solo stare zitto, e se si becca una
      denuncia da parte di Microsoft gli sta beneChe io sappia M$ ha confermato l'autenticita' delle e-mail dove vengono nominati finanziamenti fino a $100 milioni tramite consociate e affiliate. La mail sulla quale si basano le affermazioni di Raymond.Anche la rivista RedHat Magazine pubblicava (ripeto rendeva pubblica) l'esternazione che Micro$oft stesse pagando SCO per un totale di $300milioni dilazionati in 3 anni fino al processo contro IBM. E questa di cui parla Raymond e' solo la prima rata.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Le accuse di Raymond

        Anche la rivista RedHat Magazine pubblicava
        (ripeto rendeva pubblica) l'esternazione che
        Micro$oft stesse pagando SCO per un totale
        di $300milioni dilazionati in 3 anni fino al
        processo contro IBM. E questa di cui parla
        Raymond e' solo la prima rata.e poi trasferimenti di quell'entita' non si possono tenere segreti (a nessun giudice anche solo leggermente curioso), il risultato quale potrebbe essere ? Un odio viscerale verso la microsoft? Gia' la odiano tutti quindi una bastardata in + o - che vuoi che cambi ? :D un utente che alla m$ non ha mai dato un eurocent (apple)
        • Mechano scrive:
          Re: Le accuse di Raymond
          - Scritto da: Anonimo
          risultato quale potrebbe essere ? Un odio
          viscerale verso la microsoft? Gia' la odiano
          tutti quindi una bastardata in + o - che
          vuoi che cambi ? :DSe non altro SCO viene guardata con occhio diverso quando arriva al banco degli imputati... Per lo meno avendo ben chiaro il perche' di una simile cazzata.
          un utente che alla m$ non ha mai dato un
          eurocent

          (apple)Tu dai a Micro$oft piu' di quanto immagini, anche semplicemente respirando.--Ciao. Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Le accuse di Raymond
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo


            risultato quale potrebbe essere ? Un
            odio

            viscerale verso la microsoft? Gia' la
            odiano

            tutti quindi una bastardata in + o - che

            vuoi che cambi ? :D

            Se non altro SCO viene guardata con occhio
            diverso quando arriva al banco degli
            imputati... Per lo meno avendo ben chiaro il
            perche' di una simile cazzata.


            un utente che alla m$ non ha mai dato
            un

            eurocent



            (apple)

            Tu dai a Micro$oft piu' di quanto immagini,
            anche semplicemente respirando.

            --
            Ciao.
            Mr. MechanoPurtroppo hai ragione ma e' un ottimo motivo per fare di tutto perche' sia lui che noi si cominci a "smettere"...;-)
          • Mechano scrive:
            Re: Le accuse di Raymond
            - Scritto da: Anonimo
            Purtroppo hai ragione ma e' un ottimo motivo
            per fare di tutto perche' sia lui che noi si
            cominci a "smettere"...
            ;)Di far che, respirare? :-)Quando vedremo anche i portatili di un qualsiasi centro commerciale venduti anche con Linux o vuoti allora sara' un segno che il mondo sta cambiando.--Ciao.Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Le accuse di Raymond
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo


            Purtroppo hai ragione ma e' un ottimo
            motivo

            per fare di tutto perche' sia lui che
            noi si

            cominci a "smettere"...

            ;)

            Di far che, respirare? :)

            Quando vedremo anche i portatili di un
            qualsiasi centro commerciale venduti anche
            con Linux o vuoti allora sara' un segno che
            il mondo sta cambiando.Francamente il mio portatile non ha mai visto nulla che somigliasse a sofware M$ anzi aveva linux preinstallato (RH) ma io lo ho cambiato con Debian perche' mi piaceva di piu'.Non sara' usuale ma e' possibile.Basta cominciare!Si deve scegliere altrimenti hanno sempre ragione loro!

            --
            Ciao.
            Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Le accuse di Raymond
          • Anonimo scrive:
            Re: Le accuse di Raymond
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Mechano





            Di far che, respirare? :)



            Quando vedremo anche i portatili di un

            qualsiasi centro commerciale venduti
            anche

            con Linux o vuoti allora sara' un segno
            che

            il mondo sta cambiando.



            --

            Ciao.

