Download/ Tutto un altro XP (prima parte)

Ormai l'eXPerienza è stata fatta, è ora di manomettere il sistemone


ZMatrix (gratuito per WindowsXP, 3414k)
“Neo, svegliati!” “Windows, Svegliati!” “Matrix scorre sotto il desktop!” L’effetto di questo background dinamico è molto bello, ed è possibile modificarne molti parametri, persino l’elenco dei caratteri che scorrono, il colore e la modalità di apparizione, dato che il codice matrixiano può anche mischiarsi all’immagine di sfondo scorrendo sotto le icone e le finestre aperte del desktop.

Il programmino è uno dei vari progetti OpenSource ospitati da SourceForge e ogni contributo per lo sviluppo e la correzione di eventuali bug è gradito. Il programma funziona soltanto con Windows2000 e XP con l’Active Desktop disattivato dato che si tratta, appunto, di un background animato. Può essere configurato anche come salvaschermo, ed in questo caso il desktop verrà lentamente “mangiato” dal codice discendente come pioggia digitale.
Ogni resistenza è inutile, il Matrix assimila! Ah già, quello è un altro film!

XP-AntiSpy 3.61 (gratuito per WindowsXP, 27k)
Piccolissima ma interessante utility, disponibile anche in una versione italiana grazie a Daniele Zanotti, che permette di disabilitare alcune funzioni di XP che molti considerano antipatiche e troppo.. curiose!

Cliccando sulle opzioni di XP-AntiSpy è possibile con un click, ad esempio, disabilitare la segnalazione “errori di sistema”, o la sincronizzazione dell’orologio, o gli aggiornamenti automatici.
Senza rincorrere le opzioni all’interno di nascosti menu dall’interfaccia del programma è possibile disattivare la limitazione della banda che XP chiama “QoS” e che si riserva fino al 20 per cento della connessione disponibile per le “cose sue”…(questo secondo l’autore del programma!)

Chi non ha mai apprezzato le cartelle ZIP può disabilitare anche quelle e tornare ad usare un programma esterno a Win che gestisce i file compressi. Dulcis in fundo, tra le varie funzioni possibili, c’è anche il divorzio tra Msn Messenger e Outlook Express! Sì: non partiranno più insieme. È divorzio, finalmente.

Per chi vuole approfondire quanto XP sia impiccione, come sostiene l’autore del programma, è disponibile una pagina di approfondimento. Ah! Il programmino funziona anche a riga di comando, per i fanatici della digitazione.


CursorXP (gratuito o 10$ per WindowsXp, 2115k)
Programma, anche in italiano, che permette di trasformare il cursore del mouse su Windows XP in una esperienza tutta nuova. Ossicini, paletti, legnetti, cursori cromati…
La versione gratuita trasforma soltanto l’aspetto del mouse in decine di modi diversi, con decine di skin personalizzabili disponibili sui vari siti dedicati alla personalizzazione di Windows, ma la versione da dieci dollari invece arricchisce con le “azioni” ed effetti particolari di cui sopra il movimento e cliccaggio del sorcio da tavolo.
Cursori animati, scie luminose, brillantini, conetti elasticizzati, esplosioni ad ogni doppioclic, raggi laser ad ogni clic destro ed altro ancora.

CursorXP si piazza nel pannello di controllo tra le opzioni dedicate al mouse, consentendo all’utente esigente di modificare in qualsiasi momento, nei modi più strampalati possibili, quell’anonima e gelida freccina girovagante. Per vedere le funzioni spettacolari della versione Plus, quella da dieci dollari, basta fare un giretto qui . C’è persino un’opzione utile, ovvero quella di far scomparire il cursore dopo un certo periodo di inattività motoria del topo. Quando è morto insomma.

XP Built In ZIP Support Control (gratuito per WindowsXp, 36k)
Interruttore digitale per il supporto nativo di WindowsXP ai file compressi ZIP. In altre parole: il programmino, che non necessita di installazione ed è piccolissimo, spegne e riaccende la funzione del sistema operativo con un clic.

Glass 2k (gratuito per WindowsXP/2000, 56k)
Le finestre son di vetro, o almeno ci diventano con Glass2k. Parliamo delle finestre di Windows e di qualsiasi applicazione, che si trasformano cliccando col tasto destro del mouse quando il programmino è attivato e presente nel SystemTray.
È possibile selezionare il livello di trasparenza (da 1 a 9) per ogni finestra anche utilizzando delle scorciatoie configurabili da tastiera.


SpeedXP (gratuito per WindowsXP, 869k)
Piccolo programmino gratuito che permette di modificare alcuni aspetti del sistema nervoso e cardiovascolare di XP, al fine di aumentarne le prestazioni muscolari.
Dal settaggio della cache L2 alla disabilitazione della compatibilità cogli obsoleti nomi di file a otto caratteri, passando per l’ottimizzazione della memoria e la cancellazione del file di paging ogni volta che si chiude Windows.
Una ventina di opzioni e qualche consiglio per far correre XP più velocemente nella sua verde prateria.

Windows XP Bliss Screen Saver (gratuito per WindowsXP, 1710k)
Dice mamma Microsoft: “ricordi quando eri ragazzo, sdraiato sui campi verdi a vedere le nuvole scorrere nel ciel?”. Questo è evidentemente il panorama a Redmond… o l’immaginario collettivo visto da zio Bill. Basta guardare il desktop di default di WinXP.
Questo programma invece è un bel salvaschermo che mostra l’arcinota collinetta verde sormontata questa volta da un cielo animato e nuvoloso, quanto basta per renderlo bello. L’animazione si ripete “ad anello” ed è possibile regolare la velocità di tal nostalgica visione.

XP Screensaver (gratuito per WindowsXP, 393k)
Dalle officine Microsoft ecco il bandierone di squadra, la finestrona rinnovata in pieno XP style pronta a sventolare multicolore e trasparentemente treddì sugli schermi.
Intrigante e ipnotizzante quando basta, se fissato per 10 minuti può convincere un adoratore dell’OpenSource a convertirsi a Bill Gates. Rischio e pericolo a carico dell’utente.

a cura di Luca Schiavoni

FINE PRIMA PARTE

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E Palladium è la risposta....
    http://www.microsoft.com/presspass/features/2002/nov02/11-18TWCRoundtable.asp"Hardware manufacturers want to create devices that run with a variety of operating systems and applications, [cut]The benefits of this approach are so clear and substantial, that only in the past couple of years has the industry been able to step back and realize the potential pitfalls of interoperability. Now, as digital devices, applications and Web services make their way into nearly every aspect of everyday life, security and privacy have moved to the forefront of industry dialog."Giusto: perchè una periferica deve poter funzionare con diversi sistemi operativi ? Ne basa uno (ovviamente Windows....)."As businesses, we have an incentive to address the issues of security and privacy in a way that our market will accept"Quindi non è il mercato che chiede più sicurezza... E' Palladium che richiede l'indoratura della pillola in modo che venga accettato dal mercato..."But unless our customers feel comfortable with the security of their valuable information, they will grow increasingly reticent to adopt those new technologies." Questa è ancora più bella..... Solo mi chiedo quali siano le implicazioni....Oltre ovviamente il fatto che M$ non mi sembra così motivata a risolvere i problemi di sicurezza dei sistemi attuali..."According to Palladium Product Unit Manager Peter Biddle, the project takes into account not only the software aspects of security, but the changes that hardware manufacturers must make to ensure truly secure computing"Questa la sapevamo già.... E' solo per ricordarla agli scettici..."For example, today anyone can look into a graphics card memory, which is obviously not good if the memory contains a user's banking transactions or other sensitive information. Part of the focus of 'Palladium' is on providing that security from fingertip to eyeball, so what you type and what you see on your monitor cannot be compromised."Ma davvero ? Chiunque se va a ravanare nella memoria della scheda video può trovare quello che già vede sul monitor ?!?!?Però mi chiedo se una scheda video che non permette l'accesso diretto alla memoria potrà essere utilizzata con Linux...Scommetto anche che i sistemi per le transazioni sicure di dati forniti da M$ richiederanno Palladium...."The technology will also attest to the reliability of data, and provide sealed storage, so valuable information can only be accessed by trusted software components"Anche questa la metto solo per ricordarla....Scommetto però che per M$ "valuable information" saranno anche email e documenti office...."It is designed to work independently of the operating system"Quindi Palladium non è controllato dal sistema operativo ma viceversa. Leggasi: Palladium richiede un sistema operativo fatto apposta. Leggasi anche: se una sola periferica non ha uno switch hw per disabilitare Palladium allora un sistema operativo non Palladium (e quindi non M$) non può girare."It is this control that provides the critical counterbalance to the invisibility of security systems. Users are going to have to become more engaged and aware of the security decisions they are making"Ovviamente se il sistema di sicurezza deve essere invisibile allora deve anche essere sempre attivo. O perlomeno attivo di default. Quindi email, documenti di testo, fogli elettronici, presentazioni, ecc. ecc. provenienti da sistemi M$ saranno sempre criptati e quindi invisibili da altri sistemi operativi.Che tutti sappiano quindi a cosa si va incontro e che poi nessuno dica che non lo sapeva.....Ricordo anche che, come non esiste solo Microsoft, non esiste solo Intel:http://store.sun.com/catalog/doc/BrowsePage.jhtml?catid=60357
    • TeX scrive:
      Re: E Palladium è la risposta....
      - Scritto da: AnonimoPI 8.0.0 ha colpito ancora, o forse sono io che dormo ancora e non ho inserito il nick....
  • Anonimo scrive:
    Domanda su Linux
    Vorrei sapere qualcosa sulla gestione dei processi:esiste in Linux un concetto di "sottoprocesso di un processo" , qualcosa di simile alla gestione dei threads o c'e' solo una "clonazione" di un processo originario (padre) in tanti processi uguali (figli) che pero' occupano tutti le stesse risorse? Per quel poco che ne so Linux usa la tecnica della FORK che in effetti CLONA i processi...Grazie per eventuali risposte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda su Linux
      - Scritto da: Anonimo
      Vorrei sapere qualcosa sulla gestione dei
      processi:
      esiste in Linux un concetto di
      "sottoprocesso di un processo" , qualcosa di
      simile alla gestione dei threads o c'e' solo
      una "clonazione" di un processo originario
      (padre) in tanti processi uguali (figli) che
      pero' occupano tutti le stesse risorse? Per
      quel poco che ne so Linux usa la tecnica
      della FORK che in effetti CLONA i
      processi...

