Download/ Visioni frattali

Fiamme, curve, colori e visioni, equazioni multicolore, fantasie in due dimensioni al di fuori di questo mondo





già recensito:

a cura di Punto Informatico Download

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ASSURDO!!!
    Le case discografiche sono alla canna del gas: al disperato inseguimento del profitto a tutti i costi, usano metodi che non sarebbe avventato definire degni della peggior Gestapo. Il problema è che la legge gli consente di tenere questi comportamenti autoritari da stato di polizia.Credo che in Italia non succederà altrettanto: se succedesse, preferirei andare quanto prima in galera pur di non vivere nel terrore.DOBBIAMO IMPEDIRE TUTTO QUESTO!NON POSSONO ARRESTARCI TUTTI!
  • Anonimo scrive:
    Per il bene di tutti, sabotateli
    Vi prego , sabotate le industrie della delinquenza e dei lavaggi del cervello, non comprate piu ne cd ne dvd a meno che non siano vergini!Non compriamo piu nulla, solo smettendo di essere passivi consumatori che arricchiscono i gia miliardari delle industrie, potremo valere qualcosa ai loro occhi. Ormai si tratta di una questione morale che sta sulle nostre spalle soltanto, sabotiamoli.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per il bene di tutti, sabotateli
      - Scritto da: Anonimo
      Vi prego , sabotate le industrie della
      delinquenza e dei lavaggi del cervello, non
      comprate piu ne cd ne dvd a meno che non siano
      vergini!
      Non compriamo piu nulla, solo smettendo di essere
      passivi consumatori che arricchiscono i gia
      miliardari delle industrie, potremo valere
      qualcosa ai loro occhi. Ormai si tratta di una
      questione morale che sta sulle nostre spalle
      soltanto, sabotiamoli.Se tu speri che l'italiano medio faccia quanto hai detto mi sa che avresti più speranze di vedere un giorno piovere asini dal cielo... purtroppo :(Bye, Luca
  • Santo scrive:
    Anche a me, mesi fa ....
    Anche a me, il 9 ottobre 2004, uno dei maggiori providers globali (quelli che hanno la borsa di Wall Street come clienti), con sede in USA, mi ha chiuso il tracker bittorrent che usavo per condividere files prodotti da me, assolutamente legali.La cosa mi scoccio' moltissimo, hanno semplicemente chiuso da un giorno per l'altro le porte utilizzate da bittorrent, senza peraltro avvisarmi, cosicche' nessuno si poteva piu' collegare al mio tracker.Ho un server dedicato, e la connessione e' stata filtrata da fuori, ovviamente non hanno messo mano alla configurazione del mio server per fare questo.Tale provider non accetta ordinazioni dal pubblico, ma fa da provider di connettivita' per providers di servizi, e' quindi (se non sbaglio si dice cosi) un 'carrier'. Il provider di servizi con cui io ho il rapporto,e' molto in gamba e con loro vado d'accordo, anche perche' ci tengono a non perdere un cliente.Fatto sta che scrivo al fornitore di servizi lamentando il fatto che il mio server fosse improvvisamente divenuto irraggiungibile sulle porte nel range 6666-7000, cioe' quelle usate dalla quasi totalita' dei programmi p2p. Loro indagano, chiedono info al carrier, dopo un po' mi mandano questa mail: " Hello, This is what our provider reply about theports in question: ""To promote network stability and security, we are now blocking ports that may invite any unwanted activity from occurring on the network. I am sure that you would agree that network stability and reliability should be everyone's priority concern. Any valid usage of the blocked ports can be redirected to different ports. I would like to know which one of your customers are complaining about this issue and if they are operating a legitimate service that falls within our guidelines of acceptable usable policies we have instilled. I'm sure that you will cooperate in this matter with our abuse department and I will have them look into this issue immediately for you. Please contact us back with the domains in questions and we should be able to resolve this matter quickly."" Now, I hope you are not doing nothing like napter, kaaza, etc.In another hand, now our provider wants to know who is the client complaining about this and they are going to check your server for any illegal activities.Regards," segue la firma del mio isp.Insomma, siccome ho protestato per la chiusura delle porte, sono stato messo sotto indagine dal carrier il quale ha intimato al mio fornitore di servizi di permettegli di accedere al mio server per fare indagini.Erano sicurissimi, che siccome stavo utilizzando le porte del p2p, stessi facendo qualcosa di illegale.Io, che ovviamente sono un angioletto O:) e non avevo nulla da temere, mi sono arrabbiato e gliele ho cantate, ma le porte non me le hanno riaperte, e l'indagine la hanno fatta.Stavo distribuendo Linux.==================================Modificato dall'autore il 11/03/2005 21.49.41==================================Modificato dall'autore il 11/03/2005 22.01.03
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche a me, mesi fa ....
      - Scritto da: Santo
      Anche a me, il 9 ottobre 2004, uno dei maggiori
      providers globali (quelli che hanno la borsa di
      Wall Street come clienti), con sede in USA, mi ha
      chiuso il tracker bittorrent che usavo per
      condividere files prodotti da me, assolutamente
      legali.Scusa... ma tu sei ancora con loro?Io prima li avrei insultati fino a bruciarli a distanza, e poi li avrei mandati a quel paese e cambiato provider.Se non si mostra a questi signori che è il CLIENTE che comanda continueranno a toglierci la libertà facendo finta di proteggere la "sicurezza e la stabilità".Ciao, Luca
  • Anonimo scrive:
    L'Australia è grande...
    ...un incidente può succedere... @^ Suggerimento ai p2ppari australiani: avete tai-pan, funnel web spider, coccodrilli, meduse killer, piovre nane velenose, deserti enormi, chi più ne ha più ne metta non dovete neanche sporcarvi le mani, la natura può smaltire ecologicamente gli agenti MIPI per voi.Anzi, avete mica un po' di spazio rimasto per funzionari e ispettori di SIAE, BSA, RIAA ?
  • Anonimo scrive:
    E in Francia dichiarano il p2p legale!!!
    Intanto in francia una sentenza ha dichiarato il p2plegale! Mi dispiace, ma io mi trasferisco a Parigie vi saluto tutti...http://www.laviedunet.be/VDN/Viedunet/Societe/page_5009_310219.aspL'articolo dice che la corte d'appello francese ha sentenziato in favore di un uomo che aveva scaricato500 film dal p2p, sulla base del fatto che questeerano copie private, e che egli non li ha redistribuiti,e che una tassa era stata pagata sui supporti vergini.
    • Anonimo scrive:
      Re: E in Francia dichiarano il p2p legal
      - Scritto da: Anonimo