            Mr. Mechano

            la cantina e le canne fanno male!!!!:DHai perfettamente ragione Piu' che onesto ti consiglio la lettura di questo post sull'argomento!http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=554200
    • Anonimo scrive:
      Re: Le accuse di Raymond
      credo che esista la libertà di parola (se riguarda fatti veri o opinioni legittime) oltre e al di là della libertà di denuncia, non possiamo pretendere che tutti si trasformino in crociati e poi pubblicare queste informazioni ha migliore effetto presso il pubblico consapevole delle denunce- Scritto da: Anonimo
      sono pesanti. Ha fatto male a gettare il
      sasso nello stagno con il solo scopo di
      increspare maggiormente le acque. I casi
      sono due:
      - Quello che dice è vero, ed allora
      dovrebbe essere suo dovere denunciare
      l'accaduto, in tribunale però,
      così venivano fuori gli altarini
      dietro questa vicenda
      - Quello che dice è falso, e allora
      doveva solo stare zitto, e se si becca una
      denuncia da parte di Microsoft gli sta bene
    • BlueSky scrive:
      Re: Le accuse di Raymond
      - Scritto da: Anonimo
      sono pesanti. Ha fatto male a gettare il
      sasso nello stagno con il solo scopo di
      increspare maggiormente le acque.Raymond ha affermato che non sa se la fonte sia attendibile o meno, l'ha solo riportata. Qualcuno comunque dice che MS abbia confermato che la mail è originale.
  • Anonimo scrive:
    Occhio alle sirene
    Occhio alle sirene, ai finti amici di Linux e dell' Open Source.Mi riferisco a quelle Aziende che fanno finta di appoggiare l' Open Source e Linux, ma che in realtà giocano a favore di SCO semplicemente perchè hanno assoluti vantaggi dai SW proprietari e dai copyright estesi su tutto per mantenere le loro posizioni di predominanza parassitarie di potere pretendendo royalties su tutto, persino sull' aria che si respira dentro i loro uffici.Una di queste Aziende quintecolonne per Linux e per l' Open Source potrebbe proprio essere CA, che pur facendo parte dell' ODSL rema contro l' Open Source e Linux accettando di piegarsi alle stravaganti pretese di quel manigoldo di Mc Bride e della sua sottospecie di parassita e in procinto fallimentare SCO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Occhio alle sirene
      - Scritto da: Anonimo
      Occhio alle sirene, ai finti amici di Linux
      e dell' Open Source.
      Mi riferisco a quelle Aziende che fanno
      finta di appoggiare l' Open Source e Linux,
      ma che in realtà giocano a favore di
      SCO semplicemente perchè hanno
      assoluti vantaggi dai SW proprietari e dai
      copyright estesi su tutto per mantenere le
      loro posizioni di predominanza parassitarie
      di potere pretendendo royalties su tutto,
      persino sull' aria che si respira dentro i
      loro uffici.
      Una di queste Aziende quintecolonne per
      Linux e per l' Open Source potrebbe proprio
      essere CA, che pur facendo parte dell' ODSL
      rema contro l' Open Source e Linux
      accettando di piegarsi alle stravaganti
      pretese di quel manigoldo di Mc Bride e
      della sua sottospecie di parassita e in
      procinto fallimentare SCO.Non ti preoccupare ci vuole altro che il lupo con la zampa coperta di farina per scambiarlo per agnello! ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Occhio alle sirene
      ?? si vede che non hai letto i post precedenti...
  • Anonimo scrive:
    linux
    http://www.melbourne.indymedia.org/news/2003/09/54124.phphttp://www.gamedev.net/community/forums/topic.asp?topic_id=203545convertitevi finchè siete in tempo passate a FreeBSD:D(FreeBSD)
    • Anonimo scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: Anonimo
      www.melbourne.indymedia.org/news/2003/09/5412

      www.gamedev.net/community/forums/topic.asp?to


      convertitevi finchè siete in tempo
      passate a FreeBSD:D

      (FreeBSD)http://slashdot.org/features/98/09/15/1130201_F.shtml(FreeBSD)
    • Anonimo scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: Anonimo
      www.melbourne.indymedia.org/news/2003/09/5412