      Grazie per eventuali risposte.Linux implementa il 99% delle API Posix (al contrario di un noto OS commerciale che fa schifo pure su questo punto di vista).Quindi vai tranquillo, pthread_create :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Domanda su Linux
      Grazie!
  • AdessoBasta scrive:
    Re: Finchè macromedia ed adobe...
    Scusa ma che senso ha? Se devi acquistare pacchetti commerciali come Flash, Dreamweaver, Photoshop o Autocad tanto vale che ti compri anche una tanto bistrattata licenza Windows. La domanda che dovresti farti è: "Ci sono già dei pacchetti di fotoritocco, cad, editor per il web, tra il software libero che potrebbero fare al caso mio e che girano sotto Linux? Se la risposta è: "No.", stai bene dove stai.
  • AdessoBasta scrive:
    John Connors? Attenzione!
    A volte la realtà e la fantasia si toccano, in questo caso il film Terminator 2 ci ha già messo in guardia.
    Sono sufficienti questi - benché spesso ancor timidi -
    proponimenti di conquista per mettere in apprensione il
    gigante Microsoft? A quanto pare sì. John Connors, chief
    financial officer di Microsoft, ha infatti inaspettatamente
    ammesso le proprie preoccupazioni per un'eventuale
    crescita di Linux sul mercato desktop, affermando che
    questa potrebbe tradursi in una minaccia per il business di
    Microsoft.Infatti ... nel 2002 fu attivato dalla difesa americana un supercomputer con sistema operativo linux, snobbando Microsoft nella scelta, questo fu l'inizio della catastrofe. Il sorgente aperto non fu sufficiente per prevedere e controllare il software una volta in esecuzione e ben presto la macchina divenne cosciente di sé e incontrollabile e quando tentarono di disattivarla, essa lanciò i missili nucleari sotto il suo controllo verso l'ex unione sovietica, che rispose immediatamente. Fu l'olocausto nucleare e le macchine presero il controllo del pianeta. Ma un uomo, John Connors, venne dal futuro e riuscì a farsi assumere dalla Microsoft nel tentativo di evitare la catastrofe, impedendo alla difesa americana l'incauto acquisto e facendole acquistare windows. Ma agli inizi dell'anno duemilatre l'apparentemente innocuo Windows .NET installato nel supercomputer prese coscienza di sé e attraverso la rete internet, collegandosi ai pc di ignari utilizzatori Windows privò questi ultimi di qualsiasi facoltà mentale, plagiandoli e rendendoli utonti. Ma dal futuro, un uomo di nome Linus Torvalds arrivò nell'anno 1991 portando con sé il codice sorgente di un sistema operativo che sarebbe stato in grado di cambiare il futuro e che chiamò Linux. Esso era in grado di contrastare la diffusione di Windows .NET e risvegliare gli esseri umani plagiati da esso. Tutto sembrava risolto, fino a che un giorno, inaspettatamente la difesa americana installò Linux sul sistema che controllava il lancio dei missili nucleari....Se poi riuscite a ricavarci un film, qualche euro me lo passate?
    • TeX scrive:
      Re: John Connors? Attenzione!
      - Scritto da: AdessoBasta
      A volte la realtà e la fantasia si toccano,
      in questo caso il film Terminator 2 ci ha
      già messo in guardia.ROTFL :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: John Connors? Attenzione!
      e la storia ricomincia? :-)"tutto ciò che accade tu lo scrivi" disse."tutto ciò che io scrivo accade" fu la risposta.
  • Anonimo scrive:
    Linux = un bor@@#lo!
    è inutile che continuate a farmi queste menate, è un OS di nicchia e rimarrà tale finché dovremo perdere 4 ore x installare una ca@##ta di programma!Ho provato tante volte ad usarlo come OS di default... peccato che perdevo 10 volte il tempo x fare le stesse cose... e ci ho messo tutta la buona volontà...! se trovassi un linuxxaro nella mia città me lo farei spiegare, ma son sicuro che è ancora un OS troppo casinista (orribile (come ordine)) il file system...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux = un bor@@#lo!
      - Scritto da: Anonimo
      è inutile che continuate a farmi queste
      menate, è un OS di nicchia e rimarrà tale
      finché dovremo perdere 4 ore x installare
      una ca@##ta di programma!per i giochini e i programmini da compilare, posso anche darti ragione... ma per i programmi più importanti ci sono sempre gli rpm o meglio ancora gli installer.
      Ho provato tante volte ad usarlo come OS di
      default... peccato che perdevo 10 volte il
      tempo x fare le stesse cose... e ci ho messo
      tutta la buona volontà...! se trovassi un
      linuxxaro nella mia città me lo farei
      spiegare, ma son sicuro che è ancora un OS
      troppo casinista (orribile (come ordine)) il
      file system...:-)il criterio di installazione dei files di un programma è completamente diverso da quello di windows. è meno chiaro, è vero, ma una volta che hai capito come funziona ti ci abitui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux = un bor@@#lo!

        per i giochini e i programmini da compilare,
        posso anche darti ragione... ma per i
        programmi più importanti ci sono sempre gli
        rpm o meglio ancora gli installer.Be si... ma non sono mancati problemi anche con quelli..! :/
        :-)
        il criterio di installazione dei files di un
        programma è completamente diverso da quello
        di windows. è meno chiaro, è vero, ma una
        volta che hai capito come funziona ti ci
        abitui.ma riuscire a fare ordine è tutta un altra cosa... (io sono abituato a gestire cartelle che ordino x genere e sotto genere (es. giochi/giocotizio, o musica/dance/tizio.mp3) insomma tutto ordinato e odio avere 10000 cartelle già nella root che non hanno molto senso! :( poi non ho neanche capito la distribuzione dei file...insomma dipenderebbe da me cambierei completamente il modo di localizzare i file, ma non sarebbe retrocompatibile... :(
        • TeX scrive:
          Re: Linux = un bor@@#lo!
          - Scritto da: Anonimo

          per i giochini e i programmini da
          compilare,

          posso anche darti ragione... ma per i

          programmi più importanti ci sono sempre
          gli

          rpm o meglio ancora gli installer.

          Be si... ma non sono mancati problemi anche
          con quelli..! :/In genere sono problemi di dipendenze. Alcune distribuzioni risolvono le dipendenze da sole (debian e mandrake 9.0).

          :-)

          il criterio di installazione dei files di
          un

          programma è completamente diverso da
          quello

          di windows. è meno chiaro, è vero, ma una

          volta che hai capito come funziona ti ci

          abitui.

          ma riuscire a fare ordine è tutta un altra
          cosa... (io sono abituato a gestire cartelle
          che ordino x genere e sotto genere (es.
          giochi/giocotizio, o musica/dance/tizio.mp3)Cart..ehm directory per i dati o per i programmi ?Per i dati directory come /home/ /giochi/giocotizio/home/ /musica/dance/tizio.mp3ti fanno proprio schifo ?visto che poi quando ti logghi sei già in /home/ / ?C:Documents and Settings Documenti è così tanto meglio ?Per i programmi puoi in genere cambiare il path di installazione. Ma a cosa ti serve ?
          insomma tutto ordinato e odio avere 10000
          cartelle già nella root che non hanno moltoNella root tu non ci devi mettere proprio nulla, le directory sono al massimo una ventina e tu ci devi accedere solo per manutenzione. Tieni conto che la root di Linux equivale alla C:WINNT di Windows.
          senso! :( poi non ho neanche capito la
          distribuzione dei file...All'inizio è così... In realtà una logica c'è e la si impara in fretta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux = un bor@@#lo! [By Piwi]
            Quindi, da quanto dite, le directory in Linux sono ramificate così :root |------home | |-----user 1 | |-----user 2 | | | |------musica | |------giochigiusto ? Oppure non ci ho capito una mazza ?Piwi
          • TeX scrive:
            Re: Linux = un bor@@#lo! [By Piwi]
            - Scritto da: Anonimo.....
            giusto ? Oppure non ci ho capito una mazza ?Giusto. In ogni caso musica e giochi in genere non contengono programmi ma solo dati (ad esempio file mp3 o salvataggi delle partite). I programmi in genere sono in /bin (per i programmi di sistema), /usr/bin (per i programmi installati dalla distribuzione) o /usr/local/bin (per i programmi installati dall'utente).
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux = un bor@@#lo!
            Ottima spiegazione ;)io entravo sembra come admin/root... cmq spero che le successiva release siano + user friendly...purtroppo io lo uso il pc anche x giocare, quindi... girassero almeno anche su Linux :'(
          • TeX scrive:
            Re: Linux = un bor@@#lo!
            - Scritto da: Anonimo
            Ottima spiegazione ;)
            io entravo sembra come admin/root... Mai usare l'utente root per lavorare !!!!Anche perchè da qualsiasi utente è possibile lanciare processi in root tramite il comando "su".
            cmq spero che le successiva release siano +
            user friendly...Beh...la tendenza è questa. Comunque vedrai che usandolo diventerà comunque più user friendly ;)
            purtroppo io lo uso il pc anche x giocare,
            quindi... girassero almeno anche su Linux
            :'(Questo purtroppo è un punto debole... anche se qualche gioco esiste. E' vecchiotto (non sono aggiornato) ma ad esempio io ogni tanto mi faccio un giretto con Quake II. Credo che Id Software faccia il porting di tutti i titoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux = un bor@@#lo!
            è il contrario, la id software fa il porting su windows dei suoi giochi :), solo il primo quake è stato sviluppato sotto dos e con il djgpp, ma quake2 e quake3 sono stati fatti sotto linux e bsd :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux = un bor@@#lo!