      Intanto in francia una sentenza ha dichiarato il
      p2p
      legale! Mi dispiace, ma io mi trasferisco a Parigi
      e vi saluto tutti...

      http://www.laviedunet.be/VDN/Viedunet/Societe/page

      L'articolo dice che la corte d'appello francese
      ha
      sentenziato in favore di un uomo che aveva
      scaricato
      500 film dal p2p, sulla base del fatto che queste
      erano copie private, e che egli non li ha
      redistribuiti,
      e che una tassa era stata pagata sui supporti
      vergini. ma che che c-entra noi siamo succubi degli americani e del loro capitalismo................
  • Anonimo scrive:
    Sto cominciando a dubitare...
    ...del fatto che Internet sia un bene.Dicevamo che la rete ci avrebbe resi tutti più liberi perché le idee non sarebbero più state censurabili: per censurare la rete bisogna violare costituzioni, diritti umani e altro che tuteli la libertà di parola o di stampa. I politici non sarebbero mai arrivati a tanto.......lo stanno facendo.Ogni giorno da qualche parte nel mondo DEMOCRATICO un diritto fondamentale della democrazia viene calpestato per delle canzonette.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto cominciando a dubitare...
      - Scritto da: Anonimo
      ...del fatto che Internet sia un bene.

      Dicevamo che la rete ci avrebbe resi tutti più
      liberi perché le idee non sarebbero più state
      censurabili: per censurare la rete bisogna
      violare costituzioni, diritti umani e altro che
      tuteli la libertà di parola o di stampa. I
      politici non sarebbero mai arrivati a tanto....Guarda che sono anni che filosofi, opinionisti, esperti, tuttologi, mettono in guardia da Internet.Internet, come tutte le altre cose tecnologiche, veniva sbandierato come se avesse dovuto liberare il mondo, e non venivano mai considerate le voci di chi metteva in guardia che, tecnicamente, internet, può permettere il controllo totale.Dopo gli entusiasmi iniziali, i fiumi di articoli, trasmissioni televisive, libri, siamo arrivati ai fatti.Io cmq di solito diffido di qualsiasi cosa che viene propagandata usando la libertà ( in primis il software libero ), e nonostante sia un grande utilizzatore di Internet, quando leggo articoli come questo, nonostante io non utilizzi programmi di file sharing, mi viene voglia di smettere di usarlo, presto diventerà pericoloso fare qualsiasi cosa, è anche pericoloso esprimere un'opinione contraria a qualcuno perché rischi che ti cracckino il computer per svolgere attività illecite per metterti nei guai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sto cominciando a dubitare...
        - Scritto da: Anonimo
        Io cmq di solito diffido di qualsiasi cosa che
        viene propagandata usando la libertà ( in primis
        il software libero ), e nonostante sia un grandePerché?
        utilizzatore di Internet, quando leggo articoli
        come questo, nonostante io non utilizzi programmi
        di file sharing, mi viene voglia di smettere di
        usarloQuindi sarebbe colpa di Internet se il popolo degli ignoranti e pecoroni si lascia fottere i propri diritti fondamentali senza dire o fare nulla?Bye, Luca
        • Anonimo scrive:
          Re: Sto cominciando a dubitare...
          Windows ci ha reso dei deficenti ignoranti...e loro possono contrloilarci e fare quello che vogliono sul nostro bel pc con windows xp
      • Anonimo scrive:
        Re: Sto cominciando a dubitare...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ...del fatto che Internet sia un bene.



        Dicevamo che la rete ci avrebbe resi tutti più

        liberi perché le idee non sarebbero più state

        censurabili: per censurare la rete bisogna

        violare costituzioni, diritti umani e altro che

        tuteli la libertà di parola o di stampa. I

        politici non sarebbero mai arrivati a tanto....

        Guarda che sono anni che filosofi, opinionisti,
        esperti, tuttologi, mettono in guardia da
        Internet.

        Internet, come tutte le altre cose tecnologiche,
        veniva sbandierato come se avesse dovuto liberare
        il mondo, e non venivano mai considerate le voci
        di chi metteva in guardia che, tecnicamente,
        internet, può permettere il controllo totale.Non è questo il punto: non è il controllo totale attraverso internet che mi fa paura, lo so benissimo che quello è sempre stato tecnicamente possibile, ma mantenere questo controllo è quasi impossibile e infinitamente costoso. Distruggerla, anche a costo delle libertà individuali costa meno. Ed è questo che mi spaventa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sto cominciando a dubitare...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          ...del fatto che Internet sia un bene.





          Dicevamo che la rete ci avrebbe resi tutti più


          liberi perché le idee non sarebbero più state


          censurabili: per censurare la rete bisogna


          violare costituzioni, diritti umani e altro
          che


          tuteli la libertà di parola o di stampa. I


          politici non sarebbero mai arrivati a
          tanto....