      www.gamedev.net/community/forums/topic.asp?to


      convertitevi finchè siete in tempo
      passate a FreeBSD:D

      (FreeBSD)http://www.microsoft.com/resources/sharedsource/Articles/EvansNERA.mspxhttp://www.linuxsucks.org/read.html?postid=3803&page=5un ottimo sito http://www.linuxsucks.org/:D(FreeBSD)
      • Mechano scrive:
        Re: linux
        - Scritto da: Anonimo
        www.microsoft.com/resources/sharedsource/ArtiIn questo link ci sono bugie assurde sulla GPLCome qui:The GPL requires that anyone who wants to distribute modified versions of software covered by the GPL must make the source code for the modified software available at effectively no charge. According to the FSF,Riportare link dai siti Micro$oft contro la GPL e' come riportare autorevoli articoli sul Berlusca da Panorama...--Ciao. Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: linux
          - Scritto da: Mechano

          In questo link ci sono bugie assurde sulla
          GPL

          Come qui:

          The GPL requires that anyone who wants to
          distribute modified versions of software
          covered by the GPL must make the source code
          for the modified software available at
          effectively no charge. According to the FSF,

          Riportare link dai siti Micro$oft contro la
          GPL e' come riportare autorevoli articoli
          sul Berlusca da Panorama...

          --
          Ciao.
          Mr. Mechanoe tu te lo sei pure andato a leggere non avevi visto che aveva postato un link microsoft :|:|:|
    • bacarozz83 scrive:
      ma smettila
      di sparare megatoni di stronzate(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: ma smettila
        - Scritto da: bacarozz83
        di sparare megatoni di stronzate
        (linux)solo puro BSD 100% altro che linux(FreeBSD)
        • bacarozz83 scrive:
          x la redazione...
          • TADsince1995 scrive:
            Re: x la redazione...
            - Scritto da: bacarozz83
            propongo di aggiungere assieme agli stemmi
            win lin e mac anche il diavoletto di bsd e
            lo stemma di amiga...
            cmq... w linux! (linux)Concordo pienamente sullo stemma di amiga, il mitico boing bag! (o la mitica V tutta colorata?)Schiavoni facci vedere che sai fare!TAD Un inguaribile amighista di vecchia data
          • Anonimo scrive:
            Re: x la redazione...
            - Scritto da: bacarozz83
            propongo di aggiungere assieme agli stemmi
            win lin e mac anche il diavoletto di bsd e
            lo stemma di amiga...
            cmq... w linux! (linux)anche lo stemma di OpenQNX comunque per facilitarvi il lavoro ecco quelli già fattiBSDhttp://www.netbsd.com.br/bsd-logo.pngAMIGAhttp://amiga.resource.cx/images/logo.gifhttp://www.global-multimedia.de/amiga/boingballamiga3d.jpgQNXhttp://www.qnx.com/images/header/qnx_logo.gif
        • Anonimo scrive:
          Re: ma smettila
          certo certo, voi utenti e sviluppatori *BSD siete 4 gatti e non vi si caga nessuno, la darpa ha anche ritirato i fondi per openbsd, siete alla frutta.
        • Anonimo scrive:
          Re: ma smettila
          Almeno Linux ha la decenza di supportare un po' meglio l' hardware + nuovo del pentium 2 e di non regalare tutto il codice buono a Microsoft Cisco e vari che se lo rivendono come fosse roba loro senza riconoscere nemmeno la paternita' intelletuale a chi lo ha scritto.
          • Anonimo scrive:
            Re: ma smettila
            - Scritto da: Anonimo
            Almeno Linux ha la decenza di supportare un
            po' meglio l' hardware + nuovo del pentium 2
            e di non regalare tutto il codice buono a
            Microsoft Cisco e vari che se lo rivendono
            come fosse roba loro senza riconoscere
            nemmeno la paternita' intelletuale a chi lo
            ha scritto.(troll)
          • Anonimo scrive:
            Re: ma smettila
            troll sto cavolo, e' solo vero quello che ha detto !
    • Anonimo scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: Anonimo...
      convertitevi finchè siete in tempo
      passate a FreeBSD:DMa per favore...Un sistema operativo (tecnicamente decente) con una licenza ridicola (detta anche Ruba e Rivendi), fatto da quattro gatti finanziati dal governo Usa.Chieditevi come mai M$ e` a favore della licenza BSD.Il problema degli utenti BDS e` l'odio sfrenato per Linux. Il non poter sopportare che la diffusione di Linux e` enormemente maggiore dei BSD. Tutta invidia.
      • Mechano scrive:
        Re: linux
        - Scritto da: Anonimo
        Ma per favore...
        Un sistema operativo (tecnicamente decente)Sul tecnicamente decente non sono daccordo, Qualsiasi BSD e' piuttosto buono e coerente come struttura. Certo per favorire stabilita' e pulizia dai bug lo sviluppo e' leeeeento. E quindi non funziona tanto hardware anche importante, ossia una motherboard moderna o poco diffusa come alcuni nuovi chipset SiS non sono supportati ed e' un calvario farlo funzionare. Per fortuna accedono al parco software Linux grazie ad un layer di emulazione, ma anche li son dolori...
        con una licenza ridicola (detta anche Ruba e
        Rivendi), fatto da quattro gatti finanziati
        dal governo Usa.