          e odio avere 10000
          cartelle già nella root che non hanno molto
          senso! :(Ma usi root? Miii che ignoranza!Devi usare la tua home! Studia!p.s. mai aperto la directory c:windows ? Miii che ignoranza!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux = un bor@@#lo!
      - Scritto da: Anonimo
      è inutile che continuate a farmi queste
      menate, è un OS di nicchia e rimarrà tale
      finché dovremo perdere 4 ore x installare
      una ca@##ta di programma!
      Ho provato tante volte ad usarlo come OS di
      default... peccato che perdevo 10 volte il
      tempo x fare le stesse cose... e ci ho messo
      tutta la buona volontà...! se trovassi un
      linuxxaro nella mia città me lo farei
      spiegare, ma son sicuro che è ancora un OS
      troppo casinista (orribile (come ordine)) il
      file system...Ciao, il tuo è un problema abbastanza sentito, perchè al momento, anche se molto semplice (basta vedere un anno fa :), lo switch da Windows rappresenta ancora un problema, soprattutto per chi a Windows è abituato.Per questo, almeno per quanto riguarda il progetto Gnome, si è pensato di astrarre ulteriormente il filesystem sottostante, in una disposizione più logica, in modo che il desktop sia in qualche modo intelligente, e grazie a file roller e a un'altra utility, tu debba soltanto cliccare sull'RPM/deb per installarlo nelle giuste directory, per trovarlo subito dopo nel menu e poterlo lanciare.La versione 2.2 fuori a Gennaio/Febbraio dovrebbe già contenere diverse facilitazioni, ovvero per navigare nel filesystem si utilizzerà il classico Nautilus, ma sul desktop comparirà il filesystem fittizio (virtuale), in modo che tu riesca a raccapezzarti meglio.Il downloader di Gnome punterà infatti al desktop, e non più alla tua home.Spero di averti incoraggiato :)Ciao ciao,
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux = un bor@@#lo!

        Ciao, il tuo è un problema abbastanza
        sentito, perchè al momento, anche se molto
        semplice (basta vedere un anno fa :), lo
        switch da Windows rappresenta ancora un
        problema, soprattutto per chi a Windows è
        abituato.
        Per questo, almeno per quanto riguarda il
        progetto Gnome, si è pensato di astrarre
        ulteriormente il filesystem sottostante, in
        una disposizione più logica, in modo che il
        desktop sia in qualche modo intelligente, e
        grazie a file roller e a un'altra utility,
        tu debba soltanto cliccare sull'RPM/deb per
        installarlo nelle giuste directory, per
        trovarlo subito dopo nel menu e poterlo
        lanciare.
        La versione 2.2 fuori a Gennaio/Febbraio
        dovrebbe già contenere diverse
        facilitazioni, ovvero per navigare nel
        filesystem si utilizzerà il classico
        Nautilus, ma sul desktop comparirà il
        filesystem fittizio (virtuale), in modo che
        tu riesca a raccapezzarti meglio.
        Il downloader di Gnome punterà infatti al
        desktop, e non più alla tua home.
        Spero di averti incoraggiato :)

        Ciao ciao,A proposito, non so perché ma i caratteri dei vari siti, anche con Red Hat 8.0 erano orribili!! :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux = un bor@@#lo!

      è inutile che continuate a farmi queste
      menate, è un OS di nicchia e rimarrà tale
      finché dovremo perdere 4 ore x installare
      una ca@##ta di programma!scusa ?apt-get install programma_che_mi_pare(urpmi o apt-rpm per altre distro)e posso scegliere tra 9000 programmi differenti,se ci metti 4 ore a scriver apt-get scusa ma e' un problema tuo :-)
      ma son sicuro che è ancora un OS
      troppo casinista (orribile (come ordine)) il
      file system...questa immagino fosse una battuta ... e' _maledettamente_ ordinato,non tiene mai nulla fuori posto,tutto e' sempre dove deve essere e non da nessun'altra parte ... abbi pazienza ma se me lo paragoni con un sistema operativo che sparge files a destra e a sinistra,che tiene i files di configurazione in uno schifo che chiama registro e che per trovare qualcosa diventi scemo ... scusa ma mi sembra proprio che il paragone non regga.
  • Anonimo scrive:
    L'unico vero problema di Linux
    Premetto che adoro Linux e durante le mie sessioni al pc uso linux all'80% e Windows al 20% (per giocare), però fino a quando per installare un programma non basterà fare doppio clic su "Setup.exe" Linux nel desktop non avrà mai successo... Immaginate il solito babbo con il figliolo che tenta di installare un programma: ditegli che invece di fare doppio clic su "Setup.exe", deve fare prima il configure per controllare se ci sono dipendenze non soddisfatte, di installare la libreria X che non è stata trovata, ma che per installare quest'ultima ci vuole la libreria Y e la libreria Z... Poi ditegli di fare il make, poi il make install e attendere... Penso che alla fine si sia sparato e abbia già chiamato il negoziante per farsi installare il "windoUs"... Purtroppo la massa vuole le cose imboccate... Io ho una collega che appena gli sposti un'icona dal desktop non capisce più niente... Vi faccio un esempio: l'altro giorno ho provato a installare un piccolo clone di pacman, solo che appena faccio il configure ovviamente non mi trova 4 o 5 librerie tra cui le librerie QT, provo a installare quest'ultime e per installarle mi chiede di installare altre 10 librerie tra le quali una riguardante mySql... Ma le librerie QT non erano delle librerie grafiche? Che c'entra l'sql??? Boh... Le installo ma lui continua a non trovarle... morale della favola: per installare un clone di pacman (...) dovevo installare 50 librerie diverse spargendo file nell'HD in maniera brutale e perdendo un intero pomeriggio... Posso farlo io che adoro linux e mi piace smanettare, ma ditelo al ragazzino medio...TAD since 1995
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unico vero problema di Linux
      Premetto che uso linux al 99% (1% windows per errore :).Amo linux davvero...ma tu...CHE DISTRO USI?che le librerie a catena siano cosi' davvero e' chiaro ma con la mia debian woody e magari un interfaccia X ad apt non devo fare altro che due o tre colpi di invio... USA I PACCHTTI.In secondo luogo le librerie...hai mai programmato su windows? e' SCHIFOSO, il C/C++ e linux sono una benedizione, e in realta' le librerie alla fin fine sono sempre le stesse...Il vero problema sono le device.... !!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'unico vero problema di Linux

        In secondo luogo le librerie...hai mai
        programmato su windows? e' SCHIFOSO, il
        C/C++ e linux sono una benedizione, e in
        realta' le librerie alla fin fine sono
        sempre le stesse...Lol... il vero pregio del linuxaro e' che non si stanca mai di dire cazzate.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'unico vero problema di Linux
      - Scritto da: Anonimo
      Personalmente non ho problemi a smanettare
      anche con linux ma se devo perdere anche
      mezz'ora per far partire un'applicazione che
      mi serve per fare il mio lavoro, alla fine,
      mi passa quello stato interiore di
      tranquillita' che mi permette di lavorare
      tranquillo. E' la stessa cosa che pensai quando abbandonai windows...Su windows, lavoro bene e sono
      tranquillo.
    • TeX scrive:
      Re: L'unico vero problema di Linux
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: munehiro....

      in ogni caso, se hai una distro basata su

      qt2 e pretendi di installare un gioco qt3,

      l'impresa e' ardua, ma c'e' anche il suo

      perche'.

      E' questo essere arduo che fa di linux un
      sistema ancora non valido per le masse. E se???????Che schifezza Windows.... Ho un programma che richiede Win 2000 e non si installa sul mio Windows 98 !!!!!!
      • Sarge scrive:
        Re: L'unico vero problema di Linux
        - Scritto da: TeX


        Che schifezza Windows.... Ho un programma
        che richiede Win 2000 e non si installa sul
        mio Windows 98 !!!!!!Mangiato pesante?Servono spiegazioni?Saluti.
        • TeX scrive:
          Re: L'unico vero problema di Linux
          - Scritto da: Sarge

          - Scritto da: TeX





          Che schifezza Windows.... Ho un programma

          che richiede Win 2000 e non si installa
          sul

          mio Windows 98 !!!!!!