          Guarda che sono anni che filosofi, opinionisti,

          esperti, tuttologi, mettono in guardia da

          Internet.



          Internet, come tutte le altre cose tecnologiche,

          veniva sbandierato come se avesse dovuto
          liberare

          il mondo, e non venivano mai considerate le voci

          di chi metteva in guardia che, tecnicamente,

          internet, può permettere il controllo totale.

          Non è questo il punto: non è il controllo totale
          attraverso internet che mi fa paura, lo so
          benissimo che quello è sempre stato tecnicamente
          possibile, ma mantenere questo controllo è quasi
          impossibile e infinitamente costoso.
          Distruggerla, anche a costo delle libertà
          individuali costa meno. Ed è questo che mi
          spaventa.
          Io invece non sono spaventato, ma terribilmente incaxxato per queste continue violazioni delle libertà individuali.Comunque se pensano di intimorirmi non sanno i poverini quante e quante camicie dovranno ancora sudare.Non dobbiamo avere paura , dobbiamo fermarli.
    • non registrato scrive:
      Re: Sto cominciando a dubitare...
      Diritti umani? Quando mai sono stati un ostacolo per certi uomini d'affari...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto cominciando a dubitare...
      Francia, 1789Il popolo deve picchiarsi per accapararsi un tozzo di pane mentre i nobili gozzovigliano a Versailles.Tutto sembra perduto e la situazione sembra destinata a rimanere immutata.Ma invece...La speranza è l'ultima a morire! -Robespierre-
  • Anonimo scrive:
    Gravissimo
    E' un fatto gravissimo, un attentato alle libertà individuali senza precedenti ma sicuramente non l'ultimo. Con la scusa del terrorismo e della pornografia gruppi religiosi, grandi industrie e governi vogliono controllare la vita dei "sudditi"! Michele
  • Anonimo scrive:
    E intanto qui in Italia ...
    sino a ieri sera, la solita schiera di cd e dvd masterizzati in bella mostra a un capolinea della metropolitana ...Quando spariranno quelli, sarà finita anche qui, è quello il segnale ...
  • puffetta scrive:
    Australia....
    Se la legislazione australiana fosse anche così solerte per la tutela dei diritti degli aborigeni, ormai ridotti all1%....
    • Anonimo scrive:
      Re: Australia....
      Si sa che l'australia fa parte di quel gruppetto di stati completamente sucube e schiavo dfegli usa....
      • Anonimo scrive:
        Re: Australia....
        E' COLPA degli inglesi che hanno rotto il ca**o a tutto il mondo @^
        • Anonimo scrive:
          Re: Australia....
          - Scritto da: Anonimo
          E' COLPA degli inglesi che hanno rotto il ca**o
          a tutto il mondo
          @^Hai ragione .... del resto come si fa a dialogare con un popolo che misura ancora i volumi in piedi cubi e la pressione in libbre per pollice .... :-D
  • Anonimo scrive:
    Che sprovveduti
    Bastava tenere tutti i file illegali in una partizione criptatavùvùvù.securstar.€0|/|
  • Anonimo scrive:
    Sono da manicomio....
    ne piu' ne meno...
  • Anonimo scrive:
    Giudice, giuria e boia
    Perche' fermarsi alla possibilita' di dare alle major la capacita' di perquisizione in luoghi privati?L'australia diventera' un paese evoluto quando le major potranno irrompere per i fatti loro in casa tua (poliziotto), ti dichiareranno colpevole seduta stante (giudice e giuria), e andranno direttamente dalla tua banca a chiedere di pagare la sanzione.Per chi non ha una ampia disponibilita' monetaria, si potra' organizzare il plotone d'esecuzione davanti al pc incriminato (boia).Grande australia, welcome to far west.
    • Anonimo scrive:
      Re: Giudice, giuria e boia
      mandiamo in malora tutti coloro che fanno persecuzioni di qualunque tipo apparentemente legali o meno
    • Anonimo scrive:
      Re: Giudice, giuria e boia
      - Scritto da: Anonimo
      Perche' fermarsi alla possibilita' di dare alle
      major la capacita' di perquisizione in luoghi
      privati?

      L'australia diventera' un paese evoluto quando le
      major potranno irrompere per i fatti loro in casa
      tua (poliziotto), ti dichiareranno colpevole
      seduta stante (giudice e giuria), e andranno
      direttamente dalla tua banca a chiedere di pagare
      la sanzione.
      Per chi non ha una ampia disponibilita'
      monetaria, si potra' organizzare il plotone
      d'esecuzione davanti al pc incriminato (boia).

      Grande australia, welcome to far west.A. Agenti della GdF eseguono perquisizioni in uffici alla ricerca di copie pirata e/o downlicensing di software supportati da consulenti della BSA.B. Funzionari BSA eseguono perquisizioni in uffici alla ricerca di copie pirata e/o downlicensing di software accompagnati da agenti della GdF.Nella nostra piccola italietta vale A o B?
      • Guybrush scrive:
        Re: Giudice, giuria e boia
        Nella nostra italietta le perquisizioni le ordina un giudice sulla base di prove raccolte.Un rappresentante delle forze dell'ordine esegue la perquisizione (GdF, Polizia, Carabinieri...) e quest'ultimo puo' decidere di avvalersi della consulenza di un esterno (BSA o altro).BSA come qualsiasi altro soggetto puo' sporgere denuncia contro altre persone per uso di software illegale e quant'altro.Pero' BSA, come qualsiasi altro soggetto, puo' subire una contro denuncia per diffamazione se, putacaso, la perquisizione ha esito negativo.Certo, BSA puo' anche limitarsi a segnalare, senza denunciare, ma con una segnalazione (ma anche con 10 o 100 sempre dello stesso soggetto) le forze dell'ordine non si muovono se non quando hanno tempo (o si tratta di qualcosa di realmente grave).E pure in caso di segnalazione reiterata, se l'ufficiale di turno e' particolarmente bastardo, che non va in porto (perquisizione a vuoto) la BSA rischia una bella denuncia per "procurato allarme".Quindi calma. Siamo in Italia, dopotutto.
        GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Giudice, giuria e boia
          - Scritto da: Guybrush
          Nella nostra italietta le perquisizioni le ordina
          un giudice sulla base di prove raccolte.
          Un rappresentante delle forze dell'ordine esegue
          la perquisizione (GdF, Polizia, Carabinieri...) e
          quest'ultimo puo' decidere di avvalersi della
          consulenza di un esterno (BSA o altro).