        Chieditevi come mai M$ e` a favore della
        licenza BSD.Beh lo scopo era quello. Ottenere i finanziamenti. Le aziende commerciali come Micro$oft ed altre ci hanno messo lo zampino obbligando il governo a finanziare solo se poi si potesse depredare, in fondo l'Universita' e' un istituto finanziato con denaro pubblico per asservire ai porci comodi delle aziende della nazione dove risiedono tali Universita'. In Italia succede lo stesso, ed ogni molecola o altra invenzione fatta nei centri di ricerca universitari sparisce e diventa subito un farmaco brevettato da chi ha i tentacoli ben dentro l'amministrazione dell'Universita'. Profitti a costo di sviluppo molto basso fatto da altri...--Ciao. Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: linux
          - Scritto da: Mechano

          - Scritto da: Anonimo


          Ma per favore...

          Un sistema operativo (tecnicamente
          decente)

          Sul tecnicamente decente non sono daccordo,
          Qualsiasi BSD e' piuttosto buono e coerente
          come struttura. Certo per favorire
          stabilita' e pulizia dai bug lo sviluppo e'
          leeeeentol'unico problema del BSD per quanto mi riguarda e' lo schifosissimo supporto java, la gestione dei thread su bsd e' rivoltante... tanto da aver costretto i poveracci su yahoo a preferire PHP (non avete letto male P H P :D) a java perche' i loro server girano tutti su freebsd per il resto tanto di cappello a questo solidissimo e storico OS a cui tutti dobbiamo qualcosa (lo stack tcpip del vostro os preferito e' probabilmente BSD!)
          • Anonimo scrive:
            Re: linux
            - Scritto da: Anonimo...
            l'unico problema del BSD per quanto mi
            riguarda e' lo schifosissimo supporto java,
            la gestione dei thread su bsd e'
            rivoltanteQuesta non la sapevo. ...
            dobbiamo qualcosa (lo stack tcpip del vostro
            os preferito e' probabilmente BSD!)Sicuramente *NON* quello di Linux, che e` stato riscritto da zero.
          • Anonimo scrive:
            Re: linux
            nulla si riscrive da zero persino per il kernel linus si è ispirato da minixaf_inet.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketaf_inet.c: * Alan Cox : BSD rather than common sense interpretation ofdevinet.c: * address (4.4BSD alias style support),devinet.c: /* compare label and address (4.4BSD style) */devinet.c: 4.3BSD-style and passed in junk so we fall back tofib_frontend.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketfib_hash.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketfib_rules.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketfib_semantics.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketicmp.c: * Keith Owens : RFC1191 correction for 4.2BSD basedip_forward.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketip_fragment.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketip_gre.c: /* BSD 4.2 MORE DOES NOT EXIST IN NATURE. */ip_input.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketip_input.c: * Alan Cox : BSD address rule semantics. Also seeip_input.c: * Alan Cox : RAW sockets demultiplex in the BSD style.ip_input.c: * Alan Cox : Set saddr on raw output frames as per BSD.ip_nat_dumb.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketip_options.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketip_output.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketip_sockglue.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketipip.c: /* BSD 4.2 MORE DOES NOT EXIST IN NATURE. */ipmr.c: * that's how BSD mrouted happens to think. Maybe one day with a propernetfilter/ipchains_core.c: * Copyright from the original FreeBSD version follows:netfilter/ipchains_core.c: * an interface chain as you do in BSD - same logicnetfilter/ipchains_core.c: * chains per device too, but unlike BSD we first check if tnetfilter/ipchains_core.c:MODULE_LICENSE("Dual BSD/GPL");netfilter/ipfwadm_core.c: * IP firewalling code. This is taken from 4.4BSD. Please note thenetfilter/ipfwadm_core.c: * Ported from BSD to Linux,netfilter/ipfwadm_core.c: * Merged and included the FreeBSD-Current changes at Ugen's requestnetfilter/ipfwadm_core.c: * Porting bidirectional entries from BSD, fixing accounting issues,netfilter/ipfwadm_core.c: * If the chain is empty follow policy. The BSD onenetfilter/ipfwadm_core.c: * 4.4BSD derived systems that have an address chainnetfilter/ipfwadm_core.c: * an interface chain as you do in BSD - same logicnetfilter/ipfwadm_core.c: * This was obviously wrong in the original BSD codenetfilter/ipfwadm_core.c: * Should be panic but... (Why are BSD peoplanic obsessed ??)proc.