          Mangiato pesante?
          Servono spiegazioni?Il sarcasmo.... questo sconosciuto....Ma leggerlo tutto un messaggio prima di rispondere ?!?!?
  • Flavioweb scrive:
    Drivers, software e paragoni.
    Immaginate Winz, una qualsiasi versione di winz.Pensate ai Driver per le varie periferiche ed ai softwarefantastici che girano su questo sistema operativo.Cercate di ipotizzare quanto lavoro fanno le case produttricidelle varie schede e periferiche hardware per produrre idrivers per il sistema operativo di Redmond e quanto lavorofanno le Software house per produrre i programmi ed i giochiche utilizziamo tutti i giorni.Adesso pensate al tempo ed alle risorse che le aziende di cuisopra dedicano a Linux.Immaginate che la situazione sia invertita, per un momento...Installate Windows E SOLO Windows ed usatelo...Installate Linux E SOLO Linux ed usatelo..Siete ancora convinti che a Redmond siano i migliori ?...No, non a fare Marketing, li non li batte nessuno, sto parlando di sistemi operativi...Di programmatori e utenti esperti che usano Linux ce ne sonoun bel po' (a mio avviso). Ma visto che il 95% di utilizzatori disistemi Desktop non sono utenti "esperti" e che a un "locate Nomefile" preferiscono uno "Start-
    Trova-
    File o cartelle-
    NomeFile -
    Cerca" e lo ritengono più semplice da memorizzare... mi sa che qui serve qualche abile venditore...Brutto discorso, ma io la penso così...
    • Anonimo scrive:
      Re: Drivers, software e paragoni.
      - Scritto da: Flavioweb
      Immaginate Winz, una qualsiasi versione di
      winz.
      Pensate ai Driver per le varie periferiche
      ed ai software
      fantastici che girano su questo sistema
      operativo.

      Cercate di ipotizzare quanto lavoro fanno le
      case produttrici
      delle varie schede e periferiche hardware
      per produrre i
      drivers per il sistema operativo di Redmond
      e quanto lavoro
      fanno le Software house per produrre i
      programmi ed i giochi
      che utilizziamo tutti i giorni.

      Adesso pensate al tempo ed alle risorse che
      le aziende di cui
      sopra dedicano a Linux.

      Immaginate che la situazione sia invertita,
      per un momento...

      Installate Windows E SOLO Windows ed
      usatelo...
      Installate Linux E SOLO Linux ed usatelo..

      Siete ancora convinti che a Redmond siano i
      migliori ?Come S.O. in quanto tale io credo che LInux sia abbastanz avanti a Windows (tra i pochi nei cito la mancanza dei threads al posto dei quali c'e' ancora la "clonazione" dei processi.)Come Facilita' di utilizzo ed adattabilita' all' utente medio trovo Linux assai peggiore di Windows. Ci sono molte cose da sistemare ancora.
      Di programmatori e utenti esperti che usano
      Linux ce ne sono
      un bel po' (a mio avviso). Ma visto che il
      95% di utilizzatori di
      sistemi Desktop non sono utenti "esperti" e
      che a un "locate Nomefile" preferiscono uno
      "Start-
      Trova-
      File o cartelle-
      NomeFile
      -
      Cerca" e lo ritengono più semplice da
      memorizzare... mi sa che qui serve qualche
      abile venditore...NON solo... ma a quel 95% di utenti non possiamo chiedere di diventare per forza esperti, forse una minima parte (compresa tra lo 0 ed il 5%) lo diventera' per fatti suoi, per interesse personale ma certamente, chi intende diffondere S.O. alternativi a windows NON PUO' CONTARE SU QUESTO.Ed in questo, vogliate scsarmi ma Microsoft ha da insegnare a tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Drivers, software e paragoni.

        Come Facilita' di utilizzo ed adattabilita'
        all' utente medio trovo Linux assai peggiore
        di Windows. Ci sono molte cose da sistemare
        ancora.Basta, per pietà! Questa è aria fritta e rifritta!Quello che dici non è vero! CHIUNQUE può usare Linux, a patto di usare distro per lamer!Evitiamo FUD per cortesia! Se proprio vuoi un sistema VERAMENTE facile usa MacOSX (quando dici "sulla semplicità si deve solo imparare da Micros~1 dici una bugia! Si deve imparare da altri! Windows è complesso, incasinato, e pieno di assurdità!).
        • Anonimo scrive:
          Re: Drivers, software e paragoni.
          purtroppo quello che dici non è vero.conosco bene vari sistemi Win, da NT a XP, sui quali lavoro.Poi per diletto ho installato la Mandrake (sarebbe quella per lameri, no??) ed eccomi li, il mouse, ottico, non è supportato e funziona male, niente suono, ma sopratutto ancora non ho capito, sarà che non ho avuto tempo da perderci per ora, coma diavolo si installa un programma.DOvete pensare che se Linux vuole diffondersi sul mercato desktop deve diventare facile facile facile, proprio come lo è Win.
          • Anonimo scrive:
            Re: Drivers, software e paragoni.
            CiaoHai perfettamente ragione sulla difficoltà di Linux per quanto riguarda il lato desktop. Io ho fatto il tuo stesso cammino, ma forse da più tempo (mesi or sono). L'installazione dei programmi è delegata ad un gestore dei pacchetti. Ma al di la di come si faccia, il problema è di mentalità: abbiamo la mentalità (giusta) che l'utente deve poter velocemente installare un programma e non perdersi, come spesso avviene, in una moltitudine di parametri sulla linea comando. Ma quì rischio di scatenare polemiche a tutto spiano, già le sento nelle orecchie. Penso che a breve la facilità d'uso di Linux sarà equivalente, se non superiore a quella di Windows. PSCerto che le routine di amministrazione di Linux, non è che brillano di stabilità. Lavorare con vi è si una sicurezza, ma anche una noia incredibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Drivers, software e paragoni.

            Certo che le routine di amministrazione di
            Linux, non è che brillano di stabilità.
            Lavorare con vi è si una sicurezza, ma anche
            una noia incredibile.Ti stai riferendo ai file di configrazione?IMHO quando sai quello che stai facendo, nessun tool grafico e' rapido come il file di config. per settare un programma, certo devi sapere dove metti le mani.Ciao, krecker
          • Anonimo scrive:
            Re: Drivers, software e paragoni.
            - Scritto da: Anonimo
            purtroppo quello che dici non è vero.
            conosco bene vari sistemi Win, da NT a XP,
            sui quali lavoro.E questo è il problema! Non sei abbastanza lamer! :)Prendi un lamer che non sa nulla di computer, dagli un cd con Windows, e i vari cd con tutti i driver....Dagli una bella SuSE 8.1E ovviamente mettilo davanti a un PC con hardware normale (i winmodem non valgono quindi ;)Ora senza dirgli niente lascialo in balia al suo destino... secondo te ci riuscirà a installare Windows? E riuscirà a installare Linux?Ecco, il test il l'ho fatto con una mia amica :)Sai che OS ha imparato ad usare per primo? Linux! Si, perché aveva i manuali di SuSE, perché (detta sua) "è più semplice installare i programmi con yast". Perchè non sapeva come installare i driver sotto Win, mentre Linux si è arrangiato.ciao!
          • pippo75 scrive:
            Re: Pubblico nel Pubblico
            - Scritto da: Anonimo
            E questo è il problema! Non sei abbastanza
            lamer! :)Cosa è un lamer? (proprio non lo so).
            Prendi un lamer che non sa nulla di
            computer, dagli un cd con Windows, e i vari
            cd con tutti i driver....per lui uno vale l'altro, pero'......quando installi il giochino, sotto windows basta mettere dentro un CD e l'installazione parte da sola.Sotto linux per il momento ho rinunciato ad installare k3b (spero' che si chiami cosi', è un programma per masterizzare).Mi chiedeva continuamente librerie che non trovava, avevo provato anche con urpmi (con mandrake 9).Il vantaggio di windows è che se uno ha dei problemi l'ho porta in un negozio (magari dove ha comperato il computer) e li gli reinstallano il sistema, nella mia zona non esiste uno che tratti linux (magari è un caso anche se non credo).ciao
          • pippo75 scrive:
            re: Drivers, software e paragoni.
            ho cambiato titolo ai messaggi (thread) ma senza volerlo.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico nel Pubblico

            Cosa è un lamer? (proprio non lo so).


            Prendi un lamer che non sa nulla di

            computer, dagli un cd con Windows, e i
            vari

            cd con tutti i driver....

            per lui uno vale l'altro, pero'......E' proprio questo il punto! :)Tu sei pieno di pregiudizi in quanto usi winzozzo, la mia amica non aveva nessun pregiudizio invece!E come ti ho detto usa il 90% del tempo Linux ora!
            quando installi il giochino, sotto windows
            basta mettere dentro un CD e l'installazione
            parte da sola.E cosa centrano i giochini scusa? Per giocare comprati un xbox! :)
            Sotto linux per il momento ho rinunciato ad
            installare k3b (spero' che si chiami cosi',
            è un programma per masterizzare).Credo di sapere meglio di te cosè k3b........se rileggi il post ho detto che la mia amica usa suse 8.1http://www.suse.com/us/private/products/suse_linux/i386/new_features.htmlCome ho detto si trova a suo agio con yast, e come hai letto dal link che ho appena detto k3b è installaibile da yast :)
            Il vantaggio di windows è che se uno ha dei
            problemi l'ho porta in un negozio (magari
            dove ha comperato il computer) e li gli
            reinstallano il sistema, nella mia zona non
            esiste uno che tratti linux (magari è un
            caso anche se non credo).Stai cambiando discorso! Non arrampicarti sugli specchi!
          • pippo75 scrive:
            Re: Pubblico nel Pubblico


            quando installi il giochino, sotto windows

            basta mettere dentro un CD e
            l'installazione

            parte da sola.
            E cosa centrano i giochini scusa? Per
            giocare comprati un xbox! :)la stessa cosa succede anche con altri programmi, continua a chiedermi librerie che non trova e che neanche io trovo.

            Sotto linux per il momento ho rinunciato
            ad

            installare k3b (spero' che si chiami
            cosi',

            è un programma per masterizzare).
            Credo di sapere meglio di te cosè k3b....
            ....se rileggi il post ho detto che la mia
            amica usa suse 8.1
            http://www.suse.com/us/private/products/suse_Io ho provato ad installarlo su Mandrake 9 e non ci sono riuscito, alcune librerie non so dove andarle a trovare.