          BSA come qualsiasi altro soggetto puo' sporgere
          denuncia contro altre persone per uso di software
          illegale e quant'altro.

          Pero' BSA, come qualsiasi altro soggetto, puo'
          subire una contro denuncia per diffamazione se,
          putacaso, la perquisizione ha esito negativo.

          Certo, BSA puo' anche limitarsi a segnalare,
          senza denunciare, ma con una segnalazione (ma
          anche con 10 o 100 sempre dello stesso soggetto)
          le forze dell'ordine non si muovono se non quando
          hanno tempo (o si tratta di qualcosa di realmente
          grave).
          E pure in caso di segnalazione reiterata, se
          l'ufficiale di turno e' particolarmente bastardo,
          che non va in porto (perquisizione a vuoto) la
          BSA rischia una bella denuncia per "procurato
          allarme".

          Quindi calma. Siamo in Italia, dopotutto.


          GT
        • Anonimo scrive:
          Re: Giudice, giuria e boia
          - Scritto da: Guybrush
          BSA come qualsiasi altro soggetto puo' sporgere
          denuncia contro altre persone per uso di software
          illegale e quant'altro.

          Pero' BSA, come qualsiasi altro soggetto, puo'
          subire una contro denuncia per diffamazione se,
          putacaso, la perquisizione ha esito negativo.Hmmm... questo che dici è interessante...Quindi diciamo che se io volessi diventare ricco (o comunque avessi dei problemi finanziari) mi basterebbe spargere la voce che sono un piratone informatico e quando la BSA/GDF arriverà a casa mia e troverà solo Linux e software opensource io potrò denunciarli per diffamazione ed essere risarcito a peso d'oro?Che bello avere una mente malvagia come la mia :')Bye, Luca
          • Anonimo scrive:
            Re: Giudice, giuria e boia
            - Scritto da: Segfault
            - Scritto da: Guybrush

            BSA come qualsiasi altro soggetto puo' sporgere

            denuncia contro altre persone per uso di
            software

            illegale e quant'altro.



            Pero' BSA, come qualsiasi altro soggetto, puo'

            subire una contro denuncia per diffamazione se,

            putacaso, la perquisizione ha esito negativo.

            Hmmm... questo che dici è interessante...
            Quindi diciamo che se io volessi diventare ricco
            (o comunque avessi dei problemi finanziari) mi
            basterebbe spargere la voce che sono un piratone
            informatico e quando la BSA/GDF arriverà a casa
            mia e troverà solo Linux e software opensource io
            potrò denunciarli per diffamazione ed essere
            risarcito a peso d'oro?

            Che bello avere una mente malvagia come la mia :')

            Bye,
            LucaDissi una volta a un collega "Cerca una caserma GdF e denunciami, che così mi arricchisco alle tue spalle"8)
        • Anonimo scrive:
          Re: Giudice, giuria e boia
          Interessante,quindi, diciamo che volendo arricchirsi un gruppo di persone potrebbe:- assicurarsi di non avere NULLA di illegale in casa (tutto da un amico)- mettersi a scaricare come dannati- cancellare ogni sera (o ogni ora) quanto scaricato- aspettare la fallita perquisizione e fare la controdenunciasai che pacchia!! (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Giudice, giuria e boia
          - Scritto da: Guybrush
          Nella nostra italietta le perquisizioni le ordina
          un giudice sulla base di prove raccolte.
          Un rappresentante delle forze dell'ordine esegue
          la perquisizione (GdF, Polizia, Carabinieri...) e
          quest'ultimo puo' decidere di avvalersi della
          consulenza di un esterno (BSA o altro).

          BSA come qualsiasi altro soggetto puo' sporgere
          denuncia contro altre persone per uso di software
          illegale e quant'altro.

          Pero' BSA, come qualsiasi altro soggetto, puo'
          subire una contro denuncia per diffamazione se,
          putacaso, la perquisizione ha esito negativo.

          Certo, BSA puo' anche limitarsi a segnalare,
          senza denunciare, ma con una segnalazione (ma
          anche con 10 o 100 sempre dello stesso soggetto)
          le forze dell'ordine non si muovono se non quando
          hanno tempo (o si tratta di qualcosa di realmente
          grave).
          E pure in caso di segnalazione reiterata, se
          l'ufficiale di turno e' particolarmente bastardo,
          che non va in porto (perquisizione a vuoto) la
          BSA rischia una bella denuncia per "procurato
          allarme".

          Quindi calma. Siamo in Italia, dopotutto.


          GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Giudice, giuria e boia
      -

      L'australia diventera' un paese evoluto quando le
      major potranno irrompere per i fatti loro in casa
      tua (poliziotto), ti dichiareranno colpevole
      seduta stante (giudice e giuria), e andranno
      direttamente dalla tua banca a chiedere di pagare
      la sanzione.E un paese senza piu schifo pedopornografia e terrorismo e saremo tutti piu @sicuri@
      Per chi non ha una ampia disponibilita'
      monetaria, si potra' organizzare il plotone
      d'esecuzione davanti al pc incriminato (boia).