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketprotocol.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketraw.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketraw.c: * Alan Cox : BSD style RAW socket demultiplexing.raw.c: * Alan Cox : Skip broadcast check if BSDism set.raw.c: if (msg-
            msg_flags & MSG_OOB) /* Mirror BSD error message */route.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketroute.c: * Alan Cox : Added BSD route gw semanticsroute.c: * Miquel van Smoorenburg : BSD API fixes.route.c: * Alan Cox : Aligned routing errors more closely with BSDroute.c: /* BSD 4.2 compatibility hack :-( */tcp.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Sockettcp.c: * Alan Cox : BSD accept semantics.tcp.c: * BSD api.tcp.c: * Craig I. Hagan : Allow for BSD compatible TIME_WAIT fortcp.c: * between specifications and how BSDtcp.c: * Linus Torvalds : Fixed BSD port reuse to work first syntcp.c: * Matt Day : poll()-
            select() match BSD precisely on errortcp.c: * avoidance algorithm to BSD styletcp.c: * Handle reading urgent data. BSD has very simple semantics fortcp.c: /* Fixed the recv(..., MSG_OOB) behaviour. BSD docs andtcp.c: /* This is a (useful) BSD violating of the RFC. There is atcp.c: * We use a 3 minute timeout (about the same as BSD) then killtcp_input.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Sockettcp_input.c: * etc. I guess in BSD RTO takes ONE value, so that it is absolutelytcp_input.c: * and in FreeBSD. NetBSD's one is even worse.) is wrong.tcp_input.c: /* We want the right error as BSD sees it (and indeed as we do). */tcp_input.c: * BSD still doesn't use the correction from RFC961.tcp_input.c: * Though this happens in BSD with high probability, this is occasional.tcp_input.c: * decline of BSD again. Verdict: it is better to remove to traptcp_input.c: * send data with the syn, BSD accepts data with thetcp_input.c: * BSD 4.4 also does reset.tcp_ipv4.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Sockettcp_ipv4.c: * exploit here. The BSD API does not allow a listening TCPtcp_minisocks.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Sockettcp_minisocks.c: * [ BTW Linux. following BSD, violates this requirement waitingtcp_output.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Sockettcp_output.c: * BSD seems to make the following compromise:tcp_output.c: * BSD also seems to "accidentally" limit itself to windows that are atcp_output.c: * 4.4BSD forces sending single byte of data. We cannot sendtcp_timer.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Sockettcp_timer.c: * goes to quadratic. netBSD doubles, but only goes up to *64,udp.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socketudp.c: if (msg-
            msg_flags&MSG_OOB) /* Mirror BSD error message compatibility */utils.c: * operating system. INET is implemented using the BSD Socket
    • Anonimo scrive:
      Re: linux
      - Scritto da: Anonimo
      convertitevi finchè siete in tempo
      passate a FreeBSD:D

      (FreeBSD)Voto: (troll)(troll) O O O
      • Anonimo scrive:
        Re: linux
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        convertitevi finchè siete in
        tempo

        passate a FreeBSD:D



        (FreeBSD)

        Voto: (troll)(troll) O O Ovabbè però una volta mi hai dato 5:D
      • Anonimo scrive:
        Re: linux
        Questo si e' beccato un 4/5 (troll)http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=554469
Chiudi i commenti