            Il vantaggio di windows è che se uno ha
            dei

            problemi l'ho porta in un negozio (magari

            dove ha comperato il computer) e li gli

            reinstallano il sistema, nella mia zona
            non

            esiste uno che tratti linux (magari è un

            caso anche se non credo).
            Stai cambiando discorso! Non arrampicarti
            sugli specchi!Non so cambiando discorso, il fatto e' che windows e' supportato in modo capillare, Linux no (parlano i fatti).ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico nel Pubblico
            - Scritto da: Anonimo

            quando installi il giochino, sotto windows

            basta mettere dentro un CD e
            l'installazione

            parte da sola.
            E cosa centrano i giochini scusa? Per
            giocare comprati un xbox! :)Uno che dice queste cose non ha nemmeno idea di quali siano le esigenze di un utente windows e pretende di sapere cosa e' meglio per tutti senza cognizione di causa.Speriamo che chi sviluppa linux non la pensi come te o il desktop sara' sempre piu' lontano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pubblico nel Pubblico
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            E cosa centrano i giochini scusa? Per

            giocare comprati un xbox! :)
            Uno che dice queste cose non ha nemmeno idea
            di quali siano le esigenze di un utente
            windows e pretende di sapere cosa e' meglio
            per tutti senza cognizione di causa.HahahahahahahaViste le esigenze di chi ha windows, facciamo un browser web x XboX, cosi' possono porneggiar etranquilli, e ci togliamo gli utonti dal mondo dei computer.
          • Anonimo scrive:
            Re: Drivers, software e paragoni.
            In effetti ti confermo che io uso SuSE 8.0, conosco SuSE dalla release 7.2, devo dire che, nonostante per mio diletto abbia installato su altre partizioni altre distro come Debian e Slack su cui ho la massima considerazione e il massimo rispetto, però YaST di SuSE è veramente un tool potentissimo, a mio avviso è anche più user friendly delle analoghe funzionalità di Windows, cioè, da un grande centro di controllo puoi installare, disinstallare, upgradare pacchetti on line o dai CD o DVD della distribuzione con il controllo automatico delle dipendenze, configurare in modo semplice il firewall (anche se la maggior parte degli utenti "domestici" Windows non sanno cosa sia un firewall, a meno che io non abiti in una zona dove gli utenti sono particolarmente.... utonti!!! :P ), amministrare gli utenti, gestire i servizi da avviare, lo stesso tool ti permette, come hai fatto notare riguardo alla tua amica, di installare la distribuzione con, a mio avviso, una facilità di molto superiore alle installazioni dei vari Windows, la rilevazione delle periferiche e la configurazione delle connessioni avviene benissimo anche e sopratutto in questa fase. YaST funziona totalmente in modalità grafica, in modo semplicissimo, poi se vuoi fare delle migliorie "fini" nessuno ti impedisce di aprire una console e fare qualche "smanettamento", però già in modalità grafica c'è tutto quello che serve ad un utente medio che non ha voglia di smaronarsi per configurare questo o quest'altro. Con gli ultimissimi kernel poi, e questo non vale solo per SuSE, la stragrande maggioranza delle periferiche è supportata.Con questo non è che sto facendo una promozione alla SuSE ;), però io da oltre un anno la uso come OS principale, al 99%, la uso, a parte per programmare, per cose comunissime, molto per lavori d'ufficio con OpenOffice, se devo modificare delle immagini uso Gimp, forse un po complesso per un uso non professionale ma sicuramente efficace, uso la webcam, internet a 360 gradi, musica (Mp3 & Co.), masterizzo con Xcdroast alla massima velocità del mio masterizzatore senza problemi (un Traxdata 20x10x40), scanner (Epson 1240U) e stampante (HP 920C) me le ha configurate sempre YaST senza problemi, poi io ho voluto aggiungere e configurare degli ulteriori driver "a manina", però è stata una mia scelta, quelli che c'erano erano già sufficienti per lavorare su tre risoluzioni (bassa, media e alta).Ovviamente quanto scrivo sarà ulteriormente migliorato dalla 8.1 Non conosco bene Mandrake e Red Hat in quanto per mia scelta ho deciso di imparare ad usare una distro commerciale e altre meno commerciali come Debian e Slack, oltre che FreeBSD (che sappiamo non essere una distro Linux ;)), però da quanto sento nelle ultimissime release le cose sono migliorate notevolmente anche per loro in quanto ad usabilità e a configurabilità.Ciao :)Gigi- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            purtroppo quello che dici non è vero.

            conosco bene vari sistemi Win, da NT a XP,

            sui quali lavoro.

            E questo è il problema! Non sei abbastanza
            lamer! :)

            Prendi un lamer che non sa nulla di
            computer, dagli un cd con Windows, e i vari
            cd con tutti i driver....

            Dagli una bella SuSE 8.1

            E ovviamente mettilo davanti a un PC con
            hardware normale (i winmodem non valgono
            quindi ;)


            Ora senza dirgli niente lascialo in balia al
            suo destino... secondo te ci riuscirà a
            installare Windows? E riuscirà a installare
            Linux?

            Ecco, il test il l'ho fatto con una mia
            amica :)

            Sai che OS ha imparato ad usare per primo?
            Linux! Si, perché aveva i manuali di SuSE,
            perché (detta sua) "è più semplice
            installare i programmi con yast". Perchè non
            sapeva come installare i driver sotto Win,
            mentre Linux si è arrangiato.

            ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: Drivers, software e paragoni.
          - Scritto da: Anonimo

          Come Facilita' di utilizzo ed
          adattabilita'

          all' utente medio trovo Linux assai
          peggiore

          di Windows. Ci sono molte cose da
          sistemare

          ancora.

          Basta, per pietà! Questa è aria fritta e
          rifritta!
          Quello che dici non è vero! CHIUNQUE può
          usare Linux, a patto di usare distro per
          lamer!

          Evitiamo FUD per cortesia! Se proprio vuoi
          un sistema VERAMENTE facile usa MacOSX
          (quando dici "sulla semplicità si deve solo
          imparare da Micros~1 dici una bugia! Si deve
          imparare da altri! Windows è complesso,
          incasinato, e pieno di assurdità!).Windows, lo puoi usare da lamer e da avanzato.Diventa assurdo e incasinato se non lo conosci o se cerchi di usarlo come un Mac. Personalmente credo che MacOS di assurdita' ne avesse molte.
      • Anonimo scrive:
        Re: Drivers, software e paragoni.
        - Scritto da: Anonimo

        [...]
        Come S.O. in quanto tale io credo che LInux
        sia abbastanz avanti a Windows (tra i pochi
        nei cito la mancanza dei threads al posto
        dei quali c'e' ancora la "clonazione" dei
        processi.)Ehmm.... Esistono i phtread :-)
  • Anonimo scrive:
    Come l'impero romano...
    la M$ morirà di entropia... e ingordigia...spero presto...caro Bill, vai a spigà te e ir tribudello di tu' ma'... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Come l'impero romano...
      per favore, non confondiamo la cioccolata con altro...L'unica cosa che accomuna l'Impero Romano e gli USA, cosa che tra l'altro mi dà grande gioia, è che se è crollato il primo, allora certamente crolleranno anche gli USA.Peccato che io non ci sarò...
  • Anonimo scrive:
    SE MICROSOFT E' UN CANCRO........
    LINUX è la medicina!
  • Anonimo scrive:
    Bene!
    Finalmente anche M$ deve concorrere sul mercato sia sul piano della qualita' che sul piano costi.Ora devono trovare il modo di giustificare il prezzo dei loro prodotti.:-)Bye!
  • zzzar scrive:
    John Connors quello di terminator?
    mi pare si chiamasse così il figlio di Sarah Connors... non sarà(h) mica quì anche lui per salvare "l'umanità" dall'avvento dell'A.I.!?!?!?!?bye, zzzar
  • Anonimo scrive:
    M$ teme su desktop, su server non sfonda
    almeno su web-server; anche per il mese precedente l'incubo Open Source della Microsoft continua ad occhi apertihttp://www.netcraft.com/survey/
    • Anonimo scrive:
      Re: M$ teme su desktop, su server non sfonda
      - Scritto da: Anonimo
      almeno su web-server; anche per il mese
      precedente l'incubo Open Source della
      Microsoft continua ad occhi aperti

      http://www.netcraft.com/survey/il DRAGASACCOCCE di REDMOND non dorme più da un pezzo ormai grazie a LINUX che per lui è un incubo, e medita di andare in pensione col malloppo che ha ciulato agli UTONTI piantando tutti i suoi PRETORIANI nella cacca dove dovevano starci da un pezzo.
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ teme su desktop, su server non sf
        - Scritto da: Anonimo
        il DRAGASACCOCCE di REDMOND non dorme più da
        un pezzo ormai grazie a LINUX che per lui è
        un incubo, e medita di andare in pensione
        col malloppo che ha ciulato agli UTONTI
        piantando tutti i suoi PRETORIANI nella
        cacca dove dovevano starci da un pezzo.Bentornato Alien!! Era da un po' che non ti sentivamo!!
    • Anonimo scrive:
      M$ non teme su desktop, su server sfonda
      - Scritto da: Anonimo
      almeno su web-server; anche per il mese
      precedente l'incubo Open Source della
      Microsoft continua ad occhi aperti

      http://www.netcraft.com/survey/Intanto oggi Apache è agli stessi livelli di 20 mesi fa, mentre IIS nello stesso periodo è ben salito.
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ teme su desktop, fiacca su server
        - Scritto da: Anonimo
        Intanto oggi Apache è agli stessi livelli di
        20 mesi fa, mentre IIS nello stesso periodo
        è ben salito.un po' poco per un'azienda che mira ovunque a distruggere i suoi concorrenti e che per farlo non bada a finire sotto processo.Ormai Microsoft è salita troppo in alto. Da lì non ha che da scendere. Questa è la fase più difficile, perché la perdita di potere può essere una fase burrascosa e pericolosa.C'è un detto in auge in USA, secondo cui mentre sali la scala sociale "sii gentile con chi incontri lungo i gradini, perché sono le stesse persone che incontri scendendo"É noto che Microsoft non ha dimostrato alcuna attenzione a questo detto.
        • Anonimo scrive:
          Re: M$ teme su desktop, fiacca su server
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Intanto oggi Apache è agli stessi livelli
          di

          20 mesi fa, mentre IIS nello stesso
          periodo

          è ben salito.

          un po' poco per un'azienda che mira ovunque
          a distruggere i suoi concorrenti e che per
          farlo non bada a finire sotto processo.