      Grande australia, welcome to far west.Decenni di tv ci hanno indebolito il cervello , ce lo hanno lavato , ci hanno indebolito ma soprattutto ci hanno divisi , ci hanno reso unita singole e dunque piu deboli e con difficoltaq di aggregazione per risposte effecaci alla prepotenza, adesso ne stiamo pagando lo scotto, non possiamo fare granche..possiamo solo smettere di essere @consumatori@.
  • Anonimo scrive:
    Punto e a capo
    Stasera ho visto "Punto e a Capo" e hanno chiesto a Masini riguardo alla musica scaricata da internet. E lui ha detto che sa che c'è gente che lo fa, ma lui compra tutto originale perché (pausa) perché a lui piace avere tutto originale e poi comprando originale può avere una cosa dove c'è scritto chi ha lavorato su quel disco.Poi hanno intervistato Giletti (simpatico come sempre) e anche lui ha detto che compra solo roba originale.Con Masini non ero molto convinto, ma Giletti mi ha proprio aperto un mondo, molti fan di Giletti probabilmente già da oggi smetteranno di scaricare e domani andranno a fare shopping per i negozi.Ah il potere dei media...
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto e a capo

      Con Masini non ero molto convinto, ma Giletti mi
      ha proprio aperto un mondo, molti fan di Giletti
      probabilmente già da oggi smetteranno di
      scaricare e domani andranno a fare shopping per i
      negozi. Come no. A milioni. Nei negozi di cd vergini.
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto e a capo
      - Scritto da: Anonimo
      Stasera ho visto "Punto e a Capo" e hanno chiesto
      a Masini riguardo alla musica scaricata da
      internet. E lui ha detto che sa che c'è gente che
      lo fa, ma lui compra tutto originale perché
      (pausa) perché a lui piace avere tutto originale
      e poi comprando originale può avere una cosa dove
      c'è scritto chi ha lavorato su quel disco.
      Poi hanno intervistato Giletti (simpatico come
      sempre) e anche lui ha detto che compra solo roba
      originale.E certo! Con tutti i soldi che si ritrova in tasca certa gente per aver fatto i "saltimbanchi" in TV non vorrai mica che si mettano a speculare sull'acquisto di un Cd. Per le loro finanze entrare in un negozio di musica ed acquistare 10 Cd in un solo colpo è cosa da niente. Perchè non hanno rivolto questa domanda ad un operaio che ha una famiglia da mantenere?
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto e a capo
        Non ho capito: intendi dire che chi ha soldi è giusto che paghi e chi non ha soldi è giusto che rubi? E non si parla di cibo o di un posto per dormire....ma di hobby.
        • Madder scrive:
          Re: Punto e a capo
          Giusto... sei un operaio ? limitati ad andare in balera ogni tanto, e portati da bere da casa. Mica vorrai comprarti quei cosi luccicanti con le canzoni. Insomma... è vero che il fatto di essere poveri non è una scusa per rubare. Ma la cosa è un po' più complessa:Viviamo in una società che ti fa sentire un niente se non hai il telefonino strafigo, il portatile con il centrino con il collegamento wifi, il lettore mp3, la musichetta scema quando squilla il cellulare, ... Ed è nella natura umana cercare di non sentirsi un niente, in ogni modo possibile. Poi, ovviamente, c'è anche chi se ne frega.Probabilmente se si riuscisse a spingere la società verso altri hobby, possibilmente meno costosi e alla portata di tutti... il discorso di "vuoi ascoltare musica, ti costa, non te lo puoi permettere, fai altro" sarebbe molto più comprensibile. Madder
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo
            - Scritto da: Madder
            Giusto... sei un operaio ? limitati ad andare in
            balera ogni tanto, e portati da bere da casa.
            Mica vorrai comprarti quei cosi luccicanti con le
            canzoni.

            Insomma... è vero che il fatto di essere poveri
            non è una scusa per rubare. Ma la cosa è un po'
            più complessa:
            Viviamo in una società che ti fa sentire un
            niente se non hai il telefonino strafigo, il
            portatile con il centrino con il collegamento
            wifi, il lettore mp3, la musichetta scema quando
            squilla il cellulare, ...
            Ed è nella natura umana cercare di non sentirsi
            un niente, in ogni modo possibile. Poi,
            ovviamente, c'è anche chi se ne frega.

            Probabilmente se si riuscisse a spingere la
            società verso altri hobby, possibilmente meno
            costosi e alla portata di tutti... il discorso di
            "vuoi ascoltare musica, ti costa, non te lo puoi
            permettere, fai altro" sarebbe molto più
            comprensibile.

            MadderLa musica non è un hobby, ma fa parte della natura umana.!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo
            - Scritto da: Madder
            Giusto... sei un operaio ? limitati ad andare in
            balera ogni tanto, e portati da bere da casa.
            Mica vorrai comprarti quei cosi luccicanti con le
            canzoni.

            Insomma... è vero che il fatto di essere poveri
            non è una scusa per rubare. Ma la cosa è un po'
            più complessa:
            Viviamo in una società che ti fa sentire un
            niente se non hai il telefonino strafigo, il
            portatile con il centrino con il collegamento
            wifi, il lettore mp3, la musichetta scema quando
            squilla il cellulare, ...
            Ed è nella natura umana cercare di non sentirsi
            un niente, in ogni modo possibile. Poi,
            ovviamente, c'è anche chi se ne frega.

            Probabilmente se si riuscisse a spingere la
            società verso altri hobby, possibilmente meno
            costosi e alla portata di tutti... il discorso di
            "vuoi ascoltare musica, ti costa, non te lo puoi
            permettere, fai altro" sarebbe molto più
            comprensibile.

            MadderHai colto nel segno, ci imbottiscono di pubblicitàfino allo sfinimento, se hai questo sei un figo, sei hai quest'altro sei trendy, se non c'è l'hai sei una merdaccia.Cercano di imporci dei modelli di vita da vip, quando uno stipendio medio di un operaio supera difficilmente i 1000 ?,tutto questo mi fa venire in mente la giamaica anni 60 dove i rude boy per poter assomigliare ai loro idoli televisivi, rapinavano e uccidevano, certo qui in italia non siamo a quei livelli ma il meccanismo è lo stesso Marco
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo

            Hai colto nel segno, ci imbottiscono di pubblicità
            fino allo sfinimento, se hai questo sei un figo,
            sei hai quest'altro sei trendy, se non c'è l'hai
            sei una merdaccia.
            Cercano di imporci dei modelli di vita da vip,
            quando uno stipendio medio di un operaio supera
            difficilmente i 1000 ?,
            tutto questo mi fa venire in mente la giamaica
            anni 60 dove i rude boy per poter assomigliare ai
            loro idoli televisivi, rapinavano e uccidevano,
            certo qui in italia non siamo a quei livelli ma
            il meccanismo è lo stesso

            MarcoCaro marco...spegni la tv! Spegniamo la tv!
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto e a capo
          - Scritto da: Anonimo
          Non ho capito: intendi dire che chi ha soldi è
          giusto che paghi e chi non ha soldi è giusto che
          rubi? E non si parla di cibo o di un posto per
          dormire....ma di hobby.Al limite intendeva dire che chi ha i soldi puo' permettersi di pagare l'originale e chi non li ha puo' accontententarsi di una brutta copia a gratis (tale e' un MP3).D'accordo che la strategia e' quella per cui, a furia di ripeterla, qualunque cazzata puo' diventare una verita', ma un po' di onesta' intellettuale su questa storia del copiare=rubare non guasterebbe.
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto e a capo
          - Scritto da: Anonimo
          Non ho capito: intendi dire che chi ha soldi è
          giusto che paghi e chi non ha soldi è giusto che
          rubi? E non si parla di cibo o di un posto per
          dormire....ma di hobby.Esatto, non hai proprio capito il senso della mia battuta, o nella migliore delle ipotesi hai fatto finta di non capirlo...Conosco anch'io la legge che vieta a chiunque (operai compresi) di fare "smercio o scarico illegale" di musica coperta da copyright. La mia era solamente una risposta all'intervista fatta a quei due signori il cui conto in banca è certamente bello gonfio. Intendevo dire che la loro risposta era più che ovvia perchè: primo, se anche lo fanno, certamente non lo dicono poi in pubblico di scaricare musica illegale, secondo (e questa era il senso del mio discorso) per loro entrare in un negozio e lasciare li 300 Euro è cosa da poco. Per questo ultimo motivo non mi sembravano le persone giuste a cui chiedere se fanno uso del P2P.Non volevo certo trovare una giustificazione allo scarico illegale da internet di musica da parte degli operai.Cerchiamo di considerare il testo scritto da una persona nella sua globalità prima di trarre conclusioni avventate solo su una frase...
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto e a capo
          - Scritto da: Anonimo
          Non ho capito: intendi dire che chi ha soldi è
          giusto che paghi e chi non ha soldi è giusto che
          rubi? E non si parla di cibo o di un posto per
          dormire....ma di hobby. C-[ ncora gente cosis tupida da credere che scaricare equivale a rubare.non ho parole ma solo parolacce
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto e a capo
          - Scritto da: Anonimo
          Non ho capito: intendi dire che chi ha soldi è
          giusto che paghi e chi non ha soldi è giusto che
          rubi? E non si parla di cibo o di un posto per
          dormire....ma di hobby.Ma come? Non era arte? Non mi vorrai mica dire che solo quelli che se lo possono permettere possono avere accesso all'arte...Guarda... sinceramente preferirei di gran lunga che un ragazzino potesse comprarsi la merenda che dovervi rinunciare per comprare un mio libro, un mio software, una mia canzone, ecc.Bye, Luca
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto e a capo
      - Scritto da: Anonimo
      Stasera ho visto "Punto e a Capo" e hanno chiesto
      a Masini riguardo alla musica scaricata da
      internet. E lui ha detto che sa che c'è gente che
      lo fa, ma lui compra tutto originale perché
      (pausa) perché a lui piace avere tutto originale
      e poi comprando originale può avere una cosa dove
      c'è scritto chi ha lavorato su quel disco.
      Poi hanno intervistato Giletti (simpatico come
      sempre) e anche lui ha detto che compra solo roba
      originale.
      Con Masini non ero molto convinto, ma Giletti mi
      ha proprio aperto un mondo, molti fan di Giletti
      probabilmente già da oggi smetteranno di
      scaricare e domani andranno a fare shopping per i
      negozi.