          Ormai Microsoft è salita troppo in alto. Da
          lì non ha che da scendere. Questa è la fase
          più difficile, perché la perdita di potere
          può essere una fase burrascosa e pericolosa.Sei sicuro? Non pensi che .NET giochi un ruolo importante, nel prossimo futuro?
          • Anonimo scrive:
            Re: M$ teme su desktop, fiacca su server
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Intanto oggi Apache è agli stessi
            livelli

            di


            20 mesi fa, mentre IIS nello stesso

            periodo


            è ben salito.



            un po' poco per un'azienda che mira
            ovunque

            a distruggere i suoi concorrenti e che
            per

            farlo non bada a finire sotto processo.



            Ormai Microsoft è salita troppo in alto.
            Da

            lì non ha che da scendere. Questa è la
            fase

            più difficile, perché la perdita di potere

            può essere una fase burrascosa e
            pericolosa.

            Sei sicuro?un monopolista non può che scendere dal piedistallo su cui è riuscito a innalzarsi (legalmente o illegittimamente)
      • Anonimo scrive:
        Re: M$ non teme su desktop, su server sf
        E ridisceso
  • Anonimo scrive:
    Se Linux minaccia Windows
    basta solo imporre una tassa a chi usa Linux: non mi sembra poi complicato. Forse non sarà una tassa, ma qualche cosa si inventeranno per renderlo illegale.Penso che 1 anno basterà per vedere le prime mosse.Chi vuole fare una scommessa?
    • Anonimo scrive:
      Re: Se Linux minaccia Windows
      - Scritto da: Anonimo
      basta solo imporre una tassa a chi usa
      Linux: non mi sembra poi complicato. Useremo Linux di " contrabbando " ....ahahahahahah ;-)ciaoFrate Priore.....che e' un intenditore ;-)
  • Anonimo scrive:
    Come vendere un PC
    basta non installarci il solito windows e ribassare il prezzosembra che le vendite di PC con Lindows a 199 $ stia andando bene:http://www.cnn.com/2002/TECH/ptech/12/05/sproject.hs02.cheap.pc.reut/index.htmlAs
    • Anonimo scrive:
      Re: Come vendere un PC
      - Scritto da: Anonimo
      basta non installarci il solito windows e
      ribassare il prezzo

      sembra che le vendite di PC con Lindows a
      199 $ stia andando bene:
      http://www.cnn.com/2002/TECH/ptech/12/05/sproaspettiamo di vedere quanto saranno contenti i clienti tra un po di tempo e poi ne parliamo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come vendere un PC
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        basta non installarci il solito windows e

        ribassare il prezzo



        sembra che le vendite di PC con Lindows a

        199 $ stia andando bene:


        http://www.cnn.com/2002/TECH/ptech/12/05/spro

        aspettiamo di vedere quanto saranno contenti
        i clienti tra un po di tempo e poi ne
        parliamo.Aspetta che anche qui in Europa si aprano le cateratte del PC a 199 $ (senza la tassa-Microsoft) e ne riparliamo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Come vendere un PC
          - Scritto da: Anonimo
          Aspetta che anche qui in Europa si aprano le
          cateratte del PC a 199 $ (senza la
          tassa-Microsoft) e ne riparliamo.
          Forse ti stai confondendo.. il pc lo paghi, non e' in regalo e il mitico Lindows, costa 129$ in versione membership e 299$ in versione strafica con accesso privilegiati a software, forum e chat.. incredibile.. 600mila di vecchie lire per roba che e' gratis.Windows2000 o XP OEM costa molto meno e c'e' un abisso.Se vuoi un pc per quella cifra ti prendi la XBOX con due giochi per 249 Euro e ti ritrovi Sega GT 2002 che e' una simulazione automobilistica bella da far paura.Core di win2k incluso :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Come vendere un PC
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Aspetta che anche qui in Europa si aprano
            le

            cateratte del PC a 199 $ (senza la

            tassa-Microsoft) e ne riparliamo.



            Forse ti stai confondendo.. il pc lo paghi,certo, ma costa MOLTO meno di un PC con il solito windowscosta 199 $ = circa 200 ?quasi 400 Mila lire.ripeto: UN PC a 400 mila lire = 199 ?per un PC con un sistema operativo LINUX-Like che ha le funzionalità Server (Apache, Samba, ecc) pari a quelle di windows 200 server (dal costo spropositato e superiore ai 1000 ?)e paragoni questi prezzi a quelli spropositati di un PC con il solito sistema microsoft ?Forse sei tu che ti stai confondendo
        • Anonimo scrive:
          Re: Come vendere un PC [By Piwi]
          Chi o cosa impedirebbe agli acquirenti di tali macchine di installare una copia pirata di Windows venti minuti dopo l'acquisto ?Piwi
  • Anonimo scrive:
    Bè, insomma...
    Prima Linux non vale, niente, poi è un cancro, poi costa troppo, poi invece non è vero, poi è un giocattolo, poi cercano di leccare il c****, poi, poi, poi.....Bè , insomma a me quelli della microsozz mi hanno proprio rotto il C****, e oggi mi hanno dato un motivo per odiarli un tantino di più, se possibile. Che vadano a caghééééé......Sempre quello
  • Anonimo scrive:
    Conclusione ovvia
    "In termini di crescita dell'azienda... Sarebbe difficile se Linux dovesse trasformarsi in un fenomeno sul desktop"Certo, se la maggior parte delle entrate di MS vengono dalle licenze di Windows e Office, grazie che nel caso di un eventuale successo di linux avrebbero qualche problema.
  • Anonimo scrive:
    LINUX SARA' E' LA TOMBA DI MICROSOFT
    Il DRAGASACCOCCE di REDMOND e i suoi luogotenenti se ne sono accorti ormai.E' inevitabile come il destino. Si ravvedano i "Microsoft Certified" e si riconvertano in "LINUX CERTIFIED".
    • LaNberto scrive:
      Re: LINUX SARA' E' LA TOMBA DI MICROSOFT
      era un po' che non si ricevevano le minchiate Alien-style...
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX SARA' E' LA TOMBA DI MICROSOFT
        - Scritto da: LaNberto
        era un po' che non si ricevevano le
        minchiate Alien-style...Evidentemente i bambini non crescono mai e si limitano a contribuire alla discussione solamente riducendosi a inutili troll.
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX SARA' E' LA TOMBA DI MICROSOFT
        Notare anche l'errore grammaticale nel titolo :Dbyez
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX SARA' E' LA TOMBA DI MICROSOFT
      - Scritto da: Anonimo
      Il DRAGASACCOCCE di REDMOND e i suoi
      luogotenenti se ne sono accorti ormai.
      E' inevitabile come il destino. Si ravvedano
      i "Microsoft Certified" e si riconvertano in
      "LINUX CERTIFIED".dragasaccocce....Scommettiamo che tu WINDOWS l'hai sempre pagato quanto paghi LINUX?
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX SARA' E' LA TOMBA DI MICROSOFT
      - Scritto da: Anonimo
      Il DRAGASACCOCCE di REDMOND e i suoi
      luogotenenti se ne sono accorti ormai.
      E' inevitabile come il destino. Si ravvedano
      i "Microsoft Certified" e si riconvertano in
      "LINUX CERTIFIED".ti prego dimmi che è vero!!!!alien è tornato????mi alleo nell'armata contro i pretoriani! fino alla distruzione del dragasaccocce!mel4tonin
  • Anonimo scrive:
    Che scemenza
    Come fa a crescere ancora un'azienza che ha il più del 95% del mercato ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che scemenza
      - Scritto da: Anonimo
      Come fa a crescere ancora un'azienza che ha
      il più del 95% del mercato ?ahahahahahquesto è il commento + intelligente che vedo da molto tempo.
    • Simplex scrive:
      Re: Che scemenza
      - Scritto da: Anonimo
      Come fa a crescere ancora un'azienza che ha
      il più del 95% del mercato ? Dipende a quale mercato si riferisce Microsfot! ;) Non sottovalutare mai Bill Gates, quando Lui, o chi x Lui, si riferisce a "Possibilita' di Crescita'", non sai mai a cosa si riferisca esattamente ... Vuoi scommettere che il tuo prossimo cellulare UMTS conterra' al suo interno un SO della casa Redmond... Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Che scemenza

        Vuoi scommettere che il tuo prossimo
        cellulare UMTS
        conterra' al suo interno un SO della casa
        Redmond...

        CiaoA parte che il cellulare UMTS lo comprerò quando costerà meno di 200 Euro, poi eviterò con cura i SO di Redmond per cellulari: non vorrei mai dover riavviare a metà di una comunicazione, poi dovrei comprare il Symantec Antivirus versione UMTS e tutto il ciarpame vario collegato...
        • Anonimo scrive:
          Re: Che scemenza
          - Scritto da: Anonimo

          Vuoi scommettere che il tuo prossimo

          cellulare UMTS

          conterra' al suo interno un SO della casa

          Redmond...



          Ciao

          A parte che il cellulare UMTS lo comprerò
          quando costerà meno di 200 Euro, poi eviterò
          con cura i SO di Redmond per cellulari: non
          vorrei mai dover riavviare a metà di una
          comunicazione, Ma la smettiamo di sparare cazzate? Potresti dire qualcosa di intelligente e invece tiri fuori le solite stupidaggini sulle schermate della morte, riavvi e i soliti luoghi comuni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che scemenza
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo
            Ma la smettiamo di sparare cazzate? Potresti dire
            qualcosa di intelligente e invece tiri fuori le solite
            stupidaggini sulle schermate della morte, riavvi e i soliti
            luoghi comuni.Frose perche' la stessa industria di RedMond non le ha ancora sfatate...Del resto cosa possiamo pretendere da un'industria il cui nome tradotto significa "Piccolo & molle" ???
      • Anonimo scrive:
        Re: Che scemenza
        - Scritto da: Simplex

        - Scritto da: Anonimo

        Come fa a crescere ancora un'azienza che
        ha

        il più del 95% del mercato ?

        Dipende a quale mercato si riferisce
        Microsfot! ;)

        Non sottovalutare mai Bill Gates, quando
        Lui, o chi
        x Lui, si riferisce a "Possibilita' di
        Crescita'", non sai
        mai a cosa si riferisca esattamente ...hai ragione. E c'è chi anche in Italia comincia a rendersene conto, come la Zucchetti:http://www.zdnet.it/zdnet/jumpNews.asp?idUser=0&idChannel=0&idNews=159969per loro la possibilità di crescita consiste nell'invasione del mercato dei gestionali da parte di microsoft.In breve: microsoft sente il bisogno di "spazio vitale"
    • Anonimo scrive:
      Re: Che scemenza
      - Scritto da: Anonimo
      Come fa a crescere ancora un'azienza che ha
      il più del 95% del mercato ?Si espande in altri settori (consolle xscatole, servizi in rete), elimina del tutto la concorrenza di sistemi di Apple, IBM e SGI, consolida i propri prodotti in nazioni dove non e' ancora arrivata.E' una scemenza non pensarci.
    • TeX scrive:
      Re: Che scemenza
      - Scritto da: Anonimo
      Come fa a crescere ancora un'azienza che ha
      il più del 95% del mercato ?Un'azienda può crescere in tre modi:1) Aumentando la quota di mercato. Come, giustamente notato, quando si detiene il 95% del mercato si ha poco da aumentare.2) Aumentando il mercato. Non è facile. Il mercato è ormai saturo. Le fasce di software non coperte da Microsoft e adeguatamente remunerative sono spesso coperte da pezzi da 90 difficili da scalzare. Settori collaterali all'IT sono comunque difficili da occupare (basta vedere il mezzo flop di X-Box) ancora acerbi (palmari, set top box, ecc). Come si è visto recentemente al di fuori dei S.O. e degli applicativi office, dove guadagna moltissimo, Microsoft è in perdita. Cercando di estendere il suo mercato, Microsoft rischierebbe solo di aumentare le perdite.3) Spremendo di più i propri clienti. Ottimo sistema che però richiede di trovarsi in situazione di monopolio. In questa situazione un concorrente anche piccolo rischia di diventare molto pericoloso.Le conclusioni sono facili da trarre....
    • SymoPd scrive:
      Re: Che scemenza
      Alleandosi anche con i produttori di contenuti (musica, film, etc) garantendo loro i copyright....In pratica cerca di entrare in altri mercati....
  • Mela Marcia scrive:
    Microsoft non sa perdere
    Molto semplicemente m$ non puo' attuare la sua politica predatoria su Linux cioe' togliere ossigeno vendendo sottocosto oppure fagocitare la societa' (direttamente o per vie traverse) e distruggerla. Dando per scontato che m$ non possa competere quasi mai a livello qualitativo, il risultato e' una coppia di nerd idioti (bill e ball(mer)) che oltre a sputare veleno non sanno che proprio che pesci pigliare.E mentre loro perdono soldi (e non ne hanno bisogno) io (che ho bisogno) continuo a guadagnare con Linux saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft non sa perdere
      - Scritto da: Mela Marcia
      Molto semplicemente m$ non puo' attuare la
      sua politica predatoria su Linux cioe'
      togliere ossigeno vendendo sottocosto oppure
      fagocitare la societa' (direttamente o per
      vie traverse) e distruggerla. Dando per
      scontato che m$ non possa competere quasi
      mai a livello qualitativo,Non sara' che linux, dopo una decina di anni e' ancora troppo indietro per il desktop perche' molti estremisti pensano che i prodotti MS fanno schifo? Io dico di si.. :)Intanto MS sta guadagnando terreno pure sui servers.
      il risultato e'
      una coppia di nerd idioti (bill e
      ball(mer)) che oltre a sputare veleno non
      sanno che proprio che pesci pigliare.

      E mentre loro perdono soldi (e non ne hanno
      bisogno) io (che ho bisogno) continuo a
      guadagnare con Linux
      salutiE io guadagno con i software che girano su windows... visto che su linux non ci sono.
      • BSD_like scrive:
        Re: Microsoft non sa perdere
        M$ sui server stà perdendo come percentuale; era nel 2000 al 48,x; da allora IBM (e non solo Big Blue) ha cominciato a distribuire server Linux.Siccome la fascia server che copre M$ sono i server di fascia bassa (quasi tutti) e molto parzialmente quella media (dato che la fascia alta è coperta da UNIX commerciali e parzialmente da FreeBSD su arch. non x86, ad esclusione di Linux e BSD* nei centri accademici e scientifici); Linux (scagliato da queste soc.) è andato a colpire M$ proprio nella fascia media (sopratutto) e bassa.Cmq questo è un periodo di stagnazione economica, difatti IBM stessa ha ammesso che Linux gli ha permesso di vendere più server di come avevano preventivato in questo periodo. Occorrerà vedere se il trend continua anche in fase economica più frizzante, cioè con le soc. che hanno maggiori capitali d'investimento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft non sa perdere
      (bill e ball(mer)) :-))))))
  • Anonimo scrive:
    Ma perche' ?
    Una societa' come MS che e' certa della bonta' dei suoi prodotti deve continuare a preoccuparsi di una cosa che reputa di scarso livello ?
  • fDiskolo scrive:
    Lo studio di IDC...
    ...era sponsorizzato da M$...Cavolo, se per avere i complimenti devono pagarsi degli adulatori allorasono davvero messi male...
  • enzogupi scrive:
    Ma non sono già cresciuti abbastanza?
    Qualcuno una volta disse che si perde quando oltre avincere si vuole stravincere. Se continua così la microsoftstraperde (speriamo!).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non sono già cresciuti abbastanza
      - Scritto da: enzogupi
      Qualcuno una volta disse che si perde quando
      oltre a vincere si vuole stravincere. Se continuaE' una nota regola del gioco d'azzardo :-)
      così la microsoft straperde (speriamo!).Strasperiamo :-)
  • Anonimo scrive:
    non ci siamo
    dunque... linux nel desktop... certo... io lo uso tutti i giorni, ma sono una persona obbiettiva e mi ritengo un curatore di molti aspetti dell'usabilita' di un sistema. C'e' _molto_ ancora da fare ma nessuno si prende la briga di farlo. Nel mio piccolo qualcosa faccio, ma sono da solo.Non sto qui ad elencare tutte le manchevolezze di linux nel settore desktop perche' farei un lungo elenco, ma molte cose vanno cambiate, anche rimettendoci quegli aspetti puristici a cui e' abituato un utente unix.quindi avanti... c'e' molto ancora da fare.
    • fancu scrive:
      Re: non ci siamo

      dunque... linux nel desktop... certo... io
      lo uso tutti i giorni, ma sono una persona
      obbiettiva e mi ritengo un curatore di molti
      aspetti dell'usabilita' di un sistema. A volte mi capita di leggere degli interventi di linuxariestremisti che mi fanno più o meno l'effetto delle affermazionidei dirigenti MS. Questi individui fanno più male che benealla diffusione di Linux, facendogli perdere credibilità.Inizio con questo commento perchè volevo esprimere ilmio pieno consenso con le tue affermazioni: ancora non cisiamo: anche se un tecnico può utilizzare (e, con moltasoddisfazione, aggiungo io) Linux come Desktop senzagrossi problemi, non ce lo vedo l'utente finale alle presecon un "ps fax", ricerca processo e kill -9 "pid" ;)
      C'e'
      _molto_ ancora da fare ma nessuno si prende
      la briga di farlo. Nel mio piccolo qualcosa
      faccio, ma sono da solo.Su questo punto non sono d'accordo: ci sono tanti progettiche sono iniziati per rendere Linux più amichevole.Anche la Debian (che è la distro che utilizzo), notoriamente,ma forse ingiustamente, considerata ostica e "per tecnici",ha avviato un progetto per creare un Desktop per l'end user.http://www.debian.org/devel/debian-desktop/
      Non sto qui ad elencare tutte le
      manchevolezze di linux nel settore desktop
      perche' farei un lungo elenco, ma molte cose
      vanno cambiate, anche rimettendoci quegli
      aspetti puristici a cui e' abituato un
      utente unix.Ovvio che bisogna scendere a compromessi. Però pongouna noticina: Linux è (e rimmarrà) a strati, cioè sotto giranoi programmi testuali, comandati dalle interfaccie grafiche.(tipico esempio: cdrecord)Questo mi consente di masterizzare un CD al mio collegaanche quando mi trovo all'estero, senza grossi problemi...Forse i compromessi ai quali bisogna scendere, in realtà,si tradurranno in opzioni da attivare o meno ;)
      quindi avanti... c'e' molto ancora da fare.Su questo non c'è dubbio, ma mi pare che dal 1991 la stradapercorsa sia stata molta, e le premesse per riuscire nell'impresaci siano tutte.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: non ci siamo