      Ah il potere dei media...Ahhh, beati loro che guadagnano in un mese quello che un operaio guadagna in un anno!!!! Be' che pagassero loro per tutti, almeno i soldi li spendono in qualcosa di buono invece che in c*zzate varie e dannose alla salute (ci siamo capiti!!!!):@ :@ :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Punto e a capo
        Il discorso è molto semplice!!! Il lavoro di chiunque va pagato, come l'operaio che lavora in fabbrica o come il Giletti della situazione. Quindi va pagato........ma il pagare deve essere commisurato ad un giusto introito da parte di tutti .... e non un ABUSO di potere ... perchè le major di tutto il mondo ABUSANO .... e non LAVORO...... o meglio LAVORANO PER ABUSARE di benefici che a loro non competono!!! Se un cd mi costasse il giusto prezzo..... mi verrebbe anche la voglia di comprarlo!!Allora tutta questa ASSURDA repressione........ sta creando troppi dislivelli a livello mondiale...... Se la musica dovrà diventare un altro BENE PER RICCHI .... penso che allora SIAMO VERAMENTE ROVINATI ..... tra un pò non potrò neache + prendere un spartito di una canzone degli IRON MAIDEN .. suonarla con la chitarra... senza aver pagato i DIRITTI D'autore!! Secondo voi è così assurda la mia ultima frase?!?! :-P
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto e a capo
          le major non vogliono che la musica diventi un bene per soli ricchi, altresi vogliono che i poveri acquistino musica allo stesso prezzo dei ricchi, che siccome sono ricchi possono permettersi di pagare tanto
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo
            Io dico solo che se una persona che ha una flat ADSL e fa il download di roba illegale con la scusa che non ha i soldi per comprarla è piuttosto falsa: come la paga la flat ADSL ogni mese?
          • Straha scrive:
            Re: Punto e a capo
            - Scritto da: Anonimo
            Io dico solo che se una persona che ha una flat
            ADSL e fa il download di roba illegale con la
            scusa che non ha i soldi per comprarla è
            piuttosto falsa: come la paga la flat ADSL ogni
            mese?eccone un altro che ha capito tutto 8)la flat mi consente di fare una marea di cose, tra le quali anche ascoltare musica o scaricarla.se la stessa cifra che utilizzo per pagare la mia flat la utilizzassi per comprare un cd allora:a) comprerei poca musica ;)b) non avrei la possibilità di arricchire la mia mente navigando.per conto mio preferisco impiegare la mia scarsa disponibilità finanziaria nel pagamento della flat :Dse poi questo mi permette, tra le altre cose, anche di scaricare la musica che negli anni 80 non potevo permettermi di acquistare allora meglio ancora, non trovi? :Dquindi il tuo discorso NON regge proprio.... come tutte le trollate che si leggono su questo argomento :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo
            - Scritto da: Anonimo
            Io dico solo che se una persona che ha una flat
            ADSL e fa il download di roba illegale con la
            scusa che non ha i soldi per comprarla è
            piuttosto falsa: come la paga la flat ADSL ogni
            mese?E come mai in Inghilterra lo stesso film costa poco più della metà che rispetto all'Italia? (comprese spese di spedizione)(newbie)
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo
            - Scritto da: Anonimo
            E come mai in Inghilterra lo stesso film costa
            poco più della metà che rispetto all'Italia?
            (comprese spese di spedizione)Sei sicuro? Non è che hai confuso i pound con l'euro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo
            - Scritto da: Anonimo
            Io dico solo che se una persona che ha una flat
            ADSL e fa il download di roba illegale con la
            scusa che non ha i soldi per comprarla è
            piuttosto falsa: come la paga la flat ADSL ogni
            mese? Un cd costa sui 20 euro, ci fai un mese di flat....
          • Anonimo scrive:
            Re: Punto e a capo
            - Scritto da: Anonimo
            Io dico solo che se una persona che ha una flat
            ADSL e fa il download di roba illegale con la
            scusa che non ha i soldi per comprarla è
            piuttosto falsa: come la paga la flat ADSL ogni
            mese?Con quello che costano i CD audio sicuro conviene molto ma molto di più un abbonamento flat che comprare uno o due CD in un mese (per poi magari avere roba di scarsa qualità [il solito trucco di una canzone carina per CD e il resto ciarpame]).Bye, Luca
        • Anonimo scrive:
          Re: Punto e a capo
          - Scritto da: Anonimo
          Il discorso è molto semplice!!!
          Il lavoro di chiunque va pagato, come l'operaio
          che lavora in fabbrica o come il Giletti della
          situazione. Quindi va pagato........ma il pagare
          deve essere commisurato ad un giusto introito da
          parte di tutti .... e non un ABUSO di potere ...
          perchè le major di tutto il mondo ABUSANO .... e
          non LAVORO...... o meglio LAVORANO PER ABUSARE di
          benefici che a loro non competono!!!
          Se un cd mi costasse il giusto prezzo..... mi
          verrebbe anche la voglia di comprarlo!!