        A volte mi capita di leggere degli
        interventi di linuxari
        estremisti che mi fanno più o meno l'effetto
        delle affermazioni
        dei dirigenti MS. Questi individui fanno più
        male che bene
        alla diffusione di Linux, facendogli perdere
        credibilità.
        verissimo
        Inizio con questo commento perchè volevo
        esprimere il
        mio pieno consenso con le tue affermazioni:
        ancora non ci
        siamo: anche se un tecnico può utilizzare
        (e, con molta
        soddisfazione, aggiungo io) Linux come
        Desktop senza
        grossi problemi, non ce lo vedo l'utente
        finale alle prese
        con un "ps fax", ricerca processo e kill -9
        "pid" ;)
        secondo me state esagerando: a parte killall, ci sono anche xkill e kpm (per chi usa kde). credo che il vero problema di linux sul desktop sia la mancanza di alcuni software e la gestione delle stampanti (che cmq e` migliorata tantissimo): per il resto non ha niente da invidiare a winxp
        Su questo non c'è dubbio, ma mi pare che dal
        1991 la strada
        percorsa sia stata molta, e le premesse per
        riuscire nell'impresa
        ci siano tutte.
        speriamo
        CiaociaoRaistlin
        • Anonimo scrive:
          Re: non ci siamo
          - Scritto da: Anonimo
          secondo me state esagerando: a parte
          killall, ci sono anche xkill e kpm (per chi
          usa kde). credo che il vero problema di
          linux sul desktop sia la mancanza di alcuni
          software e la gestione delle stampanti (che
          cmq e` migliorata tantissimo): per il resto
          non ha niente da invidiare a winxpci sono alcune cose che vanno fatte.Gia' il fatto che sia impossibile ad oggi fare il drag e drop di un link da mozilla e dropparlo sul desktop kde e' una grave mancanza, che indica una disomogeneita'.Pochi giorni fa in mailing list kde e' scoppiato un thread-inferno a riguardo se il desktop dell'utente debba essere in ~ o in ~/Desktop, perche' molte (tutte) le applicazioni non kde il path di salvataggio di default e' ~, introducendo grossa insoddisfazione nell'utente di apps non kde, dal momento che si trova a lottare con una gerarchia (solitamente poco user friendly) su un widget che tra l'altro e' anche diverso dal solito.
          • garak scrive:
            Re: non ci siamo

            ci sono alcune cose che vanno fatte.Io sono curioso e disposto a sopportare anche un lungo elenco.Perche' quello di cui parli non e' solo il drag & drop o dove mettere il desktop, vero?Dimmelo, perche' io tutti questi problemi non li ho notati.
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo
            - Scritto da: garak

            ci sono alcune cose che vanno fatte.

            Io sono curioso e disposto a sopportare
            anche un lungo elenco.
            Perche' quello di cui parli non e' solo il
            drag & drop o dove mettere il desktop, vero?
            Dimmelo, perche' io tutti questi problemi
            non li ho notati.neanch'io, vedo in gran parte dettagli (come il drag and drop: basta selezionare col mouse e fare taso centrale, non mi sembra un dramma)raistlin
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo
            - Scritto da: garak

            ci sono alcune cose che vanno fatte.

            Io sono curioso e disposto a sopportare
            anche un lungo elenco.
            Perche' quello di cui parli non e' solo il
            drag & drop o dove mettere il desktop, vero?
            Dimmelo, perche' io tutti questi problemi
            non li ho notati.- i file di configurazione hanno fatto il loro tempo. Serve un sistema piu' sofisticato e piu' plastico, all'occorrenza. La necessita' di configurare in un sol colpo gruppi di macchine si fa pressante. inoltre non esiste una API decente per la gestione dei file di configurazione. Notare che gconf _non_ e' la soluzione. Serve qualcosa che sia system wide, in cui si possa mettere la configurazione di grossa parte del sistema a piu' livelli... la disquisizione e' lunga e va approfondita, ma non ho ne' la voglia ne' il tempo, dato che sono al lavoro- la comunicazione tra applicazioni e' ancora non sufficientemente astratta. il dcop di kde funziona solo per applicazioni dello stesso desktop, ma sarebbe comodo poter considerare un client dcop anche il webserver all'altro capo del mondo, o una applicazione sul desktop del tuo collega. dcop non e' stato studiato per questo. corba lo e', ma ha un sacco di altri problemi.- non esiste una classe o un set di classi, a livello di kde, per interagire decentemente con l'hardware. Sto sviluppando un sistema di monitoraggio delle interfacce di rete, e non ho la possibilita' di sapere quali interfacce sono correntemente attive e in quale stato sono, a meno di non aprirmi a mano /proc, che e' una gran rottura di palle, visto che cosi' non sono portabile, e parsare i file in proc non e' proprio "snappy". Questo vale per le interfacce di rete, ma vale anche per l'hardware in generale...dischi, porte irda, stampanti...- non esiste un dannato canale di comunicazione system wide. L'unica cosa che gli puo' assomigliare e' sysV ipc, ma e' una autentica schifezza perche' sei costretto a pollare. dcop e' un buon channel tutto sommato, ma fa solo rpc e non e' system wide, ma entra in azione solo dopo un login. Su questo canale dovrebbero viaggiare info sullo stato del sistema in generale, dei suoi demoni di sistema, in modo da informare il cambiamento di certe condizioni o da impostare certe cose attraverso questo canale. Attualmente per fare una cosa simile ogni demone deve approntarsi la sua socket unix su cui spara i suoi dati con il suo protocollo personale... altro lavoro fatto e rifatto per niente.- l'usabilita' di molti applicativi contrasta con le piu' banali regole di human interface design.
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo
            - Scritto da: munehirocontinuo:- la possibilita' di installare patch binarie degli rpm non e' contemplata. L'altro giorno mi sono dovuto scaricare 38 mega di update di kde, ma le vulnerabilita' solitamente sono concentrate in pochi k. esiste xdelta, ma nessuno lo usa...- la gestione dei driver e' ancora lasciata a discrezione. questo in parte a causa del fatto che le aziende difficilmente rilasciano rpm clicca e vai, in parte al fatto che non c'e' una piena standardizzazione su come gestire i driver, su come innestarli nel kernel eccetera...
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo
            - Scritto da: munehirocontinuo:- la possibilita' di installare patch binarie degli rpm non e' contemplata. L'altro giorno mi sono dovuto scaricare 38 mega di update di kde, ma le vulnerabilita' solitamente sono concentrate in pochi k. esiste xdelta, ma nessuno lo usa...- la gestione dei driver e' ancora lasciata a discrezione. questo in parte a causa del fatto che le aziende difficilmente rilasciano rpm clicca e vai, in parte al fatto che non c'e' una piena standardizzazione su come gestire i driver, su come innestarli nel kernel eccetera...
          • garak scrive:
            Re: non ci siamo

            - i file di configurazione hanno fatto il
            loro tempoE questo e' un problema da desktop? Non mi pare.
            - la comunicazione tra applicazioni e'
            ancora non sufficientemente astratta. ilNon uso de
            - non esiste una classe o un set di classi,
            a livello di kde, per interagire
            decentemente con l'hardware. Sto sviluppandoIdem
            - non esiste un dannato canale di
            comunicazione system wide.Embe'?
            - l'usabilita' di molti applicativi
            contrasta con le piu' banali regole di human
            interface design.Ma gli applicativi mica li fa Linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo
            - Scritto da: garak
            E questo e' un problema da desktop? Non mi
            pare.e' anche un problema da desktop.

            - la comunicazione tra applicazioni e'

            ancora non sufficientemente astratta. il

            Non uso decertamente, pero' e' grazie ai de che linux viene usato anche sul desktop.

            - non esiste un dannato canale di

            comunicazione system wide.

            Embe'?embe'? e ti pare poco?che ne diresti di un apache che monitorizza il carico di rete e modifica la dimensione dei file che invia a seconda?che ne diresti di un kernel che informa le applicazioni che manca la corrente o la rete?

            - l'usabilita' di molti applicativi

            contrasta con le piu' banali regole di
            human

            interface design.

            Ma gli applicativi mica li fa Linux.cosa c'entra... si sta parlando di desktop. Lo so anche io che linux e' il kernel. Quello che ci sta attorno, nella fattispecie kde, in molti versi e' interessantissimo, in altri versi ha delle mancanze. l'hid e' una di queste, in alcuni applicativi.
          • garak scrive:
            Re: non ci siamo


            Non uso de

            certamente, pero' e' grazie ai de che linux
            viene usato anche sul desktop.Scusa, mi e' scappata una "k": non uso kde.
            che ne diresti di un apache che monitorizza
            il carico di rete e modifica la dimensione
            dei file che invia a seconda?E sarebbe per questo che Linux non sfonda nei desktop? Io non ne sento l'esigenza.
            che ne diresti di un kernel che informa le
            applicazioni che manca la corrente o la
            rete?Idem.
            Lo so anche io che linux e' il kernel.
            Quello che ci sta attorno, nella fattispecie
            kde, in molti versi e' interessantissimo, in
            altri versi ha delle mancanzeKDE a me fa un po' schifetto: meglio Gnome.
          • Anonimo scrive:
            Re: non ci siamo

            - l'usabilita' di molti applicativi
            contrasta con le piu' banali regole di human
            interface design.Sara' perche' le sviluppano dei nerd e non degli esseri umani?
Chiudi i commenti