          Allora tutta questa ASSURDA repressione........
          sta creando troppi dislivelli a livello
          mondiale......

          Se la musica dovrà diventare un altro BENE PER
          RICCHI .... penso che allora SIAMO VERAMENTE
          ROVINATI .....

          tra un pò non potrò neache + prendere un spartito
          di una canzone degli IRON MAIDEN .. suonarla con
          la chitarra... senza aver pagato i DIRITTI
          D'autore!!
          Secondo voi è così assurda la mia ultima
          frase?!?! :-PPersino ai concertitini di beneficenza dei bambini si deve pagare alla siae.......ladri bastardi
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto e a capo
      Mi inserisco nel discorso degli hobby: è molto semplicistico ridurre il discorso a "è un hobby,è giusto pagare o farne a meno".Se mi togli tutti gli svaghi,che razza di vita mi rimane?Non mi pare che esistano hobby che possano essere coltivati gratis(neanche vagare a caso per la strada,dato che,prima o poi,le scarpe si consumano).Se siamo arrivati al punto da doversi fare due conti in tasca persino per andare ad un pub,non si può strabuzzare gli occhi o dirsi scandalizzati se qualcuno scarica un cd(che novità poi: ovviamente prima di internet tutti compravano tutto,come no):è una situazione che si è venuta a creare perchè tutti hanno voluto speculare senza ritegno.C'è poi una domanda che mi sarebbe sempre piaciuto porre: ma se davvero qualcuno che non avrebbe i soldi,piratasse un cd,che problema creerebbe(perchè io ho la netta impressione che molti soggetti preferirebbero non far circolare la propria merce,piuttosto che doverla dare via gratis)?Non potrebbe comprarlo comunque: ne facciamo una questione morale o di principio? Con tutto quello che succede nel mondo?Ridicolo.
  • Anonimo scrive:
    Finchè le persone lo consentiranno!
    Come da titolo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Finchè le persone lo consentiranno!
      - Scritto da: Anonimo
      Come da titolo!stanno tirando troppo la corda ovunque nel mondo; prima o poi qualcosa salta per aria.
  • Anonimo scrive:
    Australia peggio degli USA
    Non l'avrei mai detto, ma l'Australia è diventato il paese peggiore in cui vivere in quanto a libertà su internet. D'altronde è un paese super liberale, governato da gente interessata solo a facilitare le cose a chi fa "business", storicamente roccaforte delle peggiori manovre delle multinazionali. C'era da aspettarselo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Australia peggio degli USA
      non è un caso allora che ci vivano tra i serpenti più velenosi del pianeta, vedove nere, meduse killer e squali
      • Anonimo scrive:
        Re: Australia peggio degli USA
        meno male che in Italia si sta meglio (...........)
        • Anonimo scrive:
          Re: Australia peggio degli USA
          - Scritto da: Anonimo
          meno male che in Italia si sta meglio
          (...........)Se vuoi essere sarcastico, almeno in Italia sono ancora le forze dell'ordine, e non le aziende private, ad avere l'esclusiva per le perquisizioni.Che poi le forze dell'ordine diventino il braccio armato delle aziende private, per di più straniere e pagate con le tasse dei cittadini locali, questo è un altro discorso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Australia peggio degli USA

            Se vuoi essere sarcastico, almeno in Italia sono
            ancora le forze dell'ordine, e non le aziende
            private, ad avere l'esclusiva per le
            perquisizioni.embe'?E' il magistrato che dispone la perquisa non i poliziotti che decidono da soli.Il punto che tutti non vedono e' che il giudice che ha autorizzato la perquisizione di "non addetti" e' il vero colpevole, non chi mi entra in casa.Chi entra cosa mi cambia?
            Che poi le forze dell'ordine diventino il braccio
            armato delle aziende private, per di più
            straniere e pagate con le tasse dei cittadini
            locali, questo è un altro discorso.non credo che sia un'altro discorso, mi sembra che sia proprio questo il punto del thread.cmq ognuno ha le sue idee
        • Anonimo scrive:
          Re: Australia peggio degli USA
          - Scritto da: Anonimo
          meno male che in Italia si sta meglio
          (...........)Si; ma fino a quando?
  • Anonimo scrive:
    Agenti della MIPI ?
    cioè, questi si son fatti una Polizia Privata che entra nelle case delle persone e preleva effetti personali ?che poteri hanno ?ma sono armati ?e se l'indagato si oppone, fa resistenza ? possono usare la forza ? e se salta fuori un'arma che fanno ? possono sequestrare chiunque ? arrestare, obbligare con la forza a seguirli ?devono avere un mandato di un giudice ? devono seguire delle regole per fare la perquisizione ?quanti anni anno ? 16 ? 18, 30 ?un ragazzino può frugare nei cassetti di un qualunque cittadino ?quanti anni indietro nel tempo siamo tornati ? nazismo ? medioevo ?questi sono pazzi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Agenti della MIPI ?
      - Scritto da: Anonimo
      cioè, questi si son fatti una Polizia Privata che
      entra nelle case delle persone e preleva effetti
      personali ?
      che poteri hanno ?
      ma sono armati ?
      e se l'indagato si oppone, fa resistenza ?
      possono usare la forza ? e se salta fuori un'arma
      che fanno ?
      possono sequestrare chiunque ? arrestare,
      obbligare con la forza a seguirli ?
      devono avere un mandato di un giudice ? devono
      seguire delle regole per fare la perquisizione ?
      quanti anni anno ? 16 ? 18, 30 ?
      un ragazzino può frugare nei cassetti di un
      qualunque cittadino ?
      quanti anni indietro nel tempo siamo tornati ?
      nazismo ? medioevo ?
      questi sono pazzi...Fra poco magari li portano anche qui, si sposa bene con l'idea del gerarc... ehm, poliziotto di quartiere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Agenti della MIPI ?

      cioè, questi si son fatti una Polizia Privata che
      entra nelle case delle persone e preleva effetti
      personali ? E questo non per qualche crimine grave, ma perché hai osato copiare una canzonetta!!! Questa è la follia, ormai siamo alla polizia corporativa strumento del potere economico descritta da Philip K Dick... e io che pensavo certe cose di leggerle solo in "scendete lacrime, disse il poliziotto..."
      • Anonimo scrive:
        Re: Agenti della MIPI ?
        - Scritto da: Anonimo
        Questa è la follia
        • Anonimo scrive:
          Re: Agenti della MIPI ?
          Non so voi ma a me questo articolo ha messo paura. Vi rendete conto di dove stiamo arrivando?Cazzo l'Australia e la democrazia sono un ossimoro ormai....
          • Anonimo scrive:
            Re: Agenti della MIPI ?
            - Scritto da: Anonimo
            Non so voi ma a me questo articolo ha messo
            paura. Vi rendete conto di dove stiamo arrivando?
            Cazzo l'Australia e la democrazia sono un
            ossimoro ormai....la cosa divertente è che se non erro stanno anche portandola in Iraq
          • Anonimo scrive:
            Re: Agenti della MIPI ?
            - Scritto da: Anonimo

            Cazzo l'Australia e la democrazia sono un

            ossimoro ormai....

            la cosa divertente è che se non erro stanno anche
            portandola in IraqNon erri.....assurdo!
Chiudi i commenti